Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

28 marzo

Ricercatori perugini studiano le etichette 'intelligenti' ecocompatibili, le prime applicazioni in campo ospedaliero e alimentare

Addio ai vecchi circuiti elettronici.

D'ora in poi, accanto a quelli tradizionali, se ne vedranno di nuovi, addirittura su carta; saranno etichette "intelligenti" ed ecocompatibili, capaci di alimentarsi con energia sostenibile e di usarla per raccogliere e trasmettere informazioni, con applicazioni in molteplici settori.

Se ne stanno occupando i ricercatori dell' HFElab "High Frequency Electronics Lab" dell'Università degli Studi di Perugia, coordinato dal professore Luca Roselli. HFElab è specializzato nello studio di tecnologie innovative per la "green electronics", l'elettronica fatta con materiali ecocompatibili e a massima biodegradabilità, e partecipa al progetto di ricerca interuniversitario nazionale GRETA - GREen TAgs and sensors with ultrawideband identification and localization capabilities.

Il progetto GRETA riguarda lo sviluppo di circuiti elettronici su supporto biodegradabile (nello specifico cartaceo), energeticamente autonomi in quanto capaci di raccogliere energia dall'ambiente e impiegarla per svolgere funzioni di "sensing" (rilevazione e trasmissione dati di vario genere) e localizzazione. Un ambizioso obiettivo cui contribuiscono anche gli Atenei di Bologna (unità di coordinamento nazionale diretta dal Professor Marco Chiani), dell'Aquila, di Ferrara e di Pavia.

L'unità di Perugia, in particolare, svolge un ruolo fondamentale per le competenze relative alle tecnologie elettroniche eco-compatibili e alla progettazione di sistemi elettronici ad alta frequenza; è perciò responsabile della definizione dell'architettura dell'intero sistema e parte attiva nella progettazione dell'hardware elettronico su carta.

La ricerca di GRETA si colloca nel recentissimo scenario applicativo dell'"internet delle cose", Internet of Things (IoT), un futuro ormai prossimo dove le cose, gli oggetti direttamente senza l'intermediazione umana, saranno in grado di "postare" in rete informazione su se stessi e sull'ambiente circostante.

La prima conseguenza di questa tecnologia riguarda l'enorme incremento del monitoraggio della realtà a vantaggio dei processi decisionali; poi, avendo reso le "cose" autonome nella raccolta e trasferimento delle informazioni, si potrà anche introdurre un certo grado d'intelligenza nelle cose stesse, rendendo così possibile una certa loro indipendenza decisionale.

I ricercatori perugini lavorano in particolare a rendere gli "oggetti Iot" energeticamente autonomi facendo loro attingere energia dall'ambiente circostante - "Energy Harvesting" –; a non sprecare la poca energia raccolta sviluppando circuiti a bassissimo consumo e, infine, a realizzare tali circuiti e i relativi supporti con materiali non inquinanti. L'attenzione è rivolta in particolare alla "paper electronics" l'elettronica su carta, che oltre all'eco-compatibilità offre la possibilità di sfruttare, a costi irrisori, alcune proprietà meccaniche della carta stessa - come ad esempio la flessibilità -, impensabile con le tradizionali schede elettroniche.

Le prime applicazioni della tecnologia studiata nel progetto GRETA saranno individuate in ambito ospedaliero ("smart hospital"), realizzando "etichette" capaci di rilevare i parametri vitali dei pazienti e in grado di localizzare oltre che controllare, lo stato di conservazione di materiali deperibili quali sacche di plasma e medicinali. In ambito industriale, invece, si lavorerà a impieghi nella logistica e nel monitoraggio della catena alimentare del freddo.

N.B. Contatti per i giornalisti:

Prof. Luca Roselli, tel. 07575853633, email: luca.roselli@diei.unipg.it

circuiti 1

circuiti 2

28 marzo

Da Perugia un nuovo studio per migliorare la diagnosi precoce del tumore della prostata

I ricercatori della Clinica Urologica e Andrologia dell'Università di Perugia hanno avviato uno studio per valutare l'efficacia di un nuovo metodo per la diagnosi precoce del tumore alla prostata, la neoplasia solida più comune di Europa, con un tasso di incidenza di 214 casi per 1000 uomini, superiore al tumore sia del polmone, sia del colon-retto.

Tale studio prospettico, svolto in stretta collaborazione con il Servizio di Patologia Clinica della Azienda Ospedaliera di Perugia, è quello di confermare il valore predittivo diagnostico e prognostico del 2proPSA - una particolare forma del tradizionale antigene prostatico specifico PSA - e dei suoi derivati: recenti ricerche, infatti, hanno dimostrato che alcuni nuovi biomarcatori – ed in particolare, negli ultimi due anni, il 2proPSA – dotati di una maggior sensibilità e specificità, potrebbero essere efficacemente impiegati nella diagnosi precoce di questa neoplasia.

I due test oggi più comunemente usati per la diagnosi del cancro alla prostata sono infatti l'esplorazione rettale (DRE) ed il dosaggio del PSA (antigene prostatico specifico): nella maggior parte dei casi il tumore viene rilevato in uno stadio preclinico, in assenza di segni soggettivi ed obiettivi, in pratica solo per l'aumento del PSA.

Tuttavia il PSA è un marcatore organo-specifico ma non tumore-specifico ed suoi livelli possono aumentare come risultato di attività fisica, attività sessuale, dopo esplorazione rettale ed ecografia transrettale, in presenza di iperplasia prostatica benigna (BPH), prostatite acuta e cronica e, ovviamente, in presenza di neoplasia. Il 70% dei casi di cancro può essere rilevata ponendo il limite superiore di PSA a 4,0 ng/ml, tuttavia, utilizzando tale soglia, dal 20% al 25% dei casi di cancro prostatico non vengono rilevati (falsi negativi) ed il tasso di falsi positivi è del 65%.

La ricerca in corso di svolgimento a Perugia intende migliorare le opportunità diagnostiche: coinvolge uomini di età compresa entro i 75 anni, candidati all'esecuzione della biopsia prostatica, e viene realizzata grazie all'esame di campioni di sangue prelevati ai pazienti prima di essere sottoposti a qualsiasi manipolazione che potrebbe causare loro un aumento transitorio dei biomarcatori.

Conclusa la fase di arruolamento, lo studio sarà oggetto di valutazione statistica al fine di identificare quali pazienti effettivamente necessiteranno di una biopsia prostatica, e quali potranno essere indirizzati ad una vigile attesa.

28 marzo

CONFERENZA STAMPA - Start Cup Umbria2013,  la presentazione del concorso giovedì 4 aprile a Palazzo Murena

Giovedì 4 aprile 2013, alle ore 10, nell'aula Dessau di Palazzo Murena, sede centrale dell'Università degli Studi di Perugia, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione della decima edizione del premio Start Cup Umbria 2013.

Interverranno il professore Loris Nadotti, direttore del premio e presidente di PNICube, i rappresentanti di alcune società vincitrici di passate edizioni delle Start Cup per raccontare la propria esperienza del Premio, e la dottoressa Anna Ascani, direttore dell'Agenzia Umbra Ricerche (AUR).

Start Cup Umbria  è una competizione tra idee imprenditoriali generate dalla ricerca universitaria, e rappresenta uno degli strumenti con cui l'Ateneo di Perugia sostiene la ricerca e l'innovazione tecnologica finalizzata allo sviluppo economico e diffonde la cultura d'impresa nell'accademia e nei territori di riferimento. Nel corso degli anni Start Cup ha messo in palio premi in denaro per un valore complessivo di 175.500 euro, valutando 65 Business Plan finalisti e premiando 27 idee di impresa innovative.

Durante la conferenza stampa, oltre alla Start Cup Umbria, verrà presentata anche la manifestazione Creativity Camp 2013, organizzata dall'AUR, co-finanziata dal Fondo Sociale Europeo, un'altra iniziativa volta a sviluppare e rafforzare, nei giovani tra i 20 e i 35 anni d'età, le capacità imprenditoriali.

LE REDAZIONI SONO INVITATE A PARTECIPARE ALLA CONFERENZA STAMPA

26 marzo

Nuovo studio per migliorare la diagnosi precoce del tumore della prostata

I ricercatori della Clinica Urologica e Andrologia dell'Università di Perugia hanno avviato uno studio per valutare l'efficacia di un nuovo metodo per la diagnosi precoce del tumore alla prostata, la neoplasia solida più comune di Europa, con un tasso di incidenza di 214 casi per 1000 uomini, superiore al tumore sia del polmone, sia del colon-retto.

Tale studio prospettico, svolto in stretta collaborazione con il Servizio di Patologia Clinica della Azienda Ospedaliera di Perugia, è quello di confermare il valore predittivo diagnostico e prognostico del 2proPSA - una particolare forma del tradizionale antigene prostatico specifico PSA - e dei suoi derivati: recenti ricerche, infatti, hanno dimostrato che alcuni nuovi biomarcatori – ed in particolare, negli ultimi due anni, il 2proPSA – dotati di una maggior sensibilità e specificità, potrebbero essere efficacemente impiegati nella diagnosi precoce di questa neoplasia.

I due test oggi più comunemente usati per la diagnosi del cancro alla prostata sono infatti l'esplorazione rettale (DRE) ed il dosaggio del PSA (antigene prostatico specifico): nella maggior parte dei casi il tumore viene rilevato in uno stadio preclinico, in assenza di segni soggettivi ed obiettivi, in pratica solo per l'aumento del PSA.

Tuttavia il PSA è un marcatore organo-specifico ma non tumore-specifico ed suoi livelli possono aumentare come risultato di attività fisica, attività sessuale, dopo esplorazione rettale ed ecografia transrettale, in presenza di iperplasia prostatica benigna (BPH), prostatite acuta e cronica e, ovviamente, in presenza di neoplasia. Il 70% dei casi di cancro può essere rilevata ponendo il limite superiore di PSA a 4,0 ng/ml, tuttavia, utilizzando tale soglia, dal 20% al 25% dei casi di cancro prostatico non vengono rilevati (falsi negativi) ed il tasso di falsi positivi è del 65%.

La ricerca in corso di svolgimento a Perugia intende migliorare le opportunità diagnostiche: coinvolge uomini di età compresa entro i 75 anni, candidati all'esecuzione della biopsia prostatica, e viene realizzata grazie all'esame di campioni di sangue prelevati ai pazienti prima di essere sottoposti a qualsiasi manipolazione che potrebbe causare loro un aumento transitorio dei biomarcatori.

Conclusa la fase di arruolamento, lo studio sarà oggetto di valutazione statistica al fine di identificare quali pazienti effettivamente necessiteranno di una biopsia prostatica, e quali potranno essere indirizzati ad una vigile attesa.

26 marzo

Domande entro il prossimo 2 aprile per il viaggio di studio alla Grand Valley State University , interessa gli studenti di Scienze Politiche

L'Università degli Studi di Perugia ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed eventuale colloquio, per l'attribuzione di n. 1 viaggio di studio presso la Grand Valley State University(Grand Rapids - Michigan - USA) per la durata di tre mesi da utilizzarsi nel trimestre autunnale dell'anno accademico 2013-2014 (dal 18 agosto al 18 dicembre 2013).

Si rivolge, in particolare, agli studenti regolarmente iscritti, nell'anno accademico 2012/2013, a un corso di studio della Facoltà di Scienze Politiche o interfacoltà a cui concorra la Facoltà di Scienze Politiche dell''Ateneo di Perugia.

Le domande di ammissione alla selezione, pena l'esclusione, devono essere compilate  secondo  apposito  modello (reperibile  anche all'indirizzo internet

http://www.unipg.it/it/internazionale )  e pervenire, entro le ore 12 del 02 aprile 2013.

26 marzo

Selezione per 3 viaggi di studio presso la Milan School of Pharmacy della Duquesne University of Pittsburgh per attività di tirocinio nel settore Farmacia, le domande entro il 5 aprile

L'Università degli Studi di Perugia ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed eventuale colloquio, per n. 3 viaggi di studio presso la Milan School of Pharmacy della Duquesne University of Pittsburgh (USA); ciascun viaggio avrà la durata di tre mesi e consentirà di effettuare attività di tirocinio nel settore Farmacia.

Le domande di ammissione alla selezione, pena l'esclusione, riservate a studenti iscritti alla Facoltà di Farmacia, devono essere compilate secondo apposito modello (reperibile anche all'indirizzo internet

http://www.unipg.it/it/internazionale )  e pervenire, entro le ore 12 del 5 aprile 2013.

 

22 marzo

Ricercatori perugini studiano le etichette 'intelligenti' ecocompatibili. Le prime applicazioni in campo ospedaliero e alimentare

Addio vecchi circuiti elettronici! D'ora in poi, accanto a quelli tradizionali, se ne vedranno di nuovi, addirittura su carta; saranno etichette "intelligenti" ed ecocompatibili, capaci di alimentarsi con energia sostenibile e di usarla per raccogliere e trasmettere informazioni, con applicazioni in molteplici settori.

Se ne stanno occupando i ricercatori dell' HFElab "High Frequency Electronics Lab" dell'Università degli Studi di Perugia, coordinato dal professore Luca Roselli. HFElab è specializzato nello studio di tecnologie innovative per la "green electronics", l'elettronica fatta con materiali ecocompatibili e a massima biodegradabilità, e partecipa al progetto di ricerca interuniversitario nazionale GRETA - GREen TAgs and sensors with ultrawideband identification and localization capabilities.

Il progetto GRETA riguarda lo sviluppo di circuiti elettronici su supporto biodegradabile (nello specifico cartaceo), energeticamente autonomi in quanto capaci di raccogliere energia dall'ambiente e impiegarla per svolgere funzioni di "sensing" (rilevazione e trasmissione dati di vario genere) e localizzazione. Un ambizioso obiettivo cui contribuiscono anche gli Atenei di Bologna (unità di coordinamento nazionale diretta dal Professor Marco Chiani), dell'Aquila, di Ferrara e di Pavia.

L'unità di Perugia, in particolare, svolge un ruolo fondamentale per le competenze relative alle tecnologie elettroniche eco-compatibili e alla progettazione di sistemi elettronici ad alta frequenza; è perciò responsabile della definizione dell'architettura dell'intero sistema e parte attiva nella progettazione dell'hardware elettronico su carta.

La ricerca di GRETA si colloca nel recentissimo scenario applicativo dell'"internet delle cose", Internet of Things (IoT), un futuro ormai prossimo dove le cose, gli oggetti direttamente senza l'intermediazione umana, saranno in grado di "postare" in rete informazione su se stessi e sull'ambiente circostante.

La prima conseguenza di questa tecnologia riguarda l'enorme incremento del monitoraggio della realtà a vantaggio dei processi decisionali; poi, avendo reso le "cose" autonome nella raccolta e trasferimento delle informazioni, si potrà anche introdurre un certo grado d'intelligenza nelle cose stesse, rendendo così possibile una certa loro indipendenza decisionale.

I ricercatori perugini lavorano in particolare a rendere gli "oggetti Iot" energeticamente autonomi facendo loro attingere energia dall'ambiente circostante - "Energy Harvesting" –; a non sprecare la poca energia raccolta sviluppando circuiti a bassissimo consumo e, infine, a realizzare tali circuiti e i relativi supporti con materiali non inquinanti. L'attenzione è rivolta in particolare alla "paper electronics" l'elettronica su carta, che oltre all'eco-compatibilità offre la possibilità di sfruttare, a costi irrisori, alcune proprietà meccaniche della carta stessa - come ad esempio la flessibilità -, impensabile con le tradizionali schede elettroniche.

Le prime applicazioni della tecnologia studiata nel progetto GRETA saranno individuate in ambito ospedaliero ("smart hospital"), realizzando "etichette" capaci di rilevare i parametri vitali dei pazienti e in grado di localizzare oltre che controllare, lo stato di conservazione di materiali deperibili quali sacche di plasma e medicinali. In ambito industriale, invece, si lavorerà a impieghi nella logistica e nel monitoraggio della catena alimentare del freddo.

N.B. Contatti per i giornalisti:

Prof. Luca Roselli, tel. 07575853633, email: luca.roselli@diei.unipg.it

 

circuiti 1

circuiti 2

 

 

22 marzo

"Il Patrimonio documentario e librario della Fondazione per l'Istruzione agraria", incontro domani a San Pietro - Perugia , sabato 23 marzo 2013 – ore 9

Sabato 23 marzo 2013, alle ore 9, nell'Aula Magna del complesso monumentale di San Pietro, si terrà l'incontro "Il Patrimonio documentario e librario della Fondazione per l'Istruzione agraria in Perugia". L'iniziativa rientranell'ambito delle celebrazioni per i Centoventi anni di storia della Fondazione per l'Istruzione Agraria in Perugia (1892-2012).

Sarà aperto dal saluto del professor Francesco Bistoni, presidente della Fondazione oltre che Rettore dell'Università di Perugia..

I lavori, presieduti e coordinati da Mauro Tosti Croce della Direzione generale per gli Archivi, saranno caratterizzati dagli interventi di Mario Squadroni, Soprintendente archivistico per l'Umbria ("Gli archivi della Fondazione per l'Istruzione Agraria e del Regio Istituto Superiore Agrario di Perugia: primi elementi di conoscenza"); Stefania Maroni, Soprintendenza archivistica per l'Umbria ("L'Archivio Storico dell'Abbazia di San Pietro di Perugia: un patrimonio da valorizzare"); Fiammetta Sabba, Dottore di ricerca in scienze bibliografiche ("La biblioteca dell'abbazia di S. Pietro a Perugia fra Medioevo ed età moderna"); Elena Bongini, Università degli studi di Perugia ("La biblioteca di San Pietro e le fonti per lo studio della sua storia: i libri economici 1799-1810"); Biancamaria Brumana,  Università degli studi di Perugia ("Musiche nell'Archivio di San Pietro: alcune partiture esemplari"); Andrea Capaccioni ed Enrico Pio Ardolino, Università degli studi di Perugia ("Dalla rivoluzione alla statalizzazione: momenti della storia della biblioteca dell'abbazia di S. Pietro di Perugia); Sergio Fatti, Regione dell'Umbria ("La biblioteca dell'abbazia di S. Pietro di Perugia dopo l'Unità d'Italia").

22 marzo

Selezione per 3 viaggi di studio presso la Milan School of Pharmacy della Duquesne University of Pittsburgh per effettuare attività di tirocinio nel settore Farmacia

L'Università degli Studi di Perugia ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed eventuale colloquio, per n. 3 viaggi di studio presso la Milan School of Pharmacy della Duquesne University of Pittsburgh (USA); ciascun viaggio avrà la durata di tre mesi e consentirà di effettuare attività di tirocinio nel settore Farmacia.

Le domande di ammissione alla selezione, pena l'esclusione, riservate a studenti iscritti alla Facoltà di Farmacia, devono essere compilate secondo apposito modello (reperibile anche all'indirizzo internet

http://www.unipg.it/it/internazionale )  e pervenire, entro le ore 12 del 5 aprile 2013.

22 marzo

Viaggio di studio alla la Grand Valley State University per studenti di Scienze Politiche

L'Università degli Studi di Perugia ha indetto una selezione pubblica, per titoli ed eventuale colloquio, per l'attribuzione di n. 1 viaggio di studio presso la Grand Valley State University(Grand Rapids - Michigan - USA) per la durata di tre mesi da utilizzarsi nel trimestre autunnale dell'anno accademico 2013-2014 (dal 18 agosto al 18 dicembre 2013).

Si rivolge, in particolare agli studenti regolarmente iscritti, nell'anno accademico 2012/2013, a un corso di studio della Facoltà di Scienze Politiche o interfacoltà a cui concorra la Facoltà di Scienze Politiche dell''Ateneo di Perugia.

Le domande di ammissione alla selezione, pena l'esclusione, devono essere compilate  secondo  apposito  modello (reperibile  anche all'indirizzo internet

http://www.unipg.it/it/internazionale )  e pervenire, entro le ore 12 del 02 aprile 2013.

22 marzo

Domani alla Sala dei Notari il convegno "Acqua di rubinetto o acqua minerale?" - Perugia, sabato 23 marzo 2013 – ore 9

"Acqua di rubinetto o acqua minerale?", è il titolo del convegno in programma sabato 23 marzo 2013, alle ore 9, alla Sala dei Notari.

L'iniziativa è organizzata dalla Sezione Umbra della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (S.It.I.), in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua.

"Alla domanda presente nel titolo del convegno, che molti cittadini si pongono, – rileva il professor Silvano Monarca, presidente S.It.I. sezione Umbria - il convegno cercherà di rispondere attraverso un confronto scientifico sugli aspetti sanitari, ambientali, economici e sociali".

Alcuni ricercatori e docenti delle Università di Torino, Roma e Perugia, che da anni operano nel campo dell'Igiene Ambientale, faranno il punto della situazione generale a livello nazionale, mentre operatori sanitari ed ambientali della Regione Umbria analizzeranno la situazione idrica a livello locale, in una regione ricca di acque potabili e acque minerali di alto livello qualitativo".

Saranno presentate le attività ed i programmi dei gestori delle risorse idriche, i programmi di comunicazione sociale rivolti ai cittadini e infine verranno analizzate le rappresentazioni sociali che hanno prodotto in Italia una profonda incertezza nei consumatori, alimentata dalla creazione di miti e pregiudizi. Fornire informazioni scientifiche aggiornate e aiutare i cittadini ad operare scelte consapevoli sono gli obiettivi finali del Convegno.

I lavori nella Sala dei Notari saranno aperti, alle ore 9; interverranno il professor Monarca,  Lorena Pesaresi, Assessore all'Ambiente, Comune di Perugia e Silvano Rometti, Assessore all'Ambiente, Regione Umbria.

Seguirà la prima sessione, sul tema "La qualità dell'acqua di rubinetto e dell'acqua minerale", moderata da Massimo Moretti

21 marzo

Ad Antonio Pieretti il titolo di 'Professore Emerito' conferito dal Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Il professore Antonio Pieretti, docente ordinario dell'Università di Perugia, ha ricevuto dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca il titolo di Professore Emerito.

Il conferimento di emerito è stato proposto dalla Facoltà di Lettere e Filosofia e confermato dal Senato Accademico dell'Università degli Studi di Perugia, che l'ha inoltrato al Ministero, in ragione della produzione scientifica e dell'attività didattica di eccellenza  svolta dal professor Pieretti in oltre 40 anni di attività accademica in Italia e all'estero. Il riconoscimento arriva al termine di un'intensa vita universitaria che ha caratterizzato la splendida carriera accademica di Pieretti, che è stato Pro Rettore dell'Ateneo di Perugia fino allo scorso mese di ottobre (a.a. 2011-2012)

Laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Perugia, è divenuto assistente ordinario presso la cattedra di Storia della filosofia nel 1968; l'anno successivo ha conseguito la libera docenza in Filosofia teoretica. Nel 1975 è risultato vincitore del concorso di ruolo di I fascia per la Filosofia del linguaggio. Nel 1976 è stato nominato Preside della facoltà di Lettere e filosofia dell'Università degli Studi di Perugia, incarico tenuto ininterrottamente per 24 anni. Dal 1976 è stato titolare della cattedra di Filosofia teoretica. Innumerevoli sono state le relazioni da lui tenute in convegni internazionali; è membro della società filosofica spagnola. Ha tenuto vari corsi presso le Università di La Coruña, Santiago de Compostela, Bucarest, Bruxelles. Ha avuto rapporti di collaborazione scientifica con le Università di Parigi Nanterre, Regensburg, Monaco di Baviera, Bielefeld.

È stato vice-presidente della Società Filosofica Italiana e del Centro di Studi Filosofici di Gallarate; è presidente del Centro Internazionale di Studi sui Diritti Umani di Praia a Mare. È membro dell'Editorial Board di Philosophy and Rhetoric, oltre che di numerose riviste italiane. È uno dei Direttori dell'Enciclopedia Filosofica, a cura del Centro Studi Filosofici di Gallarate (Bompiani, Milano 2006).

E' autore di 19 monografie e di oltre  350 articoli. Ricordiamo i tre lavori scientifici più recenti:

Filosofia teoretica, La Scuola, Brescia 2008; Introduzione alla semiotica, Margiacchi, Perugia 2002; TV metafora del postmoderno, La Scuola, Brescia 2000.

Antonio Pieretti

 

21 marzo

"Acqua di rubinetto o acqua minerale?"  Convegno alla Sala dei Notari             Perugia, sabato 23 marzo 2013 – ore 9

"Acqua di rubinetto o acqua minerale?", è il titolo del convegno in programma sabato 23 marzo 2013, alle ore 9, alla Sala dei Notari. L'iniziativa è organizzata dalla Sezione Umbra della Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (S.It.I.), in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua.

"Alla domanda presente nel titolo del convegno, che molti cittadini si pongono, – rileva il professor Silvano Monarca, presidente S.It.I. sezione Umbria - il convegno cercherà di rispondere attraverso un confronto scientifico sugli aspetti sanitari, ambientali, economici e sociali. Alcuni ricercatori e docenti delle Università di Torino, Roma e Perugia, che da anni operano nel campo dell'Igiene Ambientale, faranno il punto della situazione generale a livello nazionale, mentre operatori sanitari ed ambientali della Regione Umbria analizzeranno la situazione idrica a livello locale, in una regione ricca di acque potabili e acque minerali di alto livello qualitativo".

Saranno presentate le attività ed i programmi dei gestori delle risorse idriche, i programmi di comunicazione sociale rivolti ai cittadini e infine verranno analizzate le rappresentazioni sociali che hanno prodotto in Italia una profonda incertezza nei consumatori, alimentata dalla creazione di miti e pregiudizi. Fornire informazioni scientifiche aggiornate e aiutare i cittadini ad operare scelte consapevoli sono gli obiettivi finali del Convegno.

I lavori nella Sala dei Notari saranno aperti, alle ore 9; interverranno il professor Monarca,  Lorena Pesaresi, Assessore all'Ambiente, Comune di Perugia e Silvano Rometti, Assessore all'Ambiente, Regione Umbria. Seguirà la prima sessione, sul tema "La qualità dell'acqua di rubinetto e dell'acqua minerale", moderata da Massimo Moretti

21 marzo

Incontro su "Il Patrimonio documentario e librario della Fondazione per l'Istruzione agraria"   Perugia , sabato 23 marzo 2013 – ore 9

Continuano le celebrazioni per i Centoventi anni di storia della Fondazione per l'Istruzione Agraria in Perugia (1892-2012).

Sabato 23 marzo 2013, alle ore 9, nell'Aula Magna del complesso monumentale di San Pietro, si terrà l'incontro "Il Patrimonio documentario e librario della Fondazione per l'Istruzione agraria in Perugia". Sarà aperto dal saluto del professor Francesco Bistoni, presidente della Fondazione oltre che Rettore dell'Università di Perugia.

I lavori, presieduti e coordinati da Mauro Tosti Croce della Direzione generale per gli Archivi, saranno caratterizzati dagli interventi di Mario Squadroni, Soprintendente archivistico per l'Umbria ("Gli archivi della Fondazione per l'Istruzione Agraria e del Regio Istituto Superiore Agrario di Perugia: primi elementi di conoscenza"); Stefania Maroni, Soprintendenza archivistica per l'Umbria ("L'Archivio Storico dell'Abbazia di San Pietro di Perugia: un patrimonio da valorizzare"); Fiammetta Sabba, Dottore di ricerca in scienze bibliografiche ("La biblioteca dell'abbazia di S. Pietro a Perugia fra Medioevo ed età moderna"); Elena Bongini, Università degli studi di Perugia ("La biblioteca di San Pietro e le fonti per lo studio della sua storia: i libri economici 1799-1810"); Biancamaria Brumana,  Università degli studi di Perugia ("Musiche nell'Archivio di San Pietro: alcune partiture esemplari"); Andrea Capaccioni ed Enrico Pio Ardolino, Università degli studi di Perugia ("Dalla rivoluzione alla statalizzazione: momenti della storia della biblioteca dell'abbazia di S. Pietro di Perugia); Sergio Fatti, Regione dell'Umbria ("La biblioteca dell'abbazia di S. Pietro di Perugia dopo l'Unità d'Italia").

20 marzo

I progetti realizzati dagli studenti di Ingegneria per la sistemazione di piazza Italia nel centro storico di Perugia, a "Speciale Università"

Giovedì  21 marzo 2013, alle ore 21.30 andrà in onda su Tef Channel, "Speciale Università", la trasmissione dedicata all'Ateneo di Perugia presentata da Cristina Castellano.

La prima parte sarà dedicata alla presentazione del progetto 'Danteum.oggi', composto da sette elaborati per la sistemazione dell'area di piazza Italia a Perugia. Le ipotesi di progetto sono state realizzate da studenti della Facoltà di Ingegneria all'interno del corso di Progettazione Digitale di Ingegneria Edile Architettura di Perugia, facendo riferimento ai lavori dell'architetto  Giuseppe Terragni. Ne parleranno in studio il prof. Simone Bori, responsabile del Laboratorio progettazione digitale, e gli architetti Bruno Mario Broccolo, Alessandro Bulletti e Marco Palazzeschi.

Nella seconda parte sarà presentato un servizio relativo al convegno, promosso dai servizi bibliotecari dell'Università e del Consiglio Regionale dell'Umbria, sul tema: "Documentazione di fonte pubblica giuridico-economica. Abilità di ricerca e utilizzo delle informazioni in rete: un nuovo diritto di cittadinanza".

La trasmissione sarà replicata martedì 26 marzo 2013, alle ore 12.30.

19 marzo

Convegno a Roma nella sede della Camera dei Deputati  per analizzare le più recenti acquisizioni scientifiche dell'interazione uomo-animale nella lotta contro il cancro

Il Rettore Francesco Bistoni, i presidi Luciano Binaglia e Franco Moriconi, insieme a Claudio Giustozzi (segretario nazionale dell'associazione "G.Dossetti: i Valori") e all'onorevole Paola Binetti, apriranno il convegno "Animali e uomo alleati contro il cancro: attualità e nuove prospettive" in programma a Roma, giovedì 21 marzo 2013, alle ore 8.30, Sala delle Colonne della Camera dei Deputati. L'iniziativa è promossa dall'associazione Culturale "Giuseppe Dossetti: i Valori" in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia.

La lotta ai tumori è una priorità in quanto, subito dopo le malattie del sistema cardiocircolatorio, il cancro rappresenta la seconda causa di morte in ordine di importanza, sia in Italia che nel resto dell'Europa.

Per questo l'Associazione e l'Ateneo perugino intendono affrontare, con specialisti di chiara fama, l'Oncogenesi spontanea umana ed animale, per mettere a confronto le più recenti acquisizioni scientifiche delle forme di neoplasia più frequenti che colpiscono sia uomini che animali.

Gli aspetti biologici di oncologia comparata spontanea e sperimentale, in cui gli animali rappresentano dei modelli di studio di riferimento per la medicina umana, e viceversa, saranno il substrato su cui si baserà il dibattito ed il confronto scientifico in tale contesto. La medicina veterinaria è importante nella sanità, non solo per ciò che concerne la sicurezza alimentare o lo studio delle zoonosi, ma anche per la prevenzione e la cura del nemico numero uno: il cancro.

L'incontro a Montecitorio ha l'obiettivo di creare un momento di riflessione sugli sviluppi dell'interazione uomo-animale, con il coinvolgimento di ricercatori e studiosi specialisti di oncologia, valutando anche il potenziale effetto cancerogeno dei contaminanti presenti in alcuni alimenti di origine.

19 marzo

Gli alunni delle scuole di Trevi tra i protagonisti del Sesto Convegno nazionale "Le Libellule in Italia"

Si è concluso con uno spettacolo dedicato ai bambini il Sesto Convegno nazionale sulle Libellule, ospitato nella splendida cornice del Teatro Clitunno di Trevi, ancora una volta al centro dell'attenzione del mondo dell'odonatologia. Nel 1991, infatti, Trevi accolse il Congresso internazionale degli Odonati.

Alla due giorni di Trevi, sabato 16 e domenica 17 marzo 2013, hanno partecipato un centinaio di congressisti provenienti da tutte le regioni italiane. Sono stati affrontati i temi legati alla conservazione delle libellule, alla loro importanza come indicatori della qualità degli 'habitat', alla loro fisiologia, biologia, ecologia e distribuzione sul territorio della penisola italiana. Gli studiosi e ricercatori si sono confrontati in un intenso dibattito su tutti i temi del settore. Ospite d'eccezione il prof. A. Cordero Rivera, dell'Università di Vigo (Spagna), che ha portato un importante contributo scientifico in qualità di esperto di fama mondiale nel campo delle libellule.

Il congresso, oltre all'obiettivo di aggiornamento e di confronto scientifico, ha avuto momenti di promozione e divulgazione con il coinvolgimento della cittadinanza e con la partecipazione diretta al Teatro Clitunno degli alunni dell'Istituto scolastico comprensivo 'Valenti' di Trevi accompagnati dai loro insegnanti. Con i loro elaborati grafici e disegni dedicati alle libellule, i bambini, che frequentano la scuola materna e primaria, hanno contribuito  a creare un'eccezionale scenografia dello spettacolo teatrale, "La vita di una libellula", che ha ufficialmente concluso domenica il congresso.

L'incontro, promosso e organizzato dal Dipartimento di Biologia cellulare e ambientale dell'Università degli Studi di Perugia, ha ottenuto pieno successo scientifico e divulgativo, grazie al contributo finanziario della Regione Umbria e della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. L'associazione Odonata.it ha assegnato due premi in denaro, messi a disposizione da un socio, destinati a due studenti che si sono distinti nei contributi scientifici attraverso relazioni e la preparazione di poster.

Da ricordare, inoltre, il Comune di Trevi che ha messo a disposizione del congresso l'accogliente Teatro Clitunno e Villa Fabris, che è sede dell'Osservatorio per le Biodiversità.

 

Libellule tavolo presidenza

Libellule spettacolo teatrale

19 marzo

Domani il seminario "Le elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013. Tra vecchia e nuova politica" - Perugia, 20 marzo 2013 –ore 10.15

Giovanni Belardelli, Bruno Bracalente, Alessandro Campi, Paolo Mancini e Roberto Segatori, docenti dell'Università di Perugia,analizzeranno domani, mercoledì 22 marzo 2013, le novità emerse dalle elezioni politiche nazionali italiane del 24-25 febbraio di quest'anno

Il seminario, organizzato dalla Facoltà di Scienze politiche dell'Ateneo di Perugia, si svolgerà domani, alle ore 10.15, nell'Aula 1 della Facoltà di Scienze Politiche, in via Pascoli, a Perugia, consentirà agli studiosi dell'Ateneo perugino di portare il proprio contributo, partendo da punti di vista diversi dei fenomeni politici, sulle novità emerse dalla più recente consultazione elettorale italiana.

"Queste elezioni – rileva il professor Giorgio Eduardo Montanari, Preside della Facoltà di Scienze politiche – hanno segnato un profondo spartiacque nella vita politica del nostro Paese, portando alla ribalta soggetti politici nuovi e facendo scomparire vecchie figure del tradizionale panorama politico e istituzionale italiano. Ancora di più, questa tornata elettorale ha creato un'intricata situazione politico-istituzionale in un momento politico particolarmente delicato, anche sul piano economico e sociale, che l'Italia e l'Europa stanno attraversando".

18 marzo

Seminario su:"Le elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013. Tra vecchia e nuova politica"     Perugia, 20 marzo 2013 – ore 10,15

La Facoltà di Scienze politiche dell'Ateneo di Perugia ha organizzato un incontro per riflettere sulle novità emerse dalle elezioni politiche nazionali italiane del 24-25 febbraio 2013.

"Queste elezioni – rileva il Preside della Facoltà prof. Giorgio Eduardo Montanari – hanno segnato un profondo spartiacque nella vita politica del nostro Paese, portando alla ribalta soggetti politici nuovi e facendo scomparire vecchie figure del tradizionale panorama politico e istituzionale italiano. Ancora di più, questa tornata elettorale ha creato un'intricata situazione politico-istituzionale in un momento politico particolarmente delicato, anche sul piano economico e sociale, che l'Italia e l'Europa stanno attraversando".

Nell'incontro, aperto al pubblico oltre che a docenti e studenti, che è in programma mercoledì 20 marzo, alle ore 10,15, nell'Aula 1 della Facoltà di Scienze Politiche, in via Pascoli a Perugia, saranno approfonditi alcuni aspetti come l'analisi dei flussi elettorali e le motivazioni del voto, prendendo le mosse dal tema: "Le elezioni politiche del 24-25 febbraio 2013. Tra vecchia e nuova politica".

Sono previsti gli interventi di Giovanni Belardelli, Bruno Bracalente, Alessandro Campi, Paolo Mancini e Roberto Segatori. Si tratta di studiosi che porteranno ognuno il proprio contributo partendo da punti di vista diversi dei fenomeni politici.

18 marzo

Al via oggi, al Centro Commerciale Cospea di Terni, la mostra "Buon Compleanno Archimede", aperta sino al 22 marzo. Celebra i 2300 anni della nascita del genio matematic siracusano

Viene inaugurata nel pomeriggio di oggi "Buon Compleanno Archimede" la mostra interattiva che consente, attraverso gli oggetti che vi sono esposti, di 'toccare con mano'  alcuni importanti contributi matematici di Archimede, del quale ricorrono i 2300 anni dalla nascita.

Potrà essere visitata sino a venerdì 22 marzo 2013 al Centro Commerciale Cospea di Terni (orario 16 -19).

E'stata realizzata nell'ambito di una collaborazione fra il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Ateneo di Perugia (con la professoressa Emanuela Ughi nell'ambito delle attività del Piano Lauree Scientifiche) e il Liceo "Donatelli" di Terni (sotto la guida del professor Marco Calvani).

"Alcuni studenti del Liceo Donatelli hanno preso spunto da un bando di un premio offerto dall'Unione Matematica Italiana, ed hanno progettato e realizzato una mostra interattiva, costruendo oggetti che consentono di esplorare con le mani alcuni importanti contributi matematici di Archimede –spiega la professoressa Ughi -. Per valorizzarla hanno scelto di allestirla in un luogo per certi aspetti inconsueto, il Centro Commerciale Cospea. Gli studenti saranno presenti a fare da guida per passanti e curiosi che potranno avvicinarsi, toccare gli oggetti, e chiedere spiegazioni, fra leve, equilibri, volumi di coni, cilindri e sfere, e una versione inusuale del teorema di Pitagora".

15 marzo

Sesto convegno nazionale "Le libellule in Italia"

Il Teatro Clitunno nel comune di Trevi ospiterà domani sabato 16 e domenica 17 marzo il sesto congegno nazionale sulle libellule in Italia, promosso dal Dipartimento di Biologia cellulare e ambientale dell'Università degli Studi di Perugia in collaborazione con l'associazione Odonata.

L'appuntamento, di particolare interesse scientifico per il mondo odontologico italiano, presenta aspetti rilevanti anche per il grande pubblico interessato a comprendere l'importanza delle libellule sulla valutazione degli habitat naturali e in particolare degli ecosistemi umidi.

L'apertura dei lavori è prevista alle ore 9,30 di sabato con i saluti delle autorità: per l'Università di Perugia interverrà Elda Gaino, Pro Rettore e delegato per le Relazioni internazionali, rappresentanti del Comune di Trevi e della Regione Umbria. Per l'Osservatorio regionale della Biodiversità interverranno Roberto Segatori e Bernardino Ragni.

I lavori del convegno proseguiranno per l'intera giornata di sabato e nella mattinata di domenica.  mentre nel primo pomeriggio è in programma l'assemblea dei soci di Odonata.it.

Gli Odonati, comunemente noti come libellule o dragonflies nella dizione anglosassone, sono insetti legati alle acque dolci per la riproduzione e lo sviluppo larvale. Da adulti sono abili volatori e rivestono un fondamentale ruolo ecologico collocandosi tra i principali predatori intermedi e terminali. In Europa sono presenti 138 specie; dalle ultime ricerche condotte dal gruppo di ricerca afferente al Dipartimento di Biologica Cellulare e Ambientale dell'Università di Perugia risulta che l'Umbria sia colonizzata da 47 delle 91 specie segnalate in Italia.

Evidenze scientifiche permettono di definire questi insetti indicatori della qualità degli habitat e dello stato di conservazione degli ecosistemi umidi e, grazie alle loro abilità di volo, sono anche sentinelle degli effetti dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale.

Seminario su: "Documentazione di fonte pubblica giuridico-economica.  Abilità di ricerca e  utilizzo delle informazioni in rete: un nuovo diritto di cittadinanza"

Iniziativa congiunta del Servizio documentazione e istituti del Consiglio regionale dell'Umbria insieme con la Biblioteca Giuridica dell'Università degli Studi dei Perugia per promuovere un seminario sul tema: "Documentazione di fonte pubblica giuridico-economica. Abilità di ricerca e utilizzo delle informazioni in rete: un nuovo diritto di cittadinanza".

L'incontro si terrà a Perugia lunedì 18 e martedì 19 marzo: il primo giorno nella Sala Partecipazione di Palazzo Cesaroni, sede del Consiglio regionale dell'Umbria, mentre  martedì i lavori si trasferiranno nella Sala Dessau di Palazzo Murena, sede centrale dell'Ateneo.

Lunedì, alle 9, il seminario sarà introdotto dall'intervento di Rosalba Iannucci, dirigente del servizio Documentazione e Istituti Consiglio regionale; martedì, la sessione a Palazzo Murena verrà aperta alle 10 con i saluti di Maurizio Padiglioni, direttore Centro servizi bibliotecari dell'Università.

Convegno a Roma nella sede della Camera dei Deputati  per analizzare le più recenti acquisizioni scientifiche dell'interazione uomo-animale nella lotta contro il cancro

La lotta ai tumori è una priorità in quanto, subito dopo le malattie del sistema cardiocircolatorio, il cancro rappresenta la seconda causa di morte in ordine di importanza, sia in Italia che nel resto dell'Europa.

Per questo l'Associazione Culturale "Giuseppe Dossetti: i Valori" organizza, in collaborazione con l'Università degli Studi di Perugia, un convegno sull'Oncogenesi spontanea umana ed animale, per mettere a confronto le più recenti acquisizioni scientifiche delle forme di neoplasia più frequenti che colpiscono sia uomini che animali.

L'incontro avrà luogo a Roma, giovedì 21 marzo 2013, alle ore 8.30, nella Sala delle Colonne della Camera dei Deputati.

Gli aspetti biologici di oncologia comparata spontanea e sperimentale, in cui gli animali rappresentano dei modelli di studio di riferimento per la medicina umana, e viceversa, saranno il substrato su cui si baserà il dibattito ed il confronto scientifico in tale contesto. La medicina veterinaria è importante nella sanità, non solo per ciò che concerne la sicurezza alimentare o lo studio delle zoonosi, ma anche per la prevenzione e la cura del nemico numero uno: il cancro.

L'incontro a Montecitorio ha l'obiettivo di creare un momento di riflessione sugli sviluppi dell'interazione uomo-animale, con il coinvolgimento di ricercatori e studiosi specialisti di oncologia, valutando anche il potenziale effetto cancerogeno dei contaminanti presenti in alcuni alimenti di origine.

 

La mostra "Buon Compleanno Archimede" al Centro Commerciale Cospea (Terni) dal 18 al 22 marzo 2013

"Buon Compleanno Archimede" è una mostra interattiva che consente, attraverso gli oggetti che vi sono esposti, di 'toccare con mano'  alcuni importanti contributi matematici di Archimede. Potrà essere visitata da lunedì 18 a venerdì 22 marzo 2013 al Centro Commerciale Cospea di Terni (orario 16 -19).

E'stata realizzata nell'ambito di una collaborazione fra il Dipartimento di Matematica e Informatica dell'Ateneo di Perugia (con la professoressa Emanuela Ughi nell'ambito delle attività del Piano Lauree Scientifiche) e il Liceo "Donatelli" di Terni (sotto la guida del professor Marco Calvani).

"Alcuni studenti del Liceo Donatelli hanno preso spunto da un bando di un premio offerto dall'Unione Matematica Italiana, ed hanno progettato e realizzato una mostra interattiva, costruendo oggetti che consentono di esplorare con le mani alcuni importanti contributi matematici di Archimede –spiega la professoressa Ughi -. Per valorizzarla hanno scelto di allestirla in un luogo per certi aspetti inconsueto, il Centro Commerciale Cospea. Gli studenti saranno presenti a fare da guida per passanti e curiosi che potranno avvicinarsi, toccare gli oggetti, e chiedere spiegazioni, fra leve, equilibri, volumi di coni, cilindri e sfere, e una versione inusuale del teorema di Pitagora".

13 marzo

Perugia capitale della Neurologia. Nella "Settimana del cervello" ospita l'8° congresso della Società Italiana Neurologia delle Demenze, nell'Aula Magna dell'Ateneo

Trecento fra ricercatori e specialisti, italiani e stranieri, a Perugia per l'ottavo convegno della Società Italiana Neurologia delle Demenze (SIN-Dem).

Il congresso, che cade nella "Settimana del cervello", viene inaugurato oggi pomeriggio, nell'Aula Magna dell'Università degli Studi, alle ore 18. Perugia è stata scelta come sede dell'incontro scientifico perchè il capoluogo umbro rappresenta un' eccellenza nel settore della diagnosi precoce per le malattie degenerative che portano alla demenza (Alzheimer, Parkinson),

La tre giorni perugina offre l'occasione per fare il punto sulle malattie del cervello con l'intervento di 120 giovani ricercatori italiani e di illustri scienziati stranieri (Ue, Usa), che evidenzieranno lo stato dell'arte sul fronte della ricerca e della cura di queste patologie.

"Perugia rappresenta un polo di ricerca avanzato ed è stata fra le prime a studiare la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson che ha ricadute fondamentali per intervenire tempestivamente sul fronte della cura e dare quindi maggiori speranze a chi è colpito da queste patologie e alle loro famiglie – sottolinea la professoressa Lucilla Parnetti, della Clinica Neurologica del Polo Ospedaliero – Universitario di Perugia -.  Queste malattie hanno un forte impatto sociale e anticipare i tempi di cura, grazie alla diagnosi precoce che a Perugia facciamo dal 2000, rappresenta un aspetto fondamentale".

L'inaugurazione ufficiale del convegno è in programma oggi alle ore 18, con l'introduzione di Alessandro Padovani, presidente delSIN-Dem.

I lavori proseguiranno presieduti da Lucilla Parnetti, dal 2012 segretario Sindem, responsabile del Centro per lo studio dei disturbi della memoria e del laboratorio di Neurochimica clinica del Santa Maria della Misericordia, è anche coordinatrice europea sulle malattie neurodegenerative e responsabile,eda Paolo Calabresi, direttore della Clinica Neurologica del Santa Maria della Misericordia.

Il programma prevede i saluti delle autorità, la relazione "Luigi Amaducci" Lecture, introdotta da Vincenzo Bonavita e tenuta Walter Rocca (Rochester) sul tema "Risk and protective factors for Alzheimer's disease and dementia".

Il programma completo è disponibile all'indirizzo internet

http://www.unipg.it/contenuti/convegni/2013-03-13-sindem.pdf

La giovane ricercatrice Elena Fortunati, Cavaliere della Repubblica,  a "Speciale Università" per parlare dei biomateriali nanostrutturati

Giovedì  14 marzo 2013, alle ore 21.30 andrà in onda su Tef Channel, "Speciale Università", la trasmissione dedicata all'Ateneo di Perugia presentata da Cristina Castellano.

Nella prima parte interverrà la dottoressa Elena Fortunati, giovane ricercatrice del Gruppo di Scienza e Tecnologia dei Materiali del Polo universitario di Terni, che l'8 marzo 2013 al Quirinale ha ricevuto dal Presidente Giorgio Napolitano l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica. Parlerà della progettazione, sviluppo e caratterizzazione di biomateriali nanostrutturati capaci di modulare la risposta e il differenziamento delle cellule staminali.

Nella seconda parte sarà presentata l'attività del servizio di Job Placement dell'Università di Perugia a favore di studenti, laureandi e laureati.

In chiusura è previsto un servizio sul meeting di presentazione di progetti di ricerca, supportati dalla "neonata" Fondazione Ge.Bi.Sa., che si è svolto il 12 marzo presso la Fondazione Cassa di Risparmio.

La trasmissione sarà replicata martedì 19 marzo 2013, alle ore 12.30.

Darwin Day 2013, laboratori didattici per ragazzi promossi dal Cams. A Casalina, sabato 16 marzo, nella Galleria di Storia Naturale

Il Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (Cams) dell'Università degli Studi di Perugia, nell'ambito delle iniziative del Darwin Day 2013 organizzate in tutta Italia, propone  " I Bombi, Darwin e... i Marinai! Tra avventura e gioco nel mondo dell'evoluzione", laboratorio didattico per ragazzi dai 6 agli 11 anni realizzato da Mirko Revoyera.

E' in programma sabato 16 marzo 2013, alle ore 15.30 e alle 17.30, nella Galleria di Storia Naturale dell'Università degli Studi di Perugia  a Casalina (Deruta, PG) ed è inserita nell'ambito delle iniziative organizzate dall'Associazione Nazionale Musei Scientifici (Anms).

Attraverso il viaggio, il racconto, il gioco, l'osservazione ed attività interattive con i campioni di storia naturale della Galleria di Casalina – sottolineano i responsabili del Cams -, i giovani partecipanti potranno acquisire familiarità con i grandi temi della teoria dell'evoluzione, per scoprire i segreti che regolano la vita di piante ed animali e naturalmente anche... di noi stessi!

Per prenotazioni e informazioni: tel. e fax 0755856432 / cams.musei@unipg.it

 

Domani il convegno sugli 'strumenti derivati' - Facoltà di Economia, Aula 1, ore 9.30-13.30

Domani, giovedì 14 marzo 2013, dalle ore 9.30 alle 13.30, nell'Aula 1 di Economia si svolgerà il convegno "Strumenti derivati: problemi di valutazione e comportamento degli intermediari".

L'incontro, che giunge a conclusione del progetto di ricerca sugli strumenti derivati, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia,  intende discutere l'utilizzo degli 'strumenti derivati' effettuato da parte degli intermediari nel processo di innovazione finanziaria. I ricercatori hanno posto attenzione agli strumenti di investimento strutturati, collocati presso privati, sia sugli strumenti utilizzati dalle imprese.

Il seminario (il comitato scientifico è formato da Flavio Angelini, Paola Musile Tanzi ed Elena Stanghellini) prevede il contributo interdisciplinare e critico di studiosi e qualificati professionisti.

I lavori saranno introdotti dal saluto del professor Pierluigi Daddi, preside della Facoltà di Economia e coordinati dalla professoressa Elena Stanghellini dell' Università degli Studi di Perugia; al dibattito prenderanno parte, fra gli altri, Giovanna Zanotti dell'Università di Bergamo, Marcello Minenna della Consob, Carlo Colaiacovo, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Nicola Frondizi dell'Augustum Opus Sim, Paolo Zausa di Renzacci SpA.

Si allega programma del convegno

12 marzo

L'arte tra comunicazione e silenzio assemblea degli studenti con l'architetto Franco Purini

L'Aula magna della Facoltà di Ingegneria ospiterà, mercoledì 13 marzo 2013, alle ore 15, l'incontro "L'arte tra comunicazione e silenzio", caratterizzato dall'assemblea degli studenti conl'architetto Franco Purini.

L'iniziativa è promossa dall'Accademia di Belle Arti "Pietro Vannucci  e dalla Facoltà d'Ingegneria - Intercorso di Laurea in Ingegneria Civile e dal corso di Laurea Magistrale in Ingegneria edile-architettura; sarà coordinata dal professor Roberto de Rubertis e aperta dai saluti introduttivi di Mario Rampini, presidente dell'Accademia di Belle Arti di Perugia, Vittorio Gusella, presidente del consiglio d'intercorso di laurea in ingegneria civile, e di Paolo Berardi, direttore della "Pietro Vannucci".

 

Sesto convegno nazionale "Le libellule in Italia" 

Trevi, 16 – 17 marzo 2013

Le libellule in Italia è il tema del convegno nazionale promosso dal Dipartimento di Biologia cellulare e ambientale dell'Università degli Studi di Perugia. L'appuntamento, di particolare interesse per il mondo odontologico italiano, si terrà sabato 16 e domenica 17 marzo 2013, nella splendida cornice di Trevi, antico borgo umbro. I convegnisti saranno accolti nel teatro Clitunno.

L'apertura dei lavori è prevista alle ore 9,30 con i saluti delle autorità: per l'Università di Perugia interverrà Elda Gaino, Pro Rettore e delegato per le Relazioni internazionali, rappresentanti del Comune di Trevi e della Regione Umbria. Per l'Osservatorio regionale della Biodiversità interverranno Roberto Segatori e Bernardino Ragni.

I lavori del convegno, incentrato sul tema delle libellule, proseguiranno per l'intera giornata di sabato e nella mattinata di domenica, mentre nel primo pomeriggio è in programma l'assemblea dei soci di Odonata.it.

Gli Odonati, comunemente noti come libellule o dragonflies nella dizione anglosassone, sono insetti legati alle acque dolci per la riproduzione e lo sviluppo larvale. Da adulti sono abili volatori e rivestono un fondamentale ruolo ecologico collocandosi tra i principali predatori intermedi e terminali. In Europa sono presenti 138 specie; dalle ultime ricerche condotte dal gruppo di ricerca afferente al Dipartimento di Biologica Cellulare e Ambientale dell'Università di Perugia risulta che l'Umbria sia colonizzata da 47 delle 91 specie segnalate in Italia.

Evidenze scientifiche permettono di definire questi insetti indicatori della qualità degli habitat e dello stato di conservazione degli ecosistemi umidi e, grazie alle loro abilità di volo, sono anche sentinelle degli effetti dei cambiamenti climatici e del riscaldamento globale.

I Melodrammi di Francesco Morlacchi. Pubblicazione libretti e Concerto

La Sala dei Notari nel centro storico di Perugia ospita, martedì 12 marzo 2013, due importanti iniziative del Dipartimento di Lingue e letterature dell'Università degli Studi sul grande compositore perugino Francesco Morlacchi. La prima, alle ore 17, riguarda la presentazione della pubblicazione di tutti i libretti di Morlacchi raccolti in due volumi, a cura della professoressa Biancamaria Brumana, che ha ideato e portato a compimento l'ambizioso progetto.

Alle ore 21, sempre nella Sala dei Notari, è in programma un concerto 'aria di Cirene da Le Danaidi' scritta da Morlacchi per la rappresentazione perugina del 1816, con brani scelti da 'Tebaldo e Isolina".

Alla manifestazione, denominata "Caro suono lusinghier...", interverranno nel pomeriggio, insieme alla professoressa Brumana, Attilio Bartoli Langeli, Marco Beghelli e Markus Engelhardt; a seguire la proiezione di immagini sulle prime rappresentazioni delle opere di Morlacchi nei più importanti teatri italiani ed europei.

Il concerto della serata vedrà la presenza del soprano Elena Vigorito, mezzo soprano Milena Josipovic, tenore Davide Sotgiu e basso Nicola Di Filippo; al pianoforte Francesco Andreucci, con la partecipazione del Coro dell'Università degli Studi di Perugia, diretto da Marta Alunni Pini.

Prende il via, in Aula Magna, l'8° congresso della Società Italiana Neurologia delle Demenze (SIN-Dem)

Palazzo Murena, sede centrale dell'Università degli Studi di Perugia, ospiterà da domani, mercoledì 13, sino al 15 marzo 2013, l'ottavo convegno della Società Italiana Neurologia delle Demenze (SIN-Dem).

La giornata di domani sarà aperta, a partire dalle ore 10, da una serie di incontri che avranno come temi i disturbi di linguaggio, le demenze a rapida progressione, la metodologia scientifica nelle demenze, apatia e depressione nella pratica clinica delle demenze.

L'inaugurazione ufficiale del convegno è in programma alle ore 18 di domani con l'introduzione di Alessandro Padovani, presidente delSIN-Dem; i lavori proseguiranno poi presieduti da Lucilla Parnetti e Paolo Calabresi, con i saluti delle autorità e la "Luigi Amaducci" Lecture, introdotta da Vincenzo Bonavita; relatore Walter Rocca che parlerà sul tema "Risk and protective factors for Alzheimer's disease and dementia".

Il programma è disponibile all'indirizzo internet: www.unipg.it//it.//unipg.it

11 marzo

Convegno "Strumenti derivati: problemi di valutazione e comportamento degli intermediari"Perugia 14 marzo 2013, Facoltà di Economia, Via Pascoli, Aula 1, ore 9.30-13.30

La Facoltà di Economia dell'Università di Perugia organizza il convegno "Strumenti derivati: problemi di valutazione e comportamento degli intermediari". Avrà luogo giovedì 14 marzo 2013, dalle ore 9.30 alle 13.30, nell'Aula 1 di Economia.

Il convegno, che giunge a conclusione del progetto di ricerca sugli strumenti derivati, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia,  intende discutere l'utilizzo degli strumenti derivati effettuato da parte degli intermediari nel processo di innovazione finanziaria. L'attenzione dei ricercatori si è posta sia sugli strumenti di investimento strutturati, collocati presso privati, sia sugli strumenti utilizzati dalle imprese. Il seminario (il comitato scientifico è formato da Flavio Angelini, Paola Musile Tanzi ed Elena Stanghellini) prevede il contributo interdisciplinare e critico di studiosi e qualificati professionisti.

I lavori saranno introdotti dal saluto del professor Pierluigi Daddi, preside della Facoltà di Economia; al dibattito prenderanno parte, fra gli altri, Giovanna Zanotti dell'Università di Bergamo, Marcello Minenna della Consob, Carlo Colaiacovo, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Nicola Frondizi dell'Augustum Opus Sim, Paolo Zausa di Renzacci SpA.

Si allega programma del convegno

8 marzo

Elena Fortunati, giovane ricercatrice umbra, ha ricevuto al Quirinale l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica

La giovane ricercatrice Elena Fortunati, stamani al Quirinale, ha ricevuto l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell'ambito delle celebrazioni della Giornata della Donna.

L'onorificenza è stata conferita alla dottoressa Fortunati per i meriti da lei acquisiti nel campo della ricerca scientifica.

Elena Fortunati, nata a Narni il 15 Giugno 1983, si è laureata nel 2007 in Ingegneria dei materiali all'Università degli Studi di Perugia; ha conseguito nel 2010 il titolo di Dottore di ricerca in Nanotecnologie dei materiali e si è aggiudicata vari riconoscimenti: un assegno di ricerca in Scienze, Ingegneria industriale e dell'informazione a Perugia nel 2012 e il premio Leonardo da Vinci in Bioinformatica e Nano Biotecnologie nel 2007.

Tra il 2009 e il 2011 ha trascorso un periodo di studio presso l'Analytical Chemistry Nutrition and Food Sciences Department (Alicante – Spagna), e, nel 2010, presso il KTH-Polymer technology Division of Biocomposites (Stoccolma – Svezia).

Attualmente è impegnata, quale assegnista di ricerca, presso il Consorzio interuniversitario nazionale per le Scienze e Tecnologie dei materiali dell'Ateneo Perugia – Polo Didattico e Scientifico di Terni, nel gruppo di ricerca STM del prof. Josè Maria Kenny. La ricerca della dottoressa Fortunati mira a studiare sviluppo e caratteristiche di supporti biodegradabili per applicazioni biomediche e per il settore degli imballaggi alimentari.

Elena Fortunati premiata r

Consegnato stamani in Rettorato al dottor Demian Marchione il Premio di laurea Isabella Montanini Mezzasoma

Il dottor Demian Marchione, che ha conseguitola Laurea magistrale in Scienze chimiche nell'Università degli Studi di Perugia (a.a. 2011-12), ha ricevuto stamani a Palazzo Murena il Premio di laurea Isabella Montanini Mezzasoma, istituito dal Lions Club Augusta Perusia

La cerimonia si è svolta nella Sala del Dottorato, alla presenza del Magnifico Rettore Francesco Bistoni, del Preside della Facoltà di Scienze MM FF NN Fausto Elisei, di una numerosa rappresentanza di soci del Lions Club tra cui Elvira Schiaffella Persichini, presidente nell'anno 2011-2012 che ha consegnato il premio di laurea e, l'attuale presidente avvocato Maurizio Lorenzini. Sono intervenuti Letizia e Lorenzo Mezzasoma, figli della compianta Professoressa Isabella.

La scelta di attribuire il premio a Demian Marchione non è stata semplice per la commissione incaricata di selezionare i candidati, che hanno presentato tesi di ottima qualità, come ha ricordato il Preside Elisei. Il vincitore è stato premiato, ha detto, perché nell'elaborato scientifico in chimica è riuscito a descrivere molto bene sia l'aspetto sperimentale che quello teorico, un'operazione tutt'altro che semplice. La tesi premiata, che ha ottenuto il massimo dei voti e la lode, è incentrata sul tema: "Syntesis and theoretical and experimental NMR study of Au(I) complexes with heterocyclic carbenes" (relatori i professori Alceo Macchioni e Francesco Tarantelli).

"La cerimonia odierna – ha dichiarato il Rettore Bistoni – è tutt'altro che celebrativa e con la consegna del premio, oltre a rendere merito al giovane vincitore, vuole anche ricordare Isabella Montanini Mezzasoma, che per noi è stata un'amica e collega, oltre che un esempio di docente per l'Università di Perugia, dove ha lavorato per 51 anni. Donna generosa nei confronti di chiunque si sia rivolto a lei è stata anche esemplare nel ruolo di moglie e di madre in famiglia. Una figura – ha concluso Bistoni - da non dimenticare, specialmente oggi, 8 marzo, giornata dedicata alle virtù della donna"

Il Premio di laurea, destinato a un giovane laureato meritevole nell'Ateneo di Perugia per un importo di mille euro, vuole ricordare la professoressa Isabella Montanini Mezzasoma, Professore ordinario di Chimica biologica nella Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell' Università degli Studi di Perugia, che è stata un'indimenticabile educatrice e donna sensibile alle problematiche giovanili. Inoltre, è stata socio fondatore del Lions Club Augusta Perusia.

Premio Montanini 1OK

Premio Montanini 2OK

Premio Montanini 3OK

 

Premio Montanini 4OK

7 marzo

Nuovi impulsi alla collaborazione fra l'Ateneo di Perugia e la Grand Valley State Univesity, delegazione Usa ricevuta in Rettorato e accolta a Scienze Politiche

Il professor Mark Schaub e la dottoressa Rebecca Hambleton, rispettivamente capo dell'Ufficio internazionale e dirigente del settori affari internazionali della Grand Valley State Univesity (Usa) sono stati ricevuti a Palazzo Murena dalla professoressa Elda Gaino, Pro Rettore e delegato per l'internazionalizzazione.

Nel corso dell'incontro al Rettorato sono stati evidenziati i risultati maturati nell'ambito di un accordo che è stato siglato nel 2008 da Grand Valley State Univesity, dall'Università degli Studi e dalla Stranieri di Perugia e successivamente rinnovato nel 2011 con durata sino al 2016.

L'intesa ha prodotto significativi risultati, con scambi di docenti e studenti che hanno coinvolto in particolare la Facoltà di Scienze Politiche.

"Sia noi che la delegazione della Grand Valley State Univesity abbiamo manifestato la volontà di implementare l'accordo esistente che si è rilevato sino ad ora assai valido sul piano dei risultati – ha sottolineato la professoressa Gaino -. In particolare è emersa l'intenzione di ampliare la collaborazione, con il coinvolgimento di altre Facoltà; in particolare con quelle scientifiche".

La delegazione statunitense ha anche rivolto alla professoressa Gaino l'invito a conoscere direttamente la realtà dell'Ateneo che ha sede nel Michigan.

I due ospitihanno poi compiuto una visita alla Biblioteca del Dottorato, dove la dottoressa Alessandra Panzanelli Fratoni, coordinatore del gruppo collezioni speciali, ha illustrato loro alcune delle preziosità librarie e incunaboli che vi sono conservati.

Infine Schaub e Hambleton hanno raggiunto la Facoltà di Scienze Politiche dove sono stati ricevuti dal Preside Giorgio Eduardo Montanari; la delegazione americana si è anche incontrata con alcuni studenti interessati a un periodo di studio alla Grand Valley State Univesity.

da sx  Hambleton Gaino Schaub

 

7 marzo

Conferenza dell'architetto Danilo Guerri alla Facoltà d'Ingegneria - Venerdì 8 marzo 2013

L'Aula Magna della Facoltà di Ingegneria ospiterà, venerdì 8 marzo 2013, alle ore 15, la conferenza dell'architetto Danilo Guerri, organizzato dall'Intercorso di Laurea in Ingegneria Civile e dal corso di Laurea Magistrale in Ingegneria edile-architettura.

Interverranno Gianni Bidini, preside della Facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Perugia, Vittorio Gusella, presidente del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria edile-Architettura, Diego Zurli, coordinatore ambito "Territorio, infrastrutture e mobilità" della Regione Umbria, Paolo Luccioni, vice presidente IN/ARCH Umbria, Gianfranco Lenzi, Lenzi Studio-rappresentanza San Marco Laterizi e Paolo Belardi, docente del corso di Architettura e Composizione architettonica.

L'architetto Danilo Guerri tratterà poi il tema "Case, una biblioteca e un teatro nella Marche".

7 marzo

Progetto d'avanguardia nel settore delle Biotecnologie. Al lavoro 'team' di docenti, ricercatori e imprenditori

Il progetto "Enzyme and Cells Biosolution (E&CB)", spin off universitario nel settore delle Biotecnologie, che ha vinto la fase regionale della Start Cup 2012, promossa dall'Università degli Studi di Perugia, lancia una sfida inedita quanto interessante: l'idea di creare in Umbria la prima impresa nel settore delle biotecnologie.

E&CB si inserisce nel settore che utilizza sistemi biologici, organismi viventi o derivati di questi per produrre o modificare prodotti o processi per fini specifici. Una sorta di 'uovo di Colombo', il famoso navigatore genovese che inaspettatamente nel XV secolo scoprì l'America aprendo le porte al nuovo mondo. Alcune forme di biotecnologia sono presenti già nell'antichità e utili ad armonizzare il ruolo dei microrganismi. Ne sono esempi concreti l'uso dei batteri lattici e lieviti per ottenere la lievitazione del pane, oppure il caglio per produrre il formaggio fino ai processi fermentativi di birra e vino.

Il progetto E&CB, che ha una notevole carica innovativa, da un lato risponde ad esigenze di mercato specifiche, dall'altro consente di valorizzare le competenze presenti in ambito universitario nei campi della Chimica, Biochimica e Microbiologia, coniugandole con esperienze imprenditoriali. L'idea d'impresa prevede, infatti, un'attività nella produzione e nella vendita di prodotti di punta quali enzimi e microrganismi e nella cessione di know-how tecnologico. Gli enzimi potranno trovare impiego in molteplici settori, tra cui il tessile, l'alimentare e della detergenza, mentre i cocktail di microrganismi potranno essere utilizzati nel ripristino ambientale dei siti inquinati, nel trattamento dei rifiuti, ma anche per i prodotti da forno (lieviti).

Il mercato di riferimento di E&CB relativo agli enzimi, nel 2011 in Italia, è stato di 112 milioni di euro, con un tasso di crescita del 5% l'anno, mentre per quanto riguarda i prodotti biotech e la cessione di know how il mercato è stato di 160 milioni di euro con un tasso di crescita  dell'uno-due % previsto per i prossimi tre anni.

I potenziali clienti sono, pertanto, le imprese che utilizzano processi biotecnologici su scala industriale. Per quanto riguarda l'Umbria e, nelle immediate vicinanze Toscana e Marche, i candidabili interlocutori di E&CB sono i forti settori degli oli e grassi, dei prodotti da forno, dei derivati lattiero caseari, del vino e della concia delle pelli.

"La fase che stiamo vivendo – sottolinea la professoressa Carla Emiliani – riguarda il processo di selezione del  settore nel quale far nascere la nuova impresa. L'idea di creare un'impresa nel settore delle biotecnoclogie ha suscitato immediatamente entusiasmo e ammirazione, dentro e fuori l'Ateneo. Ora, siamo chiamati a scegliere il percorso più adatto perché il progetto diventi realtà. La strada che vogliamo percorrere dovrà valorizzare i risultati della ricerca scientifica nel campo delle biotecnologie, portando questa preziosa esperienza all'interno del mondo economico e delle imprese".

Al fine di concretizzare il progetto imprenditoriale, il team di E&CB sta lavorando su due direttrici: una giuridico-formale per il perfezionamento della  procedura di costituzione di una società di capitale; l'altra per avviare attività volte a costruire un importante network relazionale di soggetti e contatti, fondamentale per il futuro sviluppo della catena di commercializzazione e distribuzione dei prodotti.

Il progetto è stato messo a punto da un gruppo di docenti ricercatori, dottorandi e imprenditori così composto: ing. Domenico Astarita, prof. Gianluigi Cardinali, dott. Benedetta Carlotti, dott. Manlio Di Cristina, prof. Fausto Elisei, prof. Carla Emiliani, prof. Raimondo Germani, dott. Alessandro Magini, dott. Alice Polchi, dott. Mario Polidoro, dott. Brunella Tancini, dott. Lorena Urbanelli e la Società PEC s.r.l..

ECB 1

 

Ricercatori dottorandi e studenti a Perugia per il Settimo Meeting A.It.U.N..  Parleranno di Incapsulamento Cellulare

Scienziati stranieri, rappresentanti di aziende del settore farmaceutico, ricercatori, dottorandi e studenti delle principali università italiane parteciperanno a Perugia al Settimo Meeting annuale dell'A.It.U.N. (AAPS Italian University Network), acronimo del primo Student Chapter europeo fondato all'interno dell'American Association of Pharmaceutical Scientists (AAPS)  con il supporto del Consorzio TEFARCO Innova.

I lavori  venerdì 8 e sabato 9 marzo 2013 si terranno al Dipartimento di Chimica tecnologia del farmaco sul tema "New frontiers in living cell encapsulation".

L' A.It.U.N. vuol far conoscere l'AAPS agli studenti e dottorandi italiani e  offrire alla nuova generazione di ricercatori uno strumento attraverso cui confrontarsi, acquisire nuove conoscenze e maturare scientificamente, anche mediante iniziative di tipo sociale.

Il meeting 2013 in programma a Perugia ha l'obiettivo di raccogliere esperienze che vanno dal campo medico a quello farmaceutico, dall'alimentare all'agro-zootecnico. A questo scopo sono stati invitati ad intervenire speaker di livello internazionale che, provenienti da diverse facoltà scientifiche, affronteranno il tema dell'incapsulamento cellulare da  vari punti di vista. Di particolare interesse è infatti l'aspetto eterogeneo degli argomenti affrontati, tra cui l'incapsulamento di cellule pancreatiche, di probiotici destinati al campo alimentare, l'incapsulamento di cellule staminali per la rigenerazione di tessuti sino ad arrivare al tentativo di regolare l'espressione genica in cellule incapsulate mediante l'utilizzo di campi magnetici.

La prima giornata si concluderà con la presentazione di un incapsulatore innovativo prodotto dalla Bϋchi srl, cui seguirà una dimostrazione tecnica sul funzionamento dello strumento stesso. E' prevista, inoltre, una Poster Session in cui verranno esposti e discussi i lavori presentati dagli studenti e dottorandi di vari atenei.

Il giorno conclusivo, sabato, sarà caratterizzato da una Student Oral Session in cui cinque studenti, precedentemente selezionati, illustreranno il proprio lavoro di ricerca. Inoltre, saranno premiati i tre poster giudicati migliori. Subito dopo la  conclusione del meeting, è in programma l'assemblea dei membri A.It.U.N.

6 marzo

Giovane ricercatrice di Terni in occasione della Festa della Donna riceverà al Quirinale l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica

Ci sarà anche una giovane ricercatrice ternana tra le donne che, venerdì 8 marzo 2013 al Quirinale, riceveranno l'onorificenza di Cavaliere della Repubblica dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

L'onorificenza verrà conferita in occasione delle celebrazioni per la Festa della Donna alla dottoressa Elena Fortunati per i meriti da lei acquisiti nel campo della ricerca.

Elena Fortunati, nata a Narni il 15 Giugno 1983, si è laureata nel 2007 in Ingegneria dei materiali all'Università degli Studi di Perugia; ha conseguito nel 2010 il titolo di Dottore di ricerca in Nanotecnologie dei materiali e si è aggiudicata vari riconoscimenti: un assegno di ricerca in Scienze, Ingegneria industriale e dell'informazione a Perugia nel 2012 e il premio Leonardo da Vinci in Bioinformatica e Nano Biotecnologie nel 2007.

Tra il 2009 e il 2011 ha trascorso un periodo di studio presso l'Analytical Chemistry Nutrition and Food Sciences Department (Alicante – Spagna), e, nel 2010, presso il KTH-Polymer technology Division of Biocomposites (Stoccolma – Svezia).

Attualmente è impegnata, quale assegnista di ricerca, presso il Consorzio interuniversitario nazionale per le Scienze e Tecnologie dei materiali dell'Ateneo Perugia – Polo Didattico e Scientifico di Terni, nel gruppo di ricerca STM del prof. Josè Maria Kenny. La ricerca della dottoressa Fortunati mira a studiare sviluppo e caratteristiche di supporti biodegradabili per applicazioni biomediche e per il settore degli imballaggi alimentari.

 

Elena Fortunati 1

 

Il dottor Demian Marchione vince il premio di laurea intitolato a Isabella Montanini Mezzasoma. La cerimonia di consegna venerdì 8 marzo 2013

Il premio intitolato alla compianta professoressa Isabella Montanini Mezzasoma, per un importo di 1000 euro, sarà consegnato venerdì 8 marzo 2013, alle ore 11, nella Sala del Dottorato della sede centrale dell'Università degli Studi di Perugia.

E'stato assegnato al dottor Demian Marchione che ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Chimiche, con il massimo dei voti e lode, discutendo la tesi "Syntesis and theoretical and experimental NMR study of Au(I) complexes with heterocyclic carbenes"; relatori i professori Alceo Macchioni e Francesco Tarantelli.

Il riconoscimento, che viene assegnato dal  Lions Club Augusta Perusia sin dalla sua fondazione, è destinato a un giovane laureato meritevole e vuol ricordare la professoressa Isabella Montanini Mezzasoma, per molti anni Professore  Ordinario di Chimica biologica nella Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell' Università degli Studi di Perugia; la professoressa Montanini Mezzasoma, indimenticabile figura di educatrice e donna sempre sensibile alle problematiche giovanili, fu socio fondatore del Club al quale è stato anche conferito il "Melvin Jones Fellow", il più elevato riconoscimento lionistico.

Con questa iniziativa il Lions Club Augusta Perusia  intende dimostrare la costante attenzione del club alla cultura e alle esigenze dei giovani, in particolare dei neolaureati che si accingono ad entrare nel mondo del lavoro e a espletare la loro professione.

Il premio sarà consegnato al dottor Marchione da Elvira Schiaffella Persichini, presidente del Club nell'anno 2011-2012 alla presenza dell' avvocato Maurizio Lorenzini, attuale presidente, e dei soci del club.

6 marzo

Il caso dei marò detenuti in India e le dimissioni del Papa analizzati a "Speciale Università" dagli studiosi dell'Ateneo

Giovedì  7 marzo 2013, alle ore 21.30 andrà in onda su Tef Channel, "Speciale Università", la trasmissione dedicata all'Ateneo di Perugia presentata da Cristina Castellano.

La prima parte della trasmissione si occuperà del caso dei due marò italiani detenuti in India; interverrà in studio, per analizzare la vicenda, il gruppo di ricerca del professor Carlo Focarelli.

Nella seconda parte della puntata, per la sezione "L'Ateneo Risponde", la dottoressa Silvia Angeletti affronterà, dal punto di vista del Diritto canonico, la questione delle dimissioni del Pontefice.

La trasmissione sarà replicata martedì 12 marzo 2013, alle ore 12.30.

5 marzo

Nona edizione delle Masterclasses europee. All'Università di Perugia previsti collegamenti con Cipro, Slovacchia e Portogallo

Sessanta studenti delle scuole superiori umbre sono attesi domani, mercoledì 6 marzo, all'Università di Perugia, dove parteciperanno alla nona edizione delle Masterclasses, l'iniziativa internazionale che porta studenti e insegnanti delle scuole superiori in un viaggio nel cuore della materia e alla scoperta dell'infinitamente piccolo. Al termine della giornata è prevista una videoconferenza per contattare altri studenti da Cipro, dalla Slovacchia e dal Portogallo, per sottolineare il ruolo della ricerca come strumento di pace.

L'appuntamento di domani a Perugia, nel Dipartimento di Fisica dell'Ateneo, prevede che gli studenti provenienti dagli istituti di Perugia, Città di Castello, Foligno, Terni e Narni, come i loro colleghi in altre regioni italiane, possano essere ricercatori per un giorno grazie alle Masterclasses, l'iniziativa che è coordinata dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN).

I sessanta studenti umbri saranno accompagnati dai ricercatori in un viaggio nelle proprietà delle particelle ed esploreranno i segreti delle grandi macchine che vengono costruite per trovare i componenti primi della materia. Quest'anno l'esperienza è ancora più affascinante, poiché a luglio 2012 i fisici del Large Hadron Collider (LHC), l'enorme acceleratore di particelle del CERN, che si trova in un tunnel di 27 km sotto Ginevra in Svizzera, hanno finalmente scoperto il bosone di Higgs. Ed è proprio la ricerca di questa particella che i ragazzi simuleranno negli esercizi proposti dall'esperimento CMS a Perugia.

In questi esercizi i ragazzi potranno utilizzare dati di esperimenti reali effettuati al CERN in questi anni. Alla fine della giornata, in linea con lo spirito che accomuna la ricerca internazionale, che permette agli scienziati provenienti da tutto il mondo di lavorare gomito a gomito, gli studenti di Perugia si collegheranno con le università di Nicosia (Cipro), Zilina (Slovacchia) e Ponte Delgado (Portogallo).

Informazioni sulle Masterclasses:

·  Sito WEB locale: http://www.pg.infn.it/Masterclass2013/MasterclassPG.html

· Sito WEB internazionale: http://physicsmasterclasses.org/neu/

· Programma: http://physicsmasterclasses.org/neu/index.php?cat=schedule

Università italiane coinvolte: http://physicsmasterclasses.org/neu/index.php?cat=country&page=it

Contatti:

Dr Pasquale Lubrano tel. 075 5852750, 320 7808411 - INFN Perugia

Dr.Attilio Santocchia tel. 075 5852708 Dipartimento Fisica Università  Perugia

Corso di preparazione per i concorsi di accesso ai corsi di laurea di Medicina e chirurgia a.a. 2013/2014

Sono aperte le iscrizioni al corso di preparazione per partecipare ai concorsi di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato della Facoltà di Medicina e chirurgia per l'anno accademico 2013/2014.

La Facoltà di Medicina e chirurgia di Perugia ha organizzato, con largo anticipo, il corso, che inizierà il 18 marzo  e si concluderà nel mese di luglio, per gli studenti che intendono partecipare ai concorsi di ammissione ai corsi della facoltà, considerato che la prova di ammissione ai corsi di laurea in Medicina e chirurgia e in Odontoiatria e protesi dentaria si terrà, per disposizione ministeriale, il 23 luglio 2013. La domanda di iscrizione da parte degli studenti dovrà essere presentata entro le ore 13 di lunedì 18 marzo per consentire la partecipazione al corso di preparazione, che avrà una durata di circa 120 ore e che si  concluderà il 19 luglio.

Possono iscriversi al corso anche gli studenti che intendono partecipare al concorso di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, che è in programma il 4 settembre 2013.

Per conoscere tutti i dettagli si può consultare l'avviso pubblicato nel portale dell'Ateneo http://www.unipg.it/it/unipg .

4 marzo

Professionalità al servizio delle imprese grazie al Job Placement,  'cerniera' fra laureati e mondo del lavoro

"Un nuovo strumento per affiancare le imprese nelle loro esigenze di innovazione: l'Università degli Studi di Perugia, con il Servizio Job Placement,  mette a disposizione delle aziende un nuovo servizio per il recruiting di professionalità qualificate, individuate fra i laureati, in grado di contribuire allo sviluppo delle aziende, a cominciare da quelle umbre, in un momento in cui le difficoltà del mercato pongono la necessità di innovare per essere competitivi sul mercato.

Con l'intento di  dare impulso a questa attività, l'Ateneo perugino,  ha aderito al 'Programma FIXO Scuola & Università' che proprio ha l'obiettivo di sostenere e consolidare gli Atenei nel ruolo di intermediari tra laureati e datori di lavoro, contribuendo al miglioramento della qualità e della specializzazione dei servizi di orientamento e placement e mettendo le imprese in condizione di individuare figure professionali adeguate alle diverse esigenze.

Nel corso del tempo, oltre alle attività di sportello il  Servizio Job Placement (ha sede a Perugia, in via Fabretti, 46) si è caratterizzato  per essere vetrina delle offerte di lavoro anche attraverso presentazioni  aziendali  (individuali e collettive), manifestazioni  specifiche (Job Day, Career-Day)  dove  le Aziende hanno la possibilità di  illustrare  le proprie realtà produttive e i percorsi  dettagliati per intraprendere  una carriera  specifica.

"Pur essendo stato attivato solo nel 2007, il Servizio Job Placement dell'Università di Perugia sta confermando il suo ruolo strategico in un tessuto socio-economico come quello umbro caratterizzato da medie, piccole e piccolissime imprese – spiega la dottoressa Anita Paris, responsabile del Servizio  -. Ai laureati, infatti, attraverso tirocini extracurriculari, viene                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                        data  l'opportunità di effettuare un'esperienza  lavorativa  e alle aziende di essere supportate, al loro interno, dall'attività svolta dai giovani Laureati individuati secondo le esigenze delle imprese.  I giovani  laureati, infatti, sono in grado di offrire competenze specifiche, utili più che mai in questo momento di crisi,  e di fornire indicazioni per migliorare i processi produttivi e dare un contributo concreto sul piano della produzione, della promozione dei prodotti, della competitività sui mercati, con l'occhio attento alle dinamiche del settore".

Il Servizio  Job Placement svolge quindi un' attività di intermediazione che passa attraverso  un'attenta valutazione dei curricula  e colloqui di orientamento  per poter proporre   alle aziende, che abbiano almeno un dipendente a tempo indeterminato,   competenze e  professionalità  dei laureati dell'Università degli Studi di Perugia, sia per lo svolgimento di tirocini che per la promozione di candidature per offerte di lavoro.

Gli iscritti al Servizio Job Placement  possono  consultare le opportunità di stage e di lavoro collegandosi con  la pagina del Placement all'indirizzo:

http://www.unipg.it/it/job-placement/servizi-offerti-ai-laureati

Oltre l'intermediazione diretta  svolta con attenzione dal personale del Servizio Job Placement  l'Ateneo di Perugia in ottemperenza    alla recente normativa (legge 183/2010  del  "Collegato  al  lavoro")  mette a diposizione  delle aziende  anche la possibilità di consultare direttamente  i curriculum dei laureati, entro i 12 mesi dal conseguimento del titolo, dopo la registrazione  all'indirizzo:

http://www.unipg.it/it/job-placement/servizi-offerti-alle-aziende

1 marzo

Memorie Nanomagnetiche: si avvicina la "chiavetta" d'impiego universale

Un gruppo di ricerca inter-Ateneo internazionale (tre Atenei italiani ed uno spagnolo), del quale fanno parte Pietro Burrascano e Marco Ricci, ricercatori di Elettrotecnica dell'Università degli Studi di Perugia (Polo Scientifico Didattico di Terni), ha sperimentato un nuovo metodo di scrittura delle STT-RAM, ovvero le "chiavette" di memoria flash, meritando la copertina delle IEEE Transactions on Magnetics, la rivista scientifica internazionale di riferimento del settore e l'interesse dei coreani di Samsung, ai quali i ricercatori hanno illustrato i risultati ottenuti.

La scoperta dei ricercatori potrebbe essere un vero "uovo di Colombo": la nuova metodologia rende possibile di "scrivere" i dati in maniera ottimizzata, con una perdita di informazioni prossima allo zero, impiegando impulsi di corrente largamente compatibili con i circuiti integrati commerciali e ottenendo anche un significativo risparmio nell'energia complessivamente impiegata.

Una ricerca, insomma, che punta ad ottenere la sempre attesa "memoria" d'impiego universale.

Tutti i moderni strumenti elettronici – dal cellulare alla televisione, dal computer alla lavatrice fino alla familiare "chiavetta" flash - ne hanno almeno una: una piccola "memoria", sulla quale sono scritte sia le informazioni necessarie all'apparecchio stesso per funzionare, sia quelle che noi scegliamo di immagazzinare. Si tratta di memorie realizzate con tecnologie diverse: le flash RAM e le DRAM, le più recenti MRAM (memorie magnetoresistive ad accesso casuale, Magnetoresistive Random-Access Memory), fino alle recentissime SST-MRAM, le più promettenti in termini di impieghi, ma ancora oggetto di studio perché il complesso sistema di scrittura ne limita fortemente l'impiego. Nelle MRAM i dati vengono immagazzinati attraverso la modifica dello stato di magnetizzazione delle celle, per cui l'informazione viene "scritta" cambiando la polarità di uno dei due sottilissimi strati ferromagnetici che la costituiscono e "letta" misurando la resistenza ai capi della cella stessa.

La progressiva miniaturizzazione delle celle ha successivamente consentito di indurre la polarizzazione impiegando le "forze di spin", cioè le forze connesse al senso di rotazione dell'elettrone, creando così alle Spin Transfer Torque Magnetic RAM, STT-MRAM, dotate di vantaggi potenziali tali che potrebbero sostituire in tutti gli impieghi commerciali le memorie fino ad oggi realizzate con diverse tecnologie.

La modalità di scrittura delle STT-MRAM necessita, però, di un segnale la cui frequenza deve modificarsi anche per minime variazioni dei parametri della cella di memoria e ciò ne limita fortemente l'impiego, in quanto ad ogni cella corrisponde un segnale di frequenza differente e la complessità del sistema necessario per scrivere i miliardi di celle di una memoria risulta davvero troppo complesso per i comuni impieghi commerciali. Il gruppo inter-Ateneo ha oggi verificato la possibilità di pilotare la "scrittura" tramite l'uso di un particolare segnale binario a banda larga che, in virtù delle specifiche caratteristiche di uniformità della erogazione di energia sia nel tempo che nella frequenza, è in grado di innescare il meccanismo di commutazione di  tutte le celle componenti la STT-MRAM, indipendentemente dalla geometria della singola cella.

I risultati teorici ottenuti dal gruppo inter-universitario sono stati considerati così promettenti da stimolare una verifica sperimentale della metodologia e dell'effetto di altri tipi di eccitazione a larga banda, puntando alla sempre attesa "memoria" d'impiego universale.

Iscrizioni aperte al corso di preparazione per i concorsi di accesso ai corsi di laurea di Medicina e chirurgia a.a. 2013/2014

Viene anticipato al 18 marzo 2013 l'inizio del corso di preparazione, che continuerà fino a luglio, per partecipare ai concorsi di ammissione ai corsi di laurea a numero programmato della Facoltà di Medicina e chirurgia per l'anno accademico 2013/2014.

La Facoltà di Medicina e chirurgia di Perugia ha organizzato con largo anticipo il corso per gli studenti che intendono partecipare ai concorsi di ammissione ai corsi della facoltà, considerato che la prova di ammissione ai corsi di Medicina e chirurgia e di Odontoiatria e protesi dentaria si terrà, per disposizione ministeriale, il 23 luglio 2013. La domanda di iscrizione da parte degli studenti dovrà essere presentata entro le ore 13 di lunedì 18 marzo per consentire la partecipazione al corso di preparazione, che avrà una durata di circa 120 ore e che si  concluderà il 19 luglio. Potranno iscriversi al corso anche gli studenti che intendono partecipare al concorso di ammissione ai corsi di laurea delle professioni sanitarie, che è in programma il 4 settembre 2013.

Per conoscere tutti i dettagli si può consultare l'avviso pubblicato nel portale dell'Ateneo http://www.unipg.it/it/unipg

Sei viaggi in Brasile e tre nella Federazione Russa per studenti della Facoltà di Lettere e Filosofia di Perugia

Sono indetti due avvisi di selezione pubblica uno per titoli, relativo a 6 viaggi di studio in Brasile della durata di sei mesi ciascuno e l'altro per titoli e colloquio relativo a 3  viaggi di studio nella Federazione Russa, per l'A.A. 2012/2013, della durata di un semestre ciascuno, a partire da aprile 2013. Possono partecipare alla selezioni studenti iscritti alla Facoltà di Lettere e filosofia dell'Università degli studi di Perugia.

Dei sei viaggi in Brasile 4 viaggi hanno come destinasione l'Universidade Estadual Paulista "Júlio de Mesquita Filho" – Faculdade de Ciências e Letras, campus di Assis (SP – Brasile) e 2 viaggi presso l'Universidade Federal de Santa Catarina di Florianópolis (SC – Brasile).

Le domande dei candidati, indirizzate al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Piazza dell'Università, 1 - 06123 Perugia, devono pervenire, entro e non oltre le ore 13:00 del 31 marzo 2013 mediante il servizio postale o mediante fax al numero 075/5852067, o mediante consegna diretta all'Ufficio Archivio e Protocollo dell'Ateneo.

I 3 viaggi in Russia hanno come destinazione l'Università Pedagogica Statale di Mosca.

Le domande dei candidati, indirizzate al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Piazza dell'Università, 1 - 06123 Perugia, devono pervenire, entro e non oltre le ore 12:00 del 4 marzo 2013 mediante il servizio postale o mediante fax al numero 075/5852067, o mediante consegna diretta all'Ufficio Archivio e Protocollo dell'Ateneo.

Gli avvisi possono essere consultati al sito:

http://relint.unipg.it/scripts/downloadfile.php?noevba_id=988&numero_file=1


Torna su
×