Università degli Studi di Perugia

Perugia, 28 novembre 2019

Gli studenti di Economia del Turismo di Assisi hanno incontrato le imprese, presentati i protocolli d’intesa tra l’Ateneo di Perugia e le Università svizzere "Les Roches" e "Glion"

A Palazzo Bernabei, sede in Assisi dell’Università degli Studi di Perugia, gli studenti del corso di laurea in Economia del Turismo, questa mattina, hanno incontrato le imprese: un’occasione per mettere in relazione i laureati con le aziende e istituzioni che operano nel comparto turistico.

“Questa di oggi è la seconda occasione di incontro tra le imprese del settore turistico e gli studenti del corso di laurea in Economia del turismo di Assisi, riattivato nel 2015 e nato da un progetto condiviso tra il Dipartimento di Economia e le associazioni del settore di Confcommercio e Confindustria ­- ha sottolineato il professor Mauro Pagliacci, Presidente corso di laurea con sede a Palazzo Bernabei -. I lunghi periodi di stage, previsti per rendere professionalizzante il corso, consentono agli studenti di acquisire competenze pratiche che sono apprezzate nel mondo del lavoro. I primi laureati (circa 20), infatti, non hanno avuto difficoltà a trovare un lavoro adeguato alle loro competenze. La nuova prestigiosa sede di Palazzo Bernabei, messa a disposizione dal Comune di Assisi, ha reso più attraente il corso anche agli studenti fuori sede. Particolare attenzione anche all’ internazionalizzazione, come testimonia il protocollo d'intesa con le università svizzere di Les Roches e Glion, due prestigiose eccellenze nella formazione nel settore turistico. Nell'anno accademico in corso si sono immatricolati 37 studenti al primo anno. Gli iscritti complessivamente sono circa 120”.

Due le novità che hanno caratterizzato la seconda edizione di "Economia del turismo incontra le imprese".

In primo luogo la presenza di una delegazione di studenti proveniente dell'Istituto Capitini di Perugia, indirizzo turistico, che potranno entrare in contatto anche con il corso di laurea in Economia del Turismo al fine di orientarsi nella scelta del proprio percorso di laurea futuro.

Inoltre sono stati presentati – da parte di Carmela Colaiacovo, Vicepresidente Confindustria Alberghi e dal professor Mauro Pagliacci - i protocolli d'intesa tra l'Università degli Studi di Perugia e le due Università svizzere, “Les Roches“ e “Glion”, due prestigiose scuole internazionali di specializzazione sul turismo, accordi siglati grazie alla collaborazione con Confindustria Alberghi.

I protocolli consentiranno ai laureati dell’Ateneo perugino, e in particolare a quelli di Economia del Turismo, di accedere - con percorsi riservati e a tariffe agevolate - ai corsi di specializzazione per manager del turismo, erogati da queste sue scuole di formazione di eccellenza a livello internazionale.

“Il Comune di Assisi crede fortemente nel corso di laurea in Economia del Turismo che supportiamo non solo con la sede di Palazzo Bernabei, uno tra gli edifici più belli e prestigiosi della città – ha detto il sindaco Stefania Proietti - ma anche finanziando due ricercatori e, nell’ambito di un protocollo di intesa con l’Ateneo, mettendo a disposizione borse di studio. A voi ragazzi va tutto il nostro incoraggiamento e anche il supporto in questo percorso di studi, consapevoli che le vostre competenze, l’entusiasmo e la capacità d’innovazione daranno impulso al settore turistico. In un momento in cui l’economia è fonte di preoccupazione per noi amministratori - che stiamo cercando di fare rete per chiedere alle istituzioni regionali di investire sulle infrastrutture sia materiali sia immateriali - un plauso va al settore turistico che va in controtendenza e sta portando un’immagine molto positiva dell’Umbria nel mondo. Formare giovani in questo settore, come si sta facendo in Assisi, sempre dialogando con le imprese, è dunque fondamentale per mantenere questo trend”.

Ha partecipato all’incontro la dottoressa Maria Trani, Direttore generale ADISU Umbria, che ha ricordato come dove ci sono studenti universitari lì c’è l’Adisu per essere di aiuto e sostegno a coloro che hanno come impegno precipuo quello di studiare. Ha ricordato come ad Assisi sia stato attivato il servizio di ristorazione, con il massimo impegno a superare eventuali criticità, ascoltando i rappresentanti degli studenti.

Sono seguite le comunicazioni dei rappresentanti di imprese e istituzioni: Simone Fittuccia, presidente Federalberghi Umbria (intervenuto anche in rappresentanza di Confcommercio Umbria), Federico Tagliolini, presidente Fiavet Umbria, Chiara Mencarelli, presidente ADA – Associazione Direttori d’Albergo Umbria, Maurizio Moncagatta, referente indirizzo turismo Istituto “Aldo Capitini” Perugia, Erminia Casadei Annamaria Palomba e borgo Brufa .

La mattinata è stata caratterizzata, inoltre, dalle testimonianze di Alberto Rinaldi e Alessandro Galli, laureati in Economia del Turismo: insieme alle responsabili delle strutture del territorio dove hanno svolto i tirocini – Erminia Casadei de Il Cenacolo e Annamaria Palomba del Borgo Brufa - hanno raccontato gli aspetti che hanno caratterizzato questa esperienza.

Sono stati poi aperti gli stand che anno consentito l’incontro tra le imprese e i laureandi e laureati di Economia del Turismo, che hanno avuto la possibilità di proporsi per esperienze di stage o di lavoro.

mauro pagliacci dsc 0152tavolo dsc 0154stefania proietti dsc 0158trani dsc 0162

Perugia, 27 novembre 2019

Intelligenza artificiale, la illustrano i professori Milani e Poggioni a "L'Uovo di Colombo" su Umbria Radio - giovedì 28 novembre 2019

I professori Alfredo Milani e Valentina Poggioni saranno ospiti domani, giovedì 28 novembre 2019, dalle ore 19.05 alle 19.30, del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, in onda sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz), dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

Alfredo Milani e Valentina Poggioni, del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Ateneo perugino, parleranno del loro principale tema di ricerca, l’Intelligenza Artificiale, e in particolare di machine learning e algoritmi evolutivi, tecniche e strumenti che sono stati applicati all’analisi del linguaggio, all’eleborazione delle immagini e allo studio dei social networks.

I due docenti collaborano inoltre, da anni con le scuole del territorio e organizzano eventi divulgativi. Racconteranno, infatti, anche del recente premio ricevuto dall’associazione Informatics Europe, il premio "2019 Best Practices in Education Award", riconoscimento, sponsorizzato da Microsoft, loro attribuito per il progetto europeo InventEUrs e consegnato durante il "European Computer Science Summit" svoltosi a Roma.

InventEUrs ha lo scopo di promuovere l'educazione alla cittadinanza globale attiva attraverso il Collaborative Digital Storytelling e l'organizzazione di scambi virtuali fra classi di scuole in diversi paesi europei, focalizzando sull'empowerment di studenti con background sociale problematico o svantaggiato. Gli studenti lavorando in gruppo e in maniera collaborativa, hanno sviluppato storie digitali su tematiche condivise tratte dai 17 sustainable development goals promossi dalle Nazioni Unite (UN SDGs).

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 30 novembre 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html canale “Uovo di Colombo”.

 

Nella foto: da sinistra Prof.ssa Poggioni e Prof. Milani

poggioni e milani

Perugia, 27 novembre 2019

Al via la campagna “Nastro Rosa”, per lo screening senologico delle dipendenti dell’Ateneo.Il Rettore Oliviero: "L’Università è luogo di educazione alla salute e alla prevenzione”

 

Le 964 dipendenti dell’Università degli Studi di Perugia potranno usufruire di visite senologiche gratuite e riceveranno materiale informativo e consigli finalizzati alla prevenzione e per un sano stile di vita.

 

Lo ha annunciato questa mattina, in Sala Dessau, a Palazzo Murena, il Magnifico Rettore, Professore Maurizio Oliviero, nel corso dell’apertura della campagna “Nastro Rosa”, grazie alla quale saranno realizzate azioni di educazione alla salute e attività di screening per la prevenzione delle patologie al seno, nell’ambito del programma di interventi per il miglioramento della qualità della vita della Comunità accademica. La campagna promossa dall’Ateneo verrà condotta in collaborazione con l’Azienda Ospedaliera di Perugia e la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori. Sono previste, nel prossimo futuro, ulteriori attività e campagne di prevenzione destinate a tutti di dipendenti dell’Università degli Studi di Perugia.

Testimonial dell’evento le atlete della squadra di pallavolo Bartoccini Fortinfissi Perugia Volley, formazione che milita in A/1, le quali sono intervenute alla conferenza stampa.

A presentare l’iniziativa, accanto al Rettore Oliviero, la Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria Donatella Tesei, il Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia Antonio Onnis e il Presidente per la Regione Umbria della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (LILT) professore Antonio Rulli. Significativa anche la presenza del Pro Rettore Professore Fausto Elisei e del Professore Mario Tosti, Delegato del Rettore per le Umane Risorse.

“L’Università non è un luogo deputato solo alla formazione, ma anche un contesto dove educare nel senso più ampio: l’Ateneo di Perugia, quindi, ha intenzione, concretamente, di prendersi cura di tutte le persone che la frequentano nei vari e differenti ruoli” – ha esordito il Magnifico Rettore Professor Maurizio Oliviero porgendo il benvenuto alla stampa e al pubblico intervenuto. “Ci sono due buone ragioni per le quali mi sento davvero orgoglioso di questa giornata: la prima è che essa mostra in forma tangibile la centralità che intendiamo dare alle persone che in questa Istituzione vivono e lavorano, prendendoci quindi anche cura del loro stile di vita oltre che del contesto che le circonda. Il secondo motivo di soddisfazione è costituito dal messaggio che, insieme alla Regione Umbria - che qui ringrazio nella persona della Presidente Tesei, oggi lanciamo, ovvero l’importanza di diffondere le pratiche di prevenzione. Con la campagna “Nastro Rosa” iniziamo dalle donne, durante l’anno accademico svilupperemo poi una serie di ulteriori azioni rivolte a tutti i dipendenti e che coinvolgeranno l’Università in tutti i suoi ambiti. E’ una scommessa culturale – ha concluso il Rettore Oliviero – perché la prevenzione migliora la qualità della vita di tutti e contribuisce a creare cittadini migliori”.

“Credo profondamente nel valore della prevenzione e prim’ancora nel valore culturale di queste iniziative – ha rilevato la Presidente Donatella Tesei -. E’ necessario comunicare l’importanza della prevenzione, per fare in modo che le cittadine si avvicinino a questi percorsi in giovane età, così da condurre ad una adeguata ed efficace azione di prevenzione. I risultati della ricerca scientifica – ha aggiunto – non solo hanno ridotto i livelli di mortalità, attraverso un continuo miglioramento delle terapie, ma hanno anche sensibilmente migliorato la qualità di vita dei malati oncologici. Lavorare insieme, quindi, ‘fare rete’ fra Istituzioni – ha concluso la Presidente Tesei – nella nostra Regione è davvero fondamentale”, auspicando anche una nuova valorizzazione del Registro regionale dei Tumori, fondamentale per avere un quadro completo ed esatto della realtà umbra.

“La LILT, Lega Italiana per lotta contro i Tumori, è l’unico Ente Pubblico, su base associativa, che ha la specifica finalità di combattere il cancro attraverso la prevenzione – ha evidenziato il professore Antonio Rulli, presidente della LILT -. In particolare, questa Campagna ‘Nastro Rosa, dedicata alla prevenzione dei tumori al seno, sarà rivolta alle 964 donne facenti parte dei 2033 dipendenti dell’Università, le quali potranno ricevere, sul posto di lavoro e nell’orario di lavoro, visite senologiche gratuite, materiale informativo e consigli di prevenzione”.

“La prevenzione deve essere vista non soltanto sotto il profilo dell’obbligo sanitario, ma anche sotto l’aspetto etico, di civiltà – ha rilevato il Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia Antonio Onnis -: l’impegno della società, e quindi, ovviamente, anche delle strutture sanitarie, di farsi carico della salute della donna è anche una necessità etica. Nelle regioni del sud le campagne di screening sono ancora poco praticate e la mortalità per tumore al seno è in crescita del 15%. La LILT svolge da sempre una azione altamente meritoria a tutela della salute delle donne – ha aggiunto il Commissario Onnis -. L’Ospedale di Perugia offre percorsi diagnostici e di cure dedicati alle patologie femminili, ed in particolar modo alle donne colpite da tumore al seno. Servizi che permettono al nostro Ospedale di qualificarsi come centro di eccellenza con i tre bollini rosa assegnati dall’ Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna e di genere (ONDA). Plaudo, pertanto all'iniziativa del professor Antonio Rulli, come professionista dell'Azienda Ospedaliera e come presidente LILT per la sensibilizzazione ad una patologia in costante crescita, con una obbligatoria attenzione alla prevenzione."

Nell’ottica dell’auspicata azione di sensibilizzazione, al termine della cerimonia il Rettore Oliviero, la presidente Tesei, il Commissario Onnis e il Presidente Rulli hanno consegnato alle atlete Veronica Angeloni e Regiane Fernanda Aparecida Bidias della Bartoccini Fortinfissi Perugia Volley uno striscione che recita: “Le ragazze della Bartoccini Fortinfissi Perugia sostengono la salute delle donne”. Striscione che, in futuro, le ragazze si impegnano a portare sui campi di gioco per lanciare l’invito alla prevenzione al pubblico dello sport.

rettore olivieroteseiconsegna striscioneonnisfoto atlete con da sx onnis tesei oliviero elisei tostida sx elisei tosticonferenza stampa

Perugia, 25 novembre 2019

CONFERENZA STAMPA - Il giorno mercoledì 27 novembre al via la campagna Nastro Rosa -  Ore 11.30 Aula Dessau di Palazzo Murena, Piazza dell’Università, 1 - Perugia 

Grazie alla collaborazione tra l’Università degli Studi di Perugia, l’Azienda Ospedaliera di Perugia e la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori viene dato avvio alla campagna “Nastro Rosa” nell’ambito delle azioni volte alla prevenzione e al miglioramento della qualità della vita della collettività e della comunità accademica.

Per la presentazione dell’iniziativa è convocata una conferenza stampa per il giorno mercoledì 27 novembre alle ore 11.30 presso la Sala Dessau di Palazzo Murena in Piazza Università 1 a Perugia alla presenza del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, della Presidente della Giunta Regionale dell’Umbria Donatella Tesei, del Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliera di Perugia  Antonio Onnis, del Presidente per la Regione Umbria della Lega Italiana per la Lotta ai Tumori (LILT) Antonio Rulli.

Gli organi di stampa sono invitati a presenziare.

Perugia, 20 novembre 2019

Conferito il Dottorato Internazionale congiunto in Scienze Giuridiche e in Ciência Jurídica a 4 studenti dell’Universidade do Vale do Itajai - Univali 

Quattro Magistrati brasiliani, provenienti dall’Universidade do Vale do Itajai – Univali, hanno conseguito oggi il titolo di Dottore di ricerca completando con successo il corso di Dottorato Internazionale congiunto in Scienze Giuridiche e in Ciência Jurídica.

Ad essere stati proclamati dottori di ricerca sono Bruno Makowiecky Salles, Marco Aurélio Ghisi Machado, Maurício Cavallazzi Póvoas, Fernando De Castro Faria.

“Oggi raccogliamo il frutto di un percorso di lavoro iniziato molti anni fa, durante il quale abbiamo affrontato e superato numerose difficoltà – ha sottolineato il Magnifico Rettore Professore Maurizio Oliviero in apertura della seduta -, guidati dal comune obiettivo e desiderio di giungere al coronamento odierno.  Questo Dottorato e l’attività di studio e ricerca svolta dalle Università coinvolte rappresenta, in maniera concreta, la nostra chiara volontà di favorire la circolazione della conoscenza nel modo più ampio, ben al di là delle frontiere degli Stati”.

“Questa cerimonia segna la tappa conclusiva di un importante cammino condiviso, sia scientifico che di amicizia fraterna, oltre che un evento significativo sul piano culturale – ha rilevato il Professore Valdir Cechinel Filho, Rettore di Univali -. Costituisce, inoltre, al contempo, la base per nuovi e ancor più ambiziosi progetti futuri, ai quali abbiamo già iniziato a lavorare nella giornata di ieri insieme alle Delegate del Rettore Professoresse Carla Emiliani e Stefania Stefanelli”.

“Siamo molto soddisfatti del traguardo raggiunto oggi con il conseguimento del Dottorato, durante il quale sono stati coinvolti i migliori maestri e i migliori allievi delle due istituzioni accademiche – ha spiegato il Professore Paulo Márcio Cruz, Vice Rettore con delega all’internazionalizzazione di Univali -. Il lunghi periodo di soggiorno e di studio trascorsi nel capoluogo umbro dai candidati hanno cementato solidi rapporti fra l’Ateneo perugino e la nostra Università, così che l’Ateneo di Perugia – ha concluso – rappresenta per Univali il proprio riferimento in Italia”.

Il Professore Gabriel Real Ferrer (Università di Alicante) ha ricordato come l’Ateneo spagnolo si sia unito in un secondo momento al percorso avviato da UniPg e da Univali. “Sono molto onorato di essere qui in questa importante occasione – ha dichiarato il professore Ferrer – e di contribuire ad una attività di così altro profilo scientifico. Ringrazio quindi calorosamente il professor Maurizio Oliviero, oggi Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, che, non posso mancare di ricordare con emozione, fu il primo studente Erasmus a soggiornare ad Alicante per un periodo di studio”.

foto 1 rettore oliviero dsc8604foto 2 commissione in sala dottorato dsc8619foto 3 rettori filho e oliviero dsc8618foto 4 un momento della seduta di dottorato dsc8647foto 5 da sx makowiecky salles ghisi machado rettore filho vice rettore marcio cruz de castro faria cavallazzi povoas

 

Perugia, 20 novembre 2019

Innovazione organizzativa sostenibile delle imprese, la prof.ssa Cecilia Chirieleison ne parla a "L'Uovo di Colombo" su Umbria Radio - giovedì 21 novembre 2019

La professoressa Cecilia Chirieleison sarà ospite domani, giovedì 21 novembre 2019,  dalle ore 19.05 alle 19.30, del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, in onda sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz), dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

La professoressa Chirieleison è Associata di Economia aziendale nel Dipartimento di Scienze Politiche: durante il programma spiegherà ai radioascoltatori come sta crescendo, in Italia, la tendenza delle imprese ad investire nell'innovazione organizzativa sostenibile, sulla scorta dei dati dell’VIII Rapporto sull'impegno sociale delle aziende di recente presentato all’Università degli Studi di Perugia.

La docente dell’Ateneo perugino, in particolare, evidenzierà le principali motivazioni che spingono le aziende italiane a investire in questo ambito e il crescente ruolo dell’etica all’interno delle imprese.

Spazio,  infine, sarà dato anche a un altro filone di studi della professoressa Chirieleison: la misurazione delle ricadute economiche sul territorio connesse all’organizzazione di eventi che sono state analizzate grazie a una serie di  ricerche che hanno misurato, ad esempio, l'effetto del festival Eurochocolate sui flussi di turistici nel comprensorio Perugino, uno studio pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale Tourism Economics. 

 “L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 23 novembre 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

cecilia chirieleison r

Perugia, 20 novembre 2019

Alla scoperta dei microrganismi con “ApeRicerca” , ne parlano Gianluigi Cardinali e Stefano Sabatini

Terzo appuntamento con ApeRicerca, la serie di incontri pubblici promossi dall’Università degli Studi di Perugia per discutere delle sfide più attuali della ricerca; ogni giovedì, da novembre a giugno, all’ora dell’aperitivo in un locale del centro storico di Perugia.

Domani, giovedì 21 novembre 2019, alle ore 18.30, a Umbrò, Gianluigi Cardinali e Stefano Sabatini, entrambi del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, parleranno di “L’Universo sconosciuto dei microrganismi”, un incontro alla scoperta degli abitanti più antichi del pianeta e dei quali si conoscono appena il 2% delle specie: sono utili o dannosi? I due studiosi, insomma, illustreranno la storia dei microrganismi, amici e nemici dell’uomo.

ApeRicerca è un programma di 32 incontri conviviali con il quale l’Università di Perugia, nel più ampio quadro delle attività di Terza Missione (il cosiddetto public engagement), rafforza il dialogo con la cittadinanza. Organizzato dalla società Psiquadro con la collaborazione di alcuni noti caffè del centro storico, è patrocinato dal Comune di Perugia. 

ApeRicerca sarà l’occasione per tutti i cittadini di dialogare con i ricercatori e soddisfare le proprie curiosità su temi che caratterizzano l’attività dell’Ateneo e che hanno legami con la vita di ognuno: dalle scienze umane e sociali a quelle biomedico-sanitarie, da quelle ingegneristiche fino a quelle politico-economiche, così da rappresentare tutti i possibili ambiti di studio che meglio intercettano le urgenze individuali e sociali, gli interessi delle istituzioni e delle imprese del territorio.

La partecipazione a tutti appuntamenti è libera e gratuita.

E’ necessaria la prenotazione online sino ad esaurimento dei 50 posti (con successiva lista d'attesa): per i 50 partecipanti al singolo evento l’aperitivo è gratuito.

Il programma, con i dettagli e prenotazioni ticket free aperitivo su: www.apericerca.it

Info: 075 5852040 - 075 5852241 - 348 6976450

Calendario degli incontri dei prossimi appuntamenti del periodo novembre-dicembre 2019:

28/11/2019 - Bio Art Cafè - Palazzo della Penna - Marcello Signorelli: “Stati Uniti d’Europa”. C’è ancora un futuro per l’Europa e l’eurozona? Un viaggio attraverso la politica e l’economica del vecchio continente.

05/12/2019 – Caffè di Perugia - Stefano Bistarelli: “Il portafoglio digitale”. Cosa sono e Come funzionano le criptovalute. Viaggio tra caratteristiche e rischi di Bitcoin e Blockchain. 

12/12/2019 - Caffè di Perugia - Lara Reale: “Vegetali da gustare”. Vizi e virtù nel consumo quotidiano di frutta e verdura, alimenti principe della dieta mediterranea. 

19/12/2019 - Caffè di Perugia - Vico Valentini – “La giustizia e la morale”. Un viaggio tra casi di giustizia penale nei quali laicità e morale s’intrecciano, da episodi di costume a bioetica.

Gli appuntamenti del periodo gennaio-giugno 2020 di ApeRicerca saranno resi noti nel corso del mese di novembre e pubblicati sul sito www.apericerca.it

Perugia, 19 novembre 2019

 

Delegazione della Universidade do Vale do Itajai (Brasile) presso l’Ateneo: discusse iniziative per il rilascio di titoli congiunti, domani la prima cerimonia di conferimento del Dottorato Internazionale

 

Si è svolto stamattina, nella suggestiva Sala del Dottorato di Palazzo Murena, l'incontro tra i rappresentanti dell'Università degli Studi di Perugia e la delegazione della Universidade do Vale do Itajai - Univali, uno dei maggiori istituti di istruzione superiore in Brasile, in cima alle classifiche dei ranking internazionali. Univali, una struttura multicampus che si articola in diverse città dello stato di Santa Catarina, ha attualmente all’attivo più di 60 corsi di laurea e circa 35 corsi di perfezionamento, oltre a undici master e sei corsi di dottorato.

La delegazione Univali era composta dal Rettore, Prof. Valdir Cechinel Filho, dal Vice Rettore con delega all’internazionalizzazione, Prof. Paulo Márcio Cruz e dai Proff. Liton Lanes Pilau Sobrinho e Marcio Ricardo Staffen.

A riceverli, per l’Università degli Studi di Perugia, il Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero e le delegate alla didattica e all’internazionalizzazione, Proff.sse Carla Emiliani e Stefania Stefanelli.

Presenti all’incontro il Preside della Facoltà di Diritto dell’Università di Alicante (Spagna), Prof. Pedro José Femenía López, nonché il Direttore dell’Istituto universitario dell’acqua e delle scienze ambientali, Prof. Joaquin Melgarejo Moreno e il Prof. Gabriel Real Ferrer della stessa Università.

I due Rettori, nel corso dell’incontro, hanno manifestato la chiara volontà di rafforzare e ampliare i rapporti tra le due istituzioni, esaminando le possibili aree di mutuo interesse al fine di estendere la collaborazione didattica e la ricerca interuniversitaria comune ai due Atenei.

Nel pomeriggio, i delegati Univali e Unipg hanno affrontato, nel corso di un tavolo di lavoro dedicato, le questioni necessarie a gettare le basi per la stipula di una convenzione finalizzata alla collaborazione nella didattica e nella ricerca, nonché al rilascio del doppio titolo in tutti i corsi di laurea, sia di area umanistica-giuridica, che scientifica e della salute. Il primo accordo, che verrà siglato già nei prossimi giorni, è un doppio titolo di dottorato in scienze farmaceutiche.

Domani, 20 novembre, nella Sala del Dottorato, si terrà la cerimonia solenne di discussione delle tesi e conferimento del Dottorato Internazionale congiunto in Scienze Giuridiche e in Ciência Jurídica, che prevede forme di collaborazione al fine di fornire ai dottorandi iscritti presso le due sedi, mediante attività di alta formazione alla ricerca, competenze utili per esercitare in entrambi i Paesi.

L’evento sarà trasmesso in streaming sul portale di Ateneo.

 

1 ospiti in sala dottorato con rettore oliviero e delegata stefanelli dsc85292 filho firma registro dsc85483 delegazione in sala dottorato dsc8458

 

Perugia, 19 novembre 2019

Domani, a Palazzo Manzoni,  la presentazione del volume Teatro sacro. Pratiche di dialogo tra religione e spettacolo

Nella Sala delle Adunanze di Palazzo Manzoni (Piazza Morlacchi, 1), sede del Dipartimento di Lettere -Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia, domani, mercoledì 20 novembre 2019, alle ore 17, i curatori Pier Maurizio Della Porta e Alessandro Tinterri presenteranno il volume Teatro sacro. Pratiche di dialogo tra religione e spettacolo.

Si tratta del primo titolo di una nuova sezione della Collana Morlacchi Spettacolo, dedicata ai Convegni di Assisi, che raccoglie gli Atti del Convegno Internazionale di Studi, tenutosi ad Assisi dall’8 al 10 settembre 2017, edito da Morlacchi Editore U.P..

Presiederà la presentazione il Direttore del Dipartimento, prof. Stefano Brufani e interverrà il Presidente dell’Accademia Properziana del Subasio, prof. Giorgio Bonamente.

Il convegno, promosso congiuntamente dall’Ateneo di Perugia e dall’Accademia Properziana del Subasio, si proponeva di offrire nuovi spunti di riflessione storiografica su un tema presente in tanta tradizione pubblicistica novecentesca.

Le relazioni riunite nel volume offrono un ventaglio esemplificativo della portata internazionale degli studi e dell’ampiezza e complessità dell’argomento e nel loro insieme tracciano un filo rosso che si dipana dalle origini umbre, e assisane in particolare, di tale forma di spettacolo sacro sino alla rinascita d’interesse recente, che ha dato nuova vita a una ricerca scientifica condotta su basi rigorosamente documentali. Al convegno hanno partecipato i seguenti studiosi italiani e stranieri: Mara Nerbano, Sonia Barillari, Francesc Massip, Carla Bino, Biancamaria Brumana, Pascale Rihouet, Mariangela Miotti, Rosanna Camerlingo, Luigi Giuliani, Mirella Vallone, Maria Ines Aliverti, Jelena Reinhardt, Federica Rocchi, Alessandro Tinterri.

Perugia, 18 novembre 2019

Aperte le iscrizioni alla Scuola di Paleoantropologia, tante novità per i 10 anni dell’evento sull’Evoluzione Umana: concerti, mostre, incontri e un concorso

Sono aperte le iscrizioni alla decima edizione della Scuola di Paleoantropologia dell’Università degli Studi di Perugia, il più importante corso di formazione sull’Evoluzione Umana a livello nazionale.

La Scuola, organizzata dal Dipartimento di Fisica e Geologia e dalla Galleria di Storia Naturale del Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici, si terrà a Perugia dal 17 al 22 febbraio 2020.

La scadenza delle iscrizioni è fissata per il 7 gennaio 2020.

Accanto alla consolidata suddivisione in Primo Livello (formazione di base) e Secondo Livello (specialistico), in occasione del decimo anniversario il Comitato Organizzatore ha introdotto molte novità.

Prima tra tutte, un Concorso di illustrazione e fotografia dedicato al tema dell’anno: Tre volte Africa: il continente delle nostre origini. Al vincitore sarà offerta la possibilità di partecipare gratuitamente all’edizione della Scuola di Paleantropologia del 2021.

Fra gli eventi collaterali previsti per i dieci anni della Scuola ci sono concerti, mostre, conferenze pubbliche, incontri, per quella che sarà una settimana di approfondimento sulle nostre origini che coinvolgerà tutta la città.

Come ogni anno, inoltre, i partecipanti alla Scuola di Paleoantropologia avranno la possibilità di essere selezionati per partecipare alle attività di ricerca nei siti paleoantropologici di Olduvai e Laetoli, tra i più importanti al mondo.

Il comitato organizzatore della Scuola di Paleoantropologia di Perugia è composto da Marco Cherin, Roberto Rettori (Dipartimento di Fisica e Geologia, Università di Perugia), Angelo Barili, Sergio Gentili (Galleria di Storia Naturale, CAMS, Università di Perugia), con la collaborazione di Beatrice Azzarà, Alessandro Mancini (Università di Perugia), Giulia Margaritelli (IRPI-CNR), Costantino Buzi (Sapienza Università di Roma), Mirko Lombardi (Brescia). 

Ospite d’onore della Scuola sarà Ian Tattersall. Antropologo di fama mondiale, dal 1971 al 2010 è stato curatore della Divisione di Antropologia dell’American Museum of Natural History di New York, dove ha fondato la Hall of Human Biology and Evolution. Cresciuto in Africa Orientale, ha studiato Archeologia e Antropologia presso l’Università di Cambridge, poi Geologia e Paleontologia dei Vertebrati presso l’Università di Yale, dove ha conseguito il dottorato di ricerca nel 1971. Il suo volume Becoming Human: Evolution and Human Uniqueness ha vinto il prestigioso premio W.W. Howells dell’American Anthropologican Association. Molti suoi libri sono stati tradotti in italiano, tra cui il recentissimo I signori del pianeta: La ricerca delle origini dell’uomo (Codice Edizioni, 2019)

La conferenza di chiusura sarà tenuta da Fidelis T. Masao, che tornerà a Perugia a dieci anni dalla sua prima presenza alla Scuola di Paleoantropologia. Membro del Comitato Scientifico della Scuola e co-organizzatore delle attività di ricerca italo-tanzaniane in Tanzania, Masao è uno dei principali archeologi preistorici africani. Dirige numerosi progetti di ricerca internazionali nella Gola di Olduvai da più di trent’anni, collaborando con specialisti provenienti da tutto il mondo. Autore di scoperte paleontologiche e archeologiche sensazionali e instancabile docente di Archeologia presso la University of Dar es Salaam, nel 2014 ha scoperto con il suo team le nuove impronte di Australopithecus afarensis a Laetoli, che ha studiato assieme al gruppo della Scuola di Paleoantropologia.

 

Tutte le novità sul sito www.paleoantropologia.it e sui social network della Scuola.

 

Perugia, 15 novembre 2019

Inaugurato il Corso Internazionale di Laurea Magistrale in Petroleum Geology realizzato con la collaborazione di ENI – ENI Corporate University (ECU). Oltre il 90 per cento degli iscritti sono studenti stranieri 

Al via stamane ufficialmente il Corso Internazionale di Laurea Magistrale in Petroleum Geology, presso il Dipartimento di Fisica e Geologia.

Alla cerimonia sono intervenuti il Pro Rettore Prof. Fausto Elisei insieme ai professori Daniele Fioretto, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia, Massimiliano Barchi, responsabile scientifico della Convenzione Eni-Ecu-UniPG e Simonetta Cirilli, che ha presentato nel dettaglio l’iniziativa formativa; al loro fianco, i rappresentanti di ENI&ECU, i Dott.ri Sergio Nardon, Giacomo Spadini e Valeria Clerici.

Il Pro Rettore Fausto Elisei ha espresso parole di plauso per l’iniziativa: “il corso – ha sottolineato il Pro Rettore – è stato fondato quando ero preside della Facoltà, per cui ho assistito alla sua nascita e oggi osservo come abbia mantenuto e sviluppato caratteristiche di sicuro interesse in termini di attrattività per studenti che provengono da tutto il mondo. Questo Corso di Laurea Magistrale, inoltre – ha concluso Elisei - dimostra che l’Ateneo di Perugia è in grado, dal punto di vista didattico, di formare in modo innovativo i suoi studenti rispetto a tematiche d’interesse mondiale, contribuendo sia a potenziare l’internazionalizzazione dello Studium, sia a sviluppare aspetti relativi al trasferimento tecnologico”.


Il Direttore Daniele Fioretto ha quindi dato il benvenuto agli studenti a nome di tutta la Comunità dipartimentale: “E' motivo di vanto per il nostro Dipartimento promuovere l’unico corso di laurea,  in Italia, su questa specifica tematica. Da cinque anni abbiamo fatto la scelta di tenere tutti i corsi in lingua Inglese, al fine di aprirli significativamente alla partecipazione di studenti provenienti da tutto il mondo: il loro numero, infatti, è cresciuto costantemente e quest’anno, addirittura, più del 90% di iscritti proviene da fuori Italia”. Si tratta quindi – conclude il Professor Fioretto – “di un corso realmente internazionale, che ha come obiettivo quello di formare professionisti in grado di occupare posizioni di alta responsabilità in compagnie petrolifere, industrie di consulenza geotecnica ed ambientale e agenzie governative, grazie anche alla stretta collaborazione con Eni Corporate University, che contribuirà a preparare i nostri studenti agli scenari più rilevanti per il loro futuro lavoro. Buon inizio di anno accademico a tutti voi”.

Il Prof. Massimiliano Barchi ha valorizzato l’aspetto della collaborazione tra l’Università di Perugia e Eni/ECU (Eni Corporate University). Si tratta “di una convenzione, ora rinnovata per un ulteriore triennio, giunta ormai al suo settimo anno di attività. Eni supporta il Corso sia attraverso un finanziamento annuale, sia attraverso l’erogazione di borse di studio destinate a studenti stranieri. In questi anni – ha proseguito Barchi -, anche grazie a questo sostegno, oltre cento studenti stranieri hanno frequentato con successo il Corso. I più meritevoli – sia italiani sia stranieri -, inoltre, sono anche ammessi a frequentare uno stage finale presso le sedi operative di Eni”. Un percorso formativo articolato, conclude il Professor Barchi – che: “Nel corso degli anni ha consentito a molti nostri ex studenti di trovare una collocazione stabile nei diversi ruoli dell’esplorazione del sottosuolo”.

La Professoressa Simonetta Cirilli è entrata nel dettaglio della proposta formativa del Corso, evidenziando che: “la programmazione didattica del corso si avvale del contributo di tecnici Eni con l’erogazione di alcuni moduli formativi più strettamente specialistici e professionalizzanti. A partire dalla prima edizione in lingua inglese il corso di laurea è stato frequentato da un numero sempre crescente di studenti fuori sede e studenti stranieri, provenienti da Francia, Spagna, Ungheria, Ghana, Nigeria, Pakistan, Egitto, Libia, Iran, Iraq, India, Indonesia, Turkmenistan, Kazakistan, Venezuela, Brasile, Messico, fino a raggiungere il 90% nel corrente anno accademico, con le iscrizioni ancora aperte”.

Sono intervenuti quindi i rappresentanti di ENI e di Eni Corporate University (ECU), i quali hanno sottolineato la volontà di proseguire con impegno nella collaborazione già avviata da tempo.

Il corso in Petroleum Geology, unico in Italia, al sesto anno della seconda edizione e tenuto interamente in lingua inglese, ha l’obiettivo di fornire un'approfondita e specializzata formazione culturale e tecnico-professionale finalizzata al reperimento ed utilizzo sostenibile delle risorse del sottosuolo, con particolare riferimento all’esplorazione e modellizzazione dei sistemi naturali petroliferi ed a gas.

da sx fioretto elisei barchi

da sx cirilli elisei fioretto barchi

aula evento petroleum

Perugia, 15 novembre 2019

Cresce in Italia la tendenza delle imprese ad investire nell'innovazione organizzativa sostenibile, presentati all'Università di Perugia i dati dell'VIII Rapporto sull'impegno sociale delle aziende

Il fenomeno della responsabilità sociale delle imprese continua a crescere. A testimoniarlo i dati dell'VIII Rapporto CSR in Italia presentati dall'Osservatorio Socialis all'Università degli Studi di Perugia. 

Tra le principali motivazioni di investimento delle aziende italiane (con una spesa di circa 1 miliardo e mezzo di euro solo negli ultimi 12 mesi) rientrano la volontà di contribuire allo sviluppo sostenibile (35%), la responsabilità verso le generazioni future (32%), migliorare i rapporti con le comunità locali (29%), l'innovazione di prodotti e servizi (20%) e l'ingresso nella filiera di fornitori CSR oriented (19%).

I dati sono stati illustrati dal Direttore dell'Osservatorio Socialis, Roberto Orsi, nel corso del "IV Workshop sulla Corporate Responsibility", a cura della Prof.ssa Cecilia Chirieleison del Dipartimento di Scienze Politiche. Al dibattito hanno partecipato inoltre l'Ing. Marco Giordano, VP Sourcing & Supply Management di Elettronica S.p.a., e il Prof. Carlo Odoardi, Direttore del Dipartimento Strategic HR Management di Umbragroup S.p.a.

«L’interesse verso la responsabilità sociale delle imprese caratterizza molte delle imprese umbre – ha ricordato la Prof.ssa Chirieleison – e l’Ateneo può svolgere un ruolo attivo nel diffondere una cultura attenta alla corporate citizenship, sia attraverso la ricerca, sia attraverso la didattica, come avviene da anni all’interno dei corsi di laurea in Scienze della Comunicazione».

Delle 400 aziende campione dell'VIII Rapporto CSR dell'Osservatorio Socialis, l'85% dichiara di impegnarsi in CSR (era il 42% nel 2001) e tra queste il 52% lo farebbe con maggiore costanza se avesse un marchio ad attestarlo, come pure l'emanazione di una norma che dia la possibilità di ottenere detrazioni fiscali sarebbe un incentivo alla stabilizzazione degli investimenti - auspicata dal 50% del campione. «È evidente che siamo di fronte ad un cambio di paradigma e di una nuova prospettiva – ha spiegato Roberto Orsi, Direttore dell'Osservatorio Socialis – La responsabilità sociale conviene, e si potrà affermare ulteriormente utilizzando nuovi strumenti di misurazione e nuovi indicatori di responsabilità e sostenibilità più al passo con i tempi. In questo modo le imprese potranno far mettere radici ai comportamenti virtuosi attraverso un percorso definito per integrarli con l’organizzazione aziendale, le aspettative dei consumatori e la filiera produttiva».

Tra i criteri adottati nella scelta di sostegno al sociale dichiarati dalle aziende impegnate in CSR, rientrano la possibilità di coinvolgere nell'iniziativa i dipendenti (54%), la serietà/affidabilità del partner non profit (53%), il legame con lo sviluppo del territorio (45%), la possibilità di misurare i risultati dell'iniziativa e valutarne l'impatto (43%). Un altro vantaggio riconosciuto alla CSR è sul fronte del mercato: oltre il 50% delle imprese che ha investito in CSR ha rilevato un miglioramento del posizionamento, della reputazione ed anche un aumento della notorietà; in quasi 4 casi su 10 si è riscontrato un aumento della fidelizzazione dei clienti. Il 49% delle imprese riconosce l’efficacia della CSR nell’agevolare i rapporti con le comunità locali e, in seconda battuta, con le pubbliche amministrazioni. Aumentano, pure solo in linea tendenziale, anche le ricadute positive sul clima interno all’azienda: il 44% registra un miglioramento del clima ed un maggior coinvolgimento del personale. La misura dell'impegno Dopo aver presentato i dati dell'VIII Rapporto sulla CSR in Italia, sono state illustrate le 6 macroaree del CSR – Check for Sustainability Ranking ©, la certificazione di responsabilità sociale che sarà a breve rilasciata dall'Osservatorio Socialis e che definisce i livelli di qualità, di condivisione e di comunicazione della CSR raggiunti da aziende, università, non profit e istituzioni.

Perugia, 15 novembre 2019

Il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dà il benvenuto alle matricole e premia i suoi migliori laureati. la giornata dedicata al ricordo del dottor Massimo Allegrucci. Assegnato il premio di laurea in memoria della dottoressa Piccioli

Il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche ha salutato le matricole e premiato i migliori laureati dei suoi numerosi corsi di laurea. 

La solenne e affollata cerimonia si è svolta nell’Aula Magna di Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo, alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero, il quale ha sottolineato il significato dell’iniziativa: valorizzare un momento importante - l’ingresso nella comunità accademica dell’Università degli Studi di Perugia delle nuove matricole e, con la premiazione dei migliori laureati, riconoscere le eccellenze che hanno portato a termine in maniera particolarmente brillante, il proprio percorso universitario.

L’incontro è stato introdotto dalla Prof.ssa Violetta Cecchetti, Direttore del Dipartimento, la quale, nel porgere il saluto agli intervenuti, ha ricordato e voluto dedicare la giornata al dottor Massimo Allegrucci, apprezzato collega prematuramente scomparso.

Intervenuto all’iniziativa in Aula Magna anche il vice sindaco Dott. Gianluca Tuteri che ha portato il saluto della città di Perugia.

 

I dottori Michela Chielli, Rita Di Renzo, Andrea Genova, Elena Massetti, Irene Vacca, tutti laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, hanno poi narrato la loro esperienza nel mondo del lavoro,  raccontando il loro percorso formativo e quello successivo alla laurea e  le opportunità che hanno avuto in ambito occupazionale, evidenziando come il mondo professionale sia sempre in continua evoluzione, sia grazie in virtù delle nuove funzioni che è tenuto a svolgere chi esercita professioni tradizionali, che in seguito alla nascita di nuovi profili professionali.

Dalle testimonianze  è anche emerso  un forte entusiasmo, certamente recepito dalle ‘matricole’, per i percorsi offerti dal Dipartimento di Scienze Farmaceutiche.

Nel pomeriggio è stato assegnato il premio di laurea intitolato alla dottoressa Anna Maria Piccioli: la commissione lo ha attribuito alla dottoressa Shiva Tali Shandiz.

A seguire la premiazione dei migliori laureati in Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Biotecnologie Farmaceutiche e Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana.

 

La ‘Giornata del Dipartimento di Scienze farmaceutiche” è stata conclusa dall’intervento di Carmine Iorio, rappresentante degli studenti e dal saluto alle ‘matricole’ e agli studenti Erasmus incoming.

I migliori laureati premiati sono risultati:

Farmacia: Silvia Boselli, Vittoria Cardoni, Benedetta Carli, Chiara Catalano, Riccardo Galdini, Agnese Giontella, Eduard Mayer, Silvia Rossetti, Ludovico Russo, Arianna Scatena;

 

Chimica e Tecnologia farmaceutiche: Filippo Chierchini, Francesco Colognese, Federico Croci, Ester Giorgi, Agnese Mallia, Marta Meazzini, Elisa Romanelli, Sofia Rossini;

 

Scienza dell’Alimentazione e della Nutrizione umana: Laila Abu Samra, Giulia Andreani, Alexandra Bartolini, Amanda Borrelli, Arianna Buchta, Giulia Carletti, Giulia D’Alberti, Anna Maria De Santis, Rosy Del Percio, Stefano Frigerio, Assunta Gencarelli, Serena Lepri, Aurora Marani, Sabrina Moffa, Matteo Momi, Deborah Prete, Filippo Rabica, Lorenza Striglioni, Eugenio Tabano, Georgea Tonielli, Giorgia Tritella;

 

Biotecnologie Farmaceutiche: Mariachiara Borghi, Fiorella D’Onofrio, Federica Meloni, Giulia Moschetti, Deborah Palazzotti, Gioena Pampalone, Chiara Puri, Enrica Ravenda, Alessandra Riccio, Gianluca Ronci, Soraya Salari, Ilaria Santarelli, Daniele Sarnello, Giulia Spanò, Ilaria Tortorella, Federica Valigi.

da sx cecchetti oliviero tuteri dsc 0398magnifico rettore maurizio olivierodsc 0394violetta cecchetti e carmine iorio dsc 0549laureati ctf dsc 0483laureati farmacia dsc 0470laureati scienza dellalimentazione dsc 0503laureati biotecnologie farmaceutiche dsc 0531laureati testimonial da sx vacca chielli genova di renzo massetti dsc 0440laureati testimonial da sx vacca chielli cecchetti genova di renzo massetti dsc 0444premio piccioli a shiva tali dsc 0452

Perugia, 14 novembre 2019

Filosofia e sbocchi professionali, c’è Filosofi@Work, il primo incontro venerdì 15 novembre, con Claudio Mennini ed Edoardo Angeli 

Filosofi@Workè un ciclo di incontri per inquadrare le nuove prospettive occupazionali dei laureati in filosofia in un mondo del lavoro in continuo mutamento; è organizzato nell'ambito del corso di Laurea magistrale in “Etica delle relazioni” del Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, Umane e della Formazione (Fissuf) dell'Università degli Studi di Perugia, ma ovviamente pensato per gli studenti di filosofia di ogni corso di studi.

Il primo appuntamento si svolgerà venerdì 15 novembre 2019, alle ore 16, nell'Aula Tesi di Palazzo Florenzi (Piazza Ermini 1).

Ospiti dell'incontro, aperto comunque a tutti, saranno Claudio Mennini, Account Manager SHL (www.shl.com/it) ed Edoardo Angeli, Amministratore Delegato Naturalmente Srl e Responsabile Risorse Umane e Sicurezza Gruppo Ecosuntek e Birrificio Flea (www.ecosuntek.com).

Filosofi@Work è un’iniziativa nella quale si intende investire da quest’anno e per i prossimi anni, organizzando due incontri in ogni anno accademico - spiega il professor Luca Alici, docente di Filosofia politica al Fissuf, che modererà i lavori -. Si svolgeranno uno nel primo semestre, ospitando dei laureati in filosofia impegnati a vario titolo nel mondo del lavoro, che raccontano la propria esperienza, uno nel secondo semestre, con una figura significativa che aiuti i laureandi in filosofia a riflettere su come sta cambiando il mondo del lavoro, tra complessità, velocità e affermazione del digitale”.

In continuità con un’offerta formativa del Dipartimento Fissuf in cui la filosofia è, in un corso triennale interclasse, collocata in un dialogo interdisciplinare con la psicologia, mentre, nel corso magistrale, apre questo confronto anche al dialogo con l’economia, e accanto a percorsi paralleli a quelli curriculari che, negli ultimi anni, hanno investito in summer e spring school dedicate al tema dell’economia civile e dell’editoria, culminate nell’organizzazione della prima edizione del master in ‘Etica, economia e management’, è sembrato opportuno aprire un momento di approfondimento in merito a quelle che sono oggi ‘vecchie’ e ‘nuove’ strade professionali per i filosofi.

Perugia, 14 novembre 2019

Kick-off Day del Corso Internazionale di Laurea Magistrale in Petroleum Geology - Venerdì 15 novembre, ore 10, Perugia, Dipartimento di Fisica e Geologia 

L’annuale incontro d’inaugurazione del Corso Internazionale di Laurea Magistrale in Petroleum Geology avrà luogo venerdì 15 novembre 2019, alle ore 10, nell’Aula F del Dipartimento di Fisica e Geologia (Piazza Università, Palazzo delle Scienze, primo piano).

Sarà aperto dal Prof. Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia e dai saluti dei professori Daniele Fioretto, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia, Massimiliano Barchi, responsabile scientifico della Convenzione Eni-Ecu-UniPG, e Simonetta Cirilli, che presenterà il Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology.

Seguiranno gli interventi dei rappresentanti di ENI e di Eni Corporate University (ECU).

Il corso in Petroleum Geology, unico in Italia, al sesto anno della seconda edizione e tenuto interamente in lingua inglese, ha l’obiettivo di fornire un'approfondita e specializzata formazione culturale e tecnico-professionale finalizzata al reperimento ed utilizzo sostenibile delle risorse del sottosuolo, con particolare riferimento all’esplorazione e modellizzazione dei sistemi naturali petroliferi ed a gas.

L’offerta didattico-formativa è stata strutturata in stretta collaborazione con Eni e Eni Corporate University (ECU) che offrono anche un contributo finanziario e un supporto tecnico-scientifico attraverso seminari specialistici tenuti da tecnici Eni all’interno del corso di laurea.

Perugia, 13 novembre 2019

ApeRicerca, secondo appuntamento: le luci e ombre di una democrazia secondo Donato Loscalzo

Secondo appuntamento, domani, con ApeRicerca, la serie di incontri pubblici promossi dall’Università degli Studi di Perugia per discutere delle sfide più attuali della ricerca, in programma ogni giovedì, da novembre a giugno, all’ora dell’aperitivo in un locale del centro storico di Perugia.

Giovedì 14 novembre 2019, alle ore 18.30, infatti, al Bio Art Cafè (Palazzo della Penna), sarà la volta del professor Donato Loscalzo (Dipartimento di lettere - lingue, letterature e civiltà antiche e moderne) che converserà  con il pubblico sul tema  “Luci e ombre di una democrazia. Atene e dai suoi sistemi di governo tra il VI e il IV secolo a.C.”, un argomento dal quale il professor Loscalzo trarrà spunti di riflessione per la situazione attuale. 

ApeRicerca è un programma di 32 incontri conviviali con il quale l’Università di Perugia, nel più ampio quadro delle attività di Terza Missione (il cosiddetto public engagement) rafforza il dialogo con la cittadinanza; è organizzato dalla società Psiquadro con la collaborazione di alcuni noti caffè del centro storico e con il patrocinio del Comune di Perugia. 

ApeRicerca sarà l’occasione per tutti i cittadini di dialogare con i ricercatori e soddisfare le proprie curiosità su temi che caratterizzano l’attività dell’Ateneo e che hanno legami con la vita di ognuno: dalle scienze umane e sociali a quelle biomedico-sanitarie, da quelle ingegneristiche fino a quelle politico-economiche, così da rappresentare tutti i possibili ambiti di studio che meglio intercettano le urgenze individuali e sociali, gli interessi delle istituzioni e delle imprese del territorio.

La partecipazione a tutti appuntamenti è libera e gratuita.

E’ necessaria la prenotazione online sino ad esaurimento dei 50 posti (con successiva lista d'attesa): per i 50 partecipanti al singolo evento l’aperitivo è gratuito.

Il programma, con i dettagli e prenotazioni ticket free aperitivo su: www.apericerca.it

Calendario degli incontri del periodo novembre-dicembre 2019:

21/11/2019 – Umbrò - Gianluigi Cardinali, Stefano Sabatini: “L’universo sconosciuto dei microrganismi”. Utili o dannosi? La storia degli abitanti più antichi della Terra. I microrganismi amici e nemici dell’uomo.

28/11/2019 - Bio Art Cafè - Palazzo della Penna - Marcello Signorelli: “Stati Uniti d’Europa”. C’è ancora un futuro per l’Europa e l’eurozona? Un viaggio attraverso la politica e l’economica del vecchio continente.

05/12/2019 – Caffè di Perugia - Stefano Bistarelli: “Il portafoglio digitale”. Cosa sono e Come funzionano le criptovalute. Viaggio tra caratteristiche e rischi di Bitcoin e Blockchain. 

12/12/2019 - Caffè di Perugia - Lara Reale: “Vegetali da gustare”. Vizi e virtù nel consumo quotidiano di frutta e verdura, alimenti principe della dieta mediterranea. 

19/12/2019 - Caffè di Perugia - Vico Valentini – “La giustizia e la morale”. Un viaggio tra casi di giustizia penale nei quali laicità e morale s’intrecciano, da episodi di costume a bioetica.

Gli appuntamenti del periodo gennaio-giugno 2020 di ApeRicerca saranno resi noti nel corso del mese di novembre e pubblicati sul sito www.apericerca.it

Perugia, 13 novembre 2019

L’ International Cosmic Day illustrato dal dottor Tomassetti e dalla prof. Lombardi a "L'Uovo di Colombo" su Umbria Radio - giovedì 14 novembre 2019

Il dottor Nicola Tomassetti e la professoressa Silvia Lombardi saranno ospiti domani, giovedì 14 novembre 2019,  dalle ore 19.05 alle 19.30, del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, in onda sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz), dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

Il dottor Tomassetti, ricercatore del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Ateneo di Perugia e la professoressa Lombardi, insegnante di matematica e fisica al Liceo Galeazzo Alessi di Perugia

racconteranno al pubblico del recente International Cosmic Day (ICD) svoltosi a Perugia, presso il Dipartimento di Fisica e Geologia, organizzatore dell’iniziativa in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

L’edizione 2019, tenutasi in contemporanea in una ventina di città italiane, ha coinvolto, in Umbria, studenti del Liceo G. Alessi di Perugia, il Liceo E. Majorana di Orvieto, e il Liceo G. Marconi di Foligno. Lo scopo di ICD è di avvicinare gli studenti delle scuole superiori al mondo della ricerca scientifica, accompagnandoli tra i misteri dell’Universo racchiusi nei raggi cosmici. 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 16 novembre 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

 

uovo di colombo 14 novembre tomassetti e lombardi

Perugia, 13 novembre 2019

Premio Informatics Europe all'Università di Perugia

I professori Alfredo Milani e Valentina Poggioni, del Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Ateneo perugino, hanno ricevuto dall’associazione Informatics Europe il prestigioso premio "2019 Best Practices in Education Award". Il riconoscimento, sponsorizzato da Microsoft, è stato attribuito per il progetto europeo InventEUrs e consegnato durante il "European Computer Science Summit" svoltosi a Roma.

Il progetto è stato ideato e realizzato dall'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con la London South Bank University (UK), l'Universitat de Girona (Spagna) e varie scuole di quattro Paesi europei (Italia, Regno Unito, Spagna, Romania). Ha lo scopo di promuovere l'educazione alla cittadinanza globale attiva attraverso il Collaborative Digital Storytelling e l'organizzazione di scambi virtuali fra classi di scuole in diversi paesi europei, focalizzando sull'empowerment di studenti con background sociale problematico o svantaggiato. Gli studenti lavorando in gruppo e in maniera collaborativa, hanno sviluppato storie digitali su tematiche condivise tratte dai 17 sustainable development goals promossi dalle Nazioni Unite (UN SDGs).

InventEUrs, durante i tre anni di sviluppo e sperimentazione, ha coinvolto più di 1500 studenti in 30 scuole di 7 Paesi diversi e più di 300 docenti in tutto il mondo.

Fra queste scuole gli istituti comprensivi Perugia 13 e Perugia 14 di Perugia, che hanno partecipato sia con gli alunni della primaria che della secondaria di primo grado, e le scuole secondarie di secondo grado come il Liceo Artistico Giovagnoli di Sansepolcro.


Ulteriori informazioni

https://www.informatics-europe.org/news/498-winners-of-the-2019-best-practices-in-education-award.html

https://www.informatics-europe.org/

premio milani 2

Perugia, 12 novembre 2019

Il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche saluta le matricole e premia i suoi migliori laureati - mercoledì 13 novembre 2019, ore 16, Perugia, Aula Magna di Palazzo Murena 

Domani, mercoledì 13 novembre 2019, il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, saluterà i giovani che hanno da poco iniziato il percorso accademico e premierà i migliori laureati dei suoi diversi corsi di laurea. 

L’incontro verrà aperto alle ore 16 dall’introduzione della Prof.ssa Violetta Cecchetti, Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e dai saluti del Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero e del Sindaco di Perugia Avv. Andrea Romizi. 

Seguiranno alle 16.30 le esperienze dal mondo del lavoro con “I nostri laureati si raccontano”: interverranno, per portare le loro testimonianze, i Dottori Michela Chielli, Rita Di Renzo, Andrea Genova, Elena Massetti, Irene Vacca. 

Alle 17.30 è in programma l’assegnazione del premio di laurea intitolato alla Dott.ssa Anna Maria Piccioli. Seguirà la premiazione dei migliori laureati in Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Biotecnologie Farmaceutiche e Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana. 

Il rappresentante degli studenti Sig. Carmine Iorio interverrà alle 18; seguirà il saluto alle matricole e agli studenti Erasmus incoming. 

Il pomeriggio sarà concluso con un’apericena

Perugia, 12 novembre 2019

Delegazione del Dipartimento di Medicina in Vietnam, rafforzata la collaborazione scientifica sulle piante medicinali della tradizione medica vietnamita 

Una delegazione del Dipartimento di Medicina, costituita dal professor Domenico Delfino, presidente del Corso di Laurea in Infermieristica di Foligno, dalla dottoressa Isabella Muscari, assegnista, e dalla dottoressa Sabrina Adorisio, dottoranda, si è recata ad Hanoi, in Vietnam, per dare corso al progetto di ricerca di cooperazione scientifica e tecnologica sulle piante medicinali della tradizione medica Vietnamita. 

Il progetto, sostenuto dal Ministero degli Esteri e della cooperazione internazionale come progetto di ‘Grande Rilevanza’, ha consentito la pubblicazione di diversi articoli su riviste internazionali con revisione tra pari.  In particolare, nel 2019, la rivista “Frontiers in Pharmacology” ha pubblicato gli ultimi risultati sull’uso delle foglie dell’albero Artocarpus tonkinensis nella terapia dell’artrite in un modello sperimentale di malattia.

Durante lo stage, la delegazione è stata ricevuta dall’Ambasciatore Italiano in Vietnam, dottor Antonio Alessandro a cui sono stati illustrati i risultati della cooperazione.

da sx muscari alessandro delfino adorisio

 

Perugia, 11 novembre 2019

Domani, al FISSUF, il convegno “Perché abbiamo bisogno di Cusano”

L’Aula Tesi del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione (FISSUF), domani e mercoledì 13 novembre 2019 ospiterà il convegno “Perché abbiamo bisogno di Cusano”, promosso dalla Fondazione Siro Moretti-Costanzi dell'Università degli Studi di Perugia.

I lavori, domani, martedì 12 novembre, alle ore 9, presieduti da Marco Moschini (Università degli Studi di Perugia), saranno aperti da Fabrizio Figorilli, Presidente della Fondazione Siro Moretti-Costanzi e Claudia Mazzeschi, Direttrice del Dipartimento FISSUF.

Alle 9.15 l’incontro scientifico proporrà la comunicazione di Isabelle Mandrella (Universität München) sul tema “Cusanus und die Leidenschaft für das Denken”.

 

Si allega programma del convegno

L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Siro Moretti-Costanzi dell'Università degli Studi di Perugia (istituzione voluta dal filosofo Teodorico Moretti-Costanzi con suo lascito all’Ateneo perugino per la conduzione di alti studi di filosofia, metafisica e teologia), vedrà la partecipazione di tutti i maggiori esperti del pensiero del Cusano e del pensiero filosofico del XV secolo; in particolare interverrà il prof. John Milbank, uno dei più apprezzati filosofi e teologia inglesi contemporanei. Per la portata dei nomi presenti, si presenta come uno dei più significativi eventi su Cusano in ambito internazionale.

Cusano è la figura più imponente della filosofia del XV secolo e uno dei più importanti pensatori occidentali. Nato a Kues nel 1401, è morto a Todi l'11 agosto 1464; per questo il convegno ha anche il patrocinio della città umbra.

Le sessioni dell’incontro prendono spunto da un articolo di Hans Urs von Balthasar del 1964 dal titolo Warum wir Cusanus brauchem (Perche abbiamo bisogno di Cusano): tema sul quale gli studiosi convenuti offriranno ulteriori approfondimenti.

 

Perugia, 11 novembre 2019

Il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche saluta le matricole e premia i suoi migliori laureati - mercoledì 13 novembre 2019, ore 16, Perugia, Aula Magna di Palazzo Murena 

Mercoledì 13 novembre 2019, il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, saluterà i giovani che hanno da poco iniziato il percorso accademico e premierà i migliori laureati dei suoi diversi corsi di laurea. 

L’incontro verrà aperto alle ore 16 dall’introduzione della Prof.ssa Violetta Cecchetti, Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e dai saluti del Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero e del Sindaco di Perugia Avv. Andrea Romizi. 

Seguiranno alle 16.30 le esperienze dal mondo del lavoro con “I nostri laureati si raccontano”: interverranno, per portare le loro testimonianze, i Dottori Michela Chielli, Rita Di Renzo, Andrea Genova, Elena Massetti, Irene Vacca. 

Alle 17.30 è in programma l’assegnazione del premio di laurea intitolato alla Dott.ssa Anna Maria Piccioli. Seguirà la premiazione dei migliori laureati in Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, Biotecnologie Farmaceutiche e Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana. 

Il rappresentante degli studenti Sig. Carmine Iorio interverrà alle 18; seguirà il saluto alle matricole e agli studenti Erasmus incoming. 

Il pomeriggio sarà concluso con un’apericena.

 

Perugia, 11 novembre 2019

Domani i dati sull’economia umbra, incontro a Perugia nell'Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche

A Perugia, domani, martedì 12 novembre 2019, alle ore 17, saranno presentati i nuovi dati di aggiornamento congiunturale sull'economia dell'Umbria realizzati da Banca d'Italia.

L’incontro, dal titolo “L’economia dell’Umbria. Aggiornamento congiunturale della Banca d’Italia”, si terrà nell'Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche; la partecipazione è libera e aperta a tutti.

Il professor Marcello Signorelli, presidente del Consiglio Intercorso del Dipartimento di Economia di Perugia e promotore dell'evento per il quarto anno consecutivo in collaborazione con la sede di Perugia della Banca d'Italia, sottolinea la rilevanza dell’iniziativa.

“E’ estremamente importante favorire la massima diffusione informativa sulla reale situazione ed evoluzione dell'economia della nostra regione che continua a presentare rilevanti criticità connesse a ragioni strutturali di lungo periodo aggravate fortemente dalla prolungata crisi economica e occupazionale dell'ultimo decennio – spiega il professor Signorelli -. Inoltre, ad inizio della nuova legislatura regionale, appare particolarmente opportuno ricordare ancora la famosa frase dell'economista ed ex Presidente della Repubblica Luigi Einaudi: prima conoscere, poi discutere, poi deliberare”.

L’incontro, coordinato dal professor Signorelli, verrà aperto dai saluti di Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Libero Mario Mari, direttore del Dipartimento di Economia e di Luca Pilli, responsabile della filiale di Perugia della Banca d’Italia.

Seguiranno gli interventi di Mario Ferrara, dirigente della filiale di Perugia della Banca d’Italia, Paolo Guaitini e Giovanni Battista Carnevali, del Nucleo per la ricerca economica della Banca d’Italia di Perugia.

Perugia, 8 novembre 2019

Perché abbiamo bisogno di Cusano, convegno il 12 e 13 novembre al FISSUF 

L’Aula Tesi del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione (FISSUF), il 12 e 13 novembre 2019 ospiterà il convegno “Perché abbiamo bisogno di Cusano” promosso dalla Fondazione Siro Moretti-Costanzi dell'Università degli Studi di Perugia.

I lavori, alle ore 9 di martedì 12 novembre, presieduti da Marco Moschini (Università degli Studi di Perugia), saranno aperti da Fabrizio Figorilli, Presidente della Fondazione Siro Moretti-Costanzi e Claudia Mazzeschi, Direttrice del Dipartimento FISSUF.

Alle 9.15 l’incontro scientifico proporrà la comunicazione di Isabelle Mandrella (Universität München) sul tema “Cusanus und die Leidenschaft für das Denken”.

Si allega programma del convegno

L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione Siro Moretti-Costanzi dell'Università degli Studi di Perugia (istituzione voluta dal filosofo Teodorico Moretti-Costanzi con suo lascito all’Ateneo perugino per la conduzione di alti studi di filosofia, metafisica e teologia), vedrà la partecipazione di tutti i maggiori esperti del pensiero del Cusano e del pensiero filosofico del XV secolo; in particolare interverrà il prof. John Milbank, uno dei più apprezzati filosofi e teologia inglesi contemporanei. Per la portata dei nomi presenti, si presenta come uno dei più significativi eventi su Cusano in ambito internazionale.

Cusano è la figura più imponente della filosofia del XV secolo e uno dei più importanti pensatori occidentali. Nato a Kues nel 1401, è morto a Todi l'11 agosto 1464; per questo il convegno ha anche il patrocinio della città umbra.

Le sessioni dell’incontro prendono spunto da un articolo di Hans Urs von Balthasar del 1964 dal titolo Warum wir Cusanus brauchem (Perche abbiamo bisogno di Cusano): tema sul quale gli studiosi convenuti offriranno ulteriori approfondimenti.

Perugia, 8 novembre 2019

I dati sull’economia umbra, incontro martedì 12 novembre a Perugia nell'Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche

A Perugia, martedì 12 novembre 2019, alle ore 17, saranno presentati i nuovi dati di aggiornamento congiunturale sull'economia dell'Umbria realizzati da Banca d'Italia.

L’incontro, dal titolo “L’economia dell’Umbria. Aggiornamento congiunturale della Banca d’Italia”, si terrà nell'Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche; la partecipazione è libera e aperta a tutti.

Il professor Marcello Signorelli, presidente del Consiglio Intercorso del Dipartimento di Economia di Perugia e promotore dell'evento per il quarto anno consecutivo in collaborazione con la sede di Perugia della Banca d'Italia, sottolinea la rilevanza dell’iniziativa.

“E’ estremamente importante favorire la massima diffusione informativa sulla reale situazione ed evoluzione dell'economia della nostra regione che continua a presentare rilevanti criticità connesse a ragioni strutturali di lungo periodo aggravate fortemente dalla prolungata crisi economica e occupazionale dell'ultimo decennio – spiega il professor Signorelli -. Inoltre, ad inizio della nuova legislatura regionale, appare particolarmente opportuno ricordare ancora la famosa frase dell'economista ed ex Presidente della Repubblica Luigi Einaudi: prima conoscere, poi discutere, poi deliberare”.

L’incontro, coordinato dal professor Signorelli, verrà aperto dai saluti di Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Libero Mario Mari, direttore del Dipartimento di Economia e di Luca Pilli, responsabile della filiale di Perugia della Banca d’Italia.

Seguiranno gli interventi di Mario Ferrara, dirigente della filiale di Perugia della Banca d’Italia, Paolo Guaitini e Giovanni Battista Carnevali, del Nucleo per la ricerca economica della Banca d’Italia di Perugia.

 

Perugia, 6 novembre 2019

Il Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero presenta il Pro Rettore e i 10 Delegati. “Scelte fatte nel segno del merito e del totale impegno per l’Ateneo”

Questa mattina, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, il Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero ha presentato alla stampa il Pro Rettore e i Delegati rettorali che lo affiancheranno nel governo dell’Ateneo per il sessennio accademico 2019/2020 – 2024/2025.

Il rilevante ruolo di Pro Rettore è stato affidato al Prof. Fausto Elisei.

Il Prof. Oliviero, quindi, ha presentato i 10 Delegati con le rispettive deleghe: 

Prof. Luca Bartocci - Bilancio e Programmazione;

Prof. Paolo Belardi – Patrimonio;  

Prof. Stefano Brancorsini - Sede di Terni e strutture distaccate;

Prof. Gabriele Cruciani - Terza Missione;

Prof.ssa Carla Emiliani – Didattica;

Prof. Daniele Porena - Riforme, semplificazione e supporto legale;

Prof. Roberto Rettori - Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica;

Prof.ssa Stefania Stefanelli - Internazionalizzazione e cooperazione internazionale;

Prof. Mario Tosti - Umane Risorse;

Prof. Helios Vocca - Ricerca, valutazione e fund-raising.

 

“Ringrazio i Colleghi che hanno accettato di assumere questo importante incarico, il Pro Rettore e i Delegati – ha esordito il Rettore Oliviero -. Le scelte fatte sono frutto di una ponderata riflessione, basata sul curriculum e sul merito e sono loro grato per aver accolto la richiesta di un impegno totale nello svolgimento dell’incarico, a vantaggio dell’Università degli Studi di Perugia.

La squadra è, sul piano numerico, molto snella: nelle prossime settimane – ha proseguito il Rettore – incontrerò uno ad uno i singoli delegati e con loro condivideremo l’opportunità di individuare alcune figure di ‘sottosegretario’ o ‘sottosegretaria’ affinché possano dedicarsi ad alcune questioni specifiche.

Dieci sono le macroaree coordinate da specifici delegati, “macroaree le quali dovranno necessariamente interloquire tra di loro - ha sottolineato il Rettore. In qualche caso la responsabilità affidata avrà una scadenza temporale, in altri casi i colleghi si scambieranno nel corso degli anni i ruoli nelle diverse deleghe: ho chiesto loro, inoltre, e soprattutto per i primi anni, di impegnarsi totalmente per il governo e il futuro del nostro Ateneo.

In questo periodo, durante il quale sono maturate le scelte che siamo qui a comunicare, ho sentito molto il peso della responsabilità e un po' di solitudine: da oggi – ha concluso il Rettore Maurizio Oliviero - mi sento meno solo, in quanto so di avere vicino a me delle persone che daranno un contributo straordinario al futuro del nostro  Studium”.

Il Rettore ha quindi chiamato per presentare, uno alla volta, il Pro Rettore Elisei e i dieci delegati, per far firmare a ciascuno l’accettazione dell’incarico e l’impegno assunto: a ognuno, poi, ha personalmente appuntato sulla giacca la spilla con il logo dello Studium Generale Civitatis  Perusii e scambiato una significativa stretta di mano.

 

 

 

 

 

oliviero pro rettore delegatidsc 0151

elisei oliviero dsc 3600elisei e oliviero dsc7464bartocci oliviero dsc7488

belardi dsc7516

brancorsini oliviero dsc7494

 

cruciani oliviero dsc7531emiliani oliviero dsc7542

porena oliviero dsc7547

 

rettori oliviero elisei dsc7560stefanelli oliviero dsc7573

tosti oliviero dsc7587vocca dsc7605rettore oliviero dsc7453 2rettore pro rettore delegati dsc7632

rettore pro rettore delegati dsc7632rettore pro rettore delegati dsc7642

Perugia, 7 novembre 2019

I delegati Rettori e Vocca e la dottoressa Pandolfi presentano ApeRicerca a "L'Uovo di Colombo" su Umbria Radio - giovedì 7 novembre 2019

I professori Roberto Rettori ed Helios Vocca, Delegati del Rettore, e la dottoressa Piera Pandolfi, saranno ospiti oggi, giovedì 7 novembre 2019,  dalle ore 19.05 alle 19.30, del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, in onda sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz), dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo perugino.

Rettori (delega per Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica), Vocca (Ricerca, valutazione e fund-raising) e Pandolfi (responsabile dell’Area progettazione, valorizzazione e valutazione della ricerca), illustreranno ApeRicerca, la serie di 32 incontri pubblici promossi dall’Università degli Studi di Perugia per discutere delle sfide più attuali della ricerca; si svolgeranno, ogni giovedì, da novembre a giugno, all’ora dell’aperitivo, in un locale del centro storico di Perugia. Si tratta di un’iniziativa con la quale l’Università di Perugia, nel più ampio quadro delle attività di Terza Missione (il cosiddetto public engagement), rafforza il dialogo con la cittadinanza; è organizzato dalla società Psiquadro con la collaborazione di alcuni noti caffè del centro storico e con il patrocinio del Comune di Perugia. 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 9 novembre 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina http://www.umbriaradio.it/podcast.html   canale “Uovo di Colombo”.

da sx rettori vocca pandolfi

Perugia, 7 novembre 2019

Antropologia Medica & Disabilità. Prospettive etnografiche - 8 e 9 novembre 2019, Perugia, Palazzo Florenzi, Aula 3, Dipartimento FISSUF

Le giornate di studio “Antropologia Medica & Disabilità. Prospettive etnografiche” si svolgeranno venerdì 8 e sabato 9 novembre 2019, a Perugia, nell’Aula 3 di Palazzo Florenzi, sede del Dipartimento FISSUF

Sono organizzate dal gruppo AM&D (Antropologia Medica e Disabilità) nato dall’incontro di ricercatrici e ricercatori intorno alla tematica della disabilità, a seguito del II Convegno nazionale della Società italiana di antropologia medica (SIAM) tenutosi a Perugia nel giugno del 2018 «Un’antropologia per capire, per agire, per impegnarsi». La lezione di Tullio Seppilli.

Il gruppo AM&D è composto da: Virginia De Silva (coordinatrice),  Fabrizio Loce-Mandes, Massimiliano Minelli, Francesca Pistone, Giovanni Pizza, Andrea F. Ravenda e Nicoletta Sciarrino.

I lavori saranno aperti domani, venerdì 8 novembre 2019, alle ore 9, da Virginia de Silva.

Seguirà la prima comunicazione “Antropologia medica e disabilità: un laboratorio in divenire”; relatori Massimiliano Minelli e Giovanni Pizza.

Si allega il programma dell’iniziativa

Attraverso lo studio e la ricerca, il gruppo intende valorizzare lo spazio di azione della teoria e della pratica antropologica all’interno del campo della disabilità. Le prospettive di antropologia medica che perseguiamo non hanno l’intento di ri-medicalizzare o antropo-medicalizzare la questione della disabilità, ma evocano un’antropologia critico-politica del corpo, dialogica e sperimentale, incentrata sui processi di incorporazione, di ben-essere e, quindi, di salute. La disabilità emerge come un “campo”, inteso sia come spazio di riconoscimento reciproco tra gli attori sociali, sia come terreno di contesa regolato da rapporti di forza. Ne risulta evidenziata la natura innaturale e storicamente determinata della disabilità. La pratica etnografica permette di connettere le esperienze più intime di condizioni “disabilitanti” con i discorsi pubblici e istituzionali; di analizzare le ricadute locali di processi globali, come la Convenzione delle Nazioni Unite sui Diritti delle Persone con Disabilità e i documenti delle agenzie internazionali; di mettere in discussione le categorie di “vulnerabilità”, “marginalità” e soprattutto “funzionamento” e “abilità”.

I lavori scientifici del gruppo, nella loro pluralità, sono uniti dal filo rosso di uno sguardo critico e de-essenzializzante, attento alle politiche di dis-abilitazione di alcune categorie di attori sociali e a quelle di riconoscimento, al disvelamento dell’abilismo incorporato, alle retoriche di empowerment, di autonomia e di indipendenza coniugate in maniera specifica all’interno dei sistemi neo-liberali.  Si va dallo studio dei dispositivi dello sviluppo a quello delle pratiche di cittadinanza attiva, dalle esperienze del corpo nella sua continua relazione con il contesto in cui si trova alle infinite possibilità aperte da pratiche insorgenti.

Nell’ottica qui delineata il gruppo AM&D si impegna in «attività di ricerca con finalità operative tese a fondare processi di consapevolezza e di liberazione» (Tullio Seppilli).

 

Perugia, 6 novembre 2019

Domani la cerimonia di presentazione del Pro Rettore e dei Delegati rettorali

Il Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, domani giovedì 7 novembre 2019, ore 11.30, presso la Sala del Dottorato di Palazzo Murena, presenterà alla Stampa il Pro Rettore e i Delegati rettorali che lo affiancheranno nel governo dell’Ateneo per il sessennio accademico 2019/2020 – 2024/2025.

I giornalisti sono invitati a partecipare all’evento

 

Perugia, 5 novembre 2019

Alla scoperta dei raggi cosmici a Perugia, gli studenti delle scuole superiori di Perugia e provincia parteciperanno all’International Cosmic Day – domani 6 novembre 2019

Che cosa sono i raggi cosmici? Da dove provengono? Quali messaggi portano? Come possiamo misurare le particelle che li compongono? Queste sono le domande a cui oltre 60 studenti provenienti dagli istituti superiori di Perugia e dintorni saranno chiamati a rispondere nell’ambito dell’International Cosmic Day (ICD): un’iniziativa di respiro internazionale promossa da Enti di Ricerca e Università in Italia, Europa e Stati Uniti.

A Perugia, ICD è organizzato dai ricercatori del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia e della Sezione locale dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). L’iniziativa si terrà domani mercoledì 6 novembre 2019 dalle ore 9:00 alle 18:00.

Questa edizione vedrà coinvolti gli studenti del Liceo G. Alessi di Perugia, il Liceo E. Majorana di Orvieto, e il Liceo G. Marconi di Foligno. Oltre a Perugia, l’evento ICD si terrà nelle Sezioni INFN o nei dipartimenti universitari di Bari, Catania, Cosenza, Firenze, L’Aquila Genova, Lecce, Milano, Milano Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata, Siena, Torino, Trento, e Trieste, per una partecipazione totale di oltre 1200 studenti.                                  

Lo scopo dell’iniziativa ICD è di avvicinare gli studenti delle scuole superiori al mondo della ricerca scientifica, accompagnandoli tra i misteri dell’Universo racchiusi nei raggi cosmici.  Nell’evento perugino, gli studenti parteciperanno a diversi seminari sul tema dei raggi cosmici, quelle misteriose astroparticelle che i fisici studiano da anni nelle stazioni spaziali, negli esperimenti a terra e sottoterra, o nelle profondità del mare. Assieme ai ricercatori e ai loro docenti, gli studenti si occuperanno quindi di effettuare un esperimento di misura di raggi cosmici. Le attività prevedono l’assemblaggio e messa in funzione di un rivelatore di particelle cariche: lo strumento con cui i ricercatori “vedono” la pioggia di particelle proveniente dal cosmo. Verranno quindi condotte le attività di acquisizione e di analisi dei dati, ed infine la compilazione di un resoconto dei risultati ottenuti. Grazie ad una videoconferenza e successivi scambi con altre sedi in Italia e nel mondo, gli studenti potranno confrontare i risultati da loro ottenuti con quelli dei loro colleghi, proprio come in una vera collaborazione scientifica internazionale. A conclusione dell’evento, verrà anche preparato un breve articolo in lingua inglese sui risultati ottenuti. Tutti gli elaborati provenienti dagli eventi ICD nel mondo saranno raccolti e pubblicati online.

A livello internazionale, l’iniziativa ICD è coordinata da laboratori leader nella ricerca della fisica delle particelle, come il DESY in Germania e il Fermilab negli Stati Uniti, e dai gruppi International Particle Physics Outreach Group, il tedesco Netzwerk Teilchenwelt e lo statunitense QuarkNet. All’iniziativa aderiscono importanti centri di ricerca come il CERN di Ginevra o l’INFN per l’Italia. In particolare l’INFN coordina l’organizzazione di ICD nelle 21 sedi italiane attraverso la collaborazione OCRA – Outreach Cosmic Ray Activities: un programma della Commissione Terza Missione, che raccoglie le attività di outreach e divulgazione sul tema dei raggi cosmici. Nell’ambito di tali attività è previsto in primavera uno stage di tre giorni per gli studenti selezionati durante l’ICD (due per ciascuna sede italiana), che sarà organizzato ai Laboratori Nazionali di Frascati. Tale evento coinvolgerà i vincitori dell’ICD nel lancio di un pallone stratosferico per la misura del flusso dei raggi cosmici in alta quota.

Informazioni sull’International Cosmic Day

Informazioni su ICD 2019 @ Perugia

Istituti superiori e docenti

Liceo Scientifico G. Alessi, Perugia – proff. Silvia Lombardi, Antonio Marini

Liceo Scientifico E. Majorana, Oriveto – proff. Michele Mattiacci, Giuseppe de Ninno, Pallucchini

Liceo Scientifico G. Marconi, Foligno – proff. Assunta Petasecca Donati, Paolo Tini Brunozzi

Coordinate e contatti dell’Evento

Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, edificio “Ex Fisica” di via Pascoli, Perugia

Aula Laboratorio di Informatica, 3° piano – Mercoledì 6 Novembre 2019, dalle 9:00 alle ore 18:00

Perugia, 5 novembre 2019

Gli Ordini di Terrasanta: questioni aperte e nuove acquisizioni in un convegno internazionale a Perugia, fra le attività collaterali, due itinerari guidati a prenotazione obbligatoria (entro il 10 novembre)

Perugia ospita, giovedì 14 e venerdì 15 novembre prossimi in Sala dei Notari a Palazzo dei Priori, il convegno internazionale di studi "Gli ordini di Terrasanta: questioni aperte, nuove acquisizioni (XII-XVI secolo)", organizzato dal Comune di Perugia e dall’Università degli Studi di Perugia (Dipartimento di Lettere - Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne) nell’ambito nell’attività scientifica promossa dalla Templars Route European Federation, della quale il Comune di Perugia è fra i membri fondatori. 

Particolare attenzione sarà riservata ai Templari, agli Ospedalieri di San Giovanni di Gerusalemme (poi Cavalieri di Malta) e all’Ordine Teutonico, i tre ordini che tra il 1120 e il 1291 si posero a presidio dei Regni Latini d’Oriente, ed edificarono precettorie, commende, ospedali e castelli sparsi in tutta Europa. E all’Ordine dei Canonici del Santo Sepolcro, cui erano affidata la liturgia nella Basilica del Santo Sepolcro di Gerusalemme e che dopo il 1291 trasferirà la sua sede proprio a Perugia. 

L'iniziativa prevede anche due eventi collaterali, ovvero due itinerari di visita tematici a prenotazione obbligatoria, nei giorni di sabato 16 e domenica 17 novembre, con l’intento di portare all'attenzione del pubblico importanti luoghi e testimonianze disseminati sul territorio e collegati agli Ordini di Terrasanta, mettendo altresì in rete monumenti e istituzioni museali collegati a vario titolo agli Ordini medesimi. Per l’occasione, gli itinerari saranno guidati da specialisti in ambito codicologico, storico e storico artistico.

I lavori del Convegno "Gli ordini di Terrasanta: questioni aperte, nuove acquisizioni (XII-XVI secolo)"aperti alla partecipazione del pubblico, avranno inizio giovedì 14 novembre alle ore 9 con i saluti istituzionali, cui seguirà la prima sessione: Genesi ed evoluzione degli Ordini di Terrasanta: dalla conquista di Gerusalemme alla battaglia di Lepanto. 

La sessione del pomeriggio, con inizio alle ore 15 riguarderà invece: Gli Ordini di Terrasanta e le arti figurative. 

La giornata di venerdì 15 novembre prevede due sessioni dedicate al Processo ai Templari. In particolare alle ore 9,30 Il Processo ai Templari: i protagonisti; alle ore 15,00 Il processo ai Templari: le procedure.

A tenere le relazioni saranno i massimi esperti internazionali nei rispettivi campi di ricerca. 

Per gli interventi in lingua è prevista la traduzione simultanea in italiano.

Ciascuno dei due itinerari tematici previsti per i giorni sabato 16 e domenica 17 novembre si articolerà in cinque tappe, costituite da complessi architettonici situati nella città di Perugia e nel suo territorio e da musei che conservano alcuni fra gli esiti più significativi della produzione pittorica e di manoscritti miniati riconducibile alla Milizia del Tempio e ai Canonici del Santo Sepolcro. 

Per gli itinerari, in particolare per quello di sabato 16 novembre, è necessaria la prenotazione entro il 10 novembre. Per info e prenotazioni inviare un sms al +39 345 2753472 o scrivere a: meravigliarti.inumbria@gmail.com.

Il programma del Convegno e degli itinerari è allegato al comunicato ed è consultabile su: www.ordiniditerrasanta.it 

Perugia, 5 novembre 2019

Cerimonia di presentazione del Pro Rettore e dei Delegati rettorali 

Il Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, giovedì 7 novembre 2019, ore 11.30, presso la Sala del Dottorato di Palazzo Murena, presenterà alla Stampa il Pro Rettore e i Delegati rettorali che lo affiancheranno nel governo dell’Ateneo per il sessennio accademico 2019/2020 – 2024/2025.

I giornalisti sono invitati a partecipare all’evento

Perugia, 4 novembre 2019

ApeRicerca, l’aperitivo scientifico in compagnia dei ricercatori dell’Ateneo. Dal 7 novembre, ogni giovedì, nel centro storico di Perugia, 32 incontri per discutere di ricerca e futuro

Al via ApeRicerca, la serie di incontri pubblici promossi dall’Università degli Studi di Perugia per discutere delle sfide più attuali della ricerca; ogni giovedì, da novembre a giugno, all’ora dell’aperitivo in un locale del centro storico di Perugia. Si inizia giovedì prossimo 7 novembre alle ore 18,30 al Caffè di Perugia, con l’appuntamento dal titolo: “Medicina per lei, medicina per lui”, un dialogo con Giuseppe Servillo, professore del Dipartimento di Medicina Sperimentale, dedicato al tema della medicina su misura per uomini e donne spiegata con gli strumenti della genetica.

Un tema complesso, affascinante e sempre più attuale per garantire ad ogni persona la cura migliore, nel quale ci si potrà addentrare grazie allo stile divulgativo e al clima conviviale creato dal ricercatore e dal moderatore che dialogheranno con il pubblico presente.

ApeRicerca è un programma di 32 incontri conviviali con il quale l’Università di Perugia rafforza il dialogo con la cittadinanza ed è organizzato dalla società Psiquadro con la collaborazione di alcuni noti caffè del Centro storico e con il patrocinio del Comune di Perugia.

ApeRicerca sarà l’occasione per tutti i cittadini di dialogare con i ricercatori e soddisfare le proprie curiosità su temi che caratterizzano l’attività dell’Ateneo e che hanno legami con la vita di ognuno: dalle scienze umane e sociali a quelle biomedico-sanitarie, da quelle ingegneristiche fino a quelle politico-economiche, così da rappresentare tutti i possibili ambiti di studio che meglio intercettano le urgenze individuali e sociali, gli interessi delle istituzioni e delle imprese del territorio.

40 i relatori coinvolti complessivamente in ApeRicerca, provenienti da tutti i 16 Dipartimenti dell’Ateneo: durante gli incontri, della durata di circa un’ora (18,30-19,30), si alterneranno momenti di spprofondimento a spazi per domande e risposte, nello spirito di una condivisione conviviale del sapere.  

La partecipazione a tutti appuntamenti è libera e gratuita. 

È necessaria la prenotazione online sino ad esaurimento posti: ai primi 50 l’aperitivo sarà offerto.

Dettagli e prenotazioni ticket free aperitivo su: www.apericerca.it

Info: 075 5852040 - 075 5852241 - 348 6976450

IL PROGRAMMA

Questo il calendario degli incontri dei primi 7 appuntamenti del periodo novembre-dicembre 2019:

Perugia, 4 novembre 2019

Alla scoperta dei raggi cosmici a Perugia, gli studenti delle scuole superiori di Perugia e provincia parteciperanno all’International Cosmic Day - 6 novembre 2019 

Che cosa sono i raggi cosmici? Da dove provengono? Quali messaggi portano? Come possiamo misurare le particelle che li compongono? Queste sono le domande a cui oltre 60 studenti provenienti dagli istituti superiori di Perugia e dintorni saranno chiamati a rispondere nell’ambito dell’International Cosmic Day (ICD): un’iniziativa di respiro internazionale promossa da Enti di Ricerca e Università in Italia, Europa e Stati Uniti.

A Perugia, ICD è organizzato dai ricercatori del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia e della Sezione locale dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN). L’iniziativa si terrà mercoledì 6 novembre 2019 dalle ore 9:00 alle 18:00.

Questa edizione vedrà coinvolti gli studenti del Liceo G. Alessi di Perugia, il Liceo E. Majorana di Orvieto, e il Liceo G. Marconi di Foligno. Oltre a Perugia, l’evento ICD si terrà nelle Sezioni INFN o nei dipartimenti universitari di Bari, Catania, Cosenza, Firenze, L’Aquila Genova, Lecce, Milano, Milano Bicocca, Napoli, Padova, Pavia, Perugia, Pisa, Roma Sapienza, Roma Tor Vergata, Siena, Torino, Trento, e Trieste, per una partecipazione totale di oltre 1200 studenti.                                  

Lo scopo dell’iniziativa ICD è di avvicinare gli studenti delle scuole superiori al mondo della ricerca scientifica, accompagnandoli tra i misteri dell’Universo racchiusi nei raggi cosmici.  Nell’evento perugino, gli studenti parteciperanno a diversi seminari sul tema dei raggi cosmici, quelle misteriose astroparticelle che i fisici studiano da anni nelle stazioni spaziali, negli esperimenti a terra e sottoterra, o nelle profondità del mare. Assieme ai ricercatori e ai loro docenti, gli studenti si occuperanno quindi di effettuare un esperimento di misura di raggi cosmici. Le attività prevedono l’assemblaggio e messa in funzione di un rivelatore di particelle cariche: lo strumento con cui i ricercatori “vedono” la pioggia di particelle proveniente dal cosmo. Verranno quindi condotte le attività di acquisizione e di analisi dei dati, ed infine la compilazione di un resoconto dei risultati ottenuti. Grazie ad una videoconferenza e successivi scambi con altre sedi in Italia e nel mondo, gli studenti potranno confrontare i risultati da loro ottenuti con quelli dei loro colleghi, proprio come in una vera collaborazione scientifica internazionale. A conclusione dell’evento, verrà anche preparato un breve articolo in lingua inglese sui risultati ottenuti. Tutti gli elaborati provenienti dagli eventi ICD nel mondo saranno raccolti e pubblicati online.

A livello internazionale, l’iniziativa ICD è coordinata da laboratori leader nella ricerca della fisica delle particelle, come il DESY in Germania e il Fermilab negli Stati Uniti, e dai gruppi International Particle Physics Outreach Group, il tedesco Netzwerk Teilchenwelt e lo statunitense QuarkNet. All’iniziativa aderiscono importanti centri di ricerca come il CERN di Ginevra o l’INFN per l’Italia. In particolare l’INFN coordina l’organizzazione di ICD nelle 21 sedi italiane attraverso la collaborazione OCRA – Outreach Cosmic Ray Activities: un programma della Commissione Terza Missione, che raccoglie le attività di outreach e divulgazione sul tema dei raggi cosmici. Nell’ambito di tali attività è previsto in primavera uno stage di tre giorni per gli studenti selezionati durante l’ICD (due per ciascuna sede italiana), che sarà organizzato ai Laboratori Nazionali di Frascati. Tale evento coinvolgerà i vincitori dell’ICD nel lancio di un pallone stratosferico per la misura del flusso dei raggi cosmici in alta quota.

Informazioni sull’International Cosmic Day

Informazioni su ICD 2019 @ Perugia

Istituti superiori e docenti

Liceo Scientifico G. Alessi, Perugia – proff. Silvia Lombardi, Antonio Marini

Liceo Scientifico E. Majorana, Oriveto – proff. Michele Mattiacci, Giuseppe de Ninno, Pallucchini

Liceo Scientifico G. Marconi, Foligno – proff. Assunta Petasecca Donati, Paolo Tini Brunozzi

Coordinate e contatti dell’Evento

Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, edificio “Ex Fisica” di via Pascoli, Perugia

Aula Laboratorio di Informatica, 3° piano – Mercoledì 6 Novembre 2019, dalle 9:00 alle ore 18:00

 

Perugia, 4 novembre 2019

Il professor Galli della Loggia illustra al Fissuf il suo libro “L’aula vuota. Come l'Italia ha distrutto la sua scuola”

Il professor Ernesto Galli della Loggia, martedì 5 novembre 2019, alle ore 10, a Perugia, nell’Aula II del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, incontrerà gli studenti che frequentano le lezioni di Pedagogia Generale (Scienze della Formazione Primaria) di cui è titolare la professoressa Giovanna Farinelli.

Galli della Loggia, professore emerito di Storia Contemporanea presso l'Istituto di Scienze Umane, Scuola Normale di Pisa, già docente dell’Ateneo perugino, illustrerà il suo libro “L’aula vuota. Come l'Italia ha distrutto la sua scuola (Marsilio, 2019)”.

Scheda del volume da Marsilio editori

Ernesto Galli della Loggia, L'aula vuota. Come l'Italia ha distrutto la sua scuola

  1. 240, 2° ed., 2019, Nodi

Grazie non poco alla sua scuola – in particolare grazie alle sue maestre che per prime affrontarono l’ignoranza nazionale – l’Italia del Novecento, partita da condizioni miserabili, arrivò a essere tra le principali economie del mondo. Ma oggi quella stessa scuola è lo specchio del declino del paese. Abbandonata dalla politica con la scusa dell’«autonomia», essa appare sempre più dominata dal conformismo intellettuale, da un’inconcludente smania di novità e da un burocratismo soffocante che ne stanno decretando la definitiva irrilevanza sociale.

Ernesto Galli della Loggia cerca di comprenderne le ragioni sullo sfondo della nostra storia indagando le origini e l’impatto, deludente quando non distruttivo, che hanno avuto le riforme succedutesi negli ultimi decenni e smontando le interpretazioni più convenzionali su cosa fecero o dissero veramente personaggi chiave come Giovanni Gentile e don Lorenzo Milani.

Chi l’ha detto che cambiare sia sempre meglio di conservare? E che la prima cosa sia necessariamente di sinistra e la seconda di destra? Il libro mette sotto accusa i miti culturali responsabili della crisi attuale: l’immagine a tutti i costi negativa dell’autorità, l’obbligo assegnato alla scuola di adeguarsi a ciò che piace e vuole la società (dal digitale al disprezzo per il passato), la preferenza del «saper fare» sul sapere in quanto tale, la didattica «attiva» e di gruppo.

Altrettanti ideologismi che sono serviti a oscurare il ruolo dell’insegnante, la misteriosa capacità che dovrebbe essere la sua di trasmettere la conoscenza e con essa di assicurare un futuro al nostro passato.

Ernesto Galli della Loggia (Roma, 1942), storico ed editorialista del «Corriere della Sera», è autore di numerosi volumi, tra cui: La morte della patria (1996), L’identità italiana (nuova edizione 2010), Senza la guerra (con M. Cacciari, L. Caracciolo, E. Rasy, 2016), Credere, tradire, vivere (2016) e Speranze d’Italia (2018). Con Marsilio ha pubblicato Il tramonto di una nazione (2017), finalista al Premio Estense e vincitore del Premio Ansaldo 2018.