Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 31 marzo

CONFERENZA STAMPA  Presentazione di Prove d’Università

Domani, a Palazzo Murena, alle ore 12 

 

Domani, martedì 1 aprile 2014, alle ore 12, Conferenza stampa nella Sala ex Senato di Palazzo Murena, sede del Rettorato.

Sarà presentata l’iniziativa d’orientamento Prove d’Università.

All’incontro con i giornalisti interverrannoil Magnifico Rettore Franco Moriconi, ilDirigente scolastico regionale dell’Umbria, Domenico Petruzzo,e Anna Martellotti, delegato dell’Ateneo per l’Orientamento.

Prove d’Università èun’iniziativa di orientamento in ingresso organizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, che propone un pacchetto di 30 lezioni universitarie "di prova", tenute da docenti dell’Ateneo in aule universitarie: nelle sedi del multicampus di Perugia, del Polo universitario didattico di Terni e nella sede decentrata di Narni.

Il pacchetto sarà proposto, in Internet, anche a studenti residenti in altre regioni.

Perugia, 31 marzo

Al dottor Stefano Ciliberti laureato in Agraria a Perugia il premio europeo “Prosperitati Publicae Augendae”

Il premio europeo “Prosperitati Publicae Augendae”, indetto dalla Sezione internazionale dell’Accademia dei Georgofili con sede a Bruxelles è stato assegnato a Stefano Ciliberti, laureatosi  in Scienze agrarie nell’Università degli Studi di Perugia con la tesi “Il funzionamento delle filiere alimentari: teoria economica e strumenti di politica agraria” (relatore prof. Angelo Frascarelli).

Il premio europeo della sezione internazionale dell’Accademia dei Georgofili è destinato a una tesi di Laurea magistrale su argomento riguardante l’agricoltura e settori correlati.

La tesi del dottor Ciliberti, discussa presso la Facoltà di Agraria di Perugia il 12 luglio 2012, è stata insignita del premio con la seguente motivazione: “L'analisi dei prezzi e del valore aggiunto lungo tutta la filiera alimentare costituisce un tema di grande attualità e di forte rilevanza europea in un momento in cui l'attività agricola è sempre più orientata al mercato. Il lavoro percorre con padronanza tutti gli aspetti delle principali filiere alimentari europee fornendo appropriate comparazioni e ipotesi di soluzione con assoluto rigore scientifico”.

Premio a Stefano Ciliberti r

Perugia, 28 marzo

CONFERENZA STAMPA: Presentazione di Prove d’Università

Perugia (Palazzo Murena), martedì 1 aprile 2014 – ore 12

Conferenza stampa martedì 1 aprile 2014, alle ore 12, nella Sala ex Senato di Palazzo Murena, sede del Rettorato.

Sarà presentata l’iniziativa d’orientamento Prove d’Università.

All’incontro con i giornalisti interverrannoil Rettore Franco Moriconi, Domenico Petruzzo, Dirigente scolastico regionale dell’Umbria, e Anna Martellotti, delegato dell’Ateneo per l’Orientamento.

Prove d’Università èun’iniziativa di orientamento in ingresso organizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, che propone un pacchetto di 30 lezioni universitarie "di prova", tenute da docenti dell’Ateneo in aule universitarie: nelle sedi del multicampus di Perugia, del Polo universitario didattico di Terni e nella sede decentrata di Narni.

Il pacchetto sarà proposto, in Internet, anche a studenti residenti in altre regioni.

Perugia, 28 marzo

“Due sanità a confronto Usa-Italia”-  Tavola rotonda al Dipartimento di Medicina

Perugia, (Sant’Adrea delle Fratte), martedì 1 aprile 2014 - ore 15.30

Tavola rotonda, promossa dalle Scuole di specializzazione in Igiene e medicina preventiva e in Radioterapia in collaborazione con la direzione Sanità Regione Umbria, in programma martedì 1 aprile 2014, alle ore 15.30, nell’Aula 3 del Dipartimento di Medicina a Sant’Andrea delle Fratte sul tema :“Due sanità a confronto Usa-Italia”.

Il confronto a più voci sarà moderato da Cynthia Aristei e Francesco La Rosa; interverranno Vittorio Maio, Associate Professor, School of Population Health Thomas Jefferson University – Philadelphia, USA,e Emilio Duca, medico specialista in “Igiene e Medicina preventiva” e Direttore regionale della Sanità Umbra.

Seguiranno gli interventi preordinati di Andrea Casciari, Sandro Fratini, Giuseppe Legato e Walter Orlandi. 

Perugia, 28 marzo

Alberto Moravia tra Italia ed Europa, convegno internazionale di studi. Giovedì 3 aprile 2014

L’Aula Magna del Dipartimento di Lettere ospiterà, giovedì 3 aprile 2014, il convegno internazionale di studi Alberto Moravia tra Italia ed Europa. Un testimone del nostro tempo”.

L’iniziativa, promossa dall’Università di Perugia, dall’associazione Fondo Alberto Moravia e altri, a trent’anni dall’elezione dello scrittore al Parlamento Europeo (1984), nasce dall’esigenza di ripensa­re nel suo complesso la straordinaria e vitale esperienza del Moravia scrittore e intellettuale, che seppe e volle esse­re “testimone” del suo tempo proprio nella dialettica tra un’opera radicata in modo pressoché esclusivo in Italia e nella sua Roma, e una cultura profon­damente europea e “cosmopolita” che oggi diremmo “globale”. La sessione mattutina, presieduta da Sandro Gentili, sarà aperta, alle ore 9.30, dai saluti delle autorità:  Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia, Andrea Cernicchi, Assessore alla Cultura e alle Politiche Sociali del Comune di Perugia,  Mario Tosti, direttore Dipartimento Lettere. Seguiranno le relazioni di Raffaele Manica (Università di Roma “Tor Vergata”) “Il ‘Diario europeo’”, Roberto Barzanti (già Membro e Vice-presidente del Parlamento Europeo) “Moravia a Strasburgo”, René de Ceccatty (scrittore)“Moravia e la cultura francese. Bisé, France B., ‘900.  Il Conformista, il richiamo della Francia”, Jelena Reinhardt (Università di Perugia)“Moravia e il mondo tedesco. Influenze e analogie”, Annalisa Volpone (Università di Perugia)“Moravia e la cultura inglese. ‘Inconsciamente intossicato’.  L’uomo che conosceva Joyce”, Enrico Terrinoni (Università per Stranieri di Perugia) “Il Joyce “europeo” di Moravia”. A mezzogiorno l’intervento della scrittrice Dacia Maraini. La sessione pomeridiana, sempre a Lettere, presieduta da Fabrizio Scrivano riprenderà alle ore 15; interverranno Massimiliano Tortora, Salvatore Silvano Nigro, Simone Casini, Giuseppe Nicoletti, Alessandra Grandelis. 

Alle 17.30, nella Sala dei Notari, è previsto l’incontroScrittori e Moravia”, promosso dal“Circolo dei Lettori”, moderato da Mario Andreose (Direttore Letterario RCS Libri) con la partecipazione di Dacia Maraini, René De Ceccatty.

In serata, alle ore 21. al cinema Zenith, sarà proiettato il film “Il Conformista”, di Bernardo Bertolucci (1971), tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia; copia restaurata dalla Cineteca di Bologna. La proiezione sarà introdotta dal professor Alessandro Tinterri dell’ Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 27 marzo

Presentati domani ad Agriumbria: La Filiera Pollo Rurale Umbria e il macello itinerante

Bastia Umbra, venerdì 28 marzo 2014, ore 10.30

Domani, venerdì 28 marzo 2014, nell’ambito di “Agriumbria 2014”, alle ore 10.30 verrà presentato  il progetto Pollo Rurale Umbria e sarà inaugurato il Macello Itinerante, alle ore 12.

La Filiera Pollo Rurale Umbria è frutto del lavoro del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Ateneo di Perugia che, attraverso il gruppo di lavoro guidato dal professor Cesare Castellini, ha come obiettivo l’allevamento a terra non intensivo degli animali, la conservazione e la valorizzazione di razze autoctone. Un’attività che ha portato alla creazione di una filiera avicola rurale corta, con una stretta connessione tra incubatoi, svezzatori, allevatori, mangimifici, fornitori di attrezzature e mezzi tecnici (macello itinerante), macellai, autorità sanitaria locale, ricerca e sensibilizzazione al consumo.

Il macello mobile è la prima realizzazione del genere in Europa. Va incontro a un’esigenza presente nel territorio regionale in considerazione del fatto che in Umbria le uniche strutture per la macellazione di avi-cunicoli esistenti sono aziendali ed esclusive. In seguito a numerose ricerche seguite da altrettanti incontri con i tecnici della SINT Tecnologie (azienda che si occupa dell’allestimento degli impianti di macellazione) e i servizi veterinari regionali  è stato realizzato il mattatoio itinerante che offrirà il servizio recandosi direttamente presso le aziende interessate. I vantaggi di un tale sistema sono innumerevoli tra cui quelli legati al benessere ed alla qualità della carne.

I principali soggetti promotori della filiera corta sono Agricola San Nicolò, Nuovo Molino di Assisi, SINT Tecnologie, Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche, Università degli Studi di Perugia (attraverso lo spin-off FARE) e Iktome, con il sostegno dell’Università dei Sapori sia per quel che riguarda la formazione che della valorizzazione del prodotto.

Anna Rita Fioroni,presidente dell’ Università dei Sapori,sottolinea come il progetto abbia anche una valenza sociale legata al territorio e permetterà di avere un controllo su tutta la filiera; potrà inoltre offrire al consumatore la consapevolezza di scegliere un prodotto del territorio, certificato e di qualità.

Università dei Sapori, da sempre attenta alla valorizzazione delle tipicità, anche attraverso progetti innovativi e di ricerca, ritiene fondamentale la formazione come primo tassello per una scelta consapevole da parte di consumatori, addetti della distribuzione e della ristorazione.

Alle ore 13 è prevista la degustazione ‘guidata’ del pollo rurale Umbria.

Perugia, 26 marzo

“Il progetto d’architettura  nella valorizzazione dell’antico”, Lectio Magistralis del professor Francesco Cellini. Dipartimento di Ingegneria, Venerdì 28 marzo 2014 -  ore 15.30

Francesco Cellini, professore ordinario di Progettazione architettonica al Dipartimento di Architettura dell’Università di Roma 3, terrà la lezione/conferenza “Il progetto di architettura nella valorizzazione dell’antico”. L’incontro venerdì 28 marzo 2014, alle ore 15.30, si svolgerà nell’Aula Magna di Ingegneria. L’iniziativa, organizzata dal professor Paolo Verducci nell’ambito delle attività seminariali dei Corsi di Architettura e Composizione 2 e Laboratorio di Composizione 2, rappresenta un’importante occasione di approfondimento tecnico-scientifico delle problematiche dell’architettura antica e della città storica: in particolare su progettazione e costruzione alle differenti dimensioni scalari, su sostenibilità ambientale ed economica degli interventi di trasformazione e valorizzazione del patrimonio edilizio esistente.

Dopo i saluti di Umberto Desideri, direttore del Dipartimento di Ingegneria, Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia, Paolo Vinti, presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugiae l’introduzione del professor Verducci, interverranno Francesco Scoppola, direttore  regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell'Umbria e Diego Zurli, coordinatore d’ambito territorio, infrastrutture e mobilità della  Regione dell’Umbria. Le conclusioni sono affidate a Claudio Ricci, Sindaco di Assisi e Presidente Associazione Città e Siti Italiani Patrimonio Unesco.

NOTA BIOGRAFICA

Francesco Cellini, personalità di spicco nel dibattito architettonico nazionale ed internazionale, si laurea in architettura a Roma nel 1969. Durante gli studi universitari frequenta personalità del calibro di Alessandro Anselmi, Manfredo Tafuri, Carlo Aymonino. Ha svolto per la Facoltà di Architettura di Roma attività didattica e di ricerca dal 1972 al 1986 presso le  Cattedre   i  Composizione  i  cui  titolari  erano  Ludovico  Quaroni  e  Carlo Aymonino. Nel 1987 è professore straordinario di Composizione Architettonica presso l'Università di Palermo ed attualmente è docente presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi Roma Tre. Dal 1977 al 1981 è stato redattore della rivista Controspazio, dal 1980 al 1982 ha collaborato come allestitore con il settore di architettura della Biennale di Venezia, e dal 1982 al 1985 con i settori arti visive e cinema, ha fatto parte anche del comitato di redazione della rivista Casabella. La sua opera è stata esposta in numerosi eventi internazionali e nazionali (Biennale di Venezia 1980, 1982, 1985, 1988; Biennale di Parigi-Salon d'Automne,1984; Triennale di Milano 1986; DAM - Deutsches Architektur Museum, Frankfurt 1988, Creativitalia, Tokio, 1990, Triennale di Milano, 1995 e 1996, Francesco Cellini: disegni e progetti alla Galleria Expa di Palermo, 2005, etc.). Tra i numerosi progetti elaborati, condivisi prevalentemente con Nicoletta Cosentino, ricordiamo: i due cimiteri umbri di Baschi e di Civitella del Lago; le Case per la cooperativa Aleph a Ciampino (1972-'77), l'Ampliamento della Sede della Facoltà di Architettura "La Sapienza" a Roma (1988-'92); i progetti per Venezia dal Ponte dell'Accademia (con G. Morabito, 1985), il "Padiglione Italia" ai Giardini di castello (con N. Cosentino e P. Simonetti, 1988), la Riqualificazione dell'area ex-Junghans alla Giudecca (1995); il nuovo Palazzo del Cinema(2004-'05); le opere realizzate in Umbria dal Circolo canoistico a Pontecuti (1993-'95), il Circolo di canottaggio sul lago di Corbara (1993-'95); l'Ampliamento del cimitero comunale di Baschi (1993-'96); il cimitero di Civitella del Lago (1998); il Concorso per una scuola a Casal Monastero (2004-'05) fino ai recenti progetti vincitori di concorso per il Parco Urbano nell'ex sito industriale di Bagnoli (2005), per la Riqualificazione del Mausoleo di Augusto e di Piazza Augusto Imperatore (2006) ed il concorso internazionale per Istanbul denominato "Yenikapi Transfer Point and Archaeo-Park Area" con Insula Architettura e Ingegneria S.r.l.- HÜSEYIN KAPTAN, ATELYE 70 (maggio 2012) ex aequo con i project teams Mecanoo architecten e Peter Eisenman, ognuno con i rispettivi partners turchi. Dal 1993 è membro dell'Accademia nazionale di San Luca dal 1993 e nel 1996 ha ricevuto il Premio Presidente della Repubblica per l’architettura.

Perugia, 26 marzo

Convegno al Dipartimento di Economia a Terni su “Crisi economica e comportamento del cittadino consumatore”

Il complesso monumentale di San Valentino, sede del Dipartimento di Economia a Terni, venerdì 28 marzo, alle ore 15 ospiterà il convegno “Crisi economica e comportamento del cittadino consumatore, incontro a Terni”.

Dopo i saluti  del prof. Alessandro Montrone, presidente intercorsi in economia di Terni, del sen. Leopoldo Di Girolamo, sindaco di Terni, del dottore Carlo Ottone, presidente di Asm Terni spa, e del prof. Mario Pagliacci, presidente del laboratorio Athena, alle  15.30 sono previste le relazioni: prof. Cristina Montesi dell’Università degli Studi di Perugia(I consumatori e la crisi economica: una ricerca sul campo), ing. Stefano Tirinzi, direttore generale di Asm Terni spa (La tariffazione dei servizi e il recupero delle insolvenze), prof. Loris Maria Nadotti, dell’ Università degli Studi di Perugia (L’impatto della stretta creditizia sulle famiglie)

Alle 17.30 sono in programma gli interventi programmati dei rappresentanti delle associazioni di consumatori, docenti e studenti dei corsi di economia. Alle ore 18 le conclusioni del professor Lorenzo Mezzasoma, coordinatore Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori  (Polo Scientifico e Didattico di Terni).

Perugia, 26 marzo

A “Speciale Università” l’attività Racing dell’Ateneo 

Giovedì 27 marzo 2014, alle ore 21.30, su Tef Channel, andrà in onda “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, condotta da Cristina Castellano, nel corso della quale verranno trattati diversi argomenti.

Nella prima parte saranno presenti in studio le dottoresse Silvana Piersanti e Manuela Rebora che illustreranno un progetto di ricerca sulla biologia sensoriale degli insetti, condotto all'interno del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie dell'Università di Perugia. Il tema del semestre europeo italiano sarà affrontato dal professor Fabio. Raspadori, nella seconda parte della trasmissione, all'interno della rubrica “L'Ateneo risponde”. Il servizio esterno riguarderà l'attività Racing del Dipartimento di Ingegneria  dell'Ateneo di Perugia.

La puntata verrà replicata martedì 2 aprile 2014, alle ore 12.30.

Perugia, 25 marzo

Progetto europeo Mapec per lo studio degli effetti dell’inquinamento atmosferico sui bambini

A Perugia coinvolti Università, Comune e Ufficio scolastico  

Presentato stamani in conferenza stampa, nella Sala della Vaccara a Perugia, il progetto europeo ‘Mapec Life”, che ha lo scopo di approfondire le conoscenze scientifiche sugli eventuali e potenziali rischi per la salute dei bambini derivanti dall’inquinamento atmosferico.

Una sperimentazione che non ha precedenti nel mondo. Coinvolgerà cinque Università e mille bambini, in diverse aree del nostro paese, che saranno seguiti e monitorati per raccogliere dati sugli effetti dell’inquinamento ambientale e sulla loro salute. Consentirà di acquisire un data-base ricco di indicazioni sullo stato dell’ambiente delle città oggetto d’indagine. I laboratori dell’Ateneo di Perugia avranno il compito di analizzare i campioni di tutti bambini che parteciperanno al progetto.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti il professor Silvano Monarca, responsabile del Progetto, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Perugia, la professoressa Rosalia Monaco, delegata per la diffusione della cultura scientifica della Direzione regionale Ufficio Scolastico dell’Umbria e il professor Massimo Moretti, docente di Igiene e medicina preventiva e membro del gruppo di ricerca.

Il progetto Mapec, approvato nel 2013 dalla Commissione Europea, è finanziato dal programma LIFE+, il fondo per l’ambiente dell’Unione Europea. Sarà condotto da cinque università, che hanno già collaborato tra loro in questo settore. Oltre all’Università degli Studi di Perugia partecipano gli atenei di Brescia (che ha il coordinamento), Torino, Pisa e Lecce.

“Si tratta di una ricerca unica nel suo genere – ha sottolineato Monarca -  perché svolta su una platea molto numerosa di soggetti, mille bambini da 6 a 8 anni, e per un periodo di tre anni (2014-2016). I risultati potranno segnare un importante punto di partenza per orientare le politiche sanitarie contro l’inquinamento e a tutela della salute. Qui a Perugia il gruppo di ricerca universitario sarà coadiuvato dall’Ufficio scolastico regionale, che coinvolgerà istituti scolastici e almeno 200 bambini che, con il consenso dei genitori, saranno oggetto di indagini e test tossicologici. Al progetto partecipa il Comune di Perugia con l’Assessorato alle Politiche per l’infanzia e l’adolescenza e dell’edilizia scolastica. La scelta di ricerche sui bambini non è casuale, ben sapendo che questi sono soggetti tra i più esposti all’inquinamento aereo, che potrebbe influenzare il loro sistema respiratorio e anche altri sistemi”.

“L’Ufficio scolastico regionale – ha detto la professoressa Monaco – collabora con convinzione e piena adesione a questo progetto, che può essere un fattore di crescita e di tutela della salute non solo per i bambini, ma un aiuto anche alla famiglie”.

La conferenza stampa è stata preceduta da un incontro con i dirigenti degli istituti scolastici coinvolti nel progetto ed è servito a discutere le problematiche organizzative che saranno affrontate nelle prossime settimane.

Il Gruppo di ricerca, che condurrà l’indagine a Perugia, è composto da personale universitario operante nel Dipartimento di Scienze Farmaceutiche che effettuerà anche le analisi dei test sui mille bambini, e non solo su quelli di Perugia. Il prof. Silvano Monarca, ordinario di Igiene e Medicina Preventiva, coordina il gruppo costituito da: Massimo Moretti, associato di Igiene e Medicina Preventiva; dottoressa Milena Villarini, ricercatrice in Igiene e Medicina Preventiva, Cristina Fatigoni, Tecnico di laboratorio; e i dottori Luca Dominici, Sara Levorato, Samuele Vannini, assegnisti. 

 

 

da sx Moretti Monaco Monarca 2 rSilvano Monarca 2 R

 

Perugia, 24 marzo

Incontro in Rettorato con manager della Cina, si è parlato del progetto di ‘Città della Conoscenza”

Stamani a Palazzo Murena il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha ricevuto la visita di una delegazione cinese, composta da Rick Kwok e Anna Karolina Szwaj, manager della società Newland Investments Company. Nel corso dell’incontro è stato illustrato il progetto “Sino-Singapore Guangzhou Knowledge City”, città della conoscenza, ed è stata avanzata la possibilità di  collaborazione dell’Ateneo perugino. 

Si tratta di un progetto già avviato che prevede la costruzione di una città di 500 mila abitanti, che sorgerà nel Sud-Est della Cina, e che vedrà la realizzazione di una prima fase entro il 2017.

All’incontro hanno partecipato l’Università per Stranieri, rappresentata  dalla professoressa Grego Bolli in sostituzione del Rettore Paciullo, il Conservatorio ‘Francesco Morlacchi’ con Stefano Ragni,  l’Accademia Belle Arti ‘Pietro Vannucci’ di Perugia, con il direttore Paolo Belardi; per l’Ateneo oltre al Rettore sono intervenuti Elena Stanghellini, delegato per l’Internazionalizzazione, e  Fabio Maria Santucci, delegato per la Cooperazione internazionale. E’ intervenuto anche il manager Andrea Alunni, primo laureato  in Ingegneria nella facoltà di Perugia, che oggi lavora a Oxford e che ha stabilito i primi contatti tra ateneo e manager cinesi.

“Nostra intenzione – ha detto Moriconi –, oltre a conoscere contenuti e finalità di questo straordinario progetto, è di poter presentare agli ospiti un quadro di quanto può offrire il nostro Ateneo insieme alle istituzioni culturali e scientifiche di Perugia. Vorremmo che questi primi passi siano un utile approccio per formalizzare, quanto prima, un accordo con la società che sta costruendo la Città della conoscenza, mettendo a disposizione del progetto le competenze delle istituzioni accademiche, scientifiche e culturali di Perugia”.

I due manager hanno illustrato il progetto, utilizzando due filmati, che hanno consentito di prendere coscienza delle dimensioni del progetto. Si prevede una città di studi e ricerche dove gli studenti, terminato il periodo di formazione, possano entrare nel mondo delle professioni e delle imprese presenti nella stessa città. Al progetto sono interessate una cinquantina di multinazionali. E’ prevista la  realizzazione di un incubatore dove possano nascere le idee di impresa e passare direttamente alla fase operativa con la creazione di aziende ad alto contenuto tecnologico”.

All’incontro è intervenuto il professore Franco Cotana, docente di ingegneria, che ha illustrato in particolare l’attività del Ciriaf (Centro interuniversitario di ricerca sull’inquinamento e sull’ambiente) consegnando agli ospiti una brochure con progetti messi a punto a Perugia.

L’incontro, che si è svolto nella Sala ex Senato, si  è concluso con uno scambio di omaggi tra il Rettore Moriconi e i due manager, che hanno visitato la biblioteca antica conservata nella Sala del Dottorato, le cui preziosità sono state illustrate dalla dottoressa Alessandra Panzanelli Fratoni.      

da sx Alunni Santucci Azwaj Kwok Moriconi Stanghellini r

da sx Azwaj Kwok Alunni R

da sx Moriconi e Santucci R

Anna Karolina Azwaj R

Rick Kwok R

Perugia, 24 marzo

Letteratura sulla guerra e sulla resistenza 

“Letteratura sulla guerra e sulla resistenza. Memorie, diari, romanzi, epistolari editi e inediti (1939-1950). Una ricerca necessaria per la memoria e la cittadinanza in Umbria” è il tema del convegno in programma martedì 25 e mercoledì 26 marzo 2014 nella Sala delle Adunanze e nell’Aula II del Dipartimento di Lettere. 

La sessione di domani, martedì 25 marzo, sarà dedicata alle “Cronache della prigionia” .  L’incontro, alle ore 15, verrà aperto dai saluti di Mario Tosti, direttore del Dipartimento di Lettere dell’ Università degli Studi di Perugia, e da Andrea Cernicchi, assessore alle politiche culturali del Comune di PerugiaI lavori, poi, presieduti da Alberto Sorbini, direttore ISUC, vedranno le comunicazioni di Luciano Zani, Università “La Sapienza” di Roma, su “Il racconto dei prigionieri di guerra italiani”, Elena Frontaloni, italianista (“Burri e gli altri prigionieri in Texas”), Natalia Cangi, Archivio dei diari, “L’epistolario tra Anna Maria Marucelli e Francesco Leo”, Claudia Tordini, borsista (“Pizzoni e il diario di una prigionia”), Fabrizio Scrivano, Università degli Studi di Perugia (“Scrittori nel recinto”), Anna Rita Rati, Università degli Studi di Perugia, “L'epistolario di Vittorio Sepi”, Claudio Brancaleoni,  Bangor University-UK, (“Il diario di Attilio Bagnetti”). 

Mercoledì 26 marzo, alle ore 10, sessione dedicata alla “Memoria della Resistenza” con le relazioni di Lorenzo Canova, Università del Molise, Camillo Brezzi, Università degli Studi di Arezzo, Giovanni Falaschi, Università degli Studi di Perugia. Verrà proiettato il documentario “L’isola dei Giusti” di Giacomo Del Buono mentre alle 12.30 (Aula II) è prevista la conferenza-concerto “Le canzoni della resistenza” con Giachino Lanotte dell’Università Cattolica di Milano. 

 

Perugia, 21 marzo

“I mercoledì di Scienze Politiche” Seminario sul ‘voto amaro’ delle elezioni politiche 2013

Perugia, 26 marzo 2014 – ore 17

“Quanto è stato amaro il voto delle elezioni politiche del 2013?”

E’ il tema del seminario che mercoledì 26 marzo 2014, alle ore 17,  si terrà nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia in Via Pascoli.

Interverranno Giovanni Belardelli e Paolo Mancini dell’Università di Perugia, Paolo Bellucci dell’Università di Siena e Paolo Segatti dell’Università di Milano Statale.

L’incontro prende le mosse dal volume “Voto amaro” (Bologna, Il Mulino, 2013) a cura di Itanes, l’Istituto di ricerca italiano che da anni ha avviato studi sulle elezioni. Tali studi hanno fornito importanti spunti di riflessione sui cambiamenti in corso nel  sistema politico italiano.

A distanza di un anno dalle elezioni del 2013, l’incontro di mercoledì 26 marzo vuole essere un momento di confronto per capire se e in quale misura il quadro politico generale sia mutato e se quel voto “amaro”  faccia sentire ancora i suoi effetti.

L’appuntamento di mercoledì inaugura un ciclo di incontri, denominato “I mercoledì di Scienze Politiche”, nel corso dei quali il nuovo Dipartimento  intende offrire a docenti, studenti e a tutti gli interessati l’occasione di partecipare a seminari su temi rilevanti della politica italiana e internazionale. 

 

Perugia, 21 marzo

Scuola  e Università

Stage formativi di informatica per studenti delle superiori

nel Dipartimento di Matematica dell’Ateneo

Con un incontro nel Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Ateneo di Perugia, giovedì 20 marzo 2014, ha preso il via un’interessante iniziativa di interazione fra Scuola e Università.

Grazie ad una convenzione fra l’Istituto di Istruzione Superiore Rosselli di Castiglione del Lago e il Dipartimento di Matematica e Informatica, un gruppo di studenti del terzo anno dell’indirizzo Informatico dell’Istituto potrà svolgere attività di stage formativo presso il Dipartimento universitario. Sarà attivato, in tal modo, un percorso di interazione-integrazione, anche fra docenti di informatica delle due istituzioni,  che li vedrà impegnati in incontri settimanali sino al prossimo mese di maggio e con la possibilità di ripeterlo negli anni successivi.

Si tratta di un’attività di “orientamento sul campo” che costituisce un’esperienza innovativa e interessante di collaborazione fra istituzioni formative, a sostegno del percorso di scuola secondaria e in vista di un percorso universitario che assicuri una prospettiva  occupazionale nel campo dell’informatica, in sintonia con il mercato del lavoro.

Nel primo incontro di giovedì gli studenti, accompagnati dalla dirigente e dai docenti-tutor, sono stati accolti nel dipartimento dal Direttore, Vicedirettore, dai delegati all’orientamento universitario e da alcuni docenti di informatica che hanno illustrato le tematiche di ricerca e didattica che si svolgono nello stesso Dipartimento. Gli studenti, inoltre, hanno visitato i laboratori  presso i quali continueranno con attività sperimentali il loro percorso di conoscenze.

 

Perugia, 20 marzo

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO MAPEC

Perugia (Palazzo dei Priori) - martedì 25 marzo 2014 – ore 11

Martedì 25 marzo 2014, alle ore 11, nella Sala della Vaccara (Piazza IV Novembre, Perugia) verrà presentato il Progetto europeo Mapec.

La ricerca, diretta dal prof. Silvano Monarca, ha lo scopo di approfondire le conoscenze scientifiche sugli eventuali e potenziali rischi per la salute dei bambini derivanti dall’inquinamento atmosferico, in città con diversi livelli di inquinamento aereo.

All’incontro con i giornalisti interverranno i soggetti istituzionali coinvolti:

professore Silvano Monarca, responsabile del Progetto, Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università;

professore Domenico Petruzzo, Direttore Ufficio scolastico regionale per l’Umbria;

dottoressa Monia Ferranti, Assessore Politiche per l’infanzia e l’adolescenza, edilizia scolastica del Comune di Perugia. 

Perugia, 19 marzo

Presentazione dell’attività Racing dell’Ateneo di Perugia 

Alle ore 15 di domani, venerdì 21 marzo 2014, nell’Aula Magna del Polo scientifico di Santa Lucia sarà presentata l’attività Racing del Dipartimento di IngegneriaAll’incontro, aperto a tutti, con particolare attenzione agli studenti delle scuole superiori e a tutti coloro che vogliano comprendere meglio i risvolti tecnici del mondo delle corse automobilistiche, interverranno i docenti di Ingegneria e i ragazzi dell’Unipg Racing Team. “Il dipartimento di Ingegneria di Perugia  ed il mondo delle competizioni sportive” è il tema del pomeriggio. Interverranno i docenti Umberto Desideri (“La galleria del vento dell'Università di Perugia”), Francesco Fantozzi (“L'esperienza della Formula SAE Student”), Luca Roselli (“Formula 1 e vetture di serie: una dialettica tecnologica continua”), Carlo Grimaldi (“Le attività di Ricerca del Gruppo Automotive del Dipartimento di Ingegneria: dalle applicazioni racing alle ricadute sui veicoli di serie”),  Fabrizio Frescura (“Sistemi Telemetrici per il Motorsport e Multimedia in ambito Veicolare”), Giordano Franceschini (“Formula 1 e vetture di serie: una dialettica tecnologica continua”), Lucio Postrioti (“L'iniezione di combustibile nei motori sportivi come strumento di controllo della combustione”), Antonio Faba (“La compatibilità elettromagnetica nel settore delle auto sportive: le attività del laboratorio CEM”). L’intera giornata di domani, venerdì 21 marzo, a Ingegneria sarà dedicata al mondo delle corse automobilistiche.

 

Nella mattinata, alle 11, in Aula Magna, Luigi Cantoni,ingegnere della Scuderia Toro Rosso, terrà una lezione sul tema “Computational Fluid Dynamics of an F1 car”. Sino alle ore 18, nell'atrio dellasede di Ingegneria, saranno esposti i materialidel progetto Red Bull On Stage. In questa mostra  i curiosi e gli appassionati di Formula 1 potranno anche ammirare una monoposto della Scuderia Toro Rosso (ulteriori informazioni all’indirizzo internet http://tororosso.redbull.it/) e la RB 11.1, la macchina da corsa realizzata nell’Ateneo perugino. 

Sarà anche possibile cimentarsi con un simulatore di guida Red Bull

 Perugia, 19 marzo

Incontro di presentazione dell’attività Racing. In vetrina la ‘Toro Rosso’

Perugia, Polo di Ingegneria - Venerdì 21 marzo 2014

L’attività Racing del Dipartimento di Ingegneria sarà presentata venerdì 21 marzo 2014, alle  15, nell’Aula Magna del Polo scientifico di Santa Lucia.

All’incontro, aperto a tutti, con particolare attenzione agli studenti delle scuole superiori, interverranno i docenti di Ingegneria e i ragazzi dell’Unipg Racing Team.

Sempre nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, sarà possibile ammirare la RB 11.1, la macchina da corsa realizzata nell’Ateneo perugino (denominata RB in onore del compianto prof. Raffaele Balli), che ha partecipato con ottimi risultati a competizioni, come lo scorso settembre nell’autodromo di Varano De’ Melegari, in provincia di Parma.

La giornata di venerdì 21 marzo sarà completamente dedicata al mondo delle corse automobilistiche.

Nella mattinata, alle 11, in Aula Magna, Luigi Cantoni,ingegnere della Scuderia Toro Rosso, terrà una lezione sul tema “Computational Fluid Dynamics of an F1 car”.

Inoltre, sino al 21 marzo 2014, nell'atrio dellasede di Ingegneria, sono esposti i materialidel progetto Red Bull On Stage. In questa mostra  i curiosi e gli appassionati di Formula 1 possono anche ammirare una monoposto della Scuderia Toro Rosso esposta per l'occasione.

Ullteriori informazioni all’indirizzo internet http://tororosso.redbull.it/

Perugia, 19 marzo

Letture ad alta voce con studenti e docenti nella Biblioteca Umanistica dell’Ateneo 

Domani, giovedì 20 marzo 2014, è in programma il primo appuntamento del 2014 nell’ambito di “Letture ad alta voce alla Bum”, che si terrà alle ore 18,30 nella Biblioteca Umanistica dell’Università degli Studi in piazza Morlacchi a Perugia. Le letture ad alta voce di domani si terranno insieme agli studenti del corso di Letteratura italiana contemporanea, sul tema: “l’amico mancato”. Introdurrà il prof. Massimiliano Tortora con una lettura da “Con gli occhi chiusi” di Federigo Tozzi.

L’iniziativa è nata in collaborazione con il Circolo LAaV di Perugia (Letture ad Alta Voce), quando nel 2012 la Biblioteca Umanistica ha avviato il ciclo di letture ad alta voce a.a. 2012-2013..

Nel secondo ciclo, a.a. 2013-2014, iniziato lo scorso novembre con un buon successo di pubblico,  sono coinvolti gli studenti delle facoltà di Lettere e Filosofia e Scienze della Formazione. Si è deciso, infatti, di far partecipare all’iniziativa i docenti con gli studenti dei loro corsi che afferiscono ai dipartimenti di Lettere – lingue, letterature e civiltà antiche e moderne e  di Filosofica, scienze sociali, umane e della formazione, che hanno sostituito le due facoltà. L’obiettivo è di far interagire docenti e studenti su letture scelte di testi letterari proposti nei corsi  istituzionali o  su temi proposti dal docente.

Gli incontri di letture ad alta voce continueranno il 9 e 24 aprile, il 6 e il 20 maggio, con la partecipazione dei professori Paolo Braconi e Anne Marie Lievens del Dipartimento di Lettere,  Michele Capurso e Chiara Pazzagli del Dipartimento di Filosofia.

Perugia, 18 marzo

A “Speciale Università” il Dipartimento di Veterinari illustrato dal direttore Piero Ceccarelli

Giovedì 20 marzo 2014, alle ore 21.30, su Tef Channel, andrà in onda “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, condotta da Cristina Castellano, nel corso della quale verranno illustrati diversi argomenti. Nella prima parte il professor Piero Ceccarelli illustrerà i servizi  agli studenti e le attività di ricerca del Dipartimento di medicina veterinaria. Nella seconda parte verrà presentato il volume "Caravaggio e il frutto della virtù. Il Mondafrutto e l’Accademia degli Insensati”, con la presenza in studio dell’autrice Laura Teza. Il servizio esterno riguarderà il recente restauro di alcuni dipinti del complesso abaziale di San Pietro. La puntata verrà replicata martedì 25 marzo 2014, alle ore 12.30.

Perugia, 18 marzo

Mercoledì 9 aprile 2014 solenne inaugurazione dell’anno accademico dell’Ateneo

Mercoledì 9 aprile 2014, alle ore 11, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia si svolgerà la solenne cerimonia d’inaugurazione dell’anno accademico 2013 – 2014, 706° dalla Fondazione dello Studium. La manifestazione sarà caratterizzata dalla relazione del Magnifico Rettore professor Franco Moriconi che traccerà il quadro della situazione dell’Ateneo perugino in questo momento di grandi trasformazioni per il mondo accademico e per la società. L’ inaugurazione in Aula Magna sarà preceduta, alle ore 9, nella Chiesa dell’Università, dalla Santa Messa.

Perugia, 18 marzo

“L’uovo di Colombo”, c’è la professoressa Annalisa Morganti - Giovedì 20 marzo 2014 su “Umbria Radio”

“L’uovo di Colombo” è il titolo della trasmissione radiofonica, a cadenza settimanale, dedicata alla ricerca scientifica dell’Ateneo di Perugia in onda sull’emittente Umbria Radio.

La puntata di giovedì 20 marzo 2014, dalle ore 19.05 alle ore 19.27, vedrà la partecipazione della professoressa  Annalisa Morganti, ricercatrice del Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione, dove è docente di pedagogia della diversità e delle differenze. Sarà presentato un progetto di ricerca che riguarda l'apprendimento dei comportamenti socio-emotivi. La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi. Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz. La puntata di giovedì 20 marzo sarà replicata domenica 23 marzo 2014 alle ore 15. Tutte le trasmissioni possono essere riascoltate anche in podcast all'indirizzo:  http://www.umbriaradio.it/it/podcast.html

Perugia, 14 marzo

Decima edizione di Masterclasses - Studenti delle superiori “ricercatori per un giorno”. Nel Dipartimento di Fisica con gli scienziati dell’INFN - Perugia, 20 – 25 marzo 2014 

Approda a Perugia la decima edizione delle Masterclasses, l’iniziativa internazionale che porta studenti delle scuole superiori di tutta Italia in un viaggio nel cuore della materia e alla scoperta dell’infinitamente piccolo.

Nell’ambito delle celebrazioni per i 60 anni del CERN, fino al 12 aprile duemila studenti delle scuole superiori italiane potranno diventare  ricercatori di fisica per un giorno grazie a Masterclasses, l’iniziativa coordinata dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e finanziata con i fondi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Gli alunni delle superiori che si recheranno nelle università saranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti della LHC (Large Hadron Collider), la grande macchina al CERN in Svizzera, dove nel luglio 2012 è stato scoperto il bosone di Higgs.

Al Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia (Edificio ex Dipartimento Fisica, Via Alessandro Pascoli) in due giornate, giovedì 20 e martedì 25 marzo 2014, è in programma l’incontro “La scoperta del mondo dei Quark e dei Leptoni con dati reali”.

Durante la mattinata, dalle 10, ci saranno seminari introduttivi tenuti da ricercatori che lavorano nel campo della fisica delle particelle.

Nel pomeriggio, dalle 14, gli studenti delle superiori svolgeranno esercitazioni pratiche al computer con l’aiuto di dottorandi e ricercatori.

La giornata si concluderà con una videoconferenza in cui, in collegamento

con altre università europee e il CERN di Ginevra (dalle ore 16), verranno descritti e commentati i risultati ottenuti.

Le Masterclasses si svolgono contemporaneamente in 40 nazioni di tutto il mondo, coinvolgono 200 tra i più prestigiosi enti di ricerca e università d’Europa, degli Stati Uniti, del Cile, dell’Ecuador, della Giamaica e del Messico e più di 10.000 studenti delle scuole superiori.

Informazioni sulle Masterclasses:

https://www.facebook.com/Interna2onalPar2clePhysicsMasterclasses

Perugia, 13 marzo

Bando per borse Erasmus+ per la mobilità di studenti Le domande entro le ore 12 del 7 aprile 2014

Il calendario dagli incontri informativi  

L’Università degli Studi di Perugia ha pubblicato l'avviso di selezione per l'attribuzione di borse di studio Erasmus+ per la mobilità di studenti, che consentiranno, nel periodo 1 giugno 2014 - 30 settembre 2015,
periodi di studio all'estero (da tre a dodici mesi) presso un Istituto Superiore di uno dei Paesi partecipanti al Programma.

La grande novità, rispetto al precedente programma LLP/Erasmus, riguarda la possibilità per lo studente di effettuare più volte la mobilità Erasmus+ per ciascun ciclo di studio, fino ad arrivare ad un massimo di 12 mensilità (laurea triennale, laurea magistrale e dottorato) e 24 mensilità per le lauree a ciclo unico.

La domanda di partecipazione potrà essere presentata a partire dal 18 marzo 2014 e dovrà essere compilata esclusivamente on line tramite il collegamento all’indirizzo internet http://uri.unipg.it/candidatura/ entro le ore 12 del giorno 7 aprile 2014.

L’avviso completo è disponibile all'indirizzo internet
http://www.uri.unipg.it/candidatura/Bando_2014-15.aspx

Per informare gli studenti interessati al Programma Erasmus+ sono stati organizzati incontri, iniziati l’11 marzo,  che si concluderanno il 27 marzo.

Questo il calendario:

Martedì 18 marzo ore 15,00 - Aula 8 - Sede Centrale, Palazzo Murena - Piazza Università, per gli studenti afferenti ai dipartimenti di Ingegneria; Ingegneria civile e ambientale; Matematica e  informatica; Fisica e Geologia.

Mercoledì 19 marzo ore 12,00 - Aula 7 - Sede Centrale, per gli studenti afferenti al dipartimento Giurisprudenza.

Giovedì 20 marzo ore 15,00 - Aula 8 - Sede Centrale per gli studenti afferenti ai dipartimenti di Lettere, lingue, letterature e civiltà antiche e moderne; Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione.

Martedì 25 marzo ore 15,00 - Studenti iscritti a corsi di studio afferenti al Polo didattico di Terni – Loc. San  Valentino.

Giovedì 27 marzo ore 15,00 - Aula 8 - Sede Centrale, per gli studenti afferenti ai dipartimenti di Medicina; Medicina sperimentale; Scienze chirurgiche e  biomediche; Medicina veterinaria.  

Il Programma Erasmus+ Mobilità per Studio consente agli studenti di trascorrere un periodo di studi continuativo presso una Università europea convenzionata con l'Università degli Studi di Perugia.

Lo studente in mobilità riceve un contributo economico, ha la possibilità di seguire corsi e di usufruire delle strutture disponibili presso l'Istituto ospitante senza ulteriori tasse di iscrizione, con la garanzia del pieno riconoscimento delle attività formative svolte all’estero con esito positivo, purché approvate nell’ambito del Learning Agreement.

E' possibile realizzare un periodo di mobilità per studio in una Università presente nei seguenti Paesi partecipanti al programma Erasmus+:

- i 27 Stati membri dell'Unione europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria;

- 3 Paesi dello Spazio Economico Europeo: Islanda, Liechtenstein, Norvegia;

- i Paesi candidati all’adesione: Turchia, l’ex Repubblica Iugoslava di Macedonia.

Perugia, 13 marzo

Darwin Day 2014 “Primati si nasce”, iniziative a Perugia e Casalina

Sabato 15 marzo 2014, a Perugia e a Casalina,  si svolge l’iniziativa “Primati si nasce”, appuntamenti ‘evolutivi’ dedicati alla conoscenza dell'etologia dei Primati attraverso conferenze, incontri, giochi e laboratori didattici. E’ organizzato dal Centro d’Ateneo per i Musei Scientifici (CAMS) nell'ambito di Darwin Day 2014, nel quadro delle proposte di UmbriaScienza.

A Perugia (ore 10.30), nell’ Aula Magna del Complesso Monumentale di San Pietro (Borgo XX Giugno) si terrà “Salviamo le scimmie schiaccianoci”, conferenza di Elisabetta Visalberghi (Dirigente di Ricerca all’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma). L’ingresso è libero.

A Casalina, nellaGalleria di Storia Naturale dell’Università degli Studi di Perugia (l’ingresso è libero solo su prenotazione) sono in programma:

 “Scimmie come noi” (ore 15.30), incontro con Valentina Truppa (Ricercatrice all’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma).

“Una famiglia di scimpanze’ ed altri primati”  - Gioco a squadre per ragazzi dagli 8 ai 12 anni per conoscere gli adattamenti evolutivi e scoprire abitudini e comportamenti degli scimpanzè e di altri Primati…uomo compreso!

“Giocare con le matite e i colori per disegnare le scimmie”  - laboratorio di disegno libero (dalle 15.30 alle 18.30) per bambini condotto da Luciano Tittarelli a cura dell’Accademia di Belle Arti “P. Vannucci” di Perugia della quale Tittarelli è Accademico di merito e docente di Anatomia Artistica e Disegno.

Perugia, 12 marzo

Confronto al Dipartimento di Lettere sulle politiche per i Beni culturali della Regione Umbria. Sono intervenuti la Governatrice Marini e l’Assessore Bracco

Continua la serie di incontri promossi dal Dipartimento di Lettere che da gennaio ha sostituito l’omonima Facoltà. “In tal modo vogliamo ampliare le conoscenze – ha spiegato il direttore del dipartimento Mario Tosti -, affrontando i temi della ricerca e di Horizon 2020, ora quelli delle politiche per i beni culturali. Sono argomenti di stringente interesse universitario, sui quali al più presto metteremo a punto progetti improntati alla concretezza. Il convegno odierno con la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini – ha concluso - ha anche questo scopo. Il prof. Giovanni De Santis, presidente del Consiglio intercorso di laurea in Beni e Attività Culturali, ha fornito un quadro della situazione didattica sul fronte dei beni culturali, che attualmente nell’Ateneo di Perugia vede attivati tre corsi di laurea: uno triennale e due magistrali. “Vorremmo poter dare indicazioni concrete, anche con prospettive di lavoro – ha sottolineato – ai nostri studenti e laureati. L’Umbria è una regione di modeste dimensioni territoriali (8.400 kmq circa) e con appena 800mila abitanti, ma con un ricchissimo patrimonio di beni artistici e culturali, che necessita di essere valorizzati e che molti non conoscono”.

 

All’incontro è intervenuto  il prof. Fabrizio Bracco, Assessore regionale alla Cultura, che, forte anche dell’esperienza di parlamentare regionale maturata in una precedente legislatura, ha evidenziato le competenze dello Stato e delle Regioni in questa materia. Alle Regioni è affidato dalla Costituzione il compito di valorizzare i beni culturali, la cui tutela appartiene, invece, allo Stato per competenza esclusiva. “L’Umbria non si è limitata alla valorizzazione – ha detto Bracco – ma è intervenuta per garantire le attività dei teatri storici e anche per affrontare emergenze quali il crollo del muro di Amelia, sostituendosi allo Stato”.

 

Nella Sala delle Adunanze di Palazzo Manzoni, stamani gremita per seguire l’incontro, sono intervenuti numerosi docenti e studenti interessati alle risposte dei responsabili politici.

 

La Governatrice Catiuscia Marini in un’analisi complessiva del problema  ha sottolineato alcuni aspetti, tra i quali la necessità che l’Ateneo di Perugia e la Regione possano operare in stretta collaborazione, pur in ruoli distinti. “Non è solo questione di soldi – ha sottolineato la Presidente della Regione – senza i quali tuttavia ben poco si può fare. Occorre una capacità organizzativa e programmatica per dare risposte che centrino gli obiettivi condivisi. L’Umbria nel settore dei beni culturali ha maturato importanti esperienze, come quella di aver creato, all’indomani del terremoto del 1997, un importante laboratorio di restauro delle opere d’arte con l’apporto fondamentale di alcuni chimici dell’Università di Perugia. Non ci siamo sottratti anche ad interventi di tutela, pur non spettando alla Regione ma allo Stato. E’ il caso del piano di recupero di Palazzo Cesi ad Acquasparta, concordando il programma con l’Ateneo perugino che è proprietario della struttura. La Regione Umbria – ha ricordato Marini - finanzia 450 assegni di ricerca, metà dei quali ad aziende, e la parte restante per sostenere ricercatori dell’ateneo impegnati in progetti universitari. Per il futuro – ha concluso – dovremo puntare ad utilizzare fondi europei: per gli investimenti in beni culturali facendo riferimento ai fondi strutturali; per le attività di formazione, invece, sarà possibile utilizzare i fondi sociali europei sia per corsi di aggiornamento che di formazione, questi dedicati ai giovani”.

 

da dx De Santis

Bracco Marini e Tosti

Perugia, 11 marzo

Incontro al Dipartimento di Lettere su “Le politiche della Regione Umbria per i beni culturali”

Perugia, Palazzo Manzoni, mercoledì 12 marzo 2014 – ore 11

Domani, mercoledì 12 marzo 2014, alle ore 11, nella Sala delle Adunanze del Dipartimento di Lettere, Letterature e Civiltà antiche e moderne (in Piazza Morlacchi) si terrà un incontro sul tema:“Le politiche della Regione Umbria per i beni culturali”.

I lavori verranno introdotti dal professor Mario Tosti, direttore del Dipartimento.Interverranno: Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, e il professor Giovanni De Santis, presidente del Consiglio intercorso di laurea in Beni e Attività Culturali

 

Perugia, 11 marzo

Inaugurati il Dipartimento di Medicina Veterinaria e il Pronto Soccorso veterinario H24

Grande partecipazione, stamani,alla cerimonia inaugurale del Servizio di pronto soccorso H24 dell’Ospedale Veterinario e il Dipartimento di Medicina Veterinaria, in via San Costanzo a Perugia. Alla cerimonia, molto intensa, insieme al Magnifico Rettore Franco Moriconi è intervenuta la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini; inoltre Carlo Colaiacovo,  Presidente Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia,  e docenti, ricercatori di Veterinaria, personale dell’ospedale veterinario e una nutrita rappresentanza del mondo delle professioni.

Subito dopo il taglio del nastro all’ingresso della struttura sanitaria si è svolta una visita al Pronto Soccorso 24H e all’ospedale veterinario, guidata dal professor  Antonio Di Meo, vice direttore del Dipartimento.

“E’ una tappa importante quella odierna – ha esordito il Rettore Moriconi aprendo gli interventi in Aula Magna – sia per il Dipartimento di Medicina veterinaria, che per l’Ospedale veterinario. Per molti anni la facoltà ha perseguito gli obiettivi oggi concretizzati, in un rapporto di stretta collaborazione con la Regione Umbria, che è stata sempre disponibile. L’avvio del pronto soccorso e della  piena operatività dell’ospedale è stato ritardato a causa di  inspiegabili resistenze burocratiche, anche interne all’Ateneo. A gennaio, superati tutti gli ostacoli, è iniziata l’attività del Pronto Soccorso 24 H che, oltre ad impiegare personale universitario, con il progetto varato in convenzione con la Regione sono stati attivati contratti a tempo determinati per dieci giovani medici veterinari. Un’importante  opportunità di lavoro, che auspico possa diventare duraturo, in un momento in cui le opportunità occupazionali sono sempre più rare.  Con il Pronto soccorso 24H potrà essere garantita l’attività assistenziale dell’ospedale veterinario che attendiamo da anni, anche per ampliare le opportunità didattiche dei nostri studenti. E’ importante la possibilità di far crescere e migliorare la ricerca che vede la Veterinaria di Perugia ai primi posti in Italia e all’estero. Tra le opportunità derivanti dalla convenzione stipulata con la Regione è il Registro dei tumori animali, un’eccellente opportunità di monitoraggio degli animali, ma anche di tutela della salute umana”.

E’ intervenuto, con una dettagliata relazione, il prof. Francesco Porciello, responsabile del servizio di pronto soccorso H24, che oltre a ricostruire le fasi preparatorie ha indicato gli obiettivi. “L’inaugurazione segna un punto di partenza più che di arrivo – ha detto – per  l’ospedale veterinario che è sede di una serie di eccellenze di rilievo nazionale e internazionale. Il nostro impegno sarà quello di continuare a crescere e dovremo farlo insieme”. Porciello ha evidenziato il supporto economico della Regione che è importante oggi e sarà fondamentale per il futuro.

Il prof. Antonio Di Meo, Direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, ha sottolineato che oggi si inaugura la struttura dipartimento che ha sostituito la facoltà, un cambiamento solo nominale. “La Facoltà di Medicina Veterinaria a Perugia era una realtà importante e ora che è diventata Dipartimento intende mantenere e migliorare gli standard acquisiti. Non si può dimenticare che a Perugia hanno sede il Centro di eccellenza del Cavallo sportivo, e recentemente il Centro del dolore animale,  una rarità nel mondo veterinario italiano. La forza è data anche dai numeri: 18 sono i professori ordinari (I fascia), 16 gliassociati  (II fascia). 13 i ricercatori. Con la collaborazione del personale tecnico e amministrativo garantiamo il funzionamento del corso di laurea a ciclo unico di Medicina veterinaria e il corso di Produzioni animali oltre a due master di valenza internazionale. Intensa – ha concluso Di Meo – è l’attività di ricerca di singoli e gruppi che viene portata avanti grazie anche al supporto economico garantito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia”.

In chiusura è intervenuta la Presidente della Regione Catiuscia Marini sottolineando la stretta collaborazione tra Regione Umbria e Università di Perugia nel settore della medicina veterinaria che sta dando risultati concreti. Tra questi il Pronto soccorso 24 ore al giorno, che finalmente può rispondere anche a situazioni di emergenza, inoltre un’ottima integrazione tra le diverse funzioni svolte nell’ospedale veterinario tra didattica, ricerca e assistenza. “Un’attività di forte integrazione – ha concluso la Governatrice dell’Umbria - che coinvolge le strutture sanitarie del territorio con effetti importanti per la salute degli animali e delle persone. Una realtà, questa, che pone l’Umbria all’avanguardia nell’ambito dei servizi sanitari in Italia”.

Intervento del  Professor Francesco Porciello, responsabile del Pronto soccorso H24 dell’Ospedale Veterinario

Magnifico Rettore, Presidente della Giunta Regionale, Presidente della Provincia, Sindaco, Presidenti degli Ordini Professionali, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, Responsabili della Sanità Pubblica e rappresentanti delle ASL, Rappresentanti delle Associazioni Veterinarie (AVULP) e delle Associazioni ed Enti protezionistici che insistono sul territorio Regionale,

Colleghi, Personale Tecnico, Studenti, Signore e Signori,

È con vero piacere e soddisfazione che assolvo al compito di presentare a tutti voi quello che vorremmo diventi un fiore all’occhiello del nostro Dipartimento e della nostra Università: il servizio di Emergenza e Pronto soccorso veterinario H24 che oggi viene ufficialmente inaugurato. Oltre ai Docenti, Ricercatori e Personale Tecnico del Dipartimento lavorano in questo servizio dieci Colleghi vincitori di concorso per l’assegnazione di contratti di lavoro autonomo professionale. Essi si alternano in turni di servizio 24 ore su 24 garantendo sia l’assistenza alle emergenze nei piccoli e nei grandi animali che la gestione terapeutica dei soggetti ricoverati in Ospedale. Sei di loro si dedicano ai piccoli animali e quattro ai grandi animali e collaborano tra loro in caso di necessità.

Con  loro sono sempre  presenti in Ospedale studenti e tirocinanti del Corso in  medicina veterinaria la cui partecipazione non solo rende ragione dell’esistenza stessa di un Ospedale Veterinario Universitario Didattico ma arricchisce il servizio del contributo operativo di giovani motivati, sotto la responsabilità dei Docenti del Dipartimento.

In questo modo l’immagine che offriamo alla popolazione è fresca e innovativa, supportata da solide basi professionali derivanti dalla tradizionale competenza del corpo Docente e dei Ricercatori

Questo primo traguardo raggiunto è stato il frutto della volontà e dell’impegno di molti di noi che, a diversi livelli hanno operato in sinergia e, passo dopo passo, hanno costruito prima le basi e poi la struttura di questo nuovo servizio. L’interesse comune è nato dalla convinzione che un servizio pubblico di emergenza e pronto soccorso veterinario in seno all’Università costituisce un valore aggiunto di importanza strategica per settori diversi, che troppo spesso, in passato, hanno perseguito i loro obbiettivi procedendo ognuno per la propria strada, senza collegamenti e con scarso dialogo.

Il servizio che oggi inauguriamo deve portare vantaggi a tutti coloro che concorrono alla realizzazione e funzionamento:

alla Regione per i suoi compiti di tutela della sanità animale e della salute pubblica,

all’Università per i suoi scopi didattici e di ricerca,

alle Provincie ed ai Comuni per soddisfare gli obblighi derivanti dal nuovo codice della strada e dalle norme a tutela del benessere animale,

ai Dipartimenti di Sanità animale delle ASL per il supporto assistenziale specialistico e d’emergenza necessario per le attività zooiatriche di loro competenza. 

Ma l’Ospedale veterinario universitario, e nello specifico il servizio di Emergenza e Pronto soccorso h24 , viene anche incontro all’ esigenza della popolazione, dei colleghi veterinari liberi professionisti e delle associazioni animaliste  che devono poter contare su una struttura di riferimento, sempre disponibile, per le necessità legate all'assistenza Zoiatrica nel nostro territorio, rivolta soprattutto, in questo caso, agli animali d’affezione ed al cavallo. 

Il percorso che ha condotto all'inaugurazione del nuovo servizio nasce diversi anni fa nel 2006 con l'apertura delle nuove strutture dell’Ospedale veterinario universitario didattico della allora Facoltà, in occasione della vista della commissione per la valutazione della commissione europea per la valutazione della qualità della didattica nelle Facoltà europee, l’ EAEVE che imponeva la creazione ed il mantenimento attivo di un Ospedale veterinario in seno all’Università per favorire gli studenti nell’apprendimento delle pratiche Medico-Veterinarie. In quell’occasione, in assenza di fondi pubblici che potessero garantire la continuità di un servizio coordinato di pronto soccorso, il personale della facoltà, si impegnò ad attivare percorsi su base  “volontaria” per cercare di garantire una copertura H 24 dell’operatività dell’Ospedale. Questo sforzo operativo diede i risultati attesi: la nostra Facoltà fu approvata dall’EAEVE e tutt’oggi la laurea dei nostri studenti è pienamente riconosciuta in ambito Comunitario. 

Bisogna dire che in quel periodo furono molti i privati cittadini e i liberi professionisti che si appoggiarono ai servizi offerti dall’ospedale che tuttavia non poterono continuare a lungo per l’impossibilità di inquadrare il lavoro delle persone impegnate in tali attività in una cornice istituzionale definita e di individuare fondi con cui ricompensare l’impegno profuso.

Un accordo tra l’allora Preside della facoltà, professor Moriconi, la Regione e un partner privato fece sì che si potessero utilizzare fondi Europei per dar vita ad un corso di formazione per operatori in emergenze e pronto soccorso veterinario con cui è stato formato un gruppo di giovani colleghi motivati e preparati che ha costituito il bacino da cui provengono alcuni dei Professionisti a cui sono stati assegnati, mediante concorso, i contratti con cui oggi garantiamo il servizio h24 dell’Ospedale.

Il supporto economico della Regione dell’Umbria è fondamentale e lo sarà anche in futuro ed è per questo che i servizi che l’Ospedale riesce a garantire, soprattutto quello delle Emergenze e Pronto soccorso, devono costituire un vantaggio per tutte le parti in causa e, nello specifico, per la Regione e per l’Università.  Per questo motivo voglio sottolineare che sono stati prodotti accordi e procedure operative con le Asl operanti sul territorio regionale in modo tale che la presenza delle attività dell’Ospedale possa permettere un risparmio sulla spesa pubblica, tangibile e quantificabile, consentendo alla Regione di dismettere alcuni servizi sparsi sul territorio e accentrarli nel punto di riferimento costituito dall’Ospedale Veterinario Universitario Didattico della Dipartimento di medicina veterinaria.

Gli accordi che abbiamo stipulato consentono in pratica alle Asl di fare riferimento all’Ospedale nelle ore notturne e nei giorni festivi durante tutto l’anno, riducendo l’impegno lavorativo nelle sedi decentrate e limitando, o in qualche caso annullando, la necessità da parte di ambulatori Asl distribuiti sul territorio di acquisire costose apparecchiature clinico diagnostiche, dal momento che vengono messe a disposizione quelle presenti nell’Ospedale Universitario.

In sostanza oltre alle attività di emergenza e pronto soccorso in orari notturni e giorni festivi l’OVUD mette disposizione delle Asl anche le sue attività specialistiche che possono servire alla gestione clinica di soggetti presenti nei canili sanitari e nei canili rifugio. E a questo proposito voglio sottolineare che si sta delineando una sostanziale mutazione nei rapporti tra l’OVUD e le associazioni protezionistiche che li gestiscono i canili rifugio. Infatti, per la prima volta nella nostra storia, anche con l’ENPA, sezione di Perugia e sezione Alto Tevere - Citta di Castello, sono stati stipulati accordi per l’assistenza sanitaria specialistica degli animali ricoverati presso di loro.  Devo dire che il contributo economico della Regione ha realmente favorito questa nuova linea politica che si fonda sulla consapevolezza che i servizi dell’Ospedale non hanno solo una valenza didattica ma anche un ruolo nella gestione della Cosa Pubblica extrauniversitaria.

Tutto questo è possibile perché l’Ospedale Veterinario del Dipartimento ha sviluppato negli anni centri di assistenza, diagnostica e cura degli animali che hanno raggiunto elevata professionalità e possono svolgere, quindi, i compiti propri dei centri di riferimento a cui le organizzazioni veterinarie, i colleghi liberi professionisti, i cittadini possono rivolgersi con fiducia nella certezza che gli animali che ci vengono affidati saranno trattati secondo i più  moderni ed efficaci protocolli operativi.

A questo punto, per concludere, concedetemi di citare con orgoglio il fatto che L’Ospedale veterinario universitario didattico del Dipartimento di medicina veterinaria dell’Università di Perugia ospita alcuni centri di eccellenza riconosciuti in tutto il territorio nazionale e, in alcuni casi, anche all’estero. Detto questo non possiamo adagiarci sugli allori, ammesso che allori siano, né convincerci che siamo arrivati… perché in realtà siamo solo partiti. Da questa inaugurazione, per quanto mi riguarda,  dobbiamo continuare a crescere, lo dobbiamo fare insieme, sfruttando l’entusiasmo che oggi ci anima.

I soldi pubblici saranno ben spesi se riusciremo a consolidare quello che noi Docenti auspichiamo: che  l’OVUD  sia per i nostri Studenti una palestra realistica per l’apprendimento di quelle pratiche veterinarie indispensabili nella attività professionale. Questo obbiettivo si realizza, infatti, solo attraverso lo sviluppo di servizi sempre più efficienti ed efficaci, utili per la popolazione, alla stessa stregua di quello che avviene in alcuni ospedali universitari di altri paesi del mondo che, per noi, costituiscono un esempio da emulare.  

Servizio di pronto soccorso H24

Il servizio di pronto soccorso veterinario H24 dell’Ospedale Veterinario Universitario Didattico è un’attività a servizio dell’intera comunità regionale, finalizzata a garantire assistenza e cura ad animali domestici nell’arco delle 24 ore.

E’  resa possibile grazie al sostegno economico della Regione, che ha consentito l’attivazione di specifici contratti con professionisti veterinari, grazie alla disponibilità del personale docente e tecnico del Dipartimento di Medicina Veterinaria.

Alla realizzazione hanno contribuito, inoltre, alcuni sponsor: Royal Canin, Crua, Boehringer, Scil, Eos-Bio.

Dipartimento di Medicina veterinaria

 Il Dipartimento di Medicina Veterinaria (DMV) svolge le attività di ricerca e didattica relative ai numerosi campi di applicazione delle scienze veterinarie, oltre a farsi carico delle attività clinico-assistenziali, zootecnica, ispettiva per la sicurezza alimentare, diagnostica, biotecnologica e sperimentale, che sono funzionali e inscindibili dalla didattica e dalla ricerca stesse.

Questo ampio sistema di attività viene svolto anche attraverso collaborazioni interdisciplinari e programmi di cooperazione con istituzioni nazionali e internazionali, pubbliche e private.

L’attività dei ricercatori è gestita in forma interdisciplinare, in un ambiente stimolante dove è favorita la circolazione delle idee. Molte delle ricerche del Dipartimento vengono finanziate dalla Comunità Europea, da Ministeri (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ministero dello Sviluppo Economico) ed Enti Pubblici (Regioni, Province ed Istituti Zooprofilattici Sperimentali), da enti e soggetti privati (Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, convenzioni con aziende del settore agro-zootecnico ed alimentare).

Sul fronte della didattica il Dipartimento realizza tutte le attività didattiche relative alle scienze veterinarie. Si tratta della laurea magistrale a ciclo unico in Scienze Veterinarie, approvata dalla European Association of Establishments for Veterinary Education (EAEVE) e della laurea interdipartimentale in Produzioni Animali, che rilascia il titolo congiunto con l’Università Agricola di Tirana (Albania).

Le attività didattico-pratiche si svolgono nei laboratori della Facoltà, nell’Ospedale Veterinario Universitario Didattico presso il quale è stato recentamente attivato un servizio di pronto soccorso h24 in base ad una convenzione con il Servizio prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria, nell’Azienda Zootecnica Didattica e presso strutture appositamente convenzionate.

Al DMV fanno capo, inoltre, due scuole di specializzazione, un corso di dottorato e due master universitari, uno di primo ed uno di secondo livello.

I docenti svolgono anche numerosi corsi per la formazione permanente post-laurea dei medici veterinari e per altri operatori sanitari in tutti i settori professionali della Medicina Veterinaria.

Alcune delle specializzazioni attive nel Dipartimento hanno dato vita a centri di ricerca settoriali d’importanza nazionale. Sono il Centro di Studio del Cavallo Sportivo, dedicato alla ricerca, sia metodologica che applicativa, al miglioramento genetico per la valorizzazione del patrimonio equino nazionale e quello sul dolore animale, che sviluppa attività di ricerca, sia metodologica che applicativa, sul riconoscimento e trattamento del dolore animale. Recentemente è stato avviato, primo in Italia, in collaborazione con il Servizio prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria, il monitoraggio dei tumori spontanei nel cane e nel gatto mediante l'istituzione di un registro tumori e un progetto per il controllo del randagismo che ha, tra le finalità, il recupero e la rieducazione degli animali abbandonati in modo da favorirne l'adozione. In locali del Dipartimento è, infine, collocato il Centro Universitario di Microscopia Elettronica (CUME), che mette a disposizione degli utenti risorse umane e grandi apparecchiature per la ricerca, in campo biologico e  abiologico.

 

Taglio nastro 2

Visita ospedale 2

Accettazione 2

Franco Moriconi 2

da sx 1 Porciello Moriconi Marini Ceccarelli 2

Perugia, 11 marzo

Energie rinnovabili,  corso di laurea magistrale congiunto tra Terni e Varsavia

I professori Federico Rossi, coordinatore del Corso di Laurea in Ingegneria Industriale di Terni e Delegato del Rettore per i Servizi agli studenti, e Jerzy Banaszek, Preside della Facoltà di Ingegneria Energetica ed Aeronautica dell’Università di Varsavia, hanno firmato una ‘lettera d’intenti’. L’accordo consentirà l’avvio di azioni di cooperazione nell’ambito della ricerca sulle energie rinnovabili e l’attivazione di un Corso di Laurea Magistrale a titolo congiunto o a doppio titolo, in lingua inglese, frutto della fusione del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale dell’Ateneo di Perugia e del Corso di Laurea Magistrale polacco in Ingegneria Energetica. Per questo una delegazione di professori e ricercatori del Corso di Laurea ternano, tra cui il professor Mirko Filipponi incaricato per l’orientamento per il Polo Scientifico Didattico di Terni, si recherà in Polonia ad aprile per definire i dettagli dell’attivazione del titolo congiunto. La crisi economica degli ultimi anni ha evidenziato l’importanza dell’internazionalizzazione, non solo a livello imprenditoriale ma anche e soprattutto a livello di formazione universitaria. La richiesta del mercato del lavoro è infatti sempre più orientata su figure professionali con ottime capacità di confronto interculturale e di competizione a livello internazionale.

In questa ottica e con tale iniziativa il Corso di Laurea in Ingegneria Industriale di Terni ha raccolto la sfida dell’internazionalizzazione ed ha avviato già da tempo azioni per  migliorare i contatti con Corsi di Laurea di Università estere, sia per lo svolgimento di attività di ricerca comuni, che per l’attivazione di un titolo di studio congiunto.

 

Perugia, 7 marzo

Inaugurazione del Dipartimento Medicina Veterinaria e del Pronto Soccorso veterinario H24

Il Dipartimento di Medicina Veterinaria e il Servizio di pronto soccorso H24, recentemente attivato presso l’Ospedale Veterinario Universitario Didattico nell’ambito di una convenzione con i servizi veterinari della Regione Umbria, saranno inaugurato martedì 11 marzo, alle ore 9.30.

Dopo il taglio del nastro è prevista una visita della struttura assistenziale e diagnostica che sarà guidata dal prof. Antonio Di Meo, vice direttore del Dipartimento.

Di seguito,  nell’Aula Magna del Dipartimento, è previsto un incontro di presentazione e dibattito, cui interverranno il Rettore professor Franco Moriconi, Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, il professor Francesco Porciello, responsabile del servizio di pronto soccorso H24, e il professor Piero Ceccarelli, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria.

Il servizio di pronto soccorso H24 dell’Ospedale Veterinario Universitario Didattico è un’attività a servizio dell’intera comunità regionale, finalizzata a garantire assistenza e cura ad animali domestici nell’arco delle 24 ore. E’  resa possibile grazie al sostegno economico della Regione, che ha consentito l’attivazione di specifici contratti con professionisti veterinari, grazie alla disponibilità del personale docente e tecnico del Dipartimento di Medicina Veterinaria. Hanno contribuito, inoltre, alcuni sponsor: Royal Canin, Crua, Boehringer, Scil, Eos-Bio.

Perugia, 7 marzo

Convegno a Scienze Politiche su: “Il ruolo del giudice nel contrasto al terrorismo internazionale”

Il convegno su “Il ruolo del giudice nel contrasto al terrorismo internazionale” è in programma martedì 11 marzo 2014, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche.

E’ organizzato dal prof. Carlo Focarelli, cattedra di Diritto internazionale del Dipartimento di Scienze Politiche, in collaborazione con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università.

Dopo l’introduzione del professor Focarelli, interverranno alle 9.30 per i saluti il Magnifico Rettore Franco Moriconi e Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche.

L’iniziativa è un’occasione di confronto con giudici di fama internazionale e membri dei più alti organi giurisdizionali italiani, che si sono occupati di terrorismo internazionale: il dott. Armando Spataro, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano; la dott.ssa Margherita Cassano, giudice della I sezione della Cassazione penale; e il dott. Alfredo Guardiano, giudice della V sezione della Cassazione penale. Tra i relatori saranno presenti docenti universitari esperti di terrorismo internazionale dell’Ateneo perugino e delle Università degli Studi di Firenze, Milano e Venezia (Ca’ Foscari).

Il Convegno prende il esame il tema della lotta al terrorismo sotto lo specifico profilo del ruolo svolto dai giudici nazionali e internazionali, chiamati ad una delicata opera di bilanciamento tra considerazioni di efficacia dell’azione repressiva e garanzia del rispetto dei princìpi dello Stato di diritto e dei diritti umani. Saranno oggetto di dibattito temi di grande attualità anche in l’Italia, quali le extraordinary renditions e il noto caso Abu Omar, la cui discussione avverrà proprio con i giudici che ne sono stati protagonisti.

Il Convegno è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Perugia (3 crediti formativi per la sessione mattutina e 3 crediti formativi per la sessione pomeridiana) e sarà trasmesso in video streaming dalle 9.30 sul sito www.radiophonica.it

Perugia, 6 marzo

Orientamento

Tra Scuola e Università una collaborazione sempre più stretta

E’ partita oggi una collaborazione tra scuole umbre e Università di Perugia in materia di Orientamento destinata a notevoli sviluppi e applicazioni.

Stamani, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria a Perugia, il Pro Rettore Fabrizio Figorilli  ha dato il benvenuto ai dirigenti degli istituti superiori umbri, in sostituzione del Magnifico Rettore Franco Moriconi, bloccato da un’improvvisa indisposizione. “Non un atto formale, ma un punto di partenza importante – ha detto – di una stretta collaborazione tra scuole e università, che è un obiettivo primario del programma del nuovo Rettore Moriconi. Dobbiamo porre un argine al crollo delle iscrizioni all’Università, che negli ultimi dieci anni ha colpito in modo particolare Perugia. Un tema – ha ricordato Figorilli – affrontato nell’ultima riunione della Conferenza dei Rettori a Roma, in cui è stata evidenziata la necessità di ridurre il numero  di piccoli atenei, che sono raddoppiati nel giro di pochi anni. E’ necessario superare le anacronistiche distinzioni e la separatezza tra scuola e università, che sono due facce della stessa medaglia nella formazione dei giovani, per affrontare insieme l’emergenza iscrizioni. Sono cose che non si possono improvvisare, ma richiedono un progetto di orientamento efficace e condiviso. Per questo abbiamo promosso l’incontro di oggi, il primo di una serie  per dare risposte concrete ai nostri figli. Finora abbiamo assistito all’esodo in pullman di studenti superiori umbri diretti in atenei di altre regioni per orientarsi nel mondo universitario. Vorremmo che, d’ora in avanti, inizi un dialogo tra le scuole umbre e l’Ateneo di Perugia che eviti tale esodo”.

Il dottor Domenico Petruzzo, dirigente scolastico dell’Umbria, ha detto di condividere le preoccupazioni e le idee espresse dal Pro Rettore. “Siamo qui con tutto lo staff dirigenziale della direzione scolastica regionale – ha sottolineato Petruzzo – consapevoli dell’importanza di questo incontro e con l’intenzione di costruire insieme una ‘didattica orientativa’ che aiuti gli  studenti a scegliere il proprio futuro e in particolare ad orientarsi nel mondo universitario”.

Nel merito del lavoro da impostare insieme è intervenuta la professoressa Anna Martellotti, delegata per l’Orientamento dell’Ateneo. “Vogliamo uscire dal letargo in cui è caduta la nostra Università, cominciando dalla riunione odierna. Abbiamo messo a punto due progetti  preparati pensando all’esame di maturità che gli studenti dovranno affrontare nei prossimi mesi: “Prove di Università” e “Maturità di Ateneo”. Le due azioni di orientamento dovranno svolgersi tra marzo e giugno 2014”.

Prove d'Università, intende proporre agli studenti delle superiori  un “pacchetto” di lezioni-prova di taglio universitario su tematiche comprese nel programma di maturità o su argomenti di attualità interessanti in previsione della prova scritta di italiano,  affiancando al pacchetto complessivo un incontro di orientamento vero e proprio. 

Maturità d'Ateneo  è un concorso per le dieci migliori tesine di maturità. Lo studente potrà richiedere, attraverso un proprio insegnante, che l’Ateneo gli assegni un referente di tesina che, di concerto con l’insegnante proponente, svolge una co-tutela leggera (assistenza nella costruzione della mappa, indicazioni bibliografiche, consulenza generica). Fra tutte le tesine elaborate nella collaborazione Scuola-Università verranno selezionate le migliori dieci, che saranno premiate.

da sx Martellotti Petruzzo Materazzi Figorilli 3

Fabrizio Figorilli

Anna Martellotti 1

Perugia, 6 marzo

Domani, a San Bevignate, la presentazione del volume “Caravaggio e il frutto della virtù” di Laura Teza 

Il volume “Caravaggio e il frutto della virtù. Il Mondafrutto e l’Accademia degli Insensati”, di Laura Teza,sarà presentato domani, venerdì 7 marzo 2014, alle ore 17, nel complesso templare di San Bevignate, in Via Enrico Dal Pozzo a Perugia.

Interverranno, oltre all’autrice, Mario Tosti, Direttore del Dipartimento di Lettere-Lingue, che coordinerà l’incontro, Fabrizio Bracco, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Umbria, e Francesco Federico Mancini, ordinario di Storia dell’arte moderna dell’Università degli Studi di Perugia.

Il libro prende in esame la prima opera documentata di Caravaggio, il cosiddetto Mondafrutto, che raffigura un ragazzo intento a sbucciare un misterioso agrume, ora finalmente identificato. Nel 1608 il quadro era di proprietà di un raffinato collezionista perugino, Cesare Crispolti, anima della vita culturale cittadina tardo-cinquecentesca e leader indiscusso dell'Accademia letteraria degli Insensati, un circolo umanistico in seno al quale erano state elaborate composizioni poetiche strettamente connesse con le prime opere romane di Caravaggio dai complessi soggetti profani, carichi di un sofisticato messaggio allegorico. La ricerca di Laura Teza ha ricostruito lo stimolante ambiente culturale dei primi collezionisti caravaggeschi, perugini e romani, e ha evidenziato nella produzione poetica degli Insensati, dai sorprendenti connotati carnascialeschi, un esplicito codice di lettura della frutta in chiave sessuale, ma che viene implicitamente contrapposto, nel quadro, alla saggia scelta del ragazzo che, viceversa, sceglie 'il frutto della virtù'.  

Perugia, 5 marzo

Orientamento - Domani, il Rettore incontra i dirigenti delle scuole medie superiori

E’ in programma, domani giovedì 6 marzo 2014 alle ore 10, nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria, in località Santa Lucia a Perugia, l’incontro sui temi dell’Orientamento con i responsabili  degli istituti umbri di scuola media superiore.

Interverranno il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Dirigente scolastico regionale dell’Umbria, Domenico Petruzzo e il delegato dell’Ateneo per l’Orientamento Anna Martellotti.

L’Ateneo di Perugia ha organizzato questo incontro per avviare un dialogo diretto con la scuola, gli insegnanti e gli stessi studenti che nel prossimo futuro si troveranno a scegliere il corso di studi universitari.

Attraverso il confronto con i dirigenti scolastici degli istituti superiori l’Università intende attivare una proficua collaborazione in materia di Orientamento.

Per venire incontro agli studenti dell’ultimo anno degli istituti superiori che affronteranno l’esame di maturità e l’eventuale scelta di un corso universitario, l’Ateneo, domani, presenterà due iniziative: ‘Prove d’Università’ e “Maturità d’Ateneo”.

Perugia, 5 marzo

A “Speciale Università” l’offerta formativa dell’Ateneo di Perugia, i corsi ad accesso programmato e la ricerca  Bio-compost

Domani, giovedì 6 marzo 2014, alle ore 21.30, su Tef Channel, andrà in onda “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, condotta da Cristina Castellano, nel corso della quale verranno illustrati diversi argomenti. Nella prima parte si parlerà della ricerca dal titolo “Bio-compost, il compostaggio dei sottoprodotti della filiera agricola: da problema a risorsa”. Presenti in studio il professor Primo Proietti e i dottori Luca Regni, Luigi Nasini e Luana Ilarioni, afferenti al Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali. Nella seconda parte verranno date indicazioni sull'attività  formativa  sui test di selezione ai corsi di laurea ad accesso programmato e sarà presentata la vasta offerta formativa dell'Ateneo di Perugia. Saranno presenti in studio la professoressa Anna Martellotti, delegato all'Orientamento, e dottoressa Valeria Lorenzini, responsabile Area Orientamento dell'Ateneo.

La puntata verrà replicata martedì 11 marzo 2014, alle ore 12.30.

 

Perugia, 5 marzo 

La rubrica “1200 secondi con...”, su Umbria Radio, spiega come affrontare i test per il numero programmato 

Giovedì 6 marzo 2014, alle ore 17.30, la rubrica “1200 secondi con...”, in onda su Umbria Radio, affronterà la questione dei test di selezione ai corsi di laurea ad accesso programmato.

Alla trasmissione interverranno il professor Fabrizio Figorilli, Pro-Rettore vicario dell’Ateneo perugino, docenti dei corsi di Medicina e Chirurgia, Medicina Veterinaria e Ingegneria Edile Architettura e personale dell'Ufficio orientamento dell'Università  di Perugia.

Perugia, 4 marzo

Iniziative per l’Orientamento - Il Rettore incontra i responsabili degli istituti di scuola media superiore

L’Università degli Studi di Perugia ha organizzato un incontro con i dirigenti degli istituti di istruzione secondaria dell’Umbria sui temi dell’Orientamento, di seguito all’assemblea del 28 febbraio nell’Aula Magna dell’Ateneo con gli studenti dell’ultimo anno delle scuole medie superiori in cui sono state trattate le  problematiche per la preparazione ai test d’ingresso ai corsi di laurea a numero programmato

L’incontro, giovedì 6 marzo 2014 alle ore 10, si terrà nell’Aula Magna del Polo di Ingegneria, in località Santa Lucia a Perugia.

Interverranno il Magnifico Rettore Franco Moriconi, il Dirigente scolastico regionale dell’Umbria, Domenico Petruzzo e il delegato dell’Ateneo per l’Orientamento Anna Martellotti.

L’incontro rientra nel programma di iniziative che l’Ateneo sta preparando per ampliare e migliorare i servizi di Orientamento rivolti agli studenti.

Con questa iniziativa l’Università degli Studi di Perugia incontrando i responsabili degli Istituti umbri di scuola media superiore intende attivare una intensa collaborazione in materia di Orientamento che l’Ateneo vorrebbe immediatamente potenziare allo scopo di facilitare  la scelta degli studenti per i corsi di studi universitari già nei prossimi mesi.

Nell’incontro di giovedì prossimo saranno presentate due iniziative: ‘Prove d’Università’ e “Maturità d’Ateneo”.

Perugia, 4 marzo

Presentazione del volume di Laura Teza “Caravaggio e il frutto della virtù”

Il volume “Caravaggio e il frutto della virtù. Il Mondafrutto e l’Accademia degli Insensati”, di Laura Teza,sarà presentato venerdì 7 marzo 2014, alle ore 17, nel complesso templare di San Bevignate, in Via Enrico Dal Pozzo a Perugia.

Insieme all’autrice, interverrà Mario Tosti, Direttore del Dipartimento di Lettere-Lingue che coordinerà l’incontro con Fabrizio Bracco, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Umbria, e Francesco Federico Mancini, ordinario di Storia dell’arte moderna dell’Università degli Studi di Perugia.

Il libro prende in esame la prima opera documentata di Caravaggio, il cosiddetto Mondafrutto, che raffigura un ragazzo intento a sbucciare un misterioso agrume, ora finalmente identificato. Nel 1608 il quadro era di proprietà di un raffinato collezionista perugino, Cesare Crispolti, anima della vita culturale cittadina tardo-cinquecentesca e leader indiscusso dell'Accademia letteraria degli Insensati, un circolo umanistico in seno al quale erano state elaborate composizioni poetiche strettamente connesse con le prime opere romane di Caravaggio dai complessi soggetti profani, carichi di un sofisticato messaggio allegorico. La ricerca di Laura Teza ha ricostruito lo stimolante ambiente culturale dei primi collezionisti caravaggeschi, perugini e romani, e ha evidenziato nella produzione poetica degli Insensati, dai sorprendenti connotati carnascialeschi, un esplicito codice di lettura della frutta in chiave sessuale, ma che viene implicitamente contrapposto, nel quadro, alla saggia scelta del ragazzo che, viceversa, sceglie 'il frutto della virtù'.

Perugia, 4 marzo

Magistrati e studiosi a confronto sul tema: “Il ruolo del giudice nel contrasto al terrorismo internazionale”

L’11 marzo 2014, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche si terrà il convegno “Il ruolo del giudice nel contrasto al terrorismo internazionale”.

L’evento è organizzato dal prof. Carlo Focarelli, cattedra di Diritto internazionale del Dipartimento di Scienze Politiche, insieme al Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia,

Presieduto e introdotto dal professor Focarelli, il convegno sarà aperto, alle 9.30, dai saluti di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia, e di Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche.

L’iniziativa sarà occasione di incontro e confronto con giudici di fama internazionale e membri dei più alti organi giurisdizionali italiani, che si sono occupati di terrorismo internazionale. Saranno presenti: il dott. Armando Spataro, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano; la dott.ssa Margherita Cassano, giudice della I sezione della Cassazione penale; e il dott. Alfredo Guardiano, giudice della V sezione della Cassazione penale. Tra i relatori saranno presenti docenti universitari esperti di terrorismo internazionale provenienti dall’Ateneo perugino e dalle Università degli Studi di Firenze, Milano e Venezia (Ca’ Foscari).

Il Convegno ha l’obiettivo di trattare il tema della lotta al terrorismo sotto lo specifico profilo del ruolo svolto dai giudici nazionali e internazionali, chiamati ad una delicata opera di bilanciamento tra considerazioni di efficacia dell’azione repressiva e garanzia del rispetto dei princìpi dello Stato di diritto e dei diritti umani. Saranno oggetto di dibattito temi di grande attualità anche in l’Italia, quali le extraordinary renditions e il noto caso Abu Omar, la cui discussione avverrà proprio con i giudici che ne sono stati protagonisti.

Il Convegno è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Perugia (3 crediti formativi per la sessione mattutina e 3 crediti formativi per la sessione pomeridiana) e sarà trasmesso in video streaming dalle 9.30 sul sito www.radiophonica.it

Perugia, 4 marzo

Il progetto di ricerca “Hot Box” illustrato a “L’uovo di Colombo” dal professor Asdrubali e dall’ingegner Bianchi 

“L’uovo di Colombo” è il titolo della trasmissione radiofonica, a cadenza settimanale, dedicata alla ricerca scientifica dell’Ateneo di Perugia in onda sull’emittente Umbria Radio.

La puntata di giovedì 6 marzo 2014, dalle ore 19.05 alle ore 19.27, vedrà la partecipazionedel professor Francesco Asdrubali, associato di fisica tecnica ambientale nel Dipartimento di Ingegneria dell’Ateneo di Perugia, e l'ingegner Francesco Bianchi, assegnista di ricerca nella cattedra del professor Asdrubali; argomento della puntata sarà la fisica tecnica ambientale e il progetto di ricerca “Hot Box”.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi. Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.  

La puntata di giovedì 6 marzo sarà replicata domenica 9 marzo 2014 alle ore 15. Tutte le trasmissioni possono essere riascoltate anche in podcast all'indirizzo:  http://www.umbriaradio.it/it/podcast.html

Perugia, 3 marzo

Solo dall’Europa fondi per la ricerca, a Lettere dibattito con l’onorevole Galgano

Il tema della ricerca, stamani, è stato al centro dell’incontro al Dipartimento di Lettere, Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne, in Piazza Morlacchi, con la parlamentare europea  onorevole Adriana Galgano, segretario della XIV Commissione parlamentare per le Politiche dell’Unione Europea.

“Un’iniziativa in cui credo profondamente – ha dichiarato Mario Tosti, direttore del Dipartimento, aprendo stamani i lavori nella Sala delle Adunanze, di palazzo Manzoni – in quanto sono certo che il futuro delle scienze umanistiche nell’Università e a Perugia in particolare passa non solo per la didattica, ma dallo sviluppo della ricerca. Ritengo, infatti, che la crescita dell’attività di ricerca potrà alimentare anche la didattica. E’ un tema che ho affrontato subito dal mio insediamento lo scorso gennaio e che oggi esaminiamo concretamente grazie alla presenza dell’onorevole Galgano, che può dare  un prezioso contributo di esperienza e conoscenza per sciogliere i dubbi e i problemi che incontriamo nel tentativo di intercettare i fondi europei. Solo con tali finanziamenti, d’ora in avanti, venendo a mancare la disponibilità di     quelli italiani, potrà essere sostenuta l’attività di ricerca  dell’Ateneo”.

Presente il  professor Marcello Guiducci, delegato di Ateneo per Horizon 2020, che oltre a portare il saluto del Rettore Franco Moriconi ai presenti, tra cui numerosi docenti non solo di Lettere e funzionari amministrativi, ha rinnovato l’impegno dell’Università per mettere in campo nel più breve tempo possibile progetti interdisciplinari di ricerca che siano  in grado di ottenere fondi europei. “Stiamo lavorando al programma Horizon 2020 – ha detto Guiducci – ben sapendo di dover includere anche temi sociali nei progetti in allestimento  perché rientrino negli obiettivi indicati dall’Europa. Penso alla possibilità di utilizzare i beni culturali e il grande patrimonio di musei, arte e storia di cui disponiamo, per finalizzarlo a migliorare la qualità della vita che è uno degli obiettivi indicati in sede  europea”

L’onorevole Adriana Galgano, che ha ricordato di aver frequentato a Perugia il liceo classico Mariotti, ha evocato i grandi ritardi dell’Italia nell’utilizzo dei fondi strutturali europei. Nel periodo 2007-2013 questi ritardi hanno causato la perdita di 29 miliardi di euro. “Si tratta di fondi - ha ricordato la parlamentare europea – finanziati con le tasse degli italiani (l’Italia è al terzo posto in Europa tra i Paesi finanziatori) e che a causa dei ritardi vengono dirottati in altri Paesi. E’ necessario, d’ora in avanti,  che di questi temi si parli con frequenza e che l’Università di Perugia prenda contatti con atenei e centri di ricerca anche di altri Paesi per predisporre progetti interdisciplinari che ottengano finanziamenti. Nel programma Horizon 2020  non saranno le nazioni a ricevere i finanziamenti,  ma i progetti. Per questo  sollecito tutti a sintonizzarsi con questa nuova realtà”.

L’onorevole Galgano ha poi risposto alle numerose domande dei partecipanti, tutte volte ad ottenere informazioni sulle possibilità di organizzarsi per il futuro. Oltre a suggerire un raccordo con gli enti locali, soprattutto la Regione, Galgano ha auspicato che tutti i soggetti italiani, pubblici e privati, trovino un terreno comune e condiviso per tutelare gli interessi nazionali nelle istituzioni europee.  

da sx Galgano Tosti Guiducci

Galgano 1

Mario Tosti

Marcello Guiducci

 Perugia, 3 marzo

Conferenza stampa - Le redazioni sono invitate a partecipare

CONSERVAZIONE, BIODIVERSITA' E ALLEVAMENTO A TERRA: PROGETTO POLLO RURALE. Presentazione martedì 4 marzo, ore 10.30, Dipartimento agraria Università degli Studi di Perugia

 

Recuperare una filiera a chilometro zero con allevamento non intensivo e a terra dell'animale, anche in virtù delle richieste del consumatore che vanno sempre più in questa direzione. Allo stesso tempo mantenere la biodiversità con la conservazione di ceppi autoctoni a lento accrescimento per un loro utilizzo in incroci con linee genetiche più produttive e adattabili a un allevamento all'aperto.

Tutto questo sarà presentato martedì 4 marzo 2014, alle 10.30, nell'Aula Magna del Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e ambientali dell'Università degli Studi di Perugia con il progetto "Pollo rurale" che, poi, sarà illustrato, per la prima volta al pubblico, durante Agriumbria (in programma a Umbriafiere di Bastia Umbra dal 28 al 30 marzo).

Domani, a illustrare i dettagli del progetto, la cui brand identity è curata dall'agenzia Iktome, dopo i saluti del rettore dell'ateneo perugino Franco Moriconi, saranno i direttori dei dipartimenti di agraria e veterinaria e Cesare Castellini, docente ideatore del progetto.

All'incontro con i giornalisti parteciperanno anche Fernanda Cecchini, assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria, Maurizio Beccafichi dell'Università dei sapori di Perugia, Lazzaro Bogliari, presidente di Umbriafiere, Bernardina Di Mario, direttore del carcere perugino di Capanne, Paolo Roselletti, direttore di Federcarni Umbria.

Interverranno, inoltre, i rappresentanti delle aziende coinvolte nel progetto: Daniele Grigi, direttore del gruppo Grigi, Tarcisio Senzacqua della Sint e Filippo Carboni, titolare Carboni società agricola. Presenti, inoltre, dirigenti della direzione regionale salute servizi di prevenzione sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria, dell'Istituto zooprofilattico sperimentale Umbria e Marche e neolaureati dello spinoff accademico Fare. All'incontro con la stampa seguirà una tavola rotonda tra gli intervenuti.           

 


Torna su
×