Università degli Studi di Perugia

Dal 1° settembre 2021 anche l’Università degli Studi di Perugia ha introdotto la Consigliera di Fiducia, una figura specializzata, esterna ed imparziale, importante per la promozione e la costruzione di un ambiente di lavoro improntato al benessere del personale d'Ateneo e dell'intera comunità dell'Ateneo, compresa la componente studentesca (Decreto legislativo n. 81/2008).

La Consigliera di Fiducia dell’Università degli Studi di Perugia è l’Avvocata Monica Raichini.

I compiti della Consigliera 

In stretta sinergia con l’Amministrazione, la Consigliera di Fiducia si occupa di:

  • verificare la sussistenza delle condotte vessatorie, molestie e discriminazioni denunciate, anche attraverso le testimonianze da parte di persone informate, nonché l'accesso ad atti e documenti amministrativi rilevanti;
  • gestire e - se possibile - risolvere i casi concreti rilevati, anche attraverso la proposta all'Amministrazione di misure ritenute idonee per la salvaguardia del benessere psicofisico della persona molestata;
  • identificare fattori relazionali e organizzativi all’origine del disagio;
  • proporre all’Amministrazione le soluzioni ritenute più opportune per garantire l'immediata cessazione di condotte discriminatorie o lesive della dignità della persona;
  • elaborare proposte per prevenire il rischio stress lavoro correlato;
  • interagire con il Comitato Unico di Garanzia (CUG), per definire strategie che promuovano un clima organizzativo finalizzato al benessere lavorativo di tutto il personale d'Ateneo;
  • partecipare alle riunioni del CUG - senza diritto di voto - se l’ordine del giorno prevede la sua presenza.

I destinatari della tutela da parte della Consigliera di Fiducia sono tutte le persone che lavorano o studiano all’Università degli Studi di Perugia, o che vi collaborano a qualsiasi titolo e a chiunque intrattenga stabili relazioni con l’Università, nonché, per quanto attiene alle molestie e discriminazioni, anche alla componente studentesca.

È garantita la riservatezza in ogni fase della trattazione del caso concreto posto all’attenzione della Consigliera di Fiducia e nel corso degli accertamenti che si dovessero rendere necessari per la soluzione della problematica rappresentata.

La Consigliera di Fiducia riceve in presenza, il primo giovedì di ogni mese, dalle 15 alle 18, presso la sede universitaria di Via del Verzaro, 61.

Per prenotare un appuntamento, basta scrivere una e-mail a consiglieradifiducia@unipg.it o chiamare al numero telefonico diretto: 075/5853992.

In alternativa l’incontro può avvenire da remoto con collegamento sulla piattaforma Teams anche in diverso giorno e orario da concordare preventivamente.

Chi usufruisce del servizio, riceve dalla Consigliera un certificato e può motivare l’assenza dal lavoro in diversi modi:

  • con il giustificativo online “Consigliera di fiducia”, allegando il certificato che dovrà essere poi validato dal responsabile;
  • usufruendo della fascia di flessibilità della pausa - 2 ore tra le 11.45 e le 14.45 - e inviando all'Ufficio timbrature il giustificativo rilasciato dalla Consigliera. In questo caso non si dovrà ricorrere al giustificativo online, ma il responsabile potrà comunque vedere che in quella giornata il dipendente ha fruito della rettifica delle ore ma senza alcuna altra indicazione;
  • usando un altro tipo di giustificativo online come esigenze personali o riposo compensativo, che non deve essere motivato ma recuperato, perché considerato parte dell'orario di lavoro.
Condividi su