Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 30 giugno

Cerimonia inaugurale della Summer School 2017 a Terni, lunedì 3 luglio nella Biblioteca Comunale, con il Rettore Moriconi e la Presidente Marini. Sarà illustrato il Progetto di riqualificazione di Pentima 

Da lunedì 3 a sabato 8 luglio, ventisei studenti, tra i più brillanti del IV anno delle scuole superiori di Terni e Narni, parteciperanno alla Summer School 2017, presso l’Hotel Miralago di Piediluco, organizzata dal Polo Scientifico Didattico di Terni in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e con il sostegno della Fondazione CARIT.

L’iniziativa viene riproposta quest’anno dopo il successo della prima edizione nel 2016.

Gli studenti delle superiori sono stati selezionati nei mesi scorsi mediante test erogati presso ciascuna scuola da professori del Polo Scientifico Didattico di Terni. L’iniziativa ha riscosso notevole interesse tra gli studenti: sono state annotate oltre 150 richieste di partecipazione.

I giovani selezionati frequenteranno un corso intensivo mirato al miglioramento del metodo di studio e al potenziamento delle tecniche di apprendimento; strumenti essenziali per affrontare la futura scelta universitaria ed il successivo percorso di studi.

La Summer School si articola, infatti, su lezioni di logica, comprensione del testo, tecniche di scrittura, tecniche di memorizzazione e gestione delle emozioni. Le attività didattiche saranno integrate con workshop ed attività seminariali.

 

La cerimonia inaugurale, lunedì 3 luglio 2017, alle ore 11, si terrà nella Biblioteca Comunale di Terni, coordinata dal professor Massimo Curini, delegato del Rettore per il Polo Scientifico Didattico di Terni.

Interverranno, per i saluti, Leopoldo Di Girolamo – Sindaco di Terni, Luigi Carlini – Presidente della Fondazione CARIT, Sabrina Boarelli – Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per l'Umbria.

Ore 11.30: Summer School 2017 – Partecipanti e caratteristiche - Mirko Filipponi – Comitato Organizzativo.

Ore 12: Progetto di Riqualificazione di Pentima, illustrato da  Federico Rossi – Presidente CdS Ingegneria Industriale e da Loris Nadotti – Presidente CdS Economia Aziendale.

Ore 12.30 Conclusioni: Franco Moriconi – Rettore dell’Università degli Studi di Perugia; Catiuscia Marini – Presidente Regione Umbria.

Perugia, 28 giugno

David Papa vincitore del Premio di laurea Alberto Mezzasoma 2016. La consegna, questa mattina, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena                                                                                       

L’”Associazione Alberto Mezzasoma” ha consegnato al dottor David Papa, il premio annuale di laurea in memoria del dottor Alberto Mezzasoma, per lunghi anni Direttore Amministrativo dell’Ateneo perugino, prematuramente scomparso venticinque anni fa.

La cerimonia si è svolta questa mattina, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia.

La Commissione giudicatrice, composta dai professori Massimo Curini (presidente), Libero Mario Mari, Lorenzo Mezzasoma, Gianfranco Cavazzoni, ha attribuito il riconoscimento (destinato alla migliore tesi di laurea e riservato a laureati dell'Ateneo perugino, figli di dipendenti o ex-dipendenti dello stesso) al dottor David Papa che ha conseguito, il 22 febbraio 2016, la laurea Magistrale in Amministrazione e legislazione aziendale con la votazione di 110/110 con lode, discutendo la tesi “Il metodo dei multipli e le garanzie societarie analisi di un caso pratico”; relatore il professor Christian Cavazzoni.

Alla cerimonia, presieduta dal Pro Rettore Fabrizio Figorilli, sono intervenuti, fra gli altri, i Lorenzo e Letizia, figli del dottor Alberto Mezzasoma.

“Dobbiamo ringraziare la famiglia Mezzasoma per il Premio che, in questo momento di grande difficoltà, vuole essere un aiuto e uno stimolo agli studenti meritevoli”, ha sottolineato il professor Figorilli.

Il professor Gianfranco Cavazzoni ha ricordato la figura del dottor Alberto Mezzasoma, al quale era legato da fortissimi vincoli di amicizia.

“Il dottor Alberto Mezzasoma inizia la sua carriera amministrativa presso l’Università degli Studi di Perugia a soli 21 anni, nel 1944 – ha sottolineato il professor Gianfranco Cavazzoni -. L’iter amministrativo percorso durante i primi anni della sua carriera gli permetterà di acquisire conoscenze tali da poter raggiungere, in età giovanile, i vertici della Amministrazione dell’Università degli Studi di Perugia, dove nel 1962 diventerà il più giovane Direttore Amministrativo d’Italia. I lunghi anni trascorsi, come Funzionario, prima, e come Direttore Amministrativo, poi, a fianco del Magnifico Rettore, Onorevole Giuseppe Ermini, sono stati caratterizzati da una enorme crescita culturale e patrimoniale dell’Università di Perugia, un modello per altre Università d’Italia”.

“La tesi del dottor Papa affronta la problematica delle valutazioni in campo economico e dell’incidenza delle stesse sulle scelte di politica aziendale – ha sottolineato il presidente Curini leggendo la motivazione dell’assegnazione, all’unanimità, del riconoscimento –. I processi valutativi, i quali possono riguardare una molteplicità di elementi rilevanti per l’impresa, vengono affrontati nell’elaborato con particolare riferimento alle valutazioni del capitale in relazione all’operazione di conferimento di ramo di azienda. Nell’analisi il candidato evidenzia in maniera completa ed adeguata le distinte modalità valutative ed i principi che regolano e condizionano le stesse per calare poi tali considerazioni nell’analisi critica e puntuale di un caso pratico. Il lavoro appare rigoroso nel metodo, completo e con significativi profili di originalità”.

Si allega l’intervento del professor Gianfranco Cavazzoni in ricordo del dottor Alberto Mezzasoma

papa premiato 2

papa premiato 3

cavazzoni figorilli curini

gianfranco cavazzoni

massimo curini

fabrizio figorilli

gruppo mezzasoma 1

lorenzo mezzasoma papa letizia mezzasoma 2

mezzasoma sala 1

Perugia, 28 giugno

Silvana Diverio, responsabile del progetto RandAgiamo, a “Speciale Università”. Valentina Franzoni e Yuanxi Li illustrano il ciclo di seminari Cyber-emotion 

Domani, giovedì 29 giugno 2017, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre, condotta da Cristina Castellano.

In apertura la puntata si occuperà del tema “I cani sono i migliori amici dell'uomo”; in studio la professoressa Silvana Diverio, responsabile del progetto RandAgiamo.

Nella seconda parte sarà presentato il ciclo di seminari Cyber-emotion  che si svolge a Perugia, al Dipartimento di Matematica e Informatica, sino a lunedì 24 luglio 2017, nell’ambito delle attività di scambio fra l’Università di Perugia e la Hong Kong Baptist University di Hong Kong (HKBU). Saranno presenti in studio la professoressa Valentina Franzoni, del Dipartimento di Matematica e Informatica e la dottoressa Yuanxi Li della Hong Kong Baptist University.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 4 luglio 2017, alle ore 18.20.

Perugia, 27 giugno

Domani la proclamazione del vincitore del premio di laurea in memoria del dottor Alberto Mezzasoma - Mercoledì 28 giugno 2017, ore 9, Rettorato                                                                                           

L’ ”Associazione Alberto Mezzasoma” consegnerà domani, mercoledì 28 giugno 2017, alle ore 9, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia, il premio annuale di laurea in memoria del dottor Alberto Mezzasoma, per lunghi anni Direttore Amministrativo dell’Ateneo perugino, prematuramente scomparso venticinque anni fa.

Il riconoscimento, destinato alla migliore tesi di laurea, è riservato a laureati dell'Ateneo perugino, figli di dipendenti o ex-dipendenti dello stesso.

La cerimonia di mercoledì 28 giugno sarà presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi; la Commissione giudicatrice del Premio è composta dai professori Massimo Curini (presidente), Libero Mario Mari, Lorenzo Mezzasoma, Gianfranco Cavazzoni.

Perugia, 27 giugno

“Data Science in moto: Trasferimento Tecnologico, Progettualità e Implicazioni Sociali”, incontro a Ingegneria - Venerdì 30 giugno 2017,  ore 9.30 

“Data Science in moto: Trasferimento Tecnologico, Progettualità e Implicazioni Sociali” è l’incontro di venerdì 30 giugno 2017, alle ore 9.30, nell’ Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia.

L'evento si inquadra nell'ambito delle iniziative nate dalla collaborazione dell'Università degli Studi di Perugia, di Sviluppumbria S.p.A. e di Engineering SpA, nel settore della Data Science.

L'importanza di questo ambito per la crescita sociale ed economica è già stata illustrata in un recente workshop. L’incontro di venerdì 30 giugno si colloca in uno stadio successivo, ed è focalizzato sugli strumenti e sugli aspetti operativi per l'introduzione delle tecnologie della Data Science in ambito sociale e aziendale.

Nel corso dell'evento saranno illustrate le iniziative di maggior rilievo nel settore promosse dalla Commissione Europea e le relative possibilità di finanziamento. Saranno inoltre presentate le iniziative del Dipartimento di Ingegneria per il trasferimento tecnologico e le implicazioni sociali della diffusione della Data Science.

Programma

9.00 Registrazione partecipanti  

9.30 Apertura lavori 
Saluto del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia - Prof. Franco Moriconi
Saluto del Direttore del Dipartimento di Ingegneria, Prof. Giuseppe Saccomandi
Saluto del Coordinatore area servizi alle imprese Sviluppumbria Spa - Dottor Simone Peruzzi 

9.45 Big Data and the Great A.I. Awakening. What are the ethical and societal implications? Prof. Roberto Zicari - Goethe Frankfurt University, Editor del portale ODBMS.org (In conference call dalla Goethe Frankfurt University – Frankfurt) 

10.00 The European Open Science Cloud as enabler for data driven science Dott.ssa Carmela Asero - Policy Analyst EU Commission - DG Research and Innovation 
(In conference call dagli uffici della Commissione Europea – Bruxelles) 

10.50 Sessione interattiva Q&A 
La Dott.ssa Carmela Asero sarà a disposizione dei partecipanti per rispondere ai loro quesiti 

11.20 Shedding Light on the Mystery of Data Science - A statistician’s view Prof. Francesco Bartolucci - Università di Perugia 

11.50 Data Science per l’Energia e l’Ambiente Ing. Anna Laura Pisello - Università di Perugia 

12.20 Chiusura dei lavori 
Prof. Gianluca Reali - Direttore del Master in Data Science Università di Perugia
Dott.ssa Elisabetta Boncio – Responsabile UO Trasferimento Tecnologico Sviluppumbria

Perugia, 26 giugno

Premio di laurea in memoria del dottor Alberto Mezzasoma - Mercoledì 28 giugno 2017, alle 9, in Rettorato, la proclamazione del vincitore                                                                            

L’"Associazione Alberto Mezzasoma” consegnerà mercoledì 28 giugno 2017, alle ore 9, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia, il premio annuale di laurea in memoria del dottor Alberto Mezzasoma, per lunghi anni Direttore Amministrativo dell’Ateneo perugino, prematuramente scomparso venticinque anni fa.

Il riconoscimento, destinato alla migliore tesi di laurea, è riservato a laureati dell'Ateneo perugino, figli di dipendenti o ex-dipendenti dello stesso.

La cerimonia di mercoledì 28 giugno sarà presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi; la Commissione giudicatrice del Premio è composta dai professori Massimo Curini (presidente), Libero Mario Mari, Lorenzo Mezzasoma, Gianfranco Cavazzoni.

Perugia, 26 giugno

Big Data in Health, workshop internazionale, a Villa Umbra, il 29-30 giugno. Iniziativa delle Università di Perugia, Miami e Salerno

Il workshop internazionale “Big Data in Health”, frutto della collaborazione fra le Università di Perugia, Miami e Salerno, si svolgerà a Villa Umbra (PG) giovedì 29 e venerdì 30 giugno 2017.

I Big Data presentano complessità ancora inesplorate. Le sfide nel campo medico sono rilevanti, ed investono sia l’efficienza di gestione dei dati che la definizione del loro valore.

I soggetti istituzionali, accademici e industriali condividono verosimilmente l'idea che maggiori e migliori dati possono solo agevolare le condizioni di salute delle persone. Tuttavia, risolti molti dei vincoli tecnologici e stabilite le sinergie di sistema che ne migliorano il funzionamento, la criticità diviene come sfruttare il potenziale dei Big data

Giovedì 29 giugno, la prima sessione sarà aperta, alle ore 14.30.

Alle 15 sono previsti i saluti di Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia, di Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, e di Giancarlo Agnelli, Presidente della Scuola interdipartimentale di Medicina e Chirurgia. Interverranno, inoltre, Emilio Duca, Direttore Generale Azienda Ospedaliera di Perugia, e Federico Ruggieri, Direttore Rete Garr.

Si allega programma del workshop

Perugia, 23 giugno

Ciclo di seminari “Cyber-emotions” organizzato in collaborazione tra Ateneo di Perugia e Hong Kong Baptist University

“Cyber-Emotions” (www.dmi.unipg.it/cyberemotions) è il titolo di un ciclo di seminari, che si svolgerà a Perugia, al Dipartimento di Matematica e Informatica (DMI), da lunedì 26 giugno a lunedì 24 luglio 2017, nell’ambito delle attività di scambio fra l’Università di Perugia e la Hong Kong Baptist University di Hong Kong (HKBU). Programma di scambio che prosegue a pieno ritmo: sono 34 quest'anno gli studenti di Hong Kong all’Università di Perugia, mentre 5 saranno gli studenti perugini presso la HKBU.

In sei anni (dal 2012 al 2017), il programma di scambio ha coinvolto finora 25 studenti italiani, 140 studenti di Hong Kong e 5 docenti.

Le “Cyber-emotions” sono emozioni umane, riconosciute (o riprodotte digitalmente) da un computer o robot, che possono essere utili in varie applicazioni, da sistemi di supporto ai pazienti che non riescono a comunicare, a interfacce intelligenti, a tutor digitali.

Il ciclo di seminari, organizzato dalla professoressa Valentina Franzoni col gruppo KITlab (laboratoro Knowledge and Information Technology http://www.dmi.unipg.it/kitlab) del DMI, il cui referente è il professor Alfredo Milani, presenta un interesse rilevante non solo per gli argomenti presentati (Intelligenza Artificiale per il riconoscimento di emozioni, deep learning, sistemi semantici), ma anche per la multidisciplinarietà, che coinvolge speaker da diversi dipartimenti dell’Ateneo perugino e da due aziende che lavorano nel settore.

Il ciclo di seminari si inserisce in un tris di workshop internazionali su Emotion Recognition organizzati dai professori Milani e Franzoni, insieme a un gruppo internazionale, a EMORE (EMOtion REcognition, Trieste 3-6 Luglio, dmi.unipg.it/emore) e ACER (Affective Computing and Emotion Recognition, Leipzig, Germania, 23-26 Agosto: http://webintelligence2017.com/program/workshops/acer-2017/).

Perugia, 22 giugno

Domani, alla Sala dei Notari, concerto dei Cori universitari di Perugia e Chieti-Pescara. Riconoscimento alla carriera al baritono Giulio Boschetti 

“Sentimento popolare nel Melodramma del Primo e Secondo Risorgimento” è il titolo del concerto di domani, venerdì 23 giugno 2017, alle ore 21, nella Sala dei Notari di Perugia, nell’ambito delle celebrazioni del XX giugno che, che nel capoluogo umbro, ha una doppia valenza. Il 20 giugno del 1859 le truppe pontificie, inviate da papa Pio IX per sedare i rivoltosi perugini, occuparono la città, abbandonandosi al vile saccheggio e al massacro, suscitando un’ondata di sdegno in tutta Europa. Il 20 giugno 1944 le truppe angloamericane entrarono da San Pietro liberandola dal controllo nazista.

Il concerto, fortemente voluto da ADISU, A.Gi.Mus, Università degli Studi e Comune di Perugia, vedrà impegnati due cori universitari, di Perugia e Ud’A In Canto di Chieti-Pescara, che dapprima si alterneranno sul palco dei Notari per poi concludere assieme con le note dei cinque più grandi compositori italiani dell’800: Rossini, Bellini, Donizetti, Verdi e Puccini.

Ad impreziosire la serata gli interventi di apprezzate voci soliste: le soprano Antonella Trovarelli e Elena Vigorito, i tenori Nicolò La Farciola e Nicola Di Filippo, il baritono perugino Giulio Boschetti, che proprio nel coro universitario mosse i primi passi di una straordinaria carriera che l’ha portato ad interpretare più di trenta ruoli del grande repertorio operistico in Italia, Austria, Spagna, Svizzera, Germania, Danimarca, Polonia Romania, Georgia, Kazakistan e Giappone, sotto la direzione di bacchette  quali Gustav Kuhn e Daniel Oren. E’ di questi giorni il suo impegno come Scarpia nella Tosca con la Haifa Symphony Orchestra e Xu Zhong, direttore artistico della Shangai Opera House.

Giulio Boschetti, che sarà insignito di uno speciale riconoscimento alla carriera, si esibirà nella Sala dei Notari, davanti ai suoi concittadini nel Duetto finale del Rigoletto (con la soprano Elena Vigorito), in Per me giunto è il dì supremo dal Don Carlos e nel Te Deum dalla Tosca.

Sarà insomma una grande festa dell’opera e di quanti con serietà e abnegazione vivono di musica a cominciare proprio dai due cori universitari, vere fucine di talenti: anche la Vigorito e Di Filippo, infatti, sono cresciuti artisticamente nel coro perugino.

I coristi saranno accompagnati al pianoforte da Marco Di Penna e Francesco Andreucci e diretti da Giacinto Sergiacomo, Marta Alunni Pini e Salvatore Silivestro, fondatore e ‘anima’ del coro perugino.

Il programma si aprirà sulle note dell’inno di Mameli-Novaro, per proseguire con canti popolari che hanno caratterizzato l’epopea risorgimentale Addio mia bella addioLa bella GigoginLa canzone del Piave). Spazio poi al melodramma con Verdi (Macbeth, I Lombardi, Attila, La Battaglia di Legnano, Rigoletto, Don Carlos, Nabucco) fino al gran finale con tutti i solisti e i due cori impegnati nel travolgente Dal tuo stellato soglio dal Mosè di Rossini.

L’ingresso è libero.

coro unipg

Perugia, 21 giugno

Sofia Catalucci, dall’Ateneo di Perugia al Dottorato all’Università di Nottingham. E’ esperta in fotomodellazione digitale per il rilievo archeologico e dei beni culturali

Sofia Catalucci, dopo una brillante laurea all’Università degli Studi di Perugia, ha conquistato l’accesso al Dottorato (PhD) in Manufacturing Engineering all’Università di Nottingham (Regno Unito), sotto la supervisione del Professor Richard Leach e del Dottor Petros Stavroulakis del Manufacturing Metrology Team nella Facoltà di Ingegneria.

La neolaureata perugina è stata inoltre selezionata per un’ulteriore posizione nell’Horizon Centre for Doctoral Training in My Life Data, nella School of Computer Science.

Sofia Catalucci è una neolaureata in Ingegneria Edile-Architettura dell’Ateneo di Perugia con la tesi magistrale La fotomodellazione e i Beni Culturali: rappresentazioni e sperimentazioni per il Museo Archeologico di Amelia”; il tema contemporaneo e innovativo del suo progetto di ricerca è la tecnica di rilievo indiretto per la ‘restituzione speditiva’ del reale, basata sull’acquisizione di fotografie. Il progetto è stato il risultato di una collaborazione efficace fra Comune, Università di Perugia e Soprintendenza archeologica, con un’azione sinergica tra diversi settori disciplinari: Rappresentazione, Misure Meccaniche e Archeologia.

Il percorso di ricerca a Perugia è stato svolto sotto la supervisione scientifica del professor Fabio Bianconi, professore di Disegno nel Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, del professor Gianluca Rossi, professore di Misure Meccaniche e Termiche nel Dipartimento di Ingegneria, degli ingegneri Marco Filippucci e Michele Moretti, e dell’archeologa dottoressa Alessandra Bravi.

“Quanto ottenuto dalla dottoressa Catalucci rappresenta un’ulteriore esperienza di successo, in ambito scientifico, che contribuisce a confermare la levatura cosmopolita del team perugino – spiega il professor Bianconi -, le cui idee, apprezzate a livello internazionale, hanno saputo fungere da volano per l’interessante percorso di ricerca della giovane dottoranda”.

Il team dell’Università di Perugia ha saputo, dunque, ben valorizzare il lavoro di tesi, indirizzando con successo la giovane neolaureata presso l’Università di Nottingham per intraprendere un percorso di tirocinio post lauream, grazie alla borsa di studio Erasmus Traineeship Program, sotto la supervisione del Professor Gary Priestnall, nella School of Geography.

Il tirocinio prevede l'approfondimento delle conoscenze e delle tecniche della modellazione 3D, della fotomodellazione, della scansione 3D, della realtà virtuale e aumentata (VR Helmet, AR Sandbox), legate all'attività di visualizzazione e ricostruzione di modelli tridimensionali. 

sofia catalucci 2ok

sofia catalucci 1ok

Perugia, 5 giugno

Conferito al prof. Colin James Carlile il Dottorato di ricerca Honoris Causa in Scienza e Tecnologia per la Fisica e la Geologia dell’Università di Perugia

L’Università degli Studi di Perugia ha conferito il Dottorato di ricerca Honoris Causa in Scienza e Tecnologia per la Fisica e la Geologia al prof. Colin James Carlile, fisico e già Direttore dei maggiori centri di ricerca europei per la fisica della materia studiata con fasci di neutroni. Attualmente è Professore ospite del Dipartimento di Fisica dell’Università di Uppsala in Svezia. 

La solenne cerimonia, in lingua latina, secondo la tradizionale antica formula, è stata presieduta stamani dal Magnifico Rettore Franco Moriconi nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie alimentari e Ambientali, nel Complesso monumentale di San Pietro a Perugia.

Dopo la Laudatio pronunciata dalla professoressa Paola Comodi, membro del
Collegio di Dottorato, per presentare il dottorando ed evidenziare il suo profilo di scienziato, il Prof. Carlile ha tenuto la Lectio Magistralis “Neutrons - the dark matter of yesteryear”. E’ stata una lezione di carattere divulgativo sulla storia del neutrone, dalla scoperta alle applicazioni tecnologiche, con un’attenzione all'impatto che tali tecnologie hanno avuto nei settori della ricerca e della società civile. La Commissione per il conferimento del dottorato, esprimendosi favorevolmente all’unanimità deponendo tutte fave bianche nell’urna, è composta dai docenti dell’Ateneo perugino: Giuseppina Anzivino, Maurizio Busso, Paola Comodi, Gianluca Grignani, Alessandro Paciaroni, Sergio Scopetta, Andrea Orecchini, Simone Pacetti, Caterina Petrillo, Francesco Sacchetti. 

Al termine della cerimonia il Magnifico Rettore ha consegnato al prof Carlile l’anello, la toga con il ‘tocco’ e la Pergamena di Dottorato honoris causa in Scienza e tecnologia per la Fisica e la Geologia dell’Università degli Studi di Perugia.

______________________________________

Colin James Carlile. Nato nel 1946 in Gran Bretagna, è un fisico per formazione e attività ed uno specialista nell’impiego dei fasci di neutroni per lo studio delle proprietà strutturali di sistemi solidi e liquidi. Ha studiato nelle Università di Leicester e Birmingham dal 1964 al 1972 conseguendo un Bachelor in Fisica nel 1968, un Master in Fisica dei Neutroni e dei Reattori nel 1968 e infine un Dottorato di Ricerca in Strumentazione per Neutroni nel 1973. Gli sono state tributate le Lauree ad Honorem in Scienze Fisiche dalle Università di Birmingham nel 2007, di Huddersfield nel 2013 e di Lund (Svezia) nel 2015. Ha iniziato la sua carriera come Post-doc in Italia presso il Centro di Ricerche Europeo di Ispra (Varese) dove ha trascorso un anno nel 1973 per poi rientrare ad Oxford come ricercatore del Rutherford Laboratory. Nella sua lunga carriera ha vissuto e lavorato in Francia presso il prestigioso laboratorio internazionale dell’Institut Laue Langevin di Grenoble, che è stato chiamato a dirigere dal 1999 al 2006, e in Svezia dove, come Professore dell’Università di Lund, ha avuto dal 2006 al 2013 l’incarico di Direttore dell’infrastruttura di ricerca europea European Spallation Source. Dal 2014 è Professore ospite del Dipartimento di Fisica dell’Università di Uppsala in Svezia.

Colin James Carlile è una figura di indiscussa fama nel panorama internazionale della fisica dei neutroni ed ha contribuito in modo decisivo alla nascita e allo sviluppo delle tre maggiori sorgenti di neutroni per ricerca esistenti in Europa, la sorgente di neutroni pulsati ISIS presso il Rutherford Appleton Laboratory (UK), il Reattore ad alto flusso dell’Institut Laue-Langevin (FR) e la sorgente di neutroni ad impulsi lunghi della European Spallation Source (SE) che entrerà in funzione come la più potente sorgente di neutroni al mondo nel 2026.

carlile commissione 3

carlile abbraccio 

Perugia, 5 giugno

Giovani e imprese si incontrano Career Day. L’iniziativa dell’Ateneo di Perugia al Complesso Monumentale di San Pietro - Perugia, 8 giugno 2017 

Giovedì 8 giugno 2017, dalle ore 9 alle ore 19, al Complesso monumentale di San Pietro, si svolgerà il Career Day dell'Università degli Studi di Perugia.

L’iniziativa, organizzata dal Servizio Job Placement dell’Ateneo, vuole essere un’autentica vetrina fra domanda e offerta di lavoro, con un duplice fine.

Dopo l’inaugurazione gli studenti, i laureandi e i neo-laureati dell’Università di Perugia potranno visitare gli stand delle aziende, degli enti e delle associazioni di categoria partecipanti al Career Day, e conoscere da vicino le opportunità d’impiego offerte per l’avvio della propria carriera professionale, tenuto conto del curriculum e del percorso formativo di ogni singolo candidato.

Le imprese, dal canto loro, avranno un’occasione per farsi conoscere e prendere contatto diretto con i giovani che stanno completando o hanno terminato la loro preparazione universitaria e valutare quali competenze tecniche e professionali meglio corrispondano all’attività e ai piani di sviluppo aziendale.

Le aziende che hanno aderito sono una cinquantina: eccellenze a livello locale, ma anche sul piano nazionale e multinazionale.

Saranno inoltre presenti punti informazioni delle istituzioni che aderisco alla giornata: Regione Umbria, Comune di Perugia, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Sviluppumbria, Confindustria Umbria  e Camera di Commercio di Perugia.

Per informazioni:

Servizio Job Placement dell’Università degli Studi di Perugia – tel. 075.585.6615 – 075.585.6693 – mail: servizio.jobplacement@unipg.it

Perugia, 5 giugno 

“La Festa del Rinascimento ad Acquasparta” con i docenti dell’Ateneo di Perugia

L’Università degli Studi di Perugia partecipa alle iniziative de “La Festa del Rinascimento ad Acquasparta”, caratterizzata convegni, cortei e spettacoli e che ha come filo conduttore “Dalla magia del lievito al miracolo del pane”.

Nella splendida cornice della cinquecentesca dimora dei Cesi, saranno organizzati convegni, corsi di panificazione, mostre, degustazioni, laboratori, cortei a tema, spettacoli e molto altro, coinvolgendo aziende del settore e studiosi di università e importanti istituzioni.

 

Venerdì 9 giugno 2017, nella Sala del Trono di palazzo Cesi, alle ore 18, la professoressa Laura Teza, docente di Storia dell’arte moderne all’Ateneo di Perugia, terrà un incontro-dibattito su “Pandolfo Pucci detto Monsignor Insalata, Caravaggio e il Principe Federico Cesi”.

Il giorno successivo, sabato 10 giugno 2017, sempre a Palazzo Cesi, alle ore 16.30, a Palazzo Cesi, convegno “Il Pane, un prodotto da valorizzare”.

I lavori saranno aperti da Roberto Romani, sindaco di Acquasparta, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Francesco Tei, direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, Alessandro Dal Bosco, presidente dell’ente del Rinascimento.

Seguiranno gli interventi di Paolo Benincasa, Pietro Buzzini, Giusepe Perretti, Angelo Frascarelli, Angela Maurizi, Roberto Coli (tutti docenti dell’Università di Perugia) e Oriana Porfiri (CGS sementi).

Perugia, 5 giugno

Conferenza del professor Giorgio Repetto a “Scienza infusa” su “La costituzione e i diritti in Europa: unità o pluralismo?” - Perugia, martedì 6 giugno 2017, Wine Bar Vivace -  ore 16 

Domani, martedì 6 giugno 2017, al Wine Bar Vivace (Corso Vannucci), alle ore 16,  il professor   Giorgio Repetto, del Dipartimento di Giurisprudenza, terrà la conferenza “La costituzione e i diritti in Europa: unità o pluralismo?”; si svolge   nell’ambito di “Scienza infusa”, il ciclo di sedici incontri informali di divulgazione scientifica ospitati in alcuni caffè di Perugia, a maggio e a giugno, all’ora del thè.

___________________________

“La costituzione e i diritti in Europa: unità o pluralismo?”

La costruzione normativa e istituzionale dell’Europa si trova oggi in un punto di svolta. Da vari punti di vista, le premesse che hanno segnato l’ascesa dell’ideale europeo negli ultimi sessant’anni sembrano oggi appannate, per ragioni legate all’impasse in cui si trovano le istituzioni dell’Unione Europea e per le reazioni che derivano dalle opinioni pubbliche nazionali sempre più euroscettiche. Troppo spesso, tuttavia, si dimentica che l’Europa ha costituito dopo la seconda guerra mondiale un laboratorio di idee giuridiche e costituzionali che ne hanno consentito (insieme ad altri fattori) l’affermazione come modello politico e sociale alternativo alle altre grandi potenze mondiali. Ad es., l’Europa (anche al di là dell’Unione europea) è stato il contesto in cui ha preso forma un sistema di protezione dei diritti fondamentali preso a modello in altre realtà. Garantire la permanente vitalità dell’ideale europeo vuol dire oggi prendere atto che quel sistema non può evolvere verso la forma-Stato ma deve fare i conti con forme flessibili e pluraliste di integrazione.

Giorgio Repetto è professore associato di Istituzioni di diritto pubblico presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Perugia, dove insegna European constitutional law. È stato ricercatore nel medesimo dipartimento dal 2007 al 2015. Dottore di ricerca in Diritto costituzionale e diritto pubblico generale presso l’Università Sapienza di Roma, ha ricevuto per le sue ricerche il Premio Ruffini dell’Accademia dei Lincei e il Premio Sergio Panunzio, attribuito nel 2012 dall’Associazione italiana dei costituzionalisti per la migliore opera prima monografica. È attualmente nella redazione della rivista Diritto pubblico e condirettore di Diritti comparati, blog e rivista telematica sui temi del diritto europeo e comparato.

Autore di numerose pubblicazioni su riviste italiane e straniere, è autore e curatore di quattro monografie. I suoi temi di ricerca toccano la teoria e la storia costituzionale, i diritti fondamentali in prospettiva interna e comparata, la giustizia costituzionale e il diritto costituzionale europeo.

I successivi incontri:

Mercoledì 7 giugno 2017: Loft Café (Via dei Priori, 6) – Uliano Conti: “Analisi del terrorismo. L’importanza di un approccio scientifico a una sfida sociale”

Giovedì 8 giugno 2017: Umbrò (Via Sant'Ercolano, 2)  - Andrea Cardoni: “L’era delle reti di impresa e delle collaborazioni strategiche tra piccole e medie imprese (PMI) alba o tramonto?”.

 

Perugia, 1 giugno

Al prof. Colin James Carlile il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in Scienza e Tecnologia per la Fisica e la Geologia - Perugia, lunedì 5 giugno, Aula Magna di Agraria

L’Università degli Studi di Perugia conferirà il Dottorato di ricerca Honoris Causa in Scienza e Tecnologia per la Fisica e la Geologia al prof. Colin James Carlile, fisico e precedente Direttore dei maggiori centri di ricerca europei per la fisica della materia studiata con fasci di neutroni. 

La solenne cerimonia, in lingua latina, secondo la tradizionale antica formula, presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi si terrà lunedì 5 giugno 2017, alle ore 10.30, a Perugia, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze agrarie alimentari e Ambientali, nel Complesso monumentale di San Pietro.

Dopo la Laudatio pronunciata dalla professoressa Paola Comodi, membro del
Collegio di Dottorato, per presentare il dottorando ed evidenziare il suo profilo di scienziato, il Prof. Carlile terrà la Lectio Magistralis dal titolo “Neutrons - the dark matter of yesteryear”; una lezione di carattere divulgativo sulla storia del neutrone, dalla scoperta alle applicazioni tecnologiche, con un’attenzione all'impatto che tali tecnologie hanno avuto nei settori della ricerca e della società civile

______________________________________

Colin James Carlile. Nato nel 1946 in Gran Bretagna, è un fisico per formazione e attività ed uno specialista nell’impiego dei fasci di neutroni per lo studio delle proprietà strutturali di sistemi solidi e liquidi. Ha studiato nelle Università di Leicester e Birmingham dal 1964 al 1972 conseguendo un Bachelor in Fisica nel 1968, un Master in Fisica dei Neutroni e dei Reattori nel 1968 e infine un Dottorato di Ricerca in Strumentazione per Neutroni nel 1973. Gli sono state tributate le Lauree ad Honorem in Scienze Fisiche dalle Università di Birmingham nel 2007, di Huddersfield nel 2013 e di Lund (Svezia) nel 2015. Ha iniziato la sua carriera come Post-doc in Italia presso il Centro di Ricerche Europeo di Ispra (Varese) dove ha trascorso un anno nel 1973 per poi rientrare ad Oxford come ricercatore del Rutherford Laboratory. Nella sua lunga carriera ha vissuto e lavorato in Francia presso il prestigioso laboratorio internazionale dell’Institut Laue Langevin di Grenoble, che è stato chiamato a dirigere dal 1999 al 2006, e in Svezia dove, come Professore dell’Università di Lund, ha avuto dal 2006 al 2013 l’incarico di Direttore dell’infrastruttura di ricerca europea European Spallation Source. Dal 2014 è Professore ospite del Dipartimento di Fisica dell’Università di Uppsala in Svezia.

Colin James Carlile è una figura di indiscussa fama nel panorama internazionale della fisica dei neutroni ed ha contribuito in modo decisivo alla nascita e allo sviluppo delle tre maggiori sorgenti di neutroni per ricerca esistenti in Europa, la sorgente di neutroni pulsati ISIS presso il Rutherford Appleton Laboratory (UK), il Reattore ad alto flusso dell’Institut Laue-Langevin (FR) e la sorgente di neutroni ad impulsi lunghi della European Spallation Source (SE) che entrerà in funzione come la più potente sorgente di neutroni al mondo nel 2026.

 

 


Torna su
×