Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale
Menu

Perugia, 30 novembre

Sempre più studenti provenienti da tutto il mondo al Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology. Inaugurato oggi l’Anno Accademico 2016 -2017 

Inaugurazione, questa mattina, al Dipartimento di Fisica e Geologia, del Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology, unico nel suo genere in Italia.

La cerimonia, moderata dalla professoressa Simonetta Cirilli, coordinatrice dei corsi di studio di Geologia, ha visto l’intervento del Magnifico Rettore Professor Franco Moriconi e del Prof.  Massimiliano R. Barchi, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia. 

“Il corso Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology va nel segno dell’internazionalizzazione e dell’attrattività del nostro Ateneo al di fuori dei confini regionali ha detto il Professor Moriconi -. I dati delle iscrizioni indicano che il 42% degli studenti viene da fuori Umbria; questo corso ci proietta in uno scenario internazionale che vogliamo sempre più ampio. Per questo sto chiedendo ai responsabili che, nell’ambito dei Dottorati di ricerca del nostro Ateneo, ci sia sempre almeno uno studente straniero: un modo per favorire lo scambio di idee e l’interlocuzione che rappresentano un elemento fondamentale per le Università”.

“Siamo alla decima edizione del Corso di Geologia degli Idrocarburi a Perugia, la terza internazionale in lingua inglese – ha sottolineato il Professor Barchi -. E’ l’unico corso di laurea magistrale in Geologia degli Idrocarburi esistente in Italia e nasce dalla collaborazione fra ENI, una delle maggiori compagnie di petrolio nel mondo, e l’Università di Perugia. Rappresenta un esempio molto importante perché uno dei problemi dell’Italia è che non esiste, o comunque è molto più debole rispetto ad altri paesi industrializzati, la collaborazione fra accademia e industria; il corso di Perugia – ha concluso il direttore Barchi - è un esempio in cui, invece, queste due componenti della società interagiscono per formare dei giovani che trovano un impiego professionale specializzato”.

Il corso è tenuto interamente in lingua inglese e questo è il motivo della sua forte attrattività all’estero – ha evidenziato la Professoressa Cirilli -; infatti noi riceviamo studenti che vengono da varie parti del mondo: Sud America, Medio Oriente, Europa (Spagna, Francia), Indonesia, Kazakistan, Azerbaijan. Un ampio bacino internazionale, aspetto che ci riempie di orgoglio perché contribuisce a sostenere l’internazionalizzazione all’intero Ateneo. Senza dimenticare che ci sono laureati di primo livello in geologia in altri atenei che hanno scelto di frequentare la laurea magistrale qui a Perugia. Il numero degli studenti stranieri è in continuo aumento: poche unità all’inizio, 15 lo scorso anno, quasi del totale. Quest’anno andiamo verso più della metà degli studenti frequentanti il corso di provenienza da Paesi stranieri e continuamente dall’estero noi riceviamo richieste di informazione di questo corso e quindi speriamo che diventi ancora più attrattivo”.

Sono inoltre intervenuti i Professori Anna Martellotti e Alessandro Campi, delegati del Rettore, rispettivamente, per l’Orientamento e per il Job Placement; Sergio Nardon, Paola Poletti, Andrea Cozzi, Stefano Colombo rappresentanti di ENI E&P ed ENI ECU.

Riccardo Vannuccini, ex studente del Corso di Studio, attualmente dipendente ENI, ha portato la testimonianza di chi ha frequentato il corso di Perugia per poi accedere, con le conoscenze e competenze acquisite nel mondo del lavoro.

petroleum cirilli moriconi barchi

petroleum tavolo 3

petroleum tavolo 4

petroleum tavolo 5

petroleum cirilli moriconi barchi 2

petroleum barchi

petroleum eni 1

petroleum riccardo vannuccini e nardon

 

petroleum sala 2

Perugia, 29 novembre

E’boom di matricole all’Ateneo. Il Rettore Moriconi: “Frutto di un’azione corale in favore degli studenti” 

Le matricole iscritte all’Università degli Studi di Perugia, ad inizio dell’Anno Accademico 2016 -2017, sono 6.421 rispetto alle 4.591 dello scorso anno, con un incremento boom di 1.830 studenti, pari ad un aumento percentuale di 39,9%.

E’ il quadro riassuntivo ad oggi dei numeri delle iscrizioni, al primo anno dei corsi di laurea Triennali e di quelli Magistrali a ciclo unico, presentati stamani in conferenza stampa dal Magnifico Rettore Franco Moriconi il quale, con evidente soddisfazione, ha incontrato i giornalisti per annunciare questo successo, dopo tre anni dall’inizio del suo governo dell’Ateneo perugino. 

Significativo il risultato dei nuovi studenti iscritti umbri che sono 3.706 (57,8% rispetto al totale delle matricole), in confronto a 3.254 di un anno fa (erano il 68,3 % del totale).

I fuori sede oggi sono il 42,2 % del totale, rispetto al 31,7% dell’anno accademico 2015-2016. 

I dati relativi alle iscrizioni alle laurea Magistrali, la cui scadenza è prevista nel mese di marzo 2017, saranno resi noti successivamente.

“Per spiegare l’attuale boom – ha detto il Rettore Moriconi – possiamo ricordare che la nostra Università è da tre anni, ininterrotti, al primo posto nella classifica nazionale Censis relativa ai Grandi Atenei italiani. Un simile risultato è frutto del lavoro corale realizzato dai miei delegati. Molti, infatti, sono i fattori che hanno concorso a determinare l’incremento di matricole: la copertura totale da parte dell’Adisu delle borse di studio, le iniziative di Orientamento coordinate e gestite dalla professoressa Martellotti, la didattica di alta qualità, le agevolazioni sulle tasse universitarie, accanto alla didattica,  il libero accesso a corsi in precedenza a numero ‘chiuso’. Ma hanno senz’altro concorso i tanti nuovi servizi – fra cui le aule studio disseminate nei centri storici - che garantiamo ai nostri studenti, sia a Perugia che nelle sedi distaccate, a cominciare dal polo di Terni, servizi che sono un esempio per tanti altri Atenei italiani che a loro riguardo ci chiedono indicazioni e suggerimenti. Anche i proficui rapporti di collaborazione con l’Adisu e con gli enti territoriali, a cominciare dal Comune di Perugia e dalla Regione Umbria, hanno aiutato a riavvicinare allo Studium gli studenti umbri, così come la presenza dell’Ateneo di Perugia in molti Saloni di orientamento in varie parti d’Italia spiegano il ritorno di studenti da fuori regione, anche con nuove provenienze. Abbiamo studenti provenienti dalla Sicilia (352), Toscana (357), Veneto (66), Lombardia (51), Piemonte (19), Puglia (293) Marche (250), Lazio (450), Campania (208) e Calabria (274).  L’accreditamento dell’attività didattica da parte dell’Anvur – ha concluso il professor Moriconi – ottenuto solo  dal nostro Ateneo e dall’Università dell’Aquila, ha contribuito ulteriormente a rafforzare l’attrattività di Perugia. Insomma, una enorme mole di lavoro di valorizzazione del nostro Ateneo per il quale ringrazio pubblicamente tutti i miei collaboratori”.

Il Rettore ha aggiunto come si stia personalmente occupando di effettuare, insieme ai tecnici, sopralluoghi in tutti le strutture universitarie per verificarne le condizioni e programmare interventi per migliorare il confort e la fruibilità degli spazi da parte degli studenti: sedute e banchi, illuminazione, tinteggiatura delle pareti, wi-fi.

Il professor Moriconi ha anche evidenziato il dato proveniente dal Dipartimento di Giurisprudenza, che fa registrare un incremento di matricole del 22,5 % a dispetto di notizie di segno contrario circolate nei giorni scorsi.

La professoressa Anna Martellotti ha poi testimoniato l’impegno e le iniziative realizzate in oltre due anni di attività, iniziative ricche di contenuti informativi e fortemente orientate all’utenza dei maturandi, grazie alle quali l’Università di Perugia è andata incontro ai giovani sia in occasione delle più importante rassegne d’Italia per l’orientamento universitario, sia in nei nove saloni territoriali in Umbria e nelle regioni limitrofe.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti inoltre Martina Domina, presidente del Consiglio degli Studenti, i professori delegati del Rettore Federico Rossi (Servizi agli studenti), che ha annunciato la prossima apertura di due aule studenti nella zona di Monteluce e in quella della Conca, Laura Arcangeli (Servizi agli studenti con disabilità), Graziella Migliorati (Didattica); Giuseppe Liotta (Informatizzazione) Alessandro Montrone (Bilancio), Alessandro Campi (Job placement), Davide Ranucci (Alta Formazione). Insieme a loro, anche il Direttore generale Dott.ssa Tiziana Bonaceto, e il professore Luca Ferrucci, nella sua veste di Commissario Adisu.

immatricolazioni martellotti moriconi 2immatricolazioni martina domina

immatricolazioni arcangeli

immatricolazioni campi ranucci rossi

 

immatricolazioni martellotti moriconi migliorati

immatricolazioni martellotti moriconi 3

immatricolazioni tavolo montrone

immatricolazioni martellotti

immatricolazioni ferrucci

Perugia, 29 novembre

Giornate di studio sull’Umbria nell’età della Restaurazione (Assisi, 2-3 dicembre 2016)

Ad Assisi, a Palazzo Bonacquisti, venerdì 2 e sabato 3 dicembre 2016 si terrà un convegno nazionale dal titolo “Luoghi, figure e itinerari della Restaurazione in Umbria (1815-30). Nuove prospettive di ricerca”, momento conclusivo di una ricerca biennale, curata da Chiara Coletti e Stefania Petrillo dell’Università di Perugia, che ha coinvolto studiosi di varia formazione e provenienza.

Venerdì 2 dicembre, alle ore 10, l’apertura dei lavori con i saluti di Giorgio Bonamente, Presidente dell’Accademia Properziana del Subasio, Stefania Proietti, Sindaco di Assisi, Franco Moriconi, Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, Giampiero Bianconi, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Mario Tosti, Direttore del Dipartimento di Lettere - Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne dell’Università degli Studi di Perugia.

Diversi incontri seminariali, tenutisi nei due anni appena trascorsi nell'Accademia Properziana del Subasio, hanno permesso via via di calibrare gli obiettivi e condividere nel tempo le nuove acquisizioni: gli interessi eclettici degli intellettuali umbri di primo Ottocento hanno offerto agli studiosi un terreno particolarmente fertile per alimentare e dare consistenza al vitale e costante scambio tra i vari ricercatori secondo una metodologia interdisciplinare.

Grazie al taglio inedito della ricerca, il convegno nazionale di Assisi delineerà così il profilo storico e artistico del territorio umbro che, negli anni successivi al dominio francese sa ridefinire un proprio ruolo propositivo ed esprimere apporti tutt’altro che ininfluenti. Fuori dagli stereotipi che vedono nella Restaurazione un periodo di chiusura e regresso, quella che emerge dagli studi è invece una realtà in fermento in cui si gettano le fondamenta dell’identità moderna della regione.

Il progetto è promosso dall’Accademia Properziana del Subasio con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e con la collaborazione scientifica del Dipartimento di Lettere-Lingue, Letterature e civiltà antiche e moderne dell'Università degli Studi di Perugia.

Al termine del convegno, nel pomeriggio di sabato 3 dicembre, è prevista una visita della Basilica di San Francesco, e dell'antico fondo librario custodito nella Biblioteca del Sacro Convento. 

Perugia, 29 novembre

Proroga, al 31 dicembre 2016, delle iscrizioni per il Corso di Formazione Permanente e Continua dei Periti e dei Consulenti Tecnici

 

L’iscrizione alla seconda edizione del Corso di Formazione Permanente e Continua per l’aggiornamento professionale dei Periti e dei Consulenti Tecnici d’Ufficio è stata prorogata al 31 dicembre 2016.

Il corso si svolgerà ogni sabato mattina, a partire dalla seconda metà di gennaio fino alla prima settimana di aprile, al Dipartimento di Giurisprudenza.

Possono accedere al Corso tutti gli iscritti agli Ordini e Collegi professionali, nonché gli interpreti e i traduttori iscritti negli elenchi delle Camere di Commercio e al Ruolo della Scuola di Lingue Estere dell’Esercito.

Costo del corso è di 250 euro.

Il corso è finalizzato a fornire ed attestare competenze specifiche per lo svolgimento delle funzioni di periti e consulenti tecnici nei procedimenti civili e penali.

L’attività formativa si articola in una parte teorica – concernente il ruolo e i compiti dei consulenti e periti nel processo civile e nel processo penale – alla quale vengono affiancate lezioni di carattere pratico e specialistico, con particolare riferimento alle tecniche redazionali per la stesura di una consulenza e di una perizia.

Il corso è istituito presso il Dipartimento di Giurisprudenza nell’àmbito dell’Alta Formazione organizzata dall’Ateneo perugino in collaborazione con Corte d’Appello di Perugia,  Procura Generale presso la Corte d’Appello di Perugia, Università per Stranieri di Perugia, Ordini degli Avvocati di Perugia e di Spoleto, Scuola di Lingue Estere dell’Esercito di Perugia, Ordine dei Medici e Odontoiatri di Perugia, Ordini degli Architetti di Perugia e di Terni, Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali di Perugia e di Terni, Ordine Regionale dei Geologi dell’Umbria, Ordini degli Ingegneri di Perugia e di Terni, i Collegi dei Geometri e Geometri Laureati di Perugia e di Terni, l’Ordine degli Psicologi dell’Umbria, il Collegio dei Periti Agrari e Periti Agrari Laureati dell’Umbria, i Collegi degli Periti Industriali e Periti Industriali Laureati di Perugia e di Terni, l’Ordine Interregionale dei Chimici di Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise, l’Ordine dei Commercialisti e Esperti Contabili di Perugia, gli Ordini dei Consulenti del Lavoro di Perugia e di Terni e l’Ordine dei Veterinari di Perugia.

 

Perugia, 28 novembre

Domani, a Santa Maria degli Angeli il seminario su Post Terremoto e Turismo organizzato dal Dipartimento di Economia e  da “I Borghi più belli d’Italia” 

 

“Post Terremoto e Turismo - Strategie di marketing nei Borghi colpiti, per una rinnovata promozione della bellezza urbana e paesaggistica” è il seminario di domani, martedì 29 novembre 2016, nella sede universitaria di Assisi, in via Cristoforo Cecci 1, a Santa Maria degli Angeli, con inizio alle ore 15; l’iniziativa è promossa dall’associazione “I Borghi più belli d’Italia” e dal Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia, all’interno del corso di laurea in Economia del Turismo.

Saranno presenti amministratori dei 26 Borghi più belli d’Italia dell’Umbria (in particolare quelli colpiti dal sisma), è stata invitata la Regione Umbria e interverranno gli studenti del corso di laurea in Economia del Turismo.

L’incontro, coordinato da Fiorello Primi, Presidente nazionale de “I Borghi più belli d’Italia”,  sarà aperto dai saluti del sindaco di Assisi Stefania Proietti e dei professori Libero Mario Mari (direttore del Dipartimento di Economia) e Mauro Pagliacci per l’Ateneo perugino.

Seguiranno due momenti dedicati alle testimonianze e ai contributi tecnici.

In apertura interverranno Giuliano Boccanera – Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Norcia per documentare le evidenti difficoltà economiche di un comune direttamente colpito dal sisma; Daniela Settimi – Assessore al Turismo del Comune di Montefalco, per segnalare invece come la crisi di settore stia toccando anche gli altri borghi umbri, solo indirettamente colpiti.

Nel secondo, oltre ad Antonio Luna, presidente umbro dei “Borghi”, parteciperanno Simone Splendiani, docente del Corso di Laurea in Economia del Turismo dell’Università di Perugia: “La comunicazione turistica dopo il sisma  – prospettive e scenari tra Marche e Umbria”; Sergio Malcevschi, Presidente Associazione Reti Polivalenti, già docente dell’Università di Pavia: “La domanda di informazioni turistiche on line – eventi critici e turismo sostenibile”; Sandro Giorgetti, Social Media Manager della Regione Marche e Digital Strategist dei Borghi più belli d'Italia:  “Il Social:  come guarda al sisma e come intervenire – una proposta aperta”.

Il direttore Libero Mario Mari, ha espresso la soddisfazione e l’onore del Dipartimento di Economia dell’Università di Perugia di ospitare tale seminario, in collaborazione con “I Borghi più belli d’Italia, in virtù dell’importanza del turismo nella nostra regione e del rilancio del corso di laurea in Economia del Turismo.

“Dopo la Direzione nazionale dei ‘Borghi’, tenuta ad Amatrice in memoria del primo rovinoso sisma del 24 agosto scorso abbiamo voluto costruire un’iniziativa concreta con il lodevole contributo dell’Università di Perugia, ad un mese di distanza dalla scossa più terribile per la nostra regione: quella del 30 ottobre – ha sottolineato il presidente Luna - . E’ evidente che una fase post terremoto oggi ancora non esiste, trovandoci ancora nel pieno dell’emergenza in Valnerina. Riteniamo che occorra però partire d’anticipo, rilanciando l’immagine dei nostri borghi e dei tanti territori regionali, onde fornire più calibrate informazioni sugli stati di sicurezza e di accoglienza. Ci attende altrimenti un tunnel economico di mesi nel settore turistico che andrà comunque affrontato sia con misure adeguate di tipo finanziario, sia con nuove progettualità di promozione, da studiare. Meglio ragionarci sopra fin da ora”.

Perugia, 28 novembre

CONFERENZA STAMPA  Iscrizioni Anno Accademico 2016-2017 - Università degli Studi di Perugia - Perugia (Palazzo Murena), martedì 29 novembre 2016 – ore 11.30

Doamni, martedì 29 novembre 2016, alle ore 11.30, a Palazzo Murena, sede del Rettorato, è convocata una conferenza stampa per presentare i dati relativi alle iscrizioni dell’Università degli Studi di Perugia, a.a. 2016- 2017.

All’incontro con i giornalisti interverrà il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, ed è prevista la partecipazione dei professori: Graziella Migliorati, delegato per la Didattica; Anna Martellotti, delegato per l'Orientamento; Federico Rossi, delegato Servizi agli studenti; Laura Arcangeli, delegato Servizi agli studenti con disabilità; Alessandro Montrone, delegato al Bilancio; Giuseppe Liotta, delegato Informatizzazione.

Saranno inoltre presenti il Direttore Generale dell’Ateneo, dottoressa Tiziana Bonaceto e il Commissario Adisu, prof. Luca Ferrucci.

Perugia, 28 novembre

TERZO CONGRESSO “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo” - Perugia (Sala dei Notari) - Venerdì 2 e Sabato 3 dicembre 2016

Nei giorni di venerdì 2 e sabato 3 dicembre, la Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, a Perugia, ospiterà il Terzo Congresso “Il laboratorio clinico, l’aterotrombosi e il tromboembolismo” al quale parteciperanno circa duecento studiosi e ricercatori.

L’incontro, di notevole rilevanza scientifica, è organizzato dal prof Paolo Gresele, docente dell’Università di Perugia, in collaborazione con il prof. Raffaele De Caterina, dell’Università degli Studi di Chieti.

Il congresso tratterà, con relazioni dei maggiori esperti italiani, le novità nel campo dei biomarcatori dell’aterotrombosi, dei nuovi farmaci anticoagulanti e del monitoraggio delle terapie antitrombotiche vecchie e nuove.

Tra i relatori il Prof. Peter Libby, del Brigham & Women's Hospital di Boston (Stati Uniti), uno dei maggiori esperti mondiali su questi temi ed in particolare sull’aterosclerosi, e che ha dato alcuni dei contributi fondamentali sul ruolo dell’infiammazione nelle malattie cardiovascolari.

Il congresso è rivolto a medici internisti, cardiologi, encocrinologui, ematologi, angiologi, reumatologi, ginecologi, medici di medicina generale, biochimici clinici, patologi clinici, specialisti in malattie metaboliche e diabetologia, laboratorio di genetica medica, medicina trasfusionale, scienza dell’alimentazione e dietetica, biologi, tecnici della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, tecnici di laboratorio biomedico interessati alle tematiche dell’aterotrombosi.

Le malattie aterotrombotiche e tromboemboliche includono l’infarto cardiaco, l’ictus cerebrale, le malattie delle arterie degli arti inferiori e la trombosi venosa profonda, l’embolia polmonare e il cardioembolismo, e rappresentano nel complesso le prime cause di morte e invalidità.

Alla base di queste patologie ci sono l’aterosclerosi e le condizioni di trombofilia. I meccanismi scatenanti queste malattie sono stati oggetto di intensi studi e di numerose scoperte negli ultimi anni. L’identificazione precoce delle condizioni che portano allo sviluppo dell’aterosclerosi e l’esatta valutazione del rischio trombo- e cardio-embolico sono punti essenziali per mettere in opera misure di prevenzione dell’aterotrombosi e del tromboembolismo. La ricerca di indicatori biologici (bio-marcatori) capaci di evidenziare precocemente lo sviluppo di queste malattie ha portato a importanti avanzamenti che hanno permesso di identificare più accuratamente i pazienti da trattare tempestivamente, riducendo così il rischio di andare incontro ad infarto, ictus e tromboembolia.

Tra questi avanzamenti, di particolare rilevanza è lo sviluppo di nuovi e più efficaci farmaci anticoagulanti.

Un’altra tematica attuale di grande rilievo medico in questo ambito è la ricerca delle modalità migliori per monitorare gli effetti dei farmaci antitrombotici attualmente disponibili ed ottimizzarne pertanto l’efficacia terapeutica, soprattutto ora che i farmaci disponibili sono aumentati di numero e di efficacia, con molte recenti importanti scoperte.

Perugia, 28 novembre

Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology - Cerimonia inaugurale Anno Accademico 2016 – 2017 - Perugia, 30 novembre 2016, ore 10 

L’inaugurazione del Corso di Laurea Magistrale in Petroleum Geology (A.A. 2016-2017) è in programma mercoledì 30 novembre 2016, alle ore 10, nell’Aula F del Dipartimento di Fisica e Geologia (Piazza Università, Palazzo delle Scienze, primo piano).

La cerimonia sarà aperta dai saluti del Magnifico Rettore Franco Moriconi, di Massimiliano R. Barchi, Direttore del Dipartimento di Fisica e Geologia, e dagli interventi dei professori Anna Martellotti e Alessandro Campi, delegati del Rettore, rispettivamente, per l’Orientamento e per il Job Placement.

La professoressa Simonetta Cirilli, coordinatrice dei corsi di studio di Geologia, illustrerà il percorso formativo della Laurea Magistrale in Petroleum Geology.

Seguiranno i contributi di Paola Poletti, Andrea Cozzi, Stefano Colombo rappresentanti di ENI E&P ed ENI ECU, mentre porterà la sua testimonianza Riccardo Vannuccini, ex studente del Corso di Studio, attualmente dipendente ENI.

Perugia, 28 novembre

Università degli Studi di Perugia, Rcruiting Day presso la lo stabilimento Perugina

Si è svolto nello stabilimento Perugina di San Sisto un Recruiting Day organizzato con l'Università degli Studi di Perugia, attraverso il servizio di Job Placement di Ateneo, e la collaborazione di Confindustria Umbria.

Dalla prima mattina le porte dello stabilimento si sono aperte per oltre novanta giovani candidati selezionati, laureati e neolaureati under 30 in Ingegneria, Agraria ed Economia, che sono stati accolti da Francois Gilbert Pointet, direttore dello Stabilimento Perugina, da Stefano Di Giulio, responsabile Risorse umane, e da tutto lo staff aziendale coinvolto, e hanno potuto assistere ad una presentazione di Nestlé Italiana e dello stabilimento, nella sua configurazione attuale nonché nel divenire in corso, frutto del progetto blueprint per il rinnovo totale del sito in chiave di flessibilità, sostenibilità ed innovazione.

“Siamo orgogliosi di aver accolto gli studenti nel nostro stabilimento, la prima attività concreta realizzata nell’ambito dell’accordo con Confindustria Umbria e l’Università di Perugia - ha commentato François Gilbert Pointet, direttore dello Stabilimento Perugina di San Sisto – Da anni il Gruppo è impegnato in un ambizioso progetto per favorire l’occupazione degli under 30 in tutta Europa attraverso il progetto “Nestlé Needs YOUth”. Siamo entusiasti che ne facciano parte anche i giovani talenti e studenti di Perugia, a cui abbiamo aperto le porte della nostra azienda con l’augurio che questo possa essere un primo passo per avvicinarsi al mondo del lavoro e iniziare un brillante percorso professionale”.

Nel corso della parte introduttiva si sono svolti anche degli interventi di saluto da parte del Prorettore dell’Università degli Studi di Perugia, Fabrizio Figorilli e del Direttore Generale di Confindustria Umbria, Aurelio Forcignanò, che ha tra l’altro ricordato come “Università di Perugia e Confindustria Umbria sono sempre più vicine e collaborative, con il comune intento di favorire e sostenere il placement laureati, poiché questo obiettivo contribuisce pienamente ala alla finalità più generale di rafforzare la collaborazione tra l’Ateneo e le industrie, elemento questo indispensabile per accompagnare ed accelerare il ritmo di crescita del nostro territorio”.

Nella seconda parte del Recruiting Day si è proceduto alla presentazione delle candidature e ai colloqui con tutti i giovani presenti, al termine dei quali i giovani ospiti hanno potuto anche effettuare una visita del Museo Storico ed alla Casa del Cioccolato Perugina, dove è anche stata offerta loro una degustazione dei prodotti, per poi concludere con la visita alle linee produttive dello stabilimento. La giornata si è conclusa con un pranzo tutti insieme presso la mensa aziendale.

Questo evento, specificamente dedicato all’occupabilità dei giovani neo laureati e laureandi ha rappresentato un altro significativo passo nell’attuazione della convenzione per la collaborazione recentemente sottoscritta tra Nestlé e l’Università degli Studi di Perugia con il supporto della Confindustria Umbria.

In questo ambito, infatti, si è individuato come strategico e prioritario il rapporto con gli studenti, considerati come i futuri protagonisti del mondo del lavoro anche perché saranno loro a poter applicare competenze e sviluppare innovazioni.

Ad esito di questo Recruiting Day, entro pochi giorni, l’azienda selezionerà 10 partecipanti (6 ingegneri, 3 tecnologi alimentari, 1 economista), cui sarà data la possibilità di effettuare uno stage presso la Nestlé, nell’ambito del progetto di rango europeo del Gruppo denominato “Nestlé Needs YOUth, grazie al quale potranno approfondire meglio la conoscenza diretta del mondo del lavoro e sviluppare le competenze acquisite durante lo studio.

Perugia, 25 novembre

Post Terremoto e Turismo, seminario  a Santa Maria degli Angeli organizzato dal Dipartimento di Economia e  da “I Borghi più belli d’Italia”

“Quando non vi sono certezze, è il momento di iniziare a programmare”.Con questo slogan “I Borghi più belli d’Italia” e il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia hanno organizzato per martedì 29 novembre 2016, il seminario “Post Terremoto e Turismo - Strategie di marketing nei Borghi colpiti, per una rinnovata promozione della bellezza urbana e paesaggistica”.

Il seminario si inserisce all’interno del corso di laurea in Economia del Turismo e verrà tenuto nella sede universitaria di Assisi, in via Cristoforo Cecci 1, a Santa Maria degli Angeli, con inizio alle ore 15.

Oltre agli studenti del corso, saranno presenti gli amministratori dei 26 borghi più belli d’Italia dell’Umbria (in particolare quelli colpiti dal sisma) ed è stata invitata anche la Regione Umbria.

Coordinato dal Presidente nazionale dei Borghi più belli d’Italia, Fiorello Primi e con i saluti del sindaco di Assisi Stefania Proietti e dei professori Libero Mario Mari (direttore del Dipartimento di Economia) e Mauro Pagliacci per l’Ateneo, il seminario si dividerà in due momenti, dedicato alle testimonianze e ai contributi tecnici.

Nel primo interverranno Giuliano Boccanera – Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Norcia per documentare le evidenti difficoltà economiche di un comune direttamente colpito dal sisma; Daniela Settimi – Assessore al Turismo del Comune di Montefalco, per segnalare invece come la crisi di settore stia toccando anche gli altri borghi umbri, solo indirettamente colpiti.

Nel secondo, oltre ad Antonio Luna, presidente umbro dei “Borghi”, parteciperanno Simone Splendiani, docente del Corso di Laurea in Economia del Turismo dell’Università di Perugia: “La comunicazione turistica dopo il sisma  – prospettive e scenari tra Marche e Umbria”; Sergio Malcevschi, Presidente Associazione Reti Polivalenti, già docente dell’Università di Pavia: “La domanda di informazioni turistiche on line – eventi critici e turismo sostenibile”; Sandro Giorgetti, Social Media Manager della Regione Marche e Digital Strategist dei Borghi più belli d'Italia:  “Il Social:  come guarda al sisma e come intervenire – una proposta aperta”.

Il direttore Libero Mario Mari, ha espresso la soddisfazione e l’onore del Dipartimento di Economia dell’Università di Perugia di ospitare tale seminario, in collaborazione con “I Borghi più belli d’Italia, in virtù dell’importanza del turismo nella nostra regione e del rilancio del corso di laurea in Economia del Turismo.

“Dopo la Direzione nazionale dei ‘Borghi’, tenuta ad Amatrice in memoria del primo rovinoso sisma del 24 agosto scorso abbiamo voluto costruire un’iniziativa concreta con il lodevole contributo dell’Università di Perugia, ad un mese di distanza dalla scossa più terribile per la nostra regione: quella del 30 ottobre – ha sottolineato il presidente Luna - . E’ evidente che una fase post terremoto oggi ancora non esiste, trovandoci ancora nel pieno dell’emergenza in Valnerina. Riteniamo che occorra però partire d’anticipo, rilanciando l’immagine dei nostri borghi e dei tanti territori regionali, onde fornire più calibrate informazioni sugli stati di sicurezza e di accoglienza. Ci attende altrimenti un tunnel economico di mesi nel settore turistico che andrà comunque affrontato sia con misure adeguate di tipo finanziario, sia con nuove progettualità di promozione, da studiare. Meglio ragionarci sopra fin da ora”.

Perugia, 25 novembre

Con Paolo Nespoli nello Spazio con VITA, l’Ateneo di Perugia partecipa alla missione di lunga durata sulla Stazione Spaziale Internazionale

E’ stata ufficialmente presentata a Roma, nell’auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), la prossima missione spaziale che vedrà la presenza dell’astronauta italiano Paolo Nespoli e la partecipazione dell’Università degli Studi di Perugia.

Expedition 52/53 - terza missione di lunga durata nell’ambito degli accordi ASI/NASA che ha come destinazione la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) - si chiamerà VITA (Vitality Innovation Technology Ability) e comprenderà 13 diversi esperimenti selezionati da ASI, in parte tecnologici e in gran parte biomedici. Tra questi, il progetto MyoGravity vede tra i promotori anche l’Università degli Studi di Perugia.

“La conoscenza delle modificazioni indotte dalla microgravità a livello delle cellule satelliti consentirà di progettare futuri interventi, nutrizionali o farmacologici, atti a contrastare il processo di atrofia muscolare e favorire la crescita e il mantenimento della massa muscolare durante viaggi spaziali di lunga durata - dice il professor Guglielmo Sorci del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo di Perugia -. Un ringraziamento particolare va rivolto a Paolo Nespoli, per la passione che lo contraddistingue e che riesce a trasmettere, e per la preziosissima collaborazione nell’ambito del nostro progetto. Se la scienza farà passi in avanti in questo specifico settore sarà anche grazie a lui”.

IL PROGRAMMA - Si tratta di un articolato progetto di ricerca interamente italiano che prevede il coinvolgimento in prima persona di Paolo Nespoli il quale vivrà per sei mesi a bordo della ISS, la stazione spaziale dedicata alla ricerca scientifica che si trova in orbita terrestre bassa a ca. 400 km di altitudine, e che viaggia a una velocità media di 27.600 km/h, completando poco meno di 16 orbite al giorno. La Stazione Spaziale Internazionale è frutto di un programma di cooperazione a livello mondiale nel campo scientifico e tecnologico e può essere considerata la maggiore opera ingegneristica realizzata dall'uomo. Dal 2000, la ISS è ininterrottamente abitata da gruppi di astronauti di vari paesi che si avvicendano nel tempo.

IL PROGETTO MYOGRAVITY - La vita a bordo della ISS è caratterizzata dalla quasi assenza di gravità (microgravità), il che rappresenta un problema per gli astronauti, soprattutto nelle permanenze o nei voli di lunga durata. Lasciando l’ambiente terrestre, infatti, gli astronauti vanno incontro ad alterazioni in diversi organi e tessuti, tra cui il muscolo scheletrico, che manifesta atrofia, con perdita di massa muscolare e alterazione nella composizione delle miofibre.

Proprio in questo ambito si inserisce il progetto MyoGravity, che si propone di analizzare le alterazioni a cui vanno incontro le cellule satelliti, ossia le cellule staminali adulte del muscolo scheletrico, responsabili dell’accrescimento e del mantenimento della massa muscolare nella vita adulta nonché della rigenerazione muscolare in seguito a un danno.

Il progetto, coordinato dalla professoressa Stefania Fulle dell’Università G. d’Annunzio di Chieti-Pescara, coinvolge quattro importanti gruppi di ricerca da tempo impegnati nello studio di queste particolari cellule; oltre al gruppo della professoressa Fulle, quelli del professor Guglielmo Sorci dell’Università di Perugia, del professor Antonio Musarò dell’Università Sapienza di Roma, e della professoressa Fernanda Amicarelli dell’Università de L’Aquila. 

COME SI PROCEDERA’ - Il progetto prevede l’isolamento di cellule satelliti da piccole porzioni di muscolo dell’astronauta italiano ottenute tramite biopsia a livello della coscia, prima della sua partenza per la missione 2017 e immediatamente dopo il suo rientro  sulla

Terra, in modo da poter determinare gli effetti sulle suddette cellule indotti dalla microgravità. Inoltre, una parte delle cellule satelliti isolate da Paolo Nespoli prima della partenza saranno amplificate e spedite nello spazio insieme allo stesso astronauta, coltivate all’interno di speciali unità sperimentali messe a punto da Kayser Italia, azienda leader nel settore aerospaziale che provvede al supporto tecnologico del progetto. Mentre le cellule isolate e l’astronauta stazioneranno per sei mesi sulla ISS, un’altra parte delle stesse cellule verrà coltivata a terra, sia in normali condizioni di gravità che in condizioni di microgravità simulata per mezzo di speciali apparecchiature denominate RPM (random positioning machine). Al contempo, nello Spazio e a terra verranno coltivate nelle stesse condizioni anche cellule satelliti isolate da muscoli di volontari sani della stessa età dell’astronauta, in modo da fornire un pannello più ampio e rappresentativo delle modificazioni che si andranno ad osservare. Infine, verranno inviate sulla ISS cellule muscolari iperesprimenti il fattore di crescita IGF-1 per verificare gli effetti protettivi di quest’ultimo nei confronti dell’atrofia muscolare indotta da microgravità. Lo studio, confrontando le alterazioni delle cellule isolate e coltivate in condizioni di microgravità, reale e simulata, con quelle delle cellule satelliti dello stesso soggetto isolate dalla loro sede fisiologica prima e dopo la missione, consentirà tra l’altro di verificare l’efficacia della RPM nel riprodurre condizioni di microgravità a terra.

Il logo di VITA è ispirato al Terzo Paradiso dell'artista Michelangelo Pistoletto.

Perugia, 25 novembre

 “Nazionale Pallanuoto. Esperienza RIO 2016”, conferenza di  Fabio Conti, C.T. della Nazionale Italiana di Pallanuoto Femminile 

Mercoledì 30 novembre 2016, alle ore 15, nell’Aula Magna di Palazzo Murena, sede del Rettorato, Fabio Conti, C.T. della Nazionale Italiana di Pallanuoto Femminile - Argento Olimpico 2016, terrà la Lectio Magistralis “Nazionale Pallanuoto. Esperienza RIO 2016”.

L’iniziativa è organizzata dal Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive, Dipartimento di Medicina Sperimentale.

Perugia, 25 novembre

Barcamper arriva a Perugia - Polo di Ingegneria, martedì 29 novembre 2016 

Il Barcamper arriva a Perugia per il tour “ERG Re-Generation Challenge”, con il supporto dell’Università degli Studi di Perugia.

L’appuntamento è martedì 29 novembre 2016 al Polo universitario di Ingegneria a Perugia.

L’iniziativa è promossa da ERG, il primo produttore di energia eolica in Italia, e organizzata in collaborazione con l’Ateneo di Perugia e l’Agenzia Umbria Ricerche.

Barcamper è in giro per l’Italia per selezionare nuove startup e aiutarle nel loro percorso di ingresso sul mercato; il team di dpixel per incontrare le startup e gli imprenditori che vogliono sviluppare un’azienda innovativa e per supportare i propri progetti attraverso workshop, attività formative e di accelerazione. 

La business plan competition promossa dal Gruppo ERG, promuove lo sviluppo di realtà imprenditoriali innovative nei settori dell’energia sostenibile e delle nuove forme di economia collaborativa.

“Hai un’idea o una startup in ambito Energy saving, Infrastructure 4.0, Smart grid, Green economy, Social innovation, Smart city, Sharing economy e Smart Environment?  - sottolineano I promotori dell’iniziativa -. Sali a bordo del Barcamper, incontra il team di investimento e presenta il tuo progetto”.

Saranno tre le migliori idee imprenditoriali premiate dal Gruppo ERG. Il primo classificato riceverà la somma di 30.000 euro, il secondo 20.000 Euro e il terzo 15.000 euro per la realizzazione del progetto. L’evento conclusivo si svolgerà a Terni, nell’ambito delle attività dell’iniziativa “Terni Urban Re Generation”. 

Perugia, 24 novembre

CONFERENZA STAMPA

Iscrizioni  Università degli Studi anno accademico 2016-2017

Perugia (Palazzo Murena), martedì 29 novembre 2016 – ore 11,30

 

Martedì 29 novembre 2016, alle ore 11.30, a Palazzo Murena, sede del Rettorato, è convocata una conferenza stampa per presentare i dati relativi alle iscrizioni dell’Università degli Studi di Perugia, a.a. 2016- 2017.

All’incontro con i giornalisti interverrà il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, ed è prevista la partecipazione dei professori: Graziella Migliorati, delegato per la Didattica; Anna Martellotti, delegato per l'Orientamento; Federico Rossi, delegato Servizi agli studenti; Laura Arcangeli, delegato Servizi agli studenti con disabilità; Alessandro Montrone, delegato al Bilancio; Giuseppe Liotta, delegato Informatizzazione.

Saranno inoltre presenti il Direttore Generale dell’Ateneo, dottoressa Tiziana Bonaceto e il Commissario Adisu, prof. Luca Ferrucci.

Perugia, 23 novembre

Inaugurato l’Anno Accademico del Dipartimento di Scienze Politiche. Moriconi: “Migliorare sempre i servizi agli studenti”. Santambrogio: “Matricole in aumento, il nostro lavoro è apprezzato”

“Sono in piena sintonia con il Dipartimento di Scienze Politiche per come porta avanti le sue attività nella didattica e nella ricerca, con brillanti risultati”. Così il Rettore Franco Moriconi che, questa mattina, è intervenuto alla cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico 2016-2017 del Dipartimento di Scienze Politiche. “Come Rettore sono a metà mandato – a aggiunto Moriconi - e intendo continuare la mia azione cercando di migliorare i servizi agli studenti, copm e ho cercato di fare dall’inizio del mio mandato. Intendo dotare di wi-fi tutte le strutture universitarie che, in questo periodo sto visitando per verificare le situazioni ed effettuare interventi e, così, migliorare gli spazi a disposizione degli studenti”.

La cerimonia, presieduta dal professor Luciano Tosi, Decano di Scienze Politiche, ha visto la partecipazione di studenti, docenti e personale non docente.

Il professor Ambrogio Santamborgio, Direttore del Dipartimento, ha evidenziato alcuni significativi risultati ottenuti. “Penso che abbiamo fatto un buon lavoro sia nella didattica che nella ricerca – ha evidenziato il professor Santambrogio -. Lo scorso anno per la ricerca siamo stati fra i primi tre Dipartimenti dell’Ateneo. Per quanto riguarda la didattica ho la sensazione che i nostri studenti siano soddisfatti, come vedo dalle valutazioni che fanno dei docenti. Le iscrizioni, ho sempre detto, per me non sono un’ossessione, ma il fatto di registrare quest’anno un significativo aumento delle matricole, poco meno del venti per cento, non può che essere di soddisfazione – ha aggiunto il Direttore -. Nell’anno accademico, che stiamo inaugurando, ci occuperemo in particolare della didattica con una serie di iniziative tese a migliorarla, pensando anche a nuovi corsi e nuovi master, per dare un’offerta formativa utile per il mondo del lavoro”.

Sono poi intervenuti Luciana Bianchini, in rappresentanza del Personale tecnico e amministrativo, e di Pietro Orfei per conto degli studenti.

Nell’ambito della cerimonia è stato conferito il Premio di laurea “Alfredo De Poi”, bandito dal Dipartimento di Scienze Politiche su proposta della famiglia. Il riconoscimento, giunto alla sesta edizione, è stato istituito per volontà della famiglia che ha così inteso onorare, insieme al Dipartimento, la memoria di Alfredo De Poi, personalità di spicco della scena internazionalistica, nazionale e umbra; la figura di Alfredo De Poi è stata ricordata, prima della premiazione, dal professor Odoardo Bussini.

Il premio, riservato a laureati magistrali in discipline internazionalistiche, è stato attribuito ex-aequo alle dottoresse Rossella De Pasquale e Sabrina Palanza. Il riconoscimento è stato consegnato dalla vedova, dottoressa Chiara Radi De Poi.

Rossella De Pasquale ha conseguito il titolo di Dottore magistrale in Relazioni internazionali con il massimo dei voti e la lode, discutendo una tesi su "Migranti e rifugiati nel Mediterraneo centrale. Un’analisi dell’emergenza italiana dal soccorso all’accoglienza”, relatore il Prof. Odoardo Bussini, docente di Demografia).

Sabrina Palanza ha conseguito il titolo di Dottore magistrale in Relazioni internazionali con il massimo dei voti, la lode e la dignità di stampa, discutendo una tesi su "Il diritto internazionale nell’era dell’Internet of Things: Big Data e Tutela della Privacy”, relatore il Prof. Carlo Focarelli, docente di Diritto internazionale.

Il prof. Lorenzo Ornaghi, già Rettore dell’Università Cattolica di Milano, ha tenuto la prolusione sul tema: “La politica immaginaria”.   

moriconi e tosi

ornaghi

santambrogio 3

da sx de pasquale palza de poi moriconi 2

bianchini

orfei

bussini

Perugia, 23 novembre

“Costituzione? Parliamone”   I docenti dell’Ateneo incontrano gli studenti delle superiori in vista del referendum

Appuntamenti a Terni e Gualdo Tadino

 

L’Università degli Studi di Perugia ha organizzato, in collaborazione con alcune scuole medie superiori dell’Umbria, l’iniziativa “Costituzione? Parliamone”, in occasione del prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre 2016.

Si tratta di una serie di incontri in cui docenti di diritto costituzionale dell’Ateneo perugino si recheranno nelle scuole per spiegare ai ragazzi che prossimamente saranno chiamati alle urne, l’importanza del voto e della Costituzione per il nostro ordinamento democratico, la complessa procedura necessaria per la modifica del testo normativo, i contenuti della riforma e le prospettive del nuovo sistema politico - legislativo.

Il prossimo incontro si terrà nella mattinata di sabato 26 novembre 2016, alle 10.30  a Terni,  a Palazzo Gazzoli e vedrà coinvolto il Liceo Scientifico R. Donatelli.

Martedì 29 novembre, l’appuntamento successivo sarà a Gualdo Tadino, alle ore 10, nell’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore R. Casimiri.

Entrambe le iniziative saranno presiedute dal Prof. Avv. Simone Budelli del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia.

L’iniziativa “Costituzione? Parliamone” è curata dalla professoressa Anna Martellotti, Delegata dal Rettore per l’Orientamento.

 

Perugia, 23 novembre

Prestigioso riconoscimento scientifico europeo al prof. Giuseppe Liotta, docente di Ingegneria e Delegato del Rettore per l’Informatizzazione

Il prof. Giuseppe Liotta, ordinario di Sistemi di Elaborazione delle Informazioni nel Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia e Delegato del Rettore per Informatizzazione ICT e Agenda Digitale, è stato chiamato a far parte del College of Expert Reviewers of the European Science Foundation (ESF).

Il collegio degli esperti dell’ESF, che è composto da ricercatori di chiara fama internazionale, ha il compito di formulare ed esprimere valutazioni, nei rispettivi domini di competenza, per concorrere allo sviluppo della qualità della ricerca scientifica e dell’innovazione in Europa.

Il prof. Liotta dirige il Laboratorio di Ricerca in Ingegneria degli Algoritmi dell’Ateneo di Perugia, è Editor in chief della Rivista internazionale “Journal of Graph Algorithms and Applications e chair dello Steering Committee of Graph Drawing and Network Visualization. Negli ultimi 25 anni ha condotto un’intensa attività di ricerca, sia teorica sia applicata, nel settore della visualizzazione dell’informazione relazionale ponendo il suo laboratorio al centro di una fitta rete di collaborazioni internazionali e di una serie di contratti con varie industrie private ed enti pubblici.

“Ringrazio i responsabili dell’European Science Foundation – ha detto il prof. Liotta - per questo prestigioso incarico. Sono, inoltre, grato a tutti i colleghi italiani e stranieri e ai miei studenti ed ex-studenti di dottorato, che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati scientifici dai quali deriva questa nomina.”

giuseppe liotta 5

giuseppe liotta

Perugia, 22 novembre

Presentazione Curriculum in “Progettazione circolare” del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria industriale

Terni (Strada di Pentima)

 Venerdì 25 novembre 2016 – ore 9,30

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria industriale di Terni, dal prossimo anno accademico, amplierà l’offerta formativa con un nuovo curriculum in “Progettazione circolare”, unico nel panorama Italiano.

La presentazione del nuovo curriculum si terrà a Terni, venerdì 25 novembre 2016, alle 9.30, nell’Aula 3 della sede di Ingegneria Industriale (Strada di Pentima, 6).

Sarà introdotta dal professor Massimo Curini, Delegato del Rettore per il Polo di Terni, e vedrà la presenza di Catiuscia Marini, Presidente della Regione, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Leopoldo Di Girolamo, Sindaco di Terni, Luigi Carlini, presidente Fondazione CARIT.

Il corso verrà illustrato dai professori Giuseppe Saccomandi, Direttore del Dipartimento di Ingegneria, e Federico Rossi, Presidente dei Corsi di Laurea in Ingegneria Industriale

Seguirà, alle 10.30, la tavola rotonda “Progettazione circolare nell’Industria 4.0”  moderata da Giuseppe Cioffi, Presidente Sezione Industria Chimica di Confindustria Umbria e Presidente del Cluster Umbria Spring.

Parteciperanno Luigi Rossetti, Direzione regionale Attività produttive, Lavoro, Formazione e Istruzione, Massimo Calderini, Direttore di Produzione Acciai Speciali Terni, Antonio Alunni, Presidente e Amministratore Delegato di Fucine Umbre, Giulia Gregori, Responsabile Pianificazione Strategica Novamont, Pietro Buzzini, Rappresentate Unipg Cluster Umbro Chimica Verde, Franco Cotana, Responsabile Scientifico Unipg Progetto Nazionale BIT3G, Luigi Torre, Professore di Scienza e Tecnologia dei Materiali, Pietro Burrascano, Professore di Elettrotecnica.

A testimonianza dell’interesse della tematica del nuovo curriculum, in contemporanea nella Sala dell’Orologio del CAOS, si svolgerà il IX Forum su “QUALE ENERGIA: Efficienza Mobilità, Rinnovabili ed Innovazione” con il quale verrà effettuato un collegamento per condividere i saluti e le conclusioni.

L’iniziativa del nuovo curriculum formativo nasce per rispondere alle esigenze del mondo produttivo, sempre più attento a un modello di sviluppo economico sostenibile, basato su un minore utilizzo di risorse, sul riciclo ottimizzato dei rifiuti e sull’efficientamento energetico con uso delle fonti rinnovabili. Tale orientamento è peraltro previsto dalla Commissione europea che ha recentemente adottato un pacchetto sull’economia circolare che comprende un piano d’azione (Comunicazione COM(2015) 614/2 “Closing the loop - An EU action plan for the Circular Economi”) e normative riviste in materia di rifiuti. Non va infine dimenticato che la creazione di un comparto manifatturiero sempre più orientato ad una maggiore qualità dei prodotti e dei processi produttivi costituisce uno dei capisaldi della nuova politica industriale internazionale (Industria 4.0); l’area di Terni è stata recentemente individuata quale “area di crisi complessa” nella quale l’innovazione sarà particolarmente sostenuta da misure governative.

Le ricadute occupazionali per la “nuova" figura di ingegnere potrebbero essere rilevanti sia a livello nazionale che internazionale. 

Perugia, 22 novembre

Barcamper arriva a Perugia

Polo di Ingegneria, martedì 29 novembre 2016

Il Barcamper arriva a Perugia per il tour “ERG Re-Generation Challenge”, con il supporto dell’Università degli Studi di Perugia.

L’appuntamento è martedì 29 novembre 2016 al Polo universitario di Ingegneria a Perugia.

L’iniziativa è promossa da ERG, il primo produttore di energia eolica in Italia, e organizzata in collaborazione con l’Ateneo di Perugia e l’Agenzia Umbria Ricerche.

Barcamper è in giro per l’Italia per selezionare nuove startup e aiutarle nel loro percorso di ingresso sul mercato; il team di dpixel per incontrare le startup e gli imprenditori che vogliono sviluppare un’azienda innovativa e per supportare i propri progetti attraverso workshop, attività formative e di accelerazione. 

La business plan competition promossa dal Gruppo ERG, promuove lo sviluppo di realtà imprenditoriali innovative nei settori dell’energia sostenibile e delle nuove forme di economia collaborativa.

Hai un’idea o una startup in ambito Energy saving, Infrastructure 4.0, Smart grid, Green economy, Social innovation, Smart city, Sharing economy e Smart Environment? 

Sali a bordo del Barcamper, incontra il team di investimento e presenta il tuo progetto.

Saranno tre le migliori idee imprenditoriali premiate dal Gruppo ERG. Il primo classificato riceverà la somma di 30.000 €, il secondo 20.000 € Euro e il terzo 15.000€ per la realizzazione del progetto. L’evento conclusivo si svolgerà a Terni, nell’ambito delle attività dell’iniziativa “Terni Urban Re Generation”. 

Perugia, 18 novembre

Nuovo curriculum in “Progettazione circolare” del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria industriale di Terni, la presentazione venerdì 25 novembre 

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria industriale di Terni, dal prossimo anno accademico, amplierà l’offerta formativa con un nuovo curriculum in “Progettazione circolare”, unico nel panorama Italiano.

L’iniziativa nasce per rispondere alle esigenze del mondo produttivo, sempre più attento a un modello di sviluppo economico sostenibile, basato su un minore utilizzo di risorse, sul riciclo ottimizzato dei rifiuti e sull’efficientemento energetico con uso delle fonti rinnovabili. Tale orientamento è peraltro previsto dalla Commissione europea che ha recentemente adottato un pacchetto sull’economia circolare che comprende un piano d’azione (Comunicazione COM(2015) 614/2 “Closing the loop - An EU action plan for the Circular Economi”) e normative riviste in materia di rifiuti. Non va infine dimenticato che la creazione di un comparto manifatturiero sempre più orientato ad una maggiore qualità dei prodotti e dei processi produttivi costituisce uno dei capisaldi della nuova politica industriale internazionale (Industria 4.0); l’area di Terni è stata recentemente individuata quale “area di crisi complessa” nella quale l’innovazione sarà particolarmente sostenuta da misure governative.

Le ricadute occupazionali per la “nuova" figura di ingegnere potrebbero essere rilevanti sia a livello nazionale che internazionale.

La presentazione del nuovo curriculum si terrà venerdì 25 novembre 2016, alle 9.30, a Terni, nell’Aula 3 della sede di Ingegneria Industriale (Strada di Pentima, 6).

Saranno presenti Catiuscia Marini, Presidente della Regione, Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università di Perugia, Leopoldo Di Girolamo, Sindaco di Terni, Luigi Carlini, presidente Fondazione CARIT.

Il corso verrà illustrato dai professori Giuseppe Saccomandi, direttore del Dipartimento di Ingegneria, e Federico Rossi, presidente dei Corsi di Laurea in Ingegneria Industriale

Seguirà, alle 10.30, la tavola rotonda “Progettazione circolare nell’Industria 4.0”  moderata da Giuseppe Cioffi, Presidente Sezione Industria Chimica di Confindustria Umbria e Presidente del Cluster Umbria Spring.

Parteciperanno Luigi Rossetti, Direzione regionale Attività produttive, Lavoro, Formazione e Istruzione, Massimo Calderini, Direttore di Produzione Acciai Speciali Terni, Antonio Alunni, Presidente e Amministratore Delegato di Fucine Umbre, Giulia Gregori, Responsabile Pianificazione Strategica Novamont, Pietro Buzzini, Rappresentate Unipg Cluster Umbro Chimica Verde, Franco Cotana, Responsabile Scientifico Unipg Progetto Nazionale BIT3G, Luigi Torre, Professore di Scienza e Tecnologia dei Materiali, Pietro Burrascano, Professore di Elettrotecnica.

A testimonianza dell’interesse della tematica del nuovo curriculum, in contemporanea presso la Sala dell’Orologio del CAOS, si svolgerà il IX Forum su “QUALE ENERGIA: Efficienza Mobilità, Rinnovabili ed Innovazione” con il quale verrà effettuato un collegamento per condividere i saluti e le conclusioni.

Perugia, 18 novembre

“La sinistra radicale in Europa” a “I mercoledì di Scienze politiche” - Perugia, mercoledì 23 novembre 2016, ore 16

Il libro “La sinistra radicale in Europa” di Marco Damiani verrà presentato mercoledì 23 novembre 2016, dalle 16 alle 18, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche, in via Pascoli.

All’incontro, nell’ambito del ciclo “I mercoledì di Scienze politiche” interverranno, oltre all’autore del volume, Fausto Bertinotti, Presidente emerito della Camera dei Deputati, Alessandro Campi e Roberto Segatori dell’Università di Perugia, Francesco Raniolo dell’Università della Calabria e Fabio Amato del Partito della Sinistra europea.

Il libro di Damiani approfondisce l’analisi dei partiti della sinistra radicale europea di Italia, Spagna, Francia e Germania. In particolare, l’autore prende in esame – tra le altre cose – i valori, l’organizzazione, gli iscritti e i trend elettorali dei partiti della sinistra radicale europea, dal 1989 al 2014.

Il giorno successivo, giovedì 24 novembre, il Dipartimento di Scienze Politiche organizza un seminario di un’intera giornata dal titolo “Populismi al plurale. Riflessioni in trasformazioni”, con la partecipazione  di  numerosi studiosi di diversi Atenei italiani.

Perugia, 18 novembre

Il professor Marcello Signorelli vince il “Premio Nazionale di Editoria Universitaria” per l'Area delle Scienze Economiche e Statistiche

Il professor Marcello Signorelli, docente dell’Ateneo perugino, è risultato vincitore del primo premio, per pubblicazioni dell’Area “Scienze Economiche e Statistiche”, al concorso "Premio Nazionale di Editoria Universitaria" indetto dalla Associazione Italiana del Libro.

Il volume, “Politica economica.  Le politiche nel nuovo scenario europeo e globale”, E. Marelli e M. Signorelli, Giappichelli Editore, 2015, è utilizzato didatticamente dal professor Signorelli nel corso di laurea triennale in Economia Aziendale e nel corso di laurea triennale in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali per l’insegnamento “Politica Economica”. Inoltre, nonostante tale libro sia di recente pubblicazione, esso è già stato adottato in oltre trenta atenei italiani da docenti di Politica Economica.

Il contenuto del volume. Il libro, pur prendendo le mosse dai modelli economici di base e dalle teorie sviluppate dalle principali scuole di pensiero, dedica la maggior parte dei capitoli all’illustrazione e spiegazione dei problemi economici concreti, afferenti all’economia mondiale, a quella europea ed infine a quella italiana. In particolare, le recenti politiche economiche – nel “nuovo scenario europeo e globale” – sono presentate e discusse, anche con riferimento alle decisioni più recenti (fino ad includere, ad esempio, il “quantitative easing” europeo definito ed avviato dalla Bce ad inizio 2015); nel caso delle politiche europee non poteva mancare una valutazione, anche piuttosto critica, delle politiche d’austerità e della mancanza di una “visione lungimirante”, indispensabile affinché l’Unione economica e monetaria possa rimanere vitale.

Marcello Signorelli è Professore Associato (con “abilitazione” come Ordinario) di Politica Economica presso l’Università di Perugia (Dipartimento di Economia), dove insegna “Politica Economica” e “Politica Economica e Finanziaria”. E’ stato Presidente (2010-12) della European Association for Comparative Economic Studies (EACES). Signorelli ha svolto studi post-laurea ed attività di ricerca presso l’Università di Siena, la Columbia University e la University of Warwick. Le pubblicazioni hanno riguardato tematiche inerenti a mercato del lavoro ed economia regionale, economia comparata e della transizione.

Perugia, 18 novembre

Il Comune e l’Università di Perugia insieme per riqualificare Fontivegge

Il progetto di riqualificazione presentato all’Urban Promo di Milano, evento culturale di riferimento sul tema della rigenerazione urbana.

“La riqualificazione di Fontivegge sarà fatta da tanti elementi come una grande orchestra sinfonica e non sarà un assolo di fiati”. Questo è il leitmotiv del lavoro che ha visto impegnati

il Comune e l’Università degli Studi di Perugia nel mettere insieme almeno venti progetti di natura pubblica e privata finalizzati alla riqualificazione di Fontivegge.

Significativo l’importo complessivo del programma, che è di circa 36 milioni di euro, con un finanziamento richiesto allo Stato per un importo di circa 16 milioni.

La proposta è stata presentata dal Comune di Perugia al Bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie urbane, noto comunemente come “il Bando delle periferie di Renzo Piano”. In tale contesto il Comune di Perugia, l’Università degli Studi e i cittadini, saranno gli attori di un progetto partecipato nei suoi significati, con l’intento di studiare un nuovo modello urbano da applicare all’intero quartiere.

Il progetto ha coinvolto tutti i settori dell’area tecnica del Comune di Perugia: l’ambiente, l’urbanistica, i lavori pubblici, la viabilità, il verde pubblico, coordinati da Enrico AntinoroFranco Marini e Antonella Pedini. Al progetto hanno partecipato anche giovani professionisti e neo laureati dell’Ateneo perugino, coordinati da Fabio Bianconi e Marco Filippucci del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia.

Il contributo del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università è nato con un accordo di ricerca nel quale il Dipartimento ha configurato una metodologia di analisi botton-down da applicare alle comunità urbane contemporanee. Il presupposto teorico riguarda l’impossibilità di calare vecchi modelli interpretativi a realtà complesse come le periferie, dove non basta mettere segni sulla carta o interpretare idee preconcette, ma vengono proposte la partecipazione e la creazione di nuovi dati da analizzare concretamente per eludere sintesi affrettate o tendenziose.

La sperimentazione che il Dipartimento sta portando avanti già da qualche anno in varie realtà umbre (Atlante degli obiettivi della Regione Umbria, Laboratorio internazionale di ricerca sul paesaggio di Assisi, Contratto di Paesaggio del Lago Trasimeno, Pianificazione alimentare di Amelia, Strategie di valorizzazione per i beni del comune di Campello sul Clitunno) consiste nel ridisegnare le relazioni fra cittadini e spazio urbano, promuovendo percorsi di riappropriazione dei luoghi nei quali il bene pubblico è anche bene comune.

In tal senso il "rammendo" auspicato a Perugia si attua attraverso il ridisegno dell'infrastruttura verde che riconnette un ambito urbano complesso, della stazione ferroviaria e i quartieri limitrofi, dal parco della Pescaia fino al quartiere Bellocchio, per arrivare a Pian di Massiano.

 perugia 1r

perugia 2r

Perugia, 17 novembre

Inaugurazione Anno Accademico del Dipartimento di Scienze Politiche.  Prolusione del prof. Lorenzo Ornaghi e consegna del Premio De Poi

Perugia, mercoledì 23 novembre 2016 – ore 11

 

Sarà inaugurato, mercoledì 23 novembre 2016, l’Anno Accademico 2016-2017 del Dipartimento di Scienze Politiche.

La cerimonia si terrà alle ore 11, nell’Aula 1 del Dipartimento, e sarà presieduta dal professor Luciano Tosi, Decano di Scienze Politiche.

Dopo i saluti del professor Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Ateneo, il professor Ambrogio Santamborgio, direttore del Dipartimento, terrà la sua relazione.

Seguiranno gli interventi di Luciana Bianchini, in rappresentanza del Personale tecnico e amministrativo, e di Pietro Orfei per conto degli studenti.

Il prof. Lorenzo Ornaghi, già Rettore dell’Università Cattolica di Milano, terrà la Prolusione sul tema: “La politica immaginaria”.

Nell’ambito della cerimonia sarà conferito il Premio di laurea “Alfredo De Poi”, bandito dal Dipartimento di Scienze Politiche su proposta della famiglia. Il riconoscimento, giunto alla sesta edizione, è stato istituito per volontà della famiglia che ha così inteso onorare, insieme al Dipartimento, la memoria di Alfredo De Poi, personalità di spicco della scena internazionalistica, nazionale e umbra.

Il premio, riservato a laureati magistrali in discipline internazionalistiche, è stato assegnato ex-aequo alle dottoresse Rossella De Pasquale e Sabrina Palanza.

Rossella De Pasquale ha conseguito il titolo di Dottore magistrale in Relazioni internazionali con il massimo dei voti e la lode, discutendo una tesi su "Migranti e rifugiati nel Mediterraneo centrale. Un’analisi dell’emergenza italiana dal soccorso all’accoglienza”, relatore il Prof. Odoardo Bussini, docente di Demografia). Sabrina Palanza ha conseguito il titolo di Dottore magistrale in Relazioni internazionali con il massimo dei voti, la lode e la dignità di stampa, discutendo una tesi su "Il diritto internazionale nell’era dell’Internet of Things: Big Data e Tutela della Privacy”, relatore il Prof. Carlo Focarelli, docente di Diritto internazionale.

Al termine è previsto un intrattenimento musicale, a cura di Laura Bazzucchi e Khalid Shomali.

Perugia, 17 novembre

Il Comune e l’Università di Perugia insieme per riqualificare Fontivegge

Il progetto di riqualificazione presentato all’Urban Promo di Milano, evento culturale di riferimento sul tema della rigenerazione urbana.

“La riqualificazione di Fontivegge sarà fatta da tanti elementi come una grande orchestra sinfonica e non sarà un assolo di fiati”. Questo è il leitmotiv del lavoro che ha visto impegnati

il Comune e l’Università degli Studi di Perugia nel mettere insieme almeno venti progetti di natura pubblica e privata finalizzati alla riqualificazione di Fontivegge.

Significativo l’importo complessivo del programma, che è di circa 36 milioni di euro, con un finanziamento richiesto allo Stato per un importo di circa 16 milioni.

La proposta è stata presentata dal Comune di Perugia al Bando nazionale per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie urbane, noto comunemente come “il Bando delle periferie di Renzo Piano”. In tale contesto il Comune di Perugia, l’Università degli Studi e i cittadini, saranno gli attori di un progetto partecipato nei suoi significati, con l’intento di studiare un nuovo modello urbano da applicare all’intero quartiere.

Il progetto ha coinvolto tutti i settori dell’area tecnica del Comune di Perugia: l’ambiente, l’urbanistica, i lavori pubblici, la viabilità, il verde pubblico, coordinati da Enrico Antinoro, Franco Marini e Antonella Pedini. Al progetto hanno partecipato anche giovani professionisti e neo laureati dell’Ateneo perugino, coordinati da Fabio Bianconi e Marco Filippucci del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università degli Studi di Perugia.

Il contributo del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università è nato con un accordo di ricerca nel quale il Dipartimento ha configurato una metodologia di analisi botton-down da applicare alle comunità urbane contemporanee. Il presupposto teorico riguarda l’impossibilità di calare vecchi modelli interpretativi a realtà complesse come le periferie, dove non basta mettere segni sulla carta o interpretare idee preconcette, ma vengono proposte la partecipazione e la creazione di nuovi dati da analizzare concretamente per eludere sintesi affrettate o tendenziose.

La sperimentazione che il Dipartimento sta portando avanti già da qualche anno in varie realtà umbre (Atlante degli obiettivi della Regione Umbria, Laboratorio internazionale di ricerca sul paesaggio di Assisi, Contratto di Paesaggio del Lago Trasimeno, Pianificazione alimentare di Amelia, Strategie di valorizzazione per i beni del comune di Campello sul Clitunno) consiste nel ridisegnare le relazioni fra cittadini e spazio urbano, promuovendo percorsi di riappropriazione dei luoghi nei quali il bene pubblico è anche bene comune.

In tal senso il "rammendo" auspicato a Perugia si attua attraverso il ridisegno dell'infrastruttura verde che riconnette un ambito urbano complesso, della stazione ferroviaria e i quartieri limitrofi, dal parco della Pescaia fino al quartiere Bellocchio, per arrivare a Pian di Massiano.

 

 

Perugia, 16 novembre 

Delegazione del Cile a Palazzo Murena, l’Ambasciatore Ayala ricevuto dal Rettore Moriconi

Fernando Ayala, Ambasciatore della Repubblica del Cile in Italia, è stato ricevuto nella giornata di martedì 15 novembre, a Palazzo Murena, dal Magnifico Rettore Franco Moriconi.

Durante l’incontro si è parlato di potenziare e sviluppare gli ottimi rapporti tra l’Ateneo e il Paese sudamericano con particolare riferimento allo scambio di studenti e a progetti di ricerca, che coinvolgano anche imprese, in collaborazione con Confindustria.

All’incontro hanno partecipato il Prorettore Fabrizio Figorilli, i professori Elena Stanghellini, Maria Caterina Federici, Alessandro Montrone, Graziella Migliorati, Fabio Santucci, Gian Luca Grassigli, Alessandro Campi, Davide Ranucci, i dottori Manuel Anselmi, Rosita Garzi e Roberto Cippitani, il Direttore Generale dell’Ateneo, dottoressa Tiziana Bonaceto e Aurelio Forcignanò, Direttore di Confindustria Umbria.

L’Ambasciatore Ayala ha visitato Palazzo Murena, sede del Rettorato, e in particolare la Sala del Dottorato, dove ha potuto ammirare il patrimonio librario storico soffermandosi su alcuni documenti conservati nella Biblioteca antica dell’Ateneo.

Al termine ha firmato il Registro degli Ospiti Illustri.

cile mani 1

cile libri 2

cile gruppo 1

cile firma 1

cile dono 1

Perugia, 15 novembre 

“Recruiting Day” con Nestlé - Perugia, martedì 22 novembre 2016

L’Università degli Studi di Perugia, attraverso il Servizio di Job Placement, ha organizzato insieme con Confindustria Umbria e con Nestlé Italiana S.p.A. un “Recruiting Day”, che si terrà martedì 22 novembre 2016, alle ore 9.30, nella Sala Seneca dello Stabilimento della Nestlé, a San Sisto Perugia. 

L’incontro, dedicato a laureati e neo-laureati under 30 in Ingegneria, Agraria ed Economia, sarà aperto con il benvenuto e la presentazione di Nestlé Italiana, a seguire gli interventi di rappresentanti di Confindustria e dell’Ateneo.

Nel corso della mattinata saranno presentate le candidature dei laureati presso i banchi e successivamente è prevista una visita al Museo storico della Perugina, con degustazione dei prodotti.

Al termine della giornata la Nestlé selezionerà 10 stagisti: 6 ingegneri, 3 tecnologi alimentari, 1 economista. 

I neolaureati e i laureati interessati all’incontro dovranno inviare il proprio curriculum vitae entro il 20 novembre 2016 a servizio.jobplacementnipg.it

 

Perugia, 14 novembre 

Il Dipartimento di Economia dell’Università, mercoledì 16 novembre promuove due incontri, a Terni e a Perugia, sul Referendum costituzionale

A confronto Antonio Baldassarre per il No e Francesco Clementi per il Sì

Il Dipartimento di Economia dell’Università di Perugia ha promosso due occasioni di dibattito sul tema “Verso il referendum costituzionale. Le ragioni a confronto”, nella giornata di mercoledì 16 novembre 2016.

Alle ore 9.30, di mercoledì a Terni, nell'aula 2 del Dipartimento di Economia, presso il Complesso Monumentale di San Valentino, il dibattito sarà aperto con i saluti del prof. Alessandro Montrone, Delegato del Rettore per il bilancio e le risorse finanziarie dell’Università. Sul tema del Referendum si confronteranno il prof. Antonio Baldassarre per le ragioni del NO e il prof. Francesco Clementi, per le ragioni del SI’. Il dibattito sarà coordinato dal prof. Luca Castelli.

Sullo stesso tema il dibattito si svolgerà a Perugia, sempre mercoledì 16 novembre, alle ore 14.30, nell'Aula 2 del Dipartimento di Economia dell'Università con gli stessi relatori e coordinatore.

L'iniziativa del Dipartimento si propone di offrire un'occasione per approfondire, sul piano tecnico e in una prospettiva squisitamente accademica, i contenuti della riforma costituzionale che sarà sottoposta al Referendum del 4 dicembre 2016, affinché gli studenti possano esprimere un voto informato e consapevole.

I due incontri sono aperti alla cittadinanza.

Perugia, 14 novembre

La Società Italiana di Buiatria incontra gli studenti di Veterinaria

Perugia, venerdì 18 novembre 2016 alle ore 15

La Società Italiana di Buiatria (S.I.B.) propone ai Dipartimenti di Medicina Veterinaria degli Atenei italiani un ciclo d’incontri con gli studenti per informarli su quali prospettive offre la buiatria, esercitata sia nella sanità pubblica che nella didattica e soprattutto nella libera professione.

Il nuovo  consiglio direttivo della S.I.B. ha dato piena disponibilità per l’iniziativa, subito raccolta dal consigliere  Maurizio Monaci, docente della Veterinaria di Perugia, per l’organizzazione dell’iniziativa.   Venerdì 18 novembre 2016, alle ore 15, nell’Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Perugia, alcuni componenti del consiglio direttivo della SIB si confronteranno con  gli studenti perugini.

“La SIB incontra i futuri veterinari: il Dipartimento di Medicina veterinaria di Perugia” sarà aperto  dai saluti di Luca Mechelli, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria, Andrea Verini Supplizi, presidente Consiglio Corso di Studio Medicina Veterinaria, Giorgia della Rocca, coordinamento Orientamento e Tutorato Corso di Studio Medicina Veterinaria,  Giovanni Filippini, direttore Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria Marche.

Seguiranno gli interventi di Alessandro Fantini,  presidente SIB - specialista DPM – Roma, Eliana Schiavon,  Segretario SIB - Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, Padova, GianLuca Neglia, Consiglio direttivo SIB - Dipartimento di Medicina veterinaria e Produzioni animali - Università degli Studi di Napoli Federico II, Cristiano Barisani, Consiglio direttivo SIB - veterinario buiatra - Canneto Sull’Oglio, Mantova.

Perché questa iniziativa.

Si sa che le nuove generazione apportano sempre qualcosa di meglio per l’entusiasmo e la freschezza degli studi che portano con sè. Il problema del passaggio tra il tempo dello studio e il tempo del lavoro lo abbiamo vissuto tutti con apprensione, divisi tra paura e speranza e con il sogno di trovare chi al nuovo mondo c’iniziasse. Il nostro metodo didattico universitario è cronicamente accusato di non preparare sufficientemente i giovani alla futura attività professionale perché troppo rivolto alla conoscenza degli aspetti teorici.

Seppur parzialmente vero, il percorso formativo universitario italiano dà quelle basi conoscitive che permetteranno al professionista, e nel nostro caso al veterinario, di fare tesoro dell’esperienza professionale ed adattare la qualità del suo lavoro alle mutevoli esigenze di un mondo in continua evoluzione.

La Società Italiana di Buiatria (S.I.B.) è un'associazione Veterinaria costituitasi a Bologna per iniziativa di 23 Veterinari Italiani. Ha lo scopo di riunire tutti coloro che si dedicano, nella ricerca e nella pratica, allo studio delle malattie dei bovini, favorendone e proteggendone il benessere, occupandosi del miglioramento genetico e della selezione, tutelando la sanità, la salubrità e la qualità dei prodotti che da essi derivano lungo tutte le fasi che vanno dalla produzione alla commercializzazione, salvaguardando l’ambiente in cui essi vivono.

 

Perugia, 11 novembre

“L’internazionalizzazione degli studi legali: la traduzione nello spazio giuridico”, incontro a Lettere mercoledì 16 novembre 2016 

Il convegno “L’internazionalizzazione degli studi legali: la traduzione nello spazio giuridico”, frutto della collaborazione tra i Dipartimenti di Lettere-Lingue, letterature e civiltà antiche e moderne e di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia si terrà mercoledì 16 novembre 2016 nella Sala delle Adunanze di Palazzo Manzoni.

L’incontro, con un evidente taglio multidisciplinare, unisce sinergicamente il diritto comparato alla traduttologia e alla linguistica giuridica; tocca dunque tematiche internazionali, strettamente connesse alla materia giuridica e giurisprudenziale di realtà non soltanto europee, ma focalizzandosi anche su Paesi extraeuropei come la Cina e l’India e, in generale, sulle specificità del gergo e degli istituti giuridici di Paesi anglofoni, francofoni e ispanofoni.

A parlare di queste tematiche, a partire dalle ore 9 (sino alle 12.20 e nel pomeriggio dalle 14.20 alle 17.30), introdotte dai professori Mario Tosti e Giovanni Marini,  Direttori dei Dipartimenti organizzatori, saranno alcuni tra i maggiori esponenti di settore, tra cui il prof. Marini stesso e il professori Fabrizio Figorilli, rispettivamente titolari della cattedra di diritto privato comparato e di diritto amministrativo dell’Ateneo di Perugia, la professoressa Barbara Pozzo, docente di diritto comparato e terminologia giuridica comparata all’Università dell’Insubria, la professoressa Marina Timoteo, docente di diritto privato comparato e traduttologia comparata all’Università di Bologna, e il professor Domenico Francavilla, docente di diritto privato comparato presso l’Università di Torino.

Interverranno inoltre altri studiosi ed esperti di area linguistica e giuridica tra cui le professoresse Nataša Raschi e Anna Sulai Capponi, rispettivamente docenti di lingua francese e di lingua spagnola all’Università di Perugia e il dottor Michele Mannoni, ricercatore RTD di lingua cinese giuridica presso il medesimo ateneo e traduttore certificato, nonché altri professionisti e giovani studiosi dell’area giuridica.

L’evento ha ricevuto l’accreditamento da parte dell’Ordine degli Avvocati di Perugia ed erogherà fino a 6 crediti formativi (di cui 4 per la sessione mattutina + 2 per quella pomeridiana).

La partecipazione all’evento è gratuita.

Ulteriori informazioni possono essere ottenute contattando il Dr. Michele Mannoni, referente del Comitato Scientifico-Organizzativo, all’indirizzo: michele.mannoni@unipg.it.

 

Perugia, 11 novembre

“Costituzione? Parliamone” , i docenti dell’Ateneo incontrano gli studenti delle superiori in vista del referendum - Primo appuntamento a Foligno martedì 15 novembre 2016

L’Università degli Studi di Perugia ha organizzato, in collaborazione con varie scuole medie superiori dell’Umbria, l’iniziativa “Costituzione? Parliamone”, in occasione del prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre 2016.

Si tratta di una serie di incontri in cui i docenti di diritto costituzionale dell’Ateneo perugino si recheranno nelle scuole per spiegare ai ragazzi che prossimamente saranno chiamati alle urne, l’importanza del voto e della Costituzione per il nostro ordinamento democratico, la complessa procedura necessaria per la modifica del testo normativo, i contenuti della riforma e le prospettive del nuovo sistema politico - legislativo.

Il primo incontro si terrà nella mattinata di martedì 15 novembre 2016 (ore 9) a Foligno,  a Palazzo Trinci e vedrà coinvolto il Liceo Scientifico Marconi e l’I.T.E. Feliciano Scarpellini; sarà presieduto dal Prof. Avv. Simone Budelli del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia.


Successivi incontri si svolgeranno a Terni, Perugia, Città di Castello, Gualdo Tadino.

L’iniziativa, curata dalla professoressa Anna Martellotti, Delegata dal Rettore per l’Orientamento, vedrà in alcuni casi anche la presenza di rappresentanti delle istituzioni, nonché del Magnifico Rettore dell’Università di Perugia per sottolineare l’importanza dell’iniziativa e della sempre più sinergica collaborazione fra scuola e Università.

Perugia, 11 novembre

Prestigioso riconoscimento per il professor Leonardo Leonardi, è Professore Onorario dell'Università di Scienze Agrarie e di Medicina Veterinaria di Bucarest

Un altro riconoscimento a un docente dell’Ateneo di Perugia, le cui attività internazionali continuano a  intensificarsi.

Il Senato Accademico dell'Università di Scienze Agrarie e di Medicina Veterinaria di Bucarest in Romania ha insignito Leonardo Leonardi, docente di Anatomia Patologica Veterinaria e di Patologia molecolare, del titolo di Professore Onorario; riconoscimento che gli è stato conferito per meriti accademici e per le attività scientifiche volte a rafforzare la cooperazione bilaterale tra le due università.

Le ricerche del professor Leonardi hanno riguardato studi comparativi sulla caratterizzazione biomolecolare di tumori ossei animali e umani (anche in collaborazione con l'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna), tecnologie innovative, come l'uso di stampanti 3-D e cellule staminali, per scopi legati alla medicina ricostruttiva e rigenerativa (con il Dipartimento di ingegneria dell'Università di Perugia e con l'Ateneo di Bari) e, recentemente, la valutazione dei rischi ambientali e delle malattie ad essi correlate. Questi ultimi protocolli, premiati nel corso della Startcup universitaria del 2015, includono l'uso dei droni, quali strumenti per la rilevazione di inquinanti potenzialmente responsabili di malattie.

Il professor Leonardi è anche coordinatore di un team europeo "Life" con altri Paesi comunitari (Romania e Spagna), le Università di Padova e di Teramo, l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Umbria e delle Marche e il TUCEP.

Grazie alla disponibilità di fondi ERASMUS e dell'Università degli Studi di Perugia, da più di dieci anni il professor Leonardi ha avuto la possibilità di svolgere attività didattiche e scientifiche all'estero, per rafforzare i protocolli di scambio, sia per studenti che per il personale delle Università, consentendo ai partecipanti selezionati di realizzare periodi di studio all'estero.

Nel 2015-16 hanno usufruito di borse di studio ERASMUS e di altri fondi  oltre 700 studenti di Perugia, e per il corrente anno accademico sono già arrivati a Perugia quasi 350 studenti stranieri, da oltre 30 paesi.

leonardo leonardi

leonardi e funzionarie ufficio rel int bucarest

 

Perugia, 10 novembre

Il Ciriaf a Marrakech partecipa alla Conferenza dell’Onu sull’Ambiente per presentare il progetto Albedo sulla mitigazione dei cambiamenti climatici

Il CIRIAF (Centro interuniversitario di Ricerca sull’Inquinamento e sull’Ambiente-Mauro Felli), che ha sede nel Polo di Ingegneria a Perugia ed è coordinato dell’Università perugina, è presente alla Conferenza delle Parti della Convenzione delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (COP22), che si svolge in Marocco a Marrakech.

La Conferenza, iniziata lunedì scorso, si concluderà venerdì 18 novembre con interventi e riunioni scientifiche ogni giorno su vari temi di interesse Ambientale

Sabato 12 novembre alle ore 13 il CIRIAF, presenterà, presso il padiglione italiano del Ministero dell’Ambiente, un side event dal titolo: “Mitigazione dei cambiamenti climatici: progetto Albedo” Sono previsti interventi di docenti e ricercatori del Centro Ciriaf tra i quali quelli di: Sara Rinaldi, Franco Cotana, Federico Rossi e Nicola Pirrone.    

Lo scopo del side event è quello di mostrare i risultati ottenuti in diversi campi di applicazione di tecniche innovative per il contrasto al riscaldamento globale tramite il design, l’installazione e la manutenzione di superfici artificiali ad elevato albedo in grado di modificare il bilancio energetico del sistema Sole-Atmosfera-Terra e compensare in modo efficace l’immissione dei gas climalteranti di origine antropica in atmosfera.

In occasione dello stesso evento, oltre al progetto Albedo, verrà proiettato un breve filmato del progetto Pipenet; chi volesse prenderne visione può farlo al link: https://www.youtube.com/watch?v=35enc9W0tKk

Il programma, in lingua italiana ed in lingua inglese, è disponibile al link: http://www.minambiente.it/notizie/cop-22-il-padiglione-italiano-ospita-eventi-e-seminari-sui-cambiamenti-climatici

Perugia, 10 novembre

Nuova Aula studio per studenti a Narni. Sarà inaugurata martedì 15 novembre 2016 – ore 11,30

Martedì 15 novembre, alle 11.30, sarà inaugurata a Narni la nuova Aula studio per studenti, che ha sede in via Mazzini.

Alla cerimonia interverranno il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, il Sindaco di Narni Francesco De Rebotti. Inoltre, parteciperanno il prof. Massimo Curini, Delegato del Rettore per il Polo Scientifico Didattico di Terni, il prof. Maria Caterina Federici, Presidente del Corso di Laurea in Scienze per l’investigazione e la sicurezza di Narni, il prof. Giuseppe Liotta, Delegato del Rettore per la informatizzazione, e il prof. Federico Rossi, Delegato del Rettore per i servizi agli studenti e Presidente del corso di Laurea in ingegneria Industriale di Terni.

Gli studenti di Narni e di tutto il Polo Scientifico didattico di Terni disporranno in tal modo di un ulteriore e nuovo spazio per lo studio e l’aggregazione, dotato di rete Wi-Fi, aperto tutti i giorni dalle 9 di mattina alle 19 di pomeriggio.

La nuova Aula Studio, mira a migliorare i servizi agli studenti anche nelle sedi distaccate e a consolidare il rapporto fra centro storico della città e comunità universitaria. Peraltro, quest’anno il Corso di laurea in Scienze per l’investigazione e la sicurezza di Narni conta 270 nuove iscrizioni, a conferma del successo che tale offerta formativa ha a livello nazionale. Ottimi risultati nelle iscrizioni anche negli altri Corsi di laurea del Polo Scientifico Didattico di Terni che hanno tutti mostrato un incremento del numero di immatricolati: ad Ingegneria Industriale i nuovi iscritti sono 54, mentre ad Economia Aziendale gli immatricolati sono 89.

L’accesso all’Aula Studio di Narni, in un prossimo futuro, sarà garantito da un sistema automatico di controllo della identità degli studenti mediante QRcode generato dall’applicazione UniPass, come avviene per le altre aule funzionanti in autogestione a Perugia. Il controllo sarà effettuato in via remota tramite telecamere.

L’iniziativa anticipa il più ampio progetto di riqualificazione del complesso di San Domenico a Narni, che prevede la ristrutturazione funzionale dei locali posti al primo piano da destinare ad aule didattiche universitarie ed ai relativi servizi per gli studenti.

Perugia, 9 novembre

Lezioni di Prevenzione e sicurezza al Dipartimento di Matematica e Informatica

Aula stracolma per la sessione informativa sulla prevenzione e protezione in caso di emergenze destinata agli studenti e a tutto il personale universitario: l’iniziativa è stata realizzata stamane presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Perugia, con l'obiettivo di trasmettere nozioni importanti in tempi ordinari, ancora di più in questo periodo caratterizzato da un alto livello di attenzione rispetto alle emergenze. 

Il seminario è stato organizzato dal Servizio di Prevenzione e Protezione d’Ateneo e dal Referente Prevenzione e Protezione del Polo della "Conca" Simone Topini, su sollecitazione dei Rappresentanti degli Studenti e del Direttore del Dipartimento Prof. Gianluca Vinti, il quale, per favorire la presenza più ampia possibile da parte degli studenti, ha stabilito la sospensione di un ora delle lezioni.

Nell’incontro di stamane è stato illustrato il contenuto dell’Organigramma della sicurezza e del Piano di Emergenza approntati per l'edificio di Matematica e Informatica e sono state trasmesse le informazioni necessarie per gestire un’ eventuale emergenza.

L’iniziativa verrà replicata, nel corso dei prossimi venti giorni, in tutti i Dipartimenti dell’Ateneo.

prevenzione 4

prevenzione 3

prevenzione 2

prevenzione 1

Perugia, 9 novembre

Chiusura del Master “Pianificazione, gestione e valutazione di azioni integrate di promozione della salute per la comunità”

La cerimonia di chiusura del Master “Pianificazione, gestione e valutazione di azioni integrate di promozione della salute per la comunità” (CHP/Community Health Promotion), promosso dal Centro Sperimentale per la Promozione della Salute e l’Educazione Sanitaria salute (CeSPES) del Dipartimento di Medicina Sperimentale del Dipartimento di Medicina Sperimentale, si terrà venerdì 11 novembre 2016, alle ore 14, nell'Aula Magna della Scuola di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Perugia, a Sant’Andrea delle Fratte.

Il Master in Promozione della Salute per la Comunità è il primo e unico corso in Italia accreditato dall’International Union for Health Promotion and Education (IUHPE), l’organismo internazionale che definisce gli standard di qualità europei per la progettazione di azioni di educazione e promozione della salute dei singoli e della collettività. Nell’arco di dieci mesi, in sette incontri residenziali, sono stati accolti e formati, secondo criteri di altissimo livello scientifico, professionisti della sanità pubblica provenienti da diverse Regioni Italiane, con gli interventi, tra gli altri, di docenti di fama nazionale ed internazionale.

Alla cerimonia conclusiva del percorso formativo, venerdì 11 novembre, parteciperanno il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, professor Franco Moriconi, il Direttore del Master e del Dipartimento di Medicina Sperimentale, professor Vincenzo Talesa, l’assessore del Comune di Perugia, dottoressa Edi Cicchi, il Direttore generale dell’Azienda ospedaliera-universitaria, dottor Emilio Duca, rappresentanti del Consiglio e del Comitato scientifico del Centro sperimentale per l’educazione sanitaria e promozione della salute, oltre ai corsisti e quanti saranno interessati all’evento.

Perugia, 9 novembre

A “Speciale Università”  il Premio Sviluppo Sostenibile 2016 vinto dalla Fondazione per l’ Istruzione agraria in Perugia. In studio, inoltre, i professori Ricci e Montesi 

Domani, giovedì 10 novembre 2016, alle ore 21.15, è in programma “Speciale Università”, la trasmissione dedicata all’Ateneo di Perugia, in onda su Tef Channel, canale 12 del digitale terrestre e condotta da Cristina Castellano.

La prima parte della puntata si occuperà del progetto sulla sicurezza degli aerei di linea condotto dal Prof. Marco Ricci che, in studio, illustrerà i termini e i risultati della ricerca.

La professoressa Cristina Montesi, poi, parlerà del suo volume “Il paradigma dell'economia civile. Radici storiche e nuovi orizzonti”, recentemente presentato ad Umbria Libri.

Il servizio esterno riguarderà la conferenza stampa relativa al progetto di recupero delle ex scuderie del Monastero benedettino della Rocca di Sant'Apollinare, a Marsciano, che ha consentito alla Fondazione per l’ Istruzione agraria in Perugia di ottenere il primo Premio Sviluppo Sostenibile 2016 - Settore Edilizia green.

Perugia, 8 novembre

Cooperazione scientifica e didattica con il Vietnam, delegazione perugina ad Hanoi

Una delegazione di studenti e docenti dell’Università di Perugia ha compiuto una visita di studio/lavoro presso alcune strutture universitarie di Hanoi (Vietnam) che hanno stipulato accordi quadro con l’Ateneo umbro.  Era costituita da Domenico Delfino, professore associato di farmacologia e presidente del Corso di Laurea in Infermieristica di Foligno, dalla dottoressa Roberta Amodeo, coordinatrice didattica dello stesso CdL e dalle studentesse del CdL Claudia Spampinato, Francesca Sepe, Arianna Antonelli e Sara Riadi. 

Il professor Delfino ha in corso un progetto su una pianta medicinale vietnamita approvato dal Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) che svolge cooperando con la professoressa Trinh Thy Thuy dell’Institute of Chemistry appartenente alla Vietnam Academy of Science and Technology (VAST) di Hanoi. 

Nell’ambito del suddetto progetto si è stabilita anche una cooperazione didattica grazie ad un accordo quadro tra l’Ateneo di Perugia e la Thang Long University di Hanoi realizzato anche per l’interessamento dell’Ufficio UNITALIA dell’Ambasciata Italiana di Hanoi.  Grazie a tale accordo, l’Ufficio relazioni internazionali dell’ Università di Perugia, su proposta del delegato per l’Internazionalizzazione, professoressa Elena Stanghellini, ha sostenuto il viaggio-studio delle quattro studentesse dell’Infermieristica di Foligno presso il Corso ‘gemello’ della Thang Long University e, al contempo, il Corso di Laurea ha supportato la visita di aggiornamento presso la stessa Università della coordinatrice didattica del corso stesso.

“Il soggiorno è stato molto proficuo ed è stato accompagnato da alcune importanti attività – sottolinea il professor Delfino -. La delegazione dell’Università di Perugia è stata, infatti, invitata al convegno sulla ‘XVI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo’ organizzato dalla Hanoi University, dove ho tenuto una relazione dal titolo ‘la creatività Italiana nella cooperazione medico-scientifica con il Vietnam’. Inoltre  siamo stati ricevuti dalla dottoressa Cecilia Piccioni,  Ambasciatrice Italiana ad Hanoi, che ha espresso la sua partecipazione alle iniziative della nostra Università nel campo della cooperazione scientifica e didattica con il Vietnam”.

Questa iniziativa avrà un naturale seguito nel 2017 con la visita a Perugia di alcuni studenti vietnamiti. 

vietnam delfino 1

vietnam delfino 2

vietnam delfino ambasciatore 3

incontro hanoi

Perugia, 8 novembre

Ha preso il via “Muovetevi… con Noi”, nuove adesioni al progetto di Scienze Motorie  per le scuole dell’Infanzia e Primarie 

Il corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo perugino ha attivato il progetto “Muovetevi… con Noi” che prevede l’intervento di studenti del terzo anno di Scienze Motorie e Sportive a titolo di tirocinio in classi di scuole dell’infanzia e primarie del territorio perugino sprovviste dell’esperto di motoria.  

Il progetto, inaugurato con grande successo lo scorso anno in collaborazione con l’istituto comprensivo Perugia 12 (P.S. Giovanni/Pieve di Campo/Balanzano; dirigente Iva Rossi), vede ora il coinvolgimento di ben quattro istituti comprensivi.

Oltre al Perugia 12, infatti, hanno aderito l’I.C. Perugia 1 (Elce/S. Marco; dirigente Roberta Bertellini), Perugia 6 (Castel del Piano; dirigente Margherita Ventura) e Perugia 7 (S. Sisto/Lacugnano; dirigente Antonella Ubaldi).

Un totale di 14 studenti prossimi alla laurea (Claudia Antonielli, Matteo Barcaccia, Agnese Bellini, Giorgio Bello, Andrea Boco, Marie Bolloni, Antonio Cavataio, Vincenzo De Luca, Davide Ercolani, Alessandra Faina, Alessandra Garau, Nicolò Maccioli, Filippo Porcu, Mattia Zucchini) seguiti dai docenti del corso di laurea Danilo Arteritano, Maurizio Pattoia, Antonella Piccotti, Marco Quarato e Simonetta Simonetti andranno a portare la loro esperienza, e a maturarne dell’altra, presso ben 84 classi delle scuole dell’infanzia e primaria dei suddetti istituti comprensivi assicurando un importante momento di attività motoria.

“Sebbene un corretto e costante svolgimento dell’attività motoria sia sempre più riconosciuto come elemento fondamentale nella crescita psicofisica e relazionale dei bambini, la riforma in essere della scuola non prevede ancora la presenza di un esperto di motoria che operi nelle scuole dell’infanzia e primarie – spiega il professor Guglielmo Sorci, presidente del corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive -. Noi abbiamo avviato un progetto volto a colmare quella che speriamo essere una momentanea lacuna, modificando radicalmente l’orario delle nostre lezioni per dare la possibilità ai nostri studenti di partecipare senza interferire con le attività curriculari. Il lunedì e mercoledì mattina sono dedicati a questa iniziativa, che chiude un cerchio ad elevato significato pedagogico in cui il livello di formazione universitaria si ricongiunge ai primi gradini del percorso scolastico. L’auspicio - conclude il prof. Sorci  - è che si possano coinvolgere sempre più studenti in modo da soddisfare le esigenze del maggior numero possibile di plessi”.

Il progetto , che non ha eguali sul territorio nazionale ed è segno tangibile del dinamismo che caratterizza questa fase della vita del corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive dell’Ateneo perugino, è iniziato in questi giorni e andrà avanti sino al termine dell’anno scolastico. Sono previsti incontri periodici tra i ragazzi partecipanti e i docenti del corso di laurea per discutere sull’andamento del progetto e affrontare i casi particolari, e anche un confronto continuo con le insegnanti delle classi cui spetta la programmazione generale e che rappresentano i tutor dei ragazzi tirocinanti. A conclusione del progetto, nei vari plessi, saranno organizzate cerimonie durante le quali i baby allievi potranno mostrare ai propri genitori le abilità motorie apprese.

muovetevi con

Perugia, 8 novembre

Al Dipartimento di Filosofia incontri su Cina e Oriente, relatore il professor Chu Pingyi 

Al  Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione continuano gli incontri incentrati sulla Cina e sull’Oriente, nell’ambito  delle lezioni della professoressa Ester Bianchi.

I prossimi vedranno protagonista il professor Chu Pingyi,  studioso dell’Academia Sinica di Taipei attualmente visiting scholar presso l’ Ateneo di Perugia, che figura tra i più noti esperti di storia della scienza in Cina e di Cristianesimo nella Cina imperiale al mondo.

La prima lezione si terrà giovedì 10 novembre 2016 (ore 16.30, Aula Magna Palazzo Manzoni) nell’ambito del corso di Storia della Filosofia tenuto dal professor Massimiliano Marianelli, e indagherà gli influssi dei concetti cristiani di corpo e anima sullo sviluppo del pensiero cinese nelle dinastie Ming e Qing.

La lezione di giovedì 24 novembre (ore 12, Aula 2 Palazzo Stocchi) tratterà invece della percezione dell’altro, qui inteso come straniero dell’Occidente, nelle fonti storiografiche cinesi e dei rapporti che si svilupparono tra i missionari gesuiti, i letterati confuciani e gli imperatori Manchu durante l’epoca Qing.

Le lezioni del Prof. Chu saranno in inglese.

chu pinyi

Perugia, 7 novembre

Progettato dall’Ateneo di Perugia il primo edificio certificato Leed Historical Building, ha vinto il Premio Sviluppo Sostenibile 2016 - Settore Edilizia green

Presentato stamani, in conferenza stampa a Palazzo Murena, il progetto di recupero delle ex scuderie del Monastero benedettino della Rocca di Sant'Apollinare di Marsciano che ha ottenuto il Primo Premio Sviluppo Sostenibile 2016 - Settore Edilizia green, assegnato alla Fondazione per l’Istruzione Agraria di Perugia. 

Il Premio, promosso dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e da Ecomondo - Rimini Fiera, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, insieme alla Medaglia del Presidente della Repubblica, verrà consegnato il prossimo 10 novembre, a Rimini, nell’ambito di Ecomondo. 

Lo straordinario riconoscimento arriva proprio in concomitanza con i tragici eventi sismici nel Centro Italia e mette in evidenza l’assoluta avanguardia della ricerca in questo campo dell’Università degli Studi di Perugia con il progetto di cui è responsabile scientifico il Prof. Franco Cotana. E’ stato infatti realizzato, con intervento compiuto sulle ex scuderie del monastero benedettino della Rocca di Sant'Apollinare, il primo edificio al mondo certificato Leed Historical Building.

Sono interventi all’incontro con la stampa il Magnifico Rettore, Franco Moriconi, il prof. Franco Cotana, ordinario di Fisica tecnica industriale nel Dipartimento di Ingegneria dell’Ateneo di Perugia, nonché Direttore del CIRIAF (Centro Interuniversitario di Ricerca sull'Inquinamento e sull'Ambiente), Giuseppe Saccomandi, Direttore Dipartimento di Ingegneria, Fernanda Cecchini, Assessore della Regione Umbria, Urbano Barelli, Vice Sindaco di Perugia e Raimondo Orsini, Direttore del Premio Sviluppo Sostenibile 2016

“La candidatura al concorso del Premio l’abbiamo presentata lo scorso mese di giugno – ha spiegato il prof. Cotana -, dopo due anni di studio e di applicazione da parte di ricercatori dell’Ateneo e di un gruppo di imprese umbre, che vantano grande esperienza nel campo degli interventi di recupero, consolidamento statico e di efficientamento energetico di edifici storici. Il progetto di Sant’Apollinare è una sintesi esemplare di quanto studiato e sperimentato in questi anni.  Questo Premio, oltre a farci molto piacere, è anche un valido riconoscimento al lavoro portato avanti insieme tra Università, ricerca e mondo delle imprese, soprattutto in Umbria”.

Le sinergie sono state l’aspetto sul quale si è soffermata l’Assessore Cecchini per sottolineare che il patrimonio artistico, storico e monumentale dell’Umbria dovrà essere tutelato in maniera efficace anche alla luce dei recenti eventi sismici che hanno evidenziato una situazione di estrema fragilità.

Il Vice Sindaco di Perugia Barelli ha ricordato che il capoluogo umbro in questi giorni è stato  sottoposto ad uno straordinario sforzo per verificare gli effetti delle recenti scosse negli edifici pubblici e in particolare nelle scuole. “Il progetto dell’Università che ha ottenuto un premio tanto importante – ha concluso – è per noi motivo di conforto e di incoraggiamento per poter prevedere interventi risolutivi per la staticità e per i consumi energetici nei numerosi edifici storici di proprietà comunale”.

Un annuncio importante è arrivato dal Direttore del Premio Raimondo Orsini. Ha dichiarato che il progetto dell’Ateneo di Perugia sarà portato all’attenzione di ‘Casa Italia’ il laboratorio nazionale con sede a Milano per lo studio e la programmazione degli interventi per il consolidamento statico e il miglioramento energetico all’indomani degli eventi sismici, annunciato dal Premier Matteo Renzi.

Infine il Magnifico Rettore Franco Moriconi ha espresso la soddisfazione dell’Ateneo per questo importante riconoscimento, preannunciando che giovedì prossimo, in qualità anche di presidente delle Fondazione per l’Istruzione Agraria, sarà a Rimini per ritirare il Premio e la Medaglia del Presidente della Repubblica. “Per fortuna e grazie all’impegno del nostro Ufficio Tecnico, che ha lavorato anche di domenica per verificare le condizioni di sicurezza degli edifici universitari, le aule e i laboratori sono rimasti sempre aperti. Siamo così riusciti a garantire continuità nell’attività didattica a beneficio soprattutto dei nostri studenti”.

gruppo green 4

gruppo green 2

moriconi

cotana

tavolo green

Perugia, 3 novembre

Il Terzo Corso ‘RandAgiamo’ dall’8 al 10 novembre 2016 nell’Aula Magna del Dipartimento di Medicina Veterinaria a Perugia 

Il Terzo Corso di formazione, destinato ai Volontari per le passeggiate del Progetto RandAgiamo, si terrà da martedì 8 a giovedì 10 novembre 2016 presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia.

Il Corso, che si articola in tre serate di formazione teorica nell'Aula Magna del Dipartimento con orario 19:00-22:00, è finalizzato alla formazione di volontari attivi nel Progetto ed è a loro indirizzato, per questo sono previsti dieci ulteriori incontri formativi all’interno del Canile Sanitario di Collestrada (Perugia). Sono ammessi a seguire le tre serate anche uditori interessati ad acquisire maggiori conoscenze sull’etologia, la comunicazione e il benessere del cane.

Il progetto RandAgiamo (una parola che sottolinea la volontà di fare qualcosa) ha lo scopo di contribuire alla prevenzione del randagismo e dell’aggressività canina e di promuovere la conoscenza del cane e la valorizzazione della sua relazione con l’uomo. Il Progetto ha inoltre l’obiettivo di incentivare l’adozione dei cani ospitati all’interno dei canili. Ogni cane viene valutato dal punto di vista comportamentale e se risulta idoneo inizia un percorso di educazione che lo aiuta ad inserirsi più facilmente nella famiglia adottiva.

È a questo punto che il ruolo del Volontario per passeggiate diventa importante: potrà infatti aiutare il cane a mantenere le competenze acquisite durante il percorso di educazione fino al momento in cui verrà adottato.

Ulteriori obiettivi del progetto RandAgiamo sono la pianificazione e attuazione di interventi di sensibilizzazione dei cittadini per promuovere la conoscenza zooantropo-etologica dell’animale e la tutela del suo benessere (mass-media, incontri/eventi), nonchè la valorizzazione della relazione uomo-cane mediante progetti didattici e programmi di attività socialmente utili correlate al cane di canile.

Il progetto RandAgiamo è in corso dal 2010 come progetto pilota presso il Canile sanitario municipale di Collestrada, svolto in collaborazione dal personale del Laboratorio di Etologia e Benessere Animale (LEBA) del Dipartimento di Medicina Veterinaria di Perugia e dal personale del Servizio Veterinario USLUmbria1 di Perugia.

L’attuazione del progetto RandAgiamo presso i canili di Collestrada e di Gubbio ha portato a un notevole incremento della percentuale di adozione dei cani catturati. La Regione Umbria ha promosso il progetto adottandolo come modello operativo nell’ambito del programma di prevenzione sanitario regionale 2014-18 ed estendendolo come progetto pilota ad altri canili umbri.

Per informazioni, le persone interessate possono inviare una e.mail all'indirizzo progettorandagiamo@gmail.com o alla pagina FB Progetto RandAgiamo, o telefonare al numero 3407513084.

 

Perugia, 2 novembre

Le immatricolazioni e le iscrizioni prorogate sino a venerdì 4 novembre 2016

Il Rettore Franco Moriconi, con proprio decreto, ha prorogato i termini per le immatricolazioni, le iscrizioni, la presentazione dell’ISEE, i trasferimenti e i passaggi di corso per l’A.A. 2016/2017 fino a venerdì 4 novembre 2016.

Le immatricolazioni saranno effettuate esclusivamente presso gli sportelli degli Uffici Gestione Carriere Studenti (Segreteria Studenti) del corso di Laurea di riferimento, con i seguenti orari:


- giovedì 3 novembre dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle 17,30;


- venerdì 4 novembre dalle ore 9,00 alle 13,00.

 

Perugia, 2 novembre

Emergenza terremoto, si mobilita il Dipartimento di Lettere 

I drammatici eventi sismici che hanno colpito l’Umbria e più in generale l’Italia Centrale hanno inferto ferite gravissime anche al patrimonio storico-artistico; sono alcune migliaia i monumenti fortemente offesi o addirittura distrutti dalla violenza del terremoto.

Il Dipartimento di Lettere, Lingue, Letterature e Civiltà Antiche e Moderne, che ha investito molte e consistenti energie per studiare, conoscere e valorizzare i territori del Nursino, del Casciano e della Valnerina, ma anche alcune aree di confine come le Marche settentrionali e l’Alto Lazio, non vuole essere assente in questo momento di assoluta e drammatica emergenza. 

Alcuni docenti si sono fatti promotori di un appello a colleghi e studenti affinché si rendano disponibili a collaborare, in modi e forme diverse, con le istituzioni preposte alla tutela di questo grande e diffuso patrimonio culturale, aderendo alle iniziative che, di concerto con la Protezione civile, le autorità pubbliche  e le  Soprintendenze, verranno prese nelle prossime settimane.

Referenti del Dipartimento:

Dott. Sara Cavatorti: saracavatorti@hotmail.it    

Dott. Lorenzo Principi lorenzoprincipi86@gmail.com    

Perugia, 2 novembre 

Domani, al Dipartimento di Filosofia, il via agli incontri su Cina e Oriente 

Il Dipartimento di Filosofia, Scienze sociali, umane e della formazione ospiterà quattro incontri incentrati sulla Cina e sull’Oriente, nell’ambito  delle lezioni della professoressa Ester Bianchi.


Domani, giovedì 3 novembre 2016 (ore 14.30, Palazzo S. Bernardo, aula H) il professor Federico Squarcini, indologo storico delle religioni dell’Università Ca’ Foscari, traduttore della prima versione italiana degli Yogasutra di Patanjali (Einaudi, 2015), terrà un intervento su storia e attualità dello Yoga, e presenterà le più recenti teorie relative ai contenuti del testo di Patanjali e al rapporto con il Buddhismo.

 
Venerdì 4 novembre (ore 14.30, Palazzo S. Bernardo, aula H), la dottoressa Giulia Baccini, sinologa e filologa veneziana, presenterà i contenuti del suo volume dedicato ai Sette Savi del Bosco di Bambù, gruppo eccentrico di letterati e musicisti della Cina del III-IV secolo, delineando le problematiche che ci si trova ad affrontare nella traduzione di testi in prosa o in poesia della letteratura cinese imperiale.

 
Seguiranno due appuntamenti con il professor Chu Pingyi,  studioso dell’Academia Sinica di Taipei attualmente visiting scholar presso il nostro Ateneo, che figura tra i più noti esperti di storia della scienza in Cina e di Cristianesimo nella Cina imperiale al mondo.

La prima lezione si terrà giovedì 10 novembre (ore 16.30, Aula Magna Palazzo Manzoni) nell’ambito del corso di Storia della Filosofia tenuto dal professor Massimiliano Marianelli, e indagherà gli influssi dei concetti cristiani di corpo e anima sullo sviluppo del pensiero cinese nelle dinastie Ming e Qing.

La lezione di giovedì 24 novembre (ore 12, Aula 2 Palazzo Stocchi) tratterà invece della percezione dell’altro, qui inteso come straniero dell’Occidente, nelle fonti storiografiche cinesi e dei rapporti che si svilupparono tra i missionari gesuiti, i letterati confuciani e gli imperatori Manchu durante l’epoca Qing.

Le lezioni del Prof. Chu saranno in inglese.


Torna su
×