Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Sviluppo di filiere energetiche sostenibili in Argentina e Paraguay

Il prof. Massimo Trabalza Marinucci del Dipartimento di Medicina Veterinaria, l’ing. Gianluca Cavalaglio, del Centro Ricerche sulle Biomasse e l’Ing. Valentina Coccia, del Centro di Ricerca Interuniversitario sull’Impatto di Agenti Fisici, sono stati coinvolti, grazie alla presenza di UNIPG nel CUIA – Consorzio Universitario Italiano per l’Argentina, in un progetto biennale di cooperazione internazionale (01 settembre 2016 – 31 agosto 2018), finanziato dalla Commissione Europea tramite un consorzio di 11 partner internazionali coordinati da  CAINCO, la Camera di Industria, Commercio, Servizio e Turismo di Santa Cruz (Bolivia), mediante il programma AL INVEST 5.0.

Il nome del Progetto è ACEITES, che in spagnolo significa OLI ed è anche un acronimo per Acrescenter la Competitividad de las Empresas a través la Innovacion Tecnologica y la valorización Energetica Sostenible, ovvero il potenziamento e il miglioramento dell’uso di risorse rinnovabili.

Il progetto è realizzato da un gruppo composto da Confindustria Umbria (capofila), Umbria Export , CUIA, Società 3A-PTA, CONICET - Consiglio Nazionale di Ricerca Scientifica e Tecnica (Argentina), Federazione Industriale di Santa Fé (Argentina), CONACYT - Consiglio Nazionale di Scienze e Tecnologia (Paraguay), Unione Industriale del Paraguay. Il progetto rappresenta anche un’opportunità per le PMI umbre e per l’Università, che possono stabilire nuovi rapporti commerciali e scientifici. 

ACEITES mira a migliorare il livello gestionale delle Piccole e Medie Imprese argentine e paraguaiane, favorendone anche l’integrazione orizzontale e verticale, e a facilitare l’introduzione di innovazioni tecnologiche. 

Il coinvolgimento dei docenti di UNIPG, relativamente ai temi dell’uso di sottoprodotti agricoli per mangimi animali e per la produzione energetica, si concretizza mediante seminari in teleconferenza e in missioni in Argentina e Paraguay. Sono inoltre previste visite in Umbria, alle imprese, enti e università, da parte di delegazioni da Argentina e Paraguay.
 

Progetto di Sviluppo in Tunisia

Il CeSAR - Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale, sarà coinvolto in un progetto triennale (Aprile 2017-Marzo 2020) per lo sviluppo della imprenditoria agricola e delle piccole e medie imprese agro-alimentari in 11 Governatorati della Tunisia. Il CeSAR collaborerà alla realizzazione di studi di settore per i comparti dell’olio d’oliva, latte bovino e alcuni fruttiferi, fornendo poi materiali per la formazione di agricoltori, piccoli e medi imprenditori e tecnici locali. Il progetto, che prevede molteplici azioni articolate in quattro Assi, è finalizzato all’ammodernamento dell’agro-alimentare tunisino, con un’attenzione particolare anche al ruolo delle donne, e sarà realizzato da un consorzio di organizzazioni non governative, enti pubblici e società private, dove figurano dal lato italiano le organizzazioni non governative ELIS – capofila e ICU di Roma, Umbria Export Scarl di Perugia, la Società Nardi di San Giustino – Selci Lama (Perugia) e il CeSAR, e dal lato tunisino l’Agenzia di Promozione degli Investimenti Agricoli e la Direzione Generale del Genio Rurale e della Gestione dell’Acqua e delle Foreste, entrambe del Ministero dell’Agricoltura. Il Progetto è stato finanziato, al termine di un processo selettivo in due fasi, dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, per tramite della nuova Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

tunisia kom
(nella foto: i rappresentanti del partenariato presenti al Kick off meeting)

Fondo per la cooperazione allo sviluppo

Il Senato Accademico, nella seduta del Dicembre 2014, ha dato parere favorevole circa la realizzazione dello studio di fattibilità per l’istituzione di un fondo d’ateneo per il co-finanziamento di micro-progetti nei paesi in via di sviluppo, realizzati da Organismi Non Governativi, dove studenti e neo-laureati potrebbero anche svolgere periodi di tirocinio e internship.

Master internazionale in Medicina

A seguito del protocollo d’accordo fra l’Ateneo di Perugia, l’Università Nazionale della Guinea Equatoriale e la Società Piccini di Perugia, una delegazione ha visitato nel 2014 la Guinea Equatoriale, dove si è definita l’opportunità di realizzare nel 2015, grazie alla collaborazione dei tre Dipartimenti di Medicina, della ASL n. 1 e dell’Azienda Ospedaliera, un corso di Master Internazionale di 2° Livello, che è stato seguito da medici della Guinea Equatoriale e della Guinea Conakry, con borse di studio messe a disposizione dalla Società Piccini.

Sviluppo della filiera lattiero casearia in Russia

Nel mese di Luglio 2014, in collaborazione con il Centro Estero, una delegazione russa ha visitato le varie fasi della filiera lattiero-casearia, con un’attenzione particolare alla qualità e salubrità del latte e derivati, con incontri presso l’Azienda di Casalina, i Dipartimenti di Veterinaria e di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale in Perugia, all’imprese ETA e Grifolatte. E’ seguito un invito in Russia, per verificare la situazione delle stalle e dei centri di trasformazione in loco ed è ora in elaborazione un’ipotesi d’investimento privato ad opera di una importante impresa russa.

Sviluppo della filiera lattiero casearia in Bolivia, Colombia e Uruguay

In collaborazione con il Centro Estero e con finanziamenti della Banca Inter-americana di Sviluppo, si sono svolte missioni e tenute sessioni di formazione in questi paesi e si sono presi contatti con università locali. Delegazioni colombiane hanno visitato l’Ateneo, per analizzare la fattibilità di programmi di sviluppo e di contemporanea collaborazione interuniversitaria.

Umbria Academy

Dal luglio 2014 si è attivato un progetto di promozione territoriale dell’Alta Educazione in Umbria e della formazione professionale, al fine di far conoscere sui mercati esteri, a cominciare dalla Cina, l’offerta formativa dell’ Università degli Studi di Perugia, della Università per Stranieri, dell’Accademia delle Belle Arti e del Conservatorio. Il progetto è stato affidato dalla Regione Umbria all’AdiSU, Agenzia “in house” della Regione ed ha permesso di partecipare alla China Education Expo nel Settembre 2014 e di realizzare brochure, filmati ed un sito web in Inglese e cinese.

 

Info pagina

Referente di sezione

Prof.ssa Elena Stanghellini
(Delegato per il settore Relazioni internazionali)

Ultimo aggiornamento
12/9/2017

Torna su
×