Università degli Studi di Perugia

Offerta Formativa 2018/19 - Regolamento 2018

Corso di laurea in Lingue e culture straniere

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di laurea LINGUE E CULTURE STRANIERE (classe delle lauree L-11. LINGUE E CULTURE MODERNE) fornisce agli studenti una solida formazione di base in due letterature straniere e nelle due lingue relative scelte dallo studente tra cinese, francese, inglese, portoghese-brasiliana, russa, spagnola e tedesca, oltre che una conoscenza avanzata della lingua e della letteratura italiana. Si evidenzia, a questo proposito, come sia stato riattivato l'insegnamento della letteratura della lingua A e della lingua B anche nel terzo anno.
Tale formazione viene maturata nel quadro di sicure competenze umanistiche, di un'adeguata preparazione nel campo delle letterature comparate, di una conoscenza della linguistica teorica, delle principali metodologie di analisi filologico-letteraria e delle discipline storiche e geografiche, nonchè delle teorie e delle metodologie fondamentali per la didattica delle lingue moderne.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Studio triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE (Classe L-11, LINGUE E CULTURE MODERNE) è istituito ai sensi del D.M. 270/2004.
Il corso è attivato presso il Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne dell'Università degli Studi di Perugia ed ha sede didattica in Perugia.
Le lingue/letterature straniere attivate, con un percorso completo nei tre anni di corso, sono le seguenti: cinese, francese, inglese, portoghese-brasiliana, russa, spagnola e tedesca. Le lezioni vengono impartite in lingua italiana, salvo diversa indicazione da parte dei singoli docenti, e più precisamente nel caso delle lingue francese, inglese, spagnola e portoghese-brasiliana (quest'ultima solo a partire dal II anno di corso).
Sono inoltre numerosi i docenti del Corso di Laurea che, su invito di Atenei e istituzioni straniere, tengono conferenze e corsi presso Università di Paesi europei ed extraeuropei.
Gli abbinamenti delle due lingue/letterature, assolutamente di pari livello, scelte dallo studente, sono liberi e le tre filologie – romanza, germanica e slava – sono in alternativa, con l'opzione che deve ricadere in corrispondenza del gruppo filologico di appartenenza di una delle due lingue/letterature scelte dallo studente stesso.
Il corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere è ad accesso libero.
Le conoscenze di base necessarie per l'accesso sono di norma acquisite con un Diploma di scuola media superiore italiana, ovvero con un titolo equipollente acquisito all'estero e riconosciuto idoneo.
E' previsto un test d'orientamento da sostenere obbligatoriamente. Tale test è volto ad accertare la capacità di comprensione e ragionamento e la competenza nella definizione e nell'uso delle strutture lessicali e grammaticali della lingua italiana. Lo studente che non superi questo test potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma dovrà frequentare delle attività formative aggiuntive, che hanno lo scopo di colmare le iniziali lacune di preparazione. E' previsto inoltre un test idoneativo di lingua inglese rivolto a tutti gli studenti che intendono scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2"). Il test idoneativo, con riferimento al Quadro Comune del Consiglio d'Europa, è al livello di competenza B1. Lo studente che non superi questo test potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma non potrà scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2"). I test si terranno nel mese di settembre 2017 presso il Centro Linguistico d'Ateneo (CLA), Via Enrico dal Pozzo Perugia. Entro il mese di giugno 2017 nel sito ufficiale del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne (http://www.lettere.unipg.it) e del CLA (http://www.cla.unipg.it), saranno comunicate le date dei test, insieme alle modalità di iscrizione e di svolgimento.

Il corso di studio utilizza come strumenti di comunicazione il sito ufficiale del Dipartimento (www.lettere.unipg.it), la pagina ufficiale Facebook e Unistudium.
Altre informazioni
L'attività didattica si svolge nel centro storico di Perugia, in edifici siti nella zona di Piazza Morlacchi, tra i quali Palazzo Manzoni, sede principale del Dipartimento di Lettere e delle Segreterie Studenti. Il Corso si avvale di alcune strutture interdipartimentali quali il Laboratorio di Informatica dei Dipartimenti Umanistici (LIDU), dotato di 60 postazioni di lavoro, e la Biblioteca Umanistica, specializzata fra l'altro, nelle lingue e nelle letterature straniere, nella linguistica, nella didattica delle lingue moderne e negli studi filologici.

Per lo studio delle lingue straniere il Corso si avvale del Centro Linguistico di Ateneo (http://cla.unipg.it/), sito in via Enrico dal Pozzo in zona Monteluce. L'attività didattica del CLA è svolta da uno staff di collaboratori esperti linguistici madrelingua; il Centro è dotato di moderni laboratori e di aule multimediali.

Agli studenti sono offerti i seguenti servizi:
- orientamento e tutorato a cura dei docenti incaricati, dei tutor d'aula e della Segreteria didattica del Dipartimento;
- assistenza per la partecipazione ai progetti di mobilità e in particolare al programma Erasmus+;
- contatti con il mondo del lavoro tramite l'Ufficio Tirocini e Stage, che vanta rapporti con aziende e istituzioni pubbliche e private del territorio nazionale (questo servizio ha ricevuto nel 2014 la valutazione "Prassi d'eccellenza" da parte dell'ANVUR).
Informazioni di contatto
Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne

Piazza Morlacchi, 11

06123 Perugia

www.lettere.unipg.it

Segreteria Didattica - Referente: Dott.ssa Elisa Carnevali

Tel. 075/5853055 N.B.: HO CORRETTO IL NUMERO DI TELEFONO

e mail: elisa.carnevali@unipg.it

Presidente del Corso

Prof. Leonardo Tofi

Tel. 075/5854805

e-mail: leonardo.tofi@unipg.it

Responsabile qualità del CdS

Prof.ssa Mirella Vallone

Tel. 075/5854819

e-mail: mirella.vallone@unipg.it
Accesso al corso
Il corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere è ad accesso libero.
Le conoscenze di base necessarie per l'accesso sono di norma acquisite con un Diploma di scuola media superiore italiana, ovvero con un titolo equipollente acquisito all'estero e riconosciuto idoneo.
E' previsto un test d'orientamento da sostenere obbligatoriamente, IN TRE DIVERSE SESSIONI. Tale test è volto ad accertare la capacità di comprensione e ragionamento e la competenza nella definizione e nell'uso delle strutture lessicali e grammaticali della lingua italiana. Lo studente che non superi questo test IN NESSUNA DELLE SESSIONI PREVISTE, potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma dovrà frequentare UN BREVE CORSO INTEGRATIVO, ALLO scopo di colmare le iniziali lacune di preparazione. TALE CORSO SARA' INFINE SEGUITO DA UN'ULTIMA SESSIONE DI TEST. E' previsto inoltre un test idoneativo di lingua inglese rivolto a tutti gli studenti che intendono scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2"). Il test idoneativo di lingua inglese, con riferimento al Quadro Comune del Consiglio d'Europa, è al livello di competenza B1. Lo studente che non superi questo test potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma non potrà scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2").
IL TEST DI ORIENTAMENTO DELLA LINGUA ITALIANA SI TERRA' PRESSO IL LABORATORIO INFORMATICO DEI DIPARTIMENTI UMANISTICI, VIA DEL VERZARO, PERUGIA, MENTRE IL TEST IDONEATIVO DI LINGUA INGLESE SARA' SVOLTO presso il Centro Linguistico d'Ateneo (CLA), Via Enrico dal Pozzo Perugia. Entro il mese di giugno 2018 (N.B.: HO CORRETTO L'ANNO) nel sito ufficiale del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne (http://www.lettere.unipg.it) e del CLA (http://www.cla.unipg.it), saranno comunicate le date dei test, insieme alle modalità di iscrizione e di svolgimento.
Requisiti di ammissione
Il corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere è ad accesso libero.
Le conoscenze di base necessarie per l'accesso sono di norma acquisite con un Diploma di scuola media superiore italiana, ovvero con un titolo equipollente acquisito all'estero e riconosciuto idoneo.
Al momento dell'iscrizione lo studente può far domanda di riconoscimento di crediti per attività formative pregresse, su cui delibera il Consiglio del Corso di Laurea (CCL).
E' previsto un test d'orientamento da sostenere obbligatoriamente prima dell'immatricolazione. Tale test è volto ad accertare la capacità di comprensione e ragionamento e la competenza nella definizione e nell'uso delle strutture lessicali e grammaticali della lingua italiana. Lo studente che non superi questo test potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma dovrà frequentare delle attività formative aggiuntive, che hanno lo scopo di colmare le iniziali lacune di preparazione. E' previsto inoltre un test idoneativo di lingua inglese rivolto a tutti gli studenti che intendono scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2"). Il test idoneativo, con riferimento al Quadro Comune del Consiglio d'Europa, è al livello di competenza B1. Lo studente che non superi questo test potrà ugualmente iscriversi al corso di Laurea, ma non potrà scegliere Inglese come "Lingua e traduzione - Lingua straniera 1" (e conseguentemente "Letteratura straniera 1") e/o "Lingua e traduzione - Lingua straniera 2" (e conseguentemente "Letteratura straniera 2"). I test si terranno nel mese di settembre di ogni anno presso il Centro Linguistico d'Ateneo (CLA), Via Enrico dal Pozzo Perugia. Entro il mese di giugno di ogni anno nel sito ufficiale del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne (http://www.lettere.unipg.it) e del CLA (http://www.cla.unipg.it), saranno comunicate le date dei test, insieme alle modalità di iscrizione e di svolgimento.
Modalità di verifica
Per l'accertamento del profitto degli studenti, i docenti potranno utilizzare prove scritte con sviluppo di argomenti e/o test, prove orali con colloqui, discussione di elaborati, esame critico di testi, verifica della conoscenza e della comprensione delle tematiche affrontate durante i corsi, nonchè della capacità di esposizione del contenuto e di autonomo giudizio. Ove opportuno, sono possibili forme di verifica dell'uso di strumenti informatici e telematici. Le verifiche dell'apprendimento sono concluse da un esame orale e/o scritto individuale con l'attribuzione di un voto finale unico relativo a tutti i crediti per ogni insegnamento seguito, con l'eccezione della registrazione degli esami Erasmus per i quali si segue una procedura differente.
Se l'insegnamento è suddiviso in moduli, il docente responsabile può disporre forme di esonero in itinere da svolgersi al termine di ogni singolo modulo, alle quali, in generale, salvo diversa disposizione del docente stesso, possono accedere solo gli studenti frequentanti. Tali forme di esonero, tuttavia, acquisiscono valore solo con il superamento della prova ufficiale (esame orale e/o scritto individuale), in mancanza della quale non hanno validità giuridica. In attesa della prova ufficiale, resta a discrezione del docente stabilire la durata della validità nel tempo di un voto ottenuto con un esonero.
La prova finale consiste nell'elaborazione di una tesi di una dimensione media di quaranta pagine. Inoltre è necessario che una parte del lavoro (almeno cinque pagine) sia redatta nella lingua scelta dal candidato per la stesura della tesi.
La tesi può essere di carattere compilativo e rappresentare il risultato di un accurato approfondimento di nozioni e concetti ricavati dalle opportune fonti bibliografiche. Pur non essendo richiesta una specifica originalità, tali elaborati devono dimostrare la capacità di sintesi e di esposizione del/della candidato/a.
La tesi può anche essere di carattere sperimentale. Si tratterà in questo caso di un lavoro in cui vengono esposte e sviluppate idee e concetti di carattere prevalentemente originale. Tali elaborati servono ad appurare la capacità di formulare giudizi autonomi e originali sulle tematiche affrontate.
Prove di orientamento
Orientamento in ingresso
Il corso di studio si avvale, come del resto tutti i singoli corsi di studio del Dipartimento, di un'attività di orientamento notevolmente implementata e coordinata a livello di Ateneo e alla quale hanno partecipato numerosi docenti dei Corsi di Studio in Lingue, anche in base ai settori scientifico-disciplinari di appartenenza. L'attività di orientamento di tali docenti è costantemente coordinata a quella del Delegato di Dipartimento per l'Orientamento.
Tale attività prevede una serie di incontri sotto forma di:

- partecipazione dell'Università degli Studi di Perugia con un proprio stand a numerose occasioni di incontro e orientamento in entrata presso scuole e altre strutture esterne alla regione: Open Day dell'Orientamento post diploma presso Liceo Scientifico Statale “Leonardo Da Vinci” di Sora (11 Aprile), Open day di Rieti presso Istituto Alberghiero “Costaggini” (21 Aprile), giornata di orientamento presso IIS “G. Galilei” di Jesi (21 Novembre), giornata di orientamento promossa dall'Ateneo perugino presso le scuole di Fabriano e di Sassoferrato (16 Dicembre); giornata di orientamento presso ITET Carducci-Galilei di Fermo (24 Gennaio), Giornata per l'Orientamento alla scelta universitaria presso Liceo Scientifico “C. Jucci” di Rieti (26 Gennaio), Incontra il tuo futuro presso Liceo Scientifico "E.Medi" e IT "E.F. Corinaldesi" di Senigallia (31 Gennaio), Giornata dell'Orientamento presso il liceo “Adria-Ballatore” di Mazara del Vallo (3 Marzo);
- realizzazione brochures dell'offerta formativa – ulteriore aggiornamento dei materiali sia cartacei che su supporto, per la distribuzione brevi manu e/o per la fruizione sul web, descrittivi dei percorsi offerti dall'ateneo, con adeguamento del progetto grafico e dei formati; in particolare sono state realizzate sia le brochures dipartimentali che le brochures di area (Da Aprile a Luglio);
- manutenzione costante della pagina Facebook UnipgOrienta (creata il 7 Giugno 2015);
- Settembreorienta – riproposizione di un appuntamento tradizionale per l'ateneo perugino, e destinato a fornire informazioni mirate a quanti si accingono ad intraprendere un percorso universitario di I livello (1-16 Settembre);
- adeguamento e riproposizione di un questionario conoscitivo attraverso il procedimento di nuova immatricolazione; è stato compilato da quasi 1800 studenti (da Luglio a Ottobre);
- partecipazione al Virtual Open Day “La fiera del post laurea” dedicato alla promozione di parte dell'offerta formativa superior (dal secondo livello) (15 Settembre);
- partecipazione a saloni nazionali di orientamento: OrientaLazio 2016 (Roma 5-7 Aprile), OrientaSicilia 2015 (Palermo, 18-20 Ottobre), OrientaPuglia (Foggia, 15-17 Novembre), Job&orienta (22-26 Novembre, Verona), GOing “Giornate di Orientamento e di formazione allo studio e al lavoro” (Ascoli Piceno, 16-17 Marzo) OrientaCalabria 2016 (Lamezia Terme, 21-23 Marzo);
- ripresa dell'invio mensile di una newsletter, quale adesione al servizio offerto gratuitamente dall'Associazione ASTER che consente l'invio periodico di informazioni di rilevanza scientifica e didattica riguardanti l'Ateneo in funzione della sua promozione all'esterno (a partire dal 1 Ottobre);
- L' Ateneo incontra le future matricole – un programma di saloni territoriali in grandi comuni umbri e limitrofi con allestimento di decine di stand, presidiati da docenti universitari e dedicati all'orientamento informativo per le ultime classi delle scuole cittadine: Terni (1 Febbraio); Assisi (7 Febbraio), Sansepolcro (10 Febbraio), Castiglion del Lago (14 Febbraio), Orvieto (22 Febbraio), Foligno (24 Febbraio), Spoleto (28 Febbraio), Città di Castello (2 Marzo), Todi (7 Marzo), Gubbio (15 Marzo);
- L'Ateneo al Centro – un programma di due giorni di open day dislocati nel centro della città con apertura degli stand disciplinari dalle 9 alle 19, tutti presidiati in orario continuato da docenti universitari, e affiancati da un programma molto fitto di oltre 40 lezioni tipo in tutti gli ambiti ed i percorsi post-diploma dell'offerta formativa Unipg;
- invito ad alcuni studenti delle ultime classi delle scuole superiori a partecipare (come coristi) agli interventi musicali previsti all'interno della Cerimonia di Inaugurazione dell'AA 2016-17 (18 Marzo);
- partecipazione al Convegno Nazionale di Almalaurea “Formazione universitaria e posti di lavoro: proiezioni spaziali e temporali” tenutosi a Napoli, nel corso del quale sono state presentate le due indagini condotte da Almalaurea: sul Profilo dei Laureati 2015 e sulla Condizione Occupazionale dei Laureati, e che ha affrontato tre approfondimenti: sulle tendenze delineatesi sui mercati del lavoro, sui flussi di mobilità territoriale dei laureati, sulla pluralità di figure di laureato, caratterizzate da specifici fabbisogni formativi e di performance occupazionali (27 Aprile);
- contributi all'avvio di esperienze di Alternanza scuola-lavoro: a seguito della firma dell'accordo-quadro tra Ufficio Scolastico Regionale, Regione dell'Umbria, Confindustria e Università degli Studi di Perugia, è stata avviata l'attività di una cabina di regia volta a monitorare le buone pratiche e a coordinare le iniziative di offerta su territorio regionale. Ciò ha dato luogo a svariati incontri con i Dirigenti delle Scuole superiori, a Perugia l'8 Settembre, a Terni il 27 Settembre, a Umbertide il 7 Ottobre e nuovamente a Perugia l'11 Ottobre.
Contestualmente l'Ateneo ha elaborato progetti di offerta di Alternanza scuola-lavoro, in alcuni casi trasformando in tal senso esperienze preesistenti (Matematica & Realtà, Piano Lauree Scientifiche), ma nella maggior parte dei casi creando progetti ex novo; di tutti è stata curata la pubblicizzazione attraverso l'affissione al Registro Nazionale dell'alternanza; di concerto con l' Ufficio sicurezza nei luoghi di lavoro è stato creato uno strumento atto a valutare il grado di rischio di ciascuna attività proposta ed è stata contemporaneamente resa possibile, in accordo con l' Ufficio per l'innovazione didattica e laboratorio e-learning, l'erogazione a titolo gratuito della corrispondente formazione on line dell'Ateneo agli studenti medi partecipanti; è stata portata all'approvazione degli OOAA una modifica degli obblighi didattici dei PO e dei PA, volta a favorirne il coinvolgimento nelle attività dell'alternanza; è stata inoltre creata una pagina apposita di Ateneo http://www.unipg.it/orientamento/alternanza-scuola-lavoro.
Per tutto il periodo di osservazione si è inoltre espletata l'attività di counseling orientativo, sia in entrata che in itinere che ha riguardato complessivamente oltre 200 colloqui, indirizzati per la grande maggioranza a future matricole.
Iniziative del Centro Linguistico di Ateneo (CLA)
Presso il Centro Linguistico d'Ateneo sono stati informati e sensibilizzati gli studenti immatricolati per l'A.A. 2016/2017 sul ruolo che le competenze linguistiche “certificate” rivestono in campo universitario, oltre che lavorativo.
E' stato predisposto materiale informativo in cui sono stati illustrati gli obblighi cui sono tenuti gli studenti con riferimento alla prova di conoscenza delle lingue straniere e sono state fornite le informazioni concernenti le diverse modalità attraverso le quali adempiere a tali obblighi: 1) convalida di certificazioni internazionali; 2) test di livello (c.d. test-out) da sostenere presso il Centro, anticipatamente rispetto all'inizio delle lezioni curriculari.
Il materiale è stato reso disponibile sia presso il Punto Immatricolazioni sia sui siti web dell'Ateneo del Centro.
A seguito di tale attività, nel corso della sessione Test-Out 2016 riservata agli immatricolati, sono stati esaminati oltre mille studenti, l'85% dei quali ha ottenuto l'attestazione del livello, mentre sono state convalidate 582 certificazioni internazionali presentate entro il 31.12.2016.
Orientamento e tutorato in itinere
Il Dipartimento offre anche un servizio di orientamento e di tutorato in itinere.

L'orientamento in itinere viene attuato dalla Segreteria didattica del Corso di Studio per ogni tipo di informazione e come supporto durante il percorso di studi e dal Presidente del corso di laurea. A ciò va aggiunta la possibilità di usufruire di colloqui individuali per gli studenti che si trovino nella necessità di rivedere le proprie scelte e il percorso intrapreso; in quest'ultimo caso lo studente può rivolgersi anche al Delegato del Dipartimento per l'Orientamento o all'Ufficio Orientamento di Ateneo.

Le attività di tutorato si distinguono in tutorato ad personam e tutorato in itinere, entrambe di competenza del Presidente del corso di laurea e del Responsabile del Tutorato di Dipartimento. I tutori disponibili sono i seguenti:
Prof. Franco Lorenzi, Dott. Michele Mannoni, Prof.ssa Natasa Raschi, Dott. Roberto De Romanis, Dott.ssa Roberta Mastrofini, Dott.ssa Paula De Paiva Limao, Dott. Andrea Lena Corritore, Dott.ssa Anne Marie Lievens, Prof. Leonardo Tofi, Dott.ssa Mirella Vallone.
Per quanto riguarda le prime, il Corso di Studio si avvale appunto di una forma di tutorato ad personam, coordinato dal Responsabile del Tutorato del Dipartimento, Prof. Luca Cardinali. Mediante tale tutorato è possibile monitorare, attraverso una dettagliata raccolta di dati, il percorso accademico degli studenti, onde stabilire un contatto diretto con coloro che risultano essere in difficoltà e cercare quindi una soluzione. Nonostante l'esito non soddisfacente dell'iniziativa, tale tipologia di tutorato verrà nuovamente attivata nell'a.a. 2017-2018. A tal proposito, sono stati inseriti nella sezione Didattica, Tutorato (https://sites.centrale.unipg.it/v3/lettere/didattica/tutorato) gli elenchi, divisi per corso di laurea, contenenti i nominativi di tutti gli studenti, in ordine alfabetico, con l'indicazione del tutor di riferimento. Il tutor può essere contattato nelle ore di ricevimento indicate nella pagina personale di ciascun docente.
Le seconde sono attività svolte per ottenere una più salda interconnessione tra studenti e docenti e tra studenti e Segreteria Didattica; scopo di queste attività è quello di migliorare le capacità organizzative degli studenti e l'erogazione dell'offerta formativa e di rendere gli stessi studenti più dinamici e propositivi all'interno del Corso di Laurea.
A tale scopo il Presidente del corso di laurea ha invitato tutti i docenti a rispettare con assiduità l'orario di ricevimento, momento essenziale per la risoluzione dei problemi presentati dagli studenti, nonché per l'elaborazione del metodo di studio e per una migliore comprensione dei singoli insegnamenti.
Inoltre è prevista la possibilità di istituire forme di tutorato d'aula che permettano di affiancare l'attività didattica dei docenti.
Gli studenti che producano una certificazione relativa a disabilità o a DSA, potranno essere supportati dagli Uffici d' Ateneo a ciò addetti e dalla referente del Dipartimento, Prof.ssa Mariangela Miotti.
Numero degli iscritti
Dall'anno accademico 2015-2016 il Corso è ad accesso libero; si è comunque tenuti a sostenere un test di orientamento di lingua italiana, il cui mancato superamento non pregiudica l'iscrizione ma prevede la frequenza di un corso integrativo aggiuntivo; quest'anno tale test è stato positivamente sostenuto da 78 candidati su 96 nella sessione del 16 settembre 2016; una seconda sessione avrà luogo il 7 ottobre. Anche il test idoneativo di lingua inglese, riservato a coloro che intendano sceglierla come lingua A o lingua B, ha evidenziato l'ottima preparazione di molti candidati, tanto che 74 degli 80 candidati sono risultati idonei.
Dati di ingresso
Dai dati forniti dal Servizio informatico di Ateneo, aggiornati alla data del 15.09.2016, risulta che nel triennio 2013-2016 il numero degli immatricolati puri ha avuto un andamento in forte crescita, passando dagli 87 dell' a.a. 2013-2014 ai 93 dell'a.a. 2014-2015 fino ai 183 dell'a.a. 2015-2016.
Negli stessi anni gli iscritti al triennio sono stati rispettivamente 249, 302 e 435.
Per l'anno 2015 la percentuale maggiore di studenti proviene dal liceo linguistico; infatti su 183 matricole, 40 provengono appunto dal liceo linguistico, 33 dal liceo classico e 32 dal liceo scientifico; gli altri immatricolati provengono da scuole diverse quali istituti tecnici, professionali, eccetera. Quanto al voto di Diploma, 83 studenti hanno conseguito un voto che oscilla tra il 60 e il 79, 61 tra l’80 e il 99 e solo 9 hanno raggiunto il voto massimo 100; 30 studenti hanno invece presentato un diploma straniero.
Per quanto riguarda la provenienza geografica, 124 sono gli studenti umbri, 54 provengono da altre regioni e 5 sono stranieri.
Dati di percorso
Nell’ a.a. 2015-2016 risultano iscritti 435 studenti, di cui 384 in corso e 51 fuori corso, mentre solo due sono le iscrizioni a tempo parziale.
Dai dati di Almalaurea, infine, per quanto riguarda la media della durata complessiva degli studi, questa risulta essere in anni, pari ad anni 3,4 con un ritardo di anni 0,1.
Dai dati forniti dal Servizio informatico di Ateneo risulta che nel triennio 2013-2016 gli studenti in uscita sono stati rispettivamente 21, 26 e 40; le rinunce 7, 12 e 17, mentre i mancati rinnovi 8, 12 e 14. Sempre nello stesso triennio di riferimento, gli studenti in entrata sono stati rispettivamente 6, 11 e 10.
Per quanto riguarda gli studenti iscritti al I anno risulta che
nell' a.a. 2013-2014 su 113 iscritti 95 risultano con esami sostenuti, con una media di 28,83 cfu,
nell'a.a. 2014-2015 su 113 iscritti 96 risultano con esami sostenuti, con una media di 28,79 cfu, mentre nell'a.a. 2015-2016 su 200 iscritti 152 risultano con esami sostenuti, con una media di 27,48 cfu.
Si precisa che tali dati si riferiscono sia al Corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere ad esaurimento, che al medesimo Corso modificato a partire dall'a.a. 2015-2016.
Dati di uscita
Sempre dai dati forniti dal Servizio informatico di Ateneo, si evince che i laureati per il triennio di riferimento, assommano rispettivamente a 5 per l'anno 2013, di cui nessuno nella durata legale del corso, a 13 per l'anno 2014, di cui 10 nella durata legale del corso e a 38 per il 2015, di cui 31 nella durata legale del corso; infine gli studenti che hanno ottenuto un voto di laurea compreso tra il 106 e il 110 sono stati rispettivamente: 0 nel 2013, 6 nel 2014 e 14 nel 2015. Si precisa inoltre che per l'a.a. 2015-2016 l'ultima sessione di laurea utile sarà quella di aprile 2017.
Dai dati di Universitaly, si evince inoltre che l’82% dei laureati intervistati afferma di aver frequentato regolarmente più del 75% degli insegnamenti previsti e l'84% si dichiara complessivamente soddisfatto del corso di laurea. Inoltre il 50% dei laureati ha studiato all'estero con Erasmus o con altri programmi dell'Unione Europea. Solo il 3% si è dichiarato studente lavoratore a tempo pieno.
Si precisa infine che il basso numero di laureati, sopra riportato, negli anni 2013 e 2014 si riferisce al solo Corso di Lingue e Culture Straniere, senza tenere in considerazione i vecchi Corsi di Laurea a esaurimento.
Si precisa che tali dati si riferiscono sia al Corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere ad esaurimento, che al medesimo Corso modificato a partire dall'a.a. 2015-2016.
Risultati in termini di occupabilità
In relazione alla condizione lavorativa, dai dati Universitaly, aggiornati a marzo 2016, risulta che il tasso di occupazione dei laureati a un anno è del 23%. I triennalisti che si sono invece iscritti ad un Corso di Laurea Magistrale risultano a un anno pari al 62%. La media del guadagno mensile netto a un anno dalla laurea triennale è pari a 542 euro.
Si precisa che tali dati si riferiscono esclusivamente al Corso di Laurea in Lingue e Culture Straniere ad esaurimento, mentre i primi laureati del medesimo Corso modificato dall'a.a. 2015-2016 si avranno soltanto a partire dal mese di luglio 2018.