Università degli Studi di Perugia

Offerta Formativa 2018/19 - Regolamento 2018

Corso di laurea in Lingue e culture straniere

Prospettive

Risultati di apprendimento attesi
Autonomia di giudizio
– possedere autonomia di giudizio, così da essere in grado, con riferimento al campo di studio o di attività scelto dallo studente, di formulare risposte a problemi ben definiti di tipo concreto o astratto e programmare gli interventi che si rendano necessari (ad esempio: nel campo della mediazione linguistica interculturale, in quello della promozione turistica, dei beni culturali e della cooperazione internazionale).
- Si potrà verificare l'autonomia di giudizio acquisita dagli studenti attraverso lezioni ed esercitazioni, durante le prove in itinere, laddove sono previste, gli esami (scritti e orali) e nella elaborazione della tesi di laurea.
Abilità comunicative
– essere in grado di comunicare, oralmente e per iscritto, con un pubblico di esperti e non esperti, utilizzando i registri adeguati a ciascuna circostanza in ambito lavorativo (ad esempio: nell'ambito del supporto all'insegnamento, in quello della comunicazione multimediale e interculturale).
- Le abilità comunicative verranno valutate durante le prove in itinere, laddove sono previste, gli esami (scritti e orali) e nella elaborazione della tesi di laurea.
Capacità di apprendimento
– possedere capacità di apprendimento tali che lo studente possa intraprendere studi successivi con una buona autonomia nei campi di suo interesse e in cui si sia formato (ad esempio: nel campo dell'insegnamento delle lingue e letterature straniere o dell'italiano per stranieri o nel campo degli enti, pubblici e privati, che operano a vari livelli, da quello dell'editoria a quello della gestione delle informazioni in rete, da quello per la tutela del patrimonio storico e culturale a quello turistico).
- le capacità di apprendimento, conseguite dagli studenti grazie ad una assidua frequenza delle attività didattiche e durante la preparazione degli esami, verranno poi valutate in sede di esame (scritto e orale) e di discussione della tesi di laurea.
Conoscenza e comprensione
- le conoscenze e le capacità di comprensione necessarie per conseguire gli obiettivi qualificanti saranno acquisite grazie agli insegnamenti dei settori scientifico-disciplinari previsti nelle attività formative sia di base, sia caratterizzanti, sia affini o integrative e in particolare: in due letterature straniere e nelle due lingue relative, nella lingua e letteratura italiana, nelle principali metodologie dell'analisi linguistico-teorica, di quella filologico-letteraria, nelle metodologie delle discipline storiche e geografiche e della didattica delle lingue moderne.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
- le capacità di applicare le proprie conoscenze e la propria comprensione (ampliate grazie alla possibilità di scegliere tra i settori disciplinari delle attività formative sia caratterizzanti che affini o integrative, permettendo così la contestualizzazione metodologica e contenutistica dei settori stessi) in contesti lavorativi in modo coerente nonché di svolgere, anche applicando le tecniche di analisi testuale e le metodologie acquisite nei singoli curricula, attività di supporto (ad esempio: nel campo redazionale-editoriale, in quello dell'insegnamento delle lingue e letterature straniere e dell'italiano per stranieri, in quello turistico).
Sbocchi occupazionali e professionali
Sbocchi
– in ambito parascolastico (il Corso, tra l’altro, costituisce la base per l’acquisizione delle tecniche e delle metodologie necessarie per svolgere in futuro – dopo la laurea magistrale e dopo il processo di abilitazione e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente – l’insegnamento delle lingue e delle letterature straniere e dell’italiano per stranieri). A questo proposito si è ritenuto opportuno reinserire un ulteriore insegnamento di letteratura della lingua A e della lingua B nel terzo anno.;
- nell’industria, nel terziario e negli enti culturali;
– nell’editoria, nella raccolta e gestione delle informazioni in rete, predisponendo basi di dati plurilingue per molteplici settori, nella net economy e nell’elaborazione di cataloghi su supporti elettronici, ipertesti, e-books, ecc.;
– nei campi della tutela del patrimonio storico e culturale e delle arti figurative, visive e applicate (design, ecc.), della musica e dello spettacolo, del settore turistico e della mediazione interculturale.
– nel campo editoriale, in particolare nella traduzione letteraria e settoriale;
– come esperti linguistici, presso aziende pubbliche e private (per l’organizzazione di fiere ed esposizioni a livello nazionale e internazionale, nonché presso istituzioni culturali, quali biblioteche, musei, teatri e fondazioni)
– come esperti linguistici, presso le istituzioni dell’Unione Europea (Parlamento Europeo, Commissione Europea, Consiglio dei Ministri, ecc.) e presso altri organismi nazionali e internazionali, quali il Ministero degli Affari Esteri, le agenzie per la cooperazione, le organizzazioni governative e non governative,l’ONU e ambasciate e consolati italiani all'estero.
Inoltre, il Corso di Studio costituisce la base per la laurea magistrale e dà la possibilità di conseguire i certificati individuali previsti dal progetto europeo “Portfolio linguistico” (Alliance Française, Instituto Cervantes, Goethe-Institut, University of Cambridge, Universidade de Lisboa, ecc.).
Informazione in corso di inserimento
Accesso a studi ulteriori
Lo sbocco naturale per quanto riguarda la Laurea Triennale in Lingue e Culture Straniere è rappresentato dal Corso di Laurea Magistrale in Lingue, Letterature Comparate e Traduzione Interculturale.