Università degli Studi di Perugia

Offerta Formativa 2018/19 - Regolamento 2018

Corso di laurea in Design

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il CdS in Design (Classe L4) intende preparare nuove e versatili figure professionali capaci di operare criticamente, con elevate competenze tecniche e artistiche, nel settore del progetto per il design, con specifico riferimento:
- all'Interior Design: progettazione degli spazi interni semplici e complessi e riconversione di attrezzature, in un'accezione ampliata di tali tipologie, che coinvolge le nuove modalità abitative, commerciali, lavorative, formative e ludiche nonché i contesti inediti quali ad esempio i siti industriali dismessi;
- all'Exhibit Design: progettazione degli spazi aperti e chiusi delle città, in relazione non soltanto a occasioni espositive, fieristiche e festivaliere (allestimento, anche legato alla fruizione di beni culturali) ma anche e soprattutto alla valorizzazione, alla riconfigurazione e alla ridefinizione dell'identità di tali luoghi e del patrimonio territoriale/ambientale in generale (parchi, giardini ecc.);
- al Retail Design: progettazione degli spazi commerciali in senso lato (dal punto vendita allo shopping mall) volta a instaurare nuove modalità di fruizione e di relazione tra il consumatore e i prodotti, in riferimento sia allo spazio fisico (retail store) che allo spazio virtuale (retail space).
- alle attività professionali e aziendali operanti nel campo del design e nella progettazione dei prodotti industriali in senso lato e del prodotto d'arredo in particolare.
Nel rispetto degli obiettivi qualificanti della classe in termini di conoscenze e capacità, gli obiettivi formativi che il corso si propone di fornire alla nuova figura professionale sono relativi a:
- capacità di indagine e valutazione dei processi di sviluppo e produzione di artefatti, prodotti e materiali finalizzati al miglioramento della fruizione dell'ambiente e della sua sostenibilità;
- capacità di analisi e interpretazione critica delle tendenze evolutive del contesto progettuale di riferimento;
- capacità di elaborazione e sviluppo creativo di risposte progettuali innovative, consapevoli e inclusive;
- capacità di rappresentazione e comunicazione originale delle idee progettuali, che preveda l'utilizzo consapevole di una molteplicità di linguaggi espressivi.
Il piano di studio del CdS in Design è strutturato in maniera tale da consentire l'acquisizione delle competenze in maniera graduale e con livello di complessità crescente. Lo studente apprende inizialmente (primo anno del CdS) i fondamenti delle scienze di base e del design in senso lato, per poi specializzarsi nei successivi anni attraverso la frequenza dei Laboratori oltre che attraverso lo svolgimento del tirocinio formativo curriculare che prevede un elevato numero di CFU, coerentemente alle finalità del CdS.
Il percorso formativo, strutturato in funzione di tali obiettivi, prevede inizialmente l'acquisizione delle conoscenze di base per la formazione scientifica (matematica, chimica), tecnologica (fisica tecnica industriale, materiali per il design), umanistica (storia dell'architettura, con particolare riferimento alla storia del design). Il percorso prosegue con materie nei settori di base e caratterizzanti propri del design, al fine di ottenere una preparazione completa nei campi della formazione progettuale e della rappresentazione (disegno industriale, disegno), dell'architettura degli interni e dell'allestimento, della scienza e della tecnica delle costruzioni. È inoltre prevista l'acquisizione di conoscenze connesse alla sociologia, al marketing e alla gestione economica delle imprese. La formazione teorica dello studente è completata attraverso lo studio del garden design e dei principi di accessibilità. Uno spazio centrale nella formazione dello studente è infine dedicato a stage presso enti, aziende del settore e studi professionali, concludendo idealmente il percorso formativo e facilitando l'inserimento nel mondo del lavoro.
Il percorso formativo è articolato in lezioni teorico critiche (nel cui contesto lo studente viene formato dal punto di vista tecnico e artistico sui principi metodologici e sugli strumenti per il progetto di design), laboratori di carattere progettuale (nel cui contesto lo studente viene gradualmente accompagnato verso l'elaborazione di una metodologia di progetto autonoma e rigorosa negli ambiti dell'interior design, dell'exhibit design, del retail design e del product design) e un tirocinio curriculare obbligatorio al terzo anno presso aziende e studi professionali (nel cui contesto lo studente elabora la tesi di laurea). Durante il percorso formativo vengono promosse e favorite le attività progettuali di gruppo, al fine di sviluppare nello studente capacità relazionali e comunicative avanzate, simulando nell'esperienza didattica quanto avviene correntemente in ambito professionale. Nelle esercitazioni progettuali lo studente è invitato ad assumere una propria visione, a definire un proprio filtro interpretativo, a sostenere e veicolare le proprie scelte progettuali dimostrandone la coerenza e il rigore metodologico rispetto agli obiettivi iniziali e ai modelli di riferimento.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di laurea in Design (Classe L-4) intende preparare nuove e versatili figure professionali capaci di operare criticamente, con competenze tecniche e artistiche, nel settore del progetto per il design, con specifico riferimento:

- all'Interior Design: progettazione degli spazi interni semplici e complessi e riconversione di attrezzature, in un'accezione ampliata di tali tipologie, che coinvolge le nuove modalità abitative, commerciali, lavorative, formative e ludiche nonché i contesti inediti quali ad esempio i siti industriali dismessi;

- all'Exhibit Design: progettazione degli spazi aperti e chiusi delle città, in relazione non soltanto a occasioni espositive, fieristiche e festivaliere (allestimento, anche legato alla fruizione di beni culturali) ma anche e soprattutto alla valorizzazione, alla riconfigurazione e alla ridefinizione dell'identità di tali luoghi e del patrimonio territoriale/ambientale in generale (parchi, giardini ecc.);

- al Retail Design: progettazione degli spazi commerciali in senso lato (dal punto vendita allo shopping mall) volta a instaurare nuove modalità di fruizione e di relazione tra il consumatore e i prodotti, in riferimento sia allo spazio fisico (retail store) che allo spazio virtuale (retail space);

- alle attività professionali e aziendali operanti nel campo del design e nella progettazione dei prodotti industriali in senso lato e del prodotto d'arredo in particolare.

Il Corso di laurea in Design (Classe L-4) prevede l'integrazione coerente tra sapere teorico ed esperienza pratica; in tal senso, l'offerta didattica, derivante da un'apposita convenzione stipulata tra l'Università degli Studi di Perugia e l'Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, propone un duplice approccio di tipo storico-artistico e tecnico-laboratoriale, che contribuisce a costruire una formazione completa, articolata e interdisciplinare per orientare lo studente, tramite un modello formativo sperimentale, verso una professione creativa innovativa. In tale contesto, il percorso formativo prevede attività esterne (tirocini presso enti o istituti di ricerca, laboratori, aziende e amministrazioni pubbliche) e/o periodi di studio presso altre istituzioni di alta formazione, sia nazionali che internazionali, anche nel quadro di accordi specifici.
Altre informazioni
Il piano di studio, strutturato in funzione degli obiettivi formativi, prevede inizialmente l’acquisizione delle conoscenze di base per la formazione scientifica (matematica, chimica), tecnologica (fisica tecnica industriale, materiali per il design) e umanistica (storia dell’architettura, con particolare riferimento alla storia del design). Il percorso prosegue con materie nei settori di base e caratterizzanti propri del design, al fine di garantire una preparazione completa nei campi della formazione progettuale e della rappresentazione (disegno industriale, disegno), dell’architettura degli interni e dell’allestimento, della scienza e della tecnica delle costruzioni. È inoltre prevista l’acquisizione di conoscenze relative alla sociologia, al marketing e alla gestione economica delle imprese. La formazione teorica dello studente è completata attraverso lo studio del garden design e dell’universal design. Uno spazio centrale nella formazione dello studente è infine dedicato a stage presso enti, aziende del settore e studi professionali, concludendo idealmente il percorso formativo e facilitando l’inserimento nel mondo del lavoro.
Il percorso formativo è articolato in lezioni teorico critiche (nel cui contesto lo studente viene formato dal punto di vista tecnico e artistico sui principi metodologici e sugli strumenti per il progetto di design), laboratori di carattere progettuale (nel cui contesto lo studente viene gradualmente accompagnato verso l’elaborazione di una metodologia di progetto autonoma e rigorosa negli ambiti dell’interior design, dell’exhibit design, del retail design e del product design) e un tirocinio curriculare obbligatorio al terzo anno presso aziende e studi professionali (nel cui contesto lo studente elabora la tesi di laurea). Durante il percorso formativo vengono promosse e favorite le attività progettuali di gruppo, al fine di sviluppare nello studente capacità relazionali e comunicative avanzate, simulando nell’esperienza didattica quanto avviene correntemente in ambito professionale. Nelle esercitazioni progettuali lo studente è invitato ad assumere una propria visione, a definire un proprio filtro interpretativo, a sostenere e veicolare le proprie scelte progettuali dimostrandone la coerenza e il rigore metodologico rispetto agli obiettivi iniziali e ai modelli di riferimento.
Informazioni di contatto
Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale
Via G. Duranti 93, 06125, Perugia
www.ing1.unipg.it
Segreteria Didattica
Tel. 075 585 3768
e-mail giuliana.steri@unipg.it
Segreteria studenti
Tel. 075 585 3818
e-mail singegne@unipg.it
Delegato all'Orientamento e Servizi agli studenti
Dott. Ing. Ilaria Venanzi
tel. 075 585 3908
e-mail: servizio.orientamento.dica@unipg.it
Accesso al corso
L’iscrizione al corso è regolata in conformità alle norme di accesso agli studi universitari. Per l’accesso al corso è richiesto il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.
L’ammissione al corso è subordinata al possesso di una adeguata preparazione personale, con riferimento specifico alla comprensione verbale, alla conoscenza degli argomenti comuni ai programmi delle scuole secondarie di secondo grado.
Le modalità di verifica del possesso di tali conoscenze e le modalità per l’attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi in caso tale verifica dia risultato negativo, sono dettagliate nel Regolamento didattico del corso di laurea.
Requisiti di ammissione
L'iscrizione al corso è regolata in conformità alle norme di accesso agli studi universitari. Per l'accesso al corso è richiesto il possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo.
L'ammissione al CdS è subordinata al possesso di una adeguata preparazione personale, con riferimento specifico alla comprensione verbale, alla conoscenza degli argomenti comuni ai programmi delle scuole secondarie di secondo grado.
Le modalità di verifica del possesso di tali conoscenze e le modalità per l'attribuzione di obblighi formativi aggiuntivi in caso tale verifica dia risultato negativo, sono dettagliate nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.
Modalità di verifica
Informazione in corso di inserimento
Prove di orientamento
Orientamento in ingresso
Struttura del servizio

Le attività di Orientamento in ingresso sono coordinate dal Delegato del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Dott.ssa Ilaria Venanzi. Il Delegato si avvale della collaborazione di una Commissione per l'Orientamento costituita dal Dott. Federico Cluni, la Dott.ssa Valeria Menchetelli, la Dott.ssa Diana Salciarini, la Prof.ssa Carla Saltalippi e il Dott. Mariano Sartore.

I servizi svolti dal Delegato per l'Orientamento e dalla Commissione sono:

1) organizzare e mettere in atto iniziative volte ad orientare gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado sulla scelta universitaria;
2) offrire un servizio di informazione sulle modalità di accesso e i contenuti dei corsi, sia tramite colloqui individuali e presentazioni collettive che tramite email e avvisi;
3) gestire il coordinamento con il servizio di Orientamento di Ateneo e il Delegato per l'Orientamento di Ateneo;
4) aggiornare periodicamente la pagina web dedicata ai futuri studenti sul sito del Dipartimento;
5) preparare ed aggiornare periodicamente il materiale divulgativo sui Corsi di Laurea, quali brochure, filmati, presentazioni e locandine degli eventi;
6) promuovere la comunicazione con i referenti delle scuole secondarie di secondo grado per agevolare il transito di informazioni sulle iniziative di orientamento;
7) collaborare ad organizzare corsi introduttivi per le matricole;
8) svolgere attività di organizzazione e coordinamento per i progetti formativi di alternanza scuola - lavoro.

Nello svolgimento degli eventi di Orientamento, la Commissione si avvale dell'aiuto di numerosi Docenti del Corso di Studio, che si rendono volontariamente disponibili a collaborare.

La Commissione Orientamento svolge la sua attività coordinandosi con il Consiglio di Dipartimento e riferisce ad esso le sue attività.

Attività svolte

Iniziative di Ateneo

Il Corso di Studio, attraverso la Commissione Orientamento e il Delegato del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, partecipa a tutte le iniziative di Orientamento organizzate dall'Ufficio preposto di Ateneo e dalla Delegata del Rettore per l'Orientamento Prof.ssa Anna Martellotti.

Tra le attività vi è la partecipazione ai Saloni Territoriali di Orientamento con il seguente calendario:
16 dicembre 2016 a Fabriano; 1 febbraio 2017 a Terni; 7 febbraio 2017 ad Assisi; 10 febbraio 2017 a Sansepolcro; 14 febbraio 2017 a Castiglione del Lago; 22 febbraio 2017 ad Orvieto; 24 febbraio 2017 a Foligno; 28 febbraio 2017 a Spoleto; 2 marzo 2017 a Città di Castello; 7 marzo 2017 a Todi e 15 marzo 2017 a Gubbio.

Il Corso di Studio partecipa inoltre all'iniziativa "l'Ateneo torna al Centro" che consiste in due giornate di Orientamento il 17 e 18 marzo 2017 presso il centro storico di Perugia. Nell'ambito di tale manifestazione un docente del Dipartimento svolgerà una lezione divulgativa per far conoscere agli studenti delle scuole superiori tematiche inerenti il Corso di Studio.

Nell'ambito della manifestazione Settembreorienta, che si svolgerà presso la sede di Ingegneria ai primi di Settembre, alcuni docenti presenteranno gli obiettivi e il percorso formativo del CdS e guideranno gli studenti a visitare le strutture e i laboratori del Dipartimento.
Iniziative di Dipartimento

La commissione orientamento organizza numerose iniziative di presentazione dell'offerta formativa oltre a seminari ed eventi di promozione del Corso di Studio.

Le presentazioni vengono svolte principalmente presso le scuole in forma di lezioni divulgative frontali da docenti del Dipartimento.

Viene inoltre organizzato un "open day" presso la sede di Ingegneria, utile agli studenti interessati per conoscere l'offerta didattica dei CdS, visitare le strutture e i laboratori didattici e di ricerca del Dipartimento.

Particolare attenzione è posta alla creazione di materiali divulgativi sul Corso di Studi. In particolare vengono progettate locandine informative sui contenuti e gli obiettivi del CdS destinate agli studenti delle scuole superiori ma anche materiali pubblicitari e promozionali finalizzati alla pubblicazione sul riviste specialistiche in ambito di Design.

Al fine di promuovere e far conoscere il nuovo CdS verranno invitati a tenere seminari e workshop importanti progettisti e designer di fama internazionale. Verrà inoltre organizzata una conferenza stampa per il lancio e la pubblicizzazione del Corso di Studi.

Le informazioni relative al CdS e alle attività di Orientamento in programma vengono pubblicate nello spazio dedicato ai futuri studenti nel sito internet del Dipartimento. In tali pagine web, oltre agli avvisi e al calendario delle iniziative di orientamento, si può trovare materiale informativo sul Corso di Studio (http://www.ing1.unipg.it/didattica/iscriversi/orientamento).

Nei primi giorni di settembre saranno tenuti da docenti del Dipartimento corsi introduttivi di matematica e fisica per fornire le nozioni di base necessarie per affrontare bene lo studio delle materie del primo anno del CdS; al termine dei corsi è proposto un test di autovalutazione.

Di seguito si riporta il programma dettagliato degli eventi di Orientamento già programmati:

1. 9 febbraio 2017: presentazione dell'offerta didattica del Dipartimento presso il Liceo Scientifico e Artistico "G. Marconi" di Foligno;

2. 2 marzo 2017, Perugia, Liceo Scientifico “G. Galilei”: presentazione dell'offerta didattica del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale;

3. 6 marzo 2017, Perugia, Liceo Classico e Musicale “A. Mariotti”: presentazione dell'offerta didattica del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

4. 13 marzo 2017, Perugia, Liceo Scientifico “G. Alessi”: presentazione dell'offerta didattica del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale;

5. 5 aprile 2017: open day presso la sede di Ingegneria con presentazione dell'offerta didattica e visita ai laboratori.

Sono inoltre in fase di programmazione presentazioni presso altre scuole.
Orientamento e tutorato in itinere
L'attività di orientamento in itinere ha lo scopo di sostenere lo studente durante il suo percorso formativo Universitario e si articola in una serie di servizi volti ad offrire allo studente informazioni, consigli e supporto per affrontare al meglio e in modo consapevole le difficoltà del percorso di studi.
L'orientamento in itinere è svolto con diverse modalità di erogazione tra cui l'attività di tutorato. Il tutorato è un servizio finalizzato a fornire orientamento e ad assistere gli studenti lungo tutto il percorso degli studi, a favorire la partecipazione attiva al processo formativo, a rimuovere gli ostacoli e a affrontare le difficoltà intervenendo anche a livello individuale. Il servizio consente di reperire indicazioni sui corsi e gli orari, i libri di testo, il piano di studio, le date degli appelli d'esame, l'organizzazione e la programmazione dello studio.
Attività di tutorato in itinere è svolta da tutti i docenti del CdS, tipicamente durante le ore di ricevimento. Sono previsti, inoltre, docenti di riferimento incaricati ai quali gli studenti possono rivolgersi in caso di necessità per richiedere un servizio di tutorato personale e per concordare le corrispondenti modalità di svolgimento. Ogni 30 studenti immatricolati è prevista l'istituzione di un tutor che svolga le funzioni stabilite dal Regolamento didattico di Ateneo. Ritenendo che le immatricolazioni siano in numero minore o uguale alla numerosità massima prevista per il Corso di Studio, sono previsti 6 tutor.
Il Dipartimento per favorire e promuovere la formazione di potenziali studenti disabili ha istituito un apposito servizio affidandone la delega alla Prof.ssa Dott.ssa Marina Dobosz. Tali iniziative saranno calibrate al momento sulla base delle effettive esigenze.
Numero degli iscritti
Informazione in corso di inserimento
Risultati in termini di occupabilità
Informazione in corso di inserimento