Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Offerta Formativa 2018/19 - Regolamento 2018

Corso di laurea in Ingegneria industriale

Attività Formative

Tirocinio
Informazione in corso di inserimento
Prova finale
Caratteristiche della prova finale
Per essere ammessi alla prova finale occorre avere conseguito tutti i crediti nelle attività formative previste dal piano di studi.
Il corso di studio si conclude con una prova finale che può consistere:
a) nella elaborazione e discussione di progetti tecnici multidisciplinari individuali in cui lo studente dovrà dimostrare di aver conseguito conoscenze e capacità idonee allo svolgimento dell'attività professionale.
b) nella discussione di un elaborato preparato in maniera autonoma dallo studente con la supervisione di almeno un docente del corso di studio.
Il Consiglio di corso di studio determina la tipologia di prova finale.
Modalità di svolgimento della prova finale
In data 24 Marzo 2016 il Consiglio di Intercorso ha deliberato le nuove modalità per lo svolgimento dell'elaborato finale relativo al Corso di Laurea triennale in Ingegneria Industriale L09. I nuovi criteri per lo svolgimento della prova finale sono entrati in vigore dal 01 Giugno 2016.
In dettaglio l'assemblea delibera all'unanimità che la prova finale preveda l'acquisizione di 3 CFU e consista nella presentazione di un'attività svolta in 1 mese sotto la supervisione di un docente del Corso di Studio in Ingegneria Industriale o designato dallo stesso.
La presentazione consiste in una relazione scritta di massimo 20 pagine, preparata secondo le modalità esplicitate nell'Allegato 1 alla presente (Linee Guida per lo svolgimento dell'Elaborato Finale) e in una discussione orale di 10 minuti di fronte al relatore.
Il punteggio finale PF è stabilito dalla Commissione di Laurea secondo le seguenti modalità: PF = MP + B + V
ove:
• MP è la media pesata sui crediti dei voti degli esami sostenuti nel Corso di Laurea, normalizzata su 110. MP viene aumentato di 0,333 per ogni 30 lode.;
• B è l’incremento per la carriera scolastica secondo la seguente articolazione: B=2 se lo studente consegue la Laurea nei tempi della durata legale del corso, B=1 se lo studente consegue la Laurea con un anno fuori corso, B=0 negli altri casi.
• V è l’incremento, fino ad un massimo di 7 (sette) punti, stabilito dalla commissione in relazione al livello qualitativo della prova finale (elaborato ed esposizione).
Il punteggio finale è arrotondato per difetto se la parte decimale è inferiore a 0,5 altrimenti per eccesso.

Info pagina

Referenti di sezione

Prof. Massimiliano Marianelli
(Delegato per il settore Didattica)

Prof. David Ranucci
(Delegato per il settore Alta formazione)

Prof.ssa Floriana Falcinelli
(Delegato per il settore E-learning)


Torna su
×