Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Non è possibile iscriversi nella medesima sessione in più sedi d’esame o per più esami di stato contemporaneamente.

Di solito gli Esami di Stato sono indetti due volte all’anno (I e II sessione) dal MIUR. La data d’inizio, le modalità ed i termini d’iscrizione sono stabiliti con Ordinanze Ministeriali che vengono pubblicate nella pagina istituzionale del MIUR http://attiministeriali.miur.it/ La data d’inizio degli esami è la stessa per tutti gli Atenei ed è indicata nell’Ordinanza Ministeriale. Le date successive sono stabilite dalle singole commissioni di ogni Ateneo in autonomia, in base al numero degli iscritti e alla disponibilità dei commissari.

Le Commissioni sono nominate con decreto del MIUR.

Le modalità d’iscrizione, i costi e la modulistica sono reperibili alla pagina web http://www.unipg.it/didattica/esami-di-stato/informazioni-amministrative.

Coloro che hanno chiesto di partecipare alla prima sessione e che sono stati assenti alle prove possono presentarsi alla seconda sessione producendo a tal fine nuova domanda entro la data di scadenza, facendo riferimento alla documentazione attestante il pagamento già allegata alla precedente istanza.

Coloro che hanno chiesto di partecipare alla seconda sessione e che sono stati assenti alle prove non potranno in nessun caso fare riferimento alla documentazione attestante il pagamento allegato alla precedente istanza per le eventuali domande di ammissione all’esame di stato per le sessioni degli anni successivi. In nessun caso si procederà al rimborso della tassa e dei contributi di ammissione e parimenti, in caso di eventuali domande di ammissione all’esame di stato per le sessioni degli anni successivi, la tassa e i contributi di ammissione dovranno essere nuovamente versati.

In caso di risultato negativo è possibile ripetere l’esame nella sessione successiva. E’ necessario procedere con una nuova iscrizione ed effettuare nuovamente i pagamenti richiesti. L’esame dovrà essere ripetuto integralmente indipendentemente dalla prova non superata.

In questo caso non sarai considerato assente, ma respinto e le prove già superate dovranno essere ripetute.

No.

L’art. 15 della Legge n. 183 del 12.11.2011, modificando in parte il D.P.R. n. 445/2000, ha introdotto nuove disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive. In particolare il citato articolo ha previsto che:

  • “Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della pubblica amministrazione e i gestori di pubblici servizi i certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e ”
  • “Sulle certificazioni da produrre ai soggetti privati è apposta, a pena di nullità, la dicitura: Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi“.


Inoltre, il predetto articolo ha sostituito il comma 1 dell’art. 43 del DPR n.445/2000 con l’introduzione della seguente norma:

  • “Le amministrazioni pubbliche e i gestori di pubblici servizi sono tenuti ad acquisire d’ufficio le informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutivedi cui agli articoli 46 e 47, nonché tutti i dati e i documenti che siano in possesso delle pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte dell’interessato, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, ovvero ad accettare la dichiarazione sostitutiva prodotta dall’interessato”.

Pertanto, le PP.AA. non possono più accettare o richiedere certificazioni rilasciate da altre PP.AA.
Nei rapporti con le pubbliche amministrazioni il privato cittadino deve per legge utilizzare l’autocertificazione ovvero le dichiarazioni sostitutive previste dal DPR n.445/2000.
La mancata accettazione di tali dichiarazioni costituisce, per la pubblica amministrazione, violazione dei doveri d’ufficio.
Ai sensi dell’art. 37 del DPR n. 445/2000: le dichiarazioni sostitutive di certificazioni (art. 46) e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà (art. 47) sono esenti da bollo
Giova rilevare che le dichiarazioni rese ai sensi del predetto D.P.R. hanno la stessa validità temporale prevista per le certificazioni che sostituiscono.
Alla luce delle novelle legislative indicate, le certificazioni possono essere richieste con riguardo ai seguenti utilizzi: 
- documenti destinati a privati in Italia;
- per l’estero;
- per la Questura ai fini del rilascio/rinnovo permesso di soggiorno.

Il primo certificato di abilitazione viene chiamato diploma provvisorio perché sostituisce temporaneamente a tutti gli effetti il diploma originale di abilitazione, che sarà disponibile a distanza di otto anni circa dalla data di conseguimento dell’abilitazione. Le tempistiche dipendono dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

Qui di seguito le modalità di richiesta:

  • Domandaindirizzata al Magnifico Rettore (carta legale euro 16,00)
  • Marca da bollo daeuro 16,00 (che verrà applicata sul diploma provvisorio)
  • Versamento (di importo variabile) da effettuare tramite bollettino postale, a favore della regione sede dell'Università ove è stata conseguita la laurea
  • Per i laureati/diplomati presso l'Università degli Studi di Perugia il versamento è dieuro 51,65 da effettuare sul c/c n. 143065 intestato a: Regione Umbria servizio tesoreria 06100 Perugia (IBAN: IT 38 N 07601 03000 000000143065)
  • Solo nel caso in cui venga richiesta la spedizione postale del diploma provvisorio, francobolli necessari per l'invio in raccomandata.

E' possibile delegare altra persona al ritiro del diploma provvisorio e/o certificati munita di:

modulo delega

copia del documento di identità del delegante

copia del documento di identità del delegato

Prima di richiedere il Diploma originale di abilitazione verificare nella pagina web http://www.unipg.it/didattica/esami-di-stato/informazioni-amministrative la disponibilità dello stesso.

Qui di seguito le modalità di richiesta:

  • Domandaindirizzata al Magnifico Rettore (marca da bollo da euro 16,00)
  • Marca da bollo daeuro 16,00 (che verra applicata sul diploma originale)
  • Versamento di euro 30,99da effettuare tramite modello bollettino UTABREVE pagabile presso qualsiasi sportello di UNICREDIT BANCA DI ROMA S.P.A. - Causale del versamento: utabreve - tassa diploma abilitazione esame di stato. (in originale)
  • Restituzione diploma provvisorio/certificato sostitutivo di abilitazione in originale. Solo nel caso in cui non sia stato mai richiesto il diploma provvisorio/certificato sostitutivo di abilitazione, allegare il versamento da effettuare tramite bollettino postale, a favore della regione sede dell'Università ove è stata conseguita la laurea.
  • Per i laureati/diplomati presso l'Università degli Studi di Perugia il versamento è di euro 51,65da effettuare sul c/c n. 143065 intestato a: Regione Umbria servizio tesoreria 06100 Perugia (IBAN: IT 38 N 07601 03000 000000143065).
  • E' possibile effettuare la spedizione postale in Italia in contrassegno solo su richiesta dell'interessato, che s'impegna a pagare l'importo indicato nel bollettino postale di spedizione, all'atto della consegna.

E' possibile delegare altra persona al ritiro del diploma originale munita di:

modulo delega

copia del documento di identità del delegante

copia del documento di identità del delegato

Importante

  • Per ottenere il rilascio del diploma originale è assolutamente necessario restituire il Diploma provvisorio di abilitazione.
  • Nel caso in cui l'interessato non fosse più in possesso di tale documento, è necessario presentare, oltre alla documentazione elencata, la Denuncia di smarrimento (in originale).

Tutte le informazioni quali modalità, tempi e costi d’iscrizione devono essere richieste direttamente agli Ordini.  

Riferimenti dei vari Ordini professionali territoriali e nazionali.

Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Perugia

Sito web: http://www.ordinearchitetti.pg.it/ 

Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Terni

Sito web: http://www.ordinearchitettiterni.it

Ordine Assistenti sociali Umbria

Sito web: http://www.oasumbria.it/ 

Federazione Regionale dei Dottori Agronomi

e Dottori Forestali della Regione Umbria (Ordine Provinciale di Perugia -Ordine Provinciale Terni)

Sito web: http://www.agronomiforestaliumbria.it/ita/home/ 

Ordine Nazionale Biologi Roma

Sito web: http://www.onb.it/

Ordine dei Geologi della Regione Umbria:

Sito web: http://www.ordinegeologiumbria.it

Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti contabili

della Provincia di Perugia

Sito web: http://www.odcecperugia.it/

Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti contabili

della Provincia di Terni

Sito web: http://www.odcecterni.it

Ordine Provinciale dei Farmacisti di Perugia:

Sito web: http://www.fofi.it/ordinepg/

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Terni

Sito web: http://www.fofi.it/ordinetr

Ordine dei Chimici di Roma Interregionale Lazio Umbria, Abruzzo, Molise:

Sito web: http://www.chimiciroma.it/  

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia

Sito web: https://www.ordineingegneriperugia.it/

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Terni

Sito web: http://www.ordingtr.it

Ordine Tecnologi Alimentari dell’Emilia Romagna, Toscana, Marche ed Umbria:

Sito web: http://www.otaeragg.it/

Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Perugia:

Sito web: http://www.ordineveterinari.pg.it/

Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Terni

Sito web: https://www.ordineveterinariterni.it

 

 

Info pagina

Referenti di sezione

Prof. Massimiliano Marianelli
(Delegato per il settore Didattica)

Prof. David Ranucci
(Delegato per il settore Alta formazione)

Prof.ssa Floriana Falcinelli
(Delegato per il settore E-learning)

Ultimo aggiornamento
25/9/2018

Torna su
×