Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia 29 maggio

I giovani incontrano le imprese e il lavoro, al via il prossimo 4 giugno il Career Day organizzato dall’Università di Perugia. Appuntamenti ad Agraria (complesso di San Pietro) e a Ingegneria 

La scelta della sede universitaria da parte dei giovani è sempre più condizionata dalle opportunità di lavoro e di incontro con il mondo delle imprese che gli atenei sono in grado di assicurare ai loro iscritti. Al tempo stesso, il servizio di orientamento al lavoro svolto dalle Università è ormai uno di quelli considerati strategici dal Ministero al fine di decidere la ripartizione dei fondi statali alle Università: nei prossimi anni i finanziamenti pubblici maggiori, secondo i nuovi parametri di qualità applicati dall’Anvur, andranno alle Università che più di altre riescono a favorire un incontro virtuoso tra i propri laureati e il mondo delle imprese e delle professioni.

Sono queste le ragioni che hanno spinto anche l’Ateneo di Perugia, dopo l’elezione a Rettore di Franco Moriconi, a potenziare le proprie attività sul versante del job placement, dell’orientamento professionale e dei rapporti con le aziende.

In questo quadro, un appuntamento di grande importanza è il Career Day promosso dallo Studium per il prossimo giovedì 4 giugno 2015.

La giornata si svolgerà a Perugia in due sedi: il Complesso monumentale di San Pietro (sede della ex-Facoltà di Agraria) e il Polo di Ingegneria nella zona di S. Lucia. Un servizio navetta gratuito – messo a disposizione da Umbria Mobilità – consentirà ai giovani di trasferirsi agevolmente da un luogo all’altro, con partenze ogni mezz’ora.

Cinquanta aziende – comprese multinazionali del calibro di Johnson & Johnson, Recifharm, Philip Morris, Alcantara, Balcke-Duerr – incontreranno gli studenti e i laureati/laureandi dell’Università di Perugia per presentare le loro attività ma soprattutto per raccogliere i curricula dei partecipanti e per valutarne la preparazione in vista di un possibile inserimento professionale all’interno delle diverse strutture.

 “La cosa interessante della giornata – spiega Alessandro Campi, delegato del Rettore per il Job Placement e i rapporti con le imprese – è che  i nostri laureati/laureandi potranno interloquire direttamente con le imprese, scegliendole sulla base dei loro interessi professionali e del loro specifico curriculum universitario. Le aziende che hanno accettato di partecipare all’evento rappresentano tutti i diversi settori produttivi e di attività: dalla meccanica alla farmaceutica, dalla chimica all’informatica, dalle costruzioni al tessile-abbigliamento, dai prodotti di bellezza alle biotecnologie, dai servizi bancari all’industria culturale. E’ stato inoltre fatto uno sforzo enorme per garantire la presenza di grandi gruppi internazionali (da Astaldi alla Wienerberger) accanto a quanto di meglio l’Umbria ha da offrire dal punto di vista imprenditoriale: Brunello Cucinelli, la SOGESI, la Kemon, Terni Acciai Speciali, l’Umbria Group, la Liomatic”.

Ma non ci saranno solo gli stand promozionali delle imprese, in quella che a tutti gli effetti sarà una vera e propria “fiera del lavoro”.  Sono anche previsti workshop e incontri seminariali, presentazioni aziendali riservate e colloqui di lavoro diretti.

“Ci è parso ad esempio utile – spiega ancora Campi – organizzare una sessione dedicata al Jobs Act con la partecipazione di esperti giuslavoristi e tecnici, per spiegare ai giovani quali siano le opportunità reali e concrete offerte loro, dal punto di vista contrattuale, dalla nuova normativa approvata di recente dal governo in materia di occupazione. Nonostante la crisi, molte imprese – specie quelle che operano sui mercati internazionali – stanno cercando personale qualificato e sono ben intenzionate ad assumere. Si tratta di capire bene e con quali forme e ricorrendo a quali tipologie di rapporto. I giovani usciti dall’Università di Perugia possono vantare una solida preparazione e questo naturalmente rappresenta un grande motivo di interesse per le aziende. Ma sono anche da segnalare i seminari pratici indirizzati agli studenti per spiegare loro, con l’ausilio di formatori ed esperti del settore, come si compila un curriculum, come si affronta un colloquio di lavoro, come si possono sfruttare le nuove tecnologie informatiche per orientarsi nel mondo delle professioni”.

Molto importante, accanto a quella delle imprese e dell’Università, sarà anche la presenza istituzionale: Italia Lavoro, Regione Umbria, Comune di Perugia, Camera di Commercio di Perugia, Sviluppumbria e Confindustria Umbria. Nel corso della giornata, ognuna di questa realtà presenterà i propri servizi e progetti nel campo dell’orientamento professionale, all’alta formazione, dei tirocini e dell’autoimprenditorialità.

“Quanto ai numeri della manifestazione – rileva il Magnifico Rettore Franco Moriconi – ci aspettiamo la presenza di moltissimi studenti: quest’iniziativa è stata pensata interamente per loro. E’ un servizio che l’Università offre ai propri iscritti e laureati per aiutarli a inserirsi nel mondo del lavoro secondo i loro interessi e i loro talenti. Contiamo dunque su una grande partecipazione”.

Perugia, 29 maggio

In un clima  di festa l’incontro tra il Magnifico Rettore Moriconi e il gruppo di studenti vincitori del concorso di Lettura Dantesca 

Il Rettore Franco Moriconi ha ricevuto stamani, a Palazzo Murena, il gruppo di studenti universitari che si è aggiudicato il terzo posto nel Premio di lettura dantesca “La Selva, il Monte, le Stelle” promosso dalla Casa Editrice Loescher e dall'Accademia della Crusca.

Il gruppo, guidato dal professor Luigi Russi, direttore del Centro Linguistico d’Ateneo (Cla) e dalla dottoressa Catia Mugnani, lettrice di Lingua Italiana, è composto da studenti italiani e stranieri: Jon  Uranga, spagnolo iscritto a Ingegneria, Lorea Aparicio, spagnola iscritta a Lettere, Marco Boldrini, italiano iscritto a Ingegneria, Amélia Eunice Albuquerque De Moura Tavares, portoghese, Lettrice, Sofia Valigi, italiana iscritta a Lingue, Jesùs Enrique Guerra, spagnolo iscritto a Ingegneria. Gli stranieri sono a Perugia per frequentare l’Ateneo come studenti Erasmus Incoming.

La dottoressa Mugnani ha ricordato che l’idea di aderire al bando del premio dantesco è nata al Cla, coinvolgendo studenti sia stranieri che italiani. Il video è stato girato nell’Orto medievale del  complesso monumentale di San Pietro con il coordinamento della stessa Mugnani e dello studente Boldrini.

“Un plauso agli studenti e congratulazioni al professor Russi - ha dichiarato il Rettore Moriconi – per sottolineare il successo del Centro linguistico di Ateneo diventato negli ultimi due anni un servizio molto importante per l’Ateneo, per gli studenti e anche per la città di Perugia. Grazie alla dottoressa  Mugnani per aver coordinato il video che ha vinto il premio, ma soprattutto per essere riuscita, così bene e con evidente successo, a mettere insieme studenti italiani e stranieri. Un esempio di Universitas in linea con la tradizione plurisecolare dell’Ateneo e aperta alle esigenze del mondo globalizzato. Una scelta molto oculata – ha concluso Moriconi – è stata quella di individuare per il video lo scenario dell’Orto Medievale, scelto anche da noi per realizzare un Punto di Immatricolazione dell’Ateneo, utile in particolare per i giovani nuovi studenti che si affacciano per la prima volta all’Università”.

L’incontro si è concluso con la consegna al Rettore del testo della Divina Commedia che il gruppo di studenti aveva ricevuto  in occasione della premiazione, al Salone del libro di Torino, insieme al premio di mille euro, che sono stati devoluti all’organizzazione umanitaria  Emergency.  Il riconoscimento era stato consegnato dal professor Francesco Sabatini, noto ed esimio linguista, presidente onorario dell'Accademia della Crusca.

Il video dell’Università di Perugia (visionabile su internet all’indirizzo: https://goo.gl/0J0xYq) ha avuto come scenario naturale l'Orto Medievale del complesso monumentale di San Pietro ed  è incentrato sul Canto XX dell'Inferno.    

Le motivazioni:

“Il filmato, realizzato dagli studenti dell'Università  degli Studi di Perugia, si caratterizza per la varietà  e l'intensità  delle scene rappresentate, ben raccordate in un ritmo unitario, secondo una volontà  di resa realistica e, insieme, di suggestione. Le riprese sono di ottima qualità, la lettura in lingua italiana è accurata”. 

Il Premio di lettura dantesca “La Selva, il Monte, le Stelle” – edizione 2015 è stato bandito dall’Accademia della Crusca e Loescher Editore, per il terzo anno consecutivo,  rivolto agli studenti italiani (scuola secondaria di I e di II grado, università, istituti di istruzione per gli adulti) e a coloro che studiano italiano all’estero.

I contributi inviati sono stati, in totale, 75: 10 singoli e 65 gruppi.

L’Inferno è la Cantica che ha avuto più successo: 40 i Canti messi in scena (più di tutti Inferno XXXII di cui sono pervenute 6 diverse rese).

Studenti

 

 

Studenti 1

Studenti 2

Moriconi

Moriconi 2

Moriconi 3

Moriconi 4

Perugia 29 maggio

Premiate le bovine dell’Azienda agraria dell’Università a Macerata - Mostra nazionale della razza Marchigianaa Macerata - Mostra nazionale della razza Marchigiana

Il Dipartimento di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali dell’Università di Perugia ha ricevuto numerosi premi a Macerata, nell’ambito della Mostra Nazionale della razza Marchigiana 2015.

Il Dipartimento universitario ha partecipato alla manifestazione zootecnica (8-10 maggio), che si tiene a Macerata in concomitanza con la Rassegna Agricola del Centro Italia (RACI), con 6 soggetti: una vacca e 5 manze.

Il dottor Emiliano Lasagna, Ricercatore del Dipartimento e responsabile dell’allevamento di bovini marchigiani, ha organizzato la trasferta dando la possibilità agli studenti (Valentina Bono, Matteo Agostini, Alessandro Federico, Marco Mancinelli, Daniele Masci e Claudia Pierini), tutti volontari e appassionati, di partecipare alla manifestazione e di occuparsi della preparazione degli animali da portare in fiera.

I premiati:

In prima categoria, manzette 6-9 mesi: Desdemona, seconda classificata e Campionessa Riserva di mostra femmine Junior (conduttore Daniele Masci); la stessa bovina ha peraltro ricevuto una menzione di merito nella categoria miglior progenie di giovani tori.

Seconda categoria, manzette 9-12 mesi: Diana, prima classificata (conduttore Alessandro Federico);

Quarta categoria, manzette 15-18 mesi; Dafne, terza classificata (conduttrice Claudia Pierini);

Nona Categoria, vacche oltre gli otto anni: Sandy, quarta classificata (conduttore Marco Mancinelli);

Partecipando con tre soggetti al “Concorso Gruppo Allevamento”, l’Università di Perugia si è classificata al secondo posto.

Uno degli studenti partecipanti (Daniele Masci) si è classificato al terzo posto tra i migliori conduttori senior.

Inoltre, sette studentesse del primo anno del Corso di Laurea in Produzioni Animali dell’Università di Perugia si sono aggiudicate il primo premio nella Gara di Giudizio del bestiame.

Il Dipartimento di Scienze Agrarie dell’Università alleva, da circa 10 anni, un nucleo di bovini di razza Marchigiana presso l’Azienda Zootecnico Didattica (AZD) di Sant’Angelo di Celle (PG).

La mandria sperimentale è costituita da circa 20 vacche nell’allevamento che viene condotto con due principali obiettivi: condurre uno studio sul fenomeno genetico dell’ipertrofia muscolare e dare la possibilità di svolgere attività didattica pratica agli studenti dei Corsi di Studio attivi nel settore delle Produzioni Animali.

Negli ultimi anni l’allevamento è notevolmente progredito dal punto di vista del valore genetico degli animali allevati, tanto che ben 11 tori nati in questa Azienda sono stati approvati per la riproduzione presso il Centro Genetico ANABIC.

1 il gruppo di partecipanti alla mostra

Il dottor Emiliano Lasagna con alcuni partecipanti 'perugini' alla manifestazione

2 Desdemona seconda classificata e Campionessa Riserva di mostra femmine Junior conduttore Daniele Masci

Desdemona, seconda classificata e Campionessa Riserva di mostra femmine Junior (conduttore Daniele Masci)

3 Diana prima classificata conduttore Alessandro Federico

Diana, prima classificata (conduttore Alessandro Federico)

4 Dafne terza classificata conduttrice Claudia Pierini

Dafne, terza classificata (conduttrice Claudia Pierini)

5 Sandy quarta classificata conduttore Marco Mancinelli

Sandy, quarta classificata (conduttore Marco Mancinelli)

6 Daniele Masci classificato al terzo posto tra i migliori conduttori senior

Daniele Masci si è classificato al terzo posto tra i migliori conduttori senior

7 i trofei delle bovine marchigiane dellUniversita degli Studi di Perugia

Riconoscimenti per i bovini dell’Università di Perugia

Perugia, 28 maggio

Polo universitario penitenziario dell’Umbria, siglato stamani il Protocollo d’Intesa

Firmato, a Palazzo Murena, sede del Rettorato, il Protocollo d’intesa per l’istituzione del Polo universitario penitenziario dell’Umbria.

L’intesa, che coinvolge l’Università degli Studi di Perugia, il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per l’Umbria, l’Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria e il Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria, è stata sottoscritta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi,  Ilse Runsteni, Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria per l'Umbria, Maurizio Oliviero, Amministratore Unico dell'Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, Carlo Fiorio, Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

L’accordo, di durata triennale, con contenuti e finalità innovative, intende favorire il diritto allo studio e, in particolare, l’accesso agli studi universitari dei detenuti ospitati negli istituti penitenziari dell’Umbria, garantendo la qualità dell’apprendimento, la coerenza con il programma individualizzato di trattamento redatto per i condannati e contribuendo al mantenimento di condizioni di detenzione dignitose.

L’iniziativa, culminata con la firma di oggi, è stata preparata dal professor Carlo Fiorio. “Il protocollo – ha detto  Fiorio – è frutto di 10 mesi di lavoro e, per diventare operativo, dovrà essere regolato da accordi esecutivi. La situazione dell’istruzione universitaria negli istituti penitenziari italiani è di 413 detenuti iscritti all’Università e, nell’anno 2013-2014, di 72 laureati. L’intesa odierna potrà contribuire a migliorare l’istruzione universitaria e la formazione dei detenuti, grazie alla disponibilità dell’Ateneo di Perugia e dell’Adisu, con l’obiettivo di avvicinare la loro condizione a quella degli studenti liberi”.

Il protocollo è propedeutico ad alcuni obiettivi come  il reperimento di spazi adeguati negli istituti penitenziari per attività didattica; con lezioni frontali, ma anche mediante e-learning, creando un sistema di Intranet che, coinvolgendo penitenziari e università, abbia  caratteristiche di sicurezza e di erogazione di strumenti didattici di cui i detenuti-studenti possano effettivamente beneficiare.

Un aspetto di novità in Italia è il coinvolgimento diretto dell’Adisu nel protocollo, prevedendo che l’Agenzia per il diritto allo studio possa sostenere  finanziariamente gli studenti detenuti capaci e meritevoli, privi di possibilità economiche, consentendo loro di arrivare ai gradi più alti degli studi.

“Sono grato al professor Fiorio e a quanti hanno collaborato con lui per arrivare alla stesura dell’intersa firmata oggi – ha dichiarato il Rettore Franco Moriconi -. Il nostro Ateneo è interessato a dare il suo apporto per migliorare il livello di formazione di tutti. Questo protocollo, che segna un importante punto di partenza, si affianca al lavoro dei dipartimenti di Agraria e Veterinaria, entrambi impegnati in attività di collaborazione con detenuti”.

“Il protocollo dà attuazione a una previsione dell’ordinamento penitenziario che pone l’istruzione, e quindi la formazione e la cultura, come uno dei principali elementi del trattamento penitenziario – ha sottolineato Ilse Runsteni, Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria per l'Umbria -.  La convenzione con l’Università di Perugia dà opportunità, a tutti i detenuti dei 4 istituti della Regione, di usufruire e beneficiare dei percorsi formativi proposti dall’Università di Perugia. In Umbria ci sono 2 case circondariali,

quella di Perugia, che ha anche una sezione femminile, e quella di Terni, e  2 case di reclusione, a Spoleto e a Orvieto, per un totale complessivo di circa 1300”.

“Aderisco con entusiasmo all’intesa come Adisu – ha dichiarato il professor Maurizio Oliviero – perché è un  dovere istituzionale proprio delle agenzie del diritto allo studio. E’ la prima volta che aderisce ad una iniziativa del genere che ha un duplice scopo: il primo un dovere costituzionale, il secondo un riconoscimento a questa terra, attraverso le istituzioni che qui sono rappresentate, che va nella direzione della tutela dei diritti delle persone”. 

 

da sx Fiorio Runsteni Moriconi Olivero

da sx Fiorio Runsteni Moriconi Olivero 2

Runsteni Moriconi

Fiorio

Oliviero

Perugia, 28 maggio

Convegno sull’acqua - Perugia, Palazzo Donini, 29 - 30 maggio 2015 

"H2O e non solo: acqua per bere e per nutrire, acqua per la città, acqua per l'energia"  è il tema del convegno che si terrà  venerdì 29 e sabato 30 maggio 2015, a Perugia nel Salone d'onore di Palazzo Donini.

I lavori saranno aperti domani, venerdì, alle 9.30, dal Magnifico Rettore Franco Moriconi, Caterina Petrillo, direttore Dipartimento di Fisica e Geologia di Perugia, e da Piergiorgio Manciola, direttore CIPLA, Centro Interuniversitario per l'Ambiente dell’Ateneo perugino.

La conferenza è organizzata dal Dipartimento di Fisica e Geologia dell'Università degli Studi di Perugia (professori Walter Dragoni e Alessandro Paciaroni) e dal CIPLA (Centro Interuniversitario per l'Ambiente) nell'ambito delle iniziative dell’Università in occasione dell'Expo 2015. L’iniziativa, aperta a tutti e rivolta in particolare agli studenti delle scuole superiori e universitari.ha l’obiettivo di diffondere la "cultura dell'acqua", sostanza indispensabile per la produzione del cibo e lo sviluppo della società, dal punto di vista della sua gestione, della Fisica, della Geoarcheologia e dell'Ambiente in generale.

E’ suddivisa in due giornate, una riguarda più strettamente la Fisica dell’acqua, l’altra gli aspetti Ambientali e Geoarcheologici in senso lato.

Venerdì 29 maggio, saranno presentati temi di grande attualità per l’Italia Centrale e l’Umbria in particolare: risorse idriche, sviluppo nel tempo e nello spazio della gestione dell'acqua nel Mediterraneo, valorizzazione dell’eredità culturale costituita dai resti delle opere idrauliche antiche, ricerche geo-archeologiche e storiche per lo studio delle variazioni climatiche e dei problemi ambientali connessi.

Ospiti internazionali il dottor Alain Chartrain (Université de Paris Ouest Nanterre La Dèfense, UMR 7055), e il professor Miquel Salgot (Università di Barcellona). Chartrain tratterà della diffusione delle macine in epoca romana, con particolare riguardo alle macine prodotte ad Orvieto ed esportate in località molto distanti. Salgot parlerà invece delle opere idrauliche romane ed islamiche nella penisola iberica, opere di grande valore sociale e tecnologico, talvolta ancora in funzione.

Sabato 30 maggio 2015, saranno presentati degli studi condotti con tecniche avanzate di tipo fisico sulle proprietà microscopiche dell'acqua. Lo scopo è quello di comprendere come le proprietà dell'acqua influiscano sul metabolismo cellulare e sulla qualità e conservazione degli alimenti. Al tempo stesso si vedrà come possono essere sfruttate tecnologie e metodi innovativi di tipo fisico e chimico per monitorare e migliorare la qualità dell'acqua presente nell'ambiente che ci circonda.

Ospite internazionale il professor Helmut Schober, direttore scientifico del prestigioso Institut Laue-Langevin di Grenoble, uno dei centri di ricerca più famosi al mondo per lo studio delle proprietà microscopiche della materia, che parlerà delle molte forme che può assumere un cristallo solo apparentemente semplice, il ghiaccio.

Perugia, 28 maggio

Festa dell'Ingegno al campus di Ingegneria - Perugia (Santa Lucia) - Venerdì 29 maggio 2015 – ore 15,30

Aprire l'Università, aprire i laboratori didattici e scientifici e, allo stesso tempo, essere aperti agli stimoli e agli entusiasmi della gente, restituire il patrimonio di conoscenza alla popolazione umbra e alla comunità cittadina. Sono questi i principali obiettivi della Festa dell'Ingegno che si terrà a Perugia, al campus d'Ingegneria, in località Santa Lucia, venerdì 29 maggio 2015, a partire dalle ore 15.30.

L'evento nasce da un'idea del Centro della Scienza POST (Perugia Officina per la Scienza e la Tecnologia), Polo Umbro dell'Accademia dei Lincei, realizzata assieme ai Dipartimenti d'Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia con la collaborazione dell'Ordine degli Ingegneri e della Camera di Commercio di Perugia. L’iniziativa è rivolta principalmente ai giovani la cui curiosità, motivazione ed energia costituiscono il capitale più prezioso che una società abbia a disposizione.

Durante la #festaingegnounipg, giovani, studenti delle scuole, famiglie e cittadini, accompagnati da studenti universitari, dottorandi e ricercatori, potranno visitare i laboratori, le aule, la biblioteca e le altre strutture del campus: dalla galleria del vento alla robotica all’elettronica, dai laboratori di dinamica delle strutture, a ingegneria delle acque e di geotecnica a quelli di grafica multimediale, disegno automatico, modellazione e progettazione.

Le varie attività didattiche e di ricerca saranno illustrate in maniera semplice e accattivante anche attraverso dimostrazioni pratiche di prototipi e visualizzazione di video. 

Perugia, 28 maggio

“La casa e la città”, conferenza a Ingegneria dell’architetto Gabriele Lelli 

Domani, venerdì 29 maggio 2015 alle ore 15:00, presso l’Aula Magna del Polo di Ingegneria a Perugia, l’architetto Gabriele Lelli terrà una conferenza titolata La casa e la città, organizzata nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria edile-Architettura.

L’iniziativa sarà presentata dal professor Paolo Belardi, docente del corso di Architettura e composizione 1; le considerazioni conclusive saranno affidate a Pietro Carlo Pellegrini, docente del corso di Laboratorio di Architettura e composizione 1.

Gabriele Lelli è architetto, laureato alla Facoltà di Architettura di Firenze. Attualmente è Ricercatore e Professore Aggregato di Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara. Svolge attività di ricerca nell’ambito della progettazione urbana ed architettonica contemporanea, dalla scala della città, attraverso lo studio dei principi insediativi che la generano, fino al dettaglio dei piccoli spazi e delle piccole cose che ne determinano le atmosfere. Si occupa di architettura sostenibile e recupero urbano. Oltre che a Ferrara, ha insegnato allo IUAV di Venezia, all’Accademia di Architettura di Mendrisio in Svizzera e nei Paesi Baschi, a Vitoria Bilbao e a San Sebastian in Spagna. Ha svolto attività didattica prima con Mario Zaffagnini, poi, a lungo, con Massimo Carmassi. Inoltre è stato collaboratore per diversi anni dell’architetto svizzero Peter Zumthor, premio Pritzker 2009. Ha tenuto lezioni e conferenze in Italia e all’estero. La ricerca teorico-compositiva si è tradotta soprattutto in opere e progetti nella realtà del territorio con il lavoro costante in studio. Ha fondato prima, con Davide Cristofani, lo studio Cristofani & Lelli Architetti e nel 2009, con Roberta Bandini e Andrea Luccaroni, lo studio Lelli & Associati Architettura. Molte opere realizzate hanno avuto riconoscimenti nazionali ed internazionali

Perugia, 27 maggio

Domani, a Palazzo Murena,  la firma del Protocollo d’intesa tra Università, Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per l’Umbria, Adisu e il Garante dei diritti dei detenuti Perugia, giovedì 28 maggio 2015 - ore 12

Domani, giovedì 28 maggio 2015, alle ore 12, a Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia, sarà firmato il Protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Perugia,  il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per l’Umbria, l’Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, il Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

L’accordo intende favorire il diritto allo studio e, in particolare, l’accesso agli studi universitari dei detenuti ospitati negli istituti penitenziari dell’Umbria, garantendo la qualità dell’apprendimento, la coerenza con il programma individualizzato di trattamento redatto per i condannati e contribuendo al mantenimento di condizioni di detenzione dignitose.

Il Protocollo d’intesa verrà sottoscritto da Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Ilse Runsteni, Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria per l'Umbria, Maurizio Oliviero, Amministratore Unico dell'Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, Carlo Fiorio, Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

Perugia, 27 maggio

Workshop di presentazione del Master  ‘ProGettare Smart Cities’ - Assisi (Palazzo Bernabei), 28-30 maggio 2015 ‘ProGettare Smart Cities’ - Assisi (Palazzo Bernabei), 28-30 maggio 2015

Prende il via domani,  giovedì 28 maggio ad Assisi, a Palazzo Bernabei, sede dell’Università degli Studi di Perugia, con un  workshop di tre giorni (28-29-30 maggio) il Master di II livello ProGettare Smart Cities.

Il corso di alta formazione, proposto dal Dipartimento di Ingegneria (presentato ufficialmente il 6 febbraio scorso a Palazzo Murena sede del Rettorato dell’Ateneo) è organizzato in collaborazione con Siemens Italia.

Il Master, alla sua prima edizione, si propone di formare una nuova figura professionale (liberi professionisti, dipendenti pubblici e privati) specialista nella progettazione architettonica e urbana e nelle tecnologie a servizio di ambienti e città intelligenti.

Il workshop di apertura, articolato in conferenze, lezioni e dibattiti, servirà a presentare i temi ed i principali argomenti trattati dai singoli moduli.

GIOVEDì 28 MAGGIO

Ore 9.15: saluti di Franco Moriconi (Magnifico Rettore dell’Università), Giuseppe Saccomandi (Direttore Dipartimento Ingegneria), Antonio Lunghi (Vicesindaco Assisi), Francesco Andreani (Assessore Urbanistica Comune Terni), Umberto Desideri  (Docente Università Studi Pisa) e Paolo Verducci (Coordinatore e organizzatore Master).

Ore 10: Federico Golla (Amministratore delegato e Presidente di Siemens Italia).

Ore 14.30: quattro lezioni tenute rispettivamente da Franco Cotana e Fabio Radicioni (Università  Studi Perugia), Umberto Desideri (Università Studi Pisa), e Giampiero Bambagioni,(Consulente Tecnico-Economico ONU e docente a contratto Università Studi Perugia).

VENERDì 29 MAGGIO

Ore 9: interventi di Antonio Borri (Università Studi Perugia) e Lorenzo Pignatti (Università G.D’Annunzio Chieti-Pescara).

Nella seconda parte della mattinata sarà affrontato il tema della mobilità a basso ambientale con tre interventi specifici di area Siemens. Introdurrà Enzo Calabrese (City Account Manager Siemens Italia), gli interventi di Valerio Pazzini (Head of Application Solutions Siemens Italia) e Giuseppe Lepore (Gruppo Rampini).

Ore 14.30: quattro lezioni tenute rispettivamente da Giuseppe Liotta (docente Università Studi Perugia,  delegato del Rettore per il settore dell’informatizzazione, agenda digitale e I.C.T.), Vincenzo Pane e Francesco Asdrubali (Università Studi Perugia) e Stefania Proietti (Università Telematica ‘G. Marconi’)..

SABATO 30 MAGGIO

Ore 9.15  - Sala del Camino: Conferenza:Progettare SMART LAND. 2 Km di futuro. L’impresa si fa territorio e il territorio si trasforma in impresa”. Sarà presente Enrico Loccioni, fondatore, Presidente e AD del Gruppo Loccioni. L’occasione è interessante per le peculiarità dell’Azienda, e in particolare per gli interventi di bonifica ed efficienza energetica recentemente realizzati nella sede principale di Angeli di Rosora (Ancona) con la collaborazione di Thomas Herzog. 

 

Perugia, 27 maggio

Il professor Fornaciari da Passano e il dottor Orlandi a “L’uovo di Colombo”  parleranno di Biologia applicata al restauro e del Centro ‘Carlo Jucci’ 

Il professor Marco Fornaciari da Passano e ildottor Fabio Orlandi, entrambi del  Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, sarannoospiti della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda domani, giovedì 28 maggio 2015, sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27. 

Marco Fornaciari da Passano,  professore associato e direttore del Centro appenninico del Terminillo “C. Jucci”,  insegna Botanica generale e Botanica applicata alle produzioni agro-alimentari in vari corsi di laurea. A Fabio Orlandi, ricercatore, è affidato l’insegnamento di Fondamenti di biologia agli studenti del corso di laurea in Scienze e tecnologie agro-ambientali.

Fra i temi affrontati nel corso della trasmissione: l’Aerobiologia (in particolare dell’apporto che questa disciplina è in grado di fornire alla conservazione dei beni culturali),  il Laboratorio di Biologia del Restauro, di Bioclimatologia, del Giardino fenologico, delle ricerche su olivo e olivicoltura e dell’attività del Centro appenninico intitolato a Carlo Jucci.  

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 31 maggio 2015 alle ore 15.

Perugia, 27 maggio

A “Speciale Università” Luigina Romani che ha ricevuto il Premio “Lucille Georg”, la prof. Cristina Mecucci con le due ricercatrici vincitrici del “Premio Tabilio”. Servizio sulla cerimonia ad Agraria sui giovani caduti nella Grande Guerra 

Domani, giovedì  28 maggio 2015, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, dedicato all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e su canale 836 di Sky.

La trasmissione, condotta da Cristina Castellano, sarà incentrata, in apertura, sul Premio “Lucille Georg” consegnato a Melbourne alla professoressa Luigina Romani, Ordinario di Patologia al Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia.

Il prestigioso riconoscimento viene conferito ad illustri micologi che si sono distinti per i loro considerevoli apporti scientifici ed è stato creato in onore del Dottor Georg, uno dei micologi più produttivi e influenti al mondo. Quest’anno il premio è stato consegnato dal Consiglio dell’International Society for Human and Animal Mycology (ISHAM), nell’ambito del XIX Congresso che si è tenuto in Australia dal 4 all’8 maggio 2015. La professoressa Romani è stata insignita del premio per il contributo dato alla scienza nel campo della micologia medica. 

Nella seconda parte verrà illustrato il premio Antonio Tabilio per la ricerca in campo ematologico. Saranno presenti in studio la professoressa Cristina Mecucci e le due ricercatrici vincitrici: Alessia Santi e Lucia Brandimarte.

Il servizio in esterna è dedicato alla cerimonia, svoltasi ad Agraria, in onore dei caduti della Grande Guerra; in particolare per i tredici giovani studenti e neolaureati del “Regio Istituto Superiore Agrario Sperimentale”, poi Facoltà di Agraria e ora Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali di Perugia, che caddero durante la Prima Guerra Mondiale 

La puntata sarà replicata martedì 3 giugno 2015, alle ore 12.30.

Perugia, 27 maggio

Giornata di orientamento a Terni, focus sul corso di Ingegneria Industriale - giovedì 28 maggio 2015, ore 11 

Si conclude a Terni il ciclo di giornate di presentazione delle lauree magistrali organizzate dal Dipartimento di Ingegneria per illustrare i contenuti didattici, gli sbocchi occupazionali e le molteplici aree di eccellenza che caratterizzano i corsi di studio.

Domani, giovedì 28 maggio 2015, a Terni (Pentima Bassa), alle  ore 11, nell’Aula 3 di Ingegneria, l’incontro sarà dedicato al corso di laurea in Ingegneria Industriale; sarà coordinato dal professor Federico Rossi e vedrà la presenza del professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria.

Ingegneria Industriale

I laureati in ingegneria industriale sono in grado di sviluppare progetti avanzati in termini di prodotto e di processo dal punto di vista funzionale, costruttivo ed energetico, con la scelta dei materiali e delle relative lavorazioni, il progetto della disposizione e gestione delle macchine in un impianto per un’ottimale utilizzazione. Sono inoltre in grado di ottenere, analizzare e utilizzare adeguati modelli di macchine, impianti e processi industriali anche complessi, ai fini dell'introduzione e della gestione dell'innovazione tecnologica nelle aziende industriali e di servizio, con particolare riguardo all'industria manifatturiera. Ciò è il risultato di una solida preparazione nelle discipline di base e in quelle più specifiche dell'ingegneria meccanica, attraverso un percorso formativo che approfondisca, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-applicativi.

Perugia, 26 maggio

Il Rettore Moriconi incontrerà gli studenti premiati al Salone del libro di Torino

Perugia (Palazzo Murena), venerdì 29 maggio 2015 – ore 13

Venerdì 29 maggio, alle ore 13, a Palazzo Murena sede del Rettorato, gli studenti del Centro Linguistico di Ateneo dell’Università degli Studi di Perugia  premiati al Salone del Libro di Torino saranno ricevuti e festeggiati dal Magnifico Rettore, prof. Franco Moriconi.

Si tratta del gruppo di studenti italiani e stranieri (Erasmus Incoming) dell'Università  di Perugia, che ha realizzato un video che si è aggiudicato il premio di Lettura Dantesca promosso dalla Casa Editrice torinese Loescher e dall'Accademia della Crusca.

Il video premiato, che ha avuto come scenario naturale l'Orto Medievale del complesso monumentale di San Pietro, è incentrato sul Canto XX dell'Inferno ed ha comportato un riconoscimento in denaro di 1000 Euro, che gli studenti hanno devoluto all'organizzazione umanitaria Emergency.

Perugia, 26 maggio

Conferenza di Gabriele Lelli su “La casa e la città”

Perugia (Polo di Ingegneria), venerdì, 29 maggio 2015 – ore 15

Venerdì 29 maggio 2015 alle ore 15:00, nell’Aula 3 del Polo di Ingegneria a Perugia, l’architetto Gabriele Lelli terrà una conferenza sul tema “La casa e la città”.

L’incontro, aperto a tutti gli interessati, è organizzato nell’ambito del Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria edile-Architettura.

L’iniziativa sarà presentata da Paolo Belardi (Docente del corso di Architettura e composizione 1), mentre le considerazioni conclusive sono affidate a Pietro Carlo Pellegrini (Docente del corso di Laboratorio di Architettura e composizione 1).

Chi è Gabriele Lelli

Architetto, laureato alla Facoltà di Architettura di Firenze. Attualmente è Ricercatore e Professore Aggregato di Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Ferrara. Svolge attività di ricerca nell’ambito della progettazione urbana ed architettonica contemporanea, dalla scala della città, attraverso lo studio dei principi insediativi che la generano, fino al dettaglio dei piccoli spazi e delle piccole cose che ne determinano le atmosfere. Si occupa di architettura sostenibile e recupero urbano. Oltre che a Ferrara, ha insegnato allo IUAV di Venezia, all’Accademia di Architettura di Mendrisio in Svizzera e nei Paesi Baschi, a Vitoria Bilbao e a San Sebastian in Spagna. Ha svolto attività didattica prima con Mario Zaffagnini, poi, a lungo, con Massimo Carmassi. Inoltre è stato collaboratore per diversi anni dell’architetto svizzero Peter Zumthor, premio Pritzker 2009. Ha tenuto lezioni e conferenze in Italia e all’estero. La ricerca teorico-compositiva si è tradotta soprattutto in opere e progetti nella realtà del territorio con il lavoro costante in studio. Ha fondato prima, con Davide Cristofani, lo studio Cristofani & Lelli Architetti e nel 2009, con Roberta Bandini e Andrea Luccaroni, lo studio Lelli & Associati Architettura. Molte opere realizzate hanno avuto riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Perugia, 26 maggio

Convegno sull’acqua

Perugia, Palazzo Donini, 29 - 30 maggio 2015 

"H2O e non solo: acqua per bere e per nutrire, acqua per la città, acqua per l'energia"  è il tema del convegno che si terrà  il 29 e 30 maggio 2015, a Perugia nel Salone d'onore di Palazzo Donini.

I lavori saranno aperti, venerdì 29 maggio, alle 9.30, dai saluti e dall’introduzione al convegno di Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Caterina Petrillo, direttore Dipartimento di Fisica e Geologia di Perugia, Piergiorgio Manciola, direttore CIPLA, Centro Interuniversitario per l'Ambiente dell’Ateneo perugino.

La conferenza è organizzata dal Dipartimento di Fisica e Geologia dell'Università degli Studi di Perugia (professori Walter Dragoni e Alessandro Paciaroni) e dal CIPLA (Centro Interuniversitario per l'Ambiente) nell'ambito delle iniziative dell’Università in occasione dell'Expo 2015. L’iniziativa ha l’obiettivo di diffondere la "cultura dell'acqua", sostanza indispensabile per la produzione del cibo e lo sviluppo della società, dal punto di vista della sua gestione, della Fisica, della Geoarcheologia e dell'Ambiente in generale.

E’ suddivisa in due giornate, una riguarda più strettamente la Fisica dell’acqua, l’altra gli aspetti Ambientali e Geoarcheologici in senso lato.

Venerdì 29 maggio, saranno presentati temi di grande attualità per l’Italia Centrale e l’Umbria in particolare: risorse idriche, sviluppo nel tempo e nello spazio della gestione dell'acqua nel Mediterraneo, valorizzazione dell’eredità culturale costituita dai resti delle opere idrauliche antiche, ricerche geo-archeologiche e storiche per lo studio delle variazioni climatiche e dei problemi ambientali connessi.

Ospiti internazionali il dottor Alain Chartrain (Université de Paris Ouest Nanterre La Dèfense, UMR 7055), e il professor Miquel Salgot (Università di Barcellona). Chartrain tratterà della diffusione delle macine in epoca romana, con particolare riguardo alle macine prodotte ad Orvieto ed esportate in località molto distanti. Salgot parlerà invece delle opere idrauliche romane ed islamiche nella penisola iberica, opere di grande valore sociale e tecnologico, talvolta ancora in funzione.

Sabato 30 maggio 2015, saranno presentati degli studi condotti con tecniche avanzate di tipo fisico sulle proprietà microscopiche dell'acqua. Lo scopo è quello di comprendere come le proprietà dell'acqua influiscano sul metabolismo cellulare e sulla qualità e conservazione degli alimenti. Al tempo stesso si vedrà come possono essere sfruttate tecnologie e metodi innovativi di tipo fisico e chimico per monitorare e migliorare la qualità dell'acqua presente nell'ambiente che ci circonda.

Ospite internazionale il professor Helmut Schober, direttore scientifico del prestigioso Institut Laue-Langevin di Grenoble, uno dei centri di ricerca più famosi al mondo per lo studio delle proprietà microscopiche della materia, che parlerà delle molte forme che può assumere un cristallo solo apparentemente semplice, il ghiaccio.

Tale evento di natura divulgativa è aperto all'intera cittadinanza, con particolare attenzione agli studenti delle scuole superiori e universitari.

Perugia, 26 maggio

Seminario di Paolo Caridi su: “Analisi della domanda e segmentazione del mercato: il caso del settore auto”

Terni (Dipartimento di Economia - Aula 2), mercoledì 27 Maggio 2015 - ore 15

Domani, mercoledì 27 maggio, alle ore 15, nell’Aula 2 del Dipartimento di Economia del Polo Universitario di Terni, si terrà il seminario sul tema: “Analisi della domanda e segmentazione del mercato: il caso del settore auto". Ne parlerà il manager Paolo Caridi, Responsabile della Divisione Automotive nella società di consulenza strategica Faffa & Partner.

L’incontro di studio, promosso dal Dipartimento di Economia del Polo Universitario di Terni, ha l’obiettivo di analizzare la segmentazione della domanda del mercato che acquista sempre maggiore rilevanza strategica per le imprese che operano nei mercati BtoC (busines to consumer). Tra questi il settore dell’automotive che negli ultimi anni è stato protagonista, prima di una profonda crisi in termini di contrazione della domanda e ora una marcata ripresa delle vendita.

Ad affrontare queste problematiche sarà Paolo Caridi, fiorentino di 52 anni, che terminati gli studi è entrato nel Gruppo Renault in qualità di Controller della Filiale di Firenze alla fine degli anni ’80. Successivamente, è passato all’area commerciale come Area Manager per poi ricoprire a Roma il ruolo di Responsabile BM per l’Italia. Dopo un’esperienza europea nell’ambito dell’Alleanza Renault-Nissan è entrato nel Gruppo Fiat dove è rimasto sino al 2012 ricoprendo importanti incarichi nei vari Brand del Gruppo, fino a divenire Direttore Sviluppo Rete Italia del brand Fiat, prima di essere responsabile Divisione Automotive della società Faffa & Partner.

Nel corso del seminario Caridi tratterà, in particolare, alcuni aspetti: L'auto nel Mondo, in UE e Italia: crisi o opportunità?Il mercato italiano e il nostro modello distributivo. Prospettive future: saràgreen? Nuove tendenze nel settore automotive: Media e marketing.

Perugia, 25 maggio

Firma del Protocollo tra Università, Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per l’Umbria, Adisu e il Garante dei diritti dei detenuti - Perugia, giovedì 28 maggio 2015 - ore 12

Giovedì 28 maggio 2015, alle ore 12, a Palazzo Murena, sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Perugia, sarà firmato il Protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Perugia,  il Provveditorato Regionale dell’Amministrazione penitenziaria per l’Umbria, l’Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, il Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

L’accordo intende favorire il diritto allo studio e, in particolare, l’accesso agli studi universitari dei detenuti ospitati negli istituti penitenziari dell’Umbria, garantendo la qualità dell’apprendimento, la coerenza con il programma individualizzato di trattamento redatto per i condannati e contribuendo al mantenimento di condizioni di detenzione dignitose.

Il Protocollo d’intesa verrà sottoscritto da Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Ilse Runsteni, Provveditore regionale dell'Amministrazione penitenziaria per l'Umbria, Maurizio Oliviero, Amministratore Unico dell'Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, Carlo Fiorio, Garante delle persone sottoposte alle misure restrittive o limitative della libertà personale della Regione Umbria.

Perugia, 25 maggio

Domani la cerimonia in memoria dei Caduti di Agraria nella Prima Guerra Mondiale. Tredici giovani italiani, di cui tre umbri - Perugia (Complesso monumentale San Pietro) - Martedì 26 maggio 2015 - ore 11,30

L’Università degli Studi di Perugia celebra il centenario della Grande Guerra (1915-19), ricordando i tredici giovani studenti e neolaureati del “Regio Istituto Superiore Agrario Sperimentale”, poi Facoltà di Agraria e ora Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali di Perugia, che caddero durante la Prima Guerra Mondiale; tre erano umbri.

Una cerimonia, laica e religiosa, è stata organizzata per domani, martedì 26 maggio 2015, alle ore 11.30, nel complesso monumentale di San Pietro, dove è presente un’artistica targa (collocata nel primo chiostro, proprio accanto all’ingresso della Basilica), in cui sono ricordati i nomi dei giovani caduti.

Andrea Balsari (1881 – 1917), di Oleggio (Novara)

Michele Campanelli (1890 – 1915) di Capracotta (Campobasso)

Alfredo Comez (1893 – 1916) di Todi (Perugia)

Tarcise Duca (1892 – 1915) di Santa Marianova (Ancona)

Vincenzo Frezza (1883 – 1917) di Laureana di Borrello (Reggio Calabria)

Luigi Manganelli (1892 – 1916), di Perugia

Adolfo Marini (1892 – 1917), di Firenze

Andrea Muzi (1885 – 1917) di Orvieto (Terni)

Sesto Pallotta (1890 – 1917) di Montecosaro (Macerata)

Tito Pastore (1887 – 1915) di Levanto (La Spezia)

Pietro Sagramoso (1893 – 1916) di Milano

Pietro Tassinari (1894 – 1917) di Teramo

Mario Terrosi (1893 – 1916) di Firenze.

I 13 caduti - Il profilo 

Di essi e del loro destino sappiamo molte cose, grazie ad articoli apparsi su “L’Umbria Agricola”, organo del Comizio Agrario e del Consorzio Agrario Cooperativo del 31 Maggio 1920, e su “L’Unione Liberale” del 19 Maggio 1920, dai quali sono state tratte le informazioni di seguito riportate (la copia anastatica verrà esposta durante la cerimonia).

La targa, opera dello scultore perugino Torquato Tamagnini, fu esposta per la prima volta durante una solenne cerimonia, domenica 16 maggio 1920, nell’Aula Magna dell’Istituto, alla presenza di un pubblico numerosissimo, con ovviamente alle prime file le famiglie dei caduti. Erano presenti il Senatore Eugenio Faina, fondatore e Presidente dell’Istituto, il Direttore prof. Alessandro Vivenza, il rappresentante del Ministero Bonaldo Stringher e le autorità civili e militari, scientifiche, culturali e patriottiche.

I caduti ricordati sulla targa sono:

Andrea Balsari (1881 – 1917), di Oleggio (Novara), aveva studiato solo un anno a Perugia, per tornare a guidare l’azienda paterna. Richiamato già nel 1915, fu promosso tenente e poi capitano, ricevendo la croce di bronzo sul Pasubio. Morì in prigionia per le ferite riportate in combattimento. 

Michele Campanelli (1890 – 1915) di Capracotta (Campobasso), si era laureato con Tesi sulla zootecnia in Molise, conservata nell’archivio storico dell’Università, ed aveva appena iniziato a lavorare nella “propaganda agraria”, come allora si chiamava il lavoro delle Cattedre ambulanti, quando venne chiamato alle armi; fu uno dei primi a cadere sul Carso, nel luglio di cento anni fa.

Alfredo Comez (1893 – 1916) di Todi (Perugia) stava per laurearsi quando fu richiamato; dopo la scuola militare a Modena, era comandante di compagnia sul Carso e spesso scriveva alla madre, chiedendole dell’azienda di famiglia o dandole dei consigli. E’ stato insignito, alla memoria, della medaglia d’argento al valor militare.

Tarcise Duca (1892 – 1915) di Santa Marianova (Ancona) era al terzo anno di studi quando venne richiamato e frequentò un corso da sottotenente di fanteria a Modena. Anche a lui è stata conferita, alla memoria, la medaglia d’argento al valor militare.

Vincenzo Frezza (1883 – 1917) di Laureana di Borrello (Reggio Calabria) si era laureato nel 1906 con Tesi n. 30 su “Le costruzioni rurali in rapporto alle condizioni agricole e ai terremoti nella provincia di Reggio Calabria”. Era sottotenente di fanteria quando mori in combattimento, il 1° agosto.

Luigi Manganelli (1892 – 1916) di Perugia, unico figlio di madre vedova, si arruolò in fanteria, dove aveva già servito suo padre, e come tenente ha partecipato agli scontri sulle montagne del Tonale, trovandovi la morte in Ottobre.

Adolfo Marini (1892 – 1917) di Firenze, studente al terzo anno, fu chiamato in servizio e frequentò il corso di Modena, uscendone con il grado di Sottotenente; fu ucciso durante la battaglia del Piave, l’11 dicembre.

Andrea Muzi (1885 – 1917) di Orvieto (Terni), laureatosi nel 1908 con tesi su “Caratteristiche agronomiche dell’altopiano dell’Alfina”, dopo l’obbligatorio servizio militare dirigeva l’azienda di famiglia. Richiamato in artiglieria, nel 1915 fu ferito gravemente una prima volta. Tornato al fronte, fu ferito di nuovo nell’ottobre 1917 e fatto prigioniero. Morì in prigionia poco dopo.

Sesto Pallotta (1890 – 1917) di Montecosaro (Macerata), richiamato nel ’15, frequentò un corso a Modena e ha comandato una sezione di mitragliatrici. Ferito nel ’16, contrasse poi una grave malattia che ne causò la morte nel maggio 1917.

Tito Pastore (1887 – 1915) di Levanto (La Spezia) si era laureato nel 1910 con tesi su “La Frascheta Novese – sue condizioni economico-agricole”, conservata nell’archivio storico dell’Università. Era già ufficiale del Genio militare all’inizio della guerra e fu ucciso pochi mesi dopo da una granata nemica.

Pietro Sagramoso (1893 – 1916) di Milano, studente al terzo anno, partì volontario allo scoppio del conflitto e fu ferito una prima volta nell’ottobre del ’15. Tornato al fronte, morì durante un assalto. Alla sua memoria fu decretata la medaglia d’argento al valor militare.

Pietro Tassinari (1894 – 1917) di Teramo, richiamato nel ’15, era sottotenente e poi tenente degli alpini. Durante la battaglia del Monte Santo, in maggio, fu gravemente colpito e morì mesi dopo per le ferite riportate.

Mario Terrosi (1893 – 1916) di Firenze, studente del primo anno, dopo la scuola militare di Modena era giovane sottotenente. Venne ucciso già nel gennaio 1916, mentre cercava di portare in salvo un soldato ferito e gli è stata conferita la medaglia d’argento al valore militare.

Perugia, 25 maggio

Giornate di orientamento a Ingegneria, domani, martedì, secondo appuntamento

Secondo appuntamento, domani, martedì 26 maggio 2015, con l’attività di orientamento, per le lauree magistrali, organizzatadal Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia.

Alle ore 12, nell’Aula 2 della struttura universitaria in località Santa Lucia, sarà illustrata la laurea magistrale in Ingegneria Meccanica.

L’incontro, introdottodal professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, prevede l’intervento della professoressa Edvige Pucci, delegata del direttore al coordinamento, e la partecipazione di docenti del corso stesso.

Giovedì 28 maggio 2015, a Terni (Pentima Bassa), l’appuntamento conclusivo del ciclo sarà dedicato al corso di laurea in Ingegneria Industriale, con la presenza  professor Federico Rossi,  delegato del direttore al coordinamento; si terrà alle  ore 11, nell’Aula 3 di Ingegneria.

Ingegneria Meccanica 

I laureati magistrali in ingegneria meccanica sono in grado di sviluppare autonomamente progetti avanzati in termini di prodotto e di processo dal punto di vista funzionale, costruttivo, energetico ed economico, utilizzando le tecniche più avanzate di progettazione. E’ grazie a questa capacità, unita a quella di saper gestire macchinari, impianti e processi industriali complessi, che i nostri laureati sono in grado di introdurre l’innovazione tecnologica nelle aziende industriali e di servizio, ed in particolare nell’industria manifatturiera.

Ciò è il risultato di una solida preparazione nelle discipline di base e in quelle più specifiche dell'ingegneria meccanica, attraverso un percorso formativo che approfondisce, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-applicativi.

Perugia, 22 maggio

Festa dell'Ingegno al campus di Ingegneria

Perugia (Santa Lucia), venerdì 29 maggio 2015 – ore 15,30

Aprire l'Università, aprire i laboratori didattici e scientifici e, allo stesso tempo, essere aperti agli stimoli e agli entusiasmi della gente, restituire il patrimonio di conoscenza alla popolazione umbra e alla comunità cittadina. Sono questi i principali obiettivi della Festa dell'Ingegno che si terrà a Perugia, al campus d'Ingegneria, in località Santa Lucia, venerdì 29 maggio 2015, a partire dalle ore 15.30.

L'evento nasce da un'idea del Centro della Scienza POST (Perugia Officina per la Scienza e la Tecnologia), Polo Umbro dell'Accademia dei Lincei, realizzata assieme ai Dipartimenti d'Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia con la collaborazione dell'Ordine degli Ingegneri e della Camera di Commercio di Perugia. L’iniziativa è rivolta principalmente ai giovani la cui curiosità, motivazione ed energia costituiscono il capitale più prezioso che una società abbia a disposizione.

Durante la #festaingegnounipg, giovani, studenti delle scuole, famiglie e cittadini, accompagnati da studenti universitari, dottorandi e ricercatori, potranno visitare i laboratori, le aule, la biblioteca e le altre strutture del campus: dalla galleria del vento alla robotica all’elettronica, dai laboratori di dinamica delle strutture, a ingegneria delle acque e di geotecnica a quelli di grafica multimediale, disegno automatico, modellazione e progettazione.

Le varie attività didattiche e di ricerca saranno illustrate in maniera semplice e accattivante anche attraverso dimostrazioni pratiche di prototipi e visualizzazione di video. 

Maggiori info anche su: http://www.perugiapost.it/festa-dellingegno/

Perugia, 22 maggio

Cerimonia in memoria dei Caduti di Agraria nella Prima Guerra Mondiale

Perugia, 26 maggio 2015, Complesso monumentale di San Pietro

L’Università degli Studi di Perugia celebra il centenario della Grande Guerra (1915-19), ricordando i tredici giovani studenti e neolaureati del “Regio Istituto Superiore Agrario Sperimentale”, poi Facoltà di Agraria e ora Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali di Perugia, che caddero durante la Prima Guerra Mondiale.

Una cerimonia, laica e religiosa, è stata organizzata per martedì 26 maggio 2015, alle ore 11.30, nel complesso monumentale di San Pietro, dove è presente un’artistica targa (collocata nel primo chiostro, proprio accanto all’ingresso della Basilica) dove sono ricordati i nomi dei giovani caduti.

Andrea Balsari (1881 – 1917), di Oleggio (Novara)

Michele Campanelli (1890 – 1915) di Capracotta (Campobasso)

Alfredo Comez (1893 – 1916) di Todi (Perugia)

Tarcise Duca (1892 – 1915) di Santa Marianova (Ancona)

Vincenzo Frezza (1883 – 1917) di Laureana di Borrello (Reggio Calabria)

Luigi Manganelli (1892 – 1916), di Perugia

Adolfo Marini (1892 – 1917), di Firenze

Andrea Muzi (1885 – 1917) di Orvieto (Terni)

Sesto Pallotta (1890 – 1917) di Montecosaro (Macerata)

Tito Pastore (1887 – 1915) di Levanto (La Spezia)

Pietro Sagramoso (1893 – 1916) di Milano

Pietro Tassinari (1894 – 1917) di Teramo

Mario Terrosi (1893 – 1916) di Firenze.

Questi gli studenti del Regio Istituto Agrario Sperimentale, vittime nella Grande Guerra, il primo grande conflitto che coinvolse tantissimi giovani chiamati a difendere la Nazione Italiana dopo la riunificazione del 1861 sotto il Regno sabaudo.

 Perugia, 21 maggio

Peppe Servillo e il Solis String Quartet al Morlacchi - “Spassiunatamente” per finanziare il progetto “Adotta un ricercatore” - Perugia, lunedì 25 maggio 2015, ore 21

Un concerto di beneficenza, promosso dall'Associazione Umbra Contro il Cancro (AUCC) in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, per finanziare il progetto “Adotta un Ricercatore”. La serata, dal titolo “Spassiunatamente”, si terrà lunedì 25 maggio 2015, alle ore 21, al Teatro Morlacchi di Perugia; ne saranno protagonisti  Peppe Servillo, storico frontman degli Avion Travel, e il Solis String Quartet.

La serata verrà aperta dal saluto del professor Franco Moriconi, Rettore dell’Ateneo di Perugia.

I fondi raccolti serviranno a finanziare il progetto “Adotta un Ricercatore”, ideato dall'AUCC onlus, che vuole garantire un assegno di ricerca della durata di un anno a un ricercatore impegnato nel settore dell'oncologia.sperimentale.

“I grandi obiettivi si raggiungono con il contributo di tutti: il primo contributo è giunto dagli artisti che hanno donato la loro arte all'AUCC e alla ricerca scientifica - dice Giuseppe Caforio presidente dell'Associazione Umbra per la lotta Contro il Cancro onlus –. Il piacere di avere Peppe Servillo storico frontman degli Avion Travel, nella ricorrenza del 30° anniversario della nascita dell'Aucc, rappresenta un suggello della perseveranza necessaria per combattere le malattie oncologiche. Il messaggio che si vuole lanciare è quello che la battaglia contro il cancro si può vincere attraverso il prezioso avanzamento della Ricerca Scientifica».

Ingresso unico  20 Euro


PER ACQUISTARE I BIGLIETTI RIVOLGERSI A:

AUCC ONLUS - Tel. 075 5272647 – 333 4160590

ERRETI MUSICA - Via della Pallotta 8 – Perugia - Tel. 075 34001

STRUMENTI MUSICALI A. CAVALLUCCI C. - Via Martiri dei Lager 96/B  Perugia (PG) 

Tel. 075 5010031 email: andrea@cavalluccimusica.it

Perugia, 21 maggio

Al via domani le Giornate di orientamento a Ingegneria

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia ha organizzato un ciclo di giornate di presentazione delle lauree magistrali per illustrare i contenuti didattici, gli sbocchi occupazionali e le molteplici aree di eccellenza che caratterizzano i corsi di studio. Gli incontri saranno introdotti dal professor Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria. Il primo è in programma domani, venerdì 22 maggio 2015, dalle ore 11.30, alle 13.15, nell’ Aula 4 di Ingegneria – sede di Perugia. Sarà dedicato alla lauree in Ingegneria Informatica e  dell'Automazione e in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni; coordinatore il professor Paolo Valigi, delegato del direttore.

“I due corsi di studio – spiega il professor Valigi - verranno presentati ciascuno da un docente; saranno presenti, inoltre, i docenti di molti insegnamenti, anche per favorire un’ interazione ampia con gli studenti e rispondere alle loro domande”.

Ingegneria Informatica e dell'Automazione

Il corso ha l’obiettivo di formare laureati in grado di sfruttare le proprie competenze professionali in Ingegneria Informatica (programmazione, algoritmica, Internet e Web, ecc.) e Ingegneria Automatica (controllo, robotica, automazione, etc.) per progettare sistemi innovativi con campi di applicazione che includono l’elaborazione e la condivisione di grandi moli di dati (Big Data), la sicurezza informatica, i sistemi a guida autonoma (droni, veicoli, etc.), la domotica, i sistemi biomedicali e per la eHealth (salute elettronica).

Alla fine del percorso formativo, i nostri laureati sono in grado di progettare e valutare comparativamente diverse soluzioni tecnologiche finalizzate allo sviluppo e realizzazione di servizi e sistemi ICT, ad alto contenuto tecnologico e innovativo. Tali competenze sono di fondamentale importanza anche per le emergenti figure professionali di “data-scientist” e “data-engineer”. 

Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni

Hal’obiettivo di formare laureati in grado di sfruttare le proprie competenze professionali nell’Elettronica (dispositivi, circuiti, sensori, sistemi di acquisizione e misura, campi elettromagnetici, etc.) e nelle Telecomunicazioni (codifica, elaborazione, trasmissione, propagazione e ricezione dei dati) per progettare sistemi innovativi, anche eco-sostenibili, largamente interconnessi in modalità cablata o wireless, con campi di applicazione che spaziano dal monitoraggio e la diagnostica elettro-medicale (eHealth), a quella ambientale, dai sistemi automotive (radar anticollisione, telemetria, navigazione) alla domotica e all’home-entertainment.

Alla fine del percorso formativo, i nostri laureati saranno in grado di progettare e valutare comparativamente diverse soluzioni tecnologiche finalizzate allo sviluppo e realizzazione di dispositivi e sistemi ICT, ad alto contenuto tecnologico e innovativo. Tali competenze sono di fondamentale importanza per la realizzazione del presente e futuro “Internet of Things”.

 

Martedì 26 maggio 2015, alle ore 12, nell’ Aula 2 di Ingegneria, a Perugia, sarà illustrata la laurea magistrale in Ingegneria Meccanica; interverrà la professoressa Edvige Pucci, delegata del direttore al coordinamento, e vedrà la partecipazione di docenti del corso stesso.

Infine, giovedì 28 maggio 2015, a Terni (Pentima Bassa), sarà dedicato al corso di laurea in Ingegneria Industriale, con la presenza  professor Federico Rossi,  delegato del direttore al coordinamento; si terrà alle  ore 11, nell’Aula 3 di Ingegneria.

Perugia, 21 maggio 

Da domani studenti dell’Ateneo di Perugia alla nona edizione del convegno "Crescere tra le righe. Giovani, editori e istituzioni a confronto" - Borgo La Bagnaia (Siena), 22 - 23 maggio 2015

Sono otto gli studenti dell’Università di Perugia che, guidati dalla professoressa Giovanna Farinelli, sono stati invitati a Borgo La Bagnaia, in provincia di Siena, per partecipare, venerdì 22 e sabato 23 maggio 2015, alla nona edizione del prestigioso convegno “Crescere tra le righe. Giovani, editori e istituzioni a confronto”.  

L’ iniziativa è promossa e organizzata dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori  di Firenze, guidato dal presidente Andrea Ceccherini. Vi partecipano, in totale, su invito, 240 studenti in rappresentanza  di 40 istituzioni scolastiche e universitarie italiane.

La presenza dell’Ateneo di Perugia al convegno è legata all’attività del Laboratorio di Pedagogia generale “Per un’educazione civica ‘quotidiana’”, tenuto dalla professoressa Farinelli nell’ambito del Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria dell'Università degli Studi di Perugia; Laboratorio che aderisce da quattro anni al Progetto “Il Giornale in Ateneo: Giovani Lettori, Nuovi Cittadini". La docente perugina e gli studenti del Laboratorio hanno partecipato anche all’ ottava edizione del convegno nel 2013.

“Crescere tra le righe”, il cui programma è stato presentato di recente a Milano, rappresenta un’occasione unica, nel panorama della comunicazione nazionale, per riunire attorno allo stesso tavolo tutti i protagonisti dell’informazione sia scritta che parlata, oltre ad autorevoli esponenti delle istituzioni e gli studenti, per fare il punto della situazione sul rapporto tra giovani e informazione e per confrontarsi sul ruolo che questa può esercitare quale strumento per la crescita, nelle giovani generazioni italiane, di quel solido spirito critico indispensabile per garantire la convivenza civile e democratica del nostro Paese.

Vede come assoluti protagonisti il mondo italiano e internazionale dell’editoria, gli studenti e le istituzioni del Paese; un programma di altissimo livello internazionale con autorevoli leader mondiali dei media sia cartacei che digitali e televisivi.

Ulteriori informazioni:

http://www.cresceretralerighe.it

http://www.osservatorionline.it

Perugia, 20 maggio

Giornate di orientamento a Ingegneria per presentare le lauree magistrali - Il 22 e 26 maggio a Perugia e il 28 maggio a Terni 

Il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia orienta gli studenti intenzionati a iscriversi alla lauree magistrali.

Per questo è stato predisposto un calendario di incontri per fornire ai giovani tutte le informazioni e il supporto necessario per iscriversi ai corsi proposti dall’Ateneo di Perugia.

Il primo appuntamento è in programma venerdì 22 maggio 2015, alle ore 11.30, nell’ Aula 4 di Ingegneria – sede di Perugia; verranno presentate le lauree magistrali in Ingegneria Informatica e dell'Automazione e Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni.

Martedì 26 maggio 2015, alle ore 12, nell’ Aula 2 di Ingegneria, sempre a Perugia, sarà illustrata la laurea magistrale in Ingegneria Meccanica.

Giovedì 28 maggio 2015 l’incontro di orientamento è in programma a Terni, alle  ore 11, nell’Aula 3 di Ingegneria (Terni, Pentima Bassa), presentazione della laurea magistrale in Ingegneria Industriale.

Perugia, 20 maggio

Terzo posto per gli studenti dell’Università di Perugia nel concorso di Lettura Dantesca. Il premio in denaro devoluto a Emergency

Un video realizzato da un gruppo di studenti dell'Università degli Studi di Perugia si è aggiudicato il terzo posto nel premio di Lettura Dantesca “La Selva, il Monte, le Stelle” promosso dalla Casa Editrice Loescher e dall'Accademia della Crusca.

La premiazione è avvenuta durante il Salone del Libro di Torino. Il riconoscimento è stato consegnato dal professor Francesco Sabatini, noto ed esimio linguista, presidente onorario dell'Accademia della Crusca. Il premio in denaro, 1000 Euro, è stato devoluto all'organizzazione umanitaria Emergency.

Il video, che ha avuto come scenario naturale l'Orto Medievale del complesso monumentale di San Pietro,  è incentrato sul Canto XX dell'Inferno ed è stato premiato con queste  motivazioni:

"Il filmato, realizzato dagli studenti dell'Università  degli Studi di Perugia, si caratterizza per la varietà  e l'intensità  delle scene rappresentate, ben raccordate in un ritmo unitario, secondo una volontà  di resa realistica e, insieme, di suggestione. Le riprese sono di ottima qualità, la lettura in lingua italiana è accurata".

Può essere visionato su internet all’indirizzo: https://goo.gl/0J0xYq.

Il progetto ha coinvolto studenti italiani e stranieri (questi ultimi presenti all’Università di degli Studi Perugia nell’ambito del progetto Erasmus), si è sviluppato all’interno del Centro Linguistico d’Ateneo ed è stato coordinato  da Catia Mugnani, lettrice di Lingua Italiana.

Premiazione Torino 3

Premiazione Torino 2

Premiazione Torino 1

Perugia, 20 maggio

Convegno di Ematologia, focus sulle neoplasie mieloidi - Rocca di Casalina, venerdì 22 maggio 2015

“Diagnosi e terapie precise nelle neoplasie mieloidi” è il tema dell’incontro che si svolgerà a Casalina di Deruta, nella sede della Fondazione per l’Istruzione Agraria, venerdì 22 maggio 2015; si tratta del convegno multiregionale della Società Italiana di Ematologia – delegazione di Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria.

L’incontro tratterà un tema molto attuale come la diagnosi cosiddetta di precisione, che nella medicina moderna corrisponde all’identificazione della lesione genetica all’origine delle malattie aggredibili con terapie molecolari. L’argomento ematologico trattato da questo punto di vista sono le neoplasie mieloidi.

I lavori saranno aperti alle ore 10 dall’intervento della professoressa Cristina Mecucci (Dipartimento di Medicina Università degli Studi di Perugia) responsabile scientifica del convegno.

Seguiranno le varie sessioni con la presenza e le comunicazioni di specialisti provenienti da  tutta Italia.

Alle ore 16.30 le conclusioni della giornata saranno del professor Brunangelo Falini, professore ordinario di Ematologia all’Università di Perugia e direttore della struttura complessa di Ematologia con trapianto di Midollo Osseo dell’Ospedale S. Maria Misericordia di Perugia.

Si allega programma del convegno

Perugia, 20 maggio

A “Speciale Università” il Job Placement e il Career Day 2015, il volume su Machiavelli curato da Grimaldi ed Erculei e la mostra “Il Cibo e le carte” 

Domani, giovedì  21 maggio 2015, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, dedicato all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e su canale 836 di Sky.

In apertura della trasmissione, condotta da Cristina Castellano, sarà illustrato il contenuto del volume “Politica, moralità, fortuna. Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli” curato da Giorgio Grimaldi ed Ercole Erculei, edito da Carocci, presentato all'interno del seminario interdisciplinare realizzato dai professori Vincenzo Sorrentino e Alberto Giulio Cianci.

Nella seconda parte il professor Alesandro Campi, Delegato del Rettore per il servizio del Job Placement, spiegherà l'attività portata avanti dal Job Placement, con un focus sul Career Day 2015.

Il servizio in esterna riguarderà la mostra “Il Cibo e le carte. Testimonianze di storia alimentare nei fondi archivistici e librari dell'Università di Perugia”, allestita a Palazzo Murena, sede centrale dell’Ateneo. 

La puntata sarà replicata martedì 26 maggio 2015, alle ore 12.30.

Perugia, 20 maggio

Il professor Di Maria e la dottoressa Micale a “L’uovo di Colombo” per parlare della gestione dei rifiuti 

Il professor Francesco Di Maria e la dottoressa Caterina Micale sarannoospiti della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda domani, giovedì 21 maggio 2015, sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27. 

Francesco Di Maria, professore associato del Dipartimento di Ingegneria, oltre a fare ricerca, è docente di  Sistemi energetici innovativi a Ingegneria industriale e di Impianti tecnici per il trattamento dei rifiuti a Ingegneria per l’ambiente e il territorio; la dottoressa Caterina Micale è dottoranda di ricerca.

Fra i temi affrontati nel corso della trasmissione ci sarà quello della gestione dei rifiuti; il professore  Di Maria è il coordinatore di LAR5, una sigla che sta per Laboratorio di Analisi, Riuso, Riciclo e Recupero di Reflui e Rifiuti.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 17 maggio 2015 alle ore 15

Perugia, 20 maggio

Studenti dell’Ateneo di Perugia alla nona edizione del convegno "Crescere tra le righe. Giovani, editori e istituzioni a confronto" - Borgo La Bagnaia (Siena), 22 - 23 maggio 2015"

Otto studenti dell’Università di Perugia, guidati dalla professoressa Giovanna Farinelli, sono stati invitati a Borgo La Bagnaia, in provincia di Siena, per partecipare, venerdì 22 e sabato 23 maggio 2015, alla nona edizione del prestigioso convegno “Crescere tra le righe. Giovani, editori e istituzioni a confronto”.  

L’ iniziativa è promossa e organizzata dall'Osservatorio Permanente Giovani-Editori  di Firenze, guidato dal presidente Andrea Ceccherini. Vi partecipano, in totale, su invito, 240 studenti in rappresentanza  di 40 istituzioni scolastiche e universitarie italiane.

La presenza dell’Ateneo di Perugia al convegno è legata all’attività del Laboratorio di Pedagogia generale “Per un’educazione civica ‘quotidiana’”, tenuto dalla professoressa Farinelli nell’ambito del Corso di Studio in Scienze della Formazione Primaria dell'Università degli Studi di Perugia; Laboratorio che aderisce da quattro anni al Progetto “Il Giornale in Ateneo: Giovani Lettori, Nuovi Cittadini". La docente perugina e gli studenti del Laboratorio hanno partecipato anche all’ ottava edizione del convegno nel 2013.

“Crescere tra le righe”, il cui programma è stato presentato di recente a Milano, rappresenta un’occasione unica, nel panorama della comunicazione nazionale, per riunire attorno allo stesso tavolo tutti i protagonisti dell’informazione sia scritta che parlata, oltre ad autorevoli esponenti delle istituzioni e gli studenti, per fare il punto della situazione sul rapporto tra giovani e informazione e per confrontarsi sul ruolo che questa può esercitare quale strumento per la crescita, nelle giovani generazioni italiane, di quel solido spirito critico indispensabile per garantire la convivenza civile e democratica del nostro Paese.

Vede come assoluti protagonisti il mondo italiano e internazionale dell’editoria, gli studenti e le istituzioni del Paese; un programma di altissimo livello internazionale con autorevoli leader mondiali dei media sia cartacei che digitali e televisivi.

Ulteriori informazioni:

http://www.cresceretralerighe.it

http://www.osservatorionline.it

Perugia, 19 maggio

Incontro internazionale di studi su prove di espansionismo economico tra la fine dell’Ottocento e la Prima Guerra mondiale

Spoleto, 21 – 22 maggio 2015

“Prove di espansionismo economico a cavallo della Grande Guerra. Relazioni economiche e piani di investimento tra le due sponde dell’Adriatico tra fine Ottocento e primo dopoguerra”, è il tema dell’incontro che si terrà, giovedì 21 e venerdì 22 maggio 2015, a Spoleto, nella Biblioteca comunale “G. Carducci, di palazzo Mauri. L’iniziativa è promossa da AISSECO (Associazione Italiana Studi di Storia dell’Europa Centrale e Orientale), dalla rivista “Proposte e ricerche” e da alcuni ricercatori e docenti dell’Università degli studi di Perugia. Il Comitato organizzatore è composto da: Emanuela Costantini, Renato Covino e Paolo Raspadori dell’Ateneo di Perugia. Il convegno, al quale partecipano esperti italiani e stranieri di storia economica e di storia dell’Europa orientale, prevede due sessioni di lavoro, una relativa alle relazioni politico-diplomatiche e alle ricadute economiche dei rapporti tra le due aree che si affacciano sull’Adriatico; l’altra relativa a investimenti, progetti, idee di penetrazione economica da parte di soggetti attivi nell’Italia adriatica verso l’Europa orientale.

L’iniziativa, che si tiene in occasione della commemorazione dello scoppio della prima guerra mondiale, ha lo scopo di esaminare i rapporti economici e soprattutto i progetti di investimento (realizzatisi o meno) che, a cavallo dello scoppio della guerra, si attivarono tra l'Italia e i paesi dell’Europa sud-orientale.

Un esempio di una certa importanza è la creazione della Società per l’utilizzo delle forze idrauliche della Dalmazia, che sorse per iniziativa della Società italiana per il carburo di calcio, acetilene ed altri gas (azienda con sede a Roma e impianti produttivi a Terni e Narni) al fine di penetrare nel mercato austro-ungarico ed egemonizzarlo per quanto riguardava la vendita del carburo e dell’energia elettrica. Alla vigilia della fine del conflitto, inoltre, furono concepiti ambiziosi piani di collegamento ferroviario tra l’Umbria e le Marche al fine di aprire un canale di penetrazione commerciale con i porti del futuro Stato jugoslavo. Il presidente dell’allora Camera di commercio dell’Umbria, Domenico Arcangeli, fu tra i promotori di questi progetti.

Iniziative del genere e altre ancora sono il segnale di una volontà delle forze economiche e imprenditoriali più attive dell’Italia adriatica di stabilire un controllo di tipo imperialistico sulle economie dei paesi balcanici, entrando in diretta concorrenza con i loro omologhi austriaci e tedeschi. La guerra mondiale fu un’occasione anche per provare a immaginare un’estensione degli interessi produttivi e finanziari di questi soggetti nei territori dell’Europa sud-orientale.

Perugia, 19 maggio

Giornata della diversità biologica - “Biodiversità per lo sviluppo sostenibile”

Perugia, venerdì 22 maggio 2015

La “Giornata internazionale della diversità biologica” sarà celebrata a Perugia, venerdì 22 maggio,  nell’Aula Magna di Agraria, Abbazia di San Pietro,

Questo giorno dedicato alla bio-diversità è stato  proclamato dalle Nazioni Unite (Segretariato della Convenzione sulla diversità biologica, CBD), per aumentare la comprensione e la consapevolezza delle problematiche della biodiversità.

Il tema scelto per il 2015 è Biodiversità per lo sviluppo sostenibile che riflette l'importanza dei Sustainable Development Goals nell'ambito dell'Agenda di sviluppo delle Nazioni Unite, per il periodo 2015-2030.

Il giorno precedente, giovedì 21 maggio, l'Unione europea celebra la rete Natura 2000, al fine di contribuire a rendere la rete Natura 2000 meglio conosciuta dai cittadini dell'Unione.

L’evento del 22 maggio a Perugia è organizzato dall'Osservatorio per la Biodiversità, il Paesaggio rurale e la progettazione sostenibile della Regione Umbria, insieme con il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali (DSA3) dell'Università degli Studi di Perugia.

 

PROGRAMMA:

9.30 Interventi di saluto

Franco Moriconi, Magnifico Rettore Università degli Studi di Perugia

Francesco Tei, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali

Raoul Segatori, Servizio Sistemi naturalistici e zootecnia

Moderatore: Antonio Boggia, Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali, Università di Perugia, coordinatore scientifico dell'Osservatorio regionale per la biodiversità.

10.00 - Roberto Venanzoni, Daniela Gigante, Massimo Lorenzoni, Enzo Goretti, Gianandrea La Porta, Fabio Maneli, Dipartimento di Chimica,Biologia e Biotecnologie, Università di Perugia - Biodiversità e sviluppo sostenibile

10.20 - Davide Marino, Dipartimento di Bioscienze e Territorio, Università del Molise.

L’introduzione dei Pagamenti per i Servizi Ecosistemici per una gestione più efficace della biodiversità nelle aree agricole e semi-naturali. Il caso del progetto LIFE MGN

10.40 - Luigi Ponti, ENEA, Unità Tecnica Sviluppo Sostenibile ed Innovazione del Sistema Agro-industriale. Biodiversità agraria e cambiamento globale nel Bacino del Mediterraneo

 

11.30 - Massimo Sargolini, Scuola di Architettura e Design, Università di Camerino.

Biodiversità, paesaggio e patrimonio culturale

11.50 - Raoul Segatori, Regione Umbria, Servizio Sistemi Naturalistici e Zootecnia.

Fabio Maneli, Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, Università di Perugia.

Rete Natura 2000 in Umbria e il progetto LIFE SUN

12.20 - Dibattito e conclusioni.

Perugia, 18 maggio

Gli studenti del Liceo Artistico “Magnini” di Deruta in bici al Polo Museale scientifico universitario di Casalina

 

Al museo in bicicletta per la salute della mente del corpo e… dell’ambiente.

Escursione su due ruote degli studenti del Liceo Artistico “Alpinolo Magnini” di Deruta al Polo Museale scientifico universitario di Casalina, dove hanno visitato la Galleria di Storia naturale e la Galleria di Matematica che fanno parte del patrimonio del Centro di Ateneo per i musei scientifici (Cams) dell’Università degli Studi di Perugia.

Ad attenderli la professoressa Emanuela Ughi (Dipartimento di Matematica e Informatica) e il dottor Sergio Gentili (Cams) che hanno guidato i ragazzi alla scoperta dei campioni e dei materiali conservati nelle due Gallerie. In quella di Storia Naturale gli studenti hanno potuto ammirare la varietà e l’eterogeneità delle diverse Raccolte presenti: Antinori, Cicioni, Moretti.

La Galleria di Matematica raccoglie invece  exhibitspuzzles, giochi, che permettono di avvicinarsi a idee, concetti, teoremi matematici, anche esplorandoli tramite attività di manipolazione e disegno: attività hands-on, come negli Science Centers.

Per raggiungere la sede museale, la trentina di studenti, accompagnati dagli insegnanti Balduani, Lanari, Pagliacci, Quagliano, Silvi Antonini e Zinci, ha utilizzato le biciclette; la visita a Casalina, infatti, è stata inserita nel progetto “A scuola con la bici” del Liceo Artistico “Magnini” di Deruta. Proposto in collaborazione con la Federazione italiana amici della bicicletta (Fiab) il progetto punta alla promozione della bicicletta come mezzo di trasporto per favorire lo spostamento della popolazione scolastica, privilegiando l’uso di mezzi non inquinanti, per scoraggiare l’uso del mezzo privato, attivando alcune azioni integrate tendenti ad ottimizzare, incentivare e qualificare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto.

Una scelta ‘ecologica’, all’insegna della sostenibilità che è stata premiata; infatti il Cams ha consentito ai liceali la visita guidata gratuita dei due musei.

Il CAMS si prende cura di orti, musei, spazi espositivi e collezioni dell’Ateneo, in parte regolarmente aperti al pubblico. Tra questi, oltre alla Galleria di Storia Naturale e alla Galleria di Matematica, l’Orto Botanico e l’Orto Medievale a Perugia presso il Polo Museale Universitario di San Pietro, il Museo di Storia dell’Agricoltura e il Museo di Anatomia Umana sempre presso il Polo Museale Universitario di Casalina (Deruta) e la Gipsoteca Greca, Etrusca e Romana a Perugia.

Casalina in bici

Perugia, 18 maggio

Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori  “Il consumatore di servizi tra Italia, Spagna e Latino America” - Giornata di studio a Terni - 21 maggio 2015, ore 9.30

Giornata di studio a Ternigiovedì 21 maggio 2015, alle ore 9.30, a  Palazzo Gazzoli, sul tema “Il consumatore di servizi fra Italia, Spagna e Latino America”.

L’ iniziativa è  organizzata dal Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori, attivo dal luglio 2007 e coordinato dal professor Lorenzo Mezzasoma,unitamente all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Terni, con la collaborazione della Banca Mediolanum di Terni, e promossa nell’ambito del Dottorato internazionale di Ricerca in Diritto dei consumi dell’Università degli Studi di Perugia.

“Il convegno – sottolinea il professor Mezzasoma -  è un’occasione di discussione circa le principiali tematiche attinenti al diritto dei consumi, che, al centro di innovazioni normative continue, impongono una costante opera di aggiornamento e di studio. Rappresenta, inoltre, un momento di confronto di notevole qualità. L’incontro, che si inserisce nella vocazione  del Centro studi giuridici, offre una riflessione sulla tutela legislativa accordata al consumatore-utente di servizi, sia pubblici che privati, in un’ottica comparatistica tra Paesi europei, Italia e Spagna, e latino – americani, Argentina e Colombia”.  

I lavori saranno aperti, alle ore 9.30, dai saluti di Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Massimo Curini, Delegato del Rettore per il Polo Scientifico-Didattico di Terni, Mauro Pagliacci, Direttore del Dipartimento di Economia, Alessandro Montrone, coordinatore del Corso di Laurea in Economia Aziendale - Sede di Terni, Università degli Studi di Perugia, Mario Fornaci,  Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, Roberto  Piersantini,  presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili della Provincia di Terni, Francesco Tei, responsabile Banca Mediolanum – Terni, Lorenzo  Mezzasoma, coordinatore del Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori.

La sessione antimeridiana, presieduta dal professor Pietro Perlingieri (Prof. Emerito dell’Università del Sannio e Presidente della Società Italiana degli Studiosi di Diritto Civile), vedrà coinvolti insigni relatori: i professori Vincenzo Ricciuto dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Raffaele Di Raimo dell’Università del Salento e Albina Candian dell’Universita degli Studi di Milano.

La presidenza della sessione pomeridiana sarà affidata al Prof. Agustín Luna Serrano dell’Universidad de Barcelona, insignito della laurea honoris causa dalla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia.

I professori Eugenio Llamas Pombo dell’Univesidad de Salamanca (Spagna), Maria José Reyes Lopez dell’Universidad de Valencia (Spagna), Carlos Ignacio Jaramillo Jaramillo della Pontificia Univesidad Javeriana de Bogotà (Colombia) e Carlos Guastavo Vallespinos dell’Universidad de Córdoba (Argentina) approfondiranno la tematica oggetto del convegno negli ordinamenti spagnolo, colombiano ed argentino. Interverranno, inoltre, i professori Paoloefisio Corrias dell’Università degli Studi di Cagliari, Gabriele Carapezza Figlia dell’Università Lumsa-Palermo e Gianfranco Cavazzoni dell’Università degli Studi di Perugia.

La conclusione dei lavori sarà affidata al professor Pietro Perlingieri.

 

Perugia, 18 maggio

A Scienze Politiche presentazione del libro “Politica, moralità, fortuna.Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli”

Perugia, mercoledì 20 maggio 2015 - ore 14.15

Mercoledì 20 maggio, alle ore 14.15 nell’Aula V del Dipartimento di Scienze Politiche sarà presentatoil volume “Politica, moralità, fortuna. Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli”, curato da Ercole Erculei e Giorgio Grimaldi, con la prefazione di Theo Kobusch, e edito da Carocci.

Dopo il saluto del professor Ambrogio Santambrogio, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, nel corso del seminario interdisciplinare realizzato dai professori Vincenzo Sorrentino e Alberto Giulio Cianci, sarà presentato il lavoro collettivo di giovani ricercatori di differenti università italiane e tedesche sul Machiavelli.

Il volume, curato da Giorgio Grimaldi ed Ercole Erculei, è stato concepito in occasione del cinquecentenario della stesura del Principe, e si propone come strumento di orientamento riguardo il capolavoro di Machiavelli, attraverso un’ottica comparatistica che intende ricostruire e problematizzare fonti e influenze classiche così come comprendere la portata dell’opera nell’analisi di alcuni suoi interpreti d’eccezione. Il taglio del volume è indirizzato a coniugare il rigore scientifico della ricerca storico-filosofica con l’accessibilità divulgativa per il pubblico non specialista, senza che si esiti poi a trarne spunto per riflessioni di carattere filosofico su temi di attualità quali: il rapporto tra politica e moralità, la definizione della virtù e la sua relazione con la fortuna, la relazione tra realtà storica e libertà/progettualità politica, la natura del potere, le sue legittimazioni ideologiche e le sue metamorfosi.

Ercole Erculei lavora come assistente di ricerca presso la cattedra di Filosofia del Medioevo alla Rheinische Friedrich-Wilhelms-Universität di Bonn. Ha studiato con Giulio Lucchetta e con Theo Kobusch. Nel 2011 ha vinto il premio per studenti stranieri del DAAD. Dal 2013 è borsista presso la Hanns-Seidel-Stiftung di Monaco di Baviera. Ha pubblicato in volumi collettanei e riviste scientifiche specializzate in Italia, in Germania, in Russia e in Belgio studi sulla tradizione patristica (Origene, Giovanni Crisostomo), sul medioevo (Sigieri di Brabante, Meister Eckhart) e sul rinascimento italiano (Pico della Mirandola, Giordano Bruno).
Giorgio Grimaldi è dottore di ricerca in filosofia. Ha studiato con Domenico Losurdo. Dal 2007 collabora con il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti – Pescara. È autore di numerosi saggi pubblicati in Italia e all’estero e di due monografie: Leviatano e Behemoth. Totalitarismo e franchismo (Perugia, 2009) e Tolleranza e diritto (Perugia, 2012). 

Perugia, 15 maggio

Green Lies – il caso delle pale eoliche sul Monte Peglia

Incontro - dibattito con esperti

Casalina (Galleria di storia naturale), lunedì, 18 maggio 2015 – ore 21.30

Il  Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (Cams) in collaborazione con Centro Studi Ornitologici “Antonio Valli da Todi” promuove ”Green Lies Proiezione e dibattito - Il caso delle pale eoliche sul Monte Peglia”, un confronto tra Botanici, Zoologi, Geologi ed Archeologi,lunedì 18 maggio 2015, alle ore 21,30, nella Galleria di Storia Naturale, Manifattura ex Tabacchi a Casalina, nel Comune di Deruta.

L’incontro, ad ingresso libero, sarà dal documentario Green Lies, che introdurrà i partecipanti ad un tema che riguarda da vicino il nostro territorio, ma che pochi conoscono nei dettagli, nonostante sia stato trattato dai ‘media’ locali e nazionali.

Il progetto di cui si parlerà a Casalina prevede la costruzione di un impianto costituito da 18 torri eoliche sui crinali del Monte Peglia, all’interno dello STINA, il Sistema Territoriale di Interesse Naturalistico Ambientale, nei comuni di Parrano e San Venanzo, in provincia di Terni.

Al progetto, ora in fase di Valutazione d’impatto Ambientale (Bur n. 13 del 31/03/2015), le amministrazioni pubbliche, le associazioni, le aziende e i cittadini di 107 comuni possono presentare osservazioni a riguardo.

Per quanto riguarda eventuali approfondimenti sull'argomento si può consultare la pagina web del CAMS all'indirizzo .
http://www.cams.unipg.it/component/content/article/10-generale/177-green-lies-18-maggio-2015-galleria-di-storia-naturale?Itemid=177

Perugia, 15 maggio

Presentazione del volume “Politica, moralità, fortuna. Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli”Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli”

Perugia, (Dipartimento Scienze Politiche), mercoledì 20 maggio 2015 - ore 14.15

Il volume “Politica, moralità, fortuna. Riflessioni storico-filosofiche sul Principe di Machiavelli”, mercoledì 20 maggio 2015, alle ore 14.15, sarà presentato nell’Aula V del Dipartimento di Scienze Politiche. Il libro, curato da Ercole Erculei e Giorgio Grimaldi, con la prefazione di Theo Kobusch, è edito da Carocci.

Dopo il saluto del professor Ambrogio Santambrogio, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, sarà presentato, in un seminario interdisciplinare realizzato dai professori Vincenzo Sorrentino e Alberto Giulio Cianci, il lavoro collettivo di giovani ricercatori di differenti università italiane e tedesche sul Machiavelli.

Il volume, curato da Giorgio Grimaldi ed Ercole Erculei, è stato concepito in occasione del cinquecentenario della stesura del Principe, e si propone come strumento di orientamento riguardo il capolavoro di Machiavelli, attraverso un’ottica comparatistica che intende ricostruire e problematizzare fonti e influenze classiche così come comprendere la portata dell’opera nell’analisi di alcuni suoi interpreti d’eccezione. Il taglio del volume è indirizzato a coniugare il rigore scientifico della ricerca storico-filosofica con l’accessibilità divulgativa per il pubblico non specialista, senza che si esiti poi a trarne spunto per riflessioni di carattere filosofico su temi quanto mai di attualità: il rapporto tra politica e moralità, la definizione della virtù e la sua relazione con la fortuna, la relazione tra realtà storica e libertà/progettualità politica, la natura del potere, le sue legittimazioni ideologiche e le sue metamorfosi.

Ercole Erculei lavora come assistente di ricerca presso la cattedra di Filosofia del Medioevo alla Rheinische Friedrich-Wilhelms-Universität di Bonn. Ha studiato con Giulio Lucchetta e con Theo Kobusch. Nel 2011 ha vinto il premio per studenti stranieri del DAAD. Dal 2013 è borsista presso la Hanns-Seidel-Stiftung di Monaco di Baviera. Ha pubblicato in volumi collettanei e riviste scientifiche specializzate in Italia, in Germania, in Russia e in Belgio studi sulla tradizione patristica (Origene, Giovanni Crisostomo), sul medioevo (Sigieri di Brabante, Meister Eckhart) e sul rinascimento italiano (Pico della Mirandola, Giordano Bruno).
Giorgio Grimaldi è dottore di ricerca in filosofia. Ha studiato con Domenico Losurdo. Dal 2007 collabora con il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti – Pescara. È autore di numerosi saggi pubblicati in Italia e all’estero e di due monografie: Leviatano e Behemoth. Totalitarismo e franchismo (Perugia, 2009) e Tolleranza e diritto (Perugia, 2012). 

Perugia, 15 maggio

Psiquadro e Ateneo preparano Sharper la Notte europea dei Ricercatori 2015,

in programma il 25 settembre a Perugia

Sharper, la notte europea dei ricercatori in programma il 25 settembre 2015 a Perugia, coordinata da Psiquadro in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, è alla ricerca delle idee più brillanti per animare la serata dedicata alla ricerca e all’incontro con i cittadini.
Una chiamata rivolta a tutti i ricercatori dell’Ateneo di Perugia.

Nella notte del 25 settembre sono previsti Open Lab, visite nei laboratori di ricerca, giochi per scoprire il fascino di un dato ambito di ricerca, speakers'corner, talk show con il pubblico, dimostrazioni e esperimenti in piazza. L’obiettivo dell’edizione 2015 è quella di superare in termini di presenze e iniziative la Notte Europea dello scorso anno. Sharper 2014, a Perugia, ha raccolto più di tremila presenze in una sola notte, oltre settanta ricercatori coinvolti, 30 eventi, 15 luoghi che hanno animato con la ricerca il cuore della città e laboratori aperti fino a tarda notte.

Sul sito internet di Sharper, https://sites.google.com/site/sharper2014nottedeiricercatori/spazio-proposte fino al 10 giugno, i ricercatori troveranno il modulo da compilare per inviare le proprie proposte per prendere parte alla Notte Europea dei Ricercatori a Perugia. Sharper è un'occasione per raccontare il lavoro di ricerca, attraverso una moltitudine di attività diverse, piacevoli e coinvolgenti.

Per contattare i curatori del programma chiamare lo 075.4659547 o scrivere a perugia@sharper-night

Perugia, 14 maggio 

Presentata la nuova Convenzione tra Ateneo e Teatro Stabile dell’Umbria

Stamani, a Palazzo Donini, si è tenuta la conferenza stampa per presentare la convenzione fra l’Università degli Studi di Perugia e il Teatro Stabile dell’Umbria.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Maria Teresa Severini, Assessore del Comune di Perugia, Brunello Cucinelli e Franco Ruggieri, rispettivamente Presidente e Direttore del Teatro Stabile dell’Umbria.

Tra gli obiettivi dell’accordo, come ha spiegato Franco Ruggieri, Direttore del Teatro Stabile dell’Umbria, il primo adempimento sarà la nascita del Centro Europeo di Ricerca sul Teatro e le Arti dello Spettacolo (CERTAS), che prenderà il posto del Centro Studi Sergio Ragni.

“Un  progetto che condividiamo – ha sottolineato  il Rettore Moriconi – anche per la stretta collaborazione che lega l’Ateneo al Teatro Stabile. Sui tempi di realizzazione dei vari obiettivi del nuovo Centro devo rilevare che alcuni interventi previsti saranno oggetto di valutazione dei costi, che faremo nei prossimi giorni coinvolgendo gli organi istituzionali dell’Università. E’ evidente, comunque, che tempi e modi di concreta realizzazione del progetto ‘Certas’ sono subordinati ai limiti delle disponibilità economiche dell’Ateneo. Tra le opportunità da attivare ce n’è una alla quale penso da tempo – ha aggiunto il Rettore -: la possibilità di creare uno spazio per un collegamento diretto del Dipartimento di Lettere con il Teatro Morlacchi, che potrebbe ospitare convegni e seminari su argomenti di teatro e che offra, inoltre, ai nostri studenti di venire a diretto contatto con i protagonisti delle attività teatrali e in particolare  gli attori che giungono al Morlacchi per interpretare i loro spettacoli”.

Tutti i partecipanti alla conferenza stampa hanno evidenziato con favore l’’iniziativa, in particolare il Presidente del Teatro Stabile Brunello Cucinelli e l’assessore comunale Maria Teresa Severini hanno sottolineato il ruolo positivo svolto dall’Università nell’attività di collaborazione attuale con il Centro Studi Sergio Ragni e futura con il CERTAS. La Presidente della Regione Catiuscia Marini ha confermato l’intenzione di continuare a sostenere, anche finanziariamente, i progetti messi in campo dalla collaborazione tra Teatro Stabile dell’Umbria e Ateneo. 

Tavolo teatro 2

Tavolo teatro 4

Moriconi teatro

Moriconi teatro 1

Cucinelli

Marini

Ruggeri

Severini

Perugia, 14 maggio

Ravanelli, Pippi e Magnoni in Aula magna a Medicina parlano del ruolo del Mental Coaching - Perugia, sabato 16 maggio 2015, alle ore 9.30

A Perugia, nell’Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia, a Sant’Andrea delle Fratte, sabato 16 maggio 2015, alle ore 9.30, si terrà il seminario-incontro “Con il corpo e con la mente - Il Mental Coaching negli sport individuali e di squadra”.

L’iniziativa è organizzata dal professor Guglielmo Sorci, coordinatore del Corso di studi in Scienze Motorie e Sportive - Dipartimento di Medicina Sperimentale, in collaborazione con l'Associazione onlus Ant8supporters nata in ricordo del giovane motociclista Andrea Antonelli tragicamente morto durante una competizione motociclistica.

Saranno presenti personalità di spicco del mondo dello sport che risponderanno alle domande degli studenti: Fabrizio Ravanelli, allenatore di calcio ed ex calciatore, Damiano Pippi, ex pallavolista della Nazionale, e Michele Magnoni, pilota del Mondiale SBK.

“Il seminario – sottolinea il professor Sorci - fa parte di una serie di incontri rivolti agli studenti di Scienze Motorie e Sportive con lo scopo di avvicinare gli studenti a diversi aspetti del mondo sportivo e della preparazione atletica”. 

I lavori saranno aperti, alle 9.30, dai saluti istituzionali: Franco Moriconi, Rettore Università degli Studi di Perugia, Vincenzo Nicola Talesa, Direttore Dipartimento di Medicina Sperimentale, Guglielmo Sorci, coordinatore del corso di Scienze Motorie e Sportive, Arnaldo Antonelli, Onlus Ant8supporters e docente del corso di Scienze Motorie e Sportive, Luigi Repace, presidente Federazione Italiana Gioco Calcio - Comitato Regionale Umbria, Domenico Ignozza, Presidente CONI Regione Umbria, Francesco Emanuele, Presidente Comitato Italiano Paralimpico Regione Umbria, Ettore Iorio, Consigliere CUS Perugia, Fabio Paparelli, Assessore allo Sport Regione Umbria, Emanuele Prisco, Assessore allo Sport Comune di Perugia.

Alle 10.30 l’ intervento di Alberto Biffi, Certified Mental Coach Italia; Sport & Business Coach Professionista, sul tema “Il Mental Coaching negli sport individuali e di squadra”; alle 11.30, Filippo Sdringola, preparatore atletico professionista di calcio affronterà il tema  “Motivazione dal gioco nell’attività calcistica”.

Alle 11.45 “Dalla parte del campione”, con gli interventi di Ravanelli, Pippi e Magnoni.

Perugia, 14 maggio

Fabrizio Alberti, giovane perugino laureato in Biotecnologie, ha vinto un prestigioso premio della Genetics society of America 

Il dottor Fabrizio Alberti, giovane perugino laureato in Biotecnologie agrarie e ambientali, ha vinto un premio della ‘Genetics Society of America’  per la ricerca “Reconstruction of the biosynthetic pathway for the diterpene antibiotic pleuromutilin in the secondary host Aspergillus oryzae”. Il riconoscimento (per il miglior poster nella categoria ‘Biochimica e Metabolismo’)  è stato consegnato ad Alberti in California, nel corso della conferenza di Microbiologia (28th Fungal Genetics Conference), alla quale hanno partecipato un migliaio di ricercatori provenienti da tutto il mondo.

Fabrizio Alberti, laureato nell’Università degli Studi di Perugia, frequenta attualmente un dottorato di ricerca in microbiologia all’Università di Bristol (Regno Unito). Il suo lavoro riguarda la produzione di un antibiotico, chiamato pleuromutilina, ottenuto da un fungo. Questo antibiotico viene utilizzato per il trattamento di malattie infettive della pelle causate da batteri Gram-positivi, ed è attivo contro ceppi antibiotico-resistenti di MRSA. Al fine di creare un sistema che consenta di produrre l’antibiotico a costi ridotti e in modo più flessibile, il ricercatore perugino ha ricreato la sua biosintesi in un altro organismo ospite, tramite ingegneria genetica e biologia molecolare.

Alberti ha conseguito a Perugia nel 2009 la laurea triennale in Biotecnologie, e nel 2012 in Biotecnologie Agrarie ed Ambientali (corso di laurea magistrale), con una tesi di cui relatrice è stata la dottoressa Chiaraluce Moretti, ricercatrice del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali. Durante la laurea Magistrale, Alberti ha trascorso quattro mesi all’Università di Reading (Regno Unito) nell’ambito del progetto Erasmus Placement e, dopo la laurea, ha lavorato per sei mesi come assistente di ricerca al Centro di Ricerca per la Frutticoltura (CRA-FRU) di Roma.

Alberti Fabrizio r

Fabrzio Alberti

Perugia, 12 maggio

CONFERENZA STAMPA - Convenzione fra l’Università degli Studi di Perugia e il Teatro Stabile dell’Umbria - Palazzo Donini, giovedì 16 maggio 2015 - ore 11.30

Giovedì 16 maggio 2015, alle ore 11.30, nella Sala Giunta di Palazzo Donini, Conferenza stampa di presentazione della convenzione fra l’Università degli Studi di Perugia e il Teatro Stabile dell’Umbria.

All’incontro con i giornalisti interverranno Catiuscia Marini, presidente della Regione Umbria, Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Brunello Cucinelli e Franco Ruggieri, rispettivamente presidente e direttore del Teatro Stabile dell’Umbria.

Nel corso della conferenza stampa verrà anche annunciata la nascita del Centro Europeo di Ricerca sul Teatro e le Arti dello Spettacolo (CERTAS), con sede a Palazzo San Bernardo a Perugia.

Perugia, 12 maggio

Mercoledì a Scienze Politiche su “Questioni di genere: dinamiche e prospettive d’ateneo”. Domani, 13 maggio 2015, ore 16, in Aula 1

“Questioni di genere: dinamiche e prospettive d’ateneo” è il tema della Tavola rotonda in programma domani, mercoledì 13 maggio 2015, alle ore 16  nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche. L’incontro rappresenta l’appuntamento conclusivo del seminario “Il genere tra storia, diritti e nuove soggettività”.

Interverranno Franco Moriconi (Rettore dell’Università di Perugia), Mirella Damiani (Delegata del Rettore per le Pari opportunità e le Politiche sociali), Cristiana Fioravanti (Delegata per la Pari opportunità, Università di Ferrara), Fiorella Giacalone (Università di Perugia), Benedetta Siboni (Università di Bologna).

 L’iniziativa rientra nel ciclo “I Mercoledì di Scienze Politiche”, ricco programma di appuntamenti  tenuti da docenti interni e esterni al Dipartimento. L’iniziativa, in una prospettiva marcatamente interdisciplinare, affronta alcuni temi classici delle scienze politiche e si propone come occasione di confronto sui temi dettati dall’attualità politica e come momento di riflessione sulle principali aree di crisi e di conflitto.

Perugia, 11 maggio

Il Premio "Leopold Griffuel" al professor Brunangelo Falini, motivo di orgoglio per la ricerca e l’assistenza medica in Umbria  

Il premio conferito al professor Brunangelo Falini è motivo di orgoglio per tutti, in particolare per l’Università di Perugia, ma anche per l’azienda ospedaliera perugine e per la Regione Umbria. Questo è il concetto evocato da tutti gli intervenuti, stamani, alla Conferenza stampa, nella Sala convegni del Residence Chianelli, per illustrare il  Premio “Leopold Griffuel”, che il professor Brunangelo  Falini ha ricevuto a Parigi per i brillanti risultati ottenuti dalle sue ricerche scientifiche.

“Il riconoscimento è legato alla scoperta di due lesioni genetiche, due mutazioni che sono la causa della leucemia acuta mieoloide e della leucemia a cellule capellute – ha spiegato il professor Falini indicando le motivazioni che gli hanno consentito di ottenere il prestigioso premio -. L’importanza di questa ricerca di base, già tradotta in attività clinica, è mirata  a migliorare la diagnosi e la terapia dei pazienti. Il premio in denaro che ammonta a 150 mila euro, verrà in gran parte utilizzato (almeno 125mila euro), per lo sviluppo di nuovi farmaci antileucemici e per individuare anche vecchi farmaci, che possono essere utilmente impiegati per il trattamento di particolari sottotipi di leucemie acute”.

Presente nella capitale francese anche il Pro Rettore professor Fabrizio Figorilli, che ha rilevato che la commissione scientifica del Premio ha deciso il riconoscimento a Falini, senza alcuna discussione. Il Magnifico Rettore Franco Moriconi, ha sottolineato che, da quando è alla guida dell’Ateneo di Perugia, si è abituato ad assistere alle premiazioni conferite al professor Falini. “In questo caso del premio “Leopold Griffuel”, però, sento di dover sottolineare oltre al grande merito scientifico di Falini – ha detto Moriconi - anche lo straordinario lavoro di gruppo che ha consentito di ottenere importanti risultati, già dagli anni Ottanta quando alla guida c’era il fondatore dell’ematologia perugina, proferssor Massimo Fabrizio Martelli. E’ vero che il rapporto tra universitari e medici nell’Azienda ospedaliera di Perugia si caratterizza per essere dialettico, ma capace soprattutto di garantire risultati di grande qualità. In questa direzione si è mossa da molti anni la Facoltà di Medicina e, in particolare, nell’ultimo anno la creazione  della Scuola di Medicina, che assicura il futuro della ex Facoltà, e di recente la firma per l’aggiornamento della convenzione sanitaria con la Regione Umbria. Per questa capacità di integrazione ringrazio la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e il direttore dell’Azienda ospedaliera Walter Orlandi. Non è un caso che siamo qui nel Residence Chianelli – ha concluso il Rettore – a dimostrazione della stretta collaborazione che finora ha garantito assistenza e ricerca e, sono certo, potrà continuare a dare importanti risultati anche in futuro”.

In apertura per un saluto ai presenti è intervenuto Franco Chianelli, presidente del Comitato per la Vita ‘Daniele Chianelli’’. Il direttore dell’Azienda ospedaliera Walter Orlandi ha evidenziato il valore del premio per la ricerca transnazionale, che consente di tradurre con rapidità le scoperte scientifiche in attività di assistenza medica.  Il professor Carlo Riccardi, direttore del Dipartimento di Medicina al quale afferisce Falini e il suo gruppo di ricerca, ha ricordato  che nel suo dipartimento operano gruppi di ricerca, a cominciare dall’Ematologia,  che hanno ottenuto lusinghiere valutazioni dall’Anvur, l’Agenzia di valutazione nazionale. 

Infine, la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, ha espresso gratitudine a Falini per aver portato lustro alla medicina umbra. “Un riconoscimento che dà lustro alle Istituzioni, ma – ha concluso la Presidente Marini – anche alla gente e alla comunità regionale perché il professor Falini è riuscito a esportare anche le sue profonde  radici perugine e umbre”.

Moriconi e Falini 2

Premio Falini3

 

Figorilli 2

Premio Falini2

2015 05 06 ARC Prix Griffuel 836 HD

2015 05 06 ARC Prix Griffuel 826 HD

2015 05 06 ARC Prix Griffuel 533 HDr

Perugia, 8 maggio

CONFERENZA STAMPA - Perugia,  Sala Convegni del Residence Chianelli - Lunedì 11 maggio 2015 – ore 12. Il professor Brunangelo Falini insignito a Parigi del Premio "Leopold Griffuel"

Lunedì 11 maggio 2015, alle ore 12, Sala Convegni del Residence Chianelli, è programmata una conferenza stampa,  organizzata dall'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con la Regione Umbria e con l’Azienda Ospedaliera di Perugia.

Verrà illustrato alla stampa il significato del premio “Leopold Griffuel” che il professor Brunangelo  Falini ha ricevuto a Parigi per i brillanti risultati ottenuti dalle sue ricerche scientifiche. Alla cerimonia ufficiale nella capitale francese  il professor Falini è stato accompagnato dal professor Fabrizio Figorilli, Pro Rettore dell’Ateneo di Perugia.

L’incontro è stato fissato presso la sede del “Comitato per la Vita Daniele Chianelli” per sottolineare  l’importanza e l’impegno dei tanti volontari dell’associazione,  che da oltre 25 anni sostengono la ricerca Oncoematologica.

Alla conferenza stampa interverranno, oltre al professor Falini,  Catiuscia Marini, Presidente della Regione dell’Umbria, Walter Orlandi, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera  e Franco Moriconi, Magnifico Rettore  dell’Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 8 maggio

Alla scoperta dei vulcani per prevederne le eruzioni, scienziati impegnati sul Progetto europeo CHRONOS - Martedì 12 maggio 2015 incontro alla Sala Dessau

Nella Sala Dessau della sede centrale dell’Università di Perugia (Palazzo Murena) martedì 12 maggio 2015, alle ore 9.30, si svolgerà in l’incontro iniziale del progetto europeo CHRONOS (A Geochemical Clock to Measure Timescales of Volcanic Eruptions) di cui Diego Perugini del Dipartimento di Fisica e Geologia di Perugia è responsabile scientifico.

“Definire le tempistiche delle eruzioni è, infatti, fondamentale per definire il comportamento dei vulcani e per mitigarne l'enorme impatto sulla società e sull'ambiente – sottolinea Perugini -. Il progetto CHRONOS, finanziato per 2 milioni di euro dal consiglio europeo delle ricerche (ERC),  integrerà analisi di campioni naturali, simulazioni numeriche, ed esperimenti all’avanguardia effettuati con magmi naturali. L’idea è di sfruttare la composizione delle rocce come un orologio geochimico per misurare il tempo delle eruzioni vulcaniche”.

CHRONOS intende contribuire dunque, in modo fondamentale, alla comprensione del vulcanismo e in particolare alle quantificazione delle tempistiche di questi eventi naturali. Aprirà una nuova finestra sui processi fisici e chimici che avvengono nei giorni precedenti alle eruzioni vulcaniche e fornirà nuove e fondamentali informazioni per costruire il primo inventario dei tempi eruttivi per i vulcani del pianeta Terra.

All’evento inaugurale di martedì 12 maggio parteciperanno, oltre al Magnifico Rettore Prof. Franco Moriconi e al Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia Prof.ssa Caterina Petrillo, illustri scienziati di fama internazionale quali il Prof. Sandro Conticelli, esperto di magmatismo e vice-presidente della Società Geologica Italiana (Università di Firenze), il Prof. Michael Robert Carroll, esperto di magmatologia sperimentale (Università di Urbino), e il Prof. Donald Bruce Dingwell, esperto di vulcanologia sperimentale e presidente dell’Associazione Internazionale di Vulcanologia (Università di Monaco di Baviera).

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, avrà luogo la visita ai laboratori di Petro-Vulcanologia dell’Università di Perugia dove verranno illustrati i macchinari all’avanguardia messi a punto dal team di lavoro del progetto CHRONOS.

 

Perugia, 7 maggio

Tantissimi giovani ad ascoltare il Premio Nobel Amartya Sen nell’ Aula Magna dell’ Ateneoell’ Aula Magna dell’ Ateneo

 

Bagno di folla per ascoltare  il professor Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia nel 1998. In tanti, in prevalenza giovani, hanno affollato l’Aula Magna per ascoltare il grande economista, con i suoi libri tradotti in oltre 30 lingue ed una impressionante varietà di tematiche di ricerca approfondite.

“Questa folla testimonia la validità della scelta di invitare a Perugia il professor Sen – ha sottolineato Rettore Franco Moriconi -. Si tratta di una personalità straordinaria e capace di offrire un’opportunità unica, agli studenti del nostro Ateneo e alla città, per conoscere e approfondire temi tanto importanti come quelli dell’etica e dell’economia”.

“Il professor Sen viene considerato l’economista vivente con il maggior impatto nell’ambito dell’economia e quello complessivo delle scienze sociali – ha evidenziato il professor Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia, membro del Senato accademico e promotore dell’incontro -. Sen rimarrà nella storia della scienza economica come A. Smith e J.M. Keynes. E’ stato un incontro di grande prestigio per il nostro Ateneo, e non solo per approfondire scientificamente e didatticamente il legame complesso tra etica ed economia; si è andati ben oltre una Invited Lecture, Sen ha risposto a quasi 20 domande poste da studenti di molti dipartimenti e da docenti su tantissimi temi diversi, con un’attenzione e una chiarezza uniche. Molto belle e acute le domande dei nostri studenti e dei docenti intervenuti; Sen si è dichiarato entusiasta dell’accoglienza ricevuta a Perugia, dove era già stato nel lontano 1954”.

Ecco tre delle moltissime riflessioni formulate da dal professor Amartya Sen nella sua Lecture e soprattutto in risposta alle molte domande:

“L’Europa ha confuso l’austerità con le riforme e ciò peserà anche sullo sviluppo di altre aree geografiche del pianeta”.

“I modelli economici devono tener conto della complessità della realtà e devono essere continuamente sottoposti a verifica e migliorati”.

“Occorre un equilibrio virtuoso tra stato e mercato, comprendendo a pieno i limiti delle due istituzioni”.

L’incontro in Aula Magna gremitissima si è protratto ben oltre il previsto ed è stata impressionante l’attenzione catturata dall’illustre ospite con interventi che testimoniano la enorme capacità di lettura della realtà.

Prima della conferenza in Aula Magna, il professor Sen, accompagnato dal professor Signorelli,  è stato accolto in Rettorato dal professor Moriconi. Sen, che ha visitato anche la Sala del Dottorato, ha anche firmato il registro degli ospiti illustri dell’Ateneo.

Sen 1

tavolo sen 4

da sx Signorelli Sen Moriconi 2

da sxSen Moriconi 2

pubblico 2

pubblico 1

Signorelli 1

domande

da sx Signorelli Sen Moriconi

Sen Moriconi

Sen Moriconi

Sen firma il registro

Perugia, 6 maggio  

Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia domani in Aula Magna parla di “Etica ed Economia” - Giovedì 7 maggio 2015 – ore 10.30

Il professor Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia nel 1998,  sarà domani a Perugia ospite dell’Università degli Studi. Amartya Sen, economista e filosofo indiano, giovedì 7 maggio 2015, alle ore 10.30, nell’Aula Magna dell’Ateneo terrà una “Invited Lecture” sul tema “Ethics and Economics”. Il programma dell’incontro, promosso dal professor Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e  membro del Senato accademico, prevede, in apertura, i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e alcuni interventi introduttivi. Subito dopo il professor Amartya Sen terrà la sua Lecture e, al termine, risponderà alle domande di docenti e studenti. 

Perugia, 6 maggio  

Perugia,  Sala Convegni Creo - Lunedì 11 maggio 2015 – ore 12. Il professor Brunangelo Falini insignito a Parigi del Premio "Leopold Griffuel" 

Lunedì 11 maggio 2015, alle ore 12, nella Sala Convegni del Centro di ricerca Emato-Oncologico (CREO), nell’area dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, si terrà una conferenza stampa organizzata dall'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con la Regione Umbria.

Nel corso dell’incontro con i giornalisti verrà illustrato il significato del premio “Leopold Griffuel" che il professor Brunangelo Falini ha ricevuto a Parigi per i brillanti risultati ottenuti dalle sue ricerche scientifiche; alla cerimonia nella capitale francese è stato accompagnato dal professor Fabrizio Figorilli, Pro Rettore dell’Ateneo di Perugia.

Alla conferenza stampa interverranno, oltre al professor Falini, il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, e Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Il Premio “Leopold Griffuel”, alla quarantatreesima edizione, conferito dalla Fondazione ARC per la Ricerca sul Cancro (www.fondation-arc.org), quest’anno è stato assegnato al professor Falini e al professor Yosef Yarden dell'Istituto Weizmann di Rehavat, Israele.

Perugia, 6 maggio 

La dottoressa Marchetti parla dei media digitali e della chiesa nel tempo di internet a “L’uovo di Colombo 

Giovedì 7 maggio 2015, la dottoressa  Rita Marchetti sarà ospite della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27. 

Rita Marchetti è assegnista di ricerca di Sociologia della Comunicazione al Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia dove insegna Teorie e tecniche dei media digitali nel corso di laurea in Scienze della comunicazione. I suoi interessi si incentrano, in particolare, sulla comunicazione religiosa e su quella politica in rete; di recente ha presentato il volume “La Chiesa in internet. La sfida dei media digitali”.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 10 maggio 2015 alle ore 15

Perugia, 6 maggio

Collaborazione tra gli Atenei di Perugia  e della Guinea Equatoriale, al via il Master Internazionale di II Livello “Percorsi diagnostici e terapeutici relativi alle esigenze medico-sanitarie in ambienti tropicali”

Ha avuto inizio il Master Internazionale di II Livello su “Percorsi diagnostici e terapeutici relativi alle esigenze medico-sanitarie in ambienti tropicali” organizzato dal Dipartimento di Medicina Sperimentale, in collaborazione con docenti degli altri Dipartimenti di Medicina. E’ frequentato da 16 laureati in medicina, alcuni dei quali con specializzazioni e anni di esperienza, provenienti dalla Guinea Equatoriale e dalla Guinea Conakri.

Il Master si colloca nell’ambito della collaborazione didattica e scientifica fra l’Ateneo di Perugia e l’Università della Guinea Equatoriale, è stato disegnato, congiuntamente, con standard europei e rappresenta un tassello importante dell’offerta didattica internazionale.

Il corso prevede lezioni in aula, esercitazioni in laboratorio e simulazioni con strumentazioni didattiche avanzate, oltre a percorsi individualizzati di studio e pratica, per soddisfare le esigenze dei singoli partecipanti.

Il Master è anche frutto della cooperazione tra l’Università e il settore privato, poiché è parzialmente finanziato dalla Società Piccini, che da anni opera nel settore delle costruzioni in vari Paesi Africani.

Alla cerimonia di apertura hanno partecipato i Professori Elmo Mannarino e Vincenzo Nicola Talesa, rispettivamente Direttori della Scuola di Medicina e del Dipartimento di Medicina Sperimentale, i Professori Bartoli, Cenci e Spaccapelo e l’Ingegnere Daniela Rossi in rappresentanza della Società Piccini.

Il Professor Fabio Maria Santucci, delegato per la cooperazione internazionale, ha portato i saluti del Rettore e ha sottolineato come questo Corso rappresenti, a livello italiano, una “best practice”, sia per la collaborazione internazionale che per il coinvolgimento del settore privato.

Perugia, 5 maggio

Domani la presentazione di un importante studio sui tumori dei bambini - Perugia, Residence “Daniele Chianelli”, mercoledì 6 maggio 2015 

Domani, mercoledì 6 maggio 2015, dalle 14 alle 17, nella Sala della Bomboniera del Residence “Daniele Chianelli” docenti dell’Università degli Studi di Perugia e professionisti della Azienda Ospedaliera presenteranno i risultati dello “Studio epidemiologico multicentrico italiano sull’eziologia dei tumori del sistema linfoemopoietico e dei neuroblastomi nel bambino”.

L’iniziativa si svolge in collaborazione con il Comitato per la vita Daniele Chianelli.

La forte sinergia fra mondo della ricerca, dell’assistenza e del volontariato ha consentito la realizzazione di un importante contributo conoscitivo – soprattutto in una funzione preventiva - di queste patologie di grande e doloroso impatto sociale.

La ricerca alla quale hanno partecipato i più importanti studiosi italiani di epidemiologia, pediatria oncologica e fisica ha indagato l’associazione tra i tumori nei bambini di età 0-10 anni e un ampio ventaglio di fattori di rischio tra i quali

  • agenti fisici (campi elettromagnetici a frequenza estremamente bassa-50Hz, raggi gamma dal fondo ambientale e radiazioni ionizzanti ad uso diagnostico),
  • agenti chimici (solventi, fumo passivo, inquinanti da traffico)
  • altri fattori quali le esposizioni lavorative dei genitori, la storia sanitaria e personale del bambino e dei genitori, la loro dieta, l’uso di farmaci, le malattie infettive, le vaccinazioni

Perugia, 5 maggio

Premio “Lucille Georg” alla professoressa Luigina Romani. La consegna a Melbourne giovedì 7 maggio 2015La consegna a Melbourne giovedì 7 maggio 2015

La professoressa Luigina Romani, Ordinario di Patologia al Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia, riceverà a Melbourne, giovedì 7 maggio 2015, il prestigioso premio “Lucille Georg”, riconoscimento che viene conferito ad illustri micologi che si sono distinti per i loro considerevoli apporti scientifici.

Il riconoscimento, in onore del Dottor Georg, uno dei micologi più produttivi e influenti al mondo, sarà consegnato dal Consiglio dell’ International Society for Human and Animal Mycology (ISHAM), nell’ambito del XIX Congresso che si tiene dal 4 all’8 maggio 2015.

La professoressa Romani è stata insignita del premio per il contributo dato alla Scienza nel campo della Micologia Medica; in particolare per l’attività di ricerca che conduce come responsabile scientifico, nell'ambito dell’importante progetto europeo ERC FunMeta e, come coordinatore scientifico, nell'ambito del Progetto Europeo ALLFUN, entrambi afferenti al Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo di Perugia.

Perugia, 5 maggio

La chiesa al tempo di internet,  incontro al Dipartimento di Scienze Politiche - 

Giovedì 7 maggio 2015, ore 12

 

L’aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche ospiterà, giovedì 7 maggio 2015, alle ore 12, un incontro sul tema “Networked religion”; prenderà spunto dal libro “La Chiesa in internet. La sfida dei media digitali”, di Rita Marchetti, appena pubblicato da Carocci.
Interverranno, oltre all’autrice, monsignor Paolo Giulietti, vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve, monsignor Claudio Giuliodori, presidente della Commissione episcopale per la cultura e le comunicazioni sociali Cei e assistente ecclesiastico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, il professor Franco Garelli dell’Università di Torino.

I lavori saranno introdotti dal professor Ambrogio Santambrogio, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, e coordinati da Paolo Mancini (Università di Perugia).

“Quando parliamo di Chiesa e internet pensiamo immediatamente all’account Twitter del Papa, pensiamo all’uso che di internet fa la gerarchia ecclesiastica – sottolinea Marchetti -. Eppure @pontifex non nasce dal nulla, dato che la Chiesa non si è accorta improvvisamente dell’esistenza di internet. Ha colto le potenzialità della rete fin dall’inizio, in continuità con la lunga tradizione di comunicazione di cui è portatrice”.

Il volume analizza come internet è entrato in chiesa e quali sono le conseguenze che scaturiscono da tale ingresso. Prende in esame il tessuto parrocchiale che costituisce il livello interno all’organizzazione ecclesiastica più vicino ai vissuti individuali e alla dimensione quotidiana dell’esistenza, quello dove si avverte più direttamente la penetrazione di Facebook, dei blog e delle altre piattaforme di social networking. Offre un contributo originale nel panorama italiano mostrando come il mondo ecclesiale in rete si sia dimostrato una realtà estremamente e inaspettatamente ricca, con migliaia di utenti anche tra le persone e i parroci più anziani, come mostra l’importante mole di dati e informazioni raccolte sul campo di cui la pubblicazione rende conto.


L’incontro è organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche in collaborazione con WeCa (Associazione Webmaster Cattolici Italiani). La diocesi di Perugia è socio fondatore di WeCa (2003) insieme alla diocesi di Roma, all’Università Cattolica, alla Fondazione Comunicazione e Cultura Cei. 

Perugia, 5 maggio

Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia in Aula Magna per una “Invited Lecture”  su “Etica ed Economia” - Giovedì 7 maggio 2015

Il professor Amartya Sen, Premio Nobel per l’Economia nel 1998,  sarà a Perugia ospite dell’Università degli Studi. Amartya Sen, economista e filosofo indiano, giovedì 7 maggio 2015, alle ore 10.30, nell’Aula Magna dell’Ateneo terrà una “Invited Lecture” sul tema “Ethics and Economics”.

 

Il programma dell’incontro prevede, in apertura, i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e alcuni interventi introduttivi.

Subito dopo il professor Amartya Sen terrà la sua Lecture e, al termine, risponderà alle domande di docenti e studenti.

“L’incontro con Sen – sottolinea il professor Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e  membro del Senato accademico, promotore dell’iniziativa - è da considerare un significativo evento per il nostro Ateneo e studenti e docenti sono invitati a partecipare. La produzione scientifica del professor Sen è enorme e variegata, in misura tale che attualmente viene considerato l’economista con il maggior impatto nell’ambito complessivo delle Scienze sociali”.

Perugia, 5 maggio

Dalla solidarietà alla fraternità:  identità, estraneità e relazioni per un nuovo umanesimo. Tre giorni di confronto al Centro Congressi FIGC. Perugia, 7 – 9 maggio 2015

“Dalla solidarietà alla fraternità: identità, estraneità e relazioni per un nuovo umanesimo” è in programma a Perugia, al Centro Congressi FIGC, dal 7 al 9 maggio 2015.

Si tratta del primo dei tre laboratoripromossi dalla Conferenza Episcopale Italiana in preparazione del V Convegno Ecclesiale Nazionale (Firenze 9 - 13 novembre 2015), e rappresenta, una tappa importantissima, per tutta la Chiesa italiana, nel percorso di avvicinamento all’appuntamento di Firenze.

Il convegno di Perugia propone due peculiarità. Innanzitutto è organizzato in stretta collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia, la massima istituzione culturale del territorio ed ha quindi l’ambizione di essere un momento di alto profilo scientifico. In secondo luogo, si colloca sulla scia di altre importanti iniziative culturali che sono state svolte negli ultimi anni. 

I lavori di giovedì 7 maggio saranno aperti, alle ore 15, dalla sessione “Verso Firenze 2015. InterverrannoCristiano Bettega, Ufficio Nazionale per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso della CEI, Gualtiero Bassetti, Arcivescovo Cardinale di Perugia - Città della Pieve (sul tema “Chiesa e Nuovo Umanesimo”),Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia, Angelo Capecci, Università di Perugia (su “Filosofia e prospettive di nuovo umanesimo”).

Il  laboratorio di studio è promosso dal Comitato Preparatorio del V Convegno Ecclesiale Nazionale di Firenze “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

Perugia, 4 maggio

La storia della carrozzeria Touring -Tecnica costruttiva e design dell’auto

Domani, al Dipartimento di Ingegneria di Perugia 

Domani, martedì 5 maggio 2015, interessante incontro al Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia. L’iniziativa, in occasione della rievocazione storica della Coppa della Perugina (in programma dall'8 al 10 maggio), è promossa dal Camep, Club Auto e Moto d'epoca Perugino, in collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria e l'ATA, Associazione Tecnica dell'Automobile.

Si parlerà dell'Evoluzione della tecnica costruttiva e del design dell'auto in quaranta anni, dal 1926 al 1966, con particolare riferimento alla carrozzeria Touring Superleggera, per poi passare ad illustrare le metodologie più recenti per la definizione dell’aerodinamica di un veicolo. Il convegno sarà aperto dai saluti del prof. Giuseppe Saccomandi, Direttore del Dipartimento, e dal dott. Ugo Amodeo, Presidente del Club Auto e Moto d’epoca. Il prof. ing. Francesco Castellani, docente di Macchine, parlerà su "l'aerodinamica nello sviluppo dei veicoli: studi numerici e analisi sperimentali".  Seguirà l’intervento dell’ing. Giovanni Bianchi Anderloni, nipote del fondatore della carrozzeria Touring, sul tema: "Carrozzeria Touring Superleggera; 1926-1966, evoluzione della tecnica costruttiva e del design".

A fine giornata gli studenti universitari del Racing Team di ingegneria presenteranno la loro monoposto, interamente progettata all’interno del Dipartimento perugino, che ha ottenuto ottime qualificazioni al GP d’Italia nell’ambito della competizione internazionale SAE Student.

Da molti anni si affrontano tematiche di ricerca legate al settore ‘automotive’ nel Dipartimento di Ingegneria di Perugia, dove sono presenti laboratori per lo studio sperimentale dei veicoli. Nel “Laboratorio Motori a Combustione Interna” i ricercatori analizzano le prestazioni dei propulsori, mentre nel “Laboratorio SprayLAB” si ottimizzano i sistemi di iniezione. La  prestigiosa Galleria del Vento ‘Raffaele Balli’, fiore all'occhiello del Dipartimento, è utilizzata da importanti case automobilistiche e motociclistiche per la messa a punto dei loro nuovi prodotti.

LA CARROZZERIA TOURING

Carrozzeria Touring Superleggera è forte di una storia e di una tradizione di oltre 80 anni: le prime fuoriserie carrozzate Touring, un’Alfa Romeo e un’Isotta Fraschini, furono infatti realizzate nel 1928.
Negli anni il nome Touring è sempre stato sinonimo di eleganza, qualità e innovazione tecnica: il brevetto di costruzione Superleggera, che vede pannelli d’alluminio battuti a mano applicati a una struttura rigida e leggera in sottili tubi d’acciaio, è del 1936. Proprio il brevetto Superleggera ha permesso a Touring di realizzare con pari maestria, sia pezzi unici, sia modelli prodotti in piccola serie, sia vetture prodotte in numeri più importanti, come: l’Alfa Romeo 1900 Sprint, la Lancia Flaminia Coupé, l’Aston Martin DB5, le Lamborghini 350 e 400 GT, le Maserati 3500 e 5000 GT.
Un percorso, quello della Touring, che è progredito negli anni permettendo all’atélier milanese di rivestire anche alcune delle più importanti Ferrari di serie della prima ora, come le 166 e 212 in versione Coupé, Spider e Barchetta (spider corsa 2 posti). E anche un’altra coupé biposto carrozzata Touring, la 328, è stata la prima BMW a passare alla storia tra le 25 auto p

Perugia, 4 maggio

Diritto al Cibo e Sovranità alimentare, incontro di studio a Giurisprudenza

Perugia, mercoledì 6 maggio 2015 - ore 15

Il Dipartimento di Giurisprudenza, in collaborazione con i dipartimenti di Scienze agrarie, alimentari e ambientali e di Scienze politiche, organizza un incontro multidisciplinare sul tema “Diritto al cibo e sovranità alimentare”.

Il seminario che si terrà, mercoledì 6 maggio 2015, alle ore 15, nell’Aula 7 del Dipartimento  di Giurisprudenza, rientra nell’ambito delle iniziative dell’Ateneo in occasione di EXPO 2015.

La comunità accademica perugina intende riflettere sulle tematiche al centro del dibattito internazionale su agricoltura e alimentazione, con particolare riguardo al diritto fondamentale a un cibo sano, adeguato e sufficiente. Saranno prese in esame le questioni, ricche di implicazioni etiche e geopolitiche, connesse all’accesso ai beni alimentari, nonché alla gestione equa e sostenibile delle risorse genetiche vegetali ed animali. In questo contesto, sarà approfondito il ruolo svolto dalla FAO nella tutela della sicurezza alimentare globale, sempre più minacciata dalla desertificazione (questo è l’anno dedicato dalla FAO ai suoli), dall’erosione della biodiversità agricola, oltre che dalla marginalizzazione delle comunità di agricoltori nell’ambito dei processi produttivi.

Il seminario mette a confronto giuristi, agronomi, economisti e scienziati sociali, in merito alle sfide poste dall’applicazione in ambito agricolo dell’innovazione tecnologica. In questo contesto saranno presentati gli sviluppi più recenti in tema di miglioramento genetico vegetale, con riguardo soprattutto alle tecniche del DNA ricombinante. Attraverso una pluralità di prospettive, i relatori discuteranno, da un lato, del possibile contributo delle biotecnologie alla promozione della sicurezza alimentare e, dall’altro lato, dei rischi temuti per l’ambiente, per la salute dei consumatori, e per la sovranità alimentare, interrogandosi sul ruolo del principio di precauzione affermato dall’Unione Europea e del diritto dei consumatori all’informazione nella regolamentazione dei “nuovi cibi”.


Torna su
×