Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 31 maggio

Stabilimenti OMG: porte aperte ai futuri ingegneri industriali

Giornata in fabbrica per gli studenti dei corsi di laurea in Ingegneria Industriale del Polo Ternano dell’Università degli Studi di Perugia: insieme alla professoressa Maria Cristina Valigi, docente di Meccanica applicata, un folto gruppo di giovani allievi ha visitato gli impianti del gruppo industriale OMG – Officine Meccaniche Galletti - a Ponte Valleceppi di Perugia.

"OMG rappresenta un’azienda prestigiosa – ha spiegato la professoressa Valigi -  che collabora con l’Università da molti anni: abbiamo costruito un rapporto di reciproca fiducia che ha prodotto innovazione, ricerca applicata, nonché numerose possibilità di impiego per alcuni dei nostri migliori laureati. Così come i miei colleghi Cianetti e Di Schino – prosegue la Valigi – che prima di me hanno visitato alcuni siti industriali del territorio Ternano, anche questa visita-studio è una occasione importante per mostrare ai nostri studenti una realtà industriale d’eccellenza, e il forte collegamento che esiste fra i nostri Corsi di Laurea e simili realtà industriali d’eccellenza del nostro territorio". 

Gli studenti sono stati accolti dall’Amministratore unico dottor Paolo Galletti e con gli ingegneri Luca Galletti, Ilaria Gasperini e Chiara Ceccarelli e i tecnici Francesco Bazzarri e Marco Chiabolotti hanno potuto conoscere la realtà internazionale del gruppo OMG, presente in Spagna, Francia, Cina, USA ed India nella produzione e commercializzazione di una vasta gamma di mescolatori, impiegati sia nel settore delle costruzioni che nei processi industriali.  In particolare sono state illustrate ai giovani visitatori le innovazioni realizzate ai prodotti OMG, grazie al contributo del gruppo di ricerca della professoressa Valigi e di alcuni laureandi che hanno poi trovato impiego presso l’azienda stessa, mostrando così quanto forte sia il rapporto tra l’Università degli Studi di Perugia e il mondo industriale.

L’Amministratore Unico Galletti ha condotto con grande disponibilità la visita, spiegando l'articolata gamma di prodotti e tecnologie. Ha invitato gli studenti a proiettare le loro aspettative future verso le eccellenze della nostra terra piuttosto che all'estero. “L'auspicio – ha aggiunto - è quello di aprire sempre più le porte dell'azienda a stage formativi che possano preparare gli ingegneri di domani ad entrare nel mondo del lavoro già con un'esperienza pratica in affiancamento alla formazione universitaria”. 

Una delle principali mission dell’Università è preparare gli uomini di domani al mondo del lavoro e di indirizzare la ricerca anche per supportare le esigenze industriali. Pertanto, l’Ateneo di Perugia per dare a tutti gli allievi - non solo a quelli che svolgono le loro attività di Tesi di Laurea in collaborazione con le aziende - l'opportunità di relazionarsi con il mondo del lavoro prima del termine degli studi, promuove ogni utile iniziativa e in particolare visite organizzate dai docenti del Dipartimento di Ingegneria presso i maggiori siti industriali della Regione Umbria. 

foto OMG 1

foto OMG 2

Perugia, 30 maggio

L’Università degli Studi di Perugia riconfermata al primo posto tra i “Grandi Atenei” italiani

Grande ed importante affermazione per l’Università degli Studi di Perugia che si conferma, per il terzo anno consecutivo, al primo posto nella graduatoria dei ‘Grandi Atenei Italiani’, la classifica elaborata dal Censis.

Nell’edizione odierna (lunedì 30 maggio 2016) il quotidiano ‘La Repubblica’ ha pubblicato l’inserto “Le Guide dell’Università”, con la classifica degli Atenei italiani (A.A 2016/2017) che riconferma Perugia al primo posto tra i cosiddetti “Grandi Atenei”, con più di 20.000 iscritti.

L’Ateneo umbro precede Pavia, l’Università della Calabria, Parma e Genova relativamente ai primi cinque posti in graduatoria.

L’Università di Perugia conquista il primo posto anche quest’anno con il punteggio complessivo di 95,2. Questo lusinghiero risultato è stato raggiunto grazie ai parametri relativi a Web e Comunicazione, mentre si attestano su livelli inferiori, ma sempre da primissimi posti, i voti attribuiti a Servizi, Borse e contributi, Strutture, Internazionalizzazione, dati che tutti insieme contribuiscono alla confermata leadership.

Il Magnifico Rettore, prof. Franco Moriconi, ha espresso soddisfazione per la non facile conferma, estendendo a tutte le componenti dell’Ateneo di Perugia i suoi ringraziamenti per il lavoro portato avanti da tutti, con impegno e serietà, nella giusta direzione.

Perugia, 26 maggio

Al via il Premio Start Cup Umbria 2016, la 13esima edizione della business plan competition

Presentato stamani in conferenza stampa a Palazzo Murena, sede Rettorato, il Premio Start Cup Umbria 2016, tredicesima edizione della business plan competition organizzata dall’Università degli Studi di Perugia.

Il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, ha portato il saluto dell’Ateneo e ha auspicato che il premio all’innovazione, che in questi anni ha registrato importanti risultati, possa crescere ancora, in quanto rappresenta un’utile possibilità di incontro tra realtà diverse tra loro eaventi medesimi obiettivi. “Si tratta, infatti, - ha concluso il Rettore - di un’iniziativa che rafforza il legame tra Università e territorio”.

Sui contenuti del premio è intervenuto il prof. Loris Nadotti, Delegato ai Brevetti, Innovazione e Trasferimento Tecnologico. “La Start Cup – ha sottolineato – è una competizione che ha lo scopo di sostenere la ricerca e l’innovazione tecnologica in Umbria, attraverso la diffusione della cultura d’impresa nel territorio e la promozione di start up ad alto contenuto di conoscenza. Possono partecipare gruppi costituiti da soggetti sia interni, che esterni all’Università. I progetti – ha concluso Nadotti - dovranno appartenere ad uno dei seguenti settori: Life Sciences, ICT, Agrifood & Cleantech od Industrial”.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti, inoltre, il dottor Salvatore Santucci, presidente della Gepafin società finanziaria della Regione Umbria, Andrea Bernardoni della LegaCoop Umbria, e Marcello Bigerna della Società Umbria Risorse Spa.

Start Cup Umbria 2016

fino al 1° settembre: presentazione delle iscrizioni

Durante questa fase il Comitato Sviluppo Progetti è a disposizione dei partecipanti per fornire indicazioni sulla fattibilità dell'idea imprenditoriale e sulle analisi da svolgere per la preparazione del Business Plan.

2 settembre - 10 ottobre 2016: presentazione dei Business Plan

Nel periodo indicato, i gruppi regolarmente iscritti presentano i Business Plan definitivi.

11 ottobre - novembre 2016: valutazione dei Business Plan in gara

La Giuria analizza e valuta i Business Plan presentati e sceglie i tre gruppi vincitori, cui verranno attribuiti rispettivamente un primo premio minimo di 4.000,00 euro, un secondo premio minimo di 2.000,00 euro, ed un terzo premio minimo di 1.500,00 euro.

Quest'anno verranno, inoltre, assegnate una menzione speciale “Pari Opportunità” e una menzione speciale “Social Innovation”, che non prevedono l’assegnazione di premi in denaro.

I primi di novembre si terrà la Cerimonia di premiazione nel corso della quale verranno proclamati i vincitori della Start Cup.

PNI 2016

La fase nazionale della Start Cup, il PNI (Premio Nazionale per l'Innovazione), sarà organizzata dall’Associazione PNICube e l'evento finale si svolgerà a Modena il 1° e 2 dicembre 2016.

La partecipazione alle fasi finali del PNI 2016 è riservata ai primi 3 classificati della Start Cup locale.

Moriconi Start Cup 2016 017

Nadotti Start Cup 2016 023

Santucci Start Cup 2016 026

Bigerna e Bernardoni Start Cup 2016 031

Presentazione Start Cup 2016 006

Presentazione Start Cup 2016 010

Perugia, 26 maggio

Domani la firma del Protocollo d'intesa “Per la diffusione e l'implementazione di buone pratiche di alternanza scuola-lavoro” - Perugia, Palazzo Donini, venerdì 27 maggio - ore 12.00

Venerdì 27 maggio 2016, alle ore 12, nel Salone d’onore di Palazzo Donini, sede della Giunta Regionale dell’Umbria, sarà firmato il Protocollo d'intesa "Per la diffusione e l'implementazione di buone pratiche di alternanza scuola-lavoro", tra Ufficio Scolastico Regionale per l'Umbria, Università degli Studi di Perugia, Confindustria Umbria e Regione Umbria.

Interverranno per la sottoscrizione del documento l’Assessore Regionale Antonio Bartolini, il Magnifico Rettore Franco Moriconi, la dottoressa Sabrina Boarelli, Direttrice U.S.R. Umbria, ed Ernesto Cesaretti, presidente di Confindustria Umbria.

Perugia, 26 maggio

I risultati della fase regionale dei Giochi della Chimica 2016, 357 studenti iscritti, 18 scuole rappresentate

Si sono svolti i Giochi della Chimica 2016, manifestazione che intende promuovere, fra gli studenti delle scuole medie superiori, lo studio delle Scienze Chimiche.

In Umbria le iscrizioni sono stati 357, con studenti provenienti da diciotto scuole secondarie umbre: 13 della provincia di Perugia e 5 di Terni. In Italia sono stati 8 mila gli iscritti, record assoluto di partecipazione, in rappresentanza di oltre 750 scuole, che si sono sfidati in 33 sedi distribuite su tutto il territorio nazionale.

Nella nostra regione l’organizzazione è stata curata del consiglio direttivo della Sezione Umbria della Società Chimica Italiana (SCI) presieduta dalla dottoressa Paola Sassi, ricercatore di Chimica Fisica del Dipartimento di Chimica Biologia e Biotecnologie dell’Università degli Studi di Perugia.

Tre le categorie previste: A - studenti del primo biennio; Categoria B - studenti del secondo triennio degli istituti “non specializzati in chimica”; Categoria C - studenti del secondo triennio degli istituti ad indirizzo chimico.

Nella fase regionale si sono distinti:

Categoria A:

Elia Bronzo, Liceo Scientifico “G. Marconi” di Foligno,

Edoardo Tavassi, Liceo Scientifico “R. Casimiri” di Gualdo Tadino

Leonardo Gagliardoni, Liceo Scientifico “G. Marconi” di Foligno;

Categoria B:

Andrea Bianchi, Liceo Scientifico “G. Alessi” di Perugia,

Riccardo Rosi, Liceo Scientifico “G. Marconi” di Foligno,

Ivan Materazzo, Liceo Scientifico “G. Marconi” di Foligno;

Categoria C:

Davide Cucina, Istituto Tecnico Tecnologico “A. Volta” di Perugia,

Lorenzo Peppoloni, Istituto Tecnico Tecnologico “L. da Vinci” di Foligno;

Letizia Fiorucci, Istituto Tecnico Tecnologico “Franchetti-Salviani” di Città di Castello.

“Questo evento, caratterizzato da un alto valore culturale e formativo e inserito nel programma annuale di valorizzazione delle eccellenze – spiega la dottoressa Sassi -, costituisce per molti studenti della nostra Regione una delle prime occasioni per prendere contatti con il mondo accademico e anche con quello delle industrie locali che sponsorizzano la manifestazione. La Società Chimica Italiana è infatti fortemente impegnata a perseguire la finalità di promuovere lo studio ed il progresso della Chimica e delle sue applicazioni, ma anche di tutelare la dignità della chimica nei vari settori socio-economici del mondo produttivo, e la qualificazione professionale dei ricercatori e tecnici nell’interesse generale del Paese”.

A Frascati si è già svolta la selezione nazionale dei Giochi della Chimica che ha visto la partecipazione di 98 studenti, provenienti da tutte le regioni italiane guidati da 19 docenti accompagnatori.

Tra loro verranno scelti i quattro studenti che rappresenteranno l’Italia alle quarantottesime Olimpiadi della Chimica che si terranno dal 23 luglio al 1 agosto a Tbilisi in Georgia.

Perugia, 26 maggio

Domani convegno a Ingegneria “Ritorno al passato. Ottanta anni di evoluzione dell’aerodinamica del motociclo”


“Ritorno al passato. Ottanta anni di evoluzione dell’aerodinamica del motociclo” è il convegno che si terrà domani, venerdì 27 maggio 2016, alle ore 9, nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria. Nel corso dei lavori saranno presentati i risultati delle prove sperimentali su 18 motociclette prodotte dal 1921 al 2007, attività portata avanti dalla Galleria del Vento “Raffaele Balli” dell’Ateneo di Perugia in collaborazione con il Club Auto e Moto d’Epoca Perugino (Camep).

Si tratta di uno studio su esemplari molto rari e interessanti, sia da turismo che da competizione, che sono stati caratterizzati dal punto di vista della resistenza all’avanzamento cercando di comprendere anche l’influenza della geometria in relazione al periodo di costruzione e alle tecniche progettuali. Il grande numero di modelli di epoche diverse è stato provato con gli stessi strumenti e con lo stesso pilota a bordo andando anche a valutare in alcuni casi l’influenza dell’abbigliamento e della postura.

I lavori, alle ore 9, saranno aperti dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, Roberto Baliani, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia. Interverranno poi Ugo Amodeo (Presidente Camep), Francesco Castellani, Nicola Bartolini, Matteo Becchetti, Lorenzo Scappaticci. Al termine la visita guidata al laboratorio.

In occasione del convegno saranno esposti alcuni fra gli esemplari più interessanti e la vettura formula SAE dell’Unipg Racing Team.

Su prenotazione, sarà possibile effettuare la visita al laboratorio che opera ormai da 20 anni a supporto dello studio sperimentale dell’aerodinamica con particolare attenzione verso lo sviluppo dei motocicli stradali e da competizione.

In occasione del convegno, il 27 maggio, inoltre, studenti, appassionati ed esperti del settore potranno sperimentare dal vivo le modalità di prova e misura delle caratteristiche aerodinamiche di una GILERA Saturno 500 del 1948 messa a disposizione dal Club Auto e Moto d’Epoca Perugino.

 

La Galleria del Vento, costruita nel 1992 per volere e passione del Prof. Raffaele Balli, è cresciuta in sinergia con le aziende che nel tempo gli hanno affidato importanti attività di sviluppo aerodinamico dei propri modelli.

Intitolata alla memoria del suo fondatore, il 6 luglio 2011, è oggi gestita da un gruppo di lavoro che continua giorno per giorno a far crescere questa struttura coltivando la preziosa eredità di passione e idee che ancora oggi costituiscono il più alto e innovativo valore del laboratorio.

Le pre-iscrizioni all’evento sono possibili attraverso la pagina internet:

http://windtunnel.unipg.it

Perugia, 26 maggio

Quattro ricercatrici dell’Ateneo di Perugia nella Top Italian Women Scientists 2016.Francesca Fallarino, Ursula Grohmann, Laura Pasqualucci e Luigina Romani premiate dall’Osservatorio nazionale della salute della donna

Sono donne di “impatto” nella ricerca scientifica biomedica, tanto da essere ammesse al club “Top Italian Women Scientists 2016”.

Sono 38 e 4 di esse appartengono all’Università degli Studi di Perugia.

Sono le farmacologhe Francesca Fallarino e Ursula Grohmann e l’immuno-patologa Luigina Romani, appartenenti al Dipartimento di Medicina Sperimentale, e l’ematologa Laura Pasqualucci del Dipartimento di Medicina.

Ieri, a Milano, fra gli applausi, si sono viste riconoscere un posto nel “Top Italian Women Scientists 2016”, il club delle migliori scienziate italiane promosso da Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna per riunire le eccellenze femminili, donne che si contraddistinguono per un’alta produttività scientifica e che hanno dato un sostanziale contributo allo sviluppo in campo biomedico.

Il club è dedicato, infatti, alle studiose italiane impegnate nella ricerca biomedica che stanno in cima alla classifica dei Top Italian Scientists (TIS)1. Il TIS è un censimento degli scienziati italiani di maggior impatto in tutto il mondo, misurato con il valore di H-index, l’indicatore che racchiude sia la produttività sia l'impatto scientifico del ricercatore, nonché la sua continuità nel tempo, e che si basa sul numero di citazioni per ogni pubblicazione.

Francesca Fallarino

Ursula Grohmann

Laura Pasqualucci

Luigina Romani

gruppo

Perugia, 25 maggio

Accordo Università di Perugia – gruppo Rcs-Corriere della Sera, prezzi agevolati per gli studenti

L’Ateneo di Perugia introduce una nuova opportunità per i propri studenti e anche per i dipendenti: gli abbonamenti alle edizioni digitali del Corriere della Sera a prezzo agevolato. E’ il frutto di un accordo con il gruppo RCS - Corriere della Sera che consente di ampliare ulteriormente i servizi e le scontistiche a disposizione di coloro che studiano, ma anche lavorano all’Università di Perugia.

Sono possibili due formule:

  1. Abbonamento mensile “Digita+”, che include l’abbonamento all’edizione digitale di Corriere (da tablet, smartphone e pc) a 4,99 € al mese (anzichè 19,99 €)
  2. Abbonamento mensile “Tutto+”, che include la fruizione di tutti i contenuti del sito Corriere.it, incluso l’Archivio storico di Corriere della Sera, e dell’edizione digitale di Corriere (da tablet, smartphone e pc) a 9,99 € al mese (anzichè 24,99 €)

Per le modalità di sottoscrizione e informazioni:

http://www.unipg.it/servizi/quotidiani-e-periodici

 

Perugia, 25 maggio

Convegno a Ingegneria - “Ritorno al passato. Ottanta anni di evoluzione dell’aerodinamica del motociclo”.

“Ritorno al passato. Ottanta anni di evoluzione dell’aerodinamica del motociclo” è il convegno che si terrà venerdì 27 maggio 2016, alle ore 9, nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria. Nel corso dei lavori saranno presentati i risultati delle prove sperimentali su 18 motociclette prodotte dal 1921 al 2007, attività portata avanti dalla Galleria del Vento “Raffaele Balli” dell’Ateneo di Perugia in collaborazione con il Club Auto e Moto d’Epoca Perugino (Camep).

Si tratta di uno studio su esemplari molto rari e interessanti, sia da turismo che da competizione, che sono stati caratterizzati dal punto di vista della resistenza all’avanzamento cercando di comprendere anche l’influenza della geometria in relazione al periodo di costruzione e alle tecniche progettuali. Il grande numero di modelli di epoche diverse è stato provato con gli stessi strumenti e con lo stesso pilota a bordo andando anche a valutare in alcuni casi l’influenza dell’abbigliamento e della postura.

I lavori, alle ore 9, saranno aperti dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, Roberto Baliani, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia. Interverranno poi Ugo Amodeo (Presidente Camep), Francesco Castellani, Nicola Bartolini, Matteo Becchetti, Lorenzo Scappaticci. Al termine la visita guidata al laboratorio.

In occasione del convegno saranno esposti alcuni fra gli esemplari più interessanti e la vettura formula SAE dell’Unipg Racing Team.

Su prenotazione, sarà possibile effettuare la visita al laboratorio che opera ormai da 20 anni a supporto dello studio sperimentale dell’aerodinamica con particolare attenzione verso lo sviluppo dei motocicli stradali e da competizione.

In occasione del convegno, il 27 maggio, inoltre, studenti, appassionati ed esperti del settore potranno sperimentare dal vivo le modalità di prova e misura delle caratteristiche aerodinamiche di una GILERA Saturno 500 del 1948 messa a disposizione dal Club Auto e Moto d’Epoca Perugino.

La Galleria del Vento, costruita nel 1992 per volere e passione del Prof. Raffaele Balli, è cresciuta in sinergia con le aziende che nel tempo gli hanno affidato importanti attività di sviluppo aerodinamico dei propri modelli.

Intitolata alla memoria del suo fondatore, il 6 luglio 2011, è oggi gestita da un gruppo di lavoro che continua giorno per giorno a far crescere questa struttura coltivando la preziosa eredità di passione e idee che ancora oggi costituiscono il più alto e innovativo valore del laboratorio.

Le pre-iscrizioni all’evento sono possibili attraverso la pagina internet:

http://windtunnel.unipg.it

Perugia, 25 maggio

Domani al via il Workshop internazionale a Ingegneria sullo sviluppo dell’area della stazione di Perugia - Perugia, 26 e 27 maggio 2016

Un’opportunità per riflettere sullo sviluppo dell’area della stazione di Perugia in virtù delle progettualità individuate dall’amministrazione comunale. E’ il Workshop internazionale “FONTIVEGGE\ANDATA e RITORNO” in programma da domani, giovedì 26, sino a venerdì 27 maggio 2016, nell’Aula 1 del Polo di Ingegneria.

Si rivolge ai giovani, a laureati e laureandi, italiani e stranieri, studiosi di diverse discipline ed è organizzato dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale in collaborazione con la Harvard University – Graduate School of Design.


“Il percorso di partecipazione si fonda sul design thinking, lo scambio di idee, il confronto di proposte, la condivisione di soluzioni – sottolinea il professor Fabio Bianconi, promotore dell’iniziativa -. L'obiettivo è disegnare una nuova immagine della città, inclusiva e di relazione, giovane e dinamica”.

I lavori, giovedì 26 maggio, alle ore 9, saranno aperti dal professor Annibale Luigi Materazzi, direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale; seguirà la presentazione dell’iniziativa da parte del professor Bianconi. Previsti gli interventi di Michele Fioroni ed Enrico Antinoro (Comune di Perugia), Anna Laura Pisello (Università di Perugia), Stefano Andreani (Harvard University – Graduate School of Design) e anche una ricognizione nella zona di Fontivegge.

Venerdì 27 maggio, i lavoro del workshop si svolgeranno nelle aule 16/17 del Polo di Ingegneria, con inizio alle ore 9.

Alle ore 15, in Aula 1, interverranno il Rettore Franco Moriconi, Marco Filippucci (Università di Perugia), che illustrerà i progetti realizzati, mentre le considerazioni conclusive saranno di Diego Zurli (Regione Umbria), Franco Marini (Comune di Perugia), Matteo Clemente (Università di Roma), Valerio Lubello (Università Bocconi), Carlo Cipiciani (Regione Umbria), Federico Rossi (Università di Perugia), Urbano Barelli (Comune di Perugia).

Perugia, 25 maggio

Il Coro dell’Ateneo in concerto per il Giubileo della Misericordia - Perugia, Sala dei Notari, mercoledì 1 giugno 2016 – ore 21

Il Coro dell’Università degli Studi di Perugia, diretto da Marta Alunni Pini, mercoledì 1 giugno 2016 (e non più sabato 28 maggio come in precedenza annunciato), alle ore 21, terrà un concerto alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, nell’ambito della LVII stagione concertistica.

Il concerto, dal titolo “Son pellegrini che vanno al Giubileo” (citazione da “La forza del destino” di Giuseppe Verdi) è dedicato al Giubileo della Misericordia. Saranno proposti brani di Vivaldi, Pergolesi, Rossini, Verdi.

Solisti: Elena Vigorito (soprano), Rachele Raggiotti (mezzosoprano); al piano Francesco Andreucci.


Ingresso unico euro 5.

Perugia, 25 maggio

Incontro, domani, al Dipartimento di Economia: “Democrazia, populismo e rappresentanza politica” - Giovedì 26 maggio 2016, ore 15

“Democrazia, populismo e rappresentanza politica” è il tema dell’ incontro di studio che avrà luogo domani, giovedì 26 maggio 2016, alle ore 15, al Dipartimento di Economia.

Sarà aperto dai saluti di Franco Moriconi, Magnifico Rettore Università di Perugia, Mauro Pagliacci, Direttore del Dipartimento di Economia, Urbano Barelli, vice sindaco di Perugia.

I lavori, introdotti dal professor Simone Budelli (Università di Perugia), vedranno poi la partecipazione di Ginevra Cerrina Feroni (Università degli Studi di Firenze), Armando Lamberti (Università degli Studi di Salerno), Andrea Morrone (Università degli Studi di Bologna).

L’iniziativa è organizzata dal Dipartimento di Economia - Cattedra di Istituzioni di Diritto Pubblico e si svolge in occasione della presentazione del volume “Il populismo tra storia, politica e diritto” (Rubbettino Editore, 2016), a cura di Raffaele Chiarelli, che sarà presente all’incontro. Il libro è stato recentemente premiato nel corso della VII edizione della manifestazione culturale organizzata dal Parlamento italiano “Il volume della democrazia - Giornata del libro politico”.

Perugia, 24 maggio

Mangiare bene per vivere in salute, a “L’Uovo di Colombo” la dottoressa Maria Rachele Ceccarini - Giovedì 26 maggio 2016, ore 19,05 su “Umbria Radio”

Lo sapevate che certi alimenti sono in grado di modificare in modo transitorio alcuni geni del nostro organismo e quindi migliorare o peggiorare il nostro stato di salute?

Come avviene lo spiegherà giovedì 26 maggio 2016, alle ore 19,05, ai microfoni de “L’Uovo di Colombo”, la dottoressa Maria Rachele Ceccarini, dottoranda del corso in Sanità e Scienze Sperimentali Veterinarie, vincitrice del secondo posto assoluto e del primo premio del pubblico a Famelab 2016, il contest internazionale di Comunicazione della Scienza.

Insieme a Francesco Locatelli e Laura Marozzi, conduttori di questo programma dedicato alla ricerca scientifica dell’Ateneo di Perugia, Maria Rachele Ceccarini racconterà della sua tesi di dottorato, la cui discussione è prevista per l’ottobre prossimo, incentrata sull’importanza dell’EPA – l’acido grasso Omega3 - come alimento con azione neuroprotettiva, e spiegherà agli ascoltatori di cosa si occupa la nutrigenomica e l’epigenetica, gli ambiti nei quali lavora presso il laboratorio di Biologia Molecolare del prof. Tommaso Beccari, da molti anni impegnato nello studio degli enzimi lisosomiali e del loro coinvolgimento nella malattia di Parkinson e in altre malattie rare.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 29 maggio, alle ore 15.

Maria Rachele Ceccarini

Perugia, 24 maggio

“Democrazia, populismo e rappresentanza politica”, incontro al Dipartimento di Economia - Giovedì 26 maggio 2016, ore 15

“Democrazia, populismo e rappresentanza politica” è il tema dell’ incontro di studio che avrà luogo giovedì 26 maggio 2016, alle ore 15, al Dipartimento di Economia.

Sarà aperto dai saluti di Franco Moriconi, Magnifico Rettore Università di Perugia, Mauro Pagliacci, Direttore del Dipartimento di Economia, Urbano Barelli, vice sindaco di Perugia.

I lavori, introdotti dal professor Simone Budelli (Università di Perugia), vedranno poi la partecipazione di Ginevra Cerrina Feroni (Università degli Studi di Firenze), Armando Lamberti (Università degli Studi di Salerno), Andrea Morrone (Università degli Studi di Bologna).

L’iniziativa è organizzata dal Dipartimento di Economia - Cattedra di Istituzioni di Diritto Pubblico e si svolge in occasione della presentazione del volume “Il populismo tra storia, politica e diritto” (Rubbettino Editore, 2016), a cura di Raffaele Chiarelli, che sarà presente all’incontro.

Perugia, 24 maggio

Il Coro dell’Ateneo in concerto per il Giubileo della Misericordia - Perugia, Sala dei Notari, sabato 28 maggio 2016 – ore 21

Il Coro dell’Università degli Studi di Perugia, diretto da Marta Alunni Pini, sabato 28 maggio 2016, alle ore 21, terrà un concerto alla Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, nell’ambito della LVII stagione concertistica.

Il concerto, dal titolo “Son pellegrini che vanno al Giubileo” (citazione da “La forza del destino” di Giuseppe Verdi) è dedicato al Giubileo della Misericordia. Saranno proposti brani di Vivaldi, Pergolesi, Rossini, Verdi.

Solisti: Elena Vigorito (soprano), Rachele Raggiotti (mezzosoprano); al piano Francesco Andreucci.

Ingresso unico euro 5.

Perugia, 24 maggio

Dal nocciolo, grandi opportunità economiche, l’Ateneo di Perugia punta sulla “Tonda Francescana”

Una coltivazione che offre grandi opportunità economiche ed è semplice da realizzare: è quanto emerge, in estrema sintesi, dal convegno tenuto al Dipartimento di Scienze Agrarie, alimentari e ambientali (DSA3) dell’Ateneo di Perugia dal titolo “ Sostenibilità ed opportunità di sviluppo economico nella coltivazione del nocciolo: linee di ricerca ed esperienze”.

L’iniziativa è stata organizzata dal DSA3 e dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria in Perugia nell’ambito delle azioni di promozione della coltivazione, produzione e commercializzazione della piante di nocciolo; in particolare del nuovo cultivar “Tonda Francescana”, ottenuto e brevettato dai ricercatori dell’Ateneo. Il convegno è stato introdotto dal saluto del Rettore Franco Moriconi che ha evidenziato il grande interesse suscitato dal lavoro dei ricercatori Unipg a livello sia nazionale che internazionale, evidenziando l’importanza dell’azione svolta al fine di far incontrare la ricerca scientifica con gli interessi dell’industria. “Questo modello sinergico nell’ambito della Terza missione è fondamentale per crescere – ha aggiunto Moriconi - e anche i rinnovati rapporti fra Università e Fondazione per l’Istruzione Agraria, alla luce dei risultati presentati oggi, dimostrano la validità di questo schema collaborativo”.

Sono seguiti i saluti di Francesco Mannocchi, Vice Direttore del Dipartimento, e di Francesco Panella, Vice Presidente della Fondazione per Istruzione Agraria in Perugia, che ha sottolineato l’urgenza di trasformare l’attività della Fondazione nell’ambito della coltivazione del nocciolo, vista l’attenzione che suscita, dalla dimensione sperimentale a quella pienamente operativa.

Il convegno ha quindi visto l’intervento di Mario Schiano lo Moriello, di ISMEA - Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare –, il quale, evidenziando la crescita della produzione del nocciolo in Italia – è il secondo Paese produttore dopo la Turchia - dal 1960 ad oggi, sia in termini di superficie che di prodotto – ha descritto le esigenze delle imprese dolciarie che, sempre più spesso, investono anche nelle fasi di coltivazione e/o trasformazione delle nocciole, per poi illustrare una stima dei costi/ricavi aziendali potenzialmente derivanti dall’impianto di noccioleti.

Daniela Farinelli (la ricercatrice che insieme al Sergio Tombesi e a Mirco Boco ha “inventato” la nuova varietà di nocciolo) ha poi approfondito il tema dell’ammodernamento delle tecniche di coltivazione, sia in termini di sostenibilità che di abbattimento dei costi, attraverso accorgimenti quali la scelta del terreno in base alle esigenze della cultivar, le varie modalità di coltivazione e la previsione di siepi con funzione di “corridoi ecologici”.

Elena Sgaravatti di Assobiotech ha quindi fatto una panoramica delle biotech in Italia, auspicando la realizzazione, a breve termine, di un progetto di ricerca, che ne evidenzi l’importanza e i vantaggi, nell’ambito del Protocollo d’Intesa che vede coinvolto l’Ateneo, la Fondazione per l’Istruzione Agraria e Rigoni di Asiago.

Andrea Rigoni, della Rigoni di Asiago, a sua volta si è soffermato sull’importanza dell’agricoltura biologica oggi e sui vantaggi, anche indiretti, che possono derivarne. “Coltivare è un atto ambientale”, ha sintetizzato Rigoni parafrasando le parole di Carlo Petrini “Mangiare è un atto agricolo”.

Hanno quindi concluso la giornata gli interventi di Alberto Manzo - Coordinatore Tavolo Filiera della Frutta in Guscio del MiPAAF, che illustrato le prospettive della filiera della frutta in guscio e Giuliano Polenzani (in sostituzione dell’Assessore Regionale Fernanda Cecchini) che ha evidenziato le possibilità di finanziamento derivanti dalle nuove misure PSR in fase di pubblicazione.

nocciolo

nocciolo1

Perugia, 24 maggio

Le Bovine di razza Marchigiana dell’Università di Perugia classificate ai primi posti della Mostra nazionale a Macerata

I bovini della razza marchigiana, allevati nell’Azienda Zootecnico-Didattica dell’Università degli studi di Perugia, hanno ottenuto importanti riconoscimenti nel corso dell’ultima edizione della Mostra nazionale della razza Marchigiana, che di recente si è svolta, come ogni anno, a Macerata in concomitanza con la Rassegna Agricola del Centro Italia (RACI).

L’Ateneo perugino ha partecipato per il sesto anno consecutivo alla Rassegna con 5 soggetti: tre vacche, 1 giovenca e 1 manza.

Ecco come si sono classificati nelle loro rispettive categorie:

Nella quinta categoria, manze 18-24 mesi: Diana, seconda classificata (conduttore Federico Guerrini).

Nona Categoria, vacche oltre gli otto anni: Sandy, prima classificata (conduttore Daniele Masci).

L’Università di Perugia si è classificata al primo posto partecipando con tre soggetti al “Concorso Gruppo Allevamento”. Uno degli studenti, Daniele Masci, si è classificato al secondo posto tra i migliori conduttori senior.

Gli animali fanno parte del nucleo di bovini di razza marchigiana che il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali alleva, da circa 13 anni, presso l’Azienda Zootecnico Didattica (AZD) di Sant’Angelo di Celle.

Il dottor Emiliano Lasagna, Ricercatore del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e ambientali, e responsabile dell’allevamento di bovini marchigiani, ha dato la possibilità ad alcuni studenti, volontari e appassionati, di partecipare alla manifestazione e di occuparsi in prima persona della preparazione degli animali da portare in fiera. La mandria sperimentale è costituita da 21 vacche. L’allevamento viene condotto con una duplice finalità: condurre uno studio sul fenomeno genetico dell’ipertrofia muscolare e dare la possibilità di svolgere attività didattica pratica agli studenti dei Corsi di Studio attivi nel settore delle Produzioni Animali.

Negli ultimi anni l’allevamento è notevolmente progredito dal punto di vista del valore genetico degli animali allevati: ben 13 tori, infatti, nati nell’Azienda a conduzione universitaria, sono stati approvati per la riproduzione presso il Centro Genetico ANABIC.

Questi gli studenti che hanno partecipato alla manifestazione: Matteo Agostini, Dayana Bartolini, Marco Bianconi, Gabriele Carlino, Alessandro Federico, Federico Guerrini, Marco Mancinelli, Daniele Masci, Christian Persichilli, Ilaria Orfei e Claudia Pierini.

bovini gruppo partecipanti

bovini gruppo primi class Marco Mancinelli Claudia Pierini Matteo Agostini

bovini Sandy

bovini Diana

Perugia, 23 maggio

La Galleria del Vento dell’Ateneo compie vent’anni. Ha analizzato l’ evoluzione dell’aerodinamica delle moto dal 1921 al 2007


I risultati delle prove sperimentali su 18 motociclette prodotte dal 1921 al 2007 saranno presentate in occasione del convegno “Ritorno al passato. Ottanta anni di evoluzione dell’aerodinamica del motociclo” che si terrà venerdì 27 maggio 2016, alle ore 9, nell’Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria.

E’ il frutto dello studio portato avanti dalla Galleria del Vento “Raffaele Balli” dell’Ateneo di Perugia in collaborazione con il Club Auto e Moto d’Epoca Perugino (Camep).

Si tratta di uno studio su esemplari molto rari e interessanti, sia da turismo che da competizione, che sono stati caratterizzati dal punto di vista della resistenza all’avanzamento cercando di comprendere anche l’influenza della geometria in relazione al periodo di costruzione e alle tecniche progettuali. Il grande numero di modelli di epoche diverse è stato provato con gli stessi strumenti e con lo stesso pilota a bordo andando anche a valutare in alcuni casi l’influenza dell’abbigliamento e della postura.

I lavori, alle ore 9, saranno aperti dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, Roberto Baliani, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Perugia. Interverranno poi Ugo Amodeo (Presidente Camep), Francesco Castellani, Nicola Bartolini, Matteo Becchetti, Lorenzo Scappaticci. Al termine la visita guidata al laboratorio.

In occasione del convegno saranno esposti alcuni fra gli esemplari più interessanti e la vettura formula SAE dell’Unipg Racing Team.

Su prenotazione, sarà possibile effettuare la visita al laboratorio che opera ormai da 20 anni a supporto dello studio sperimentale dell’aerodinamica con particolare attenzione verso lo sviluppo dei motocicli stradali e da competizione.

In occasione del convegno, il 27 maggio, inoltre, studenti, appassionati ed esperti del settore potranno sperimentare dal vivo le modalità di prova e misura delle caratteristiche aerodinamiche di una GILERA Saturno 500 del 1948 messa a disposizione dal Club Auto e Moto d’Epoca Perugino.

La Galleria del Vento, costruita nel 1992 per volere e passione del Prof. Raffaele Balli, è cresciuta in sinergia con le aziende che nel tempo gli hanno affidato importanti attività di sviluppo aerodinamico dei propri modelli.

Intitolata alla memoria del suo fondatore, il 6 luglio 2011, è oggi gestita da un gruppo di lavoro che continua giorno per giorno a far crescere questa struttura coltivando la preziosa eredità di passione e idee che ancora oggi costituiscono il più alto e innovativo valore del laboratorio.

Le pre-iscrizioni all’evento sono possibili attraverso la pagina internet:

http://windtunnel.unipg.it

Moto 1

Moto 2

Perugia, 23 maggio

Sviluppo dell’area della stazione di Perugia, Workshop internazionale a Ingegneria - Perugia, 26 e 27 maggio 2016

“FONTIVEGGE\ANDATA e RITORNO” è il titolo dell’ International Workshop che si propone di riflettere sullo sviluppo dell’area della stazione di Perugia in virtù delle progettualità individuate dall’amministrazione comunale.

Si svolgerà giovedì 26 e venerdì 27 maggio 2016, nell’Aula 1 del Polo di Ingegneria e si rivolge ai giovani, a laureati e laureandi, italiani e stranieri, studiosi di diverse discipline.

E’organizzato dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale in collaborazione con la Harvard University – Graduate School of Design.


“Il percorso di partecipazione si fonda sul design thinking, lo scambio di idee, il confronto di proposte, la condivisione di soluzioni – sottolinea il professo Fabio Bianconi, promotore dell’iniziativa -. L'obiettivo è disegnare una nuova immagine della città, inclusiva e di relazione, giovane e dinamica”.

I lavori, giovedì 26 maggio, alle ore 9, saranno aperti dal professor Annibale Luigi Materazzi, direttore del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale; seguirà la presentazione dell’iniziativa da parte del professor Bianconi. Previsti gli interventi di Michele Fioroni ed Enrico Antinoro (Comune di Perugia), Anna Laura Pisello (Università di Perugia), Stefano Andreani (Harvard University – Graduate School of Design) e anche una ricognizione nella zona di Fontivegge.

Venerdì 27 maggio, i lavoro del workshop si svolgeranno nelle aule 16/17 del Polo di Ingegneria, con inizio alle ore 9.

Alle ore 15, in Aula 1, interverranno il Rettore Franco Moriconi, Marco Filippucci (Università di Perugia), che illustrerà i progetti realizzati, mentre le considerazioni conclusive saranno di Diego Zurli (Regione Umbria), Franco Marini (Comune di Perugia), Matteo Clemente (Università di Roma), Valerio Lubello (Università Bocconi), Carlo Cipiciani (Regione Umbria), Federico Rossi (Università di Perugia), Urbano Barelli (Comune di Perugia).

Perugia, 23 maggio

CONFERENZA STAMPA - Presentazione Start Cup Umbria 2016 - Perugia, Aula Dessau di Palazzo Murena - Giovedì, 26 maggio 2016 – ore 10

Giovedì 26 maggio, alle ore 10, nell’ Aula Dessau di Palazzo Murena, sede Rettorato, sarà presentato il Premio Start Cup Umbria 2016, tredicesima edizione della business plan competition organizzata dall’Università degli Studi di Perugia.

All’incontro con i giornalisti interverranno il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, il Delegato ai Brevetti, Innovazione e Trasferimento Tecnologico, Loris Nadotti, Direttore della Start Cup, rappresentanti di Umbria Risorse e degli istituti di credito umbri che sostengono l’iniziativa.

Perugia, 20 maggio

L’ Aula Magna ha ospitato la premiazione del Campionato di Giornalismo organizzato da La Nazione

Aula Magna dell’Università affollatissima, questa mattina, per la premiazione del campionato di Giornalismo promosso in Umbria dal quotidiano “La Nazione”, in collaborazione con PAC 2000 Conad, che ha visto la partecipazione degli alunni di 40 scuole medie inferiori della regione.

E’ stato il professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo di Perugia, ad aprire la cerimonia e a portare il saluto agli studenti. “Si tratta di un’iniziativa importante, molto positiva – ha detto il professor Moriconi -: serve a far entrare i giovani in maniera diretta nel mondo del giornalismo e a far crescere in loro quello spirito critico e di obiettività, fondamentali quando si fa informazione. La premiazione odierna rappresenta l’occasione per aprire le porte dell’Università di Perugia ai giovani umbri, per farla conoscere alle nuove generazione: un momento di ‘orientamento’, con la speranza di vederli fra qualche anno come nostri studenti”.

Alla manifestazione sono inoltre intervenuti Sabrina Boarelli, Direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, Donatella Porzi, Presidente dell’ Assemblea legislativa dell’Umbria, Dramane Wague, Assessore all’Istruzione del Comune di Perugia, Francesco Cicognola per PAC 2000 Conad.

Per “La Nazione” hanno partecipato Roberto Conticelli, caporedattore Umbria e la giornalista Silvia Angelici che hanno sottolineato, oltre alla massiccia partecipazione delle scuole umbre, l’ottimo livello raggiunto dai ragazzi nei loro lavori.

Al termine le premiazioni.

A imporsi nel campionato di Giornalismo 2015-2016 è stata la scuola media “Scalza” di Orvieto; seconda classificata l’ ”Augusto Vera” di Amelia; terze, ex-aequo, la “San Paolo” di Perugia e la “Gentile Da Foligno” di Foligno.

Moriconi La Nazione

Conticelli Moriconi Boarelli

Aula La Nazione 2

Prima classificata Scalza di Orvieto

Prima classificata

Seconda classificata Vera di Amelia

Seconda classificata

Terze classificate

Terze classificate

Perugia, 20 maggio

Il professor Vito Aldo Peduto nuovo presidente del Consiglio del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia

Il professor Vito Aldo Peduto è stato nominato, dopo votazione, Presidente del Consiglio del Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia per il triennio accademico 2015/2018.

Il professor Vito Aldo Peduto è Ordinario di Anestesiologia, Direttore della Sezione di Anestesia, Analgesia e Terapia Intensiva del Dipartimento di Scienze Chirurgiche e Biomediche, Direttore della Scuola di Specializzazione in Anestesia Rianimazione e Terapia Intensiva e del Dolore e Past President della Società Italiana di Anestesia, Analgesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (Siarti).

Vito Aldo Peduto

Perugia, 20 maggio

L’Umbria all’avanguardia nel riciclo dei rifiuti grazie alla collaborazione fra Università e aziende locali finanziata dalla Commissione Europea

Il progetto LIFE+ EMaRES sui rifiuti, realizzato dal Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia e finanziato dalla Commissione Europea, ha ottenuto importanti risultati.

“Le attività hanno avuto l’obiettivo di introdurre tecniche innovative sia nella raccolta sia nel trattamento dei rifiuti residuali consentendo di raggiungere percentuali di rifiuti effettivamente riciclati pari a circa il 64%. Questi risultati sono notevolmente superiori all’obiettivo del 50% imposti dalla CE per il 2020”. Lo sottolinea il professor Francesco Di Maria che, dal 2014 al 2015, quale responsabile del Laboratorio LAR5, ha coordinato le attività dell’intero partenariato costituito oltre che dal Dipartimento di Ingegneria anche dalla TSA spa, dalla GESENU spa, dalla Regione dell’Umbria e dal Comune di Magione.

Le migliorie introdotte e dimostrate con il progetto LIFE EMaRES sono anche state recepite dalle ultime delibere della Giunta Regionale al fine di renderle strutturali nell’intero sistema di gestione dei rifiuti dell’Umbria.

“Tutto ciò dimostra come la ricerca, il mondo delle aziende e quello delle istituzioni possono trovare punti di incontro e di collaborazione per dare risposte reali a problemi reali che interessano la vita di tutti i cittadini – conclude il professor Di Maria -. La raccolta e il trattamento dei rifiuti residuali nel territorio del Comune di Magione hanno consentito di raggiungere percentuali di rifiuti riciclati pari al 64%. Risultati importanti che sono notevolmente superiori all’obiettivo che l’Unione Europea ha fissato al 50% nel 2020”.

Incontro Di Maria riciclo rifiuti

Perugia, 20 maggio

Dal nocciolo, nuove opportunità di sviluppo economico. La “Tonda Francescana” eccellenza dell’Ateneo di Perugia. Incontro ad Agraria - Lunedì 23 maggio 2016, ore 10, Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali

Nell’Aula Magna del Complesso Monumentale di San Pietro, lunedì 23 maggio 2016, si terrà il convegno “Sostenibilità ed opportunità di sviluppo economico nella coltivazione del nocciolo: linee di ricerca ed esperienze”.

L’iniziativa è organizzata dall’Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali e dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria in Perugia, nell’ambito delle azioni di promozione della coltivazione, produzione e commercializzazione della piante di nocciolo, con particolare riferimento alla nuova varietà vegetale denominata “Tonda Francescana”, ottenuta dai ricercatori dell’Ateneo, titolare del relativo brevetto.

L’incontro, alle ore 10, sarà aperto dai saluti di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, di Francesco Tei, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali (DSA3), di Francesco Panella, Vice Presidente Fondazione per Istruzione.

Il confronto scientifico sarà poi avviato da Mario Schiano lo Moriello, di ISMEA - Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare – con una relazione sul tema: “Organizzazione economica per una filiera competitiva”, per proseguire con: Daniela Farinelli – Università di Perugia - che parlerà di “45 nuovi impianti di nocciolo: scelte per la sostenibilità ambientale; Elena Sgaravatti – Assobiotech – su: “Il contributo delle green biotech: esperienze e prospettive”; Andrea Rigoni – Rigoni di Asiago su: “Esperienze nella filiera del biologico”; Alberto Manzo - Coordinatore Tavolo Filiera della Frutta in Guscio del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali – su: “Prospettive della filiera della frutta in guscio”.

Le conclusioni saranno a cura di Fernanda Cecchini, Assessore Politiche Agricole e Agroalimentari della Regione Umbria.

Perugia, 19 maggio

Sulla valorizzazione di Ricerca e Innovazione digitale confronto tra rappresentanti di Università, Mondo delle imprese e Istituzioni locali

In occasione della Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni e della Società dell'Informazione, l'Università di Perugia ha promosso un incontro su Ricerca e Innovazione Digitale in Umbria.

L'obiettivo dell'iniziativa era quello di mettere in evidenza la pluralità della ricerca sulle tecnologie dell'informazione nei Dipartimenti dell'Ateneo e creare, inoltre, un'occasione di incontro fra Università, Mondo produttivo, Regione Umbria e Comune di Perugia per discutere sul tema dell'innovazione digitale.

L’innovazione, infatti, è un elemento fondamentale per favorire la crescita anche in settori tradizionalmente "distanti" dal mondo dell'informatica e delle reti, come il turismo e la promozione del territorio e dei suoi beni culturali, che rappresentano un patrimonio fondamentale nella realtà dell’Umbria.

All’incontro sono intervenuti rappresentanti autorevoli del mondo accademico, della ricerca, dell'imprenditoria e delle istituzioni locali.

“Sicuramente un primo passo importante – ha sottolineato il Rettore Franco Moriconi, introducendo il convegno - per definire le strategie a medio e lungo termine tese a favorire l'innovazione digitale nella PA e nelle PMI. Non a caso – ha detto il Rettore – è stato l’Ateneo a promuovere questo confronto a più voci, nella consapevolezza del ruolo dell’Università nella società moderna e globale, in particolare nel rapporto con il territorio. Le conoscenze e le competenze del mondo accademico possono essere contributi fondamentali per supportare progetti di sviluppo delle istituzioni e, soprattutto, delle imprese”.

Sono intervenuti il prof. Antonio Bartolini, Assessore Rgione Umbria, e il prof. Michele Fioroni, Assessore del Comune di Perugia; entrambi hanno illustrato il loro punto di vista

sull’Innovazione digitale, rispettivamente nell’ottica della Regione e in quella del Comune.

Il prof. Stefano Bistarelli, del Dipartimento di Matematica e Informatica, ha presentato le varie attività di ricerca svolte nell'ambito del "Cybersecurity Lab" di Unipg, evidenziando le importanti competenze in tema di sicurezza informatica presenti in Ateneo.

Il prof. Stefano Bruscoli, del Dipartimento di Medicina, ha illustrato il ruolo fondamentale della Bioinformatica nella gestione e nell'analisi della grande mole di dati che vengono tipicamente prodotti nel settore della genomica.

Il prof. Luca Gammaitoni, del Dipartimento di Fisica e Geologia, ha presentato i risultati ottenuti con il prototipo di computer a bassissimo consumo energetico.

Infine, il prof. Roberto Sorrentino, del Dipartimento di Ingegneria, ha descritto le principali tematiche di ricerca e innovazione nell'ingegneria delle radio - frequenze.

La seconda parte, che ha concluso l'incontro, è stata dedicata ad una tavola rotonda sul tema “Le tecnologie dell’informazione nel mondo delle imprese”, moderata dal prof. Giuseppe Liotta (delegato del Rettore per ICT), con la partecipazione di: Bruno Checcucci (Vice-Presidente di Confindustria Umbria per ricerca e innovazione), Roberto Gianangeli (Direttore Cna Umbria), Loris Nadotti (delegato Rettore per il Trasferimento tecnologico), Roberto Palazzetti (coordinatore Assintel Umbria), Luigi Rossetti (coordinatore attività di imprese, lavoro e istruzione – Regione Umbria).

Comunicazioni 2

 

Comunicazioni 3

Perugia, 18 maggio

Dal nocciolo, nuove opportunità di sviluppo economico: la “Tonda Francescana” eccellenza dell’Ateneo di Perugia. Incontro ad Agraria - Giovedì 23 maggio 2016, ore 10.00, Aula Magna del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali

Si terrà il prossimo 23 maggio 2016, nell’Aula Magna del Complesso Monumentale di San Pietro, il convegno “Sostenibilità ed opportunità di sviluppo economico nella coltivazione del nocciolo: linee di ricerca ed esperienze”.

L’iniziativa è organizzata dall’Università degli Studi di Perugia - Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali e dalla Fondazione per l’Istruzione Agraria in Perugia, nell’ambito delle azioni di promozione della coltivazione, produzione e commercializzazione della piante di nocciolo, con particolare riferimento alla nuova varietà vegetale denominata “Tonda Francescana”, ottenuta dai ricercatori dell’Ateneo, titolare del relativo brevetto.

L'incontro, alle ore 10, sarà aperto dai saluti di Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, di Francesco Tei, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali (DSA3), di Francesco Panella, Vice Presidente Fondazione per Istruzione.

Il confronto scientifico sarà poi avviato da Mario Schiano lo Moriello, di ISMEA - Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare – con una relazione sul tema: “Organizzazione economica per una filiera competitiva”, per proseguire con: Daniela Farinelli – Università di Perugia - che parlerà di “45 nuovi impianti di nocciolo: scelte per la sostenibilità ambientale; Elena Sgaravatti – Assobiotech – su: “Il contributo delle green biotech: esperienze e prospettive”; Andrea Rigoni – Rigoni di Asiago su: “Esperienze nella filiera del biologico”; Alberto Manzo - Coordinatore Tavolo Filiera della Frutta in Guscio del Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali – su: “Prospettive della filiera della frutta in guscio”.

Le conclusioni saranno a cura di Fernanda Cecchini, Assessore Politiche Agricole e Agroalimentari della Regione Umbria.

Perugia, 18 maggio

A Terni si parla di “Contratto, crisi di impresa e tutela del contraente debole”, iniziativa del Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori

A Terni, all’Hotel Michelangelo Palace, venerdì 20 maggio 2016, alle ore 9.30, avrà luogo il convegno dal titolo “Contratto, crisi di impresa e tutela del contraente debole” organizzata dal Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori del Polo Scientifico-Didattico di Terni.

“Si tratta – sottolinea il prof. Lorenzo Mezzasoma, coordinatore dell’incontro – di un appuntamento fisso da oltre dieci anni nel panorama scientifico nazionale e internazionale, assicurando, grazie al contributo dei giuristi italiani e stranieri che vi partecipano, un importante momento di accrescimento e di confronto nell’ambito del diritto civile, in particolare dei diritti dei consumatori”.

La giornata di studio di quest’anno si pone l’obiettivo di esaminare gli effetti della crisi d’impresa sui rapporti giuridici preesistenti, in particolare sui contratti pendenti, alla luce delle recenti modifiche alla legge fallimentare. Particolare attenzione sarà accordata all’ottica comparatistica tra Paesi europei (Italia e Spagna) e latino-americani (Colombia).

All’incontro, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Terni, parteciperanno illustri Professori, italiani e stranieri, Magistrati della Suprema Corte di Cassazione e di merito.

In apertura, alle 9.30 sono previsti i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi, seguiti dagli interventi di: Lorenzo Mezzasoma, Coordinatore del Centro Studi sui Diritti dei Consumatori, e del Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Terni Dott. R. Piersantini. La prima sessione di lavoro sarà presieduta dall’illustre Prof. V. Rizzo (Prof. Ordinario dell’Università di Perugia) e vedrà coinvolti insigni Relatori: R. Di Raimo, (Prof. Ordinario dell’Università del Salento), S. Pagliantini (Prof. Ordinario dell’Università di Siena), Eugenio Llamas Pombo (Prof. Ordinario dell’Universidad de Salamanca), C.I. Jaramillo Jaramillo (Prof. Ordinario della Pontificia Universidad Javeriana de Bogotà) ed il Dott. U. Rana (Consigliere Giuridico del Ministero dello Sviluppo Economico).

La sessione pomeridiana avrà inizio alle 15.00 con i saluti del Delegato per il Polo Scientifico Didattico di Terni Prof. Massimo Curini e sarà presieduta da Agustín Luna Serrano (Prof. Ordinario dell’Universidad de Barcellona). La seconda sessione coinvolgerà prestigiosi studiosi della materia: Cons. G. Di Salvo (Tribunale di Roma), L. Farenga (Prof. Ordinario della Università degli Studi di Perugia), la Dott.ssa P. Vella (Cons. Corte di Cassazione), J.L. Pérez-Serrabona Gonzàles (Prof. Ordinario dell’Universidad de Granada) ed E. Caterini (Prof. Ordinario dell’Università della Calabria). L’analisi della prospettiva aziendalistica sarà svolta da Gianfranco Cavazzoni (Prof. Ordinario dell’Università di Perugia).

La conclusione dei lavori sarà affidata al Prof. A. Luminoso, dell’Università degli Studi di Cagliari.

Perugia, 18 maggio

Cerimonia conclusiva nell’Aula Magna dell’Ateneo del Campionato di Giornalismo organizzato da La Nazione Perugia, venerdì 20 maggio 2016 – ore 11

Il campionato di Giornalismo promosso in Umbria dal quotidiano La Nazione, in collaborazione con PAC 2000 Conad, ha visto la partecipazione degli alunni di 39 scuole della regione, ed è ormai giunto alla fase conclusiva.

La cerimonia di chiusura si svolgerà venerdì 20 maggio 2016, alle ore 11, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia.

La manifestazione sarà aperta dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi e della Presedente del Consiglio Regionale dell’Umbria, Donatella Porzi. Sono inoltre previsti gli interventi di Sabrina Boarelli, Direttrice dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, Dramane Wague, Assessore all’Istruzione del Comune di Perugia, e del caporedattore Umbria de La Nazione, Roberto Conticelli.

Perugia, 17 maggio

Seminari “La Cina e oltre”, appuntamenti con Amina Crisma e Li Ying

Due appuntamenti per il ciclo di seminari “La Cina e oltre”, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione; gli incontri si svolgono nell’Aula H di Palazzo San Bernardo, in via degli Offici.

Giovedì 19 maggio, alle ore 16.30, è in programma la Presentazione del volume “NEIYE: il Tao dell’armonia interiore”, a cura di Amina Crisma (Università di Bologna), opera che rappresenta la riscoperta di un’antica fonte taoista.

Venerdì 20 maggio, alle ore 14.30, Li Ying (Università della Tuscia) illustrerà “Il teatro realista cinese negli anni 2000”.

Seminario con Amina Crisma

Il volume “Neiye, il Tao dell’armonia interiore” (a cura di Amina Crisma, Garzanti 2015) è la prima edizione italiana di un’antica fonte taoista la cui recente riscoperta ha segnato una tappa importante nel rinnovamento degli studi sul pensiero della Cina pre-imperiale. Il Neiye è un breve trattato di grande intensità poetica e concettuale risalente alla metà del IV secolo a.C.; esso costituisce uno dei primi tentativi di spiegare e incoraggiare la pratica quotidiana della coltivazione interiore, ossia la ricerca di un’armonia psicofisica integrale tra le diverse forze che regolano la vita umana e di un’intima consonanza fra l’essere umano e il cosmo. Nelle sue attuali rivisitazioni si offrono spunti significativi non solamente per ridefinire l’approccio al mondo della Cina classica, ma anche per delineare nuove prospettive di confronto interdisciplinare e interculturale fondate sulla stretta interazione fra esercizio filologico e pratica filosofica, e orientate a esplorare i testi antichi quali risorse possibili per i nostri pensieri moderni.

Amina Crisma insegna Filosofie dell’Asia orientale all’Università di Bologna, dopo aver insegnato Sinologia all’Università di Padova e Storia delle religioni della Cina all’Università di Urbino. Oggetto delle sue ricerche sono le fonti confuciane e taoiste dell’età pre-imperiale, con speciale attenzione per testi poco frequentati quali Xunzi e Neiye, e con particolare interesse per le loro reinterpretazioni nei dibattiti contemporanei.

Seminario con Li Ying

L’intervento prende in esame la produzione teatrale cinese del nuovo secolo, quasi completamente sconosciuta in Occidente, tentando una classificazione delle correnti emerse e una descrizione critica delle nuove caratteristiche teatrali scaturite da una analisi dei testi più significativi, degli autori più affermati, delle messe in scena e dei propositi didattici e di intrattenimento.

Li Ying è docente a contratto presso l’Università della Tuscia dove insegna Lingua e Cultura della Cina. Le sue ricerche riguardano in particolare il teatro cinese e la linguistica applicata.

Perugia, 16 maggio

L’Ateneo amplia i servizi di scontistica per la mobilità studentesca, accordo con Flixbus, collegamenti giornalieri da Perugia verso 12 destinazioni italiane a partire da 1 Euro

L’Università degli Studi amplia i servizi per la mobilità studentesca a tariffa agevolata: grazie ad un accordo con FlixBus - la start-up dei viaggi in autobus appena sbarcata in Umbria con collegamenti giornalieri da Perugia verso Roma, Arezzo, Firenze, Bologna, Parma, Modena, Reggio Emilia, Parma, Brescia, Bergamo, Milano e l’aeroporto di Orio al Serio -, gli universitari residenti nel capoluogo avranno accesso a tariffe scontate loro dedicate.

L’arrivo di FlixBus è stato salutato positivamente dal Delegato per i servizi agli Studenti dell’Ateneo, Prof. Federico Rossi, che ha aggiunto: “Il nostro Ateneo ha concordato con FlixBus tariffe agevolate per tutti gli studenti, affiancandole alle già esistenti agevolazioni per il trasporto urbano ed extraurbano”. Gli fa eco Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia: “La nostra rete non poteva non includere una regione così ricca dal punto di vista culturale, turistico e dall’antichissima tradizione universitaria. Sono certo che gli studenti sapranno approfittare di un servizio dedicato a tutti ma pensato per loro, e potranno contare su una rete di collegamenti in continua espansione”.

La linea che da Perugia permetterà di raggiungere Arezzo, Firenze, Bologna, Parma, Brescia, Bergamo e l’aeroporto di Orio al Serio sarà operativa a partire da giovedì 26 maggio, mentre i collegamenti per Roma, Modena, Reggio Emilia e Milano inizieranno martedì 31 maggio.

Per ottenere i biglietti a tariffa scontata è sufficiente collegarsi alla pagina del portale universitario:

http://www.unipg.it/servizi/trasporti-e-mobilita , selezionare l’opzione “Sconti linee autobus - Flixbus” e seguire le indicazioni operative riportate.

Le corse partiranno dall’autostazione di Piazza Partigiani, e saranno effettuate a bordo di mezzi moderni e confortevoli: i passeggeri troveranno, infatti, toilette, Wi-Fi gratuito e prese di corrente, e potranno portare con sé due bagagli, oltre al bagaglio a mano. In linea con un ideale di mobilità sostenibile, FlixBus dà inoltre ai suoi passeggeri la possibilità di viaggiare 100% green attraverso il pagamento volontario, all’atto della prenotazione, di un piccolo sovrapprezzo sul costo del biglietto, che permetterà di compensare le emissioni di CO2 rilasciate in viaggio.

Perugia, 16 maggio

“Contratto, crisi di impresa e tutela del contraente debole”

Terni, 20 maggio 2016, ore 9.30

 

A Terni, all’Hotel Michelangelo Palace, venerdì 20 maggio 2016, alle ore 9.30, avrà luogo il convegno dal titolo “Contratto, crisi di impresa e tutela del contraente debole” organizzata dal Centro di Studi Giuridici sui Diritti dei Consumatori del Polo Scientifico-Didattico di Terni.

“Si tratta – sottolinea il prof. Lorenzo Mezzasoma, coordinatore dell’incontro – di un appuntamento fisso da oltre dieci anni nel panorama scientifico nazionale e internazionale, assicurando, grazie al contributo dei giuristi italiani e stranieri che vi partecipano, un importante momento di accrescimento e di confronto nell’ambito del diritto civile, in particolare dei diritti dei consumatori”.

La giornata di studio di quest’anno si pone l’obiettivo di esaminare gli effetti della crisi d’impresa sui rapporti giuridici preesistenti, in particolare sui contratti pendenti, alla luce delle recenti modifiche alla legge fallimentare. Particolare attenzione sarà accordata all’ottica comparatistica tra Paesi europei (Italia e Spagna) e latino-americani (Colombia).

All’incontro, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Terni, parteciperanno illustri Professori, italiani e stranieri, Magistrati della Suprema Corte di Cassazione e di merito.

In apertura, alle 9.30 sono previsti i saluti del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia Franco Moriconi, seguiti dagli interventi di: Lorenzo Mezzasoma, Coordinatore del Centro Studi sui Diritti dei Consumatori, e del Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili della Provincia di Terni Dott. R. Piersantini. La prima sessione di lavoro sarà presieduta dall’illustre Prof. V. Rizzo (Prof. Ordinario dell’Università di Perugia) e vedrà coinvolti insigni Relatori: R. Di Raimo, (Prof. Ordinario dell’Università del Salento), S. Pagliantini (Prof. Ordinario dell’Università di Siena), Eugenio Llamas Pombo (Prof. Ordinario dell’Universidad de Salamanca), C.I. Jaramillo Jaramillo (Prof. Ordinario della Pontificia Universidad Javeriana de Bogotà) ed il Dott. U. Rana (Consigliere Giuridico del Ministero dello Sviluppo Economico).

La sessione pomeridiana avrà inizio alle 15.00 con i saluti del Delegato per il Polo Scientifico Didattico di Terni Prof. Massimo Curini e sarà presieduta da Agustín Luna Serrano (Prof. Ordinario dell’Universidad de Barcellona). La seconda sessione coinvolgerà prestigiosi studiosi della materia: Cons. G. Di Salvo (Tribunale di Roma), L. Farenga (Prof. Ordinario della Università degli Studi di Perugia), la Dott.ssa P. Vella (Cons. Corte di Cassazione), J.L. Pérez-Serrabona Gonzàles (Prof. Ordinario dell’Universidad de Granada) ed E. Caterini (Prof. Ordinario dell’Università della Calabria). L’analisi della prospettiva aziendalistica sarà svolta da Gianfranco Cavazzoni (Prof. Ordinario dell’Università di Perugia).

La conclusione dei lavori sarà affidata al Prof. A. Luminoso, dell’Università degli Studi di Cagliari.

Perugia, 16 maggio

Tanti gli studenti di Economia in visita a Palazzo dei Priori e alla Corte d’Appello

Gli studenti di Economia dell’Università di Perugia, nell’ambito delle iniziative per rendere sempre più stretti e collaborativi i rapporti tra Ateneo e istituzioni cittadine, hanno fatto visita al Comune e alla Corte d’Appello di Perugia. Gli incontri sono stati coordinati dal Prof. Avv. Simone Budelli, titolare della Cattedra di Istituzioni di Diritto Pubblico nel Dipartimento di Economia dell’Ateneo di Perugia.

A Palazzo dei Priori sono stati accolti da Leonardo Varasano, Presidente del Consiglio Comunale, che ha spiegato le funzioni dell'Assemblea elettiva cittadina. Era presente anche Urbano Barelli, Vice Sindaco che ha illustrato i compiti attribuiti alla Giunta Comunale.

Nell’Aula Goretti della Corte d’Appello di Perugia gli universitari perugini hanno potuto discutere dei problemi e delle prospettive di riforma della giustizia 2.0.

Ha aperto i lavori Fausto Cardella, Procuratore Generale della Repubblica a Perugia, che ha illustrato agli studenti il funzionamento e i principi fondamentali del giusto processo penale.

E' poi intervenuto Aldo Criscuolo, Primo Presidente del Tribunale di Perugia, che ha evidenziato le problematiche della giustizia civile, anche dopo l'introduzione del processo telematico e dei sistemi alternativi di risoluzione delle cause (ADR) come la mediazione, la negoziazione e l'arbitrato. Claudia Matteini, consigliere di Corte d'Appello, ha parlato ai ragazzi delle iniziative della Corte di Appello di Perugia per diffondere tra i giovani la cultura della legalità e della corresponsabilità, attraverso l'istituzione di un apposito tavolo tecnico che vede coinvolti, tra gli altri enti, l'Ufficio Scolastico Regionale dell'Umbria, l'Associazione Nazionale Magistrati e l'Ordine degli Avvocati di Perugia.

Alla lezione hanno partecipato oltre 100 studenti che hanno posto ai magistrati numerose domande sui problemi della giustizia, sulle prospettive di riforma, sul conflitto in atto tra politica e magistratura.

Perugia, 13 maggio

I maggiori esperti mondiali di ingegneria geotecnica si incontrano ad Assisi, l’Università di Perugia ospita il Workshop “Modern Trends in Geomechanics”

L’Università degli Studi di Perugia, da lunedì 16 a mercoledì 18 maggio 2016 ospiterà ad Assisi, nella sede di Palazzo Bernabei, la quarta edizione del Workshop Internazionale “Modern Trends in Geomechanics”.

Al workshop, che lunedì 16 maggio, alle ore 9, verrà aperto dal professor Franco Moriconi, Rettore dell’Ateneo perugino, saranno presenti alcuni tra i maggiori esperti mondiali nel campo dell’Ingegneria Geotecnica.

Gli argomenti trattati spazieranno dalla modellazione teorica e sperimentale del comportamento dei mezzi granulari e degli ammassi rocciosi, alla modellazione di strutture geotecniche quali fondazioni, strutture di sostegno e scavi in sotterraneo, fino allo studio dei metodi per la prevenzione e mitigazione dei rischi naturali e per lo sviluppo di tecniche innovative per lo sfruttamento delle risorse geotermiche per la produzione di energia pulita e rinnovabile.

L’incontro scientifico è organizzato congiuntamente dai professori Gioacchino Viggiani (Università di Grenoble-Alpes), Francesco Silvestri (Università di Napoli Federico II), Giulia Viggiani (Università di Roma Tor Vergata) e Claudio Tamagnini e Diana Salciarini (Università di Perugia).

Le precedenti edizioni di questo prestigioso evento sono state organizzate dall’Università di Vienna, nel 2005, dalla Stanford University, nel 2010, e dall’Università di Nottingham, nel 2012.

Claudio Tamagnini

Claudio Tamagnini

Diana Salciarini

Diana Salciarini

Perugia, 13 maggio

Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni e della Società dell’Informazione - Perugia, Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnlogie - Martedì 17 maggio 2016

Martedì 17 maggio 2016 si celebra la Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni e della Società dell’Informazione per evidenziare il contributo che l’uso di Internet e delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (ICT) offrono alle società e alle economie.

Un ulteriore obiettivo, oggi, è dare rilievo alle modalità con le quali colmare il divario digitale.

A Perugia, l’evento sarà ricordato nell’ Aula G “Aldo Spirito” del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (via Elce di sotto, 1), alle ore 15 di martedì, con l’incontro “Ricerca e innovazione digitale in Umbria”.

L’iniziativa, per la prima volta, è organizzata dall’Università di Perugia e in particolare dai professori Giuseppe Liotta (delegato del Rettore per l’Informatizzazione, agenda digitale e I.T.C.), Luca Gammaitoni, docente del Dipartimento di Fisica e Geologia, e Stefano Bistarelli, docente del Dipartimento di Matematica e Informatica.

I relatori dell’Ateneo perugino e degli enti locali (Comune di Perugia e Regione Umbria) descriveranno alcune attività di ricerca in ICT da parte dell’Università e dall’altra come l’ Umbria e Perugia si attivano per investire e promuovere l’ICT.

“L’incontro si pone l'obiettivo di enfatizzare la pluralità della ricerca sulle tecnologie dell'informazione nei vari dipartimenti dell'Ateneo e di creare un'occasione di incontro fra Università, mondo produttivo, Regione e Comune per discutere sul tema dell'innovazione digitale”, spiega il professor Liotta.

I lavori, alle ore 15, saranno aperti dal Prof. Franco Moriconi, Rettore Università degli Studi di Perugia.

A seguire sarà affrontato il tema “Esperienze di ricerca e di innovazione digitale” con gli interventi dei professori Antonio Bartolini, Assessore Regione Umbria, “L'innovazione digitale in Umbria”; Michele Fioroni, Assessore Comune di Perugia, “L'innovazione digitale a Perugia”; Stefano Bistarelli, Dipartimento di Matematica e Informatica, “La ricerca nel ‘Cybersecurity Lab’ di Unipg”; Stefano Bruscoli, Dipartimento di Medicina, “Le tecnologie dell’Informazione applicate alla ricerca in campo medico”; Luca Gammaitoni, Dipartimento di Fisica e Geologia, “Progettare computer che consumano (quasi) nulla”, Roberto Sorrentino, Dipartimento di Ingegneria, “Ricerca e innovazione nell’ingegneria delle radio frequenze”.

Alle ore 17, è prevista la tavola rotonda “Le Tecnologie dell’Informazione nel mondo delle imprese”, moderata dal professor Liotta, con gli interventi: Dott. Bruno Checcucci, Vice presidente del Club della Ricerca ed Innovazione di Confindustria Umbria; Dott. Roberto Giannangeli, Direttore CNA Umbria; Prof. Loris Nadotti, Delegato del Rettore per il Trasferimento Tecnologico; Dott. Roberto Palazzetti, Coordinatore Assintel Umbria, Dott. Luigi Rossetti, Regione Umbria, Coordinatore attività in materia di imprese, lavoro e istruzione.

Perugia, 13 maggio

Elettronica per l’aerospazio un nuovo corso del Dipartimento di Ingegneria di Perugia in stretto rapporto con le imprese del territorio - Presentazione martedì 17 maggio 2016 alle ore 9.30, Aula Magna di Ingegneria

Si chiamerà curriculum in Elettronica per l'Aerospazio il percorso formativo progettato nell’ambito della Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica per l’Internet of Things. Il corso verrà presentato martedì 17 maggio 2016, alle ore 9.30, nell'Aula Magna del Dipartimento di Ingegneria dell'Università di Perugia.

Saranno presenti, per i saluti di benvenuto, Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell'Università di Perugia, Antonio Alunni, Presidente di Umbria Aerospace Cluster, Giuseppe Saccomandi, Direttore del Dipartimento di Ingegneria.

Congiuntamente alla presentazione di alcune attività in ambito aerospaziale a livello regionale e nazionale (che vedrà la partecipazione dell’Agenzia Spaziale Italiana, nonché di aziende umbre e nazionali del settore), verrà presentato il progetto didattico Umbria Space Lab. Il progetto prevede il coinvolgimento degli studenti nella progettazione, costruzione e lancio di un satellite di tipo “cubesat”, avvalendosi della collaborazione dell’ASI e di aziende dell’Umbria Aerospace Cluster, il Polo che dal 2008 mette in rete le aziende umbre che operano nel settore dell’aerospazio e della difesa, e di un’azienda nazionale specializzata nel settore, realizzando così un esperimento di collaborazione università-imprese unico in Italia.

L’istituzione del Curriculum in Elettronica per l'Aerospazio è finalizzata alla creazione di opportunità di lavoro altamente qualificato per i laureati, sia a livello locale, sia a livello nazionale e internazionale.

Lo spazio si avvia infatti a diventare un’enorme opportunità per le comunicazioni a livello globale, con investimenti molto ingenti per la realizzazione di infrastrutture costituite da costellazioni di migliaia di satelliti, che garantiranno coperture destinate a portare la banda larga anche nelle zone più remote e isolate del pianeta. Tali infrastrutture non sono più legate ad aziende governative, ma sono opera di aziende private (Google, Airbus, Iridium, SpaceX…) che tenderanno ad assumere personale e a sviluppare economicamente la filiera che sorregge la “Space Economy” e l’”Internet of Space”, e che va dalla progettazione degli apparati di volo, dal lancio dei satelliti alla elaborazione dei dati collezionati dai sistemi aerospaziali e dai satelliti. È quindi previsto un significativo sviluppo del mercato del lavoro a livello internazionale in questo settore.

L’istituzione dell’Ingegneria Elettronica per l’Aerospazio è inoltre legata alla presenza importante del Polo Aerospaziale dell’Umbria, oggi Umbria Aerospace Cluster, un’aggregazione di 29 grandi e piccole imprese che, nel 2014, ha vantato un fatturato complessivo di 354 milioni di euro, con un numero di addetti di circa 2900 unità, in tendenziale aumento nonostante il periodo di crisi che ha colpito altri settori produttivi.

L’orizzonte non si limita ovviamente all’ambito regionale ma si estende a quello nazionale e internazionale che vedono uno sviluppo crescente del settore in termini di fatturato e di addetti, in controtendenza con altri settori industriali fortemente penalizzati dalla crisi.

Perugia, 13 maggio

 

Perugia, 12 maggio

Piccoli scienziati esplorano la materia, due classi dell'Istituto comprensivo Perugia 7 ospiti del Dipartimento di Fisica e Geologia

Gli scolari delle classi primarie III-A e III-B a tempo pieno dell’Istituto Comprensivo Perugia 7 hanno partecipato, come “studenti universitari in erba”, a un progetto introduttivo al metodo scientifico (in particolare alla sperimentazione in Fisica), ideato dal Dipartimento di Fisica e Geologia: nel “Laboratorio di Meccanica, Fluidi e Termodinamica”, i piccoli scienziati, giocando, hanno esplorato i passaggi di stato della materia.

I bambini, forniti di camice, occhiali protettivi, guanti e mascherine, hanno partecipato all’esperienza di immersione nel mondo del laboratorio: acqua, misure, grafici, ghiaccio secco e bolle di sapone sono alcuni degli ingredienti che hanno reso le due giornate un successo, quando la distanza tra il primo e l’ultimo livello della formazione è sembrata, per breve tempo, annullarsi.

La prima esperienza ha riguardato il metodo scientifico “Osserva il fenomeno, immagina una regola, progetta l’esperimento”. Utilizzando come base sperimentale i cambiamenti di stato, in particolare il passaggio da solido a liquido, i giovanissimi scienziati sono stati guidati a osservare il fenomeno naturale, a individuare poi una “misura” fisica e quindi a elaborare la regola che giustifica l’osservazione iniziale e che possa indicare un nuovo risultato sperimentale.

La seconda esperienza è stata “La bolla di ghiaccio - Lo stato solido e gassoso”. Anche i solidi evaporano! Questa esperienza si basa sulla sublimazione a pressione standard dove il ghiaccio secco (CO2) evapora direttamente dallo stato solido senza passare per quello liquido. La nuvola di CO2 prodotta viene intrappolata in bolle saponate giganti fino allo scoppio, quando viene rilasciata una densa nebbia, tanto innocua quanto suggestiva.

Infine, “L’aria c’è ma non si vede!” (con il mago-PhD). Gli scienziati in erba hanno osservato che l’aria, seppur trasparente, è materia: ha un peso, ci spinge in tutte le direzioni ed è composta da molecole. Inoltre alcune di queste molecole, l’ossigeno, sostengono la combustione. Il più classico degli esperimenti, con candela e la campana di vetro, questa volta è stato compromesso da una fiamma “magica” che è uscita poco scientificamente dalla campana ed è sfuggita allo sperimentatore in erba per poi non lasciarsi spegnere.

Hanno partecipato alla realizzazione gli universitari Keida Kanxheri, Valentina Mariani, Giacomo Mauri, Pisana Placidi, Raffaele Silvani e Pietro Tozzi.

“Investire nella formazione scientifica dei bambini – sottolineano i promotori dell’iniziativa - è un obiettivo che anche l'Europa sta sviluppando con progetti dedicati ai futuri ricercatori e cittadini”.

Bambini scienziati 2

Bambini scienziati 1

Perugia, 12 maggio

Seminari “La Cina e oltre”, domani la conferenza di Anna Di Toro

E’ in corso il ciclo di seminari “La Cina e oltre”, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

Domani, venerdì 13 maggio, alle ore 14.30, nell’Aula H di Palazzo San Bernardo (via degli Offici, 14), Anna Di Toro (Università per Stranieri di Siena), affronterà il tema “Un esempio di traduzione visibile: la versione italiana di Rosa rosa amore mio, di Wang Zhenhe”.

Come rendere efficacemente in traduzione l’elemento comico, così legato a fattori impliciti della cultura di origine? Come riprodurre l’uso stilistico dell’alternanza lingua-dialetto? Come riproporre vividamente in un’altra lingua i riferimenti alla cultura popolare e il vissuto di particolari momenti storici di un mondo con un’altra storia e altre esperienze rispetto a quello della cultura di arrivo? La traduzione letteraria richiede di camminare sul filo che va dall’attenzione meticolosa al testo alla necessità di una resa efficace dei suoi messaggi profondi, veicolati soprattutto dalle scelte stilistiche dell’autore. Ogni opera presenta al traduttore sfide diverse, ha la sua vita particolare e richiede un approccio diverso. Così, nell’affrontare questo romanzo taiwanese degli anni ’80, la professoressa Di Toro si è trovata nella necessità di compiere alcune scelte particolari, optando per un adattamento che veicolasse i contenuti profondi e il particolare stile che caratterizzano questo grande affresco satirico della società taiwanese.

 

Anna Di Toro dal 2007 insegna Lingua e letteratura della Cina all’Università per Stranieri di Siena. La sua ricerca si svolge nell’ambito della storia della sinologia, dei rapporti culturali tra Russia e Cina e della didattica del cinese. Si occupa anche di traduzione di letteratura cinese, sia classica che contemporanea.

Perugia, 11 maggio

La visita all’Acciai Speciali Terni conclude ciclo di incontri degli studenti di Ingegneria alle aziende metalmeccaniche

Gli studenti del Corso di ‪‎Ingegneria Industriale dell’Università degli Studi di Perugia sono stati ospiti degli stabilimenti di Acciai Speciali Terni. L’iniziativa, che ha concluso il ciclo di visite presso alcune aziende chiave del comparto metalmeccanico umbro organizzato dai professori Filippo Cianetti e Andrea Di Schino, ha coinvolto gli studenti del terzo anno del Corso di laurea triennale in Ingegneria Industriale del Dipartimento di Ingegneria.

Occhi puntati, quindi, sulle leghe di acciaio e, in particolare sugli acciai speciali, focalizzando l'attenzione al comparto, cosiddetto a caldo dell'azienda, per poi sperimentare sul campo l'attività di qualifica dei prodotti, sia dal punto di vista meccanico che metallurgico presso il laboratorio interno del gruppo Ast, Società delle Fucine.

Le visite degli studenti di Ingegneria Industriale erano iniziate il 3 maggio 2016 ai nuovi stabilimenti dell'azienda Fucine Umbre dove, accolti dal proprietario Dott. Antonio Alunni, gli allievi dei corsi di Costruzione di Macchine e Metallurgia hanno potuto scoprire una delle realtà di punta della nostra regione nel settore dell'aeronautica e dell'aerospazio, azienda fornitrice di componenti strutturali in lega leggera, vitali per i velivoli delle più importanti case costruttrici in campo internazionale.

Sia il numero degli studenti che ha partecipato alle due uscite - 25 complessivamente -, sia l'attenzione da loro dimostrata, testimonia la bontà di queste attività di orientamento al lavoro e che forniscono agli studenti ulteriori indicazioni e suggerimenti su quello che potrebbe essere l'orizzonte delle proposte e delle opportunità lavorative dopo il periodo di studio trascorso presso l’Ateneo di Perugia. Un ulteriore l'obiettivo è quello di non disperdere fuori dal territorio regionale dell’Umbria quanto di meglio questo viene prodotto in termini di risorse umane grazie all'alta formazione universitaria.

Terni 1

Terni 2

Terni 3

Terni 4

Perugia, 11 maggio

Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni e della Società dell’Informazione - Perugia, Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnlogie - Martedì 17 maggio 2016

Martedì 17 maggio 2016 si celebra la Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni e della Società dell’Informazione per evidenziare il contributo che l’uso di Internet e delle tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni (ICT) offrono alle società e alle economie.

Un ulteriore obiettivo, oggi, è dare rilievo alle modalità con le quali colmare il divario digitale.

A Perugia, l’evento sarà ricordato nell’ Aula G “Aldo Spirito” del Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie (via Elce di sotto, 1), alle ore 15 di martedì, con l’incontro “Ricerca e innovazione digitale in Umbria”.

L’iniziativa, per la prima volta, è organizzata dall’Università di Perugia e in particolare dai professori Giuseppe Liotta (delegato del Rettore per l’Informatizzazione, agenda digitale e I.T.C.), Luca Gammaitoni, docente del Dipartimento di Fisica e Geologia, e Stefano Bistarelli, docente del Dipartimento di Matematica e Informatica.

I relatori dell’Ateneo perugino e degli enti locali (Comune di Perugia e Regione Umbria) descriveranno alcune attività di ricerca in ICT da parte dell’Università e dall’altra come l’ Umbria e Perugia si attivano per investire e promuovere l’ICT.

“L’incontro si pone l'obiettivo di enfatizzare la pluralità della ricerca sulle tecnologie dell'informazione nei vari dipartimenti dell'Ateneo e di creare un'occasione di incontro fra Università, mondo produttivo, Regione e Comune per discutere sul tema dell'innovazione digitale”, spiega il professor Liotta.

I lavori, alle ore 15, saranno aperti dal Prof. Franco Moriconi, Rettore Università degli Studi di Perugia.

A seguire sarà affrontato il tema “Esperienze di ricerca e di innovazione digitale” con gli interventi dei professori Antonio Bartolini, Assessore Regione Umbria, “L'innovazione digitale in Umbria”; Michele Fioroni, Assessore Comune di Perugia, “L'innovazione digitale a Perugia”; Stefano Bistarelli, Dipartimento di Matematica e Informatica, “La ricerca nel ‘Cybersecurity Lab’ di Unipg”; Stefano Bruscoli, Dipartimento di Medicina, “Le tecnologie dell’Informazione applicate alla ricerca in campo medico”; Luca Gammaitoni, Dipartimento di Fisica e Geologia, “Progettare computer che consumano (quasi) nulla”, Roberto Sorrentino, Dipartimento di Ingegneria, “Ricerca e innovazione nell’ingegneria delle radio frequenze”.

Alle ore 17, è prevista la tavola rotonda “Le Tecnologie dell’Informazione nel mondo delle imprese”, moderata dal professor Liotta, con gli interventi: Dott. Bruno Checcucci, Vice presidente del Club della Ricerca ed Innovazione di Confindustria Umbria; Dott. Roberto Giannangeli, Direttore CNA Umbria; Prof. Loris Nadotti, Delegato del Rettore per il Trasferimento Tecnologico; Dott. Roberto Palazzetti, Coordinatore Assintel Umbria, Dott. Luigi Rossetti, Regione Umbria, Coordinatore attività in materia di imprese, lavoro e istruzione.

Perugia, 11 maggio

A “Speciale Università” i professori Curini e Rossi illustrano l’attività del polo didattico di Terni. Focus sulla conferenza del professor Alleva, presidente dell’ISTAT

Domani, giovedì 12 maggio 2016, alle ore 21.30, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

L’apertura della puntata sarà dedicata all'attività del Polo didattico di Terni e alla recente conferenza “Italia nello spazio: un'opportunità per lo sviluppo”.

Saranno presenti in studio i professori Massimo Curini, delegato per il Polo Scientifico didattico di Terni, e Federico Rossi, docente del Dipartimento di Ingegneria.

Il servizio esterno riguarderà la conferenza “Gli studi universitari migliorano la qualità della vita” del prof. Giorgio Alleva, Presidente dell'Istituto nazionale di statistica (Istat), intervenuto alla cerimonia per il conferimento della Lauree del Dipartimento di Economia dell’Ateneo.

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 17 maggio 2016, alle ore 19.25.

Perugia, 11 maggio

Seminari “La Cina e oltre”, conferenza di Anna Di Toro

E’ in corso il ciclo di seminari “La Cina e oltre”, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione.

Venerdì 13 maggio, alle ore 14.30, nell’Aula H di Palazzo San Bernardo, Anna Di Toro (Università per Stranieri di Siena), affronterà il tema “Un esempio di traduzione visibile: la versione italiana di Rosa rosa amore mio, di Wang Zhenhe”.

Come rendere efficacemente in traduzione l’elemento comico, così legato a fattori impliciti della cultura di origine? Come riprodurre l’uso stilistico dell’alternanza lingua-dialetto? Come riproporre vividamente in un’altra lingua i riferimenti alla cultura popolare e il vissuto di particolari momenti storici di un mondo con un’altra storia e altre esperienze rispetto a quello della cultura di arrivo? La traduzione letteraria richiede di camminare sul filo che va dall’attenzione meticolosa al testo alla necessità di una resa efficace dei suoi messaggi profondi, veicolati soprattutto dalle scelte stilistiche dell’autore. Ogni opera presenta al traduttore sfide diverse, ha la sua vita particolare e richiede un approccio diverso. Così, nell’affrontare questo romanzo taiwanese degli anni ’80, la professoressa Di Toro si è trovata nella necessità di compiere alcune scelte particolari, optando per un adattamento che veicolasse i contenuti profondi e il particolare stile che caratterizzano questo grande affresco satirico della società taiwanese.

Anna Di Toro dal 2007 insegna Lingua e letteratura della Cina all’Università per Stranieri di Siena. La sua ricerca si svolge nell’ambito della storia della sinologia, dei rapporti culturali tra Russia e Cina e della didattica del cinese. Si occupa anche di traduzione di letteratura cinese, sia classica che contemporanea.

Perugia, 10 maggio

Il presidente dell'ISTAT Giorgio Alleva ai neo-laureati in Economia: “Gli studi universitari migliorano la qualità della vita”

Nell'Aula Magna dell'Università degli Studi di Perugia si è svolta, stamani, la cerimonia di proclamazione delle lauree triennali del Dipartimento di Economia, presieduta e coordinata dal direttore, il professor Mauro Pagliacci.

Questa è la sessione di maggio, l’ultima dell’anno, che ha visto la presenza di 85 neolaureati del corso triennale del Dipartimento di Economia.

Come in ogni cerimonia per la proclamazione dei laureati in Economia interviene un personaggio delle istituzioni o del mondo delle imprese; questa volta è intervenuto il prof. Giorgio Alleva, presidente dell'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) che ha tenuto una breve prolusione ai laureandi e ai laro familiari.

Nel corso della cerimonia, oltre a rivolgere un saluto ai presenti, il presidente dell’Istat ha inteso incoraggiare i giovani laureandi che da domani sono chiamati a scegliere se proseguire negli studi universitari iscrivendosi al un corso di laurea Magistrale o ricercare diverse soluzioni lavorative. Ha fornito alcuni dati sugli studi universitari e sulle tendenze rilevate nel mondo del lavoro.

Nonostante la lunga crisi economica abbia fatto sentire i suoi effetti sulla società e sulle famiglie, gli occupati che nel 2008 erano il 78 per cento tra i laureati, nel 2015 sono il 76,3%, con una diminuzione che è inferiore al calo degli iscritti negli atenei italiani. In questi anni, inoltre, è cresciuto il lavoro precario tra i neolaureati ma, ha rilevato Alleva, il ‘tempo determinato’ da sempre caratterizza la prima occupazione tra i giovani diplomati e laureati. Ha anche evidenziato l’importanza per un Paese moderno investire nelle risorse umane sia da parte delle imprese che dello Stato, il quale dovrebbe cercare di migliorare la qualità dei servizi e della pubblica amministrazione.

“Importante – ha concluso il prof. Alleva – è laurearsi presto e bene e, se possibile, continuare negli studi perché, oltre ad assicurare redditi migliori, possono garantire nel tempo anche il benessere”.

Il Presidente Giorgio Alleva, a fine mattinata, ha tenuto una conferenza in un aula del Dipartimento di Economia sul tema “Le nuove sfide della Statistica ufficiale.

alleva 3

lauree 10 maggio

 

Perugia, 10 maggio

A Foligno la Giornata Internazionale dell’Infermiere

L’incontro “La cura. Prendersi cura del paziente oncologico: l’infermiere tra teoria e prassi” si svolgerà giovedì 12 maggio 2016, a Foligno, alle ore 9, nell’ Auditorium San Domenico.

E’organizzato, in occasione della Giornata Internazionale dell’Infermiere, dal Corso di Laurea in Infermieristica sede di Foligno – Dipartimento di Medicina (che vede impegnati sinergicamente nell’attività didattica ed organizzativa sia docenti e personale dell’Università di Perugia che dell’U.S.L.Umbria2), insieme anche al Collegio IPASVI della Provincia di Perugia; vuole essere un’occasione di incontro e confronto fra studenti, infermieri professionisti e cittadini, intorno all’argomento della lotta contro il cancro.

La manifestazione, che ha già visto l’adesione di illustri medici provenienti da reparti oncologici di eccellenza, vedrà anche la partecipazione di alcune associazione del territorio che porteranno le esperienze dei pazienti e la collaborazione del Comune di Foligno.


All’iniziativa, a partire dalle 9, è annunciata la partecipazione, tra gli altri, di Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia, Imolo Fiaschini, direttore generale dell’Usl2, Nando Mismetti, sindaco di Foligno, Mariella Migliorati, Delegato per la Didattica dell’Ateneo di Perugia e Carlo Riccardi, direttore del Dipartimento di Medicina.

Dopo i saluti seguirà la Lectio Magistralis del Prof. Dino Amadori dal titolo “Mwanza Cancer Project – Contesto, risultati e prospettive”.

Il Presidente Delegato del Corso di Laurea in Infermieristica – Sede di Foligno – è il
Prof. Domenico Delfino.

Perugia, 10 maggio

Dai fondali marini, la storia climatica degli ultimi millenni

A “L’Uovo di Colombo” la Dottoressa Giulia Margaritelli

 

Giovedì 5 maggio 2016, ore 19,05 su “Umbria Radio”

Qual era il clima all’epoca degli Antichi Romani e dell’eruzione del Vesuvio? Oppure, gli inverni erano rigidi nell’Alto Medioevo? Queste e simili curiosità saranno soddisfatte da Giulia Margaritelli, dottoranda del Dipartimento di Fisica e Geologia dell’Ateneo di Perugia, giovedì 12 maggio alle ore 19, 05, ai microfoni de “L’Uovo di Colombo” , il programma dedicato alla ricerca scientifica targata Unipg: Giulia, infatti, si occupa di ricostruire la storia delle variazioni climatiche degli ultimi 5 millenni nell’area del Mediterraneo attraverso lo studio di alcuni protozoi marini, i foraminiferi planctonici.

Insieme ai conduttori Francesco Locatelli e Laura Marozzi, la ricercatrice racconterà come si svolge questo progetto di ricerca, sia durante le crociere oceanografiche che in laboratorio nello studio dei campioni prelevati in mare.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 8 maggio, alle ore 15.

Perugia, 10 maggio

“Europa, crisi e prospettive”

Domani Invited Lectures con il professore Paolo Savona, già Ministro dell'Industria

L’Università di Perugia ha promosso due Invited Lectures su “Europa: crisi e prospettive” . La prima lettura del professor Beniamino Moro si è svolta lunedì 9 maggio, domani, mercoledì 11 maggio, alle ore 16, interverrà Paolo Savona nell’Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche.

Il professor Savona (Professore emerito di Politica economica, già Ministro dell'Industria nel Governo Ciampi) parlerà sul tema “Le basi istituzionali dell'euro: democrazia, Stato e mercato”. Paolo Savona ha recentemente pubblicato il libro “Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberaldemocrazia”, Rubbettino, 2016.


La crisi finanziaria, la “Grande Recessione” e la crisi dei debiti sovrani hanno avuto un impatto economico-occupazionale molto forte e persistente in Europa, soprattutto in diversi Paesi dell’Eurozona.

“Le due Invited Lectures dei professori Moro e Savona possono contribuire a fare il punto della situazione, da prospettive diverse, e a delineare possibili scenari e interventi di policy – rileva il prof. Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e promotore dell’iniziativa –“.

Perugia, 9 maggio

“Culture e Letterature in dialogo: identità in movimento”. Congresso internazionale a Perugia e ad Assisi

Saranno presenti a Perugia e Assisi, dal 12 al 14 maggio 2016, almeno 230 fra scrittori, ricercatori e professori universitari da tutto il mondo e in particolare da Brasile, Portogallo, Francia, Germania, Ungheria, Romania, Colombia, Stati Uniti e Cina per ìpartecipare al congresso internazionale “Culture e Letterature in dialogo: identità in movimento”.

L’evento è organizzato dal Centro di Studi Comparati Italo-Luso-Brasiliani (CILBRA) che ha sede presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia.

L’iniziativa si inserisce fra le attività dei Corsi di Lingua Portoghese e di Letterature Portoghese e Brasiliana del Dipartimento e si realizza in collaborazione con tre grandi università brasiliane: Universidade de Brasília, Universidade Federal de Mato Grosso do Sul e Universidade Federal de Goiás.

Nei giorni di giovedì 12 e venerdì 13 maggio il congresso si svolgerà a Perugia, a Palazzo dei Priori e a Palazzo Manzoni (sede del Dipartimento di Lettere), sabato 14 maggio ad Assisi, a Palazzo Bernabei.

Giovedì 12 maggio, alle ore 10, nella Sala dei Notari, per la seduta inaugurale interverranno Franco Moriconi (Magnifico Rettore dell’Università degli Stati di Perugia), Mario Tosti (Direttore del Dipartimento di Lettere), Ricardo Neiva Tavares (Ambasciatore del Brasile) e, per il comitato organizzativo, Vera Lúcia de Oliveira e Paula de Paiva Limão (Università di Perugia), Heloísa Salles (UnB), Solange Fiuza Yokozawa (UFG ) e Kelcilene Grácia - Rodrigues (UFMS).

Oltre al programma scientifico, è previsto un Festival Internazionale di Poesia dal titolo “Incontri con la Poesia del Mondo” che, in collaborazione con Umbria Poesia, si terrà il 13 maggio a Perugia (negli spazi di Umbrò, Via S.Ercolano 2) e il 14 maggio ad Assisi (a Palazzo Barnabei), con la partecipazione di 14 poeti di vari paesi. Inoltre, un concerto di due musicisti, l’italiana Noemi Nori e il brasiliano Elcio Lucas, è in programma il 12 maggio, alle 20.30 a Perugia (Umbrò).

Si possono iscrivere docenti e studenti dell’Università degli Studi di Perugia (gli studenti del Corso di Laurea in Lingue e Letterature Straniere saranno riconosciuti da due a tre crediti):

Tutti gli eventi previsti sono aperti al pubblico e gratuiti.

“Il congresso ha come obiettivo l’importanza dell’Italia e, in particolare, dell’Umbria, nell’attuale discussione sui fenomeni migratori e sul contatto tra culture, società, letterature e lingue, mettendo a fuoco anche questioni come l’identità dei popoli coinvolti in tali fenomeni e la difficoltà del confronto con l’Altro – sottolineano le organizzatrici Vera Lúcia de Oliveira e Paula de Paiva Limão -. In un momento come questo, di spostamenti di popolazioni da un continente all’altro, parlare di questioni connesse a tali eventi con un’ottica comparatista e con gli strumenti teorici fornitici dai nostri ambiti di ricerca, che sono quelli delle lingue, letterature e culture italo-luso-brasiliane, potrà contribuire alla riflessione sulle dinamiche connesse a un fenomeno di così vaste proporzioni che coinvolge individui, famiglie e popolazioni intere che si spostano dall’est all’ovest e dal sud al nord del mondo, in fuga da conflitti e guerre, persecuzioni etniche e religiose, carestie e fame, cercando migliori condizioni di vita in altri paesi e continenti. I temi trattati non sono circoscritti al mondo lusofono, ma si costituiscono come riflessione complessa e articolata sui fenomeni dei contatti linguistici e letterari tra diverse realtà culturali del passato e del presente”.

Perugia, 6 maggio

L’Ateneo di Perugia all’avanguardia nel settore dei robot

“Arrivano i robot, anzi sono già arrivati, in silenzio. La robotica spiegata ai giovani studenti” è il titolo dell’incontro organizzato dall’Accademia Properziana del Subasio di Assisi, in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia. Vi hanno partecipato, nell’Auditorium di Santa Maria degli Angeli, i ragazzi delle scuole superiori del Comune di Assisi, affascinati da un tema altamente innovativo e di carattere scientifico e che hanno anche potuto “giocare” con una serie di robot e applicativi portati dai docenti dell’Ateneo perugino.

Settore nel quale l’Università di Perugia presenta autentiche eccellenze e prestigiose collaborazioni nazionali e internazionali che i suoi ricercatori (in particolare quelli del Dipartimento di Ingegneria) intrattengono con successo ormai da anni con aziende ed enti di ricerca nella robotica e non solo.

Il professor Giorgio Bonamente, presidente della Properziana, ha sottolineato come l'Accademia svolga attività culturale e scientifica a livello internazionale, stabilendo rapporti di cooperazione con studiosi e ricercatori di Università non solo italiane, ma anche europee ed extraeuropee; fra queste l’Ateneo di Perugia con il quale è stato avviato un percorso di fattiva collaborazione.

Presenti il Rettore Franco Moriconi, i professori delle aeree dell’Ingegneria Meccanica e di quella della Elettronica e dell’Informazione, Paolo Valigi (docente di Robotica e Macchine Learning) e Filippo Cianetti (docente di Progettazione e Costruzione di Macchine), giovani collaboratori, laureandi e studenti universitari; ulteriori testimonianze sono state quelle dell’Ing. Stefano Pagnottelli (SIRALAB s.r.l.) e dell’Ing. Simone Salvatori. Intervenuti, inoltre, il sindaco Antonio Lunghi e Mario Ferrini, vicepresidente dell’Accademia Properziana del Subasio.

Il Rettore Moriconi ha evidenziato, guardando all’attività sui robot, quanto innovativa e prestigiosa sia l’offerta formativa dell’Ateneo, rimarcando la volontà di rafforzare il collegamento tra la formazione universitaria e la formazione professionale erogata nel territorio.

“Siamo forse di fronte a un’ era in cui lo sviluppo del vivere quotidiano, spinto dall’introduzione capillare della robotica, subirà una evoluzione impulsiva e drastica i cui scenari futuri non sono prevedibili, proprio come nell’era cambriana, dove lo sviluppo degli organi della vista negli esseri che frequentavano la nostra Terra impresse una spinta evolutiva che non ha avuto eguali in tutto il corso dell’evoluzione”, ha detto il professor Valigi.

“La nostra capacità di formazione non è seconda a nessun altro Ateneo del territorio nazionale come dimostra l’attività nell’ambito dei robot – ha aggiunto il professor Cianetti -. E' troppo tempo ormai che il richiamo sia degli Atenei di fuori regione o delle aziende anche estere ci priva di questi brillanti giovani. Dovremmo essere più incisivi e costanti nel far sapere al nostro territorio, enti e mondo industriale, cosa sappiamo fare e quale è il livello di apprezzamento che abbiamo al di fuori dei nostri ‘confini’".

Significati gli interventi di Pagnottelli (testimone di una storia di successo: uno spin-off universitario dal quale è nata una realtà industriale del territorio umbro che si è affermata come eccellenza nel territorio nazionale) e Salvatori (giovane neo laureato che ha fatto della multidisciplinarità del tema della robotica la firma della sua attività di ricerca condotta nel suo percorso formativo come Ingegnere Meccanico).

Robot 2Robot 1

 

Robot 3

Perugia, 6 maggio

Giorgio Alleva, presidente dell'ISTAT alla cerimonia di proclamazione delle lauree del Dipartimento economia - Perugia, Aula Magna dell’Ateneo, martedì 10 maggio 2016


Nell'Aula Magna dell'Ateneo, martedì 10 maggio 2016, alle ore 11, avrà luogo la cerimonia di proclamazione delle lauree triennali del Dipartimento di Economia, presieduta dal direttore, il professor Mauro Pagliacci.

La prolusione sarà tenuta, ai laureandi e ai loro famiglie, dal prof. Giorgio Alleva, presidente dell' Istituto nazionale di statistica (ISTAT).

Nella sessione di maggio conseguiranno la laurea triennale circa ottanta studenti del Dipartimento di Economia - Sede di Perugia.


Il prof. Giorgio Alleva terrà poi, alle ore 12.30, nell'Aula 6 del Dipartimento di Economia, una conferenza su “Le nuove sfide della Statistica ufficiale”.

Perugia, 6 maggio

“Culture e Letterature in dialogo: identità in movimento”, congresso internazionale a Perugia e ad Assisi

A Perugia e Assisi, dal 12 al 14 maggio 2016, saranno presenti almeno 230 fra scrittori, ricercatori e professori universitari di molti paesi, fra i quali Brasile, Portogallo, Francia, Germania, Ungheria, Romania, Colombia, Stati Uniti e Cina.

Parteciperanno al congresso internazionale “Culture e Letterature in dialogo: identità in movimento”, organizzato dal CILBRA - Centro di Studi Comparati Italo-Luso-Brasiliani che ha sede presso il Dipartimento di Lettere dell’Università degli Studi di Perugia.

L’iniziativa si inserisce fra le attività dei Corsi di Lingua Portoghese e di Letterature Portoghese e Brasiliana del Dipartimento e si realizza in collaborazione con tre grandi università brasiliane: Universidade de Brasília, Universidade Federal de Mato Grosso do Sul e Universidade Federal de Goiás.

Giovedì 12 e venerdì 13 maggio il congresso si svolgerà a Perugia, a Palazzo dei Priori e a Palazzo Manzoni (sede del Dipartimento di Lettere), sabato 14 maggio ad Assisi, a Palazzo Bernabei.

L’apertura dei lavori, giovedì 12 maggio, alle ore 10, nella Sala dei Notari. Interverranno Franco Moriconi (Magnifico Rettore dell’Università degli Stati di Perugia), Mario Tosti (Direttore del Dipartimento di Lettere), Ricardo Neiva Tavares (Ambasciatore del Brasile) e, per il comitato organizzativo, Vera Lúcia de Oliveira e Paula de Paiva Limão (Università di Perugia), Heloísa Salles (UnB), Solange Fiuza Yokozawa (UFG ) e Kelcilene Grácia - Rodrigues (UFMS).

Oltre al programma scientifico, è previsto un Festival Internazionale di Poesia dal titolo “Incontri con la Poesia del Mondo” che, in collaborazione con Umbria Poesia, si terrà il 13 maggio a Perugia (negli spazi di Umbrò, Via S.Ercolano 2) e il 14 maggio ad Assisi (a Palazzo Barnabei), con la partecipazione di 14 poeti di vari paesi, e con un concerto di due musicisti, l’italiana Noemi Nori e il brasiliano Elcio Lucas, il 12 maggio, alle 20.30 a Perugia (Umbrò), ad accesso libero.

Tutti gli eventi previsti sono aperti al pubblico e gratuiti.

Si possono iscrivere gli studenti dell’Università degli Studi di Perugia (a quelli del Corso di Laurea in Lingue e Letterature Straniere saranno riconosciuti da due a tre crediti), i professori e tutti quelli interessati a tali tematiche.

Per maggiori informazioni e per la programmazione completa: www.cilbra.it

“Il congresso ha come obiettivo rimarcare l’importanza dell’Italia e, in particolare, dell’Umbria, nell’attuale discussione sui fenomeni migratori e sul contatto tra culture, società, letterature e lingue, mettendo a fuoco anche questioni come l’identità dei popoli coinvolti in tali fenomeni e la difficoltà del confronto con l’Altro – sottolineano le organizzatrici Vera Lúcia de Oliveira e Paula de Paiva Limão -. In un momento come questo, di spostamenti di popolazioni da un continente all’altro, parlare di questioni connesse a tali eventi con un’ottica comparatista e con gli strumenti teorici fornitici dai nostri ambiti di ricerca, che sono quelli delle lingue, letterature e culture italo-luso-brasiliane, potrà contribuire alla riflessione sulle dinamiche connesse a un fenomeno di così vaste proporzioni che coinvolge individui, famiglie e popolazioni intere che si spostano dall’est all’ovest e dal sud al nord del mondo, in fuga da conflitti e guerre, persecuzioni etniche e religiose, carestie e fame, cercando migliori condizioni di vita in altri paesi e continenti. I temi trattati non sono circoscritti al mondo lusofono, ma si costituiscono come riflessione complessa e articolata sui fenomeni dei contatti linguistici e letterari tra diverse realtà culturali del passato e del presente”.

 

Perugia, 6 maggio

“Europa, crisi e prospettive”, Invited Lectures con i professori Beniamino Moro (Lunedì 9 maggio) e Paolo Savona, già Ministro dell'Industria (Mercoledì 11 maggio)

L’Università di Perugia promuove due Invited Lectures su “Europa: crisi e prospettive” con i professori Beniamino Moro (lunedì 9 maggio) e Paolo Savona (mercoledì 11 maggio) nell’Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche, entrambi alle ore 16.

L’incontro con il professor Moro (Ordinario di Economia Politica all’ Università di Cagliari) sarà sul tema “Crisi dei debiti sovrani e crisi bancarie in Europa” e si terrà lunedì 9 maggio 2016, alle ore 16. Moro ha recentemente pubblicato il libro “Modern Financial Crises – Argentina, United States and Europe”, Springer, 2016.

Il professor Savona (Professore emerito di Politica economica, già Ministro dell'Industria nel Governo Ciampi) interverrà su “Le basi istituzionali dell'euro: democrazia, Stato e mercato” nel pomeriggio di mercoledì 11 maggio 2016, alle ore 16. Il prof. Savona ha recentemente pubblicato il libro “Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberaldemocrazia”, Rubbettino, 2016.

La crisi finanziaria, la “Grande Recessione” e la crisi dei debiti sovrani hanno avuto un impatto economico-occupazionale molto forte e persistente in Europa, soprattutto in diversi Paesi dell’Eurozona.

“Le due Invited Lectures dei professori Moro e Savona contribuiranno a fare il punto della situazione, da prospettive diverse, e a delineare possibili scenari e interventi di policy – rileva il prof. Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e promotore dell’iniziativa -. I due illustri economisti affronteranno temi complessi e di grande attualità, ma con un taglio accessibile a tutti”.

La partecipazione è libera e non richiede registrazione.

 

Perugia, 6 maggio

Educazione alla legalità e alla lotta alla mafia - Incontri con Marco Angelini e Carlo Fiorio

E’ in corso di svolgimento il corso interdipartimentale di Educazione alla legalità e alla lotta alla mafia, organizzato dall’Ateneo di Perugia, in collaborazione con “Libera” e coordinato dal professor Roberto Segatori. Protagonisti dei due prossimi incontri saranno i professori Marco Angelini e Carlo Fiorio, docenti del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Ateneo perugino, da tempo attivi nel contrasto all'illegalità.

Lunedì 9 maggio 2016, dalle ore 16 alle ore 18, il professor Angelini affronterà il tema “L’infiltrazione della criminalità nelle istituzioni locali e strumenti di contrasto (art. 416 tre c.p. e 143 TC enti locali)”;. Martedì 10 maggio 2016 (dalle 14 alle 16) il professor Fiorio parlerà di “Criminalità organizzata e procedimento penale”.

Gli incontri, aperti alla partecipazione di studenti e cittadini interessati, saranno l’occasione per un confronto pubblico su temi di estremo interesse per l’Umbria, che sta registrando preoccupanti fenomeni di infiltrazione mafiosa, alla luce dell’esperienza del neo-procuratore Cardella e di Davide Pati che, da anni, ciascuno nel suo ambito, sono impegnati nella lotta contro tali fenomeni malavitosi.

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” nasce nel 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità.

La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera.

Perugia, 5 maggio

Educazione alla legalità e alla lotta alla mafia

Incontri con Marco Angelini e Carlo Fiorio

 

E’ in corso di svolgimento il corso interdipartimentale di Educazione alla legalità e alla lotta alla mafia, organizzato dall’Ateneo di Perugia, in collaborazione con “Libera” e coordinato dal professor Roberto Segatori. Protagonisti dei due prossimi incontri saranno i professori Marco Angelini e Carlo Fiorio, docenti del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Ateneo perugino, da tempo attivi nel contrasto all'illegalità.

Lunedì 9 maggio 2016, dalle ore 16 alle ore 18, il professor Angelini affronterà il tema “L’infiltrazione della criminalità nelle istituzioni locali e strumenti di contrasto (art. 416 tre c.p. e 143 TC enti locali)”;. Martedì 10 maggio 2016 (dalle 14 alle 16) il professor Fiorio parlerà di “Criminalità organizzata e procedimento penale”.

Gli incontri, aperti alla partecipazione di studenti e cittadini interessati, saranno l’occasione per un confronto pubblico su temi di estremo interesse per l’Umbria, che sta registrando preoccupanti fenomeni di infiltrazione mafiosa, alla luce dell’esperienza del neo-procuratore Cardella e di Davide Pati che, da anni, ciascuno nel suo ambito, sono impegnati nella lotta contro tali fenomeni malavitosi.

Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” nasce nel 1995 con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità.

La legge sull'uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l'educazione alla legalità democratica, l'impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera.

Perugia, 5 maggio

“Europa, crisi e prospettive”

Invited Lectures con i professori Beniamino Moro (Lunedì 9 maggio)

e Paolo Savona, già Ministro dell'Industria (Mercoledì 11 maggio)

L’Università di Perugia promuove due Invited Lectures su “Europa: crisi e prospettive” con i professori Beniamino Moro (lunedì 9 maggio) e Paolo Savona (mercoledì 11 maggio) nell’Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche, entrambi alle ore 16.

L’incontro con il professor Moro (Ordinario di Economia Politica all’ Università di Cagliari) sarà sul tema “Crisi dei debiti sovrani e crisi bancarie in Europa” e si terrà lunedì 9 maggio 2016, alle ore 16. Moro ha recentemente pubblicato il libro “Modern Financial Crises – Argentina, United States and Europe”, Springer, 2016.

Il professor Savona (Professore emerito di Politica economica, già Ministro dell'Industria nel Governo Ciampi) interverrà su “Le basi istituzionali dell'euro: democrazia, Stato e mercato” nel pomeriggio di mercoledì 11 maggio 2016, alle ore 16. Il prof. Savona ha recentemente pubblicato il libro “Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberaldemocrazia”, Rubbettino, 2016.


La crisi finanziaria, la “Grande Recessione” e la crisi dei debiti sovrani hanno avuto un impatto economico-occupazionale molto forte e persistente in Europa, soprattutto in diversi Paesi dell’Eurozona.

“Le due Invited Lectures dei professori Moro e Savona contribuiranno a fare il punto della situazione, da prospettive diverse, e a delineare possibili scenari e interventi di policy – rileva il prof. Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e promotore dell’iniziativa -. I due illustri economisti affronteranno temi complessi e di grande attualità, ma con un taglio accessibile a tutti”.

Perugia, 5 maggio

Due Dottorandi Unipg vincono FameLab Italia 2016

Lorenzo Pizzuti vince FameLab 2016. Laureato in Fisica all’Università degli Studi di Perugia e ora dottorando dell’Università degli Studi di Trieste e associato dell’Istituto Nazionale di Astrofisica all’Osservatorio Astronomico di Trieste sale sul podio più alto davanti a Maria Rachele Ceccarini, dottoranda in biologia molecolare dell’Università di Perugia che si aggiudica il secondo posto il premio del pubblico, assegnato dai 400 ragazzi presenti nell’auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana che ieri ha ospitato la finale della quinta edizione del primo talent della Scienza FameLab Italia.
Lorenzo Pizzuti, che aveva superato le semifinali di Triste, ha letteralmente sbaragliato gli altri 13 finalisti selezionati tra febbraio e marzo in sette città italiane: Trieste, Torino, Padova, L’Aquila, Ancona, Perugia e Napoli.
Con una storia dedicata ai buchi neri ha saputo catturare l’attenzione dei circa 400 studenti delle scuole superiori presenti in sala e affascinarli nei tre minuti a sua disposizione. Pizzuti ha usato la metafora della storia d’amore tra due particelle, con finale tragico, per sovvertire l’immagine consueta del buco nero che inghiotte tutto arricchendola d’informazioni sui processi di evaporazione legati a questa singolarità misteriosa dell’Universo. Muovendosi sul palco quasi con la naturalezza da narratore consumato ha saputo trasmettere messaggi complicati e passione per la cosmologia della quale si occupa quotidianamente: “ Ho cercato di parlare di un tema misterioso e degli effetti che ancora poco si conoscono come il fatto che un buco nero può anche emettere qualcosa”.
Ora Lorenzo si prepara per la finalissima dell’8 e 9 giugno in Inghilterra, a Cheltenham, dove rappresenterà l’Italia sfidando altri 29 campioni provenienti da altrettanti paesi di tutto il mondo.

Vince il premio del pubblico e conquista il secondo posto sul podio Maria Rachele Ceccarini dottoranda in biologia molecolare dell’Università di Perugia che ha parlato dei ritmi circadiani e degli studi di genetica e nutrizione dei quali si occupa. Presentandosi sul palco con un cavolfiore del quale ha raccontato i ritmi di vita ha introdotto il pubblico e molte riflessioni sul legate tra alternarsi di notte e giorno, genetica e alimentazione.

A scegliere il campione italiano la giuria composta da quattro esperti: Silvia Bonaccorsi dell’Università La Sapienza di Roma, Barbara Negri dell’Agenzia Spaziale Italiana, Giovanni Spataro de Le Scienze e per la prima volta nella storia di FameLab Italia una studentessa, Letizia Tiberia del Liceo Scientifico di Ceccano.

La finale di ieri 4 maggio è stata trasmessa in diretta streaming e può essere rivista su ASI TV (http://www.asitv.it/): La è stata ripresa dalle telecamere di RAI Cultura, media partner dell’evento, che manderà in onda una puntata speciale dedicata a FameLab su RAI Scuola il17 maggio alle 21.30 e in replica su RAI3.

Lorenzo Pizzuti 1 calssificato

Lirenzo Pizzuti

Maria Rachele Ceccarini Premio del Pubblico

Maria Rachele Ceccarini

Perugia, 5 maggio

Cinque fisici perugini tra i vincitori del prestigioso “Special breakthrough prize in fundamental physics”

E’ stato annunciato a San Francisco il prestigioso “Special breakthrough Prize in Fundamental Physics” (premio speciale per la scoperta più dirompente in Fisica fondamentale).

Il premio del valore di 3 milioni di dollari sarà diviso tra tutti gli autori della scoperta delle onde gravitazionali annunciata al pubblico l’11 Febbraio 2016.

La giuria del premio ha deciso che un milione di dollari vada a tre scienziati americani, ritenuti i fondatori del progetto di ricerca americano LIGO: Ronald W. P. Drever, professore emerito di Fisica a Caltech; Kip S. Thorne, Feynman Professor di Fisica Teorica a Caltech; Rainer Weiss, professore emerito di Fisica al MIT.

I restanti due milioni di dollari verranno equamente divisi tra tutti gli scienziati che hanno realizzato la scoperta e che sono parte dei due esperimenti: quello americano (LIGO) e quello italo-francese (Virgo).

Nell’ambito del progetto Virgo, finanziato in Italia dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), tra i vincitori figurano anche cinque fisici che operano presso l’INFN e l’Università degli Studi di Perugia.

Sono i docenti dell’Università: dottor Helios Vocca e prof. Luca Gammaitoni assieme agli assegnisti di ricerca, i dottori Francesca Baldaccini e Flavio Travasso. A questi si aggiunge il primo ricercatore presso l’INFN sezione di Perugia, il dottor Michele Punturo.

La cerimonia di premiazione avrà luogo negli USA nel prossimo autunno.

 

Perugia, 4 maggio

Workshop “Italia nello spazio: un’opportunità per lo sviluppo”. Il prof. Roberto Battiston incontra studenti, industriali e istituzioni. Prevista la diretta streaming. Terni, Polo Scientifico Didattico - Venerdì 6 maggio 2016 – ore 9.30

Il professor Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), venerdì 6 maggio 2016, alle ore 9.30, nella Sede di Ingegneria del Polo Scientifico Didattico di Terni, incontrerà gli studenti, gli industriali, le istituzioni e le associazioni locali per parlare delle attività italiane in ambito spaziale e delle relative ricadute nel settore industriale.

Nonostante la crisi economica che ha caratterizzato questi ultimi anni, l’industria aerospaziale italiana ha svolto un ruolo propulsivo riguardo all’economia nazionale, caratterizzandosi come uno dei pochi settori high-tech in grado di produrre innovazioni e di generare ricadute commerciali anche su altri settori. Il prof. Battiston, che è stato per molti anni docente e ricercatore dell’Università di Perugia, rappresenterà il punto focale di un workshop con alcuni dei protagonisti di quel polo di eccellenza di imprese umbre impegnate con successo nelle forniture alle industrie aerospaziali.

Il workshop, organizzato dal Comune di Terni e dall’Università degli Studi di Perugia, si svolgerà a Pentima per dare la possibilità di un contatto diretto con le strutture che per anni hanno collaborato con i maggiori enti spaziali del mondo.

IL PROGRAMMA

Ore 9.30: Saluti di Leopoldo Di Girolamo, sindaco di Terni, e Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia.

Ore 10: “L’Italia nello spazio” - Roberto Battiston, presidente ASI.

Ore 11: Tavola Rotonda: “Aerospazio opportunità per lo sviluppo”.

Modera: Massimo Curini, delegato del Rettore per il Polo di Terni;

Intervengono Stefano Neri, Presidente dell’Associazione Industriali Terni, Antonio Alunni, Presidente del Polo Aerospaziale dell'Umbria, Gianluigi Angelantoni, Presidente dell’Angelantoni Group, Giuseppe Saccomandi, Direttore Dipartimento di Ingegneria, Caterina Petrillo, Direttore Dipartimento di Fisica, Roberto Sorrentino, Membro del Consiglio Direttivo del Polo Aerospaziale dell’Umbria.

Ore 12:15 Chiusura dei Lavori: Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Ore 12:30 Visita dei laboratori: Federico Rossi, Presidente dei Corsi di Laurea in Ingegneria Industriale di Terni, e Bruna Bertucci, Responsabile laboratorio SERMS.

L’incontro sarà trasmesso in diretta streaming all’indirizzo internet: https://www.youtube.com/c/unipg/live

Perugia, 4 maggio

A “Speciale Università” il Master in “Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale” e iil portale EDUOPEN.ORG

Domani, giovedì 5 maggio 2016, alle ore 21.30, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

In apertura della puntata si parlerà del Master in “Ingegneria della sicurezza ed analisi dei rischi in ambito industriale”; verrà presentato dal professore Ermanno Cardelli del Dipartimento di Ingegneria.

Il servizio esterno riguarderà la presentazione del portale EDUOPEN.ORG

La puntata sarà replicata su Tef Channel martedì 10 maggio 2016, alle ore 19.25.

Perugia, 3 maggio

OLDUVAI: ANCHE LE IENE A “L’Uovo di Colombo” il Dott. Marco Cherin - Giovedì 5 maggio 2016, ore 19,05 su “Umbria Radio”

C’erano anche le iene, anzi, ben due specie di questo animale, a spasso quasi due milioni di anni fa nella Rift Valley insieme agli ominidi nostri antenati: come è avvenuta questa scoperta e la sua importanza per lo sviluppo della Paleoantropologia sono il tema della puntata di giovedì 5 maggio, alle ore 19,05, de “L’Uovo di Colombo”, la trasmissione radiofonica su Umbria Radio dedicata alla ricerca scientifica dell’Università degli studi di Perugia.

Ai microfoni il Dott. Marco Cherin, ricercatore del Dipartimento di Fisica e Geologia, il quale insieme ai conduttori Francesco Locatelli e Laura Marozzi racconterà questa e altre scoperte effettuate fra i sedimenti delle Gole di Olduvai, nell’ambito del campo di istruzione e ricerca della Scuola di Paleoantropologia dell’Università degli Studi di Perugia.

Umbria Radio trasmette per Perugia sui 92.000 Mz e per Terni sui 105.300 Mz.

La puntata sarà replicata domenica 8 maggio, alle ore 15.

Marco Cherin

Perugia, 3 maggio

Conferenze di Marco Fumian e Laura De Giorgi sulla Cina

Vuole essere un’occasione per conoscere più da vicino la Cina. E’ il ciclo di seminari “La Cina e oltre”, in corso a Perugia, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, che propone questa settimana due appuntamenti.

Domani, mercoledì 4 maggio 2016, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, nell’ Aula H di Palazzo San Bernardo (Via degli Offici), Marco Fumian (Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara), affronterà il tema Due mondi a confronto: la Repubblica Popolare Cinese di ieri e di oggi attraverso la rappresentazione artistico-letteraria”.

Giovedì 5 maggio 2016, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, nell’ Aula H di Palazzo San Bernardo (Via degli Offici), Laura De Giorgi (Università Ca’ Foscari di Venezia), parlerà di Media e comunicazione della Cina contemporanea”.

Seminario Fumian:

Che cos’hanno in comune queste due giovani donne, una che sacrifica tutta se stessa per l’ideale della rivoluzione, l’altra che fa di tutto per autorealizzarsi attraverso la carriera professionale? Semplice, il Partito Comunista! Il seminario vuole presentare da un lato le incommensurabili differenze ideologiche che separano la Cina maoista dalla Cina riformista, dall’altro mostrare come, al di là delle ovvie differenze, esistano anche somiglianze meno evidenti, ravvisabili attraverso l’osservazione di alcuni specifici fenomeni dell’attuale produzione culturale popolare.

Marco Fumian è ricercatore dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara dove insegna lingua e letteratura cinese moderna. I suoi interessi si focalizzano sull’indagine delle formazioni ideologiche dominanti della Cina contemporanea espresse soprattutto attraverso le narrazioni della cultura di massa.

Seminario De Giorgi

Negli ultimi quarant’anni, il sistema dei media della Repubblica Popolare Cinese ha subito grandi trasformazioni, innestate dalle innovazioni tecnologiche, dai cambiamenti economici e sociali portati dalle riforme e da crescente internazionalizzazione e pluralismo culturale. Nuovi spazi di interazione sociale e nuovi modi di comunicazione pubblica si sono sviluppati in particolare grazie ai social media. Nondimeno, in tutte le classifiche mondiali che riguardano la libertà di stampa e di opinione la Cina continua a figurare come uno degli Stati dove maggiormente questi diritti non sono garantiti e, in continuità con i decenni precedenti, il ruolo dei mezzi di comunicazione di massa come strumenti di propaganda e di costruzione del consenso nei confronti del potere del Partito Comunista Cinese non sembra per nulla venuto meno. Gettare uno sguardo sul panorama mediatico cinese è un modo di riflettere sulla complessità politica, sociale e culturale della Cina di oggi.

Laura De Giorgi è professore associato di Storia della Cina nel Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea, Università Ca’ Foscari di Venezia. I suoi studi riguardano la storia politica, culturale e sociale della Cina nell'età moderna e contemporanea, e, in particolare, la storia dell'informazione e della propaganda nella Cina del Novecento e la storia delle relazioni fra Cina, Italia ed Europa in età contemporanea.

Perugia, 3 maggio

Presentazione di “Francesco nei sentieri” manifestazione cicloturistica d'epoca - Assisi, Palazzo Bernabei - giovedì 5 maggio 2016 – ore 16.30

Ad Assisi, a Palazzo Bernabei, giovedì 5 maggio 2016, alle ore 16.30, si terrà
la presentazione ufficiale della manifestazione cicloturistica d'epoca “Francesco nei sentieri”.


L'evento, che avrà una forte valenza di carattere ambientale, culturale e di ricaduta turistica per i territori interessati, vedrà il coinvolgimento dei comuni di Assisi, Bettona, Bevagna, Campello sul Clitunno, Cannara, Montefalco, Perugia, Spello, Torgiano, Trevi. Ha ottenuto, inoltre, il patrocinio del Fondo Ambiente Italiano (FAI), e dell'Università degli Studi di Perugia.

Alla presentazione parteciperanno il dottor Cesare Galletti, organizzatore di “Francesco nei sentieri”, la dottoressa Nives Maria Tei, presidente del FAI regionale, il Rettore professor Franco Moriconi, il professor Francesco Federico Mancini, docente di Storia dell'Arte Moderna presso l'Ateneo umbro, tutti i sindaci dei comuni coinvolti che, al tavolo, saranno rappresentati dalla dottoressa Donatella Tesei, primo cittadino di Montefalco.

Perugia, 3 maggio

Workshop “Italia nello spazio: un’opportunità per lo sviluppo”, il prof. Roberto Battiston incontra studenti, industriali e istituzioni - Terni (Polo Scientifico Didattico) - Venerdì 6 maggio 2016 – ore 9.30

Il professor Roberto Battiston, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), venerdì 6 maggio 2016, alle ore 9.30, nella Sede di Ingegneria del Polo Scientifico Didattico di Terni, incontrerà gli studenti, gli industriali, le istituzioni e le associazioni locali per parlare delle attività italiane in ambito spaziale e delle relative ricadute nel settore industriale.

Nonostante la crisi economica che ha caratterizzato questi ultimi anni, l’industria aerospaziale italiana ha svolto un ruolo propulsivo riguardo all’economia nazionale, caratterizzandosi come uno dei pochi settori high-tech in grado di produrre innovazioni e di generare ricadute commerciali anche su altri settori. Il prof. Battiston, che è stato per molti anni docente e ricercatore dell’Università di Perugia, rappresenterà il punto focale di un workshop con alcuni dei protagonisti di quel polo di eccellenza di imprese umbre impegnate con successo nelle forniture alle industrie aerospaziali.

Il workshop, organizzato dal Comune di Terni e dall’Università degli Studi di Perugia, si svolgerà a Pentima per dare la possibilità di un contatto diretto con le strutture che per anni hanno collaborato con i maggiori enti spaziali del mondo.

IL PROGRAMMA

Ore 9.30: Saluti di Leopoldo Di Girolamo, sindaco di Terni, e Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia.

Ore 10: “L’Italia nello spazio” - Roberto Battiston, presidente ASI.

Ore 11: Tavola Rotonda: “Aerospazio opportunità per lo sviluppo”.

Modera: Massimo Curini, delegato del Rettore per il Polo di Terni;

Intervengono Stefano Neri, Presidente dell’Associazione Industriali Terni, Antonio Alunni, Presidente del Polo Aerospaziale dell'Umbria, Gianluigi Angelantoni, Presidente dell’Angelantoni Group, Giuseppe Saccomandi, Direttore Dipartimento di Ingegneria, Caterina Petrillo, Direttore Dipartimento di Fisica, Roberto Sorrentino, Membro del Consiglio Direttivo del Polo Aerospaziale dell’Umbria.

Ore 12:15 Chiusura dei Lavori: Catiuscia Marini, Presidente della Regione Umbria.

Ore 12:30 Visita dei laboratori: Federico Rossi, Presidente dei Corsi di Laurea in Ingegneria Industriale di Terni, e Bruna Bertucci, Responsabile laboratorio SERMS.

Perugia, 2 maggio

“Europa, crisi e prospettive”, Invited Lectures con i professori Beniamino Moro (Lunedì 9 maggio) e Paolo Savona, già Ministro dell'Industria (Mercoledì 11 maggio)

L’Università di Perugia promuove due Invited Lectures su “Europa: crisi e prospettive” con i professori Beniamino Moro (lunedì 9 maggio) e Paolo Savona (mercoledì 11 maggio) nell’Aula Magna dei Dipartimenti di Economia e Scienze Politiche, entrambi alle ore 16.

L’incontro con il professor Moro (Ordinario di Economia Politica all’ Università di Cagliari) sarà sul tema “Crisi dei debiti sovrani e crisi bancarie in Europa” e si terrà lunedì 9 maggio 2016, alle ore 16. Moro ha recentemente pubblicato il libro “Modern Financial Crises – Argentina, United States and Europe”, Springer, 2016.

Il professor Savona (Professore emerito di Politica economica, già Ministro dell'Industria nel Governo Ciampi) interverrà su “Le basi istituzionali dell'euro: democrazia, Stato e mercato” nel pomeriggio di mercoledì 11 maggio 2016, alle ore 16. Il prof. Savona ha recentemente pubblicato il libro “Dalla fine del laissez-faire alla fine della liberaldemocrazia”, Rubbettino, 2016.

La crisi finanziaria, la “Grande Recessione” e la crisi dei debiti sovrani hanno avuto un impatto economico-occupazionale molto forte e persistente in Europa, soprattutto in diversi Paesi dell’Eurozona.

“Le due Invited Lectures dei professori Moro e Savona contribuiranno a fare il punto della situazione, da prospettive diverse, e a delineare possibili scenari e interventi di policy – rileva il prof. Marcello Signorelli, docente del Dipartimento di Economia e promotore dell’iniziativa -. I due illustri economisti affronteranno temi complessi e di grande attualità, ma con un taglio accessibile a tutti”.

La partecipazione è libera e non richiede registrazione.

Perugia, 2 maggio

Seminari “La Cina e oltre”, conferenze di Marco Fumian e Laura De Giorgi

Vuole essere un’occasione per conoscere più da vicino la Cina. E’ il ciclo di seminari “La Cina e oltre”, in corso a Perugia, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, che propone questa settimana due appuntamenti.

Mercoledì 4 maggio 2016, dalle ore 14.30 alle ore 16.30, nell’ Aula H di Palazzo San Bernardo (Via degli Offici), Marco Fumian (Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara), affronterà il tema Due mondi a confronto: la Repubblica Popolare Cinese di ieri e di oggi attraverso la rappresentazione artistico-letteraria”.

Giovedì 5 maggio 2016, dalle ore 16.30 alle ore 18.30, nell’ Aula H di Palazzo San Bernardo (Via degli Offici), Laura De Giorgi (Università Ca’ Foscari di Venezia), parlerà di Media e comunicazione della Cina contemporanea”.

Seminario Fumian:

Che cos’hanno in comune queste due giovani donne, una che sacrifica tutta se stessa per l’ideale della rivoluzione, l’altra che fa di tutto per autorealizzarsi attraverso la carriera professionale? Semplice, il Partito Comunista! Il seminario vuole presentare da un lato le incommensurabili differenze ideologiche che separano la Cina maoista dalla Cina riformista, dall’altro mostrare come, al di là delle ovvie differenze, esistano anche somiglianze meno evidenti, ravvisabili attraverso l’osservazione di alcuni specifici fenomeni dell’attuale produzione culturale popolare.

Marco Fumian è ricercatore dell’Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara dove insegna lingua e letteratura cinese moderna. I suoi interessi si focalizzano sull’indagine delle formazioni ideologiche dominanti della Cina contemporanea espresse soprattutto attraverso le narrazioni della cultura di massa.

Seminario De Giorgi

Negli ultimi quarant’anni, il sistema dei media della Repubblica Popolare Cinese ha subito grandi trasformazioni, innestate dalle innovazioni tecnologiche, dai cambiamenti economici e sociali portati dalle riforme e da crescente internazionalizzazione e pluralismo culturale. Nuovi spazi di interazione sociale e nuovi modi di comunicazione pubblica si sono sviluppati in particolare grazie ai social media. Nondimeno, in tutte le classifiche mondiali che riguardano la libertà di stampa e di opinione la Cina continua a figurare come uno degli Stati dove maggiormente questi diritti non sono garantiti e, in continuità con i decenni precedenti, il ruolo dei mezzi di comunicazione di massa come strumenti di propaganda e di costruzione del consenso nei confronti del potere del Partito Comunista Cinese non sembra per nulla venuto meno. Gettare uno sguardo sul panorama mediatico cinese è un modo di riflettere sulla complessità politica, sociale e culturale della Cina di oggi.

Laura De Giorgi è professore associato di Storia della Cina nel Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea, Università Ca’ Foscari di Venezia. I suoi studi riguardano la storia politica, culturale e sociale della Cina nell'età moderna e contemporanea, e, in particolare, la storia dell'informazione e della propaganda nella Cina del Novecento e la storia delle relazioni fra Cina, Italia ed Europa in età contemporanea.

Perugia, 2 maggio

Lectio magistralis di Bengt Lindstrom a Medicina - Perugia, martedì 3 maggio, ore 16

Il professor Bengt Lindstrom, domani, martedì 3 maggio 2016, alle ore 16, nell'Aula 7 (edificio B, piano-2) della Scuola Interdipartimentale di Medicina, a Sant’ Andrea delle Fratte, terrà la Lectio magistralis The salutogenic framewprk for wellbeing: implications for public policy”.

La lectio dell’illustre scienziato si svolge in occasione del Master “Pianificazione, gestione e valutazione di azioni integrate di promozione della salute per la comunità (CHP)” organizzato dal Centro Sperimentale per la promozione della salute e l’educazione sanitaria del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università degli Studi di Perugia.

Bengt Lindstrom è Professor in Salutogenesis - Chair IUHPE Global Working Group on Salutogenesis - del Department of Social Work and Health Science della Norwegian University of Science and Technology.

E’ ritenuto il più grande esperto mondiale di Salutogenesi, modello teorico applicativo per la promozione della salute, nato grazie ai lavori del professor Antonowsky e in seguito dallo stesso Lindstrom ampliato e applicato alla pratica clinica e alla salute delle comunità.

Partendo dalla sua esperienza di ricercatore, Lindstrom discuterà di come le politiche pubbliche, determinante fondamentale per la salute degli individui e delle comunità, possono essere informate e modificate attraverso il modello salutogenetico, andando verso la visione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità “Salute in tutte le politiche”.

Bengt Lindstrom


Torna su
×