Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 28 novembre

Convenzioni per l’istituzione del servizio “Unifacile affitto sicuro” e per l’utilizzo delle Biblioteche dell’Ateneo e del Comune 

Perugia (Palazzo Murena), mercoledì 3 dicembre 2014 - ore 10.30

Due convenzioni saranno firmate mercoledì 3 dicembre 2014, alle ore 10.30, a Palazzo Murena, sede del Rettorato.

La prima riguardante un accordofra Università degli Studi di Perugia, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari (FIMAA) collegio Provinciale di Perugia e Comune di Perugia relativo all’iniziativa denominata “UNIFACILE Affitto Sicuro”; sarà caratterizzata dall’istituzione di un servizio di individuazione, certificazione di qualità e messa a disposizione di immobili da concedere in locazione agli studenti.

L’altra intesa riguarda un protocollo fra Ateneo e Comune di Perugia per la fruizione delle Biblioteche universitarie e municipali per tutti gli utenti, sia cittadini residenti, sia studenti universitari.

Interverranno Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Andrea Romizi, sindaco di Perugia, Bruno Biagiotti, Presidente del Collegio Provinciale di Perugia della FIMAA, Federico Rossi e Andrea Capaccioni, delegati del Rettore, rispettivamente, per i Servizi agli studenti e per i Servizi Bibliotecari. 

Perugia, 28 novembre

XI Taller Internacional de Estudios Textuales - Perugia, 1 – 2 dicembre 2014 

Lunedì 1 e martedì 2 dicembre 2014 l’undicesima edizione dei Talleres Internacionales de Estudios Textuales, che si terrà nel Dipartimento di Lettere - Lingue, letterature eciviltà antiche e moderne dell’Università di Perugia (Sala delle Adunanze, Palazzo Manzoni).

I Talleres Internacionales de Estudios Textuales sonodei workshop divenuti negli anni un punto di riferimento per i Textual Studies, il campo di studi che si occupa della materialità dei testi raccogliendo in sé discipline come la critica testuale, la critica genetica, la bibliografía materiale, la storia del libro e della lettura.

Diretti da Luigi Giuliani (Università di Perugia) e Victoria Pineda (Universidad de Extremadura), sulle orme dell'impostazione dell’americana Society for Textual Scholarship (STS) e della sua gemella European Society for Textual Scholarship (ESTS) i Talleres Internacionales si configurano come un luogo di incontro interdisciplinare che trascende le tradizionali divisioni fra le varie filologie per occuparsi di teorie, metodologie e prassi edcotiche applicate a testi di diverse epoche, generi, autori, scritti in diverse lingue.

Le prime nove edizioni del Taller (2004-2012) si sono tenute presso l’Universidad de Extremadura, la decima presso l'Universidad de Córdoba (novembre 2013).

Negli anni i Talleres internacionales hanno sempre mantenuto la stessa struttura: dai sei agli otto interventi distribuiti su due giorni a carico sia di studiosi esterni, sia di docenti dell’università ospitante. In questo modo viene favorito il contatto e l’interazione fra gli studiosi locali e quanti operano in reti internazionali di più ampio respiro. Allo stesso tempo vengono stimolate dinamiche di collaborazione fra colleghi appartenenti a diversi settori all’interno del Dipartimento che ospita l’incontro. Coerentemente con le caratteristiche di un workshop, gli interventi -rivolti sia a specialisti che a studenti- consistono in presentazioni di case studies o di questioni di ordine teorico, metodologico o storico da affrontare negli ampi spazi che il programma prevede per il dibattito. Per gli studenti, si tratta dunque di un’occasione unica per mettere a frutto le loro competenze fílologiche in una dimensione comparatistica attraverso il contatto diretto con specialisti del campo.

A tal fine nelle settimane precedenti al Taller viene tenuto un seminario propedeutico per studenti a cura della cattedra di spagnolo dell’Università di Perugia in cui vengono illustrate le nozioni basilari (principi di critica testuale e critica genetica, elementi di storia del libro, etc.) utili alla comprensione degli interventi in programma. L’iscrizione e la frequenza a tutte le attività del seminario propedeutico e del taller dà diritto all’acquisizione di 2 crediti.

Lunedì 1 dicembre

9.00     Apertura

9.30     Gonzalo Pontón (Universitat Autònoma de Barcelona)

“Las personas del drama: texto teatral e imagen en las primeras ediciones de La Celestina

10.45   Carlo Pulsoni (Università di Perugia)

“Vulgata editoriale e ultime volontà d’autore: a proposito delle Prose di Bembo”

12.00   Pedro Ruiz (Universidad de Córdoba)

“Edición impresa ¿ne varietur? Los Fragmentos del ocio de Enríquez de Cabrera”

13.15-15.15  Pausa pranzo

15.15   Adrián Sáez (Université de Neuchâtel)

“Reescritura y trampas editoriales en La Raquel de Ulloa y Pereira”

16.30   Marco Presotto (Università di Bologna)

“El teatro de Cervantes y los textos”

Martedì 2 dicembre

  9.00  Presentazione della Parte XIII de Comedias de Lope de Vega

           (Madrid, Gredos, 2014) a cura del Grupo de Investigación PROLOPE de la

           Universitat Autónoma de Barcelona 

9.30  Enrico Di Pastena (Università di Pisa)

         “La Parte séptima de comedias de Lope de Vega”

10.45  Roberto De Romanis (Università di Perugia)

“Libri, canone e copyright nella Gran Bretagna del Settecento”

12.00  Marika Piva (Università di Padova)

“Il testo dei Mémoires d’outre tombe di Chateaubriand fra princeps e feuilleton”

13.15 Chiusura

Per informazioni: luigi.giuliani@unipg.it

Organizzazione:

Cattedra di spagnolo, Università di Perugia

Collaborano:

Dipartimento di Lettere - Lingue, letterature eciviltà antiche, Università di Perugia

Grupo de Investigación Prolope, Universitat Autònoma de Barcelona

Grupo de Investigación Arenga, Universidad de Extremadura

Institut d'Espagnol, Université de Neuchâtel

Perugia, 27 novembre

Più di 200 tra medici e ricercatori al Congresso nazionale “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo” 

Perugia (Sala dei Notari), sabato, 29 novembre 2014 

I maggiori esperti italiani di malattie aterotrombotiche saranno a  Perugia, Sabato 29 novembre, per partecipare nella Sala dei Notari al congresso su “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo”.

L’incontro scientifico è coordinato dai professori: Paolo Gresele (Università di Perugia) e Raffaele De Caterina (Università di Chieti).

Si parlerà delle novità in materia di biomarcatori dell’aterotrombosi, dei nuovi farmaci anticoagulanti e del monitoraggio delle terapie antitrombotiche vecchie e nuove. Interverrà con una relazione il prof. Robert Giugliano, del Brigham & Women's Hospital di Boston, uno dei maggiori esperti mondiali su questi temi, che ha svolto alcuni dei più recenti studi nel campo dei nuovi anticoagulanti nella fibrillazione atriale.

Il congresso, che vedrà la presenza di oltre 200 partecipanti, è rivolto a medici internisti, ematologi, angiologi, biochimici clinici, patologi clinici, biologi, tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, interessati alle tematiche dell’aterotrombosi.

Nel corso dell’incontro saranno presentati i risultati più recenti di studi e ricerche compiuti per fronteggiare le malattie aterotrombotiche che includono l’infarto cardiaco, l’ictus cerebrale e le malattie delle arterie degli arti inferiori e rappresentano in assoluto la prima causa di morte e invalidità.

Perugia, 26 novembre

Convegno alla Camera dei Deputati in onore di Margherita Raveraira su:  “Unità della Scienza Giuridica. Problemi e prospettive” 

Una giornata di riflessione sulle problematiche degli approcci metodologici delle diverse scienze giuridiche che studiano il fenomeno del diritto e della sua interpretazione nella dottrina e nella giurisprudenza. Questo il tema del convegno “Unità della scienza giuridica. Problemi e prospettive”, promosso dall’Università degli Studi di Perugia in onore della Professoressa Margherita Raveraira in occasione del suo collocamento fuori ruolo.

Il convegno, patrocinatoda Camera dei Deputati, Senato della Repubblica, Regione Umbria, Comune di Perugia e Associazione Italiana dei Costituzionalisti, si terrà venerdì 28 novembre 2014, ore 10, nella Sala del Mappamondo della Camera dei Deputati.

L’iniziativa affronta unatematica che, se da sempre è stata di grande rilevanza scientifica, è oggi tanto più attuale nel mondo globale, interessando i cultori della materia e gli operatori istituzionali ai diversi livelli.

Interverranno all’incontro: il Rettore dell’Ateneo perugino, Franco  Moriconi, il Vice-Presidente della Camera dei Deputati, onorevole Marina Sereni, la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.

Il Convegno, con la partecipazione dei più noti esperti a livello nazionale ed internazionale, sarà coordinato dal Presidente dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, Professore Antonio D’Atena.

Relazioni: Paolo Ridola (Università di Roma La Sapienza) “Unità e particolarismo dell’esperienza giuridica europea: prospettive e problemi storico-comparativi”;

Adolfo Di Majo - Giuseppe Grisi (Università Roma Tre) “Privatisti e pubblicisti nel Novecento ed oggi”; Franco Modugno (Università di Roma La Sapienza) “Dottrina, giurisprudenza, interpretazione”.

Ore 15,30 - Massimo Luciani (Università di Roma La Sapienza) “Diritto costituzionale e diritto amministrativo”; Gaetano Silvestri, Presidente emerito della Corte Costituzionale,

Politica e giurisdizione”.

Scegliendo questa tematica di ampio respiro teorico e applicativo, l’Università di Perugia, dai tempi della sua fondazione sede prestigiosa per la scienza del diritto, ha inteso meglio omaggiare la professoressa Raveraira nella considerazione sia del suo importante e riconosciuto contributo agli studi costituzionalistici, anche come responsabile di progetti di ricerca nazionali, sia del suo costante impegno didattico, scientifico ed organizzativo profuso nell’Ateneo perugino, ove ha organizzato numerosi convegni e seminari.  Tra i vari incarichi ricoperti è stata per tre mandati Preside della Facoltà di Scienze Politiche, per sette anni  Presidente della sede della Facoltà presso il Polo scientifico didattico di Terni e Delegato per l’attuazione della riforma universitaria.

 

Margherita Raveraira2

Perugia, 25 novembre

A  “Speciale Università” l’attività di E-learning, formazione a distanza programmata dall’Ateneo, la vincitrice del premio “De Poi” e il Centro di eccellenza SMAArt 

Giovedì  27 novembre 2014, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, in onda su Tef Channel , canale 12 del digitale terrestre e su canale 836 di Sky.

Verranno  presentate le attività per la formazione a distanza  programmate dall’Ateneo di Perugia per l'anno accademico 2014-2015. Interverrà in studio la professoressa Floriana Falcinelli, delegato del Rettore per il settore E-learning.

Sarà inoltre illustrata la tesi di laurea  “La Cina in Africa. Aiuti e investimenti” presentata dalla dottoressa Raffaella Donatelli, vincitrice del premio di laurea intitolato ad Alfredo De Poi (2014).

Un servizio, infine, riguarderà la visita guidata del Centro di eccellenza SMAArt (Scientific Methodologies applied to Archaeology and Art) dell'Ateneo di Perugia.

La puntata verrà replicata martedì 2 dicembre 2014, alle ore 12.30.

Perugia, 25 novembre

Il professor Beniamino Cenci Goga  a  “L’uovo di Colombo”, giovedì 27 novembre 2014, su “Umbria Radio”iovedì 27 novembre 2014, su “Umbria Radio” 

Il professor Beniamino Cenci Goga domani,  giovedì 27 novembre 2014, sarà ospite della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27.  

Cenci Goga è professore del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia e il suo settore scientifico è quello dell’ Ispezione degli alimenti di origine animale, all’interno dell’area disciplinare delle Scienze agrarie e veterinarie; docente di  Biotecnologie applicate ai prodotti di origine animale, Ispezione, controllo e certificazione degli alimenti di origine animale, Controllo igienico qualitativo degli alimenti trasformati, Produzione igienica della carne, Scienze degli alimenti.

Fra i temi trattati in trasmissione, il finanziamento, da parte di Umbria Innovazione - Programma i-Start 2014, di un progetto che riguarda la produzione di salumeria di qualità senza nitrati e nitriti, coinvolgendo anche alcune aziende umbre produttrici e, alla luce dei crescenti flussi migratori in ingresso nel nostro Paese, quello della “macellazione religiosa”.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 30 novembre 2014 alle ore 15.

Perugia, 24 novembre

Unità della Scienza Giuridica: Convegno alla Camera dei Deputati in onore di Margherita Raveraira 

Una giornata di studio sulle problematiche degli approcci metodologici delle diverse scienze giuridiche che studiano il fenomeno del diritto e della sua interpretazione nella dottrina e nella giurisprudenza. Questo il tema del convegno “Unità della scienza giuridica. Problemi e prospettive”, promosso dall’Università degli Studi di Perugia in onore della Professoressa Margherita Raveraira in occasione del suo collocamento fuori ruolo.

Il convegno patrocinatodalla Camera dei Deputati, dal Senato della Repubblica, nonché dalla Regione Umbria, dal Comune di Perugia e dall’Associazione Italiana dei Costituzionalisti si terrà venerdì 28 novembre 2014 nella Sala del Mappamondo della Camera dei Deputati.

L’iniziativa affronta unatematica che, se da sempre è stata di grande rilevanza scientifica, è oggi tanto più attuale nel mondo globale e che interessa non solo i cultori della materia, ma anche gli operatori istituzionali ai diversi livelli. Interverranno all’incontro il Rettore dell’Ateneo perugino, Franco  Moriconi, il Vice-Presidente della Camera dei Deputati, onorevole Marina Sereni, la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini.

Il Convegno, cui parteciperanno esperti tra i più noti a livello nazionale ed internazionale, sarà coordinato dal Presidente dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, Professore Antonio D’Atena.

Scegliendo questa tematica di ampio respiro teorico e applicativo, l’Università di Perugia, dai tempi della sua fondazione sede prestigiosa per la scienza del diritto, ha inteso meglio omaggiare la professoressa Raveraira nella considerazione sia del suo importante e riconosciuto contributo agli studi costituzionalistici, anche come responsabile di progetti di ricerca nazionali, sia del suo costante impegno didattico, scientifico ed organizzativo profuso nell’Ateneo perugino, ove ha organizzato numerosi convegni e seminari.  Tra i vari incarichi ricoperti è stata per tre mandati Preside della Facoltà di Scienze Politiche, per sette anni  Presidente della sede della Facoltà presso il Polo scientifico didattico di Terni e Delegato per l’attuazione della riforma universitaria.

 Perugia, 24 novembreraveraira1

Nuovo corso di Europrogettazione al Dipartimento di Scienze Politiche. Formerà professionisti per elaborare progetti per accedere ai fondi europei 

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia propone il corso in Europrogettazione; ha l'obiettivo principale di introdurre alla progettazione europea gli studenti universitari e si propone anche di migliorare le capacità di programmazione e di accesso ai fondi europei da parte del sistema delle imprese e degli operatori del settore non-profit e del volontariato.

“Il nostro corso - spiega il professor Fabio Raspadori, responsabile scientifico dell’iniziativa -, della durata di 150 ore e con un tirocinio di 4 mesi in aziende ed enti operanti nel campo dei progetti europei, vuole fornire strumenti pratici ed intensivi per far sì che alla fine del percorso formativo i partecipanti siano in grado di strutturare progetti e costruire partenariati” .

Per accedere ai fondi europei, infatti, non basta avere una buona intuizione, ma bisogna conoscere le principali fonti di finanziamento esistenti, sapere quali sono i principi e le regole in base alle quali vengono distribuite le risorse, avere rapporti con partner stranieri ed essere in grado di dialogare con le istituzioni di Bruxelles.  In questo scenario, l'esperto di progettazione europea svolge un ruolo chiave e rappresenta una risorsa indispensabile per riuscire ad accedere ai finanziamenti.

Il Corso dell’Ateneo perugino, inoltre, può servire per il riconoscimento di crediti formativi a studenti universitari di tutta Italia.

Il progetto nasce dalla collaborazione con Superficie 8 s.r.l., agenzia di Perugia specializzata in europrogettazione, con all’attivo bandi vinti in vari ambiti: dalla creatività applicata ai sistemi organizzativi aziendali allo storytelling digitale, dal turismo in bicicletta all’analisi degli standard qualitativi della formazione professionale.

ISCRIZIONI

Le domande d’iscrizione devono essere inviate a mezzo posta o consegnate a mano (dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 13) presso Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Scienze Politiche, via Pascoli, 33 - 06123 - Perugia (PG), oppure via fax allo 075.5852476, via mail all’indirizzo lamberto.poderini@unipg.it

PER INFORMAZIONI

DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE, dott.ssa Letizia Pietrolata - tel. 075.585.5410;

SUPERFICIE 8, tel. +39 075 5056985 - formazione@superficie8.it.

La scheda del corso e le modalità di partecipazione sono disponibili anche all’indirizzo internet http://www.scipol.unipg.it/

Perugia, 24 novembre

Congresso nazionale: “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo”.  Parteciperanno da tutt’Italia più di 200 tra medici e ricercatori  

Perugia (Sala dei Notari)

Sabato 29 novembre 2014 a Perugia, nella Sala dei Notari, è in programma il congresso “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo”, di cui coordinatori scientifici sono i professori: Paolo Gresele (Università di Perugia) e Raffaele De Caterina (Università di Chieti).

I maggiori esperti italiani nel campo illustreranno le novità in materia di biomarcatori dell’aterotrombosi, dei nuovi farmaci anticoagulanti e del monitoraggio delle terapie antitrombotiche vecchie e nuove.

Interverrà con una relazione il prof. Robert Giugliano, del Brigham & Women's Hospital di Boston, uno dei maggiori esperti mondiali su questi temi che ha svolto alcuni dei più recenti studi nel campo dei nuovi anticoagulanti nella fibrillazione atriale.

Il congresso di Perugia, che vedrà la presenza di oltre 200 partecipanti,  è rivolto a medici internisti, ematologi, angiologi, biochimici clinici, patologi clinici, biologi, tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, interessati alle tematiche dell’aterotrombosi.

Nel corso dell’incontro saranno illustrati i risultati più recenti di studi e ricerche compiuti per fronteggiare le malattie aterotrombotiche che includono l’infarto cardiaco, l’ictus cerebrale e le malattie delle arterie degli arti inferiori e rappresentano in assoluto la prima causa di morte e invalidità

Perugia, 17 novembre

Domani al Dipartimento di Scienze Politiche, il convegno “Il ruolo dell’Italia nelle relazioni internazionali"

Perugia, martedì 18 novembre 2014 – ore 15

“Il ruolo dell’Italia nelle relazioni internazionali” sarà al centro dell’incontro in programma domani, martedì 18 novembre 2014, alle 15, nell'Aula 5 del Dipartimento di Scienze Politiche (in Via Pascoli).

L’iniziativa sarà aperta dalla presentazione dei progetti Model United Nations (Mun) Consules. I lavori, poi, presieduti e moderati dai professori Luciano Tosi  (Università degli Studi di Perugia) ed Emidio Diodato (Università per Stranieri di Perugia) vedranno le relazioni del Colonnella Pietro Carrozza dell'Arma dei Carabinieri (dal titolo “Promuovere la pace e i diritti umani nel mondo: il ruolo dell’Arma dei Carabinieri”) e del dottor Francesco Lucio Bongarrà di Ansa Parlamento (“Comunicare le missioni militari al’estero: Parlamento e forze politiche”).

Seguirà il dibattito.

L'incontro è realizzato da Consules e dall'Istituto Affari Internazionali (Iai) e fa parte di un ciclo di dieci appuntamenti organizzati in altrettante università italiane, aperti a tutti gli studenti.

L’iniziativa si svolge sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri.

Perugia, 17 novembre

A Luigina Romani, docente di Patologia del Dipartimento di Medicina sperimentale, il Premio ‘Agostino Bassi’ 2014 per le ricerche svolte in Micologia Medica

Luigina Romani, professore ordinario del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia, ha ricevuto il prestigioso premio “Agostino Bassi” per l’anno 2014.

Il riconoscimento viene conferito ogni due anni ad illustri micologi italiani e stranieri che si sono contraddistinti per i loro importanti contributi scientifici.

La FIMUA- Federazione Italiana Micopatologia Umana e Animale-, nell’ambito del XII Congresso nazionale che si è svolto il 14 e 15 novembre a Verona, ha attribuito a Luigina Romani, docente di Patologia, il premio per l’autorevole contributo da lei dato alla scienza nel campo della Micologia Medica.

La prof Romani conduce, come responsabile scientifico, attività di ricerca nell’ambito del progetto europeo ERC FunMeta, molto importante, che ha motivato l’assegnazione di tale riconoscimento.

Il premio “Agostino Bassi”, ogni due anni, viene conferito ad illustri micologi italiani e stranieri che si sono distinti per i loro importanti contributi scientifici nel campo della Micologia medica.

Agostino Bassi (1773-1856), scienziato autodidatta di Lodi, fu il primo ricercatore a stabilire che i microrganismi possono determinare patologie negli animali.

Nel 1835 egli pubblicò i risultati di uno studio sulla malattia del baco da seta dimostrando che questo poteva essere eliminato da un fungo entomogeno, successivamente denominato  Beauveria bassiana, per onorare il ricercatore lodigiano. L’importanza dei suoi studi fu, non solo di aver individuato la causa della malattia e sviluppato efficaci misure di controllo, ma anche di aver ispirato successive ricerche sul possibile coinvolgimento dei miceti nel campo delle patologie umane. 
Il premio “Agostino Bassi” è nato su proposta di Libero Ajello, uno dei grandi Maestri della micologia medica e Socio Onorario FIMUA, scomparso il 24 febbraio 2004. Consiste nell’assegnazione di una medaglia raffigurante l’effigie di Agostino Bassi ed il logo della Società FIMUA.

La selezione dei ricercatori assegnatari del Premio è affidata ad apposita Commissione, costituita da tre membri, che valuta e propone le candidature al Consiglio Direttivo.

La consegna del premio avviene in occasione del Congresso Nazionale FIMUA.

Luigina Romani

Perugia, 14 novembre

Il ruolo dell’Italia nelle relazioni internazionali. Se ne parla al Dipartimento di Scienze Politiche        

 Perugia, martedì 18 ottobre 2014 – ore 15

Il ruolo dell’Italia nelle relazioni internazionali sarà al centro dell’incontro in programma martedì 18 ottobre 2014, alle 15, nell'Aula 5 del Dipartimento di Scienze Politiche (in Via Pascoli).

L’iniziativa sarà aperta dalla presentazione dei progetti Model United Nations (Mun) Consules. I lavori, poi, presieduti e moderati dai professori Luciano Tosi  (Università degli Studi di Perugia) ed Emidio Diodato (Università per Stranieri di Perugia) vedranno le relazioni del Colonnella Pietro Carrozza dell'Arma dei Carabinieri (dal titolo “Promuovere la pace e i diritti umani nel mondo: il ruolo dell’Arma dei Carabinieri”) e del dottor Francesco Lucio Bongarrà di Ansa Parlamento (“Comunicare le missioni militari al’estero: Parlamento e forze politiche”).

Seguirà il dibattito.

L'incontro è realizzato da Consules e dall'Istituto Affari Internazionali (Iai) e fa parte di un ciclo di dieci appuntamenti organizzati in altrettante università italiane, aperti a tutti gli studenti.

L’iniziativa si svolge sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri.

Perugia, 13 novembre

Primo anno di Rettorato Moriconi - Impegno straordinario per garantire risultati di qualità - Frenato l’esodo delle matricole, aumentano le iscrizioni ai corsi 

“Dopo un anno di intenso lavoro, sono contento, ma anche stanco. L’importante è che arrivino i risultati!”. Questo in sintesi il pensiero sul primo anno di governo dell’Ateneo espresso dal Magnifico Rettore Franco Moriconi.

“Un anno non facile che però ha visto una squadra lavorare insieme e remare verso un’unica direzione  – ha detto il Rettore, che ha ringraziato i delegati per il lavoro svolto –. “I primi mesi li ho impiegati per toccare con mano la realtà dell’Università  conferendo per primo la delega del bilancio al professor Alessandro Montrone, perché erano inderogabili le scelte finanziarie. Mi sono reso conto di alcune urgenze per l’Ateneo: i rapporti da ricucire con il territorio, inteso come istituti di media superiori, dove eravamo totalmente assenti; la necessità di attuare un progetto che coinvolgesse, a fianco dell’Università degli Studi, gli Istituti di Alta cultura di Perugia: Università per Stranieri, Accademia di Belle arti, Conservatorio musicale ‘Francesco Morlacchi’, oltre alla Scuola di Giornalismo e alla Scuola di Lingue dell’Esercito. Un insieme di attività formative e culturali che non ha uguali in nessun’altra città delle dimensioni di Perugia. Con questa premessa è iniziato il lavoro del mio rettorato, che ha visto all’interno la nomina di numerosi delegati per affrontare, con competenza, un progetto di rilancio dell’Ateneo, tanto più valido perché condiviso con gli altri istituti culturali”.

Matricole in aumento

Per le iscrizioni al primo anno dei corsi triennali si è registrato un aumento percentuale del 2,25 % (3.594 rispetto a 3.515 un anno fa).

Per i Corsi di laurea a ciclo unico (Medicina, Veterinaria, ecc.)  + 14,67% (891 rispetto a 777).

Nuovi iscritti lauree magistrali +27,66 (563 rispetto a 441, un dato provvisorio e con forti oscillazioni in quanto le iscrizioni si chiuderanno a febbraio 2015).

In sintesi l’incremento medio è pari al 6,66%, dato suscettibile di consistenti variazioni. 

Servizi agli studenti.

Innanzitutto, l’assistenza medica agli studenti fuori sede, mediante convenzioni con un centinaio di medici a Perugia e Terni. Questo servizio è stato valutato positivamente anche dal Censis, che colloca l’Università di Perugia al primo posto nella classifica dei grandi atenei italiani. 

Sono stati creati e notevolmente migliorati altri servizi, come la mobilità cittadina, regionale per studenti, allargandola per il trasporto pubblico fuori regione anche ai familiari.

La carta sconto per gli universitari prima a Terni, poi a Perugia.

Attivata due giorni fa a Perugia la prima aula auto-gestita dagli studenti, che nel prossimo futuro dovranno diventare 4-5 nel centro città per creare luoghi di aggregazione e di studio, “Dei quali – ha evidenziato Moriconi - i nostri studenti hanno urgente necessità”.

Utilizzando anche i fondi del 5 per mille sono state finanziate 32 borse per laureati.

Molto importante è stata la scelta di prevedere sconti alle tasse universitarie (per appartenenti a uno stesso nucleo familiare o per iscritti alle Magistrali riduzioni fino al 50% per studenti con votazione finale del corso triennale superiore al 105 su 110).   

Ricerca

Nel primo bilancio è stato stanziato un milione di euro per la ricerca di base, un settore fino a ieri trascurato. Il finanziamento ha consentito la creazione di 84 borse per i 18 dottorati di ricerca dell’Ateneo. “Uno sforzo – ha sottolineato il Rettore – che non ha eguali negli altri atenei italiani anche di maggiori dimensioni rispetto a nostro”.

Sono stati finanziati 68 posti di per ricercatori a tempo determinato (con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia) e per 52 assegni di ricerca .  “Stiamo lavorando alla preparazione del bilancio del prossimo anno – ha rilevato il Rettore –, ma con  grandi difficoltà in quanto non si conosce ancora l’importo del fondo nazionale per il funzionamento dell’Ateneo. Faremo di tutto per mantenere anche per il prossimo anno gli impegni assunti per la ricerca”.  L’Università di Perugia sarà presente all’Expo di Milano 2015 con progetti frutto della ricerca, di cui è capofila il Dipartimento di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali.

Didattica

“L’anno accademico 2014-2015 lo dedichiamo alla didattica, con l’obiettivo di mantenere e migliorare il livello di qualità dei corsi di studio”. A questo riguardo è stata chiesta l’accreditamento all’Anvur per i corsi dell’Università di Perugia. “Il 24 novembre arriveranno 17 docenti di altri atenei che daranno valutazioni su 9 corsi di laurea, 5 indicati da noi gli altri dall’Anvur. Le valutazioni che emergeranno – ha annunciato Moriconi – serviranno ad accreditare i nove corsi esaminati e saranno utili quali linee di indirizzo per tutti i corsi dell’Ateneo”.

Obiettivo primario è anche l’internazionalizzazione che, ha ricordato il Rettore, vedrà l’Università di Perugia promuovere corsi con doppio titolo e anche corsi in lingua inglese.

E’ in corso di aggiornamento il portale dell’Ateneo che verrà completamente rinnovato entro il mese di giugno 2015 e comprenderà ha annunciato il Rettore, anche una sezione dedicata agli studenti disabili. Ad oggi tra gli iscritti all’ateneo gli studenti con disabilità superiore al 60% sono  250. 

 

Uno

due

tre

quattr

Perugia, 12 novembre

CONFERENZA STAMPA - Bilancio del primo anno del Rettorato Moriconi - Palazzo Murena, Giovedì 13 novembre 2014 – ore 12

Domani, giovedì 13 novembre 2014, alle ore 12, a un anno dal suo insediamento, il Rettore Franco Moriconi terrà una conferenza sul primo anno di mandato alla guida dell’Ateneo di Perugia.

All’incontro con i giornalisti, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, il Magnifico Rettore darà anche conto dei dati relativi alle immatricolazioni nell’Anno Accademico 2014-2015 all’Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 13 novembre

L’innovazione nella formazione, a Perugia, sino a sabato,  incontro internazionale sull’ e-learning 

Ha preso il via nel pomeriggio di oggi, nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Sociali, umane e della formazione, il convegno “Apertura e flessibilità nell’istruzione superiore: oltre l’e-learning?”, con la partecipazione di specialisti italiani e stranieri.

L’incontro scientifico, che si concluderà sabato, affronta la questione della formazione universitaria e dell’apprendimento permanente alla luce delle tendenze di ricerca e di esperienze nazionali e internazionali significative. La riflessione verterà sulle problematiche che possono ostacolare o favorire l’innovazione nella formazione alla conoscenza, inevitabilmente permeata dalle tecnologie e aperta a soluzioni innovative di e-learning e a corsi di formazione come i Massive Open Online Courses (MOOC).

Domani, venerdì 14 novembre, il convegno proseguirà sempre al Dipartimento di Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

Alle 9.30 è in programma la tavola rotonda “La conoscenza come bene comune: prospettive dell’istruzione superiore nell’età della conoscenza aperta e flessibile” con la partecipazione di Pablo Achard (in charge of the development of MOOCs in the University of Geneva), Carolina Jeux Conde (CEO Telefonica Learning Services TLS - MiriadX), Mark Lester (FutureLearn's Global Head of Education Partnerships), Catherine Mongenet  (Chargée de Mission France Université Numérique FUN, Ministère de l’Enseignement Supérieur et de la Recherche), Fabian Schumann (Department Head of Course Acquisition, Iversity); chair Susanna Sancassani (Politecnico di Milano) e Pierpaolo Limone (Università degli Studi di Foggia).

Nel pomeriggio, dalle ore 15, verranno trattati i temi “I MOOC come sfida per la formazione superiore”; “Le ICT nell’innovazione della didattica universitaria”; “Metodi e formati per la didattica integrata”; “Forme e processi di conoscenza: ricerca, usi, produzione,

gestione”.

La giornata conclusiva di sabato, invece, avrà luogo, alla Sala dei Notari. Dalle ore 11 alle 13, è in programma la tavola Rotonda “Apertura e flessibilità nell’istruzione superiore: quali prospettive?”, presieduta da Tommaso Minerva e Pier Cesare Rivoltella, moderata da Pierangelo Soldavini, introdotta da Luciano Galliani e Aureliana Alberici. Interverranno: Franco Moriconi, Rettore Università degli Studi di Perugia, Vincenzo Zara, Rettore Università del Salento e Delegato CRUI per Didattica, Valutazione, e-learning e tecnologie didattiche, Carla Casciari, Vice Presidente della Giunta Regionale, Assessore Welfare e Istruzione, Regione dell’Umbria, Domenico Petruzzo, Ufficio Scolastico Regione Umbria.

Perugia, 12 novembre

Inaugurato il nuovo Anno Accademico del Dipartimento di Scienze politiche. Più di trecento le matricole iscritte ai corsi di laurea  

E’ la prima cerimonia per l’apertura dell’Anno Accademico di Scienze Politiche come Dipartimento, che dal gennaio 2014 ha preso il posto della Facoltà.

I dati delle immatricolazioni al 10 novembre attestano che si sono iscritti per l’A.A. 2014-2015 ai corsi di laurea del Dipartimento di Scienze politiche 308 studenti, rispetto alle 302 matricole alla stessa data di un anno fa. E’ quanto ha comunicato Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento, rilevando  che è un primo passo per il rilancio dei corsi di Scienze politiche di Perugia.

In apertura il Magnifico Rettore Franco Moriconi, anticipando quanto dirà domani in conferenza stampa, ha affermato che i dati delle immatricolazioni ai corsi dell’Ateneo segnano un’inversione di tendenza rispetto all’andamento degli scorsi anni. “Un primo passo incoraggiante per il futuro – ha dichiarato il Rettore – che ci vede impegnati su molti fronti”. Sulla qualità, in particolare, per la quale l’Ateneo ha richiesto l’anticipazione dell’accreditamento dei corsi di laurea da parte della Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione. “A questo scopo avremo a Perugia – ha sottolineato Moriconi –, dal 22 al 28 novembre, un gruppo di docenti di altri atenei, che fanno parte della commissione dell’Agenzia. Daranno valutazioni su 9 corsi di laurea, che dovranno rappresentare indirizzi-guida per migliorare i corsi di laurea dell’Università, che dovessero necessitare di correzioni. E’ un impegno serio per tutti e per questo intendiamo pubblicizzare i dati di valutazione”. Il Rettore ha anche confermato che il 2014-2014 sarà per l’Ateneo di Perugia l’anno dedicato alla didattica, con la volontà di offrire migliori condizioni, di studio, di preparazione e di vita agli studenti iscritti al nostro Ateneo”.

La cerimonia è stata presieduta dal prof. Carlo Carini, Decano del Dipartimento. Sono inoltre intervenuti Marco Penchini, rappresentante del personale tecnico—amministrativo e Francesco Caiello, rappresentante degli studenti.

La prolusione è stata tenuta dal prof. Sergio Bertelli, storico di fama internazionale e docente nella Facoltà di Scienze politiche di Perugia fino ai primi anni Ottanta. I suoi ex colleghi, molti dei quali sono stati anche suoi ex studenti, lo hanno accolto con affetto manifestandogli uoi  stati anc8 novembre,ncerto al pianoforte.

udenti, lo hannpo accorto con tti al nostro ateneo" olreintare stima e apprezzamento. Bertelli ha tenuto la prolusione sul tema Machiavelli attraverso il suo epistolario”, inserita anche nel programma culturale connesso alla mostra su “Machiavelli e il mestiere delle armi” aperta in questi giorni a Perugia.

Al termine della cerimonia lo studente Khalid W. Shomali ha intrattenuto i presenti con un breve concerto al pianoforte.

Sp 1

Moriconi e Carini

Sp 2

Sp 3

 

Moriconi, Carini e Bertelli

Perugia, 12 novembre 

Il professor Paolo Braconi  a  “L’uovo di Colombo” Puntata all’insegna dell’archeologia, dell’alimentazione della cucina ‘storica’- Giovedì 13 novembre 2014, su “Umbria Radio”

Il professor Paolo Braconi sarà ospite della puntata di domani,  giovedì 13 novembre 2014, della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27.

Braconi, ricercatore al Dipartimento di Lettere – Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, è docente di Antichità Romane per il corso di Laurea di Archeologia e antichità classiche, e di Storia dell’agricoltura e dell’alimentazione nell’ambito del corso di laurea in Economia e Cultura dell’alimentazione.

Parlerà delle sue discipline, delle campagne di scavi archeologici portati avanti dall’Ateneo di Perugia (Fregellae, San Giustino, Nemi), di aspetti curiosi come i laboratori di cucina storica.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 16 novembre 2014 alle ore 15.

Perugia, 12 novembre

A  “Speciale Università” I vincitori della Start Cup Umbria 2014. Servizi su: bilancio primo anno di Rettorato del prof. Moriconi ; inaugurazione aula per studenti e intervista al prof. Ciani sul corso “Gestione del territorio” 

Giovedì  13 novembre 2014, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e su canale 836 di Sky. La trasmissione è condotta da Cristina Castellano.

La puntata sarà dedicata alla presentazione dei tre progetti finalisti del premio Start Cup Umbria 2014.

Saranno in studio il prof. Loris Nadotti, direttore del premio, il dottore Marco Malvestiti (progetto  "Plasfer" - primo classificato) , il prof. Beniamino Cenci Goga e la dottoressa Sara Mattei (progetto "NoNit" - secondo classificato) e, in collegamento telefonico, un rappresentante del progetto “Carsh” – terzo classificato. "presenti" in collegamento telefonico.

Inoltre, sono previsti servizi esterni: Intervista al prof. Adriano Ciani per presentare il corso "Gestione e promozione sostenibile del territorio". Inaugurazione dell'aula autogestita dagli studenti e conferenza stampa del Rettore Franco Moriconi sul bilancio del primo anno di governo dell'Ateneo.

La puntata verrà replicata martedì 18 novembre 2014, alle ore 12.30.

Perugia, 11 novembre

CONFERENZA STAMPA

Il Rettore Franco Moriconi farà il bilancio del primo anno di governo dell’Ateneo

 Palazzo Murena, Giovedì 13 novembre 2014 – ore 12

A un anno dal suo insediamento a Palazzo Murena, il Rettore Franco Moriconi terrà una conferenza, giovedì 13 novembre 2014, per fare il bilancio del primo anno di mandato alla guida dell’Ateneo di Perugia.

Nell’incontro con i giornalisti, che si terrà alle ore 12 di giovedì, nella Sala del Dottorato di Palazzo Murena, il Magnifico Rettore darà anche conto dei dati relativi alle immatricolazioni nell’Anno Accademico 2014-2015 all’Università degli Studi di Perugia.

Perugia, 11 novembre

“Apertura e flessibilità nell’istruzione superiore: oltre l’e-learning?”, convegno internazionale organizzato dal Dipartimento della Formazione dell’Ateneo 

Perugia ospiterà dal giovedì 13 a sabato 15 novembre 2014 il convegno “Apertura e flessibilità nell’istruzione superiore: oltre l’e-learning?”, con la partecipazione di specialisti italiani e stranieri.

L’iniziativa è del Dipartimento di Scienze sociali, umane e della formazione, che ha organizzato l’incontro in collaborazione con la Società Italiana di Ricerca sull’Educazione Mediale (SIREM) e la Società Italiana di e-Learning (Sie-L).

“Il convegno affronta la questione della formazione universitaria e dell’apprendimento permanente alla luce delle tendenze di ricerca e di esperienze nazionali e internazionali significative – spiega la professoressa Floriana Falcinelli dell’Università di Perugia -. La diffusione sociale delle nuove tecnologie e il loro protagonismo nelle pratiche, informali e non formali, rendono necessario un rinnovamento e un potenziamento delle modalità didattiche e, prima ancora, un’attenta riconsiderazione dei fini stessi dell’istruzione superiore. La riflessione verterà sulle problematiche che possono ostacolare o favorire l’innovazione nella formazione alla conoscenza, inevitabilmente permeata dalle tecnologie e aperta a soluzioni innovative di e-learning e a corsi di formazione come i Massive Open Online Courses (MOOC)”.

I lavori, nell’Aula Magna del Dipartimento, saranno aperti giovedì, alle ore 14, dagli interventi di Pier Cesare Rivoltella (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano) e Tommaso Minerva (Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia).

Il convegno proseguirà anche nella giornata di venerdì, sempre al Dipartimento di Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

La giornata conclusiva di sabato, invece, avrà luogo, alla Sala dei Notari. Dalle ore 11 alle 13, è in programma la tavola Rotonda “Apertura e flessibilità nell’istruzione superiore: quali prospettive?”, presieduta da Tommaso Minerva e Pier Cesare Rivoltella, moderata da Pierangelo Soldavini, introdotta da Luciano Galliani e Aureliana Alberici. Interverranno: Franco Moriconi, Rettore Università degli Studi di Perugia, Vincenzo Zara, Rettore Università del Salento e Delegato CRUI per Didattica, Valutazione, e-learning e tecnologie didattiche, Carla Casciari, Vice Presidente della Giunta Regionale, Assessore Welfare e Istruzione, Regione dell’Umbria, Domenico Petruzzo, Ufficio Scolastico Regione Umbria.

Perugia, 10 novembre

E’operativa l’aula autogestita dagli studenti intitolata al professor Paolo Ceccherelli. Il Rettore Moriconi: “Occorrono altri spazi per l’aggregazione degli universitari” 

E’realtà la prima aula-studio autogestita per gli studenti. Il Rettore Franco Moriconi ha consegnato questa mattina le chiavi dell’Aula Ceccherelli (edificio B del Dipartimento di Chimica in via Elce di Sotto - angolo via del Liceo)ad Alberto Maria Gambelli,  presidente del Consiglio degli Studenti. Alla struttura, che può accogliere una sessantina di studenti, possono accedere gli iscritti a tutti i Dipartimenti dell’Ateneo. Sarà un gruppo di universitari volontari che provvederanno  a tenerla aperta nei giorni feriali, da lunedì l venerdì dalle 19 alla mezzanotte, e nei festivi,  sabato e domenica dalle 9 alle 19. “E’ un altro punto del mio programma che trova concreta applicazione - ha sottolineato il Rettore Moriconi che da sempre sostiene la necessità di questo tipo di servizio per i ragazzi che studiano a Perugia -. E’ necessario individuare altri spazi per i nostri studenti; quello odierno è il primo tassello di un piano che punta a reperire almeno 3-4 aule nel centro storico di Perugia. Abbiamo chiesto al Comune, che ha dato la sua disponibilità, e alle altre istituzioni per individuare spazi per ospitare i ragazzi e offrire loro opportunità per lo studio, ma che siano anche luoghi di aggregazione. La Biblioteca di Studi Umanistici, in piazza Morlacchi, svolge ottimamente questo funzione, ma occorrono spazi mirati sull’esempio di questo che abbiamo inaugurato oggi. In prospettiva, tenendo conto del numero di iscritti (oltre ventimila), speriamo di poter arrivare a 10-12 aule di questo tipo distribuite in tutta la città”.

Alla cerimonia per la consegna delle chiavi, con caratteristiche ‘informali’, sono intervenuti il Pro Rettore Fabrizio Figorilli e il professor Federico Rossi, delegato del Rettore per i Servizi agli studenti.

“E’una spazio importante viste le difficoltà che spesso incontrano gli studenti, soprattutto i fuorisede, per poter studiare con tranquillità e anche incontrarsi – ha evidenziato il presidente Alberto Maria Gambelli -. La gestione è interamente svolta dal Consiglio degli Studenti, attraverso la figura degli studenti coordinatori che hanno frequentato i corsi di pronto soccorso e antincendio. Al momento sono venti gli studenti formati a Perugia e che possono garantire l’apertura dell’aula”. Il lavoro per allestire e organizzare il servizio delle aule autogestite dagli studenti è stato coordinato dal delegato del rettore prof. Federico Rossi, che ha curato anche l’attivazione dei nuovi servizi agli universitari varati nel 2014.

 

aulastud 101114 168

aulastud 101114 189

aulastud 101114 214

Perugia, 10 novembre

Il Dipartimento di Scienze Politiche inaugura l’Anno Accademico 2014-2015 - Mercoledì 12 novembre 2014 - ore 11 

Mercoledì 12 novembre 2014, alle ore 11, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche si terrà la cerimonia inaugurale dei corsi per l’Anno Accademico 2014-2015.

L’incontro, presieduto dal professor Carlo Carini, Decano del Dipartimento, prevede in apertura i saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi; a seguirela relazione del professor Ambrogio Santambrogio, Direttore del Dipartimento, e gli interventi di Marco Penchini e Francesco Caiello, in rappresentanza, rispettivamente, del personale tecnico- amministrativo e degli studenti.

Alle ore 12 la prolusione del professor Sergio Bertelli sul tema Machiavelli attraverso il suo epistolario”, inserita anche nel programma culturale connesso alla mostra su “Machiavelli e il mestiere delle armi” aperta in questi giorni a Perugia. 

Perugia, 7 novembre

Plasfer vince Start Cup Umbria 2014, premiati tre progetti d’impresapremiati tre progetti d’impresa

Il primo premio della Start Cup Umbria 2014 (di 4.000 euro) è stato assegnato a Plasfer, (Categoria Life Sciences) un’idea di impresa messa a punto dal dottor Marco Malvestiti, in collaborazione con il prof. Paolo Gresele e Alessandro Caprai. Secondo classificato (2.000 euro) NoNit, (Categoria Agrifood & Cleantech) idea presentata da Sara Mattei, in collaborazione con il prof. Beniamino Cenci Goga e Paola Sechi. Terzo (1.500 euro) CARSH (Categoria ICT), presentato da Davide Giancarlini, in collaborazione con Luca Carta e Lorenzo Bellini.

La proclamazione dei tre vincitori è arrivata al termine della fase finale dell’undicesima edizione della Start Cup Umbria, che  si è svolta per la prima volta  nell’ambito del Festival IMMaginario promosso da Sviluppumbria. Una scelta mirata a sostenere e rafforzare il trasferimento alle imprese dei risultati della ricerca, che è compito dell’Ateneo. Con la collaborazione della Regione Umbria si vuole favorire un percorso di grande concretezza. E’ quanto ha sottolineato il prof. Loris Nadotti, direttore del premio Start Cup e delegato del Rettore per i brevetti, innovazione  e trasferimento tecnologico, che oggi ha introdotto la fase finale del premio portando anche i saluti del Rettore Franco Moriconi, impossibilitato a partecipare.

La premiazione dei vincitori si è svolta al Centro servizi camerali “Galeazzo Alessi”.

Sono intervenuti il dottor Gabrio Renzacci, presidente della società Sviluppumbria, Luigi Rossetti, coordinatore area Imprese della Regione Umbria, Maria Teresa Severini, assessore a Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia.

La Giuria chiamata a valutare i progetti è composta da: Loris Nadotti,  (Università degli Studi di Perugia), Luciano Bacoccoli (Unicredit spa), Giuseppina Baldassarri (Sviluppumbria spa), Chiara Borgarelli (Gepafin spa), Federico Zacaglioni (Italeaf spa).

I tre progetti premiati:

PLASFER

Strumento biomedicale ottenuto modificando un macchinario per emodialisi, in grado di predisporre una preparazione iniettabile a scopo terapeutico utilizzando le piastrine umane come veicolo di RNAi drugs. Il macchinario consiste in un separatore cellulare, che fa fluire il sangue direttamente dalle vene del donatore ad un circuito esterno, lo separa nelle sue fasi essenziali e dopo aver trattato la fase piastrinica con RNAi drugs ed un reagente trasfettante brevettato dai proponenti che permette la sua reinfusione nel paziente.

NoNit

Prodotto in grado di sfruttare l'effetto dei batteri lattici, da produzioni umbre, unitamente a specifiche temperature di stagionatura, sull'inibizione della crescita di patogeni ai fini della sicurezza microbiologica e chimica dei salumi, in alternativa a nitrati e nitriti.

CARSH

Piattaforma mobile e web dedicata agli utilizzatori dei servizi di car-sharing che consentirà ad ogni singolo utente di usufruire di un servizio che aggrega tutte le macchine dei vari car-sharer presenti nella zona, di modo da ottimizzare il tempo di prenotazione e permettere all’utente di “disegnare” le scelte più efficienti in tema di mobilità sostenibile e di risparmio di costi.

 

I tre progetti accederanno alla fase nazionale della business plan competition, il Premio Nazionale per l’Innovazione 2014, che si terrà a Sassari il 4 e 5 dicembre 2014.

 

Plasfer OK FILEminimizer

Plasfer 1 FILEminimizer

No nit 1 FILEminimizer

Carsh 1 FILEminimizer

Tavolo FILEminimizer

Perugia, 7 novembre

Apre l’aula autogestita: il Rettore Moriconi consegna le chiavi agli studenti. Una nuova iniziativa di Servizi agli Studenti - Perugia, Dipartimento di Chimica, via Elce di Sotto (angolo via del Liceo) - lunedì 10 novembre 2014 – ore 11 

Lunedì 10 novembre 2014, alle ore 11,  il Rettore Franco Moriconi consegnerà ufficialmente agli studenti le chiavi dell’Aula Ceccherelli: in virtù di una iniziativa innovativa, d’ora in poi lo spazio verrà autogestito dai ragazzi al fine di ospitare, in un ampio arco orario e a seconda delle loro esigenze, le attività di studio e di aggregazione culturale.

Insieme al Rettore Franco Moriconi, interverranno il professore Federico Rossi, delegato per i Servizi agli studenti, e Alberto Maria Gambelli, presidente del Consiglio degli Studenti. La consegna simbolica delle chiavi sarà l’occasione per spiegare i dettagli di questa nuova modalità collaborativa di gestione dei servizi agli studenti.

Appuntamento all’ Edificio B del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, con ingresso in via del Elce di Sotto – angolo Via del Liceo.

Perugia, 7 novembre

Cerimonia in Ateneo, Università, Regione Umbria e Azienda ospedaliera rendono omaggio al professor Brunangelo Falini

L’Università degli Studi di Perugia ha festeggiato stamani il professore Brunangelo Falini, che ha ricevuto giovedì 6 novembre 2014, al Palazzo del Quirinale dalle mani del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il  premio scientifico FIRC “Guido Venosta 2014”.

Alla cerimonia odierna, nella Sala del Dottorato a Palazzo Murena, presieduta dal Magnifico Rettore Franco Moriconi, sono intervenuti Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, Walter Orlandi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia,ed Elisabetta Puccetti Margaritelli, presidente del Comitato Umbria dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc).

“E’ stato per me motivo di orgoglio – ha detto Moriconi – assistere ieri alla consegna del premio al Quirinale. Vedere riconosciuta come un’eccellenza la ricerca perugina attraverso il riconoscimento conferito al professor Falini è stato motivo di grande soddisfazione personale e per il nostro Ateneo. Il premio, infatti, è frutto di una straordinaria sinergia tra istituzioni e per questo all’incontro di oggi sono presenti i massimi rappresentanti della Regione Umbria, dell’azienda Ospedaliera di Perugia e la presidente del comitato umbro dell’Airc”.

La presidente Marini ha rilevato che il lavoro fatto in collaborazione dà sempre risultati importanti ed eccezionali come in questo caso grazie alla genialità del professor  Falini e al valore del suo gruppo di ricerca. “La Regione  - ha ricordato la Presidente –, credendo nel lavoro dei ricercatori che sono anche medici, ha investito e continua a farlo, garantendo strutture e apparecchiature”. A questo riguardo Walter Orlandi, Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera, ha annunciato che è in corso di completamento la sede del Creu, il Centro di ricerca oncologica regionale, che ha sede nell’area dell’ospedale Santa Maria della Misericordia per il quale sono stati investiti dalla Regione 14 milioni di euro . “E’ una struttura destinata a ospitare la ricerca, ma anche a supportare l’attività di assistenza ai malati e in grado di garantire risultati di alta qualità”.

L’inaugurazione del Creu, prevista entro l’anno, sarò rinviata ai primi del 2015, a causa di impegni del Rettore e del professor Falini.

Elisabetta Puccetti Margaritelli,  oltre a manifestare grande soddisfazione, ha ricordato il lavoro di supporto svolto dal comitato umbro dell’Airc, che celebra i vent’anni di attività, in cui lavorano 150 volontari impegnati a raccogliere fondi per la ricerca sul cancro. “Siamo fortunati in Umbria – ha detto – dove vengono convogliati finanziamento nazionali quattro volte superiori ai fondi raccolti nella nostra regione.  Non è un caso – ha concluso – perché tali stanziamenti, come dimostra il gruppo di ricerca di Falini, hanno dato grandi risultati, di risonanza anche internazionale”.

In conclusione è intervenuto Falini per ricordare che il Premio Venosta rappresenta una tappa fondamentale del suo lavoro di ricerca e di assistenza medica più che trentennale, svolto a Perugia. “Dopo il rientro dagli Usa – ha dichiarato – ho scelto di rimanere nel capoluogo umbro  perché qui, nell’Istituto di Ematologia dell’Ateneo, mi è stata data la possibilità di operare ottenendo importanti risultati, lavorando con un gruppo di collaboratori validi, tra i  quali alcuni giovani di grande qualità.  Credo, infatti, che il nostro Paese abbia grandi potenzialità ancora da esprimere nel campo della ricerca scientifica, anche se lavorare qui, oggi, è molto più problematico che in altri Paesi come gli Stati Uniti d’America”

Al termine il Rettore Moriconi ha consegnato al professor Falini una copia della ‘Summa Perusina’ , per sottolineare l’importanza di questa giornata per l’Università, per Perugia e per l’Umbria, da non dimenticare.

 

Brunangelo Falini. Profilo sintetico

Premio “Guido Venosta”

Motivazione per l’ assegnazione del Premio “Guido Venosta 2014”a Brunangelo Falini, Università degli Studi di Perugia

Importanza di AIRC per il sostegno alla ricerca e per la formazione di giovani ricercatoriper il sostegno alla ricerca e per la formazione di giovani ricercatori

Falini tavolo 2 FILEminimizer

Falini tavolo FILEminimizer

Falini e Moriconi FILEminimizer

Falini a FILEminimizer

Falini e Moriconi 2 FILEminimizer

Gruppo Falini 1 FILEminimizer

Pubblico FILEminimizer

Perugia, 7 novembre

Apre l’aula autogestita: il Rettore Moriconi consegna le chiavi agli universitari, una nuova iniziativa di Servizi agli Studenti. Perugia, Dipartimento di Chimica, via Elce di Sotto (angolo via del Liceo) -  lunedì 10 novembre 2014 – ore 11 

Lunedì 10 novembre 2014, alle ore 11,  il Rettore Franco Moriconi consegnerà ufficialmente agli studenti le chiavi dell’Aula Ceccarelli: in virtù di una iniziativa innovativa, d’ora in poi lo spazio verrà autogestito dai ragazzi al fine di ospitare, in un ampio arco orario e a seconda delle loro esigenze, le attività di studio e di aggregazione culturale.

Insieme al Rettore Franco Moriconi, interverranno il professore Federico Rossi, delegato per i Servizi agli studenti, e Alberto Maria Gambelli, presidente del Consiglio degli Studenti. La consegna simbolica delle chiavi sarà l’occasione per spiegare i dettagli di questa nuova modalità collaborativa di gestione dei servizi agli studenti.

Appuntamento all’ Edificio B del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie, con ingresso in via del Elce di Sotto – angolo Via del Liceo.

Perugia, 7 novembre

Tra Ateneo di Perugia e  Duquesne University di Pittsburgh (USA), scambio di studenti dei corsi di Farmacia e di Chimica farmaceutica 

Scambio di studenti fra la Mylan School of Pharmacy della Duquesne University di Pittsburgh (USA) e l’Ateneo di Perugia; 4 giovani americani stanno completando un periodo di tirocinio al  Dipartimento di Scienze Farmaceutiche del capoluogo umbro, mentre 3 studenti perugini   vivono analoga esperienza in America.

E’frutto dell’accordo esistente fra le due istituzioni accademiche e rinnovato a giugno per altri 5 anni alla presenza del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di J. Douglas Bricker, preside della Mylan School of Pharmacy, e del professor Benedetto Natalini, Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche di Perugia.

La Mylan School of Pharmacy della Duquesne University di Pittsburgh intrattiene rapporti di scambio in Italia esclusivamente con l’Università degli Studi di Perugia, che eroga un contributo economico ogni anno, grazie al quale 15 studenti, iscritti ai corsi di laurea in Farmacia e Chimica e tecnologie farmaceutiche, hanno l’opportunità di svolgere una parte del loro tirocinio professionale a Pittsburgh.

Solo dal 2014 lo scambio ha assunto veramente le caratteristiche  di bilateralità. Infatti, dal 7 settembre scorso e per oltre due mesi, per la prima volta 4 studenti americani - Kimberly Grant, Charlene Kabel, Luke Gormley e Md Rezwanul Badhan - sono ospiti a Perugia del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche.

Le attività formative programmate, che sono state organizzate dalla professoressa Maura Marinozzi, coordinatore Erasmus del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, e che consistono  nello svolgimento di una parte del loro tirocinio professionale, hanno visto il coinvolgimento di due farmacisti: i dottori Alessandro Rossi, titolare della farmacia “Cortonese” e Alessandro D’Arpino, dirigente della Farmacia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia. Si sono resi disponibili ad accogliere i quattro studenti americani presso le proprie strutture e a seguirli in qualità di supervisori.

In questo stesso periodo 3 studenti dell’Università di Perugia (Benedetta Zucchini e Marta Marinucci – V anno CdL Farmacia –, Riccardo Vallorani – V anno CdL Chimica e tecnologie farmaceutiche) si trovano negli Stati Uniti per attività di tirocinio professionale. 

Perugini  a Pittsburgh rd

Studenti perugini a Pittsburgh

Pittsburgh a Perugia 1

Studenti Usa a Perugia

Pittsburgh a Perugia OK

Studenti Usa a Perugia

Perugia, 6 novembre

Presentazione premio Venosta 2014 al professor Brunangelo Falini

Perugia (Palazzo Murena), venerdì 7 novembre 2014 - ore 12.30

Domani, venerdì 7 novembre 2014, alle ore 12.30, è convocata a Palazzo Murena, sede del Rettorato, nella Sala ex Senato, una conferenza stampa.

Nel corso dell’incontro con i giornalisti verrà presentato il conferimento del premio “Guido Venosta 2014”al professor Brunangelo Falini, dell’Università degli Studi di Perugia.

Oltre al professor Falini interverranno: il Rettore Franco Moriconi, Catiuscia Marini, presidente della Giunta Regionale dell’Umbria, Walter Orlandi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, ed Elisabetta Puccetti Margaritelli, presidente del Comitato Umbria dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc).

Perugia, 6 novembre

Start Cup Umbria - Proclamazione Vincitori dell’XI edizione nell’ambito dell’Immaginario Festival

Perugia (Centro Servizi Camerali), venerdì 7 Novembre 2014 – Ore 15

Domani, venerdì 7 novembre 2014 alle ore 15, presso il Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi”, in via Mazzini a Perugia nell’ambito dell’Immaginario Festival, saranno presentati i quattro progetti finalisti della Start Cup Umbria 2014.

L’incontro, introdotto e moderato dal prof. Loris Nadotti,  Direttore del Premio Start Cup Umbria e Delegato del Rettore per Brevetti, innovazione e trasferimento tecnologico, sarà aperto dagli interventidel Magnifico Rettore,  Franco Moriconi,e di Luigi Rossetti, Coordinatore area Imprese, lavoro, istruzione della Regione Umbria.

I proponenti dei quattro progetti avranno a disposizione 10 minuti per presentare il proprio Business Plan al pubblico, prima della proclamazione dei vincitori, che accederanno di diritto alla fase nazionale della business plan competition, il Premio Nazionale per l’Innovazione 2014, che si terrà a Sassari dal 4 al 5 dicembre 2014.

I progetti in gara per la Start Cup Umbria 2014:

CARSH

Piattaforma mobile e web dedicata agli utilizzatori dei servizi di car-sharing che consentirà ad ogni singolo utente di usufruire di un servizio che aggrega tutte le macchine dei vari car-sharer presenti nella zona, di modo da ottimizzare il tempo di prenotazione e permettere all’utente di “disegnare” le scelte più efficienti in tema di mobilità sostenibile e di risparmio di costi.

NoNit

Prodotto in grado di sfruttare l'effetto dei batteri lattici, da produzioni umbre, unitamente a specifiche temperature di stagionatura, sull'inibizione della crescita di patogeni ai fini della sicurezza microbiologica e chimica dei salumi, in alternativa a nitrati e nitriti.

PLASFER

Strumento biomedicale ottenuto modificando un macchinario per emodialisi, in grado di predisporre una preparazione iniettabile a scopo terapeutico utilizzando le piastrine umane come veicolo di RNAi drugs. Il macchinario consiste in un separatore cellulare, che fa fluire il sangue direttamente dalle vene del donatore ad un circuito esterno, lo separa nelle sue fasi essenziali e dopo aver trattato la fase piastrinica con RNAi drugs ed un reagente trasfettante brevettato dai proponenti che permette la sua reinfusione nel paziente.

SHIP

Sviluppo di piattaforme web e APP per dispositivi portatili. I prodotti saranno mirati a: 1) introdurre una modalità innovativa ed attuale di gestione dei rapporti con i cittadini  nel settore del welfare dando una equa e corretta informazione sull’accesso ai servizi pubblici; 2) facilitare l’apprendimento di nozioni scientifiche di educazione alla salute e all’uso dei servizi di welfare da parte di  cittadini/pazienti e/o su temi specifici di prevenzione.

Al termine è prevista la proclamazione dei vincitori: il primo classificato si aggiudicherà un premio in denaro di 4.000 euro; 2.000 al secondo e 1.500 euro al terzo classificato. 

Perugia, 5 novembre

Scambio di studenti dei corsi di Farmacia e di Chimica farmaceutica tra l’Ateneo di Perugia e  la Duquesne University di Pittsburgh (USA)

Scambio di studenti fra la Mylan School of Pharmacy della Duquesne University di Pittsburgh (USA) e l’Ateneo di Perugia; 4 giovani americani stanno completando un periodo di tirocinio al  Dipartimento di Scienze Farmaceutiche del capoluogo umbro, mentre 3 studenti perugini   vivono analoga esperienza in America.

E’frutto dell’accordo esistente fra le due istituzioni accademiche e rinnovato a giugno per altri 5 anni alla presenza del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di J. Douglas Bricker, preside della Mylan School of Pharmacy, e del professor Benedetto Natalini, Direttore del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche di Perugia.

La Mylan School of Pharmacy della Duquesne University di Pittsburgh intrattiene rapporti di scambio in Italia esclusivamente con l’Università degli Studi di Perugia, che eroga un contributo economico ogni anno, grazie al quale 15 studenti, iscritti ai corsi di laurea in Farmacia e Chimica e tecnologie farmaceutiche, hanno l’opportunità di svolgere una parte del loro tirocinio professionale a Pittsburgh.

Solo dal 2014 lo scambio ha assunto veramente le caratteristiche  di bilateralità. Infatti, dal 7 settembre scorso e per oltre due mesi, per la prima volta 4 studenti americani - Kimberly Grant, Charlene Kabel, Luke Gormley e Md Rezwanul Badhan - sono ospiti a Perugia del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche.

Le attività formative programmate, che sono state organizzate dalla professoressa Maura Marinozzi, coordinatore Erasmus del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche, e che consistono  nello svolgimento di una parte del loro tirocinio professionale, hanno visto il coinvolgimento di due farmacisti: i dottori Alessandro Rossi, titolare della farmacia “Cortonese” e Alessandro D’Arpino, dirigente della Farmacia dell’Azienda Ospedaliera di Perugia. Si sono resi disponibili ad accogliere i quattro studenti americani presso le proprie strutture e a seguirli in qualità di supervisori.

In questo stesso periodo 3 studenti dell’Università di Perugia (Benedetta Zucchini e Marta Marinucci – V anno CdL Farmacia –, Riccardo Vallorani – V anno CdL Chimica e tecnologie farmaceutiche) si trovano negli Stati Uniti per attività di tirocinio professionale. 

Perugini  a Pittsburgh rd

Studenti perugini a Pittsburgh

Pittsburgh a Perugia 1

Studenti Usa a Perugia

Pittsburgh a Perugia OK

Studenti Usa a Perugia

Perugia, 5 novembre

A  “Speciale Università” il professor Raspadori illustra il progetto ReUe spazi per la mostra “Cultura è salute” e per  “Kultur-Fabrik-Perugia

Giovedì  6 novembre 2014, alle ore 21.30, verrà trasmesso “Speciale Università”, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e su canale 836 di Sky. La trasmissione è condotta da Cristina Castellano.

Nella prima parte si parlerà del progetto ReUe – Regione - Unione europea - nato dall'accordo tra il Dipartimento di Scienze politiche e la Regione dell'Umbria per studiare le modalità attraverso le quali le regioni italiane,  e la Regione dell'Umbria in particolare, partecipano al processo di integrazione europea: atti e norme Ue da adottare, come applicare e attuare norme europee. Saranno presenti in studio il professore Fabio Raspadori, responsabile del progetto, e due studenti di Scienze politiche, che stanno svolgendo l'attività di tirocinio all'interno del progetto ReUe.

Nella seconda parte la professoressa Liliana Minelli  presenterà la mostra “Cultura è salute” e gli eventi ad essa correlati in occasione dei sessanta anni di storia del Centro Sperimentale per l'Educazione Sanitaria dell'Università degli Studi di Perugia; l’esposizione  sarà visitabile dal 7  e al 19 novembre nell’Ex Chiesa Santa Maria della Misericordia, in via Oberdan 54 a Perugia.

Il servizio esterno riguarderà la presentazione, al Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi” di Perugia, del progetto “KULTUR-FABRIK-PERUGIA. Progetti per una rete di ambasciate culturali nel centro storico di Perugia”.

La puntata verrà replicata martedì 11 novembre 2014, alle ore 12.30.

Perugia, 5 novembre

Il professor Federico Batini  a  “L’uovo di Colombo” parlerà di Metodologia della ricerca educativa e di Pedagogia sperimentale

Giovedì 6 novembre 2014, su “Umbria Radio”

Il professor  Federico Batini sarà ospite della puntata di domani,  giovedì 6 novembre 2014, della trasmissione radiofonica “L’uovo di Colombo”, in onda sull’emittente Umbria Radio dalle ore 19.05 alle ore 19.27.

Batini è Ricercatore nel Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione, docente di Metodologia della ricerca educativa, dell’osservazione e della valutazione, e di Pedagogia sperimentale, ambito nel quale svolge anche attività di laboratorio.

Batini illustrerà i campi d'indagine della Metodologia della ricerca educativa, dell’osservazione e della valutazione e della Pedagogia sperimentale; Pedagogia che non riguarda solo i bambini o i giovani in un contesto scolastico, ma anche i processi di apprendimento degli adulti. Il docente si soffermerà sugli effetti della lettura sulla memoria, sulla scorta di un’indagine nella quale sono stati coinvolti anziani ospiti in Residenze sanitarie assistite.

La trasmissione è condotta dai giornalisti Francesco Locatelli e Laura Marozzi.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e  per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 8 novembre 2014 alle ore 15.

Perugia, 4 novembre

Start Cup Umbria 2014 - Proclamazione vincitori dell’XI edizione del Premio

Perugia, venerdì 7 novembre 2014 – ore 15 

La Start Cup Umbria 2014, la competizione tra idee imprenditoriali innovative nate all’interno di strutture e laboratori universitari, si concluderà venerdì 7 novembre, alle ore 15, con la proclamazione dei vincitori dell’undicesima edizione nel corso di un incontro  al Centro servizi Camerali “Galeazzo Alessi”, in via Mazzini a Perugia.

Obiettivo del Premio è quello di sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico della Regione Umbria. Esso intende diffondere la cultura d’impresa nel territorio e promuovere la nascita di imprese ad alto contenuto di conoscenza.

L’incontro, venerdì 7 novembre, introdotto e moderato dal prof. Loris Nadotti,  Direttore del Premio Start Cup Umbria e Delegato del Rettore per Brevetti, innovazione e trasferimento tecnologico, sarà aperto dagli interventidal Magnifico Rettore,  Franco Moriconi, e da Luigi Rossetti, Coordinatore area Imprese, lavoro, istruzione della Regione Umbria. Previsti, inoltre, gli interventi dei membri della giuria e dei rappresentante di Unicredit, di Sviluppumbria, Gepafin e Italeaf.

I proponenti dei 4 progetti finalisti avranno a disposizione 10 minuti per presentare il proprio Business Plan, prima della proclamazione dei vincitori.

Il primo classificato si aggiudicherà un premio di 4.000 euro; il secondo 2.000 e il terzo 1.500 euro.

I tre vincitori della Start Cup locale accederanno di diritto alla fase nazionale della business plan competition, concorrendo al  Premio Nazionale per l’Innovazione 2014, che si terrà a Sassari dal 4 al 5 dicembre 2014.

Perugia, 4 novembre

Il progetto EMaRES dell’Ateneo di Perugia a Ecomondo, Fiera internazionale sullo Sviluppo Sostenibile

Rimini 5-8 novembre 2014

Il progetto LIFE+12 EMaRES, coordinato dal prof. Francesco Di Maria del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, sarà presentato a “Ecomondo”, la 18ma Fiera Internazionale del Recupero di Materia e di Energia e dello Sviluppo Sostenibile, che domani, mercoledì 5 novembre, si inaugura a Rimini.

LIFE+12 EMaRES intende proporre soluzioni di innovazione introdotte dal Dipartimento di Ingegneria di Perugia in collaborazione con i partner tecnologici (TSA e GESENU) nella raccolta e nel trattamento dei rifiuti finalizzate ad incrementare il riciclo di materia.

EMaRES è un esempio concreto di trasferimento tecnologico tramite il quale la ricerca, condotta dal gruppo coordinato dal prof. Francesco Di Maria, viene applicata per dare risposte concrete e problemi concreti. La presenza nel partenariato del progetto LIFE+12 EMaRES di pubbliche istituzioni (Regione Umbria e Comune di Magione) ha lo scopo di trasferire l’innovazione negli strumenti di programmazione e attuazione delle politiche di gestione dei rifiuti.

Il progetto LIFE+12 EMaRES è fortemente orientato verso una maggiore tutela dell’ambiente e una migliore sostenibilità economica dell’intero ciclo integrato di gestione dei rifiuti. Vengono, infatti, introdotti nuovi approcci tecnologici, metodologici e di processo: il riciclo della materia contenuta nei rifiuti in essi non ha solo il fine di ridurre il consumo di materie prime a tutto vantaggio dell’ambiente, ma diventa una “miniera” dalla quale poter estrarre materie prime rare, preziose e strategiche per l’industria soprattutto quella ad elevato contenuto tecnologico.

Questo approccio promuove lo sviluppo della cosiddetta “Green Economy” ed è coerente con gli obiettivi della “Resource Efficient Europe” basati su un uso efficiente delle risorse a 360 gradi.

Ecomondo, dove il progetto dell’Ateneo di Perugia sarà presente con un proprio stand fino a sabato 8 novembre, è una delle più importanti fiere tecnologiche e scientifiche in Europa, dove l’industria, le società di servizi ed il mondo della ricerca si incontrano per presentare agli operatori del settore lo stato dell’arte e le ultime novità tecnologiche.

Perugia, 4 novembre

Un ormone maschile può ridurre la fertilità della zanzara della malaria Anopheles gambiae

Interferire con la riproduzione della zanzara potrebbe ridurre la trasmissione della malaria.

Un team di ricercatori dell’Università di Perugia (UNIPG) e dell’Harvard School of Public Health (HSPH) ha pubblicato uno studio che apre nuovi scenari sulla lotta alla malaria. In questo studio i ricercatori hanno individuato nella zanzara Anopheles gambiae, che trasmette la malaria, un ormone maschile che induce la femmina a non accoppiarsi con altri maschi. L’ormone inoltre stimola la deposizione delle uova, contribuendo alla sopravvivenza della specie. 

L’identificazione della funzione di questo ormone maschile apre la strada a nuove tecniche di controllo del vettore. L’ormone potrebbe infatti essere utilizzato per indurre artificialmente nelle femmine uno stato di refrattarietà all’accoppiamento, rendendole di fatto sterili a vita.

Lo studio e’ stato pubblicato online sulla rivista PNAS lunedì 3 Novembre 2014.

“Questa scoperta rappresenta un passo avanti molto significativo nella comprensione della biologia riproduttiva del vettore della malaria” rileva Flaminia Catteruccia, Professore Associato alla HSPH e alla UNIPG che ha diretto la ricerca.

La malaria è una delle principali malattie presenti nelle regioni tropicali e subtropicali del pianeta. Secondo il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie (CDC) di Atlanta, la malaria causa la morte di circa 660.000 persone l’anno, prevalentemente bambini, e per il 90% dei casi in Africa. In assenza di un valido vaccino, l’uso d’insetticidi rimane il più efficace strumento per il controllo della diffusione della malattia. Tuttavia lo sviluppo di resistenza agli insetticidi nelle popolazioni di zanzare rende necessari nuovi metodi per il controllo del vettore.

La zanzara Anopheles gambiae è il principale vettore del parassita della malaria: l’alto tasso riproduttivo rende questa specie particolarmente efficiente nella trasmissione della malaria. Inoltre, l’accoppiamento avviene solo una volta nell’arco della vita. Per questo motivo il team di ricercatori si è interessato allo studio della biologia riproduttiva in quanto offre un ottimo punto di intervento nella lotta al vettore.

Lo studio dimostra come l’ormone maschile 20-hydroxyecdysone (20E) induca i cambiamenti fisiologici e comportamentali che si manifestano nella femmina dopo l’accoppiamento. I ricercatori hanno artificialmente alterato il livello di 20E nei maschi dimostrando che il trasferimento di questo ormone induce l’attivazione delle risposte fisiologiche all’accoppiamento nella femmina, in particolare una  refrattarietà a successivi accoppiamenti e la deposizione delle uova.

“Il ruolo del maschio nella fisiologia femminile non era ancora conosciuto nelle zanzara Anopheles. Con l’identificazione di fattori molecolari chiave, come l’ormone 20E, siamo ora in grado di attivare la risposta post-accoppiamento nelle zanzare vergini, prevenendo la riproduzione della specie” sottoliena Paolo Gabrieli, uno degli autori principali dello studio e ricercatore post-dottorato all’Università di Perugia.

“Questa nuova promettente scoperta può portare allo sviluppo di nuovi strumenti per il controllo delle zanzare e per la lotta contro la malaria”, conclude la professoressa Catteruccia. 

Paolo Gabrieli, Evdoxia G.Kakani e Sara N.Mitchell da HSPH hanno condotto insieme le attività di ricerca.

Lo studio è stato supportato dal Consiglio Europeo della Ricerca FP7 ERC Starting Grant progetto ‘Anorep’ (grant ID: 260897; http://erc.europa.eu/), dal BBSRC grant (grant ID: BB/I002898/1; www.bbsrc.ac.uk) e dal NIH grant (grant ID: NIH 1R01AI104956-01A1; www.nih.gov) coordinati dalla Prof. Catteruccia.

“Sexual transfer of the steroid hormone 20E induces the post-mating switch in Anopheles gambiae” Paolo Gabrieli, Evdoxia G. Kakani, Sara N. Mitchell, Enzo Mameli, Elizabeth J. Want, Ainhoa Mariezcurrena Anton, Aurelio Serrao, Francesco Baldiniand Flaminia Catteruccia. Proc Natl Acad Sci U S A, online November 3rd, 2014

 

 


Torna su
×