Università degli Studi di Perugia

Offerta Formativa 2022/23 - Regolamento 2022

Corso di laurea in Biologia

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
il Corso di laurea magistrale in Biologia forma laureati di elevato livello culturale e scientifico nel campo delle biologia in tutti i suoi aspetti dall'uomo all'ambiente organizzando il percorso formativo in indirizzi o curricula nelle discipline che caratterizzano la classe LM-6 e le attività affini e integrative.

L' obiettivo è perseguito mediante la formulazione di precisi percorsi formativi (curricula), in grado di fornire una successione coerente degli insegnamenti e del livello di specializzazione che lo studente potrà raggiungere. Ai fini indicati i curricula comprendono finalità formative atte a acquisire conoscenze nei seguenti campi:
Biomolecolare (fenomeni biologici nel contesto funzionale, interazioni tra molecole e cellule in condizioni normali o modificate, le interazioni tra ambiente nella sua accezione più generale e organismi, compreso l'uomo, controllo dei processi gestionali, produttivi e biotecnologici.
Biologico-sanitario/medico (diagnostico e analitico, strumentazioni e competenze laboratoriali proprie del settore bio-medico e sanitario, analisi di referti, attivita antimicobiche e tumorali, ecc.)
Biologico-nutrizionistico (qualità degli alimenti, fisiologia della nutrizione, alimenti funzionali, ecc,)
Biologico ambientale (biodiversità, monitoraggio, conservazione e gestione delle risorse naturali e degli ecosistemi, sostanze naturali, progettazione ambientale e valutazione economico-ambientale delle attività umane).
l percorsi formativi proposti comprendono un congruo numero di crediti irrinunciabili e una attenta scelta delle attività affini e integrative in armonia con le attribuzioni dirigenziali e professionali del biologo contemplate dalla normativa vigente (legge 396/67 e DPR 328/01).
Nel rispetto dei principi dell'armonizzazione europea le competenze dei laureati rispondono ai requisiti specifici dei Descrittori di Dublino secondo i criteri di Tuning proposti a livello nazionale dal Coordinamento Biologi Universitari Italiani (CBUI) per la classe LM-6.
In relazione a competenze culturali-scientifiche e a risorse strutturali-logistiche e di docenza di sede potranno essere individuati percorsi di orientamento finalizzati ad esigenze formative per specialisti esperti in attività professionali e di progetto specifiche e di elevata responsabilità, al fine di permettere un più facile inserimento dei laureati nel contesto lavorativo.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
La Laurea Magistrale in Biologia completa il percorso di sede iniziato con la laurea di primo livello di Scienze Biologiche e si distingue per l'offerta di competenze specifiche di elevato livello teorico e pratico nel campo delle scienze della vita e dell'ambiente in linea con i più aggiornati sviluppi conoscitivi, metodologici e applicativi delle discipline che caratterizzano la Classe LM-6.
Il percorso di studi proposto si differenzia in percorsi specialistici che permettono allo studente di ottenere gli obiettivi specifici della classe e la specializzazione della propria formazione professionale necessari per l'iscrizione all'Ordine Nazionale dei Biologi e per affrontare le professioni più attuali.
Gli indirizzi proposti sono:
• Curriculum Biosanitario - acquisizione delle moderne tecniche biomolecolari nel campo dell'istologia, biochimica clinica, immunologia e virologia, conoscenza della metodologia strumentale, degli strumenti analitici e delle tecniche di acquisizione e analisi dei dati applicabili alla ricerca in campo biomedico e al comparto diagnostico.
• Curriculum Biomolecolare - meccanismi molecolari alla base dei fenomeni biologici con particolare riferimento agli ultimi avanzamenti della ricerca scientifica nell'ambito di riprogrammazione genica, regolazione dell'espressione genica, interazioni tra molecole e cellule in condizioni normali e patologiche e rapporto tra struttura e funzione nelle macromolecole biologiche.
• Curriculum Bionutrizionistico - scienze dell'alimentazione, della nutrizione e degli alimenti con particolare riguardo alla fisiologia della nutrizione, agli aspetti salutistici e funzionali e dell'igiene e conservazione degli alimenti.
• Curriculum Bioambientale - Acquisizione di competenze nel campo della biologia naturalistica e ambientale con particolare riferimento ai singoli organismi (biodiversità), alle loro interazioni (popolazioni e comunità), all'ecologia dei sistemi terrestri e acquatici con competenze nel biomonitoraggio, nell'analisi ecosistemica e nella gestione e conservazione delle risorse naturali.

Per ciascun indirizzo sono previste attività didattiche, seminariali e laboratoriali.

Tutti i corsi sono erogati in didattica frontale e laboratoriale. Nel caso si riproponga uno stato di emergenza legato alla malattia COVID-19, tutte le attività didattiche previste saranno erogate in modalità a distanza facendo uso della piattaforma Microsoft Teams (il cui accesso è gratuito per gli iscritti all'Università degli Studi di Perugia) e/o in modalità mista.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per l'iscrizione alla LM in Biologia è necessario il possesso di un diploma di laurea italiano o di titolo equivalente conseguito all'estero riconosciuto idoneo in base alle normative vigenti.

Requisiti curriculari.
Il possesso di requisiti curriculari di coloro che intendono iscriversi alla suddetta LM, è dato per accertato nel caso in cui chi chiede di iscriversi sia in possesso di Laurea triennale nella classe L-13 (DM 270/04) o nella classe 12 (DM 509/99).
Negli altri casi la formazione pregressa dovrà comunque includere conoscenze di base di matematica, fisica, chimica, informatica e di biologia indispensabili per una idonea fruizione delle attività didattiche della laurea magistrale.
Sono indispensabili almeno 60 CFU nei settori scientifico-disciplinari (SSD) di base e caratterizzanti previsti dalla classe L-13 così ripartiti:
- Discipline matematiche, fisiche, informatiche e statistiche: minimo 10 CFU, acquisiti nei SSD MAT/01 - MAT/02 - MAT/03 - MAT/05 - MAT/06 - MAT/07 - MAT/09 - FIS/01 - FIS/03 - FIS/07 - FIS/08 - INF/01;
- Discipline chimiche: minimo 10 CFU, acquisiti nei SSD CHIM/02 - CHIM/03 - CHIM/06;
- Discipline biologiche: minimo 40 CFU, acquisiti nei SSD BIO/01 - BIO/02 - BIO/03 - BIO/04 - BIO/05 - BIO/06 - BIO/07 - BIO/09 - BIO/10 - BIO/11 - BIO/12 - BIO/14 - BIO/16 - BIO/18 - BIO/19.
SSD diversi da quelli elencati, ma con simili contenuti scientifici e formativi, potranno essere presi in considerazione.
- Si richiede inoltre un'adeguata conoscenza della lingua inglese di livello B1 o superiore.

In presenza dei requisiti di cui ai punti precedenti, l'adeguatezza della personale preparazione si ritiene verificata qualora la Laurea di primo livello sia stata acquisita con una votazione almeno pari a 100/110, o equivalente. Se la Laurea è stata ottenuta con un punteggio inferiore, la verifica della personale preparazione viene effettuata attraverso un colloquio o test delle conoscenze, secondo le modalità, i criteri e le procedure fissate dal Consiglio di Corso di Studio e pubblicate nel Regolamento del CdS.

Requisiti di merito.
Coloro che, pur possedendo i requisiti curriculari, abbiano conseguito un diploma di laurea triennale con una votazione inferiore a 100/110, dovranno comunque sostenere un colloquio, volto a verificare l'adeguatezza della preparazione personale.
Gli eventuali debiti formativi dovranno essere comunque recuperati prima dell'iscrizione alla laurea magistrale.

Gli eventuali debiti formativi dovranno essere comunque recuperati prima dell'iscrizione alla laurea magistrale.
Modalità di ammissione
Nell’anno accademico 2022/2023 il Corso di laurea Magistrale in Biologia è ad accesso libero. Per l'iscrizione alla Laurea Magistrale in Biologia (LM-6) è richiesto un diploma di laurea triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito anche all'estero, riconosciuto idoneo.
L'ammissione al CdS richiede la verifica di requisiti curriculari e di merito. In relazione all'art. 6, comma 2 del DM 270/04, si ritengono soddisfatti i requisiti curriculari per coloro che sono in possesso di un diploma di laurea triennale in Scienze Biologiche o altra denominazione, conseguito nella classe L-13 (DM 270/04) o nella classe 12 (DM 509/99) purché abbiano conseguito il diploma di laurea con una votazione non inferiore a 100/110.
Coloro che, pur possedendo i requisiti curriculari, abbiano conseguito un diploma di laurea triennale con una votazione inferiore a 100/110, dovranno sostenere un test volto a verificare l'adeguatezza della preparazione personale.

Negli altri casi la formazione pregressa dovrà comunque dimostrare conoscenze di base di matematica, fisica, chimica, informatica e di biologia indispensabili per una idonea fruizione delle attività didattiche della laurea magistrale.
Sono indispensabili almeno 60 CFU nei settori scientifico-disciplinari (SSD) di base e caratterizzanti previsti dalla classe L-13, con un minimo di CFU ripartiti negli ambiti disciplinari come segue:
Discipline matematiche, fisiche, informatiche e statistiche: minimo 10 CFU (SSD MAT/01, MAT/02, MAT/03, MAT/05, MAT/06, MAT/07, MAT/09, FIS/01, FIS/03, FIS/07, FIS/08, INF/01);
Discipline chimiche: minimo 10 CFU (SSD CHIM/02, CHIM/03, CHIM/06);
Discipline biologiche: minimo 40 CFU (SSD BIO/01, BIO/2, BIO/03, BIO/04, BIO/05, BIO/06, BIO/07, BIO/09, BIO/10, BIO/11, BIO/12, BIO/14, BIO/16, BIO/18, BIO/19).
SSD diversi da quelli elencati, ma con simili contenuti scientifici e formativi, potranno essere presi in considerazione.

Si richiede inoltre un'adeguata conoscenza della lingua inglese di livello B1 o superiore.

Per immatricolarsi è necessario richiedere il nulla osta tramite apposito modulo disponibile in rete sul sito del CdS (Domanda di valutazione per l'accesso ai corsi di laurea magistrale) da inoltrare alla Commissione Didattica che valuterà la sussistenza dei requisiti di ammissione.
Nel caso in cui il richiedente non disponga dei 60 CFU previsti, lo stesso dovrà sostenere un test avente la finalità di verificare le competenze. In base all'esito del test la Commissione didattica assegnerà eventuali debiti formativi, specificando le modalità per la relativa acquisizione.
Gli eventuali debiti formativi dovranno essere comunque recuperati prima dell'iscrizione alla Laurea Magistrale, tramite l'iscrizione ai corsi singoli per l'acquisizione di crediti formativi nei settori scientifico disciplinari individuati dalla Commissione.
Orientamento in ingresso
L'orientamento in ingresso, come per tutti i Cds del Dipartimento, è coordinato da un delegato all'orientamento nominato dal Direttore del Dipartimento. Il Presidente del CdS si avvale inoltre della collaborazione di una Commissione per l’Orientamento, formata dalla Prof.ssa Silvana Piersanti (Presidente della Commissione), la Prof.ssa Stefania Pasqualini, la Prof.ssa Patrizia Rosignoli ed il Prof. Bernard Fioretti. L'attività di orientamento è svolta sia presso la struttura universitaria, sia, su richiesta, presso altre sedi.
Per quanto riguarda le iniziative di Ateneo, tutte le informazioni sono disponibili al link https://www.unipg.it/servizi/orientamento. Tali iniziative consistono fondamentalmente nelle seguenti attività:
ClickOrienta
Aggiornamento del portale ClickOrienta https://www.clickorientaunipg.it/ - portale di orientamento a distanza dedicato ai corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico, con contenuti video sulle strutture di Ateneo e contenuti info-grafici di presentazione dei corsi di laurea.

Open Day UNIPG
Giornate di presentazione online dei corsi di laurea triennale e magistrale a ciclo unico dell’Università degli Studi di Perugia nelle quali è possibile anche interagire con i docenti per chiedere maggiori informazioni.

Iniziative Magistralmente
Aggiornamento del portale Magistralmente dedicato all'offerta formativa di II livello dell'Università degli Studi di Perugia in cui è possibile trovare le schede informative e contenuti video relativi a ciascun corso di laurea magistrale https://magistralmente.unipg.it/.
Giornate di presentazione online dell’offerta formativa, delle linee di ricerca e delle opportunità lavorative di ciascun corso di laurea magistrale congiuntamente al Career day, l’evento di orientamento al lavoro realizzato dal servizio Job Placement.

Brochures dell’offerta formativa
Realizzazione di materiali, sia cartacei che su supporto informatico, contenenti la descrizione dell’offerta formativa e dei servizi di Ateneo per la distribuzione durante le occasioni di orientamento in presenza e/o per la fruizione sul web.


Per quanto riguarda le iniziative singole del CdS, queste sono principalmente rivolte agli studenti del corso di Laurea in Scienze Biologiche dello stesso Ateneo, per l’orientamento ai Corsi di Laurea magistrali di Area Biologica e Naturalistica, ovvero la laurea in Biologia e quella in Scienze e Tecnologie Naturalistiche e Ambientali.
Con questo obiettivo, in particolare, si organizzano seminari a cadenza semestrale che presentano i piani di studio, le prospettive occupazionali e la struttura organizzativa, comprensiva di articolazione in indirizzi, per i suddetti corsi di studio. Con la medesima cadenza vengono calendarizzati incontri con l’Ordine Nazionale Biologi, per garantire informazioni aggiornate relativamente alla professione. A cadenza quindicinale, inoltre, vengono offerti agli studenti seminari scientifici e professionali con testimonianza diretta di professionisti e colleghi che lavorano in ambiti differenti della Biologia e delle Scienze Naturali. Tali incontri seminariali hanno l’obiettivo di informare gli studenti sui potenziali sbocchi occupazionali delle diverse lauree magistrali e dei loro indirizzi. Inoltre i seminari scientifici, presentando le principali linee di Ricerca del Dipartimento forniscono agli studenti orientamento relativo alle competenze che potranno sviluppare nelle attività di tirocinio e tesi di laurea sperimentale interne al CdS.
Orientamento e tutorato in itinere
L'orientamento in itinere si esprime attraverso altre modalita’ specifiche del CdS e generali a livello di Ateneo.
Il Presidente del Corso di Studio ed i docenti del CdS assistono gli studenti nella scelta degli insegnamenti opzionali e nella scelta del laboratorio dove svolgere l'attività di tirocinio esterno/interno, lo stage e la prova finale.Tali orientantamento viene attuato attraverso una serie di incontri con gli studenti, in cui docenti del CdS illustrano le varie tematiche e rispondono a richieste specifiche.
L'attività di tutorato in itinere è svolta da tutti i docenti del CdS, tipicamente durante le ore di ricevimento, ed è rivolta ad assistere nella risoluzione di problemi legati alla condizione di studente e al metodo di studio.
Il tutorato di sostegno e lo studio assistito sono costituiti da attività formative indirizzate a migliorare l'apprendimento di alcuni insegnamenti, generalmente quelli del primo anno del percorso di studi.
In particolare il Corso di Studi può organizzare:
- attività di tutorato di gruppo nell'ambito di corsi specifici per i quali si è verificata una criticità superiore alla media nel superamento dell'esame. Tali attività possono essere svolte anche nel periodo estivo;
- incontri per illustrare i percorsi didattico-formativi, le scadenze, i servizi a disposizione degli studenti

Sono previsti, inoltre, docenti di riferimento ai quali gli studenti possono rivolgersi in caso di necessità per richiedere un servizio di tutorato personale e per concordare le corrispondenti modalità di svolgimento.

L’Università degli Studi di Perugia offre la possibilità di sostenere colloqui individuali di orientamento guidati da personale di alta professionalità ed esperienza, rivolti a diverse tipologie di studenti. Il servizio è totalmente gratuito per chiunque lo richieda ed è erogato in forma flessibile, in quanto fornito su appuntamento concordato.
Fin dall’A.A 2015-16 Unipg ha attivato la possibilità di effettuare colloqui individuali a distanza attraverso la piattaforma Skype: per questa particolare modalità è demandato all’utente garantire le indispensabili condizioni di riservatezza e tranquillità, necessarie alla buona riuscita dell’incontro.

Aspiranti matricole
I colloqui individuali di orientamento sono rivolti alle aspiranti matricole che si trovano ad affrontare un momento importante e particolarmente delicato: la scelta del Corso di Studi.

Studenti in corso
I colloqui individuali di orientamento in itinere sono rivolti a studenti già iscritti ad un Corso di Laurea che si trovino nella necessità di rivalutare il proprio percorso o siano intenzionati a modificare la propria scelta iniziale.

Laureandi e laureati
I colloqui individuali di orientamento professionale sono riservati a laureandi e laureati dell’Ateneo di Perugia che si trovano ad affrontare una fase importante e particolarmente delicata, quale quella dell'ingresso nel mondo del lavoro.
Nell'ambito dell'attività di orientamento professionale, l'Ateneo organizza dei corsi sulla pianificazione della carriera, il cui scopo è quello di fornire a tutti i laureandi e laureati, indipendentemente dal titolo conseguito, gli strumenti necessari per affrontare l'impatto con il mondo del lavoro, proponendo anche dei punti di vista innovativi in merito alla carriera e, più in generale, al contributo che ognuno può dare come professionista.
L’obiettivo dei corsi è quello di stimolare un'attenta autoanalisi, individuare un obiettivo personale, utilizzare alcune tecniche di ricerca attiva del lavoro, fornire indicazioni per redigere un corretto ed efficace curriculum vitae, saper sostenere un colloquio di lavoro e fornire infine maggiore sicurezza in se stessi ed entusiasmo.

Studenti in stato di detenzione
L'Ufficio Coordinamento Counselling offre alle persone in stato di detenzione la possibilità di un servizio di Orientamento per proseguire gli studi e fare della cultura uno strumento di risocializzazione e di cambiamento.

Studenti lavoratori
Gli studenti che per motivi di lavoro, di famiglia, di salute, sportivi, artistici o personali, non possano assolvere all’impegno di studio secondo i tempi e le modalità previste per gli studenti a tempo pieno, possono concordare, all’atto dell’immatricolazione o all’atto del rinnovo dell’iscrizione ad anni regolari successivi al primo, un percorso formativo eccedente la durata normale del corso, iscrivendosi 'part-time'. Allo studente che assume lo status di studente a tempo parziale (part-time) viene concessa la possibilità di conseguire il titolo entro un termine superiore alla durata normale del corso senza ripercussioni sulla sua carriera universitaria e con un regime contributivo agevolato.
I Consigli di Corso di Studio, nel rispetto della normativa vigente in materia di corsi di studio e del Regolamento Didattico di Ateneo, deliberano sulla possibilità per lo studente di completare i corsi di studio in un tempo superiore alla durata normale e sulla relativa modalità organizzativa della didattica.
Lo studente lavoratore può iscriversi a singoli insegnamenti che gli consentono di ampliare le competenze contenute nel proprio curriculum studi.

Studenti non frequentanti/ fuori sede/ con figli piccoli
Laddove non sia stabilito l’obbligo di frequenza, il docente dell’insegnamento predispone un programma per frequentanti e uno per non frequentanti, con l’indicazione dei relativi materiali di riferimento. Le schede informative, relative ad ogni singolo insegnamento, sono accessibili tramite Guida online dello Studente:
https://www.unipg.it/didattica/corsi-di-laurea-e-laurea-magistrale
Il docente dispone dei servizi online di Ateneo per erogare lezioni e condurre esercitazioni a distanza, in modalità sincrona o asincrona (e-learning), condividendo materiali didattici, nonché per condurre le prove di esame (esami online in presenza o a distanza).

Tutte le informazioni sono consultabili al link
https://www.unipg.it/servizi/orientamento/consulenza-orientativa
Numero degli iscritti
Dati di ingresso
I dati relativi all'andamento delle iscrizioni al CdLM in Biologia sono stati elaborati dall'Ateneo di Perugia in data 3 agosto 2021. Nella Scheda 1 (= iscritti) i dati riportati si riferiscono agli ultimi tre anni accademici. Nell'A.A. 2018/2019 il totale degli iscritti ammontava 40 studenti, nell'A.A. 2019/2020 a n. 83 studenti e nell'A.A. 2020/2021 a n. 126 studenti. Per quanto riguarda la percentuale degli studenti in corso nell'A.A. 2018/2019 ammontava al 100,0%, nell'A.A. 2019/2020 al 100%.e nell'A.A. 2020/2021 al 85%. Tali dati dimostrano un trend nettamente positivo nel numero di iscritti, a discapito della % di studenti in corso.
La Scheda 3 (= immatricolati puri) fornisce molteplici informazioni relative agli immatricolati. Nell'A.A. 2018/2019 il numero degli immatricolati ammontava a n. 40 studenti; nell'A.A. 2019/2020 a n. 44 studenti e nell'A.A. 2020/2021 a n. 60 studenti. Nelle tre coorti considerate, la più alta % di studenti immatricolati proveniva dal nostro Ateneo (nell'A.A. 2018/2019 90%, nell'A.A. 2019/2020 92.5%, e nell'A.A. 2020/2021 90%). Il voto del titolo precedente risultava superiore a 106/110 nell’AA 2018/2019 nel 35% dei casi, nell’AA 2019/2020 nel 37.5% dei casi, nell’AA 2020/2021 nel 27% dei casi.

Dati di percorso
Come si evince dalla Scheda 4, nelle coorti prese in esame sono stati registrati scarsi flussi in uscita e flussi in entrata. Nell'A.A. 2018/2019 rispetto all'A.A. precedente il numero di studenti in uscita dal CdS (trasferimento presso altro Corso di Laurea Magistrale o presso altro Ateneo o per rinuncia agli studi o mancato rinnovo) ammontava a 0, mentre quella degli studenti in entrata (da altro CdS o altro Ateneo) ammontava a 4; nell'A.A. 2019/2020 rispetto al precedente anno il numero di studenti in uscita era 1 e non vi sono studenti in entrata; nell'A.A. 2020/2021 rispetto al precedente anno il numero di studenti in uscita era 2 e in entrata 0. Rispetto al numero di iscritti al CdS tali flussi riguardano percentuali del 10%, 1.2% e 1.6% per i tre anni accademici.
Il n. di CFU conseguito dagli studenti iscritti al 1° anno (Scheda 5) nell'A.A. 2018/2019 era in media 35.2 CFU (voto medio 28.2/30), nell'A.A. 2019/2020 era in media 38.7 CFU (voto medio 28.5/30) e nell'A.A. 2020/2021 era in media 28 CFU (voto medio 28.5/30). Si riscontra quindi una significativa riduzione degli esami sostenuti nell’ultimo A.A. La media degli esami sostenuti da tutti gli iscritti del CdS era nel 2018/2019 28.3 (SD 2.3), nel 2019/2020 28.6 (SD 2.3), e nel 2020/2021 28.5 (SD 2.2).

Dati di uscita
La Scheda 7 dell'Ateneo di Perugia riporta i dati relativi ai laureati suddivisi per anno solare. Nell'anno 2018 e 2019 non si sono laureati studenti del CdLM in Biologia (si trattava del primo e secondo anno del CdS con ordinamento didattico modificato) e nell'anno 2020 si sono laureati n. 7 studenti (il 100% nella durata legale e l’ 85% con un voto superiore o uguale a 106).
Risultati in termini di occupabilità
L'indagine condotta da Alma Laurea (aggiornamento aprile 2021) relativamente all'anno 2020 basata sulle interviste di n. 13 dottori in Biologia, a tre anni dalla laurea, rivela che il 77% degli intervistati ha partecipato ad una attivita’ di formazione post laurea, nella maggior parte dei casi come collaborazione volontaria (31%) o come dottorato di ricerca (23%), scuola di specializzazione (15%) o master (8%). La condizione occupazionale del collettivo selezionato rivela che il 23% dei laureati in esame non lavora ma cerca, il 30% non lavora e non cerca e il 46% lavora. Il tasso di occupazione e’ del 85%, e quello di disoccupazione del 8.3%. Per quanto riguarda l'ingresso nel mercato del lavoro, nell'ambito degli occupati, il 50% ha iniziato a lavorare dopo la laurea, e il 33% non prosegue il lavoro iniziato prima della laurea. Il tempo passato prima di iniziare a cercare lavoro e’ di 0.2 mesi, e la ricerca dura 9.2 mesi. Le tipologie dell'attività lavorativa sono le seguenti: non standard (33%), contratti formativi (16.7%) e autonomo (16%). Gli occupati lavorano sia nel settore privato (67%) che nel settore pubblico (34%). I settori di attività sono prevalentemente nell'ambito della ricerca e istruzione (50%), sanita’ (16.7%) e consulenze varie (16.7%). La maggioranza degli occupati (83%) ha la sede di lavoro nel Centro Italia, il 16% nel Sud. La media del guadagno mensile netto ammonta in media a 1076 Euro. Il 100% degli intervistati dichiara che le competenze acquisite con la laure sono state utilizzate. Per il 66% degli intervistati la formazione professionale acquisita e’ molto adeguata, mentre per i restanti lo e’ poco. Nell’83% dei casi la laurea e’ richiesta per legge, per il 16.6% non e’ richiesta ma necessaria. L’efficacia della laurea nel lavoro svolto e’ alta per il 100% degli intervistati. Tra i non occupati che cercano lavoro il 33% ha avuto un’ultima iniziativa per cercare lavoro negli ultimi 15 giorni. Tutti gli intervistati che non lavorano hanno dichiarato che non cercano lavoro perché ancora impegnati nello studio (100%).
Condividi su