Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Ingegneria industriale

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Industriale ha l'obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di elevata qualificazione negli ambiti disciplinari dell'ingegneria industriale. Più specificamente, il Corso di studio è dedicato alla formazione di figure professionali di ingegneri di elevata preparazione culturale e professionale, qualificate per impostare, svolgere e gestire attività di progettazione anche complesse e per promuovere e sviluppare l'innovazione. I laureati sono in grado di sviluppare autonomamente progetti avanzati in termini di prodotto e di processo dal punto di vista funzionale, costruttivo ed energetico, con la scelta dei materiali e delle relative lavorazioni, il progetto della disposizione e gestione delle macchine in un impianto per una ottimale utilizzazione. I laureati sono in grado di ottenere, analizzare ed utilizzare adeguati modelli di macchine, impianti e processi industriali anche complessi, ai fini dell'introduzione e della gestione dell'innovazione tecnologica nelle aziende industriali e di servizio, con particolare riguardo all'industria manifatturiera.
Ciò e' il risultato una solida preparazione nelle discipline di base e in quelle più specifiche dell'ingegneria meccanica, attraverso un percorso formativo che approfondisca, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-applicativi.
Sono previsti due orientamenti: "Energia per l'industria" e "Materiali per l'industria" che si differenziano per circa 30 cfu che sono dedicati alla acquisizione di conoscenze relative a particolari segmenti professionali.
Nel curriculum "Energia per l'industria" sono approfondite le problematiche inerenti la progettazione e la conduzione di impianti e processi industriali nei vari comparti della produzione energetica, elettrica e nei comparti della gestione e controllo dell'energia.
Nel curriculum "Materiali per l'industria" sono approfondite le problematiche inerenti allo studio della tecnologia dei materiali metallici e non metallici, della progettazione meccanica e della tecnologia industriale.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Gli obiettivi formativi qualificanti del corso di studio sono:
- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici della matematica e delle altre scienze di base ed essere capaci di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere i problemi dell'ingegneria complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- conoscere approfonditamente gli aspetti teorico-scientifici dell'ingegneria, sia in generale sia in modo approfondito relativamente a quelli dell'ingegneria meccanica, nella quale sono capaci di identificare, formulare e risolvere, anche in modo innovativo, problemi complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
- essere capaci di ideare, pianificare, progettare e gestire sistemi, processi e servizi complessi e/o innovativi;
- essere capaci di progettare e gestire esperimenti di elevata complessità;
- essere dotati di conoscenze di contesto e di capacità trasversali;
- avere conoscenze nel campo dell'organizzazione aziendale (cultura d'impresa) e dell'etica professionale;
- essere in grado di utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

Il corso di studio ha l'obiettivo di fornire agli studenti una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di elevata qualificazione negli ambiti disciplinari dell'ingegneria industriale. Più specificamente, il Corso di studio è dedicato alla formazione di figure professionali di ingegneri di elevata preparazione culturale e professionale, qualificate per impostare, svolgere e gestire attività di progettazione anche complesse e per promuovere e sviluppare l'innovazione. I laureati sono in grado di sviluppare autonomamente progetti avanzati in termini di prodotto e di processo dal punto di vista funzionale, costruttivo ed energetico, con la scelta dei materiali e delle relative lavorazioni, il progetto della disposizione e gestione delle macchine in un impianto per un’ottimale utilizzazione. I laureati sono in grado di ottenere, analizzare e utilizzare adeguati modelli di macchine, impianti e processi industriali anche complessi, ai fini dell'introduzione e della gestione dell'innovazione tecnologica nelle aziende industriali e di servizio, con particolare riguardo all'industria manifatturiera.
Ciò è il risultato di una solida preparazione nelle discipline di base e in quelle più specifiche dell'ingegneria meccanica, attraverso un percorso formativo che approfondisca, oltre agli aspetti metodologico-operativi, anche quelli teorico-applicativi.

I principali sbocchi occupazionali previsti dai corsi di laurea magistrale della classe sono quelli dell'innovazione e dello sviluppo della produzione, della progettazione avanzata, della pianificazione e della programmazione, della gestione di sistemi complessi, sia nella libera professione sia nelle imprese manifatturiere o di servizi sia nelle amministrazioni pubbliche. I laureati magistrali potranno trovare occupazione presso industrie meccaniche ed elettromeccaniche, aziende ed enti per la produzione e la conversione dell'energia, imprese impiantistiche, industrie per l'automazione e la robotica, imprese manifatturiere in generale per la produzione, l'installazione e il collaudo, la manutenzione e la gestione di macchine, linee e reparti di produzione, sistemi complessi.
Conoscenze richieste per l'accesso
I requisiti di ammissione previsti per il corso di Laurea sono i seguenti:

1) Per essere ammessi al corso di studio occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.

2) L'ammissione al corso di laurea magistrale in Ingegneria Industriale richiede il possesso dei seguenti requisiti curriculari.

3) Possiede i requisiti curriculari per l’accesso lo studente che e’ in possesso dei seguenti requisiti curriculari:
3i) almeno n. 48 CFU nei S.S.D. MAT/03, MAT/05, MAT/07, ING-INF/05, FIS/01,CHIM/07;
3ii) almeno n. 64 CFU nei S.S.D. ING-IND/08, ING-IND/09, ING-IND/10, ING-IND/11, ING-IND/12, ING-IND/13, ING-IND/14, ING-IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17, ING-IND/22, ING-IND/31, ING-IND/35, ICAR/08.
Sono conteggiati solo i CFU acquisiti con specifiche verifiche di profitto in percorsi universitari e sono esclusi i CFU acquisiti in base a valutazioni di conoscenze e abilità professionali certificate.
Lo studente che non ha i requisiti curriculari non è ammesso al Corso di Laurea magistrale in Ingegneria Industriale.

4) E’ ritenuta adeguata la preparazione personale dello studente che nei CFU acquisiti nei S.S.D. di cui al punto 3i) ha riportato una media pesata p1>= 21/30 e nei CFU acquisiti nei S.S.D. ING-IND/08, ING-IND/09, ING-IND/10, ING-IND/11, ING-IND/12, ING-IND/13, ING-IND/14, ING-IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17, ING-IND/22, ING-IND/31 ha riportato una media pesata p2 >= 22/30.

5) Non è ritenuta adeguata per l’ammissione al corso di studio la preparazione personale dello studente che nei CFU acquisiti nei S.S.D. di cui al punto c1) ha riportato una media pesata p1< 21/30 e nei CFU acquisiti nei S.S.D. ING-IND/08, ING-IND/09, ING-IND/10, ING-IND/11, ING-IND/12, ING-IND/13, ING-IND/14, ING-IND/15, ING-IND/16, ING-IND/17, ING-IND/22, ING-IND/31 ha riportato una media pesata p2< 22/30.

6) Nei casi in cui le medie pesate non rientrano nella situazione indicata alla lettera e), lo studente in possesso dei requisiti curriculari, per essere ammesso, deve superare una prova per la valutazione della adeguatezza della preparazione personale.
Le prove di ammissione saranno due ogni anno e avverranno, di norma, prima dell’inizio delle attività didattiche semestrali.

7) Il corso di studio, se necessario, predisporrà attività di recupero dedicate al raggiungimento dei requisiti per l’accesso.
Modalità di ammissione
L'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale richiede il possesso di una Laurea di primo livello nella Classe dell'Ingegneria Industriale o di un titolo di studio conseguito all'estero, di cui deve essere valutata l'idoneità, oltre ad una conoscenza della lingua inglese di livello B1 o equivalente. L'accesso richiede inoltre il possesso di requisiti curriculari, che a sua volta consente la necessaria verifica della preparazione personale.
I requisiti curriculari saranno verificati in base al possesso di un adeguato numero di CFU in settori compresi fra le attività di base della Classe L9, e in settori caratterizzanti la Classe L9, in particolare nell'Ambito disciplinare dell’Ingegneria Meccanica.
All'accertamento del possesso dei requisiti curriculari segue la verifica della preparazione personale, consistente nel controllo del superamento di soglie di valutazione relative alla media pesata, in base ai CFU, di voti conseguiti in determinati settori. Nel caso di preparazione personale non adeguata, l'allievo richiedente l'iscrizione, in possesso dei requisiti curriculari, può essere ammesso previo il superamento di una prova di valutazione specifica.
Nel caso di allievi che presentino un titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, i requisiti curriculari verranno valutati da un'apposita commissione sulla base della certificazione del percorso formativo seguito per il conseguimento del titolo di studio necessario per l'ammissione; nel caso di idoneità del titolo di studio conseguito all'estero, la preparazione personale sarà valutata sulla base delle votazioni riportate.
I dettagli riguardanti le modalità di verifica dei requisiti curriculari e della preparazione personale sono indicati nel Regolamento Didattico del Corso di Studi.
Orientamento in ingresso
L'orientamento in ingresso è coordinato da un delegato all'orientamento, nominato dal Direttore del Dipartimento. Il coordinatore si avvale della collaborazione di un gruppo di docenti, appartenenti ai corsi di studio (CdS) gestiti dal Dipartimento.

Le attività di orientamento consistono in:
a) iniziative presso le singole scuole superiori del territorio limitrofo;
b) iniziative collettive presso locali messi a disposizione dai Comuni del territorio limitrofo;
c) iniziative collettive presso le strutture del Dipartimento e dell'Ateneo.

Le iniziative a) e b) sono rivolte agli studenti delle scuole medie superiori. Tuttavia, forniscono informazioni non solo rispetto ai corsi di Laurea triennali, ma anche in merito ai contenuti didattici, agli sbocchi occupazionali, alle collaborazioni aziendali, alle opportunità di stage formativi offerti dal corso di Laurea Magistrale.
Si ritiene fondamentale che lo studente che si inscrive alla laurea triennale abbia la certezza cha potrà proseguire su un percorso formativo magistrale perfettamente coordinato con quello di primo livello. In questo senso l'orientamento in ingresso assume anche un ruolo di orientamento a medio termine.

Relativamente alle iniziative collettive dedicate all'orientamento per l'ingresso alla laurea magistrale presso le proprie strutture, il CdS in collaborazione con tutto il Dipartimento e il servizio orientamento dell'Ateneo, propone:

- visite sistematiche degli studenti in uscita dal percorso triennale ai propri laboratori disciplinari e di ricerca, anche nell'ambito delle attività didattiche del terzo anno. Questa attività è fruibile anche dagli studenti esterni che programmino la loro iscrizione alla Laurea Magistrale presso il nostro Ateneo;

- giornate di orientamento. In questa giornata, attraverso l'intervento di alcuni docenti, si forniscono informazioni dettagliate sui prerequisiti, le modalità e i tempi di iscrizione, i contenuti didattici, i diversi curricula, i potenziali sbocchi occupazionali e le attività di tesi e tirocinio aziendale del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Industriale;

- un evento di orientamento di Ateneo, organizzato a settembre, dedicato a tutta l'offerta formativa di secondo livello (LM) e rivolto anche a studenti provenienti da altri Atenei. Questo evento è finalizzato non solo a fornire dettagliate informazioni in merito ai contenuti didattici, gli sbocchi occupazionali, le collaborazioni aziendali, le opportunità di stage, etc. offerti dai corsi di Laurea Magistrale dell'Ateneo, ma anche informazioni rispetto alla vita dello studente nelle città di Terni e Perugia, con particolare riferimento ai servizi offerti dall'Ateneo (mense, alloggi, biblioteche, trasporti pubblici, attività ricreativo/sportiva, etc.) anche in collaborazione e/o convenzione con le Amministrazioni Comunali e la Regione Umbria.


Per ulteriori informazioni sulle iniziative di Orientamento del CdS, nonché sulla loro calendarizzazione, si possono visitare

la pagina web del Dipartimento di Ingegneria e
la pagina web di Ateneo
Orientamento e tutorato in itinere
Il Dipartimento di Ingegneria, che gestisce il presente CdS, ha nominato un suo delegato per il tutorato contattabile tramite un apposito indirizzo di posta elettronica (tutorato.ing@unipg.it), al quale lo studente e gli altri docenti possono far riferimento per informazioni o segnalazioni. L'orientamento e il tutorato in itinere si esprimono attraverso le modalità di erogazione previste nel Regolamento Didattico:

- Ogni n. 30 studenti immatricolati è prevista la designazione di un tutor che segua lo studente nella risoluzione di problemi legati alla condizione di studente e al metodo di studio.

Possono svolgere attività di tutorato:

A) professori e ricercatori;
B) soggetti previsti dalla legge 170/2003;
C) ulteriori soggetti previsti nel Regolamento Didattico di Ateneo.
Ritenendo che le immatricolazioni siano in numero non superiore al numero massimo previsto per la classe, sono previsti n. 3 tutor.

- Qualora vengano immatricolati soggetti diversamente abili, la struttura didattica provvederà, su richiesta, a mettere a disposizione mezzi strumentali e personale di supporto, secondo le specifiche esigenze.

Aggiornamenti e modifiche in tema di tutorato in itinere vengono pubblicate nella
pagina del sito web di Dipartimento dedicata al tutorato.

Un elenco delle iniziative a livello di Ateneo in merito all'orientamento e tutorato in itinere è descritto nel file PDF allegato nella sezione B5 - orientamento in ingresso.
Numero degli iscritti
Vedi documento allegato.
Risultati in termini di occupabilità
Le informazioni riguardanti le statistiche di ingresso nel mondo del lavoro dei laureati
sono disponibili nel link si seguito riportato. Tali dati sono pubblicati da AlmaLaurea e si riferiscono ad una indagine del 2019 aggiornata ad Aprile 2020.
Condividi su