Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 27 febbraio

La professoressa Irene Cerin dell’Università di Milano parlerà di: “Nutrizione fetale ed epigenetica”

Perugia - Polo Unico sanitario

Mercoledì 1 marzo 2017 – ore 11

Mercoledì 1 Marzo 2017, alle ore 11,00, nell’Aula Triangolo – piano 2 - dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, si terrà la conferenza della professoressa Irene Cetin, Università Statale di Milano, sul tema “Nutrizione fetale ed epigenetica”, nell’ambito dei Seminari internazionali di Ostetricia e Ginecologia.

Il ciclo di dieci incontri, iniziato il 10 gennaio e che si concluderà il 31 maggio 2017, è organizzato dalla Fondazione GeBiSa (Genitori Bimbi Sani), con il patrocinio dell’Università degli Studi e dell’Azienda Ospedaliera di Perugia.

L’iniziativa, giunta alla Dodicesima Edizione, è promossa dal Comitato scientifico dalla Fondazione GeBiSa, presieduto dal prof. Giancarlo Di Renzo, che è anche Direttore del Centro di Medicina perinatale e della Riproduzione dell’Ateneo perugino.

Perugia, 24 febbraio

A Perugia la Summer School in Etica, economia e beni relazionali, le iscrizioni entro il  13 aprile 2017e iscrizioni entro il  13 aprile 2017                                           

La crisi economica è uno dei volti di una serie di crisi epocali, di paradigmi giunti al collasso, che pongono domande, chiedono nuove risposte e modelli capaci di promuovere buone relazioni, alleanze tra discipline diverse, pensiero e prassi, passato e futuro, persone e ruoli.

In questa cornice nasce la “Summer School in Etica, economia e beni relazionali: crescita delle imprese e realizzazione personale”, promossa dal Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della Formazione dell’Università di Perugia, in collaborazione con l’associazione culturale Stromata, con la partecipazione di docenti italiani e stranieri.

La Scuola, che si svolgerà a Perugia dal 22 al 27 maggio 2017 e avrà carattere residenziale,  è coordinata dal Prof. Massimiliano Marianelli.

Il bando e la relativa modulistica sono consultabili e scaricabili dal sito www.fissuf.unipg.it

Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 13 aprile 2017.

È riservato a diplomati di scuola superiore e ha l’obiettivo di formare e aggiornare imprenditori, dirigenti di cooperative e operatori del terzo settore; il numero minimo di  partecipanti è di 15, quello massimo è di 30.

Gli insegnamenti, per un totale di 75 ore, sono mirati a fornire orientamenti per quanti intendono proporsi autonomamente come imprenditori “civili” attenti alla persona, alla sua motivazione e realizzazione, a fornire le basi culturali necessarie per comprendere il ruolo delle dinamiche intersoggettive nei processi economici, a conoscere le principali questioni nell’attuale dibattito etico-economico nonché ad acquisire conoscenze e capacità teorico-pratiche che prevedono l’approfondimento della dimensione etica con particolare riguardo alla responsabilità sociale d’impresa.

Perugia, 23 febbraio

Il Progetto il Volto d’Europa presentato dall’Università insieme a Comune di Perugia, Usr e Istituto Polacco di Roma 

Presentato stamani in conferenza stampa a Palazzo Murena il Progetto “Il Volto d’Europa”, promosso e organizzato dal Centro di documentazione europea dell’Università per ricostruire l’identità europea attraverso quelle dei suoi popoli.

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha detto che questa iniziativa rappresenta un importante tassello della politica di cooperazione internazionale dell’Ateneo; un ulteriore tappa di questo percorso, ci sarà il 18 marzo prossimo con l’inaugurazione dell’Anno Accademico, che vedrà la presenza a Perugia dell’Onorevole Antonio Tajani, Presidente  del Parlamento Europeo.

Sono inoltre intervenuti alla conferenza stampa Fabio Raspadori, responsabile del Centro di documentazione europea dell’Università degli Studi di Perugia, Michele Fioroni, Assessore per il Marketing – sviluppo economico e progettazione europea, in sostituzione del Sindaco di Perugia Andrea Romizi, Stefania Tarini, dell’Ufficio scolastico regionale dell’Umbria in sostituzione della Direttrice Sabrina Boarelli, Agnieszka Bender, Direttrice dell’Istituto Polacco di Roma e Andrea Sassi, Presidente del Conservatorio di Musica ‘Francesco Morlacchi’ di Perugia.

“Obiettivo del progetto ‘Il Volto d’Europa’ – ha detto Raspadori – è di dare un profilo più aderente alla realtà dell’Unione Europa, descritta troppo spesso in maniera negativa appiattendosi sulle ragioni della crisi e dell’economia. La nostra iniziativa, invece, parte dalla necessità di conoscenza reciproca dei popoli europei cominciando dalla Polonia, con la sua cultura storica.  Le tappe successive saranno con altre nazioni europee e, per lavorare a questi obiettivi, abbiamo coinvolto soggetti di primaria importanza, come il Comune di Perugia, le istituzioni scolastiche e culturali, che potranno garantire risultati concreti e di qualità”.

Tutti gli intervenuti, a cominciare dalla Direttrice dell’Istituto Polacco a Roma, hanno  manifestato il loro interesse e l’impegno a collaborare ai principali appuntamenti in programma nelle prossime settimane per l’attuazione del Progetto “Il Volto d’Europa”. 

bender e raspadori

tavolo europa 2

tavolo europa 1

fioroni

bender

sassi

Perugia, 22 febbraio

I professori Stanghellini e Binazzi a “Speciale Università” parleranno di internazionalizzazione e di attività sportive

Domani, giovedì 23 febbraio 2017, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre, condotta da Cristina Castellano.

Nella prima parte si parlerà di internazionalizzazione con la professoressa Elena Stanghellini (delegato del Rettore per l’Internazionalizzazione) che presenterà i termini e le condizioni di partecipazione al nuovo bando Erasmus+.

Nella seconda parte il delegato del Rettore, professore Gianfranco Binazzi, illustrerà il programma delle attività sportive nell’ambito dell’Ateneo.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 28 febbraio 2017, alle ore 18.20.

Perugia, 22 febbraio

Incontro di Orientamento universitario a Foligno

Venerdì 24 febbraio 2017, ore 10 - Palasport

 

Venerdì 24 febbraio 2017, alle ore 10, a Foligno, negli spazi del Palasport in località San Pietro, avrà luogo il quinto appuntamento della campagna di Orientamento 2017 per gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori.

Il Salone è organizzato dal Comune di Foligno, con la collaborazione dell’Università degli Studi di Perugia, e vengono allestite complessivamente 25 postazioni. All’Ateneo perugino saranno riservate 13 postazioni (delle 25 disponibili), dove sarà garantita la presenza di docenti, ricercatori che, anche attraverso attrezzature on display, illustreranno peculiarità e opportunità offerte dai corsi di laurea dei sedici Dipartimenti universitari; saranno presenti anche gli studenti, in particolare quelli del corso in Fisioterapia, che racconteranno, ai loro colleghi più giovani, l'esperienza che si vive all'interno di questo percorso di studi universitario.

Perugia, 22 febbraio

Il professor Castilho Mussa Amilai dal Mozambico a Perugia per studiare innovazione e sviluppo rurale

Grazie a una borsa di studio concessa dall’Ambasciata d’Italia nell’ambito della cooperazione tecnica e culturale tra Italia e Mozambico, il prof. Castilho Mussa Amilai della Facoltà di Agraria dell’Università Eduardo Mondlane di Maputo e componente del Senato Accademico, ha trascorso un periodo di studio nell’Ateneo di Perugia.

Il prof. Amilai è interessato alle tematiche dello sviluppo rurale, dell’innovazione tecnologica e del rapporto tra ricerca, educazione e divulgazione agricola. Durante il suo soggiorno, coordinato dal Prof. Fabio Maria Santucci, Delegato del Rettore per la Cooperazione Internazionale, sono stati organizzati numerosi incontri nei Dipartimenti di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali e di Medicina Veterinaria, con la Società 3 A – Parco Tecnologico Alimentare, con il Gruppo d’Azione Locale (LEADER) della Media Valle del Tevere e con l’Istituto di  Bioscienze e BioRisorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche; inoltre, visite alla Clinica veterinaria, alcuni laboratori, i campi e le stalle sperimentali dell’Università. Queste opportunità hanno consentito al docente del Mozambico di poter rendersi conto del tipo di attività scientifica svolta dall’Ateneo di Perugia e delle modalità di collaborazione tra le istituzioni.

Al termine del soggiorno, il prof. Amilai ha incontrato a Palazzo Murena il Magnifico Rettore Prof. Franco Moriconi ed ha auspicato che ricercatori e docenti di Perugia si rechino in Mozambico allo scopo di stabilire permanenti rapporti per ricerche in comune.

Il Mozambico, ex-colonia portoghese, è indipendente dal 1975, con 25 milioni di abitanti su una superficie quasi tripla di quella italiana. Dopo una lunga guerra civile, oggi è in una situazione politicamente stabile e ha conosciuto buoni ritmi di crescita. Il prodotto interno lordo pro-capite, aggiustato per il potere d’acquisto, è inferiore a 1.300 euro l’anno, un ventesimo di quello italiano. L’agricoltura è alla base dell’economia in molte zone del Paese, ma l’industria e i servizi si stanno rapidamente modernizzando, grazie ai proventi del gas e del petrolio, e a notevoli investimenti stranieri. Anche l’ENI opera da tempo in Mozambico.

pedini rossetto castilho mussa amilai

Perugia, 22 febbraio

Inaugurata la nuova Aula studio e aggregazione per studenti in piazza dell’Università nei locali dell’ex bar dell’Ateneo

Stamani è stata inaugurata e subito aperta agli studenti la nuova Aula Studio con accesso da via Fabretti-Piazza dell’Università, ubicata sotto il loggiato, accanto alla filiale di Unicredit e collocata nei locali dell’ex Bar dell’Ateneo.

Ha tagliato il nastro il Magnifico Rettore Franco Moriconi, insieme al Direttore generale dell’Ateneo Tiziana Bonaceto, una rappresentante del Consiglio degli studenti dell’Università e Federico Rossi, delegato del Rettore per i Servizi agli Studenti.

“Sono grato al nostro Ufficio tecnico e al prof. Rossi - ha esordito il Rettore – per il loro lavoro che ha consentito la puntuale apertura di quest’aula, la quarta funzionante nel centro storico di Perugia, con risultati finora veramente importanti. Nelle prossime settimane apriremo quella di via Goldoni e mi auguro, subito dopo, un’altra nel quartiere di Monteluce. Queste aule, come questa che inauguriamo oggi, è stata realizzata in proprio dall’Ateneo, in altri casi in collaborazione con il Comune. L’individuazione dei siti ha un valore strategico allo scopo di coprire le aree più frequentate del centro di Perugia”.

Il prof. Rossi ha mostrato le modalità di apertura, mediante App dello smartphone, dell’aula che dispone di 23 posti.

“L’accesso è gestito tramite sistema automatico di verifica dell’identità e il controllo di sicurezza è operato in via remota tramite telecamere – ha ricordato Rossi –. Analoga modalità dovrà essere utilizzata da ogni studente per evitare che il numero di posti disponibili si esaurisca anche se l’aula vuota. Si tratta di un sistema analogo a quelli già positivamente sperimentati nelle altre aule studio. Questi spazi sono molto frequentate con una presenza media, nell’arco delle 24 ore giornaliere, di oltre l’80% - ha concluso il Delegato del Rettore per i servizi agli Studenti – e possono essere utilizzate, oltre che per lo studio, anche come luoghi di aggregazione per ospitare le iniziative degli studenti, che finora si sono comportati in maniera esemplare”.

Alle cerimonia hanno presenziato il prof. Luca Ferrucci, Commissario straordinario dell’Adisu, e un gruppo di Goliardi nel loro tradizionale costume.inaugurata nuova aula studio

taglio via fabretti 2

rossi accede 1

aula fabretti 3

goliardi

moriconi rossi nuo

rossi moriconi ferrucci 3

moriconi interno

Perugia, 16 febbraio

Inaugurazione nuova Aula studio e aggregazione per studenti

Perugia, Piazza dell’Università, mercoledì 22 febbraio 2017 – ore 10

 

Si rafforza e si amplia il numero di spazi di Aggregazione e Studio messi a disposizione degli studenti dell’Università degli Studi di Perugia.

Mercoledì 22 febbraio 2017, alle ore 10, in Piazza dell’Università (sotto il loggiato lato nord, accanto alla filiale di Unicredit) verrà inaugurato un nuovo spazio per lo studio e l’aggregazione, aperto virtualmente h24 e collocato nei locali dell’ex Bar dell’Ateneo.

All’inaugurazione interverranno il Magnifico Rettore Franco Moriconi e Federico Rossi, delegato del Rettore per i Servizi agli Studenti.

L’accesso alla nuova Aula sarà gestito tramite sistema automatico di verifica dell’identità; il controllo di sicurezza sarà operato in via remota tramite telecamere. Il sistema è analogo a quelli già positivamente sperimentati nelle altre 4 aule studio già a disposizione degli studenti.

 

Perugia, 15 febbraio

Emergenza Terremoto

Aperte le iscrizioni al Corso di formazione volontari per la tutela dei Beni culturali istituito dal Dipartimento di Lettere dell’Università

Il Dipartimento di Lettere – Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia ha sottoscritto un’intesa con l'Associazione Proteggere Insieme Onlus e con la collaborazione di LARES ITALIA-Unione Nazione Laureati Esperti in Protezione Civile, che prevede lo svolgimento di un corso di formazione per volontari di Protezione Civile per la tutela e la salvaguardia dei Beni Culturali.

L’accordo fa seguito all’appello lanciato, lo scorso 3 novembre, dal Dipartimento universitario per fornire un aiuto alle zone del Centro Italia colpite da recenti eventi sismici allo scopo di tutelare l’ingente patrimonio culturale di queste aree.

Le scosse continuano insieme ad avverse condizioni climatiche che alimentano lo stato di emergenza.

Sviluppare competenze specifiche nel campo del volontariato rivolto alla tutela dei Beni Culturali permetterà ai partecipanti al corso di dare un supporto, compatibilmente con le proprie disponibilità, alle attività nelle quali l'Associazione Proteggere Insieme Onlus è impegnata presso il DICOMAC di Rieti dal 9 settembre 2016, con squadre di volontari a turnazione settimanale, in collaborazione con la Soprintendenza, i Vigili del Fuoco e il corpo TPC dei Carabinieri.

Al termine del corso di formazione verrà rilasciato un Attestato di partecipazione al corso di primo e secondo livello che permetterà di far parte dell’Associazione e di essere impiegati in attività operative.

Il corso si terrà nei giorni 16 e 17 marzo 2017 a Perugia, presso il Dipartimento di Lettere. Sul sito del medesimo Dipartimento è pubblicata la documentazione necessaria a formalizzare l’iscrizione all’Associazione, nonché gli orari e le aule in cui si svolgerà il Corso.

Perugia, 15 febbraio

Firmate convenzioni tra Università e Istituzioni scolastiche umbre. Creeranno nuove sinergie nella formazione permanente delle attività motorie e sportive

Stamani nella “Sala della Vaccara”, Palazzo dei Priori, a Perugia sono state firmate due importanti convenzioni tra l’Università di Perugia e istituzioni scolastiche umbre per realizzare sinergie nella formazione permanente, l’aggiornamento culturale e professionale nell’ambito dello sport e del movimento umano.

Nel presentare l’iniziativa Sabrina Boarelli, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) dell’Umbria, ha sottolineato il significato di questi protocolli d’intesa non nuovi nel rapporto di collaborazione tra Ufficio scolastico regionale e Università di Perugia, ma che in questo caso coinvolgerà direttamente i licei con indirizzo sportivo, di recente istituzione. “Ci siamo mossi nella preparazione di questi accordi - ha dichiarato la dottoressa Boarelli –, oltre che per garantire una formazione di qualità, anche guardando al futuro delle nuove professioni, ben sapendo che viviamo un’epoca di grandi e profonde trasformazioni”.

Sono state sottoscritte due convenzioni: una con il corso di Laurea in Scienze motorie (triennale), l’altro con il Corso di Laurea in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate (magistrale). Le convenzioni sono state siglate da: Maria Marinangeli,       Dirigente Scolastico I.I.S. “G. Mazzatinti” di Gubbio, Anna Maria Amici, Dirigente Scolastico I.I.S. “Gandhi” di Narni, Paola Sebastiani, Dirigente Scolastico L.S. “G. Marconi” di Foligno, Guglielmo Sorci, Presidente del CdL Scienze Motorie e Sportive, Vincenzo Talesa, Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale-UniPG, Leonella Pasqualini,  Presidente del CdL Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Carlo Riccardi, Direttore del Dipartimento di Medicina-UniPG, Mauro Esposito, Coordinatore Regionale di Educazione Fisica e Sportiva presso l’USR per l’Umbria, e Sabrina Boarelli,  Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) dell’Umbria.

Le due convenzioni hanno l’obiettivo di sostenere l’attuazione didattica dei percorsi formativi delle classi a indirizzo sportivo, fondata su basi culturali e scientifiche di elevata qualità; promuovere iniziative progettuali su tematiche sportive, di prevenzione e benessere psico-fisico, attività di tirocinio e orientamento, organizzazione e supporto dei Campionati Studenteschi. Per l’Ateneo sono direttamente interessati i Corsi di Laurea in Scienze Motorie e Sportive, Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dello Sport e delle Attività Motorie Preventive e Adattate, per le Istituzioni Scolastiche della regione le sedi di Liceo Scientifico Sportivo presenti in Umbria. Le parti firmatarie concordano sulla finalità di costruire nel territorio regionale un’offerta formativa, riguardante la cultura motoria e sportiva, condivisa e secondo un’ottica di continuità dal livello liceale a quello universitario.

Guglielmo Sorci ha spiegato l’interesse del Corso da lui presieduto ad incrementare la collaborazione nella formazione dei giovani con il mondo esterno. “Un’attività avviata almeno da due anni – ha detto il prof Sorci – con molte realtà delle attività motorie e del mondo sportivo. Con la scuola in particolare abbiamo attivato tirocini formativi per i nostri studenti, che sono diventati obbligatori”. Il prof. Vincenzo Talesa ha sottolineato la necessità di fornire una formazione di qualità, già a partire dalle scuole primarie per perfezionarla poi all’Università.

La professoressa Leonella Paqualini ha evidenziato il valore dei tirocini formativi e degli scambi reciproci con la scuola, alla quale l’Università è in grado anche di aprire i propri laboratori scientifici. “Un’esigenza di oggi e che sarà sempre più importante – ha concluso – riguarda la creazione di una cultura di ‘corretti stili di vita’, sulla quali gli studenti di tutti i livelli formativi sono chiamati ad impegnarsi”. Il prof. Carlo Riccardi, infine, ha rilevare l’Università non deve perdere ogni occasione utile per rapportarsi con la realtà concreta e soprattutto con il territorio in cui si trova ad operare.

sport 1

sport 2

sport 3

sport 4

sport 5

sport 6

Perugia, 14 febbraio

Gruppo di ricerca dell’Università di Perugia ha scoperto nuovo meccanismo biologico di controllo delle difese immunitarie contro i tumori

Con uno studio finanziato dallo European Research Council e pubblicato nella rivista ad alto impatto scientifico Immunity , il gruppo di ricerca guidato dalla Prof.ssa Ursula Grohmann, della Sezione di Farmacologia del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia, ha scoperto un meccanismo che potrebbe risultare fondamentale per comprendere e, quindi, superare la resistenza di alcuni tumori alle immunoterapie più moderne, realizzate con i cosiddetti farmaci inibitori “checkpoint”.

"Da decenni è ben chiaro che il nostro sistema immunitario ha il potenziale di riconoscere e distruggere le cellule tumorali, un fenomeno conosciuto come ‘sorveglianza immunitaria’. D’altro canto - spiega la Professoressa Grohmann - è altresì noto che queste cellule sono in grado di sfuggire all’attacco dei linfociti amplificando i sistemi “checkpoint”, cioé i meccanismi che spengono fisiologicamente la risposta immunitaria quando non è più necessaria. Sebbene i risultati terapeutici che si stanno ottenendo con gli inibitori “checkpoint” siano in molti casi straordinari, alcuni tumori, tra cui ad esempio quelli dell’intestino e del pancreas, non risultano rispondere a tali farmaci. Tale insuccesso potrebbe essere dovuto al coinvolgimento di sistemi “checkpoint” più complessi e ancora non chiariti".

Lo studio perugino, condotto principalmente dalle Dott.sse Giada Mondanelli e Claudia Volpi, ha permesso di evidenziare tre molecole fondamentali che, con un sistema a staffetta o “relay”, compongono un nuovo e potente meccanismo di trasmissione di segnali immunosoppressivi. Tali molecole, comprendenti la citochina TGF- β e gli enzimi ARG1 e IDO1, potrebbero diventare pertanto dei nuovi bersagli dei farmaci inibitori "checkpoint" e ampliare così il successo terapeutico di questa nuova classe di farmaci immuno-oncologici. “Questo risultato è un’ulteriore pietra miliare raggiunta dal gruppo della Professoressa Grohmann, che da anni si distingue in questo settore, che contribuisce in modo significativo ad individuare possibili strategie terapeutiche per la cura dei tumori, oltre che allo studio dei meccanismi molecolari alla base dei disordini immunitari”, ha dichiarato il Prof. Vincenzo Talesa, Direttore del Dipartimento in cui è stata svolta la ricerca. 

da sx volpi grohmann mondanelli

Perugia, 14 febbraio

Protocolli d’intesa tra Università e Istituzioni scolastiche umbre per creare sinergie nella formazione permanente in ambito dello sport

Saranno stipulate domani, mercoledì 15 febbraio, alle ore 11 a Perugia, nella “Sala della Vaccara”, a Palazzo dei Priori, due importanti convenzioni tra l’Università di Perugia e istituzioni scolastiche umbre per realizzare sinergie nella formazione permanente, l’aggiornamento culturale e professionale nell’ambito dello sport e del movimento umano.

Saranno presenti alla cerimonia i firmatari delle due convenzioni: il Dirigente Scolastico I.I.S. “G. Mazzatinti” di Gubbio, Maria Marinangeli, il Dirigente Scolastico I.I.S. “Gandhi” di Narni, Anna Maria Amici, il Dirigente Scolastico L.S. “G. Marconi” di Foligno, Paola Sebastiani, il Presidente del CdL Scienze Motorie e Sportive, Guglielmo Sorci, il Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale-UniPG, Vincenzo Talesa, il Presidente del CdL Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate, Leonella Pasqualini, il Direttore del Dipartimento di Medicina-UniPG, Carlo Riccardi, il Coordinatore Regionale di Educazione Fisica e Sportiva presso l’USR per l’Umbria, Mauro Esposito, e il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR) dell’Umbria, Sabrina Boarelli.

L’ obiettivo è sostenere, d’intesa tra Università degli Studi di Perugia e Ufficio Scolastico Regionale per L’Umbria l’attuazione didattica dei percorsi formativi delle classi a indirizzo sportivo, fondata su basi culturali e scientifiche di elevata qualità; promuovere iniziative progettuali su tematiche sportive, di prevenzione e benessere psico-fisico, attività di tirocinio e orientamento, organizzazione e supporto dei Campionati Studenteschi. Per l’Ateneo sono direttamente interessati i Corsi di Laurea in Scienze Motorie e Sportive, Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dello Sport e delle Attività Motorie Preventive e Adattate, per le Istituzioni Scolastiche della regione le sedi di Liceo Scientifico Sportivo presenti in Umbria.

Le parti firmatarie concordano sulla finalità di costruire nel territorio regionale un’offerta formativa, riguardante la cultura motoria e sportiva, condivisa e secondo un’ottica di continuità dal livello liceale a quello universitario.

Alla progettazione, attuazione e monitoraggio delle azioni realizzate ai sensi delle Convenzioni, provvederanno gruppi di lavoro composti dai responsabili di settore dell’Università e dai dirigenti delle istituzioni scolastiche.

Perugia, 13 febbraio

Conferita la Laurea honoris causa a Takaaki Kajita, Premio Nobel Fisica 2015 alla presenza di tanti studenti che hanno festeggiato lo scienziato giapponese

Aula Magna affollatissima, con tanti giovani delle scuole superiori umbre, per il conferimento della Laurea Magistrale honoris causa in Fisica dell’Università degli Studi di Perugia al professor Takaaki Kajita.

La cerimonia solenne, in lingua latina, è iniziata con l’ingresso in Aula Magna del Magnifico Rettore Franco Moriconi, del Collegio dei Dottori guidato dal professor Massimiliano Barchi, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia. In apertura l’Inno dell’Università di Perugia, eseguito dal Coro dell’Ateneo diretto da Marta Alunni Pini, ha creato subito l’atmosfera giusta per l’ingresso del professor Takaaki Kajita, accompagnato dal dottor Helios Vocca, del Dipartimento di Fisica e Geologia, Promotore del riconoscimento che, con la Laudatio Academica, ha illustrato i meriti scientifici dell’illustre ospite.

Il ricercatore giapponese Takaaki Kajita, nato nel 1959, in Giappone, è docente di Fisica che opera nell’Istituto per la ricerca sui raggi cosmici dell’Università di Tokyo. Ha vinto il Premio Nobel per la Fisica nel 2015, insieme al canadese Arthur McDonald, per la scoperta delle oscillazioni del neutrino, dimostrazione che i neutrini hanno massa.

E’ stato presentato alla platea in Aula Magna da Hliuos Vocca: “Oltre alla straordinaria carriera del Dr. Kajita, c’è un’altra motivazione che mi ha indotto a proporre la Laurea Honoris Causa al Dr. Kajita. Egli è infatti il Principal Investigator del detector per Onde Gravitazionale Giapponese KAGRA, attualmente in fase di realizzazione sempre nelle miniere di Kamioka. Questo esperimento si colloca all’interno della rete internazionale 24 dei detector per la rivelazione delle Onde Gravitazionali della quale fa parte anche l’esperimento Virgo. Dallo scorso anno il gruppo di ricerca da me coordinato, già attivo da più di venticinque anni nell’esperimento Virgo è entrato ufficialmente a far parte della collaborazione giapponese KAGRA. Si è instaurata dunque una forte collaborazione destinata a proseguire negli anni a venire tra l’esperimento del Dr. Kajita, il gruppo Virgo dell’INFN di Perugia ed i ricercatori ed i tecnici del Dipartimento di Fisica e Geologia del nostro Ateneo”.

Il professor Kajita ha tenuto la Lectio Magistralis sul tema “La scoperta della massa dei neutrini a Kamioka”.

Al termine il Collegio dei Dottori, composto, oltre che da Rettore,  dai professori Massimiliano Barchi, Fausto Elisei, Luca Gammaitoni,  Paola Comodi, Bruna Bertucci, Maurizio Maria Busso, Daniele Fioretto, Giovanni Carlotti, Giuseppina Anzivino,  Livio Fanò ha espresso parere favorevole sulla Lectio tenuta dal professor Kajita.

Il Rettore Moriconi ha quindi consegnato al professor Kajita  la pergamena, il libro (simbolo del sapere), l’anello (a significare la ‘congiunzione’ del laureato con la disciplina), il bacio accademico, il ‘tocco’ e la toga dottorale. Alla cerimonia è intervenuto il Sindaco di Perugia Andrea Romizi.

Oggi pomeriggio, il prof Takaaki Kajita, interverrà, alle ore 18, alla Sala dei Notari con la Lectio Magistralis  “Le onde gravitazionali e la nuova astrofisica”.

All’incontro, aperto alla cittadinanza e alle scuole, parteciperanno il Sindaco Romizi, e il Rettore Moriconi.

 

lectio 1

kajita 3

 

vocca moriconi kajita romizi

pergamena

gruppo finalevocca kajita 2

 

Si allegano i testi della cerimonia 

Perugia, 10 febbraio

A Castiglione del Lago incontro di Orientamento per gli studenti delle ultime classi delle Superiori - Martedì 14 febbraio 2017, Palazzo della Corgna 

Terzo appuntamento della campagna di Orientamento 2017 dell’Università degli Studi di Perugia per gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori.

Martedì 14 febbraio 2017, alle ore 9, a Castiglion del Lago, Palazzo della Corgna, sarà possibile visitare gli stand dove sarà presentata l’offerta formativa dell’Ateneo. Inoltre, ci saranno desk per l’illustrazione dei servizi erogati sia dall’Ateneo, sia dall’Agenzia per il Diritto allo Studio, in modo da offrire un panorama quanto più completo di quella che sarà l’esperienza, da studente, all’interno dell’Ateneo di Perugia.

Il quarto incontro si svolgerà a Orvieto, mercoledì 22 febbraio 2017, alle ore 9, nel Palazzo del Capitano del Popolo.

Perugia, 10 febbraio

Presentazione “Note storiche sull’oppio” di Vito Peduto - Perugia, 14 febbraio 2017, ore 15.30, Aula Magna di Medicina

Il libro “Note storiche sull’oppio”, del professor Vito Peduto, verrà presentato martedì 14 febbraio 2017, alle ore 15.30, nell’Aula Magna “Paolo Larizza” della Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia.

Alla presentazione interverranno, oltre all’autore, il Magnifico Rettore Franco Moriconi e  i professori Giancarlo Agnelli, Presidente Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, Rosario Francesco Donato, Vice Direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici Coordinatore scientifico di sezione - Sezione di Anatomia Umana, Carlo Riccardi, Direttore Dipartimento di Medicina; Mauro Bacci, direttore Dipartimento di Scienze chirurgiche e biomediche, Vincenzo Talesa, Direttore Dipartimento di Medicina sperimentale.

“Note storiche sull’oppio” è un’opera interdisciplinare che ripercorre la storia degli albori della medicina, del suo affermarsi come scienza autonoma attraverso un lungo e travagliato affrancamento dalla religione e dalla filosofia.

Il papavero da oppio è un ibrido nato in epoca neolitica nel bacino del Mediterraneo, lungo la linea di demarcazione egeo-anatolica tra la flora europea e quella medio-orientale. I primi agricoltori iniziarono a servirsene come alimento, stante l’abbondanza di semi ad alto potere nutritivo; e scoprirono presto che l’inalazione del fumo generato dalla combustione delle capsule leniva il dolore fisico e l’angoscia di morte, consentendo al contempo di esplorare l’extra-sensoriale per mettersi in contatto col divino.

Avendo avuto come luogo di nascita le rive di quel mare dove nel corso della storia si sono incontrati più popoli che in qualsiasi altro luogo della Terra, è parso utile ricercare le tracce del suo prezioso lattice nel contesto delle varie civiltà mediterranee, utilizzando tale ricerca come filo conduttore per una rivisitazione della nascita e dello sviluppo della medicina del mondo antico e riservando la dovuta attenzione anche ad altre droghe vegetali nate altrove.

Insomma una storia delle droghe esplorata nel contesto del loro originario utilizzo non solo edonico ma anche medico. Quindi, di fatto, anche una storia degli albori della medicina e del suo affermarsi come scienza autonoma.


Vito Peduto, cilentano di nascita e tosco-umbro di adozione, è professore ordinario di Anestesia e Rianimazione dal 1986. A partire dalla stessa data ha diretto l’omonima di Scuola di Specializzazione prima a Cagliari e poi a Perugia, dove attualmente ricopre anche il ruolo di Presidente del Corso di Laurea di Medicina. Nel triennio 2009-2012 ha diretto la Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI) e attualmente ne è Vice-presidente. Nel corso degli anni ha continuato a coltivare l’amore per la cultura classica nata sui banchi di scuola, mentre si dedicava, sul piano scientifico, all’approfondimento di tematiche inerenti gli aspetti farmacologici dell’anestesiologia.

foto vito peduto r

Perugia, 10 febbraio

Laurea honoris causa in Fisica al prof. Takaaki Kajita, Premio Nobel nel 2015 - Perugia, lunedì 13 febbraio 2016, Aula Magna, ore 11

L’Università degli Studi di Perugia, lunedì 13 febbraio 2017, alle ore 11, in Aula Magna,  conferirà la Laurea Magistrale honoris causa in Fisica al professor Takaaki Kajita.

Takaaki Kajita, nato nel 1959, in Giappone, è ricercatore e docente di Fisica che opera nell’Istituto per la ricerca sui raggi cosmici dell’Università di Tokyo. Ha vinto il Premio Nobel per la Fisica nel 2015, insieme al canadese Arthur McDonald, per la scoperta delle oscillazioni del neutrino, dimostrazione che i neutrini hanno massa.

La solenne cerimonia si svolgerà con la tradizionale formula in lingua latina risalente al XVI secolo e  sarà presieduta dal professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia.

Il dottor Helios Vocca, del Dipartimento di Fisica e Geologia, Promotore del riconoscimento, terrà la Laudatio Academica cui seguirà la Lectio Magistralis del professor Kajita sul tema “La scoperta della massa dei neutrini a Kamioka”.

Nel pomeriggio di lunedì 13 febbraio,  per  “Un giorno con il Nobel. Dai neutrini alle onde gravitazionali”, titolo delle iniziative legate alla presenza a Perugia di Takaaki Kajita, il fisico giapponese interverrà, alle ore 18, alla Sala dei Notari con la Lectio Magistralis  “Le onde gravitazionali e la nuova astrofisica”.

All’incontro, aperto alla cittadinanza e alle scuole, parteciperanno il Sindaco Andrea Romizi, e il Rettore Franco  Moriconi.

Perugia, 9 febbraio

Incontro di Orientamento a Castiglione del Lago per gli studenti delle ultime classi delle Superiori

 Martedì 14 febbraio 2017, Palazzo della Corgna

Terzo appuntamento della campagna di Orientamento 2017 dell’Università degli Studi di Perugia per gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori.

Martedì 14 febbraio 2017, alle ore 9, a Castiglion del Lago, Palazzo della Corgna, sarà possibile visitare gli stand dove sarà presentata l’offerta formativa dell’Ateneo. Inoltre, ci saranno desk per l’illustrazione dei servizi erogati sia dall’Ateneo, sia dall’Agenzia per il Diritto allo Studio, in modo da offrire un panorama quanto più completo di quella che sarà l’esperienza, da studente, all’interno dell’Ateneo di Perugia.

Il quarto incontro è in programma a Orvieto, mercoledì 22 febbraio 2017, alle ore 9, nel Palazzo del Capitano del Popolo.

Perugia, 9 febbraio

Presentazione “Note storiche sull’oppio” di Vito Peduto

Perugia, 14 febbraio 2017, ore 15.30, Aula Magna di Medicina

Martedì 14 febbraio 2017, alle ore 15.30, verrà presentato il libro “Note storiche sull’oppio” di Vito Peduto, nell’Aula Magna “Paolo Larizza” della Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia.

Alla presentazione interverranno, oltre all’autore, il Magnifico Rettore Franco Moriconi e  i professori Giancarlo Agnelli, Presidente Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, Rosario Francesco Donato, Vice Direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici Coordinatore scientifico di sezione - Sezione di Anatomia Umana, Carlo Riccardi, Direttore Dipartimento di Medicina; Mauro Bacci, direttore Dipartimento di Scienze chirurgiche e biomediche, Vincenzo Talesa, Direttore Dipartimento di Medicina sperimentale.

“Note storiche sull’oppio” è un’opera interdisciplinare che ripercorre la storia degli albori della medicina, del suo affermarsi come scienza autonoma attraverso un lungo e travagliato affrancamento dalla religione e dalla filosofia.

Il papavero da oppio è un ibrido nato in epoca neolitica nel bacino del Mediterraneo, lungo la linea di demarcazione egeo-anatolica tra la flora europea e quella medio-orientale. I primi agricoltori iniziarono a servirsene come alimento, stante l’abbondanza di semi ad alto potere nutritivo; e scoprirono presto che l’inalazione del fumo generato dalla combustione delle capsule leniva il dolore fisico e l’angoscia di morte, consentendo al contempo di esplorare l’extra-sensoriale per mettersi in contatto col divino.

Avendo avuto come luogo di nascita le rive di quel mare dove nel corso della storia si sono incontrati più popoli che in qualsiasi altro luogo della Terra, è parso utile ricercare le tracce del suo prezioso lattice nel contesto delle varie civiltà mediterranee, utilizzando tale ricerca come filo conduttore per una rivisitazione della nascita e dello sviluppo della medicina del mondo antico e riservando la dovuta attenzione anche ad altre droghe vegetali nate altrove.

Insomma una storia delle droghe esplorata nel contesto del loro originario utilizzo non solo edonico ma anche medico. Quindi, di fatto, anche una storia degli albori della medicina e del suo affermarsi come scienza autonoma.


Vito Peduto, cilentano di nascita e tosco-umbro di adozione, è professore ordinario di Anestesia e Rianimazione dal 1986. A partire dalla stessa data ha diretto l’omonima di Scuola di Specializzazione prima a Cagliari e poi a Perugia, dove attualmente ricopre anche il ruolo di Presidente del Corso di Laurea di Medicina. Nel triennio 2009-2012 ha diretto la Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI) e attualmente ne è Vice-presidente. Nel corso degli anni ha continuato a coltivare l’amore per la cultura classica nata sui banchi di scuola, mentre si dedicava, sul piano scientifico, all’approfondimento di tematiche inerenti gli aspetti farmacologici dell’anestesiologia.

 

Perugia, 8 febbraio

Firmato Protocollo d’intesa per nuova Aula-studio a Perugia. Il Rettore annuncia l’inaugurazione dell’Anno accademico il 18 marzo 2017  alla presenza del Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani   

Presentato in conferenza stampa, stamani a Palazzo Murena, il Protocollo d’intesa tra Ateneo, Comune di Perugia e Cooperativa BorgoRete per l’apertura di una nuova Aula studio nel Centro città, in via Goldoni.

Prima della firma dell’accordo Il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha confermato l’interesse dell’Ateneo ad avere nuove aule per studenti in centro ed ha richiesto, rivolgendosi all’Assessore comunale Michele Fioroni, un’altra Aula in Piazza IV Novembre, “perché tengo molto ad avere la disponibilità di uno spazio per studenti nel cuore del centro storico, vicino alla sede originaria dell’Ateneo (palazzo del Sopramuro e attuale sede degli uffici giudiziari)”. Il Rettore non si è fermato qui con le anticipazioni, ma ha anche annunciato che la cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico 2016-2017 dell’Università, il 709° dalla fondazione, si terrà sabato 18 marzo 2017, alla presenza del Presidente del Parlamento Europeo, l’Onorevole Antonio Tajani.

Alla conferenza stampa oltre al Magnifico Rettore, sono intervenuti l’Assessore   al   Marketing   Territoriale,  Sviluppo   Economico   e   Arredo Urbano, Michele Fioroni, la rappresentante della Cooperativa BorgoRete Cristiana Marchetti, il  coordinatore  dell’Area  Giovani della cooperativa Massimo  Calesin, il Delegato del Rettore per i Servizi agli Studenti, Federico Rossi e Antonella Bianconi, dirigente della Ripartizione Didattica dell’Ateneo.

Con l’iniziativa di oggi si consolida la collaborazione tra Ateneo e Comune di Perugia, che ha nelle aule studio un obiettivo condiviso tra le due istituzioni per fare di Perugia sempre più una ‘Città Universitaria’. Un punto sul quale si è soffermato l’Assessore Michele Fioroni ricordando che l’Amministrazione comunale da tempo coinvolge l’Università degli Studi in importanti progetti innovativi e di recupero di aree urbane, che interessano zone nevralgiche per la vivibilità e il futuro di Perugia. “Il protocollo di oggi coinvolge la Cooperativa BorgoRete scelta dal Comune – ha detto Fioroni – per riqualificare e rilanciare questi spazi con progetti innovativi che coinvolgano i giovani”.

Il Delegato del Rettore per i Servizi agli Studenti, Federico Rossi, ha illustrato la politica dell’Ateneo che punta a rendere sempre più accogliente l’Università per gli studenti in ogni area dove hanno sede le attività didattiche. “L’Aula-studio di via Goldoni – ha detto Rossi –sarà disposizione degli studenti al più tardi tra due mesi, diventando la quinta Aula-studio a Perugia. Avrà una capienza di 80-100 posti, in uno spazio di circa 100 mq”. L’aula sarà a disposizione degli studenti tutti i giorni, dalle 8 di mattina alle 3 di notte, conwifi gratuita.L’accesso sarà regolatotramite il sistema automatico di verifica della identità già attivo presso le Aule Ceccherelli, Via della Viola ed Urban Center; il controllo di sicurezza sarà operato in via remota tramite telecamere.

La dirigente Antonella Bianconi è intervenuta per sottolineare che con il Rettore Morioni è stata notevolmente intensificata l’azione per riportare gli studenti al centro dell’attività

dell’Ateneo. Inoltre, il lavoro della ripartizione da lei diretta è mirato a migliorare la piattaforma Web per avvicinare sempre più gli studenti all’Universuità.

Per illustrare la natura e le finalità della Cooperativa BorgoRete Massimo Calesin ha evidenziato  che l'aula  studio   affianca   un  più   ampio   progetto  che è finalizzato  all'aumento  del  protagonismo  giovanile  in  ambito  auto  imprenditoriale.

Al termine è stato siglato il Protocollo d’Intesa dal Magnifico Rettore Moriconi, dall’Assessore Fioroni e da Cristiana Marchetti della Cooperativa BorgoRete.

firma prot 1

firma prot 2

firma prot 3

firma prot 4

firma prot calesini

Massimo Calesini

Perugia, 7 febbraio

Studenti delle scuole superiori di Assisi a Palazzo Bernabei per conoscere l’offerta formativa dell’Ateneo di Perugia 

Numerosi e curiosi gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori del territorio assisano che, nella splendida cornice di Palazzo Bernabei, hanno partecipato, a “UnipgOrienta 2017”, manifestazione promossa dall’Università degli Studi di Perugia per far conoscere l’offerta formativa e fornire utili indicazioni in vista della scelta del percorso di studi accademico.

Gli stand dei vari Dipartimenti sono stati affollati dai ragazzi – per molti dei quali è stato il primo contatto con il mondo universitario - per farsi illustrare, direttamente da docenti e ricercatori universitari, le peculiarità dei corsi di studi e le prospettive occupazionali che offrono.

“L’incontro odierno, a Palazzo Bernabei, è stata l’occasione per presentare l’intera offerta formativa dell’Università di Perugia, con una particolare attenzione al corso di Economia del Turismo che ha sede proprio in Assisi, dove si terrà anche il master, presentato di recente, in - Cultura ed Economia del Turismo Religiosoha sottolineato la professoressa Anna Martellotti, delegato del Rettore per l’Orientamento, che ha accolto e ‘guidato’ gli studenti -. L’evento di oggi è un grande successo perché con le scuole dell’assisano riusciamo a trovare un perfetto accordo sui turni e presenze così che da incontrare tutti gli studenti degli ultimi anni. Per consentire una migliore fruizioni del salone, inoltre, abbiamo creato dei percorsi di visita, assegnando colori diversi a ciascuna area formativa: area blu: giuridico- politico-economica; magenta: umanistica; ocra: tecnico-scientifica; rossa: medico sanitaria; verde: scientifica”.

Presenti all’incontro anche il vice sindaco Valter Stoppini e Claudia Maria Travicelli, assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative, che hanno espresso la soddisfazione dell’Amministrazione municipale per questa attività di Orientamento in una realtà, quella di Assisi, tornata ad essere – sotto il Rettorato Moriconi - città universitaria a pieno titolo con le due sedi una nel centro storico, a Palazzo Bernabei, e una a Santa Maria degli Angeli. “Si tratta di iniziative e momenti di confronto molto importanti - ha detto l’assessore Travicelli  -, considerando che ad Assisi abbiamo un corso di laurea in Economia del Turismo che sta riscuotendo un buon successo. Il salone di oggi rappresenta una vetrina importante per il futuro dei nostri ragazzi che si affacciano al mondo universitario e per la nostra Città”.  

I prossimi incontri di UnipgOrienta 2017”, dopo quello di Terni e questo di Assisi, si svolgeranno a Castiglione del Lago (14 febbraio), Orvieto (22 febbraio), Foligno (24 febbraio), Spoleto (28 febbraio), Città di Castello (2 marzo), Todi (7 marzo) e infine a Gubbio (9 marzo).

Iniziative analoghe di Orientamento sono in programma anche a Perugia nei giorni 17 e 18 marzo.

Il programma completo è consultabile alla pagina web http://www.unipg.it/studenti-futuri

 travicelli e martellotti 2

bernabei 9

bernabei 8

bernabei 6

bernabei 3

bernabei 2

bernabei 11

bernabei 10

Perugia, 7 febbraio

Aerei più sicuri grazie ai ricercatori dell’Università di Perugia

 

Il gruppo di ricerca coordinato dal Dottore Antonio Faba, del Dipartimento di Ingegneria presso il Polo Scientifico didattico di Terni, pubblicherà sull’autorevole rivista scientifica IEEE Transaction on Magnetics i primi risultati di un progetto di ricerca finalizzato a creare sistemi di protezione che aumentino la sicurezza dei voli nel caso in cui un fulmine colpisca l’aereo.

 “Tali eventi non sono rari – spiega l’Ingegner Faba - , poiché le statistiche indicano che ogni singolo aereo di linea è colpito almeno una volta all'anno da un fulmine durante il volo, o quando è fermo sulla pista di decollo: la nostra ricerca punta a scongiurare malfunzionamenti o guasti ai sistemi elettrici di bordo degli aeromobili.  Attraverso sperimentazioni realizzate grazie alla strumentazione acquisita con il contributo di oltre centomila proveniente dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, stiamo individuando tecniche di protezione innovative e maggiormente performanti rispetto a quelle finora utilizzate, in modo da garantire la sicurezza anche nelle situazioni meteorologiche più estreme”.

Collaborano con Faba il tecnico di laboratorio Francesco Tissi e il dottorando Hari Prasad Rimal, che si è aggiudicato recentemente una borsa di tre anni per svolgere attività di ricerca su questa tematica.

Alcuni dei risultati ottenuti in questo progetto, hanno suscitato particolare interesse in diverse conferenze scientifiche internazionali, come la recente Conference on Electromagnetic Field Computation tenutasi a Miami in Florida.

 

apparecchiatura lab terni

 

Il Laboratorio CEM della sede di Ingegneria di Terni: Ing. Antonio Faba responsabile del progetto, Francesco Tissi, tecnico di laboratorio, lo studente di dottorato Hari Prasad Rimal che si è aggiudicato una borsa di tre anni per svolgere attività di ricerca proprio su questa tematica.

Perugia, 3 febbraio

Incontro di Orientamento per le future ‘matricole’ ad Assisi  - Martedì 7 febbraio 2017, Palazzo Bernabei 

Secondo appuntamento della campagna di Orientamento 2017 dell’ Università degli Studi di Perugia per gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori.

Martedì 7 febbraio 2017, alle ore 9, ad Assisi, a Palazzo Bernabei, sarà possibile visitare gli stand destinati a presentare l’offerta formativa dell’Ateneo. Inoltre ci saranno desk per l’ illustrazione dei servizi erogati sia dall’Ateneo sia dall’Agenzia per il Diritto allo Studio, in modo da offrire un panorama quanto più completo di quella che sarà l’esperienza, da studente, all’interno dell’Ateneo di Perugia.

Il terzo incontro si terrà a Castiglione del Lago, martedì 14 febbraio 2017, alle ore 9, a Palazzo della Corgna.

Perugia, 3 febbraio

Nuova terapia per l’infertilità da fattore maschile nello studio due ricercatori dell’Ateneo perugino

Un innovativo approccio terapeutico per l’infertilità maschile, appena pubblicato dall’importante rivista scientifica internazionale Andrology, è stato sviluppato dal lavoro congiunto di tre Università italiane, fra le quali Perugia.

“Lo studio, condotto per la parte di nostra competenza presso la Struttura Dipartimentale di Andrologia Medica ed Endocrinologia della Riproduzione dell’Università degli Studi di Perugia, attiva dal 2009 presso l’Azienda Ospedaliera ‘S. Maria’ di Terni - spiegano Riccardo Calafiore e Giovanni Luca dell’Ateneo perugino -, ha dimostrato che una piccola dose giornaliera, assunta per un mese, di prednisone, un corticosteroide ampiamente utilizzato in clinica per le sue importanti proprietà anti-infiammatorie, è in grado di migliorare significativamente il numero e la motilità dagli spermatozoi in pazienti affetti da severa ostruzione post-infiammatoria delle vie seminali”.

La relazione tra infiammazione del sistema riproduttivo maschile e riduzione del numero di spermatozoi con conseguente infertilità, era nota da tempo, ma non esisteva una terapia valida per migliorare i parametri spermatici nei pazienti infertili con infiammazioni delle vie seminali.

L’idea innovativa di utilizzare un breve ciclo terapeutico a base di prednisone, è risultata invece vincente ed ha consentito di restituire la fertilità e la capacità di procreare alla maggioranza dei pazienti coinvolti nella ricerca.

Lo studio, quindi, ha aperto una nuova e importante prospettiva di trattamento farmacologico, semplice e razionale, di questa patologia, destinato ad un’ampia popolazione di soggetti infertili.

Lo studio è stato eseguito dai Professori Riccardo Calafiore e Giovanni Luca (Università di Perugia; Carlo Foresta (coordinatore) e Andrea Garolla (Università di Padova); Andrea Pontecorvi e Riccardo Marana insieme ai dottori Domenico Milardi e Giuseppe Grande (Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma). 

da sx giovanni luca riccardo calafiore

Perugia, 2 febbraio

Inaugurati i nuovi Laboratori Didattici Biologici e Naturalistici. Moriconi: “Con strutture moderne per gli studenti contribuiamo alla rivitalizzazione del quartiere” 

Inaugurati, nel pomeriggio di oggi, in via del Giochetto a Perugia, i nuovi Laboratori Didattici dei Corsi di Laurea in Scienze Biologiche e Naturali.

“La nostra volontà è di mettere a disposizione degli studenti dell’Ateneo strutture e servizi moderni e accoglienti per consentire loro di svolgere al meglio il percorso di studi – ha dichiarato il Magnifico Rettore Franco Moriconi -. Si tratta di un’ulteriore tappa nella creazione del Campus scientifico di via del Giochetto, dove funzionano già i laboratori di Biologia e Biotecnologie e in attesa del trasferimento di quelli della Chimica e delle Scienze Farmaceutiche, trasferimento che completerà il progetto. Il Consiglio di Amministrazione – ha proseguito Moriconi - proprio ieri ha approvato due progetti per la sistemazione degli altri piani. Questi Laboratori di supporto all’attività didattica e di ricerca costituiscono un ulteriore tassello di quella politica di attenzione agli studenti che in poco tempo ha aumentato gli spazi a loro disposizione – un esempio ne sono le aule studio -, e i servizi a loro destinati, per migliorare didattica e ricerca e garantire un ambiente sempre più adeguato alle attese dei giovani iscritti al nostro Ateneo. Per questo – ha concluso il Rettore -, nelle ultime settimane ho visitato i Dipartimenti, così da rendermi conto in prima persona delle loro condizioni fin nei dettagli: dalle aule all’illuminazione, dallo stato degli infissi fino alla qualità della connessione wi-fi. I laboratori che inauguriamo oggi danno un apporto sostanziale a migliorare la qualità dell’offerta dell’Ateneo di Perugia e contribuiranno in modo significativo alla rivitalizzazione dell’area via del Giochetto-Monteluce, dopo l’abbandono seguito al trasferimento di Medicina al Polo Unico”.

Si tratta di 6 laboratori completamenti nuovi, articolati su oltre 400 metri quadrati: Laboratorio AZZURRO (Metodologie Cellulari); Laboratorio GIALLO (Metodologie Molecolari); Laboratorio Verde (Microscopia); Laboratorio di Microscopia in fluorescenza; Laboratorio BEIGE (Colture Cellulari); Laboratorio di Preparazioni, Sterilizzazione, H2O distillata e ultrapura. 

“La costruzione del Polo Scientifico di via del Giochetto – ha rilevato il professor Francesco Tarantelli, direttore del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie – è un risultato molto importante per quanto riguarda l’attività didattica e l’offerta formativa del Dipartimento. Laboratori come questi sono fondamentali per la formazione scientifica. La possibilità di crearne di nuovi, moderni e luminosi, è per noi un fiore all’occhiello, nonché un ulteriore elemento di forza per attrarre studenti verso il nostro Ateneo. Vorrei sottolineare inoltre, che fino a ieri i Laboratori erano ospitati in locali in affitto in via Faina, mentre ora sono collocati in spazi di proprietà dell’Università”.

“Queste nuove strutture – ha dichiarato il professor Roberto Venanzoni, Presidente Intercorso di Laurea e di Laurea Magistrale di Area Biologica e Naturalistica - offriranno servizi altamente qualificati ai nostri studenti, permettendo una migliore interazione fra attività di studio teorico ed esperienza pratica. I nuovi laboratori avranno ricadute positive per la logistica dell’organizzazione didattica e una migliore possibilità di aggregazione degli studenti, che non saranno più costretti a continui spostamenti fra più sedi”.

I LABORATORI

I nuovi Laboratori Didattici Biologici e Naturalistici dei Corsi di Laurea in Scienze Biologiche e Naturali occupano una superficie di circa 400 mq al primo piano dell’Edificio A Polo Biologico di Via del Giochetto, e si distinguono in:

  • Laboratorio AZZURRO (Metodologie Cellulari);

Laboratorio dedicato a tecniche che evidenziano particolari strutture di organi, tessuti e cellule. Attrezzature potenziate con Armadi di sicurezza per reagenti acidi, basi e infiammabili; Cappa chimica a ricircolo a doppia filtrazione molecolare (per reagenti acidi, basi e solventi); postazioni studenti dotate di becchi bunsen.

  • Laboratorio GIALLO (Metodologie Molecolari);

Laboratorio dedicato a: tecniche di estrazione, purificazione e separazione del DNA,

tecniche elettroforetiche e tecniche spettrofotometriche.

In dotazione cappa per biologia molecolare, alimentatori per elettroforesi, western blotting, centrifuga da banco e centrifuga per eppendorf, spettrofotometri, pHmetro, bagno termostatico, bilancia tecnica.

  • Laboratorio Verde (Microscopia);

Laboratorio dedicato allo studio della morfologia. Gli studenti hanno postazioni dotate alternativamente di stereo-microscopi da dissezione (offrono ingrandimento minore, ma hanno grande profondità di campo e permettono di lavorare con campioni relativamente grandi) e di microscopi binoculari con obiettivi 10X 20X 40X e 100X ad immersione (per l’osservazione di preparati istologici di organi, tessuti, cellule).

La postazione del docente ha in dotazione uno stereo-microscopio da dissezione in campo chiaro e in campo scuro e un microscopio binoculare con obiettivi 5X 20X 40X e 100X a immersione.  L’attrezzatura è stata potenziata con due video-fotocamere ad altissima velocità (60fps full HD), immagini digitali ad alta risoluzione, alta fedeltà nella riproduzione dei colori (importantissima in istologia) che lavorano senza ausilio di PC. I video e le immagini (a 8MP) sono facilmente esportabili per la postproduzione dei video o per l’analisi d’immagine.

Le video-fotocamere sono interfacciate con un monitor TV 60‘’ con risoluzione 4K ultra HD cui è possibile connettere anche un portatile.

Il monitor TV è connesso alla rete ed è quindi possibile la ricerca e la riproduzione di materiale didattico oggi disponibile nel web.

Il Laboratorio ha anche uno spazio dedicato alle tecniche di istologia classica con in dotazione un microtomo, una piastra riscaldante per le sezioni in paraffina, un becco bunsen ed una stufa per inclusioni in paraffina.

  • Laboratorio di Microscopia in fluorescenza;

Laboratorio dedicato alle tecniche di microscopia in fluorescenza. I preparati sono trattati con reagenti speciali (fluorocromi), le cui singole molecole sono in grado di assorbire la luce per un tempo eccezionalmente breve – generalmente miliardesimi di secondo – e di emetterla poi nuovamente. Quando vengono eccitati, le marcature fluorescenti si accendono e rendono le strutture chiaramente visibili attraverso la propria emissione di luce. Il microscopio a fluorescenza è dotato di una fotocamera collegata a un PC con il quale vengono acquisite le immagini di interesse. In microscopia a fluorescenza si lavora al buio, per questo motivo è stato dedicato un Laboratorio apposito in modo da permettere l’uso in contemporanea del Laboratorio Verde di Microscopia.

  • Laboratorio BEIGE (Colture Cellulari);

Laboratorio dedicato alle tecniche per colture cellulari e/o microbiologiche. Le attrezzature disponibili sono una cappa a flusso laminare, un termostato a CO2, un termostato e un microscopio rovesciato con telecamera identica a quelle in dotazione al Laboratorio di Microscopia.

  • Laboratorio di Preparazioni, Sterilizzazione, H2O distillata e ultrapura;

Laboratorio dedicato al lavaggio della vetreria, alla preparazione dei terreni di coltura ed alla loro sterilizzazione. Il laboratorio dispone di due autoclavi di cui una da banco, di una stufa per sterilizzazioni a secco, di un incubatore per uova feconde per lo sviluppo di embrioni di pollo e di un deionizzatore a resine miste.

La disponibilità di Laboratori adeguati in termini di spazio e attrezzature permette di elevare notevolmente la capienza e la qualità dell’offerta di didattica sperimentale dei Corsi di Laurea Biologici e Naturalistici.

laboratori nastro r

venanzoni moriconi tarantelli r

laboratori 2r

laboratori 1r

Perugia, 2 febbraio

Laurea honoris causa in Fisica al prof. Takaaki Kajita Premio Nobel per la Fisica nel 2015 - Perugia, lunedì 13 febbraio 2016, Aula Magna, ore 11

L’Università degli Studi di Perugia, lunedì 13 febbraio 2017, alle ore 11, in Aula Magna,  conferirà la Laurea Magistrale honoris causa in Fisica al professor Takaaki Kajita.

Takaaki Kajita, nato nel 1959, in Giappone, è ricercatore e docente di Fisica che opera nell’Istituto per la ricerca sui raggi cosmici dell’Università di Tokyo. Ha vinto il Premio Nobel per la Fisica nel 2015, insieme al canadese Arthur McDonald, per la scoperta delle oscillazioni del neutrino, dimostrazione che i neutrini hanno massa.

La solenne cerimonia sarà presieduta dal professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia. Il dottor Helios Vocca, del Dipartimento di Fisica e Geologia, Promotore del riconoscimento, terrà la Laudatio Academica cui seguirà la Lectio Magistralis del professor Kajita sul tema “La scoperta della massa dei neutrini”.

Nel pomeriggio,  per “Un giorno con il Nobel. Dai neutrini alle onde gravitazionali”, titolo delle iniziative legate alla presenza a Perugia di Takaaki Kajita, il fisico giapponese interverrà, alle ore 18, alla Sala dei Notari con la Lectio Magistralis  “Le onde gravitazionali e la nuova astrofisica”.

All’incontro, aperto alla cittadinanza e alle scuole, parteciperanno il Sindaco Andrea Romizi, e il Rettore Franco  Moriconi.

takaaki kajita

Perugia, 1 febbraio

E’partita da Terni la campagna di Orientamento dell’Università di Perugia, tanti giovani hanno affollato gli stand al Polo didattico di Medicina 

Quasi mille e cinquecento gli studenti delle ultime classi delle Scuole medie superiori dell’area ternana, narnese e reatina sono oggi in visita al salone dell’Orientamento dell’Università degli Studi di Perugia, ospitato dal Polo didattico di Medicina a Terni: una vera e propria folla di giovani alla ricerca di informazioni sui corsi di laurea e sulla vita universitaria, oltre che sulle prospettive lavorative connesse ai percorsi formativi; a rispondere ai loro quesiti i docenti dello Studium e gli studenti senior dei sedici dipartimenti dell’Ateneo e del Polo scientifico Didattico di Terni.

Ad inaugurare il salone, che costituisce il primo dei dieci eventi della campagna di Orientamento 2017, stamane c’erano il Rettore Prof. Franco Moriconi, l’Assessore municipale Tiziana De Angelis e il Delegato all’Orientamento Anna Martellotti.

“La grande quantità di giovani presenti oggi conferma l’opportunità e la necessità di queste iniziative, per la cui organizzazione ringrazio il Delegato Anna Martellotti – ha sottolineato il Rettore Moriconi –. Oggi ringrazio anche il Comune di Terni, per l’impegno e il sostegno che dà al fine dello sviluppo del Polo Universitario, e colgo anche l’occasione per sottolineare che l’Ateneo sta lavorando senza posa alla revisione degli ordinamenti didattici, per proporre ai giovani corsi di laurea moderni e in linea con le tendenze del mondo del lavoro. Alcuni prodotti di questa politica, che non mancheranno di attirare l’attenzione dei futuri universitari – ha concluso il Rettore - sono i nuovissimi corsi di laurea, triennale in Design e Magistrale in Integrazione giuridica europea e diritti umani, così come il nuovo percorso formativo che stiamo costruendo nell’ambito della Protezione Civile, da erogare a Foligno o il curriculum in Progettazione circolare della Magistrale in Ingegneria Industriale qui a Terni”.

“Il programma 2017 di appuntamenti con l’Orientamento Unipg prevede ulteriori otto realtà umbre e una toscana: Assisi, Castiglione del Lago, Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Todi, Gubbio e Sansepolcro – ha aggiunto la professoressa Anna Martellotti -: nello stile consolidato della nostra Università, in ciascuna di queste occasioni gli stand vedranno la presenza di personale docente che si mette al servizio dei ragazzi per aiutarli a fare una scelta universitaria consapevole, mirando a fornire un’informazione completa sia su contenuti formativi che prospettive professionali”.

Il prossimo incontro si terrà ad Assisi, martedì 7 febbraio 2017, alle ore 9, a Palazzo Bernabei.

dsc 2628

dsc 2601

dsc 2587

dsc 2566

dsc 2532

Perugia, 1 febbraio

Domani l’inaugurazione dei nuovi Laboratori Didattici Biologici e Naturalistici - Giovedì 2 febbraio 2017, alle ore 16, Perugia, via del Giochetto 

Giovedì 2 febbraio 2017, alle ore 16, saranno inaugurati i nuovi Laboratori Didattici Biologici e Naturalistici dei Corsi di Laurea in Scienze Biologiche e Naturali; si trovano a Perugia, al primo piano dell’Edificio A Polo Biologico nella parte alta di Via del Giochetto.

Alla cerimonia interverranno Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Francesco Tarantelli, direttore del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, e Roberto Venanzoni, presidente Intercorso di laurea e di laurea Magistrale di Area Biologica e Naturalistica.

Si tratta di 6 laboratori completamenti nuovi, articolati su oltre 400 metri quadrati:

Laboratorio AZZURRO (Metodologie Cellulari);

Laboratorio GIALLO (Metodologie Molecolari);

Laboratorio Verde (Microscopia);

Laboratorio di Microscopia in fluorescenza;

Laboratorio BEIGE (Colture Cellulari);

Laboratorio di Preparazioni, Sterilizzazione, H2O distillata e ultrapura.

La disponibilità di Laboratori adeguati in termini di spazio e attrezzature permette di elevare notevolmente la capienza e la qualità dell’offerta di didattica sperimentale del Polo Scientifico di Via del Giochetto.

Perugia, 1 febbraio

Isabella Dalla Ragione, vincitrice del premio “Nonino”  e l’endocrinologa Gabriella Angeletti ospiti domani di “Speciale Università” 

Domani, giovedì 2 febbraio 2017, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre, condotta da Cristina Castellano.

Nella prima parte verrà presentato l'attività di ricerca sull'archeologia arborea condotta dalla dottoressa Isabella Dalla Ragione che ha recentemente ricevuto il premio Nonino Resit d'Aur.

Con la professoressa Gabriella Angeletti, endocrinologa, si parleràdei fattori di rischio di infertilità per i giovani; problematica che   l’Università degli Studi di Perugia e l’Agenzia Diritto Studio Universitario (ADISU) intendono contrastare con l’iniziativa  “Andro Giovani”.

 

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 7 febbraio 2017, alle ore 18.20.

Tutti i video della nuova stagione del programma Speciale Università possono essere rivisti nella sezione istruzione-formazione del sito di Tef Channel.

http://www.tefchannel.it/pagine/istruzione-e-formazione

 


Torna su
×