Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 31 agosto

Le Biotecnologie dell'Unipg parlano sempre più europeo 

I risultati della selezione divulgati dall’'agenzia nazionale Erasmus+ della Romania premiano l’Università degli Studi di Perugia per i progetti di partenariato strategico europeo per l’area d’istruzione superiore.

Il Progetto Strategico Biennale KA203, presentato in collaborazione con l'Ateneo perugino, classificato al secondo posto della graduatoria di 32 progetti, di cui solo 7 approvati, ha ottenuto anche un finanziamento.

Il lavoro svolto dell'Università di Perugia ha rappresentato un fattore coagulante del gruppo di lavoro, coordinato a livello europeo dalla professoressa Florentina Matei (Università di Bucharest – Romania). I responsabili delle Unità Locali nei vari Paesi sono: i professori Leonardo Leonardi (Università degli Studi di Perugia), George Carutasu (Università Romeno-Americana di Bucharest), Oscar Vicente (Università Politecnica di Valencia–Spagna), Maurilio Sampaolesi (Università Cattolica di Leuven–Belgio), Gianluca Rossi e la dottoressa Maria Brizi (TUCEP di Perugia).

Il progetto strategico biennale offrirà agli studenti e ai neolaureati di Biotecnologie attività di formazione e una possibilità di orientamento nei confronti di potenziali percorsi imprenditoriali nel vasto settore applicativo delle scienze biotecnologiche. L'offerta formativa prevede diversi obiettivi, con percorsi formativi internazionali, dettagliati e specialistici, e con incontri di ordine teorico-pratico che comprenderanno anche nozioni di economia e d'imprenditorialità.

L'importante traguardo è stato raggiunto anche grazie ai numerosi scambi Erasmus attivati dal nostro Ateneo con la Romania, per la mobilità di studenti, neolaureati e docenti.

In particolare, Leonardo Leonardi, già professore onorario all'Università di Bucharest,  con il contributo fattivo delle professoresse Carla Emiliani e Florentina Matei, è riuscito a costituire il team scientifico, attivamente coinvolto nelle molteplici funzioni del mondo delle biotecnologie.

“Quest'opportunità rappresenta un'ulteriore forte apertura internazionale del Corso di Laurea in Biotecnologie del nostro Ateneo, orientando gli studenti e i docenti coinvolti verso orizzonti più europei e rendendo efficaci gli sforzi che l'Università di Perugia sta facendo in questo settore - sottolinea il professor Fabio Maria Santucci, Delegato per la Cooperazione Internazionale -. Tale progetto, che inizierà a fine ottobre e avrà la durata di due anni,  potrà anche garantire potenziali applicativi e tecnico-industriali nel nostro territorio, grazie alla formazione specialistica comunitaria di nuove realtà produttive e di specialisti nel campo delle scienze biotecnologiche. Le relative attività formative e didattiche potranno svolgersi in tutte le sedi accademiche coinvolte nel progetto”.

Perugia, 31 agosto

L'Europa a Norcia oltre il terremoto - Incontro pubblico, lunedì 4 settembre, in Piazza San Benedetto con il Presidente Antonio Tajani e il Commissario Tibor Navracsics 

Il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e il Commissario europeo per l'Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport Tibor Navracsics saranno lunedì 4 settembre 2017 a Norcia per un incontro con la popolazione della Valnerina Umbra sul tema “Costruire un'Europa migliore con i cittadini per le generazioni future”.

L'appuntamento fa parte di una serie di iniziative organizzate nelle città europee per favorire il “Dialogo con i cittadini”.

Alla fase organizzativa e di promozione dell’incontro ha preso parte anche il Centro di Documentazione Europea (CDE) dell'Università degli Studi di Perugia, con il responsabile accademico professor Fabio Raspadori, che è anche docente di Diritto della Comunità europea, e con la dottoressa Sara Scarabattieri, responsabile della documentazione della Biblioteca del CDE.

Il Presidente Tajani e il Commissario Navracsics incontreranno il pubblico a Norcia, alle ore 18 di lunedì, in Piazza San Benedetto per discutere degli aiuti dell'UE per la ricostruzione delle regioni terremotate, del corpo europeo di solidarietà e delle altre iniziative della UE per i giovani; inoltre delle attività programmate nell'ambito dell'Anno europeo del patrimonio culturale e del Libro bianco sul futuro dell'UE.

Il ruolo di moderatore dell’incontro è affidato a Gigi Donelli, giornalista di “Radio 24”.

L'evento potrà essere seguito in diretta in webstreaming collegandosi al sito: http://ec.europa.eu/italy/index_it.htm o sull'account twitter della Commissione europea, @europainitalia, #EUdialogues.

Per poter partecipare è obbligatorio iscriversi al seguente link:

https://ec.europa.eu/eusurvey/runner/DialogoNorcia04092017

 

antonio tajani fb 

Perugia, 30 agosto

Il Rettore dell’Università cinese di Hangzhou a Palazzo Murena per accordi di collaborazione didattici e di ricerca 

I rappresentanti dell'Università degli Studi di Perugia hanno incontrato, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena sede del Rettorato, la delegazione cinese della Zhejiang A & F University della città di Hangzhou, non lontana da Shanghai.

Sono intervenuti il professor Zhou Guomo, Rettore dell'Ateneo cinese, le professoresse Elena Stanghellini, Delegato del Rettore Franco Moriconi per le Relazioni Internazionali, Ester Bianchi del Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione (sezione Lingua e Letteratura della Cina e Asia Sud-Orientale) e la dottoressa Zhang Chao.

Il Rettore Zhou Guomo ha espresso la chiara volontà di intensificare i rapporti tra le due Istituzioni, ponendo le basi per la sigla di ulteriori accordi di scambio studenti e di condivisione delle attività di ricerca, al fine arrivare alla pubblicazione di studi comuni di interesse scientifico.
Fra i temi trattati nell’incontro a Palazzo Murena, anche la definizione di collaborazioni didattiche e di ricerca interuniversitaria di mutuo interesse tra i due Atenei, nelle aree disciplinari di Ingegneria e Economia.

Perugia, 29 agosto

SettembreOrienta 2017, gli incontri nei Dipartimenti e nelle sedi distaccate di #Unipg

Tutto pronto per l’edizione 2017 di SettembreOrienta, promosso dall’Università degli Studi di Perugia. Dal 4 al 19 settembre 2017 si svolgeranno delle giornate di orientamento per illustrare alle aspiranti matricole i corsi di laurea ad accesso libero, promosse dall’Ateneo. (http://settembreorienta.unipg.it/2017/).

I giovani che parteciperanno all’iniziativa potranno visitare, inoltre, le strutture (aule, laboratori, biblioteche, spazi attrezzati) a disposizione dei diversi corsi, sia della sede di Perugia, sia di Terni, Assisi e Narni in modo da avere un quadro il più ampio possibile sulla offerta proposta dai vari Dipartimenti.

Durante gli incontri verranno anche illustrate le modalità di acquisizione dei crediti linguistici previsti dai percorsi.

Lunedì 4 settembre 2017. Alle ore 10.30, nell’Aula 3 del Dipartimento di Giurisprudenza (via Pascoli, 33), dopo il saluto del Direttore, professor Giovanni Marini, verranno illustrati i corsi di Laurea Magistrale (quinquennale a ciclo unico) in Giurisprudenza; di Laurea (triennale) in Scienze dei Servizi Giuridici; di Laurea Magistrale (biennale) in Integrazione giuridica europea e diritti umani. Prevista anche la possibilità, da parte delle aspiranti matricole, di fare domande e di compiere la visita guidata alla struttura.

Alle ore 15.30, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche (in via Pascoli, 20) illustrazione dei Corsi del Dipartimento. In apertura il saluto del Direttore, professor Ambrogio Santambrogio. Seguirà una ‘lezione tipo’ sul tema “Terrorismo, cambiamenti climatici, migrazioni, nuove e vecchie diseguaglianze. Come orientarsi in un mondo (apparentemente) fuori controllo?” tenuta dal professor Alessandro Campi.

A seguire la presentazione dei corsi di Laurea Triennali curata dai coordinatori Fiorella Giacalone (Servizio Sociale), Alessandra Pioggia (Scienze Politiche e Relazioni Internazionali), Vincenzo Sorrentino (Scienze della Comunicazione). I rappresentanti degli studenti spiegheranno i servizi a disposizione degli iscritti: residenze universitarie, mense, borse per studenti capaci e meritevoli, progetti Erasmus. A seguire la proiezione di VideoSelfie di ex-studenti laureati a Scienze Politiche di Perugia e la visita guidata della Biblioteca e di altre strutture del Dipartimento, a cura dei rappresentanti degli studenti.

Martedì 5 settembre 2017. Alle ore 15, nell’Aula Magna del Dipartimento di Lettere – lingue, letterature e civiltà antiche e moderne (in Piazza Morlacchi 11), dopo il saluto del Direttore professor Mario Tosti, illustrazione dei corsi in Beni culturali, Lettere, Lingue e culture straniere. Nel corso del pomeriggio verranno fornite informazioni sulle prove di accesso. Seguirà la visita guidata al Dipartimento e agli altri palazzi in cui hanno sede le strutture di Lettere – lingue, letterature e civiltà antiche e moderne. Previsti anche stand espositivi e informativi, con materiale illustrativo del Dipartimento e dell’Ateneo. Le indicazioni relative alle altre giornate, fino al 19 settembre, sono consultabili nel programma allegato o all’indirizzo internet http://www.unipg.it/files/pagine/632/settembreorienta-2017.pdf.

SettembreOrienta si svolge mentre sono ancora aperte, sino al 20 ottobre 2017, le immatricolazioni all’Università degli Studi di Perugia per i corsi di laurea di primo livello e per i corsi di laurea a ciclo unico ad accesso libero.

I Corsi di studio offerti (a Perugia, Terni e negli altri centri umbri dove l’Ateneo perugino è presente), possono essere consultati sul Manifesto degli Studi a.a. 2017/2018, disponibile sul sito internet http://www.unipg.it/

All’indirizzo http://www.unipg.it/didattica/procedure-amministrative/immatricolazioni è disponibile la Guida alle immatricolazioni nella quale sono dettagliati tutti i riferimenti utili e soprattutto le procedure per consentire alle matricole di iscriversi in maniera corretta.

Perugia, 28 agosto

Il professor Claudio Santi, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche di Unipg, chiamato nella Royal Society of Chemistry di Londrahiamato nella Royal Society of Chemistry di Londra

Il professore Claudio Santi, docente del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia, è stato nominato Fellow della Royal Society of Chemistry (RSC), che è una tra le più importanti associazioni scientifiche nel campo della chimica a livello mondiale; ha sede a Londra, con oltre 50 mila iscritti in tutto il mondo e persegue la promozione delle eccellenze in campo chimico.

Claudio Santi, che nel Dipartimento di Scienze Farmaceutiche perugino guida il gruppo di Catalisi e Chimica Organica Verde, si occupa principalmente di chimica dei composti organici del Selenio e del loro impiego nella chimica sostenibile e nello sviluppo di nuove molecole bioattive, coordinando su queste tematiche un network di ricerca internazionale (SeSRedCat).

Nel 2016, con oltre 120 pubblicazioni totali, è risultato nel top 10% degli autori più citati nel portfolio chimico della Royal Society of Chemistry. Il titolo di Fellow, oltre al prestigio personale (poiché riconosce a chi lo riceve di aver apportato un contributo importante all'avanzamento, all'organizzazione ed alla gestione delle scienze chimiche), offrirà anche la possibilità al professor Santi e al suo gruppo di ricerca di accedere a finanziamenti e premi periodicamente banditi dalla prestigiosa associazione londinese.

claudio santi

Perugia, 21 agosto

L’Ateneo di Perugia in missione nello Spazio con la Nasa in cerca di conferme su una ricerca di Medicina sperimentale

Dal Kennedy Space Center di Cape Canaveral (Florida, USA) lunedì 14 agosto 2017, alle 12.31 ora locale, è decollato il razzo SpaceX-12 che ha lanciato sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) il modulo Dragon con a bordo rifornimenti per l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e una serie di esperimenti scientifici, alcuni dei quali italiani.

Tra questi, il progetto MyoGravity  al quale partecipano ricercatori dell’Ateneo perugino: il professor Guglielmo Sorci, docente di Anatomia Umana, e la dottoressa Sara Chiappalupi, giovane assegnista del Dipartimento di Medicina sperimentale.

Il progetto, interamente italiano e finanziato dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), ha lo scopo di studiare gli effetti della microgravità sulla biologia delle cellule del muscolo scheletrico, uno degli organi più colpiti nei viaggi di lunga durata nello spazio.

“In assenza di gravità il muscolo scheletrico va incontro ad atrofia, con perdita di massa muscolare e alterazione nella composizione delle miofibre, rappresentando un problema in potenziali viaggi di lunga durata nello spazio – spiega il professor Sorci -. La ISS è un luogo ideale per questo tipo di studi perché, gravitando in orbita terrestre bassa, risente della quasi assenza di gravità, o microgravità. L’attenzione a questi aspetti è legata al fatto che l’attuale obiettivo della NASA è una missione umana su Marte, ma le informazioni che otterremo saranno utili anche per comprendere meglio certe patologie che hanno alla base i meccanismi dell’atrofia muscolare”.

Il progetto MyoGravity, in particolare, ha previsto l’isolamento di cellule staminali adulte (cellule satelliti) da biopsie di muscolo scheletrico di soggetti volontari e dello stesso astronauta italiano, Paolo Nespoli (Astro-Paolo, come è stato ribattezzato), prima della sua partenza a fine luglio per la missione di cinque mesi sulla ISS, fino al prossimo dicembre. Una parte delle cellule satelliti isolate da Nespoli sono state amplificate e spedite con il lancio SpaceX-12 sulla ISS dove già si trova l’astronauta. Il confronto con le stesse cellule coltivate a terra in condizioni standard o di microgravità simulata (attraverso speciali strumentazioni) permetterà di evidenziare le modificazioni indotte nelle cellule dalla microgravità. Insieme alle cellule umane, sono state inviate sulla ISS cellule muscolari murine iperesprimenti il fattore di crescita IGF-1 per verificare gli effetti protettivi di quest’ultimo nei confronti dell’atrofia muscolare da microgravità.

Un team di ricercatori tutto italiano, composto da Sorci, dalla  Chiappalupi, dalla professoressa Stefania Fulle, coordinatrice del progetto, e dalla dottoressa Ester Sara Di Filippo (entrambe dell’Università di Chieti-Pescara), è appena rientrato dalla missione che li ha visti operare per circa venti giorni all’interno dei laboratori della NASA presso il Kennedy Space Center, dove hanno coltivato le suddette cellule e assemblato le unità sperimentali inviate sulla ISS, e hanno potuto assistere da breve distanza al lancio dello SpaceX-12.

Il progewtto MyoGravity si inserisce all’interno della missione VITA-Biomission e coinvolge  altri due gruppi di ricerca italiani: quello del prof. Antonio Musarò (Università Sapienza di Roma) e della professoressa Fernanda Amicarelli (Università de L’Aquila), che si avvale della collaborazione tecnologica di Kayser Italia, azienda leader nel settore aerospaziale, che ha realizzato l’hardware e le speciali unità sperimentali in cui sono coltivate le cellule nella ISS.

foto 1

foto 2

foto 3

foto 4

foto 5

foto 6

Perugia, 9 agosto

Lunedì 14 agosto 2017 rimarranno chiusi le strutture della Sede Centrale dell’Università e i Punti Immatricolazione di Perugia e Terni

 

Le strutture dell’Amministrazione Centrale dell’Ateneo di Perugia, comprese le Ripartizioni Tecnica e Didattica, rimarranno chiuse lunedì 14 agosto 2017. 

Inoltre, nei giorni lavorativi sino al 18 agosto 2017, l’Amministrazione Centrale e le Ripartizioni afferenti anticiperanno la chiusura pomeridiana alle ore 15.

Anche il Punto Immatricolazioni di Perugia (allestito nel Complesso Monumentale di San Pietro) e quello di Terni (presso l'Ufficio Gestione Carriere Studenti del Polo Scientifico Didattico di Ateneo - Strada di Pentima 4) saranno chiusi nella giornata di lunedì 14 agosto 2017.

foto 7

Perugia, 2 agosto

Pre-immatricolazioni confermano trend positivo dell'Università degli Studi di Perugia 

E' ufficialmente aperto dal primo agosto il Punto immatricolazioni dell'Università degli Studi di Perugia. Si parte da 23.526 iscritti e il boom delle pre-immatricolazioni (fase prevista dalle normative ministeriali - DM 986 - che ha obbligato a nuovi corsi a "numero chiuso locale" e a contingentare gli iscritti) conferma chiaramente il trend positivo che il Censis e autorevoli quotidiani avevano già certificato nelle scorse settimane, ponendo Perugia in testa alla rinascita degli atenei italiani.

Ecco i numeri: Scienze biologiche 301 pre-immatricolati per i 170 posti disponibili; Biotecnologie 339 per 190 posti; Farmacia 273 per 140 posti; Chimica e tecnologia farmaceutiche 259 per 100 posti; Filosofia e scienze e tecniche psicologiche 360 per 350 posti (qui considerando il contingente straniero saranno tutti iscritti); Scienze motorie e sportive 370 pre-immatricolati per 210 posti disponibili.

Tutti i corsi a numero chiuso faranno il test e i “numeri programmati” saranno ampiamente coperti.

Il successo conferma le ottime perfomances degli ultimi tre anni e la sempre maggiore attrattività dei corsi proposti dall'Università degli Studi di Perugia che si prepara a nuovi ambiziosi traguardi per l'anno accademico 2017-2018.

Sorprende piuttosto che parte della stampa locale abbia recepito alcune strane elucubrazioni sullo stato di salute dell'ateneo fatte sulla base di dati pescati qua e là e diffuse attraverso comunicati stampa “a orologeria”  proprio nel giorno in cui partivano le nuove immatricolazioni. Infatti, il dato inequivocabile del 2016-2017, 23.526 STUDENTI ISCRITTI A GIUGNO 2017, afferma un trend positivo e un’importante inversione di tendenza, frutto del lavoro degli ultimi tre anni e la costante crescita di immatricolati al primo anno.


Torna su
×