Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Lingue, letterature comparate e traduzione interculturale

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
La laurea magistrale in LINGUE, LETTERATURE COMPARATE E TRADUZIONE INTERCULTURALE è finalizzata a fornire:
- avanzate conoscenze della storia della letteratura e della cultura delle civiltà europee ed extraeuropee, anche in un'ottica comparatistica; lo studio delle letterature sarà affiancato da discipline quali la Filologia, la Semiotica e la Critica Letteraria; in alternativa al corso di Critica Letteraria, sarà possibile seguire un corso di Letteratura Europea in lingua inglese (European Modernism Studies); i corsi di Letteratura della Lingua A e della Lingua B saranno tenuti in lingua, ad eccezione della Letteratura Russa e della Letteratura Cinese;
- un'ottima preparazione riguardante le relative lingue; tali corsi saranno svolti in lingua, ad eccezione della Lingua Russa e della Lingua Cinese;
- un elevato grado di preparazione per quanto riguarda il legame fra l'ambito culturale-letterario e l'espressione linguistica;
- una buona competenza nell'utilizzo dei metodi di critica testuale e della terminologia critico-letteraria;
- la conoscenza e la padronanza a livello elevato, in forma scritta e orale, di due lingue (oltre l'italiano), con riferimento anche al lessico specialistico.

Il percorso formativo si differenzierà a partire dal Secondo anno, in base al curriculum scelto.
Il curriculum di indirizzo letterario prevede corsi di Storia del Teatro e dello Spettacolo in opzione a Storia e Critica del Cinema, nonché un'ampia possibilità di scelta fra insegnamenti di Filologia, Letterature Europee ed Extraeuropee Contemporanee e Postcoloniali.
Il curriculum di impronta linguistica e traduttologica verterà, oltre che sull'approfondimento dello studio della Lingua A e della Lingua B, su discipline che fanno diretto riferimento a quest'ambito, quali Semantica e Lessicologia e Teoria e Tecnica della Traduzione, nonché su una materia che permetta di riferire l'espressione linguistica e la relativa traduzione a un preciso contesto storico-culturale (Storia Culturale dell'Europa Moderna oppure Storia Culturale dell'Europa Contemporanea).
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
A partire dall'A.A. 2017-2018 è in vigore, presso Il 'Dipartimento di LETTERE ¿ Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne', un Ordinamento del Corso di Studio di secondo livello (laurea magistrale in LINGUE LETTERATURE COMPARATE E TRADUZIONE INTERCULTURALE (classe delle lauree LM-37. LINGUE E LETTERATURE MODERNE EUROPEE E AMERICANE), modificato rispetto al precedente. Le lingue/letterature straniere attivate, assolutamente di pari livello e con un percorso completo nei due anni di corso, sono: francese, inglese, portoghese-brasiliana, spagnola e tedesca. Gli abbinamenti delle due lingue/letterature sono liberi. Le lezioni vengono in buona parte impartite in lingua: tutte le lingue e le letterature straniere e alcune discipline quali per esempio European Modernism Studies, American Literature and Culture e Literatura Hispano-Americana.

Il suddetto Corso di Studio è finalizzato a fornire:

- approfondite conoscenze della storia della letteratura e della cultura delle civiltà europee ed extraeuropee, anche in un'ottica comparatistica; lo studio delle letterature viene affiancato da discipline quali la Filologia, la Semiotica e la Critica Letteraria; in alternativa al corso di Critica Letteraria, vi è la possibilità di seguire un corso di Letteratura Europea in lingua inglese (European Modernism Studies).
- la conoscenza e la padronanza a livello elevato, in forma scritta e orale, di due lingue, con riferimento anche al lessico specialistico.
- un elevato grado di preparazione per quanto riguarda il legame fra l'ambito culturale-letterario e l'espressione linguistica.
- una buona competenza nell'utilizzo dei metodi di critica testuale e della terminologia critico-letteraria.
Il percorso formativo si differenzia a partire dal secondo anno, in base al curriculum scelto.
Il curriculum di indirizzo letterario prevede corsi di Storia del Teatro e dello Spettacolo in opzione a Storia e Analisi del Film, Arabic Language, Literatura Hispanoamericana, Letteratura Inglese Postcoloniale. Vi è inoltre un'ampia possibilità di scelta fra insegnamenti di Filologia e Letterature Europee ed Extraeuropee Contemporanee.
Il curriculum di impronta linguistica e traduttologica verte, oltre che sull'approfondimento dello studio della Lingua A e della Lingua B, su discipline che fanno diretto riferimento a quest'ambito, quali Semantica e Lessicologia e Teoria e Tecnica della Traduzione, nonché su una materia che permetta di riferire l'espressione linguistica e la relativa traduzione a un preciso contesto storico-culturale (Storia dell'Europa Moderna oppure Storia Culturale dell'Europa Contemporanea).

Per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o di un diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.
Lo studente deve presentare, all'atto dell'immatricolazione, il nullaosta attestante i requisiti curriculari richiesti e debitamente firmato dal Presidente del Corso di Studio. Gli studenti sprovvisti dei requisiti curriculari richiesti devono recuperare i debiti curriculari tramite i 'corsi singoli', prima dell'immatricolazione (per informazioni inerenti alle modalità d'iscrizione rivolgersi alla Segreteria Studenti del Dipartimento di Lettere).
La durata del corso per il conseguimento della laurea magistrale è fissata in un biennio.
Numerosi sono i docenti del Corso di Laurea che tengono conferenze e corsi su invito presso Università di Paesi europei ed extraeuropei; in ugual misura docenti di Paesi stranieri sono invitati a tenere corsi nel nostro Ateneo, come per esempio nel caso del Corso di European Modernism Studies. Si precisa come in questo periodo di emergenza sanitaria si sia fatto ricorso all'utilizzo della modalità telematica.
Il corso di studio utilizza come strumenti di comunicazione il sito ufficiale del Dipartimento (www.lettere.unipg.it), la pagina ufficiale Facebook (Dipartimento di Lettere UNIPG), Unistudium e Teams.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per essere ammessi al Corso di Studio Magistrale occorre essere in possesso della laurea o di un diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo.
Ai fini dell'iscrizione alla LM in Lingue, Letterature Comparate e Traduzione Interculturale, lo studente dovrà possedere preliminari conoscenze curriculari per un totale di almeno 99 cfu, così suddivisi:
a) non meno di 15 cfu per ognuna delle due lingue straniere (Lingua straniera A e Lingua straniera B) nei seguenti SSD: L-LIN/04, 07, 09, 12, 14, 21 e nel SSD L-OR/21, per un totale di almeno 30 cfu;
b) non meno di 9 cfu per ognuna delle due corrispondenti letterature straniere (Letteratura straniera A e Letteratura straniera B) nei seguenti SSD: L-LIN/03, 05, 06, 08, 10, 11, 13,21 e nel SSD L-OR/21, per un totale di almeno 18 cfu;
c) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: L-LIN/01, 02;
d) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: M-STO/01, 02, 03. 04, 06, 07, 08;
e) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: L-FIL-LET/10, 11, 12, 13,14;
f) non meno di 33 cfu nei seguenti SSD: L-ART/01, 02, 03, 04, 05, 06, 07 08; L-FIL-LET/09, 15; M-FIL/01, 02, 03, 04, 05, 06, 07, 08; M-GGR/01, 02; SPS/02, 03, 05, 06, 07, 08, 13, 14; IUS/04, 10, 13, 14, 19, 20; L-LIN/04, 07, 09, 12, 14, 21 e L-OR/21 (come terza lingua e come disciplina filologica limitatamente alla Slavistica).
Con l'esclusione dei punti a) e b), in caso di carenze di CFU esplicitamente richiesti ai punti c), d), e), f), il CILL e/o la Commissione Didattica potranno valutare la possibilità di autorizzare l'iscrizione, purché siano garantiti i 51 CFU tra tutti i SSD indicati. Inoltre potranno essere valutati eventuali equipollenze tra SSD affini.

Ai fini della valutazione della preparazione personale dello studente per l'ammissione alla LM, si prenderà in considerazione il voto di laurea che non potrà essere inferiore a 90.
Nel caso di votazione inferiore, lo studente dovrà sostenere un colloquio in SSD caratterizzanti la LT. In base all'esito di queste prove e ad una attenta valutazione della carriera svolta, il CILL e/o la Commissione Didattica decideranno sull'ammissione.

Lo studente deve presentare, all'atto dell'immatricolazione, il nullaosta attestante i requisiti curriculari richiesti e debitamente firmato dal Presidente del Corso di Studio. Gli studenti sprovvisti dei requisiti curriculari richiesti devono recuperare i debiti curriculari tramite i corsi singoli, prima dell'immatricolazione.
Modalità di ammissione
Per essere ammessi al corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o di un diploma universitario di durata triennale oppure di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo.
Ai fini dell’iscrizione (il cui termine ultimo è il 28 febbraio 2022) alla Laurea Magistrale in Lingue, Letterature Comparate e Traduzione Interculturale, lo studente dovrà possedere preliminari conoscenze curriculari per un totale di almeno 102 cfu, così suddivisi:
a) non meno di 24 cfu per ognuna delle due lingue straniere (Lingua straniera A e Lingua straniera B) negli SSD L-LIN/04, 07, 09, 12, 14 per un totale di almeno 48 cfu; b) non meno di 18 cfu per ognuna delle due corrispondenti letterature straniere (Letteratura straniera A e Letteratura straniera B) negli SSD L-LIN/03, 05, 06, 08, 10, 11, 13 per un totale di almeno 36 cfu; c) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: L-LIN/01, 02; d) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: M-STO/01, 02, 03, 04, 05, 06, 07, 08; e) non meno di 6 cfu nei seguenti SSD: L-FIL-LET/10, 11, 12, 13, 14.
Ai fini della valutazione della preparazione personale dello studente, per l’ammissione alla Laurea Magistrale si prenderà in considerazione il voto di laurea che non potrà essere inferiore a 90. Nel caso di votazione inferiore, lo studente dovrà sostenere un colloquio con una Commissione Didattica appositamente costituita, in SSD caratterizzanti la Laurea Triennale. In base all'esito di questa prova e a un’attenta valutazione della carriera svolta, la Commissione Didattica deciderà sull'ammissione.
Lo studente deve presentare, all’atto dell’immatricolazione, il nullaosta attestante i requisiti curriculari richiesti e debitamente firmato dal Presidente del Corso di Studio. Gli studenti sprovvisti dei requisiti curriculari richiesti devono recuperare, prima dell’immatricolazione, i propri debiti curriculari tramite i corsi singoli (per gli esami di Lingua è obbligatorio sostenere il relativo test al CLA). Per informazioni riguardanti le modalità d’iscrizione, rivolgersi alla Segreteria Studenti del Dipartimento di Lettere.
Orientamento in ingresso
Il corso di studio si avvale, come del resto tutti i singoli corsi di studio del Dipartimento, di un'attività di orientamento notevolmente implementata e coordinata a livello di Ateneo e alla quale partecipano numerosi docenti dei Corsi di Studio in Lingue, anche in base ai settori scientifico-disciplinari di appartenenza. L'attività di orientamento di tali docenti è costantemente coordinata a quella del Delegato di Dipartimento per l'Orientamento.
Le restrizioni alla mobilità imposte dalla pandemia hanno determinato l’interruzione dei tradizionali saloni di orientamento in presenza (l’ultimo dei quali si è tenuto a Spoleto l’11 marzo 2020), poi interamente sostituiti da attività a distanza già dal mese di maggio 2020. In sintesi, il Dipartimento di Lettere ha subito aderito alle nuove modalità di orientamento concordate con l’Ateneo, impegnandosi nella realizzazione di un Open Day virtuale il 27 maggio 2020 e di un video promozionale per ciascun corso di laurea triennale (Lettere, Beni e attività culturali, Lingue e culture straniere). Le registrazioni di tali eventi sono disponibili su Youtube ai seguenti link:
Open Day virtuale: https://www.youtube.com/watch?v=9G8ImuDYBJc
Video cdl Lettere: https://www.youtube.com/watch?v=qPkvzZkZPz0&t=7s
Video cdl Beni e attività culturali: https://www.youtube.com/watch?v=bSBUyTgvJ4A
Video Lingue e culture straniere: https://www.youtube.com/watch?v=2Ratt-Vjpzc
Nei mesi di novembre e dicembre dell’a.a. 2020-21, nell’ambito di UnipgOrientaExpress, sono stati poi tenuti da parte di docenti del Dipartimento, in modalità a distanza, seminari di orientamento agli studenti delle classi IV e V delle scuole secondarie di II grado.
Anche nel 2021, causa emergenza Covid, le principali attività di orientamento all'interno del Dipartimento si sono svolte attraverso degli open day virtuali organizzati a livello di Ateneo.
Sempre di concerto con l’Ateneo infatti, nell’ambito di Orientalive 2021 si è realizzata in collaborazione con Promovideo una 'live' di orientamento nel corso della quale sono stati illustrati il Dipartimento e la sua offerta formativa (con particolare riferimento ai cdl triennali) ed è stato possibile per i docenti intervenuti interagire via chat con gli studenti. La registrazione dell’evento, tenutosi il 13 aprile 2021, è disponibile su Youtube al link: https://www.youtube.com/watch?v=D02XgS0nlqQ
Orientamento e tutorato in itinere
Il Dipartimento offre anche un servizio di orientamento e di tutorato in itinere.

L'orientamento in itinere viene attuato dalla Segreteria didattica del Corso di Studio per ogni tipo di informazione e come supporto durante il percorso di studi e dal Presidente del corso di laurea. A ciò va aggiunta la possibilità di usufruire di colloqui individuali per gli studenti che si trovino nella necessità di rivedere le proprie scelte e il percorso intrapreso; in quest'ultimo caso lo studente può rivolgersi anche al Delegato del Dipartimento per l'Orientamento o all'Ufficio Orientamento di Ateneo. Durante questa fase di emergenza sanitaria connessa al Covid-19 tale attività si è svolta e si svolge tuttora in modalità telematica.

Le attività di tutorato si distinguono in tutorato ad personam e tutorato in itinere, entrambe di competenza del Presidente del corso di laurea e del Responsabile del Tutorato di Dipartimento.
Il tutorato ad personam è coordinato dal Responsabile del Tutorato del Dipartimento, Prof. Luca Cardinali. Mediante tale tutorato è possibile monitorare, attraverso una dettagliata raccolta di dati, il percorso accademico degli studenti, onde stabilire un contatto diretto con coloro che risultano essere in difficoltà e cercare quindi una soluzione. Tale iniziativa è stata attivata anche nell'a.a. 2020-2021.
A tal proposito, sono stati inseriti nella sezione Didattica, Tutorato (https://www.lettere.unipg.it/files/elenco_tutor_per_studenti.pdf) gli elenchi contenenti i nominativi di tutti gli studenti, in ordine alfabetico, con l'indicazione del tutor di riferimento. Il tutor può essere contattato nelle ore di ricevimento indicate nella pagina personale di ciascun docente.
Il tutorato in itinere consiste invece in attività svolte per ottenere una più salda interconnessione tra studenti e docenti e tra studenti e Segreteria Didattica; scopo di queste attività è quello di migliorare le capacità organizzative degli studenti e l'erogazione dell'offerta formativa e di rendere gli stessi studenti più dinamici e propositivi all'interno del Corso di Laurea.
Inoltre ogni anno viene istituito il tutorato d'aula che consiste nell'affiancamento degli studenti più meritevoli all'attività didattica dei docenti.
Gli studenti che producano una certificazione relativa a disabilità o a DSA, potranno essere supportati dagli Uffici d' Ateneo a ciò addetti e dalla referente del Dipartimento, Prof.ssa Alessandra Di Pilla.
Numero degli iscritti
Dati di ingresso
Dai dati forniti dal Servizio informatico di Ateneo, aggiornati al 7 settembre 2020, risulta che nel triennio 2017-2020 il numero degli iscritti al primo anno ha fatto registrare un aumento, passando dai 58 dell'a.a. 2017-2018, ai 48 dell'a.a. 2018-2019, ai 65 dell'a.a. 2019-2020.
Negli stessi anni gli iscritti al biennio sono stati rispettivamente 124, 154, 142.
Per quanto riguarda l'Ateneo di provenienza, questi i dati: negli anni accademici 2017-2018, 2018-2019 e 2019-2020, i laureati provenienti dal nostro Ateneo sono stati rispettivamente 41, 19 e 43, mentre quelli provenienti da altri Atenei 17, 29 e 22.

Dati di percorso
Nell' a.a. 2019-2020 risultano dunque iscritti 142 studenti, di cui 111 in corso e 31 fuori corso. Un solo studente risulta iscritto part time.
In riferimento agli indicatori ANVUR aggiornati al 2018, si forniscono i seguenti dati:
- la percentuale di iscritti entro la durata normale del corso che hanno acquisito almeno 40 cfu nell'a.s. ammonta al 48,1% (iC01);
- la percentuale di cfu conseguiti all'estero dagli studenti regolari entro la durata normale del corso ammonta al 110,2 per mille (iC10);
- la percentuale di cfu conseguiti al I anno sul totale di cfu da conseguire è uguale al 63,7% (iC13);
- la percentuale di studenti che proseguono al II anno nello stesso CdS ammonta al 97,7% (iC14);
- la percentuale di studenti che proseguono al II anno presso altro CdS dell'Ateneo corrisponde allo 0,0% (iC23);
- la percentuale di abbandoni del CdS dopo N+1 anni assomma al 3,8% (iC24).

Dati di uscita
Dai dati forniti da Universitaly aggiornati ad aprile 2020, si evince che il voto di laurea medio è pari a 110/110. Si osserva inoltre che il 73% degli studenti si laurea durante la durata legale del corso. Dai medesimi dati si ricava che ha frequentato regolarmente più del 75% degli insegnamenti previsti l’83% degli studenti, mentre il 17% ha studiato all'estero con Erasmus o altro Programma dell'Unione Europea e il 95% ha svolto tirocini/stage o lavoro riconosciuti dal CdS. Tra gli iscritti risultano esserci lavoratori-studenti nella percentuale del 2%. Si precisa infine che per l'a.a. 2019-2020 l'ultima sessione di laurea utile sarà quella di aprile 2021.
Risultati in termini di occupabilità
In relazione alla condizione lavorativa, dai dati Almalaurea aggiornati ad aprile 2020, si evince che il tasso di occupazione dei laureati a un anno è del 53,3% (Ateneo: 64,9%, Atenei Centro Italia: 57,7%, Totale Atenei italiani: 61,5%). I laureati che nel lavoro utilizzano in misura elevata le competenze acquisite con la laurea, assommano in un anno al 42,9% (Ateneo: 46,4%, Atenei Centro Italia: 58,3%, Totale Atenei italiani: 60,5%). Infine, la retribuzione mensile netta media a un anno dalla laurea magistrale è pari a 1.090 euro (Ateneo: 1.168 euro, Atenei Centro Italia: 961 euro, Totale Atenei italiani: 1.046 euro).
Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale