Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Perugia, 30 aprile 2019

La presentazione a Roma degli Indici Genetici del Cavallo da Sella Italiano elaborati dal Centro di Ricerca sul Cavallo Sportivo dell’Ateneo di Perugia 

Si è svolta a Roma, al Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo (MIPAAFT), la presentazione degli Indici Genetici del Cavallo da Sella Italiano elaborati dal Centro di Ricerca sul Cavallo Sportivo - Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia - di cui è direttore il professor Maurizio Silvestrelli.

L’importante ricerca e il complesso lavoro tecnico-sperimentale eseguito dal dott. Andrea Giontella e dal prof. Camillo Pieramati, collaboratori del Centro di Ricerca sul Cavallo Sportivo, si basa sulla progettazione e la gestione di complesse banche dati e sullo studio e l’implementazione di modelli genetico-statistici che ora possono essere facilmente utilizzati per ottenere l’indice genetico, uno strumento capace di dare precise indicazioni al mondo sportivo e allevatoriale. Tali informazioni potranno essere utilizzate dagli addetti al settore a sostegno delle loro attività produttive e contribuiranno a definire e validare inediti schemi di selezione per i cavalli sportivi Italiani.

Tale traguardo rappresenta la prima strutturazione di un “Sistema cavallo nazionale” che permetterà, attraverso l’innovazione scientifica, non solo di colmare il gap con le Nazioni all’avanguardia nel “settore cavallo” ma, valorizzando l’unicità del rapporto tra cavallo e cultura italiana, contribuirà a far sì che il nostro Paese torni ad essere competitivo in questo settore dall’imponente indotto socio-economico.

Alla presentazione, nella Sala Cavour del MIPAAFT, sono intervenuti il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia prof. Franco Moriconi, il Capo della Segreteria Tecnica del Ministero dott. Luciano Nieto che ha portato i saluti del Ministro Sen. Gian Marco Centinaio, il Direttore Generale per la promozione della qualità agroalimentare e dell'ippica dott. Francesco Saverio Abate, il direttore della Tenuta Presidenziale di Castelporziano dott.ssa Giulia Bonella, il direttore dell’area miglioramento genetico del Consiglio della ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria dott. Luca Buttazzoni, il direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Perugia prof. Luca Mechelli, il Vice Presidente Vicario della Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) dott. Giuseppe Bicocchi e molti altri addetti al settore equestre Nazionale.

img 20190418 wa0016img 20190418 wa0030

Perugia, 30 aprile 2019

L’Ateneo approva il bilancio unico relativo all’esercizio 2018

Il Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Perugia, nella seduta di ieri, lunedì 29 aprile 2019, previo parere favorevole del Senato Accademico e nel rispetto dei termini di legge, ha approvato il Bilancio Unico di Ateneo dell’esercizio 2018, l’ultimo sotto la guida del Rettore Franco Moriconi.

Le risultanze di bilancio indicano una situazione caratterizzata da considerevole solidità patrimoniale, con il finanziamento degli investimenti esclusivamente con risorse proprie, totale assenza di indebitamento finanziario, pieno equilibrio economico e un risultato positivo pari ad €. 10.701.611,55.

Risultato ancora più apprezzabile se si tiene conto della progressiva riduzione dei fondi ministeriali, delle iniziative volte al reclutamento del personale e all’aumento della no-tax area di contribuzione studentesca rispetto ai limiti imposti per legge.

Ben €. 1.860.324,56 della parte disponibile del risultato economico è stata destinata, oltre che a biblioteche, dipartimenti e riserve speciali, a cercare di assicurare, per gli anni a venire, un proseguimento del percorso virtuoso portato avanti dall’attuale Governance.

 

Perugia, 30 aprile 2019

Le tante applicazioni pratiche della ‘simulazione virtuale, il professor Filippo Cianetti le illustra a “L’Uovo di Colombo” - giovedì 2 maggio, su Umbria Radio

Il professor Filippo Cianetti, del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, interverrà al programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

La trasmissione andrà in onda giovedì 2 maggio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Filippo Cianetti è esperto di Progettazione meccanica e costruzioni di macchine.  Nel corso della trasmissione illustrerà la sua attività di ricerca nel settore della Simulazione dinamica di tipo multicorpo: lo studio, cioè, dei movimenti di macchine ben prima della loro realizzazione ‘fisica’ e della loro verifica e che quindi vengono osservati, virtualmente, sulla scorta dei calcoli, ottenendo informazioni sulle forze in gioco, ossia sulla sicurezza della macchina e dei suoi componenti. Un filone di ricerca teorica e accademica che si completa con quella applicata e industriale, come testimoniano le tante collaborazioni in Italia e internazionali nei settori automobilistico, ferroviario, aeronautico, dei parchi gioco sino alla bioingegneria.

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 4 maggio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

filippo cianetti

filippo cianetti

 

Perugia, 29 aprile 2019

Accordo Università di Perugia - Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano      

Il Rettore Franco Moriconi, in rappresentanza dell’Università degli Studi di Perugia, ha sottoscritto l’accordo con l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato Italiano (IPZS ) per  lo sviluppo di un impianto per l’estrazione di nanocellulose cristalline da fibre vegetali.

L’ NCC, estratta per la prima volta a Perugia 7 anni fa, ha proprietà meccaniche e ottiche uniche.

Il brevetto, realizzato presso il Centro Nazionale di Ricerca sulle Biomasse (inventori prof. Franco Cotana ed altri), è di proprietà dell’Ateneo di Perugia.

La cellulosa nano cristallina ha decine di applicazioni: carte speciali ad alta resistenza, supercolle, protesi, capsule per i farmaci a rilascio ritardato usate nella terapia del tumore al colon, packaging per alimenti, rinforzo delle bioplastiche.

Perugia, 29 aprile 2019

Frodi alimentari, Antonio Bellucci, funzionario UE, incontra gli studenti di Agraria

Il dottor Antonio Bellucci, funzionario della Commissione UE, terrà una lezione/conferenza sul tema della prevenzione delle frodi alimentari e, più in generale, su cosa significhi lavorare nella Commissione; avrà luogo giovedì 2 maggio 2019, con inizio alle ore 9.30, nell’Aula F del Dipartimento di Dipartimento di scienze agrarie, alimentari ed ambientali (DSA3) nel complesso monumentale di San Pietro.

Il dottor Bellucci si è laureato in Agraria nel 1983 e subito ha cominciato a lavorare a Bruxelles, presso la Ferruzzi Europa. Dal 1992 è funzionario della Commissione, nella Direzione Generale dell'Agricoltura, occupandosi fino al 2006 di politica agricola nei settori della carne, del latte e dell'olio d'oliva. E’ quindi passato all’Ufficio Prevenzione Frodi (OLAF) dove svolge attualmente la funzione di investigatore e capo settore nella direzione B, unità B5 "Agricoltura e Fondi Strutturali".

L’incontro, organizzato dal professor Fabio Maria Santucci, Delegato per la Cooperazione Internazionale, insieme con il CeSAR – Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale, si svolge nell’ambito del programma “Back to school / univercity”, finanziato dalla Commissione e ha lo scopo di raccontare, specialmente ai giovani, le esperienze lavorative dei funzionari europei nelle Istituzioni e dare così un volto all'Unione Europea, che si sta avvicinando alle elezioni di fine maggio. Antonio Bellucci illustrerà le sue esperienze nelle istituzioni, il tipo di lavoro svolto e il contesto internazionale in cui opera.

“Sono molti i laureati e le laureate di Perugia attivi a livello internazionale, a Bruxelles come nelle rappresentanze della UE nel mondo, oppure presso la FAO, la Banca Mondiale, il Programma Alimentare Mondiale, e nelle organizzazioni non governative, italiane e straniere, che portano lustro al nome dell’Ateneo in tutto il mondo”, sottolinea il professor Santucci.

La partecipazione all’incontro del 2 maggio è aperta a tutti gli interessati.

-------------------------------------------------------

Per informazioni:

Prof. Fabio Maria Santucci, email fabiomaria.santucci@unipg.it

Dr.sa Alessandra Antognelli, email antognelli@cesarweb.com

 

Perugia, 24 aprile 2019

Venerdì 26 aprile 2019 chiusura dell’Amministrazione Centrale e delle Ripartizioni Tecnica e Didattica dell’Ateneo di Perugia

Le strutture dell’Amministrazione Centrale dell’Università degli Studi di Perugia, comprese le Ripartizioni Tecnica e Didattica, rimarranno chiuse venerdì 26 aprile 2019.

Pertanto tali uffici saranno chiusi da domani, 25 aprile, con riapertura lunedì 29 aprile 2019.

Perugia, 19 aprile 2019

Ateneo di Perugia - Universidade Estadual do Oeste do Paraná, sottoscritto un accordo di cooperazioneottoscritto un accordo di cooperazione 

Un accordo di cooperazione internazionale tra l'Università degli Studi di Perugia e l'Universidade Estadual do Oeste do Paraná (UNIOESTE) è stato sottoscritto presso il Campus di Cascavel, nello Stato Brasiliano di Paraná. Prevede la possibilità di interscambio tra docenti e studenti delle due Università del settore agrario, zootecnico ma anche di quelli medico e odontoiatrico.

Il protocollo, promosso dalle professoresse Fabiola Villa del Centro de Ciêcias Agrárias (CCA) del Campus Marechal Cândido Rondon e Daniela Farinelli del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali (DSA3) dell’Ateneo perugino, è stato ufficializzato durante la recente trasferta in Brasile della professoressa Farinelli come visiting professor.

E’ stato inoltre presentato e illustrato ufficialmente presso il Rettorato dell’Ateneo brasiliano, con sede a Cascavel, alla presenza del Vice Rettore Moacir Piffer.

accordo

 

Da sinistra (in piedi): Gabriela Daiana Christ, Silvia Idalgo, Daniela Farinelli, Vice Rettore Moacir Piffer e Inelve Salton Pietroni. Seduti da sinistra: Pery Shikida, Fabiola Villa e Daniel F. da Silva.

 

Perugia, 18 aprile 2019

Inaugurato il busto dedicato a Enrico Pernossi. Moriconi: “La memoria è uno degli strumenti più potenti che abbiamo a disposizione 

“Quello di oggi è un gesto, piccolo ma significativo, fatto nei confronti di un ragazzo, studente di questa Università, che ha vissuto la sua breve e giovane vita prima di noi e che, come molti suoi coetanei, ci ha lasciato troppo presto, disperso nella sanguinosa battaglia del Montello”.

Sono le parole del Rettore Franco Moriconi, intervenuto alla cerimonia per l'inaugurazione del busto di Enrico Pernossi, nella Residenza Universitaria “Itaca International College” in via Francesco Innamorati.

Pernossi, studente di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, Medaglia di Bronzo al valore militare, scomparve disperso in combattimento durante la Prima Guerra Mondiale. Il busto, opera dello scultore Giuseppe Frenguelli, rimosso dopo gli interventi di ristrutturazione che hanno riguardato la residenza universitaria, è stato ritrovato e ricollocato all’ingresso della palazzina.

“Enrico Pernossi, come gli altri studenti della sua generazione che hanno condiviso il suo destino, vivrà per sempre nella memoria dell’Ateneo – ha dichiarato Moriconi -. La memoria, infatti, è uno degli strumenti più potenti che abbiamo a disposizione: ci consente di far rivivere i fatti del passato e, in qualche misura, le persone”.

Presenti all’inaugurazione Maria Trani, direttore generale dell'Adisu, Antonio Bartolini, assessore regionale per l’ente allo studio, l’assessore del Comune di Perugia Massimo Perari, il direttore generale dell’Ateneo Tiziana Bonaceto. Intervenuti anche i rappresentanti della Goliardia dell’Ateneo di Perugia che hanno reso un tributo a Pernossi, la cui biografia indica l’appartenenza all’antica associazione studentesca.

Trani, Bartolini e Perari, nei loro interventi, hanno evidenziato come l’inaugurazione del busto, opportunamente ricollocato dopo i lavori che hanno interessato l’edificio, rappresenti un giusto tributo, un atto di grande valore, un ricordo da mantenere per fare memoria di Enrico Pernossi, della sua famiglia e degli altri studenti dell’Ateneo caduti in guerra.

La dottoressa Monica Fiore, del gruppo di lavoro Libri Rari e Collezioni Speciali (LRCS) del Centro Servizi Bibliotecari dell’Università degli Studi di Perugia, ha sottolineato l’attività di ricerca portata avanti sugli studenti-soldato dell’ateneo perugino e illustrato la mostra documentale Con i libri al fronte. 1918-2018. La memoria degli studenti dell'Università degli studi di Perugia morti nella Grande Guerra", allestita a Palazzo Murena, sede del Rettorato, in occasione del Centenario della prima guerra mondiale (1918-2018) e curata dal gruppo LRCS.

Un’iniziativa per ricordare le figure e le storie personali dei quattordici studenti dell'Università caduti nella Grande guerra, i cui nomi, insieme a quello di Enrico Pernossi, sono ricordati con un’epigrafe celebrativa nella lapide posta all'ingresso di Palazzo Murena: Gaetano Leonardi di Gubbio, Lando Paliotti di Arezzo, Attone Rainaldi di Filottrano, Benvenuto Birarelli di Ostra, Francesco Neri di Santa Sofia, Pietro Mancia di Foligno, Cesare Crespi di Orvieto, Luigi Antonini di Todi, Ferdinando Sorri di Pisa, Adolfo Marini di Firenze, Carlo Alberto Cartasegna di San Maurizio Canavese, Ugo Morganti di Alatri, Antonio Cagiola di Perugia.

Al termine della cerimonia è seguita la visita all’esposizione nella sede del Rettorato.

Enrico Pernossi.

Brillante studente di Giurisprudenza, ormai prossimo alla laurea, appartiene a una delle famiglie più in vista della Perugia di inizio Novecento.

A 22 anni parte in guerra come sottotenente della 138° Batteria Bombardieri. Il 15 giugno 1918 è ferito in combattimento sul Montello durante la battaglia del Solstizio (la stessa in cui perde la vita l’aviatore Francesco Baracca) e poi catturato dalle truppe austro-ungariche.

Il suo corpo non verrà ritrovato.

“L’ala del mistero l’avvolse nella gloria dell’ignoto”: così recita l’iscrizione sulla tomba di famiglia, nel Cimitero Monumentale di Perugia.

Nel 1924 è insignito della Medaglia di Bronzo al valore militare con la seguente motivazione: “Ferito ed accerchiato non desistette dall’azione fino a che venne catturato”.

La famiglia Pernossi, con il padre Cavalier Virgilio, in memoria di Enrico, finanzia la costruzione di una splendida e modernissima residenza per studenti, prospiciente Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo: edificata e arredata a cura dell’Università, con l’aiuto finanziario di enti e di privati. La nuova Casa dello Studente, intitolata ad Enrico Pernossi, è inaugurata il 30 giugno 1929, giusto 90 anni fa, con lo scoprimento di un busto raffigurante Enrico in uniforme.

Attualmente è sede della residenza universitaria “Itaca International College”.

busto 1busto 2busto 3busto 4busto 5busto enrico pernossigoliardia 2moriconi trani 1mostramoriconi trani 1pernossi tutti 7trani bartolini perari 1

Perugia, 17 aprile 2019

L’inaugurazione, domani, del busto dedicato a Enrico Pernossi, studente dell’Ateneo di Perugia disperso durante la Grande Guerra - Giovedì 18 aprile 2019, ore 10 

Domani, giovedì 18 aprile 2019, alle ore 10, a Perugia, nella Residenza Universitaria “Itaca International College” in via Francesco Innamorati (presso i giardini di Palazzo Murena, sede del Rettorato) si svolgerà la cerimonia per l'inaugurazione del busto di Enrico Pernossi, studente dell’Università degli Studi di Perugia, Medaglia di Bronzo al valore militare, disperso in combattimento durante la Prima Guerra Mondiale. Venne ferito sul Montello il 15 giugno 1918 e poi catturato dalle truppe austro-ungariche: il suo corpo non venne mai ritrovato.

Interverrà il Magnifico Rettore Franco Moriconi.

 

Perugia, 15 aprile 2019

Inaugurazione del busto dedicato a Enrico Pernossi - Giovedì 18 aprile 2019, ore 10 

Giovedì 18 aprile 2019, alle ore 10, nella Residenza Universitaria “Itaca International College” in via Francesco Innamorati (presso i giardini di Palazzo Murena, sede del Rettorato) si svolgerà la cerimonia per l'inaugurazione del busto di Enrico Pernossi, studente dell’Università degli Studi di Perugia, Medaglia di Bronzo al valore militare, disperso in combattimento durante la Prima Guerra Mondiale. Venne ferito sul Montello il 15 giugno 1918 e poi catturato dalle truppe austro-ungariche: il suo corpo non venne mai ritrovato.

Interverrà il Magnifico Rettore Franco Moriconi.

Perugia, 12 aprile 2019

L’Ateneo di Perugia ha conferito il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof. Shuji Nakamura: con i LED ha rivoluzionato il mondo della luce 

Il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, ha conferito il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof. Shuji Nakamura premio Nobel per la Fisica 2014, noto per aver inventato l’illuminazione a LED. 

La solenne cerimonia, secondo la tradizionale antica formula in lingua latina, si è svolta stamani nell'Aula Magna di Palazzo Murena in occasione del XIX congresso nazionale CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente) – ‘Mauro Felli’, ed stata aperta dal Coro dell’Università degli Studi di Perugia, diretto dal Maestro Salvatore Silivestro, che ha intonato l’Inno dello Studium Perusinum.

 

Il Promotore del riconoscimento, il professore Franco Cotana, coordinatore del corso di Dottorato in Energia e Sviluppo Sostenibile dell’Ateneo di  Perugia, ha introdotto il Dottorando. Poi, pronunciando la laudatio, dal titolo “Illuminazione a LED: l’invenzione che ha cambiato il mondo della luce”, ha presentato al pubblico la figura dello scienziato, sottolineandone le peculiarità e la rilevanza internazionale dei suoi studi.

“La rivoluzione illuminotecnica e la massiccia diffusione delle lampade a LED è avvenuta in meno di 20 anni e ognuno di noi oggi può constatare i grandi benefici economici e ambientali che ha prodotto e che ancora è destinata a produrre – ha detto il Promotore Cotana -. Ma l’invenzione non ha solo riguardato il campo dell’illuminotecnica. Negli ultimi anni la purificazione e la sterilizzazione delle acque per mezzo del LED ultravioletto è diventata realtà – ha aggiunto -. Si è scoperto, inoltre, che il LED blu inventato da Nakamura può trovare applicazioni nella conservazione dei cibi come carne, frutta e verdura e nella coltivazione in serra con illuminazione a LED, che si sta sempre più diffondendo. Le luci di tutte le autovetture e persino i semafori funzionano ormai tutti a LED. Più recentemente le applicazioni dei LED alla trasmissione dei dati Wireless ha aperto nuove sorprendenti prospettive fino a pochi anni fa inimmaginabili”.

Ha ricordato anche uno dei motti dello scienziato giapponese: “programmare, progettare e organizzare al mattino e testare nel pomeriggio”, un messaggio ai giovani, per dire loro che nulla accade senza sacrificio e che con il lavoro duro e appassionato si possono raggiungere grandi risultati.

Il professor Nakamura, ha quindi tenuto la Lectio Magistralis dal titolo “Invenzione del LED blu ad alta efficienza e futuro dell’illuminazione allo stato solido”, ripercorrendo le tappe che lo hanno portato alla sua invenzione (partendo dagli studi sul nitruro di gallio), ai primi LED blu, l’evoluzione in questo campo, sino ai Diodi Laser (LD). 

“I primi Diodi Laser (LD) viola sono stati inventati nel 1995 e sono stati usati per i DVD Blue-Ray – ha detto Nakamura -. Ora, questi LD blu sono utilizzati per l’applicazione di proiettori laser e proiettori per automobili con il vantaggio della direzionalità e di un’elevata densità di potenza luminosa. Queste luci laser potrebbero essere utilizzate per un’illuminazione generale in futuro, riducendo ulteriormente il costo degli apparati e migliorandone l’efficienza. Mi piace nominare l’illuminazione laser come l‘illuminazione a stato solido di terza generazione” ha concluso Nakamura. 

La Commissione per il conferimento del dottorato, composta dal Rettore Moriconi e dai professori  Giuseppe Saccomandi (Direttore Dipartimento di Ingegneria), Caterina Petrillo (Professore di Fisica Sperimentale), Giacomo Muzi (Direttore Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro), Andrea Nicolini (Direttore Centro di Ricerca sulle Biomasse), Cristina Galassi (Direttore Centro di Ateneo per i Musei Scientifici),  Ermanno Cardelli (Coordinatore Corso di Dottorato Ingegneria Industriale e dell'Informazione), ha proceduto alla valutazione dell’esposizione inserendo in un’urna fave bianche in segno di approvazione o nere in caso contrario: unanime è stato il parere favorevole sulla Lectio tenuta dal professor Nakamura.

Il Rettore Moriconi ha quindi consegnato al Dottore honoris causa Shuji Nakamura il libro (simbolo del sapere), l’anello (a significare l’‘unione’ del laureato con la disciplina), il bacio accademico, il ‘tocco’, la toga dottorale e la pergamena.

A conclusione il Coro dell’Ateneo ha cantato il “Gaudeamus Igitur”, inno internazionale degli studenti.

____________________________________

Shuji Nakamura è nato a Ikata, in Giappone, nel 1954 e si è laureato nel 1977 in ingegneria elettronica all’università di Tokushima. Dal 2000 si è trasferito negli Stati Uniti, a Santa Barbara, dove insegna all’ University of California e prosegue le sue ricerche sulle sorgenti di luce laser ad alta efficienza. Una carriera ricca di intuizioni, studi, pubblicazioni lo hanno portato quindi nel 2014 a ricevere il premio Nobel per la Fisica.

L’illuminazione a Led, inventata dal prof. Nakamura, ha segnato una tappa a dir poco fondamentale per la vita quotidiana di tutti: consente oggi di generare un flusso luminoso incredibilmente più elevato che può arrivare anche a 300 lumen per watt di potenza assorbita, con il conseguente risparmio energetico, unito a una durata di circa 100 volte superiore alla lampadina di Edison e di 10 volte in più rispetto alle lampade a scarica nei gas, quali tubi fluorescenti o lampade a vapori di mercurio.

-----------------------------------

Nella seconda parte del congresso CIRIAF, alle ore 14.30, è prevista una tavola rotonda, con ospiti internazionali, sul tema del trasferimento tecnologico e il ruolo dei dottori di ricerca come manager della ricerca e della didattica.


Il congresso terminerà con consegna, alle ore 16.30, del premio Mauro Felli 2019 (a 20 Anni esatti dalla morte del fondatore del CIRIAF): sarà attribuito dal Nobel Nakamura a sei gruppi di giovani di scuola media superiore che si sono distinti nel realizzare elaborati multimediali sul tema “comunicare la scienza”.

 

 

 

collegio 3

cotana nakamuraaula magna 1collegio 4votazione 1moriconi 2franco cotananakamura 1

 collegio 7coro

Perugia, 12 aprile 2019

Il Rettore Franco Moriconi apre “L’Ateneo al Centro” -  “Così l’Università presenta l’offerta formativa alla città”

 

Ha preso il via oggi “L’Ateneo al Centro” organizzata dall’Università degli Studi di Perugia

Questa mattina il Rettore Franco Moriconi ha fatto visita agli stand, accolto dalla professoressa Anna Martellotti, delegata all’ l’Orientamento. Il professor Moriconi ha espresso apprezzamento per l’iniziativa che, oltre ai momenti di orientamento per i giovani e le famiglie e di conoscenza dell’Università offre loro anche opportunità di intrattenimento.

Palazzi storici (Florenzi, Manzoni) e luoghi simbolo della città (Piazza IV Novembre, Rocca Paolina, Caffè di Perugia) accoglieranno, oggi e domani, sabato 13 aprile 2019, docenti, ricercatori e studenti dell’Università di Perugia che si avvicenderanno ai desk per illustrare l’offerta formativa dell’Ateneo, rispondere a domande e curiosità sui corsi; previsti, inoltre, seminari, convegni, approfondimenti, workshop e lo Spazio test focalizzato suipercorsi ad accesso programmato.

 

Ledizione 2019della manifestazione, realizzata anche grazie al sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, è stata poi arricchita da momenti di intrattenimento all’insegna della musica e della cioccolata in virtù della collaborazione con Umbria jazz ed Eurochocolate che metteranno in campo, rispettivamente,  la Funkoff Marchin'band, divenuto il simbolo del festival jazzistico perugino  e un percorso goloso tra le cioccolaterie del centro storico, oltre che anticipazioni dell’edizione 2019 della kermesse.

Il programma definitivo, le modalità per le iscrizioni e tutte le informazioni sono disponibili sul portale dell’evento:    http://ateneoalcentro.unipg.it/

L’attività di Orientamento si svolgerà alla Rocca Paolina, mentre i seminari organizzati dai sedici Dipartimenti vedranno come relatori docenti dell’Ateneo e saranno dedicati a temi di attualità e capaci di intercettare un pubblico variegato (per partecipare è necessaria la prenotazione); si terranno a Palazzo Florenzi e a Palazzo Manzoni, con incontri alle 9.30, 10.30 e 11.30.

“L’Ateneo al Centro” sarà anche l’occasione per presentare alla Sala Cannoniera della Rocca Paolina un’anteprima del progetto ClickOrienta, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Sempre alla Rocca Paolina, nei giorni di venerdì e sabato e poi domenica al Percorso Verde “Leonardo Cenci”, sarà presente anche una postazione di Avanti tutta Onlus, l'associazione fondata proprio da Leonardo Cenci, il maratoneta la cui storia di coraggio e determinazione ha commosso tutta l'Italia.

Domani, sabato 13 aprile, alle ore 11.30, a Palazzo Florenzi è prevista la conferenza generale: relatore il dottor Nicola Donti, esperto in comunicazione efficace e formatore in ambito socio-sanitario e tratterà il tema “Tre infiniti per il futuro: conoscere sé stessi, scegliere con passione, studiare con gioia”. Infine Palazzo Manzoni ospiterà, in entrambi i giorni, lo Spazio test per coloro che vorranno cimentarsi nella simulazione delle prove per l’ingresso ai corsi ad accesso programmato.

 

Alle ore 16, poi, si esibirà il Coro dell’Università degli Studi di Perugia, che proporrà un programma di brani della tradizione italiana e internazionale.

Dalle 18, seguirà la musica travolgente e coinvolgente di Funkoff Marchin'band, la prima funky marchin' band italiana resa famosissima dall’ormai tradizionale partecipazione a Umbria Jazz: la formazione promette ancora una volta di riempire di energia Funk e Soul, Jazz e R&B le strade di Perugia.

 

Fra le curiosità proposte da “L’Ateneo al centro” ci sarà anche la possibilità di conoscere l'UniPG Racing Team e ammirare i veicoli che partecipano alla Formula Student, il campionato mondiale per auto progettate e costruite da studenti universitari: in particolare, in piazza IV Novembre, sarà esposto il nuovo prototipo a propulsione elettrica e guida autonoma, che affiancherà la storica monoposto a combustione.

 

“L’Ateneo al Centro” si concluderà domenica 14 aprile 2019 con l’Urban University Trekking, alla scoperta della città di Perugia: un'esperienza a contatto con la natura nel più grande parco cittadino, il Percorso Verde "Leonardo Cenci". Ritrovo per la partenza presso la stazione capolinea del Minimetrò Pincetto alle ore 9.30, o in alternativa presso la stazione Pian di Massiano alle ore 10. Tra le attività previste all’interno dell’Urban University Trekking una sessione pratica di esperienze motorie integrate (caratterizzata da giochi di ruolo cooperativi, competitivi, d’interazione e di reazione, esperienze di problem solving motorio e giocoleria,  combinazioni diverse e diverse connessioni tra i Sistemi di Movimento, in un meraviglioso contesto naturale) a cura del Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive  e la presentazioni con dimostrazioni pratiche su postazioni presidiate da istruttori delle attività sportive (Kick-boxing, Circuit training, Zumba, calcio a 5 femminile e  difesa personale – MGA, facente parte della Sezione Arti marziali) a cura del Centro Universitario Sportivo.

Durante “L’Ateneo al centro” sarà possibile seguire la ‘diretta’ che, dalla postazione sotto le Logge di Braccio (in piazza IV Novembre), effettuerà l’emittente Radiophonica.

 

 

 

centro1centro

Perugia, 12 aprile 2019

Professione docente, convegno all’Ateneo di Perugia - Aula Magna dell’Ateneo, lunedì 15 aprile, dalle ore 15Aula Magna dell’Ateneo, lunedì 15 aprile, dalle ore 15 

Il convegno  “La formazione universitaria degli insegnanti: Osservazioni e prospettive” si rivolge a tutto il mondo della scuola e si inquadra nella cornice della più ampia riflessione sulla formazione iniziale e sulla formazione in servizio degli insegnanti.

Si svolgerà a Perugia, nell’Aula Magna dell’Ateneo, lunedì 15 aprile 2019, dalle ore 15 alle ore 18 ed è organizzato dal corso di studi in Scienze della Formazione Primaria.

La professoressa Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento di Filosofia Scienze sociali, Umane e della Formazione e la dottoressa Antonella Iunti, dirigente dell’Ufficio Scolastico dell’Umbria, porteranno i saluti istituzionali. Introdurrà i lavori la professoressa Floriana Falcinelli, coordinatore del corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

“Per fare i maestri occorre la laurea, lo dice una legge del 1998 e questa regola dovrebbe valere per tutti. Le sanatorie e i ricorsi all'italiana non fanno bene alla scuola e ai bambini". Partirà poi da qui l’intervento di Elisabetta Nigris, ordinario, pedagogista dell'Università di Milano Bicocca, coordinatrice dei presidenti dei corsi in Scienze della formazione primaria, che vuole ribadire, attraverso il suo intervento dal titolo Formazione iniziale e formazione in servizio: il ruolo dell’università”,  che gli unici abilitati a formare i futuri maestri della scuola dell'infanzia e primaria sono i Corsi di Laurea in Scienze della Formazione Primaria .

Interverrà inoltre la studentessa Angela De Nicola, rappresentante studenti Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Perugia con un contributo dal titolo “La Formazione Conta”. Chiuderà i lavori la professoressa Floriana Falcinelli.

La professione docente, al giorno d’oggi, è particolarmente delicata, che necessita di competenze professionali di alto livello che non si esauriscono con le sue conoscenze disciplinari, ma investono aspetti trasversali fondamentali (pedagogici, psicologici, antropologici, informatici) e di didattica disciplinare. La formazione in servizio non deve essere vista solo come attività obbligatoria: occorre che faccia leva sulle motivazioni di base dei futuri docenti e sulla voglia di crescita finalizzata ad acquisire competenze spendibili in termini di crescita professionale. Formazione ed esperienza, quindi, sono complementari e una buona formazione iniziale permette anche lo sviluppo di un’esperienza migliore, più consapevole e riflessiva, dunque professionalizzante.

 

Perugia, 11 aprile 2019

Domani il conferimento al professor Shuji Nakamura del Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile - Venerdì  12 aprile, Aula Magna dell’Ateneo di Perugia 

Domani, venerdì  12 aprile  2019, in occasione del XIX congresso nazionale CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente – ‘Mauro Felli’, il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al professor  Shuji Nakamura, premio Nobel per la Fisica 2014, noto per l’invenzione dell’illuminazione a Led.

La cerimonia inaugurale del congresso avrà inizio alle ore 9.30 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, il conferimento del Dottorato Honoris Causa è in programma alle ore 11.

INVITO PER LA STAMPA

Il prof. Shuji Nakamura sarà eccezionalmente a disposizione della stampa per un incontro alla sala Dessau di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia domani, venerdì 12 aprile 2019, dalle ore 15 alle ore 16

 

L’illuminazione a Led, inventata dal prof. Nakamura, ha segnato una tappa a dir poco fondamentale per la vita quotidiana di tutti: consente oggi di generare un flusso luminoso incredibilmente più elevato che può arrivare anche a 300 lumen per watt di potenza assorbita, con il conseguente risparmio energetico, unito a una durata di circa 100 volte superiore alla lampadina di Edison e di 10 volte in più rispetto alle lampade a scarica nei gas, quali tubi fluorescenti o lampade a vapori di mercurio.

Shuji Nakamura è nato a Ikata, in Giappone, nel 1954 e si è laureato nel 1977 in ingegneria elettronica all’università di Tokushima. Dal 2000 si è trasferito negli Stati Uniti, a Santa Barbara, dove insegna all’ University of California e prosegue le sue ricerche sulle sorgenti di luce laser ad alta efficienza. Una carriera ricca di intuizioni, studi, pubblicazioni lo hanno portato quindi nel 2014 a ricevere il premio Nobel per la Fisica.

“Il prof. Nakamura incarna, in un’unica persona, lo scienziato e il manager del trasferimento tecnologico capace di trasformare la Scienza in strumento di progresso sostenibile per il bene comune: un modello al quale le università italiane si dovranno ispirare nei prossimi anni”, afferma il prof. Franco Cotana, coordinatore del corso di Dottorato in Energia e Sviluppo Sostenibile dell’Università degli Studi di Perugia e Promotore del Dottorato Honoris Causa.

Nella seconda parte del congresso, alle ore 14.30, è prevista una tavola rotonda, con ospiti internazionali, sul tema del trasferimento tecnologico e il ruolo dei dottori di ricerca come manager della ricerca e della didattica.


Il congresso terminerà con consegna, alle ore 16.30, del premio Mauro Felli 2019 (a 20 Anni esatti dalla morte del fondatore del CIRIAF): sarà attribuito dal Nobel Nakamura a sei gruppi di giovani di scuola media superiore che si sono distinti nel realizzare elaborati multimediali sul tema “comunicare la scienza”.

Perugia, 11 aprile 2019

Domani l’inaugurazione di “Canone Inverso”, la mostra dello scultore Ciro  alla Gipsoteca dell’Ateneo - Venerdì 12 aprile ore 18  

L’arte contemporanea dialoga con i capolavori dell’arte classica.

Domani, venerdì 12 aprile 2019, alle ore 18, sarà inaugurata a Perugia la mostra “Canone Inverso”, durante la quale verranno esposte alcune tra le più belle opere dello scultore Roberto Cipollone, in arte Ciro: è il secondo appuntamento dedicato all’arte contemporanea ospitato nelle sale della Gipsoteca dell’Università degli Studi di Perugia, a Palazzo Pontani (Via dell'Aquilone, 7).

L’inaugurazione sarò caratterizzata da una performance del Maestro: l’accensione di un braciere, opera dell’autore, che pone in modo simbolico e concreto l’arte di Ciro nella dimensione del tempo che si consuma.

“Non sono un esperto d’arte ma proprio per questo mi sento di poter affermare che le opere di Ciro possiedono un carattere universale che è cifra identificativa dei massimi artisti – dice Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia – e rappresentano altresì un potente strumento di denuncia e diffusione di temi sociali di assoluta rilevanza”.

L’esposizione sarà visitabile ogni giovedì e venerdì, dalle 16 alle 19 (ad eccezione di giovedì 25 aprile).

Avrà termine il 18 maggio 2019, Notte Europea dei Musei, e sarà conclusa da un finissage serale (ore 21), durante il quale Mirko Revojera intratterrà il pubblico con una lettura di miti classici. 

L’iniziativa si inserisce nel progetto di apertura al pubblico e valorizzazione degli spazi museali dell’Università degli Studi di Perugia, promossa dal CAMS, sotto la direzione della professoressa Cristina Galassi, in coordinamento con la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia e il Dipartimento di Lettere, Lingue-Letterature e Civiltà antiche e moderne.

Il titolo dell’esposizione rivela il proposito artistico da cui si è voluti partire: accostare i capolavori dell’arte statuaria greca e romana, che compongono il Canone assoluto di bellezza dell’Antichità classica, iterato nei secoli e diffuso anche per mezzo delle copie in gesso, e l’arte di ‘recupero’ del Maestro, originario di Pescara e che vive e opera a Loppiano (FI).

Ciro è, infatti, uno scultore che, a partire dagli anni ’80, ha fatto dei materiali di scarto e derelitti, naturali e antropici, il nucleo e la cifra della sua arte.

Nel rispetto delle peculiarità materiche degli oggetti (di tipo vegetale, animale, fungino, malacologico, litico, metallico) che Ciro seleziona e raccoglie come un lascito del tempo, egli sa divinare il segreto nascosto nella forma e donarle una natura nuova, che ingloba la precedente e vi aggiunge significati inaspettati.

In questo riavvolgersi del tempo, Ciro compie un movimento creativo inverso rispetto al funzionamento del Canone Classico, il quale, proteso nella prospettiva della sua durabilità immutata, è ontologicamente opposto alla riformulazione dinamica dell’apparenza materiale.

Perugia, 11 aprile 2019

“La formazione universitaria degli insegnanti: Osservazioni e prospettive” - Incontro nell’Aula Magna dell’Ateneo, lunedì 15 aprile, ore 15 

L’Aula Magna dell’Ateneo di Perugia ospiterà, lunedì 15 aprile 2019, dalle ore 15 alle ore 18, il convegno, “La formazione universitaria degli insegnanti: Osservazioni e prospettive”; organizzato dal corso di studi in Scienze della Formazione Primaria, si rivolge a tutto il mondo della scuola e si inquadra nella cornice della più ampia riflessione sulla formazione iniziale e sulla formazione in servizio degli insegnanti.

La professione docente, al giorno d’oggi, è particolarmente delicata, che necessita di competenze professionali di alto livello che non si esauriscono con le sue conoscenze disciplinari, ma investono aspetti trasversali fondamentali (pedagogici, psicologici, antropologici, informatici) e di didattica disciplinare. La formazione in servizio non deve essere vista solo come attività obbligatoria: occorre che faccia leva sulle motivazioni di base dei futuri docenti e sulla voglia di crescita finalizzata ad acquisire competenze spendibili in termini di crescita professionale. Formazione ed esperienza, quindi, sono complementari e una buona formazione iniziale permette anche lo sviluppo di un’esperienza migliore, più consapevole e riflessiva, dunque professionalizzante.

La professoressa Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento di Filosofia Scienze sociali, Umane e della Formazione e la dottoressa Antonella Iunti, dirigente dell’Ufficio Scolastico dell’Umbria, porteranno i saluti istituzionali. Introdurrà i lavori la professoressa Floriana Falcinelli, coordinatore del corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

“Per fare i maestri occorre la laurea, lo dice una legge del 1998 e questa regola dovrebbe valere per tutti. Le sanatorie e i ricorsi all'italiana non fanno bene alla scuola e ai bambini". Partirà poi da qui l’intervento di Elisabetta Nigris, ordinario, pedagogista dell'Università di Milano Bicocca, coordinatrice dei presidenti dei corsi in Scienze della formazione primaria, che vuole ribadire, attraverso il suo intervento dal titolo Formazione iniziale e formazione in servizio: il ruolo dell’università”,  che gli unici abilitati a formare i futuri maestri della scuola dell'infanzia e primaria sono i Corsi di Laurea in Scienze della Formazione Primaria .

Interverrà inoltre la studentessa Angela De Nicola, rappresentante degli studenti Scienze della Formazione Primaria dell’Università di Perugia con un contributo dal titolo “La Formazione Conta”.

Chiuderà i lavori la professoressa Floriana Falcinelli.

Perugia, 10 aprile 2019

“Siate operatori di pace”, è l’invito rivolto dal Cardinale Bassetti in Rettorato per la Benedizione Pasquale

Il cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo metropolita di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza Episcopale Italiana, ha fatto visita questa mattina a Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università di Perugia, per la Benedizione Pasquale.

Il Cardinale Bassetti è stato accolto dal Magnifico Rettore professor Franco Moriconi e dal Direttore Generale dottoressa Tiziana Bonaceto.

Un incontro, quello in Ateneo, in occasione della Pasqua, divenuto da tempo un appuntamento tradizionale, al quale ha partecipato il personale docente, tecnico e amministrativo della sede centrale dell’Università degli Studi di Perugia.  

Presente anche don Riccardo Pascolini, cappellano della chiesa dell’Università, direttore dell’ufficio di pastorale universitario e segretario del Forum degli oratori.

Il Cardinale Bassetti, prima di impartire la Benedizione, ha rivolto l’augurio     per una Pasqua serena, invitando tutti, in ogni ambito, a essere operatori di pace, in un momento storico tanto delicato, e ad adoperarsi per la tutela dell’ambiente.

moriconi bassetti bonaceto 2bassetti moriconi 7moriconi bassetti bonacetobassetti moriconi 2bassetti moriconi 3bassetti moriconi 4bassetti moriconi 5

Perugia, 10 aprile 2019

 

Tutti i candidati alla carica di Rettore a “Speciale Università” su Tef Channel

giovedì 11 aprile, alle ore 21.05

In vista delle prossime elezioni per la carica di Rettore dell'Ateneo perugino, che si svolgeranno tra circa un mese e che costituiscono evento di particolare importanza per l'intera regione, TefChannel ha organizzato un incontro con tutti i candidati.

Si svolgerà nell'ambito della puntata di “Speciale Università” - condotta da Cristina Castellano - che andrà in onda domani, giovedì 11 aprile, alle ore 21.05 e che per l'occasione "raddoppia" e avrà la durata di un'ora.

Interverranno tutti gli otto candidati alla carica di Rettore – i professori Franco Cotana, Fausto Elisei, Fabrizio Figorilli, Claudia Mazzeschi, Maurizio Oliviero, Ambrogio Santambrogio, Elena Stanghellini, Francesco Tei – che risponderanno alle medesime domande, con identico tempo a disposizione, evidenziando così gli elementi caratterizzanti del rispettivo programma, nonchè le ragioni che hanno determinato la scelta della propria candidatura.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 16 aprile 2019, alle ore 18

Perugia, 10 aprile 2019

Al professor Shuji Nakamura il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile,  ha rivoluzionato il mondo della luce - Venerdì  12 aprile, Aula Magna

 

Venerdì  12 aprile  2019, in occasione del XIX congresso nazionale CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente – ‘Mauro Felli’, il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof.  Shuji Nakamura, premio Nobel per la Fisica 2014, noto per l’invenzione dell’illuminazione a Led.

La cerimonia inaugurale del congresso avrà inizio alle ore 9.30 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, il conferimento del Dottorato Honoris Causa è in programma alle ore 11.

L’illuminazione a Led, inventata dal prof. Nakamura, ha segnato una tappa a dir poco fondamentale per la vita quotidiana di tutti: consente oggi di generare un flusso luminoso incredibilmente più elevato che può arrivare anche a 300 lumen per watt di potenza assorbita, con il conseguente risparmio energetico, unito a una durata di circa 100 volte superiore alla lampadina di Edison e di 10 volte in più rispetto alle lampade a scarica nei gas, quali tubi fluorescenti o lampade a vapori di mercurio.

“Il prof. Nakamura incarna, in un’unica persona, lo scienziato e il manager del trasferimento tecnologico capace di trasformare la Scienza in strumento di progresso sostenibile per il bene comune: un modello al quale le università italiane si dovranno ispirare nei prossimi anni”, afferma il prof. Franco Cotana, coordinatore del corso di Dottorato in Energia e Sviluppo Sostenibile dell’Università degli Studi di Perugia e Promotore del Dottorato Honoris Causa.

Shuji Nakamura è nato a Ikata, in Giappone, nel 1954 e si è laureato nel 1977 in ingegneria elettronica all’università di Tokushima. Dal 2000 si è trasferito negli Stati Uniti, a Santa Barbara, dove insegna all’ University of California e prosegue le sue ricerche sulle sorgenti di luce laser ad alta efficienza. Una carriera ricca di intuizioni, studi, pubblicazioni lo hanno portato quindi nel 2014 a ricevere il premio Nobel per la Fisica.

Nell’ambito dell’ampio programma del congresso nazionale CIRIAF, venerdì 12 aprile, Shuji Nakamura consegnerà anche sei Borse di Studio ‘Premio Mauro Felli’, intitolate al fondatore e primo direttore del CIRIAF, destinate a studenti di scuola superiore che avranno svolto un elaborato scientifico sulle tematiche congressuali.

_____________________________________________

  • INVITO PER LA STAMPA

Durante il XIX Congresso Nazionale CIRIAF, in programma venerdì 12 aprile 2019, dalle ore 15 alle ore 16 il prof. Shuji Nakamura sarà eccezionalmente a disposizione della stampa per un incontro alla sala Dessau di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 10 aprile 2019

L’Università di Perugia si presenta in Argentina dall’ 11 al 13 aprile 2019

L’Università degli Studi di Perugia, per il quinto anno consecutivo, sarà presente alle Giornate del Consorzio delle Università Italiane per l’Argentina (CUIA) che si terranno dall’11 al 13 aprile 2019 nel grande Paese latino americano.

Sarà la professoressa Biancamaria Torquati, agro-economista del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, accompagnata dalla dottoressa Chiara Paffarini, a condurre un workshop sull’attualissimo tema dell’agricoltura periurbana e dei mercati solidali, insieme con colleghi dell’Università del Molise e di Torino, ospiti all’Università di Quilmes, città di circa 270.000 abitanti, situata a sud di Buenos Aires.

“Questo workshop e il finanziamento ottenuto dal CUIA per la sua realizzazione rappresentano il riconoscimento di una presenza costante e costruttiva che ha permesso il rafforzamento delle collaborazioni didattiche e scientifiche in vari settori – sottolinea il professor Fabio Maria Santucci, Delegato del Rettore per la Cooperazione Internazionale e rappresentante dell’Università presso il CUIA -. Negli anni passati, siamo sempre stati presenti in varie attività del CUIA in Argentina e grazie agli Accordi Quadro dell’Ateneo vi sono stati scambi di docenti e di studenti di molti Dipartimenti: veterinaria, giurisprudenza, medicina, geologia, agraria, con diverse istituzioni universitarie e extra-universitarie argentine. Si pensi ad esempio all’Ospedale Italiano di Buenos Aires, un’eccellenza straordinaria della medicina umana, dove si compiono interventi d’avanguardia, oppure alla cooperazione nel settore della amministrazione della giustizia. Oltre al workshop all’Università di Quilmes – conclude il professor Santucci -, quest’anno sono previste visite e incontri anche in altri Atenei e all’Istituto Italiano di Cultura di Buenos Aires. Va infine ricordato che presso la nostra Ambasciata ricopre la prestigiosa funzione di Addetto Scientifico il professore ingegnere José Maria Kenny, docente dell’Ateneo di Perugia”.

___________________________________

Per le redazioni

Per info: fabiomaria.santucci@unipg.it

cuia logoagricoltura urbanagruppo

Perugia, 10 aprile 2019

Attività fisica e salute, i professori Gaetano Vaudo e Graziana Lupattelli ne parlano a “L’Uovo di Colombo” - giovedì 11 aprile, su Umbria Radio

I professori Graziana Lupattelli e Gaetano Vaudo, del Dipartimento di Medicina dell’Università degli Studi di Perugia, interverranno al programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

La trasmissione andrà in onda domani giovedì 11 aprile 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Graziana Lupattelli, Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Interna, e Gaetano Vaudo, Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport e dell'Esercizio Fisico, illustreranno le evidenze sperimentali più recenti sul ruolo terapeutico dell’esercizio fisico nelle patologie di interesse internistico; evidenze che sono andate a consolidarsi nel corso del tempo e che sono state oggetto di un convegno svoltosi ad Assisi nei giorni scorsi. 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 13 aprile 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

lupattelli e vaudo

Perugia, 9 aprile 2019

 

"L'Ateneo al Centro”: orientamento universitario e tanto altro - Perugia, venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019

Tutto pronto per “L’Ateneo al Centro”: si svolgerà venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019, nel ‘cuore’ di Perugia. I Palazzi Florenzi e Manzoni, Piazza IV Novembre, Rocca Paolina, Caffè di Perugia, accoglieranno docenti, ricercatori e studenti dell’Ateneo per illustrare l’offerta formativa; previsti, su prenotazione, seminari, convegni, approfondimenti, workshop e lo Spazio test per i percorsi ad accesso programmato.

L’edizione 2019, realizzata anche con il sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, sarà arricchita da momenti di intrattenimento nel segno di musica e cioccolato in collaborazione con Umbria jazz ed Eurochocolate: metteranno in campo, rispettivamente, la Funkoff Marchin'band e un percorso tra le cioccolaterie del centro storico.

 Programma definitivo e modalità per le iscrizioni:   http://ateneoalcentro.unipg.it/

L’attività di Orientamento si svolgerà alla Rocca Paolina, mentre i seminari (necessaria la prenotazione) a Palazzo Florenzi e a Palazzo Manzoni.

Alla Sala Cannoniera della Rocca Paolina sarà presentata un’anteprima del progetto ClickOrienta, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Una postazione di Avanti tutta Onlus, associazione fondata da Leonardo Cenci, sarà presente alla Rocca Paolina venerdì e sabato e poi domenica al Percorso Verde intitolato proprio a Leonardo Cenci.

La conferenza generale “Tre infiniti per il futuro: conoscere sé stessi, scegliere con passione, studiare con gioia”, sabato 13 aprile, alle 11.30, a Palazzo Florenzi; relatore il dottor Nicola Donti, esperto in comunicazione efficace.

Palazzo Manzoni ospiterà lo Spazio test per coloro che vorranno cimentarsi nella simulazione delle prove per l’ingresso ai corsi ad accesso programmato.

 

Durante “L’Ateneo al centro” sarà possibile seguire la ‘diretta’ che, dalla postazione sotto le Logge di Braccio (in piazza IV Novembre), effettuerà l’emittente Radiophonica.

 

Venerdì 12 aprile, ore 16, al Caffè di Perugia sarà proposto “Ricercatori fondenti”: i clienti riceveranno il menù de “L’Ateneo al Centro”, dal quale potranno scegliere una “pillola” divulgativa erogata da uno dei ‘ricercatori fondenti’.

Alle Logge di Braccio, alle 16 si esibirà il “Paradise Quartet” del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi”; alle 17 il duo di chitarra flamenca Cristiano Ugolini - Nuccio Nobile dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni; dalle 18, Street music con DJ set. Infine, alle 19, nella Cattedrale di San Lorenzo, l’Istituto “G. Briccialdi” offrirà alla città di Perugia un concerto per coro e organo.

Sabato 13 aprile, alle Logge di Braccio, alle 16, si esibirà il Coro dell’Università degli Studi di Perugia; dalle 18, per le strade del centro, musica con i Funkoff.

A “L’Ateneo al centro” ci sarà anche la possibilità di conoscere l'UniPG Racing Team e ammirare i veicoli che partecipano alla Formula Student.

La manifestazione si concluderà domenica 14 aprile 2019 con l’Urban University Trekking, al Percorso Verde "Leonardo Cenci", con diverse attività ed esperienze a cura del Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive e del Centro Universitario Sportivo (CUS).

 

Perugia, 9 aprile 2019

Firmata la convenzione Ateneo - Ordine degli Psicologi dell’Umbria,  tirocini per la formazione dei laureati verso la professione

Incontro, questa mattina, a Palazzo Murena, tra il Magnifico Rettore, Professore Franco Moriconi, e il Presidente dell’Ordine degli Psicologi dell’Umbria, Dottore David Lazzari, per la firma di una convenzione che fissa le Linee guida per l'attuazione dei tirocini propedeutici all’ammissione all’Esame di Stato abilitante per l’iscrizione all'Albo professionale degli Psicologi (sez. A e sez. B), come approvato dal Senato Accademico lo scorso 6 marzo 2019. 

Presenti all'atto la Professoressa Claudia Mazzeschi, Direttore del Dipartimento di Filosofia, scienze umane, sociali e della formazione (FISSUF), insieme al Professore Valerio Santangelo, Responsabile Qualità del Dipartimento e alla Professoressa Chiara Pazzagli, Responsabile Qualità del corso di laurea magistrale in “Valutazione del funzionamento individuale in psicologia clinica e della salute”.

L’accordo, che si inserisce nella ormai consolidata collaborazione tra il Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione (FISSUF) e l’Ordine regionale degli Psicologi, costituisce un ulteriore importante tassello per la formazione professionale dei laureati triennali in “Filosofia e Scienze e tecniche psicologiche” e magistrali in “Valutazione del funzionamento individuale in psicologia clinica e della salute” presso il FISSUF. Grazie alla firma di oggi, infatti, i laureati avranno la possibilità di svolgere il tirocinio necessario al fine di sostenere l'esame di Stato per l'accesso all'Albo professionale, presso Enti e Aziende pubbliche e private ritenute idonee dalla Commissione Paritetica di Tirocini.

“La consolidata collaborazione tra il Dipartimento FISSUF e l’Ordine degli Psicologi dell’Umbria – ha dichiarato il Rettore Moriconi – testimonia un impegno costante di entrambi, che per i nostri studenti è garanzia di sbocchi professionali e per l’Ordine di formazione di alto livello. La firma dell’accordo di oggi è importante perché stabilisce come i nostri studenti dovranno mettere alla prova le conoscenze acquisite in lunghi anni di studio, per poi assumere un ruolo attivo, e della massima importanza, nella società”.

“La firma di questo accordo – ha aggiunto il Direttore del Dipartimento, Professoressa Claudia Mazzeschi – non riguarda semplicemente il rapporto dell’Università, e nella fattispecie del Dipartimento FISSUF, con l’Ordine degli Psicologi dell’Umbria ma, a mio parere, costituisce un indispensabile contributo alla formazione dei laureati verso la professione”.

 

da sx moriconi lazzarida sx pazzagli moriconi mazzeschi lazzari santangelo

 

 

Perugia, 8 aprile 2019

Con “L’Ateneo al Centro” l’Università propone l’offerta formativa e intrattenimento

Tutto pronto per “L’Ateneo al Centro”: si svolgerà venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019, nel ‘cuore’ di Perugia. I Palazzi Florenzi e Manzoni, Piazza IV Novembre, Rocca Paolina, Caffè di Perugia, accoglieranno docenti, ricercatori e studenti dell’Ateneo per illustrare l’offerta formativa dell’Ateneo; previsti, su prenotazione, seminari, convegni, approfondimenti, workshop e lo Spazio test per i percorsi ad accesso programmato.

L’edizione 2019, realizzata anche con il sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, sarà arricchita da momenti di intrattenimento nel segno di musica e cioccolata in collaborazione con Umbria jazz ed Eurochocolate: metteranno in campo, rispettivamente, la Funkoff Marchin'band e un percorso tra le cioccolaterie del centro.

Programma definitivo e modalità per le iscrizioni:   http://ateneoalcentro.unipg.it/

L’attività di Orientamento si svolgerà alla Rocca Paolina, mentre i seminari (necessaria prenotarsi) a Palazzo Florenzi e a Palazzo Manzoni.

Alla Sala Cannoniera della Rocca Paolina sarà presentata un’anteprima del progetto ClickOrienta, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Una postazione di Avanti tutta Onlus, associazione fondata Leonardo Cenci, sarà presente Rocca Paolina venerdì e sabato e poi domenica al Percorso Verde “Leonardo Cenci”.

La conferenza generale “Tre infiniti per il futuro: conoscere sé stessi, scegliere con passione, studiare con gioia”, sabato 13 aprile, alle 11.30, a Palazzo Florenzi; relatore il dottor Nicola Donti, esperto in comunicazione efficace.

Palazzo Manzoni ospiterà lo Spazio test per coloro che vorranno cimentarsi nella simulazione delle prove per l’ingresso ai corsi ad accesso programmato. 

Durante “L’Ateneo al centro” sarà possibile seguire la ‘diretta’ che, dalla postazione sotto le Logge di Braccio (in piazza IV Novembre), effettuerà l’emittente Radiophonica.

Venerdì 12 aprile, ore 16, al Caffè di Perugia sarà proposto “Ricercatori fondenti”: i clienti riceveranno il menù de “L’Ateneo al Centro”, dal quale potranno scegliere una “pillola” divulgativa erogata da uno dei ‘ricercatori fondenti’.

Alle Logge di Braccio, alle 16 si esibirà il “Paradise Quartet” del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi”; alle 17 il duo di chitarra flamenca Cristiano Ugolini - Nuccio Nobile dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni; dalle 18, Street music con DJ set. Infine, alle 19, nella Cattedrale di San Lorenzo, l’Istituto “G.Briccialdi” offrirà alla città di Perugia un concerto per coro e organo.

Sabato 13 aprile, alle Logge di Braccio, alle 16, si esibirà il Coro dell’Università degli Studi di Perugia; dalle 18, per le strade del centro, musica con i Funkoff.

A “L’Ateneo al centro” ci sarà anche la possibilità di conoscere l'UniPG Racing Team e ammirare i veicoli che partecipano alla Formula Student.

La manifestazione si concluderà domenica 14 aprile 2019 con l’Urban University Trekking, al Percorso Verde "Leonardo Cenci", con diverse attività ed esperienze a cura del Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive  e del Centro Universitario Sportivo.

 

Perugia, 8 aprile 2019

Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof. Shuji Nakamura premio Nobel per la Fisica 2014: ha rivoluzionato il mondo della luce - Venerdì  12 aprile 2019, Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia  

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al professor Shuji Nakamura, premio Nobel per la Fisica 2014, noto per l’invenzione dell’illuminazione a Led.

La solenne cerimonia, in occasione del XIX congresso nazionale CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente – ‘Mauro Felli’, avrà luogo nell’Aula Magna dell’Ateneo di Perugia, venerdì  12 aprile  2019: alle ore 9.30 l’apertura del congresso, alle ore 11 il conferimento del Dottorato Honoris Causa.

L’illuminazione a Led, inventata dal professor Nakamura, ha segnato una tappa a dir poco fondamentale per la vita quotidiana di tutti: consente oggi di generare un flusso luminoso incredibilmente più elevato che può arrivare anche a 300 lumen per watt di potenza assorbita, con il conseguente risparmio energetico, unito a una durata di circa 100 volte superiore alla lampadina di Edison e di 10 volte in più rispetto alle lampade a scarica nei gas, quali tubi fluorescenti o lampade a vapori di mercurio.

_____________________________________________

INVITO PER LA STAMPA

Durante il XIX Congresso Nazionale CIRIAF, in programma venerdì 12 aprile 2019, dalle ore 15 alle ore 16 il prof. Shuji Nakamura sarà eccezionalmente a disposizione della stampa per un incontro alla sala Dessau di Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia.

 

Perugia, 5 aprile 2019

“Canone Inverso”, la mostra dello scultore Roberto Cipollone alla Gipsoteca - Venerdì 12 aprile – sabato 18 maggio 2918

La mostra “Canone Inverso”, durante la quale verranno esposte alcune tra le più belle opere dello scultore Roberto Cipollone, in arte Ciro, è il secondo appuntamento dedicato all’arte contemporanea ospitato nelle sale della Gipsoteca dell’Università degli Studi di Perugia, a Palazzo Pontani (Via dell'Aquilone, 7, Perugia).

La mostra verrà inaugurata venerdì 12 aprile 2019, ore 18, da una performance del Maestro: l’accensione di un braciere, opera dell’autore, che pone in modo simbolico e concreto l’arte di Ciro nella dimensione del tempo che si consuma.

L’esposizione, che sarà visitabile ogni giovedì e venerdì, dalle 16 alle 19 (ad eccezione di giovedì 25 aprile), avrà termine il 18 maggio 2019, Notte Europea dei Musei, e sarà conclusa da un finissage serale (ore 21), durante il quale Mirko Revojera intratterrà il pubblico con una lettura ad alta voce di miti classici. 

L’iniziativa si inserisce nel progetto di apertura al pubblico e valorizzazione degli spazi museali dell’Università degli Studi di Perugia, promossa dal CAMS, sotto la direzione della professoressa Cristina Galassi, in coordinamento con la Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia ed il Dipartimento di Lettere, Lingue-Letterature e Civiltà antiche e moderne.

Il titolo dell’esposizione rivela il proposito artistico da cui si è voluti partire: accostare i capolavori dell’arte statuaria greca e romana, che compongono il Canone assoluto di bellezza dell’Antichità classica, iterato nei secoli e diffuso anche per mezzo delle copie in gesso, e l’arte di ‘recupero’ del Maestro, originario di Pescara e che vive e opera a Loppiano (FI).

Ciro è, infatti, uno scultore che, a partire dagli anni ’80, ha fatto dei materiali di scarto e derelitti, naturali e antropici, il nucleo e la cifra della sua arte.

Nel rispetto delle peculiarità materiche degli oggetti (di tipo vegetale, animale, fungino, malacologico, litico, metallico) che Ciro seleziona e raccoglie come un lascito del tempo, egli sa divinare il segreto nascosto nella forma e donarle una natura nuova, che ingloba la precedente e vi aggiunge significati inaspettati.

In questo riavvolgersi del tempo, Ciro compie un movimento creativo inverso rispetto al funzionamento del Canone Classico, il quale, proteso nella prospettiva della sua durabilità immutata, è ontologicamente opposto alla riformulazione dinamica dell’apparenza materiale.

Perugia, 5 aprile

L’esperimento Belle II a SuperKEKB inizia la presa dati di fisica, il ruolo dei ricercatori dell’Università di Perugia

Il 25 marzo 2019, alle ore 19.44 (JST), sono ripartite le collisioni tra elettroni e positroni accelerati nel collisionatore di particelle giapponese SuperKEKB e l’esperimento Belle II parte quindi con la presa dati di fisica. Il rivelatore di particelle Belle II è stato completato con l’inserimento del rivelatore di vertice.

Dal 2013 il gruppo di Perugia, costituito da ricercatori del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia e dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), coordinato dalla professoressa Claudia Cecchi, partecipa al progetto Belle II, con un ruolo importante nell’analisi dei dati di fisica e in un futuro progetto di aggiornamento del rivelatore Belle II, in particolare del Calorimetro Elettromagnetico per la misura di fotoni ed elettroni.

Il primo stadio delle operazioni di Fase 3 del progetto SuperKEKB è iniziato con successo l’11 marzo con la circolazione degli elettroni in uno dei due anelli di SuperKEKB segnando un importante traguardo nello sviluppo del collisionatore di particelle giapponese.

Il 25 marzo, per la prima volta in Fase 3 elettroni e positroni sono stati fatti collidere nell’esperimento Belle II. La Fase 2 che si è svolta da marzo a giugno 2018 è stato il run di preparazione a bassa luminosità di SuperKEKB e Belle II. La Fase 3 sarà il primo run di fisica del progetto in cui l’esperimento Belle II raccoglierà dati con il rivelatore completamente equipaggiato.

L’acceleratore KEKB, che ha operato dal 1999 al 2010, detiene oggi il record mondiale di luminosità per un collisionatore elettrone-positrone. SuperKEKB, il suo successore, prevede di raggiungere una luminosità 40 volte maggiore.

La previsione è che Belle II e SuperKEKB possano diventare la prima “fabbrica” di mesoni B, la Super B factory: Belle II accumulerà una quantità di dati 50 volte superiore a quella del suo predecessore BELLE e tenterà di rivelare la Nuova Fisica nascosta tra le particelle subatomiche per fare luce sui misteri dell’Universo.

Negli ultimi anni ci sono stati momenti di grande eccitazione nel contesto scientifico mondiale attorno a possibili rivelazioni di Nuova Fisica nel campo del decadimento dei mesoni B, particelle che contengono il quark della “bellezza”. Nei prossimi anni Belle II accumulerà una grande quantità di dati sufficiente a confermare o a invalidare l’esistenza di Nuova Fisica in questi decadimenti.

Informazioni aggiuntive su SuperKEKB and Belle II sono disponibili al seguente link

https://www.kek.jp/en/newsroom/2019/03/11/1600/

_________________________________

Per le redazioni

Per maggiori informazioni Prof. Claudia Cecchi - Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia - claudia.cecchi@pg.infn.it

 

immagine1

Primo evento adronico nel rivelatore Belle II nel run di fisica di fase 3.

 

immagine2

Sala controllo di Belle II durante la prima collisione

 

immagine3

Rivelatore di vertice di Belle II

 

immagine4

Fioritura dei ciliegi di fronte all’are sperimentale in cui è installato il rivelatore Belle II nei laboratori di KEK a Tsukuba in Giappone.

Perugia, 5 aprile 2019

Promemoria per le redazioni - Conferenza stampa di presentazione della terza stagione della mostra "Extinction: prima e dopo la scomparsa dei dinosauri” - venerdì 5 aprile, ore 11.30, Gubbio, Sala Stemmi di Palazzo Pretorio 

Si svolge oggi, venerdì 5 aprile 2019, alle ore 11.30, a Gubbio, alla Sala Stemmi di Palazzo Pretorio in Piazza Grande, la conferenza stampa di presentazione della terza stagione della mostra "Extinction: prima e dopo la scomparsa dei Dinosauri".

Interverranno, tra gli altri, rappresentanti del Comune di Gubbio, Simone Maganuco, paleontologo e curatore della mostra e Marco Cherin, paleontologo dell'Università degli Studi di Perugia.

Nel corso dell’incontro con i giornalisti saranno presentati i risultati conseguiti, il progetto didattico e l'offerta culturale per scuole e famiglie, le ultime novità del percorso espositivo e gli sviluppi futuri per la valorizzazione del territorio dal punto di vista geopaleontologico.

Perugia, 4 aprile 2019

C’è “L’Ateneo al Centro”: l’Università presenta la sua offerta formativa seminari, convegni, approfondimenti, musica, intrattenimento

Il ‘cuore’ di Perugia, venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019, ospiterà “L’Ateneo al Centro.

Palazzi storici (Florenzi, Manzoni) e luoghi simbolo della città (Piazza IV Novembre, Rocca Paolina, Caffè di Perugia) accoglieranno docenti, ricercatori e studenti dell’Università di Perugia che si avvicenderanno ai desk per illustrare l’offerta formativa dell’Ateneo, rispondere a domande e curiosità sui corsi; previsti, inoltre, su prenotazione, seminari, convegni, approfondimenti, workshop e lo Spazio test focalizzato sui percorsi ad accesso programmato. 

L’edizione 2019 della manifestazione, realizzata anche grazie al sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, sarà inoltre arricchita da momenti di intrattenimento all’insegna della musica e della cioccolata in virtù della collaborazione con Umbria jazz ed Eurochocolate che metteranno in campo, rispettivamente,  la Funkoff Manchin'band, divenuto il simbolo del festival jazzistico perugino  e un percorso goloso tra le cioccolaterie del centro storico e anticipazioni dell’edizione 2019 della kermesse. All’Infopoint in Piazza IV Novembre inoltre potrà essere ritirata la chocomappa.

Insomma un’iniziativa che unisce l’Accademia con l’intrattenimento: “L’Ateneo al centro” diventerà per i visitatori, in particolare per coloro che giungono da fuori città e regione, un'occasione preziosa per "assaggiare" la vita e la vivacità quotidiana di una città universitaria come Perugia dove, da oltre sette secoli, la vita accademica, sociale e culturale si intrecciano indissolubilmente.

Il programma definitivo, le modalità per le iscrizioni e tutte le informazioni sono disponibili sul portale dell’evento:    http://ateneoalcentro.unipg.it/

L’attività di Orientamento si svolgerà alla Rocca Paolina, mentre i seminari organizzati dai sedici Dipartimenti vedranno come relatori docenti dell’Ateneo e saranno dedicati a temi di attualità e capaci di intercettare un pubblico variegato (per partecipare è necessaria la prenotazione), si terranno a Palazzo Florenzi e a Palazzo Manzoni, con incontri alle 9.30, 10.30 e 11.30.

“L’Ateneo al Centro” sarà anche l’occasione per presentare alla Sala Cannoniera della Rocca Paolina un’anteprima del progetto ClickOrienta, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Sempre alla Rocca Paolina, nei giorni di venerdì e sabato e poi domenica al Percorso Verde, sarà presente anche una postazione di Avanti tutta Onlus, l'associazione fondata da Leonardo Cenci, il maratoneta la cui storia di coraggio e determinazione ha commosso tutta l'Italia.

Prevista una conferenza generale, sabato 13 aprile, alle ore 11.30, a Palazzo Florenzi; relatore il dottor Nicola Donti, esperto in comunicazione efficace e formatore in ambito socio-sanitario sul tema “Tre infiniti per il futuro: conoscere sé stessi, scegliere con passione, studiare con gioia”. Infine Palazzo Manzoni ospiterà, in entrambi i giorni, lo Spazio test per coloro che vorranno cimentarsi nella simulazione delle prove per l’ingresso ai corsi ad accesso programmato. 

Tutte da vivere e gustare le iniziative di intrattenimento. 

Durante “L’Ateneo al centro” sarà possibile seguire la ‘diretta’ che, dalla postazione sotto le Logge di Braccio (in piazza IV Novembre), effettuerà l’emittente Radiophonica.

La radio ufficiale dell’Università trasmetterà: WakeUp UniPG! I talk con interviste ai referenti dei Dipartimenti e agli organizzatori di “L’Ateneo al Centro”; UniPG stories: storie di ricercatori e docenti e Alla scoperta di UniPG, spazio dedicato alle eccellenze dell’Università degli Studi di Perugia. 

Venerdì 12 aprile, alle ore 16, al Caffè di Perugia (in via Mazzini), sarà proposto “Ricercatori fondenti”, una sorta di assaggio della “Notte dei Ricercatori”, l’evento europeo che vede nella notte dell’ultimo venerdì di settembre animarsi mille città d’Europa, grazie all’impegno di migliaia di ricercatori e studiosi.

Con “Ricercatori fondenti” un gruppo di studiosi dell’ateneo perugino si presterà ad offrire una rosa di side options a chi consuma a tavolino: gli avventori riceveranno un menù de “L’Ateneo al Centro”, dal quale potranno scegliere, se lo desiderano, una “pillola” divulgativa erogata da uno dei ricercatori fondenti arruolati per l’occasione. Un momento divertente e leggero, per scoprire il lato umano delle scienze e il sorriso degli studiosi.

Sempre venerdì alle ore 16, alle Logge di Braccio, si esibirà il quartetto di sax del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” denominato “Paradise Quartet” con Leonardo Porfiri, sax soprano, Catia Bertolini, sax contralto, Emanuele Caporali, sax tenore, Giovanni Tramonti, sax baritono.

Alle ore 17 il duo di chitarra flamenca composto da Cristiano Ugolini e Nuccio Nobile dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni.

Dalle ore 18, ancora alle Logge di Braccio, Street music con DJ set.

Infine, alle 19, nella Cattedrale di San Lorenzo, sempre a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “G.Briccialdi” di Terni, sarà offerto alla città un concerto per coro e organo. 

Il giorno seguente, sabato 13 aprile, alle ore 16, si esibirà il Coro dell’Università degli Studi di Perugia, che proporrà un programma di brani della tradizione italiana e internazionale.

Dalle 18, seguirà la musica travolgente e coinvolgente di Funkoff, la prima funky marchin' band italiana resa famosissima dall’ormai tradizionale partecipazione a Umbria Jazz: la formazione promette ancora una volta di riempire di energia Funk e Soul, Jazz e R&B le strade di Perugia. 

Fra le curiosità proposte da “L’Ateneo al centro” ci sarà anche la possibilità di conoscere l'UniPG Racing Team e ammirare i veicoli che partecipano alla Formula Student, il campionato mondiale per auto progettate e costruite da studenti universitari: in particolare sarà esposto il nuovo prototipo a propulsione elettrica e guida autonoma, che affiancherà la storica monoposto a combustione. 

“L’Ateneo al Centro” si concluderà domenica 14 aprile 2019 con l’Urban University Trekking, alla scoperta della città di Perugia: un'esperienza a contatto con la natura nel più grande parco cittadino, il Percorso Verde "Leonardo Cenci". Ritrovo per la partenza presso la stazione capolinea del Minimetrò Pincetto alle ore 9.30, o in alternativa presso la stazione Pian di Massiano alle ore 10.

Tra le attività previste all’interno dell’Urban University Trekking una sessione pratica di esperienze motorie integrate (caratterizzata da giochi di ruolo cooperativi, competitivi, d’interazione e di reazione, esperienze di problem solving motorio e giocoleria,  combinazioni diverse e diverse connessioni tra i Sistemi di Movimento, in un meraviglioso contesto naturale) a cura del Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive  e la presentazioni con dimostrazioni pratiche su postazioni presidiate da istruttori delle attività sportive (Kick-boxing, Circuit training, Zumba, Calcio a 5 femminile e  Difesa personale – MGA, facente parte della Sezione Arti Marziali) a cura del Centro Universitario Sportivo.

Perugia, 4 aprile 2019

Cambiamenti climatici, fra catastrofi e soluzioni, c’è Adaptation. La presentazione del progetto venerdì 5 aprile a Palazzo Donini, ore 9.30

 

La parola d’ordine è ‘adattamento’. Il Salone d’Onore di Palazzo Donini, a Perugia, ospita domani, venerdì 5 aprile 2019, dalle ore 9.30 alle 13.30, il workshop “Adaptation. Nature’s challenge to man in the era of climate change” incentrato sulle possibili risposte, nel segno appunto dell’adattamento, che si possono dare a fenomeni come l’innalzamento delle temperature, lo scioglimento dei ghiacci, i devastanti periodi di siccità.

Sono questi i temi sui quali sarà incentrato l’incontro di domani che verrà aperto dal saluto delle autorità: Diego Zurli, architetto già dirigente Regione Umbria, Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Ateneo di Perugia, Chiara Longo Bifano, coordinatrice didattica della Scuola di giornalismo di Perugia.

Seguirà l’introduzione del professor Paolo Verducci, docente dell’Università degli Studi di Perugia e l’intervento di Marco Merola, giornalista e divulgatore scientifico, creatore del webdoc e di Adaptation, la piattaforma digitale di comunicazione dei temi dell'adattamento ai cambiamenti climatici; il titolo del suo intervento è “Adaptation. La risposta del mondo al cambiamento climatico”.

L’incontro sarà poi caratterizzato dai commenti di Massimiliano Baquè, architetto 3M+R, Valerio Palini, ingegnere, coordinatore i_LAB SmartCitiesDesign e Mario Margasini, presidente del Centro Studi Città di Foligno.

ADAPTATION è un progetto giornalistico internazionale nato per documentare la convivenza tra l’uomo, la tecnologia e la natura nell’era del climate change. Oggi si avverte forte il bisogno di messaggi positivi, quelli che il cosiddetto 'constructive journalism' può e deve dare, per controbilanciare gli allarmi lanciati quotidianamente dai media di tutto il mondo.

Non parlare, insomma, solo di catastrofi legate al cambiamento climatico ma anche di soluzioni, questa è la filosofia che ha spinto Marco Merola a lanciare Adaptation insieme al suo collega Lorenzo Colantoni.

ADAPTATION, dunque, rappresenta l'opportunità di aiutare l’opinione pubblica a capire. A capire che l’umanità si sta già adattando al mondo che verrà. E quel che oggi è vissuto come un’emergenza, può mutare rapidamente in opportunità di sviluppo sostenibile. Ci sono tante storie virtuose, nel segno dell’adattamento, che il mondo deve conoscere.

Portare l’acqua dove non c’è, creare nuova terra da coltivare, costruire case che si muovano con il terreno o siano in grado di galleggiare, assaggiare – con gusto - cibi prodotti e concepiti per sfamare popoli che vivono in condizioni estreme. Quello che pochi anni fa poteva solo essere immaginato adesso sta prendendo forma.

Entro pochi giorni sarà online il webdoc su www.adaptation.it e www.adaptationproject.eu

Perugia, 4 aprile 2019

“La Medicina Interna incontra la Medicina dello Sport: alleati per la salute” - Venerdì 5 e sabato 6 aprile 2019, Grand Hotel Assisi 

L'esercizio fisico sarà il focus di un convegno che si terrà ad Assisi nei giorni di venerdì 5 e sabato 6 aprile 2019. E’ organizzato dai professori Graziana Lupattelli, Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina Interna, e Gaetano Vaudo, Direttore della Scuola di Specializzazione in Medicina dello Sport e dell'Esercizio Fisico, con il patrocinio della Università degli Studi di Perugia, della Regione Umbria e dell'Ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Perugia.

Il convegno, dal titolo “La medicina interna incontra la medicina dello sport: alleati per la salute” si terrà al Grand Hotel Assisi e tratterà delle evidenze sperimentali più recenti circa il ruolo terapeutico dell’esercizio fisico nelle patologie di interesse internistico, evidenze che sono andate a consolidarsi nel corso del tempo. 

I lavori, domani, venerdì 5 aprile, prenderanno il via alle ore 8.30 con gli interventi dei professori Lupattelli e Vaudo e il saluto delle autorità. A seguire la prima sessione dedicata ai fattori di rischio e prevenzione cardivascolare.

“L'esecuzione di una attività fisica controllata infatti comporta delle ricadute favorevoli sia sulla riduzione dell’incidenza di malattie cronico-degenerative, sia sulla riduzione del numero delle ospedalizzazioni – sottolineano gli organizzatori -. La prescrizione dell’esercizio fisico, sebbene attualmente non adeguatamente supportata dai piani sanitari del SSN, si configura come strumento di importante prevenzione e terapia, richiedente pertanto competenze e percorsi specifici ed adeguati”.

Un elemento fondamentale per la prescrizione dell’esercizio fisico è rappresentato dalla conoscenza delle diverse patologie internistiche e delle terapie ad esse correlate, nonché delle differenti metodologie di valutazione funzionale propedeutiche alla prescrizione individuale dell’esercizio fisico.

Il congresso, che richiama specialisti e direttori di Scuole di Specializzazione di area medica da diverse regioni italiane, nasce dall’esigenza di rafforzare il legame tra le specialità di Medicina Interna e Medicina dello Sport e dell’esercizio fisico, al fine di consolidare l’approccio clinico (e in particolare internistico) alle patologie cronico-degenerative e nei quadri clinici complessi che riconoscono nell’esercizio fisico un efficace strumento terapeutico.

Perugia, 3 aprile 2019

Onde gravitazionali, il professor Helios Vocca ne parla a “L’Uovo di Colombo”  - giovedì 4 aprile, su Umbria Radio

Il professor Helios Vocca, docente del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia, esperto di onde gravitazionali, sarà ospite del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

La trasmissione andrà in onda domani giovedì 4 aprile 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Vocca farà il punto sulle scoperte realizzate negli ultimi tre anni (ovvero a partire da quella delle onde gravitazionali) grazie alle quali è nato un nuovo ambito scientifico, l’astronomia gravitazionale, e l’inizio della nuova ‘presa dati’ avviata il primo aprile scorso, grazie all’impiego di rivelatori dieci volte più sensibili dei precedenti.

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 6 aprile 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

 helios vocca

 

Perugia, 2 aprile 2019

Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof. Shuji Nakamura premio Nobel per la Fisica 2014: ha rivoluzionato il mondo della luce - Venerdì  12 aprile 2019, Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia 

Venerdì  12 aprile  2019, in occasione del XIX congresso nazionale CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente – ‘Mauro Felli’, il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà il Dottorato Honoris Causa in Energia e Sviluppo Sostenibile al prof.  Shuji Nakamura, premio Nobel per la Fisica 2014, noto per l’invenzione dell’illuminazione a Led.

La cerimonia inaugurale del congresso avrà inizio alle ore 9.30 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, il conferimento del Dottorato Honoris Causa è in programma alle ore 11.

L’illuminazione a Led, inventata dal prof. Nakamura, ha segnato una tappa a dir poco fondamentale per la vita quotidiana di tutti: consente oggi di generare un flusso luminoso incredibilmente più elevato che può arrivare anche a 300 lumen per watt di potenza assorbita, con il conseguente risparmio energetico, unito a una durata di circa 100 volte superiore alla lampadina di Edison e di 10 volte in più rispetto alle lampade a scarica nei gas, quali tubi fluorescenti o lampade a vapori di mercurio.

“Il prof. Nakamura incarna, in un’unica persona, lo scienziato e il manager del trasferimento tecnologico capace di trasformare la Scienza in strumento di progresso sostenibile per il bene comune: un modello al quale le università italiane si dovranno ispirare nei prossimi anni”, afferma il prof. Franco Cotana, coordinatore del corso di Dottorato in Energia e Sviluppo Sostenibile dell’Università degli Studi di Perugia e Promotore del Dottorato Honoris Causa.

Shuji Nakamura è nato a Ikata, in Giappone, nel 1954 e si è laureato nel 1977 in ingegneria elettronica all’università di Tokushima. Dal 2000 si è trasferito negli Stati Uniti, a Santa Barbara, dove insegna all’ University of California e prosegue le sue ricerche sulle sorgenti di luce laser ad alta efficienza. Una carriera ricca di intuizioni, studi, pubblicazioni lo hanno portato quindi nel 2014 a ricevere il premio Nobel per la Fisica.

Nell’ambito dell’ampio programma del congresso nazionale CIRIAF, venerdì 12 aprile, Shuji Nakamura consegnerà anche sei Borse di Studio ‘Premio Mauro Felli’, intitolate al fondatore e primo direttore del CIRIAF, destinate a studenti di scuola superiore che avranno svolto un elaborato scientifico sulle tematiche congressuali.

shuji nakamura ok

Perugia, 1 aprile 2019

 

Giornata conclusiva per il Master in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, i sette neo diplomati hanno svolto stage in aziende italiane e multinazionali 

Al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche si è svolta la giornata conclusiva del Master universitario di II livello in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, edizione 2017-2018, diretto della professoressa Luana Perioli.

Dopo la presentazione delle tesi di master, la giornata si è conclusa con l’intervento del professor Maurizio Ricci, vice direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche che ha portato il suo saluto ai neodiplomati, unitamente all’augurio di un futuro professionale stimolante e soddisfacente.

Il corso, dedicato al settore farmaceutico, è rivolto soprattutto ai laureati in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Farmacia e Biotecnologie farmaceutiche, ma incontra l’interesse anche di quelli provenienti da altri settori scientifici che desiderino orientarsi nel mondo tecnologico industriale e regolatorio nella filiera di tutti i prodotti per la salute, a partire dalla ricerca e sviluppo fino alla distribuzione.

“Il master offre un giusto bilanciamento tra gli aspetti tecnologici e quelli regolatori e fornisce conoscenze teorico-pratiche avanzate, unitamente ad un processo di integrazione tra accademia e mondo produttivo – spiega la professoressa Perioli -. Le lezioni offrono un reale spaccato del mondo del lavoro, che si aggiunge alla formazione universitaria già conseguita e permettono agli studenti di proiettare le proprie competenze in ambito industriale, legislativo e socioeconomico. Questa crescita viene successivamente consolidata grazie a un consistente periodo di stage, presso enti regolatori o aziende del settore della salute, che consente di mettere in pratica i concetti teorici e gettare al tempo stesso ottime basi per l’inserimento lavorativo vero e proprio.  Gli iscritti – conclude Perioli - apprezzano la formazione fortemente spendibile nel mondo del lavoro giudicando questo master altamente formativo ed estremamente utile per sviluppare quelle necessarie abilità da sviluppare dopo la laurea ovvero tutte quelle facoltà ‘extra professionali’ che lo studio universitario non può fornire”.

I sette neo diplomati di quest’anno hanno svolto il loro stage presso aziende, sia italiane che multinazionali, leader nel settore farmaceutico (Takeda, Aptuit, GSK Vaccines, Patheon-Thermo Fisher Scientific) e nel settore cosmetico e dei dispositivi medici (Diametra, Diva International).

diplomati e commissione c

 

Perugia, 1 aprile 2018

Un Ateneo connesso con oltre 500 access point e servizi potenziati: completata la copertura wi-fi realizzata con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Coinvolte le aule di diverse strutture dell’Ateneo

Un Ateneo connesso che guarda al futuro e sempre più vicino agli studenti grazie a servizi potenziati e una rete efficiente che contribuisce a fornire un ambiente di apprendimento di prima qualità. Si sono conclusi i lavori relativi al progetto sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia con uno stanziamento di 300mila euro finalizzato alla implementazione di soluzioni tecnologiche innovative e all’attivazione di una copertura estesissima della rete wi-fi universitaria. 

Oltre 500 access point collocati tra le aule di via del Giochetto e del polo di Ingegneria, in quelle dell’area della Conca afferenti a Farmacia, Giurisprudenza, Chimica e Fisica, ad Agraria, Veterinaria e al Centro Linguistico d’Ateneo, oltre che presso le aule di Fisica in piazza dell’Università, di Scienze Motorie in zona Pallotta, di Medicina nel Polo di Terni e negli spazi universitari del Centro Storico di Perugia. Simili interventi sono stati realizzati anche nell’aula 1 dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche e presso l’Aula studentesca autogestita al Dipartimento di Giurisprudenza, assicurando così, con quest’ultima, copertura a tutti gli spazi di aggregazione e studio in autogestione.

Si tratta di una iniziativa di grande rilievo, che consentirà agli studenti e all’utenza universitaria il pieno accesso alla rete wireless e, di conseguenza, l’utilizzo delle tecnologie informatiche a supporto della didattica e dei servizi d’Ateneo.

L’aspetto innovativo dell’estensione della copertura wi-fi riguarda l’uso di una tecnologia software sviluppata dalla Ripartizione Informatica dell’Ateneo.

“Non possiamo che ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia – sottolinea il Magnifico Rettore, Prof. Franco Moriconi – sempre al nostro fianco e senza il supporto della quale non avremmo potuto raggiungere gli importanti obiettivi di innovazione, informatica e didattica che ci eravamo prefissati e che ora abbiamo conseguito, non senza sforzo e impegno da parte sia nostra che della Fondazione, e grazie anche al lavoro della Ripartizione informatica dell’Ateneo, che con grande competenza ha seguito il progetto. La copertura wi-fi e le aule garantiranno il pieno utilizzo delle tecnologie informatiche a supporto della didattica e dei servizi d’Ateneo. L’auspicio è di continuare un percorso di reciproca collaborazione e crescita”.

“La copertura wi-fi dell’Ateneo perugino - commenta il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giampiero Bianconi - è solo uno dei progetti con cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia sostiene l’innovazione dell’Università degli studi di Perugia. Siamo convinti che il nostro Ateneo debba necessariamente essere al passo con i tempi per promuove un'offerta formativa professionalizzante e integrata e sostenere la ricerca di qualità, in una costante ottica di internazionalizzazione e di scambio culturale con altre università. Solo qualche mese fa ci siamo recati presso le strutture interessate dai lavori di copertura della rete wi-fi per verificare lo stato dei lavori ed oggi possiamo dire con soddisfazione di aver completato uno dei tasselli di un percorso che ci vede impegnati al fianco dell’Ateneo anche attraverso il finanziamento di borse di studio e di iniziative per la promozione dell’Università”.  

 

Perugia, 1 aprile 2018

 

Avviso di selezione per la partecipazione di studenti al progetto di orientamento al lavoro "LavoriA.M.O.@UNIPG", le domande entro il 15 aprile

 

L’Università degli Studi di Perugia intende individuare 80 studenti per la partecipazione al progetto “LavoriA.M.O.@UNIPG” finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. L’adesione al progetto è finalizzata al potenziamento degli interventi di orientamento al lavoro per i laureati dell’Ateneo perugino.

La domanda di partecipazione, secondo le modalità previste dal bando, dovrà pervenire entro il 15 aprile 2019 all’indirizzo: progetto.lavoriamo@unipg.it

Il bando è disponibile all’indirizzo

https://www.unipg.it/ateneo/concorsi/premi-di-laurea-e-opportunita

Gli studenti individuati parteciperanno alle attività progettuali che prevedono: - lo svolgimento di moduli, tramite lezioni frontali o in modalità online, su tematiche quali la corretta redazione del curriculum e soft skills ed etica del lavoro; - il supporto nella revisione del CV e alla efficace redazione di una lettera di presentazione alle aziende; - simulazione di colloqui individuali con esperti di attività di placement. - webinar con esperti recruiter e/o head hunter; - virtual day fair (Career day on line).

Le attività previste dal progetto si svolgeranno in un arco temporale compreso tra il mese di settembre 2019 e il mese di febbraio 2020 secondo un apposito piano che sarà pubblicato sul sito https://www.unipg.it/job-placement

 

Vai a inizio pagina
Sommario
×