Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Scienze zootecniche

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Le continue modifiche che interessano il settore zootecnico richiedono delle figure professionali in grado di governare le modifiche stesse e di valutarne le ripercussioni sulla filiera.
Il CdLM in Scienze Zootecniche ha l'intento di rispondere a questa richiesta, formando professionisti che, oltre a una solida preparazione in campo biologico, abbiano competenze sulla qualità e sicurezza dei prodotti alimentari, sulla tutela del benessere animale, sull'impatto ambientale, sullo sviluppo sostenibile e sulla redditività dei sistemi produttivi zootecnici, nonché sulla gestione delle innovazioni scientifiche e tecnologiche.
In particolare, il dottore magistrale in Scienze Zootecniche deve saper:
- ottimizzare i sistemi di allevamento, al fine di garantire la qualità delle produzioni, il benessere animale ed il corretto smaltimento dei reflui zootecnici;
- operare nel settore mangimistico, dall'approvvigionamento delle materie prime, alla formulazione, alla trasformazione e al controllo di qualità del prodotto;
- definire piani di selezione e di conservazione della biodiversità animale, anche mediante tecniche di genetica molecolare;
- modificare, valutare e gestire la qualità nella filiera dei prodotti alimentari di origine animale con particolare riferimento a tracciabilità, rintracciabilità e autocontrollo;
- sviluppare strumenti tecnici e gestionali per valutare e garantire la sostenibilità economica, sociale e ambientale delle imprese e delle filiere zootecniche, operando nei settori del marketing e della gestione ambientale;
- elaborare strategie dalla produzione agricola fino all'industria di trasformazione, con particolare attenzione all'aspetto commerciale;
- gestire l'impresa zootecnica sotto il profilo tecnico-economico e fornire assistenza tecnica, contabile e fiscale.

Il CdLM in Scienze Zootecniche ha la durata di 2 anni, durante i quali lo studente deve acquisire 120 Crediti Formativi Universitari, ciascuno corrispondente a 25 ore di impegno dello studente. La ripartizione dell'impegno all'interno di ogni CFU è normata dal Regolamento Didattico del Corso di Studio.
Relativamente ai CFU totali, 72 CFU sono impegnati con attività caratterizzanti, principalmente con discipline dell'ambito "Discipline Zootecniche e delle Produzioni Animali" (54 CFU) e di quello delle "Discipline gestionali e di Sostenibilità"(18 CFU). Le attività formative affini ed integrative impegnano 14 CFU, 8 CFU le attività a scelta dello studente, 3 CFU la conoscenza della lingua inglese (livello B2), 3 CFU le conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro, 4 CFU sono riservati al "Tirocinio in preparazione della prova finale" e infine 16 CFU alle attività relative alla prova finale.
Le attività formative, organizzate su base semestrale, sono sviluppate con diverse modalità didattiche (lezioni frontali, esercitazioni, attività pratiche e seminariali). Ogni insegnamento può essere di tipo monodisciplinare o integrato, secondo quanto indicato dal Regolamento Didattico del corso di studio; in ogni caso, le prove di esame degli insegnamenti integrati vengono svolte in modo collegiale dai docenti responsabili dei vari moduli.
Il percorso formativo di ogni studente è orientato, in ingresso ed in itinere, dal personale della segreteria didattica e da appositi tutor, individuati annualmente tra i dottorandi e gli assegnisti di ricerca dei Dipartimenti concorrenti.
In uscita, l'orientamento alla professione è realizzato dai Dipartimenti concorrenti con la collaborazione della Federazione Italiana dei Dottori in Scienze della Produzione Animale e altre Associazioni di settore.
Tutti gli aspetti relativi all'organizzazione ed alla gestione del CdLM in Scienze Zootecniche sono descritti nell'apposito Regolamento didattico, disponibile nel sito web del DSA3.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Laurea Magistrale Intercorso-InterDipartimentale in Scienze Zootecniche (SZ) forma laureati in grado di gestire gli aspetti inerenti alle produzioni del settore zootecnico e di valutarne le ripercussioni sull'intera filiera produttiva. In particolare, i laureati acquisiscono competenze su: qualità e sicurezza dei prodotti alimentari, tutela del benessere animale, impatto ambientale, sviluppo sostenibile, redditività dei sistemi produttivi zootecnici, nonché sulla gestione delle innovazioni scientifiche e tecnologiche.
Conoscenze richieste per l'accesso
L'iscrizione al CdLM in Scienze Zootecniche è subordinata al possesso di Laurea, di Diploma Universitario di durata triennale o di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. L'iscrizione è anche subordinata al possesso di idonei requisiti curriculari e di un'adeguata preparazione personale.
I requisiti curriculari sono posseduti dai Laureati nella Classe L-38 (DM 16/03/2007) o nella precedente Classe 40 (DM 04/09/2000); negli altri casi, i requisiti curriculari richiesti consistono nel possesso di almeno 80 CFU nei settori scientifico-disciplinari di base e caratterizzanti, distribuiti come specificato in dettaglio nel Regolamento Didattico del Corso di Studio, nonché della conoscenza della Lingua inglese almeno al Livello B1. Tale verifica è effettuata da un'apposita Commissione nominata dal Consiglio di Corso di Laurea.
La verifica dell'adeguata preparazione personale è svolta dopo la verifica del possesso dei requisiti curriculari. Un'adeguata preparazione è posseduta dai laureati con voto pari o superiore a 99/110, o con voto medio di carriera di almeno 27/30; negli altri casi la verifica è effettuata con un colloquio con apposita commissione, nominata dal Consiglio di Corso di Laurea considerando il curriculum del richiedente: il colloquio si svolge con le modalità definite nel Regolamento Didattico del Corso di Studio.
In caso di esito positivo delle precedenti verifiche, il richiedente potrà perfezionare l'iscrizione al CdLM entro i termini indicati nel Regolamento Didattico di Ateneo e del regolamento Didattico del CdS. Nel caso invece in cui le precedenti verifiche non abbiano esito positivo, il richiedente, prima di perfezionare l'iscrizione, dovrà dare evidenza del superamento delle carenze individuate secondo le modalità previste dal Regolamento Didattico del CdS.
Modalità di ammissione
La verifica dell'adeguata preparazione personale del richiedente, che deve essere svolta necessariamente dopo l'accertamento del possesso dei requisiti curriculari, è effettuata da un'apposita Commissione nominata dal Consiglio di Corso di Laurea, attraverso un colloquio che si svolge con le modalità definite nel Regolamento Didattico del corso di studio.
In ogni caso, la personale preparazione del richiedente è data per comprovata per i laureati triennali che hanno ottenuto un voto di laurea PARI O superiore a 99/110 o voto medio di carriera di almeno 27/30.
In caso di esito positivo delle verifiche, il richiedente potrà perfezionare l'iscrizione alla laurea magistrale entro i termini indicati nel Regolamento Didattico di Ateneo ed in quello del corso di studio. Nel caso in cui al richiedente siano stati assegnati debiti formativi, lo stesso non potrà perfezionare l'iscrizione al corso fino a quando non avrà assolto agli stessi debiti attraverso il superamento di esami specifici, nell'Ateneo di Perugia o in altri Atenei. Nel caso in cui il richiedente non abbia dimostrato di avere un'adeguata preparazione personale, prima di perfezionare l'iscrizione, dovrà completare la propria preparazione secondo le modalità previste dal Regolamento Didattico del corso
Orientamento in ingresso
ATTIVITÀ SVOLTE DAL DSA3 - periodo maggio 2020 - aprile 2021


15 maggio 2020: nell'ambito dell'iniziativa Open Day Virtuali dell’Ateneo, il DSA3 ha partecipato alla giornata di orientamento rivolto a numerose scuole della regione e fuori regione durante la quale è stata presentata dell'Offerta Formativa del DSA3 da parte della Commissione Orientamento.

Il DSA3 aveva programmato molte altre attività finalizzate all'orientamento in ingresso ed in uscita ma a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19 sono state annullate o rinviate.
Orientamento e tutorato in itinere
Attività svolte dal DSA3



  • L'orientamento in itinere si esprime attraverso diverse modalità di erogazione e, a questo fine, il DSA3 ha istituito una Commissione per l'Orientamento composta da:
    Dott.David Grohmann (Coordinatore della Commissione),
    Prof.ssa Benedetta Turchetti
    Dott.ssa Domizia Donnini,
    Dott.ssa Michela Farneselli
    Dott. Maurizio Micheli
    Prof. Roberto Romani
    Dott.ssa Annamaria Travetti (Responsabile Segreteria Didattica).

    Dal 26 Febbraio 2020, data di approvazione del Consiglio del DSA3, la suddetta Commissione è così composta:
    Dott.ssa Michela Farneselli (Coordinatore della Commissione),
    Prof.ssa Benedetta Turchetti
    Prof. Roberto Romani
    Dott.ssa Domizia Donnini,
    Dott.David Grohmann
    Dott. Maurizio Micheli
    Dott. Gianluca Veneziani
    Dott.ssa Annamaria Travetti (Responsabile Segreteria Didattica).

    La Commissione collabora con tutte le iniziative organizzate dall'Ateneo (vedi quadro B5 Orientamento in ingresso).
    Realizzazione di brochures dell'Offerta Formativa, con ulteriore aggiornamento dei materiali sia cartacei che su supporto informatico, per la distribuzione brevi manuali e/o per la fruizione sul web, descrittivi dei percorsi offerti dall'Ateneo, con adeguamento del progetto grafico e dei formati; in particolare sono state realizzate sia le brochures dipartimentali che le brochures di area.
    Il Dipartimento ha creato una pagina facebook e twitter al fine di comunicare agli studenti tutte le iniziative di orientamento.



  • Descrizione link: Orientamento
    Link inserito:
    http://dsa3.unipg.it/didattica/informazioni-per-studenti/orientamento/



Numero degli iscritti
l quadro raccoglie la numerosità degli studenti, la loro provenienza, il loro percorso lungo gli anni del Corso e la durata complessiva degli studi fino al conseguimento del titolo come riportatao nel PDF allegato.
Risultati in termini di occupabilità
Le statistiche di ingresso dei laureati nel mondo del lavoro sono riportate nel PDF allegato.
________________________
Per favorire l'inserimento nel mondo del lavoro dei laureati, il Consiglio interdipartimentale del Corso di Laurea Magistrale in Scienze zootecniche ha organizzato, o partecipato, alle seguenti iniziative e/o incontri dedicati agli studenti, laureandi e neo-laureati:
- 31 Ottobre 2019, incontro di consultazione con le Parti Sociali su 'Il DSA3 incontra professionisti e imprese, Tavola rotonda sulla formazione dei futuri laureati'. L'incontro, oltre ad essere previsto dalla normativa ANVUR, ha rappresentato una preziosa occasione di confronto sul ruolo della formazione universitaria a servizio dell’agricoltura e dell’agroindustria italiana. Inoltre è stato di stimolo per studenti e laureandi per decidere il proprio futuro professionale. L'iniziativa è stata particolarmente utile in vista della revisione degli ordinamenti didattici per rinnovare l’offerta formativa del DSA3 a partire dall’Anno Accademico 2020-2021, per raccogliere i pareri e i suggerimenti di autorevoli professionisti.

- 22 novembre 2020
http://dsa3.unipg.it/images/verbali_ps/incontro_parti_sociali_PA_SZ_22_11_2019.pdf

- Job placement di DSA3 (http://dsa3.unipg.it/index.php/job-placement-laureati): il DSA3 ha organizzato un servizio dedicato ai laureati dei propri CdS per rafforzare e specializzare i servizi già offerti dall'Ateneo tendenti a: i, migliorare l'efficacia dei servizi agli studenti; ii, migliorare l'efficacia dei servizi alle imprese; iii, creare una community tra i laureati in Scienze agrarie di Perugia; iv, mantenere un collegamento stabile tra DSA3 e i laureati. Gli strumenti adottati sono: i, mailing list dei laureati in agraria di Perugia; ii, banca dati dei curricula; iii, incontro domanda/offerta; iv, network tra i laureati. Gli incontri realizzati online sulla piattaforma Teams a causa della pandemia di COVID-19 sono stati i seguenti: 1) 29 settembre 2020 - Gestione dell’azienda agraria: Dr. Emanuele Bizzi (Direttore azienda agricola La Pucciarella); Dr. Giacomo Italiani (Responsabile oliveti Gruppo Farchioni); 2) 13 ottobre 2020 - Pubblica amministrazione: Dr.ssa Francesca Cionco (Unione europea); 3) 27 ottobre 2020 - L'industria alimentare: Dr.ssa Chiara Falcioni (Ambruosi&Viscardi), Dr.ssa Chiara Monotti (Barilla).
Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale