Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Biotecnologie molecolari e industriali

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il corso di laurea magistrale in Biotecnologie Molecolari e Industriali si propone di fornire agli studenti una preparazione metodologica avanzata basata su contenuti di qualità che permetta loro di acquisire le conoscenze, le abilità e la mentalità adatta a svolgere un lavoro di ricerca guidato che li prepari al terzo ciclo di formazione o direttamente a proporsi sul mercato del lavoro con competenze sufficienti ad assumere ruoli di responsabilità,di coordinamento e di indirizzo nel settore biotecnologico.
Nel rispetto degli obiettivi formativi qualificanti della classe, l'obiettivo formativo è quello di fornire ai laureati una adeguata padronanza dell'applicazione del metodo scientifico ai sistemi biologici con particolare riferimento all'uso di strumenti e competenze nei diversi settori delle discipline biotecnologiche per risolvere problemi, produrre beni e offrire servizi nell'ambito delle necessità dello sviluppo biotecnologico in campo molecolare industriale. Nel loro percorso formativo gli studenti acquisiranno
conoscenze approfondite: sulla organizzazione e modalità di espressione dei genomi e della loro analisi mediante strumenti innovativi nonchè sulla analisi funzionale del proteoma e sulla proteomica applicata; conoscenze e competenze di biotecnologie ricombinanti, ingegneria proteica e metabolica e di modellistica dei sistemi biologici finalizzate alla produzione di beni e servizi nell'ambito dello sviluppo di processi industriali sostenibili e del monitoraggio e del biorisanamento ambientale; conoscenze e competenze nel campo delle metodiche analitiche per il controllo dei processi
biotecnologici nel settore industriale ed ambientale; conoscenze e competenze nel campo dei biomateriali e nel campo delle tecnologie energetiche e con le tematiche connesse con la proprietà intellettuale e con l'organizzazione e la gestione delle imprese biotecnologiche. Raggiungeranno una elevata padronanza delle metodologie bioinformatiche ai fini della organizzazione, costruzione e accesso a banche dati, in particolare di genomica, trascrittomica, proteomica e metabolomica e della applicazione e sviluppo di metodologie bioinformatiche di supporto allo sviluppo di approcci biotecnologici in campo industriale e ambientale. Potranno orientarsi, attraverso un ampio ventaglio di corsi liberi a scelta, verso competenze che caratterizzano specifici percorsi formativi e che consentiranno loro approfondimenti in settori specifici delle biotecnologie. Il percorso formativo si completerà con l'attività sperimentale legata allo svolgimento di un tirocinio ed alla realizzazione della prova finale; tali attività potranno essere svolte presso i laboratori accademici specializzati, presso aziende, strutture della pubblica amministrazione e laboratori, oltre che presso altre Università italiane ed europee, anche nel quadro di accordi internazionali.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Molecolari e Industriali (di seguito nominato CdLM) appartiene alla classe LM-8. E' di durata biennale. Nell'anno accademico 2021/22 saranno attivati il primo e il secondo anno. Ha sede nel Polo di Biotecnologie di Via del Giochetto, Perugia, dove si svolge tutta l'attività didattica. La didattica è organizzata in semestri. L'inizio delle lezioni è fissato per il 27 Settembre 2021. Sono previsti percorsi didattici concordati per studenti lavoratori.
Durante l'epidemia di COVID-19 provocata dal virus SARS-CoV-2 dal periodo marzo 2020 ad oggi, il CdLM ha saputo assicurare il regolare svolgimento della didattica in forma telematica e ha garantito agli studenti il processo di apprendimento e il raggiungimento degli obiettivi formativi. Nel caso si riproponga uno stato di emergenza legato alla malattia COVID-19 nell'A.A. 2021/22, tutte le attività didattiche previste saranno erogate in modalità a distanza facendo uso della piattaforma Microsoft Teams (il cui accesso è gratuito per gli iscritti all'Università degli Studi di Perugia) e/o in modalità mista.
Il CdLM ha come obiettivo formativo quello di fornire ai laureati un'adeguata padronanza dell'applicazione del metodo scientifico ai sistemi biologici, con particolare riferimento all'uso di strumenti e competenze nei diversi settori delle discipline biotecnologiche.
Gli studenti acquisiranno conoscenze e competenze su: organizzazione e modalità di espressione dei genomi e della loro analisi mediante strumenti innovativi, nonché sulla analisi funzionale del proteoma e sulla proteomica applicata; biotecnologie ricombinanti, ingegneria proteica e metabolica e di modellistica dei sistemi biologici finalizzate alla produzione di beni e servizi nell'ambito dello sviluppo di processi industriali sostenibili e del monitoraggio e del biorisanamento ambientale; biologia funzionale; metodiche analitiche per il controllo dei processi biotecnologici nel settore industriale ed ambientale; nanobiotecnologie e biomateriali; tecnologie energetiche, elementi di biofisica e tecniche spettroscopiche nel dominio delle frequenze; tematiche connesse con la proprietà intellettuale, con l'organizzazione e la gestione delle imprese biotecnologiche, con la governance di percorsi e reti di raccolta-gestione-banking-distribuzione di materiali di interesse biologico ad uso clinico nei Tissue Institutes nel quadro normativo europeo; aspetti relativi alla governance delle Scienze della Vita e alle conseguenze sociali e antropologiche delle nuove tecnologie applicate alla biomedicina.
Raggiungeranno una buona padronanza delle metodologie bioinformatiche ai fini della organizzazione, costruzione e accesso a banche dati, in particolare di genomica, trascrittomica, proteomica e metabolomica e della applicazione e sviluppo di metodologie bioinformatiche di supporto allo sviluppo di approcci biotecnologici in campo industriale e ambientale. Potranno orientarsi, attraverso i corsi liberi a scelta, verso competenze che caratterizzano specifici percorsi formativi e che consentiranno loro approfondimenti in settori specifici delle biotecnologie. Lo studente viene inoltre incentivato ed aiutato a svolgere tirocini pratici applicativi presso Enti e Aziende pubbliche e private a carattere biotecnologico, sia in Italia che all'Estero. Il Laureato potrà accedere a Dottorati di Ricerca, Scuole di Specializzazione e Master di II livello.

E' prevedibile l'inserimento del laureato:

- nel campo della ricerca (università ed altri istituti di ricerca pubblici e privati);
- nelle industrie biotecnologiche, nelle Aziende/Enti pubblici e privati operanti nel settore dei servizi e nello specifico:

• laboratori di ricerca e sviluppo e reparti di produzione e controllo di qualità nelle imprese biotecnologiche ed altre interessate all'innovazione biotecnologica, quali le imprese chimiche (chimica fine, bioenergetica, materiali innovativi), farmaceutiche, agro-alimentari, imprese interessate alla utilizzazione di sistemi biologici per microsensori;
• laboratori di diagnostica con particolare riferimento allo sviluppo e produzione di saggi molecolari e/o cellulari o allo sviluppo e produzione di biosensori e sistemi innovativi per la diagnostica ed il monitoraggio ambientale;
• aziende di servizi negli ambiti connessi con le biotecnologie industriali, quali laboratori di analisi e di controllo biologico, nella pianificazione di attività industriali orientate allo sviluppo sostenibile, nei servizi di monitoraggio e recupero ambientale;
• enti preposti alla elaborazione di normative brevettali riguardanti lo sfruttamento di prodotti e/o processi della bioindustria;
• organizzazioni commerciali e di documentazione specificamente coinvolti in produzioni biotecnologiche;
• reti di tissue institutes e biobanche a fini di ricerca.

Gli studenti della LM-BMI potranno accedere al programma di acquisizione del Doppio Titolo grazie ad una convezione tra l’Università degli Studi di Perugia (Italia), corso di laurea in Biotecnologie Molecolari e Industriali e il corso di laurea in Ciências Biològicas dell’Universidade do Vale do Itajaì (UNIVALI) in Brasile.
Altre informazioni
Sono attivi programmi Erasmus/Socrates che offrono agli studenti la possibilità di svolgere periodi di formazione all'estero.
Gli studenti possono usufruire di tutti i servizi offerti dall'Ateneo per il diritto allo studio.
Inoltre è prevista una costante attività di orientamento alla professione ed al mercato del lavoro in generale, realizzato dal CIIB, avvalendosi di attività seminariali svolte da personale qualificato anche esterno all’Ateneo di Perugia.
Sono previste collaborazioni con il Servizio Job Placement d’Ateneo finalizzate alla progettazione di iniziative volte a favorire l’inserimento occupazionale dei laureati.
Informazioni di contatto
Presidente del Corso di Laurea:
Prof.ssa Assunta Morresi
Dipartimento di Chimica, Biologia e Biotecnologie
Tel. 075 585 5589
Fax. 075 585 5598
e-mail: assunta.morresi@unipg.it
Segreteria del Corso di Laurea
Tel. 075 585 7481/7413
Fax 075 585 7406
e-mail: biotecno@unipg.it
Web: http://biotecnologie.unipg.it/
Polo biotecnologico
Quartiere Monteluce
Via del Giochetto
06126 Perugia
Conoscenze richieste per l'accesso
L'iscrizione al CdLM è subordinata al possesso della laurea triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito anche all'estero, riconosciuto idoneo. In relazione all'art. 6, comma 2 del DM 270/2004, possono iscriversi direttamente al CdLM i richiedenti in possesso della laurea triennale in Biotecnologie, curriculum Chimico Industriale, classe delle lauree L-1 ai sensi del DM 509/99, oppure della laurea triennale in Biotecnologie, classe delle lauree L-2 ai sensi del DM 270/2004, conseguite presso l'Università degli Studi di Perugia. In tutti gli altri casi, per l'iscrizione è necessario, relativamente ai requisiti curriculari, che il richiedente abbia il possesso di almeno 80 CFU nei settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti per il CdL triennale in Biotecnologie, classe delle lauree L-2 ai sensi del DM 270/2004 specificati nel 'Regolamento didattico' del corso.
La verifica del possesso dei requisiti curriculari è effettuata da apposita commissione nominata dal CIIB. Nel caso in cui il richiedente non fosse in possesso degli 80 CFU previsti, lo stesso dovrà sostenere un colloquio di fronte alla apposita Commissione avente lo scopo di verificare le competenze e le motivazioni del candidato. Il colloquio verterà su argomenti individuati dalla Commissione stessa. In base all'esito del colloquio la Commissione può assegnare al richiedente debiti formativi. La Commissione indicherà le modalità attraverso le quali il richiedente potrà assolvere a questi debiti formativi.
I richiedenti che, pur possedendo i requisiti curriculari, hanno conseguito un diploma di laurea triennale con una votazione inferiore a 100/110, dovranno sostenere un colloquio di fronte alla apposita commissione nominata dal Presidente del CIIB, volto alla verifica dell'adeguata preparazione personale ed alle motivazioni del candidato. Il colloquio verterà su argomenti individuati dalla Commissione. In base all'esito del colloquio la Commissione può assegnare al richiedente debiti formativi. La Commissione indicherà le modalità attraverso le quali il richiedente potrà assolvere a questi debiti formativi. La Commissione nominata dal CIIB preposta al rilascio del 'nulla osta' necessario per l'iscrizione al corso, dopo aver verificato i requisiti curriculari e di merito indicherà anche le modalità attraverso le quali il richiedente potrà assolvere ad eventuali debiti formativi.
Modalità di ammissione
Il corso è ad accesso libero. L'utenza sotenibile è di 65 studenti.
L'iscrizione al CdLM è subordinata al possesso della laurea triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito anche all'estero riconosciuto idoneo.
In relazione all'art. 6, comma 2 del DM 270/2004, possono iscriversi direttamente al CdLM i richiedenti in possesso della laurea triennale in Biotecnologie, classe delle lauree L-2 ai sensi del DM 270/2004, oppure della laurea triennale in Biotecnologie, classe 1 ai sensi del DM 509/99.
Possono inoltre essere ammessi al CdLM:
1) tutti i richiedenti in possesso di diploma di laurea, appartenente ad una delle seguenti classi di laurea: L-13, Scienze biologiche; LM-13, Farmacia; LM-13, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche; LM-41, Medicina e Chirurgia; LM-42, Medicina Veterinaria; oppure ex D.M. 509/99: Classe 12, Scienze Biologiche; Classe 46/S, Medicina e Chirurgia; Classe 47/S
Medicina Veterinaria.
2) tutti i richiedenti in possesso di altra laurea o di un titolo di studio conseguito presso altre sedi universitarie, purché il percorso formativo sia valutato congruo da una apposita Commissione.
La verifica del possesso dei requisiti richiesti per l'accesso (sia curriculari che di merito) viene verificata dalla apposita Commissione che rilascia il 'nulla osta'.
Gli studenti che intendono immatricolarsi, dovranno richiedere il nulla osta nei tempi opportuni, rispettando le scadenze previste indicate nel Manifesto degli Studi, che verrà pubblicato entro il mese di Giugno nel sito Web del corso (http://biotecnologie.unipg.it) e nella
bacheca del polo didattico.
L'immatricolazione è subordinata all'acquisizione del 'nulla osta'.
Requisiti curriculari: è necessario che il richiedente abbia il possesso di almeno 80 CFU nei settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti per il CdL triennale in Biotecnologie, classe delle lauree L-2 ai sensi del DM 270/2004 e comunque compresi tra i settori scientifico disciplinari indicati nell'Ordinamento didattico in corso o comunque previsti dalla tabella ministeriale, anche se
non attivati nell'Ateneo.
Qualora la Commissione ritenga che il candidato non sia in possesso dei requisiti curriculari indispensabili, potrà attribuire debiti formativi individuali e stabilire le modalità con cui potranno essere sanati, prima della immatricolazione. Il CdLM provvede a che il richiedente possa recuperare i debiti curriculari, sia attivando adeguati corsi integrativi e di recupero, sia permettendo l'iscrizione a singoli insegnamenti offerti dall'Ateneo.
Requisiti di merito: per i richiedenti che, pur avendo i requisiti curriculari, hanno conseguito la laurea con un voto inferiore o uguale a 90/110 è prevista la verifica dell'adeguata preparazione personale. Tale verifica verrà effettuata dalla apposita Commissione che avrà il compito di accertare il possesso delle conoscenze e delle competenze nei settori della Chimica, Biochimica, Biologia Cellulare, Biologia Molecolare e Microbiologia.
I richiedenti del nulla osta dovranno formulare istanza al Coordinatore del corso utilizzando apposita modulistica disponibile nel sito Web del CdLM e del Dipartimento. La Commissione avrà il compito di valutare i requisiti curriculari e di merito dei richiedenti e rilasciare il nulla osta all'immatricolazione. Laddove il richiedente non sia in possesso dei requisiti richiesti, verrà convocato per un colloquio orale. Le date di riunione della Commissione verranno rese note insieme al calendario degli esami e delle sedute di laurea nel Manifesto degli studi disponibile entro il mese di Giugno nel sito Web e nella bacheca del CdLM.
I debiti formativi devono essere recuperati prima dell'immatricolazione. La verifica verrà effettuata dalla stessa Commissione preposta al rilascio del nulla-osta, anche attraverso un colloquio specifico.
Gli studenti potranno immatricolarsi solo dopo aver sanato gli eventuali debiti assegnati.
Orientamento in ingresso
L'orientamento in ingresso è curato dal Coordinatore del CdLM e si avvale della collaborazione di gruppi di Docenti. Viene svolto anche in collaborazione con il il Consiglio del DCBB e con il Delegato del Rettore per l'orientamento.
Il Coordinatore ed alcuni Docenti del CdLM di norma durante l'anno accademico incontrano gli studenti iscritti al secondo e terzo anno del corso di laurea triennale in Biotecnologie per la presentazione del piano formativo del CdLM.
Tali attività a seguito dell'emergenza Covid 19 a partire dal Marzo 2020 sono proseguite con modalità a distanza.
Il sito web del Corso inoltre viene periodicamente aggiornato al fine di rendere accessibili e chiare tutte le informazioni utili agli studenti che, anche se da fuori sede, volessero immatricolarsi.
L'ufficio orientamento di Ateneo svolge attività di supporto agli studenti in entrata, in itinere e in uscita e le informazioni di tali attività sono reperibili nel sito http://www.unipg.it/studenti-futuri.
Orientamento e tutorato in itinere
Il Coordinatore del CdLM, i docenti designati per ciascun anno e la Commissione paritetica docenti-studenti del DCBB assistono ed orientano gli studenti nel loro percorso formativo. Docenti tutor offrono in giorni e in orari stabiliti supporto, approfondimento e chiarimento delle varie attività didattiche. Per informazioni specifiche è disponibile il responsabile dell'orientamento del CdLM dott.ssa Brunella Tancini.
Il CdLM partecipa attivamente alle iniziative dell'Ateneo e riportate nel file allegato.
Tali attività a seguito dell'emergenza Covid 19 a partire dal Marzo 2020 sono proseguite anche con modalità a distanza.
Annualmente vengono istituite un certo numero di Borse di studio destinate a studenti 'capaci e meritevoli' che hanno il compito di affiancare i loro coetanei per attività di supporto, consiglio, tutoraggio. Ciascun docente eroga alcune ore di didattica aggiuntiva destinate agli studenti che necessitano di un sostegno didattico ulteriore.
Il CdLM fornisce orientamento ed assistenza agli studenti per lo svolgimento dell'attività di tirocinio e stages previste dal piano formativo presso strutture esterne (Enti Pubblici e Privati operanti nel settore delle Biotecnologie), interagisce direttamente con le stesse e stipula apposite convenzioni in ambito regionale ed extra-regionale. Indicazioni dettagliate e modulistica sono riportate nel sito http://biotecnologie.unipg.it/.
Numero degli iscritti
Il corso è ad accesso libero.
Come si evince dai dati Universitaly e di Ateneo, la numerosità non è elevata ma il trend è positivo: da 13 iscritti nell'anno accademico 2017/19 a 19 nel 2018/19 e 29 nel 2019/20.
In crescita anche il trend degli immatricolati: da 9 immatricolati nel 2017/18 a 7 nel 2018/19 fino a 14 immatricolati nel 2019/20.
Gli immatricolati provengono nella quasi totalità da un percorso triennale concluso nell'Ateneo di Perugia.

Il flusso di studenti sia in uscita che in entrata è irrilevante non avendo alcun studente in uscita nei tre anni considerati e solo uno in entrata da altro Ateneo nell'anno accademico 2019/20.
Al primo anno tutti gli studenti hanno frequentato le lezioni e hanno acquisito mediamente 34,29 crediti formativi con un voto medio agli esami di 28,69/30. Il numero di crediti è un valore in crescita (14,67 cfu nel 2017/18 e 20,57 cfu nel 2018/19) mentre si mantiene costante il valore del voto medio ( 28,95/30 nel 2017 e 28,5/30 nel 2018/19) rimanendo costantemente elevato.

Risulta esiguo il numero di studenti che ha svolto tirocini/stage fuori Ateneo e/o parte del percorso formativo all'estero con il programma Erasmus.
Risultati in termini di occupabilità
Il numero di laureati in Biotecnologie Molecolari ed Industriali è ancora esiguo e non è stata possibile una elaborazione statisticamente rilevante dei dati.


Dati consultabili ai link inserito
Condividi su