Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

L'Università degli Studi di Perugia ha quasi 130 Accordi Quadro con Atenei ed altre Istituzioni nazionali ed internazionali, in circa 30 Paesi, con l'obiettivo di sviluppare attività congiunte di ricerca, di didattica e di trasferimento tecnologico, e per favorire la mobilità di docenti, di studenti di primo, secondo e terzo livello e di neolaureati (v. Allegati: sede Perugia - sede Terni).

Solo per i docenti: la formalizzazione di tali rapporti, a livello di Ateneo, si attiva inizialmente attraverso la stipula di un Accordo Quadro (versioni in Spagnolo, Portoghese, Francese, Inglese e Cinese richiedibili alla Prof. Stanghellini), che definisce il quadro di riferimento generale, per attività di interscambio e di ricerca, durata del rapporto e aspetti finanziari.

Gli Accordi Quadro di Ateneo (delibera del Senato Accademico del 15 luglio 2008) sono firmati dal Magnifico Rettore previa approvazione del Consiglio della struttura proponente e controllo di conformità da parte dell'Ufficio Relazioni Internazionali. Sono attivati su proposta del Rettore, dei singoli Docenti, dei Dipartimenti e dei Centri di Ricerca.

In sintesi, l'iter per la sottoscrizione di un Accordo Quadro di cooperazione interuniversitaria è il seguente:

  • Concordare il testo dell'accordo con il partner straniero sulla base dello schema tipo;
  • Sottoporre il testo dell'accordo all'approvazione del Consiglio della struttura proponente (Dipartimenti, Centri di Ricerca);
  • Inviare all'Ufficio Relazioni Internazionali il testo dell'Accordo Quadro e la delibera del Consiglio della struttura proponente.

Per ogni Accordo Quadro d’Ateneo é altresì indicato il nominativo di un/ una Docente responsabile per la migliore realizzazione delle attività previste, che dovrà inoltre relazionare sulle attività stesse, grazie al coordinamento dell’Ufficio Relazioni Internazionali.

Qualora fosse necessario, le attività da realizzare all’interno degli accordi quadro dovranno essere oggetto di un’apposita convenzione, in cui vengono descritte le azioni previste, le modalità ed i tempi, le responsabilità e le forme di finanziamento.

Info pagina

Referente di sezione

Prof.ssa Elena Stanghellini
(Delegato per il settore Relazioni internazionali)

Ultimo aggiornamento
22/8/2017

Torna su
×