Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Insegnamento: Patologia Sistemica VI ( Canale A )

Corso di laureaCorso di laurea in Medicina e chirurgia [LM-41] D. M. 270/2004
SedePerugia
CurriculumGENERALE - Regolamento 2012
ResponsabileEttore Mearini
Moduli
PrerequisitiDati attualmente non disponibili
Modalità di valutazione

ESAME ORALE

Statistiche voti esamiDati attualmente non disponibili
Calendario prove esame

VEDI CALENDARIO PRECEDENTEMENTE INVIATO

Unità formative opzionali consigliateDati attualmente non disponibili

Modulo: Gastroenterologia - Mod. 1

DocenteGabrio Bassotti
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoFISIOPATOLOGIA, METODOLOGIA CLINICA, PROPEDEUTICA CLINICA E SISTEMATICA MEDICO-CHIRURGICA
SettoreMED/12
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Clinica, diagnosi e terapia delle malattie:


- dell'esofago


- dello stomaco


- dell'intestino tenue


- del colon.


- del fegato


- delle vie biliari


- del pancreas

Supplement

fisiopatologia e terapia delle malattie dell'apparato digerente

Metodi didattici

lezioni frontali

Testi consigliati

PA Testoni, M Colombo and UNIGASTRO. Handbook of gastroenterology and liver disease. Edizioni Minerva Medica-EGI, 2016

Risultati apprendimento

conoscenza delle principali patologie dell'apparato digerente, loro diagnosi ed inquadramento terapeutico

Periodo della didattica

vedi sito

Calendario della didattica

vedi sito

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

obbligatoria

Sede

vedi sito

Ore
Teoriche
9
Pratiche
3
Studio individuale
13
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

PERUGIA: dal lunedi al venerdi 8-12

TERNI: da concordare tramite email

Sede di ricevimento

Perugia: segreteria, clinica di gastroenterologia

Terni: da concordare tramite email

Codice ECTS2016 - 3395

Modulo: Gastroenterologia - Mod. 2

DocenteOlivia Morelli
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoFISIOPATOLOGIA, METODOLOGIA CLINICA, PROPEDEUTICA CLINICA E SISTEMATICA MEDICO-CHIRURGICA
SettoreMED/12
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Epatiti acute e croniche


Malattia epatica alcolica


NAFLD


CBP


Colangite sclerosante primitiva


Morbo di Wilson


Emocromatosi


Cirrosi epatica e sue complicanze


Trapianto di fegato


Epatocarcinoma

Supplement

Vengono trattate le principali patologie epatiche con gli aspetti fisiopatologici e clinici diagnostico terapeitici.

Metodi didattici

Lezioni frontali - face-to-face

Testi consigliati

Manuale di Gastroenterologia UNIGASTRO

Risultati apprendimento

Approccio clinico, diagnostico e terapeutico alle malattie epatiche.


Verifica mediante esame orale

Periodo della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito del corso di laurea http:/www.med.unipg.it/ccl

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito del corso di laurea http:/www.med.unipg.it/ccl

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria - Compulsory

Sede

Aule di Medicina e Chirurgia- Perugia

Ore
Teoriche
9
Pratiche
3
Studio individuale
13
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

Venerdì dalle 12.00 alle 14.00 previo appuntamento.

Sede di ricevimento

S.C. di Gastroenterologia ed Epatologia Ospedale Santa Maria della Misericordia

Codice ECTS2016 - 3396

Modulo: Gastroenterologia - Mod. 3

DocenteMonia Baldoni
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoFISIOPATOLOGIA, METODOLOGIA CLINICA, PROPEDEUTICA CLINICA E SISTEMATICA MEDICO-CHIRURGICA
SettoreMED/12
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

- Gastriti acute e croniche, gastropatia da FANS, duodeniti


- la Malattia peptica gastro-duodenale


- Neoplasie gastriche.


- Pancretiti acute e croniche


- Neoplasie del pancreas


- Pancreatiti acute e croniche


- Neoplasie del pancreas


- Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali


- Neoplasie del colon-retto

Supplement

- Gastriti acute e croniche, gastropatia da FANS, duodeniti


- la Malattia peptica gastro-duodenale


- Neoplasie gastriche.


- Pancretiti acute e croniche


- Neoplasie del pancreas


- Pancreatiti acute e croniche


- Neoplasie del pancreas


- Malattie Infiammatorie Croniche Intestinali


- Neoplasie del colon-retto

Metodi didattici

Lezioni frontali e lezioni teorico-pratiche

Testi consigliati

"Manuale di Gastroenterologia" UNIGASTRO (Coordinamento Nazionale Docenti Universitari di Gastroenterologia, Editrice Gastroenterologica Italiana).

Risultati apprendimento

Gli studenti debbono conoscere la modalità clinica di presentazione delle patologie gastroenterologiche, dimostrando la capacità di saper interpretare i sintomi riferiti dai pazienti, saper individuare i segni della patologia nel paziente e quindi impostare un adeguato percorso diagnostico e terapeutico.


L'esame orale consiste nel valutare le suddette competenze.


 

Periodo della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato nel Sito del Corso di Laurea http://www.med.unipg.it/ccl/

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato nel Sito del Corso di Laurea http://www.med.unipg.it/ccl/

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria

Sede

Aule dei Dipartimenti di Medicina, di Chirurgia e di Medicina Sperimentale. Edificio B, piano -2.

Ore
Teoriche
9
Pratiche
3
Studio individuale
13
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimentoGli studenti saranno ricevuti il mercoledì dalle ore 11,30 sino alle ore 12,30, previa contatti telefonici con la Segreteria della Sezione di Gastroenterologia ed Epatologia, tel: 075/5784450 - 075/5784452.
La Segreteria rimane aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 13,30.
Sede di ricevimentoSezione di Gastroenterologia ed Epatologia presso l'Ospedale S. Maria della Misericordia, S. Andrea delle Fratte -06132- Perugia, Piano 0, Blocco M.
Codice ECTS2016 - 3397

Modulo: Tirocinio Professionalizzante in Gastroenterologia

DocenteGabrio Bassotti
TipologiaUlteriori attività formative (art.10, comma 5, lettera d)
AmbitoTirocini formativi e di orientamento
SettoreMED/12
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

conoscenza personale ed approfondimento delle varie patologie dell'apparato digerente tramite la frequenza in corsia ed in endoscopia, dove si potrà anche osservare l'esecuzione di esami diagnosti e terapeutici, ed eseguire l'anamnesi e l'esame obiettivo dei pazienti sotto la supervisione dei tutor

Supplement

valutazione personale dei pazienti sotto supervisione

Metodi didattici

esercitazioni in corsia

Testi consigliati

PA Testoni, M Colombo and UNIGASTRO. Handbook of gastroenterology and liver disease. Edizioni Minerva Medica-EGI, 2016

Risultati apprendimento

conoscenza delle principali patologie dell'apparato digerente; imparare ad ottenere un'anamnesi corretta ed ad eseguire un esame obiettivo addominale

Periodo della didattica

da concordare con il docente in base alle esigenze degli studenti

Calendario della didattica

da concordare con il docentein base alle esigenze degli studenti

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

obbligatoria

Sede

clinica di gastroenterologia

Ore
Teoriche
0
Pratiche
20
Studio individuale
5
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

PERUGIA: dal lunedi al venerdi 8-12

TERNI: da concordare tramite email

Sede di ricevimento

Perugia: segreteria, clinica di gastroenterologia

Terni: da concordare tramite email

Codice ECTS2016 - 3401

Modulo: Tirocinio Professionalizzante in Malattie del Sangue

DocenteBrunangelo Falini
TipologiaUlteriori attività formative (art.10, comma 5, lettera d)
AmbitoTirocini formativi e di orientamento
SettoreMED/15
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

- Attività clinica in ambulatorio/reparto con lo specialista:


Approccio generale al paziente con alterazione dell’emocromo


Discussione di esami emocromocitometrici normali e alterati:


anemie e eritrocitosi


leucopenie e leucocitosi


piastrinopenie e piastrinosi


pancitopenie


Approccio generale al paziente con linfoadenomegalia


Approccio generale al paziente con splenomegalia


- Esecuzione, colorazione e lettura dello striscio di sangue venoso periferico (SVP)


- Visione e partecipazione all’esame del midollo osseo: aspirato midollare e biopsia osteomidollare

Supplement

- Attività clinica in ambulatorio/reparto con lo specialista:


Approccio generale al paziente con alterazione dell’emocromo


Discussione di esami emocromocitometrici normali e alterati:


anemie e eritrocitosi


leucopenie e leucocitosi


piastrinopenie e piastrinosi


pancitopenie


Approccio generale al paziente con linfoadenomegalia


Approccio generale al paziente con splenomegalia


- Esecuzione, colorazione e lettura dello striscio di sangue venoso periferico (SVP)


- Visione e partecipazione all’esame del midollo osseo: aspirato midollare e biopsia osteomidollare

Metodi didattici

Esercitazioni in reparto/Ambulatorio e laboratorio

Testi consigliati

Harrison's - Principles of Internal Medicine


Hoffbrand/Moss - Essential Haematology


Bosi, De Stefano, Di Raimondo, La Nasa – Manuale di Malattie del Sangue


Avvisati – Ematologia di Mandelli


Hoffman - Hematology basic principles and practice

Risultati apprendimento

I risultati di apprendimento previsti sono conformi a quanto riportato nell'Ordinamento Didattico pubblicato sul sito:http://www.med.unipg.it/ccl (http://www.med.unipg.it/ccl)


Nel dettaglio, l’obiettivo generale dell’insegnamento consiste nel fornire agli studenti le basi per affrontare lo studio delle malattie del sangue sia oncoematologiche che non.


Le principali abilità acquisite saranno:


- Analizzare un emocromo


- Identificare l’iter diagnostico per alterazioni numeriche degli elementi del sangue


- Identificare l’iter diagnostico in caso di linfoadenomegalia


- Identificare l’iter diagnostico in caso di splenomegalia

Periodo della didattica

Il tirocinio può essere svolto nell'arco dell'intero anno

Calendario della didattica

Il tirocinio può essere svolto nell'arco dell'intero anno

Attività supporto alla didattica

Partecipazione facoltativa a seminari

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria

Sede

Reparto/Day Hospital Ematologia - Ospedale Santa Maria della Misericordia-Perugia

Ore
Teoriche
0
Pratiche
20
Studio individuale
5
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimentoDati attualmente non disponibili
Sede di ricevimentoDati attualmente non disponibili
Codice ECTS2016 - 3400

Modulo: Tirocinio Professionalizzante in Urologia

DocenteEttore Mearini
TipologiaUlteriori attività formative (art.10, comma 5, lettera d)
AmbitoTirocini formativi e di orientamento
SettoreMED/24
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

-Semeiotica del rene, delle vie urinarie


- Semeiotica dell'apparato genitale maschile


-Cateterismo vescicale: classificazioni, principali tipologie di catetere vescicale, indicazioni cliniche, tecnica di corretto posizionamento, complicanze.


- Ecografia dell'apparato urinario: indicazioni e metodica


-Ecografia transrettale prostatica: indicazioni e metodica


- Ecografia scrotale: indicazioni e metodica


-RM prostatica multiparametrica: indicazioni e metodica


-Uretrocistoscopia: strumentazione, indicazioni, metodica e complicanze


-Citologia urinaria: indicazioni, accuratezza diagnostica e limiti


-Uroflussometria: indicazioni e metodica


-Esame urodinamico: indicazioni e metodica -Litotrissia: indicazioni e principali tecniche


-Chirurgia endoscopica urologica: strumentazioni e principali tecniche chirurgiche


-Chirurgia laparoscopica urologica: strumentazione e principali tecniche chirurgiche


-Chirurgia robotica urologica: strumentazione e principali tecniche chirurgiche

Supplement

Verranno trattate le principali tematiche della semeiotica urologica ed andrologica.
Saranno inoltre presentate le principali strumentazioni diagnostiche e terapeutiche utilizzate nell’ambito delle patologie urologiche ed andrologiche.

Metodi didattici

Supporto dei tutor in:


-raccolta anamnesi del paziente


-esame obiettivo dell'apparato urinario, genitale maschile e femminile


-presentazione e discussione di casi clinici


-presentazione di esami strumentali negli Ambulatori Urologici


- presentazione di interventi chirurgici in Sala Operatoria 


Per le attività pratiche gli studenti vengono suddivisi in gruppi da 5 persone; ogni gruppo accederà alla sala operatoria almeno una volta dalle 8,00 alle 14,00 nei giorni di Lunedi, Martedi e Giovedi, al reparto dal Lunedì al Venerdi dalle 8,00 alle 14,00, agli ambulatori il Mercoledi ed il Venerdi dalle 8,30 alle 14,00.

Testi consigliati

  • Malattie del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale maschile. Edizioni Piccin.

  • Materiale audiovisivo presentato durante le lezioni

  • Urologia di Campbell. Verduci Editore

  • Collegio dei Professori di Prima Fascia di Urologia in Ruolo e Fuori Ruolo: Manuale di Urologia e Andrologia - Pacini Editore Medicina

Risultati apprendimento

OBIETTIVI DELLA DIDATTICA INTERATTIVA 


La didattica interattiva sarà svolta in modo da trasmettere allo studente un approccio metodologico alle principali condizioni nosologiche di pertinenza uro-andrologica.


Obiettivo sarà quello di sviluppare la capacità di riconoscere i principali segni e sintomi delle diverse patologie oggetto del corso, identificarne i processi eziopatogenetici ed il loro valore clinico al fine di formulare l’ipotesi diagnostica.


Verranno fornite le conoscenze necessarie per individuare le indagini diagnostiche (di laboratorio e strumentali) più appropriate, interpretarne i risultati in collaborazione con lo specialista nel perfezionamento dell'iter diagnostico-terapeutico.


Ulteriore obiettivo della didattica interattiva sarà quello di rendere lo studente capace di valutare e correlare criticamente i sintomi, i segni fisici, le alterazioni funzionali, gli esami strumentali e le lesioni anatomo-patologiche proprie delle principali patologie urologiche ed andrologiche.


Infine attraverso la didattica interattiva lo studente acquisirà le conoscenze per poter attuare i trattamenti terapeutici basilari in ambito uro-andrologico e le relative norme comportamentali, preventive, riabilitative e dietetiche.


 ABILITA’ (saper fare)


Si considerano propedeutiche ed acquisite:



  • la capacità di raccogliere in maniera accurata dati anamnestici e sintomi,

  • la conoscenza dei più comuni esami di laboratorio, l’identificazione delle alterazioni principali del profilo biochimico ed interpretazione del loro significato clinico

  • le principali manovre semeiologiche proprie dell’esame obiettivo generale (ispezione, palpazione, percussione, auscultazione del torace e dell’addome).


 


Gli obiettivi a carattere gestuale comprendono:


                       -la palpazione bimanuale del rene e dei punti pieloureterali; 
                       -manovre semeiologiche specialistiche quali l’esame obiettivo genitale maschile e femminile con le  


                        loro alterazioni funzionali e morfologiche;


                       -l’esplorazione rettale con la caratterizzazione neurofisiologica e morfologica degli organi   


                        endopelvici.   


     OBIETTIVI A CARATTERE RELAZIONALE (saper essere) 


Gli obiettivi relazionali della didattica consistono nel trasmettere allo studente il valore del rapporto medico-paziente, evidenziandone il significato etico e psicologico; altro obiettivo sarà quello di rendere lo studente in grado di valutare il profilo psicologico, sociologico e culturale del paziente per adattare il linguaggio ed ottimizzare la comprensione del colloquio. Verranno inoltre forniti gli strumenti atti a saper comunicare al paziente la diagnosi clinica, la prognosi, per condividere una strategia terapeutica ed ottenerne il consenso informato.


 Risultati dell'apprendimento attesi


Alla fine del corso lo studente avrà le basi teorico-pratiche per una corretta gestione clinica delle principali malattie urologiche ed andrologiche, soprattutto in termini di riconoscimento dello stato patologico e conseguente terapia appropriata.

Periodo della didattica

Come stabilito dal calendario pubblicato nel sito del Corso di Laurea: http//:www.med.unipg.it/cccl/

Calendario della didattica

Come stabilito dal calendario pubblicato nel sito del Corso di Laurea: http//:www.med.unipg.it/cccl/

Attività supporto alla didattica

- Frequenza della degenza, degli ambulatori e della Sala Operatoria per apprendere la gestione medica e chirurgica del paziente urologico


- Seminari monotematici sulla gestione delle urostomie e del catetere vescicale

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria. Almeno il 60% delle lezioni

Sede

Azienda Ospedaliera di Terni, Reparto, Ambulatori e Sala Operatoria della Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive

Ore
Teoriche
0
Pratiche
20
Studio individuale
5
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

Ogni Lunedi e Martedi dalle ore 14,00 alle ore 15,00

Sede di ricevimento

Ospedale Santa Maria di Terni, piano +1, SC di Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive

Codice ECTS2016 - 3399

Modulo: Urologia - Mod. 1

DocenteEttore Mearini
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoDISCIPLINE OSTETRICO-GINECOLOGICHE, MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E SESSUOLOGIA MEDICA
SettoreMED/24
CFU2
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

-Introduzione alla terminologia urologica.


-Semeiotica del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale maschile


-Cateterismo vescicale: classificazioni, principali tipologie di catetere vescicale, indicazioni cliniche, tecnica di corretto posizionamento, complicanze.


-Malformazioni dell'apparato urinario e genitale maschile: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia.


-Uropatia ostruttiva alta e bassa: eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi e terapia.


-Patologia dell'alta via escretrice:epidemiologia, eziopatogenesi, inquadramento clinico e diagnostico, terapia farmacologica e chirurgica della sindrome del giuntopieloureterale, della fibrosi retroperitoneale e delle stenosi ureterali.


-Iperplasia prostatica benigna: epidemiologia, eziologia, biologia molecolare e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica e chirurgica.


-Ematuria: eziologia e work-up diagnostico-terapeutico.


-Carcinoma prostatico: epidemiologia, eziologia,  genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, PSA e nuovi marcatori, terapia farmacologica e chirurgica .


-Carcinoma del rene: epidemiologia, eziologia, genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia  farmacologica e chirurgica.


-Carcinoma della vescica: epidemiologia, eziologia, genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica e chirurgica.


-Derivazione urinaria e sua gestione


-Carcinoma testicolare: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, chemioterapia e terapia chirurgica.


-Carcinoma del pene: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia chirurgica e fisica.


-Traumi dell'apparato urogenitale: classificazioni, eziopatogenesi, quadri clinici, diagnosi, terapia chirurgica


-Infezioni urinarie: epidemiologia, eziologia, patogenesi, diagnosi, terapia farmacologica, gestione delle complicanze.


-Litiasi urinaria: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica, idropinica, dietetica, fisica e chirurgica.


-Vescica neurologica: principali fattori eziologici, patogenesi, quadro clinico, principi di diagnosi e terapia farmacologica e riabilitativa.


-Incontinenza urinaria: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica e chirurgica.


-Prolasso genito-urinario: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia riabilitativa e chirurgica.


-Chirurgia mini-invasiva: indicazioni, vantaggi e svantaggi, possibilità di applicazione in ambito urologico


 


Saranno inoltre presentate le principali problematiche di andrologia chirurgica inerenti l’infertilità e le disfunzioni sessuali. I concetti di anatomia e fisiologia dell'apparato genitale maschile saranno indispensabili per valutare le aberrazioni morfologiche (incurvamento penieno congenito ed acquisito), funzionali (disfunzione erettile e priapismo). Scroto acuto (torsione del testicolo e orchiepididimite), criptorchidismo, varicocele saranno trattate sia come entità cliniche singole che come correlate all’infertilità maschile, rivolgendo particolare attenzione nella prevenzione di tali problematiche.   


Poichè il 30% della popolazione almeno una volta nella propria vita sviluppa un'affezione urologica o andrologica, verrà sottolineato il ruolo di tali patologie nel determinare l'alterazione della qualità della vita sia del singolo che della coppia; particolare attenzione verrà data all'importanza di una corretta gestione delle problematiche uroandrologiche anche per il significativo impatto sui costi sociali e finanziari.

Supplement

Verranno trattate le principali affezioni dell'apparato urinario e genitale maschile riguardanti le patologie in urgenza, le grandi sindromi urologiche correlate (uropatia ostruttiva alta e bassa), le affezioni relative ai singoli distretti anatomici (rene, via escretrice, prostata e genitali maschili) con riferimento alle principali problematiche infettive, disfunzionali e oncologiche. Verranno evidenziate le più importanti implicazioni di fisiopatologia, le peculiarità cliniche, i principali percorsi diagnostici e le soluzioni terapeutiche di tipo farmacologico, chirurgico e/o riabilitativo.

Metodi didattici

- Lezioni frontali a carattere seminariale mediante l'utilizzo di materiale audiovisivo


- Presentazione di casi clinici


- Presentazioni di video inerenti le principali soluzioni chirurgiche


- Seminari monotematici 

Testi consigliati

Malattie del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale maschile. Edizioni Piccin.


Materiale audiovisivo presentato durante le lezioni


Urologia di Campbell. Verduci Editore


Collegio dei Professori di Prima Fascia di Urologia in Ruolo e Fuori Ruolo: Manuale di Urologia e Andrologia - Pacini Editore Medicina

Risultati apprendimento

OBIETTIVI DI CONOSCENZA (Sapere) 


Acquisire le conoscenze basilari relative alla epidemiologia, alla prevenzione, alla eziopatogenesi, alla fisiopatologia, all'anatomia patologica, al quadro clinico, alla diagnosi clinica, strumentale e differenziale, alle complicanze, alla terapia farmacologica e chirurgica delle principali patologie dell’apparato urinario e genitale maschile.                                            


Acquisire una conoscenza essenziale dei quadri patologici più rari, di pertinenza prettamente specialistica o che saranno oggetto di approfondimento in insegnamenti successivi. 


Conoscere le innovazioni biotecnologiche e strumentali, la loro applicazione nella pratica clinica uro- andrologica sia di carattere medico che chirurgico e le possibilità di sviluppo.


Per il raggiungimento di tali obiettivi verranno organizzati anche seminari monotematici. 


OBIETTIVI DELLA DIDATTICA INTERATTIVA 


La didattica interattiva sarà svolta in modo da trasmettere allo studente un approccio metodologico alle principali condizioni nosologiche di pertinenza uro-andrologica.


Obiettivo sarà quello di sviluppare la capacità di riconoscere i principali segni e sintomi delle diverse patologie oggetto del corso, identificarne i processi eziopatogenetici ed il loro valore clinico al fine di formulare l’ipotesi diagnostica.


Verranno fornite le conoscenze necessarie per individuare le indagini diagnostiche (di laboratorio e strumentali) più appropriate, interpretarne i risultati in collaborazione con lo specialista nel perfezionamento dell'iter diagnostico-terapeutico.


Ulteriore obiettivo della didattica interattiva sarà quello di rendere lo studente capace di valutare e correlare criticamente i sintomi, i segni fisici, le alterazioni funzionali, gli esami strumentali e le lesioni anatomo-patologiche proprie delle principali patologie urologiche ed andrologiche.


Infine attraverso la didattica interattiva lo studente acquisirà le conoscenze per poter attuare i trattamenti terapeutici basilari in ambito uro-andrologico e le relative norme comportamentali, preventive, riabilitative e dietetiche.


 ABILITA’ (saper fare)


Si considerano propedeutiche ed acquisite:


la capacità di raccogliere in maniera accurata dati anamnestici e sintomi, la conoscenza dei più comuni esami di laboratorio, l’identificazione delle alterazioni principali del profilo biochimico ed interpretazione del loro significato clinico le principali manovre semeiologiche proprie dell’esame obiettivo generale (ispezione, palpazione, percussione, auscultazione del torace e dell’addome).


 


Gli obiettivi a carattere gestuale comprendono:


                       -la palpazione bimanuale del rene e dei punti pieloureterali; 
                       -manovre semeiologiche specialistiche quali l’esame obiettivo genitale maschile e femminile con le  


                        loro alterazioni funzionali e morfologiche;


                       -l’esplorazione rettale con la caratterizzazione neurofisiologica e morfologica degli organi   


                        endopelvici.   


A tal fine verranno organizzati tirocini a carattere pratico anche per la gestione di particolari presidi quali catetere vescicale ed urostomie.                   


 


 OBIETTIVI A CARATTERE RELAZIONALE (saper essere) 


Gli obiettivi relazionali della didattica consistono nel trasmettere allo studente il valore del rapporto medico-paziente, evidenziandone il significato etico e psicologico; altro obiettivo sarà quello di rendere lo studente in grado di valutare il profilo psicologico, sociologico e culturale del paziente per adattare il linguaggio ed ottimizzare la comprensione del colloquio. Verranno inoltre forniti gli strumenti atti a saper comunicare al paziente la diagnosi clinica, la prognosi, per condividere una strategia terapeutica ed ottenerne il consenso informato.


 Risultati dell'apprendimento attesi


Alla fine del corso lo studente avrà le basi teorico-pratiche per una corretta gestione clinica delle principali malattie urologiche ed andrologiche, soprattutto in termini di riconoscimento dello stato patologico e conseguente terapia appropriata.

Periodo della didattica

Come stabilito dal calendario pubblicato nel sito del Corso di Laurea: http//:www.med.unipg.it/cccl/

Calendario della didattica

Come stabilito dal calendario pubblicato nel sito del Corso di Laurea: http//:www.med.unipg.it/cccl/

Attività supporto alla didattica

Frequenza presso degenza, ambulatori e sala operatoria della Struttura Complessa interaziendale di Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive di Perugia dal Lunedi al Venerdi dalle ore 8,00 alle ore 14,00 

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria. Almeno il 60% delle lezioni

Sede

Aula Didattica di Medicina e Chirurgia, Università di Perugia

Ore
Teoriche
14
Pratiche
4
Studio individuale
32
Didattica Integrativa
0
Totale
50
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

Ogni Lunedi e Martedi dalle ore 14,00 alle ore 15,00

Sede di ricevimento

Ospedale Santa Maria di Terni, piano +1, SC di Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive

Codice ECTS2016 - 3393

Modulo: Urologia - Mod. 2

DocenteElisabetta Costantini
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoDISCIPLINE OSTETRICO-GINECOLOGICHE, MEDICINA DELLA RIPRODUZIONE E SESSUOLOGIA MEDICA
SettoreMED/24
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Anatomia funzionale dell'apparato urogenitale


Fisiologia della minzione


Incontinenza urinaria


Prolasso Organi Pelvici


Infezioni delle vie urinarie


 

Supplement

Inquadramento paziente uroginecologica. Schemi terapeutici


 

Metodi didattici

Lezioni frontali e attività in ambulatorio uroginecologio o sala operatoria mediante turni


 

Testi consigliati

  1. Trattato di Medicina Interna, fondato da Paolo Larizza. Malattie del rene, dell'apparato urinario e genitale maschile. A.Albertazzi, M.Porena, Ed. Picci

  2. E.Costantini , F.Natale , A.Carbone, A.L.Pastore, G.Palleschi. Pelvic Organ Prolapse. in  Heesakkers, J., Chapple, C., De Ridder, D., Farag, F.  Practical Functional Urology, pag. 153-238, 2016 ISBN 978-3-319-25430-2,  ISBN 978-3-319-25428-9 ISBN 978-3-319-25430-2 (eBook), Springer International Publishing AG Switzerland is part of Springer Science+Business Media (www.springer.com

Risultati apprendimento

Conoscenza delle principali patologie uroginecologiche sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico

Periodo della didattica

L'inizio del tirocinio è previsto in contemporanea alle lezioni frontali.

Calendario della didattica

1° Semestre.

Attività supporto alla didattica

Esercitazioni.

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria


 

Sede

Clinica Urologica e Andrologica

Ore
Teoriche
6
Pratiche
3
Studio individuale
16
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimentoogni primo mercoledì del mese ore 15.30.16.30
Sede di ricevimentoClinica Urologica ed andrologica, Università degli studi di Perugia
Codice ECTS2016 - 7363

Modulo: Malattie del Sangue - Mod. 1

DocenteBrunangelo Falini
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoFISIOPATOLOGIA, METODOLOGIA CLINICA, PROPEDEUTICA CLINICA E SISTEMATICA MEDICO-CHIRURGICA
SettoreMED/15
CFU2
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

LE SINDROMI MIELOPROLIFERATIVE


-  Leucemia mieloide cronica


- Mielofibrosi idiopatica


- Policitemia vera


- Trombocitemia essenziale


LE SINDROMI MIELODISPLASTICHE


LE LEUCEMIE ACUTE


- Leucemie acute mieloidi e linfoidi


- Classificazione e presentazione clinica


- Principali alterazioni molecoalri asssociate


- Esempi di terapia "target"


PATOLOGIE LINFOPROLIFERATIVE CRONICHE


- La leucemia linfatica cronica


- La leucemia a cellule capellute


I LINFOMI MALIGNI


 - Morbo di Hodgkin


- Linfomi non Hodgkin


LE GAMMOPATIE MONOCLONALI


- MGUS


- Mieloma Multiplo


 - Macroglobulinemia di Waldenstrom


CENNI DI TERAPIA TRASFUSIIONALE


- Componenti del sangue o terapia con i componenti del sangue

Supplement

LE SINDROMI MIELOPROLIFERATIVE


LE LEUCEMIE ACUTE


PATOLOGIE LINFOPROLIFERATIVE CRONICHE


I LINFOMI MALIGNI


LE GAMMOPATIE MONOCLONALI


CENNI DI TERAPIA TRASFUSIIONALE

Metodi didattici

Il corso è organizzato nel seguente modo:


- Lezioni frontali in aula sui principali argomenti del corso


- Discussione casi clinici e completamento dei principali argomenti trattati

Testi consigliati

Harrison's - Principles of Internal Medicine


Hoffbrand/Moss - Essential Haematology


Bosi, De Stefano, Di Raimondo, La Nasa - Manuale di Malattie del sangue


Avvisati - Ematologia di Mandelli


Hoffman - Hematology basic priniples and practice

Risultati apprendimento

I risultati di apprendimento previsti sono conformi a quanto riportato nell'Ordinamento Didattico pubblicato sul sito: http://www.med.unipg.it/ccl (http://www.med.unipg.it/ccl).


Nel dettaglio l'obiettivo generale dell'insegnamento consiste nel fornire agli studenti le basi per affrontare lo studio delle malattie del sangue sia oncoematologiche che non.


Le principali abilità acquisite saranno:


- analizzare un emocromo


- identificare l'iter diagnostico per alterazioni umeriche degli elementi del sangue


- identificare l'iter diagnostico in caso di linfoadenomegalia


- identificare l'iter diagnostico in caso di splenomegalia

Periodo della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito di corso di laurea: http://www.med.unipg.it/ccl

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito di corso di laurea: http://www.med.unipg.it/ccl

Attività supporto alla didattica

Partecipazione facoltativa a seminari

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria

Sede

Aule di Medicina e Chirurgia - sede di Perugia

Ore
Teoriche
14
Pratiche
4
Studio individuale
28
Didattica Integrativa
4
Totale
50
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimentoDati attualmente non disponibili
Sede di ricevimentoDati attualmente non disponibili
Codice ECTS2016 - 3394

Modulo: Malattie del Sangue - Mod. 2

DocenteMaria Paola Martelli
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoFISIOPATOLOGIA, METODOLOGIA CLINICA, PROPEDEUTICA CLINICA E SISTEMATICA MEDICO-CHIRURGICA
SettoreMED/15
CFU1
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Le anemie:


- Eritropoiesi e aspetti generali dell’anemia


- Classificazioni delle anemie: a. eziopatogenetica; b. morfologica


- Alterazioni morfologiche delle emazie. Lo striscio di sangue venoso periferico


- Anemie da carenza di ferro


- Anemie megaloblastiche e altre anemie macrocitiche


- Anemia dei disordini cronici


- Anemie emolitiche


Disordini emolitici ereditari


Disordini emolitici da cause extraglobulari


- Le talassemie


- Anemia aplastica ed altre emocitopenie selettive (eritroblastopenia isolata, neutropenie e


trombocitopenie)


-  Diagnosi differenziale delle sindromi anemiche. Discussione di casi clinici e iter diagnostico.


Le piastrinopenie.


- Porpora trombocitopenia idiopatica


- Porpora trombocitopenia trombotica


Argomenti di generale interesse ematologico:


- Alterazioni numeriche degli elementi del sangue:


a. diagnosi differenziale delle eritrocitosi


b. leucopenia e leucocitosi (linfopenia e linfocitosi; neutropenia e neutrofilia)


c. piastrinopenia e piastrinosi


- Splenomegalia.


- Splenectomia. Indicazioni in ematologia e complicanze


- Linfoadenomegalia: Diagnosi differenziale


- Alterazioni ematologiche nelle malattie sistemiche

Supplement

Le anemie


Le piastrinopenie


Argomenti di generale interesse ematologico


 

Metodi didattici

Il corso è organizzato nel seguente modo:


- Lezioni frontali in aula sui principali argomenti del corso


- Discussione casi clinici a completamento dei principali argomenti trattati 

Testi consigliati

Harrison's - Principles of Internal Medicine


Hoffbrand/Moss - Essential Haematology


Bosi, De Stefano, Di Raimondo, La Nasa – Manuale di Malattie del Sangue


Avvisati – Ematologia di Mandelli


Hoffman - Hematology basic principles and practice

Risultati apprendimento

I risultati di apprendimento previsti sono conformi a quanto riportato nell'Ordinamento Didattico pubblicato sul sito:http://www.med.unipg.it/ccl (http://www.med.unipg.it/ccl)


Nel dettaglio, l’obiettivo generale dell’insegnamento consiste nel fornire agli studenti le basi per affrontare lo studio delle malattie del sangue sia oncoematologiche che non.


Le principali abilità acquisite saranno:


-         Analizzare un emocromo


-         Identificare l’iter diagnostico per alterazioni numeriche degli elementi del sangue


-         Identificare l’iter diagnostico in caso di linfoadenomegalia


-         Identificare l’iter diagnostico in caso di splenomegalia  

Periodo della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito del corso di laurea:  http://www.med.unipg.it/ccl

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato sul sito del corso di laurea:  http://www.med.unipg.it/ccl

Attività supporto alla didattica

Partecipazione facoltativa a Seminari

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria

Sede

Aule di  Medicina e Chirurgia – sede di Perugia

Ore
Teoriche
9
Pratiche
0
Studio individuale
16
Didattica Integrativa
0
Totale
25
Anno5
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

Lunedì 12-14 (previo contatto per email a mpmartelli@libero.it)
Mercoledì 12-14 (previo contatto per email a mpmartelli@libero.it)

Sede di ricevimento

Laboratorio di Biochimica delle Proteine e Ematologia

Ematologia

CREO (Centro Ricerche Emato-Oncologiche)
P.le Menghini 9

Ospedale Santa Maria della Misericordia

Codice ECTS2016 - 3398

Info pagina

Referenti di sezione

Prof. Massimiliano Marianelli
(Delegato per il settore Didattica)

Prof. David Ranucci
(Delegato per il settore Alta formazione)

Prof.ssa Floriana Falcinelli
(Delegato per il settore E-learning)


Torna su
×