Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Insegnamento: Tecnica mangimistica e fisiopatologia della nutrizione animale

Corso di laureaCorso di laurea in Scienze zootecniche [LM-86] D. M. 270/2004
SedePerugia
CurriculumScienze zootecniche - Regolamento 2016
ResponsabileGabriele Acuti
Moduli
Prerequisiti

Per comprendere e saper applicare gli argomenti trattati nel corso dell'insegnamento è importante possedere delle nozioni di biochimica della nutrizione, fisiologia dell'apparato digerente, alimentazione, nutrizione e tecniche di allevamento degli animali da reddito. Viene inoltre richiesto di saper utilizzare un foglio di calcolo elettronico per la formulazione di mangimi per animali monogastrici e ruminanti. Questi prerequisiti sono validi sia per gli studenti frequentanti che per i non frequentanti.


Propedeuticità: nessuna.

Modalità di valutazione

  1. numero delle prove che concorrono alla valutazione= 1;

  2. obiettivo della prova= valutare la comprensione delle relazioni che intercorrono tra materie prime, mangimi e regime alimentare con lo stato di salute e benessere degli animali con particolare riferimento a: 1) caratteristiche chimico-bromatologiche degli alimenti ad uso zootecnico; 2) digestione dei principi alimentari e al metabolismo dei nutrienti assorbiti; 3) classificazione e descrizione delle caratteristiche dietetico-nutrizionali dei principali alimenti ad uso zootecnico; 4) corretto impiego degli alimenti nella dieta degli animali di interesse zootecnico; 5) trattamenti delle materie prime e sistemi di razionamento per il miglioramento dell'efficienza digestiva, nel rispetto del benessere animale e della sostenibilità ambientale; 6) stato di salute  e benessera degli animali con particolare riferimento alle comuni tecnopatie e alle patologie nutizionali e metaboliche degli animali in produzione.

  3. modalità di somministrazione= prova orale per la verifica delle conoscenze e della comprensione degli argomenti trattati durante il corso nonchè della capacità di esposizione autonoma con linguaggio appropriato;

  4. tempistica di svolgimento= dopo la fine del corso;

  5. durata= 60 minuti;

  6. tipologia= prova orale a stimolo aperto con risposta aperta sugli argomenti trattati durante il corso e approfonditi sul materiale didattico consigliato;

  7. misurazione conclusiva della prova d'esame: valutazione delle conoscenze e della comprensione con particolare riferimento alla capacità di collegamento (multidisciplinarietà) degli argomenti trattati.

Statistiche voti esami

Media artmetica= 28,44/30 (Deviazione standard= 1,98/30)

Calendario prove esame

www.agr.unipg.it (CALENDARIO DEGLI ESAMI A.A 2016-17).

Unità formative opzionali consigliate

-

Modulo: Dietologia zootecnica e tecnica mangimistica

DocenteGabriele Acuti
TipologiaAttività Affini o integrative (art.10, comma 5, lettera b)
AmbitoAffini ed integrative
SettoreAGR/18
CFU6
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

LEZIONI FRONTALI TEORICHE


Alimenti ad uso zootecnico. Classificazione, caratteristiche e qualità chimico-bromatologica, dietetico-nutrizionale, igienico-sanitaria e tecnologica. Riconoscimento e valutazione delle materie prime, dei sottoprodotti e delle varie tipologie di mangimi.


La produzione dei mangimi: situazione attuale, prospettive nel settore mangimistico e normativa vigente. Le operazioni all'interno del mangimificio. Diagramma di flusso.
Effetto dei trattamenti meccanici sulle materie prime. La macinazione. Principali tipologie di mulini. L'effetto della temperatura sulle caratteristiche chimico-fisiche e nutrizionali degli alimenti. La pellettatura. Alimenti pellettati e loro caratteristiche. Fioccatura: principali caratteristiche degli alimenti fioccati. L'estrusore. Il processo di estrusione: caratteristiche ed effetti sugli alimenti. Altri trattamenti termici: tosttura e micronizzazione. Le farine di estrazione: caratteristiche nutrizionali e loro importanza. Proteine animali trasformate. Utilizzo degli insetti e di altre fonti proteiche in zootecnia
I contratti. Il ricevimento delle materie prime. Il campionamento degli alimenti: normativa vigente. Alimenti geneticamente modificati (OGM).


Additivi: descrizione delle categorie e normativa vigente. Valutazione del cartellino: normativa vigente. Mangimi medicati: normativa vigente.
Principali problematiche relative alla conservazione, alla manipolazione e allo stoccaggio delle materie prime e dei mangimi.  I fattori antinutrizionali e le principali sostanze contaminanti. I parassiti degli alimenti. Muffe e micotossine. Controllo di qualità. Sistemi di prevenzione.


Apparato digerente. Richiami di anatomia e fisiologia dell'apparato digerente degli animali da reddito. Richiami sul metabolismo energetico, proteico, lipidico e minerale. Stima del livello nutrizionale: Body Condition Score (BCS). Benessere animale.

Razionamento delle specie monogastriche. Strategie alimentari e criteri per la formulazione di mangimi per il razionamento delle specie monogastriche di interesse zootecnico (avicoli, suini).


Diete per ruminanti. Strategie alimentari e criteri per il razionamento delle bovine da latte ad alta produttività con particolare riferimento alla fase critica della transizione e alle comuni patologie nutrizionali e metaboliche.


Il razionamento. Razionamento degli animali di interesse zootecnico con calcolo manuale e con l'impiego di fogli di calcolo elettronico.



LEZIONI PRATICHE
Calcolo mediante l'impiego di foglio di calcolo elettronico di mangimi per animali monogastrici e di razioni per ruminanti. Visita al mangimificio.

Supplement

Materie prime e mangimi: caratteristiche chimico-nutrizionali e trattamenti tecnologici. Fornire le conoscenze fondamentali al fine della corretta gestione alimentare e della formulazione e preparazione delle diete delle principali specie e categorie animali in produzione zootecnica, con particolare riferimento alle fasi critiche della produzione, alle comuni patologie nutrizionali e metaboliche, allo stato di salute e al benessere animale.


 

Metodi didattici

Il corso è organizzato come descritto di seguito:


- lezioni teoriche frontali in aula su gli argomenti del corso al fine di assimilare le informazioni utili per affrontare lo studio della materia e apprendere gli argomenti del corso;


- lezioni pratiche in aula per saper applicare le conoscenze acquisite nell'ambito della formulazione di mangimi per monogastrici (avicoli e suini) e diete per ruminanti tramite l'utilizzo di un foglio di calcolo elettronico.


Periodicamente verrà somministrata un'autoverifica da svolgere a casa. Le risposte saranno poi discusse in aula per permettere allo studente di valutare la conoscenza degli argomenti affrontati in aula ed il proprio livello di apprendimento. Lo svolgimento di tali autoverifiche e la partecipazione alla discussione sono fortemente consigliati. All'autoverifica non viene assegnata alcuna votazione e non è valutata in sede di esame di profitto.

Testi consigliati

LIBRO DI TESTO:


1) Molinari C. - La bovina da latte. Gestione delle fasi di maggiore criticità nell'allevamento della lattifera. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 88-506-5123-6).


 

Risultati apprendimento

L'insegnamento fornisce le conoscenze che permettano di apprendere la relazione intercorrente tra qualità delle materie prime e dei prodotti, regime alimentare e processi digestivi con lo stato di salute e benessere animale. Le principali conoscenze acquisite saranno: 1) caratteristiche chimico-bromatologiche e  dietetico-nutrizionali degli alimenti ad uso zootecnico; 2) fabbisogni nutritivi e corretto impiego degli alimenti nella dieta degli animali di interesse zootecnico; 3) sistemi di razionamento con particolare riferimento alle fasi critiche della produzione, alle comuni patologie nutrizionali e metaboliche, allo stato di salute e al benessere animale.


Le principali abilità (ossia la capacità di applicare le conoscenze acquisite durante il corso) saranno: 1) saper applicare le conoscenze acquisite nel settore delle materie prime e dei mangimi nell'ambito della formulazione di diete per monogastrici (avicoli e suini) e di ruminanti al fine di migliorare l'efficienza digestiva, lo stato di salute e di benessere animale e la sostenibilità aziendale ed ambientale.

Periodo della didattica

http://www.casaonofri.it/orariolezioni/   dal 27 settembre al dicembre 2016

Calendario della didattica

http://www.casaonofri.it/orariolezioni

Attività supporto alla didattica

-

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Fortemente consigliata.

Sede

LEZIONI: Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari Ambientali (http://www.casaonofri.it/orariolezioni/).


ESAME FINALE: Dipartimento di Medicina Veterinaria, Via San Costanzo, 4  06126 Perugia, edificio storico: ingresso A4 piano terra.

Ore
Teoriche
52
Pratiche
2
Studio individuale
96
Didattica Integrativa
0
Totale
150
Anno1
PeriodoI semestre
Note

Diapositive utilizzate dal docente per lo svolgimento delle lezioni: disponibili su Unistudium (traccia degli argomenti trattati durante il corso, https://www.unistudium.unipg.it/unistudium/).


Materie prime e mangimi visionabili presso l'ufficio del Docente.


Si consiglia l'utilizzo del sito internet  http://www.feedipedia.org/


Per qualsiasi altra informazione si prega contattare il docente all'indirizzo di posta elettronica  gabriele.acuti@unipg.it    oppure presso il suo ufficio (Dipartimento di Medicina Veterinaria, edificio storico: ingresso A4 piano terra - 075 5857691).


I seguenti testi sono disponibili per consultazione presso lo studio del docente:


1) Bartolini  R. - La nuova stalla da latte. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 978-88-506-5433-8).


2) Cevolani D. - Prontuario degli alimenti per la vacca da latte. 65 schede per valutare le materie prime. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 88-506-4932-0)


3) Dell'Orto V., Savoini G. - Alimentazione della vacca da latte. Gestione responsabile dell'alimentazione per ottenere latte di alto standard qualitativo. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 88-506-4570-8)
4) Bittante, Andrighetto, Ramanzin - Fondamenti di Zootecnica. Liviana editrice.


5) Cevolani D. - Gli alimenti per la vacca da latte. Materie prime e razioni per bovine ad alta produzione. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 88-506-5188-0)


6) Cevolani D. - Prontuario degli alimenti per il suino, 92 Schede per valutare le materie prime . I fabbisogni e il razionamento . Alimentazione, benessere e ambiente . Sistema qualità e produzioni biologiche. Il Sole 24 Edagricole (ISBN 88-506-5336-2)


7) Piccioni - Dizionario degli alimenti per il bestiame.


8) Mc-Donald, Edwards, Greenhalgh - Nutrizione Animale. Ed. Tecniche Nuove.


9) Aguggini, Beghelli, Giulio. Fisiologia degli animali domestici con elementi di etologia. 


10) Malattie della bovina da latte ad alta produzione «BLAP». Giovanni Ballarini. Edagricole.


 


 


 

Orario di ricevimento

Qualsiasi orario, previo appuntamento tramite l'indirizzo di posta elettronica  gabriele.acuti@unipg.it oppure allo 075 5857691

Sede di ricevimento

Dipartimento di Medicina Veterinaria - Via San Costanzo, 4 (ingresso A4, piano terra)

Codice ECTS2016 - 5928

Modulo: Patologia nutrizionale e metabolica

DocenteMaria Chiara Marchesi
TipologiaAttività Affini o integrative (art.10, comma 5, lettera b)
AmbitoAffini ed integrative
SettoreVET/08
CFU3
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Introduzione : elementi di base inerenti il metabolismo


Malattie della produzione


Metabolismo energetico  e suoi squilibri (chetosi, acidosi e sindromi ad essa correlate, sindrome della vacca magra, sindrome della vacca grassa)


Metabolismo minerale e suoi squilibri (Collasso puerperale ipocalcemico, sindrome della vacca a terra, tetanie)


Elementi di profilassi delle principali patologie metaboliche e nutrizionali (management del periparto della bovina da latte)


patologie mammarie correlate alla patologia nutrizionale e metabolica

Supplement

Il modulo è volto a fornire elementi  generali riguardo il metabolismo delle principali specie di animali da reddito al fine di poter comprendere alcuni degli squilibri metabolico-nutrizionali causa di riduzione delle performance produttive. Verranno trattati i fattori nutrizionali e manageriali che possono intervenire nel determinismo delle malattie della produzione al fine di poter comprendere le basi della profilassi di tali patologie. Particolare attenzione sarà rivolta alla gestione nutrizionale della bovina da latte nelle diverse fasi della produzione

Metodi didattici

il modulo è organizzato nel seguente modo:


-lezioni frontali svolte dal docente responasabile del modulo, inerenti gli argomenti elencati nel programma


-1 seminario riguardante le patologie della mammella


-1 esercitazione presso il laboratorio analisi del dipartimento di medicina veterinaria, volto ad identificare quali indagini laboratoristiche possono essere utili nella profilassi delle dismetabolie.

Testi consigliati

Giovanni Ballarini: Malattie della Bovina da Latte ad alta produzione


Bruno Moretti: Malattie della mammella del bovino


materiale di studio verrà fornito dal docente

Risultati apprendimento

L'obiettivi principale del modulo consiste nell'indicare quali possano essere le principali conseguenze di errori nutrizionali e manageriali sull'animale in termini di produzioni. Lo studente alla fine del modulo sarà in grado di comprendere i rischi derivanti dalla formulazione della razione e/o scorretta gestione di stalla e recanti conseguenze sulle produzioni in termini quali-quantitativi. Lo studente, inoltre, sarà in grado di individuare i punti critici del ciclo produttivo e stabilire percorsi profilattici per garantire le produzioni

Periodo della didattica

http://dsa3.unipg.it/didattica/informazioni-per-studenti/lezioni/calendario-delle-lezioni/

Calendario della didattica

www.agr.unipg.it (CALENDARIO DEGLI ESAMI A.A 2016-17).

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Optional

Sede

aula H Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientaliia

Ore
Teoriche
26
Pratiche
1
Studio individuale
48
Didattica Integrativa
0
Totale
75
Anno1
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

martedì dalle ore 11-13

Sede di ricevimento

Dipartimento medicina veterinaria - Medicina Interna

Codice ECTS2016 - 5929

Info pagina

Referenti di sezione

Prof. Massimiliano Marianelli
(Delegato per il settore Didattica)

Dott. David Ranucci
(Delegato per il settore Alta formazione)

Prof.ssa Floriana Falcinelli
(Delegato per il settore E-learning)


Torna su
×