Università degli Studi di Perugia

Vai al contenuto principale

Informativa (formato PDF)

La seguente informativa riguarda il trattamento dei dati personali di coloro che partecipano alle procedure di selezione per il conferimento di assegni di ricerca dell’Università degli studi di Perugia ed è resa ai sensi del Regolamento UE 679/2016 (GDPR).

Difatti, nel partecipare alle procedure di selezione per il conferimento di assegni di ricerca, Lei comunica necessariamente i suoi dati personali all’Ateneo divenendo, ai sensi dell’art. 4.1 del GDPR, interessato al trattamento di tali dati e maturando i diritti previsti al Capo III dello stesso GDPR.

Il Titolare del trattamento è l'Università degli Studi di Perugia, nella persona del Rettore quale rappresentante legale.

Il contatto del Titolare è: rettorato@unipg.it o, via PEC, protocollo@pec.unipg.it

Il contatto del Responsabile della protezione dati è: rpd@unipg.it, tel. 075 5852192

Ulteriori informazioni sono riportate all'indirizzo: https://www.unipg.it/protezione-dati-personali

Finalità del trattamento e base giuridica

I dati da lei forniti saranno raccolti e trattati per il perseguimento delle seguenti finalità:

  1. Accertamento della sussistenza dei requisiti richiesti per la partecipazione alle procedure selettive e dell’assenza di cause ostative alla partecipazione;
  2. Gestione della procedura selettiva, in tutte le sue fasi, compresa la pubblicazione della graduatoria e l’eventuale successivi reclutamento;
  3. Accertamento della disabilità dell’interessato, ove comunicata, per eventuale utilizzo di agevolazioni ai fini delle prove selettive.

La base giuridica del trattamento è ai sensi dei commi b), c), e) dell'art. 6 del GDPR e rispondente alle norme specifiche per il reclutamento del personale (di cui alle premesse degli singoli bandi), con particolare riferimento, per il reclutamento del personale docente o ricercatore a tempo determinato, alla L. 240/2010 e, per il reclutamento del personale tecnico amministrativo, al D.Lgs. 165/2001.

Oggetto del trattamento

I dati trattati sono i dati anagrafici, personali (nome, cognome, data e luogo di nascita, Codice Fiscale, residenza, cittadinanza italiana), di contatto, il documento di identità, il curriculum vitae, eventuali disabilità, eventuali condanne penali, titoli, ecc., esiti di concorso e quanto da lei fornito al momento della presentazione della domanda di partecipazione alla procedura selettiva, per permettere lo svolgimento della stessa nel rispetto della normativa vigente in materia e delle eventuali successive procedure finalizzate alla presa di servizio.

Obbligatorietà o meno del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati è obbligatorio, pertanto l’eventuale rifiuto a fornirli comporta l’esclusione dalla procedura selettiva.
In situazioni specifiche potranno essere raccolte e trattate, su istanza dell’interessato e ai fini della procedura selettiva, particolari categorie di dati inerenti:

  • dati giudiziari
  • stato di salute

Tali dati sono da lei conferiti volontariamente ed esclusivamente per consentire all’Ateneo l’esercizio delle sue funzioni pubbliche nel tutelare i suoi interessi o nell’erogazione dei servizi che richiede ai fini della partecipazione alla procedura selettiva.

Per tale motivo, pur essendo di natura particolare, ai sensi dell'art.9 par. 2 del GDPR non le viene richiesto il consenso al trattamento.

Modalità del trattamento

Il trattamento dei dati personali avverrà mediante strumenti manuali, informatici e telematici comunque idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. La raccolta e il trattamento dei dati avviene nel rispetto dei principi di liceità, correttezza, trasparenza, pertinenza, completezza e non eccedenza rispetto alle finalità per le quali sono raccolti e delle basi giuridiche del trattamento su citate, con l’ausilio di strumenti atti a registrare, memorizzare e conservare i dati stessi e comunque in modo tale da garantirne la sicurezza e tutelare la massima riservatezza dell’interessato. Per la gestione informatizzata dei dati l’Ateneo si avvale di sistemi informatici di terze parti individuate tra coloro che garantiscono l’adozione di misure tecniche e organizzative adeguate affinché i trattamenti soddisfino i requisiti del GDPR e la tutela dei diritti dell’interessato, allo scopo individuate Responsabili esterne del trattamento dei dati ai sensi dell’art. 28 GDPR.

Categorie di destinatari dei dati ed eventuale trasferimento dei dati

I dati comunicati per le finalità di cui sopra saranno trattati dai dipendenti e collaboratori assegnati ai competenti uffici dell’Università degli Studi di Perugia. Il curriculum vitae del vincitore dell’assegno di ricerca sarà pubblicato nella pagina web http://www.unipg.it/ricerca/assegni-di-ricerca/bandi-e-procedure in ottemperanza alle disposizioni in materia di trasparenza, valutazione e merito. L’Università può comunicare i dati personali di cui è titolare anche ad altre amministrazioni pubbliche qualora queste debbano trattare i medesimi per eventuali procedimenti di propria competenza istituzionale nonché a tutti quei soggetti pubblici ai quali, in presenza dei relativi presupposti, la comunicazione è prevista obbligatoriamente da disposizioni comunitarie, norme di legge o regolamento. In particolare, potranno essere inoltre comunicati a:

  • Membri delle Commissioni esaminatrici
  • MIUR (nell’ambito delle comunicazioni obbligatorie previste per i titolari di assegni di ricerca)
  • Amministrazioni certificanti in sede di controllo delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini del D.P.R. n. 445/2000
  • INPS, tramite SARE
  • Autorità giudiziaria, su richiesta

La gestione e la conservazione dei dati personali raccolti dall'Università degli Studi di Perugia e/o presso fornitori di servizi necessari alla gestione tecnico-amministrativa che, ai soli fini della prestazione richiesta, potrebbero venire a conoscenza dei dati personali degli interessati in qualità di Responsabili del trattamento a norma dell’art. 28 del GDPR. I dati raccolti non saranno oggetto di trasferimento in paesi non appartenenti all’UE né di profilazioni.

Periodo di conservazione dei dati

I dati personali inerenti l'anagrafica e i dati inerenti graduatorie o verbali sono conservati illimitatamente nel tempo anche per interesse storico in base agli obblighi di archiviazione imposti dalla normativa vigente (D.P.R. n. 445/2000, D. Lgs. n. 42/2004, D.P.C.M 3 dicembre 2013).

Diritti dell'interessato

Nella Sua qualità di interessato al trattamento, Lei ha diritto di richiedere all’Università degli Studi di Perugia, quale Titolare del trattamento, ai sensi degli artt. da 15 a 21 del GDPR:

  • l’accesso ai propri dati personali ed a tutte le informazioni di cui all’art. 15 del GDPR;
  • la rettifica dei propri dati personali inesatti e l’integrazione di quelli incompleti, nei termini previsti nel bando;
  • la cancellazione dei propri dati, fatta eccezione per quelli contenuti in atti che devono essere obbligatoriamente conservati dall’Università e comunque nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 17 del GDPR;
  • la limitazione del trattamento ove ricorra una delle ipotesi di cui all’art. 18 del GDPR;
  • di opporsi al trattamento dei propri dati personali, fermo quanto previsto con riguardo alla necessità ed obbligatorietà del trattamento per le finalità sopra esposte;
  • di revocare il consenso eventualmente prestato per i trattamenti non obbligatori dei dati, senza con ciò pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;
  • la portabilità dei dati, prevista nel caso di base contrattuale del trattamento, consisterà nella sola disponibilità dei dati da lei presentati in sede di candidatura e trattati informaticamente.

Modalità di esercizio dei diritti

Per l'esercizio dei propri diritti può rivolgersi al Titolare del trattamento e/o al Responsabile della protezione dati. I dati di contatto sono i seguenti: e-mail rettorato@unipg.it o PEC protocollo@pec.unipg.it, Responsabile della protezione dati: e-mail rpd@unipg.it.

Prima della risposta l'ufficio provvederà ad accertarsi dell'identità dell'interessato.

Reclamo

Nella sua qualità di interessato, Lei ha diritto anche di proporre reclamo all’Autorità Garante per la Protezione dei dati personali ai sensi dell’art. 77 del GDPR.

Vai a inizio pagina
Sommario
×