Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Offerta Formativa 2018/19 - Regolamento 2018

Corso di laurea in Scienze dell'educazione

Altre Info

Servizi agli studenti
Attività a carattere internazionale
GLI STUDENTI POSSONO EFFETTUARE PARTE DEL PROPRIO PERCORSO DI STUDIO (FINO A 12 MESI) ALL’ESTERO SERVENDOSI DEL PROGRAMMA ERASMUS.

Al Corso di Studio in Scienze dell'Educazione è stato approvato l'accordo per il rilascio del doppio titolo con l'Università di Siviglia - EU Osuna (E).

Molti docenti del Corso di Studio sono impegnati in attività di ricerca internazionale.
Assistenza svolgimento periodi di formazione all'esterno
Il tirocinio è attività pratico-teorica professionalizzante volta all'osservazione, all'analisi, alla valutazione e all'organizzazione di progetti educativi. Tali attività che presentano caratteristiche di trasversalità rispetto alle competenze acquisite nei corsi teorici, costituiscono un momento fondamentale non solo del percorso formativo, ma anche per l'orientamento e la conoscenza del mondo del lavoro. Il CDS ha approvato anche la possibilità di effettuare le attività di tirocinio partecipando ai progetti riguardanti la disabilità nell'Ateneo, coordinati dalla prof.ssa Laura Arcangeli delegata del Rettore per la disabilità. Gli studenti hanno partecipato e valutato positivamente l'iniziativa.
Il CDS in data 20 ottobre 2016 con delibera, ha riconosciuto per il servizio civile 14 cfu così ripartiti: 6 cfu per le attività di tirocinio, 2 cfu per le attività di laboratorio, altri 6 cfu per tirocinio da inserire nei crediti a scelta.
Ogni anno accademico viene aggiornato e ampliato un elenco degli Enti, Servizi ed Aziende convenzionate, dove gli studenti possono svolgere tale attività. I rapporti inerenti al tirocinio sono regolati da specifiche convenzioni stipulate tra il Dipartimento e gli Enti interessati.
Il responsabile per le attività di tirocinio è il Dr. Mauro Luciani.
In particolare, nel periodo in esame, è stato portato avanti il rapporto con gli enti e le istituzioni al fine di focalizzare ulteriormente i profili professionali . In data 13 dicembre 2016 è stato realizzato, insieme al CDS in Consulenza pedagogica e coordinamento di interventi formativi un incontro con le più rappresentative sigle sindacali a livello regionale al fine di riflettere sulla situazione occupazionale e sui profili emergenti nelle aree di competenza


Le attività di assistenza per lo svolgimento di periodi di formazione all'esterno sono definite anche a livello di Ateneo e declinate secondo la periodicità dei bandi Erasmus


L’Università degli Studi di Perugia è molto attiva nei programmi di mobilità studentesca, sia nell’ambito del programma Erasmus+ che all’interno degli accordi quadro. Ad oggi, l’Ateneo dispone di oltre 420 accordi di mobilità all’interno degli accordi bilaterali Erasmus e oltre 120 accordi di bilaterali di cooperazione con sedi non coperte dal programma Erasmus. Ogni anno, l’Ateneo emana due bandi: il primo per accedere ai contributi di mobilità all’interno degli accordi Erasmus (bando Erasmus+), il secondo per accedere ai contributi di mobilità all’interno degli accordi quadro (bando Accordi Quadro). Nel primo caso, i contributi europei sono integrati da fondi ministeriali e fondi dell’Ateneo. Nel secondo, i contributi sono di provenienza ministeriale e vengono integrati con risorse proprie dell’Ateneo. Nell’anno accademico 15/16, la mobilità ha riguardato 483 studenti (di cui 419 all’interno del programma Erasmus e 64 all’interno degli accordi quadro).
L’Ateneo inoltre crede molto anche nelle opportunità offerte dal programma Erasmus+ per tirocinio. A tal fine, ogni anno viene pubblicato un bando per la presentazione delle candidature. Per allargare il più possibile la partecipazione studentesca, il bando prevede due scadenze. Allo studente vincitore viene dato un contributo di mobilità. Anche in questo caso, i contributi europei sono integrati da contributi ministeriali e dell’Ateneo. Nello scorso anno (aa. 15/16), 272 studenti hanno effettuato una mobilità a fini di tirocinio.
Tutte le informazioni sono reperibili al link:
www.unipg.it/internazionale
Ai fini della promozione dell'internazionalizzazione, l’Ateneo ha inteso potenziare la cooperazione con Atenei stranieri per la progettazione di percorsi di mobilità degli studenti con il rilascio del doppio titolo italiano e straniero. Nell’aa. 15/16, l’Università degli Studi di Perugia ha attivi 11 corsi di laurea con rilascio del doppio titolo, ovvero in consorzio con sedi estere. La lista completa è al link:
http://www.unipg.it/internazionale/offerta-formativa-internazionale
Per finanziare la mobilità degli studenti all’interno dei titoli, l’Ateno emette ogni anno dei bandi ad hoc.
L’Area Relazioni Internazionali, e i Delegati del Rettore proff. Elena Stanghellini e Fabio Maria Santucci, offrono ogni forma di supporto agli studenti che intendono effettuare una mobilità a fini di studio e di tirocinio. I Delegati Erasmus di Dipartimento in coordinamento con le segreterie didattiche dei Dipartimenti, inoltre, danno le informazioni relative alle attività didattiche e di tirocinio.
L’Ateneo intende inoltre incentivare l'erogazione in lingua inglese di interi corsi di studio, di singoli percorsi/curriculum o di singoli insegnamenti, laddove coerenti con gli obiettivi formativi del corso di studio. Ogni dipartimento ad oggi ha attiva una serie di insegnamenti in lingua inglese, la lista è reperibile al link:
http://www.unipg.it/internazionale/incoming-exchange-students/modules-held-in-english
Per effettuare una mobilità con successo è indispensabile conoscere bene altre lingue. A tal fine, lo studente può usufruire delle opportunità offerte dal Centro Linguistico di Ateneo. Informazioni al link:
http://www.unipg.it/internazionale/centro-linguistico-di-ateneo

Per incrementare la visibilità internazionale, nell’ultimo anno sono state effettuate, da parte dei Delegati o altri membri dello staff dell’Ateneo, missioni in Russia, Vietnam, Cina, Albania. Particolare attenzione è stata posta ad potenziare la rete di contatti con università in Cina e Medio Oriente, che ad oggi conta ben accordi 21 accordi con università cinesi, 4 accordi con università di Taiwan e 1 accordo a Hong Kong. Anche la rete di relazioni con i paesi del Sud America, in particolare l’Argentina è estremamente diffusa. Maggiori informazioni sono reperibili nella pagina web:
www.unipg.it/internazionale
Ad oggi vi è anche una partizione molto dettagliata del sito sia in lingua inglese che in lingua cinese, oltre che una descrizione essenziale in altre lingue.
L’Università riceve ogni anno docenti da tutta l’Europa, che vengono a svolgere attività di docenza presso di noi all’interno del programma Erasmus+. L’Ateneo ha anche attivato un programma di Visiting Scientists. All’interno di tali programmi nell’aa. 15/16, l’Ateneo ha ospitato 65 docenti e ricercatori da tutto il mondo, con cui gli studenti possono interagire.

Il Centro Linguistico d’Ateneo (CLA) ha cercato di favorire l’innalzamento e/o l’ampliamento delle competenze linguistiche consentendo agli studenti UNIPG la partecipazione “gratuita” a corsi di livello superiore o di lingue diverse rispetto a quelli curriculari.
Di conseguenza, ha fatto fronte alla richiesta di formazione linguistica finalizzata anche alla partecipazione al Progetto Erasmus, attivando nel corso del 2016 (2° semestre A.A. 2015/2016 e 1° semestre A.A. 2016/2017):
• Francese - 2 corsi di Livello A2 e 2 corsi di Livello B1
• Spagnolo - 2 corsi di Livello A2 e 2 corsi di Livello B1
• Tedesco - 2 corsi di Livello A2 e 2 corsi di Livello B1
• Inglese – 12 corsi di Livello B1, 12 corsi di Livello B2, 2 corsi di Livello B1+, 1 corso di Livello B2+, 1 corso di Livello C1
• Inoltre, per quanto riguarda gli studenti Erasmus “incoming”, il Centro ha attivato 15 corsi di Italiano per stranieri, di cui n.5 corsi di livello A1, n.5 corsi di Livello A2, n.3 corsi di Livello B1 e n.2 corsi di Livello B2.
Assistenza e accordi per la mobilità internazionale
Gli studenti sono coinvolti nelle iniziative ERASMUS gestite dall'Ateneo e dal Dipartimento FISSUF

Nel Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione è costituita una Commissione ERASMUS composta da un docente per ogni Cds indicato dal coordinatore con compiti di promuovere l'internalizzazione e la mobilità degli studenti in entrata e in uscita. Il rappresentante in carica nella commissione ERASMUS, nonché responsabile del CDS per il suddetto progetto di internazionalizzazione, è il prof. M. Casucci. Il CDS ha partecipato con il prof. Moschini delegato ERASMUS+ per il Dipartimento alla diffusione del bando Erasmus per mobilità studenti a fini di studio e del bando Erasmus per tirocinio (Traineeship). Ha partecipato inoltre all'Erasmus Welcome Day. In particolare sono state effettuate presentazioni dell'Erasmus plus a livello dipartimentale agli studenti il 26-02-2016 e il 1-03-2016, con la partecipazione attiva dei proff. M. Moschini e M. Casucci, incardinati del CDS. Al CDS in Scienze dell'Educazione è stato approvato l'accordo per il rilascio del doppio titolo con l'Università di Siviglia - EU Osuna (E)
Accompagnamento al lavoro
Le attività di tirocinio presso Enti esterni all'Ateneo costituiscono fattore positivo per la conoscenza e l'inserimento nel mondo del lavoro da parte degli studenti, i quali vengono informati durante il corso sulle tipologie e sulle modalità degli sbocchi occupazionali presso Enti pubblici e privati.
L'attività di Tirocinio così come previsto dall'Ordinamento didattico, è per il CDS in Scienze dell'Educazione un'“esperienza educativa”, in quanto rappresenta per gli studenti un'occasione di crescita in termini personali e professionali, ma anche una reale possibilità di orientamento e di avvicinamento al mondo del lavoro. Il tirocinio quindi costituisce elemento fondante dello sviluppo professionale.
Il CDS ha promosso, pertanto, nell'ambito dell'organizzazione delle attività di tirocinio stesse, di cui è responsabile il dott. Mauro Luciani, numerose attività di accompagnamento al lavoro da marzo 2016 a marzo 2017, e ha provveduto sia a rinnovare le convenzioni per le sedi del tirocinio, sia ad attivarne di nuove. Il CDS da novembre 2014 (con delibera del comitato coordinatore del 13 novembre 2014) ha introdotto la possibilita' per gli studenti di inserire 6 cfu oltre ai 180, da utilizzare anche per una ulteriore esperienza di tirocinio al fine di migliorare l'orientamento e l'inserimento nel mondo del lavoro .Il CDS inoltre in data 20 ottobre 2016 , ha riconosciuto per il servizio civile 14 cfu così ripartiti: 6 cfu per le attività di tirocinio, 2 cfu per le attività di laboratorio, altri 6 cfu per tirocinio da inserire nei crediti a scelta.
E' stato istituito un tavolo di confronto con le forze sociali e in data 25 marzo 2015 sono iniziati gli incontri sia per potenziare la collaborazione tra Università e Istituzioni e Terzo settore sia per ridefinire il profilo professionale dell'educatore in base ai nuovi bisogni sociali. . Gli incontri sono proseguiti e in particolare nel periodo di competenza è stato effettuato un importante incontro il 13 dicembre 2016 con rappresentanze di livello regionale dei sindacati CISL, CGIL e UIL (Sgalla Vincenzo, Amedeo Zupi, Ulderico Sbarra e Claudio Bendini) sui nuovi profili professionali emergenti e sugli sbocchi occupazionali.

Tutte le attivita' promosse sono in linea con quanto proposto a livello di ateneo per quanto riguarda la didattica, l'orientamento al lavoro e gli specifici obiettivi di qualita'.
Vai a inizio pagina
Sommario
×