Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Scienze della alimentazione e della nutrizione umana

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana è un corso interdipartimentale che vede coinvolti nell'offerta formativa i dipartimenti di “Scienze Farmaceutiche”, “Scienze Agrarie, Alimentarie Ambientali”, “Medicina”, “Scienze Chirurgiche e Biomediche” ed è pertanto caratterizzato da una forte interdisciplinarietà, dovuta alle competenze molto diversificate del corpo docente. Nel rispetto degli obiettivi qualificanti della classe LM-61, l'obiettivo formativo che caratterizza il CdLM è quello di formare un esperto nel settore dell'alimentazione e della nutrizione umana, con approfondite conoscenze per la caratterizzazione ed il controllo di qualità gli alimenti, per la gestione delle problematiche nutrizionali di popolazioni in condizioni fisiologiche, quali gravidanza, allattamento, crescita, senescenza ed attività sportiva, per valutare l'influenza degli alimenti sullo stato di salute e di benessere dell'uomo e sulla prevenzione delle malattie, incluse quelle metaboliche e le altre patologie cronico-degenerative.

Nell'ambito delle discipline per la caratterizzazione degli alimenti e gestione del sistema agroalimentare, i laureati devono conoscere la composizione degli alimenti, dei prodotti dietetici, degli integratori alimentari, nonché le tecniche più avanzate per la lavorazione, trasformazione, conservazione e per il controllo di qualità dei prodotti alimentari. Tali esigenze formative sono soddisfatte dalle discipline dei settori caratterizzanti CHIM/10 (Chimica degli Alimenti e Prodotti Dietetici), AGR/13 (Chimica Agraria), AGR/15 (Scienze e Tecnologie Alimentari), AGR/16 (Microbiologia Agraria).

Nell'ambito delle discipline biomediche, i laureati magistrali di questa classe devono conoscere i principali parametri della
biochimica e della fisiologia, collegati con il fabbisogno e il metabolismo dei nutrienti e dei non nutrienti fisiologicamente attivi, nonché utili per la valutazione dello stato nutrizionale. Tali esigenze formative sono soddisfatte dalle discipline dei settori caratterizzanti BIO/09 (Fisiologia), BIO/10 (Biochimica).

Nell'ambito delle discipline della nutrizione umana, i laureati magistrali devono conoscerei principi di dietoterapia nelle condizioni patologiche, la fisiopatologia delle malattie endocrine e metaboliche, gli elementi clinici fondamentali delle diverse malattie internistiche al fine di saper instaurare un corretto approccio preventivo incentrato sugli aspetti nutrizionali. Devono inoltre conoscere le patologie gastrointestinali che alterano l'assorbimento e l'utilizzo dei nutrienti, nonché i rapporti esistenti tra alimentazione e salute ed i principi e metodi di prevenzione. Tali esigenze formative sono soddisfatte dalle discipline dei settori caratterizzanti MED/49 (Scienze Tecniche Dietetiche Applicate), MED/13 (Endocrinologia), MED/09 (Medicina Interna), MED/12 (Gastroenterologia) e MED/42 (Igiene Generale e Applicata).

Nell'ambito delle discipline Affini/Integrative, i laureati magistrali devono acquisire le conoscenze necessarie alla comprensione dell'organizzazione morfologica e funzionale degli prodotti vegetali al fine di valutarne le proprietà nutritive (BIO/03) e dei meccanismi genetici coinvolti nelle produzioni alimentari primarie (AGR/07). In considerazione dell'attuale interesse verso i prodotti funzionali, per il loro ruolo di promozione della salute, i laureati SANU devono inoltre possedere adeguate conoscenze nell'ambito dei prodotti nutraceutici (CHIM/08) e fitoterapici (BIO/15). Specifiche conoscenze relative al rapporto tra malattie onco-ematologiche e alimentazione (MED/50) contribuiscono alla formazione dei laureati, caratterizzando ulteriormente la sede per lo spiccato indirizzo clinico.

Il CdLM in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana ha la durata di due anni, duranti i quali lo studente deve acquisire 120 crediti formativi universitari. La ripartizione dell'impegno orario riservato ad ogni CFU è normata dal Regolamento didattico del corso di studio. Relativamente ai CFU totali, 78 CFU sono impegnati con attività caratterizzanti, 18 CFU riguardano le attività affini ed integrative, 8 CFU le attività a scelta dello studente e 16 CFU le attività per la preparazione della prova finale e le altre attività formative.
Le attività formative, organizzate su base semestrale, sono sviluppate con diverse modalità didattiche (lezioni frontali, esercitazioni, attività pratiche, attività di laboratorio, attività seminariali). In particolare, ogni insegnamento può essere di tipo monodisciplinare o di tipo integrato, secondo quanto indicato dal Regolamento didattico del corso di studio.

Il percorso formativo di ogni studente iscritto è orientato, in ingresso ed in itinere, dal personale della segreteria didattica del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e da docenti con funzione di tutor. Tutti gli aspetti relativi all'organizzazione ed alla gestione del CdLM in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana sono descritti nell'apposito Regolamento didattico, disponibile nel sito web dell'Ateneo.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il CdLM in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana (SANU) ha l'intento di formare laureati magistrali con una solida preparazione scientifica multidisciplinare e con le conoscenze professionali necessarie a svolgere con competenza:
- valutazione delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti e delle modificazioni indotte dai processi produttivi,
- caratterizzazione qualitativa dei prodotti alimentari,
- analisi della biodisponibilità dei nutrienti negli alimenti e negli integratori alimentari e dei loro effetti,
- valutazione della sicurezza degli alimenti e loro idoneità per il consumo umano,
- verifica della corretta assunzione di alimenti per soddisfare i bisogni nutrizionali idonei per il mantenimento dello stato di salute,
- valutazione dello stato di nutrizione più consono alle caratteristiche fisiche e psichiche dell'individuo,
- attività di informazione ed educazione rivolta agli operatori istituzionali e alla popolazione generale sui principi di sicurezza alimentare,
- indagini volte alla sorveglianza delle abitudini alimentari della popolazione,
- partecipazione a programmi internazionali di formazione e di assistenza sul piano delle disponibilità alimentari in aree depresse e in situazioni di emergenza,
- procedure di accreditamento e di sorveglianza di laboratori e strutture sanitarie, per quanto riguarda la preparazione, conservazione e distribuzione degli alimenti.

Il CdLM in SANU ha la durata di due anni, durante i quali lo studente deve acquisire 120 crediti formativi universitari (CFU). La ripartizione dell'impegno orario riservato ad ogni CFU è normata dal Regolamento Didattico del corso di studio.
Le attività formative, organizzate su base semestrale, sono sviluppate con diverse modalità didattiche (lezioni frontali, esercitazioni, attività di laboratorio, attività seminariali). In particolare, ogni insegnamento può essere di tipo monodisciplinare o di tipo integrato, secondo quanto indicato dal Regolamento Didattico.

Tutti gli aspetti relativi all'organizzazione ed alla gestione del CdLM in Scienze dell'Alimentazione e della Nutrizione Umana sono descritti nell'apposito Regolamento Didattico, disponibile nel sito web del Corso di Laurea.
Conoscenze richieste per l'accesso
L'iscrizione al Corso di Laurea Magistrale richiede il possesso della laurea conseguita nella classe L-13 (Scienze Biologiche) e nelle corrispondenti classi di laurea previste dai previgenti ordinamenti o di titolo di studio equipollente conseguito all'estero.
Sono altresì ammessi al Corso di Laurea Magistrale i laureati in altre classi di laurea scientifica in possesso dei requisiti curriculari, definiti nel Regolamento Didattico del corso di studio.
La verifica dell'adeguata preparazione del richiedente, da effettuare necessariamente dopo la verifica del possesso dei requisiti curriculari, è effettuata da un'apposita commissione nominata dal Consiglio del Corso di Studio, attraverso un colloquio idoneativo. In ogni caso, la preparazione del richiedente è automaticamente verificata per i laureati triennali che abbiano ottenuto un voto di laurea superiore a 99/110.
Modalità di ammissione
Per l'iscrizione al Corso di Laurea magistrale è necessario, relativamente ai requisiti curriculari, che i laureati in classi di laurea diverse dalla L-13 (Scienze Biologiche) abbiano acquisito almeno 100 CFU nei settori scientifico-disciplinari riportati nella Tabella 1 allegata.
Nel caso in cui il richiedente non possieda i requisiti curriculari richiesti, lo stesso non potrà perfezionare l'iscrizione al corso fino a quando non li avrà maturati attraverso il superamento di esami specifici.
In conformità all'art. 6, comma 2 del DM 270/2004, la verifica dell'adeguata preparazione del richiedente, che deve essere svolta necessariamente dopo l'accertamento del possesso dei requisiti curriculari, è effettuata da un'apposita commissione nominata dal Consiglio del Corso di Studio, attraverso un colloquio idoneativo. La personale preparazione del richiedente è data per comprovata per i laureati triennali o magistrali che abbiano ottenuto un voto di laurea superiore a 99/110.
In caso di esito positivo delle verifiche, il richiedente potrà perfezionare l'iscrizione alla laurea magistrale entro i termini indicati nel Regolamento Didattico di Ateneo.
Il numero massimo di studenti non comunitari residenti all'estero ammessi al primo anno di corso per l'a.a. 2019/2020 è di dieci, di cui cinque per studenti del contingente Marco Polo.
Orientamento in ingresso
Per l'orientamento in ingresso, il CdS si avvale delle iniziative intraprese dall'Ufficio Orientamento di Ateneo (Via della Pallotta, 61 Perugia; Email: servizio.orientamento@unipg.it) e coordinate dal Delegato di Dipartimento per l'Orientamento (prof. Massimo Moretti, massimo.moretti@unipg.it), volte a far acquisire allo studente le competenze necessarie a scegliere, progettare e costruire meglio il suo futuro universitario. Il delegato di Dipartimento è disponibile per incontri con studenti e famiglie.

Le iniziative intraprese dall'Ufficio Orientamento di Ateneo, sono riportate nel link e nel pdf allegato.
Orientamento e tutorato in itinere
Il Corso di Studio segue gli studenti nella loro carriera attraverso un'attività di orientamento in itinere che si esprime attraverso diverse modalità di erogazione.

L'attività di tutorato in itinere è svolta da tutti i docenti del CdS, tipicamente durante le ore di ricevimento, ed è principalmente rivolta a identificare e risolvere situazioni di difficoltà degli studenti (legate al metodo di studio o ad altre criticità) al fine del miglioramento dell'apprendimento e di un più agevole superamento degli esami di profitto.

Agli studenti del secondo anno di corso viene riservata particolare attenzione nel fornire le indicazioni utili per affrontare l'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione di Biologo, che permette di svolgere la professione di Biologo Nutrizionista.

Inoltre, sono previsti docenti responsabili e coordinatori del tutorato ai quali gli studenti possono rivolgersi in caso di necessità:
- Sonia Esposto,
- Francesca Porcellati,
- Claudia Zadra.
Numero degli iscritti
Dai dati di Ateneo, nell'ultimo triennio è stato registrato un aumento del numero degli iscritti, con 199 studenti iscritti al CdLM SANU nell'A.A. 2019/20 e una percentuale elevata di iscritti in corso (80,9%). Gli studenti iscritti al I anno nell'A.A. 2019/20 sono 96, con il 54% proveniente da atenei diversi da Perugia. I dati AlmaLaurea 2019 confermano l'attrattività del CdLM SANU verso studenti provenienti da regioni diverse rispetto alla sede dell'Ateneo. L'84,8% degli studenti ha frequentato regolarmente più del 75% degli insegnamenti previsti ed il voto medio ottenuto nelle valutazioni di profitto, pari a 27/30, indica un buon livello di preparazione degli studenti nelle discipline affrontate durante il corso di studi. La percentuale di laureati in corso è risultata molto elevata (78%) e buoni risultati sono stati ottenuti dagli studenti all'esame finale di laurea, con un voto medio pari a 107/110.
Nel file allegato sono riportati in forma grafica i dati di ingresso, pecorso e uscita, relativi all'ultimo triennio.
Risultati in termini di occupabilità
L'offerta formativa del CdLM in SANU risulta adeguata per indirizzare i propri laureati nel mondo del lavoro. Le statistiche di ingresso nel mondo del lavoro dei laureati (fonte Almalaurea, laureati anno 2019) evidenziano un alto tasso di occupazione dei laureati:
- 62,5 % ad 1 anno dalla laurea
- 58,3 % dopo 3 anni
- 100,0 % dopo 5 anni

I laureati in SANU che nel loro lavoro utilizzano in misura elevata le competenze acquisite con la laurea sono:
- 64,7 % ad 1 anno dalla laurea
- 83,3 % dopo 3 anni
- 76,9 % dopo 5 anni
Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale