Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Perugia, 28 febbraio 2018

Il professor Lorenzo Mezzasoma chiamato a far parte della prestigiosa Accademia Colombiana di Giurisprudenza

Il professore Lorenzo Mezzasoma, Ordinario di Diritto Privato del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, ha ricevuto il prestigioso invito a far parte dell’Accademia Colombiana di Giurisprudenza. E’ frutto di un lungo e rigido processo di valutazione culminato nella cerimonia di investitura, svoltasi a Bogotà, nel corso della quale il professor Mezzasoma ha tenuto una lectio magistralis sul tema “Derecho civil constitucional y Derecho de consumo”.

L’ingresso in Accademia del docente perugino è legato ai suoi studi riguardanti l’ordinamento giuridico spagnolo e dei Paesi dell’America Latina e al suo impegno con la partecipazione come relatore a numerosi congressi in Argentina, Bolivia, Colombia, Uruguay, Brasile, Cuba.

L’Accademia Colombiana di Giurisprudenza è una delle importanti di tutta l’America Latina, fondata nel 1894 nella città di Bogotà, alla quale partecipano magistrati del Tribunal Supremo della Colombia, nonché illustri giuristi di Paesi americani ed europei; persegue, tra i molteplici obiettivi statutari, la promozione e lo studio del diritto e dei principi della comunità giuridica, mediante l’organizzazione di congressi, seminari e corsi su tematiche di interesse giuridico, economico e sociale, nonché l’analisi dell’evoluzione legislativa con il fine di proporre le opportune modifiche al legislatore.

mezzasoma columbia 7rmezzasoma columbia 6rmezzasoma columbia 1rmezzasoma columbia 2rmezzasoma columbia 4r

 

Perugia, 27 febbraio 2018

Nocciola Tonda Francescana ‘sposa’ il Bacio Perugina - Firmato l’accordo per la sperimentazione industriale della varietà made in Umbria

 

Sostenere la creazione di una filiera agroindustriale per valorizzare la produzione, in Umbria, della nocciola della varietà “Tonda Francescana” e creare le basi, con un percorso di analisi e sperimentazione, di una futura partnership con la Perugina.

Va in questa direzione l’accordo siglato questa mattina, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, nel Complesso Monumentale di San Pietro.  Il documento è stato sottoscritto fra Università degli Studi di Perugia (titolare della registrazione della Tonda Francescana – Corylus avellana L.) rappresentata dal delegato per i Brevetti, innovazione e Trasferimento tecnologico Loris Nadotti, Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia (licenziataria della varietà vegetale) con il Vice Presidente Francesco Panella, Confindustria Umbria con il Presidente Antonio Alunni, Nestlé Italiana S.p.A., con Marco Muratori, CIA Agricoltori Italiani dell’Umbria con il Presidente Matteo Bartolini, Confagricoltura Umbria con la Vice Presidente Anna Ciri, Coldiretti Umbria con Albano Agabiti, l’organizzazione di produttori Cerere Soc.Coop. con il presidente Riccardo Calcagni, e la società di prima trasformazione V.  Besana S.p.A. con il presidente Giuseppe Calcagni.

Ciascuno dei partner coinvolti svolgerà un ruolo decisivo per arrivare alla produzione di una quantità di nocciole della varietà vegetale denominata “Tonda Francescana – Corylus avellana L.” tale da consentire a Nestlé una sperimentazione industriale nella produzione del Bacio.

La fase di sperimentazione industriale è prevista in due fasi: entro il 2020 procedere all’analisi di qualità ed entro il 2023 eseguire i test organolettici ed industriali dalla tostatura al prodotto finito.

“Oggi si concretizza – ha detto Antonio Alunni, Presidente di Confindustria Umbria - ciò che la nostra Associazione stimola e continua a considerare come priorità assoluta: realizzare una politica industriale di medio e lungo termine che impegni il territorio per un arco temporale importante. In questa occasione per raggiungere l’obiettivo c’erano tutti gli elementi: una esigenza industriale, una realtà multinazionale che ha a Perugia uno degli stabilimenti di punta e che continua a credere nel territorio, una Università capace di fare ricerca e di realizzare risultati tangibili e, infine, un contesto che ha favorito l’unione degli interessi tra i produttori e distributori. Quello di oggi è un esempio che dovremo cercare di moltiplicare. Parlare di trasferimento tecnologico e di convergenza di interessi deve essere un metodo di lavoro sempre più diffuso e costante”.  

“Siamo orgogliosi – ha sottolineato Marco Muratori direttore stabilimento Perugina - di prendere parte a questa iniziativa di valorizzazione del Made in Italy” ha dichiarato Marco Muratori, direttore dello stabilimento Perugina di San Sisto. “Il nostro legame con il territorio ha radici storiche e per questo siamo convinti che Perugina possa contribuire concretamente al progetto in collaborazione con l’Università di Perugia e tutti gli altri enti coinvolti. Crediamo che la ‘Tonda Francescana’ possa rappresentare il giusto connubio con il Bacio che da sempre si fa portavoce dell’italianità, esportando in tutto il mondo il brand e i prodotti Perugina. Ci auguriamo che questa collaborazione possa portare un ulteriore contributo al territorio umbro, in cui lavoriamo all’insegna della sostenibilità sull’intera filiera”.

“Dopo trent’anni la nocciola Tonda Francescana è uscita alla ribalta – ha evidenziato il vice presidente della Fondazione Francesco Panella - È stata notata non solo dai ricercatori, ma anche da una realtà industriale importante come Nestlè. È un momento cruciale: l’Ateneo umbro ha inventato una varietà umbra per un’industria fortemente legata al nostro territorio, offrendo un’opportunità significativa al settore produttivo”.

“Si tratta di un avvenimento importante, considerato che l’Università ha come compito istituzionale, accanto a quello della didattica e della ricerca anche la Terza Missione, per favorire l'applicazione diretta, la valorizzazione e l'impiego della conoscenza – ha sottolineato il professor Loris Nadotti, delegato per i Brevetti, innovazione e Trasferimento tecnologico ha partecipato in rappresentanza del Rettore Franco Moriconi che per motivi istituzionali non è potuto intervenire - Questo per contribuire in maniera concreta allo sviluppo economico del territorio. Gli uffici del nostro Ateneo che si occupano di questo ambito, coordinato dalla dottoressa Pandolfi, tutti i giorni si confrontano con richieste che vengono dalle imprese. Ci auguriamo che queste richieste siano sempre più numerose e di trovare un modo corretto ed efficace di comunicare con il mondo della produzione”.

“Il progetto è molto interessante e coinvolge tutti gli attori della filiera - ha ricordato Anna Ciri, Vice Presidente di Confagricoltura Umbria – la nostra Associazione sposa tutte quelle attività che abbiano l’obiettivo di dare valore alla produzione agricola. In questa occasione si tratta, inoltre, di una filiera completamente umbra alla quale quindi aderiamo con particolare orgoglio. Apprezziamo che si parli di obiettivi di lungo termine e condivisi anche con il mondo industriale che rendono più agevole il raggiungimento del risultato”.

“È motivo di orgoglio – ha aggiunto Matteo Bartolini Presidente di CIA Agricoltori Italiani dell’Umbria -  sostenere questo progetto di sviluppo della filiera della nocciola che, ispirato da una domanda di mercato sempre crescente e da un prodotto iconico famoso in tutto il mondo come il Bacio Perugina, è riuscito ad individuare nelle produzioni locali e quindi negli agricoltori umbri l’energia vitale necessaria a ricostruire quel legame tra ricerca scientifica, agricoltura e produzione industriale, che ha sempre fatto del “Made in Italy” il biglietto d’ingresso del nostro Paese nei mercati internazionali”.

“La tutela di questa varietà vegetale rappresenta un esempio eccellente di valorizzazione della ricerca in ambito accademico, che ha delle grandi potenzialità di ricadute sul nostro territorio e che ha anche una prospettiva internazionale di valorizzazione”, ha aggiunto Piera Pandolfi responsabile dell’Area Progettazione, Valorizzazione e Valutazione della Ricerca dell’Ateneo di Perugia, evidenziando l’importanza del partenariato creatosi fra Università, Fondazione, Confindustria, Nestlè.

Intervenuti anche il professor Agostino Tombesi e la dottoressa Daniela Farinelli che, insieme al dottor Mirco Boco sono stati gli ‘inventori’ della nocciola tonda Francescana.

Tombesi e Farinelli, nei loro interventi, hanno spiegato l’iter di una ricerca iniziata trent’anni fa, partendo dall’incrocio di due varietà, la Tonda Giffoni e la Tonda Romana, per giungere poi, attraverso un processo di affinamento e selezione, alla Nocciola Tonda Francescana, brevettata a livello europeo dall’Ateneo di Perugia. Varietà che si contraddistingue per la sua alta produttività, per l’adattabilità all’ambiente e per le caratteristiche che la rendono idonea ad essere utilizzata nel processo industriale.

Un prodotto di successo: la Nocciola Tonda Francescana è stata infatti inserita nel Catalogo Mondiale come nuova varietà.

Perugia, 27 febbraio 2019

 

firma accordofrancesco panellaalunni nadottianna cirida sx tombesi farinelli bocofirma accordo 2matteo bartolinimuratorinadotti cecchinipiera pandolfi 1

 

Perugia, 27 febbraio 2018

Presentazione di “L’Ateneo al Centro”, tante le novità musicali, culturali e ricreative - Martedì 5 marzo, ore 11, Residenza Universitaria “Nuova Monteluce”

 

Il 12, 13 e 14 aprile 2019 torna a Perugia "L' Ateneo al Centro", l'ormai classica occasione di orientamento organizzata dall’Università degli Studi, rivolta agli studenti delle ultime classi delle scuole superiori.

L’iniziativa verrà presentata, in conferenza stampa, martedì 5 marzo 2019, alle ore 11, nella Residenza Universitaria “Nuova Monteluce” (Padiglione D), in via del Giochetto, 25.

All’incontro con i giornalisti interverranno il Magnifico Rettore Franco Moriconi, Andrea Romizi, sindaco di Perugia, Antonio Bartolini, assessore della Regione Umbria, la professoressa Anna Martellotti, delegata del Rettore per l’Orientamento, Dramane Diego Waguè, assessore del Comune di Perugia, i rappresentanti di Adisu, Umbria Jazz, Eurochocolate.

Saranno illustrate le peculiarità della tre giorni, che presenterà delle novità rispetto al passato.

Oltre alla tradizionale offerta informativa erogata ai desk disciplinari (quest'anno ospitati negli spazi della Sala Cannoniera della Rocca Paolina) e all'intenso programma di seminari di approfondimento, tutti tenuti nelle aule dei Palazzi storici di Unipg (Palazzo Manzoni e Palazzo Florenzi), il programma di “L’Ateneo al Centro” quest'anno si arricchisce di eventi musicali, animazioni serali, momenti culturali e ricreativi; sono destinati ad offrire ai visitatori provenienti da fuori Perugia un'occasione preziosa per "assaggiare" la vita e la vivacità quotidiana di una città universitaria.

Perugia, 27 febbraio 2019 

 Domani, giovedì 28 febbraio, incontro a Palazzo Donini su “Populismi, nuove forme di partecipazione, governo dell’economia”

Il Dipartimento di Scienze Politiche di Perugia ha organizzato una tavola rotonda per discutere di populismo e dintorni, con un occhio attento ai rapporti con la democrazia e alle nuove forme di partecipazione politica, alla riorganizzazione dei sistemi democratici e al governo mondiale dell’economia. Si svolgerà domani giovedì 28 febbraio 2018, alle 17, a Perugia, nel Salone d’onore di Palazzo Donini, sede della Giunta regionale dell’Umbria.

L’obiettivo dell’incontro “Populismi, nuove forme di partecipazione, governo dell’economia” è quello di riunire, in un unico tavolo, studiosi di fama nazionale e internazionale per cercare di leggere “a più voci” i processi di trasformazione politica contemporanea, che in questa fase storica condizionano le scelte e gli stili di vita di milioni di cittadini italiani ed europei.

Tra gli ospiti, Marc Lazar, storico e sociologo di fama internazionale, Gaetano Azzariti, noto costituzionalista italiano, Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi.

I relatori, preceduti dagli interventi di Ambrogio Santambrogio e Alessandra Pioggia, discuteranno di questi temi con Alessandro Campi e Roberto Segatori.

I lavori del convegno saranno coordinati da Marco Damiani, ricercatore dell’Università di Perugia.

L’appuntamento è aperto al pubblico.

Perugia, 26 febbraio 2019

La riproduzione dei bovini, ne parlano, a “L’Uovo di Colombo” il professor Maurizio Monaci e la dottoressa  Martina Crociati - Giovedì 28 febbraio 2019, ore 19.05, su Umbria Radio

Il professor Maurizio Monaci e la dottoressa Martina Crociati saranno ospiti del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia: illustreranno le loro attività nell’ambito della riproduzione dei bovini e le relative implicazioni anche di natura economica.

La trasmissione andrà in onda domani, giovedì 28 febbraio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Monaci, docente di Clinica ostetrica e ginecologica del Dipartimento di Medicina veterinaria e la dottoressa Crociati, assegnista di ricerca, racconteranno di alcuni filoni di ricerca attualmente in corso, in particolare delle indagini sulle caratteristiche andrologiche dei torelli delle razze italiane da carne, realizzato in collaborazione con l’Associazione Nazionale Allevatori Bovini Italiani da Carne; di Smart farm, ovvero di un apparecchio inventato al fine di monitorare il parto delle bovine, realizzato grazie all’uso di tecnologie GSM, e, infine, degli studi sul metabolismo della fertilità bovina.

 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 2 marzo 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

monaci e crociati

Perugia, 26 febbraio 2019

Nocciola Tonda Francescana:  firma e presentazione dell’accordo per la sperimentazione industriale - Mercoledì 27 febbraio, ore 12, Aula Magna del Complesso Monumentale di San Pietro  

Sostenere la creazione di una filiera agroindustriale indirizzata a valorizzare la produzione della nocciola della varietà “Tonda Francescana” nella regione Umbria per creare le basi, attraverso un percorso di analisi e sperimentazione, di una futura partnership con la PERUGINA.

È l’obiettivo dell’accordo che sarà sottoscritto e presentato in occasione della conferenza stampa in programma domani mercoledì 27 febbraio 2019, alle ore 12, a Perugia, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali, nel Complesso Monumentale di San Pietro.

Promotori e firmatari dell’accordo sono: Università degli Studi di Perugia, Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia, Nestlé Italiana S.p.A., Confindustria Umbria, CIA Agricoltori Italiani dell’Umbria, Confagricoltura Umbria, Coldiretti Umbria, l’organizzazione di produttori Cerere Soc.Coop., e la società di prima trasformazione V.  Besana S.p.A.

Ciascuno dei partner coinvolti svolgerà un ruolo decisivo per arrivare alla produzione di una quantità di nocciole tale da consentire a Nestlé una sperimentazione industriale nella produzione del Bacio.

Alla conferenza stampa parteciperanno: Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Francesco Panella, Vice Presidente della Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia, Marco Muratori di Nestlé Italiana S.p.A, Antonio Alunni, Presidente di Confindustria Umbria, Matteo Bartolini, Presidente CIA Agricoltori Italiani dell’Umbria, Anna Ciri, Vice Presidente Confagricoltura Umbria, Albano Agabiti, Presidente Coldiretti Umbria, Riccardo Calcagni Presidente di Cerere Soc.Coop e Giuseppe Calcagni Presidente di V.  Besana S.p.A.

Perugia, 26 febbraio 2019

A Foligno “L'Ateneo incontra le future matricole” - Giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Venerdì 1 marzo 2019, Centro Studi Città di Foligno, ore 9

Sesto appuntamento della serie “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri.

Si terrà domani, Venerdì 1 marzo 2019, alle ore 9, a Foligno, al Centro Studi Città di Foligno.

Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020.

Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

 

Perugia, 25 febbraio 2019

Ottanta i partecipanti alla nona edizione della Scuola di Paleoantropologia aperta dal Rettore Moriconi, offre la possibilità di svolgere ricerche in Tanzania

Il Rettore Franco Moriconi, questa mattina, nell’Aula 8 di Palazzo Murena, ha portato il saluto dell’Ateneo ai partecipanti alla nona edizione della Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia. Il benvenuto, l’augurio di un proficuo lavoro e anche la soddisfazione per un’iniziativa di prestigio, apprezzata e con valenza internazionale sono stati espressi dal professor Moriconi che ha evidenziato anche l’impegno degli organizzatori, il Dipartimento di Fisica e Geologia e il Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici (Cams).

Intervenuti alle cerimonia inaugurale anche la professoressa Cristina Galassi, direttrice del Cams, il professor Massimiliano Barchi, direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia, il consigliere comunale di Perugia Franco Ivan Nucciarelli che ha portato il saluto della città e dell’amministrazione municipale.

“Quest’anno la Scuola, che si concluderà sabato 2 marzo, ha fatto registrare il record di partecipanti tra studenti universitari, insegnanti e semplici appassionati – ha detto il dottor Marco Cherin (Università di Perugia) -: abbiamo raggiunto gli 80 iscritti rispetto a un trend di una cinquantina nelle edizioni precedenti. Complice del successo anche l’intrigante tema del livello avanzato della Scuola, quest’anno dedicato ai Neanderthal”, ha concluso Cherin, direttore della scuola e componente del comitato organizzatore insieme a Roberto Rettori (Università di Perugia), Angelo Barili e Sergio Gentili (Galleria di Storia Naturale, UniPG).

Anche quest’anno gli iscritti alla Sessione Teorica potranno essere selezionati per le attività di ricerca della Scuola nella Gola di Olduvai, in Tanzania, uno dei siti paleoantropologici più importanti del mondo.

Ha fatto seguito, introdotta dal professor Jacopo Moggi Cecchi (Università di Firenze), la conferenza di apertura tenuta dal professor Stefano Benazzi (Università di Bologna) sul tema “Paleoantropologia virtuale: il contributo dei metodi digitali allo studio dell’evoluzione umana”.

Accanto al corpo docente stabile della Scuola, composto da docenti provenienti da otto diversi atenei italiani, giungeranno a Perugia anche ospiti d’eccezione, come Silvana Condemi (Aix-Marseille Université), esperta di Neanderthal e autrice, tra l’altro, di opere divulgative di grande successo come “Mio caro Neanderthal”.

A chiudere la Scuola, sabato 2 marzo, presso la Galleria di Storia Naturale dell’Università di Perugia a Casalina, i gemelli olandesi Kennis & Kennis, artisti incredibili esperti in ricostruzioni di ominidi a grandezza naturale, esposte nei più importanti musei del mondo. 

 

Comitato Organizzatore: Marco Cherin e Roberto Rettori (Università di Perugia), Angelo Barili e Sergio Gentili (Galleria di Storia Naturale, UniPG).

Con la collaborazione di Valerio Gennari (Università di Perugia), Mirko Lombardi (Brescia), Alessandro Mancini (Università di Perugia), Giulia Margaritelli (Università di Perugia). Comitato Scientifico Angelo Barili (Galleria di Storia Naturale, UniPG), Giovanni Boschian (Università di Pisa), Marco Cherin (Università di Perugia), Maria Cristina De Angelis (Archeologa), Giacomo Giacobini (Università di Torino), Fidelis Taliwawa Masao (University Of Dar Es Salaam, Tanzania), Giorgio Manzi (Sapienza Università di Roma), Jacopo Moggi Cecchi (Università Di Firenze), Olga Rickards (Università di Roma Tor Vergata).

 

da sx nucciarelli barchi galassi 1

marco cherin 2

da sx nucciarelli barchi galassi 2marco cherinscuola

Perugia, 25 febbraio 2019

“Populismi, nuove forme di partecipazione, governo dell’economica”, incontro a Palazzo Donini - giovedì 28 febbraio 2018

Il Dipartimento di Scienze Politiche di Perugia ha organizzato una tavola rotonda per discutere di populismo e dintorni, con un occhio attento ai rapporti con la democrazia e alle nuove forme di partecipazione politica, alla riorganizzazione dei sistemi democratici e al governo mondiale dell’economia. Si svolgerà giovedì 28 febbraio 2018, alle 17, a Perugia, nel Salone d’onore di Palazzo Donini, sede della Giunta regionale dell’Umbria.

L’obiettivo dell’incontro “Populismi, nuove forme di partecipazione, governo dell’economica” è quello di riunire, in un unico tavolo, studiosi di fama nazionale e internazionale per cercare di leggere “a più voci” i processi di trasformazione politica contemporanea, che in questa fase storica condizionano le scelte e gli stili di vita di milioni di cittadini italiani ed europei.

Tra gli ospiti, Marc Lazar, storico e sociologo di fama internazionale, Gaetano Azzariti, noto costituzionalista italiano, Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi.

I relatori, preceduti dagli interventi di Ambrogio Santambrogio e Alessandra Pioggia, discuteranno di questi temi con Alessandro Campi e Roberto Segatori.

I lavori del convegno saranno coordinati da Marco Damiani, ricercatore dell’Università di Perugia.

L’appuntamento è aperto al pubblico.

Perugia, 25 febbraio 2019

Domani, a Scienze Politiche, il primo dei due incontri con il professor Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi - Martedì 26 e mercoledì 27 febbraio 2019

Il professor Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi, sarà a Perugia in qualità di Research Scholar, ospite del Dipartimento di Scienze Politiche.

Domani, martedì 26 febbraio 2019, dalle 16.30 alle 18.30 nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche, si terrà una conferenza dal titolo “Sulla crisi in Europa: l’economia è una scienza inutile?”. Insieme a Francesco Saraceno, parteciperanno Marco Damiani, Marcello Signorelli e Paolo Polinori tutti dell’Università di Perugia.

Mercoledì 27 febbraio, dalle 10.30 alle 12.30, nell’Aula 303 del Dipartimento di Scienze Politiche, si terrà una conferenza dal titolo “Diseguaglianze e ricadute economiche”.

Insieme al professor Saraceno, interverranno Marco Damiani, Paolo Polinori, Amedeo Argentiero (Università di Perugia) e Paolo Liberati (Università di Roma Tre).

Perugia, 25 febbraio 2019

A Spoleto “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Martedì 26 febbraio 2019, Hotel Albornoz, ore 9

Sesto appuntamento della serie “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri.

Si terrà domani, martedì 26 febbraio 2019, alle ore 9, a Spoleto, all’Hotel Albornoz.

Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020.

Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

 

Perugia, 22 febbraio 2019

Al via la nona edizione della Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia, il corso sull’evoluzione umana raggiunge numeri da record

La nona edizione della Scuola di Paleoantropologia dell’Università di Perugia, in programma dal 25 febbraio al 2 marzo 2019, ha fatto registrare un record di affluenza. Quasi ottanta i partecipanti, tra studenti universitari, insegnanti e semplici appassionati, che si ritroveranno a Perugia per partecipare alla scuola, organizzata dal Dipartimento di Fisica e Geologia (sede dell’iniziativa) e dal Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici, e immergersi nella “scienza delle nostre origini”.

Complice del successo di quest'edizione anche l’intrigante tema del livello avanzato della Scuola, quest’anno dedicato ai Neanderthal.

Accanto al corpo docente stabile della Scuola, composto da docenti provenienti da otto diversi atenei italiani, giungeranno a Perugia anche ospiti d’eccezione, come Silvana Condemi (Aix-Marseille Université), esperta di Neanderthal e autrice, tra l’altro, di opere divulgative di grande successo come “Mio caro Neanderthal”.

A chiudere la Scuola il 2 marzo presso la Galleria di Storia Naturale dell’Università di Perugia a Casalina, i gemelli olandesi Kennis & Kennis, artisti incredibili esperti in ricostruzioni di ominidi a grandezza naturale, esposte nei più importanti musei del mondo. 

“Nel 1897 il pittore Paul Gauguin realizza l’opera ‘Da dove veniamo? Cosa siamo? Dove andiamo?’; domande, queste, che accendono e stimolano la curiosità umana da secoli, affrontate da filosofi, antropologi, teologi e altri pensatori – spiega il dottor Marco Cherin, del comitato organizzatore -. La Paleoantropologia, o Paleontologia Umana, cerca di rispondere a queste domande usando i principi del metodo scientifico e i meccanismi dell’evoluzione biologica. Che l’origine della nostra specie sia avvenuta in Africa e che quindi tutti, in un certo senso, siamo ‘africani’, è ormai un dato scientificamente inoppugnabile. Eppure sono moltissime le domande aperte che i paleoantropologi ancora si pongono. Molti dei nostri antichi antenati sono conosciuti solo attraverso pochissimi reperti e l’albero evolutivo del nostro gruppo, gli ominidi, è ben lungi dall’essere completato. Nuovi, straordinari fossili vengono scoperti ogni anno, nuove specie vengono istituite e sempre più ci si rende conto di quanto quest’albero sia ramificato e intricato”.

 

Perugia, 22 febbraio 2019

Premio Asimov con gli studenti degli Scientifici di Foligno, Terni, Todi e Perugia, coordina la professoressa Claudia Cecchi dell’Ateneo di Perugia

Al via la quarta edizione del Premio Asimov, nato per avvicinare il mondo della scienza e quello della scuola. Ideato dal fisico Francesco Vissani che ne è anche il coordinatore, istituito grazie alla collaborazione tra il Gran Sasso Science Institute (GSSI) e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), il riconoscimento si avvale di una giuria composta da migliaia di studenti e studentesse di scuola superiore, che sceglierà il miglior libro di cultura o divulgazione scientifica pubblicato negli ultimi due anni in Italia.

Il progetto, in Umbria, è coordinato dalla professoressa Claudia Cecchi del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia e associata alla Sezione INFN di Perugia. Le scuole partecipanti della regione sono i Licei Scientifici ‘Marconi’ di Foligno, ‘Donatelli’ di Terni, ‘Jacopone da Todi’ di Todi, ‘Alessi’ e ‘Galilei’ di Perugia.

Il Premio Asimov è, infatti, un'iniziativa multi-sede. Gli undici centri regionali di coordinamento scientifico - Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria – operano insieme per il successo dell'iniziativa, collaborando con 100 scuole superiori di tutta Italia. La commissione scientifica del riconoscimento si compone di 250 membri, per metà docenti di scuola superiore e per metà professori universitari, ricercatori, studenti di dottorato, giornalisti, scrittori, rappresentanti del mondo della cultura.

Le sette opere finaliste selezionate quest'anno dalla commissione scientifica sono: Guido Barbujani - Andrea Brunelli, Il giro del mondo in sei milioni di anni, Il Mulino; James Gleick, Viaggi nel tempo, Codice; Jerry Kaplan, Intelligenza artificiale. Guida al futuro prossimo, Luiss Edizioni; Lamberto Maffei, Elogio della parola, Il Mulino; Giorgio Manzi, Ultime notizie sull'evoluzione umana, Il Mulino; Guido Saracco, Chimica verde 2.0, Zanichelli; Sara Sesti & Liliana Moro, Scienziate nel tempo. 100 biografie, Ledizioni. 

Gli studenti e le studentesse interessati a partecipare alla giuria leggeranno uno o più libri finalisti, li valuteranno e li voteranno, e prepareranno una o più recensioni. Le recensioni saranno lette e valutate dalla commissione scientifica e le migliori di esse saranno a loro volta premiate. Gli enti organizzatori certificheranno le recensioni valide, e sarà facoltà delle scuole riconoscere ai giurati un eventuale percorso di alternanza scuola lavoro e crediti formativi.

Il 13 aprile 2019, in ciascuna sede regionale, i libri in lizza saranno presentati al pubblico, dagli autori delle migliori recensioni. Subito dopo, in contemporanea tra le undici sedi, verrà annunciato il libro vincitore della quarta edizione del Premio Asimov per il 2019.

Enti organizzatori e patrocinatori: Associazione Nazionale Librai (ALI), Sezioni INFN di Bologna, Napoli, Pisa e Roma, Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell'Università di Bologna, Università di Napoli Federico II, Institute of Applied Sciences and Intelligent Systems (ISASI-CNR).

Per maggiori informazioni   https://asimov.gssi.it

 

Perugia, 22 febbraio 2019

Due incontri, a Scienze Politiche, con il professor Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi - Martedì 26 e mercoledì 27 febbraio 2019

Il professor Francesco Saraceno, economista della Sciences Po di Parigi, sarà a Perugia in qualità di Research Scholar, ospite del Dipartimento di Scienze Politiche.

Martedì 26 febbraio 2019, dalle 16.30 alle 18.30 nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Politiche, si terrà una conferenza dal titolo “Sulla crisi in Europa: l’economia è una scienza inutile?”. Insieme a Francesco Saraceno, parteciperanno Marco Damiani, Marcello Signorelli e Paolo Polinori tutti dell’Università di Perugia.

Mercoledì 27 febbraio, dalle 10.30 alle 12.30, nell’Aula 303 del Dipartimento di Scienze Politiche, si terrà una conferenza dal titolo “Diseguaglianze e ricadute economiche”.

Insieme al professor Saraceno, interverranno Marco Damiani, Paolo Polinori, Amedeo Argentiero (Università di Perugia) e Paolo Liberati (Università di Roma Tre).

 

Perugia, 21 febbraio 2019

Accordo tra Belle Arti e Anatomia Umana del Dipartimento di Chirurgia: seminari, scambi culturali e mostre per un nuovo approccio alle forme del corpo umano 

Firmato un protocollo d’intesa tra l'Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia e la sezione di Anatomia Umana del Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche dell’Università degli Studi di Perugia per far dialogare arte e scienze morfologiche in modo da ampliare le conoscenze degli studenti.

“Con questo accordo – evidenzia il professor Emidio De Albentiis, direttore dell'Accademia - si rinnova la collaborazione tra la 'Vannucci' e l'Università degli Studi di Perugia, stavolta attraverso un dialogo che porta a rafforzare e ampliare un percorso già intrapreso lo scorso anno dalle due istituzioni attraverso iniziative comuni nel campo della ricerca, della formazione, della didattica, della comunicazione, dei rapporti internazionali e dell’innovazione tecnologica”.

"Come Direttore del Dipartimento di Scienze Chirurgiche, cui afferisce la sezione di Anatomia Umana diretta dal professor Mario Rende – aggiunge il professor Mauro Bacci -, non posso che esprimere compiacimento per questa collaborazione con l'Accademia di Belle Arti, collaborazione che, ben conoscendo le grandi qualità scientifico/didattiche del professor Rende, non potrà che essere proficua e produttiva di future iniziative di sicuro interesse artistico e scientifico".

Una sinergia didattico-scientifica, quindi, fra la Cattedra di Anatomia Artistica dell'Accademia, di cui è titolare il professor Luciano Tittarelli, e quella di Anatomia Umana presso il Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia tenuta dal professor Mario Rende.

Tra le forme didattiche privilegiate si prevede di attivare: seminari artistico-culturali con specialisti di vari settori; incontri con relatori esterni, ricercatori e storici dell'Arte; scambi culturali; organizzazione di mostre su temi artistici e anatomici.

Il primo seminario si terrà a marzo nella Biblioteca storica dell’Accademia e ruoterà intorno al titolo “L'anatomia della mano e la percezione del segno artistico nei neuroni/specchio. Cosa ci porta a provare piacere o repulsione nel vedere le opere d'arte?”.

 Un connubio ricreato non a caso: fin dal 1812, nel Teatro Anatomico – appositamente realizzato (ma ora non più esistente) nella sede universitaria di Monte Morcino Vecchio (ex convento dei Monaci Olivetani) – sono confluite anche opere, gessi e dipinti trasferiti dall’attigua Accademia del Disegno (attuale Accademia di Belle Arti), sita allora nella stessa sede, insieme alla raccolta degli strumenti scientifici dell'Ospedale e della stessa Università.

Perugia, 21 febbraio 2019

In corso il master in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, per i partecipanti anche stage formativi in aziendaer i partecipanti anche stage formativi in azienda 

Al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche ha preso il via XII edizione del master di II livello in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, coordinato dalla professoressa Luana Perioli. Dopo la presentazione del corso, il direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche professoressa Violetta Cecchetti ha portato il suo saluto ai nuovi studenti di master, unitamente all’augurio di buon lavoro.

Il master, pensato soprattutto per laureati in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche (CTF), in Farmacia e in Biotecnologie farmaceutiche accompagna i laureati dall’accademia al mondo tecnologico e regolatorio del settore farmaceutico in tutte le fasi: dalla ricerca allo sviluppo di prodotto fino all’immissione in commercio, con particolare attenzione per gli aspetti regolatori e della qualità.

In questo percorso è molto importante coordinare gli aspetti tecnologici e quelli regolatori in modo da fornire allo studente di master una crescita equilibrata verso il mondo degli organismi di controllo e dell’industria, non solo farmaceutica ma di tutti i prodotti per la salute come dispositivi medici, integratori, nutraceutici.

Oltre alle lezioni in aula, che si tengono presso il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, in collaborazione con l’Associazione Farmaceutici Industria (AFI), gli studenti di master seguiranno anche un percorso di stage formativo presso enti regolatori o in aziende farmaceutiche o dell’indotto.

“Il master, grazie ai contenuti proposti e alla formazione che garantisce, fortemente spendibile nel mondo del lavoro, è stato negli anni sempre più apprezzato – spiega la professoressa Perioli -. Anche quest’anno quindi, a fronte delle numerose domande di partecipazione pervenute, è stata necessaria una forte selezione che ha portato all’individuazione dei dieci candidati ammessi”.

master farmacia

Perugia, 21 febbraio 2019

Domani a Città di Castello “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Venerdì 22 febbraio 2019, Logge di Palazzo Bufalini, ore 9

Quinto appuntamento della serie “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020.

Si terrà domani, venerdì 22 febbraio 2019, alle ore 9, a Città di Castello, negli spazi delle Logge di Palazzo Bufalini.

Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

 

Perugia, 20 febbraio 2019

Il professor Moretti, a “L’Uovo di Colombo”, illustra gli effetti del cioccolato e del the verde contro le malattie cardiovascolari e il tumore al seno - Giovedì 21 febbraio 2019, ore 19.05, su Umbria Radio

Il professor Massimo Moretti sarà ospite del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia, spiegherà gli effetti benefici per la salute di cioccolato e the verde. La trasmissione andrà in onda domani, giovedì 21 febbraio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Moretti, che è docente Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e coordinatore scientifico della Sezione di Scienze Biochimiche e della Salute, illustrerà gli esiti di una ricerca che ha analizzato tutti gli articoli scientifici pubblicati su cioccolato e the verde e i loro effetti nel contrasto ad alcune patologie: il cioccolato per malattie cardiovascolari e il the verde per il tumore al seno.

Parlerà, inoltre, del Progetto MAPEC che analizza le conseguenze dell’inquinamento atmosferico sui bambini di scuola elementare.

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 23 febbraio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

 massimo moretti

Perugia, 20 febbraio 2019

A Città di Castello “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Venerdì 22 febbraio 2019, Logge Bufalini, ore 9

Quinto appuntamento della serie “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020.

Si terrà venerdì 22 febbraio 2019, alle ore 9, a Città di Castello, alle Logge Bufalini.

Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

 

Perugia, 18 febbraio 2019

Da domani il ciclo di lezioni di Nando Dalla Chiesa su “La mafia oggi”, sarà anche presentato il libro di Raffaele Cantone ed Enrico Carloni

Il Dipartimento di Scienze Politiche inaugura domani con Nando Dalla Chiesa il progetto di Research Scholar che arricchirà le già numerose occasioni di formazione offerte dai suoi corsi. L’iniziativa prevede l'invito, nel corso dell'anno, di prestigiosi studiosi italiani e stranieri che terranno cicli di lezioni e seminari a Scienze Politiche.

Nando Dalla Chiesa terrà un ciclo di lezioni, dal titolo “La mafia oggi” nell'ambito dell'insegnamento di Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi della professoressa Alessandra Pioggia. Alle lezioni, in accordo con il Procuratore Generale della Repubblica di Perugia, Dott. Fausto Cardella, sono invitati a partecipare anche i magistrati e le forze dell'Ordine impegnati sul fronte dell'antimafia.

Il primo appuntamento è in programma domani, martedì 19 febbraio 2019, alle ore 10.30 nell’ Aula 304 del Dipartimento di Scienze Politiche.

Alle ore 16, in Aula 1 del Dipartimento, Nando Dalla Chiesa presenterà anche il recente libro di Raffaele Cantone ed Enrico Carloni “ Corruzione anticorruzione. Dieci lezioni (Feltrinelli, 2018)” alla presenza degli autori.

Gli incontri di “La mafia oggi” si concluderanno giovedì 21 febbraio alle ore 15.30 sempre in aula 1, con un seminario organizzato insieme a Libera Umbria per parlare con Dalla Chiesa dell'esperienza di chi lotta quotidianamente contro le Mafie. A quest'ultimo appuntamento parteciperanno anche l'imprenditore Rocco Mangiardi, il giornalista Michele Albanese e il Procuratore Generale Fausto Cardella.

 

______________________

 

Nando Dalla Chiesa, professore di Sociologia dei Processi Economici e del Lavoro all'Università di Milano e Presidente Onorario di Libera (l'associazione contro le mafie fondata da don Luigi Ciotti), è uno dei massimi esperti nazionali di Mafia e la sua presenza a Scienze Politiche rappresenta l'occasione per dedicare una intera settimana al tema della legalità, al centro del progetto che ha reso il Dipartimento una struttura di eccellenza a livello nazionale.

Perugia, 18 febbraio 2019

A Castiglione del Lago “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori Mercoledì 20 febbraio 2019, Istituto Omnicomprensivo Rosselli - Rasetti, ore 9

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Mercoledì 20 febbraio 2019 sarà la volta di Castiglione del Lago: l’appuntamento è per le ore 9, all’Istituto Omnicomprensivo Rosselli – Rasetti (nuova sede).

Perugia, 15 febbraio 2019

Ciclo di lezioni di Nando Dalla Chiesa a Scienze Politiche  su “La mafia oggi” - Martedì 19 febbraio 2019, interverranno Raffaele Cantone ed Enrico Carloni

Il Dipartimento di Scienze Politiche inaugura con Nando Dalla Chiesa il progetto di Research Scholar che arricchirà le già numerose occasioni di formazione offerte dai suoi corsi. L’iniziativa prevede l'invito, nel corso dell'anno, di prestigiosi studiosi italiani e stranieri che terranno cicli di lezioni e seminari a Scienze Politiche.

Nando Dalla Chiesa terrà un ciclo di lezioni, dal tiolo “La mafia oggi” nell'ambito dell'insegnamento di Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi della professoressa Alessandra Pioggia. Alle lezioni, in accordo con il Procuratore Generale della Repubblica di Perugia, Dott. Fausto Cardella, sono invitati a partecipare anche i magistrati e le forze dell'Ordine impegnati sul fronte dell'antimafia.

Nel corso del primo appuntamento, martedì  19 febbraio 2019, alle ore 16, in aula 1 del Dipartimento, Nando Dalla Chiesa presenterà anche il recente libro di Raffaele Cantone ed Enrico Carloni “ Corruzione anticorruzione. Dieci lezioni (Feltrinelli, 2018)” alla presenza di entrambi gli autori.

Gli incontri si concluderanno giovedì 21 febbraio alle ore 15.30 sempre in aula 1, con un seminario organizzato insieme a Libera Umbria per parlare con Dalla Chiesa dell'esperienza di chi lotta quotidianamente contro le Mafie. A quest'ultimo incontro parteciperanno anche l'imprenditore Rocco Mangiardi, il giornalista Michele Albanese e il Procuratore Generale Fausto Cardella.

Nando Dalla Chiesa, professore di Sociologia dei Processi Economici e del Lavoro all'Università di Milano e Presidente Onorario di Libera (l'associazione contro le mafie fondata da don Luigi Ciotti), è uno dei massimi esperti nazionali di Mafia e la sua presenza a Scienze Politiche rappresenta l'occasione per dedicare una intera settimana al tema della legalità, al centro del progetto che ha reso il Dipartimento una struttura di eccellenza a livello nazionale.

Perugia, 15 febbraio 2019

Domani l’inaugurazione della mostra “Terra di Giordania” al Museo archeologico nazionale dell'Umbria

La mostra “Terra di Giordania: il contributo italiano alla ricerca archeologica” sarà inaugurata domani, sabato 16 febbraio 2019, alle ore 16.30, al Museo archeologico nazionale dell'Umbria di Perugia (in piazza Giordano Bruno, 10).

Interverranno alla cerimonia Luana Cenciaioli, direttrice del Museo archeologico nazionale dell'Umbria, Mario Tosti, direttore del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e civiltà antiche e moderne dell'Università di Perugia e docente di Storia moderna; gli studiosi Andrea Polcaro (Università degli Studi di Perugia e Michele Nucciotti (Università degli Studi di Firenze), curatori della mostra; Lorenzo Nigro (Università La Sapienza di Roma), Giovanni de Palma e Giorgio Sobrà (Istituto superiore per la conservazione e il restauro–Mibac).

A conclusione, saranno offerti "assaggi di antichità" a cura di Archeofood - il senso del gusto per la storia.

L’esposizione, che rimarrà aperta sino a martedì 12 marzo 2019, è patrocinata dall’Ambasciata d’Italia ad Amman, dal Dipartimento delle Antichità di Giordania, dall’UNESCO, dall’Università dei sapori, è stata organizzata, in collaborazione con il Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e civiltà antiche e moderne dell'Università di Perugia, dal Consorzio archeologico italiano in Giordania.

La mostra, esposta precedentemente all’Università di Firenze in occasione del 14° congresso internazionale sull’archeologia di Giordania, è stata concepita per dare grande visibilità alle attività di ricerca archeologiche italiane in Giordania finanziate dal Ministero degli affari esteri e dalla Cooperazione internazionale.

L’arco cronologico delle ricerche presentate offre al pubblico la possibilità di apprezzare nella sua estensione la ricchissima storia della Giordania e delle culture succedutesi, dall’origine della civiltà urbana fino alle grandi espressioni artistiche di epoca classica e medievale. Per ogni missione archeologica partecipante, è previsto un pannello che evidenzia i risultati scientifici e l’esposizione di uno o due oggetti. Non si tratta di manufatti originali, ma di copie in 3D, stampate in PLA (una tipologia di materiale molto versatile e completamente ecosostenibile), ABS (con proprietà meccaniche superiori) e altri materiali miscelati per simulare le caratteristiche di metallo, pietra o ceramica. Le copie così realizzate sono state in seguito lavorate con tecniche diverse, dalle resine agli agglomerati, fino alla pittura di superficie, per essere identiche agli originali.

Perugia, 15 febbraio 2019

A Castiglione del Lago “L'Ateneo incontra le future matricole” - Giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Giovedì 20 febbraio 2019, Istituto Omnicomprensivo Rosselli - Rasetti, ore 9

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Mercoledì 20 febbraio 2019 sarà la volta di Castiglione del Lago: l’appuntamento è per le ore 9, all’Istituto Omnicomprensivo Rosselli – Rasetti (nuova sede).

Perugia, 14 febbraio 2019

ELEZIONI DEL RETTORE DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PERUGIA PER IL SESSENNIO 2019/2020- 2024/2025

Si comunica che, con decreto del Decano in data 12 febbraio 2019, sono state indette le votazioni per l’elezione del Rettore dell’Università degli Studi di Perugia per il sessennio accademico 2019/2020 – 2024/2025.

Le votazioni si terranno secondo il seguente calendario:

- mercoledì 8 maggio 2019 - prima votazione;

- giovedì 16 maggio 2019 - eventuale seconda votazione;

- giovedì 23 maggio 2019 - eventuale turno di ballottaggio.

Le candidature, indirizzate al Decano, corredate da un dettagliato curriculum scientifico, didattico e professionale, da un programma articolato sul tipo di gestione e sugli obiettivi e le strategie che il candidato si propone di realizzare per lo sviluppo dell’offerta formativa, della ricerca scientifica e del trasferimento dei suoi risultati ai fini dell’accreditamento dell’Ateneo in campo internazionale, devono essere depositate, a pena di inammissibilità, al Protocollo dell’Università degli Studi di Perugia entro le ore 12:00 del 21 marzo 2019.

Il suddetto decreto, contenente tutte le disposizioni elettorali, è consultabile all’albo pretorio on-line dell’Università degli Studi di Perugia alla sezione “altri avvisi ed atti”, nonché sul sito web di Ateneo alla seguente pagina: https://www.unipg.it/ateneo/procedure-elettorali

Il Decano dell’Ateneo

F.to Prof. Vito Peduto

Perugia, 14 febbraio 2019

Presentazione del Master in Management dello sport e delle attività motorie, incontro a Terni - venerdì 15 febbraio 2019, ore 11.30

Si svolgerà a Terni domani, venerdì 15 febbraio 2019, alle ore 11.30, al Centro Sportivo Piscine dello Stadio, i “Master Day” per la promozione del Master interdipartimentale di primo livello in “Management dello sport e delle attività motorie”, attivato dal Dipartimento di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia.

All’incontro interverranno, la professoressa Leonella Pasqualini, Associato di Metodi e didattiche delle attività motorie, referente del Master,  Maurizio Frasconi, direttore generale Stadium piscine dello stadio; Giovanni Zazzerini, docente a contratto di Marketing, Giuseppe Fatati,  diabetologo, presidente Italian Obesity Network, Mauro Esposito, coordinatore regionale Educazione fisica e sportiva – Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, Elena Proietti, assessore allo sport del Comune di Terni, che è candidata a Città europea dello sport 2021.

Il Master formerà professionisti esperti nei vari ambiti dello sport: dal marketing alla comunicazione, dall’economia alla gestione degli eventi, fino all’impiantistica: palazzetti, palestre delle salute e campi gioco; risponde a una forte necessità di managerializzazione nell’ambito dello sport e delle attività motorie.

Oltre all’ organizzazione e gestione dei servizi per lo sport, i professionisti così formati avranno competenze specifiche relativamente alle attività motorie, anche in ambito scolastico, alle palestre della salute, recentemente istituite dalla legge Regionale Umbra per lo sport e il  turismo sportivo.

 

Le iscrizioni termineranno il 28 febbraio 2019.

Perugia, 14 febbraio 2019

Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici,  le domande entro l’11 marzo 2019, ha sede a Gubbio

Sono aperti i termini per la presentazione delle domande di ammissione alla “Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici”, anno accademico 2018/2019. Potranno essere ammessi un numero massimo di 20 candidati, previo espletamento di un concorso per titoli e prova d’esame. La Scuola avrà sede a Gubbio, nell’ ex-complesso di Santo Spirito, in piazza Arturo Frondizi, n. 17.

La Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dell’Università degli Studi di Perugia ha durata biennale e si propone di formare specialisti con uno specifico profilo professionale nel settore della tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio storico-artistico.

Al concorso sono ammessi coloro che alla data di scadenza per la presentazione delle domande, fissata al 11 marzo 2019, siano in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

- Laurea specialistica classe 95/S – Storia dell’arte.

- Laurea magistrale LM-89 – Storia dell’arte.

- Laurea magistrale interclasse in Archeologia e Storia dell’Arte limitatamente al curriculum Storia dell’Arte (classe LM – 89).

Sono altresì ammessi al concorso coloro che siano in possesso di una laurea quadriennale del vecchio ordinamento equiparata ai sensi del Decreto Interministeriale 9 luglio 2009, ovvero i laureati in: Conservazione dei Beni Culturali; Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo; Lettere, Lingue e civiltà orientali; Storia e conservazione dei beni culturali.

Il bando e la relativa modulistica sono consultabili e scaricabili al sito web dell’Ateneo all’indirizzo http://www.unipg.it alle voci: Ateneo - concorsi – altri - accesso corsi numero programmato - scuole di specializzazione – scuola di specializzazione in Beni Storico Artistici.

 

Perugia, 13 febbraio 2019

Domani, a Orvieto, “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori

 

Giovedì 14 febbraio 2019, Centro Studi Città di Orvieto, ore 8.30

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Domani, giovedì 14 febbraio 2019 sarà la volta di Orvieto: l’appuntamento è per le ore 8.30, al Centro Studi Città di Orvieto.

Perugia, 13 febbraio 2019

Domani al via il IV Convegno Interdipartimentale dell’Ateneo “Gestire l’emergenza. Il contributo della ricerca interdisciplinare” - Giovedì 14 - venerdì 15 febbraio, Aula Magna del Polo di Ingegneria

 

Nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria giovedì 14 e venerdì 15 febbraio 2019 si svolgerà il IV convegno interdipartimentale dell’Università degli Studi di Perugia sul tema “Gestire l’emergenza. Il contributo della ricerca interdisciplinare”.

E’ promosso dal Dipartimento di Ingegneria, in collaborazione con i Dipartimenti di Fisica e Geologia, Medicina, Scienze Politiche, Filosofia Scienze Sociali Umane e della Formazione.

I lavori, giovedì 14 febbraio, alle ore 9.30, introdotti dal professor Vincenzo Pane (Dipartimento di Ingegneria) vedrà poi i saluti di Franco Moriconi - Magnifico Rettore Università degli Studi di Perugia, Donatella Porzi - Presidente, Assemblea Legislativa Regione Umbria, Giuseppe Saccomandi - Direttore, Dipartimento di Ingegneria, Claudia Mazzeschi - Direttrice, Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, Ambrogio Santambrogio - Direttore, Dipartimento di Scienze Politiche, Massimiliano Barchi - Direttore, Dipartimento di Fisica e Geologia,  Carlo Riccardi, - Direttore, Dipartimento di Medicina.

Seguiranno gli interventi dei 5 dipartimenti proponenti.

Le conclusioni alle ore 13 di venerdì 15 febbraio.

La gestione di una situazione di emergenza, come quella che si sviluppa a esito di eventi catastrofici e calamità di origine naturale o antropica, richiede l'intervento coordinato e  integrato di specifiche competenze e professionalità.

I processi di prevenzione, monitoraggio, comunicazione, ripresa e ricostruzione, che vengono messi in atto per fronteggiare condizioni ed eventi avversi nei diversi settori delle attività umane, non trovano applicazione nella sola fase acuta dell'evento, ma si sviluppano lungo un arco temporale indefinito e secondo modalità dinamiche, innovative ed in continua trasformazione.
L'obiettivo del presente convegno è quello di valorizzare il ruolo fondamentale che l'Università svolge in tale contesto, quale istituzione in grado di promuovere un approccio culturale interdisciplinare, derivante dall'integrazione delle specifiche e differenti competenze tecniche e professionali dei vari settori scientifici. In particolare, riguarderà tre aree tematiche: pre-emergenza: prevenzione e preparazione; durante l'emergenza: esperienze e pratiche del territorio; post-emergenza: ripresa, ricostruzione e monitoraggio.


Il comitato scientifico è composto da Vincenzo Pane, Dipartimento di Ingegneria (coordinatore), Costanza Cambi, Dipartimento di Fisica e Geologia, Manuela Cecconi, Dipartimento di Ingegneria, Marco Mazzoni, Dipartimento di Scienze Politiche, Giovanni Pizza, Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, Giacomo Pucci, Dipartimento di Medicina.

Perugia, 13 febbraio 2019

Ricerche in ambito antitumorale e sull’acqua biologica, il prof. Paciaroni e la dottoressa Comez - Domani a “L’Uovo di Colombo” - Giovedì 14 febbraio, ore 19.05, “Umbria Radio

Il professor Alessandro Paciaroni e la dottoressa Lucia Comez interverranno al programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 14 febbraio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Paciaroni è docente del Dipartimento di Fisica e Geologia mentre la dottoressa Comez è dell’Istituto Officina dei Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IOM-CNR).

Tema della puntata sarà la ricerca, appena pubblicata, compiuta da un gruppo di ricercatori dell’Università di Perugia (professori Alessandro Paciaroni, Caterina Petrillo, Francesco Sacchetti, dottor Federico Bianchi) e dell’Istituto Officina dei Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IOM-CNR) (dottoressa Lucia Comez) su nanofilamenti di DNA per la terapia antitumorale, e gli studi in corso, da parte del medesimo team, sull'acqua biologica, ovvero le indagini in corso per scoprire le particolarità dell'acqua che circonda le cellule nei tessuti viventi, che la differenziano significativamente da quella che, ad esempio, comunemente beviamo.

 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 16 febbraio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

 

Perugia, 12 febbraio 2019

“Gestire l’emergenza. Il contributo della ricerca interdisciplinare”, al via il IV Convegno Interdipartimentale dell’Ateneo - Giovedì 14 - venerdì 15 febbraio, Aula Magna del Polo di Ingegneria 

“Gestire l’emergenza. Il contributo della ricerca interdisciplinare” è il tema del IV convegno interdipartimentale dell’Università degli Studi di Perugia in programma giovedì 14 e venerdì 15 febbraio 2019, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria.

E’ promosso dal Dipartimento di Ingegneria, in collaborazione con i Dipartimenti di Fisica e Geologia, Medicina, Scienze Politiche, Filosofia Scienze Sociali Umane e della Formazione.

La gestione di una situazione di emergenza, come quella che si sviluppa a esito di eventi catastrofici e calamità di origine naturale o antropica, richiede l'intervento coordinato e  integrato di specifiche competenze e professionalità.

I processi di prevenzione, monitoraggio, comunicazione, ripresa e ricostruzione, che vengono messi in atto per fronteggiare condizioni ed eventi avversi nei diversi settori delle attività umane, non trovano applicazione nella sola fase acuta dell'evento, ma si sviluppano lungo un arco temporale indefinito e secondo modalità dinamiche, innovative ed in continua trasformazione.
L'obiettivo del presente convegno è quello di valorizzare il ruolo fondamentale che l'Università svolge in tale contesto, quale istituzione in grado di promuovere un approccio culturale interdisciplinare, derivante dall'integrazione delle specifiche e differenti competenze tecniche e professionali dei vari settori scientifici.

In particolare, riguarderà tre aree tematiche: pre-emergenza: prevenzione e preparazione; durante l'emergenza: esperienze e pratiche del territorio; post-emergenza: ripresa, ricostruzione e monitoraggio.

I lavori, giovedì 14 febbraio, alle ore 9.30, introdotti dal professor Vincenzo Pane (Dipartimento di Ingegneria) vedrà poi i saluti di Franco Moriconi - Magnifico Rettore Università degli Studi di Perugia, Donatella Porzi - Presidente, Assemblea Legislativa Regione Umbria, Giuseppe Saccomandi - Direttore, Dipartimento di Ingegneria, Claudia Mazzeschi - Direttrice, Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, Ambrogio Santambrogio - Direttore, Dipartimento di Scienze Politiche, Massimiliano Barchi - Direttore, Dipartimento di Fisica e Geologia,  Carlo Riccardi, - Direttore, Dipartimento di Medicina.

Seguiranno gli interventi dei 5 dipartimenti proponenti.

Le conclusioni alle ore 13 di venerdì 15 febbraio.


Il comitato scientifico è composto da Vincenzo Pane, Dipartimento di Ingegneria (coordinatore), Costanza Cambi, Dipartimento di Fisica e Geologia, Manuela Cecconi, Dipartimento di Ingegneria, Marco Mazzoni, Dipartimento di Scienze Politiche, Giovanni Pizza, Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, Giacomo Pucci, Dipartimento di Medicina.

Perugia, 12 febbraio 2019

Approda a Orvieto “L'Ateneo incontra le future matricole”, giornata di orientamento per gli studenti delle scuole superiori - Giovedì 14 febbraio 2019, Centro Studi Città di Orvieto, ore 8.30

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Giovedì 14 febbraio 2019 sarà la volta di Orvieto: l’appuntamento è per le ore 8.30, al Centro Studi Città di Orvieto.

Perugia, 11 febbraio 2019

Ilaria Capua insignita del Dottorato di ricerca honoris causa  in “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie” e del Baiocco d’oro“Non arrendetevi”, l’appello rivolto alle donne

 

Pomeriggio speciale, a Perugia, per la professoressa Ilaria Capua, medico veterinario di formazione e virologa di fama internazionale: il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, le ha conferito il Dottorato di Ricerca honoris causa in “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie”.

 

La solenne e affollatissima cerimonia si è svolta, in occasione della Giornata Internazionale ONU delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, nella Sala dei Notari:  è la prima volta che un riconoscimento accademico dell’Ateneo viene assegnato con una cerimonia svolta al di fuori delle sedi universitarie. 

Presenti, fra gli altri, il sindaco Andrea Romizi, il già Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti e Ilaria Borletti Buitoni, già sottosegretario di Stato.

L’evento è stato aperto dal Coro dell’Università degli Studi di Perugia, diretto dal Maestro Salvatore Silivestro, che ha intonato l’Inno dello Studium Perusinum.

 

Il Promotore del riconoscimento, il professore Marco Pepe, coordinatore del Corso di Dottorato in Sanità e Scienze sperimentali veterinarie, ha introdotto la Dottoranda della quale ha evidenziato l’eccezionale figura di scienziata e sottolineato le peculiarità e la rilevanza scientifica internazionale, oltre che le sue ‘battaglie’ e i rapporti con l’Università degli Studi di Perugia, dove si è laureata giusto trent’anni fa, nel 1989.

La ‘pubblica dissertazione’ della Professoressa Capua è stata molto apprezzata dal pubblico: carica di ironia, ha ripercorso il suo rapporto con Perugia e come questo abbia segnato la sua carriera.

“Questo Ateneo, questa scuola, mi hanno dato la possibilità di far vedere al resto del mondo una ricerca italiana fiera e coraggiosa, che proponeva le sue idee scientifiche e che queste idee diventavano poi parte di una nuova realtà scientifica. Vera e reale. Tangibile – ha detto la professoressa Ilaria Capua -. Io vorrei raccogliere questa straordinaria occasione per lanciare un appello, che sarò certo che questa città sarà in grado di comprendere e di portare avanti. Il grifo di Perugia, creatura maestosa, simboleggia l’immenso potenziale della diversità. La diversità si nutre di apertura, di mancanza di pregiudizi e delle valore che la diversità porta con sé. Più donne nelle posizioni apicali e maggiore internazionalizzazione”, ha aggiunto. Poi, rivolgendosi alle donne, le ha esortate. “Nell’ambiente professionale nessuno ti regala nulla. E’ tutta salita. Ma prendetevi il futuro, aggrappatevi a ogni opportunità, afferratelo. E soprattutto non arrendetevi, le difficoltà arriveranno e la forza cercatela dentro di voi”.

La Commissione per il conferimento del dottorato, composta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e dai professori Antonio Di Meo, Maurizio Silvestrelli, Marco Pepi, Andrea Verini Supplizi e dai membri esperti Mauro Coletti e Giorgia Della Rocca, ha proceduto poi alla valutazione dell’esposizione della dottoranda inserendo in un’urna fave bianche in segno di approvazione o nere in caso contrario: unanime è stato il parere favorevole sulla Lectio tenuta dalla professoressa Capua.

Il Rettore Moriconi ha quindi consegnato al Dottore di ricerca honoris Causa Ilaria Capua le insegne del titolo: il libro (simbolo della conoscenza), l’anello (a significare l’‘unione’ del laureato con le discipline veterinarie), il bacio accademico, la toga dottorale, il ‘tocco’ e la pergamena. 

A seguito della cerimonia per il Dottorato si è svolta la tavola rotonda sul tema "Donna e Scienza" con la partecipazione delle professoresse dell’Ateneo perugino Cynthia Aristei, componente del Consiglio di Amministrazione, Violetta Cecchetti, direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e componente del Senato Accademico, Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione e componente del Senato Accademico, Caterina Petrillo, componente del Consiglio di Amministrazione; incontro moderato Cristina Castellano, conduttrice della trasmissione “Speciale Università” su TEF Channel.

Infine, a conclusione, il sindaco Romizi ha consegnato alla professoressa Capua il Baiocco d'Oro.

 

Ilaria Capua, medico veterinario di formazione, è un virologo di fama internazionale. E’ conosciuta per i suoi studi sui virus influenzali e per aver combattuto la battaglia per una maggiore trasparenza dei dati genetici dei virus potenzialmente pandemici. In particolare, nel 2000 ha sviluppato la strategia “DIVA” (Differentiating Vaccinated from Infected Animals), la prima che ha consentito di eradicare con successo un’epidemia di influenza aviaria, oggi raccomandata come metodica di controllo dall’Unione Europea, dall’OIE e dalla FAO. Nel 2006 ha dato vita ad un acceso dibattito internazionale sulla condivisione interdisciplinare dei dati genetici a fronte della minaccia epidemica causata dal virus “aviario” H5N1 usando piattaforme digitali ad accesso libero. Questa presa di posizione ha portato a cambiare la politica delle organizzazioni internazionali in materia di trasparenza dei dati con il risultato di ottimizzare le strategie per affrontare minacce globali come le pandemie.

L’impegno in questi ambiti le ha fruttato numerosi riconoscimenti tra cui nel 2007 il Scientific American 50, assegnato ogni anno ai 50 ricercatori più quotati al mondo, e nel 2008 è stata inclusa fra le “Revolutionary Minds” dalla rivista americana Seed. Nel 2011 è stata la prima donna a ricevere il Penn Vet Award, il premio più prestigioso per la medicina veterinaria a livello internazionale.

Insignita del titolo di Grande Ufficiale della Repubblica italiana, nel 2013, su chiamata di Mario Monti, è stata eletta alla Camera dei deputati dove ha rivestito il ruolo di Vicepresidente della commissione Cultura, Scienza e Istruzione di Montecitorio. Nell’aprile 2014 è stata travolta da una campagna mediatica: era accusata di gravissimi reati tra cui un presunto traffico internazionale di virus, reati punibili con l’ergastolo. Nel 2016 è stata completamente prosciolta da tutti i capi d’accusa, perché “il fatto non sussiste”.

Dopo il proscioglimento si è dimessa da parlamentare della Repubblica e si è trasferita negli Stati Uniti dove dirige il centro di eccellenza One Health presso la Università della Florida, a Gainesville.

moriconi capua pepecapua 1capua 2commssionecoroilaria capua 1ilaria capua 2pepe e capuailaria capua 3moriconi capua pepesala dei notariromizi montitavola rotonda

baiocco 3baioccobaiocco 1baiocco 2

Perugia, 11 febbraio 2019

“Terra di Giordania”, mostra al Museo archeologico nazionale dell'Umbria, inaugurazione sabato 16 febbraio, ore 16.30

Il Museo archeologico nazionale dell'Umbria di Perugia (in piazza Giordano Bruno, 10) ospiterà, da sabato 16 febbraio a martedì 12 marzo 2019, la mostra “Terra di Giordania: il contributo italiano alla ricerca archeologica”.

All'inaugurazione di sabato 16 febbraio, alle ore 16.30, interverranno Luana Cenciaioli, direttrice del Museo archeologico nazionale dell'Umbria, Mario Tosti, direttore del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e civiltà antiche e moderne dell'Università di Perugia e docente di Storia moderna; gli studiosi Andrea Polcaro (Università degli Studi di Perugia e Michele Nucciotti (Università degli Studi di Firenze), curatori della mostra; Lorenzo Nigro (Università La Sapienza di Roma), Giovanni de Palma e Giorgio Sobrà (Istituto superiore per la conservazione e il restauro–Mibac).

A conclusione, saranno offerti "assaggi di antichità" a cura di Archeofood - il senso del gusto per la storia.

L’esposizione è patrocinata dall’Ambasciata d’Italia ad Amman, dal Dipartimento delle Antichità di Giordania, dall’UNESCO, dall’Università dei sapori, è stata organizzata, in collaborazione con il Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e civiltà antiche  e moderne dell'Università di Perugia, dal Consorzio archeologico italiano in Giordania.

La mostra, esposta precedentemente all’Università di Firenze in occasione del 14° congresso internazionale sull’archeologia di Giordania, è stata concepita per dare grande visibilità alle attività di ricerca archeologiche italiane in Giordania finanziate dal Ministero degli affari esteri e dalla Cooperazione internazionale.

L’arco cronologico delle ricerche presentate offre al pubblico la possibilità di apprezzare nella sua estensione la ricchissima storia della Giordania e delle culture succedutesi, dall’origine della civiltà urbana fino alle grandi espressioni artistiche di epoca classica e medievale. Per ogni missione archeologica partecipante, è previsto un pannello che evidenzia i risultati scientifici e l’esposizione di uno o due oggetti. Non si tratta di manufatti originali, ma di copie in 3D, stampate in PLA (una tipologia di materiale molto versatile e completamente ecosostenibile), ABS (con proprietà meccaniche superiori) e altri materiali miscelati per simulare le caratteristiche di metallo, pietra o ceramica. Le copie così realizzate sono state in seguito lavorate con tecniche diverse, dalle resine agli agglomerati, fino alla pittura di superficie, per essere identiche agli originali.

manu 1manu 2

Perugia, 11 febbraio 2019

“L'Ateneo incontra le future matricole”, domani appuntamento ad Assisi - Martedì 12 febbraio 2019, Palazzo Bernabei, ore 9

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Domani, martedì 12 febbraio 2019 sarà la volta di Assisi: l’appuntamento è per le ore 9, a Palazzo Bernabei, in via San Francesco.

Perugia, 8 febbraio 2019

Conferimento a Ilaria Capua del Dottorato Honoris Causa in “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie” e del Baiocco d’oro Lunedì 11 febbraio, ore 15.30, Perugia, Sala dei Notari - La Professoressa Capua sarà a disposizione dei giornalisti per un incontro dedicato alle ore 15 

Ilaria Capua sarà insignita oggi, lunedì 11 febbraio 2019, a Perugia, alla Sala dei Notari, del Dottorato di Ricerca Honoris Causa “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie”, da parte dell’Università degli Studi e del Baiocco d'Oro, riconoscimento del Comune di Perugia. La solenne cerimonia si tiene in occasione della Giornata Internazionale ONU delle Donne e delle Ragazze nella Scienza.

La professoressa Capua sarà a disposizione dei giornalisti per un incontro dedicato alle ore 15, nella Sala dei Sindaci (adiacente alla Sala dei Notari).

Alle ore 15.30 il Magnifico Rettore Franco Moriconi conferirà alla scienziata il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in "Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie".

Seguirà, alle 17, la tavola rotonda "Donna e Scienza" con le docenti dell’Ateneo perugino Cynthia Aristei, Violetta Cecchetti, Claudia Mazzeschi, Caterina Petrillo; modera Cristina Castellano.

Alle 18 Andrea Romizi, sindaco di Perugia, consegnerà a Ilaria Capua il Baiocco d'Oro.

Ilaria Capua, medico veterinario di formazione, è una virologa di fama internazionale. E’ conosciuta per i suoi studi sui virus influenzali e per aver combattuto la battaglia per una maggiore trasparenza dei dati genetici dei virus potenzialmente pandemici. In particolare, nel 2000 ha sviluppato la strategia “DIVA” (Differentiating Vaccinated from Infected Animals), la prima che ha consentito di eradicare con successo un’epidemia di influenza aviaria, oggi raccomandata come metodica di controllo dall’Unione Europea, dall’OIE e dalla FAO. Nel 2006 ha dato vita ad un acceso dibattito internazionale sulla condivisione interdisciplinare dei dati genetici a fronte della minaccia epidemica causata dal virus “aviario” H5N1 usando piattaforme digitali ad accesso libero. Questa presa di posizione ha portato a cambiare la politica delle organizzazioni internazionali in materia di trasparenza dei dati con il risultato di ottimizzare le strategie per affrontare minacce globali come le pandemie. L’impegno in questi ambiti le ha fruttato numerosi riconoscimenti tra cui nel 2007 il Scientific American 50, assegnato ogni anno ai 50 ricercatori più quotati al mondo, e nel 2008 è stata inclusa fra le “Revolutionary Minds” dalla rivista americana Seed. Nel 2011 è stata la prima donna a ricevere il Penn Vet Award, il premio più prestigioso per la medicina veterinaria a livello internazionale. Insignita del titolo di Grande Ufficiale della Repubblica italiana, nel 2013, su chiamata di Mario Monti, è stata eletta alla Camera dei deputati dove ha rivestito il ruolo di Vicepresidente della commissione Cultura, Scienza e Istruzione di Montecitorio. Nell’aprile 2014 è stata travolta da una campagna mediatica: era accusata di gravissimi reati tra cui un presunto traffico internazionale di virus, reati punibili con l’ergastolo. Nel 2016 è stata completamente prosciolta da tutti i capi d’accusa, perchè “il fatto non sussiste”.  Dopo il proscioglimento si è dimessa da parlamentare della Repubblica e si è trasferita negli Stati Uniti dove dirige il centro di eccellenza One Health presso la Università della Florida, a Gainesville.

Perugia, 8 febbraio 2019

“Palestre della Salute: legislazione e regolamentazione, organizzazione, esperienze consolidate ed esperienze in atto”, lezioni aperte del master P.A.M.P.R.O.S. Sabato 9 febbraio 2019, ore 9.30, Sala della Partecipazione, Palazzo Cesaroni 

Il Master universitario di I livello in “Professionista in Attività Motorie per la Prevenzione, il Recupero e l’Ottimizzazione della Salute” (P.A.M.P.R.O.S.) dell’Università degli Studi di Perugia, in occasione del termine delle proprie lezioni teorico-pratiche, apre le porte al pubblico e agli studenti nella mattina di sabato 9 febbraio 2019.

Si terrà infatti, nella sala della Partecipazione della Regione Umbria (a palazzo Cesaroni), una serie di interventi sul tema “Palestre della Salute: legislazione e regolamentazione, organizzazione, esperienze consolidate ed esperienze in atto” tenute da docenti del master.

Saranno relatori Giovanni Santoro - Responsabile Sanità Pubblica della Regione Umbria, Maurizio Frasconi – Responsabile Centro Piscine dello Stadio Rexolve Terni, Elio Giannetti - Medico di Medicina Generale, Barbara Sebastiani - Direttore Tecnico A.N.A.M.

Interverranno: Franco Moriconi - Magnifico Rettore Università di Perugia, Vincenzo Nicola Talesa - Direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università di Perugia, Guglielmo Sorci - Direttore del Master P.A.M.P.R.O.S., Andrea Biscarini - Coordinatore del CdS in Scienze Motorie e Sportive dell’Università di Perugia, Edi Cicchi, Assessore alla Famiglia e alle Pari Opportunità del Comune di Perugia, Mauro Esposito - Coordinatore regionale Educazione Fisica e Sportiva Uff. Scolastico Regionale, Domenico Ignozza - Presidente CONI-Scuola Regionale dello Sport Umbria, Gianluca Tassi - Presidente Comitato Italiano Paralimpico Umbria.

Il master P.A.M.P.R.O.S. ha la finalità di formare esperti nel campo dell’esercizio fisico preventivo e adattato, indirizzato alla promozione di stili di vita salutari per il raggiungimento, miglioramento, mantenimento ed ottimizzazione del buono stato di salute nell’arco della vita. Prepara professionisti dell’area motoria con conoscenze e competenze approfondite sulla valutazione funzionale, progettazione ed erogazione di programmi di allenamento a favore di soggetti sani (prevenzione primaria), diversamente abili, e portatori di patologie clinicamente stabilizzate ed esercizio-sensibili che possano trarre benefici da un’attività motoria adeguata e regolare (prevenzione secondaria ed attività fisica adattata).

Il direttore del master Guglielmo Sorci, docente del Dipartimento di Medicina Sperimentale, ricorda che “il master P.A.M.P.R.O.S. nasce da un’esigenza legata alla legge regionale della Regione Umbria n. 5 del 7 giugno 2017, che istituisce le Palestre delle Salute, luoghi certificati dalla stessa Regione in cui verranno condotti protocolli di attività motoria preventiva e adattata al fine di prevenire alcune patologie cardiovascolari e metaboliche, e di migliorare la qualità della vita della popolazione”. Infatti, la suddetta legge stabilisce che nelle Palestre della Salute possono operare esclusivamente laureati in possesso di laurea magistrale in scienze motorie con indirizzo in attività motorie preventive e adattate, oppure laurea in scienze motorie di durata triennale o ex diploma ISEF con master universitari in attività motorie preventive e adattate.

Il master P.A.M.P.R.O.S. vanta la collaborazione e il patrocinio della Regione Umbria, dell’Ufficio Scolastico Regionale, della Scuola dello Sport del C.O.N.I., del Comitato Italiano Paralimpico Umbria, del CUS (Centro Universitario Sportivo) di Perugia, del C.U.R.I.A.Mo., dell’A.N.A.M. (Associazione Nazionale Attività Motorie) e del Centro di Simulazione Medica Avanzata dell’Università di Perugia, nonché dell’interazione con diverse strutture altamente qualificate nel settore delle attività motorie preventive e adattate.

Le lezioni del master sono distribuite in 17 incontri della durata di 3 giorni ciascuno (venerdì e sabato ore 9-13 e 14-18; domenica ore 9-13) ed includono un’ampia ed articolata parte pratica, finalizzata a garantire agli studenti la possibilità di sperimentare e approfondire nel dettaglio le esercitazioni e le soluzioni motorie proposte all’interno del corso. Il master include anche 75 ore di tirocinio e stage anche con possibilità di assunzione da parte delle strutture coinvolte.

La prima edizione del master vede tra i corsisti i dottori Francesca Biscarini, Claudia Ciaruffoli, Alessandra Garau, Mattia Mannocci, Diletta Roccaforte, Marco Ronchetti e Valentina Neri, che si accingono ora ad iniziare il percorso di tirocinio che terminerà con una prova da sostenere su un argomento a scelta tra quelli trattati nelle lezioni del master.

Sito web del master:  https:pampros.dimes.unipg.it

Perugia, 8 febbraio 2019

“L'Ateneo incontra le future matricole”, appuntamento ad Assisi - Martedì 12 gennaio 2019, Palazzo Bernabei, ore 9

Continua la serie di appuntamenti “L'Ateneo incontra le future matricole”, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si tengono nei principali comuni umbri. Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020. Saranno presenti anche docenti e ricercatori per fornire informazioni, distribuire brochure informative e rispondere a domande puntuali sui singoli Corsi di Laurea.

Martedì 12 febbraio 2019 sarà la volta di Assisi: l’appuntamento è per le ore 9, a Palazzo Bernabei, in via San Francesco.

 

Perugia, 8 febbraio 2019 

Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza,  spettacolo al Morlacchi con Gabriella Greison - Lunedì 11 febbraio 2019, ore 21

Il Comitato Unico di Garanzia Per le Pari Opportunità (CUG) dell'Università di Perugia, in occasione della Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, ha organizzato uno spettacolo che si svolgerà lunedì 11 febbraio 2019, alle ore 21, a Perugia, al Teatro Morlacchi. Verrà rappresentato il monologo teatrale dal titolo “Due donne ai raggi X - Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io” di e con Gabriella Greison.

Gabriella Greison è una fisica, giornalista e scrittrice che ha pubblicato numerosi romanzi che hanno come protagonisti gli scienziati e le scienziate della Fisica del '900.

“L'evento è stato organizzato dall’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con il Comune di Perugia e il Teatro Stabile dell'Umbria e con il patrocinio dell'Associazione Soroptimist International d'Italia-Club di Perugia – spiegano la professoressa Mirella Damiani, delegata del Rettore per il settore Pari opportunità e politiche sociali e il professor Emidio Albertini, presidente del CUG. In tale occasione avverrà la premiazione del concorso scolastico ‘Una scienziata da scoprire a raccontare’ e ‘Il tuo logo per Donne in Scienza’, a cui hanno partecipato i ragazzi e le ragazze delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Perugia e Terni”.

____________________________________

“Due donne ai raggi X - Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io” di e con Gabriella Greison celebra l'esaltante vita di Marie Curie, di cui sappiamo poco dal punto di vista umano, ma alla quale universalmente sono riconosciute doti da grande scienziata (come la chiamava Albert Einstein) e i connotati del genio. Marie fu precursore delle battaglie sociali per il raggiungimento di pari dignità e diritti tra donne e uomini nella società maschilista a cavallo tra '800 e '900. La sua vita, con i suoi baratri e le sue mete raggiunte, con le sue origini umili e la poca cura di sé, si intreccia con la sontuosa vita di Hedy Lamarr, scienziata e inventrice del wifi moderno, e allo stesso tempo star di Hollywood, da tutti considerata la donna più bella del mondo (prima dell'arrivo di Marilyn Monroe). Hedy con le sue debolezze, le sue passioni smodate, il suo spirito libero. Le due donne, nel racconto della protagonista (una scienziata che sta per ricevere un prestigioso premio a Parigi per i suoi studi scientifici), sono la raffigurazione degli opposti, di chi nutre solo l'anima e di chi ha la passione per i beni materiali, della vita e della morte, di dio e della scienza. E gli opposti, come nella vita di tutti i giorni, si diluiranno uno nell'altro così da apparire senza più confini. Chiunque può identificarsi nelle vicende evocate in questo spettacolo, metafora bellissima delle piccole azioni che compiamo ogni giorno e di grandi progetti. Chiunque è mosso dalla ricerca affannosa verso la conoscenza.

Con lo spettacolo si vuole richiamare l’attenzione sull’importanza di promuovere una maggior partecipazione di donne e ragazze alle attività formative e professioni scientifiche. I dati statistici per gli atenei italiani ed europei, forniti dalla Commissione Europea, mostrano infatti che, nonostante siano stati fatti progressi, il raggiungimento dell’uguaglianza e della parità di genere nella scienza resta una sfida ancora aperta per la società.

I concorsi.

Con l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni, il Comitato Unico di Garanzia ha coinvolto ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di II grado della Regione, proponendo loro due concorsi aventi come oggetto: “Il racconto di una donna scienziata, il suo percorso di vita e di scienza” o “Un logo, originale ed evocativo, per l’evento Donne in Scienza”. Al termine dello spettacolo ci sarà la premiazione dei migliori prodotti presentati per i due concorsi.

L’evento è stato patrocinato anche dall’Associazione Soroptimist International d’Italia – Club di Perugia.

___________________________

I biglietti

I prezzi: 15 intero - 10 ridotto (sopra i 60 anni, abbonati alle Stagioni di Prosa e dipendenti Ateneo) - 5 sotto i 28 anni e studenti. La prevendita dei biglietti viene effettuata, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, presso l’Agenzia n°2 dell’Unicredit, Via Mario Angeloni 80, tel. 393/9139922 e al botteghino del teatro Morlacchi, 0755722555, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20.  Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita. E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

 2 donne ai raggi x 212 donne ai raggi x 352 donne ai raggi x 382 donne ai raggi x 3

 

Perugia, 7 febbraio 2019

Trasporti casa-università sicuri e sostenibili per studenti e dipendenti con UP2GO

Presentata, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, UP2GO, l’applicazione per il car pooling dedicata alla comunità universitaria dell’Ateneo di Perugia e quindi con una potenziale utenza di circa 26.000 utenti, fra studenti, docenti e personale.

“L’applicazione che verrà utilizzata dall’Ateneo di Perugia presenta delle implicazioni molto importanti: sul piano del trasporto, della sicurezza, del risparmio energetico, della tutela dell’ambiente e anche socialità – ha sottolineato il Rettore Franco Moriconi -. Si tratta di una delle iniziative che, nel segno della sostenibilità, qualificheranno il futuro delle città e degli atenei, in primis l’Università di Perugia”.

“UP2GO è un nuovo servizio gratuito per gli studenti e per tutti i dipendenti dell’Ateneo – ha detto il professor Federico Rossi, delegato del Rettore per i servizi agli studenti e promotore dell’iniziativa -. Consentirà nuove forme di aggregazione sociale, grazie alla condivisione ‘sicura’ di passaggi auto e consentirà evidenti risparmi economici negli spostamenti casa-università, con importanti vantaggi ambientali per la riduzione delle auto circolanti. Queste ultime, come è emerso dal Report della sostenibilità presentato l’anno scorso, rappresentano uno dei principali elementi che influiscono sull’impatto ambientale generato dall’Università di Perugia. Per chi usufruisce dell’app, inoltre, sono anche previste premialità, attraverso sconti in negozi convenzionati, agevolazioni o in altre iniziative, ad esempio legate ai parcheggi, un settore che risulta particolarmente importante in un contesto difficile come quello di Perugia”.

Gli aspetti ambientali sono stati illustrati dal professor Andrea Nicolini: dal Report di sostenibilità 2017 di Ateneo – è stato evidenziato - circa 31.507 tCO2eq sono prodotte dal percorso casa-università di dipendenti e studenti. Circa 24.603 tCO2eq sono prodotte da 10.900 dipendenti/ studenti che utilizzano l’auto propria senza passeggeri. Si stima, quindi, che se il 30% (3.300 utenti) utilizzerà UP2GO (da conducente o passeggero), potranno essere evitate circa 3.700 tCO2eq (oltre il 10% delle emissioni dovute al trasporto casa-università).

Intervenuti alla presentazione, in rappresentanza degli studenti, Alessandro Biscarini, presidente del Consiglio degli Studenti e Beatrice Burchiani, componente del Senato Accademico che hanno espresso apprezzamento per un progetto che voluto con forza dalla componente studentesca.

Apprezzamento è stato evidenziato da Giuseppe Chianella, assessore regionale per Infrastrutture, trasporti e mobilità urbana che ha parlato di “Si tratta di un’iniziativa intelligente – ha rilevato Chianella -, interessante anche in un’ottica di estensione ad altre comunità, che incide positivamente sulla qualità dell’ambiente”.

E’ stato, invece il dottor Guglielmo Pilutti, Business Developer dell’azienda fornitrice dell’app UP2GO, a illustrare peculiarità e modi di utilizzo dell’applicazione.

“Questa iniziativa contribuisce creare, al di sopra di Perugia ‘città universitaria’, una ‘città universitaria digitale’ – ha aggiunto il professor Giuseppe Liotta, delegato del Rettore per Informatizzazione, agenda digitale e I.C.T. -. Siamo convinti che, attraverso l’utilizzo delle tecnologie digitali, saremo sempre più capaci di fornire ai nostri studenti un insieme di servizi a supporto della loro vita quotidiana; non soltanto, insomma, la città fisica, ma anche la città digitale. La ‘città universitaria digitale’ rappresenta la visione che riteniamo vincente sia per il futuro dell’Ateneo, sia del suo territorio, rendendolo capace di accogliere efficacemente i propri studenti”.

Ulteriori informazioni sull’applicazioni disponibili all’indirizzo http://www.up2go.it/

 

franco moriconi upfederico rossi up 1giuseppe liotta 1rossi nicolini 1beatrice burchiani e alessandro biscarini

giuseppe chianellamoriconi chianellabeatrice burchiani

Perugia, 7 febbraio 2019

Conferimento a Ilaria Capua del Dottorato Honoris Causa in “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie” e del Baiocco d’oro Lunedì 11 febbraio, ore 15.30, Perugia, Sala dei Notari. La professoressa Capua sarà a disposizione dei giornalisti per un incontro dedicato alle ore 15

 

Ilaria Capua, medico veterinario di formazione e virologo di fama internazionale, sarà insignita, a Perugia, del Dottorato di Ricerca Honoris Causa “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie”, da parte dell’Università degli Studi e del Baiocco d'Oro, riconoscimento del Comune di Perugia.

La professoressa Capua sarà a disposizione dei giornalisti per un incontro dedicato alle ore 15, nella Sala dei Sindaci (adiacente alla Sala dei Notari).

La solenne cerimonia, in occasione della Giornata Internazionale ONU delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, avrà luogo lunedì 11 febbraio 2019, alla Sala dei Notari

Alle ore 15.30 il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, conferirà alla professoressa Capua il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in "Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie".

Seguirà, alle ore 17, la tavola rotonda sul tema "Donna e Scienza" da parte delle professoresse dell’Ateneo perugino Cynthia Aristei, componente del Consiglio di Amministrazione, Violetta Cecchetti, direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e componente del Senato Accademico, Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione e componente del Senato Accademico, Caterina Petrillo, componente del Consiglio di Amministrazione; modera Cristina Castellano, conduttrice della trasmissione “Speciale Università” - TEF Channel.

Alle ore 18 la cerimonia di consegna da parte di Andrea Romizi, sindaco del Comune di Perugia, dell'onorificenza del Baiocco d'Oro alla professoressa Ilaria Capua.

Perugia, 7 febbraio 2019

Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza. Spettacolo al Morlacchi con Gabriella Greison - Lunedì 11 febbraio 2019, ore 21Spettacolo al Morlacchi con Gabriella Greison - Lunedì 11 febbraio 2019, ore 21

Il Comitato Unico di Garanzia Per le Pari Opportunità (CUG) dell'Università di Perugia, in occasione della Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, ha organizzato uno spettacolo che si svolgerà lunedì 11 febbraio 2019, alle ore 21, a Perugia, al Teatro Morlacchi. Verrà rappresentato il monologo teatrale dal titolo “Due donne ai raggi X - Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io” di e con Gabriella Greison.

Gabriella Greison è una fisica, giornalista e scrittrice che ha pubblicato numerosi romanzi che hanno come protagonisti gli scienziati e le scienziate della Fisica del '900.

“L'evento è stato organizzato dall’Università degli Studi di Perugia, in collaborazione con il Comune di Perugia e il Teatro Stabile dell'Umbria e con il patrocinio dell'Associazione Soroptimist International d'Italia-Club di Perugia – spiegano la professoressa Mirella Damiani, delegata del Rettore per il settore Pari opportunità e politiche sociali e il professor Emidio Albertini, presidente del CUG. In tale occasione avverrà la premiazione del concorso scolastico ‘Una scienziata da scoprire a raccontare’ e ‘Il tuo logo per Donne in Scienza’, a cui hanno partecipato i ragazzi e le ragazze delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Perugia e Terni”.

____________________________________

“Due donne ai raggi X - Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io” di e con Gabriella Greison celebra l'esaltante vita di Marie Curie, di cui sappiamo poco dal punto di vista umano, ma alla quale universalmente sono riconosciute doti da grande scienziata (come la chiamava Albert Einstein) e i connotati del genio. Marie fu precursore delle battaglie sociali per il raggiungimento di pari dignità e diritti tra donne e uomini nella società maschilista a cavallo tra '800 e '900. La sua vita, con i suoi baratri e le sue mete raggiunte, con le sue origini umili e la poca cura di sé, si intreccia con la sontuosa vita di Hedy Lamarr, scienziata e inventrice del wifi moderno, e allo stesso tempo star di Hollywood, da tutti considerata la donna più bella del mondo (prima dell'arrivo di Marilyn Monroe). Hedy con le sue debolezze, le sue passioni smodate, il suo spirito libero. Le due donne, nel racconto della protagonista (una scienziata che sta per ricevere un prestigioso premio a Parigi per i suoi studi scientifici), sono la raffigurazione degli opposti, di chi nutre solo l'anima e di chi ha la passione per i beni materiali, della vita e della morte, di dio e della scienza. E gli opposti, come nella vita di tutti i giorni, si diluiranno uno nell'altro così da apparire senza più confini. Chiunque può identificarsi nelle vicende evocate in questo spettacolo, metafora bellissima delle piccole azioni che compiamo ogni giorno e di grandi progetti. Chiunque è mosso dalla ricerca affannosa verso la conoscenza.

Con lo spettacolo si vuole richiamare l’attenzione sull’importanza di promuovere una maggior partecipazione di donne e ragazze alle attività formative e professioni scientifiche. I dati statistici per gli atenei italiani ed europei, forniti dalla Commissione Europea, mostrano infatti che, nonostante siano stati fatti progressi, il raggiungimento dell’uguaglianza e della parità di genere nella scienza resta una sfida ancora aperta per la società.

 

I concorsi.

Con l’obiettivo di sensibilizzare le giovani generazioni, il Comitato Unico di Garanzia ha coinvolto ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di II grado della Regione, proponendo loro due concorsi aventi come oggetto: “Il racconto di una donna scienziata, il suo percorso di vita e di scienza” o “Un logo, originale ed evocativo, per l’evento Donne in Scienza”. Al termine dello spettacolo ci sarà la premiazione dei migliori prodotti presentati per i due concorsi.

L’evento è stato patrocinato anche dall’Associazione Soroptimist International d’Italia – Club di Perugia.

___________________________

I biglietti

I prezzi: 15 intero - 10 ridotto (sopra i 60 anni, abbonati alle Stagioni di Prosa e dipendenti Ateneo) - 5 sotto i 28 anni e studenti. La prevendita dei biglietti viene effettuata, dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 13, presso l’Agenzia n°2 dell’Unicredit, Via Mario Angeloni 80, tel. 393/9139922 e al botteghino del teatro Morlacchi, 0755722555, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20, il sabato dalle 17 alle 20.  Si può prenotare telefonicamente, al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita. E’ possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.

 

Perugia, 7 febbraio 2019  

Perugia, 6 febbraio 2019

Presentato il libro “Jorge Mario Bergoglio Una biografia intellettuale” di Massimo Borghesi 

A Palazzo Florenzi, è stato presentato, nel pomeriggio di oggi,  il volume “Jorge Mario Bergoglio Una biografia intellettuale” del Prof. Massimo Borghesi, docente di Filosofia Morale del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (FISSUF), in una affollata Sala delle Lauree affollata di studenti, docenti, Direttori di Dipartimento e Autorità fra le quali il Fausto CArdella, Procuratore generale presso presso la Corte di Appello di Perugià e il Presidente del Consiglio Comunale di Perugia Leonardo Varasano.

“Papa Bergoglio - ha sottolineato il Rettore Prof. Franco Moriconi portando il suo saluto - è sicuramente una delle figure più straordinarie della nostra epoca, a suo modo addirittura rivoluzionaria nella sua interpretazione della Chiesa e del pontificato. L’opera presentata oggi ne traccia un ritratto vivido e coinvolgente ma allo stesso tempo rigoroso nella sua complessità”.

“Il volume del professor Borghesi” – ha aggiunto il direttore del Dipartimeno FISSUF Prof.ssa Claudia Mazzeschi - ha la singolare capacità di muoversi con grande abilità su una doppia direttiva, orizzontale e verticale: orizzontale perché documenta, con dovizia di particolari, il percorso di vita culturale e spirituale dell’attuale Pontefice. Verticale perché ne esplora con grande sensibilità la straordinaria profondità di pensiero che si cela dietro all’apparente semplicità”.

Il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana, impossibilitato a partecipare per un imprevisto impegno in Vaticano, in un saluto letto dal Prof. Massimo Marianelli, Delegato del Rettore alla Didattica, ha sottolineato che "Il volume di Borghesi è, infatti, un libro scientificamente autorevole, ricchissimo di stimoli e suggestioni: senza dubbio, per le sue caratteristiche rappresenta un unicum all’interno della vasta mole di scritti su Papa Francesco. Si tratta di uno studio che fornisce una mappa concettuale del pensiero di Bergoglio e che ricostruisce una fitta trama di personaggi ed esperienze personali che sono pressoché sconosciute, non solo all’opinione pubblica europea, ma anche a gran parte del ceto intellettuale".

Moderati dal professor Massimiliano Marianelli, sono seguiti gli interventi dei professori Cristina Papa, Marco Moschini, Luca Alici, tutti del Fissuf, ai quali è stato affidato il compito di esplorare i contenuti dell'opera secondo diverse direttrici: quella antropologica, filosofico-teologica e politologica.

"Con grande piacere - ha detto Marianelli - partecipo alla presentazione di questo libro per l’importanza del lavoro del professor Massimo Borghesi di cui ho l’onore di essere collega presso Fissuf. Il libro rappresenta ad oggi l’unica attenta ricostruzione del percorso intellettuale dell’attuale Papa, il cui spessore filosofico risulta centrale per comprendere la sua riflessione e la sua azione, la sua scelta dell’unità al conflitto e quella della realtà all’idea. Il ‘Bergolio’ proposto nelle densissime pagine di Borghesi è figura complessa, che si presenta in questo fondamentale lavoro nella sua più ricca attuale-inattualità, quale attenta voce contro corrente per il nostro tempo."

Si tratta di "un contributo importante per comprendere la complessità del pensiero di Bergoglio e i suoi rapporti con importanti correnti culturali e religiose dell'Europa e dell'America latina – ha messo in evidenza la professoressa Cristina Papa -. Si sottolineano tre aspetti del pensiero di Bergoglio coerenti anche con alcune teorie antropologiche sulla realtà contemporanea: la globalizzazione che esalta e non annulla le differenze e le particolarità culturali nelle diverse regioni del mondo, il rifiuto dell'etnocentrismo  e  la valorizzazione dei patrimoni culturali locali".

Il Professore Marco Moschini ha messo in rilievo il rigore intellettuale con cui l'Autore ha realizzato questo "tentativo di comprendere, all'interno del Cristianesimo attuale, il fenomeno di un papa sudamericano, che viene, quindi, da lontano, ma che, in realtà non è 'estraneo' al Cristianesimo cui si è maggiormente familiari in Europa.  Un tentativo di comprensione senz'altro riuscito, che ha il merito di rendere giustizia di tante banalità troppe spesso attribuite alla figura e al pensiero, complesso e profondamente radicato nella tradizione del 'pueblo', di Bergoglio".

"Il volume di Massimo Borghesi non è solo un servizio culturale alla Chiesa ma un rigoroso esercizio di ricerca e un lavoro filosofico di dialogo aperto tra pensiero ed esistenza – ha rilevato il professor Luca Alici -: è la richiesta di uscire da una polarizzazione di letture semplicistiche della figura di Bergoglio per entrare in una polarità che è insieme testata d’angolo del pontificato di Papa Francesco, rivelatrice delle sue fonti intellettuali e chiave di accesso per scoprire la profondità della sua semplicità e ‘popolarità’”.

Le conclusioni dalla serata sono state tratta dall'Autore: “Non posso che essere profondamente grato al Magnifico Rettore Franco Moriconi, a S. E. il cardinale Gualtiero Bassetti, alla Direttrice del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, prof.ssa Claudia Mazzeschi, alla prof.ssa Cristina Papa, al prof. Marco Moschini e al prof. Luca Alici, per aver accettato di presentare il mio volume – ha esordito il professore Massimo Borghesi -. La loro pronta adesione mi ha colpito. Li ringrazio profondamente così come ringrazio il collega, professor Massimilano Marianelli, che è stato l'ideatore e il promotore della presentazione. Personalmente non posso che testimoniare la soddisfazione per l'iniziativa che viene a coronare una serie di iniziative analoghe, in Italia e all'estero. Il volume sulla formazione intellettuale dell'attuale Pontefice occupa, certamente, un suo spazio nel quadro delle tante pubblicazioni dedicate a Francesco. Esso delinea, infatti, la genealogia del pensiero di un autore in cui forti sono gli intrecci tra cultura latinoamericana e pensiero europeo, segnatamente franco-tedesco. Al di là dell'opinione comune, che tende a sottovalutare lo spessore intellettuale di Bergoglio, lo studio rivela, al contrario, un pensiero poliedrico di rara complessità in grado di misurarsi con le sfide di oggi. Per questo la sua presentazione in sede universitaria non è fuori luogo. Non per fini confessionali ma perché papa Francesco rappresenta una figura chiave nel contesto etico, sociale e politico del mondo contemporaneo. La comprensione del suo pensiero, utile anche per illuminare il suo Pontificato, non poteva trovare sede migliore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione”.

---------------------

“Jorge Mario Bergoglio. Una biografia intellettuale” di Massimo Borghesi (Jaca Book 2017), ha potuto giovarsi di quattro interviste concesse dal Pontefice attraverso file audio e prende in esame un aspetto essenziale, decisamente trascurato, per la comprensione  dell’attuale pontefice: quello  della  genesi e dello sviluppo del suo pensiero. Attraverso una straordinaria capacità di raccolta di fonti e di ricerca, il testo offre un sistematico approfondimento dell’entroterra culturale e degli influssi intellettuali, da quelli europei a quelli latinoamericani, che stanno dietro alla personalità di papa Francesco. Formatosi alla scuola dei gesuiti, di quelli francesi in particolare, Bergoglio ha assimilato il messaggio di S. Ignazio attraverso la lettura, “dialettica e mistica” ad un tempo, di uno dei più acuti filosofi del ‘900: Gaston Fessard. Da qui sorge l’idea del cattolicesimo come coincidentia oppositorum che lo porta all’incontro con l’antropologia polare di Romano Guardini e con il pensiero del più rilevante intellettuale cattolico latinoamericano della seconda metà del ‘900: Alberto Methol Ferré. Si precisa, in tal modo, la prospettiva di una riflessione, originale e feconda, in grado di misurarsi con le grandi sfide della Chiesa nell’era della globalizzazione.

 

da sx mazzeschi moriconi

borghesi

da sx alici moschini papa borghesi amarianelli

presentazione volume

Perugia, 6 febbraio 2019

CONFERENZA STAMPA - Domani la presentazione dell’applicazione UP2GO,  agevolerà gli spostamenti casa-università di studenti e dipendenti - Giovedì 7 febbraio, ore 11.30, Sala del Dottorato - Palazzo Murena

L’Ateneo di Perugia, nell’ambito della sua partecipazione alla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS), continua la sua attività di promozione di politiche di sostenibilità mediante l’acquisizione di UP2GO, un’applicazione per il car pooling riservata ed esclusiva per la comunità universitaria.

Il nuovo servizio sarà presentato domani, giovedì 7 febbraio 2019 alle ore 11.30 nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo, alla presenza del Magnifico Rettore professor Franco Moriconi, del professor Federico Rossi, delegato del Rettore per i servizi agli studenti e promotore dell’iniziativa e del rappresentante dell’azienda fornitrice dell’app UP2GO, il dottor Guglielmo Pilutti (Business Developer).

UP2GO è un nuovo servizio per gli studenti e per tutti i dipendenti dell’Ateneo che consentirà nuove forme di aggregazione sociale, grazie a una modalità di “ricerca sicura” per condivisione di “passaggi auto”, ed evidenti risparmi economici negli spostamenti casa-università.

Inoltre, il vantaggio ambientale ottenuto dalla riduzione delle auto circolanti potrà tradursi, per chi usufruisce dell’app, anche in premialità attraverso sconti, agevolazioni o in altre iniziative.

Perugia, 6 febbraio 2019

Come arte, architettura e design contribuiscono a ricostruire un territorio devastato dal terremoto, il prof. Belardi e il dott. Ferro ne parlano a “L’Uovo di Colombo” - Giovedì 7 febbraio 2019, ore 19.05, “Umbria Radio

Il professor Paolo Belardi e il dottor Filippo Ferro, interverranno al programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 7 febbraio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Belardi è Ordinario di Disegno nel Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale (DICA) e Presidente del corso di laurea in Design mentre il dottor Ferro, neo-laureato in Ingegneria Edile-Architettura, ora è a Milano presso lo studio del designer Fabio Novembre. 

Nel corso della trasmissione verrà illustrato il volume “Macerie Prime” (ABAPress, 2018) dove sono raccolti gli esiti di due progetti “ArtQuake” e “Canapa Nera” realizzati dal professor Belardi insieme agli studenti della Scuola di Design dell’Accademia di Belle Arti  e del Corso di laurea in Design, e recentemente presentato da Belardi a “Fabrica” la Scuola di Communication Design diretta da Oliviero Toscani a Treviso. “ArtQuake e “Canapa Nera” sono due installazioni, presentate ad Expocasa e al FuoriSalone di Milano nel 2018, con le quali è stato indagato il ruolo che l’arte, l’architettura e il design possono avere nel contribuire a ricostruire un territorio che ha subito – come avvenuto nel 2016 – un devastante terremoto.

I due ospiti spiegheranno poi l’ipotesi concreta di ricostruzione nata a valle delle due installazioni: la “Chiesa delle macerie”, una chiesa di Norcia distrutta dal sisma che si propone di ricostruire salvaguardando la sua primitiva forma e impiegando le sue stesse macerie, artisticamente rimontate su una struttura lignea, così da preservare integralmente la memoria della sua storia. 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 9 febbraio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

 paolo belardi

Perugia, 4 febbraio 2019

Inaugurato a Ingegneria il Centre for Magnetics Innovative Technologies frutto della collaborazione fra Ateneo di Perugia e la multinazionale Tamura. Moriconi: “Un riconoscimento alla ricerca e all’innovazione dell’Ateneo

Inaugurazione, questa mattina, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria, del nuovo centro di ricerca congiunto Center for Magnetic Innovation and Technologies (CMIT), frutto della collaborazione fra l’Università degli studi di Perugia - Dipartimento di Ingegneria e la Tamura Corporation, multinazionale con casa madre in Giappone.

Alla cerimonia è intervenuto Naoki Tamura, presidente della Tamura Corporation of Japan, insieme all’ingegner Marco Puliti (direttore della High Power Magnetic Division -Tamura Corp of Japan), il co-responsabile tecnico/scientifico del CMIT ingegner Francesco Chilosi (R&D Director - Tamura Magnetic Engineering) e a Norihiko Nanjo (Senior Executive Officer of Tamura Corporation of Japan). In rappresentanza dell’Università di Perugia hanno partecipato il Rettore professor Franco Moriconi, il direttore del dipartimento di Ingegneria professor Giuseppe Saccomandi, il co-responsabile scientifico del CMIT professor Ermanno Cardelli.

“Si tratta di un momento importante per la nostra Università – ha sottolineato il Rettore Franco Moriconi -: il nuovo Centro consentirà lo scambio tra le conoscenze all’avanguardia del Dipartimento di Ingegneria e la grandissima esperienza sul campo della Tamura Corporation, azienda internazionale leader nel settore, al fine di produrre innovazione, ricerca applicata e garantire ricadute positive sia per i nostri studenti che per il territorio. La stima e la considerazione che il presidente Tamura ha espresso nei confronti dell’Università degli Studi di Perugia ci onora e ci conferma che lo sforzo che abbiamo compiuto per farci conoscere al di fuori dei confini nazionali è stato efficace”.

Il presidente Tamura, Puliti e Chilosi hanno illustrato i settori di interesse della multinazionale, la sua presenza a livello mondiale e come il Cmit rappresenti un’opportunità di sviluppo che la Tamura Corporation, collaborando con l’Ateneo di Perugia, intende cogliere grazie alle competenze maturate dall’Università umbra: saranno sviluppati componenti da utilizzare nei settori dell’energia, del trasporto (treni, navi, automotive), delle reti intelligenti.

“Il laboratorio nasce da una collaborazione, che va avanti da tempo, fra Tamura e Università di Perugia – ha spiegato il professor Ermanno Cardelli -. Abbiamo dei nostri laureati che si sono inseriti in questa società e saranno finanziati posti di ricercatore, di assegnisti di ricerca. Il Cmit dovrà occuparsi, inizialmente, di modellistica su materiali avanzati per applicazioni magnetiche che riguardano treni, aerei, sistemi energetici, campi fotovoltaici; con la speranza di poter poi dar vita poi a un cluster con altre università italiane e giapponesi”.

“Il nostro è un Dipartimento vocato all’innovazione; innovazione che può avvenire solo se esiste una ‘filiera’, che non viene mai interrotta, che va dalla ricerca pura verso la ricerca applicata – ha aggiunto il direttore Giuseppe Saccomandi -. Il Cmit è un centro speciale, su materiali magnetici innovativi ed è il riconoscimento del valore della ricerca che è stata portata avanti dal gruppo di elettrotecnica del professor Cardelli e dei suoi collaboratori. Rappresenta un’importante novità per le aziende del territorio, per i nostri studenti che sono così collegati ad aziende multinazionali che possono offrire opportunità anche lavorative”.

moriconi tamura

naoki tamura e ermanno cardelli

moriconi

moriconi tamura 2moriconi 2francesco chilosigiuseppe saccomandimarco puliticardelli saccomandi moriconi tamura

Perugia, 4 febbraio 2019

Domani presentazione del Master  in “Management dello sport e delle attività, testimonial Roberto Goretti, direttore sportivo del Perugia Calcio - Martedì 5 febbraio 2019 ore 12, Perugia, Dipartimento di Economia

Si svolgerà a Perugia, domani, martedì 5 febbraio 2019, alle ore 12, nell’Aula 1 del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, il secondo “Master Day” per la promozione del Master interdipartimentale di primo livello in “Management dello sport e delle attività motorie”.

Testimonial della mattinata sarà Roberto Goretti, direttore sportivo del Perugia Calcio.

All’incontro interverranno, inoltre, la professoressa Leonella Pasqualini, Associato di Metodi e didattiche delle attività motorie, referente del Master, la professoressa Claudia Mazzeschi. Direttore del Dipartimento Fissuf, il professore Rosario Salvato, Associato di Didattica e pedagogia speciale, Massimo Angeletti, giornalista Rai, il professor Andrea Cardoni, Associato di Economia aziendale, Gianfranco Mastrangelo, direttore nazionale CQN-MSP Italia.

Il Master, attivato dal Dipartimento di Medicina e coordinato dalla professoressa Pasqualini, formerà manager capaci di operare in un campo specifico, quello dello sport, con tutti i suoi aspetti correlati: dal marketing alla comunicazione, dall’economia alla gestione degli eventi, fino all’impiantistica: palazzetti, palestre e campi gioco.

Oltre all’ organizzazione e gestione dei servizi per lo sport, i professionisti così formati avranno competenze specifiche relativamente alle attività motorie, anche in ambito scolastico, alle palestre della salute, recentemente istituite dalla legge Regionale Umbra per lo sport e il  turismo sportivo.

Il termine delle iscrizioni per il Master è fissato per il prossimo 28 febbraio.

Del Master si è parlato anche in occasione del I Master Day, svoltosi lo scorso 22 gennaio presso il Centro Sportivo Bambagioni, alla presenza del Pro Rettore vicario professor Alessandro Montrone, del Direttore del Dipartimento di Medicina, professor Carlo Riccardi, dei  docenti del Master e di alcuni tra i principali dirigenti dello sport umbro: il presidente del CONI regionale Domenico Ignozza  e il direttore tecnico della Sir Safety CONAD Stefano Recine che ha ribadito che lo sport ha bisogno di figure professionali di alto livello:  “risultati sportivi di eccellenza, si possono ottenere solo avendo alle spalle solide e organizzate società sportive”.

Il Master, alla sua prima attivazione, prenderà il via a marzo, terminerà a marzo 2020, e prevederà, oltre a lezioni teoriche e laboratori interattivi, esperienze pratiche e di management dello sport, svolte in forma di stage lavorativi presso strutture e società di elevato livello;  sono anche previsti stage all’estero nell’ambito del programma ERASMUS Traineeship.

Il Master di I livello è aperto ai laureati triennali di tutte le classi (scienze motorie e sportive, economia, giurisprudenza, ingegneria gestionale, etc), e, come già annunciato in occasione della sua prima presentazione, avvenuta il 4 dicembre, alla presenza del Magnifico Rettore Franco Moriconi, darà rapido avvio all’ istituzione di un Corso di Studi Magistrale in “Management dello sport”

Perugia, 4 febbraio 2019

Presentazione del libro “Jorge Mario Bergoglio Una biografia intellettuale” di Massimo Borghesi - Mercoledì 6 febbraio 2019 ore 16, a Perugia, a Palazzo Florenzi

La presentazione del libro “Jorge Mario Bergoglio Una biografia intellettuale” di Massimo Borghesi avrà luogo mercoledì 6 febbraio 2019 ore 16, a Perugia, a Palazzo Florenzi - Aula delle Tesi Piazza Ermini 1.

Presente l’autore, che è docente di Filosofia Morale del Dipartimento Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (Fissuf) dell’Ateneo perugino, porteranno il loro saluto il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana e Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento Fissuf.

Moderati dal professor Massimiliano Marianelli, Delegato del Rettore per la Didattica, seguiranno gli interventi a cura dei professori Cristina Papa, Marco Moschini, Luca Alici, tutti del Fissuf.

Il libro di Massimo Borghesi, “Jorge Mario Bergoglio. Una biografia intellettuale” (Jaca Book 2017), ha potuto giovarsi di quattro interviste concesse dal Pontefice attraverso file audio e prende in esame un aspetto essenziale, decisamente trascurato, per la comprensione  dell’attuale pontefice: quello  della  genesi e dello sviluppo del suo pensiero. Attraverso una straordinaria capacità di raccolta di fonti e di ricerca, il testo offre un sistematico approfondimento dell’entroterra culturale e degli influssi intellettuali, da quelli europei a quelli latinoamericani, che stanno dietro alla personalità di papa Francesco. Formatosi alla scuola dei gesuiti, di quelli francesi in particolare, Bergoglio ha assimilato il messaggio di S. Ignazio attraverso la lettura, “dialettica e mistica” ad un tempo, di uno dei più acuti filosofi del ‘900: Gaston Fessard. Da qui sorge l’idea del cattolicesimo come coincidentia oppositorum che lo porta all’incontro con l’antropologia polare di Romano Guardini e con il pensiero del più rilevante intellettuale cattolico latinoamericano della seconda metà del ‘900: Alberto Methol Ferré. Si precisa, in tal modo, la prospettiva di una riflessione, originale e feconda, in grado di misurarsi con le grandi sfide della Chiesa nell’era della globalizzazione.

Perugia, 4 febbraio 2019

Presentazione di UP2GO, l’applicazione che agevolerà gli spostamenti casa-università di studenti e dipendenti - giovedì 7 febbraio, ore 11.30, Sala Dessau - Palazzo Murena

L’Ateneo di Perugia, nell’ambito della sua partecipazione alla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS), continua la sua attività di promozione di politiche di sostenibilità mediante l’acquisizione di UP2GO, un’applicazione per il car pooling riservata ed esclusiva per la comunità universitaria.

Il nuovo servizio sarà presentato giovedì 7 febbraio 2019 alle ore 11.30 nella sala Dessau dell’Ateneo, alla presenza del Magnifico Rettore professor Franco Moriconi, del professor Federico Rossi, delegato del Rettore per i servizi agli studenti e promotore dell’iniziativa e dei rappresentanti dell’azienda fornitrice dell’app UP2GO, i dottori Andrea Tommei (General Manager) e Guglielmo Pilutti (Business Developer).

UP2GO è un nuovo servizio per gli studenti e per tutti i dipendenti dell’Ateneo che consentirà nuove forme di aggregazione sociale, grazie a una modalità di “ricerca sicura” per condivisione di “passaggi auto”, ed evidenti risparmi economici negli spostamenti casa-università.

Inoltre, il vantaggio ambientale ottenuto dalla riduzione delle auto circolanti potrà tradursi, per chi usufruisce dell’app, anche in premialità attraverso sconti, agevolazioni o in altre iniziative.

Perugia, 4 febbraio 2019

Nanofilamenti di DNA per la terapia antitumorale, importante studio di un gruppo di ricercatori dell’Università di Perugia, fornisce dati utili per lo sviluppo di nuovi farmaci

Un recente studio compiuto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Perugia (professori Alessandro Paciaroni, Caterina Petrillo, Francesco Sacchetti, dottor Federico Bianchi) e dell’Istituto Officina dei Materiali del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IOM-CNR) (dottoressa Lucia Comez), nell’ambito di una collaborazione internazionale, ha mostrato come l'interazione tra la molecola antitumorale Actinomicina D (ActD) con alcune strutture del nostro DNA possa inibire, mediante un’azione stabilizzante, l’attività di enzimi legati alla replicazione delle cellule tumorali, fornendo una preziosa informazione per lo sviluppo di nuove cure.

Tale ricerca, che è stata pubblicata nella prestigiosa rivista internazionale Nucleic Acids Research, fornisce dati utili per lo sviluppo di farmaci che vadano a colpire esclusivamente le cellule malate, riducendo la necessità di ricorrere alla chemioterapia.

I cosiddetti G-quadruplex sono strutture di DNA a quadrupla elica ricche di guanina (base azotata che, insieme a timina, adenina e citosina, compone il DNA) situate in diversi punti dei cromosomi e, in particolare, nelle loro parti terminali, i telomeri. Queste regioni sono particolarmente critiche poiché determinano la lunghezza della vita delle cellule e quando, successivamente alle duplicazioni cellulari, divengono troppo corte sopravviene la morte cellulare. Tuttavia, nelle cellule tumorali l'azione della telomerasi, comporta la ricomposizione dei telomeri che è una delle cause ipotizzate della generazione di tumori.

La formazione dei G-quadruplex è però in grado di inibire l'azione enzimatica della telomerasi, il che ne fa un importante target antitumorale. La ricerca effettuata ha quindi cercato di trovare in quali modi un farmaco modello (la molecola ActD) riesce a stabilizzare i G-quadruplex delle regioni terminali dei cromosomi, al fine di inibire l’azione della telomerasi e interrompere il processo di proliferazione incontrollata delle cellule tumorali.

Per ottenere questo risultato sono state combinate diverse tecniche disponibili presso i laboratori del Dipartimento di Fisica e Geologia dell'Università degli Studi di Perugia, del CERIC-ERIC-Elettra Sincrotrone di Trieste, dell'Heinz Maier-Leibnitz Zentrum (MLZ) di Monaco, dello Jülich Centre for Neutron Science (JNCS) di Jülich.

In generale i G-quadruplex si dispongono su basi quadrate sovrapposte – generalmente tre, in sequenza. Nella ricerca si è osservato che l’ActD, che si presenta nella forma di un piatto con due bracci, nell’interazione con il G-quadruplex si posa sopra alla base superiore del G-quadruplex, disponendo i bracci in modo tale da agganciare un secondo G-quadruplex, come illustrato in figura. Questo legame produce una reazione chimica che porta a stabilizzare i G-quadruplex attraverso una loro dimerizzazione, quel processo chimico per cui due molecole dello stesso composto si riuniscono in una doppia entità, rendendola più stabile. Le strutture così stabilizzate inibiscono la telomerasi, bloccando il processo di crescita del tumore.

Le opzioni per un ulteriore sviluppo della ricerca includono un approfondimento della conoscenza di questa interazione molecolare e l’esplorazione delle possibilità di cambiare la natura dei bracci della molecola ActD, per andarne a osservare il comportamento e verificarne una maggiore efficacia. In prospettiva, I risultati promettenti di questa ricerca verranno impiegati per studiare l’interazione dei G-quadruplex con un’altra molecola che sia specifica per il telomero e che possa essere più prossima ad un farmaco antitumorale di applicazione clinica.

Interazione fra G-quadruplex e ActD. La molecola di ActD induce una parziale dimerizzazione delle strutture dei G-quadruplex favorendone la stabilizzazione.

Riferimento: Federico Bianchi, Lucia Comez, Ralf Biehl, Francesco D’Amico, Alessandro Gessini, Marialucia Longo, Claudio Masciovecchio, Caterina Petrillo, Aurel Radulescu, Barbara Rossi, Francesco Sacchetti, Federico Sebastiani, Nicolò Violini, Alessandro Paciaroni; Structure of human telomere G-quadruplex in the presence of a model drug along the thermal unfolding pathway, Nucleic Acids Research, Volume 46, Issue 22, 14 December 2018, Pages 11927–11938, https://doi.org/10.1093/nar/gky1092

Perugia, 1 febbraio 2019

“L'Ateneo incontra le future matricole”, a Terni i primi appuntamenti - martedì 5 e mercoledì 6 febbraio 2019, Centro Arti Opifici SIRI (Caos)

L'Ateneo incontra le future matricole” è la serie di appuntamenti di orientamento, organizzati dall'Università degli Studi di Perugia, che si svolgeranno nei principali comuni umbri tra febbraio e aprile 2019.

Il via martedì 5 e mercoledì 6 febbraio 2019 a Terni, al Centro Arti Opifici SIRI (Caos), alle ore 8.30; la manifestazione è organizzata in collaborazione con il Comune di Terni.

Si tratta di incontri rivolti ai ragazzi delle ultime classi delle scuole superiori finalizzati a presentare l'offerta formativa per l'a.a. 2019-2020 dell’Università degli Studi Perugia; uno spazio speciale sarà riservato all’offerta formativa del Polo didattico ternano.

Come nello stile abituale dell’orientamento targato Unipg, gli stand saranno presidiati da personale docente, e si caratterizzeranno come postazioni di servizio, aiuto nella scelta, informazione completa; agli stand sarà possibile prelevare materiale informativo di particolare taglio informativo, relativo all’intero panorama dell’offerta formativa. Una scelta orientata alla qualità e alla serietà, che non indulge alla distribuzione di gadget, né alla promozione in formato marketing, e che anche per questo motivo ha guadagnato, negli anni, all’Università di Perugia, la stima, l’attenzione e la collaborazione con i docenti e con le direzioni scolastiche degli istituti superiori ternani..

Sarà ospite l’Istituto Superiore di Studi Musicali "Giulio Briccialdi" i cui allievi proporranno momenti musicali.

Ai desk relativi alla presentazione dell’offerta formativa se ne affiancheranno anche alcuni dedicati alla presentazione dei servizi erogati sia dall’Ateneo stesso che dell’Agenzia per il Diritto allo Studio, per offrire un panorama quanto più completo di quale sarà l’esperienza da studente Unipg.

Il programma completo degli incontri in Umbria è consultabile alla pagina web http://www.unipg.it/studenti-futuri

Successivi appuntamenti:

Assisi, Palazzo Bernabei, martedì 12 febbraio 2019, ore 9;

Orvieto, Centro Studi Città di Orvieto, giovedì 14 febbraio 2019, ore 8.30;

Castiglione del Lago, presso Istituto Omnicomprensivo Rosselli – Rasetti, mercoledì 20 febbraio 2019, ore 9;

Città di Castello, Logge di Palazzo Bufalini, venerdì 22 febbraio 2019, ore 9;

Spoleto, Hotel Albornoz, martedì 26 febbraio 2019, ore 9;

Foligno, Centro Studi Città di Foligno, venerdì 1 marzo 2019, ore 8.30;

Todi, Sala del Consiglio e Teatro Jacopone, giovedì 7 marzo 2019, ore 9;

Gubbio, Hotel Beniamino Ubaldi, martedì 19 marzo 2019, ore 9.

La stagione dei saloni di Orientamento dell’Università si concluderà a Perugia, venerdì 12 e sabato 13 aprile 2019 con “L’Ateneo al centro”, appuntamento accademico ormai tradizionale che sarà arricchito, quest’anno, da momenti culturali e di intrattenimento.

Perugia, 1 febbraio 2019

Presentazione di UP2GO, applicazione per il car pooling della comunità universitaria perugina -  Giovedì 7 febbraio 2019, ore 11.30, Sala Dessau di  Palazzo Murena UP2GO 

L’Ateneo di Perugia, nell’ambito della sua partecipazione alla Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile (RUS), continua la sua attività di promozione di politiche di sostenibilità mediante l’acquisizione di UP2GO, un’applicazione per il car pooling riservata per la comunità universitaria, sia studenti, sia dipendenti.

L’iniziativa sarà presentata giovedì 7 febbraio 2019,alle ore 11.30, a Perugia, nella Sala Dessau di Palazzo Murena, sede del Rettorato, in Piazza dell’Università, 1.

All’incontro con i giornalisti interverranno il Magnifico Rettore Prof. Franco Moriconi, il Prof. Federico Rossi (delegato del Rettore per i servizi agli studenti e promotore dell’iniziativa) e i rappresentanti dell’azienda fornitrice dell’app UP2GO, il Dott. Andrea Tommei (General Manager) e il Dott. Guglielmo Pilutti (Business Developer).

Perugia, 1 febbraio 2019

Cerimonia di chiusura del “Taiwan-Italy International Internship Program“, ha portato in Umbria oltre 100 stagistioltre 100 stagisti

Nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria ha avuto luogo la cerimonia di chiusura della edizione 2018 del “Taiwan-Italy International Internship Program“.

Tale attività è il risultato di un accordo di collaborazione tra l’Ateneo di Perugia e la prestigiosa Thungai University di Taiwan, è oggi alla nona edizione ed ha portato in Umbria oltre 100 stagisti asiatici, per periodi di cinque – sei mesi.

Il progetto è coordinato dai professori Paolo Carbone (Università di Perugia), En-te Hsu (Tunghai University), Paolo Taticchi (Imperial College London) e Kashi Balachandran (New York University).

L’obiettivo del progetto è quello di supportare i processi di internazionalizzazione delle imprese con Cina e Taiwan. Quest’anno, sono venute a Perugia 9 ragazze e un solo partecipante maschio, di formazione per lo più ingegneristica ed economica, che sono stati impiegati in attività di marketing digitale, analisi commerciali, acquisti di materie prime e componenti. Prima dello stage, è previsto un corso di italiano al Centro Linguistico d’Ateneo e di formazione manageriale.

In contemporanea, docenti e studenti di Perugia si sono recati a Taiwan, per attività di docenza, ricerca e per stage professionalizzanti.

Le aziende che hanno ospitato nel 2018 sono state: Asterisco Tech, Black Dionisio, Brentabee, Brunello Cucinelli, Computer Lab, Eurochocolate, Fondazione per l’Istruzione Agraria, TUCEP, Hi-Tech Solutions e Umbria Aero Space.

Un altro gruppo arriverà a settembre 2019.

Le aziende interessate ad ospitare possono scrivere a: UNIPGTaiwan@gmail.com 

taiwan 2c

taiwan 1c

 

Perugia, 1 febbraio 2019 

Collaborazione fra Ateneo di Perugia e la multinazionale Tamura, nasce il Centre for Magnetics Innovative Technologies - Lunedi 4 febbraio, ore 11, Perugia, Aula Magna Polo di Ingegneria

Cerimonia inaugurale, lunedì 4 febbraio 2019, alle ore 11, a Perugia, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria (in Via G. Duranti), del nuovo centro di ricerca congiunto Center for Magnetic Innovation and Technologies (CMIT).

E’ il frutto della collaborazione fra l’Università degli studi di Perugia - Dipartimento di Ingegneria e la Tamura Corporation, multinazionale con casa madre in Giappone.

Il centro sarà attivo nella promozione in ambito tecnico/scientifico e lo sviluppo di modelli, simulazioni, misurazioni dei componenti magnetici, quali trasformatori e reattanze elettriche, oltre alle innovazioni di materiali e tecnologie ad essi relate.

L’Ateneo perugino e la Tamura Corporation contribuiranno al centro fornendo personale altamente qualificato, esperienze e competenze specifiche, strumenti e metodi di calcolo all’avanguardia.

L’apertura della sede del Centro internazionale costituisce il primo passo della realizzazione di un progetto di cooperazione tra Ateneo di Perugia e Tamura, che vedrà il coinvolgimento di ingegneri, ricercatori e personale tecnico nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie e studi innovativi in campo elettrico, più in generale.

In rappresentanza dell’Università di Perugia parteciperanno, oltre al Rettore professor Franco Moriconi, il direttore del dipartimento di Ingegneria professor Giuseppe Saccomandi, il co-responsabile scientifico del CMIT professor Ermanno Cardelli.

In rappresentanza della Tamura interverranno Naoki Tamura (presidente della Tamura Corporation of Japan), l’ingegner Marco Puliti (direttore della High Power Magnetic Division -Tamura Corp of Japan) il co-responsabile tecnico/scientifico del CMIT ingegner Francesco Chilosi (R&D Director - Tamura Magnetic Engineering), Norihiko Nanjo (Senior Executive Officer of Tamura Corporation of Japan).

Saranno presenti, inoltre, docenti, tecnici e studenti dell’Università di Perugia e dipendenti della Tamura.

 

Perugia, 1 febbraio 2019

 

Vai a inizio pagina
Sommario
×