Università degli Studi di Perugia

Attenzione: i percorsi proposti sono in continuo aggiornamento, visionare spesso la pagina. Per l'attivazione seguire le istruzioni riportate nella sezione "Come attivare un percorso con l'Università degli Studi di Perugia".

PCTO proposti dai Dipartimenti di Ateneo- A.A.2021/2022

Come attivare un percorso con l'Università degli Studi di Perugia

L’Università degli Studi di Perugia attraverso i propri Dipartimenti propone attività che riguardano i più svariati ambiti di interesse. Tali attività costituiscono solo una proposta, ciascun percorso potrà essere ridefinito e co-progettato attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.

Le scuole interessate ad attivare PCTO con l’Ateneo devono prima convenzionarsi. Con la stipula della convenzione con l’Università degli Studi di Perugia sarà possibile attivare i percorsi proposti da qualsiasi Dipartimento.

Il testo di convenzione è disponibile tra i documenti in fondo alla pagina. Il modello dovrà essere integrato con i dati dell’istituzione scolastica, sottoscritto con firma digitale dal Dirigente Scolastico e inviato tramite PEC all’indirizzo mail protocollo@cert.unipg.it, specificando nell’oggetto: "Convenzione per i percorsi per le Competenze trasversali e l’orientamento e il nome della scuola".

Le scuole convenzionate possono prendere visione dei PCTO proposti dai Dipartimenti di Ateneo consultando l'elenco presente in questa pagina o il Registro Nazionale per l'alternanza.

Per proporre la propria adesione ad un PCTO sarà necessario contattare il referente attraverso i recapiti indicati nella scheda del percorso.

Adempimenti dei tutor universitari in materia di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori nei luoghi di lavoro

La scuola che richiede lo svolgimento del PCTO deve preliminarmente erogare una formazione di tipo generale in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro allo studente interessato. Lo studente che svolgerà l’attività del PCTO all’interno di uffici e aule non dovrà seguire nessun ulteriore corso di formazione in materia di salute e sicurezza, oltre a quello di tipo generale erogato dalla scuola. Lo studente che, invece, dovrà accedere a laboratori (chimici, biologici, meccanici, tecnici, ecc…) o a sezioni sperimentali (campi, serre, stalle, ecc…), dovrà essere formato sulla tipologia di rischio a cui potrà essere esposto durante l’attività. Per le modalità di erogazione di tale percorso formativo specifico, far riferimento alla comunicazione inviata dal Servizio Prevenzione e Protezione prot. n. 183870 del 21 giugno 2022 e n. 201465 del 01 luglio 2022,

Documenti

Link utili

Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale