Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 28 aprile

CONFERENZA STAMPA Presentazione dell’ evento “A San Pietro - Scienza, Arte e Territorio” -  Perugia, Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, mercoledì 3 maggio 2017, ore 11

Mercoledì 3 maggio 2017, alle ore 11, nell'Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali (Complesso Monumentale di San Pietro) si terrà la conferenza stampa di presentazione dell'evento “A San Pietro - Scienza, Arte e Territorio” che si svolgerà poi sabato 6 e domenica 7 maggio 2017.

Interverranno il professor Eric Conti, coordinatore dell’iniziativa e i rappresentanti delle diverse istituzioni coinvolte.

“A San Pietro - Scienza Arte Territorio” -  Come da tradizione, ormai, anche quest’anno Scienza, Arte e Territorio s’incontrano nello splendido Complesso Monumentale dell’Abbazia di San Pietro, a Perugia, durante il weekend di sabato 6 e domenica 7 maggio 2017. Tra le novità principali, alcune attività dedicate ai bambini, nuovi intermezzi di musica classica, antica e tradizionale e dimostrazioni di tree-climbing nell’Orto Medievale. La Galleria Tesori d’Arte ha inaugurato un’importante mostra, con opere provenienti da collezioni italiane e straniere, tra le quali una splendida pala del Sassoferrato in prestito dal Museo del Louvre. Il Rione di Porta San Pietro sarà presente nelle figure istituzionali del Capitano e dell’Alfiere, che insieme agli stendardi e ai gonfaloni delle pro-loco, dei paesi e delle associazioni, rappresenteranno l’antico Territorio di San Pietro.

Sono confermati i numerosi eventi che hanno affascinato i visitatori negli anni precedenti, quali le visite guidate ai laboratori del DSA3 e all’Osservatorio Sismico, le esposizioni scientifiche, l’illustrazione dei preziosi testi antichi della biblioteca di Agraria, la fattoria didattica, la mostra-mercato delle eccellenze umbre.

Quest’anno parte del territorio umbro sta tentando di risollevarsi dalle ferite del terremoto. Il DSA3 intende offrire un proprio contributo facendo il punto della situazione sugli interventi programmati e quelli in corso di realizzazione per gli aspetti zootecnici, durante una Tavola Rotonda alla quale saranno invitati a partecipare esperti e rappresentanti delle istituzioni.

Gli “Open Days di Agraria”, giunti alla loro quarta edizione, sono quindi cresciuti così tanto da acquisire una connotazione ben più ampia, offrendo spunti di riflessione non solamente ai giovani che devono decidere quali studi intraprendere all’Università, ma a chiunque sia interessato alle numerose tematiche delle Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali del DSA3, alle Opere d’Arte della FIA e del CAMS, ai prodotti di eccellenza del nostro splendido Territorio, pronto a rialzarsi dalle recenti ferite.

Perugia, 28 aprile

Grande successo per la mostra sul Sassoferrato a San Pietro. Apertura straordinaria lunedì 1° maggio. Orario continuato, visite guidate e ingressi con riduzione il 6 e 7 maggio


La grande mostra di Perugia dedicata a “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”,  a cura di Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, ha registrato uno straordinario successo di pubblico nei soli 20 giorni trascorsi dall'inaugurazione. Più di 2000 visitatori hanno approfittato delle vacanze pasquali e del ‘ponte’ del 25 aprile per ammirare i capolavori del maestro seicentesco e per visitare il complesso monumentale di San Pietro, con gli inestimabili tesori d'arte che lo attestano come secondo museo regionale per quantità e qualità delle opere conservate.  Circa 300 i cataloghi venduti presso il bookshop e a distanza attraverso i canali di distribuzione dell'editore Aguaplano, a testimoniare la validità di un progetto curatoriale di rilievo internazionale.

Il calendario di iniziative legate alla mostra segna due nuovi appuntamenti primaverili, sull'onda del grande interesse suscitato dentro e fuori dall'Umbria - molti i visitatori provenienti dalle Marche - in un pubblico composto di appassionati e famiglie oltre che di studiosi ed esperti.
In primo luogo è prevista l'apertura straordinaria per la festività di lunedì 1° maggio.

Inoltre un grande evento si svolgerà nel prossimo fine settimana, sabato 6 e domenica 7 maggio: “Scienza, arte e territorio a San Pietro”, iniziativa che rinnova i vecchi Open days della Facoltà di Agraria offrendo un ricchissimo programma di percorsi, laboratori, concerti e degustazioni alla scoperta di un patrimonio millenario nella magnifica cornice dell'abbazia benedettina, dei suoi tre chiostri e dell'orto medievale. Per l'occasione la mostra sul Sassoferrato sarà aperta entrambi i giorni con orario continuato dalle 10 alle 19, con biglietto ridotto per tutti i visitatori - 5 euro anziché 7 - e con possibilità di visita guidata.


Per tutte le info sull'iniziativa consultare il programma in allegato.
Per info sulla mostra e sul complesso monumentale di San Pietro:
www.fondazioneagraria.it/
Per info e ordini del catalogo: aguaplano.eu/scheda/
Sassoferrato-dal-Louvre-a-San-Pietro-78

Perugia, 28 aprile

La Riforma nella società italiana 1517-2017 -  4-5 maggio 2017, Dipartimento di Scienze Politiche e Oratorio di Santa Cecilia 4-5 maggio 2017 

“La Riforma nella società italiana 1517-2017”  è il convegno che si tiene a Perugia nell’occasione dei 500 anni della Riforma. Si svolge giovedì 4 e venerdì 5 maggio 2017  al Dipartimento di Scienze Politiche e nell’Oratorio di Santa Cecilia e vuole analizzare il ruolo che la Riforma (e la Controriforma) hanno avuto nella storia e nella società italiana. In particolare saranno analizzati due aspetti: un’analisi critica della vulgata per cui la specificità della cultura civica e politica italiana dipenderebbe dal fatto di non aver avuto la Riforma; la questione del pluralismo, in particolare quello religioso. Il Convegno si avvale di contributi scientifici interdisciplinari, che vanno dall’antropologia, alla storia, alla sociologia, alla scienza politica. Per i suoi obiettivi, oltre a costituire un apporto scientifico sul tema, vuole portare un contributo di conoscenza a quanti – studenti, giornalisti, pubblico più ampio – sono interessati ad una delle grandi questioni sociali della nostra attualità.

I lavori, giovedì 4 maggio, alle ore 15, al Dipartimento di Scienze politiche (Aula 1) saranno aperti dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e dalla presentazione del convegno da parte del professor Ambrogio Santambrogio, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche.

Prima sessione – Religione e cultura politica

Presiede: Walter Privitera.

Paolo Naso, Le Chiese evangeliche nella storia sociale e politica italiana

Luigi Alfieri, Il cattolicesimo tridentino e la cultura civica italiana

Discussione

Presiede: Regina Lupi

Enzo Pace, Parola viva e lettera morta. Il ricorrente conflitto tra libertà di fede ed ecclesificazione del credere

Letizia Tomassone, Le donne nelle dinamiche teologiche ed ecclesiologiche del protestantesimo

Discussione

Venerdì 5 maggio, ore 9, Oratorio di Santa Cecilia.

Seconda sessione - Le sfide del protestantesimo

Presiede: Giovanni Belardelli

Paolo Ricca, Lutero in Italia

Marco Ventura, Protestantesimo e laicità in Italia

Discussione

Presiede: Massimo Pendenza

Mario Perniola, La Riforma e gli artisti

Roberto Bottazzi, La spiritualità protestante: forme, simboli e significati

Discussione

5 maggio, ore 15, Oratorio di Santa Cecilia

Tavola rotonda – E se l’Italia avesse avuto la Riforma?

Intervengono: Roberto Cartocci, Carlo Galli, Claudio Paravati, Valdo Spini, Mario Tosti

Coordina: Ambrogio Santambrogio

Perugia, 28 aprile

“Dall’infortunio al ritorno allo Sport: il ruolo del Professionista delle Scienze Motorie” 

Il Corso di studi in Scienze Motorie e Sportive ha organizzato il convegno “Dall’infortunio al ritorno allo Sport: il ruolo del Professionista delle Scienze Motorie”, che si svolgerà giovedì 4 maggio 2017, alle ore 14 nell'Aula Magna 'Paolo Larizza’ della Scuola Interdipartimentale di Medicina e Chirurgia.

L’incontro, organizzato in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport CONI Umbria e con l'Associazione Italiana Massaggiatori e Terapisti dello Sport (A.I.M.Te.S.), si inserisce all’interno di una serie di eventi rivolti in particolare agli studenti di Scienze Motorie e Sportive, con lo scopo di affrontare il tema della gestione dell’atleta infortunato. E’ aperto al pubblico ed è gratuito.

Il ritorno alla performance dopo un infortunio è un processo complesso, che vede impegnati diverse figure professionali, le quali, nel rispetto delle proprie competenze, cooperano per raggiungere un risultato ottimale. Esperti di differenti aree disciplinari (Medicina, Biologia, Rieducazione Funzionale, Scienze Motorie, Psicologia dello Sport) affronteranno l’argomento in un’ottica integrata, sottolineando il ruolo centrale del Professionista delle Scienze Motorie nel traghettare lo sportivo dalla condizione di “paziente” a quella di “atleta” di alta prestazione.

Il convegno è rivolto agli studenti del CdL in Scienze Motorie e Sportive, alle Federazioni sportive umbre e delle regioni limitrofe, e a tutte le figure professionali impegnate nella gestione degli infortuni sportivi (medici, fisioterapisti, terapisti dello sport, preparatori atletici, tecnici di federazioni sportive).

Dopo il saluto delle autorità sono previsti gli interventi:

14:30 - Dall’infortunio al ritorno allo Sport: un lavoro d’équipe - Dr. Leandro Palomba – Presidente AIMTES

14:45 - Inquadramento e programmazione del recupero dell’Atleta Infortunato - Prof. Auro Caraffa, Prof. Giuseppe Rinonapoli, Dr. Francesco Manfreda, Dr. Giovanni Colleluori

15:15 - La biologia del processo di Guarigione: elementi chiave da conoscere per la somministrazione dell’Esercizio Fisico - Prof. Guglielmo Sorci

16:00 - Colmare il gap tra Riabilitazione e Performance: criticità e limiti della ‘prassi’ attuale e possibili prospettive - Dr. Stefano Spaccapanico Proietti

16:45 - La gestione Psico-Emotiva dell’Atleta Infortunato - Prof. Arnaldo Antonelli

17:15 - Chiusura del Convegno

Perugia, 21 aprile

Conferito alla dottoressa Anna Griego, laureata in Biotecnologie Farmaceutiche il premio “Augusta Perusia” in memoria di Isabella Montanini Mezzasoma  

Questa mattina, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo, è stato conferito il Premio di laurea “Augusta Perusia” 2017 alla dottoressa Anna Griego, laureata in Biotecnologie Farmaceutiche, grazie alla sua tesi di laurea “La proteina S100B promuove la transizione mioblasto-adipocita bruno. Implicazioni per la sarcopenia”.

Il riconoscimento è stato istituito dal Lions Club “Augusta Perusia” in memoria della socia fondatrice professoressa Isabella Montanini Mezzasoma, docente di Chimica dell’Ateneo di Perugia.

“Sono qui, in rappresentanza del Rettore Moriconi, per un appuntamento tradizionale al quale teniamo molto – ha detto il professor Fabrizio Figorilli, Pro Rettore dell’Università di Perugia –. Un’occasione per ricordare la figura umana e professionale della professoressa Isabella Montanini Mezzasoma e il suo impegno all’interno dell’Ateneo. Un riconoscimento, quello che il Lions Club Augusta Perusia ha istituito, che vuole essere, in questo momento di difficoltà, un segnale di attenzione per i giovani studiosi e il loro impegno”.

Il premio è stato consegnato alla dottoressa Griego dalla professoressa Flavia Sorcetti, presidente del Lions Club Perugia “Augusta Perusia”, accompagnata dal Cerimoniere del club professor Antonio Cipiciani. Presenti, inoltre, i professori dell’Ateneo di Perugia Rosario Francesco Donato, coordinatore scientifico di sezione - Sezione di Anatomia Umana, che ha spiegato che cos’è la sarcopenia, ovvero l’ambito di ricerca della tesi della dottoressa Griego; Vincenzo Nicola Talesa, direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Massimo Curini, delegato del Rettore per il Polo universitario di Terni.

Hanno partecipato alla consegna del riconoscimento, insieme alle loro famiglie, Lorenzo e Letizia Mezzasoma, figli della professoressa Isabella Montanini Mezzasoma.

 

griego premiata 4

gruppo montanini 1

Perugia, 21 aprile

Fase regionale dei Giochi della Chimica 2017, 21 scuole e 398 studenti pronti a sfidarsi

Si terranno sabato 29 aprile 2017 le selezioni umbre dei Giochi della Chimica: a Perugia nella aule del Dipartimento di Economia, in via Pascoli, a Terni nel Polo Scientifico e Didattico - ex Facoltà di Ingegneria,  in Località Pentima.

L’edizione 2017 vedrà la partecipazione di 15 scuole secondarie di secondo grado perugine e 6 ternane, per un totale di 398 studenti iscritti.

“La manifestazione, inserita nel programma del Miur di valorizzazione delle eccellenze, è promossa dalla Società Chimica Italiana (SCI) per stimolare tra i giovani l'amore per questa disciplina e di selezionare la squadra che rappresenterà l’Italia alle XLIX Olimpiadi Internazionali della Chimica, che si svolgeranno dal 6 al 15 luglio a Nakhon Pathom, in Tailandia”, spiega la dottoressa Paola Sassi, docente di Chimica Fisica del Dipartimento di Chimica Biologia e Biotecnologie dell’Ateneo di Perugia e presidente della Sezione Umbria della SCI il cui direttivo organizza i Giochi a livello umbro.

La fase regionale, durante la quale i candidati avranno 150 minuti per risolvere 60 problemi a risposta multipla, è aperta a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, divisi nelle tre categorie A, B, e C, a seconda che si tratti rispettivamente di: studenti del primo biennio, studenti del secondo triennio degli istituti non ad indirizzo chimico, studenti del secondo triennio degli istituti ad indirizzo chimico.

I risultati della selezione saranno resi pubblici venerdì 12 maggio 2017, nel corso della cerimonia di premiazione che si terrà presso l’aula G del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie in via Pascoli a Perugia, alle ore 16.

Verranno dati dei riconoscimenti ai primi dieci classificati delle tre classi di concorso; un premio più consistente sarà riservato ai primi tre classificati di ogni categoria, grazie ai contributi concessi da Italmatch, Novamont, Sterling, Liomatic, Aboca, Dipartimento di Chimica Biologia e Biotecnologie e Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Perugia.

I primi classificati parteciperanno alla selezione nazionale che si svolgerà a Roma, Parco Tirreno, il 18 e 19 Maggio 2017. La cerimonia di premiazione della prova nazionale avrà luogo la mattina del 19 Maggio 2017 nel Salone del Ministero della Pubblica Istruzione in Viale Trastevere a Roma, alla presenza del Dirigente MIUR responsabile delle attività di valorizzazione delle eccellenze. 

Perugia, 21 aprile

Avviso - Chiusura della Sede Centrale dell’Università di Perugia lunedì 24 aprile 2017

Il Direttore Generale dell’Università degli Studi di Perugia ha comunicato al personale che le strutture dell’Amministrazione Centrale dell’Ateneo, ivi incluse le Ripartizioni Tecniche e Didattica, rimarranno chiuse lunedì 24 aprile 2017.

Perugia, 20 aprile

Domani l’intitolazione dell'Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia al professor Paolo Larizza

L'Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia sarà intitolata a Paolo Larizza, Professore Emerito di Clinica Medica Generale e Terapia Medica dell'Università degli Studi di Perugia.

La cerimonia si svolgerà domani, venerdì 21 aprile 2017, alle ore 16.30, in Aula Magna, alla presenza del Prof. Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia e di Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell’Umbria.

Il Professore Larizza, scomparso alcuni anni fa, è stato il maestro di alcuni dei principali medici dell'Ateneo e dell'Ospedale di Perugia. “Quella di domani, quindi - spiega il Professore Giancarlo Agnelli, Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Ateneo - sarà una occasione per sottolineare e ribadire lo spirito di appartenenza alla Scuola medica di questa città, oltre che per tributare un omaggio al professore Larizza, di cui siamo orgogliosi di essere stati allievi”.

Il professore Fausto Grignani pronuncerà un ricordo del Clinico, cui seguirà la lettura magistrale del professor Guido Rasi, presidente dell'European medicines agency dal titolo “Accademia e ricerca regolatoria: un difficile equilibrio o una straordinaria opportunità”.

Perugia, 18 aprile

“Sport e lifelong education”, Lamberto Boranga, atleta e medico sportivo  incontra gli studenti di Scienze motorie e sportive - Perugia, giovedì 20 aprile 2017 – ore 10  

Il dottor Lamberto Boranga, atleta e medico sportivo, autore del libro “Il portiere senza guanti” (Murena, 2016), giovedì 20 aprile 2017, alle ore 10, incontrerà gli studenti che frequentano le lezioni dell’insegnamento di Pedagogia generale e sociale del Corso di Studio in Scienze motorie e sportive.

L’iniziativa, sul tema “Sport e lifelong education”, avrà luogo a Perugia, nell’Aula I della sede didattica del Corso di laurea in Scienze motorie e sportive, in via Bambagioni 4.

Perugia, 18 aprile

Come ti ridisegno una multa, c’è il laboratorio di Legal Design - Venerdì 21 aprile 2017 - Dipartimento di Giurisprudenza

Al Dipartimento di Giurisprudenza, venerdì 21 aprile 2017, dalle ore 11 alle ore 13 e dalle  14 alle17, si svolgerà un laboratorio di Legal Design.

Nell’arco di un’intera giornata, giuristi, designer e architetti dell’informazione, provenienti da tutta Italia, lavoreranno insieme per ripensare struttura e linguaggio di un documento giuridico, nello specifico di una multa.

Lo scopo finale è di ideare una versione del documento più comprensibile, leggibile e usabile, attraverso la semplificazione del linguaggio e il redesign della struttura e del layout.

Coordinano il laboratorio Cristina Alvino, avvocato, esperta di metodologie alternative per

l’apprendimento del diritto ed appassionata di innovazione, accessibilità e tecnologie applicate al mondo giuridico, e Yvonne Bindi,  laureata in Comunicazione Internazionale, architetto dell’informazione ed esperta di linguaggio e comunicazione, autrice del libro Language design, uscito a gennaio 2017 per Apogeo.

L’attività è realizzata nell’ambito del progetto ‘Metodologie alternative per un migliore apprendimento del diritto’ cofinanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Per iscriversi inviare una email a: progetto.dsa.giuris@unipg.it

Perugia, 11 aprile

Fibrosi Cistica: dalla Timosina una nuova terapia, su Nature Medicine studio delle Università di Perugia e San Raffaele di Roma condotto  da Luigina Romani ed Enrico Garaci 

L’Università di Perugia e l’Università San Raffaele Roma insieme alleate per sconfiggere la Fibrosi Cistica (FC). Lo rivela uno studio pubblicato su Nature Medicine che svela i meccanismi correttori ed antinfiammatori di timosina α1 (Tα1).

Luigina Romani: “La molecola è già sintetizzata ed è sicura”. Enrico Garaci: “Adesso gli studi clinici e nel giro di poco potremo avere un’arma contro la fibrosi cistica”.

Nuove prospettive di cura per la Fibrosi Cistica grazie all’impiego di Tα1, un peptide presente nel timo che potrebbe agire efficacemente nella cura della FC.

La ricerca condotta da Luigina Romani dell’Università di Perugia e da Enrico Garaci dell’Università San Raffaele Roma pubblicata oggi su Nature Medicine ha dimostrato come questa molecola sia capace di attivare meccanismi in grado di ricostruire il sistema immunitario e di ridurre i processi infiammatori polmonari ricorrenti nei pazienti colpiti da Fibrosi Cistica.

“Abbiamo dimostrato l’efficacia di azione di questa molecola su cellule prelevate da alcuni pazienti con risultati sorprendenti” dichiarano Luigi Maiuri dell’Università degli Studi di Novara e Mauro Pessia dell’Università degli Studi di Perugia, altri ricercatori che hanno partecipato allo studio.

La Fibrosi Cistica è una patologia genetica cronica che colpisce in particolare i polmoni ed il sistema digestivo e ha un impatto sulla popolazione mondiale equivalente circa ad 80.000 persone di cui 30.000 negli USA.

La Fibrosi Cistica è causata da mutazioni nel gene che codifica la “cystic fibrosis trasmembrane conductance regulator (CFTR)” e che portano ad una compromissione dell’attività del canale del cloro. La più comune mutazione p. Phe508del porta alla produzione di una proteina degradata che presenta un’attività canalare estremamente ridotta.

L’alterata permeabilità del cloro, l’infiammazione cronica persistente e le ricorrenti infezioni polmonari fanno sì che la patogenesi della malattia sia complessa tanto da richiedere protocolli terapeutici composti da molti farmaci. 

Al momento attuale non è disponibile un farmaco dotato di tale pleiotropismo.

In questo lavoro gli autori descrivono la capacità di Tα1 - peptide dotato di un eccellente profilo di sicurezza nella clinica - di correggere i molteplici difetti funzionali nei topi FC come in cellule di pazienti colpiti dalla mutazione p.Phe508del.

Infatti, Tα1 presenta la combinazione di due proprietà che sono in grado di contrastare la patologia FC: riduzione dell’infiammazione, attività ben nota agli autori da studi precedenti, ma anche correzione ed aumento della funzione della  proteina CFTR.

Grazie a questo studio, possiamo considerare Tα1 come un potenziale singolo agente efficace nella terapia della FC, è il commento di Allan Goldstein della George Washington University USA, che ha partecipato alla ricerca.

“Sono dati solidi ed importanti che indicano l’importanza di avviare al più presto gli studi clinici”, conclude Enrico Garaci.

foto gruppo romani fibrosi cistica

Perugia, 10 aprile

Collaborazioni tra Istituto Zooprofilattico e Unipg, domani incontro sullo sviluppo di tecnologie avanzate per lo studio dei lipidi - Perugia, mercoledì 12 aprile 2017 – ore 9

La Sala Formazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche (IZSUM) con sede a Perugia, in via Salvemini, ospiterà domani, mercoledì 12 aprile 2017, alle ore 9, il convegno “La piattaforma 'omica' IZSUM - UNIPG: collaborazioni in atto e prospettive”.

I lavori saranno aperti con i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Franco Moriconi, per la Regione Umbria di Gianni Giovannini del Dipartimento Prevenzione, Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare e del Direttore Generale dell’IZSUM, Silvano Severini.

L’iniziativa, promossa dalla Direzione dello Zooprofilattico ha come principale obiettivo di illustrare alcune le collaborazioni in atto tra lo stesso Istituto di Umbria-Marche e l’Università degli Studi di Perugia.

In particolare, saranno presentati i risultati e le prospettive di ricerca della recente attività dei gruppi che lavorano allo sviluppo di tecnologie avanzate e di metodi analitici per lo studio dei lipidi (piattaforma per indagini lipidomiche), molecole che hanno un ruolo fondamentale nei processi metabolici e patologici degli esseri umani e degli animali.

Perugia, 10 aprile

Il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale  ha riconsegnato due tondi del XVIII secolo alla Fondazione per l’Istruzione Agraria

Due pregevoli dipinti sono stati riconsegnati alla Fondazione per l’Istruzione Agraria dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale: si tratta di due tondi del XVIII secolo (raffiguranti Apollo e Dafne e Pan e Siringa) attribuibili a un seguace umbro di Pietro Montanini, già parte delle collezioni abbaziali di San Pietro e ora collocati presso la Galleria “Tesori d’Arte”.

La presentazione al pubblico delle due opere è avvenuta nel corso del convegno “Il ritorno di due tondi a San Pietro: l'opera di recupero del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale”, cui sono intervenuti il Prof. Franco Moriconi Rettore dell’Università e Presidente della Fondazione, il Prof. Francesco Tei, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, l’Abate di San Pietro Padre Giustino Farnedi, la  Prof.ssa Erminia Irace, Presidente dei Corsi di Laurea in Beni e Attività Culturali dell'Ateneo e l’Avv. Nino Montelione, Presidente del Rotary Club Perugia Est, organizzatore dell’iniziativa in collaborazione con il Dipartimento e il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici.

Il Rettore Moriconi ha sottolineato il valore della collaborazione in atto con l’Arma dei Carabinieri e la Soprintendenza sul fronte della tutela del patrimonio culturale, evidenziando anche le numerose attività della Fondazione Agraria, che si trova impegnata sia nel settore agrario che nella conservazione e valorizzazione del proprio patrimonio culturale; la prof. Irace ha invece ricordato l’attività svolta dal Dipartimento di Lettere dell’Università di Perugia con i propri Corsi di laurea nel settore dei Beni Culturali. 

Il maggiore Aniello Gennaro Nasti, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Perugia, ha portato i saluti del Gen. B. Fabrizio Parrulli e ha illustrato l’insostituibile attività svolta dall’Arma nel recupero, difesa e tutela del patrimonio culturale italiano e anche estero. All’intervento del maggiore Nasti è seguito quello della dott.ssa Marica Mercalli, Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell'Umbria, che ha invece illustrato il lavoro altrettanto importante svolto dalle Soprintendenze attraverso l’ufficio esportazione e la collaborazione in essere con l’Arma dei Carabinieri. Entrambi i relatori hanno accennato al ruolo decisivo della catalogazione e delle banche dati, quali strumenti per la conoscenza, la tutela e il recupero dei beni illegalmente trafugati.

A conclusione la prof. Cristina Galassi, docente di Storia della Critica dell’Arte all’Università di Perugia e Direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici ha illustrato i due dipinti riconsegnati dall’Arma dei Carabinieri: i due tondi, impreziositi da raffinate cornici dorate, raffigurano due miti tratti dal primo libro delle Metamorfosi di Ovidio: Apollo e Dafne e  Pan e Siringa e raccontano della trasformazione delle due ninfe Dafne e Siringa che per non cedere all'amore di Apollo e Pan, amore non contraccambiato, vengono trasformate, la prima in una pianta di alloro, la seconda in delle canne palustri, temi che sono stati d’ispirazione per numerosi artisti, da  Pollaiolo a Veronese, da Bernini, Poussin e fino a Rubens. 

apollo e dafne

pan e siringa

Perugia, 7 aprile

Scocca l’ora per la grande mostra sul Sassoferrato, oggi pomeriggio l’inaugurazioneggi pomeriggio l’inaugurazione 

I giornalisti hanno potuto ammirare, in anteprima, questa mattina, la mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, allestita nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro. 

Alla vernice sono intervenuti il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia e presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, la professoressa Cristina Galassi, curatrice dell’esposizione insieme a Vittorio Sgarbi, e Teresa Severini, assessore  alla cultura del Comune di Perugia.

“La mostra che inauguriamo oggi rappresenta un’occasione formidabile per comprendere questo artista, ma al tempo stesso una grande opportunità per immettere la Fondazione per l’Istruzione Agraria nel virtuoso circuito delle istituzioni che si prodigano per produrre cultura attraverso lo studio e la valorizzazione del proprio patrimonio d’arte - ha sottolineato il professor Moriconi -. La Fondazione, infatti, ormai da tre anni, è impegnata in un’ importante operazione di rilancio dell’ente. Il Consiglio di Amministrazione ha avviato nuovi percorsi e nuove attività che significativamente possono trovare la loro sintesi strategica nella frase contenuta nel logo della Fondazione: ‘Cultura e Coltura’. La presa di coscienza della ricchezza del proprio patrimonio architettonico, storico e artistico e della portata culturale che reca con sé, ha suscitato la volontà di posizionare la Fondazione su scenari di livello nazionale e internazionale. L’esposizione sul Sassoferrato, impreziosita dal ritorno nella sua sede originaria dell’Immacolata Concezione concessa dal Louvre di Parigi, intende  dunque contribuire a rilanciare la conoscenza del complesso di San Pietro, un luogo ricchissimo di opere d’arte e che emana tutto il fascino della sua storia millenaria; purtroppo molti, sia perugini sia turisti, finiscono per fermarsi a San Domenico mentre San Pietro rappresenta uno scrigno fondamentale per la città”.

Un ringraziamento particolare alla Fondazione, al suo presidente, il Magnifico Rettore Franco Moriconi, e ai curatori della mostra l’ha voluto tributare l’assessore Severini, che ha sottolineato l’importanza di comunicare e promuovere la mostra anche all’estero tramite gli Istituti di Cultura italiana. “Ritengo –ha detto- che la mostra rappresenti un ponte importante tra Perugia e Parigi, grazie anche al prestito temporaneo dell’Immacolata Concezione e per questo, anche personalmente, mi sono mossa presso la nostra Ambasciata in Francia. Come Comune l’abbiamo promossa nell’ambito delle Città gemelle, nella consapevolezza che essa possa parlare al meglio della nostra città al di fuori dei nostri confini nazionali, dimostrando tutta la vivacità culturale di Perugia, che ritengo particolarmente importante in questo periodo, come testimoniano altre mostre aperte o prossime all’apertura, sempre nel nome della qualità”

“Le opere in mostra, 46, più una ricca selezione di documenti inediti sulla sua vita emersi dalle carte dell’Archivio di San Pietro, documentano, come sottolineava anche Federico Zeri, che l’idea che abbiamo di Sassoferrato di un fabbricante di immaginette sacre non corrisponde al vero: Sassoferrato è un grandissimo pittore, che salda la cultura figurativa rinascimentale di Perugino e di Raffaello al Seicento classico della scuola bolognese - ha spiegato la professoressa Cristina Galassi, che ha guidato la vernice -. Dal confronto con i prototipi di Perugino, Raffaello ma anche di Domenico Tintoretto, emerge la grandezza dell’artista, forse fino ad oggi non considerato come meriterebbe dalla critica: nella figura della Maddalena, le forme turgide e quasi sensuali del pittore veneto, modello per il Salvi con l’importante tela della Pinacoteca Capitolina, vengono riproposte in un linguaggio più asciutto e temperato”.

Le derivazioni da questi importanti modelli non sono tuttavia, come dimostrano le opere esposte, “copie fatte per ingannare”, sono “versioni alla moderna, di modelli nobili più antichi”, che rivelano la capacità dell'artista di misurarsi con la tradizione ma al tempo stesso di rinnovarla. Ma Sassoferrato a Roma era conosciuto anche come il “pittore delle belle Madonne”. La Vergine è infatti protagonista di gran parte della produzione pittorica del maestro marchigiano ed è effigiata in numerose varianti iconografiche e tipologiche. La possibilità di ammirare in mostra una serie nutrita e variegata di Madonne, da quella della Galleria Nazionale dell’Umbria, a quella della Galleria Nazionale delle Marche, fino alle due versioni della Pinacoteca Comunale di Cesena e della Fondazione Cavallini Sgarbi, proprietaria

anche di una strepitosa Santa Caterina da Siena con Gesù Bambino, già del Cleveland Museum of Art, permette di entrare nello spirito della sua pittura, in cui devozione e qualità formale si fondono con magistrale armonia.

L’inaugurazione della mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” si svolgerà sempre oggi, venerdì 7 aprile 2017, alle ore 17.

Si allega invito

L’apertura al pubblico dell’esposizione è prevista da sabato 8 aprile sino all’1 ottobre 2017.

L’evento è organizzato da Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, e il patrocinio del Comune.

severini moriconi galassi 2

severini moriconi 1

galassi moriconi immacolata

galassi ok

Perugia, 5 aprile

Inaugurazione ufficiale della mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” - Perugia, venerdì 7 aprile 2017, ore 17, Complesso Monumentale di San Pietro 

La mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, allestita nella Galleria “Tesori d’Arte”, verrà inaugurata ufficialmente per il grande pubblico venerdì 7 aprile 2017,  alle ore 17,  nell’Aula Magna del Complesso Monumentale di San Pietro.

Interverranno il Magnifico Rettore Franco Moriconi, presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, Ilaria Borletti Buitoni, Sottosegretario di Stato Beni e attività culturali e turismo, Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, Andrea Romizi, sindaco della Città di Perugia, Marica Mercalli, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria, Marco Pierini, direttore della Galleria Nazionale dell’Umbria, Abate Giustino Farnedi, Giampiero Bianconi, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, curatori della mostra.

L’esposizione è organizzata dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, e il patrocinio del Comune.

Oltre a tutte le 17 opere eseguite dal Sassoferrato per il complesso benedettino di San Pietro – fra cui anche l’Immacolata Concezione del Louvre – la mostra raccoglierà una quarantina di dipinti, sia di Sassoferrato sia di famosi maestri ai quali l’artista si ispirò, provenienti da varie raccolte pubbliche e private italiane e straniere, quali Pietro Perugino, con straordinarie opere di proprietà della Fondazione, di Tintoretto, presente in mostra la bellissima Maddalena dei Musei Capitolini, insieme a confronti con maestri contemporanei a Sassoferrato, come lo Spadarino, stretto seguace di Caravaggio.

Si allega invito

____________________________

Per le redazioni:

VERNICE PER LA STAMPA 

Si ricorda che venerdì 7 aprile 2017,  alle ore 12,  i giornalisti potranno ammirare, in anteprima, la mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, allestita nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro.

Interverranno il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia e presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, e i professori Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, curatori dell’esposizione. 

immacolata 8

immacolata 11

cristina galassi 2

Perugia, 4 aprile

Vernice, per i giornalisti, dell’esposizione “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” - Galleria “Tesori d’Arte”, Complesso Monumentale di San Pietro, venerdì 7 aprile 

Venerdì 7 aprile 2017,  alle ore 12,  i giornalisti potranno ammirare, in anteprima, la mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita”, allestita nella Galleria “Tesori d’Arte” del Complesso Monumentale di San Pietro.

Alla vernice interverranno il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia e presidente della Fondazione per l’Istruzione Agraria, e i professori Cristina Galassi e Vittorio Sgarbi, curatori dell’esposizione.

La mostra propone le diciassette opere eseguite appositamente da Giovan Battista Salvi detto il Sassoferrato per il complesso benedettino perugino, compresa l’Immacolata Concezione oggi nel Museo del Louvre, appositamente rientrata a Perugia per questa esposizione. Fu prelevata nel 1812 dall’Abbazia di San Pietro per ordine di Dominique Vivant-Denon, direttore del Musée Napoleon - come si chiamava allora l’odierno Museo del Louvre - dove, da allora, è sempre rimasta. Verranno esposte anche opere di Pietro Perugino, il grande maestro umbro lungamente studiato da Sassoferrato.

L’inaugurazione della mostra “Sassoferrato. Dal Louvre a San Pietro: la collezione riunita” si svolgerà sempre venerdì 7 aprile 2017, alle ore 17.

Si allega invito

L’apertura al pubblico dell’esposizione è prevista da sabato 8 aprile sino all’1 ottobre 2017.

L’evento è organizzato da Fondazione per l’Istruzione Agraria, Università degli Studi di Perugia e Regione dell'Umbria, con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio e della Regione, e il patrocinio del Comune.

Perugia, 4 aprile

XVII Congresso CIRIAF - Rocca di Sant'Apollinare - Marsciano (PG) - Giovedì 6 e venerdì 7 aprile 2017Giovedì 6 e venerdì 7 aprile 2017 

Il XVII Congresso CIRIAF - Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente “Mauro Felli” si terrà alla Rocca di Sant'Apollinare, a Marsciano (PG). La cerimonia inaugurale, è in programma alle ore 9 di giovedì 6 aprile, con i saluti delle autorità, mentre i lavori che seguiranno, subito dopo, continueranno anche il giorno successivo, venerdì 7 aprile.

Il congresso nazionale CIRIAF consolida la tradizione di un importante appuntamento per esperti e studiosi sui temi dell’inquinamento ambientale, sviluppo sostenibile, fonti energetiche    alternative e rinnovabili, pianificazione energetica, mobilità sostenibile e effetti socio-economici e ricadute sulla salute umana dell’inquinamento ambientale. Quest’anno è prevista la presenza di oltre 200 congressisti, la presentazione di almeno 80 memorie di 400 autori.

Ampio spazio sarà dato a tematiche emergenti, quali il consolidamento sismico, la sostenibilità e riabilitazione del patrimonio edilizio, la riqualificazione energetica e ambientale degli edifici esistenti e del patrimonio storico artistico. Si rivolge a ricercatori, studiosi ed esperti del settore, agli enti pubblici e alle Agenzie per l’ambiente, ai professionisti e alle aziende private.

Per la prima volta il congresso sarà ospitato nella Rocca benedettina di Sant’Apollinare le cui scuderie sono state oggetto di un importante intervento di riqualificazione strutturale ed energetica a seguito del quale ha ottenuto, primo edificio sul territorio nazionale, la certificazione di sostenibilità ambientale LEED Historic Buildings.

La Rocca, risalente all’XI secolo, è di proprietà della Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia che ha concesso in uso alcuni spazi al CIRIAF che, nell’ex essiccatoio, ha realizzato un impianto di spremitura di semi oleaginosi per la produzione di olio vegetale da utilizzare come biocarburante. Il CIRIAF, inoltre, negli spazi messi a disposizione nella Rocca benedettina svolge numerose sperimentazioni nell’ambito di diversi progetti di ricerca.

Ogni anno il congresso costituisce anche l’occasione per il conferimento del Premio Mauro Felli – fondatore del CIRIAF - destinato a giovani laureati, dottorandi ecc. che abbiano svolto una ricerca nel campo degli agenti fisici, degli effetti dell’inquinamento ambientale sulla salute umana.

Il congresso CIRIAF costituisce un’occasione speciale a livello nazionale per il confronto sui risultati delle ricerche, per la diffusione delle tematiche ambientali in relazione al mondo delle imprese e per la valutazione delle possibili ricadute socio economiche. 

Il CIRIAF, Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente “Mauro Felli” dell’Università degli Studi di Perugia, è stato istituito alla fine del 1997, grazie ad una Convenzione costitutiva tra l'Università degli Studi di Perugia e l'Università di Roma Tre ai sensi dell’art. 91 della legge D.P.R. 382/80 ed è diventato pienamente operativo nei primi mesi del 1998. La Convenzione è stata in seguito sottoscritta anche da altre Università: Firenze, Pisa, L'Aquila, Roma "La Sapienza" e il Politecnico di Bari. Più di recente, è stata approvata l'afferenza delle Università di Pavia, Cassino e del Salento. Il Centro da sempre ha la sede amministrativa e operativa presso l'Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 4 aprile

“Il Rating delle Amministrazioni Pubbliche: il caso del Comune di Terni” - Terni, venerdì 7 aprile 2017, alle ore 15.30Terni, venerdì 7 aprile 2017, alle ore 15.30

Venerdì 7 aprile 2017, alle ore 15.30, nella sede di Terni del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia (Via Papa Zaccaria, 8), avrà luogo il convegno “Il Rating delle Amministrazioni Pubbliche: il caso del Comune di Terni” in occasione del quale sarà presentato il primo rapporto sul Rating Pubblico dei Comuni italiani promosso dalla Fondazione Etica.

Il Rating Pubblico è un modello di valutazione e misurazione della trasparenza, integrità e performance delle Amministrazioni Pubbliche, creato sulla base degli Indici Esg. Esso innova rispetto ai modelli di valutazione esistenti in quanto non necessita della collaborazione delle Amministrazioni, recepisce le disposizioni normative degli ultimi anni (in particolare il d.lgsl.33/2013 e le leggi anticorruzione), misura i dati sia qualitativi che quantitativi della performance pubblica, contribuisce a prevedere il rischio di default, contribuisce a prevenire il rischio corruzione, ed individua un benchmark.

Il convegno vuole essere un’occasione di approfondimento e discussione dei risultati riguardanti il Comune di Terni in un’ottica comparativa con altri Comuni italiani e di confronto con cittadini, imprese e tutti i principali stakeholders dell’Amministrazione locale sui temi della partecipazione attiva e condivisione della decisione pubblica da parte della cittadinanza.

I lavori saranno aperti, alle ore 15.30, dal saluto del professor Loris Nadotti (Presidente del Consiglio Intercorso di Laurea in Economia Aziendale e di Laurea Magistrale in Economia e Direzione aziendale del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia) e introdotti dal professor Fabrizio Botti.

Seguiranno la presentazione del Rating Pubblico da parte della dottoressa Paola Caporossi,

Direttrice Fondazione Etica e l’intervento di Leopoldo Di Girolamo, Sindaco di Terni; discussants i giornalisti Andrea Giuli e Vanna Ugolini. 

Si allega programma

Perugia, 4 aprile

Misurare la corruzione: quali strumenti per le politiche di prevenzione? Incontro al Dipartimento di Scienze Politiche - Mercoledì 5 aprile 2017, ore 16 

Al Dipartimento di Scienze Politiche, Aula 1, in Via Pascoli, alle ore 16, per il ciclo “I mercoledì di Scienze politiche”, mercoledì 5 aprile 2017, nell’Aula 1, del Dipartimento di Scienze Politiche, alle ore 16, sarà affrontato il tema “Misurare la corruzione: quali strumenti per le politiche di prevenzione? ”.

Intervengono: Michela Gnaldi (Università di Perugia) e Benedetto Ponti (Università di Perugia). Discussant: Giuseppe Arbia (Università Cattolica del Sacro Cuore), Nadia Fiorino (Università degli Studi dell'Aquila). Presiede e conclude: Francesco Merloni, componente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).

L'incontro costituisce l'occasione per la presentazione e la discussione dei risultati del progetto di ricerca finanziato su fondi di base del Dipartimento, dedicato al tema della misurazione della corruzione e della maladministration. Il progetto, di ricerca, di carattere multidisciplinare, vede impegnati ricercatori afferenti ai settori disciplinari del diritto amministrativo e della statistica sociale.

Perugia, 4 aprile

Ha preso il via Festival della Salute, iniziativa del Consiglio degli Studenti - Domani mattina conferenza nell’Aula Magna dell’AteneoDomani mattina conferenza nell’Aula Magna dell’Ateneo

Ha preso il via questa mattina, al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, il Festival della Salute organizzato dal Consiglio degli Studenti dell'Università degli Studi di Perugia per sensibilizzare la popolazione studentesca rispetto a un nuovo modo di concepire questo concetto: “salute” intesa in senso ampio, come uno stato di benessere da vivere tutti insieme all’interno degli spazi universitari e da condividere con la comunità cittadina.


Domani, mercoledì 5 aprile, alle ore 10, nell'Aula Magna dell’Ateneo (presso Plazzo Murena) è in programma la conferenza “Università che promuove la Salute” con la partecipazione di docenti e studenti di Università italiane  e straniere; alle ore 13.30 il pranzo alla mensa universitaria centrale, quindi, alle ore 15, al Caffè 110 l'evento si concluderà con una sessione di sintesi dei tavoli del giorno precedente.


L'evento è organizzato dal Consiglio degli studenti dell'Università degli Studi di Perugia con la collaborazione di Regione Umbria, Comune di Perugia, ADiSu, Usl 1 Umbria - Centro Formazione, BALU', SISM Perugia, IAAS Perugia, PIEDIbus, Omphalos LGBTI, FIAB Perugia Pedala, Anche senza camice, SinistraUniversitaria - UdU Perugia  e Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria.

 

Perugia, 3 aprile

Aula Studio per studenti a Monteluce. Dal 7 aprile,  a Perugia, servizio di mobilità notturnoDal 7 aprile,  a Perugia, servizio di mobilità notturno

 

E’ stata inaugurata stamani la nuova Aula Studio H24 a Perugia, nel Polo universitario di Monteluce e contestualmente la conferenza stampa per presentare del servizio sperimentale di mobilità notturna che inizierà a funzionare venerdì 7 aprile 2017.

Sono intervenuti il Magnifico Rettore Franco Moriconi, gli Assessori regionali Giuseppe Chianella (Infrastrutture e Trasporti) e Antonio Bartolini (Riforme, all'Istruzione e Diritto allo studio), l’Assessore alla Mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli, il Commissario Adisu Luca Ferrucci, l’Amministratore di Umbria Digitale Stefano Bigaroni,  i Delegati del Rettore Federico Rossi (servizi agli Studenti) e Giuseppe Liotta (Informatizzazione, agenda digitale e I.T.C.),  Velio Del Bolgia per BusItalia e Alessandro Conte per BNP Paribas.

Il prof. Federico Rossi ha illustrato le caratteristiche delle due iniziative, Aula e Mobilità notturna, “realizzate grazie alla piena collaborazione di tutti i soggetti interessati – ha dichiarato il delegato del Rettore -. Determinante in questo caso il contributo di Umbria Digitale, che ha garantito, sin d’ora, i collegamenti per i servizi infornatici dell’Aula”.

Il Commissario Adisu ha posto in evidenza la rapidità della soluzione, sia per l’Aula che per la Mobilità Notturna, nell’interesse primario degli studenti. “Obiettivi che sono stati centrati con la collaborazione di tutti e – ha rilevato il prof Luca Ferrucci – con un esemplare spirito di cooperazione inter-istituzionale e di complementarietà tra pubblico e privato, che ha consentito di superare il burocratismo guardando agli scopi da conseguire insieme”. Ferrucci, inoltre, ha parlato di soluzione momentanea per l’Aula studio, che nel prossimo futuro troverà spazio nello Studentato che sarà realizzato entro i prossimi due anni nel nuovo quartiere di Monteluce.

L’Assessore Antonio Bartolini ha sottolineato l’impegno della Regione Umbra ad accelerare la costruzione del quartiere in sostituzione del vecchio Policlinico, dando priorità alle funzioni e ai servizi pubblici, a cominciare da quelli universitari e per gli studenti. “Questi interventi – ha concluso il prof. Bartolini – consentiranno anche la sistemazione della chiesa parrocchiale di Monteluce e della preziosa Cappella con gli affreschi di Gerardo Dottori”.

Del servizio di Mobilità Notturna ha parlato l’Assessore regionale Giuseppe Chianella, che ha annunciato la sperimentazione, che prenderà il via venerdì 7 aprile e continuerà fino a giugno. “Entro il 2017 – ha dichiarato – questo servizio da sperimentale diventerà definitivo”.

L’obiettivo del Comune – ha detto l’Assessore Cristiana Casaioli - è di migliorare la qualità di vita della città, perché sia sempre più ‘Città Universitaria’, accogliente e ospitale per gli studenti. Devo ringraziare i giovani universitari, che hanno voluto questi servizi indicando come prioritari l’Aula di Monteluce e la Mobilità notturna. Siamo riusciti a soddisfare queste richieste, selezionando i servizi sulla base delle risorse finanziarie effettivamente disponibili”.

La Presidente del Consiglio degli studenti dell’Ateneo, Martina Domina, ha confermato l’interesse e l’impegno degli studenti per tali servizi, invitando d’ora in avanti i suoi colleghi a monitorare, mediante Facebook, i servizi attivati e anche i problemi connessi per poterli risolvere presto e in maniera soddisfacente.

“Il contributo degli studenti – ha concluso Martina Domina - ha avuto aspetti molto concreti, come la scelta del logo ‘Mobilità Notturna – GIMO”’, che è una proposta grafica degli studenti, che ha trovato un generale consenso”.

“Siamo riusciti a centrare gli obiettivi – ha dichiarato il Rettore Moriconi riassumendo lo spirito unitario degli intervenuti – grazie a una concreta unità di intenti. Sono soddisfatto che oggi tutti condividano il progetto ‘Perugia Città Universitaria’, non solo a parole, ma con iniziative concrete. Non è affatto detto che l’aumento dei nuovi iscritti all’Ateneo del corrente anno accademico, del 39,9 per cento, sia ripetibile nel prossimo futuro. Ciò nonostante, fermo e determinato dovrà rimanere il proposito di tutti nel confermare l’impegno di migliorare i servizi per gli studenti, che deve essere una scelta di fondo. Qui, a Monteluce, dopo un periodo di incertezza, siamo riusciti, lavorando insieme, a superare i problemi per far rivivere il quartiere, messo in crisi dal trasferimento dell’ospedale.  La mobilità notturna, d’ora in avanti, non solo dovrà garantire agli studenti un servizio in più per muoversi facilmente all’interno di Perugia, ma anche di poterlo fare in condizioni di sicurezza”.

Al termine il Rettore e il Commissario Adisu hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per regolamentare la gestione dell’Aula Studio e aggregazione. 

Mobilità Notturna

Dal 7 aprile 2017 prende il via a Perugia la sperimentazione della mobilità notturna con due linee in esercizio le sere di venerdì e sabato (ad eccezione dei giorni 14 e 15 aprile) nella fascia oraria 22.00-02.00.

Pensato principalmente per le esigenze degli studenti universitari, il servizio è comunque fruibile da tutti.

L’iniziativa parte da un’esigenza della comunità studentesca che si è tradotta in una loro prima proposta; la proposta è stata poi rielaborata da Unipg ed Adisu con la collaborazione del  Comune di Perugia.

La Regione quindi ha messo a disposizione le risorse per la sperimentazione del servizio che sarà operato da BusItalia.

Le linee collegano il centro con i principali “cluster Universitari” e con gli “Studentati” partendo da p.zza dell’Università con una Circolare Destra e una Circolare Sinistra; i quartieri interessati sono: Elce, Santa Lucia, Ferro di Cavallo, San Sisto (Ospedale),Madonna Alta, via della Pallotta, v.le Roma, p.zza Italia e Monteluce.

Sono previste 9 corse per ogni linea con partenze ogni 30 minuti. La sperimentazione continuerà fino al 30 giugno 2017.

Gli orari dei servizi sono consultabili presso le fermate e sul sito internet www.fsbusitalia.it.

Date della sperimentazione:

Aprile 7, 8, 21, 22, 28, 29

Maggio 4, 6, 12, 13, 19, 20, 26, 27

Giugno 2, 3, 9, 10, 16, 17, 32, 24, 30

casaioli moriconi bartolini 6

moriconi ferrucci rossi

 

gimo

Perugia, 3 aprile

Da domani al via a Perugia il Festival della Salute, iniziativa del Consiglio degli Studenti

Martedì 4 e mercoledì 5 aprile 2017

Il Consiglio degli Studenti dell'Università degli Studi di Perugia organizza, domani, martedì 4 e mercoledì 5 aprile 2017, il Festival della Salute, iniziativa per sensibilizzare la popolazione studentesca rispetto a un nuovo modo di concepire questo concetto: “salute” intesa in senso ampio, come uno stato di benessere da vivere tutti insieme all’interno degli spazi universitari e da condividere con la comunità cittadina.


Secondo l'OMS “L’'Università promotrice di Salute” è un agente di trasformazione per la salute e la sostenibilità delle società attuali e future, capace di rafforzare le comunità e contribuire al benessere delle persone, dei luoghi e del pianeta. In altre parole, l'Università si può intendere come uno spazio di istruzione superiore in cui gli studenti in particolare, ma anche i docenti e lo staff amministrativo possano sperimentare processi di empowerment, accrescere le proprie competenze e aumentare il controllo sulla propria salute: l'Università degli Studi di Perugia, i suoi studenti e docenti sono giornalmente impegnati in progetti di promozione e tutela della salute, dedicati alla comunità universitaria ma anche costruiti con e per la comunità locale.


Il Festival della Salute, in programma a Perugia, ha dunque l'obiettivo di diffondere questo approccio presso gli studenti, la comunità universitaria e i cittadini, affinché, grazie alla collaborazione di tutti, si possano posare le prime pietre del progetto “Università degli Studi di Perugia, Università promotrice di Salute”.


Martedì 4 aprile, alle ore 9.30, si inizierà al Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali con una colazione cappuccino e cornetto al prezzo ridotto di 1,60 euro, cui seguirà un tavolo di lavoro su “Alimentazione, partecipazione della comunità locale e sostenibilità”, con la presentazione dei progetti del gruppo International Association of Agricultural Students (IAAS sede di Perugia) e del prof. David Grohmann.

Alle ore 12.30 i partecipanti si trasferiranno con biciclette e mezzi pubblici al Polo di Medicina  per il pranzo, alle ore 14, presso la mensa di Medicina, per proseguire alle ore 15 con il tavolo di lavoro su "Salutogenesi e Prevenzione".

La giornata si concluderà alle ore 20.45 con il ‘Piedibus della Salute’ da piazza Monteluce al ‘Balù’, in Via Cartolari 26.


Mercoledì 5 aprile, alle ore 10, nell'Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie con la conferenza 'Università che promuove la Salute’ con la partecipazione di docenti e studenti di Università italiane  e straniere; alle ore 13.30 il pranzo alla mensa universitaria centrale, quindi alle ore 15 al Caffè 110 l'evento si conclude con una sessione di sintesi dei tavoli del giorno precedente.


L'evento è organizzato dal Consiglio degli studenti dell'Università degli Studi di Perugia con la collaborazione di Regione Umbria, Comune di Perugia, ADiSu, Usl 1 Umbria - Centro Formazione, BALU', SISM Perugia, IAAS Perugia, PIEDIbus, Omphalos LGBTI, FIAB Perugia Pedala, Anche senza camice, SinistraUniversitaria - UdU Perugia  e Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l'Educazione Sanitaria.

 

Perugia, 3 aprile

Studenti delle superiori alla scoperta dei segreti dell'universo - Mercoledì 5 aprile 2017, a Perugia, Masterclass di Fermi

Sono quasi 200 gli studenti delle scuole superiori di Perugia, Bari, Torino, Trieste e Nova Gorica che dopodomani, mercoledì 5 aprile 2017, per la prima volta, potranno esplorare i segreti dell'universo e le proprietà delle più potenti sorgenti astrofisiche, recandosi per tutta la giornata nelle università delle rispettive città per partecipare alla Masterclass di Fermi, una nuova iniziativa dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) rivolta alle scuole, organizzata in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

A Perugia l’iniziativa si svolgerà al Dipartimento di Fisica e Geologia (Aula F, in via Pascoli, dalle ore 10 alle ore 18. Il comitato organizzatore locale è composto dai dottori Pasquale Lubrano, Matteo Duranti, Sara Cutini.

Fermi è il satellite della NASA in orbita dal 2008, dedicato allo studio della radiazione gamma di alta e altissima energia e costruito e operato da un’ampia collaborazione internazionale cui l’Italia partecipa, oltre che con l’INFN e l’INAF, anche con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).

Gli studenti assisteranno, durante la mattinata del 5 aprile a lezioni e seminari introduttivi sugli esperimenti dello spazio come Fermi, sull’analisi dei dati e su argomenti fondamentali della fisica delle astroparticelle.

Nel pomeriggio, poi, dovranno fare delle esercitazioni al computer con i veri dati dell’esperimento Fermi, attraverso le moderne tecniche di analisi usate dagli scienziati. In particolare, esploreranno la natura di uno dei nuclei galattici attivi (AGN) più brillanti del cielo nei raggi gamma, quello di nome 3C 454.3. I nuclei galattici attivi rappresentano la popolazione principale delle sorgenti del cielo nei raggi gamma.

Quello che i ragazzi studieranno dista 7,7 miliardi di anni luce da noi e al suo centro ha un buco nero di massa superiore a 1 miliardo di volte quella del nostro Sole. Gli studenti dovranno costruire la “curva di luce” e la “mappa dei conteggi” di questo oggetto peculiare, scoprendo così la sua natura estremamente variabile nei raggi gamma, la cui interpretazione, per questo come per altri oggetti simili, è ancora argomento di discussione nella comunità scientifica.

Alla fine della giornata, gli studenti si collegheranno tutti insieme in una videoconferenza per discutere i risultati emersi dalle esercitazioni, proprio come succede quotidianamente in una vera collaborazione di ricerca internazionale.

La speranza degli organizzatori è che la partecipazione alle Fermi Masterclass convinca molti dei ragazzi a orientare gli studi verso le materie scientifiche; in un futuro dominato dalla tecnologia e dall’innovazione, una laurea STEM (Science, Techonology, Engineering, Mathematics) può infatti aprire le porte a tutte le professioni”.

Programma: https://agenda.infn.it/conferenceDisplay.py?confId=13147

Per informazioni:

Perugia: Sezione INFN e Dipartimento di Fisica e Geologia dell'Università degli Studi di Perugia, via A. Pascoli snc, 06123 Perugia, Pasquale Lubrano tel. 075 585 2738, cell. 3495557931, pasquale.lubrano@pg.infn.it

Perugia, 3 aprile

“Sport, educazione e cittadinanza”, Marco Chiacchiera, capo della Squadra Mobile  incontra gli studenti di Scienze motorie e sportive - Perugia, giovedì 6 aprile 2017 – ore 10 incontra gli studenti di Scienze motorie e sportive - Perugia, giovedì 6 aprile 2017 – ore 10

 

 

 

Il dottor Marco Chiacchiera, Capo della Squadra Mobile della Questura di Perugia, giovedì 6 aprile 2017, alle ore 10, incontrerà gli studenti che frequentano le lezioni dell’insegnamento di Pedagogia generale e sociale, del Corso di Studio in Scienze motorie e sportive.

L’iniziativa, sul tema “Sport, educazione e cittadinanza”, avrà luogo a Perugia, nell’Aula I della sede didattica del Corso di laurea in Scienze motorie e sportive, in via Bambagioni 4.

 


Torna su
×