Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Insegnamento STORIA DELL'ARTE CONTEMPORANEA

Corso
Archeologia e storia dell'arte
Codice insegnamento
GP003441
Curriculum
Comune a tutti i curricula
Docente
Stefania Petrillo
Docenti
  • Stefania Petrillo - Didattica Ufficiale
Ore
  • 72 ore - Didattica Ufficiale - Stefania Petrillo
CFU
12
Regolamento
Coorte 2017
Erogato
2018/19
Attività
Affine/integrativa
Ambito
Attività formative affini o integrative
Settore
L-ART/03
Tipo insegnamento
Tipo attività
Attività formativa monodisciplinare
Lingua insegnamento
Italiano
Contenuti
"Muri ai pittori": dalla decorazione ottocentesca alla Street Art
Testi di riferimento
MODULO I (6 CFU)

S. Bordini, Le fonti per la storia dell’arte. L’Ottocento, Roma, Carocci, pp. 209-212.

S. Petrillo, La decorazione pittorica tra nuovi simboli, storia e politica per immagini, in Il Palazzo della Provincia di Perugia, a cura di F.F. Mancini, Perugia, Quattroemme, 2009, pp. 203-209, 213-230.

E. Di Raddo, Sogni e ideali. Cicli decorativi italiani nelle esposizioni internazionali (1890-1914), Milano, Franco Angeli, 2004, pp. 63-131.

MODULO II (12 CFU)

S. Bordini, Le fonti per la storia dell’arte. L’Ottocento, Roma, Carocci, pp. 209-212.

S. Petrillo, La decorazione pittorica tra nuovi simboli, storia e politica per immagini, in Il Palazzo della Provincia di Perugia, a cura di F.F. Mancini, Perugia, Quattroemme, 2009, pp. 203-209, 213-230, 263-311.

E. Di Raddo, Sogni e ideali. Cicli decorativi italiani nelle esposizioni internazionali (1890-1914), Milano, Franco Angeli, 2004, pp. 63-131.

Muri ai pittori. Pittura murale e decorazione in Italia 1930-1950, catalogo della mostra, Milano, Mazzotta, 1999, pp. 13-70; 97-119.

Street Art. L’arte allo stato urbano, a cura di L. Ciancabilla, C. Omodeo, Sean Corcoran, Bologna, Bononia University Press, 2016, pp. 9-36; 106-112.

Roma e il graffitismo urbano, a cura di L. Iamurri, ROMATRE, 2008, passim.
Obiettivi formativi
Obiettivi del corso sono: 1. conoscenza di alcuni significativi episodi che hanno segnato lo sviluppo della pittura decorativa su scala monumentale e urbana tra Otto e Novecento in Italia, Europa e America. 2. La conoscenza dell'uso politico e propagandistico dell’arte murale; 4. La conoscenza delle problematiche relative agli aspetti legali e conservativi dell’“Urban Art”; 3. Una corretta capacità di contestualizzare criticamente i fenomeni storico-artistici.
Prerequisiti
Conoscenza dei principali temi, problemi e tendenze dell’arte europea tra Otto e Novecento
Metodi didattici
Lezione frontale
Visite guidate
Seminari
Altre informazioni
Particolari approfondimenti possono essere concordati con la docente.
Tutte le diapositive del corso saranno disponibili al termine delle lezioni sulla piattaforma UNISTUDIUM
Modalità di verifica dell'apprendimento
Relazione scritta
Prova orale
L’esame prevede l’elaborazione di una relazione scritta della lunghezza di circa 15.000 battute con una sintesi dei temi trattati nel corso.
La prova orale verterà sulla discussione della relazione scritta. Verificherà inoltre le competenze dello studente nell’organizzare autonomamente l’esposizione, nell’utilizzare il linguaggio specifico, nell’esporre con chiarezza gli argomenti trattati.

Per informazioni sui servizi di supporto agli studenti con disabilità e/o DSA visita la pagina http://www.unipg.it/disabilita-e-dsa
Programma esteso
"Muri ai pittori": dalla decorazione ottocentesca alla Street Art. Il programma si articola in due moduli di 6 CFU ciascuno.
Nel primo modulo sarà ripercorsa, in una prospettiva comparativa tra Italia e Francia, la storia della grande decorazione e della riscoperta dell’affresco nell’Ottocento.
In particolare, si porrà l’accento sul ruolo politico, etico e didattico della pittura pubblica, con un approfondimento sui programmi iconografici elaborati nei palazzi del potere. Si illustreranno inoltre alcuni cicli decorativi presentati alle Esposizioni internazionali.
Nel secondo modulo (6 CFU), la trattazione, dopo un breve inquadramento del Muralismo americano, si concentrerà sul dibattito che si sviluppa negli anni Trenta in Italia intorno al rapporto tra architettura e pittura murale.
Si illustreranno infine alcuni episodi qualificanti le tendenze e le problematiche della Street Art dalle origini ad oggi.
Vai a inizio pagina
Sommario
×