Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 31 marzo

A Perugia il Festival della Salute, iniziativa del Consiglio degli Studenti - Martedì 4 e mercoledì 5 aprile 2017

Il Consiglio degli Studenti dell'Università degli Studi di Perugia organizza, nei giorni di martedì 4 e mercoledì 5 aprile 2017, il Festival della Salute, iniziativa per sensibilizzare la popolazione studentesca rispetto a un nuovo modo di concepire questo concetto: “salute” intesa in senso ampio, come uno stato di benessere da vivere tutti insieme all’interno degli spazi universitari e da condividere con la comunità cittadina. 

Secondo l'OMS “L’'Università promotrice di Salute” è un agente di trasformazione per la salute e la sostenibilità delle società attuali e future, capace di rafforzare le comunità e contribuire al benessere delle persone, dei luoghi e del pianeta. In altre parole, l'Università si può intendere come uno spazio di istruzione superiore in cui gli studenti in particolare, ma anche i docenti e lo staff amministrativo possano sperimentare processi di empowerment, accrescere le proprie competenze e aumentare il controllo sulla propria salute: l'Università degli Studi di Perugia, i suoi studenti e docenti sono giornalmente impegnati in progetti di promozione e tutela della salute, dedicati alla comunità universitaria ma anche costruiti con e per la comunità locale. 

Il Festival della Salute, in programma a Perugia, ha dunque l'obiettivo di diffondere questo approccio presso gli studenti, la comunità universitaria e i cittadini, affinché, grazie alla collaborazione di tutti, si possano posare le prime pietre del progetto “Università degli Studi di Perugia, Università promotrice di Salute”. 

Martedì 4 aprile, alle ore 9.30, si inizierà al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali con una colazione cappuccino e cornetto al prezzo ridotto di 1,60 euro, cui seguirà un tavolo di lavoro su “Alimentazione, partecipazione della comunità locale e sostenibilità”, con la presentazione dei progetti del gruppo International Association of Agricultural Students (IAAS sede di Perugia) e del prof. David Grohmann.

Alle ore 12.30 i partecipanti si trasferiranno con biciclette e mezzi pubblici al Polo di Medicina  per il pranzo, alle ore 14, presso la mensa di Medicina, per proseguire alle ore 15 con il tavolo di lavoro su "Salutogenesi e Prevenzione".

La giornata si concluderà alle ore 20.45 con il ‘Piedibus della Salute’ da piazza Monteluce al ‘Balù’, in Via Cartolari 26.


Mercoledì 5 aprile, alle ore 10, nell'Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie con la conferenza 'Università che promuove la Salute’ con la partecipazione di docenti e studenti di Università italiane  e straniere; alle ore 13.30 il pranzo alla mensa universitaria centrale, quindi alle ore 15 al Caffè 110 l'evento si conclude con una sessione di sintesi dei tavoli del giorno precedente. 

L'evento è organizzato dal Consiglio degli studenti dell'Università degli Studi di Perugia con la collaborazione di Regione Umbria, Comune di Perugia, ADiSu, Usl 1 Umbria - Centro Formazione, BALU', SISM Perugia, IAAS Perugia, PIEDIbus, Omphalos LGBTI, FIAB Perugia Pedala, Anche senza camice, SinistraUniversitaria - UdU Perugia  e Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria.

Perugia, 31 marzo

Presentazione del corso in “International Digital Sales Management” - Lunedì 3 aprile 2017, Aula 2 dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche


Si svolgerà lunedì 3 aprile 2017, alle ore 17, nell'Aula 2 dei Dipartimenti di Economia e Scienze politiche dell'Università di Perugia (via Pascoli 20), l'evento di presentazione del corso di alta formazione in International Digital Sales Management (IDSM).

E’ promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche e da Nexo Corporation, azienda del territorio perugino specializzata in internazionalizzazione, linguistica ed e-commerce. 

L’obiettivo formativo del Corso - che prenderà avvio nel mese di maggio 2017 - è quello di aggiornare la formazione tradizionale degli Export Manager attraverso le nuove competenze legate al web, creando, così, figure professionali in grado di sfruttare appieno le opportunità offerte da internet, dalle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) e dalle forme più innovative di web marketing. 

Alla tavola rotonda di lunedì 3 aprile saranno presenti docenti e rappresentati di note aziende umbre, che si confronteranno sui temi del corso e sulle nuove figure professionali che stanno nascendo grazie all’avvento del mercato digitale e delle nuove tecnologie.  

Per studenti e laureati sarà un'occasione per approfondire gli aspetti del corso, conoscere da vicino docenti e materie ed effettuare la pre-iscrizione, per le aziende e i professionisti, sarà un'opportunità per venire in contatto con le figure professionali di domani, potenziali collaboratori, in grado di portare innovazione e know-how per la crescita delle loro aziende.

PROGRAMMA DI LUNEDì 3 APRILE 2017

ORE 17.15 - Inizio dei lavori

Introduzione e presentazione dell’evento - a cura del Prof. Fabio Raspadori

Il cambiamento dell’Export Manager e l’importanza di una figura correttamente formata per le aziende - a cura di Marco Raspati

Tavola rotonda di approfondimento con la partecipazione dei docenti del corso:

-          Dott. Fabrizio Minelli: Docente del modulo “La gestione delle attività commerciali attraverso l’impiego delle tecnologie digitali”

-          Dott. Fabio Raspadori: Docente del modulo “Quadro Normativo: il contesto europeo con focus sulle opportunità per i mercati nazionali”

-          Dott.ssa Francesca Saladino: Docente dei moduli “Contratti internazionali e diritto commerciale” e “Dogane, Trasporti e Logistica”

-          Dott. Luca Primieri: Docente del modulo “Dogane, Trasporti e Logistica”

-          Dott. Matteo Piselli: Docente del modulo “Il piano di marketing internazionale digitale - Social media per il Business development e per la gestione delle risorse umane”

-          Dott. Marco Liviantoni: Docente dei moduli “Introduzione – Concetto di risorsa 2.0” e “Politiche Europee per l’internazionalizzazione ed opportunità di business online”

Partecipa alla tavola rotonda Daniele Grigi, Marketing Manager Gruppo Grigi S.p.a, come case history e testimonianza diretta delle necessità delle aziende che fanno Export.

Modera la Dott.ssa Diletta Paoletti

ORE 19.00 - chiusura dei lavori

Ulteriori informazioni: https://goo.gl/xy0RpU

Perugia, 31 marzo

CONFERENZA STAMPA - Inaugurazione nuova Aula Studio a Monteluce e presentazione servizio sperimentale Mobilità Notturna - Perugia, lunedì 3 aprile 2017 – ore 10.30 

Sarà inaugurata lunedì 3 aprile 2017 alle ore 10.30, a Perugia nel quartiere di Monteluce, la nuova Aula Studio H24 aperta a tutti gli studenti dell’Università degli Studi di Perugia. Contestualmente, nella stessa Aula Studio, si terrà una conferenza stampa per la presentazione del servizio sperimentale di mobilità notturna che inizierà a funzionare venerdì 7 aprile.

All’incontro con i giornalisti interverranno: Magnifico Rettore Franco Moriconi, Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, Sindaco del Comune di Perugia Andrea Romizi, assessori regionali alle Infrastrutture e Trasporti, Giuseppe Chianella, alle Riforme, all'Istruzione e al Diritto allo studio Antonio Bartolini, l’Assessore alla Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli, il Commissario Adisu Luca Ferrucci, l’Amministratore di Umbria Digitale Stefano Bigaroni e il Delegato del Rettore per i servizi agli Studenti Federico Rossi.

L’Aula Studio, in piazza Cecilia Coppola n°1 (lo spazio interno del nuovo complesso di Monteluce), risponde alle esigenze di studio e di aggregazione della numerosa comunità studentesca che insiste nell’area di Moneteluce.

L’iniziativa è resa possibile grazie alla collaborazione tra Unipg e ADISU e alla disponibilità di BNP Paribas che ha ceduto in comodato gratuito lo spazio all’ADISU.

Umbria Digitale, inoltre, ha provveduto alla fornitura del collegamento Internet.

L’iniziativa costituisce una soluzione temporanea, in attesa della realizzazione dello studentato ADISU a Monteluce, dove è prevista un’aula studio e di aggregazione.

La Mobilità Notturna prenderà il via, a Perugia, venerdì 7 aprile. La sperimentazione della mobilità notturna inizierà con due linee in esercizio le sere di venerdì e sabato (ad eccezione dei giorni 14 e 15 aprile) nella fascia oraria 22.00-02.00. Pensato principalmente per le esigenze degli studenti universitari, il servizio è comunque fruibile da tutti. 

Perugia, 30 marzo

L’Università di Perugia celebra i Sessanta anni dei Trattati di Roma con due iniziative volte ad orientare studenti e laureandi - Perugia, venerdì 31 marzo 2017 – ore 10,30 

L’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con l’ISPI (Istituto per gli Studi di politica internazionale), organizza due incontri: “Youth for Europe” - Dibattito sul Parlamento Europeo e le opportunità per i giovani in Europa e “GLOBE” – Salone di orientamento alle carriere internazionali. Si svolgono in occasione delle celebrazioni del Sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma,  

Gli incontri si svolgeranno all’Università di Perugia venerdì 31 marzo 2017, alle ore 10.30 nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche/Dipartimento di Economia, in via Pascoli 20.

L’evento “Youth for Europe” vedrà la partecipazione di professori ed esperti di Unione Europea, i quali discuteranno di Europa, Parlamento europeo e delle opportunità per i giovani nell’UE.

Programma: ore 10.30 – 11.00 Registrazione. Ore 11.00 – 12.00: Prima Sessione “Le sfide del Parlamento Europeo” Testimonianza Europarlamentare - Fabio Raspadori, Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi di Perugia Matteo Villa, ISPI 12.00 – 13.00 Seconda Sessione “Lavorare in Europa” - Francesca Frigo, ISPI School;  Nicolò Maganza, tirocinante Blue Book Commissione Europea

L’evento “Globe” ospiterà diplomatici, funzionari delle organizzazioni internazionali ed esperti nel campo della cooperazione allo sviluppo e delle emergenze umanitarie, che si confronteranno e forniranno informazioni e utili suggerimenti sulle opportunità da cogliere, su come prepararsi durante gli anni universitari e sulle modalità di accesso a queste stimolanti professioni. Programma:  ore 14.15-15.30 - Il contesto: L’età dell’incertezza. Scenari globali e l’Italia; Ore 15.30-17.00 - Lavorare in diplomazia e nelle organizzazioni internazionali

Si tratta di un’importante opportunità per coloro che vorrebbero lavorare nell’ambito dell’Unione Europea. Per maggiori informazioni e per iscriversi agli eventi, si possono consultare i programmi allegati e visitare:

http://www.ispionline.it/it/eventi/evento/globe-perugia-0

http://www.ispionline.it/it/eventi/evento/youth-europe-parliament-and-us-perugia 

 

Perugia, 30 marzo

La distrofia muscolare Duchenne e la cellula di Sertoli, domani l’evento organizzato in collaborazione con Parent Project onlus - Perugia, venerdì 31 marzo 2017 – ore 15 - Aula Magna Scuola Interdipartimentale Medicina e Chirurgia, Sant’Andrea delle Fatte

A Perugia, nell’Aula Magna della Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia dell’Università, domani, venerdì 31 marzo 2017, alle ore 15, si svolgerà un convegno dedicato alla distrofia muscolare di Duchenne, organizzato dalla Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia e dall’Accademia Anatomico-Chirurgica di Perugia, in collaborazione con Parent Project onlus, l’Associazione di genitori di bambini e ragazzi affetti da questa grave patologia genetica rara.

Al convegno parteciperanno Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia, Emilio Duca, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, Maurizio Dal Maso, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Terni, oltre ad accademici e ricercatori impegnati in studi correlati con la distrofia muscolare di Duchenne.

Al centro dell’incontro sarà il progetto di ricerca “L’utilizzo di cellule di Sertoli microincapsulate nella distrofia muscolare di Duchenne. Verso l’applicazione sui pazienti”, coordinato dal Prof. Guglielmo Sorci (Dipartimento Medicina Sperimentale) in collaborazione con i professori Riccardo Calafiore (Dipartimento Medicina) e Giovanni Luca (Dipartimento Medicina Sperimentale).

L’iniziativa ha lo scopo di indagare l’applicabilità di una potenziale strategia terapeutica basata sull’impiego di cellule di Sertoli per contrastare l’infiammazione e la degenerazione muscolare nella distrofia muscolare di Duchenne.  


La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è la forma più grave delle distrofie muscolari, si manifesta nella prima infanzia e causa una progressiva degenerazione dei muscoli, conducendo, nel corso dell’adolescenza, ad una condizione di disabilità sempre più severa. Al momento, non esiste una cura. I progetti di ricerca e il trattamento da parte di un’équipe multidisciplinare hanno permesso di migliorare le condizioni generali e raddoppiare l’aspettativa di vita dei ragazzi.

A rappresentare il mondo associativo legato alla comunità Duchenne, interverrà Nicoletta Madia, Responsabile comunicazione, raccolta fondi e relazioni internazionali di Parent Project onlus, realtà da 20 anni impegnata nel sostegno alla ricerca e nel supporto alle famiglie che convivono con la patologia.

A margine dell’incontro, chi lo desidera potrà contribuire a sostenere il progetto coordinato dal Prof. Guglielmo Sorci, prenotando le uova pasquali di Parent Project, nell’ambito della campagna nazionale di raccolta fondi “A Pasqua fai una sorpresa alla ricerca!” promossa dalla onlus. Quest’anno il ricavato dell’iniziativa verrà devoluto al progetto dedicato alle cellule di Sertoli.

La Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, istituita nel 2014 a seguito dell’abrogazione delle Facoltà nelle università italiane, è la struttura di raccordo dei Dipartimenti di Medicina, Medicina Sperimentale, e Scienze Chirurgiche e Biomediche dell’Università degli Studi di Perugia, avente quale scopo il coordinamento delle attività didattiche dei Corsi di Laurea afferenti ai tre Dipartimenti e delle connesse attività assistenziali presso il Policlinico “Santa Maria della Misericordia” in Perugia e il Policlinico “Santa Maria” in Terni

(http://www.unipg.it/ateneo/organizzazione/scuola-interdipartimentale-di-medicina-e-chirurgia).

L’Accademia Anatomico-Chirurgica di Perugia è stata fondata nel 1802 per merito del Prof. Pacifico Luigi Pascucci, medico e docente di materia medica. Nato a Perugia nel 1774, Pascucci progetta e realizza l’Accademia Anatomico-Chirurgica e compila nel 1802 il primo statuto della stessa. Questa data rappresenta l’atto di nascita dell’Accademia. Il riconoscimento ufficiale dell’Accademia avviene quasi immediatamente da parte del Cardinale Agostino Rivarola, Visitatore Apostolico in Perugia. Il 2 Ottobre 1993 viene pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale No. 232, l’attuale Statuto dell’Accademia Anatomico-Chirurgica di Perugia, a seguito di apposito decreto del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 13 Novembre 1992. L’Accademia si configura come un Ente Morale che si dedica a ospitare sedute scientifiche in ambito biomedico, a patrocinare premi di laurea o di dottorato, a ospitare letture magistrali di eminenti studiosi, e a collaborare all’attività didattica del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Ateneo Perugino (http://www.med.unipg.it/accademia). 

Parent Project onlus è un’associazione di genitori con figli affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker.  Dal 1996 lavoriamo per migliorare il trattamento, la qualità della vita e le prospettive a lungo termine dei nostri bambini e ragazzi attraverso la ricerca, l’educazione, la formazione e la sensibilizzazione. Gli obiettivi di fondo che ci hanno fatto crescere fino ad oggi sono quelli di affiancare e sostenere le famiglie dei bambini che convivono con queste patologie attraverso una rete di Centri Ascolto, promuovere e finanziare la ricerca scientifica al riguardo e sviluppare un network collaborativo in grado di condividere e diffondere informazioni chiave.

www.parentproject.it

 

Perugia, 29 marzo

I cambiamenti climatici e la mostra sul Sassoferrato a “Speciale Università” 

Domani, giovedì 30 marzo 2017, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre, condotta da Cristina Castellano.

Nella prima parte della puntata si parlerà di cambiamenti climatici e dati meteo-climatici (big data); presente in studio la professoressa Paolina Bongioannini Cerlini del CIRIAF - Centro interuniversitario di ricerca sull'inquinamento da agenti fisici.

Il servizio esterno riguarderà la mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita", cura Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, che sarà inaugurata, nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro,  venerdì 7 aprile 2017.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 4 aprile 2017, alle ore 18.20.

Perugia, 27 marzo

Dopo 200 anni  L’Immacolata Concezione del Sassoferrato è tornata a San Pietro. L’abate l’accoglie con il canto dell’Ave Maria. Presenti Moriconi e Galassi 

L’Immacolata Concezione di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato è stata collocata stamane nell’allestimento della mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” di prossima apertura presso la Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro, a Perugia.

Il dipinto, che raffigura la Vergine a mani giunte circondata di angioletti, conservato al Louvre di Parigi, ha viaggiato sino al capoluogo umbro in una speciale cassa climatizzata che, questa mattina, è stata aperta sotto la supervisione di un funzionario del museo parigino e collocata all’interno del percorso espositivo in allestimento.

Presenti al suggestivo momento la professoressa Cristina Galassi (che insieme a Vittorio Sgarbi cura l’esposizione), il Rettore Franco Moriconi, presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria e l’abate Giustino Farnedi.  

La magnifica pala – da qui l’eccezionalità dell’evento di oggi - fu prelevata, nel 1812, proprio dall’Abbazia benedettina di San Pietro per ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée Napoleon - come si chiamava allora l’odierno Museo del Louvre - dove, da allora, è sempre rimasta. 

Particolarmente complessa è stata la procedura per ottenere il prestito della tela da Parigi a Perugia: stamane, dopo le verifiche di integrità compiute dalla funzionaria del Louvre, sulla cassa prima, poi sull’imballaggio, poi sul dipinto, la splendida opera si è svelata nella sua grande bellezza e dolcezza. Così bella da generare un fuori programma che ha reso ancora più significativo il momento: l’abate Farnedi le ha reso omaggio intonando l’’Ave Maria’, il saluto più solenne per il ritorno ‘a casa’ del capolavoro.

La mostra, che verrà aperta a pubblico l’8 aprile prossimo e fino al primo ottobre, è organizzata dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia, insieme all’Università degli Studi di Perugia e alla Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, e il patrocinio del Comune -.

La ‘vernice’ per la stampa è in programma  venerdì 7 aprile 2017,  alle ore 12, mentre l’inaugurazione si svolgerà, lo stesso giorno, alle ore 17.

 

immacolata 8

immacolata moriconi 4immacolata moriconi 5

cristina galassi 2

immacolata il canto abate farnedi

immacolata imballoimmacolata verifiche 2

immacolata moriconi 2

immacolata moriconi 1

immacolata 7

immacolata cristina galassi 1

immacolata 10immacolata 5

Perugia, 27 marzo

“Le dimensioni delle lingue e dei linguaggi. La prospettiva glottodidattica” - Convegno organizzato da Università di Perugia e Scuola Lingua Estere dell’Esercito - Perugia, mercoledì 29 e giovedì 30 marzo 2017

Il 29 e il 30 marzo prossimi si terrà a Perugia il primo convegno sulle “Dimensioni delle lingue e dei linguaggi in una prospettiva glottodidattica”, organizzato dall’Università degli Studi di Perugia e dalla Scuola Lingua Estere dell’Esercito.

Si tratta di un progetto di ricerca nato nell’ambito del protocollo d’intesa, siglato tra l’Istituto di formazione linguistica militare e il Dipartimento di Lettere, Lingue, Letterature e Civiltà Antiche e Moderne dell’Ateneo, per riunire docenti e discenti di entrambe le parti sui temi della formazione degli studenti e degli insegnanti alla glottodidattica, la disciplina che analizza e mette in pratica approcci teorici, strategie e tecniche per l'insegnamento delle lingue seconde, ovvero non materne.

L’evento si svilupperà in due giorni: mercoledì 29 marzo presso il complesso Monumentale di Santa Giuliana, sede della Scuola Lingue Estere dell’Esercito, giovedì 30 marzo a Palazzo Manzoni, sede del Dipartimento di Lettere dell’Ateneo perugino.

Entrambe le giornate saranno caratterizzate da una sessione teorica, con interventi scientifici dedicati all’approccio e ai metodi glottodidattici, alla linguistica, all’apprendimento delle lingue, alle modalità e-learning, alla geopolitica delle lingue, cui seguirà una sessione pomeridiana più dinamica e interattiva, durante la quale i partecipanti, suddivisi in piccoli gruppi, si cimenteranno nello sviluppo di proposte e progetti operativi, elaborati sulla base delle tecniche e delle linee teoriche esposte dai vari relatori.

Il convegno “Dimensioni delle lingue e dei linguaggi in una prospettiva glottodidattica” evidenzia il profondo legame culturale e la sinergia d’intenti sui temi dell’apprendimento linguistico, esistenti tra l’Università degli Studi di Perugia e la Scuola Lingue Estere dell’Esercito, soggetto formativo che può essere considerato come una “terza Università” perugina.

Perugia, 27 marzo

Domani incontro a Scienze Politiche “Raccontare lo sport. Dalla radio alla rete” con Riccardo Cucchi, ‘voce’ di “Tutto il Calcio minuto per minuto” 

“Raccontare lo sport. Dalla radio alla rete”  è il titolo dell’incontro che si svolgerà martedì 28 marzo 2017, alle ore 15, nell’Aula 1 di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, in Via Pascoli 20. L’iniziativa vedrà Riccardo Cucchi (giornalista RAI e storica voce della trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”) confrontarsi con Andrea Di Caro (giornalista e responsabile del sito gazzetta.it) e con Luca Garosi (giornalista RAI e coordinatore didattico della Scuola di giornalismo di Perugia). L’incontro sarà introdotto dal professor Vincenzo Sorrentino, coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione.

Tali corsi dell’Università di Perugia, organizzatori del confronto, vedono una parte considerevole della loro offerta formativa articolarsi nell’area tematica degli studi sui mezzi di comunicazione di massa e sulla comunicazione digitale.

La comunicazione, anche quella che ha per oggetto gli eventi sportivi, viaggia sempre di più sulla rete. Tra tutti i media tradizionali la radio è quello che si è meglio integrato con la digitalizzazione: non ha cercato di combatterla ma l’ha sfruttata a suo favore. Anche nell’era digitale la radio rimane uno dei canali centrali di diffusione del pop: non l’hanno uccisa né gli mp3 né i social network.  Anzi si può dire che la radio è un social network ante litteram, in quanto conta molto l’interazione (il 70 per cento dei programmi tradizionali sono fatti di telefonate, di presenza degli ascoltatori). 

Perugia, 24 marzo

 

Presentazione dell’esposizione “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” - L’Immacolata Concezione del Sassoferrato sarà collocata in mostra - lunedì 27 marzo alle ore 9. Galleria “Tesori d’Arte”, Complesso Monumentale di San Pietro, Perugia - LE REDAZIONI SONO INVITATE A INTERVENIRE“ 

Presentata questa mattina, in conferenza stampa, la mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, che sarà ospitata nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro dall’8 aprile all’1 ottobre 2017.

 

L’evento, organizzata da Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, e il patrocinio del Comune, consentirà di vedere di nuovo nel capoluogo umbro uno dei capolavori di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato, ovvero l’Immacolata Concezione, la magnifica pala prelevata nel 1812 dall’Abbazia benedettina di San Pietro per ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée Napoleon - come si chiamava allora l’odierno Museo del Louvre - dove, da allora, è sempre rimasta.

Lunedì 27 marzo 2017, sempre nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro, alle ore 9, verrà aperta la speciale cassa che ha consentito il trasporto del dipinto e collocata l’opera all’interno dell’esposizione.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il Professore Franco Moriconi, presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria e Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, l’Assessore regionale Fernanda Cecchini, Teresa Severini, Assessore municipale alla cultura, turismo e università,  Fabrizio Stazi, Segretario Generale della Fondazione Cassa Risparmio Perugia, e Cristina Galassi che, insieme a Vittorio Sgarbi, cura l’esposizione. Presenti anche don Giustino Farnedi  e padre Martino Siciliani della comunità del Monastero di San Pietro.

“In questa mostra vengono riuniti capolavori del pittore marchigiano provenienti da varie raccolte pubbliche e private italiane e straniere -  ha detto la professoressa Galassi -. Si potranno ammirare, fra l’altro, tutte le 17 opere eseguite del Salvi per il complesso benedettino di San Pietro, a cominciare appunto dall’ ‘Immacolata Concezione’ che sta viaggiando proprio in queste ore in una cassa climatizzata, per giungere qui a Perugia nel pomeriggio di oggi”.

 

“Come Fondazione per l’Istruzione Agraria stiamo facendo di tutto perché la Galleria ‘Tesori d’Arte’ di San Pietro diventi un Polo museale a livello nazionale e internazionale – ha sottolineato il presidente Moriconi -. La mostra che andremo a inaugurare, oltre ad accrescere l’interesse per il Sassoferrato – complimenti alla professoressa Galassi che è riuscita a riportare ‘a casa’ l’opera conservata al Louvre -, contribuirà anche a rilanciare la conoscenza del complesso di San Pietro, un luogo ricchissimo di opere d’arte e che emana tutto il fascino della sua storia millenaria. Qui l’Università ha già realizzato il restauro del secondo chiostro e, a settembre, partiranno i lavori per il primo chiostro, proprio in un’ottica di valorizzazione di questa area di Perugia”.

“Nell’arco di quindici giorni abbiamo aperto al pubblico il terzo museo delle grafiche di Burri a Città di Castello, il Museo di Anatomia umana a Casalina, stiamo inaugurando questa mostra ad aprile partirà l’esposizione, a Spoleto, su capolavori nascosti, omaggio alle opere d’arte della Valnerina – ha detto l’assessore Cecchini -: questo è il segno che le istituzioni più importanti della Regione stanno facendo squadra per dire al mondo che l’Umbria va avanti, è in piedi ed è piena di fascino, di ricchezze artistiche e culturali. E in questa squadra c’è anche la vivacità della Fondazione, che sta lavorando per la crescita della parte espositiva e museale e per offrire significativi momenti di crescita culturale”.

 

“Ringrazio la professoressa Galassi e il Magnifico Rettore Moriconi per avere sollecitato ancora una volta l’interesse per l’arte, la cultura, la bellezza che questa città sa offrire grazie anche a questo Complesso di San Pietro – ha aggiunto l’assessore Severini -. E’ davvero significativo che il dipinto di Giovan Battista Salvi torni nel luogo di origine, realizzando, a Perugia, l’unica grande raccolta del Sassoferrato esistente al mondo. Coprendo tutto il periodo estivo e di inizio autunno, inoltre, l’esposizione promette di diventare un’occasione per attirare visitatori e recuperare i flussi turistici allontanati dai timori del terremoto: un contributo ulteriore, oltre a quello culturale, per Perugia e per l’intera Regione”.

“Credo che questa mostra sia un ulteriore segnale del nostro impegno non solo per la tutela, ma anche per la valorizzazione del territorio in cui operiamo – ha sottolineato Stazi, portando il saluto del presidente Giampiero Bianconi e evidenziando come, in 25 anni di vita, la Fondazione abbia erogato finanziamenti per 90 milioni di euro -. Visto, poi, il particolare momento che sta vivendo l’Umbria a causa degli eventi sismici, l’organizzazione di iniziative di grande valenza culturale come quella che stiamo presentando oggi, rappresenta un importante contributo per il rilancio dei flussi turistici: è fondamentale continuare ad operare per far sì che le nostre città e i nostri territori tornino ad essere destinazioni in grado di attrarre visitatori da fuori regione”.

Un ricco catalogo a stampa pubblicato dall’editore Aguaplano raccoglierà lo studio sistematico delle opere esposte, in aggiunta ad alcuni documenti inediti emersi dalle carte custodite nell’archivio della Basilica e nuove fonti utili per la ricostruzione della vita del Sassoferrato.

 

Per le Redazioni

La ‘vernice’ per la stampa è in programma  venerdì 7 aprile 2017,  alle ore 12 e mentre l’inaugurazione si svolgerà poi alle ore 17.

 

tavolo sassoferrato 3

moriconi cecchini

stazi galassi

galassi moriconi

Perugia, 24 marzo

Riccardo Cucchi, ‘voce’ di “Tutto il Calcio minuto per minuto” Ospite di  “Raccontare lo sport. Dalla radio alla rete”, incontro a Scienze Politiche -Martedì 28 marzo, ore 15, Aula 1, Dipartimento di Scienze Politiche

“Raccontare lo sport. Dalla radio alla rete”  è il titolo dell’incontro che si svolgerà martedì 28 marzo 2017, alle ore 15, nell’Aula 1 di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, in Via Pascoli 20. L’iniziativa vedrà Riccardo Cucchi (giornalista RAI e storica voce della trasmissione “Tutto il calcio minuto per minuto”) confrontarsi con Andrea Di Caro (giornalista e responsabile del sito gazzetta.it) e con Luca Garosi (giornalista RAI e coordinatore didattico della Scuola di giornalismo di Perugia). L’incontro sarà introdotto dal professor Vincenzo Sorrentino, coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione.

Tali corsi dell’Università di Perugia, organizzatori del confronto, vedono una parte considerevole della loro offerta formativa articolarsi nell’area tematica degli studi sui mezzi di comunicazione di massa e sulla comunicazione digitale.

La comunicazione, anche quella che ha per oggetto gli eventi sportivi, viaggia sempre di più sulla rete. Tra tutti i media tradizionali la radio è quello che si è meglio integrato con la digitalizzazione: non ha cercato di combatterla ma l’ha sfruttata a suo favore. Anche nell’era digitale la radio rimane uno dei canali centrali di diffusione del pop: non l’hanno uccisa né gli mp3 né i social network.  Anzi si può dire che la radio è un social network ante litteram, in quanto conta molto l’interazione (il 70 per cento dei programmi tradizionali sono fatti di telefonate, di presenza degli ascoltatori).

Perugia, 24 marzo

Finanziamenti per la ricerca, in Aula Magna c’è l’ERC Day 

Lunedì 27 marzo 2017 è in programma, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali,  “Erc Day. 2007-2017, dieci anni di ERC – European Research Council”.

Da dieci anni l’European Research Council – ERC finanzia ricercatori con progetti pioneristici e multidisciplinari, in tutti i settori della ricerca scientifica.

Questo programma di finanziamento della Commissione Europea può offrire concrete opportunità per chi intenda perseguire una carriera di ricerca: requisito per l’accesso all’ERC Starting Grant è l’aver conseguito il dottorato da almeno 2 anni e non più di 7 anni, dimostrando maturità scientifica e piena autonomia con pubblicazioni importanti come autore principale, oppure brevetti, inviti a conferenze, premi.

Alle ore 10 il saluto del Rettore Franco Moriconi, alle 10.15, l’introduzione del professor Marcello Guiducci, delegato Horizon 2020.

Alle 10.30 la sessione “Get togheter”, moderato dalla professoressa Caterina Petrillo: i ricercatori dell’Ateneo interessati alla presentazione di proposte ERC, potranno intervistare i vincitori dell’Università di Perugia (Flaminia Catteruccia, Ursula Grohmann, Maria Paola Martelli, Diego Perugini, Luigina Romani, Enrico Tiacci) portando alla luce storie, dinamiche umane e progetti: un momento di confronto tra esperienze consolidate e aspirazioni da realizzazione.

L’iniziativa è organizzata dall’Ufficio Progettazione internazionale dell’Ateneo di Perugia.

Perugia, 23 marzo

Domani, incontro a Palazzo Vitelli di Città di Castell sul tema: “Innovazioni normative sulla capitalizzazione degli interessi bancari” 

 

Domani, venerdì 24 marzo, alle 15,30 Palazzo Vitelli a Città di Castello, ospiterà il seminario sul tema: “Innovazioni normative introdotte in materia di capitalizzazione degli interessi: fine dell’atocismo bancario?”

Le recenti innovazioni normative che hanno riguardato la capitalizzazione degli interessi e dell’anatocismo bancario, infatti, introdotte con il Decreto n. 343/2016 di attuazione dell’art. 120, comma 2 del TUB, gravano sugli istituti di credito e colpiscono i correntisti chiamati a rilasciare il consenso espresso all’autorizzazione preventiva all’addebito in conto corrente degli interessi maturati ed esigibili da parte della Banca mediante sottoscrizione dell’apposita clausola, in ragione della prima scadenza del 1 marzo.

Il seminario, organizzato Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia,  è stato accreditato con 3 crediti formativi sia dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della Provincia di Perugia, sia dall’Ordine degli Avvocati di Perugia e permetterà ai presenti di approfondire un tema di grande interesse. Gli argomenti trattati nel convegno, i cui lavori saranno presieduti dal Prof. Avv. Simone Budelli, del Dipartimento di Economia dell’Università, saranno illustrati dagli interventi di esperti del settore. 

 

Perugia, 23 marzo

Conferenza stampa


“Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”
Mostra a cura di Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi

24 marzo 2017, ore 11
Galleria Tesori d’Arte della Fondazione per l’Istruzione Agraria
Complesso di San Pietro, Borgo XX Giugno, Perugia

Dopo più di due secoli torna a Perugia L’Immacolata Concezione, capolavoro di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato: la magnifica pala, infatti, fu prelevata nel 1812 dall’Abbazia benedettina di San Pietro per ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée Napoleon, come si chiamava allora l’odierno Museo del Louvre e da allora è sempre rimasta in Francia.
L’occasione per il rientro in Italia della tela sarà la mostra “Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, che la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia (FIA), presieduta dal Rettore dell’Università degli Studi di Perugia professore Franco Moriconi, si appresta ad inaugurare a Perugia il prossimo 7 aprile presso la Galleria “Tesori d’Arte” del complesso benedettino di San Pietro e che proseguirà fino all’1 ottobre 2017.

L’evento espositivo sarà presentato in conferenza stampa domani, 24 marzo 2017, alle ore 11, nella Galleria “Tesori d’Arte” (in Borgo XX giugno, Perugia) dal presidente della FIA Franco Moriconi, dagli Assessori regionale Fernanda Cecchini e comunale Teresa Severini, dal Segretario Generale della Fondazione Cassa Risparmio Perugia Fabrizio Stazi, insieme ai curatori Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi.


Oltre a tutte le 17 opere eseguite dal Sassoferrato per il complesso benedettino di San Pietro – fra cui anche l’Immacolata Concezione del Louvre – la mostra raccoglierà una quarantina di dipinti, sia di Sassoferrato sia di famosi maestri ai quali l’artista si ispirò, provenienti da varie raccolte pubbliche e private italiane e straniere, quali Pietro Perugino, con straordinarie opere di proprietà della Fondazione, di Tintoretto, presente in mostra la bellissima Maddalena dei Musei Capitolini, insieme a confronti con maestri contemporanei a Sassoferrato, come lo Spadarino, stretto seguace di Caravaggio.

La mostra è organizzata da Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, ed è patrocinata dal Comune di Perugia.

Perugia, 22 marzo

Dottorato di ricerca Honoris Causa in Biotecnologie al prof John A.Cidlowski, scienziato Usa di chiara famaal prof John A.Cidlowski, scienziato Usa di chiara fama

E’ stato conferito il Dottorato di ricerca Honoris Causa in biotecnologie al prof John A.Cidlowski, coordinatore del gruppo di Endocrinologia Molecolare all'interno del Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), North Carolina (USA).

La cerimonia, il lingua latina, secondo la tradizionale antica formula, si è svolta stamani, a Perugia nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie alimentari e Ambientali, del Complesso monumentale di San Pietro.

In apertura, il Promotore del dottorato prof Carlo Riccardi, Direttore del Dipartimento di Medicina dell’Università degli Studi di Perugia, ha presentato lo scienziato americano, evidenziandone le peculiarità e l’importanza.

A seguire il professor Cidlowski, che è Direttore del Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), presso il National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) del National Institutes of Health, ha tenuto la Lectio Magistralis sul tema “Roles for Glucocorticoids in Health and Disease: A Forty Year Perspective.

Al termine la Commissione per il conferimento del dottorato, composta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e dai professori Fausto Elisei, Carla Emiliani, Daniele Fioretto, Giovanni Gigliotti, Graziella Migliorati, Francesco Tarantelli, ha espresso parere favorevole sulla Lectio tenuta dal professor Cidlowski.

Il Rettore Moriconi ha quindi consegnato al Dottore honoris causa il libro (simbolo del sapere), l’anello (a significare la ‘congiunzione’ del laureato con la disciplina), il bacio accademico, il ‘tocco’, la toga dottorale e la Pergamena.

Il Promotore prof Carlo Riccardi ha evidenziato i motivi del conferimento del Dottorato di Ricerca honoris causa a John A. Cidlowski, uno scienziato di fama internazionale e “uno tra i massimi esponenti – ha sottolineato Riccardi - nella ricerca degli ormoni steroidei, in particolare dei glucocorticoidi, ormoni essenziali per la vita, e sorgente di farmaci importanti nel trattamento delle malattie infiammatorie, autoimmuni e di alcune forme tumorali. I suoi studi sono particolarmente importanti nella comprensione dei complessi processi delle malattie degenerative e per nuovi approcci terapeutici”.

Un altro aspetto importante della sua ricerca riguarda l’azione dei glucocorticoidi nella regolazione della morte cellulare. L'apoptosi, o morte cellulare programmata, è stata associata a più di 50 malattie umane, tra cui il cancro, l'AIDS e la malattia di Alzheimer. I meccanismi che regolano l’apoptosi hanno una forte componente ambientale, la loro attivazione, infatti, dipende da una varietà di contaminanti ambientali compresi erbicidi, arsenico, TCDD, particelle IPA, cadmio, amianto, prodotti della combustione ed altri inquinanti ambientali. Gli studi del prof. Cidlowski hanno aumentano la comprensione sui meccanismi molecolari che le cellule utilizzano per attivare e/o inibire l'apoptosi"

John A. Cidlowski ha conseguito il dottorato di ricerca in Endocrinologia (1975) al Medical College della Georgia. Ha pubblicato oltre 300 articoli peer-reviewed nelle principali riviste biomediche, così come diversi capitoli di libri.

Ha prestato servizio come Professore di Fisiologia e Biochimica presso l'Università della North Carolina a Chapel Hill prima di entrare al National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) nel 1995.

cidlowski 1

Perugia,21 marzo  

Premio di laurea “Alberto Mezzasoma”, le domande entro il 31 marzo 2017 

Per onorare la memoria del dottor Alberto Mezzasoma, per lunghi anni Direttore Amministrativo dell’Università degli Studi di Perugia, il Comitato Direttivo della Associazione omonima ha bandito un concorso per un premio annuale di laurea, per un importo di 1.000 euro da assegnare alla migliore tesi di laurea discussa tra il 01.03.2015 ed il 31.12.2016 in uno dei Dipartimenti appartenenti all’Università degli Studi di Perugia.

Il concorso, destinato ad una tesi di laurea magistrale, specialistica o “vecchio” ordinamento, è riservato a laureati figli di dipendenti o ex dipendenti dell’Ateneo perugino che abbiano conseguito il diploma in uno dei Dipartimenti dell’Ateneo nel periodo sopra specificato.

I concorrenti dovranno presentare domanda in carta semplice indirizzata al Presidente del Comitato Direttivo dell’Associazione “Alberto Mezzasoma” - Segreteria Direzione Dipartimento di Economia, Via Pascoli, 20, 06123, Perugia - entro le ore 12 del giorno 31.03.2017 - o farla pervenire a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro la stessa data.

I concorrenti dovranno presentare in carta semplice, pena la esclusione dal concorso, la seguente documentazione:

1) certificato di laurea con l’indicazione dei voti riportati nei singoli esami sostenuti;

2) due copie della tesi di laurea, controfirmate dal relatore;

3) certificato attestante di essere figli, di dipendenti o ex-dipendenti dell’Università degli Studi di Perugia.

L’assegnazione del premio di 1.000 euro sarà stabilita da una Commissione di tre membri, nominati dal Rettore dell’Università di Perugia tra i Docenti di ruolo dall’Ateneo e presieduta dal Presidente dell’Associazione.

Perugia, 21 marzo  

Domani il conferimento del Dottorato di ricerca Honoris causa in Biotecnologie allo scienziato Usa prof John A.Cidlowski - Perugia, Aula Magna di Agraria - Mercoledì 22 marzo 2017, ore 11.30

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato di ricerca Honoris causa in biotecnologie a John A.Cidlowski, coordinatore del gruppo di Endocrinologia Molecolare all'interno del Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), North Carolina (USA).

La cerimonia si svolgerà domani mercoledì 22 marzo 2017, alle ore 11.30, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie alimentari e Ambientali.

Il professor Cidlowski, Direttore Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), presso il National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) del National Institutes of Health, terrà la Lectio Magistralis sul tema “Roles for Glucocorticoids in Health and Disease: A Forty Year Perspective.

 

Promotore dell’assegnazione per meriti scientifici del Dottorato Honoris Causa al prof. John A Cidlowski è il prof Carlo Riccardi, Direttore del Dipartimento di Medicina dell’Università degli Studi di Perugia.


John A. Cidlowski ha conseguito il dottorato di ricerca in Endocrinologia (1975) al Medical College della Georgia. Ha pubblicato oltre 300 articoli peer-reviewed nelle principali riviste biomediche, così come diversi capitoli di libri.

Ha prestato servizio come Professore di Fisiologia e Biochimica presso l'Università della North Carolina a Chapel Hill prima di entrare al National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) nel 1995.

Cidlowski è uno dei massimi esponenti nella ricerca degli ormoni steroidei, in particolare dei glucocorticoidi, ormoni essenziali per la vita, e sorgente di farmaci importanti nel trattamento delle malattie infiammatorie, autoimmuni e di alcune forme tumorali. Gli studi del prof. Cidlowski sono particolarmente importanti nella comprensione dei complessi processi delle malattie degenerative e per nuovi approcci terapeutici.

Un altro importante focus della sua ricerca è quello dell’azione dei glucocorticoidi nella regolazione della morte cellulare. L'apoptosi, o morte cellulare programmata, è stata associata a più di 50 malattie umane, tra cui il cancro, l'AIDS e la malattia di Alzheimer. I meccanismi che regolano l’apoptosi hanno una forte componente ambientale, la loro attivazione, infatti, dipende da una varietà di contaminanti ambientali compresi erbicidi, arsenico, TCDD, particelle IPA, cadmio, amianto, prodotti della combustione ed altri inquinanti ambientali. Gli studi del prof. Cidlowski hanno aumentano la comprensione sui meccanismi molecolari che le cellule utilizzano per attivare e/o inibire l'apoptosi"

 

 

Perugia, 20 marzo  

Dottorato di ricerca Honoris causa in Biotecnologie allo scienziato Usa prof John A.Cidlowski - Perugia, Aula Magna di Agraria - Mercoledì 22 marzo 2017, ore 11.30

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato di ricerca Honoris causa in biotecnologie a John A.Cidlowski, coordinatore del gruppo di Endocrinologia Molecolare all'interno del Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), North Carolina (USA).

La cerimonia si svolgerà mercoledì 22 marzo 2017, alle ore 11.30, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie alimentari e Ambientali.

Il professor Cidlowski, Direttore Laboratorio di trasduzione del segnale (LST), presso il National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) del National Institutes of Health, terrà la Lectio Magistralis sul tema “Roles for Glucocorticoids in Health and Disease: A Forty Year Perspective. 

Promotore dell’assegnazione per meriti scientifici del Dottorato Honoris Causa al prof. John A Cidlowski è il prof Carlo Riccardi, Direttore del Dipartimento di Medicina dell’Università degli Studi di Perugia.

John A. Cidlowski ha conseguito il dottorato di ricerca in Endocrinologia (1975) al Medical College della Georgia. Ha pubblicato oltre 300 articoli peer-reviewed nelle principali riviste biomediche, così come diversi capitoli di libri.

Ha prestato servizio come Professore di Fisiologia e Biochimica presso l'Università della North Carolina a Chapel Hill prima di entrare al National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS) nel 1995.

Cidlowski è uno dei massimi esponenti nella ricerca degli ormoni steroidei, in particolare dei glucocorticoidi, ormoni essenziali per la vita, e sorgente di farmaci importanti nel trattamento delle malattie infiammatorie, autoimmuni e di alcune forme tumorali. Gli studi del prof. Cidlowski sono particolarmente importanti nella comprensione dei complessi processi delle malattie degenerative e per nuovi approcci terapeutici.

Un altro importante focus della sua ricerca è quello dell’azione dei glucocorticoidi nella regolazione della morte cellulare. L'apoptosi, o morte cellulare programmata, è stata associata a più di 50 malattie umane, tra cui il cancro, l'AIDS e la malattia di Alzheimer. I meccanismi che regolano l’apoptosi hanno una forte componente ambientale, la loro attivazione, infatti, dipende da una varietà di contaminanti ambientali compresi erbicidi, arsenico, TCDD, particelle IPA, cadmio, amianto, prodotti della combustione ed altri inquinanti ambientali. Gli studi del prof. Cidlowski hanno aumentano la comprensione sui meccanismi molecolari che le cellule utilizzano per attivare e/o inibire l'apoptosi"

Perugia, 20 marzo  

EVENTI VALENTINIANI 2017 - Incontro su “Beni relazionali, virtù e premialità” - Interverrà il professor Luigino Bruni - Terni, Dipartimento di Economia - Mercoledì 22 marzo 2017 – ore 17

Mercoledì 22 marzo, alle ore 17, a Terni, nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia (Via Papa Zaccaria), nell’ambito del programma degli Eventi Valentianini 2017, è in programma l’incontro sul tema: “Beni relazionali, virtù e premialità”, riflessioni a partire dal ‘Trattato delle virtù e dei premi’ di Giacinto Dragonetti, economista civile settecentesco”. 

L’incontro, organizzato dal Dipartimento di Economia del Polo universitario di Terni in collaborazione con Cesvol,  sarà aperto dai saluti dei professori Massimo Curini, Delegato del Rettore per il Polo Scientifico e Didattico di Terni, e  Loris Nadotti, Presidente Consiglio Intercorso di laurea Economia Aziendale e di laurea Magistrale in Economia e Direzione aziendale del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, Francesca Malafoglia, Vice Sindaco ed Assessore al Welfare del Comune di Terni, monsignor Giuseppe Piemontese, Vescovo di Terni-Narni-Amelia, Giuseppe Flamini, Presidente della Camera di Commercio di Terni. Le funzioni di moderatore saranno svolte da Silvia Camillucci, coordinatrice Cesvol di Terni.

Seguirà l’introduzione di Lorenzo Gianfelice, Presidente Cesvol di Terni, della professoressa Cristina Montesi, Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Economia, Polo Scientifico e Didattico di Terni. La presentazione a cura del professor Simone Poledrini, Università degli Studi di Perugia, Dipartimento di Economia, Polo Scientifico e Didattico di Terni.

Il professor Luigino Bruni (Università Lumsa di Roma) terrà la relazione su: “Beni relazionali, virtù, premi”. 

Al termine la premiazione delle imprese “civili” che hanno partecipato con la loro testimonianza al ciclo di seminari “Insieme per un’Economia Civile”. 

Le conclusioni sono affidate a Fabio Paparelli, Vicepresidente Giunta Regione Umbria.

Perugia, 20 marzo

I mercoledì di Scienze politiche, incontro su: “Un viaggio nella storia dell’Italia repubblicana” - Perugia, 22 marzo 2017 – ore 16 

Per il ciclo “I mercoledì di Scienze politiche”, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche, mercoledì 22 marzo 2017, alle ore 16, in via Pascoli a Perugia si parlerà di “Un viaggio nella storia dell’Italia repubblicana”.

Il dibattito per studenti e docenti è aperto al pubblico e sarà inspirato al libro “Credere, tradire, vivere. Un viaggio negli anni della Repubblica”, di Ernesto Galli della Loggia (Il Mulino, 2016).

Sono previsti gli interventi dell’autore Ernesto Galli della Loggia, professore emerito di storia contemporanea e membro dell’Istituto italiano di Scienze umane (SUM) Giovanni Belardelli, docente Università di Perugia e Francesco Clementi, docente Università di Perugia.

Perugia, 20 marzo

Domattina workshop a Foligno: “Terremoto e Smart Land. Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma” - Martedì 21 marzo 2017, a Palazzo Trinci 

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con il Centro STUDI della Città di FOLIGNO, all’interno del Master di II livello PROGETTARE SMART CITIES, organizza il Workshop “Terremoto e Smart Land. Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma”, di evidente attualità nel momento in cui si stanno presentando e discutendo le linee guida per la ricostruzione delle aree terremotate. Si svolgerà martedì 21 marzo 2017, a Foligno, a Palazzo Trinci, alle ore 9.

“L’obiettivo del Workshop è quello di fornire soluzioni progettuali che rispondano al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma spiega il professor Paolo Verducci, coordinatore del Master -. L’idea di fondo è superare l’idea di una prevenzione ristretta alla vulnerabilità edilizia, seppure da affrontare tecnicamente con approcci scientifici e rigorosi (come già sperimentato in Umbria dopo gli eventi del ‘97), verso una visione che coinvolga l’intero sistema territoriale, non solo sul piano della conservazione delle identità locali, delle culture millenarie, laiche e religiose, che hanno disegnato architetture meravigliose, ma in un contesto che sappia scongiurare il rischio dello spopolamento per le cosiddette aree interne fatte da piccoli e piccolissimi centri storici che continuano a costituire il vero presidio per la buona manutenzione del territorio”.

L’imperativo è “trasformare la ricostruzione” in un grande progetto di sviluppo territoriale che sappia coniugare sicurezza a benessere, accessibilità ed inclusione sociale, efficienza e produzione locale, dove la dotazione di servizi per nuove popolazioni che potrebbero insediarsi diventi la buona regola per la costruzione di una smart land.

Promosso e patrocinato da: Regione dell’Umbria; Università degli Studi di Perugia; Dipartimento di Ingegneria; Comune di Foligno, Centro Studi Città di Foligno; Comune di Norcia, Istituto Nazionale di Urbanistica Sezione Umbria; Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia; Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Perugia.

Coordinamento: Paolo Verducci – Dipartimento di Ingegneria – Laboratorio I_LabSmartCityDesign_Foligno – 0755853833 – 3497093685. Organizzazione – Centro Studi della Città di Foligno – sig.ra Anna Grillo – 0742 342842 – 3488110963.

 

Programma

 

TERREMOTO e SMART LAND.

Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma

Foligno, 21 marzo 2017,  Palazzo Trinci

Ore 9:00

Saluti Istituzionali

Nando Mismetti, Sindaco di Foligno

Franco Moriconi, Rettore Unipg

Katiuscia Marini, Presidente Regione Umbria

Nicola Alemanno, Sindaco di Norcia

Giuseppe Saccomandi, Direttore Dipartimento di Ingegneria

Giovanni Patriarchi, Assessore Agenda Urbana del Comune di Foligno

Mario Margasini, Direttore del Centro Studi Città di Foligno

 

 

 

 

Rappresentante, Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Perugia

Rappresentante, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia

Ore 10.15 - Relazioni introduttive ore 10:15 – 11:15

Paolo Verducci – Direttore del Master Progettare Smart Cities

Terremoto e smart land. Strategie di riqualificazione urbana in ambito smart city

Federico Golla – Presidente SIEMENS Italia spa.

Dalla smart city alla smart land. Innovazione e sviluppo economico per le aree colpite dal sisma

Massimiliano Sterpinetti – AD K-Digitale srl

Piattaforme digitali e nuovi servizi per lo sviluppo del territorio

Alfiero Moretti – Dirigente del Servizio Organizzazione

e Sviluppo del sistema di Protezione Civile

Dall’emergenza alla ricostruzione. Lavori in corso d’opera

Relazioni specialistiche ore 11:30 – 12.30

 

Alessandro Bruni – Presidente INU Umbria

Strategie nazionali per le AREE Interne: il caso Valnerina

Stefano Ciurnelli – Ingegnere Presidente TPS SRL

Mobilità dolce e valorizzazione delle infrastrutture esistenti

Franco Cotana – Professore Ordinario Unipg e Direttore CRB

Strategie di efficienza energetica e sviluppo economico delle aree interne

Giampiero Bambagioni – Economista, Professore a contratto di Estimo nel Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura dell’Università di Roma “La Sapienza

Fondi europei e rilancio turistico delle aree interne

 

Conclusioni – (12.30/13.00)

 

Diego Zurli – Direttore Protezione Civile, Infrastrutture e mobilità Regione Umbria

Federico Golla – Presidente SIEMENS Italia spa. 

Perugia, 17 marzo

Inaugurato l’anno accademico 2016/2017 dell’Università di Perugia alla presenza di Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo e dei Rettori di otto Atenei italiani 

Solenne cerimonia, questa mattina, in Aula Magna, per l’inaugurazione dell’anno accademico 2016–2017, 709° dalla Fondazione dello Studium Generale. 

Ospite d’onore l’onorevole Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo, è stato accolto a Palazzo Murena dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e dal Pro Rettore Fabrizio Figorilli.

L’Onorevole Tajani, nella sede del Rettorato, ha firmato il Registro d’Onore dell’Ateneo, poi lo scambio di doni, l’incontro con i Rettori di otto atenei che sono intervenuti alla cerimonia (Camerino, Foggia, L’Aquila, La Sapienza Università di Roma, Macerata, Politecnico delle Marche, Roma Tor Vergata e l’Università per Stranieri di Perugia)  e la visita alla Sala del Dottorato, dove il Presidente Tajani è stato accolto dai direttori dei sedici Dipartimenti dell’Università di Perugia.

Poi, il solenne corteo ha raggiunto l’Aula Magna accolto dal canto del Coro dell’Università degli Studi di Perugia al quale, quest’anno, si sono uniti gruppi corali dei Licei Alessi, Galilei e Mariotti di Perugia, diretti dal maestro Salvatore Silivestro.

Presenti, in Aula Magna, Donatella Porzi, Presidente Consiglio regionale Umbria, Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale Umbra, i sindaci di Perugia Andrea Romizi e di Terni, Leopoldo Di Girolamo, il Sottosegretario al Ministero dell’Interno Gianpiero Bocci e il Direttore Generale dell’Ateneo di Perugia, dottoressa Tiziana Bonaceto.

La manifestazione è stata aperta dal Magnifico Rettore professor Franco Moriconi che, a metà del suo mandato, ha tracciato una panoramica della situazione dell’Ateneo perugino in questa fase di grandi trasformazioni e innovazioni per il mondo accademico e per la società: gi obiettivi raggiunti, quelli da raggiungere.

“Sono presenti – ha detto in apertura Moriconi -  alti rappresentanti di alcune delle Università delle aree che, come la nostra, hanno conosciuto il funesto evento del sisma. Nel ringraziarli calorosamente per la partecipazione a questa cerimonia, mi domando e domando loro, se non sia giunto il momento di creare una rete dei nostri Atenei, capace di agire ad ampio raggio, sia nell’affermare le necessità dovute all’emergenza, sia nel costituire occasioni di collaborazione scientifica e didattica, al fine di contribuire in maniera decisiva alla crescita del nostro ampio territorio”. (Si allega testo della relazione)

Sono poi seguiti gli interventi del dottor Elvio Bacocchia (rappresentante del personale tecnico-amministrativo e bibliotecario) e di Martina Domina (rappresentante degli studenti). Mentre è intervenuto con la prolusione il prof Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche, sul tema “Sul rapporto tra Scienza e Società: un contributo sociologico”. (Si allegano testi Bacocchia, Domina, Santambrogio)

Infine, l’onorevole Tajani: “La cultura è il terreno della libertà – ha detto il presidente del Parlamento Europeo -. E la libertà è uno dei due pilastri dell’Europa. L’altro è la solidarietà, che discende dal rispetto dell’uomo come individuo e dallo spirito comunitario che anima fin

dall’inizio le nostre Università, legate ai Comuni. Qui a Perugia ci troviamo alle radici della civiltà europea. Un patrimonio del quale siamo orgogliosi e che ci permette di dire, a Perugia come a Madrid, a Parigi come a Budapest, che siamo europei. E, in quanto europei, che siamo liberi e siamo aperti al mondo”. (Si allega testo dell’intervento).

La cerimonia è stata conclusa dal tradizionale intervento dei Goliardi che hanno offerto al Rettore Moriconi un prosciutto e quest’anno, anche lenticchie tipiche umbre; lenticchie anche per il presidente Tajani insignito del titolo di goliardo ‘honoris causa’ di Perugia.

Al termine della cerimonia in Aula Magna, il Rettore Moriconi, accompagnato dai componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, si è recatoin visita alle sedi delle principali istituzioni territoriali: dal Sindaco di Perugia a Palazzo dei Priori e dalla Presidente della Regione Umbria, a Palazzo Donini.

L’ inaugurazione in Aula Magna è stata preceduta, nella Chiesa dell’Università, dalla Santa Messa presieduta da Mons. Paolo Giulietti, Vescovo ausiliario dell’Arcidiocesi di Perugia e Città della Pieve. 

 

tajani moriconi 3

tajani 4

tajani 2

santambrogio 3

bacocchia 1domina 2

moriconi goliardirettorato

moriconi figorilli tajani

8 rettori 3

moriconi 1

libro

goliardi 2

figorilli tajani

dottorato 4

coro

aula 4

aula 3

Perugia, 17 marzo

Il Rettore Franco Moriconi e il sindaco Andrea Romizi hanno partecipato a L' Ateneo al centro. Affollati i gazebo allestiti in Piazza IV Novembre e Piazza della Repubblica

Ha preso il via oggi la due giorni de L' Ateneo al centro, open day cittadino dell'Università degli Studi di Perugia.

L'iniziativa, curata in collaborazione con il Comune di Perugia e con il contributo di numerose altre organizzazioni, è destinata a presentare e promuovere l' offerta formativa, in particolare quella di primo livello, dell'ateneo. Un ‘contenitore’, nel cuore della città, per favorire gli spostamenti e le visite non solo degli studenti perugini, ma anche di quelli provenienti da sedi più lontane, soprattutto di gruppi classe, o comunque gruppi solidali, ma con interessi disciplinari diversi.

Il Magnifico Rettore Franco Mariconi e Andrea Romizi, sindaco di Perugia, hanno compiuto questa mattina la visita agli stand, accolti dalla professoressa Anna Martellotti, delegato per l’Orientamento. Rettore e sindaco si sono incontrati con studenti, visitatori, con il personale dell’Ateneo che promuove la kermesse di orientamento per le future matricole, ma che rappresenta anche un’opportunità per visitare, conoscere e apprezzare il capoluogo umbro, città universitaria".

Oggi e domani, infatti, nelle due più belle piazze del centro cittadino, Piazza IV Novembre e Piazza della Repubblica, desk ospitati all' interno di gazebo, e presidiati per tutta la durata (orario 9-19 sia oggi che domani) da personale docente affiancato da studenti senior testimonial,  offrono ai visitatori la possibilità di avvicinare gli oltre 40 percorsi dell' offerta formativa targata Unipg.

I gazebo di Piazza IV Novembre ospiteranno Unipg a quadretti (e cioè i percorsi delle areee scientifica, tecnica e medico-sanitaria), mentre in quelli di Piazza della Repubblica spazio a Unipg a righe, per le aree umanistica e giuridico-politico- economica.

Lungo Corso Vannucci un ulteriore spazio ospiterà i desk informativi dell' Ateneo, del Comune e dell' A.Di.S.U. destinati ad illustrare i servizi, le agevolazioni, le opportunità di cui usufruiscono gli studenti Unipg.

La novità principale dell' edizione 2017 è l' offerta combinata di un fittissimo calendario di lezioni-tipo in tutti i settori disciplinari rappresentati in Ateneo.

Nella Sala del Dottorato presso il Museo del Capitolo di San Lorenzo e nella Sala del Consiglio Comunale troveranno posto le lezioni  di Unipg a quadretti, mentre il Centro Servizi Alessi in Via Mazzini ospiterà le proposte di Unipg a righe. Alle lezioni si potrà assistere anche attraverso monitor montati all’esterno delle sale.

Domani, sabato 18 marzo, in occasione della cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico nell’Aula Magna dell’Università, un maxischermo allestito nella sala del Consiglio Comunale trasmetterà la diretta streaming della manifestazione,  al termine della quale il tradizionale corteo accademico abbinerà alla previste visite al Sindaco in Palazzo dei Priori, e alla Presidente della Regione a Palazzo Donini, anche quella dei desk di Ateneo allestiti nelle due piazze. 

In occasione di questa due giorni, molte sono le agevolazioni offerte ai visitatori, soprattutto nel segno di estendere loro i vantaggi di cui usufruiscono gli studenti già immatricolati:

  1. A.     uno sforzo speciale, è stato operato dall’ A.Di.S.U. che per questa occasione  erogherà agli "studenti futuri" 3 combinazioni di pasto, presso la mensa centrale ubicata in Via Pascoli:

-         Pasto completo comprensivo di un primo piatto, un secondo piatto, un contorno, pane, frutta e bevanda € 7,50

-         Prima combinazione comprensiva di un primo piatto, contorno, pane, frutta e bevanda € 5,50

-         Seconda combinazione comprensiva di un secondo piatto, contorno, pane, frutta e bevanda € 6,50.

  1. B.     a chi proviene da fuori Perugia, Unipg offre le stesse condizioni di viaggio con Sulga e con Flixbus offerte agli studenti già immatricolati.
  2. C.     Grazie alla collaborazione con i consorzi del commercio, sono estese ai visitatori muniti del codice ottenibile al desk di Unipg, le agevolazioni di Unifacile shopping.
  3. D.     Un intero pacchetto di riduzioni per l' accesso ai musei cittadini potrà essere ritirato ai desk.
  4. E.     Tariffe speciali saranno applicate per i pernottamenti in alcune stutture ricettive.

Tutte le informazioni, gli abstract delle lezioni, le certificazioni e gli aggiornamenti possono essere reperiti al bel sito web dell’iniziativa al link http://www.unipg.it/studenti-futuri cliccando su “L’Ateneo al centro”.

Programma lezioni

 

 

 

dsc 3712

dsc 3744

dsc 3699

 

Perugia, 17 marzo

Conferenza stampa - “Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”
Mostra a cura di Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi - 24 marzo 2017, ore 11, Galleria Tesori d’Arte della Fondazione per l’Istruzione Agraria, Complesso di San Pietro, Borgo XX Giugno, Perugia

Dopo più di due secoli torna a Perugia L’Immacolata Concezione, capolavoro di Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato: la magnifica pala, infatti, fu prelevata nel 1812 dall’Abbazia benedettina di San Pietro per ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée Napoleon, come si chiamava allora l’odierno Museo del Louvre e da allora è sempre rimasta in Francia.
L’occasione per il rientro in Italia della tela sarà la mostra “Sassoferrato dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, che la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia (FIA), presieduta dal Rettore dell’Università degli Studi di Perugia professore Franco Moriconi, si appresta ad inaugurare a Perugia il prossimo 7 aprile presso la Galleria “Tesori d’Arte” del complesso benedettino di San Pietro e che proseguirà fino all’1 ottobre 2017.

L’evento espositivo sarà presentato in conferenza stampa il giorno 24 marzo 2017, alle ore 11, nella Galleria “Tesori d’Arte” (in Borgo XX giugno, Perugia) dal presidente della FIA Franco Moriconi, dagli Assessori regionale Fernanda Cecchini e comunale Teresa Severini, dal Segretario Generale della Fondazione Cassa Risparmio Perugia Fabrizio Stazi, insieme ai curatori Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi.

Oltre a tutte le 17 opere eseguite dal Sassoferrato per il complesso benedettino di San Pietro – fra cui anche l’Immacolata Concezione del Louvre – la mostra raccoglierà una quarantina di dipinti, sia di Sassoferrato sia di famosi maestri ai quali l’artista si ispirò, provenienti da varie raccolte pubbliche e private italiane e straniere, quali Pietro Perugino, con straordinarie opere di proprietà della Fondazione, di Tintoretto, presente in mostra la bellissima Maddalena dei Musei Capitolini, insieme a confronti con maestri contemporanei a Sassoferrato, come lo Spadarino, stretto seguace di Caravaggio.

Un ricco catalogo a stampa pubblicato dall’editore Aguaplano raccoglierà lo studio sistematico delle opere esposte, in aggiunta ad alcuni documenti inediti emersi dalle carte custodite nell’archivio della Basilica e nuove fonti utili per la ricostruzione della vita del Sassoferrato.

La mostra è organizzata da Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, ed è patrocinata dal Comune di Perugia.

Perugia, 17 marzo

DOMANI L’INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2016/2017, 709º DALLA FONDAZIONE DELLO STUDIUM GENERALE - Perugia, Aula Magna dell’Ateneo, sabato 18 marzo 2017 – ore 11 - Interviene Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo 

Domani, sabato 18 marzo 2017 sarà inaugurato l’anno accademico 2016–2017, 709° dalla Fondazione dello Studium Generale, con una cerimonia solenne alle ore 11, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia.

Per l’occasione parteciperanno ospiti d’eccezione quali Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo, e i Rettori di otto Atenei: Camerino, Foggia, L’Aquila, La Sapienza Università di Roma, Macerata, Politecnico delle Marche, Roma Tor Vergata e l’Università per Stranieri di Perugia.

La manifestazione sarà aperta dalla relazione del Magnifico Rettore professor Franco Moriconi che traccerà una panoramica della situazione dell’Ateneo perugino in questa fase di grandi trasformazioni e innovazioni per il mondo accademico e per la società.

Seguiranno gli interventi del dottor Elvio Bacocchia (rappresentante del personale tecnico-amministrativo e bibliotecario) e di Martina Domina (rappresentante degli studenti).

La prolusione è affidata al professor Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche, che illustrerà il tema “Sul rapporto tra Scienza e Società: un contributo sociologico”.

Concluderà la mattinata l’intervento del dottor Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo.

Come è tradizione, la manifestazione sarà accompagnata e scandita dai brani del Coro dell’Università degli Studi di Perugia al quale si uniranno, quest’anno, i gruppi corali di alcuni Istituti delle scuole di secondo grado della città di Perugia.

Al termine della cerimonia in Aula Magna, il Rettore Moriconi, accompagnato dai componenti del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, si recherà in visita alle sedi delle principali istituzioni territoriali: dal Sindaco di Perugia a Palazzo dei Priori e successivamente dalla Presidente della Regione Umbria, a Palazzo Donini.

L’ inaugurazione in Aula Magna sarà preceduta, alle ore 9, nella Chiesa dell’Università, dalla Santa Messa presieduta da Mons. Paolo Giulietti, Vescovo ausiliario dell’Arcidiocesi di Perugia e Città della Pieve. 

antonio tajani

Perugia, 17 marzo

“Terremoto e Smart Land. Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma”, Workshop a Foligno - Martedì 21 marzo 2017, Palazzo Trinci

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con il Centro STUDI della Città di FOLIGNO, all’interno del Master di II livello PROGETTARE SMART CITIES, organizza il Workshop “Terremoto e Smart Land. Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma”, di evidente attualità nel momento in cui si stanno presentando e discutendo le linee guida per la ricostruzione delle aree terremotate. Si svolgerà martedì 21 marzo 2017, a Foligno, a Palazzo Trinci, alle ore 9.

“L’obiettivo del Workshop è quello di fornire soluzioni progettuali che rispondano al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma spiega il professor Paolo Verducci, coordinatore del Master -. L’idea di fondo è superare l’idea di una prevenzione ristretta alla vulnerabilità edilizia, seppure da affrontare tecnicamente con approcci scientifici e rigorosi (come già sperimentato in Umbria dopo gli eventi del ‘97), verso una visione che coinvolga l’intero sistema territoriale, non solo sul piano della conservazione delle identità locali, delle culture millenarie, laiche e religiose, che hanno disegnato architetture meravigliose, ma in un contesto che sappia scongiurare il rischio dello spopolamento per le cosiddette aree interne fatte da piccoli e piccolissimi centri storici che continuano a costituire il vero presidio per la buona manutenzione del territorio”.

L’imperativo è “trasformare la ricostruzione” in un grande progetto di sviluppo territoriale che sappia coniugare sicurezza a benessere, accessibilità ed inclusione sociale, efficienza e produzione locale, dove la dotazione di servizi per nuove popolazioni che potrebbero insediarsi diventi la buona regola per la costruzione di una smart land.

Promosso e patrocinato da: Regione dell’Umbria; Università degli Studi di Perugia; Dipartimento di Ingegneria; Comune di Foligno, Centro Studi Città di Foligno; Comune di Norcia, Istituto Nazionale di Urbanistica Sezione Umbria; Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia; Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Perugia.

Coordinamento: Paolo Verducci – Dipartimento di Ingegneria – Laboratorio I_LabSmartCityDesign_Foligno – 0755853833 – 3497093685. Organizzazione – Centro Studi della Città di Foligno – sig.ra Anna Grillo – 0742 342842 – 3488110963. 

Programma 

TERREMOTO e SMART LAND.

Dall’emergenza al rilancio economico e turistico dei territori colpiti dal sisma

Foligno, 21 marzo 2017,  Palazzo Trinci

Ore 9:00

Saluti Istituzionali

Nando Mismetti, Sindaco di Foligno

Franco Moriconi, Rettore Unipg

Katiuscia Marini, Presidente Regione Umbria

Nicola Alemanno, Sindaco di Norcia

Giuseppe Saccomandi, Direttore Dipartimento di Ingegneria

Giovanni Patriarchi, Assessore Agenda Urbana del Comune di Foligno

Mario Margasini, Direttore del Centro Studi Città di Foligno 

Rappresentante, Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Perugia

Rappresentante, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia

Ore 10.15 - Relazioni introduttive ore 10:15 – 11:15

Paolo Verducci – Direttore del Master Progettare Smart Cities

Terremoto e smart land. Strategie di riqualificazione urbana in ambito smart city

Federico Golla – Presidente SIEMENS Italia spa.

Dalla smart city alla smart land. Innovazione e sviluppo economico per le aree colpite dal sisma

Massimiliano Sterpinetti – AD K-Digitale srl

Piattaforme digitali e nuovi servizi per lo sviluppo del territorio

Alfiero Moretti – Dirigente del Servizio Organizzazione

e Sviluppo del sistema di Protezione Civile

Dall’emergenza alla ricostruzione. Lavori in corso d’opera

Relazioni specialistiche ore 11:30 – 12.30 

Alessandro Bruni – Presidente INU Umbria

Strategie nazionali per le AREE Interne: il caso Valnerina

Stefano Ciurnelli – Ingegnere Presidente TPS SRL

Mobilità dolce e valorizzazione delle infrastrutture esistenti

Franco Cotana – Professore Ordinario Unipg e Direttore CRB

Strategie di efficienza energetica e sviluppo economico delle aree interne

Giampiero Bambagioni – Economista, Professore a contratto di Estimo nel Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura dell’Università di Roma “La Sapienza

Fondi europei e rilancio turistico delle aree interne 

Conclusioni – (12.30/13.00) 

Diego Zurli – Direttore Protezione Civile, Infrastrutture e mobilità Regione Umbria

Federico Golla – Presidente SIEMENS Italia spa.

 

Perugia, 15 marzo

Al via il collegamento autobus per studenti universitari tra Monteluce – via del Giochetto e la Mensa di via XIV Settembre

Inaugurato stamani il nuovo servizio autobus, riservato agli studenti, per il collegamento tra il polo didattico di Monteluce - via del Giochetto e la Mensa universitaria di via XIV Settembre, gestita dall’Adisu.

A tagliare il nastro sono stati il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, la Presidente del Consiglio degli studenti dell’Ateneo Martina Domina, i delegati del Rettore per i Servizi agli Studenti Federico Rossi e per il Diritto allo Studio Carla Emiliani, che è anche Presidente del corso di laurea in Biotecnologie, Luca Ferrucci, Commissario Adisu, insieme all’Assessore del Comune di Perugia Cristiana Casaioli, con deleghe al Commercio, Artigianato e Mobilità.  

L’Assessore comunale ha espresso l’orgoglio di Palazzo dei Priori aver essere riuscita a garantire in tempi rapidi la promozione del servizio bus per gli studenti, che sono un’autentica risorsa per la città. “Perugia non potrebbe essere quello che è – ha aggiunto Cristiana Casaioli – se non ci fossero gli studenti, la cui presenza caratterizza l’identità del capoluogo, sempre più città-universitaria”.

Un concetto confermato con soddisfazione dal Rettore. “E’ la prima volta che sento un rappresentante dell’istituzione territoriale esprimersi in termini così espliciti sul valore e sul ruolo che gli studenti hanno per Perugia - ha detto il prof. Moriconi -. E’ dovere di noi tutti accogliere questi giovani, fornendo loro assistenza e servizi adeguati”.

Il Commissario Adisu ha sottolineato il ruolo strategico che il polo universitario di Monteluce assume per tutte le istituzioni territoriali. “Noi come agenzia regionale per il Diritto agli studi universitari – ha detto il prof. Ferrucci -  abbiamo il dovere e l’interesse di fornire risposte rapide ed adeguate agli studenti, di cui il servizio Bus è una concreta dimostrazione. In futuro dovremo realizzare lo studentato di Monteluce e una nuova mensa”.

A descrivere contenuti e finalità del servizio autobus è stato il professor Federico Rossi che, con il consueto impegno, ha collaborato con Adisu e Comune per l’attivazione del nuovo collegamento.

  

Il servizio di trasporto viene effettuato tramite un bus con percorso circolare fra le due destinazioni dalle ore 12.45 alle ore 15.

L’iniziativa è stata possibile grazie alla collaborazione fra UNIPG ed Adisu e con l’indispensabile contributo del Comune di Perugia.

La comunità studentesca afferente a Polo didattico di Monteluce - via del Giochetto consta di circa 1500 studenti che attualmente non dispongono di una mensa nelle vicinanze.

Il servizio costituisce una soluzione temporanea, in attesa del completamento dello studentato Adisu di Monteluce che includerà anche una mensa.

 

taglio bus

moriconi doina emiliani

ferrucci 1

rossi bus 1

domina casaioli

Perugia, 15 marzo

A “Speciale Università” focus su Famelab  sul convegno “I nuovi volti delle mafie nel sistema agro-alimentare” con Giancarlo Caselli 

Domani, giovedì 16 marzo 2017, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre, condotta da Cristina Castellano.

In apertura di puntata si parlerà della manifestazione Famelab e della recente selezione di Perugia. Saranno ospiti in studio il dottore Leonardo Alfonsi, organizzatore dell'evento,  e i due vincitori della  selezione perugina.

Il servizio esterno riguarderà il recente convegno “I nuovi volti delle mafie nel sistema agro-alimentare”, svoltosi al Complesso Monumentale di San Pietro, con la partecipazione di Giancarlo Caselli.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 21 marzo 2017, alle ore 18.20.

Perugia, 15 marzo

Cerimonia inaugurale del Master Pianificazione, gestione  e  valutazione di azioni integrate di promozione della salute per la comunità - lunedì 20 marzo 2017,  ore 15.30, Aula Magna della Scuola  Interdipartimentale di Medicina e chirurgia

Si terrà lunedì 20 marzo 2017,  alle ore 15.30, nell’ Aula Magna “Paolo Larizza” della Scuola  Interdipartimentale di Medicina e chirurgia (Piazzale L. Severi  1) il convegno inaugurale del Master Pianificazione, Gestione  e valutazione di azioni integrate di promozione della salute per la comunità (Chp) organizzato dal Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria (CeSPES) del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell'Università degli Studi di Perugia.

Interverranno Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, David Ranucci, Delegato del Rettore per l’Alta Formazione, Giancarlo Agnelli, Presidente Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, Fabrizio Stracci, Direttore Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, Luca Barberini, Assessore Sanità, Coesione sociale e Welfare, Regione Umbria; coordina Vincenzo Nicola Talesa, Direttore del Master e Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale, Università degli Studi di Perugia.

Seguiranno la proiezione video history del Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria; la presentazione del Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria da parte di Giuseppe Masanotti, coordinatore del CeSPES; la presentazione del Master da parte di Giancarlo Pocetta, coordinatore scientifico del Master.

Alle ore 16.45 la lezione inaugurale “Diseguaglianze in salute: una sfida etica per la Sanità Pubblica” sarà tenuta da Angelo Stefanini dell’ Alma Mater Studiorum, Università di Bologna

Il Master è un consolidato e qualificato percorso formativo rivolto a laureati e professionisti in servizio che intendano acquisire competenze nella programmazione, coordinamento, attuazione e valutazione di interventi di educazione e promozione della salute, oggi rafforzato e sviluppato ulteriormente secondo le direttive del progetto CompPH (Developing competencies and professional standards for health promotion capacity building in Europe) dell’International Union for Health Promotion and Education (IUHPE), al quale il Centro Sperimentale partecipa.

Perugia, 15 marzo

A Casalina, oggi, riapre il Museo di Anatomia 

Oggi, mercoledì 15 marzo 2017 riaprirà, presso il Polo Museale di Casalina (Deruta), con un allestimento completamente rinnovato, il Museo di Anatomia, storica raccolta già afferente alla Facoltà di Medicina, che il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di Perugia collaborerà a conservare e far conoscere.

L’allestimento del Museo è stato possibile grazie ad un contributo della Regione dell’Umbria cofinanziato dall’Università di Perugia.

L’inaugurazione si terrà alle ore 17 alla Manifattura ex tabacchi (Via del Risorgimento di Casalina) e vedrà gli interventi di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Fernanda Cecchini, assessore regionale Agrocoltura, cultura, ambiente, Giancarlo Agnelli, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo perugino, Fausto Barbagli, presidente dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS); Antonella Pinna, dirigente  Servizio Musei, archivi e biblioteca Regione Umbria, e Cristina Galassi, direttore del Cams dell’Università di Perugia. 

Il Museo di Anatomia.

Vanta una storia di più di due secoli, essendo stato fondato nel 1814 dal famoso medico perugino Cesare Massari, che ordinò alla Specola fiorentina delle “preparazioni in cera pel Gabinetto anatomico da formarsi”.

Dal periodo napoleonico fino agli anni ’30 del Novecento il museo è stato continuamente arricchito di manufatti e reperti che non raccontano solo l’evoluzione delle scienze mediche, ma anche l’evoluzione della cultura e della società.

Per illustrare questi cambiamenti il museo è stato suddiviso in tre sezioni che documentano come l’anatomia è stata percepita nel corso del tempo dai docenti e dal pubblico.

La prima sezione è quella dell’anatomia artificiale, dove sono esposte le opere d’arte realizzate tra il 1600 e il 1830 da pittori, scultori ed incisori con lo scopo di evitare il disgusto derivante dall’utilizzo di veri corpi umani.

La seconda sezione, dedicata all’anatomia naturale, è costituita dai reperti ottenuti tra il 1830 e il 1930 da corpi reali, gli unici in grado di assicurare quel rigore scientifico che era ormai preteso da una disciplina sempre più specializzata.

La terza ed ultima sezione è quella dell’antropologia criminale, una pseudoscienza creata intorno al 1875 dallo studioso Cesare Lombroso, che ricercava in alcune caratteristiche morfologiche e fisiologiche una propensione degli individui al delitto.

Le tre sezioni sono tutte corredate da exhibit in cui gli approfondimenti scientifici sono associati ad attività ludiche indispensabili per avvicinare il pubblico più giovane alle tematiche trattate. L’idea che si è voluta comunicare è quella di un museo moderno, che si rivolge a pubblici diversi e con linguaggi diversi, creando un luogo privilegiato nel dialogo tra scienza e società. Nel museo anatomico il visitatore potrà ripercorrere in prima persona, attraverso esercizi hands-on sugli oggetti delle collezioni, le esperienze della ricerca medica scientifica che hanno caratterizzato, nel tempo, l’evoluzione del pensiero anatomico nel nostro Ateneo.

Grazie alle attività proposte, attraverso l’apprendimento informale, la raccolta diventerà un luogo dove si impara attraverso il coinvolgimento emotivo ed il divertimento (edutainment), attraverso una libera interazione con gli exhibit.

Saranno di stimolo alla conoscenza le stupende tavole anatomiche, le cere, fra queste la bellissima Venere del Calenzuoli, insieme agli essiccata che caratterizzano il percorso

espositivo del museo anatomico. Già in corso contatti con l’ABA di Perugia per approfondire e valorizzare le possibili trame espositivi ed educative, che potranno caratterizzare le future attività del museo anatomico attraverso le pratiche di performativity.

La visita al museo anatomico si configura quindi come un esperienza trasversale, capace di appassionare anche chi non è studioso esclusivo della scienza medica.

L’interesse verso l’anatomia, e in particolare quella umana, sta rivivendo oggi una nuova giovinezza: “l’attrazione” più significativa del nuovo allestimento della Città della Scienza di Napoli, inaugurata in questi giorni dopo l’incendio doloso che per diverso tempo ha tenuto il pubblico lontano da uno dei più importanti science center d’Europa, è Corporea, il museo interattivo sul corpo umano, dedicato ai mille segreti di questa incredibile “macchina”.

Questo rinnovato interesse verso il funzionamento del nostro corpo non è in realtà casuale ma è profondamente legato alla nostra storia, poiché l’Italia, paese dalla grande tradizione e cultura medica, ospita alcuni dei più grandi musei anatomici al mondo, che vantano preparazioni fra le più straordinarie mai eseguite.

Perugia, 15 marzo

Allevamenti non convenzionali: un’alternativa possibile - Giovedì 16 marzo, ore 9 - Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali

Domani, giovedì 16 marzo 2017, alle ore 9, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia, seminario formativo annuale sugli allevamenti non convenzionali. E’ organizzato dalla Federazione Italiana Dottori in Scienze della Produzione Animale (FIDSPA) dell’Umbria, dai Dipartimenti di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali e di Medicina Veterinaria, con il contributo del Gruppo Grigi e de La Veterinaria S.r.l.

Gli allevamenti non convenzionali rappresentano una realtà emergente nel panorama zootecnico nazionale e regionale. Le crescenti difficoltà della zootecnia tradizionale italiana e umbra hanno comportato, infatti, nell’ultimo decennio, una costante riduzione del numero di aziende e dei capi allevati. Tale situazione impone scelte innovative da parte degli allevatori, volte a garantire la sostenibilità economica, ambientale e sociale delle aziende. Nel corso del seminario verranno illustrate le diverse declinazioni e le opportunità della zootecnia del terzo millennio, attraverso i contributi di Professionisti Produttori Animali operanti nel settore degli allevamenti alternativi, quali ad esempio l’apicoltura, l’elicicoltura, la bachicoltura, o l’allevamento di cani pastore, di fauna selvatica e di animali ornamentali o da fibra.

All’iniziativa interverranno Emiliano Lasagna, presidente regionale FIDSPA Umbria insieme ad alcuni componenti del Consiglio Regionale Umbria, Francesco Tei, direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, Luca Mechelli, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Mariano Pauselli, presidente dei Corsi di Studio in Produzioni Animali e Scienze Zootecniche e Stefano Villarini, presidente della Federazione Dottori Agronomi e Forestali dell’Umbria.

La FIDSPA, nata nel 2007, con l’obiettivo di essere punto di riferimento per i Dottori in Produzioni Animali, si è ramificata sul territorio nazionale crescendo e creando rapporti con altre organizzazioni ed istituzioni d’interesse per la categoria professionale; conta oggi in Umbria più di 170 soci.

A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza per il riconoscimento dei crediti formativi ai fini della formazione professionale obbligatoria.

Perugia, 14 marzo

“L’Ateneo al centro”, iniziativa di orientamento universitario per presentare Unipg agli studenti delle scuole medie superiori - Perugia, venerdì 17 e sabato 18 marzo 2017per presentare Unipg agli studenti delle scuole medie superiori - Perugia, venerdì 17 e sabato 18 marzo 2017 

Presentato stamani in conferenza stampa, nella Sala Rossa di palazzo dei Priori, “L’Ateneo al centro”, iniziativa di orientamento universitario per la città di Perugia.

Sono intervenuti i delegati del Rettore per l’Orientamento, Anna Martellotti, e per i servizi agli studenti Federico Rossi, il Commissario straordinario A.Di.S.U. Luca Ferrucci e l’Assessore del Comune di Perugia con delega alla Scuola Dramane Diego Waguè.

L’assessore Waguè ha confermato l’interesse del Comune a collaborare con l’Università degli Studi in un rapporto che è andato consolidandosi in questi anni e che ha consentito di riproporre e rafforzare ‘Perugia città universitaria’. “E’ nostro primario interesse – ha detto l’assessore   - presentare ai nuovi studenti un’immagine positiva ed accogliente di Perugia, a cominciare dal prossimo appuntamento per l’orientamento universitario in programma venerdì 17 e sabato 18 marzo”.

“La nuova veste di ’Ateneo al centro’ è stata scelta per questa edizione sulla base della precedente esperienza – ha sottolineato la professoressa Martellotti -, che era organizzata su alcune giornate in diverse sedi universitarie, ognuna incentrata su specifici indirizzi didattici. Abbiamo però rilevato che, oltre agli studenti delle scuole superiori di Perugia, partecipano a questo evento anche giovani provenienti da diverse città e regioni italiane e quindi abbiamo deciso di concentrare l’evento in due sole giornate, venerdì e sabato, in due grandi luoghi di accoglienza: Piazza della Repubblica e Piazza IV Novembre, dove saranno allestiti gli stand con materiale informativo e didattico, e desk con personale universitario.  Inoltre, è prevista una serie di incontri distinti in due settori: uno denominato Unipg a quadretti per i percorsi delle aree scientifica, tecnica e medico-sanitaria; l’altro Unipg a righe dedicata alle aree umanistica, e giuridico-politica-economica. L’idea di fondo di questa iniziativa è l’inclusione dei nuovi studenti nell’Ateneo e per questo abbiamo scelto gli incontri su temi specifici, come lezioni tenute dai nostri docenti. Attraverso questi incontri riusciremo a fornire agli studenti un’impressione molto vicina alla realtà dell’Ateneo e della città di Perugia”

Luca Fiorucci ha ricordato l’impegno dell’Adisu ad essere presente nella due giorni di orientamento universitario per presentare e illustrare i servizi che l’Agenzia regionale al diritto agli studi universitari dedica agli studenti dell’Ateneo: dalle borse di studio, agli alloggi fino alle mense.

Sui servizi agli studenti ha parlato anche il professor Federico Rossi evidenziando la notevole  attenzione che l’Università di Perugia dedica ai propri studenti già da questa fase di primo approccio con l’Ateneo. Sono stati previsti, per gli studenti e le loro famiglie, sconti sui trasporti per raggiungere Perugia dai loro luoghi di origine; per coloro che provengono da fuori regione sono anche previste agevolazioni per le tariffe di soggiorno in alberghi nei giorni di permanenza a Perugia degli studenti e dei loro familiari.

Tutte le informazioni, gli abstract delle lezioni, le certificazioni e gli aggiornamenti possono essere reperiti al bel sito web dell’iniziativa al link http://www.unipg.it/studenti-futuri cliccando su “L’Ateneo al centro”. 

Scheda cartella stampa

Programma seminari 

tavolo al centro 2

martellotti

wague 1

ferrucci

rossi

Perugia, 14 marzo

Allevamenti non convenzionali: un’alternativa possibile - Giovedì 16 marzo, ore 9 - Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali

Si terrà giovedì 16 marzo 2017, alle ore 9, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia, il seminario formativo annuale sugli allevamenti non convenzionali organizzato dalla Federazione Italiana Dottori in Scienze della Produzione Animale (FIDSPA) dell’Umbria, dai Dipartimenti di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali e di Medicina Veterinaria; è realizzato anche grazie al contributo del Gruppo Grigi e de La Veterinaria S.r.l.

Sarà l’occasione per conoscere gli allevamenti non convenzionali che rappresentano una realtà emergente nel panorama zootecnico nazionale e regionale. Infatti, le crescenti difficoltà della zootecnia tradizionale italiana e umbra hanno comportato, nell’ultimo decennio, una costante riduzione del numero di aziende e dei capi allevati. Tale situazione impone scelte innovative da parte degli allevatori, volte a garantire la sostenibilità economica, ambientale e sociale delle aziende.

All’iniziativa interverranno Emiliano Lasagna, presidente regionale FIDSPA Umbria insieme ad alcuni componenti del Consiglio Regionale Umbria, Francesco Tei, direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, Luca Mechelli, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Mariano Pauselli, presidente dei Corsi di Studio in Produzioni Animali e Scienze Zootecniche e Stefano Villarini, presidente della Federazione Dottori Agronomi e Forestali dell’Umbria.

Nel corso del seminario verranno illustrate le diverse declinazioni e le opportunità della zootecnia del terzo millennio, attraverso i contributi di Professionisti Produttori Animali operanti nel settore degli allevamenti alternativi, quali ad esempio l’apicoltura, l’elicicoltura, la bachicoltura, o l’allevamento di cani pastore, di fauna selvatica e di animali ornamentali o da fibra.

La FIDSPA, nata nel 2007, con l’obiettivo di essere punto di riferimento per i Dottori in Produzioni Animali, si è ramificata sul territorio nazionale crescendo e creando rapporti con altre organizzazioni ed istituzioni d’interesse per la categoria professionale; conta oggi in Umbria più di 170 soci.

A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza per il riconoscimento dei crediti formativi ai fini della formazione professionale obbligatoria.

Perugia, 14 marzo

Dpmani riapre a Casalina il Museo di Anatomia

Mercoledì 15 marzo 2017 riaprirà, presso il Polo Museale di Casalina (Deruta), con un allestimento completamente rinnovato, il Museo di Anatomia, storica raccolta già afferente alla Facoltà di Medicina, che il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di Perugia collaborerà a conservare e far conoscere.

L’allestimento del Museo è stato possibile grazie ad un contributo della Regione dell’Umbria cofinanziato dall’Università di Perugia.

L’inaugurazione si terrà alle ore 17 alla Manifattura ex tabacchi (Via del Risorgimento di Casalina) e vedrà gli interventi di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Fernanda Cecchini, assessore regionale Agrocoltura, cultura, ambiente, Giancarlo Agnelli, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo perugino, Fausto Barbagli, presidente dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS); Antonella Pinna, dirigente  Servizio Musei, archivi e biblioteca Regione Umbria, e Cristina Galassi, direttore del Cams dell’Università di Perugia. 

Perugia, 14 marzo

Unipg orienta a Gubbio, l'Ateneo di Perugia presenta l’ offerta formativa ai ragazzi delle scuole superiori eugubine e di Gualdo Tadino 

Anche quest’anno torna a Gubbio “Unipg Orienta”, la campagna di orientamento 2017 dell’Università degli Studi di Perugia rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori.

L’appuntamento di domani, mercoledì 15 marzo 2017, all’Hotel Beniamino Ubaldi,  si svolge in collaborazione con il Comune di Gubbio e vedrà la presenza del professor Augusto Ancillotti, assessore municipale con delega alla formazione, rapporti con l’università e la ricerca.

A partire dalle ore 9, docenti universitari e studenti senior forniranno informazioni e risponderanno alle domande dei futuri studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Gubbio e Gualdo Tadino sui corsi di laurea dell’Ateneo perugino.

Con iniziativa eugubina si conclude il ciclo “L’Ateneo incontra le future matricole” 2017, che è stato articolato in dieci saloni presso nove realtà umbre (Terni, Assisi, Castiglione del Lago, Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Todi e Gubbio) e uno in Toscana (Sansepolcro) e organizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, che coordina l’attività con gli istituti superiori sul territorio, e le amministrazioni comunali delle città che di volta in volta ospitanti.

I dettagli del programma di orientamento sono consultabili alla pagina web www.unipg.it/studenti-futuri

Perugia, 10 marzo 

INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO 2016/2017, 709º DALLA FONDAZIONE DELLO STUDIUM GENERALE. INTERVIENE ANTONIO TAJANI, PRESIDENTE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Sabato 18 marzo 2017, alle ore 11, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia si svolgerà la solenne cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico 2016 – 2017, 709° dalla Fondazione dello Studium Generale.

La manifestazione sarà caratterizzata dalla relazione del Magnifico Rettore professor Franco Moriconi che traccerà il quadro della situazione dell’Ateneo perugino in questo fase di grandi trasformazioni per il mondo accademico e per la società.

Seguiranno gli interventi del dottor Elvio Bacocchia (rappresentante del personale tecnico-amministrativo e bibliotecario) e di Martina Domina (rappresentante degli studenti).

La prolusione sarà tenuta dal professore Ambrogio Santambrogio sul tema “Sul rapporto tra Scienza e Società: un contributo sociologico”.

Concluderà la cerimonia l’intervento del dottor Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo.

All’evento parteciperà, come da tradizione, il Coro dell’Università degli Studi di Perugia al quale si uniranno, quest’anno, anche gruppi corali di alcuni istituti secondari di secondo grado perugini.

L’ inaugurazione in Aula Magna sarà preceduta, alle ore 9, nella Chiesa dell’Università, dalla Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Paolo Giulietti, Vescovo ausiliario di Perugia e Città della Pieve. 

Perugia, 10 marzo 

Riapre a Casalina il Museo di Anatomia,  l’inaugurazione mercoledì 15 marzo, alle 17 

Mercoledì 15 marzo 2017 riaprirà, presso il Polo Museale di Casalina (Deruta), con un allestimento completamente rinnovato, il Museo di Anatomia, storica raccolta già afferente alla Facoltà di Medicina, che il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici dell’Università degli Studi di Perugia collaborerà a conservare e far conoscere.

L’allestimento del Museo è stato possibile grazie ad un contributo della Regione dell’Umbria cofinanziato dall’Università di Perugia.

L’inaugurazione si terrà alle ore 17 alla Manifattura ex tabacchi (Via del Risorgimento di Casalina) e vedrà gli interventi di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Fernanda Cecchini, assessore regionale Agrocoltura, cultura, ambiente, Giancarlo Agnelli, presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell’Ateneo perugino, Fausto Barbagli, presidente dell’Associazione Nazionale Musei Scientifici (ANMS); Antonella Pinna, dirigente  Servizio Musei, archivi e biblioteca Regione Umbria, e Cristina Galassi, direttore del Cams dell’Università di Perugia. 

Perugia, 10 marzo 

Dal 13 al 19 marzo anche in Umbria si celebra il Cervello, II edizione della BRAIN AWARENESS WEEK-UMBRIA 

Una settimana dedicata alla sensibilizzazione di giovani, adulti e anziani sull'importanza della conoscenza del più complicato e sconosciuto organo del nostro corpo: il cervello.

È la Settimana Mondiale del Cervello, campagna coordinata dalla European Dana Alliance for the Brain in Europa, e dalla Dana Alliance for Brain Initiatives negli Stati Uniti, che quest’anno si svolge dal 13 al 19 marzo. L’iniziativa coinvolge psicologi, neuroscienziati e altri professionisti del settore della salute.

In Italia. Nel nostro Paese l’evento è animato da Hafricah.NET, portale di divulgazione neuroscientifica e partner ufficiale della Dana Foundation. Tra il 13 e il 19 marzo tutto lo stivale, isole comprese, sarà animato da una serie di eventi completamente gratuiti sulle tematiche riguardanti le neuroscienze che testimoniano l'entusiasmo di singoli professionisti, associazioni, centri di ricerca, cultori della materia, appassionati, pazienti, insegnanti e studenti. In programma oltre trecento appuntamenti in più di centocinquanta città italiane: laboratori interattivi, screening, mostre, cineforum, dibattiti, tour guidati nei centri di ricerca e tanto altro. L’obiettivo è rendere accessibili ai cittadini i dati della ricerca neuroscientifica, per sensibilizzare al mantenimento di una buona salute cerebrale e all’assunzione di corrette abitudini quotidiane, indispensabili per una prevenzione attiva. Il calendario è costantemente in evoluzione sul sito www.settimanadelcervello.it e sulle pagine Facebook “Settimana Mondiale del Cervello”.

In Umbria. Nella nostra regione la seconda edizione della “Brain Awareness Week-Umbria2017” si svolgerà prevalentemente sul territorio di Perugia, Gubbio e Assisi, sotto l’organizzazione e il coordinamento delle dottoresse Corinna Bolloni e Majla Trovato, partner ufficiali della Dana Foundation, e del professor Guglielmo Sorci, docente di Anatomia Umana del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo perugino; progetto patrocinato da Regione Umbria, Comune di Perugia, Ordine degli Psicologi dell’Umbria, Università degli Studi di Perugia, Scuola di Medicina e Chirurgia, Accademia Anatomico-Chirurgica, e da molte associazioni ed enti territoriali e nazionali (IPGE, ANDID, Istituto Casoria di Assisi).

La giornata inaugurale di lunedì 13 marzo 2017 sarà caratterizzata dal coinvolgimento dell’Ateneo perugino con una giornata scientifico-divulgativa incentrata sulla ‘Neurofisiologia e Neuropatologia del Linguaggio’ che si svolgerà nell’Aula Magna della Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia, dove (inizio ore 15) interverranno illustri docenti come i professori Rosario Donato docente di Neuroanatomia (Basi Neuroanatomiche del Linguaggio), Patrizia Mecocci docente di Gerontologia e Geriatria (La Demenza Frontotemporale: eterogeneità clinica e patologica) e Massimo Piccirilli docente Neurologia e Psichiatria (Neuroplasticità e Riabilitazione dell'Afasia).

Nei giorni successivi verranno trattati argomenti come la gestione delle emozioni in ambito sanitario con un laboratorio teatrale dal titolo “Teatro & Salute – La ricetta del saper essere” e una conferenza presso la Biblioteca San Matteo degli Armeni. Quindi si parlerà con esperti del settore delle ultime ricerche in ambito di “Declino Cognitivo e delle nuove prospettive d’intervento”. Ci sarà una giornata rivolta all’ “Educazione alla Responsabilità Alimentare in età Pediatrica” con la partecipazione di dietiste e psicologi. Si parlerà di “ArteTerapia” con un laboratorio esperienziale a Gubbio e di “Medicina Integrata” ad Assisi, mentre la Scuola di specializzazione in Psicoterapia della Gestalt Espressiva (IPGE) con sede a Perugia organizzerà un interessante incontro pratico di “Video-terapia”. L’ultima giornata sarà incentrata sulle tematiche riguardanti il Gioco d’Azzardo Patologico, con ospiti esperti provenienti da tutto il territorio nazionale. Il tema della prevenzione e della promozione della salute è da sempre il filo conduttore della manifestazione e in virtù di tali principi durante tutta la settimana verranno accolte le richieste per gli screening cognitivi gratuiti inseriti nell’iniziativa ‘Studi Aperti’. Per maggiori informazioni consultare www.hafricah.net.

 

Perugia, 9 marzo 

Nuove e inaspettate prospettive del Master ‘Progettare Smart Cities’ con la preparazione di progetti di sviluppo per le zone terremotateon la preparazione di progetti di sviluppo per le zone terremotate 

Presentato stamani, in conferenza stampa a Palazzo Murena, la seconda edizione del Master ‘Progettare Smart Cities’, promosso e organizzato dall’Università degli Studi di Perugia  in collaborazione con Siemens, Gruppo PA, Regione Umbria che, tra i suoi principali obiettivi, da questa edizione ha la riqualificazione delle aree colpite dal sisma, nel Centro Italia, in ottica Smart City.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo, Enzo Calabrese, responsabile Grandi Infrastrutture della Siemens Italia Spa, Daniele Fogliarini, Generale Manager del Gruppo PA, Diego Zurli, Direttore Protezione Civile, infrastrutture e Mobilità - Regione Umbria, Mario Margasini, Direttore del Centro Studi della Città di Foligno e Paolo Verducci, Direttore del Master.

Le caratteristiche del corso post universitario sono state illustrate dal prof. Paolo Verducci che ha sottolineato i risultati ottenuti nel primo anno del Master, al quale si sono iscritti 12 laureati, che hanno trovato rapidamente, con il titolo conseguito, una collocazione nel mondo del lavoro; altra caratteristiche del master è la vicinanza alle problematiche del territorio.

Al corso possono iscriversi laureati in ingegneria e architettura con laurea magistrale.

Le sedi ufficiali del master sono presso il Centro Studi della Città di Foligno (Laboratorio Internazionale di Progettazione I_LAB SmartCitiesDesign, in via dei Monasteri 27; Palazzo Bernabei in Assisi, in via San Francesco 19; Dipartimento di Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia, in via Duranti 93.

Il corso, oltre a lezioni teoriche, prevede un laboratorio di progettazione architettonica ed urbana dal titolo: “TERREMOTO e SMART CITY. Dall’emergenza alla ricostruzione delle attività produttive”;  si svolgerà a Foligno, a Palazzo Trinci, martedì 14 marzo 2017, alle ore 9.

“Il laboratorio affronterà proprio il tema del rilancio delle attività produttive che è di evidente attualità nel momento in cui si stanno discutendo le linee guida per la ricostruzione delle aree terremotate – ha detto Verducci –. In particolare, oltre ai centri storici colpiti duramente dal sisma (Norcia, Castelluccio di Norcia, Cascia, Preci, etc.), verranno affrontate le criticità e le problematiche della Valnerina, per l’individuazione di soluzioni che rispondano al rilancio economico e turistico di questo territorio”.

Della vicinanza al territorio ha parlato anche il Rettore Franco Moriconi per ricordare la presenta dell’Ateneo di Perugia in molte città umbra: oltre a Perugia, Terni, Narni, Assisi, Foligno, Gubbio e presto con nuove attività anche a Città di Castello. “Il Master del prof Verducci – ha ricordato il prof. Moriconi – è stato lanciato proprio nell’anno in cui ho iniziato il mio mandato di Rettore, avendo come caratteristica quella di rispondere ai giovani con corsi che abbiano concrete prospettive nel mondo del lavoro, oltre ad operare con le istituzioni territoriali e tra queste la Regione e i principali Comuni dell’Umbria. E’ ovvio che la collaborazione deve avere caratteristiche di reciprocità e – ha concluso il Rettore – quando una delle parti viene meno al dovere di lealtà, il nostra Ateneo non può stare semplicemente a guardare. Le opportunità del Master sono importanti e in modo particolare per le nuove prospettive offerte dalla collaborazione per la rinascita dei territori comunali dopo il sisma”.

L’interesse della Siemens è stato sottolineato dal dottor Enzo Calabrese.  “La Siemens, che è una multinazionale operante in tutto il mondo, ha scelto l’Ateneo di Perugia e l’Umbria come interlocutori ideali – ha ricordato - per sviluppare il progetto di ‘Smart Cities’ nella provincia italiana”. Ha inoltre spiegato alcune fra le iniziative che, nate all’interno della prima edizione, si stanno sviluppando ad Assisi e Foligno e, d’ora in avanti, anche nelle aree colpite dal sisma.

“Questo accordo – ha detto Daniele Fogliarini del Gruppo PA- getta le basi per un importante collaborazione con l’Ateneo perugino. Siamo orgogliosi di sostenere la formazione dei futuri professionisti del settore delle città intelligenti. Ricerca e innovazione, infatti, sono priorità

strategiche per la crescita e lo sviluppo: vogliamo ‘investire in cervelli’ e contribuire a creare un ponte fra Università e mondo del lavoro”.

L’architetto Diego Zurli, Direttore Protezione Civile, infrastrutture e Mobilità, Regione Umbria, ha illustrato le iniziative che si stanno portando avanti, tra Regione e Dipartimento di Ingegneria, inerenti le riqualificazione delle aree colpite dal sisma e che saranno oggetto di workshop e seminari organizzati all’interno del Master.

Mario Margasini, in qualità di Presidente del Centro Studi della Città di Foligno, ha spiegato il ruolo del Centro Studi e in particolare del Laboratorio I_Lab Smart Cities Design, in via di attivazione, all’interno del centro studi folignate. 

tavolo smart 1zurli calabrese verducci moriconi

verducci

zurli calabrese 

verducci moriconi fogliarini

fogliarini marghesini 2

Perugia, 9 marzo 

CONFERENZA STAMPA - Presentazione dell’ evento “L’Ateneo al centro” - Perugia, Sala Rossa del Comune, Martedì 14 marzo 2017 – ore 11Perugia, Sala Rossa del Comune, Martedì 14 marzo 2017 – ore 11

Martedì 14 marzo 2017, alle ore 11, nella Sala Rossa del Comune di Perugia, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa di orientamento universitario “L’Ateneo al centro”.

All’incontro con i giornalisti, che sarà l’occasione per illustrare tutti gli aspetti che comporranno la due giorni di orientamento – lezioni tipo e stand informativi, insieme a scontistica e agevolazioni a favore dei partecipanti all’iniziativa  -  organizzata grazie alla collaborazione del Comune di Perugia, dell’Adisu e di alcune istituzioni pubbliche e private, interverranno la professoressa Anna Martellotti, delegato del Rettore per l’Orientamento, il professore Federico Rossi, delegato del Rettore per i servizi agli studenti, il professore Luca Ferrucci, commissario straordinario A.Di.S.U. e Dramane Diego Waguè, assessore del Comune di Perugia con delega alla Scuola.

“L’Ateneo torna al centro” costituisce il salone di orientamento organizzato dall’Università degli Studi di Perugia espressamente per gli Istituti secondari di secondo grado perugini e del comprensorio, al fine di sostenere e facilitare la scelta del futuro percorso formativo universitario, oltre che per fornire tutte le informazioni sui servizi e le opportunità offerte alle future ‘matricole’.

 

Perugia, 9 marzo 

Prestigioso riconoscimento per il dottor Maurizio Puzzonia, riceverà a Roma, alla Camera dei Deputati, una borsa di studio per un master della Fondazione Italia USAiceverà a Roma, alla Camera dei Deputati, una borsa di studio per un master della Fondazione Italia USA

Il dottor Maurizio Puzzonia è stato inserito dal Consorzio AlmaLaurea nell’elenco di giovani laureati meritevoli che riceveranno una borsa di studio per la frequenza di un Master accreditato e promosso dalla Fondazione Italia USA.

Il dottor Puzzonia si è laureato lo scorso anno in Economia Aziendale nella sede di Terni del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia.

La cerimonia di premiazione  si terrà a Roma, il prossimo 16 marzo 2017, alla Camera dei Deputati.

Con tale iniziativa la Fondazione Italia Usa tende ad accompagnare, con azioni di sostegno, l’internazionalizzazione di numerose aziende rappresentative del Made in Italy, con un’attenzione particolare a quelle che desiderano espandersi sui mercati americani.

Le borse di frequenza al Master favoriscono l’inserimento nel mondo del lavoro e il percorso di carriera di giovani laureati, che abbiano conseguito il massimo dei voti in discipline di interesse per la Fondazione stessa e che possano contribuire con le proprie professionalità alla diffusione della cultura d’impresa nella internazionalizzazione verso gli Stati Uniti.

 

maurizio puzzonia

 

Perugia, 6 marzo 

Le considerazioni del prof. Francesco Tarantelli, Coordinatore della Commissione permanente del Senato Accademico “Ricerca Scientifica”, sulle valutazioni dell’Agenzia ANVUR sulla qualità della ricerca (2011-2014) 

“E’ la stagione della valutazione della ricerca universitaria, con il rapporto VQR 2011-2014 (Valutazione della Qualità della Ricerca per gli anni 2011-2014) fresco di stampa. L’Ateneo di Perugia dà bella prova di sé presentando prodotti per la valutazione in tutte le sedici aree scientifiche in cui il sistema universitario suddivide i saperi. In termini di partecipazione al processo l’Ateneo di Perugia supera di quasi quattro punti percentuali la media nazionale, presentando per la valutazione 1895 prodotti della ricerca sui 1975 prodotti attesi dall’Agenzia per la Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) che ha operato la valutazione.

Gli indicatori quantitativi che l’ANVUR ha messo a punto per stilare le classifiche di qualità evidenziano che, complessivamente, la qualità della produzione scientifica UniPG migliora rispetto alla VQR precedente (2004-2010). Per ben 10 aree scientifiche su 16, la valutazione è superiore alla rispettiva media nazionale e una delle aree, quella delle Scienze Chimiche, conquista il primo posto nazionale nel segmento dimensionale di appartenenza. Altre 5 aree disciplinari (l’Ingegneria Civile, le Scienze Psicologiche, le Scienze Fisiche, le Scienze Mediche e le Scienze della Terra) si collocano nel top 30% delle rispettive graduatorie e 5 aree (Scienze Chimiche, Ingegneria Civile, Scienze Agrarie e Veterinarie, Scienze Economiche e Statistiche, e Ingegneria Industriale e dell’Informazione) migliorano di oltre il 30% la loro posizione in graduatoria rispetto alla passata valutazione. Un’ulteriore conferma della qualità scientifica dei ricercatori dell’Ateneo emerge dal fatto che ben 11 discipline su 16 (rispetto a solo 7 nel 2004-2010) hanno presentato una frazione di prodotti di eccellenza (che significa prodotti collocati nelle due migliori classi qualitative) superiore alla media nazionale”.

Perugia, 6 marzo 

Studenti delle superiori alle prese con i veri dati del CERN a Perugia

Sono un centinaio, quest’anno, gli studenti delle scuole superiori di Perugia e dintorni che domani, martedì 7 marzo 2017 e poi  lunedì 20 marzo potranno conoscere dal vivo come funzionano le ricerche dei fisici del CERN nell’Università degli Studi di Perugia, grazie all’iniziativa Masterclass, coordinata in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e realizzata in collaborazione con l’Ateneo.

I ragazzi verranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti di LHC (Large Hadron Collider), dove nel luglio 2012 è stato scoperto l’ormai celebre bosone di Higgs.

La giornata si suddivide al mattino in lezioni e seminari sugli argomenti fondamentali della fisica delle particelle, seguite nel pomeriggio da esercitazioni al computer su uno degli esperimenti dell’acceleratore di particelle LHC, dove 100 metri sotto terra, nel tunnel di 27 km sotto Ginevra le particelle si scontrano quasi alla velocità della luce.

A Perugia i ragazzi, condotti dai ricercatori INFN e Unipg utilizzeranno i veri dati provenienti dall’esperimento CMS, per simulare negli esercizi l’epocale scoperta del bosone di Higgs, ma anche quella dei bosoni W e Z (quelli che nel 1984 valsero il premio Nobel a Carlo Rubbia), ed esploreranno le proprietà della particella D0 grazie ai dati dell’esperimento LHCb.

Alla fine della giornata, proprio come in una vera collaborazione di ricerca internazionale, gli studenti si collegheranno in una videoconferenza con i coetanei di tutto il mondo che hanno svolto gli stessi esercizi in altre università, per discutere insieme i risultati emersi dalle esercitazioni.

L’iniziativa, giunta alla tredicesima edizione, fa parte delle Masterclass internazionali organizzate da IPPOG (International Particle Physics Outreach Group). Le Masterclass si svolgono contemporaneamente in 52 diverse nazioni, coinvolgono più di 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università del mondo e più di 13.000 studenti delle scuole superiori.

Per l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, oltre alla sezione di Perugia, sono presenti i Laboratori Nazionali di Frascati, il TIFPA di Trento e le sezioni di Bari, Bologna, Cagliari, Cosenza, Ferrara, Firenze, Genova, Lecce, Milano, Milano-Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Pisa, Roma “La Sapienza”, Roma Tor Vergata, Roma Tre, Torino, Trieste e Udine.

Contatti

prof. Pasquale Lubrano, Università degli Studi di Perugia, Via A Pascoli snc, (pasquale.lubrano@pg.infn.it) tel. 075 5852738, 3495557931, http://www.pg.infn.it/Masterclass2017/

Informazioni sulle Masterclass:

Per informazioni sulle Masterclass nazionali:

Ufficio Comunicazione INFN - Catia Peduto, tel.: 06 6868162, catia.peduto@presid.infn.it 

Perugia, 6 marzo 

Unipg orienta, domani, a Todi, l’Università incontra le future matricole
L'Ateneo di Perugia presenta la sua offerta formativa ai ragazzi delle scuole superiori nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala delle Pietre 

Anche quest’anno torna a Todi “Unipg Orienta”, la campagna di orientamento 2017 dell’Università degli Studi di Perugia rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori.

L’appuntamento di domani, martedì 7 marzo 2017, si svolgerà nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala delle Pietre.

A partire dalle ore 9, docenti universitari e studenti senior forniranno informazioni e risponderanno alle domande dei futuri studenti sui corsi di laurea dell’Ateneo:  in omaggio alla Festa della Donna, inoltre, i desk informativi decorati di mimose, saranno presidiati quasi esclusivamente da professoresse e ricercatrici, per mostrare, nei fatti, soprattutto alle ragazze, che possono davvero seguire con successo qualsiasi corso di studio, dall’Informatica alle Scienze della Formazione, dall’Ingegneria Meccanica ai Beni culturali.


Il ciclo “L’Ateneo incontra le future matricole” 2017, che è articolato in dieci saloni presso nove realtà umbre (Terni, Assisi, Castiglione del Lago, Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Todi e Gubbio) e uno in Toscana (Sansepolcro), è organizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, che coordina l’attività con gli istituti superiori sul territorio, e le amministrazioni comunali delle città che di volta in volta ospitano gli incontri.

I dettagli del programma di orientamento sono consultabili alla pagina web www.unipg.it/studenti-futuri

Perugia, 6 marzo 

Giancarlo Caselli al convegno “I nuovi volti delle mafie nel sistema agro-alimentare” - Perugia, Complesso Monumentale di San Pietro, venerdì 10 marzo 2017 

Il dottor Giancarlo Caselli interverrà a Perugia, nel Complesso Monumentale di San Pietro, venerdì 10 marzo 2017, alle ore 9.30, al convegno “I nuovi volti delle mafie nel sistema agro-alimentare” promosso dall’Associazione Libera e organizzato dai Dipartimenti di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, di Scienze Politiche e di Giurisprudenza dell’Ateneo Perugino.

L’incontro intende attirare l’attenzione della società, degli studenti e degli studiosi su alcuni aspetti giuridici, sociali ed economici che connotano l’influenza del crimine organizzato nel settore agroalimentare.

Il convegno, coordinato da Francesco Tei, Direttore del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali,  sarà aperto da Walter Cardinali, Associazione Libera, Raffaele Cannizzaro, Prefetto di Perugia, Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze politiche, Giovanni Marini, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza,  Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia.

Seguiranno le comunicazioni di Gaetano Martino, Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali sul tema  “Criminalità nel sistema agroalimentare: agromafie e nuova schiavitù”, Carlo Fiorio, Dipartimento di Giurisprudenza su “Agromafie e microsistema  ‘231’: lo stato dell'arte”,  Enrico Carloni, Dipartimento di Scienze Politiche su “Il regime amministrativo dei beni confiscati, tra tutela e valorizzazione”, Paola De Salvo e Fiorella Giacalone, Dipartimento di Scienze Politiche su “Riutilizzo dei beni confiscati nell’ottica dell’agricoltura sociale”.

 

Alle 11.30 l’intervento conclusivo del dottor Giancarlo Caselli.

Perugia, 3 marzo 

Lotta all’obesità e al diabete tipo 2, il modello del C.U.R.I.A.MO. riconosciuto come good practice da CHRODIS

Importante riconoscimento per il  Centro Universitario di Ricerca Interdipartimentale sull’Attività Motoria dell’ Università di Perugia (C.U.R.I.A.MO.): il suo modello è stato riconosciuto da JA-CHRODIS come good practice nella lotta a obesità e diabete del tipo 2.

JA-CHRODIS, joint action co-fondata dall’Health Program dell’Unione Europea, è nata da una collaborazione di più di 70 partner (tra cui dipartimenti nazionali di salute e istituti di ricerca di 25 paesi) che lavorano insieme per identificare, validare e disseminare in Europa e nel mondo – superando il più possibile i confini nazionali - buone pratiche (evidence-based) per la lotta alle malattie croniche tra cui obesità e diabete tipo 2.

Il riconoscimento al modello del C.U.R.I.A.MO è fonte di soddisfazione per il gruppo di lavoro interdisciplinare che è stato coordinato in questi anni dal Prof. Pierpaolo De Feo e che oggi prosegue le sue attività sotto la direzione sanitaria del Prof. Carmine Fanelli e la direzione scientifica della Prof.ssa Claudia Mazzeschi.

Il programma del C.U.R.I.A.MO – sia per gli adulti che per l’età evolutiva – si fonda sui tre aspetti chiave di un intervento lifestyle (De Feo et al. 2011): nutrizione, attività fisica e sostegno psicologico al cambiamento. Insieme, sinergicamente, permettono di ridurre obesità e diabete tipo 2 ad essa associato e aumentare la qualità della vita (Mazzeschi, C. et al., 2012).

Ed è proprio l’approccio multidisciplinare a un sano stile di vita accanto ad un intervento basato sulle caratteristiche e i bisogni dei pazienti (patient centered care) che sono stati identificati dalla Commissione di CHRODIS deputata a valutare l’efficacia del C.U.R.I.A.MO. quali fattori del successo del modello e dimostrato non solo dai dati ma anche dalla voce dei pazienti (Piana, et al., 2013).

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: www.chrodis.eu alla voce Good Practices nonché sul sito del Centro www.curiamo.unipg.it

Perugia, 3 marzo 

Unipg orienta, il 7 marzo, a Todi, l’Università incontra le future matricole
L'Ateneo di Perugia presenta la sua offerta formativa ai ragazzi delle scuole superiori nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala delle Pietre 

Anche quest’anno torna a Todi “Unipg Orienta”, la campagna di orientamento 2017 dell’Università degli Studi di Perugia rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole medie superiori.

L’appuntamento, martedì 7 marzo 2017, si svolgerà nella Sala del Consiglio comunale e nella Sala delle Pietre.

A partire dalle ore 9, docenti universitari e studenti senior forniranno informazioni e risponderanno alle domande dei futuri studenti sui corsi di laurea dell’Ateneo:  in omaggio alla Festa della Donna, inoltre, i desk informativi decorati di mimose, saranno presidiati quasi esclusivamente da professoresse e ricercatrici, per mostrare, nei fatti, soprattutto alle ragazze, che possono davvero seguire con successo qualsiasi corso di studio, dall’Informatica alle Scienze della Formazione, dall’Ingegneria Meccanica ai Beni culturali.


Il ciclo “L’Ateneo incontra le future matricole” 2017, che è articolato in dieci saloni presso nove realtà umbre (Terni, Assisi, Castiglione del Lago, Orvieto, Foligno, Spoleto, Città di Castello, Todi e Gubbio) e uno in Toscana (Sansepolcro), è organizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, che coordina l’attività con gli istituti superiori sul territorio, e le amministrazioni comunali delle città che di volta in volta ospitano gli incontri.

I dettagli del programma di orientamento sono consultabili alla pagina web www.unipg.it/studenti-futuri

Perugia, 1 marzo 

Gian Gualberto Volpi chimico e scienziato di fama internazionale nel ricordo del collega Vincenzo Aquilanti

Il Professore Emerito Gian Gualberto Volpi  fu chiamato alla cattedra di chimica generale ed inorganica all’Università di Perugia nel 1968, trasferendosi con un piccolo gruppo di allievi dall’Università di Roma, dove come giovane assistente e ricercatore aveva portato avanti la sua attività scientifica  iniziale dirigendo anche un laboratorio dell’Ente Nazionale di Energia Nucleare.

Si era perfezionato a Harvard nel 1957-58. In un momento di grandi trasformazioni delle Università in generale e dell’ Università di Perugia in particolare, il professor Volpi è stato un protagonista: un anno dopo il suo arrivo, fu eletto preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, coordinandone l’ ampliamento da una ventina di ordinari ad oltre 100 tra docenti e assistenti; le università si orientavano verso nuove forme di didattica e Volpi guidò la sperimentazione del sistema semestrale  con grande successo già dal 1968 nel corso di laurea in chimica (questo sistema è oggi universalmente accettato).

Fu preside in due tempi, inizialmente dal 1968 al 1972, e successivamente per un decennio dal 1982.

Nel 1983 fu nominato Commendatore della Repubblica dalla Presidenza del Consiglio.

Nel corso degli anni sperimentò la fondazione di una struttura nuova, quella dipartimentale, che ormai ha sostituito la struttura per facoltà in tutte le nostre università.

Come docente e primo direttore del Dipartimento di Chimica, insegnò e promosse le linee di sviluppo moderne delle scienze chimiche. Come scienziato, i principali riconoscimenti furono l’elezione all’Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei Quaranta, nel 1992 e alla massima istituzione culturale Italiana, l’ Accademia Nazionale dei Lincei, nel 1994. Dell’attività scientifica nel campo della chimica generale e della chimica fisica, e in particolare della natura fondamentale delle reazioni chimiche e delle loro applicazioni sia industriali che studio delle atmosfere e delle combustioni, si darà pieno acconto in prossimi convegni commemorativi in preparazione a Roma nelle due Accademia a cura dei suoi numerosi allievi che sono professori a Perugia in varie altre università, o scienziati in istituti di ricerca.

A loro il compito di tramandarne l’eredità scientifica.Lascia la moglie Giuliana, le figlie Francesca e Elisabetta, e quattro nipoti.

Vincenzo Aquilanti, Professore Emerito dell’Università di Perugia e Accademico dei Lincei

gian gualberto volpi


Torna su
×