Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Perugia, 31 gennaio 2019

Accordi di collaborazione, in ambito veterinario, fra Ateneo di Perugia e Israele. Moriconi: “Rappresentano un valore aggiunto internazionale per la nostra Università 

A Perugia si è tenuta questa mattina, nell’Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia, il meeting “Teaching Veterinary Medicine in Israel and Italy: Developing New Perspectives”.

La giornata, nel pomeriggio, è stata poi dedicata al rinnovo degli accordi didattici con il servizio veterinario israeliano Hachaklait e la Koret school of Veterinary Medicine - Hebrew University of Jerusalem, e all’ inizio delle attività della IV edizione del Master Dairy Production Medicine. Gli ospiti israeliani sono stati accolti a Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo, nella Sala del Dottorato, dal Magnifico Rettore Franco Moriconi.

L’accordo di cooperazione tra l’Università degli Studi di Perugia e Hachaklait ha già permesso a 30 masteristi in Dairy Production Medicine, a quattro studenti frequentanti il tirocinio pratico di Clinica Ostetrica e Ginecologica Veterinaria e a un allievo di dottorato di ricerca di perfezionare le loro conoscenze presso questa organizzazione. Con l’odierno rinnovo dell’accordo per ulteriori altri 5 anni con Hachaklait, siglato la prima volta nel 2009, si è ulteriormente rafforzato il legame tra l’organizzazione veterinaria israeliana e gli studenti del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Perugia; ne sono coordinatori scientifici Maurizio Monaci (UNIPG) e Benjamin Sharir

L’accordo tra Hebrew University of Jerusalem - Koret School of Veterinary Medicine (KSVM) - un prestigioso ateneo fondato nel 1925 che vanta ben 15 Premi Nobel, e l’Università degli Studi di Perugia, è volto all’avanzamento della cooperazione nel campo della didattica e della ricerca scientifica. E’ stato sottoscritto oggi dal Rettore Moriconi e da Gad Baneth, direttore KSVM, coordinatore dell’accordo insieme al professor Maurizio Monaci (UNIPG).

La KSVM fu fondata nel 1985 ed è parte del “Robert H. Smith Faculty of Agriculture, Food and Environment” in Rehovot e comprende l’Ospedale Veterinario Didattico nel campus in Rison Le Zion.

Gli studenti potranno trascorrere un periodo all'estero (2 mesi) presso KSVM o UNIPG per svolgere attività di formazione pre-laurea. Nell'ambito di questo programma, ci saranno un massimo di 6 studenti veterinari italiani o israeliani all’anno. “L’accordo di scambi bilaterali tra l’antica Scuola di Veterinaria di Perugia e il profondo pragmatismo della Veterinaria israeliana- ha sottolineato il professor Monaci – si auspica potrà dare eccellenti frutti per la formazione delle nuove generazioni di professionisti sensibili e attenti all’incessante evoluzione delle conoscenze scientifiche richieste al Veterinario”.

“La sempre più stretta collaborazione con la Hebrew University di Israele, con la quale abbiamo anche un doppio titolo, presentato nel gennaio scorso continua a portare frutti importanti e a rappresentare un valore aggiunto di rilievo internazionale per la nostra Università. Un investimento per il futuro e per il dialogo scientifico e culturale, vero motore dell’apprendimento”, ha sottolineato il Magnifico Rettore Franco Moriconi.

“L’accordo è di primaria importanza anche per il nostro Ateneo – ha aggiunto il direttore Baneth -, con l’auspicio di poter ampliare ulteriormente gli ambiti di lavoro: siamo orgogliosi di avere una collaborazione con l’Università di Perugia”

 Presenti all’incontro in Rettorato i professori Elena Stanghellini e David Ranucci, delegati del Rettore, rispettivamente, per le Relazioni internazionali e per l’Alta formazione, Luca Mechelli e Annibale Luigi Materazzi, direttori dei Dipartimento di Medicina Veterinaria e di Ingegneria civile e ambientale, e Alberto Krachmalnicoff, past president dell’associazione Italia Israele, sezione di Perugia.

Ai partecipanti all’incontro odierno ha inviato un messaggio Ariel Bercovich, Attachè per gli Affari Pubblici dell’Ambasciata d’Israele in Italia sottolineando il valore dell’accordo bilaterale fra l’Università di Perugia e la Koret School of Veterinary Medicine of the Hebrew University che segna un nuovo passo in avanti nella cooperazione accademica fra Ateneo di Perugia e Israele.

Perugia, 31 gennaio 2019 

 

baneth e moriconi firma 3

baneth e moriconi

accordo israele dottorato

 

Perugia, 31 gennaio 2019

Un punto di contatto tra strutture biologiche e non 

Strutture inorganiche portate a bassissime temperature non cambiano stato di aggregazione e rivelano che la transizione dinamica non è propria soltanto di composti ‘vivi’. I risultati avranno ricadute in medicina, ricerca farmaceutica. Lo studio dell’Istituto dei sistemi complessi del Cnr e del Dipartimento di fisica e geologia dell’Università di Perugia è pubblicato su Science Advances  

Negli studi svolti da Letizia Tavagnacco ed Emanuela Zaccarelli dell’Istituto dei sistemi complessi del Consiglio nazionale delle ricerche e Andrea Orecchini del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università di Perugia, in collaborazione con colleghi dell’Istituto dei processi chimico-fisici di Pisa, dell’Università di Tor Vergata e dell’Università di Verona, si è scoperto che si verifica transizione dinamica in strutture non biologiche come i microgel.

I risultati, pubblicati recentemente su Science Advances stanno aprendo nuove strade per approfondimenti di medicina, ricerca farmaceutica, scienze dei materiali e biofisica.

“La transizione dinamica è l’attivazione termica, a circa -53 gradi centigradi, dei movimenti degli atomi di una struttura molecolare attorno alla loro posizione di equilibrio”, spiega Tavagnacco, “che avviene in tempi ridottissimi. A seguito degli esperimenti condotti, abbiamo potuto dimostrare che la transizione dinamica può avvenire in strutture non biologiche come i microgel, cosa che prima ritenevamo impossibile”.

La scoperta nasce da ipotesi formulate nell’ambito dello studio più ampio sulla natura della transizione dinamica.

“Studiando il fenomeno in diverse sostanze biologiche come le proteine, gli strati lipidici o le catene di DNA”, osserva Orecchini, “si è evidenziato che si aveva l’attivazione dei movimenti funzionali anche negli amminoacidi, che sono le unità di base delle proteine ma non hanno, da soli, la loro funzione biologica. Questo ci ha portato a pensare che fosse l’ambiente acquoso, grazie ai legami idrogeno generati con le varie sostanze, ad innescare il processo, essendo il fattore comune alle sostanze che stavamo studiando”.

A partire da queste osservazioni, dunque, gli studiosi hanno ipotizzato un comportamento analogo in macromolecole non biologiche immerse in ambiente acquoso, di qui lo studio sui microgel.

“Si tratta di piccolissime particelle costituite da una rete di polimeri, quindi catene, disposti in maniera disordinata. Essendo vuoti questi sono in grado di riempirsi dell’acqua di cui sono circondati gonfiandosi e sgonfiandosi, in risposta a variazioni di temperatura, pH o altri parametri. Abbiamo portato i microgel a temperature inferiori a quelle che di solito causano un cambiamento di stato, li abbiamo, cioè, sottoraffreddati e non abbiamo avuto la cristallizzazione che ci si aspettava. Così abbiamo potuto osservare la transizione dinamica e confermare la nostra ipotesi di un legame con l’ambiente acquoso. Infatti abbiamo visto che il fenomeno si realizza solo in presenza dell’acqua e non nel sistema secco”, conclude Zaccarelli.

Per informazioni: email andrea.orecchini@unipg.it

foto gruppo

Perugia, 31 gennaio 2019

L’Ateneo in ricordo di Leonardo Cenci. Il Rettore invita a osservare un minuto di raccoglimentoIl Rettore invita a osservare un minuto di raccoglimento

Il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Prof. Franco Moriconi, esprime a nome di tutto l’Ateneo la vicinanza nel dolore alla famiglia e il cordoglio per la scomparsa di Leonardo Cenci, fulgido esempio di coraggio, forza spirituale e solidarietà, non solo per i malati oncologici ma per l’intera comunità.

L’impegno e l’entusiasmo con i quali Leonardo ha scelto di trasformare la sofferenza della sua malattia in amore e dedizione verso il prossimo continueranno a essere modello di comportamento e fonte di ispirazione per molti anni a venire.

Il Rettore invita pertanto stamane tutto il personale docente, tecnico, amministrativo, bibliotecario e cel, a osservare un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 12 in ricordo di Leonardo.

Perugia, 31 gennaio 2019

Siglato accordo tra Dipartimento di Scienze Farmaceutiche - Itel Telecomunicazioni

I rappresentanti del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche (DSF)  e dell’azienda ITEL si sono incontrati a Perugia per suggellare l’accordo quadro che prevede numerose collaborazioni.

Per il Dipartimento sono intervenuti il direttore professoressa Violetta Cecchetti, il professor Antonio Macchiarulo, coordinatore del Dottorato in Scienze Farmaceutiche e la professoressa Luana Perioli, coordinatrice del Corso di Master di II livello in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, per Itel il presidente dottor Leonardo Diaferia e il dottor Gaetano Lopopolo.

Il DSF, diretto dalla professoressa Violetta Cecchetti, tra i migliori 180 dipartimenti italiani, ricco di molteplici competenze scientifiche, è sempre pronto ad intessere rapporti di collaborazione con aziende operanti nel settore farmaceutico, sia per fini didattici che di ricerca.

ITEL TELECOMUNICAZIONI, fondata nel 1982 a Ruvo di Puglia, è una riconosciuta impresa leader nella risoluzione di tutte le problematiche legate alla progettazione e installazione delle apparecchiature di risonanza magnetica e di diagnostica per immagini ed è un punto di riferimento per enti pubblici e imprese private nel mondo, almeno in 40 paesi. Il suo settore radiofarmaceutico ITELPHARMA, nato nel 2009, si occupa della progettazione e sviluppo radio farmaci, preziosi medicinali “teranostici” che trovano applicazione nella medicina nucleare sia in terapia che in diagnostica (PET).

Grazie all’accordo quadro che è stato stipulato la futura cooperazione permetterà di costruire dei network di collaborazione e partecipazione a progetti e programmi di ricerca sulle tematiche di interesse, ma anche a cooperare sul piano didattico e della formazione con lo sviluppo di percorsi sia nell’ambito dei corsi di laurea del DSF che nell’alta formazione come il Dottorato in Scienze Farmaceutiche, coordinato dal professor Antonio Macchiarulo, e il Corso di Master di II livello in Tecnologie Farmaceutiche e Attività Regolatorie, coordinato dalla professoressa Luana Perioli.

 

accordo farmaceutiche itel

Nella foto allegata

In alto da sx a dx  Prof. Antonio Macchiarulo (DSF) Dott. Gaetano Lopopolo (ITEL)

In basso da sx a dx Prof. Luana Perioli (DSF) Dott. Leonardo Diaferia (Presidente ITEL) Violetta Cecchetti (Direttore DSF)

Perugia, 31 gennaio 2019  

 

Perugia, 30 gennaio 2019

Conferimento a Ilaria Capua del Dottorato Honoris Causa in “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie” e del Baiocco d’oro - Lunedì 11 febbraio, ore 15.30, Perugia, Sala dei NotariLunedì 11 febbraio, ore 15.30, Perugia, Sala dei Notari 

Ilaria Capua, medico veterinario di formazione e virologo di fama internazionale, sarà insignita, a Perugia, del Dottorato di Ricerca Honoris Causa “Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie”, da parte dell’Università degli Studi e del Baiocco d'Oro, riconoscimento del Comune di Perugia.

La solenne cerimonia, in occasione della Giornata Internazionale ONU delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, avrà luogo lunedì 11 febbraio 2019, alla Sala dei Notari.

Alle ore 15.30 il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, conferirà alla professoressa Capua il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in "Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie".

Seguirà, alle ore 17, la tavola rotonda sul tema "Donna e Scienza" da parte delle professoresse dell’Ateneo perugino Cynthia Aristei, componente del Consiglio di Amministrazione, Violetta Cecchetti, direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e componente del Senato Accademico, Claudia Mazzeschi, direttore del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione e componente del Senato Accademico, Caterina Petrillo, componente del Consiglio di Amministrazione; modera Cristina Castellano, conduttrice della trasmissione “Speciale Università” - TEF Channel.

Alle ore 18 la cerimonia di consegna da parte di Andrea Romizi, sindaco del Comune di Perugia, dell'onorificenza del Baiocco d'Oro alla professoressa Ilaria Capua.

Perugia, 30 gennaio 2019

Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza,  spettacolo al Morlacchi con Gabriella Greison - Lunedì 11 febbraio 2019, ore 21pettacolo al Morlacchi con Gabriella Greison - Lunedì 11 febbraio 2019, ore 21

Il Comitato Unico di Garanzia per le Pari Opportunità (CUG) dell'Università di Perugia, in occasione della Giornata internazionale delle Donne e delle Ragazze nella Scienza, ha organizzato uno spettacolo che si svolgerà lunedì 11 febbraio 2019, alle ore 21, a Perugia, al Teatro Morlacchi. Verrà rappresentato il monologo teatrale dal titolo “Due donne ai raggi X - Marie Curie e Hedy Lamarr, ve le racconto io” di e con Gabriella Greison.

Gabriella Greison è una fisica, giornalista e scrittrice che ha pubblicato numerosi romanzi che hanno come protagonisti gli scienziati e le scienziate della Fisica del '900.

“L'evento è stato organizzato con la collaborazione fra l'Ateneo perugino, il Comune di Perugia, il Teatro Stabile dell'Umbria e con il patrocinio dell'Associazione Soroptimist International d'Italia-Club di Perugia” – spiegano la professoressa Mirella Damiani, delegata del Rettore per le Pari opportunità e politiche sociali e il professor Emidio Albertini, presidente del CUG.  In tale occasione avverrà la premiazione del concorso scolastico ‘Una scienziata da scoprire a raccontare’ e ‘Il tuo logo per Donne in Scienza’, a cui hanno partecipato le ragazze e i ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado della Provincia di Perugia e Terni”.

________________________________________________________

L'acquisto dei biglietti (tariffa intera) è possibile on line al seguente link: http://www.teatrostabile.umbria.it/media/biglietteria.

I biglietti ridotti sono acquistabili direttamente al botteghino del teatro Morlacchi oppure mediante prenotazione telefonica presso il Botteghino telefonico del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali dalle 16 alle 20, al numero 07557542222.

PREZZI:

15 euro intero - 10 euro ridotto sopra i 60 anni e abbonati della stagione di prosa, dipendenti università - 5 euro sotto i 28 anni e studenti

 

Perugia, 30 gennaio 2019

Alimentazione e salute fra gli studenti, progetto a Terni: lo illustrano il professor Brancorsini e la dottoressa Poli a “L’Uovo di Colombo”- Giovedì 31 gennaio 2019, ore 19.05, “Umbria Radio”

Il professor Stefano Brancorsini, docente di Patologia Clinica, e la dottoressa Giulia Poli, dottoranda in Biologia dei sistemi in patologie immunitarie e inattive, entrambi afferenti al Dipartimento di Medicina Sperimentale,  saranno ospiti del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 31 gennaio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Brancorsini, che è direttore della Scuola di Specializzazione in Patologia clinica e biochimica clinica e presidente del corso di laurea in Infermieristica (sede di Terni) e la dottoressa Poli illustreranno il progetto di ricerca dal titolo “Feedback alimentare sullo stato di salute degli adolescenti tra i banchi di scuola. Indagine molecolare per la
caratterizzazione delle alterazioni metaboliche da acidi grassi”
che vede coinvolti il Laboratorio di Patologia Molecolare della sede di Terni dell’Università degli Studi di Perugia e il Liceo “Renato Donatelli” con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni.

 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 2 febbraio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

 

da sx brancorsini poli

 Perugia, 30 gennaio 2019

Meeting veterinario Italia-Israele - Giovedì 31 gennaio 2019, Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria

Il meeting “Teaching Veterinary Medicine in Israel and Italy: Developing New Perspectives" si terrà domani, giovedì 31 gennaio 2019 nell’Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia.

Sarà aperto, alle ore 9.15 dai saluti del Delegato del Rettore alla Didattica – Università degli Studi di Perugia Prof. Massimiliano Marianelli, dell’Assessore alle Sanità della Regione Umbria, Luca Barberini, del Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia Prof. Luca Mechelli.

Seguiranno le comunicazione: di Maurizio Monaci, Benjamin Sharir, Martina Crociati, Ito Sei, Solell Maya, Francesco Porciello, Andrea Verini, Gad Baneth, David Ranucci.

Perugia, 25 gennaio 2019

Collaborazione fra Ateneo di Perugia e la multinazionale Tamura, Nasce il Centre for Magnetics Innovative Technologies -  Lunedi 4 febbraio, ore 11, Perugia, Aula Magna Polo di Ingegneria

Cerimonia inaugurale, lunedì 4 febbraio 2019, alle ore 11, a Perugia, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria (in Via G. Duranti), del nuovo centro di ricerca congiunto Center for Magnetic Innovation and Technologies (CMIT).

E’ il frutto della collaborazione fra l’Università degli studi di Perugia - Dipartimento di Ingegneria e la Tamura Corporation, multinazionale con casa madre in Giappone.

Il centro sarà attivo nella promozione in ambito tecnico/scientifico e lo sviluppo di modelli, simulazioni, misurazioni dei componenti magnetici, quali trasformatori e reattanze elettriche, oltre alle innovazioni di materiali e tecnologie ad essi relate.

L’Ateneo perugino e la Tamura Corporation contribuiranno al centro fornendo personale altamente qualificato, esperienze e competenze specifiche, strumenti e metodi di calcolo all’avanguardia.

L’apertura della sede del Centro internazionale costituisce il primo passo della realizzazione di un progetto di cooperazione tra Ateneo di Perugia e Tamura, che vedrà il coinvolgimento di ingegneri, ricercatori e personale tecnico nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie e studi innovativi in campo elettrico, più in generale.

In rappresentanza dell’Università di Perugia parteciperanno, oltre al Rettore professor Franco Moriconi, il direttore del dipartimento di Ingegneria professor Giuseppe Saccomandi, il co-responsabile scientifico del CMIT professor Ermanno Cardelli.

In rappresentanza della Tamura interverranno Naoki Tamura (presidente della Tamura Corporation of Japan), l’ingegner Marco Puliti (direttore della High Power Magnetic Division -Tamura Corp of Japan) il co-responsabile tecnico/scientifico del CMIT ingegner Francesco Chilosi (R&D Director - Tamura Magnetic Engineering), Norihiko Nanjo (Senior Executive Officer of Tamura Corporation of Japan).

Saranno presenti, inoltre, docenti, tecnici e studenti dell’Università di Perugia e dipendenti della Tamura.

Perugia, 25 gennaio 2019

Prestigioso riconoscimento internazionale per la dottoressa Laura Pazzagli ex studentessa a Perugia per un articolo pubblicato sugli Annales di Epidemiology

L’American College di Epidemiology ha attribuito alla dottoressa Laura Pazzagli il riconoscimento per il miglior articolo pubblicato sugli Annals di Epidemiology nel 2018 da un Ricercatore Junior.

La dottoressa Pazzagli lavora attualmente come ricercatrice postdoc nel Centro di farmacoepidemiologia del Dipartimento di medicina, nel prestigioso Karolinska Institutet di Stoccolma in Svezia, dopo aver conseguito il Dottorato di ricerca a Perugia in “Metodi matematici e statistici per le scienze economiche e sociali" avendo come supervisore la professoressa Elena Stanghellini.

La tesi di Dottorato della Pazzaglia (dal titolo "Inverse probability weighting and doubly robust estimators under model misspecification and a study on the socioeconomic determinants of end-stage renal disease in Sweden") è stata elaborata, in parte, all’Università di Umeå, sempre in Svezia e le ha consentito di conseguire l’attuale contratto con il Karolinska.

__________________________

Articolo consultabile all’indirizzo

https://ki.se/en/meds/centre-for-pharmacoepidemiology

11938, https://doi.org/10.1093/nar/gky1092

laura plaque r

Perugia, 24 gennaio 2019

L’Ateneo di Perugia ha conferito al professor Kumbakonam Rajagopal il Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione 

Il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, ha conferito il Dottorato di Ricerca Honoris Causa in “Ingegneria Industriale e dell'Informazione” al professor Kumbakonam Rajagopal, della TEXAS A&M University, ingegnere meccanico di rilevanza internazionale.

La solenne cerimonia, secondo la tradizionale antica formula in lingua latina, si è svolta stamani nell'Aula Magna del Polo di Ingegneria.

In apertura, il Promotore del riconoscimento, il professore Ermanno Cardelli, coordinatore del Dottorato in Ingegneria Industriale e dell'Informazione, ha introdotto il Dottorando. E’stato poi il professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, con la laudatio, a presentare, all’uditorio, la figura dello scienziato - sottolineandone le peculiarità e la rilevanza internazionale e i rapporti con l’Università degli Studi di Perugia - e dell'uomo, molto stimato e apprezzato da studenti e colleghi dell'Accademia.

“I rapporti del professor Kumbakonam R. Rajagopal con l'Ateneo perugino – ha evidenziato il professor Saccomandi - risalgono ai primi anni Novanta. In questi venticinque anni il professor Rajagopal ha sempre aiutato studenti e ricercatori affiancandoli anche nell'ottenere importanti risultati di ricerca. Il conferimento di questa onorificenza, quindi, suggella questa lunga collaborazione”.

Kumbakonam Rajagopal, autore di oltre 500 lavori pubblicati nelle più prestigiose riviste internazionali del settore – è stato ancora evidenziato -, ha lavorato con risultati di eccellenza in molti campi dell'ingegneria meccanica, nell'ambito della meccanica dei fluidi non-newtoniani, dei materiali granulari e delle miscele solido-fluido   dello studio della visco-elasticità e termo-elasticità. I suoi lavori hanno avuto un impatto notevole nella comunità scientifica e non solo, come testimoniano gli indici bibliometrici, con oltre 20.000 citazioni, H-index 80.

Al termine della laudatio, il professor Rajagopal, ha tenuto la Lectio Doctoralis dal titolo “L’importanza generale dell'istruzione superiore”.

La Commissione per il conferimento del dottorato, composta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e dai professori  Giuseppe Saccomandi ed Edvige Pucci (membri esperti), Franco Cotana, Paolo Valigi, Paolo Conti, Elisabetta Zanetti, ha proceduto alla valutazione dell’esposizione inserendo in un’ urna fave bianche in segno di approvazione o nere in caso contrario: unanime è stato il parere favorevole sulla Lectio tenuta dal professor Rajagopal.

Il Rettore Moriconi ha quindi consegnato al Dottore honoris causa Kumbakonam Rajagopal il libro (simbolo del sapere), l’anello (a significare l’‘unione’ del laureato con la disciplina), il bacio accademico, il ‘tocco’, la toga dottorale e la pergamena.

Kumbakonam R.Rajagopal riceve il suo dottorato nel 1978 presso l'Università di Minneapolis. Il suo advisor è stato Roger Fodick, attuale editor in chief del Journal of Elasticity.

Dopo un periodo presso l'Università del Michigan ad Ann Arbor diventa James T MacLeod all'Università di Pittsburgh dove rimane per svariati anni prima di passare alla Texas A&M a College Station.

Autore di oltre 500 lavori in archival journals ha lavorato in tutti i campi dell'Ingegneria Meccanica con risultati di primo piano. In una prima fase della sua carriera ha ottenuto risultati fondamentali nell'ambito della Meccanica dei Fluidi Non-Newtoniani. Quindi si è interessato ai materiali granulari e alle miscele solidi-fluido stabilendo i modelli matematici più avanzati e dettagliati per la descrizione dei letti fluidi. In questo campo possiede anche dei brevetti per la caratterizzazione reologica delle miscele.

Importanti sono i suoi risultati nell'ambito della teoria dell'elasticità finita e lineare e quindi della visco-elasticità e termo-elasticità. Ha studiato in dettaglio le approssimazione della tribologia mettendo a fuoco alcuni problemi matematici dei modelli più comuni in alcune situazioni limite. Si è inoltre interessato dei fluidi elettro-reologici per applicazioni tecnologiche particolari e di turbolenza stabilendo in modo rigoroso le condizioni per l'esistenza dei flussi secondari.

Ha stabilito in modo rigoroso la gerarchia dei modelli dei mezzi porosi.

Ha studiato il comportamento meccanico dell'asfalto. In questo campo ha stabilito non solo i modelli matematici più avanzati ma anche procedure sperimentali innovative per valutare il danneggiamento dei manti stradali.

Ha sviluppato la teoria implicita dei materiali dimostrando come questa e vantaggiosa in diverse applicazioni tra cui la meccanica della frattura, la plasticità e le teorie con stress residui. 

In biomeccanica ha ottenuto risultati rilevanti sia nello studio dei tessuti soffici che nello studio reologico del sangue. Lavori che sono utilizzati anche in ambito clinico.

Ha ottenuto risultati importanti nella teoria dei sistemi dinamici. In particolare nello studio dei fenomeni di sincronizzazione e nello studio dei sistemi dinamici soggetti a forzanti che hanno una minima regolarità matematica.

Questi lavori non solo sono stati pubblicati nelle migliori riviste di Ingegneria Meccanica e Scienze Meccaniche, ma hanno avuto un impatto notevole come testimoniano gli indici bibliometrici: oltre 20:000 citazioni, H-index 80.

Importantissimo è anche il portafoglio di progetti del professor K. R. Rajagopal.

Ha collaborato con moltissimi ricercatori di tutti il mondo. Ha scritto diversi libri in particolare un libro di fluidodinamica con Clifford Truesdell.

Ha ottenuto numerosi premi, è stato plenary speaker in tutte le più importanti conferenze delle associazioni professionali (ASME, ASCE, SES, ASEE), ha una laurea Honoris causa dalla Università Charles di Praga e ha seguito 45 studenti di dottorato. 

Rajagopal è sicuramente uno degli scienziati di punta nelle Scienze Ingegneristiche. Inoltre è uno scienziato completo nel senso che si è interessato sia di meccanica dei solidi che dei fluidi, di aspetti teorici, numerici e sperimentali, di aspetti strutturali e termodinamici.

Per questo motivi il dottorato in Ingegneria Industriale e dell'Informazione ha pensato di onorare il professore K. R. Rajagopal con il dottorato Honoris Causa.

rajagopal

investitura toga

da sx cardelli moglierajagopal rajagopal moriconi saccomandi

consegna anello

Perugia, 24 gennaio 2019

Domani, a Foligno, l’inaugurazione del laboratorio di Prove materiali del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale - venerdì 25 gennaio, ore 9.30 

A Foligno, domani, venerdì 25 gennaio 2019, alle ore 9.30, nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Tecnologico ITT L. Da Vinci (in Via G. Marconi 6), si terrà la presentazione del nuovo laboratorio di Prove materiali del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale (DICA) dell’Università degli Studi di Perugia; il Dipartimento, recentemente, è stato inserito dall'Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) tra quelli di Eccellenza in Italia.

Il laboratorio, le cui attrezzature sono state in gran parte finanziate dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, è in Via G. Marconi 10 a Foligno, stabile concesso in uso al Dipartimento dalla Provincia di Perugia. La nuova struttura è stata potenziata nell’ambito del progetto di sviluppo del Dipartimento di Eccellenza e svolgerà attività di ricerca sperimentale e funzioni di pubblica utilità, con particolare riferimento al supporto delle attività di ricostruzione delle zone terremotate ed al controllo e manutenzione di strade, ponti e viadotti. Nella sua veste di Laboratorio Ufficiale, fornirà anche supporto allo sviluppo dell’edilizia, con particolare riferimento alle nuove costruzioni ed alla realizzazione ed al potenziamento delle infrastrutture per la mobilità ed il trasporto.

Interverranno alla presentazione, tra gli altri, Annibale Luigi Materazzi, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Morena Castellani, Dirigente Scolastico reggente dell’ITT, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia, Luciano Bacchetta, Presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti, Sindaco di Foligno, Gaudenzio Bartolini, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

Dopo la presentazione seguirà la visita guidata del nuovo Laboratorio.

Perugia, 23 gennaio 2019

Domani il conferimento del Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal - Giovedì 24 gennaio 2019, ore 11, Aula Magna del Polo di Ingegneria 

Domani, giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 11, a Perugia, nell'Aula Magna del Polo di Ingegneria, sarà conferito il Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal, della Texas A&M University.

La solenne cerimonia verrà presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e vedrà la partecipazione del professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria e del professor Ermanno Cardelli, coordinatore del Dottorato in Ingegneria Industriale e dell'Informazione.

Kumbakonam Rajagopal, autore di oltre 500 lavori pubblicati nelle migliori riviste internazionali del settore, ha lavorato con risultati di eccellenza in molti campi dell'ingegneria meccanica, nell'ambito della meccanica dei fluidi non-newtoniani, dei materiali granulari e delle miscele solido-fluido   dello studio della visco-elasticità e termo-elasticità.

I suoi lavori hanno avuto un impatto notevole nella comunità scientifica e non solo, come testimoniano gli indici bibliometrici, con oltre 20.000 citazioni, H-index 80.

Perugia, 23 gennaio 2019

PER NON DIMENTICARE – Domani incontro all’Università con le scuole dell’Umbria per celebrare il Giorno della Memoria - Perugia, giovedì 24 gennaio 

In occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (FiSSUF) dell’Università degli Studi di Perugia e l’Istituto Tedesco Perugia promuovono un incontro con gli studenti delle scuole medie superiori di Pe­ru­gia e dell’Umbria, per ricordare l’Olocausto e contro ogni discrimina­zione e intolleranza, ieri come oggi.

L’iniziativa avrà luogo domani giovedì 24 gennaio 2019, a Perugia, al Dipartimento FiSSUF (in Piazza G. Ermini 1) dalle 8.30 alle 13.

Parteciperanno oltre 300 studenti degli istituti Alessi, Capitini, Mariotti e Pieralli, di Perugia; Properzio, di Assisi; Da Vinci, di Umber­tide; Casimiri, di Gualdo Tadino; e Jacopone da Todi, di Todi.

Sarà proiettato il film “Im Himmel, unter der Erde” (“Nel cielo, sotto la terra”), di Britta Wauer. La pellicola, inedita in Italia, è presentata in anteprima per l’Umbria in collaborazione con il Goethe-Institut; al termine della proiezione seguirà una discussione con la regista Britta Wauer, che sarà a Perugia per l’occasione.

“Im Himmel, unter der Erde” sarà poi presentato in un incontro serale al cinema Post­modernissimo.

“Nel cielo, sotto la terra” (Germania, 2011, 92 min.) è un avvincente viaggio nella storia e nella memoria della Germania lungo il Novecento, attraverso le tante piccole e grandi storie che s’intrecciano all’ombra del più importante cimitero ebraico di Berlino. Al tempo stesso lieve e profondo: il film di Britta Wauer è un invito a non dimenticare il passato, per capire il presente.

Visto dall’alto il cimitero ebraico di Berlin-Weißensee sembra un giardino rinascimentale. Attraversando il suo portone ci si immerge in una boscaglia di alberi antichi, rododendri profumati e tombe coperte di edera. Sia il cimitero che il suo archivio, nel corso dei secoli sono rimasti illesi, un caso fortunato, un vero tesoro della memoria, che ci fa da guida attraverso un secolo di storia della Germania e della sua capitale.

La regista Britta Wauer nel suo documentario riesce a raccontare le storie dietro le pietre sepolcrali, quelle che di solito rimangono nascoste: i racconti di Benny Epstein alla ricerca delle tracce dei suoi antenati, i racconti di Harry Kindermann, che sulle vie del cimitero ha imparato a guidare la macchina, i racconti dei bambini che lì hanno giocato quando le strade di Berlino diventavano troppo pericolose.

I racconti del cielo sotto la terra: una parte della storia berlinese e tedesca che ancora continua.

Perugia, 23 gennaio 2019

L’analisi delle opere d’arte tramite la termografia pulsata illustrata a “L’Uovo di Colombo” dal professor Burrascano e dal dottor Laureti - Giovedì 24 gennaio 2019, ore 19.05

Il professor Pietro Burrascano, ordinario di Elettrotecnica e il dottor Stefano Laureti, assegnista di ricerca post dottorato presso il Dipartimento di Ingegneria – sede di Terni,  saranno ospiti del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 24 gennaio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Burrascano e il dottor Laureti spiegheranno l’innovativo metodo messo a punto per realizzare indagini non distruttive su dipinti impiegando la termografia pulsata.  Si tratta di una tecnica unica al mondo che consente, utilizzando luci a led, di esplorare in profondità la superficie pittorica e raccogliere, in maniera assolutamente non invasiva, informazioni sulle varie fasi che hanno caratterizzato la realizzazione dell’opera d’arte, sulle eventuali modifiche apportate nel tempo e, in generale, di raccogliere utili elementi anche per l’eventuale l’individuazione dell’autore.

 

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 26 gennaio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

da sx laureti e burrascano

Perugia, 22 gennaio 2019 

PER NON DIMENTICARE - Incontro all’Università con le scuole dell’Umbria per celebrare il Giorno della Memoria - Perugia, giovedì 24 gennaio 

Il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione (FiSSUF) dell’Università degli Studi di Perugia e l’Istituto Tedesco Perugia, in occasione delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, promuovono un incontro con gli studenti delle scuole medie superiori di Pe­ru­gia e dell’Umbria, per ricordare l’Olocausto e contro ogni discrimina­zione e intolleranza, ieri come oggi.

L’iniziativa avrà luogo giovedì 24 gennaio 2018, a Perugia, al Dipartimento FiSSUF (in Piazza G. Ermini 1) dalle 8.30 alle 13.

Parteciperanno gli istituti Alessi, Capitini, Mariotti e Pieralli, di Perugia; Properzio, di Assisi; Da Vinci, di Umber­tide; Casimiri, di Gualdo Tadino; e Jacopone da Todi, di Todi.

Sarà proiettato il film “Im Himmel, unter der Erde” (“Nel cielo, sotto la terra”), di Britta Wauer. La pellicola, inedita in Italia, è presentata in anteprima per l’Umbria in collaborazione con il Goethe-Institut; al termine della proiezione seguirà una discussione con la regista Britta Wauer, che sarà a Perugia per l’occasione.

“Im Himmel, unter der Erde”sarà poi presentato in un incontro serale al cinema Post­modernissimo.

“Nel cielo, sotto la terra” (Germania, 2011, 92 min.) è un avvincente viaggio nella storia e nella memoria della Germania lungo il Novecento, attraverso le tante piccole e grandi storie che s’intrecciano all’ombra del più importante cimitero ebraico di Berlino. Al tempo stesso lieve e profondo: il film di Britta Wauer è un invito a non dimenticare il passato, per capire il presente.

Visto dall’alto il cimitero ebraico di Berlin-Weißensee sembra un giardino rinascimentale. Attraversando il suo portone ci si immerge in una boscaglia di alberi antichi, rododendri profumati e tombe coperte di edera. Sia il cimitero che il suo archivio, nel corso dei secoli sono rimasti illesi, un caso fortunato, un vero tesoro della memoria, che ci fa da guida attraverso un secolo di storia della Germania e della sua capitale.

La regista Britta Wauer nel suo documentario riesce a raccontare le storie dietro le pietre sepolcrali, quelle che di solito rimangono nascoste: i racconti di Benny Epstein alla ricerca delle tracce dei suoi antenati, i racconti di Harry Kindermann, che sulle vie del cimitero ha imparato a guidare la macchina, i racconti dei bambini che lì hanno giocato quando le strade di Berlino diventavano troppo pericolose.

I racconti del cielo sotto la terra: una parte della storia berlinese e tedesca che ancora continua.

Perugia, 22 gennaio 2019 

Sicurezza e sviluppo dell’edilizia e delle infrastrutture, inaugurazione del laboratorio di Prove materiali del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale - Foligno, venerdì 25 gennaio, ore 9.30 

Venerdì 25 gennaio 2019, alle ore 9.30, a Foligno, nell’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Tecnologico ITT L. Da Vinci (in Via G. Marconi 6), si terrà la presentazione del nuovo laboratorio di Prove materiali del Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale (DICA) dell’Università degli Studi di Perugia; il Dipartimento, recentemente, è stato inserito dall'Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) tra quelli di Eccellenza in Italia.

Il laboratorio, le cui attrezzature sono state in gran parte finanziate dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, è in Via G. Marconi 10 a Foligno, stabile concesso in uso al Dipartimento dalla Provincia di Perugia. La nuova struttura è stata potenziata nell’ambito del progetto di sviluppo del Dipartimento di Eccellenza e svolgerà attività di ricerca sperimentale e funzioni di pubblica utilità, con particolare riferimento al supporto delle attività di ricostruzione delle zone terremotate ed al controllo e manutenzione di strade, ponti e viadotti. Nella sua veste di Laboratorio Ufficiale, fornirà anche supporto allo sviluppo dell’edilizia, con particolare riferimento alle nuove costruzioni ed alla realizzazione ed al potenziamento delle infrastrutture per la mobilità ed il trasporto.

Interverranno alla presentazione, tra gli altri, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia, Annibale Luigi Materazzi, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Morena Castellani, Dirigente Scolastico reggente dell’ITT, Luciano Bacchetta, Presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti, Sindaco di Foligno, Gaudenzio Bartolini, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno.

Dopo la presentazione seguirà la visita guidata del Nuovo Laboratorio.

Perugia, 21 gennaio 2019 

Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal - Giovedì 24 gennaio, ore 11, Aula Magna del Polo di Ingegneria 

A Perugia, giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 11, nell'Aula Magna del Polo di Ingegneria, sarà conferito il Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal, della Texas A&M University.

La solenne cerimonia verrà presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e vedrà la partecipazione del professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria e del professor Ermanno Cardelli, coordinatore del Dottorato in Ingegneria Industriale e dell'Informazione.

Kumbakonam Rajagopal, autore di oltre 500 lavori pubblicati nelle migliori riviste internazionali del settore, ha lavorato con risultati di eccellenza in molti campi dell'ingegneria meccanica, nell'ambito della meccanica dei fluidi non-newtoniani, dei materiali granulari e delle miscele solido-fluido   dello studio della visco-elasticità e termo-elasticità.

I suoi lavori hanno avuto un impatto notevole nella comunità scientifica e non solo, come testimoniano gli indici bibliometrici, con oltre 20.000 citazioni, H-index 80.

Perugia, 21 gennaio 2019 

Domani la Presentazione del Master in “Management dello sport e delle attività motorie” - Martedì 22 gennaio, ore 14, Centro sportivo “Giuseppe Bambagioni” 

A Perugia, al Centro sportivo “Giuseppe Bambagioni”, domani, martedì 22 gennaio 2019, alle ore 14, si svolgerà il “Master Day”, nel corso del quale verranno illustrati contenuti e finalità del   Master interdipartimentale di I livello in “Management dello sport e delle attività motorie”.

Interverranno la professoressa Leonella Pasqualini, referente del Master, Domenico Ignozza, presidente del CONI Umbria, e manager del settore e testimonial quali Stefano Recine, direttore tecnico della SIR Safety CONAD, Massimo Angeletti, giornalista RAI, Gianluca Laliscia, CEO & chairman sistemaeventi.it e Nicolò Famiglietti, general manager palestra Energia.

Il Master, attivato dal Dipartimento di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia, alla sua prima edizione, formerà manager, esperti nel campo del marketing, comunicazione ed economia per la gestione degli eventi e strutture sportive e delle palestre della salute.

Perugia, 18 gennaio 2019

Presentazione del Master in “Management dello sport e delle attività motorie” - Martedì 22 gennaio 2019, ore 14, Centro sportivo “Giuseppe Bambagioni” 

Si svolgerà martedì 22 gennaio 2019, alle ore 14, a Perugia, al Centro sportivo “Giuseppe Bambagioni”, il “Master Day”, nel corso del quale verranno illustrati contenuti e finalità del   Master interdipartimentale di I livello in “Management dello sport e delle attività motorie”.

Il Master, attivato dal Dipartimento di Medicina dell'Università degli Studi di Perugia, alla sua prima edizione, formerà manager, esperti nel campo del marketing, comunicazione ed economia per la gestione degli eventi e strutture sportive e delle palestre della salute.

Interverranno la professoressa Leonella Pasqualini, referente del Master, Domenico Ignozza, presidente del CONI Umbria, e manager del settore e testimonial quali Stefano Recine, direttore tecnico della SIR Safety CONAD, Massimo Angeletti, giornalista RAI, Gianluca Laliscia, CEO & chairman sistemaeventi.it e Nicolò Famiglietti, general manager palestra Energia.

Perugia, 17 gennaio 2019

Domani la “Marilyn Monroe” di Andy Warhol esposta in preview nella Gipsoteca

Nella Gipsoteca dell’Università degli Studi, in via dell’Aquilone, in preview assoluta, domani, venerdì 18 gennaio 2019, dalle 17.30 alle 19.30, verrà esposta la “Marilyn Monroe” di Andy Warhol, una delle oltre 120 opere, tra grafiche storiche, litografie, serigrafie e offset firmate dal Maestro statunitense che saranno poi oggetto della mostra “Andy Warhol…in the City”.

All’inaugurazione dell’evento di domani saranno presenti il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Direttore del Dipartimento di Lettere, Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, professor Mario Tosti, e il Direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici, professoressa Cristina Galassi.

La mostra “Andy Warhol…in the City” potrà invece essere visitata a Perugia dal 26 gennaio al 17 marzo 2019, al Centro servizi camerali “Galeazzo Alessi” di via Mazzini – ex Borsa Merci.

La Gipsoteca di Ateneo, con la sua raccolta di pezzi, formati su originali greci, etruschi e romani, fu costituita dal Prof. Filippo Magi (Firenze 1905-1986), professore ordinario di Archeologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Dopo il restauro dei gessi e la recente riapertura al pubblico (maggio 2018), la Gipsoteca, uno dei sette nuclei museali dell’Università di Perugia,  è andata ad occupare un posto di rilievo in seno all’organizzazione museale cittadina, distinguendosi come spazio di pregio in grado di accogliere importanti eventi quali la straordinaria mostra "Liaisons" di Alfonso Fratteggiani Bianchi, l'elegante esposizione floreale delle Maestre del Garden Club di Perugia, l’affollata e vivacissima Sharper 2018-Notte europea dei ricercatori. 

Da subito quindi la Gipsoteca si è qualificata come luogo dell’acropoli deputato al dialogo fra l’antico e il contemporaneo.

In questo senso si pone anche la Marilyn Monroe di Andy Wharol (serigrafia a colori, cm 91,5 x 91,5) che giunge ora in mostra, un’opera caratterizzata da colori vivaci e tratti marcati, una vera e propria provocazione specie se rapportata alla dimensione museale che la accoglie. Del resto, è proprio la "provocazione" a connotare l’esperienza di Warhol, che sceglie la serialità dell’immagine per dimostrare che l’arte deve essere “consumata” al pari di un qualsiasi altro prodotto commerciale. Uno stimolo, dunque, a mettere in discussione valori considerati prima immutabili, una spinta a ritenere lo stesso museo non come un luogo dove i sedimenti del passato assumono il valore di presenze statiche e inerti, ma il significato di elementi vivi e dialoganti: un luogo in cui, per dirla con Gustav Mahler, la tradizione non deve essere intesa come culto delle ceneri, ma come custodia del fuoco!

Perugia, 16 gennaio 2019

Benessere degli animali e miglioramento della qualità di carne e uova: le dottoresse Mattioli e Cartoni Mancinelli ne parlano a “L’Uovo di Colombo” - Giovedì 17 gennaio 2019, ore 19.05, “Umbria Radio”

Le dottoresse Simona Mattioli e Alice Cartoni Mancinelli, assegniste di ricerca post Dottorato del Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali, saranno ospiti del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 17 gennaio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Mattioli e Cartoni Mancinelli illustreranno l’attività portata avanti dal gruppo di Ricerca AGR/20_progettoH2020 composto anche dai professori Cesare Castellini e Alessandro Dal Bosco e dalla dottoranda al primo anno Elisa Cotozzolo. Il progetto è rivolto all’indagine di sistemi alternative (biologico e/o estensivo) per l’allevamento di varie razze avicunicole (polli da carne, galline ovaiole e conigli) che favoriscano il benessere degli animali (animal friendly) e migliorino le caratteristiche qualitative dei prodotti (carne e uova). Sono coinvolti 23 attori della catena di produzione (dall’allevatore al consumatore, includendo anche il mondo scientifico e il mercato), in rappresentanza di 8 Paesi europei: Italia, Francia, Germania, Olanda, Belgio, Romania, Regno Unito e Danimarca.

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 19 gennaio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

 

 

da sx mattioli cartoni mancinelli

Perugia, 15 gennaio 2019

Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal - Giovedì 24 gennaio 2019, ore 11, Aula Magna del Polo di Ingegneria

A Perugia, giovedì 24 gennaio 2019, alle ore 11, nell'Aula Magna del Polo di Ingegneria, sarà conferito il Dottorato honoris causa in Ingegneria Industriale e dell'Informazione al professor Kumbakonam Rajagopal, della Texas A&M University.

Kumbakonam Rajagopal, autore di oltre 500 lavori pubblicati nelle migliori riviste internazionali del settore, ha lavorato con risultati di eccellenza in molti campi dell'ingegneria meccanica, nell'ambito della meccanica dei fluidi non-newtoniani, dei materiali granulari e delle miscele solido-fluido   dello studio della visco-elasticità e termo-elasticità.

I suoi lavori hanno avuto un impatto notevole nella comunità scientifica e non solo, come testimoniano gli indici bibliometrici, con oltre 20.000 citazioni, H-index 80.

La solenne cerimonia verrà presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi e vedrà la partecipazione del professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria e del professor Ermanno Cardelli, coordinatore del Dottorato in Ingegneria Industriale e dell'Informazione.

 

Perugia, 15 gennaio 2019

La “Marilyn Monroe” di Andy Warhol in preview alla Gipsoteca dell’Università degli Studi di Perugia - venerdì 18 gennaio, ore 17.30 

Il ritorno di Andy Warhol a Perugia rappresenta un evento memorabile per il capoluogo umbro e per l’Università che ospiterà, sia pure per poche ore, uno straordinario capolavoro dell’artista americano. Nella Gipsoteca dell’Università degli Studi, in via dell’Aquilone, in preview assoluta, venerdì 18 gennaio 2019, dalle 17.30 alle 19.30, verrà infatti esposta la “Marilyn Monroe” una delle oltre 120 opere, tra grafiche storiche, litografie, serigrafie e offset firmate dal Maestro statunitense che saranno poi oggetto della mostra “Andy Warhol…in the city”.All’inaugurazione dell’evento di venerdì 18 gennaio, saranno presenti il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Direttore del Dipartimento di Lettere, Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, professor Mario Tosti, e il Direttore del Centro di Ateneo per i Musei Scientifici, professoressa Cristina Galassi.

La mostra “Andy Warhol…in the City” potrà invece essere visitata a Perugia dal 26 gennaio al 17 marzo 2019, al Centro servizi camerali “Galeazzo Alessi” di via Mazzini – ex Borsa Merci.

La Gipsoteca di Ateneo, con la sua raccolta di pezzi, formati su originali greci, etruschi e romani, fu costituita dal Prof. Filippo Magi (Firenze 1905-1986), professore ordinario di Archeologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Dopo il restauro dei gessi e la recente riapertura al pubblico (maggio 2018), la Gipsoteca, uno dei sette nuclei museali dell’Università di Perugia,  è andata ad occupare un posto di rilievo in seno all’organizzazione museale cittadina, distinguendosi come spazio di pregio in grado di accogliere importanti eventi quali la straordinaria mostra "Liaisons" di Alfonso Fratteggiani Bianchi, l'elegante esposizione floreale delle Maestre del Garden Club di Perugia, l’affollata e vivacissima Sharper 2018-Notte europea dei ricercatori. 

Da subito quindi la Gipsoteca si è qualificata come luogo dell’acropoli deputato al dialogo fra l’antico e il contemporaneo.

In questo senso si pone anche la Marilyn Monroe di Andy Wharol (serigrafia a colori, cm 91,5 x 91,5) che giunge ora in mostra, un’opera caratterizzata da colori vivaci e tratti marcati, una vera e propria provocazione specie se rapportata alla dimensione museale che la accoglie. Del resto, è proprio la "provocazione" a connotare l’esperienza di Warhol, che sceglie la serialità dell’immagine per dimostrare che l’arte deve essere “consumata” al pari di un qualsiasi altro prodotto commerciale. Uno stimolo, dunque, a mettere in discussione valori considerati prima immutabili, una spinta a ritenere lo stesso museo non come un luogo dove i sedimenti del passato assumono il valore di presenze statiche e inerti, ma il significato di elementi vivi e dialoganti: un luogo in cui, per dirla con Gustav Mahler, la tradizione non deve essere intesa come culto delle ceneri, ma come custodia del fuoco!

Perugia, 15 gennaio 2019

Biotecnologie, il futuro è qui: come governarlo? Tavola rotonda con Luca Barberini, Mario Melazzini, Alessandro Nanni Costa - Venerdì 18 gennaio, ore 17, Sala dei Notari 

Alla scoperta dei percorsi che portano l’innovazione dai laboratori di ricerca a casa nostra, in particolare per quel che riguarda cellule, organi e tessuti trattati con procedure innovative, nuovi farmaci e nuove cure.

Sono i temi che verranno trattati venerdì 18 gennaio 2019, alle ore 17, a Perugia, nella Sala dei Notari, nel corso dell’incontro “Biotecnologie, il futuro è qui: come governarlo?” rivolto a tutta la cittadinanza, a conclusione della quinta edizione della Scuola di Dottorato in Biotecnologie, in corso in questi giorni. I docenti del Dottorato in Biotecnologie, infatti, come da tradizione, per la giornata finale della Scuola propongono una tavola rotonda aperta a tutti gli interessati, tenuta da esperti di fama internazionale.

Quest’anno il tema scelto è la governance delle biotecnologie, ossia le modalità con cui la società interagisce con lo sviluppo scientifico e tecnologico e con quelle innovazioni che entrano nella nostra vita quotidiana, modificando anche radicalmente aspetti fondanti della nostra comunità. Dal lavoro alla salute alla comunicazione, passando per la ricerca scientifica e per il welfare, attraversando istituzioni e società civile: tutta la nostra società è inevitabilmente investita dall’evoluzione tecnica e scientifica che deve essere ben compresa per poter essere sempre indirizzata al bene comune. Fra i tanti ambiti, saranno affrontati anche quelli legati all’impatto sul benessere e sulla salute umana.

A rispondere alle domande del pubblico e degli studenti saranno Luca Barberini, assessore della Regione Umbria alla Coesione Sociale e al welfare, Mario Melazzini, già direttore generale dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), e Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro Nazionale Trapianti; moderatore Daniele Fioretto, coordinatore del Dottorato in Biotecnologie di Perugia. 

Sono previsti i contributi e i saluti istituzionali di Andrea Romizi, sindaco di Perugia, Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Sergio De Vincenzi, vicepresidente III Commissione Consiliare Permanente - Sanità e Servizi Sociali della Regione Umbria, Fausto Elisei, direttore del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie e componente del Comitato Scientifico della Scuola di Dottorato in Biotecnologie.

Perugia, 14 gennaio 2019

Natale da record per la mostra Luce figura paesaggio. Nel 2018 sono stati 20.000 i visitatori per le tante iniziative a San Pietro

Durante le ultime festività natalizie Luce Figura Paesaggio, la grande mostra sui capolavori del Seicento in Umbria allestita nel Complesso monumentale di San Pietro in Perugia e in corso fino al 30 giugno 2019, è stata presa d'assalto da cittadini e turisti, famiglie, curiosi e appassionati d'arte: quasi 1.000 i biglietti staccati dal 20 dicembre al 6 gennaio, con una folla di visitatori che ha animato i corridoi dell’esposizione e i chiostri anche oltre l'orario di chiusura. Numeri eccezionali che chiudono un anno record e che attestano San Pietro come seconda realtà museale di Perugia e dell'Umbria, ma soprattutto come centro culturale attivo durante tutto l'anno.

A partire dal 15 gennaio 2018 (data di attivazione della nuova bigliettazione della Basilica), fino ad oggi, sono stati circa 20.000 i visitatori che hanno potuto ammirare le opere scelte dalla curatrice Cristina Galassi e i capolavori della collezione permanente (con l'ausilio perfino di tablet per visite multimediali e personalizzate) ma anche partecipare al ricchissimo programma di eventi culturali, convegni, festival, concerti, degustazioni.

L'acustica d'eccezione della Basilica ha esaltato voci e strumenti dei tanti concerti organizzati in collaborazione con Amici della MusicaSagra Musicale UmbraTrasimeno Music FestivalMusic Fest Perugia, i Cori Universitari e il Conservatorio di Perugia.

Grande successo, ad esempio, per il Concerto di Natale del Tennessee State Gospel Choir, con pubblico anche in piedi.

Successo anche per le Giornate Fai di primavera, alla scoperta del patrimonio storico, artistico e scientifico del complesso benedettino. Ospiti di prestigio e grandi scrittori, a ottobre, per Umbrialibri fra i chiostri e l'Orto Medievale, nell'edizione di maggior successo degli ultimi anni.


E ancora: l'evento organizzato da Kel12 - tour operator del National Geographic -, le degustazioni dei prodotti d'eccellenza di Benedicta Umbria, i convegni accademici e gli Open Days Scienza Arte e Territorio dell'Università di Perugia, le giornate nazionali del Trekking Urbano, i birrifici di Fermentum Umbrae, senza contare le visite guidate e gli incontri con associazioni del territorio, scuole, club e ordini professionali. Tutte iniziative che fanno seguito alla grande esposizione su Sassoferrato del 2017, organizzata in collaborazione con il Louvre di Parigi; tutte iniziative rese possibili anche dalla nuova bigliettazione della Basilica iniziata proprio un anno fa (15 gennaio 2018).


Il Complesso Monumentale di San Pietro in Perugia, insomma, attraverso il lavoro di valorizzazione del suo patrimonio storico-artistico svolto dalla Fondazione per l'Istruzione Agraria, assume sempre più il ruolo che gli compete grazie a un impegno costante, un progetto culturale di ampio respiro, un sito di rilievo internazionale, un dialogo serrato con enti e istituzioni del territorio.

***

LUCE FIGURA PAESAGGIO

CAPOLAVORI DEL SEICENTO IN UMBRIA

a cura di Cristina Galassi

Complesso Monumentale di San Pietro in Perugia

10 novembre 2018 - 30 giugno 2019 

Orario 10-19

tutti i giorni (domenica mattina visita alla Basilica subordinata alle funzioni religiose)

lunedì chiuso

Promozione biglietto cumulativo (Basilica di San Pietro + mostra):

6 euro intero – 4 euro riduzione scuole

Per informazioni:

Fondazione per l’Istruzione Agraria

Borgo XX Giugno, 74

06121 Perugia, Italia

  1. T.  +39 075 33753
  2. M. +39 328 6013446

email: info@fiapg.it

www.fondazioneagraria.it / scarica il press kit

Catalogo: Aguaplano Libri

mostra luce figura 1

Perugia, 14 gennaio 2019

Aperte fino al 20 gennaio le iscrizioni all’European Cybersecurity Challenge 

Sono aperte fino al 20 gennaio 2019 le iscrizioni al CyberChallenge.IT 2019, programma italiano gratuito di addestramento alla cyber security per ragazze e ragazzi nati tra il 1995 e il 2002 (16 - 23 anni): si svolgerà nella primavera del 2019 presso 16 sedi universitarie, fra cui anche l'Università degli Studi di Perugia.

Il programma culminerà in una gara locale e una nazionale in cui si confronteranno le squadre delle 16 università italiane coinvolte. I migliori avranno la possibilità di entrare a far parte della Squadra Nazionale Italiana di Cyber-defender e concorrere a Bucarest all'European Cybersecurity Challenge il prossimo autunno.

L’iniziativa rappresenta un'opportunità di imparare, divertirsi e gettare le basi per una carriera nel campo della cyber security. Non sono richieste conoscenze pregresse di sicurezza informatica, ma solo eccellenti capacità di logica e programmazione.

I corsi si terranno presso l'Ateneo di Perugia da marzo a maggio 2019, dopo un pre-test online che si terrà il 23-25 gennaio 2019 e un test di ammissione il 1 febbraio 2019.

CyberChallenge.IT è un programma del Laboratorio Nazionale di Cybersecurity del Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica (CINI).

Per maggiori informazioni:

stefano.bistarelli@unipg.it

https://cyberchallenge.it

Perugia, 9 gennaio 2019

Il professor Andrea Orecchini, a “L’Uovo di Colombo”, parlerà di transizione dinamica e microgel ‘intelligenti’ -  Giovedì 10 gennaio 2019, ore 19.05, “Umbria Radio”

Il professor Andrea Orecchini, docente del Dipartimento di Fisica e Geologia, sarà ospite del programma radiofonico “L’Uovo di Colombo”, dedicato alla ricerca scientifica sviluppata all’interno dell’Ateneo di Perugia; andrà in onda domani, giovedì 10 gennaio 2019, sulle frequenze di Umbria Radio (Perugia 92.000Mz; Terni 105.300Mz) dalle ore 19.05 alle 19.30.

Il professor Orecchini, che insegna Fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina) ed è esperto di spettroscopia neutronica, illustrerà le ricerche e la scoperta, frutto della collaborazione fra Perugia e Roma, relativa a una transizione dinamica in sistemi polimerici non biologici.

 

Lo studio, basato su esperimenti di spettroscopia neutronica e simulazioni di dinamica molecolare (al Dipartimento di Fisica e Geologia di Perugia è presente una forte esperienza in questo ambito), ha mostrato l'esistenza di una transizione “dinamica”, finora osservata solo in proteine idratate, anche in sospensioni polimeriche colloidali senza alcuna connotazione biologica. I risultati di questo studio sono stati di recente pubblicati sulla rivista Science Advances e mostrano che la stessa transizione dinamica effettivamente avviene anche in sistemi polimerici di microgel. Per questa loro responsività sono considerate particelle “intelligenti” e vengono usate in molteplici applicazioni che spaziano dalla biofarmaceutica all'industria alimentare.

“L’Uovo di Colombo” è condotto dalla giornalista Laura Marozzi, responsabile dell’Ufficio Comunicazione Istituzionale, social media e grafica.

La replica del programma andrà in onda sabato 12 gennaio 2019, alle ore 8.30.

Le puntate si possono riascoltare in podcast alla pagina

http://www.umbriaradio.it/podcast.html  canale “Uovo di Colombo”.

andrea orecchini

Perugia, 7 gennaio 2019

Prorogate le iscrizioni alla Scuola di Paleoantropologia dell'Università di Perugia, il livello ‘avanzato’ sarà dedicato ai Neanderthal

La Scuola di Paleoantropologia dell'Università di Perugia, giunta alla nona edizione, si terrà al Dipartimento di Fisica e Geologia e nella Galleria di Storia Naturale di Casalina dal 25 febbraio al 2 marzo 2019.

Le iscrizioni sono state prorogate fino alle ore 12 di lunedì 14 gennaio 2019.

Grazie a questa iniziativa, che rappresenta ormai un punto di riferimento nazionale per l'approfondimento dell'affascinante tema dell'evoluzione umana, alcuni tra i più affermati docenti del settore incontrano a Perugia, ogni anno, partecipanti provenienti da tutta Italia, per trasmettere loro conoscenze, metodologie e ultimi aggiornamenti sulla scienza delle origini dell’uomo.


Accanto al consueto Primo Livello di formazione di base, il Secondo Livello "avanzato" dell'edizione 2019 sarà interamente dedicato ai Neanderthal (Homo neanderthalensis), forse la più nota tra le specie umane estinte, la prima ad essere stata identificata (già nel 1856) e la più prossima a noi Homo sapiens, non solo cronologicamente.

I partecipanti (alla sezione teorica) potranno essere selezionati per le attività di ricerca della Scuola di Paleantropologia nella Gola di Olduvai, in Tanzania, uno dei siti paleoantropologici più importanti del mondo


Ospiti straordinari della nona edizione saranno Stefano Benazzi (Università di Bologna), che terrà la conferenza di apertura, Silvana Condemi (Aix-Marseille Université) e i gemelli Adrie e Alfons Kennis, tra i più noti paleoartisti mondiali, autori di riproduzioni iperrealistiche di ominidi a grandezza naturale esposte nei musei più prestigiosi, che chiuderanno la serie di incontri.

Tutte le informazioni e il modulo di iscrizione sono disponibili all’indirizzo www.paleoantropologia.it

 

Vai a inizio pagina
Sommario
×