Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Consulenza pedagogica e coordinamento di interventi formativi

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
I laureati in questo corso di laurea magistrale hanno approfondito e consolidato le conoscenze e le competenze specifiche a livello teorico e metodologico nelle scienze pedagogiche e nelle scienze umane tali da consentire: la riflessione critica, la promozione e la progettazione di interventi educativi e formativi qualificati nei settori di competenza della società conoscitiva. Hanno ulteriormente maturato le conoscenze e le competenze, anche a livello linguistico (lingua inglese B2) che consentono la progettazione di interventi coordinati e sistematici volti alla promozione e alla integrazione non solo nell'ambito dell'intercultura, ma anche riguardo alla diversabilità. I laureati hanno conoscenze approfondite e competenze avanzate specifiche tali da consentire la possibilità del successivo percorso di formazione degli insegnanti di "filosofia, psicologia e scienze dell'educazione". I laureati hanno consolidato le competenze e le metodologie specifiche per interpretare le richieste di formazione e per elaborare e coordinare progetti nell'educazione formale e non formale.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Accede al Corso di laurea magistrale chi è in possesso delle Lauree della classe L/19, Scienze della Educazione e Formazione (o precedente classe corrispondente) o di altro titolo di studio idoneo (DM 270/04, art. 6 comma 2).
Requisiti curriculari richiesti per l'accesso alla laurea magistrale: è necessario avere conseguito almeno 60 crediti complessivi nei settori scientifico disciplinari: pedagogici M-Ped, psicologici M-PSI, sociologici SPS/(7-12), filosofici M-FIL/ e storici M-STO/. Nell'ambito dei 60 crediti richiesti, almeno 30 debbono essere relativi a SSD M-PED/; più precisamente dovranno essere sostenuti minimo 6 cfu del settore M-PED/01 e/o M-PED/02 e minimo 6 cfu del settore M-PED/03 e/o M-PED/04.

I laureati nel Corso di laurea magistrale approfondiscono le conoscenze e competenze specifiche a livello teorico e metodologico nelle scienze pedagogiche e umane per la promozione e progettazione di interventi educativi e formativi qualificati nei settori di competenza della 'società conoscitiva'.
Il corso di laurea ha durata biennale per 120 CFU. L'attività didattica è in due anni ed è articolata in semestri.
I laureati nel Corso approfondiscono e consolidano conoscenze e competenze teoriche a livello epistemologico, disciplinare e metodologico nelle scienze pedagogiche e dell'educazione, e nei settori psicologico, sociologico, filosofico, storico, demo-etno-antropologico. I laureati analizzano e comprendono i processi culturali. Approfondiscono conoscenze, competenze e metodologie negli ambiti dell’Intercultura, della diversabilità e dell'educazione e della formazione culturale.
I laureati nel Corso approfondiscono e consolidano competenze pratiche, relazionali, applicative e operative per comprendere le situazioni problematiche individuali e di gruppo nel territorio; confrontano profili teorici e percorsi pratici; progettano e argomentano, con elevata professionalità, soluzioni e attuano interventi e azioni educative e formative secondo le conoscenze, le competenze e le metodologie maturate. I laureati consolidano la capacità di analizzare ed elaborare modelli interpretativi e la domanda formativa individuale e di gruppo emergente dal territorio; individuano soluzioni autonome e piste di ricerca originali a livello epistemologico, antropologico-etico e socio-culturale in costante rapporto tra corso di laurea, istituzioni, ambienti economici e culturali.
I laureati approfondiscono e consolidano le competenze nella progettazione, costruzione e gestione di modelli di comunicazione delle idee e delle soluzioni in relazione con specialisti e non del settore educativo e formativo. Utilizzano ad alto livello l'inglese e le ICT in ambito dell'educazione e della formazione. Avranno capacità di rapporto con il territorio.
I laureati sviluppano la capacità di acquisire conoscenze approfondite e di riflettere criticamente per proseguire con un elevato grado di autonomia studi e ricerche, anche originali, nell'ambito dell'educazione e della formazione. Sviluppano capacità progettuali attraverso azioni.
I laureati potranno esercitare attività di consulenza pedagogica alla persona e i gruppi in strutture educative (pubbliche e private) per minori e giovani, interventi dall'infanzia fino alla formazione continua degli adulti; consulenza e coordinamento di attività educative e formative di programmi culturali e interculturali nel settore pubblico e privato e nella più vasta realtà territoriale; attività di consulenza nella promozione di percorsi educativi e formativi nelle sedi della cultura. I laureati possono partecipare ai concorsi indetti da Enti pubblici e privati
I laureati possono accedere al percorso di formazione degli insegnanti di Filosofia, psicologia e scienze dell'educazione (cl. A 18), secondo normativa vigente.
Conoscenze richieste per l'accesso
Può accedere al corso di laurea magistrale chi è in possesso della laurea in Scienze dell'educazione e in generale di una laurea di durata triennale della classe L/19 (o laurea corrispondente ex DM 509/99), ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo (DM 270/04, art. 6 comma 2). Possono inoltre iscriversi al corso di laurea magistrale i laureati in Pedagogia, Scienze dell'Educazione,vecchio ordinamento, Scienze della formazione primaria. Eventuali altri titoli di ammissione saranno valutati dal Consiglio del corso di Laurea.
La preparazione personale sarà verificata tramite una prova di accesso le cui modalità saranno definite nel regolamento didattico del corso.
Modalità di ammissione
¿ Non è previsto un numero programmato.
¿ Si prevede un'utenza sostenibile di circa cento 100 studenti;
¿ Titolo richiesto per l'accesso: chi è in possesso della Laurea triennale in Scienze della Professionalità educativa, della Laurea triennale in Scienze dell'Educazione, e in generale, di una laurea di durata triennale della classe L/19, L/18, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo (DM 270/04, art. 6 comma 2). Possono inoltre iscriversi al corso di laurea specialistica i laureati in Pedagogia, Scienze dell'Educazione (laurea magistrale), Scienze della Formazione primaria.
¿ Eventuali altri titoli di ammissione saranno valutati dal Comitato del CdS.
Requisiti curriculari richiesti per l'accesso alla laurea magistrale: è necessario avere conseguito almeno 60 crediti complessivi nei settori scientifico disciplinari: pedagogici M-Ped, psicologici M-PSI, sociologici SPS/(7-12), filosofici M-FIL/ e storici M-STO/. Nell'ambito dei 60 crediti richiesti, almeno 30 debbono essere relativi a SSD M-PED/; più precisamente dovranno essere sostenuti minimo 6 cfu del settore M-PED/01 e/o M-PED/02 e minimo 6 cfu del settore M-PED/03 e/o M-PED/04.

Il Comitato decide in merito a possibili equipollenze di crediti o titoli formativi conseguiti in settori disciplinari diversi, ma comunque congruenti rispetto agli obiettivi del corso, qualora si tratti di studenti provenienti da corsi laurea diversi dal corso di laurea in Scienze dell'Educazione.

Lo studente deve presentare, all'atto dell'immatricolazione, il nulla osta attestante i requisiti curriculari richiesti, che sarà poi firmato dal Coordinatore del corso di laurea.
Gli studenti sprovvisti dei requisiti curriculari richiesti devono recuperare, prima dell'immatricolazione, i debiti curriculari tramite i corsi singoli.

Il corso garantisce una conoscenza della lingua inglese con 6 cfu di L-LIN/11 presente nel percorso degli studi.
Orientamento in ingresso
Il Corso di studio si avvale e partecipa alle attività di orientamento previste dal Servizio Orientamento di Ateneo e dal Dipartimento. La coordinatrice del corso, prof.ssa Silvia Fornari, effettua regolarmente attività di orientamento in ingresso al CDS nel suo orario di ricevimento e in fase COVID a distanza su TEAMS.

Nel primo semestre 2020 gli studenti del II e del III anno del CDS in Scienze dell'Educazione sono stati invitati tramite e-mail alla presentazione del corso di laurea magistrale, tenutosi su Teams. Nei mesi successivi si sono tenuti altri incontri informali con gli studenti del III anno di Scienze dell'Educazione per ulteriori chiarimenti circa l'iscrizione al corso magistrale anche a cura degli altri docenti del corso magistrale, nei loro orari di ricevimento.
Orientamento e tutorato in itinere
Il responsabile Tutorati e Orientamento, prof. Marco Moschini, del CDS, insieme alla coordinatrice, prof.ssa Silvia Fornari, svolgono regolarmente incontri con gli studenti del primo e del secondo anno del corso magistrale, per orientarli sia nella scelta degli esami a scelta e sia su come utilizzare i 24 CFU messi a disposizione degli stessi, oltre i 120 CFU previsti, per la possibilità di sanare i crediti necessari per l'ingresso nelle classi di concorso (A-18 e A-19), anche al fine dello svolgimento del corso FIT.
La coordinatrice del CdS regolarmente riceve gli studenti provenienti da altri corsi di studio dell’Ateneo perugino e di altre sedi previo appuntamento, nell’orario di ricevimento. Dal marzo 2020, causa COVID-19, gli incontri si sono svolti sulla piattaforma TEAMS, per fornire loro tutte le informazioni circa gli sbocchi lavorativi.
La coordinatrice del CDS ha coinvolto tutti i docenti del CdS nel sostegno agli studenti fuori corso e coloro che per ragioni personali o lavorative non riescono a frequentare le lezioni, nemmeno quelle a distanza, ed hanno la necessità di ricevere ulteriori informazioni in merito all’andamento del corso magistrale.
L’indagine strutturata dal CdS, volta a conoscere le caratteristiche principali dei nostri studenti, è stata definita dal responsabile della Qualità – prof. Roberto Orazi insieme alla coordinatrice, per avere un quadro statistico riguardanti i numeri relativi a: studenti esonerati, studenti fuori corso, esami non sostenuti, tesi di laurea. Indagine condotta grazie alla collaborazione con le segreterie studenti e l’ufficio statistico dell’Ateneo. Le email inviate nel precedente A.A. agli studenti fuori corso e il supporto offerto loro per aiutarli a completare il corso di studi superando le difficoltà incontrare, hanno portato ad un incrementato del numero degli studenti laureati nelle sessioni di novembre e febbraio 2019-20. Grazie alla collaborazione dei docenti-tutor del CdS, i quali individuati tra i docenti del CdS, svolgono un lavoro di supporto ed assistenza agli studenti in tutto il loro percorso formativo, aiutandoli a risolvere i problemi che possono incontrano nel loro percorso di studio, sino alla scelta della prova finale. Il servizio di tutorato può svolgersi anche come tutorato personale concordato con il comitato coordinatore.
Tale attività avviata dall'A.A. 2016-2017 ha già permesso a circa un 55% degli studenti fuori corso di concludere il proprio percorso e si sta procedendo per sostenere chi ancora non è riuscire a concludere il proprio corso di studio. La modalità di sostegno individuale è quella che meglio permette agli studenti di riuscire a colmare le loro lacune e a riprendere il percorso di studio spesso interrotto da più di due anni.
Numero degli iscritti
Il corso magistrale è riuscito a mantenere nel tempo la stabilità e numerosità degli iscritti.
Nel file sono stati analizzati i dati forniti dall'Ateneo in relazione agli ingressi, il percorso e in merito al numero di laureati negli Anni Accademici indicati
Risultati in termini di occupabilità
I dati riguardanti i laureati e la loro occupabilità sono stati analizzati tenendo in considerazioni i dati inviati dall'Ateneo con riferimento alle analisi di AlmaLaurea e dei questionari compilati dai nostri studenti in merito all'andamento del tirocinio esterno.


Vedi PDFallegato
Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale