Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Insegnamento: Igiene ambientale ed ecologia

Corso di laureaCorso di laurea in Tecniche della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro [L/SNT4] D. M. 270/2004
SedePerugia
CurriculumGenerale - Regolamento 2013
ResponsabileMassimo Moretti
Moduli
Prerequisiti

Nessuno.

Modalità di valutazione

La prova di valutazione scritta è composta da:


- Domande a risposta chiusa (multipla o a scelta multipla) in numero e valore proporzionale ai CFU dei singoli moduli integrati rispetto ai CFU totali dell'insegnamento.


- Una domanda a risposta aperta per ogni modulo dell’insegnamento. La domanda a risposta aperta, in relazione alle modalità didattiche adottate nei diversi moduli, può essere sostituita da altre forme di accertamento come: lavori di gruppo, presentazione in plenaria di approfondimenti individuali, soluzione di casi e di esercizi, elaborazioni di progetti.


Condizioni per il superamento della prova e per ottenere la sua certificazione.


- Prima condizione. Il punteggio complessivo dato dalla somma dei risultati delle domande a risposta chiusa e dalle domande a risposta aperta deve raggiungere almeno 18/30


- Seconda condizione.  Per ogni modulo: A) deve essere raggiunta una determinata percentuale minima di risposte corrette sul numero previsto delle domande chiuse; B) deve essere positiva la valutazione della risposta alla domanda aperta o ad altra prevista forma sostitutiva di accertamento.


Accertata la prima condizione, qualora venisse meno uno dei requisiti (A o B) della seconda condizione, lo studente può accedere alla prova orale di recupero della parte carente. Il mancato superamento della prova di recupero determina il non superamento dell’esame dell’Insegnamento.

Statistiche voti esami

---

Calendario prove esame

Come da calendario degli eami pubblicato nel sito del Corso di Laurea (http://www.dimes.unipg.it/)

Unità formative opzionali consigliate

---

Modulo: Igiene ambientale

DocenteMilena Villarini
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoScienze della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro
SettoreMED/42
CFU2
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Scopi e finalità dell'Igiene Ambientale.
Fattori ambientali e carico di malattia e di morte (DALY)
Ciclo ecologico degli inquinanti.
Principi di tossicologia ambientale. Principi di mutagenesi e cancerogenesi ambientale.
L'epidemiologia nella definizione del rischio ambientale: contributo della ricerca epidemiologica allo studio del rapporto uomo-ambiente.
Epidemiologia molecolare: concetti di biomarcatore (biomarcatori di esposizione, di effetto, di malattia, di suscettibilità genetica individuale).
Inquinamento dell'aria e salute pubblica
Inquinanti primari e secondari. Smog fotochimico. Effetti planetari dell'inquinamento atmosferico: piogge acide, effetto serra, buco dell'ozono, cambiamenti climatici.
Il particolato come moderno indicatore di qualità dell'aria.
Grandi impianti (inceneritori, fonderie e centrali termoelettriche): impatto ambientale ed effetti sulla salute umana.
Inquinamento indoor.
Principali inquinanti chimici e fisici: fumo passivi di seconda e terza mano, composti volatili organici, formaldeide, radon.
Principali inquinanti biologici: legionella ed acari.
Inquinanti emergenti ed effetti sulla salute umana: nanoparticelle e radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti
Inquinamento dell'acqua e salute pubblica
Fonti di contaminazione delle risorse idriche: contaminazione chimica, biologica e fisica.
Problematiche relative ai sottoprodotti della disinfezione.
Principali malattie idrodiffuse: patologie infettive e cronico-degenerative.

Supplement

Scopi dell'Igiene Ambientale. Ciclo ecologico degli inquinanti. Storia naturale delle malattie: fattori causali e di rischio. Tutela della salute umana: livelli di prevenzione. Epidemiologia classica e molecolare nella definizione del rischio ambientale. Inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo e salute pubblica.

Metodi didattici

Lezioni frontali

Testi consigliati

Gilli G.: Professione igienista. Manuale dell'igiene ambientale e territoriale, Editore CEA, Milano 2010

Risultati apprendimento

Il corso si propone di fornire agli studenti elementi utili alla comprensione del rapporto ambiente di vita e salute umana. Tale rapporto viene studiato partendo dalla conoscenza delle nozioni riguardanti i fattori di rischio (o le cause) chimici, fisici e biologici che, distribuiti nell'ambiente, sono in grado di determinare il livello quantitativo e qualitativo della salute. A questo scopo sarà evidenziata la necessità dell'utilizzo di indicatori che possano descrivere compiutamente i livelli quali-quantitativi ed i rapporti tra i due aspetti: ambiente e salute. Saranno inoltre forniti elementi per la conoscenza delle migliori tecniche di indagine e degli strumenti epidemiologici necessari per le analisi dei risultati.

Periodo della didattica

 


Da definire

Calendario della didattica

Da definire

Attività supporto alla didatticaDati attualmente non disponibili
Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria

Sede

Da definire

Ore
Teoriche
20
Pratiche
0
Studio individuale
30
Didattica Integrativa
0
Totale
50
Anno2
PeriodoI semestre
NoteDati attualmente non disponibili
Orario di ricevimento

Martedì, dalle ore 15:00 alle ore 18:00 Venerdì, dalle ore 10:00 alle ore 13:00

Sede di ricevimento

Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, Via del Giochetto - 06122 Perugia Piano secondo, Edificio B3

Codice ECTS2016 - 8912

Modulo: Igiene generale e applicata

DocenteMassimo Moretti
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoScienze interdisciplinari cliniche
SettoreMED/42
CFU2
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Concetti generali di igiene, salute, educazione sanitaria.
Storia naturale delle malattie: fattori causali e fattori di rischio.
Le malattie infettive.
Agenti responsabili di infezioni.
Catena epidemiologica (sorgenti, serbatoi di infezione e oggetto di infezioni, vie di ingresso e di eliminazione degli agenti patogeni).
Modalità di trasmissione (orizzontale e verticale, diretta e indiretta, mediante veicoli e vettori).
Ruolo dell'ospite e dei fattori e substrati ambientali.
Impatto sulla popolazione delle malattie infettive: concetto di endemia, sporadicità, epidemia e pandemia.
Le malattie cronico-degenerative: principali fattori di rischio.
Metodologia della prevenzione: Obiettivi e metodi della prevenzione (prevenzione primaria, secondaria e terziaria).
Prevenzione delle infezioni: interruzione delle catene di trasmissione, immunoprofilassi attiva e passiva, chemioprofilassi
Sterilizzazione, disinfezione e disinfestazione.
I vaccini: costituzione dei vaccini, vie e modalità di somministrazione, strategie d'impiego dei vaccini, calendario delle vaccinazioni nell'infanzia
Concetti di eradicazione, eliminazione e controllo di una malattia infettiva.
Eradicazione del vaiolo come modello d'azione contro altre malattie infettive.
Principali fattori di rischio per le malattie cronico-degenerative: fumo i tabacco, alimentazione, alcool
Prevenzione delle malattie cronico-degenerative: test di screening.
Analisi del rischio: generalità, scopi e fasi attuative.
Valutazione del rischio (risk assessment):
identificazione del pericolo tossico e genotossico;
valutazione della dose-risposta (NOAEL, LOAEL, reference exposure levels, ADI, cancer slope factor);
valutazione dell'esposizione (dose potenziale, dose applicata, dose interna, dose biologica efficace, calcolo della Average Daily Dose e della Lifetime Average Daily Dose);
caratterizzazione del rischio (significato e calcolo dell'hazard quotient).
Cenni di gestione del rischio e comunicazione del rischio.

Supplement

Definizione ed obiettivi dell'Igiene, concetto di salute e di malattia.
Epidemiologia e prevenzione delle malattie infettive e cronico-degenerative. Concetti di prevenzione primaria, secodaria e terziaria.
Vaccinazioni e test di screening.
Valutazione del rischio chimico e biologico.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Testi consigliati

W. Ricciardi. "Igiene - Medicina Preventiva Sanità Pubblica" (II Edizione). Idelson Casa Editrice, 2013


Risultati apprendimento

Conoscere le cause delle malattie ed i fattori di rischio per la salute.
Conoscere i mezzi e le modalità per la prevenzione delle malattie e per la promozione della salute.
Conoscere le procedure dell'analisi del rischio.

Periodo della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato nel sito del Corso di Laurea (http://www.dimes.unipg.it/).

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato nel sito del Corso di Laurea (http://www.dimes.unipg.it/).

Attività supporto alla didattica

---

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria.

Sede

Polo Didattico di Sant'Andrea delle Fratte.

Ore
Teoriche
20
Pratiche
0
Studio individuale
30
Didattica Integrativa
0
Totale
50
Anno2
PeriodoI semestre
Note

---

Orario di ricevimento

Tutti i giorni (salvo impegni didattici/accademici), previo appuntamento telefonico o via e-mail.

Sede di ricevimento

Dipartimento di Scienze Farmaceutiche
Sezione di Scienze Biochimiche e della Salute (Unità di Sanità Pubblica)
Polo Didattico di Via del Giochetto
(edificio B3 - II piano)

Codice ECTS2016 - 8911

Modulo: Malattie infettive

DocenteMaria Bruna Pasticci
TipologiaAttività formative caratterizzanti
AmbitoScienze medico-chirurgiche
SettoreMED/17
CFU2
Modalità di svolgimentoConvenzionale
Programma

Concetto di malattia infettiva


Diagnostica microbiologica di infezione


Isolamento


Tetano


Brucellosi


Malattia di Lyme


Febbre bottonosa


Leptospirosi


Legionellosi


Tubercolosi


Botulismo


Tossinfezioni alimentari


Epatiti


HIV/AIDS


Influenza


Rabbia


Infezioni da Flavivirus e febbri emorragiche


Malaria

Supplement

Concetti generali di malattie infettive, epidemiologia e prevenzione

Metodi didattici

Diapositive e lezioni frontale interattiva

Testi consigliati

Slides e appunti delle lezioni

Risultati apprendimento

Acquisire elementi  per un corretto approccio nella prevenzione delle malattia infettive


Esame scritto a scelte multiple. Meno 1 per ogni risposta sbagliata


Una domanda aperta


Discussione orale

Periodo della didattica

Da novembre a febbraio

Calendario della didattica

Come da calendario delle lezioni pubblicato dalla Segreteria Didattica

Attività supporto alla didattica

Slides

Lingua di insegnamentoItaliano
Frequenza

Obbligatoria per il 75% delle lezioni

Sede

Sant'Andrea delle Fratte, Centro Didattico

Ore
Teoriche
20
Pratiche
0
Studio individuale
30
Didattica Integrativa
0
Totale
50
Anno2
PeriodoI trimestre
Note

Necessarie conoscenze di elementi di microbiologia, immunologia clinica e igiene sanitaria

Orario di ricevimento

Ogni volta richiesto

Sede di ricevimento

Sezione di Clinica delle Malattie Infettive, Ospedale Santa Maria della Misericordia, San Sisto

Codice ECTS2016 - 8913

Info pagina

Referenti di sezione

Prof. Massimiliano Marianelli
(Delegato per il settore Didattica)

Prof. David Ranucci
(Delegato per il settore Alta formazione)

Prof.ssa Floriana Falcinelli
(Delegato per il settore E-learning)


Torna su
×