Università degli Studi di Perugia

Offerta Formativa 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Chimica

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Gli obiettivi formativi specifici del CdS mirano al raggiungimento di una buona preparazione metodologica di base, con contenuti culturali costantemente aggiornati e di alta qualità, che permetta agli studenti di padroneggiare gli aspettii principali delle diverse aree della Chimica. La preparazione raggiunta, che comprende anche gli elementi fondamentali di matematica, fisica ed informatica propri di una formazione scientifica, è adeguata sia al proficuo approfondimento degli studi nel ciclo di formazione successivo (Laurea Magistrale o Chemistry Euromaster), sia all'ingresso nel mercato del lavoro in ambiti professionali che richiedano competenze chimiche, sia teoriche che di laboratorio, e familiarità con il metodo scientifico e con nozioni e strumenti fisico-matematici ed informatici. Il CdS prepara così lo studente alla professione di Chimico: il successivo superamento dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione nella Sez. B consente l'iscrizione all'albo professionale dei Chimici come Chimico Junior.

Gli obiettivi formativi sono coerenti con i contenuti di base dei Corsi di Laurea della Classe L-27 suggeriti dalla Società Chimica Italiana e conformi a quelli della label europea Chemistry Eurobachelor, così come sono stati stabiliti dalla European Chemistry Thematic Network Association a cui la sede di Perugia aderisce. Ciò garantisce un uniforme ed elevato standard formativo a livello nazionale e internazionale.

Il percorso formativo prevede complessivamente 49 crediti di attività di base (di cui 27 crediti nell'ambito delle Discipline Matematiche, Informatiche e Fisiche e 22 crediti nell'ambito delle Discipline Chimiche), 83 crediti di attività caratterizzanti (di cui 15-18 crediti di Discipline Chimiche Analitiche e Ambientali, 40-43 crediti di Discipline Chimiche Inorganiche e Chimico-fisiche, 25 crediti di Discipline Chimiche Organiche e Biochimiche). Completano il percorso 18 crediti di Attività Affini o Integrative e 30 crediti associati ad altre attività formative, fra cui 3 crediti per la conoscenza della lingua inglese, 12 crediti a scelta dello studente e la prova finale a cui sono associate le attività del tirocinio formativo curriculare (che può essere interno, esterno o effettuato all'estero in programmi di mobilità). Sono previste anche attività di stage per agevolare il contatto con il mondo del lavoro.

La struttura del corso cerca di interpretare la continua evoluzione dei contesti di riferimento facendo tesoro delle esperienze precedenti e basandosi su uno studio puntuale delle carriere degli studenti e delle valutazioni della didattica, in un'ottica che prevede attenzione all'orientamento pre-universitario, alle forme di tutorato in itinere e alle iniziative per ridurre i tempi di laurea ed aumentare il numero medio di crediti/anno acquisiti dagli studenti. La didattica è organizzata in modo che il corso sia valutabile per i requisiti qualificanti, anche sulla base della rilevazione obbligatoria della soddisfazione dei laureandi sull'intero percorso di studi, e la predisposizione di attività formative propedeutiche e di recupero per eventuali obblighi formativi.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Studio (CdS) è stato progettato seguendo le linee guida del documento elaborato dalla Conferenza Nazionale dei Corsi di Laurea in Chimica in collaborazione con la Società Chimica Italiana (https://www.soc.chim.it/sites/default/files/users/div_elettrochimica/contenuti_base.pdf). Inoltre, gli obiettivi formativi del CdS sono conformi a quelli definiti dalla European Chemistry Thematic Network Association (ECTNA, http://ectn.eu/), a garanzia di un uniforme ed elevato standard formativo a livello nazionale e internazionale. Il titolo di studio rilasciato allo studente al termine del percorso formativo è quello di Dottore in Chimica. Ad esso si associa anche il riconoscimento europeo di Chemistry Eurobachelor, al cui rilascio la sede di Perugia è stata autorizzata dalla Società Chimica Italiana e ECTNA (rinnovo della label Chemistry Eurobachelor in corso).

Il CdS benificia dell'alta qualificazione scientifica del corpo docente di area chimica del dipartimento che lo ospita, risultato primo classificato in Italia per il segmento dei dipartimenti di dimensione media a seguito della Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) 2011-14 per l'Area CUN 03 ¿ Scienze Chimiche, condotta dalla Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR). Con la presentazione del Progetto 'AMIS Un Approccio Molecolare Integrato per lo sviluppo Sostenibile', il Dipartimento ha ricevuto il riconoscimento di Dipartimento Italiano di Eccellenza per il quinquennio 2018-2022, ottenendo il relativo finanziamento pari a 8,656 milioni di euro per la Ricerca e l'Alta Formazione.

Gli obiettivi formativi specifici del CdS mirano al raggiungimento di una buona preparazione di base, con contenuti culturali aggiornati e di alta qualità, che permetta agli studenti di padroneggiare gli aspetti principali delle diverse aree della Chimica. La preparazione raggiunta, che comprende anche gli elementi fondamentali di matematica, fisica ed informatica propri di una formazione scientifica, risulta adeguata sia al proficuo approfondimento degli studi nel ciclo di formazione successivo (Laurea Magistrale sul territorio nazionale o Chemistry Euromaster in tutte le università europee che aderiscono a ECTNA), sia all'ingresso nel mercato del lavoro in ambiti professionali che richiedano conoscenze e competenze chimiche, familiarità con il metodo scientifico e conoscenze in ambito fisico, matematico e informatico. Il CdS prepara lo studente alla professione di Chimico: il successivo superamento dell'esame di Stato per l'abilitazione all'esercizio della professione consente l'iscrizione all'Albo Professionale dei Chimici e dei Fisici come Chimico Iunior (sezione B dell'Albo, settore Chimica).

Il CdS ha una modalità di svolgimento convenzionale, con lezioni in aula, lezioni ed esercitazioni in laboratorio e al calcolatore, attività di tutorato e di tirocinio/stage.
Il CdS ha saputo assicurare il regolare svolgimento della didattica in forma telematica e garantire agli studenti il processo di apprendimento e il raggiungimento degli obiettivi formativi del CdS durante l'epidemia di COVID-19 provocata dal virus SARS-CoV-2. Nel caso si riproponga uno stato di emergenza legato alla malattia COVID-19 nell'A.A. 2021/22, tutte le attività didattiche previste potranno essere erogate in modalità a distanza facendo uso della piattaforma Microsoft Teams (il cui accesso è gratuito per gli iscritti all'Università degli Studi di Perugia) o in modalità mista.

Le attività di ogni anno di corso sono articolate in due semestri, gli insegnamenti hanno durata semestrale ed alcuni sono articolati in moduli. Il CdS prevede un unico curriculum ed il percorso formativo consta di 180 Crediti Formativi Universitari (CFU) così distribuiti: 49 CFU di attività di base (di cui 27 CFU nell'ambito delle Discipline Matematiche, Informatiche e Fisiche e 22 CFU nell'ambito delle Discipline Chimiche), 83 crediti di attività caratterizzanti (di cui 15 CFU di Discipline Chimiche Analitiche e Ambientali, 43 CFU di Discipline Chimiche Inorganiche e Chimico-fisiche, 25 CFU di Discipline Chimiche Organiche e Biochimiche). Completano il percorso 18 CFU di Attività Affini o Integrative e 30 crediti associati ad altre attività formative, fra cui 3 CFU per la conoscenza della lingua inglese, 12 CFU a scelta dello studente e la prova finale a cui sono associate le attività del tirocinio formativo curriculare (che può essere interno, esterno o effettuato all'estero in programmi di mobilità). Il numero totale di esami risulta essere pari a 19, a cui si aggiungono la prova di idoneità di Lingua Inglese e la prova finale.

La struttura del corso cerca di interpretare la continua evoluzione dei contesti di riferimento facendo tesoro delle esperienze precedenti e basandosi su uno studio puntuale delle carriere degli studenti e delle valutazioni della didattica, in un'ottica che prevede attenzione all'orientamento pre-universitario, alle forme di tutorato in itinere e alle iniziative per ridurre i tempi di laurea ed aumentare il numero medio di crediti/anno acquisiti dagli studenti. La didattica è organizzata in modo che il corso sia valutabile per i requisiti qualificanti, anche sulla base della rilevazione obbligatoria della soddisfazione dei laureandi sull'intero percorso di studi e la predisposizione di attività formative propedeutiche e di recupero per eventuali obblighi formativi.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per l'accesso al CdS è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.
Oltre a una buona capacità di comunicazione scritta e orale, le principali conoscenze richieste per l'accesso riguardano la matematica, la logica e gli aspetti di base delle scienze. Tali conoscenze sono accertate mediante un test di valutazione della personale preparazione che non preclude in nessun caso l'immatricolazione. Per i dettagli del test di valutazione si rimanda al Regolamento Didattico del CdS.
Sono previsti obblighi formativi aggiuntivi per gli studenti che non superano il test, da assolvere entro il primo anno di corso, secondo quanto specificato nel Regolamento Didattico del CdS.
Modalità di ammissione
Il CdS è ad accesso libero. La numerosità di riferimento della classe è pari a 75 (numerosità massima=100).

Per l'accesso al CdS è richiesto il possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. Oltre a una buona capacità di comunicazione scritta e orale, le principali conoscenze richieste per l'accesso riguardano la matematica, la logica e gli aspetti di base delle scienze. La verifica delle conoscenze iniziali, prevista dalla normativa vigente, avviene attraverso la somministrazione del TOLC-S di CISIA (https://www.cisiaonline.it/area-tematica-tolc-scienze/struttura-della-prova-e-syllabus/). Le date dei test e altri dettagli sono pubblicati nel Manifesto degli Studi del CdS, reperibile nel sito web http://www.dcbb.unipg.it/laurea-in-chimica.

Lo studente supera il test se consegue un punteggio superiore a una soglia minima, che viene stabilita e pubblicata nel Manifesto degli Studi del CdS. Per gli studenti che non superano il test, sono previsti specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di iscrizione (vedi il Manifesto degli Studi del CdS, http://www.dcbb.unipg.it/laurea-in-chimica). Sono esonerati dalla partecipazione al test coloro che abbiano già sostenuto con esito positivo lo stesso test presso un'altra sede (anche TOLC@CASA), ovvero coloro che siano stati iscritti per la prima volta al CdS con il riconoscimento di almeno 12 CFU.
Orientamento in ingresso
L'orientamento in ingresso è coordinato da un delegato all'orientamento nominato dal Direttore del Dipartimento (Dott. Stefano Crocchianti). Per tutte le iniziative di orientamento, la Presidente del CdS si avvale della collaborazione di un gruppo di docenti (Prof. Marco Paolantoni, Prof.ssa Loredana Latterini, Dott.ssa Laura Goracci).

L'attività di orientamento è svolta sia presso la propria struttura, sia, su richiesta, presso le scuole superiore limitrofe.

Inoltre, è disponibile un sito web del CdS dedicato all'orientamento (http://www.dcbb.unipg.it/orientamento) e il canale Youtube 'Fare chimica a Perugia' (https://www.youtube.com/channel/UCN9x7bYJhBtiVf-BYe0Jh2Q) dove sono disponibli video di orientamento a cura del corpo docente e degli studenti del CdS. Materiale audio/video per l'orientamento a distanza è, inoltre, disponibile presso il sito d'Ateneo 'Orientati a distanza' (https://www.unipg.it/orientamento/orientamento-virtuale/orientati-a-distanza).

Il CdS ha partecipato alle numerose attività di orientamento intraprese dall'Ateneo e che sono elencate nel file allegato in calce. Oltre a queste iniziative, il CdS ha sviluppato anche altre forme di orientamento in ingresso fra cui:

- Piano Nazionale Lauree Scientifiche (PLS): promosso dal MIUR e da Confindustria.
In concerto con le scuole della regione e il responsabile dell'Area Chimica per l'Umbria (Prof. Raimondo Germani) vengono svolte attività di promozione della cultura chimica nelle scuole fondamentalmente su due livelli. Un primo livello, di orientamento indiretto, è rivolto ai docenti delle scuole secondarie superiori tramite seminari e attività di laboratorio da riproporre in seguito agli studenti delle proprie classi all'interno delle scuole di appartenenza. Le attività sono progettate, discusse e organizzate collegialmente con i docenti aderenti al progetto. Questo tipo di attività di formazione e aggiornamento coinvolge mediamente ca. 50 docenti della scuola secondaria di secondo grado di 18 istituti della regione Umbria.
Un secondo livello di orientamento è invece indirizzato direttamente agli studenti. Gli studenti vengono coinvolti in attività laboratoriali a posto singolo presso i laboratori didattici del dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie. Da alcuni anni l'attività di questo laboratorio è incentrata su tematiche della Chimica Forense, trattate sia da un punto di vista chimico che biologico/biotecnologico. Accanto a questa attività vengono presentati alcuni esperimenti dimostrativi che coprono diverse aree della chimica. I risultati dell'attività svolta all'interno del PLS sono quindi monitorati tramite la compilazione anonima di schede di valutazione da parte dei docenti e degli studenti coinvolti nelle attività proposte. L'analisi dei questionari riporta giudizi molto positivi, dimostrando il grande apprezzamento per questo tipo di attività, che si rivela molto stimolante soprattutto per gli studenti.

- Stage e visite degli studenti dell'ITIS A. Volta (Perugia): secondo quanto previsto da una convenzione tra il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell'Università di Perugia e l'Istituto Tecnico Industriale Statale A. Volta di Perugia, ogni anno nei laboratori di ricerca del Dipartimento vengono ospitati alcuni studenti del 4 e 5 anno dell'ITIS per svolgere stage della durata di un mese. Gli studenti vengono in visita presso le strutture del Dipartimento ed assistono a seminari di orientamento.

- Sportello per le matricole: Per agevolare le prime fasi di inserimento delle matricole nel CdS è stato istituito presso l'ufficio della Presidente del Consiglio un servizio di informazioni a sportello a cura di docenti e studenti del corso attivo da fine agosto fino al termine delle immatricolazioni.

- Su invito di alcune scuole della provincia, si tengono seminari divulgativi su argomenti di ambito chimico.
Orientamento e tutorato in itinere
L'orientamento in itinere si esprime attraverso diverse modalità di erogazione.
La Presidente del CdS e un gruppo di docenti (Prof. R. Germani, Prof.ssa L. Latterini, Prof.ssa P. Belanzoni, Prof. A. Romani), coadiuvati dalla Dott.ssa D.Bonelli, assistono gli studenti nella scelta degli insegnamenti opzionali previsti dal Regolamento.
Gli studenti sono anche assistiti nella scelta del laboratorio dove svolgere l'attività di tirocinio esterno/interno e la prova finale. A tale scopo i docenti del CdS organizzano giornate di orientamento in cui vengono illustrate le varie tematiche di ricerca attive in ambito chimico presso il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie.

Queste attività si articolano in diverse sessioni pomeridiane seguite da visite dei laboratori, secondo un calendario analogo al seguente che è quello relativo all'A.A. 2019-20 (a titolo dimostrativo; nell'A.A. 2020/21 non è stato possibile eseguire le consuete visite ai laboratori a causa dell'emergenza Covid19):

Mercoledì 8/10: Tutto quello che c'è da sapere sulla Tesi di Laurea, le attività di tirocinio e stage, Mobilità Erasmus, altre forme di mobilità, Echemtest (a cura della presidente del CdS)

Mercoledì 8/10: illustrazioni delle attività del gruppo di ricerca della Prof.ssa C. Emiliani

Giovedì 10/10: illustrazioni delle attività del gruppo di ricerca del Prof. L. Vaccaro e del Prof. F. Elisei

Venerdì 11/10: illustrazioni delle attività del gruppo di ricerca del Prof. F. De Angelis e del Prof. A. Macchioni

Lunedì 14/10: illustrazioni delle attività del gruppo di ricerca del Prof. D. Cappelletti e della Prof.ssa A. Morresi

Giovedì 17/10: illustrazioni delle attività del gruppo di ricerca del Prof. G. Cruciani e della Prof.ssa N. Balucani

Gl incontri sono stati seguiti da visite ai laboratori di ricerca.

L'attività di tutorato in itinere è coordinata dalla Presidente e coinvolge tutti i docenti del CdS. Possono essere programmati incontri specifici per assistere gli studenti nella risoluzione dei loro problemi e per perfezionare il metodo di studio.

Il tutorato di sostegno e lo studio assistito sono costituiti da attività formative indirizzate a migliorare l'apprendimento per alcuni insegnamenti, generalmente quelli del primo anno del percorso di studi. In particolare nel primo e secondo anno di corso di studio sono offerti tutorati didattici specifici per gli insegnamenti di: Matematica 1, Matematica 2, Fisica 1, Fisica 2, Chimica Generale e Inorganica, Chimica Analitica, Chimica Inorganica, Chimica Organica 1 e 2, Chimica Fisica 1 e 2, ad opera di studenti capaci e meritevoli della laurea magistrale e del dottorato di ricerca in Scienze chimiche, selezionati tramite un bando di concorso.

Sono previsti, inoltre, docenti incaricati (O. Piermatti, T. Del Giacco, M. Paolantoni, S. Crocchianti, F. Nunzi, A. Spalletti , F. Ortica, M.N. Faginas Lago) ai quali gli studenti possono rivolgersi in caso di necessità per richiedere un servizio di tutorato personale e per concordare le corrispondenti modalità di svolgimento.

E' stato anche predisposto uno spazio di ascolto dedicato agli studenti (http://www.dcbb.unipg.it/contacts).

Infine, l'ateneo offre la possibilità di sostenere colloqui individuali durante il corso di studi e colloqui individuali di orientamento professionale per gli studenti in procinto di laurearsi. Per dettagli, si veda l'allegato pdf riportato in calce.

L'Ateneo mette in atto delle iniziative a favore degli studenti diversamente abili consultabili all'indirizzo http://www.unipg.it/disabilita-e-dsa.
Numero degli iscritti
Le matricole iscritte al I anno della laurea triennale (L-27) risultano essere 119 (dati aggiornati al 7/9/20) per l'AA 2019-20, valore in linea con quelli dei due AA precedent1 (116 nel 2018/19 e 119 nel 2017/18) ma notevolmente superiore al valore medio degli anni precedenti (circa 70). Il 30% circa delle matricole proviene da altre regioni; non risultano matricole con titolo superiore estero.
Alla data del 7/9/20, fra gli studenti immatricolati per la prima volta nell'AA 2019-20, 83 risultano aver sostenuto almeno un esame (media dei CFU conseguiti 18,2; voto medio 23,5). I dati sono in linea con quelli dell'AA precedente.

Il numero totale di iscritti per l'AA 2019-20 è pari a 291 di cui 259 in corso.

Nell'anno solare 2019 si sono laureati 39 studenti, di cui 33 entro la durata legale del corso; 14 laureati hanno conseguito una votazione uguale o superiore a 106/110 (voto medio pari a 106).
Risultati in termini di occupabilità
Fra i 39 laureati del CdS, 34 hanno partecipato all'indagine condotta da AlmaLaurea nel 2019 (questionario a un anno dal conseguimento del titolo di studio).
Dall'analisi dei dati AlmaLaurea, si evince che la totalità (100%) dei laureati del CdS continua la carriera universitaria con un corso di Laurea Magistrale. Il tasso di occupazione a 1 anno dalla laurea è del 18% con una retribuzione media di 876 €.

Degno di menzione è il livello di laureati soddisfatti del corso di laurea (il 54,3% risponde 'decisamente sì' e il 42,9% risponde 'più sì che no' alla domanda 'Sei complessivamente soddisfatto del corso di laurea?').