Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 30 novembre

Piano di cooperazione tra ‘Libera’ e Università di Perugia, Don Ciotti e il Rettore Moriconi hanno siglato la Convenzione

Stamani, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena (Sede del Rettorato), è stato stipulato un piano di cooperazione culturale e formativa tra Libera, associazione contro le mafie, e l’Università degli Studi di Perugia.

La convenzione è stata firmata da don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e dal Magnifico Rettore Franco Moriconi.

“E’ il rinnovo di un protocollo – ha ricordato don Ciotti –che firmammo per la prima volta a Perugia nel 2007 e in quell’occasione proprio nel capoluogo umbro varammo il primo corso sulla legalità e sulle mafie. Poi i rapporti si sono affievoliti e oggi veniamo a rinnovare non solo un atto formale, ma a rilanciarlo con forte volontà di concretezza. Molti passi in avanti sono stati compiuti in questi anni – ha ricordato il fondatore di Libera -, ma le mafie sono ancora forti e presenti tra noi. E’ la grande disponibilità finanziaria che dà un enorme capacità di penetrazione e di corruzione alle mafie in Italia. Potremmo ricominciare da Perugia per portare avanti con determinazione un forte processo di legalità”.

Il Magnifico Rettore ha voluto che questa cerimonia si svolgesse nella Sala del Dottorato. “Qui si svolgono le manifestazione più significativi – ha esordito il professor Moriconi – e la firma della convezione con Libera ritengo che sia un evento importantissimo: per la fama del nostro ospite e perché l’Ateneo di Perugia vuole essere una ‘casa di vetro’ dove tutto si chiaro e trasparente. Noi professori siamo una categoria fortunata perché, oltre a poterci frequentare tra noi, abbiamo la fortuna di lavorare a contatto con i giovani e da questa vicinanza possiamo trarre motivi di freschezza e di costante attenzione per i problemi di oggi e soprattutto in chiave futura. Sono inoltre felice che don Ciotti abbia riconosciuto a Perugia, e soprattutto alla nostra Università, una particolare sensibilità per i problemi della legalità e sono pronto sin d’ora a favorire le proposte che Libera vorrà fare per rendere proficua e sempre più concreta questa nostra collaborazione”.

Il protocollo siglato oggi prevede tra gli altri obiettivi che l’Università organizzi, insieme a Libera, seminari e altre attività e iniziative accademiche aperte anche a studenti di altri atenei sui temi della criminalità organizzata, della sua storia, delle sue cause sociali e politiche, delle possibilità di prevenzione, con particolare e non esclusivo riferimento alla presenza della criminalità organizzata nel territorio umbro e più in generale del Centro Italia. E anche sui temi riguardanti il rispetto della legalità, il contrasto al fenomeno della corruzione e la promozione dei diritti umani.

Gli studenti, anche di altri atenei, che parteciperanno a questi seminari e alle altre attività formative potranno ottenere crediti formativi universitari (CFU).

Inoltre, è prevista la produzione di attività di ricerca e documentazione aggiornata sulla presenza delle organizzazioni mafiose in Italia, con particolare  riguardo alla regione Umbria.

Ciotti 15

Ciotti 18

Ciotti 13

Ciotti 10

Ciotti 8

Perugia, 30 novembre

Rinnovo convenzione tra Università e Sulga per agevolazioni tratte extraregionali - Perugia (Palazzo Murena) - Mercoledì 2 dicembre 2015 – ore 11

Mercoledì 2 Dicembre 2015, alle ore 11, a Palazzo Murena (Sede del Rettorato) verrà rinnovata  ed estesa la Convenzione tra l’Università di Perugia e l’azienda di trasporti Sulga che prevede agevolazioni sulle tratte extraregionali operate da Sulga (Napoli – Pompei – Roma – Fiumicino – Cesena – Forlì –Ravenna).

Interverranno per la fiirma della Convenzione, l'Amministratore unico di Sulga, dott. Guido Gioia e per l’Università di Perugia il prof. Federico Rossi, delegato del Rettore per i servizi agli studenti.

Perugia, 30 novembre

Dal Selenio una nuova arma contro il virus dell’HIV Ricerca perugina pubblicata su rivista americana

Nuovi strumenti per combattere il virus dell’HIV arrivano dal Selenio. A dirlo è un lavoro pubblicato sulla rivista americana J Med Chem dai professori Oriana Tabarrini e Claudio Santi del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia in collaborazione con Christophe Pannecouque del Rega Institute di Lauven in Belgio, leader mondiale per gli studi biochimici sul virus.


Le nuove molecole sono state progettate e sintetizzate dal dottor Luca Sancineto presso il gruppo di Catalisi e Chimica Organica Verde del prof Santi grazie a una borsa di studio erogata dal Consorzio Interuniversitario Nazionale di ricerca in Metodologie e Processi Innovativi di Sintesi.


“Innovativo è il ‘target’ dei nostri composti, la proteina NCp7 – spiega il dottor Sancineto -. Questo ‘bersaglio’ non è facile da raggiungere e controlla passaggi fondamentali per la vita e la replicazione del virus. Le molecole selenorganiche che abbiamo realizzato intervengono inibendo selettivamente questa proteina e uccidendo il virus con un meccanismo contro il quale il virus non ha, ancora, imparato a difendersi. L’altro aspetto interessante è infatti l’attività di questi composti su tutte le varianti del virus HIV comprese le forme resistenti ai farmaci attualmente in uso e gli isolati clinici”.


Un risultato importante, quindi, anche se ancora preliminare, che rimarca ancora una volta l’efficacia della collaborazione multidisciplinare che Perugia sta coordinando proprio nel campo delle ricerche sul Selenio attraverso il network internazionale SeS-Redox and Catalysis, e che punta a scardinare i preconcetti sulla tossicità che hanno per decenni rallentato la ricerca sul Selenio rimarcandone interessanti potenzialità terapeutiche.  

Perugia, 30 novembre

Domani la presentazione del Manuale critico di Sanità pubblica

Sarà presentato a Perugia domani, martedì 1° dicembre 2015, alle ore 16 nella Sala Sant’Anna, in viale Roma, il volume “Manuale critico di Sanità pubblica”, a cura di Francesco Calamo Specchia.

L’iniziativa è promossa dal Centro sperimentale per la promozione della Salute e l’Educazione sanitaria (CeSPES) dell’Università degli Studi di Perugia e dalla Sezione Umbria della Società italiana di Igiene (SItI)

L’Incontro, coordinato da Massimo Moretti, vice presidente Sezione Umbra del SItI, e da Liliana Minelli, ricercatrice del Dipartimento di Medicina sperimentale dell’Ateneo, sarà introdotto da Fabrizio Stracci, direttore della Scuola di specializzazione in Igiene e medicina preventiva dell’Università di Perugia.

A seguire gli interventi di Maria Donata Giaimo, responsabile servizio prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria, e Giancarlo Pocetta, ricercatore del Dipartimento di Medicina sperimentale dell’Ateneo.

Le conclusioni saranno svolte dall’autore del libro, Francesco Calamo Specchia, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Il Manuale di Sanità pubblica, con gli interventi di specialisti di diversi settori, risponde ad alcune domande: In quale contesto si inquadrano i problemi della Sanità pubblica? Come si può agire per risolverli? Quali professionisti possono essere impegnati in questo sforzo? Su quali risorse si può contare?

Il Manuale è critico perché è scritto nella piena consapevolezza che ci si trovi ad un punto critico per la Sanità pubblica e il diritto alla salute in Italia. Convinzione peraltro condivisa dagli esperti è che un intervento efficace, efficiente ed equo in sanità, o è pubblico, o semplicemente non è.

Perugia, 30 novembre

Il Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie illustra la propria Ricerca Scientifica

L’ attività di ricerca del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie sarà illustrata in un workshop che si terrà mercoledì 2 dicembre 2015.

Avrà luogo, nell’Aula Magna del Dipartimento, in Via Enrico dal Pozzo e sarà aperto, alle ore 9, dal saluto del Rettore Franco Moriconi e l’introduzione del professor Francesco Tarantelli, direttore del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie

Nella giornata di convegno i gruppi di ricerca del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell’Ateneo di Perugia offriranno una panoramica delle proprie attività.

Il Dipartimento comprende 75 fra professori e ricercatori che si occupano, in modo integrato e complementare, di una moltitudine di argomenti che spaziano da fenomeni fondamentali, come la struttura elettronica delle molecole e la loro interazione con la luce, ad ambiti strategici quali chimica verde, energia pulita e sicura, biomedicina e nanomateriali, dallo sviluppo di bioraffinerie di terza generazione al monitoraggio ambientale e alla biodiversità, dalla zoologia e agronomia alla conservazione del patrimonio storico-artistico.

Perugia, 30 novembre

Domani, consegna tessere Cus alle matricole dell’Ateneo - Perugia, 1 dicembre 2015 – ore 12 

Domani, martedì 1 dicembre alle ore 12 nella rinnovata sede del Corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive dell’Università di Perugia, in via Bambagioni, si terrà un incontro, organizzato dal Centro universitario (Cus) di Perugia alla presenza del Magnifico Rettore Franco Moriconi .

La consegna delle tessere socio del Cus alle nuove matricole sarà effettuata dal presidente Pierluigi Cavicchi , insieme al direttore generale Andrea Arena e al delegato di Ateneo per le attività sportive Gianfranco Binazzi

Perugia, 27 novembre

Il Manuale critico di Sanità pubblica. Presentato a Perugia martedì 1 dicembre 2015 

Sarà presentato a Perugia, martedì 1° dicembre 2015, alle ore 16 nella Sala Sant’Anna, in viale Roma, il volume “Manuale critico di Sanità pubblica”, a cura di Francesco Calamo Specchia. L’iniziativa è promossa dal Centro sperimentale per la promozione della Salute e l’Educazione sanitaria (CeSPES) dell’Università degli Studi di Perugia e dalla Sezione Umbria della Società italiana di Igiene (SItI)

L’Incontro, coordinato da Massimo Moretti, vice presidente Sezione Umbra del SItI, e da Liliana Minelli, ricercatrice del Dipartimento di Medicina sperimentale dell’Ateneo, sarà introdotto da Fabrizio Stracci, direttore della Scuola di specializzazione in Igiene e medicina preventiva dell’Università di Perugia. A seguire gli interventi di Maria Donata Giaimo, responsabile servizio prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria, e Giancarlo Pocetta, ricercatore del Dipartimento di Medicina sperimentale dell’Ateneo.

Le conclusioni saranno svolte dall’autore del libro, Francesco Calamo Specchia, docente dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Il Manuale di Sanità pubblica, con gli interventi di specialisti di diversi settori, risponde ad alcune domande: In quale contesto si inquadrano i problemi della Sanità pubblica? Come si può agire per risolverli? Quali professionisti possono essere impegnati in questo sforzo? Su quali risorse si può contare?

Il Manuale è critico perché è scritto nella piena consapevolezza che ci si trovi ad un punto critico per la Sanità pubblica e il diritto alla salute in Italia. Convinzione peraltro condivisa dagli esperti è che un intervento efficace, efficiente ed equo in sanità, o è pubblico, o semplicemente non è.

Perugia, 27 novembre

Al Dipartimento di Scienze politiche presentazione del libro “Abolire il carcere”

Perugia, lunedì 30 novembre 2015 – ore 14,30 

Lunedì 30 novembre alle ore 14,30 nell’Aula 2 del Dipartimento di Scienze Politiche il giurista Carlo Fiorio, già garante dei detenuti per l’Umbria, e il sociologo Roberto Segatori presentano il libro “Abolire il carcere”.

Il volume, scritto a quattro mani da Luigi Manconi, Senatore e Presidente della Commissione per la tutela e la promozione dei diritti umani, Stefano Anastasia, fondatore di Antigone e docente di Filosofia del diritto all’Università di Perugia, Valentina Calderone, direttrice di Buon diritto e Federica Resta, avvocato.

Il libro invita a riflettere sull’opportunità espressa dal titolo a partire da una ricognizione fattuale e non ideologica sulla realtà carceraria italiana. Contrariamente a quanto previsto dalla Costituzione e dalla sensibilità moderna, il carcere non solo non riabilita, ma esclude, emargina  e riproduce delitti. Basti pensare che fra coloro che escono dopo aver scontato la pena, ben il 68% torna a delinquere; una percentuale assai maggiore di quella che si registra tra chi ha beneficiato delle misure alternative o ha pagato con sanzioni diverse dalla reclusione.

“Gli autori - sottolinea il prof. Segatori, tra i promotori dell’iniziativa - non hanno paura a porsi in controtendenza rispetto all’attuale periodo di insicurezza sociale diffusa. Suggeriscono anche ai più forcaioli di riconsiderare le politiche di detenzione perseguite “buttando via la chiave”. Il lavoro si conclude con un decalogo di proposte concrete per cambiare un  sistema rivelatosi non solo inefficace, ma dannoso per la società”.

 

All’incontro, aperto al pubblico, è invitata a partecipare la cittadinanza.

 

Perugia, 26 novembre

Conferenza di Brunello Cucinelli all’Università. Una lezione ‘di vita’ per gli studenti di Scienze della comunicazione

Stamani, Brunello Cucinelli ha tenuto una lezione all’Università degli Studi di Perugia, sul tema:  “Responsabile della bellezza del mondo”. Vita, comunicazione e impresa, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze politiche affollatissima di studenti. L’iniziativa è del coordinamento dei corsi di laurea in Scienze della comunicazione.

Cucinelli ha svolto il suo intervento come sempre improntato a contagioso ottimismo che ha subito conquistato l’aula universitaria, inchiodando tutti, anche i presenti in piedi per esaurimento dei posti a sedere. Più di trecento partecipanti in un aula che dispone di 214 posti. L’imprenditore del cashmere ha parlato della sua vita, di ragazzo nato a Castel Rigone e cresciuto in una famiglia di agricoltori da cui ha imparato quei valori umani che ha chiesto ai giovani di sapere evocare e difendere. Non ha voluto parlare, invece, di economia, ma poi alla fine quando ha risposto alle domande degli studenti li ha invitati a mantenere un atteggiamento positivo nei confronti della vita ricercando le proprie personali possibilità di successo in un mondo che, dopo trent’anni di crisi di valori, ha cominciato una fase nuova, una sorta di moderno Rinascimento.

La lezione di Cucinelli, nonostante avesse oggi un impegno di lavoro all’estero, è durata circa un’ora concludendosi con domande degli studenti e relative risposte.

L’incontro è stato aperto dai saluti dei direttori dei Dipartimenti di Scienze politiche e di Lettere  ai quali afferiscono i corsi di laurea interdipartimentali di Scienze della comunicazione.

Ambrogio Santambrogio (direttore del Dipartimento di Scienze Politiche) ha sottolineato che questa iniziativa rientra nell’impegno che il suo Dipartimento e anche l’Ateneo di Perugia hanno assunto di aprire rapporti sempre più frequenti ed intensi con ‘ciò che è fuori dal mondo accademico’.

Mario Tosti (direttore del Dipartimento di Lettere) ha invece sottolineato che da un paio d’anni, da quando sono stati attivati i nuovi dipartimenti  in sostituzione delle facoltà, è iniziata un’utile collaborazione interdisciplinare. Inoltre, con il Rettorato Moriconi, si è tornati a valorizzare i corsi e le attività scientifiche del settore umanistico. “I primi risultati sono  evidenti – ha detto Tosti – con circa il 50% delle matricole che quest’anno si sono iscritti a corsi ‘umanistici, un vero e proprio boom a Lingue, che ha registrato ben 450 nuovi iscritti”.

Vincenzo Sorrentino (coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione) ha  spiegato l’invito a Brunello Cucinelli di tenere una conferenza agli studenti.

L’iniziativa dei Corsi di laurea ha un valore particolare in quanto è volta a mostrare come la comunicazione, anche quella imprenditoriale, può e deve essere qualcosa di più della mera gestione di tecniche comunicative. La figura di Brunello Cucinelli è emblematica, perché innesta un’attività imprenditoriale, e quindi anche le connesse strategie di comunicazione, di respiro e di successo internazionali all’interno di un orizzonte etico che pone al centro il rapporto con il territorio, il rispetto delle persone e lo stile di vita.

I percorsi formativi dei Corsi di laurea in Scienze della comunicazione sono stati costruiti con la finalità di rispondere al crescente bisogno, nella “società dell’informazione”, di una preparazione seria, scientificamente fondata e con un respiro internazionale.

“In questa ottica - ha concluso Sorrentino – abbiamo istituito il Corso di laurea magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d’impresa, che si articola in due curricula: Media digitali e Comunicazione d’impresa. Un’iniziativa che ha visto l’Università di Perugia tra i primi in Italia ad attivarsi in questo senso. Centrale, tra i nostri obiettivi, è la connessione con il mondo del lavoro”.

Brunello Cucinelli

Cucinelli laula di studenti

Cucinelli tavolo

Vincenzo Sorrentino

Tosti Mario

Mario Tosti

Santambrogio Ambrogio

Ambrogio Santambrogio

Perugia, 25 novembre

Simone Budelli alla trasmissione “L’uovo di Colombo”

Giovedì 26 novembre , su “Umbria Radio”

 

Giovedì 26 novembre 2015, il professor Simone Budelli sarà ospite della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, programma dedicato alla ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia, in onda sull’emittente Umbria Radio alle ore 19. 

Simone Budelli, professore associato di Diritto del Dipartimento di Economia dell'Ateneo di Perugia, presenterà in trasmissione il volume “Populismo, tra storia, politica e diritto”. Edito da Rubettino, curato dal prof. Raffaele Chiarelli, dell’Università G. Marconi di Roma. L’opera raccoglie contributi di studiosi di varie discipline e di diverse università per un approccio interdisciplinare ad un fenomeno complesso, quale è appunto il populismo.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 29 novembre 2015 alle ore 15

Perugia, 24 novembre 

Conferenza di Brunello Cucinelli all’Università promossa dai corsi di laurea in Scienze della comunicazione - Giovedì 26 novembre 2015, ore 10,  Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche

Brunello Cucinelli terrà una conferenza dal titolo “Responsabile della bellezza del mondo”. Vita, comunicazione e impresa, giovedì 26 novembre 2015, alle ore 10, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche.

La conferenza rientra tra le iniziative promosse dai Corsi di laurea in Scienze della comunicazione (www.scicom.unipg.it) per avvicinare il mondo accademico a quello imprenditoriale, istituzionale e dell’associazionismo.

Il programma prevede i saluti dei professori Ambrogio Santambrogio (direttore del Dipartimento di Scienze Politiche) e Mario Tosti (direttore del Dipartimento di Lettere); seguirà una presentazione del professor Vincenzo Sorrentino (coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione). Poi, l’intervento di Brunello Cucinelli.

L’iniziativa del Corsi di laurea ha un valore particolare in quanto è volta a mostrare come la comunicazione, anche quella imprenditoriale, può e deve essere qualcosa di più della mera gestione di tecniche comunicative. La figura di Brunello Cucinelli, da questo punto di vista, è emblematica, perché innesta un’attività imprenditoriale, e quindi anche le connesse strategie di comunicazione, di respiro e di successo internazionali all’interno di un orizzonte etico che pone al centro il rapporto con il territorio, il rispetto delle persone e lo stile di vita. Da ciò il tema della conferenza, incentrata appunto sul rapporto tra vita, impresa e comunicazione. La citazione dalle Memorie di Adriano che dà il titolo alla conferenza (“Responsabile della bellezza del mondo”) vuole richiamare la responsabilità che ciascuno di noi deve sentire nei confronti del mondo.

I percorsi formativi dei Corsi di laurea in Scienze della comunicazione sono stati costruiti con la finalità di rispondere al crescente bisogno, nella “società dell’informazione”, di una preparazione seria, scientificamente fondata e con un respiro internazionale sui temi e sulle tecniche della comunicazione, in particolare pubblica e imprenditoriale, che oggi prende forma sempre di più nei media digitali.

In questa ottica è stato di recente istituito il Corso di laurea magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d’impresa, che si articola in due curricula: Media digitali e Comunicazione d’impresa. Centrale è la connessione con il mondo del lavoro. Oltre agli stage, è stato attivato il Laboratorio di comunicazione Fuori Campus, che costituisce un ponte fra le aule universitarie e il mondo del lavoro grazie al quale gli studenti, accompagnati da docenti tutor, sono i veri protagonisti nello sviluppare e realizzare progetti di comunicazione per enti e istituzioni pubbliche e private esterne all’Università. Un laboratorio di idee e progetti, che spazia dal marketing alla pubblicità, dalla produzione multimediale al social media management.

Perugia, 24 novembre 

Internet e le nuove forme di partecipazione politica, incontro domani a Scienze politiche

Internet e le nuove forme di partecipazione politica” è il tema dell’incontro in programma domani,  mercoledì 25 novembre 2015, nell’ Aula 1 del Dipartimento, in Via Pascoli, alle ore 16.

L’incontro, che si svolge nell’ambito del ciclo  “I mercoledì di Scienze politiche”, sarà introdotto dal professor  Paolo Mancini (Università di Perugia) e vedrà gli interventi diSara Bentivegna (Università di Roma, La Sapienza, autrice di “A colpi di tweet”, Il Mulino, 2015), Luigi Ceccarini (Università di Urbino, autore di “La cittadinanza online”, Il Mulino, 2015). 

Perugia, 24 novembre 

Al Centro Linguistico d’Ateneo sarà proiettato “Magnolia” di Paul Thomas Anderson - Perugia, venerdì 27 novembre 2015, alle ore 14 

“Film forum at the CLA”, la rassegna di cinema in lingua originale ideata dal Centro Linguistico d’Ateneo propone  venerdì 27 novembre 2015, alle ore 14, nella Sala Teatro del Cla (in via Enrico Dal Pozzo) “Magnolia”, film di Paul Thomas Anderson. L’ingresso è gratuito.

L’iniziativa è organizzata dal Centro linguistico d’ateneo con il contributo del Dr. Albert Bell, collaboratore ed esperto linguistico di Inglese, e prevede un ciclo di quattro film, che ha come filo conduttore la solidarietà.

I film, tutti in Inglese, vengono proiettati con i sottotitoli nella stessa lingua. La proiezione è preceduta da una sintetica introduzione e una breve discussione in cui vengono sottolineati aspetti linguistici presenti nei dialoghi dei film stessi.

Il programma è disponibile all’indirizzo internet: http://cla.unipg.it/multimedia/eventi/261-cine-cla-film-forum.html

Perugia, 23 novembre 

Premio nazionale per la migliore tesi di laurea sul Selenio assegnato ad una neo-laureata dell’Università di Perugia

Francesca Medori, neo-laureata dell’Università degli Studi di Perugia, riceverà lunedì 30 novembre 2015, all’Università Statale di Milano, il premio per la miglior tesi magistrale discussa nel 2015 e centrata su una ricerca sul Selenio, promosso dal gruppo interdivisionale di Catalisi della Società Chimica Italiana.

La dottoressa Medori si è laureata a maggio 2015 in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche al Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Ateneo di Perugia, con la tesi “Sintesi e caratterizzazione di catalizzatori eterogenei a base di selenio supportato su strutture cristalline porose metallorganiche”; relatori i professori Riccardo Vivani e Claudio Santi.


La consegna del premio avverrà  lunedì, nella Sala Napoleonica dell’Ateneo milanese, in occasione della XXX edizione della giornata di studio “Nuovi Orientamenti nella Sintesi Organica”. La giornata scientifica ha l’obiettivo di riunire le componenti scientifiche operative di Industria, Università e CNR e diffondere, ascoltare, confrontarsi e discutere strategie e temi scientifici ed applicativi di rilievo e di avanguardia in cui la chimica organica e la ricerca chimica evidenzino le loro prospettive di utilità sociale.

Il lavoro discusso dalla dottoressa Medori nasce da una delle numerose collaborazioni multidisciplinari promosse all’interno del network di ricerca internazionale SeS-Redox and Catalysis e coinvolge sinergicamente le competenze del gruppo di Chimica Inorganica, diretto dal prof. Riccardo Vivani, all’avanguardia nella sintesi e caratterizzazione di materiali solidi inorganici ed ibridi inorgano-organici e quella del gruppo di Chimica Organica, coordinato dal prof. Claudio Santi che è anche a capo del network internazionale.

“Siamo molto soddisfatti – dice il prof. Santi – perché questo premio (che anche nel 2013 era andato ad una studentessa del nostro gruppo) testimonia la qualità delle ricerche che vengono condotte all’interno del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche. Mi piace sottolineare che l’attività del network è da sempre fortemente indirizzata a stimolare l’interesse dei giovani premiandone l’impegno, la dedizione e la passione. Il fatto che a riconoscere tali meriti sia il più antico dei gruppi interdivisionali che afferiscono alla Società Chimica Italiana non può che farci piacere ed essere motivo di orgoglio”.


Nuove esperienze internazionali per giovani ricercatori perugini

A maggio 2016 quattro giovani ricercatori dell’Università di Perugia, grazie a un contributo messo a disposizione dal network sulla base di un finanziamento erogato dall’Università di Melbourne, avranno l’opportunità di presentare i risultati delle loro ricerche al 5th Workshop WSeS-5 a Tokyo. Inoltre, gli stessi ricercatori potranno presenziare e seguire il convegno internazionale di chimica del Selenio e del Tellurio che si svolgerà sempre in Giappone, a Gifu. “E’ un’opportunità non di poco conto – rileva il prof. Santi -, in un periodo di forti difficoltà economiche per la ricerca italiana, che permetterà a questi giovani di mettersi in mostra sul panorama internazionale, creando anche interessanti prospettive per la loro carriera”.

Gruppo SeS Red Cat

Santi Claudio

Prof. Claudio Santi

Perugia, 23 novembre 

Nuovi accordi tra Ateneo di Perugia e Università Cinesi, rilevanti prospettive per scambi, collaborazioni e lauree con doppio titolo 

Notevoli passi avanti sono stati compiuti nello sviluppo dei rapporti di collaborazione e scambio tra l’Ateneo perugino e le università cinesi.

Di particolare rilevanza, la sigla di un accordo attuativo fra l’ Università degli studi  di Perugia e la Chongqing University of Arts and Sciences (CUAS), il 16 novembre 2015, alla presenza del Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini e dell’ assessore Fabio Paparelli della Regione Umbria. In questa occasione,  sotto l’egida del Consolato Generale di Italia a Chongqing, si è inaugurato  il China-Europe Cultural  Heritage Center (Centro di ricerca sul patrimonio culturale co-diretto dai professori Liu Zhuang e Daniele Parbuono) con l’ obiettivo di realizzare scambi e ricerche nel campo dell’antropologia culturale e sociale. All’interno del Centro è stato costituito un Istituto di Lingua e Cultura Italiana finalizzato ad insegnare la lingua italiana agli studenti di Antropologia e beni culturali della CUAS. L’Istituto, che ha già una cinquantina di iscritti, consentirà agli studenti di proseguire gli studi a Perugia iscrivendosi alla Laurea magistrale in Scienze socioantropologiche per l’integrazione e la sicurezza sociale afferente al Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione. Gli studenti, al loro rientro a Chongqing, dopo aver ottenuto la laurea italiana, potranno iscriversi al terzo e ultimo anno della Laurea magistrale locale.

L’accordo prelude all’istituzione formale di un doppio titolo italo-cinese, che consentirà anche agli studenti  della Laurea magistrale in Scienze socioantropologiche per l’integrazione e la sicurezza sociale  di acquisire a certe condizioni il titolo cinese, e si colloca nell’ambito della collaborazione fra il Consolato d’Italia, la Commissione per l’educazione della Municipalità di Chongqing e la Regione Umbria. Dopo la cerimonia di firma delle convenzioni, il Ministro Giannini si è intrattenuta con il prof. Tan Hong, Prorettore della CUAS, e con la prof. Ester Bianchi, in rappresentanza del Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, e ha espresso il proprio apprezzamento per la serietà di questo progetto didattico e di ricerca.

Sono stati, inoltre, siglati altri accordi di collaborazione interuniversitaria, fra cui i protocolli attuativi con la Sichuan Normal University e la Sichuan Tourism University per lo scambio studenti e l’iscrizione di studenti cinesi ai corsi di studio magistrali dell’Ateneo perugino. Siglato un accordo quadro con la Sichuan Agricultural University, che ha accolto con grande interesse la proposta di istituire già dal prossimo anno accademico il Master internazionale in Feed and Food Safety for Human Health presso i Dipartimenti di Veterinaria e di Agraria; dal successivo anno accademico, il Master potrà confluire in una Laurea magistrale sulla sicurezza alimentare con corsi interamente in lingua inglese e di grande attrattiva per gli studenti cinesi.

Parte della delegazione istituzionale della Regione Umbria si è poi trasferita a Shanghai, dove è stata raggiunta dalla prof. Elena Stanghellini, Delegata del Rettore all’Internazionalizzazione, che nei prossimi giorni incontrerà i rappresentanti della prestigiosa Jiaotong University per discutere tempi e modalità per la firma di un accordo di collaborazione.

IMG 0905

IMG 0942

IMG 0958

Perugia, 20 novembre

Da cellule di maiale una potenziale terapia per la distrofia muscolare, il metodo innovativo messo a punto da ricercatori dell’Università Perugia

Un innovativo approccio terapeutico sperimentale alla distrofia muscolare di Duchenne, che apre nuovi orizzonti nel trattamento di tale patologia ad esito letale, è stato messo a punto da due gruppi di ricerca dell’Università degli Studi di Perugia:il primo coordinato dai professori Guglielmo Sorci e Rosario Donato (Dipartimento di Medicina Sperimentale), il secondo dai professori Riccardo Calafiore (Dipartimento di Medicina) e Giovanni Luca (Dipartimento di Medicina Sperimentale).

Lo studio è pubblicato nell’importante rivista scientifica internazionale ‘Biomaterial’.

La ricerca, eseguita su un modello sperimentale di topo distrofico, ha visto coinvolta in prima linea la giovane ricercatrice, la dottoressa Sara Chiappalupi, collaboratrice del prof. Sorci e titolare di un assegno di ricerca della Regione Umbria.

Lo studio, finanziato anche da AFM-Téléthon (Francia), vede coinvolti l’IRCCS Fondazione Santa Lucia e l’Università La Sapienza di Roma, e i dipartimenti di Medicina Veterinaria e di Scienze Farmaceutiche dell’Università degli Studi di Perugia.

La distrofia muscolare di Duchenne (DMD) è una malattia genetica muscolare degenerativa dovuta all’assenza di una proteina, la distrofina, senza la quale le fibre muscolari vanno incontro a infiammazione cronica con progressiva degenerazione muscolare. Purtroppo l’attuale terapia farmacologica con cortisonici, unica possibile risorsa terapeutica oggi disponibile, ha un’efficacia limitata e la malattia ha un’evoluzione fatale.

Nello studio sperimentale appena pubblicato dal gruppo perugino sono state sfruttate le proprietà immunomodulatorie, antiinfiammatorie e trofiche di una particolare cellula del testicolo, la cellula di Sertoli, che normalmente svolge, nella sua sede fisiologica, funzioni nutritizie e protettive sulla spermatogenesi. Le cellule di Sertoli, ottenute da una colonia di suini allevati in condizioni di assoluta assenza di agenti infettivi, sono state immobilizzate all’interno di microscopiche capsule di alginato di sodio altamente biocompatibile e già approvato per uso umano. Le cellule microincapsulate sono state poi iniettate nel cavo peritoneale di topi affetti da distrofia muscolare. Il risultato è stato un recupero morfologico e funzionale dei muscoli dei topi così trattati, che nei test di corsa hanno mostrato un comportamento simile ai topi normali.

“Le microcapsule contenenti cellule di Sertoli – rilevano i ricercatori perugini - agiscono come una microfabbrica biologica che dalla cavità peritoneale rilascia fattori i quali, per via sistemica, possono raggiungere ogni singolo muscolo, senza la necessità di iniezioni locali e senza richiedere immunosoppressione farmacologica. Due grandi vantaggi che rendono il protocollo terapeutico particolarmente interessante.”

I ricercatori hanno inoltre dimostrato che l’effetto delle cellule di Sertoli sui muscoli distrofici, in parte dovuto alle loro intrinseche proprietà trofiche ed immunomodulatorie, è da ricondursi ad un fattore ‘secreto’ dalle stesse cellule e in grado di indurre a livello muscolare l’espressione di una proteina, l’utrofina, molto simile alla distrofina e quindi capace di sostituirne le funzioni, contribuendo così al ripristino dell’omeostasi e della normale performance muscolari.

I risultati di questa ricerca aprono a nuovi ed importanti scenari nella terapia della forma umana di distrofia muscolare di Duchenne, una malattia grave e altrimenti incurabile.

microcapsule

Perugia, 20 novembre

Conferenza di Brunello Cucinelli all’Università promossa dai corsi di laurea in Scienze della comunicazione - Giovedì 26 novembre 2015, ore 10 - Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche

Brunello Cucinelli terrà una conferenza dal titolo “Responsabile della bellezza del mondo”. Vita, comunicazione e impresa, giovedì 26 novembre 2015, alle ore 10, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche di Perugia.

La conferenza rientra tra le iniziative promosse dai Corsi di laurea in Scienze della comunicazione (www.scicom.unipg.it) per avvicinare il mondo accademico a quello imprenditoriale, istituzionale e dell’associazionismo.

La conferenza verrà aperta dai saluti dei professori Ambrogio Santambrogio (direttore del Dipartimento di Scienze Politiche) e Mario Tosti (direttore del Dipartimento di Lettere); seguirà una presentazione del professor Vincenzo Sorrentino (coordinatore dei Corsi di laurea in Scienze della Comunicazione). A seguire l’intervento di Brunello Cucinelli.

L’iniziativa del Corsi di laurea ha un valore particolare in quanto è volta a mostrare come la comunicazione, anche quella imprenditoriale, può e deve essere qualcosa di più della mera gestione di tecniche comunicative. La figura di Brunello Cucinelli, da questo punto di vista, è emblematica, perché innesta un’attività imprenditoriale, e quindi anche le connesse strategie di comunicazione, di respiro e di successo internazionali all’interno di un orizzonte etico che pone al centro il rapporto con il territorio, il rispetto delle persone e lo stile di vita. Da ciò il tema della conferenza, incentrata appunto sul rapporto tra vita, impresa e comunicazione. La citazione dalle Memorie di Adriano che dà il titolo alla conferenza (“Responsabile della bellezza del mondo”) vuole essere un richiamo alla responsabilità che ciascuno di noi deve sentire nei confronti del mondo nel quale vive.

I percorsi formativi dei Corsi di laurea in Scienze della comunicazione sono stati costruiti con la finalità di rispondere al crescente bisogno, nella “società dell’informazione”, di una preparazione seria, scientificamente fondata e con un respiro internazionale sui temi e sulle tecniche della comunicazione, in particolare pubblica e imprenditoriale, che oggi prende forma sempre di più nei media digitali.

In questa ottica è stato di recente istituito il Corso di laurea magistrale in Comunicazione pubblica, digitale e d’impresa, che si articola in due curricula: Media digitali e Comunicazione d’impresa. Centrale è la connessione con il mondo del lavoro. Oltre agli stage, è stato attivato il Laboratorio di comunicazione Fuori Campus, che costituisce un ponte fra le aule universitarie e il mondo del lavoro grazie al quale gli studenti, accompagnati da docenti tutor, sono i veri protagonisti nello sviluppare e realizzare progetti di comunicazione per enti e istituzioni pubbliche e private esterne all’Università. Un laboratorio di idee e progetti, che spazia dal marketing alla pubblicità, dalla produzione multimediale al social media management.

Perugia, 20 novembre

Il professor Cerulo presenta il suo volume “Maschere quotidiane” all’Istituto Capitini di Perugia - Perugia, lunedì 23 novembre 2015, ore 17

Nell'Aula magna dell'Istituto tecnico-economico-tecnologico 'Aldo Capitini', lunedì 23 novembre 2015, alle ore 17,  sarà presentato il nuovo libro del sociologo Massimo Cerulo, ricercatore di Sociologia del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Ateneo di Perugia.

Il volume, “Maschere quotidiane. La manifestazione delle emozioni dei giovani contemporanei: uno studio sociologico” (Rubbettino, 2015), racconta una ricerca svolta negli ultimi 3 anni in 4 città italiane (Torino, Perugia, Cosenza, Palermo) e accende i riflettori sul rapporto che i giovani tra 18 e 25 anni instaurano con le proprie emozioni nella vita quotidiana.

“In particolare – sottolinea l’autore - , emerge la difficoltà manifestata dai soggetti indagati nell'affrontare le proprie emozioni negative, preferendo mascherarle e 'chiudere a chiave' il proprio santuario interiore per adeguarsi alle regole omologanti della società contemporanea. Come dichiara una ragazza intervistata: ‘mascherare, mascherare sempre, perché questa società non accetta chi si mostra autentico’”.

Interverranno, oltre all’autore, i professori Silvio Improta, dirigente scolastico dell'istituto Capitini e Ambrogio Santambrogio, direttore del Dipartimento di scienze politiche dell'Università di Perugia.

Perugia, 19 novembre

Presentate le iniziative a Perugia per celebrare Alberto Burri. In programma un Convegno internazionale e una Mostra

Nel centenario della nascita di Alberto Burri, l’Università degli Studi di Perugia ha scelto di essere presente con due iniziative: un importante convegno di studi internazionale, che porterà a Perugia i maggiori esperti, e una mostra d’arte con alcune opere del grande artista tifernate. Queste iniziative, organizzate in collaborazione con la Fondazione Burri – Palazzo Albizzini, sono state presentate mercoledì in una conferenza stampa a Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo.

Sono intervenuti il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, e il Presidente della Fondazione Burri, Bruno Corà. Hanno presentato i due appuntamenti perugini del progetto comune tra le due istituzioni culturali: il Convegno di studi internazionale, che prenderà il via domani venerdì 20 e continuerà sabato 21 novembre neComplesso monumentale di San Pietro e, in concomitanza con tale avvenimento con la collaborazione attiva della Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia, l’esposizione “I Mixoblack di Alberto Burri nella Galleria Tesori d'Arte di San Pietro in Perugia”, ospitata in un braccio della galleria stessa.

Nella mostra, che sarà inaugurata sabato 21 novembre alle ore 17 e resterà aperta fino al 5 gennaio 2016, vengono esposte dieci opere di Alberto Burri accanto ai capolavori raccolti nei secoli nella collezione della Fondazione per l'Istruzione Agraria, offrendo ai visitatori un suggestivo confronto in cui si incrociano moderno e antico per creare suggestioni particolari e raffinate, e per mostrare la forza della tradizione artistica dell’Umbria.

Nella conferenza stampa è stato sottolineato in particolare che per l'Ateneo perugino portare Alberto Burri a Perugia significa costituire l'occasione per un abbraccio tra la città e il grande artista, rispondendo a una vocazione istituzionale ed etica dell’Università, che è anche quella di costruire occasioni di crescita culturale e civile del territorio. Il convegno e la mostra, infatti, sono l'espressione concreta di quanto l'Università di Perugia riconosca la necessità di allargare il proprio ruolo, comunicando i valori e i contenuti della ricerca umanistica e scientifica all'esterno dei circuiti accademici.

Cora e Moriconi

Burri gli organizzatori delle iniziative

Perugia,18 novembre

Inaugurato il nuovo anno accademico del Dipartimento di Scienze Politiche alla presenza del Rettore Moriconi. Perlingeri ha tenuto la prolusione 

Il Dipartimento di Scienze Politiche, stamani, ha inaugurato l’anno accademico 2015-2016, il secondo da quando è stato costituito.

La cerimonia, che si è svolta nell’Aula 1 del Dipartimento, è stata presieduta dal Decano prof. Carlo Carini ed è stata aperta da un minuto di silenzio in onore delle vittime degli attentati terroristici a Parigi. Il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha portato il saluto dell’Ateneo sottolineando il fatto di essere presente spesso a Scienze Politiche, che è un dipartimento vivace e dinamico dove è costante il dialogo tra docenti, studenti e personale. “Auspico che questo comportamento sia seguito presto in tutti gli altri dipartimenti dell’Ateneo – ha detto Moriconi -. Colgo, inoltre, l’occasione per annunciare che da ieri, sul sito internet dell’Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca, è pubblicato il report sui risultati ottenuti dall’Ateneo di Perugia, la prima università ad essere stata valutata dall’Agenzia. A parte la mia scelta di chiedere la valutazione in anticipo sui tempi stabiliti a livello nazionale – ha concluso il Rettore –, voglio ringraziare tutti, docenti, studenti e personale tecnico amministravo, per aver lavorato insieme e con impegno per centrare questo obiettivo”. Il direttore del Dipartimento Ambrogio Santambrogio ha svolto una sintetica quanto ricca relazione sull’attività di Scienze Politiche. Ha reso noti i dati delle immatricolazioni ai corsi di laurea triennali del dipartimento che, al 30 ottobre, registrano 309 nuovi iscritti, con una leggerissima flessione rispetto all’anno scorso. Le matricole sono distribuite in tutti i corsi, con un incremento di iscrizioni al corso di Scienze della comunicazione e una diminuzione ai Servizi sociali. Nel primo anno di attività il Dipartimento ha centrato importanti obiettivi grazie al metodo di lavoro interdisciplinare. Il direttore ha ricordato, tra le iniziative di particolare successo, il ciclo di incontri ‘I Mercoledì  di Scienze politiche”, con una vasta adesione anche fuori dell’Ateneo, il potenziamento dei corsi di Dottorato, oltre all’istituzione del nuovo ufficio per stage, tirocini  e ricerca internazionale. “Il dipartimento, tra gli obiettivi da perseguire nel nuovo anno accademico – ha detto Santambrogio –, dovrà lavorare per migliorare la qualità della didattica”. Sono, poi, intervenuti il dottor Fabrizio De Santis, in rappresentanza del personale tecnico amministrativo e, per gli studenti, Andrea Marconi. Il prof. Pietro Perlingieri  ha svolto la prolusione sul tema: “La ‘funzione sociale’ della proprietà nel sistema italo-europeo”. La cerimonia si è conclusa con l’intrattenimento musicale a cura di  Laura Bazzucchi e Giacomo Mavelli.

Moriconi Carini Perlingieri

da sx Moriconi, Carini, Perlingieri

minuto 2

minuto

Moriconi scienze politiche

De Santis

Fabrizio De Santis

Marconi 2

Andrea Marconi

Perugia,18 novembre

Massimo Cerulo alla trasmissione “L’uovo di Colombo” - Giovedì 19 novembre , su “Umbria Radio” 

Giovedì 19 novembre 2015, il professor Massimo Cerulo sarà ospite della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, programma dedicato alla ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia, in onda sull’emittente Umbria Radio alle ore 19. 

Massimo Cerulo, ricercatore di Sociologia del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Ateneo di Perugia, presenterà in trasmissione i risultati della ricerca appena conclusa e confluita nel libro "Maschere quotidiane. La manifestazione delle emozioni dei giovani contemporanei: uno studio sociologico" ,pubblicato il 16 ottobre scorso per i tipi di Rubettino Università.

Il volume racconta una ricerca svolta negli ultimi 3 anni in 4 città italiane (Torino, Perugia, Cosenza, Palermo) e accende i riflettori sul rapporto che i giovani tra 18 e 25 anni instaurano con le proprie emozioni nella vita quotidiana. In particolare, emerge la difficoltà manifestata dai soggetti indagati nell'affrontare le proprie emozioni negativ. Come dichiara una ragazza intervistata: "mascherare, mascherare sempre, perché questa società non accetta chi si mostra autentico".

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 22 novembre 2015 alle ore 15

Perugia,18 novembre

A Speciale Università” , il prof. Achilli illustra le recenti ricerche sulla Sindone. Focus su PERUGIA_firstpechakuchanight 

Domani, giovedì 19 novembre 2015, alle ore 21.30,Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

Nella prima parte il professore Alessandro Achilli, del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell’Università di Perugia, illustrerà la sua collaborazione alle recenti ricerche effettuate sulla Sindone da un gruppo di studiosi coordinati dal professor Gianni Barcaccia dell’Università di Padova.

Il servizio esterno riguarderà l'evento PERUGIA’_firstpechakuchanight, al CERP_Centro Espositivo Rocca Paolina, con la presentazione di 10 idee e tesi di laurea che si interrogano sul futuro di aree strategiche della città di Perugia, dal centro alla periferia.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 24 novembre 2015, alle ore 19.25.

Perugia,17 novembre

Premiati gli studenti e le Scuole che hanno partecipato a “Maturità d’Ateneo”. Le tesine sono pubblicate sul portale www.unipg.it

Cerimonia, oggi pomeriggio, nell’Aula G del Dipartimento di Chimica, per la consegna delle targhe ricordo ai partecipanti alla seconda edizione di “Maturità d’Ateneo”, promossa dell’Università degli Studi Perugia nelle scuole medie superiori della Regione Umbria. Sono stati consegnati i riconoscimenti alle Scuole partecipanti e i premi ai giovani autori delle tesine.

“Sono lieto di partecipare all’evento di oggi  – ha dichiarato il Magnifico Rettore Franco Moriconi – perché accogliere gli studenti delle scuola medie superiori è un dovere che l’Ateneo ha ripreso dopo una lunghissima pausa. Un ruolo che continueremo a svolgere anche in futuro perché vogliamo che il nostro sia un’Università aperta sopratutto agli studenti. L’orientamento e l’accoglienza sono funzioni fondamentali per l’Ateneo che ha ripreso stretti  contatti con le scuole medie superiori anche fuori dell’Umbria, in particolare con quelle del Centro-Sud. I risultati di questo lavoro sono evidenti – ha continuato il professor Moriconi -, come dimostra il bilancio delle immatricolazioni al nuovo anno accademico che abbiamo presentato in conferenza stampa una settimana fa evidenziando un incremento dell’8,83% di nuovi iscritti ai corsi di laurea triennali, una crescita che oggi non ho difficoltà a rilevare in aumento (9 %) e che entro il 31 dicembre con tutta probabilità raggiungerà il 10%”.

Il Rettore ha ricordato che l’Ateneo, nell’anno dedicato alla Didattica, sta producendo un grande sforzo di miglioramento. “A questo fini ho raccomandato a tutti i miei colleghi di rinnovare i loro corsi, in un tempo in cui l’innovazione è una caratteristica fondamentale nelle scelte di giovani in modo particolare, che noi intendiamo seguire dal loro ingresso all’Università fino alla laurea e all’introduzione nel mondo del lavoro”.

E’ intervenuta la professoressa Anna Martellotti, Delegato per l’Orientamento dell’Ateneo, che ha ricordato le caratteristiche di ‘Maturità d’Ateneo’, iniziativa nuova nel panorama delle università italiane che  ha registrato un’ ampia adesione già dalla prima edizione. Quest’anno le tesine sono state di numero inferiore, ma di indubbia qualità. L’Ateneo ha deciso di premiare gli studenti partecipanti con un voucher di riduzione della II rata delle tasse di immatricolazione all’Università di Perugia mentre alla scuole partecipanti è stata consegnata una targa ricordo.

Inoltre, la professoressa Martellotti ha presentato la nuova area del portale d’Ateneo (www.unipg.it) nella quale sono pubblicate le tesine co-tutelate, con il nome anche del co-relatore dell’Università, così da dare risalto a questa originale forma di servizio alla società civile – il cosiddetto public engagement - da parte dell’Ateneo di Perugia.

Al termine della cerimonia sono stati consegnati i riconoscimenti agli studenti: Eleonora Ricci Vitiani, Elena Paccaduscio, Eleonora Cucco, Silvia Tortoioli, Colomba Vellotti, Martina Bracciaventi (Liceo Pieralli – Perugia), Eleonora Balloni (I.I.S.R.Casimiri – Gualdo Tadino), Luca Proietti, Flavio Sabbatini (I.I.S.T.P – Spoleto), Michele  Mencarelli, Francesca Sforna (Liceo Scientifico annesso Convitto Nazionale – Assisi), Martina Biagioli, Sara Chimenti, Giacomo Iacomelli (I.I.S. Franchetti Salviani  - Città di Castello), Alessandro Loreti, Francesca Brizi, Valentin Paccoia, Ilaria Lampadini (Liceo Scientifico Marconi – Foligno), Gaia Muti, Alessandro Pulcini, Gabriele Tombesi (Liceo Scientifico R. Donatelli – Terni).

Martellotti Moriconi 1

gruppo premiati

Premiata 1

Perugia, 17 novembre

Domani, al Cerp, presentazione pubblica di Dieci idee e tesi di laurea sul futuro di aree strategiche della città. Intervengono Moriconi e Romizi

 

Il Rettore Franco Moriconi e il sindaco Andrea Romizi interverranno domani, mercoledì 18 novembre 2015,  alle ore 17.15, al CERP_Centro Espositivo Rocca Paolina, a PERUGIA’_firstpechakuchanight, la presentazione di 10 idee e tesi di laurea che si interrogano sul futuro di aree strategiche della città di Perugia, dal centro alla periferia.

Presenti, inoltre, il professor  Annibale Luigi Materazzi, direttore del Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, ed Emanuele Prisco, assessore municipale all’Urbanistica.

I responsabili scientifici dell’iniziativa sono Paolo Belardi e Valeria Menchetelli (Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale), gli organizzatori Simone Bori e Luca Martini.

 I progetti, curati da 10 giovani laureati in Ingegneria Civile e in Ingegneria edile-Architettura dell’Università di Perugia, riguardano: Piazza Italia (Malvina Maria Manfroni), Piazza del Drago (Paola Minchiatti), Giardini del Frontone (Giacomo Pagnotta), ex Carcere maschile (Neda Nikravan), ex FIAT (Carl Volckerts), Piazza del Bacio (Giovanna Ramaccini), Nuova linea Fontivegge-Polo Unico Ospedaliero del Minimetrò: Progetto architettonico della stazione di Madonna Alta (Andrea Di Chiara), Sant’Andrea delle Fratte (Luca Persichini), Progetto di ampliamento del cimitero di San Martino in Colle, Perugia (Andrea Perri), Progetto del Centro Servizi dell’Aeroporto “Perugia San Francesco d’Assisi (Giuseppe Antonelli).

 

 

PERUGIA’_firstpechakuchanight è il primo evento perugino di presentazione pubblica che adotta il format comunicativo del pecha kucha: una sequenza serrata di “short presentations”, in cui i contenuti sono condensati fino all’essenziale. Ciascun relatore ha a disposizione 20 immagini e 20 secondi per commentare ogni immagine (20 x 20): la durata della presentazione, rigorosamente impostata ad avanzamento automatico, è fissa (meno di 7 minuti).

‘Provocatore’ dell’incontro sarà Cristina Castellano di TEF Channel.

Beer Break organizzato in sinergia con la Fondazione per l’Istruzione Agraria.

erugia, 17 novembre

Inaugurazione Anno Accademico 2015-2016 del Dipartimento di Scienze Politiche

Domani,  mercoledì  18 novembre 2015, alle ore 11, il Dipartimento di Scienze Politiche inaugurerà solennemente l’anno accademico.

La cerimonia avrà luogo nell’Aula magna del Dipartimento e sarà presieduta dal Decano, professor Carlo Carini. Seguirà il saluto del Magnifico Rettore Franco Moriconi, seguirà la relazione del Direttore del Dipartimento Prof. Ambrogio Santambrogio e gli interventi del Personale Tecnico e Amministrativo, Dott. Fabrizio De Santis, e degli studenti. Alle ore 12 la prolusione del professor Pietro Perlingieri sul tema “La ‘funzione sociale’ della proprietà nel sistema italo-europeo.

Al termine l’intrattenimento musicale a cura di Laura Bazzucchi e Giacomo Mave.

Perugia, 16 novembre

Critica d'arte e tutela in Italia: figure e protagonisti nel secondo dopoguerra - Perugia, 17 – 19 novembre 2015 

Il convegno “Critica d'arte e tutela in Italia: figure e protagonisti nel secondo dopoguerra”, nel decimo anniversario della fondazione della Società italiana di Storia della Critica d'Arte, si svolgerà a Perugia, dal 17 al 19 novembre 2015.

L’apertura dei lavori è prevista per domani, martedì 17 novembre, alle 9, nell’Aula Tesi di Palazzo Manzoni, in piazza Morlacchi, con gli interventi del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Mario Tosti, Direttore del Dipartimento di Lettere, Lingue, Letterature, Civiltà Antiche e Moderne, Francesco Depretis, Presidente della Fondazione Orintia Carletti Bonucci, Gianni Carlo Sciolla, Presidente della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte e Cristina Galassi, Tesoriere della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte.

All’interno del convegno, mercoledì 18 novembre 2015, a Palazzo Baldeschi, Sala dei Legisti alle ore 18.30, la professoressa Cristina Galassi presenterà il volume “La Galleria della Fondazione Orintia Carletti Bonucci nel Palazzo Baldeschi a Perugia”, di Silvia Blasio. Al termine è prevista la visita della quadreria, una raccolta sette-ottocentesca ricca di opere che vanno dal XVI al XIX secolo.

Nel periodo, dal 1945 agli anni Sessanta del Ventesimo secolo, inizia la ricostruzione nazionale, dopo gli orrori e le distruzioni della guerra, ed é fondamentale per la ripresa degli studi storico artistici e la tutela delle opere d'arte in Italia.

Il convegno intende affrontare e approfondire le figure dei protagonisti di questa memorabile stagione di rinascita culturale. Innanzi tutto nel settore della critica d'arte e della metodologia di ricerca, che si apre e si confronta con gli studi internazionali. Verranno approfonditi vari temi: il recupero delle opere d'arte alienate; l' intensa e appassionata opera di tutela e di restauro dei beni artistici; la  riorganizzazione  capillare del sistema regionale territoriale e museale e delle istituzioni preposte alla conservazione; infine le tipologie e le funzioni delle memorabili mostre.

Perugia, 16 novembre

Inaugurazione dell’anno accademico 2015-2016 del Dipartimento di Scienze Politiche 

Il Dipartimento di Scienze Politiche inaugurerà solennemente l’anno accademico con una cerimonia mercoledì  18 novembre 2015, alle ore 11.

Avrà luogo nell’Aula magna del Dipartimento e sarà presieduta dal Decano, professor Carlo Carini. Seguirà il saluto del Magnifico Rettore Franco Moriconi, seguirà la relazione del Direttore del Dipartimento Prof. Ambrogio Santambrogio e gli interventi del Personale Tecnico e Amministrativo, Dott. Fabrizio De Santis, e degli studenti. Alle ore 12 la prolusione del professor Pietro Perlingieri sul tema “La ‘funzione sociale’ della proprietà nel sistema italo-europeo.

Al termine l’intrattenimento musicale a cura di Laura Bazzucchi e Giacomo Mave.

Perugia, 16 novembre

“Muoversi bene per muoversi a lungo”, il tema di un incontro ad Assisi dedicato ad atleti e appassionati dello sport, con il contributo dell’Ateneo

Sabato 14 novembre, ad Assisi si è svolta la conferenza “Muoversi Bene per Muoversi a Lungo”. L’incontro, rivolto ad atleti, appassionati ed operatori del mondo dello sport, dell’attività motoria e del fitness, ideato da Stefano Spaccapanico Proietti in collaborazione con il triatleta Francesco Profumi, ha visto la partecipazione attiva del Corso di laurea in Scienze motorie e sportive dell’Università degli Studi di Perugia.

Molti gli studenti universitari presenti all’incontro, che ha registrato oltre cento partecipanti, mentre le relazioni sono state tenute da esperti di diverse aree professionali: medicina, scienze biologiche, preparazione fisica e scienze motorie. Gli interventi hanno messo a fuoco un approccio ‘Qualitativo’ nei confronti dell’esercizio fisico, che possa integrare la prospettiva ‘quantitativa’ tipica della preparazione fisica/atletica.

La conferenza è stata strutturata in due parti: la prima, incentrata sugli aspetti biologici e fisiologici legati alla pratica sportiva; la seconda volta ad illustrare alcuni elementi tecnico-metodologici dell’esercizio fisico con caratteristiche ‘qualitative’.

“Sono molto soddisfatto – ha dichiarato il prof. Guglielmo Sorci, coordinatore del Corso di laurea in Scienze motorie e sportive dell’Ateneo – che il nostro corso di laurea abbia potuto fornire un apporto di qualità a questo evento di Assisi. Tutto ciò testimonia la sensibilità del Corso di laurea verso tutti gli aspetti legati all’esercizio fisico e allo sport, nonché l’attenzione verso la diffusione e la divulgazione di una cultura motoria seria, che veda nel laureato in scienze motorie il professionista del movimento umano, e il portatore di tale cultura”.

I lavori del convegno, introdotti dal dottor Giovanni Boni (presidente della federazione medico-sportiva italiana, comitato regionale Umbria), sono iniziati con l’intervento del dottor Marco Timi (specialista in cardiologia e medicina dello sport) sugli adattamenti cardio-circolatori indotti dall’esercizio fisico. Il muscolo come organo endocrino è stato il tema della relazione del prof. Guglielmo Sorci (che è anche membro del comitato scientifico dell’istituto interuniversitario di miologia, IIM), seguito dall’intervento del dottor Pierluigi Antinolfi (specialista in ortopedia e traumatologia) sul sovraccarico funzionale e le sue conseguenze. Dopo una serie di interessanti interventi ha concluso i lavori Lorenzo Giansanti (istruttore di parkour) con una relazione sul parkour o arte dello spostamento.

Convegno assisi r

relatori conv. Assisi r

Perugia, 16 novembre

Domani “Maturità d’Ateneo” premia gli studenti e le Scuole partecipanti: le tesine cotutelate pubblicate sul portale www.unipg.it - Perugia, martedì 17 novembre 2015, ore 16 

Per il secondo anno consecutivo l’Università di Perugia nel 2015  ha attivato “Maturità d’Ateneo”, una iniziativa che ha offerto, ad alcuni studenti delle ultime classi di scuola superiore, la possibilità di usufruire dell’affiancamento con un docente universitario nella fase di stesura della tesina di maturità e di vedere pubblicata la propria tesina co-tutelata in un’area del portale dell’Ateneo www.unipg.it


La cerimonia di consegna delle targhe ricordo alle Scuole partecipanti e dei riconoscimenti-premio ai giovani autori delle tesine – a ciascuno un voucher di riduzione della II rata delle tasse di immatricolazione all’ Ateneo di Perugia - avrà luogo martedì 17 novembre 2015, alle ore 16, nell’Aula G del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (Via Pascoli).

Interverrà il Magnifico Rettore Franco Moriconi e il Delegato per l’Orientamento Anna Martellotti, insieme ad un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale. Sono stati inoltre invitati i familiari dei ragazzi partecipanti, i cotutor nominati dall’Istituto di provenienza, i co-relatori di Ateneo che hanno seguito il lavoro di stesura delle tesine, i Dirigenti Scolastici e le figure strumentali degli Istituti partecipanti.

L’evento consentirà anche di presentare la nuova area del portale d’Ateneo nella quale sono pubblicate le tesine cotutelate, così da dare risalto a questa originale forma di servizio alla società civile – il cosiddetto public engagement - da parte dell’Ateneo di Perugia.

Perugia, 16 novembre

Presentazione pubblica di Dieci idee e tesi di laurea sul futuro di aree strategiche della città - Perugia (Cerp), mercoledì 18 novembre 2015

PERUGIA’_firstpechakuchanight presenta in rassegna 10 idee e tesi di laurea che si interrogano sul futuro di aree strategiche della città di Perugia, dal centro alla periferia.

Si svolgerà mercoledì 18 novembre 2015, alle ore 17.15, al CERP_Centro Espositivo Rocca Paolina, Perugia.

“L’iniziativa è volta a portare all’attenzione dell’opinione pubblica il ruolo di fucina ideativa che l’Università degli Studi di Perugia svolge da sempre attraverso i propri studenti nel prefigurare le trasformazioni della città. Con idee concrete e realistiche, ma sempre contaminate da una sana propensione visionaria, capace di proiettare la città nel futuro”, sottolineano i responsabili scientifici dell’iniziativa Paolo Belardi e Valeria Menchetelli (Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale); gli organizzatori sono Simone Bori e Luca Martini 

I progetti, curati da 10 giovani laureati in Ingegneria Civile e in Ingegneria edile-Architettura dell’Università di Perugia, riguardano: Piazza Italia (Malvina Maria Manfroni), Piazza del Drago (Paola Minchiatti), Giardini del Frontone (Giacomo Pagnotta), ex Carcere maschile (Neda Nikravan), ex FIAT (Carl Volckerts), Piazza del Bacio (Giovanna Ramaccini), Nuova linea Fontivegge-Polo Unico Ospedaliero del Minimetrò: Progetto architettonico della stazione di Madonna Alta (Andrea Di Chiara), Sant’Andrea delle Fratte (Luca Persichini), Progetto di ampliamento del cimitero di San Martino in Colle, Perugia (Andrea Perri), Progetto del Centro Servizi dell’Aeroporto “Perugia San Francesco d’Assisi (Giuseppe Antonelli).  

PERUGIA’_firstpechakuchanight è il primo evento perugino di presentazione pubblica che adotta il format comunicativo del pecha kucha: una sequenza serrata di “short presentations”, in cui i contenuti sono condensati fino all’essenziale. Ciascun relatore ha a disposizione 20 immagini e 20 secondi per commentare ogni immagine (20 x 20): la durata della presentazione, rigorosamente impostata ad avanzamento automatico, è fissa (meno di 7 minuti).

‘Provocatore’ dell’incontro sarà Cristina Castellano di TEF Channel.

Beer Break organizzato in sinergia con la Fondazione per l’Istruzione Agraria.

Perugia, 16 novembre

Grande adesione di studenti e laureati all’incontro, promosso dall’Ateneo, con la multinazionale GSK VACCINES

L’Università degli Studi di Perugia ha promosso una giornata di incontro per laureati e laureandi con la multinazionale “GSK VACCINES”, azienda farmaceutica impegnata su scala globale nella ricerca e sviluppo di farmaci e vaccini innovativi, medicinali e altri prodotti.

L’incontro, organizzato dal servizio Job Placement dell’Ateneo, si è svolto giovedì 12 novembre presso il Dipartimento di Chimica, in via Elce di Sotto a Perugia. Numerose sono state le adesioni di studenti e laureati, presenti quasi in 200 nell’Aula ‘E’ del Dipartimento.

Studenti  e laureati, che hanno assistito alla presentazione dell’azienda e all’illustrazione della sua attività produttiva, hanno poi interagito con i responsabili della multinazionale soffermandosi sui temi della ricerca; in particolare di farmaci, medicinali e vaccini innovativi, settori in cui è impegnata la “GSK VACCINES”.  

Infine, i laureati e studenti hanno presentato  i loro curriculum e sostenuto  colloqui conoscitivi per favorire il proprio inserimento nel mondo del lavoro.

aula 1

aula 2

 

Perugia, 13 novembre

Un convegno internazionale e una mostra promossi dall’Università a Perugia per celebrare, nel centenario della nascita, la grandezza di Alberto Burri

Nel centenario della nascita di Alberto Burri, mentre si moltiplicano manifestazioni in varie parti del mondo che celebrano la grandezza di questo artista, anche l'Università di Perugia ricorda con affetto un suo eccellentissimo allievo. Per questo motivo l'Ateneo perugino e la Fondazione Burri – Palazzo Albizzini hanno organizzato un importante convegno di studi internazionale, che venerdì 20 e sabato 21 novembre 2015 si terrà all’interno del Complesso monumentale di San Pietro. L’iniziativa contribuirà in maniera decisiva alla ridefinizione della figura straordinaria di questo artista che ha profondamente segnato l'arte del Novecento. Al convegno prenderanno parte esperti dell'opera del Maestro provenienti da ogni parte del mondo.

In concomitanza con tale avvenimento di rilevante importanza scientifica, l'Università di Perugia e la Fondazione Burri – Palazzo Albizzini, insieme alla Fondazione per l'Istruzione Agraria di Perugia,  hanno organizzato l’esposizione “I Mixoblack di Alberto Burri nella Galleria Tesori d'Arte di San Pietro in Perugia”, ospitata in un braccio della galleria stessa.

In questa occasione, una serie di dieci opere di forte caratterizzazione burriana viene esposta accanto ai capolavori raccolti nei secoli nella collezione della Fondazione per l'Istruzione Agraria, offrendo ai visitatori un suggestivo confronto in cui si incrociano moderno e antico per creare suggestioni particolari e raffinate, e per mostrare la forza della tradizione artistica dell’Umbria.

Per l'Ateneo perugino portare Burri a Perugia significa costituire l'occasione per un abbraccio tra la città e il grande artista, rispondendo così a una vocazione istituzionale ed etica della stessa Università, che è anche quella di costruire occasioni di crescita culturale e civile del territorio. Il convegno e la mostra, infatti, sono l'espressione concreta di quanto l'Università di Perugia riconosca la necessità di allargare il proprio ruolo, comunicando i valori e i contenuti della ricerca umanistica e scientifica all'esterno dei circuiti accademici, proponendosi come promotore di uno sviluppo che dalla crescita culturale sappia cogliere occasioni per la crescita economica.

La mostra, che verrà inaugurata sabato 21 novembre alle ore 17, resterà aperta fino al 5 gennaio 2016.

Perugia, 13 novembre

“Ernesto de Martino Cinquant’anni dopo”  - Evento di due giorni per ricordarne la figura e l’opera - Perugia, 15 e 16 novembre, 2015 

Si tiene anche a Perugia l’iniziativa ‘Ernesto de Martino 50’, promossa dall’Università degli Studi nel quadro delle manifestazioni di Umbria Libri 2015. Si tratta di un “laboratorio di antropologia pubblica” con un  dibattito sul rapporto fra ricerca scientifica, valorizzazione dei beni immateriali, costruzione dello partecipazione democratica e  scelta strategica per le politiche della cultura.  L’obiettivo è fare emergere l’attualità dell’opera e della memoria di Ernesto de Martino attraverso itinerari, dialoghi, confronti e qualche strumento utile per “oltrepassare” la crisi contemporanea.

Domenica 15 novembre,alle 16.30, nella Biblioteca “Mario Marte”  nel complesso monumentale di San Pietro a Borgo XX Giugno, saranno presentati e discussi due libri: “Il tarantismo oggi. Antropologia, politica, cultura (Carocci editore), di Giovanni Pizza; e “Ernesto de Martino. Teoria antropologica e metodologia della ricerca (L’Asino d’oro edizioni), di Amalia Signorelli.

Il tarantismo oggi, di Giovanni Pizza, è uno studio sulla “patrimonializzazione” del tarantismo: il classico fenomeno di possessione da morso del ragno incentrato sulla danza e musica terapeutica salentina, la cosiddetta “pizzica”,  studiato da Ernesto de Martino nel Salento Pugliese nel 1959. Di quella spedizione di ricerca che de Martino condusse in équipe in Salento nel 1959 faceva parte una giovanissima Amalia Signorelli. L’allieva, oggi, dopo una carriera da antropologa, scrive una monografia sul suo maestro, incentrata sull’attualità dell’impegno scientifico, etico-politico e civile che Ernesto de Martino ha profondamente intrecciato nelle sue ricerche ed evidente nella sua teoria, come in concetti quali “incontro etnografico”, “antropologia orientata da valori”, “etnocentrismo critico”.

Lunedi 16 novembre dalle ore 9.30 alle 18.30, a Palazzo della Penna si terrà il seminario “Ernesto de Martino, l’antropologia e la politica”. Dopo i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e del Direttore del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione, Angelo Capecci, si apriranno i lavori con due tavole rotonde: la prima, diretta da Cristina Papa, vede la relazione introduttiva di Tullio Seppilli, che fu allievo e collaboratore di de Martino a Roma fin dai primi anni Cinquanta del secolo scorso, e con lui condivise la scelta dell’antropologia come impegno civile al servizio di un consolidamento della nascente democrazia italiana. Su quella traccia Seppilli nel 1956 fondò l’Istituto di etnologia e antropologia culturale nell’Ateneo perugino. Si continuerà con gli interventi di Andrea Carlino dell’Università di Ginevra, coordinatore nazionale del ciclo Ernesto de Martino 50, di Giovanni Pizza, direttore delle Scuola di Specializzazione in beni demoetnoantropologici e organizzatore dell’evento, di Berardino Palumbo, antropologo della Università di Messina, Flavio Cuniberto, filosofo della Università di Perugia, e infine Paolo Apolito, antropologo della Terza Università di Roma. La serata di lunedì, a chiusura dell’evento per iniziativa dell’Associazione Subasio Salento, presieduta da Fulvio Forcignanò, con il consueto impegno culturale e artistico organizza alle 19.30 presso il Caffè Morlacchi di Piazza Morlacchi  un “aperitivo salentino” nel corso del quale  Apolito interpreterà in forma di monologo teatrale il suo libro ‘Ritmi di festa’. Di seguito, infine, le musiche di pizzica salentina, a cura di Emanuele Filograna.

Perugia, 13 novembre

Critica d'arte e tutela in Italia: figure e protagonisti nel secondo dopoguerra - Perugia, 17 – 19 novembre 2015 

Nel decimo anniversario della fondazione della Società italiana di Storia della Critica d'Arte è stato organizzato il convegno “Critica d'arte e tutela in Italia: figure e protagonisti nel secondo dopoguerra”, che si svolgerà a Perugia, dal 17 al 19 novembre 2015.

L’apertura dei lavori è prevista martedì 17 novembre, alle 9, nell’Aula Tesi di Palazzo Manzoni, in piazza Morlacchi, con gli interventi del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Mario Tosti, Direttore del Dipartimento di Lettere, Lingue, Letterature, Civiltà Antiche e Moderne, Francesco Depretis, Presidente della Fondazione Orintia Carletti Bonucci, Gianni Carlo Sciolla, Presidente della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte e Cristina Galassi, Tesoriere della Società Italiana di Storia della Critica d’Arte.

All’interno del convegno, mercoledì 18 novembre 2015, a Palazzo Baldeschi, Sala dei Legisti alle ore 18.30, la professoressa Cristina Galassi presenterà il volume “La Galleria della Fondazione Orintia Carletti Bonucci nel Palazzo Baldeschi a Perugia”, di Silvia Blasio. Al termine è prevista la visita della quadreria, una raccolta sette-ottocentesca ricca di opere che vanno dal XVI al XIX secolo.

Nel periodo, dal 1945 agli anni Sessanta del Ventesimo secolo, inizia la ricostruzione nazionale, dopo gli orrori e le distruzioni della guerra, ed é fondamentale per la ripresa degli studi storico artistici e la tutela delle opere d'arte in Italia.

Il convegno intende affrontare e approfondire le figure dei protagonisti di questa memorabile stagione di rinascita culturale. Innanzi tutto nel settore della critica d'arte e della metodologia di ricerca, che si apre e si confronta con gli studi internazionali. Verranno approfonditi vari temi: il recupero delle opere d'arte alienate; l' intensa e appassionata opera di tutela e di restauro dei beni artistici; la  riorganizzazione  capillare del sistema regionale territoriale e museale e delle istituzioni preposte alla conservazione; infine le tipologie e le funzioni delle memorabili mostre.

Perugia, 13 novembre

“Maturità d’Ateneo” premia gli studenti e le Scuole partecipanti: le tesine cotutelate pubblicate sul portale www.unipg.it - Perugia, martedì 17 novembre 2015, ore 16 

L’Università di Perugia nel 2015, per il secondo anno consecutivo,  ha attivato “Maturità d’Ateneo”, una iniziativa che ha offerto, ad alcuni studenti delle ultime classi di scuola superiore, la possibilità di usufruire dell’affiancamento con un docente universitario nella fase di stesura della tesina di maturità e di vedere pubblicata la propria tesina co-tutelata in un’area del portale dell’Ateneo www.unipg.it

La cerimonia di consegna delle targhe ricordo alle Scuole partecipanti e dei riconoscimenti-premio ai giovani autori delle tesine – a ciascuno un voucher di riduzione della II rata delle tasse di immatricolazione all’ Ateneo di Perugia - avrà luogo martedì 17 novembre 2015, alle ore 16, nell’Aula G del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (Via Pascoli).

Interverrà il Magnifico Rettore Franco Moriconi e il Delegato per l’Orientamento Anna Martellotti, insieme ad un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Regionale. Sono stati inoltre invitati i familiari dei ragazzi partecipanti, i cotutor nominati dall’Istituto di provenienza, i co-relatori di Ateneo che hanno seguito il lavoro di stesura delle tesine, i Dirigenti Scolastici e le figure strumentali degli Istituti partecipanti.

L’evento consentirà anche di presentare la nuova area del portale d’Ateneo nella quale sono pubblicate le tesine co-tutelate, così da dare risalto a questa originale forma di servizio alla società civile – il cosiddetto public engagement - da parte dell’Ateneo di Perugia.

Perugia, 13 novembre

Numerosi studenti e laureati hanno partecipato all’incontro, promosso dall’Ateneo, con la multinazionale GSK VACCINES

L’Università degli Studi di Perugia ha promosso una giornata di incontro per laureati e laureandi con la multinazionale “GSK VACCINES”, azienda farmaceutica impegnata su scala globale nella ricerca e sviluppo di farmaci e vaccini innovativi, medicinali e altri prodotti.

L’incontro, organizzato dal servizio Job Placement dell’Ateneo, si è svolto giovedì 12 novembre presso il Dipartimento di Chimica, in via Elce di Sotto a Perugia. Numerose sono state le adesioni di studenti e laureati, presenti quasi in 200 nell’Aula ‘E’ del Dipartimento.

Studenti  e laureati, che hanno assistito alla presentazione dell’azienda e all’illustrazione della sua attività produttiva, hanno poi interagito con i responsabili della multinazionale soffermandosi sui temi della ricerca; in particolare di farmaci, medicinali e vaccini innovativi, settori in cui è impegnata la “GSK VACCINES”.  

Infine, i laureati e studenti hanno presentato  i loro curriculum e sostenuto  colloqui conoscitivi per favorire il proprio inserimento nel mondo del lavoro.

aula 1

aula 2

Perugia, 12 novembre

“Ernesto de Martino Cinquant’anni dopo” lo ricorda con un evento di due giorni la Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici

 Perugia, 15 e 16 novembre, 2015

L’iniziativa ‘Ernesto de Martino 50’, con appuntamenti e incontri in diverse città italiane, a Perugia è promossa dall’Università nel quadro delle manifestazioni di Umbria Libri 2015, e si apre come un “laboratorio di antropologia pubblica” con un  dibattito sul rapporto fra ricerca scientifica, valorizzazione dei beni immateriali, costruzione dello partecipazione democratica e  scelta strategica per le politiche della cultura.  L’obiettivo è fare emergere l’attualità dell’opera e della memoria di Ernesto de Martino attraverso itinerari, dialoghi, confronti e qualche strumento utile per “oltrepassare” la crisi contemporanea.

Domenica 15 novembre,alle 16.30, nella Biblioteca “Mario Marte”  nel complesso monumentale di San Pietro a Borgo XX Giugno, saranno presentati e discussi due libri: “Il tarantismo oggi. Antropologia, politica, cultura (Carocci editore), di Giovanni Pizza; e “Ernesto de Martino. Teoria antropologica e metodologia della ricerca (L’Asino d’oro edizioni), di Amalia Signorelli.

Il tarantismo oggi, di Giovanni Pizza, è uno studio sulla “patrimonializzazione” del tarantismo: il classico fenomeno di possessione da morso del ragno incentrato sulla danza e musica terapeutica salentina, la cosiddetta “pizzica”,  studiato da Ernesto de Martino nel Salento Pugliese nel 1959. Di quella spedizione di ricerca che de Martino condusse in équipe in Salento nel 1959 faceva parte una giovanissima Amalia Signorelli. L’allieva, oggi, dopo una carriera da antropologa, scrive una monografia sul suo maestro, incentrata sull’attualità dell’impegno scientifico, etico-politico e civile che Ernesto de Martino ha profondamente intrecciato nelle sue ricerche ed evidente nella sua teoria, come in concetti quali “incontro etnografico”, “antropologia orientata da valori”, “etnocentrismo critico”.

Lunedi 16 novembre dalle ore 9.30 alle 18.30, a Palazzo della Penna si terrà il seminario “Ernesto de Martino, l’antropologia e la politica”. Dopo i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e del Direttore del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione, Angelo Capecci, si apriranno i lavori con due tavole rotonde: la prima, diretta da Cristina Papa, vede la relazione introduttiva di Tullio Seppilli, che fu allievo e collaboratore di de Martino a Roma fin dai primi anni Cinquanta del secolo scorso, e con lui condivise la scelta dell’antropologia come impegno civile al servizio di un consolidamento della nascente democrazia italiana. Su quella traccia Seppilli nel 1956 fondò l’Istituto di etnologia e antropologia culturale nell’Ateneo perugino. Si continuerà con gli interventi di Andrea Carlino dell’Università di Ginevra, coordinatore nazionale del ciclo Ernesto de Martino 50, di Giovanni Pizza, direttore delle Scuola di Specializzazione in beni demoetnoantropologici e organizzatore dell’evento, di Berardino Palumbo, antropologo della Università di Messina, Flavio Cuniberto, filosofo della Università di Perugia, e infine Paolo Apolito, antropologo della Terza Università di Roma. La serata di lunedì, a chiusura dell’evento per iniziativa dell’Associazione Subasio Salento, presieduta da Fulvio Forcignanò, con il consueto impegno culturale e artistico organizza alle 19.30 presso il Caffè Morlacchi di Piazza Morlacchi  un “aperitivo salentino” nel corso del quale  Apolito interpreterà in forma di monologo teatrale il suo libro ‘Ritmi di festa’. Di seguito, infine, le musiche di pizzica salentina, a cura di Emanuele Filograna.

Ernesto de Martino oggi

di Giovanni Pizza, Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici - Università di Perugia, sede di Castiglione del Lago

Ernesto de Martino (Napoli, 1 dicembre 1908 - Roma, 6 maggio 1965) è considerato a livello mondiale il fondatore della nuova antropologia italiana: un campo di studi e ricerche a forte impatto civile e politico che si sviluppa nel nostro Paese nel secondo dopoguerra e attraversa il Novecento per proiettarsi fino al momento contemporaneo in un più vasto ambito internazionale.

In una prospettiva intellettuale e scientifica del tutto originale, nel corso del Novecento de Martino seppe fondere saperi diversi, come la storia, la filosofia, la storia delle religioni e l’antropologia, nella ricerca “etnografica” sulle culture popolari del Sud d’Italia, elaborata a partire da un intenso dialogo con le innovative proposte politico-culturali elaborate nelle carceri fasciste da Antonio Gramsci e che a partire dal 1948, l’anno della Costituzione, venivano pubblicate in Italia nei Quaderni del carcere.

Protagonista di quella stagione insorgente nella riscoperta dei diritti che seguì la Resistenza antifascista, de Martino partecipò in prima persona alla genesi della democrazia italiana. Ma la sua figura di studioso novecentesco si sporge dal secolo breve e costituisce tuttora, nei vertiginosi anni duemila, uno dei più importanti esempi di intellettuale civilmente impegnato nella comprensione della crisi e nel cambiamento della propria società.

I tratti salienti del pensiero e dell’opera demartiniana, conservano una impressionante attualità: l’analisi delle forme della “presenza” umana, dalla “crisi” al “riscatto” culturale; la critica della irrelata separazione fra i diversi campi del sapere (la storia,  l’antropologia, la medicina, la psicologia, la psichiatria) e dell’esperienza umana  (la cultura, la religione, la sofferenza, il dolore, la salute e la malattia, il corpo e la mente); i concetti di “patria culturale”,  “angoscia territoriale”, “fine del mondo”; l’idea dell’“incontro etnografico”  e la decisa avversione sia al relativismo sia all’etnocentrismo assoluto, risolta nella posizione responsabile e creativa dell'“etnocentrismo critico” come un metodo e una politica per capire e vivere l’esperienza dell’incontro fra le diversità culturali; le nozioni di “oltrepassamento”, “ethos del trascendimento” e “destorificazione” del negativo; la sua antropologia politico-esistenziale delle pratiche religiose; le letture antropologiche della stregoneria e della magia.

Sono tutti concetti, idee che evocano insieme pratiche di studio e politiche possibili, esiti sociali della conoscenza che richiamano all’unità fra pensiero e azione, fra sapere e partecipazione politica, fra teoria e pratica, in un esercizio attivo della cittadinanza che vide nell’Italia democratica un laboratorio privilegiato, contraddittorio, denso di prospettive per l’avvenire. 

Perugia, 12 novembre

“Il cibo e le carte: spunti sulla storia dell’alimentazione tra XIV e XIX secolo”, seminario nella Biblioteca di Agraria a Perugia

Domani, venerdì 13 novembre 2015 alle ore 15.30, nell’ambito della rassegna Umbria Libri,  presso il Complesso monumentale di San Pietro, in Borgo XX Giugno (Sala periodici della Biblioteca di Agraria "Mario Marte") si terrà il seminario "Il cibo e le carte: spunti sulla storia dell’alimentazione tra XIV e XIX secolo nelle fonti documentarie e librarie conservate nei fondi storici dell’Ateneo di Perugia".

Intervengono i docenti Regina Lupi e Manuel Vaquero Piñeiro, e Sabrina Boldrini, Roberta De Martino, Monica Fiore e Brunella Spaterna, bibliotecarie ed archiviste del gruppo LRCS - Libri Rari e Collezioni Speciali del CSB dell'Università di Perugia.


Il Seminario costituisce uno degli eventi della edizione 2015 di Umbria Libri - Nutrimenti culturali "La Grecia" , dal 13 al 15 novembre 2015.

Alla pagina http://www.umbrialibri.com/programma-2015/ il programma dettagliato della manifestazione.

Perugia, 11 novembre

Presentata la rete ‘Eduopen’.  L’e-learning un’opportunità per l’Ateneo di Perugia 

Presentata questa mattina, in Aula magna, la piattaforma Eduopen, programma di innovazione didattica on-line attivato da un consorzio interuniversitario che vede l’Ateneo di Perugia insieme al Politecnico e Università Aldo Moro di Bari, atenei di Ferrara, Foggia, Genova, Modena e Reggio Emilia, Parma, Piemonte Orientale e Salento.

“Un settore al quale l’Università degli Studi di Perugia guarda con molto interesse – ha detto il Rettore Franco Moriconi – e sul quale intendiamo investire. L’e-learning rappresenta una soluzione utile in questo momento difficile per andare incontro agli studenti, in particolare agli studenti-lavoratori. Ritengo che potrebbe essere importante anche per l’apprendimento delle lingue. La mia aspirazione per il prossimo futuro è la diffusione di programmi didattici on-line prodotti dal nostro Ateneo”.

Al seminario, dal titolo “Costruire e condividere i MOOC nella rete Eduopen. Un’opportunità per l’Università degli Studi di Perugia”, sono intervenuti la professoressa Floriana Falcinelli, delegato per l’e-learning dell’Ateneo di Perugia, e il prof. Tommaso Minerva, direttore Consorzio Edunova - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia.

Eduopen è una piattaforma didattica on line attivata da un consorzio interuniversitario,  cui partecipa  l’Ateneo di Perugia, e ha come obiettivi: interventi di innovazione didattica, strategie di internazionalizzazione, una vasta ricerca-interventi, la formazione dei docenti e del personale tecnico-amministrativo.

Con il coordinamento dell’Università di Foggia, è stato elaborato l’accordo per una nuova piattaforma federata che possa consentire l’erogazione di MOOCs.

I MOOCs, Massive Open Online Courses, sono brevi corsi offerti interamente online, con percorsi formativi di alta qualità a distanza. Si inseriscono nelle Oer, Open Educational Resources, corsi aperti e gratuiti per la formazione online, rivolti a un numero piuttosto elevato di utenti che dal web possono fruire di materiali di studio acquisendo conoscenze scientifiche specifiche: questi corsi mirano alla costruzione di comunità di apprendimento e di un più ampio ecosistema formativo.

Minerva Falcinelli Moriconi

Minerva Falcinelli Moriconi 2

Perugia, 11 novembre

“Il cibo e le carte: spunti sulla storia dell’alimentazione tra XIV e XIX secolo”. Seminario nella Biblioteca di Agraria - Perugia, 13 novembre 2015 – ore 15,30

Nell’ambito della rassegna Umbria Libri, venerdì 13 novembre 2015 alle ore 15.30, a Perugia presso il Complesso monumentale di San Pietro, in Borgo XX Giugno, nella sala periodici della Biblioteca di Agraria "Mario Marte", si svolgerà il seminario "Il cibo e le carte: spunti sulla storia dell’alimentazione tra XIV e XIX secolo nelle fonti documentarie e librarie conservate nei fondi storici dell’Ateneo di Perugia".

Intervengono i docenti Regina Lupi e Manuel Vaquero Piñeiro, e Sabrina Boldrini, Roberta De Martino, Monica Fiore e Brunella Spaterna, bibliotecarie ed archiviste del gruppo LRCS - Libri Rari e Collezioni Speciali del CSB dell'Università di Perugia.


Il Seminario costituisce uno degli eventi in programma nella edizione 2015 di Umbria Libri - Nutrimenti culturali "La Grecia" , dal 13 al 15 novembre 2015.

Alla pagina http://www.umbrialibri.com/programma-2015/ il programma dettagliato della manifestazione.

SA'>Il programma è disponibile all’indirizzo internet: http://cla.unipg.it/multimedia/eventi/261-cine-cla-film-forum.html

Perugia, 11 novembre

“The visitor”,  di Thomas McCarthy terzo film in lingua originale proiettato al Centro Linguistico d’Ateneo - Perugia, venerdì 13 novembre 2015, alle 14 

“Film forum at the CLA”, è la rassegna di cinema in lingua originale ideata dal Centro Linguistico d’Ateneo che propone  venerdì 13 novembre 2015, alle ore 14, nella Sala Teatro del Centro (in via Enrico Dal Pozzo) il terzo appuntamento, con la proiezione di “The visitor”, pellicola del 2007 di Thomas McCarthy.  L’ingresso è gratuito.

L’iniziativa, organizzata dal Centro linguistico d’ateneo con il contributo del Dr. Albert Bell, collaboratore ed esperto linguistico di Inglese, propone quattro film, che hanno come filo conduttore la solidarietà.

I film, tutti in Inglese, vengono proiettati con i sottotitoli nella stessa lingua. La proiezione è preceduta da una sintetica introduzione e una breve discussione in cui vengono sottolineati aspetti linguistici presenti nei dialoghi dei film stessi.

Il programma è disponibile all’indirizzo internet: http://cla.unipg.it/multimedia/eventi/261-cine-cla-film-forum.html

Perugia, 11 novembre

 A Speciale Università” , il prof. Cenci Goga parlerà delle carni rosse in relazione alla presa di posizione dell’OMS. Servizio sulla conferenza stampa del Rettore relativa ai dati delle immatricolazioni all’Ateneo 

Domani, giovedì 12 novembre 2015, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

Verrà affrontato, nella prima parte, il recente dibattito relativo alla questione delle carni rosse e della presa di posizione dell’OMS. Il professor Beniamino Cenci Goga, esperto EFSA - Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare, porterà il suo contributo scientifico sulla delicata questione.

Il servizio esterno riguarderà la conferenza stampa del Magnifico Rettore Franco Moriconi relativa all'analisi dei dati delle immatricolazioni e iscrizioni all’Ateneo di Perugia per l’anno accademico 2015-2016.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 17 novembre 2015, alle ore 19.25.

Perugia, 11 novembre

La professoressa Antonietta Gostoli presenta alla trasmissione “L’uovo di Colombo”il progetto nazionale di ricerca “Gli agoni poetico-musicali della Grecia antica” - Giovedì 12 novembre , su “Umbria Radio” 

Giovedì 12 novembre 2015, la professoressa Antonietta Gostoli sarà ospite della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, programma radiofonico dedicato alla ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia, in onda sull’emittente Umbria Radio alle ore 19. 

La professoressa Gostoli, ordinario di Lingua e Letteratura greca presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia, illustrerà il progetto nazionale di ricerca, di cui è coordinatore nazionale, su “Gli agoni poetico-musicali della Grecia antica: fonti letterarie, epigrafiche, erudite e iconografiche”. La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi. Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz. La puntata sarà replicata domenica 15 novembre 2015 alle ore 15.

Perugia, 10 novembre

Netta crescita delle matricole, + 8,83% ai corsi di laurea triennali 

Le matricole dell’Università degli Studi di Perugia sono in netto aumento, venendo a confermare l’inversione di tendenza iniziata l’anno scorso.

I nuovi iscritti ai corsi di laurea triennali sono aumentati dell’8,83 %, l’incremento è riferito ai dati registrati lunedì 9 novembre. Possono ancora migliorare entro il 31 dicembre, ultima data utile di iscrizione versando la ‘mora’. 

Sono i dati resi noti dal Magnifico Rettore Franco Moriconi che ha sottolineato di aver convocato la conferenza stampa di oggi per fornire ‘numeri’ certi e ufficiali.

“Il quadro definitivo delle iscrizioni - ha sottolineato il Rettore – lo avremo solo nei prossimi mesi e in maniera definitiva tra fine febbraio e marzo, quando arriveranno a scadenza le nuove iscrizioni alle lauree magistrali. La tendenza nelle immatricolazioni delle lauree triennali mi induce a ritenere che, entro l’anno, si potrà sfiorare un aumento intorno al 10%. E’ un importante traguardo per Perugia che conferma la crescita grazie a un lavoro di gruppo, che coinvolge tutto l’Ateneo: dal Rettore ai delegati, dai docenti fino al personale tecnico e amministrativo che ha fatto il suo dovere fino in fondo. Sono risultati ancora più importanti se si considera che sono arrivati in breve tempo, un anno e mezzo fa quando, dopo il mio insediamento, nei primi mesi del 2014, ho nominato i delegati. Oltre ad essere frutto di un lavoro concertato all’interno dell’Ateneo, è anche grazie al cammino compiuto insieme con le istituzioni e con le associazioni cittadine, che la qualità di accoglienza e di vita degli studenti nella città è decisamente migliorata. Ne ho avuto conferma, anche, visitando il centro storico di Perugia e in particolare l’aula studio di via Sant’Ercolano che funziona a pieno ritmo”.

Questi sono i dati certi ad oggi: 3.906 matricole rispetto a 3.592 di un anno fa; 317 iscritti in più pari al  8,83%. Il numero complessivo degli studenti si attesta con un leggero incremento sui dati dell’anno scorso arrivando a 22-23mila iscritti. I corsi con maggiori incrementi sono quelli dei Beni culturali, Psicologia corso di nuova istituzione,  Scienze agrarie, Economia del turismo ad Assisi, Lingue, dove sono molto richiesti i corsi di lingua russa e di cinese.

“Devo sottolineare con soddisfazione - ha concluso Moriconi – che tali risultati sono dovuti anche all’ottima collaborazione instaurata, con tutti i corsi di laurea, dal Centro Linguistico di Ateneo (Cla), diretto dal prof. Luigi Russi che voglio ringraziare pubblicamente”. 

All’incontro con i giornalisti è intervenuta la prof. Anna Martellotti, delegato per l’Orientamento. “Ero certa sui dati positivi delle immatricolazioni – ha esordito – già un mese fa, non tanto sulle base delle iscrizioni in segreteria, ma dalla presenza dei nuovi studenti nelle aule. Questo risultato è frutto del lavoro corale e, in particolare, dell’attività di orientamento e promozione che abbiamo ripreso nel 2014, dopo anni di abbandono. La nostra Università era rimasta assente per anni e con il Rettorato Moriconi abbiamo deciso di operare su due direttrici: promozione di incontri nelle principali città umbre e organizzazione di manifestazioni anche fuori regione, dove siamo stati presenti ai Saloni per l’orientamento  degli studi universitari nelle regioni del Centro Sud. Un altro elemento determinante del successo del nostro Ateneo, in controtendenza rispetto all’andamento nazionale, è legato alla promozione di nuovi servizi agli studenti e al miglioramento di quelli esistenti. Tra i servizi di maggiore  gradimento sono quelli sanitari, di trasporto e  Unifacile – affitto, soprattutto per gli studenti fuori sede, divenuti modello per altri Atenei italiani”.  

Matricole: le aree di provenienza delle matricole e incontri orientamento Unipg

Sicilia (incontri di orientamento): 174 immatricolati

Marche (incontri a Jesi, Fermo, Fabriano): 157 immatricolati

Toscana (incontri a Sansepolcro, Cortona, Castiglion Fiorentino): 263 immatricolati

Abruzzo (incontro a Sulmona): 57 immatricolati

Calabria (incontri): 143 immatricolati

Lazio (incontri a Rieti e Roma): 319 immatricolati

Vasto (incontro per Molise e provincia di Foggia): dal Molise 21 immatricolati, dalla Puglia 129.

In Umbria sono stati realizzati sette saloni territoriali e 5 Mini open days cittadini: 3470 immatricolati. 

Martellotti Moriconi 6

Martellotti Moriconi 2

conferenza immatricolazioni 2

conferenza immatricolazioni 1

Perugia, 10 novembre

Domani, in Aula Magna, la presentazione  di ‘Eduopen’, programma di innovazione didattica che coinvolge dieci Atenei 

La piattaforma Eduopen, programma di innovazione didattica che a dicembre sarà aperto al pubblico, verrà  presentata domani, mercoledì 11 novembre, alle ore 11,  nell’Aula Magna dell’Università,

All’incontro, introdotto dal Magnifico Rettore Franco Moriconi,  interverranno prof. Tommaso Minerva, direttore Consorzio Edunova - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, e la professoressa Floriana Falcinelli, delegato per l’e-learning dell’Ateneo di Perugia.

Cosa sono i Mooc? Qual è il loro uso nella didattica universitaria? Come i docenti dell'Università di Perugia possono costruire MOOC e condividerli con professori di altri atenei italiani? Come questi Mooc possono essere usati per la formazione di professionisti nell'ambito della terza missione dell'Ateneo?

Queste sono alcune domande alle quali cercherà di rispondere il seminario programmato per l’11 novembre.

 

Eduopen è una piattaforma didattica on line attivata da un consorzio interuniversitario,  cui partecipa  l’Università degli Studi di Perugia, e ha come obiettivi: interventi di innovazione didattica, strategie di internazionalizzazione, una vasta ricerca-interventi, la formazione dei docenti e del personale tecnico-amministrativo.

Eduopen, progetto innovativo finanziato dal Miur, comprende 10 atenei (oltre a Perugia, Politecnico e Università Aldo Moro di Bari, gli atenei di Ferrara, Foggia, Genova, Modena e Reggio Emilia, Parma, Piemonte Orientale e Salento). Con il coordinamento dell’Università di Foggia, è stato elaborato un accordo per una nuova piattaforma federata che possa consentire l’erogazione di MOOCs.

I MOOCs, Massive Open Online Courses, sono brevi corsi offerti interamente online, con percorsi formativi di alta qualità a distanza. I MOOCs si inseriscono nelle Oer, Open Educational Resources, corsi aperti e gratuiti per la formazione on line, rivolti a un numero piuttosto elevato di utenti che dal web possono fruire di materiali di studio acquisendo conoscenze scientifiche specifiche: questi corsi mirano alla costruzione di comunità di apprendimento e di un più ampio ecosistema formativo.

Perugia, 9 novembre

CONFERENZA STAMPA DEL RETTORE

 Analisi dati delle immatricolazioni e iscrizioni all’Ateneo A.A. 2015-2016

 

Domani, martedì  10 novembre, alle ore 12, a Palazzo Murena, il Magnifico Rettore Franco Moriconi terrà una Conferenza stampa per presentare i dati ufficiali di immatricolazioni e iscrizioni all’Università degli Studi di Perugia relativi alle lauree triennali.

Il Rettore, che raccomanda alle redazioni di essere presenti all’incontro, svolgerà un’attenta analisi di tutti i dati disponibili sulle iscrizioni per consentire ai giornalisti un’adeguata interpretazione.

Ciò soprattutto alla luce del fatto che sono trapelati dati non ufficiali, per di più inesatti, in un articolo pubblicato venerdì 6 novembre da un quotidiano nazionale in cronaca umbra, relativamente alle immatricolazioni e alle iscrizioni al nostro Ateneo.

Perugia, 9 novembre

Inaugurato il corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology. Realizzato, in lingua inglese, con l’Eni. A Perugia studenti da tutto il mondo

Inaugurato il Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology, del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Ateneo di Perugia, Anno Accademico 2015-2016, con una cerimonia nell’aula "ex biblioteca" del Dipartimento, che ha visto un’ampia partecipazione di studenti e docenti.

Il corso in Petroleum Geology, unico in Italia e al terzo anno della seconda edizione, è tenuto interamente in lingua inglese. Ha l’obiettivo di fornire un'approfondita e specializzata formazione culturale e tecnico-professionale finalizzata al reperimento ed utilizzo sostenibile delle risorse del sottosuolo, con particolare riferimento alla esplorazione e modellazione dei sistemi naturali petroliferi ed a gas. L’offerta didattico-formativa è stata strutturata in stretta collaborazione con Eni e Eni Corporate University (ECU) che offrono anche un contributo finanziario e un supporto tecnico-scientifico attraverso seminari specialistici tenuti da tecnici Eni all’interno del corso di laurea.


Alla cerimonia sono intervenuti i professori Fabio Maria Santucci, delegato del Rettore per il settore Cooperazione Internazionale, il professor Massimiliano Barchi, vice-Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia, Simonetta Cirilli, coordinatore dei corsi di Studio in Geologia, i dottori Valentina De Nicola (Eni Corporate University, Relationships with Universities and Academic Institutions in Italy) e Sergio Nardon (Eni, Area Knowledge Coordinator for the Geology).

Il professor Santucci, nel portare il saluto del Rettore Franco Moriconi, ha illustrato la struttura organizzativa, le offerte didattico-formative e le opportunità fornite agli studenti dall’Università di Perugia che ha anche stretto un forte legame con le realtà  lavorative del territorio.

“Siamo soddisfatti nel registrare un sostanziale aumento di iscritti in entrambe i corsi di laurea magistrale (Petroleum Geology e Scienze e Tecnologie Geologiche), e nella laurea di primo livello in Geologia – ha detto la professoressa Cirilli, coordinatrice dei Corsi di Laurea in Geologia -. Abbiamo inoltre raggiunto uno degli obiettivi che ci eravamo proposti per quest’anno e cioè quello di incrementare il numero di studenti provenienti da altri atenei italiani e stranieri”.

Nel corso di laurea in Petroleum Geology, più della metà degli studenti proviene da vari paesi stranieri (Francia, Spagna, Libia, Kazakhstan, Azerbaigian, Pakistan, Iran, Colombia, Venezuela, Ghana, Nigeria, Congo, Mozambico, Indonesia). La restante metà è costituita per la maggior parte da studenti che hanno conseguito la laurea di primo livello in altri atenei italiani (Milano, Torino, Genova, Padova, Ferrara, Urbino, Siena, Chieti-Pescara, Roma La Sapienza, Roma Tre, Sannio-Benevento, Napoli, Palermo, Catania) e che hanno scelto l’Ateneo perugino e questo corso di laurea magistrale per completare i loro studi.

I delegati di Eni e Eni-ECU, De Nicola e Nardon, dopo una panoramica storica sulla nascita e crescita dell’azienda leader nel mondo dell’esplorazione e produzione petrolifera, hanno illustrato  l’importanza delle geoscienze  e il ruolo della professione geologo nel mondo dei servizi di esplorazione delle risorse convenzionali e non convenzionali.

La cerimonia si è conclusa con la testimonianza della dottoressa Elena Felici, ex studentessa della Laurea Magistrale in Geologia degli Idrocarburi, ora dipendente Eni, che ha portato la sua testimonianza relativa alla sua formazione e alla sua attività lavorativa.

Geologia Cirilli

Geologia Santucci Cirilli

Massimiliano Barchi

Geologia Felici Nardon De Nicola

Geologia sala 3

Perugia, 9 novembre

La piattaforma ‘Eduopen’ sarà presentata mercoledì a Perugia. Il programma di innovazione didattica coinvolge dieci Atenei 

Nell’Aula Magna dell’Università, mercoledì 11 novembre alle 11, sarà presentata la piattaforma Eduopen, programma di innovazione didattica che a dicembre sarà aperto al pubblico.

All’incontro, introdotto  dal Magnifico Rettore Franco Moriconi,  interverranno prof. Tommaso Minerva, direttore Consorzio Edunova - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, e la profesoressa Floriana Falcinelli, delegato per l’e-learning dell’Ateneo di Perugia.

Cosa sono i Mooc? Qual'è il loro uso nella didattica universitaria? Come i docenti dell'Università di Perugia possono costruire MOOC e condividerli con professori di altri atenei italiani? Come questi Mooc possono essere usati per la formazione di professionisti nell'ambito della terza missione dell'Ateneo?

Queste sono alcune domande alle quali cercherà di rispondere il seminario programmato per l’11 novembre.

 

Eduopen è una piattaforma didattica on line attivata da un consorzio interuniversitario,  cui partecipa  l’Università degli Studi di Perugia, e ha come obiettivi: interventi di innovazione didattica, strategie di internazionalizzazione, una vasta ricerca-interventi, la formazione dei docenti e del personale tecnico-amministrativo.

Eduopen, progetto innovativo finanziato dal Miur, comprende 10 atenei (oltre a Perugia, Politecnico e Università Aldo Moro di Bari, gli atenei di Ferrara, Foggia, Genova, Modena e Reggio Emilia, Parma, Piemonte Orientale e Salento). Con il coordinamento dell’Università di Foggia, è stato elaborato un accordo per una nuova piattaforma federata che possa consentire l’erogazione di MOOCs.

I MOOCs, Massive Open Online Courses, sono brevi corsi offerti interamente online, con percorsi formativi di alta qualità a distanza. I MOOCs si inseriscono nelle Oer, Open Educational Resources, corsi aperti e gratuiti per la formazione on line, rivolti a un numero piuttosto elevato di utenti che dal web possono fruire di materiali di studio acquisendo conoscenze scientifiche specifiche: questi corsi mirano alla costruzione di comunità di apprendimento e di un più ampio ecosistema formativo.

Perugia, 6 novembre

I vincitori della XII edizione di Start Cup Umbria 2015. La cerimonia nella Sala ‘Luca Rosi’ del Cerp della Rocca Paolina

Proclamati oggi i vincitori della dodicesima edizione di Start Cup Umbria 2015, la competizione tra idee imprenditoriali innovative nate all’interno di strutture e laboratori universitari. La cerimonia di premiazione, inserita nell’ambito del Festival IMMaginario 2015, si è svolta nella Sala ‘Luca Rosi’ del Cerp, Centro espositivo della Rocca Paolina di Perugia.

Primo classificato è il progetto: Nuovo Mammografo a Microonde (UBT) che ha avuto il premio di 4.000 euro; aggiudicandosi anche il “Premio Speciale Umbria Risorse”, per un importo pari a 1.500 euro. Il premio è stato ritirato da Giovanni Raspa, uno dei promotori del Nuovo Mammografo a Microonde.

Secondo: STS ENGINEERING (2000 euro).

Terzo: DRUNIPG (1.500 euro).

Alla cerimonia è stato presentato anche un quarto progetto denominato: A-Check.

Alla manifestazione è intervenuto il Magnifico Rettore Franco Moriconi: “Non potevo mancare a questo appuntamento, perché ritengo che l’innovazione sia alla base di un’Università moderna. In una realtà come l’Umbria, dove la Piccola e Media impresa è molto diffusa e a grave rischio di sopravvivenza nel mondo globale, il nostro Ateneo vuole offrire alle imprese  ogni utile opportunità di innovazione, frutto della ricerca. Come avevo preannunciato un anno fa – ha aggiunto il Rettore - oggi posso affermare l’imminente l’apertura di un Incubatore nel Polo perugino di Ingegneria. Ho anche l’idea di dedicare qui un luogo, dove gli studenti possano scambiarsi idee ed elaborare progetti”.   

In precedenza, all’incontro introdotto e coordinato dal prof. Loris Nadotti,  Direttore del Premio Start Cup Umbria e Delegato del Rettore per Brevetti, innovazione e trasferimento tecnologico, sono intervenuti con i saluti: Antonio Bartolini,  Assessore alle riforme, all'innovazione della Pubblica Amministrazione regionale, alle risorse umane e patrimoniali, attuazione agenda digitale, istruzione e diritto allo studio della Regione Umbria. poi, Luca Bonne, Vice Area Manager Umbria di Unicredit,  Andrea Bernardoni, responsabile Ufficio Economico di Legacoop Umbria; Salvatore Santucci, Presidente di GEPAFIN e Marcello Bigerna, della Società Umbria Risorse.

Per la sessione tematica “La terza missione dell’Università degli Studi di Perugia: innovazione e creatività per le imprese” hanno portato la loro esperienza Giorgio Belloni,   (Skyrobotics), Andrea Cardoni (Netvalue), Angela Pitteri (Envinet), Giuseppe Liotta (Visual Analytics) su” Una nuova prospettiva per le imprese innovative” , Federico Alimenti su ”Dimostrazione di sensori wireless per applicazioni IoT”, e Roberto Pellicciari (Tes Pharma). Tutti progetti di spin-off che hanno consentito la nascita di importanti imprese.

Mammografo microonde 1

Sts Engineering 2 classificato

Drunipg 3 classificato 2

Franco Moriconi Start Cup 2

Nadotti e Bartolini 1

Perugia, 6 novembre

CONFERENZA STAMPA DEL RETTORE - Analisi dati delle immatricolazioni e iscrizioni all’Ateneo A.A. 2015-2016 - Perugia, martedì 10 novembre 2015 – ore 12  

Il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha convocato una Conferenza stampa martedì  10 novembre, alle ore 12, a Palazzo Murena, per comunicare i dati ufficiali di immatricolazioni e iscrizioni all’Università degli Studi di Perugia relativi alle lauree triennali, effettuate dagli studenti entro il termine di scadenza del 30 ottobre scorso.

Il Rettore raccomanda alle redazioni di garantire la loro presenza martedì all’incontro con  i giornalisti, dove sarà svolta anche un’attenta analisi su tutti i dati disponibili sulle iscrizioni per consentire un’adeguata interpretazione.

Ciò soprattutto alla luce del fatto che sono trapelati dati non ufficiali, per di più inesatti, in un articolo pubblicato oggi da un quotidiano nazionale in cronaca umbra, relativamente alle immatricolazioni e alle iscrizioni al nostro Ateneo.

Perugia, 5 novembre

Domani la proclamazione dei vincitori della XII edizione di Start Cup Umbria 2015 - Perugia, venerdì 6 novembre 2015 – ore 15

I vincitori della dodicesima edizione di Start Cup Umbria 2015, la competizione tra idee imprenditoriali innovative nate all’interno di strutture e laboratori universitari, verranno proclamati domani, venerdì 6 novembre, alle ore 15, al Cerp, Centro espositivo della Rocca Paolina di Perugia.

La cerimonia si svolge nell’ambito del Festival IMMaginario 2015. 

Obiettivo del Premio è sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico della Regione Umbria. Con questa iniziativa si intende diffondere la cultura d’impresa nel territorio e promuovere la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza.

L’incontro di domani, introdotto e moderato dal prof. Loris Nadotti,  Direttore del Premio Start Cup Umbria e Delegato del Rettore per Brevetti, innovazione e trasferimento tecnologico, sarà aperto alle ore 15.30 dagli interventi del  Magnifico Rettore,  Franco Moriconi, di Antonio Bartolini,  Assessore alle riforme, all'innovazione della Pubblica Amministrazione regionale, alle risorse umane e patrimoniali, attuazione agenda digitale, istruzione e diritto allo studio della Regione Umbria, Luca Bonne, Vice Area Manager Umbria di Unicredit,  Andrea Bernardoni, responsabile Ufficio Economico di Legacoop Umbria; Salvatore Santucci, Presidente di GEPAFIN e Ivano Emili,  Amministratore di Umbria Risorse.

Alle ore 16 prenderà il via la sessione tematica “La terza missione dell’Università degli Studi di Perugia: innovazione e creatività per le imprese”. Sono previsti gli interventi di: Giorgio Belloni,   (Skyrobotics), Andrea Cardoni (Netvalue), Angela Pitteri (Envinet), Giuseppe Liotta (Visual Analytics) su” Una nuova prospettiva per le imprese innovative” , Federico Alimenti su ”Dimostrazione di sensori wireless per applicazioni IoT”, e Roberto Pellicciari (Tes Pharma).

Alle ore 17,  i proponenti dei 4 progetti finalisti avranno a disposizione 10 minuti per presentare il proprio Business Plan, prima della proclamazione dei vincitori.

Il primo classificato si aggiudicherà un premio di 4.000 euro; il secondo 2.000 e il terzo 1.500 euro.

Quest’anno è inoltre previsto un Premio speciale di 1.500 euro, messo a disposizione da Umbria Risorse.

Al termine, la proclamazione dei vincitori.

Perugia, 5 novembre

Al dottor  Luca Giamminonni il premio intitolato a Riccardo Domenici, la consegna stamani a Ingegneria

Stamattina, in occasione della seduta di laurea in Ingegneria informatica ed elettronica, in un' affollata Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria, è stato assegnato il premio di laurea in memoria di Riccardo Domenici.

Quest'anno il premio, riservato al migliore laureato in Ingegneria Informatica ed Elettronica nell’anno accademico 2013/2014, è andato al dottor Luca Giamminonni (ora studente del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica e del'Automazione) grazie al suo brillante curriculum. Il dottor Giamminonni ha svolto una tesi in collaborazione con un'azienda umbra del settore ICT, relativo alla configurazione e messa in opera di un software Open Source di gestione delle strutture, dei servizi e dei processi informatici dell'azienda, di cui è stato relatore il professor Walter Didimo.

Il riconoscimento, giunto alla sua quarta edizione, è stato organizzato e offerto dalla associazione “AMICI DI RICCARDO DOMENICI” per rendere omaggio a Riccardo, sportivo e studente del corso di laurea in Ingegneria elettronica all’Università degli studi di Perugia prematuramente scomparso il 7 maggio del 1996, all’età di 24 anni, mentre si allenava per migliorare la propria apnea nella piscina di Lacugnano.

La premiazione odierna, tenutasi prima delle proclamazioni dei nuovi laureati, in un momento di gioia per i neo dottori e  per le loro famiglie, è stata presieduta dal professor Paolo Valigi, delegato al coordinamento del corso di laurea in Ingegneria informatica ed elettronica. E' intervenuta la  signora Domenici che ha ricordato gli ideali di altruismo e generosità di Riccardo che, proprio nella sede di Ingegneria, ha svolto i suoi studi universitari, e ha inoltre evidenziato tutte le interessanti e meritevoli iniziative dell' associazione "Amici di Riccardo Domenici" (http://www.amicidiriccardo.it/it/index.php)

Perugia, 4 novembre

Incontro nella Biblioteca San Matteo degli Armeni su “La parola mi tradiva” - Letteratura e crisi

Perugia, venerdì 6 e sabato 7 novembre 2015

Inizia venerdì 6 novembre, nella Biblioteca San Matteo degli Armeni, a Perugia, l’incontro su “La parola mi tradiva”. Letteratura e crisi, organizzato da Francesco Ragni (Università di Perugia) e Novella di Nunzio (Università di Vilnius), che  continuerà anche nella giornata di sabato.

Venerdì, alle 10 i lavori saranno aperti dai saluti di: Gabriele De Veris e Sandra Fuccelli (Biblioteca San Matteo degli Armeni), Mario Tosti (Direttore del Dipartimento di Lettere – Lingue, Letterature e Civiltà Antiche e Moderne), Massimiliano Tortora (CEMS – Centre for European Modernism Studies).

L’iniziativa nasce dall’urgenza di cercare – più che trovare – la risposta alla domanda: perché, ancora e nonostante tutto, la letteratura. Perché, ancora e nonostante tutto, scrivere, leggere, interpretare, agire, fare critica, affrontando situazioni spesso al limite, tra precarietà ed esilio.

A questi interrogativi cercherà di dare una risposta l’incontro del 6 e 7 novembre a Perugia.

Perugia, 4 novembre

A Speciale Università”  il prof. Sacchetti e i ricercatori Zanatta e Orecchini presenteranno progetto di rilevanza internazionale in collaborazione con il Cnr

Servizio sul seminario “L’innovazione tecnologica tra scienza e architettura”

Domani, giovedì 5 novembre 2015, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

Nella trasmissione sarà presentato un progetto di rilevanza internazionale che fa capo al Dipartimento di Fisica e Geologia in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

Il gruppo di ricerca, coordinato dal prof. Francesco Sacchetti del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Ateneo, è impegnato, in collaborazione con alcuni ricercatori di ESS, nello studio di uno strumento innovativo, denominato Tempus Fugit, che potrebbe aprire nuove e interessanti prospettive di ricerca. Saranno presenti in studio il professore Francesco Sacchetti e i ricercatori Marco Zanatta e Andrea Orecchini afferenti al Dipartimento di Fisica e Geologia.


Il servizio esterno riguarderà il seminario su “L’innovazione tecnologica tra scienza e architettura”  svoltosi al Polo di Ingegneria martedì 3 novembre.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 10 novembre 2015, alle ore 19.25.

 

Perugia, 3 novembre

Start Cup Umbria 2015 - Proclamazione vincitori della XII edizione 

Perugia, venerdì 6 novembre 2015 – ore 15 

La Start Cup Umbria 2015, la competizione tra idee imprenditoriali innovative nate all’interno di strutture e laboratori universitari, si concluderà venerdì 6 novembre, alle ore 15, con la proclamazione dei vincitori della dodicesima edizione che si terrà al Cerp, Centro espositivo della Rocca Paolina di Perugia. La cerimonia si svolge nell’ambito del Festival IMMaginario 2015.  

Obiettivo del Premio è sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico della Regione Umbria. Con questa iniziativa si intende diffondere la cultura d’impresa nel territorio e promuovere la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza.

L’incontro di venerdì, introdotto e moderato dal prof. Loris Nadotti,  Direttore del Premio Start Cup Umbria e Delegato del Rettore per Brevetti, innovazione e trasferimento tecnologico, sarà aperto alle ore 15,30 dagli interventi:  Magnifico Rettore,  Franco Moriconi, Antonio Bartolini,  Assessore alle riforme, all'innovazione della Pubblica Amministrazione regionale, alle risorse umane e patrimoniali, attuazione agenda digitale, istruzione e diritto allo studio della Regione Umbria; Luca Bonne, Vice Area Manager Umbria di Unicredit;  Andrea Bernardoni, responsabile Ufficio Economico di Legacoop Umbria; Salvatore Santucci, Presidente di GEPAFIN e Ivano Emili,  Amministratore di Umbria Risorse.

Alle ore 16 prenderà il via la sessione tematica “La terza missione dell’Università degli Studi di Perugia: innovazione e creatività per le imprese”. Sono previsti gli interventi di: Giorgio Belloni,   (Skyrobotics), Andrea Cardoni (Netvalue), Angela Pitteri (Envinet), Giuseppe Liotta (Visual Analytics) su” Una nuova prospettiva per le imprese innovative” , Federico Alimenti su ”Dimostrazione di sensori wireless per applicazioni IoT”, e Roberto Pellicciari (Tes Pharma).

Alle ore 17,  i proponenti dei 4 progetti finalisti avranno a disposizione 10 minuti per presentare il proprio Business Plan, prima della proclamazione dei vincitori.

Il primo classificato si aggiudicherà un premio di 4.000 euro; il secondo 2.000 e il terzo 1.500 euro. Quest’anno è inoltre previsto un Premio speciale di 1.500 euro, messo a disposizione da Umbria Risorse.

Al termine, la proclamazione dei vincitori.

Perugia, 3 novembre

Sarà presentato a Perugia il programma di innovazione didattica ‘Eduopen’. Coinvolge dieci Atenei per l’erogazione dei MOOCs, brevi corsi online

Mercoledì 11 novembre alle ore 11.00, nell’Aula Magna dell’Università, sarà presentata la piattaforma Eduopen, programma di innovazione didattica che a dicembre sarà aperto al pubblico.

All’incontro, introdotto  dal Magnifico Rettore Franco Moriconi,  interverranno il prof. Tommaso Minerva, direttore Consorzio Edunova - Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, e la prof.ssa Floriana Falcinelli, delegato per l’e-learning dell’Ateneo di Perugia.

Cosa sono i Mooc? Qual'è il loro uso nella didattica universitaria? Come i docenti dell'Università di Perugia possono costruire MOOC e condividerli con professori di altri atenei italiani? Come questi Mooc possono essere usati per la formazione di professionisti nell'ambito della terza missione dell'Ateneo?

Queste sono alcune domande alle quali cercherà di rispondere il seminario programmato per l’11 novembre.

 

Eduopen è una piattaforma didattica on line attivata da un consorzio interuniversitario,  cui partecipa  l’Università degli Studi di Perugia, e ha come obiettivi: interventi di innovazione didattica, strategie di internazionalizzazione, una vasta ricerca-interventi, la formazione dei docenti e del personale tecnico-amministrativo.

Eduopen, progetto innovativo finanziato dal Miur, comprende 10 atenei (oltre a Perugia, Politecnico e Università Aldo Moro di Bari, gli atenei di Ferrara, Foggia, Genova, Modena e Reggio Emilia, Parma, Piemonte Orientale e Salento). Con il coordinamento dell’Università di Foggia, è stato elaborato un accordo per una nuova piattaforma federata che possa consentire l’erogazione di MOOCs.

I MOOCs, Massive Open Online Courses, sono brevi corsi offerti interamente online, con percorsi formativi di alta qualità a distanza. I MOOCs si inseriscono nelle Oer, Open Educational Resources, corsi aperti e gratuiti per la formazione on line, rivolti a un numero piuttosto elevato di utenti che dal web possono fruire di materiali di studio acquisendo conoscenze scientifiche specifiche: questi corsi mirano alla costruzione di comunità di apprendimento e di un più ampio ecosistema formativo.

Perugia, 3 novembre

Giovedì 5 novembre su Umbria Radio torna L’Uovo di Colombo. Ai microfoni tutta la ricerca scientifica dell’Ateneo di Perugia

Giovedì 5 novembre, alle ore 19, si accendono i microfoni de L’Uovo di Colombo, il programma radiofonico dedicato alla ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia: le storie e i risultati ottenuti dai ricercatori dell’Ateneo saranno ospiti di questo spazio di approfondimento condotto dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi, in onda sulle frequenze di Umbria Radio tutti i giovedì alle 19 e in replica la domenica alle ore 15.

L’Uovo di Colombo inviterà i protagonisti, ovvero i ricercatori, a parlare del proprio lavoro: in studio, rincorrendoli al telefono in giro per il mondo, o andando a trovarli nei laboratori: ospite della prima puntata di giovedì 5 novembre alle 19, il professore Beniamino Cenci Goga, sul tema della sicurezza per la salute dei consumatori delle carni rosse e delle carni trasformate, alla luce delle recenti polemiche causate dalla pubblicazione da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità su questo tema.

Ogni giovedì L’Uovo di Colombo cercherà di scovare e raccontare al pubblico le attività degli studiosi e i loro progetti di ricerca, per svelare le difficoltà e gli entusiasmi, ma soprattutto per cercare di comprendere le ricadute culturali e tecnologiche, a vantaggio dell’intera società civile, di queste attività di indagine. E il titolo della trasmissione – L’Uovo di Colombo è, in molte lingue, un modo di dire per indicare una soluzione insospettatamente semplice a un problema apparentemente impossibile – sintetizza il “cuore” dell’impegno quotidiano di questi ricercatori:  scovare novità, soluzioni insospettate dentro situazioni o fatti apparentemente difficili da risolvere o da interpretare, sia nelle cosiddette scienze esatte – dalla Matematica all’Ingegneria, ad esempio – che nelle Scienze Umanistiche. 

Perugia, 2 novembre

Il prof. Andreani (Harvard University), domani al Polo di Ingegneria, parlerà su  “L’Innovazione tecnologica tra Scienza e Architettura”

 Perugia, martedì 3 novembre 2015 – ore 11,30

Domani, martedì 3 novembre alle ore 11,30, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria, in località Santa Lucia a Perugia seminario sul tema “L’innovazione tecnologica tra scienza e architettura” .

                           

Relatore è il prof. Stefano Andreani, docente alla Harvard University di Boston che si è laureato in Ingegneria Civile a Perugia. in questi giorni  è in Italia per un progetto di ricerca sulle Smart City fra l'università di Harvard e il Comune di Bergamo.

Il seminario di studi è promosso dal prof. Fabio Bianconi, docente di Tecniche della rappresentazione nel corso di laurea in Ingegneria Edile-Architettura di Perugia.

Stefano Andreani, docente di Tecnologie Innovative per l’Architettura alla Graduate School of Design della Harvard University, è project manager del gruppo di ricerca Harvard REAL (Responsive Environments and Artifacts Lab), e in questa veste tiene corsi e lavora su progetti di ricerca che esplorano il ruolo delle nuove tecnologie nel rapporto tra le persone e gli ambienti urbani, sviluppando strategie progettuali per una migliore qualità della vita in città più intelligenti ed accoglienti.

Andreani si è laureato nel 2009 in Ingegnere Civile alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia, con una tesi guidata dal prof. Fabio Bianconi sull’Architettura Parametrica e nuovi strumenti digitali di progettazione. Dopo un’esperienza formativa e stimolante di collaborazione con lo stesso docente nell’insegnamento nei corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria Edile-Architettura del Polo di Ingegneria di Perugia, nel 2011 si è  trasferito a Boston per conseguire un Master post-laurea in Design Technology alla Harvard University. Dopo la laurea, ad Harvard nel 2013, è diventato Research and Teaching Associate alla Harvard Graduate School of Design — dove tuttora insegna.

Da due anni Stefano Andreani è coordinatore di un progetto di ricerca sul tema delle smart cities in collaborazione tra la Harvard University e l’Università di Bergamo. 


Torna su
×