Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Scienze e tecniche dello sport e delle attività motorie preventive e adattate

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il Corso di Laurea Interclasse è stato costituito per poter rispondere alle moderne esigenze di alta professionalizzazione nel settore delle attività motorie e sportive. A tal fine è stata tenuta in forte considerazione la continua mutazione del concetto di salute che oggi si basa strettamente sul concetto di persona a partire dal piano della prevenzione fino ad arrivare al piano di interazione con l'ambiente. Tutto ciò va a costituire quel processo di prevenzione-diagnosi-cura-rieducazione che richiede conoscenze interdisciplinari specifiche sia riguardo all'attività motoria e sportiva sia riguardo alla prevenzione. Per realizzare un processo così ampio e articolato si è manifestato l'interesse a costituire un Corso di Studi Magistrale unificato che possa assicurare un percorso comune differenziato solo da ambiti specifici distintivi che metta in risalto figure professionali competenti e in grado di far fronte ad una richiesta del mercato del lavoro specifica e professionalizzante, sempre più ricercata da enti e strutture sportive Nazionali.
Il percorso formativo si propone di fornire ai discenti conoscenze e competenze adatte alla proposizione e realizzazione di innovazione metodologica nell'ambito delle attività motorie e sportive rivolte alle diverse età della vita e alle persone affette da patologie fisiche e psichiche congenite o acquisite, a decorso cronico ed ad impatto sulla capacità di partecipazione sociale. Il corso sarà articolato in modo da permettere ai discenti di acquisire le competenze necessarie e specifiche comuni alle attività motorie e sportive mediante lo studio dei meccanismi anatomici, biomeccanici, metodologici, socio-pedagogici e medici. I settori scientifico disciplinari comuni coinvolti sono: M-EDF/02; M-PED/03; BIO/16; MED/09; SPS/08; MED/13; MED/33; FIS/07; BIO/14.
Gli insegnamenti specifici e caratterizzanti sono focalizzati:
- sull'acquisizione di competenze sull'attività motoria preventiva e adattata, sul mantenimento ed il recupero dello stato di buona salute, sull'attività motoria nella disabilità grazie ai settori scientifico disciplinari: MED/34; M-EDF/01; M-PSI/05; MED/26;
-sull'acquisizione delle correlazioni disciplinari relative ai metodi epidemiologici sugli stili di vita e ai fattori di rischio, sulle conoscenze generali relative a gruppi, fenomeni dinamici della vita di gruppo, nonché sullle conoscenze dei regolamenti che disciplinano le attività sportive e le normative relative alle responsabilità del proprio operato, attraverso i settori scientifici disciplinari: MED/33; M-EDF/02; IUS/01
Inoltre sono previsti 20 CFU per attività di tirocinio, da svolgersi presso strutture idonee convenzionate con il Corso di Laurea, 8 CFU di attività a scelta dello studente e 8 CFU per la preparazione della prova finale; l' elaborato della tesi consisterà in uno scritto originale su argomento concordato con un docente di un settore scientifico-disciplinare specifico della classe di Laurea scelta che fungerà da relatore.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Laurea Interclasse in Scienze e Tecniche dello Sport e delle Attività Motorie Preventive ed Adattate è stato costituito per poter rispondere alle esigenze di alta professionalizzazione sia nel settore delle attività motorie preventive ed adattate che in quello della qualificazione sportiva. Il Corso di Laurea interclasse si basa sulla fusione degli obiettivi formativi già previsti nelle Classi di Laurea LM-67 e LM-68 e risponde alla necessità di unificazione di un percorso formativo che risulta di attività scientifico-culturali di base comuni, rappresentate da conoscenze avanzate nell'ambito delle scienze motorie e nell' ambito biomedico, psicopedagogico e sociologico.
Il Laureato Magistrale in Scienze e Tecniche delle attività Motorie Preventive ed Adattate (Classe LM-67) sarà in grado di progettare, sviluppare e gestire in completa autonomia, in differenti popolazioni e/o contesti socio-culturali, programmi di attività motoria volti a:
- Contrastare il fattore di rischio sedentarietà nelle diverse fasce d'età favorendo il raggiungimento, recupero e mantenimento delle migliori condizioni di benessere psico-fisico, dell'assetto posturale e di autonomia lungo l'arco dell'intera vita;
- Contribuire alla promozione della salute individuale e collettiva attraverso program- mi che prevedano lo svolgimento di attività motorie.
- Cooperare con altre professionalità alla prevenzio-ne ed al recupero di situazioni di disagio infantile, adolescenziale, e nell'anziano.
- Essere in grado di mantenere e accrescere la motivazione alla partecipazione alla attività fisica nelle differenti popolazioni e contesti socio-culturali, in tutte le età della vita.
- Essere in grado di eseguire valutazioni finalizzate alla calibrazione e personalizzazione dei programmi di attività motoria e sportiva, nonché indirizzarne l'esecuzione.
- Riconoscere e soddisfare i bisogni motori adattando l'attività al contesto multidisciplinare integrato.
- Sviluppare il ruolo del movimento all'interno di percorsi medico-terapeutici e socio-assistenziali, pedagogici e psicologici, di inclusione ed integrazione educativa ed interculturale
- Saper riconoscere e identificare i comportamenti socio-affettivi nei processi di valorizzazione della persona
- Essere in grado di aggiornare la propria formazione su temi tecnico-scientifici di competenza.
Il Laureato Magistrale in Scienze e Tecniche dello Sport (Classe LM-68) acquisirà conoscenze avanzate nel campo delle attività sportive di elevato livello con acquisizione di conoscenze e competenze fondamentali per il raggiungimento delle migliori prestazioni agonistiche mediante tecniche di allenamento avanzate, l'ottimizzazione della performance fisiologica e tecnico-tattica dell'atleta e una programmazione dell'allenamento specifica per sport, genere e fasce d'età. Tali obiettivi vengono raggiunti mediante lezioni frontali seminari, incontri con esperti del settore ed atleti d'elite, dimostrazioni tecnico-pratiche sul campo ed esercitazioni individuali con l'uso di strumenti avanzati di analisi della prestazione. Il CdS fornirà le capacità di guidare l'atleta dall'età giovanile alla sua evoluzione in atleta maturo attraverso la conoscenza delle:
- Basi scientifiche e metodologie di progettazione, conduzione, prescrizione e gestione dell'allenamento tecnico- tattico, e della preparazione fisica nelle differenti discipline sportive;
- Metodologie e tecniche per la valutazione funzionale e sportiva dell'atleta, della sua attitudine e del talento sportivo, per una corretta progettazione e programmazione individualizzata del processo dell'allenamento;
- Capacità di utilizzare moderne tecnologie e strumenti informatici per lo sviluppo di nuove strategie, tecniche e tattiche di interesse sportivo, nel rispetto della lealtà sportiva;
- Conoscenze degli aspetti, biomedici e psico-pedagogici correlati all'attività sportiva, alla tutela e al recupero della salute e della prestazione dell'atleta, alla diffusione di comportamenti corretti in ambito igienico-sanitario, e al diritto di cittadinanza nello sport e ai più generali processi di inclusione.
In questo contesto, le attività di tirocinio e le diverse attività pratiche ed esercitative, assumeranno un ruolo predominate nell'impianto dell'offerta formativa. Le numerose collaborazioni sviluppate attraverso convenzioni specifiche stipulate con le Federazioni Sportive Nazionali e con gli enti di promozione sportiva, consentiranno agli studenti di scegliere in funzione dei diversi ambiti di interesse. In ragione delle peculiarità del settore, infatti, l'offerta formativa rivolge a tali attività una particolare attenzione, al fine di favorire la capacità di trasferimento delle conoscenze teoriche acquisite dallo studente durante il corso di studio nei diversi contesti lavorativi.
Tra gli obiettivi formativi di entrambi gli indirizzi quello di fornire, attraverso attivitàformative dedicate alla metodologia della ricerca, competenze che permetteranno al laureato magistrale di queste classi di applicare un corretto approccio sperimentale al suo specifico ambito di attività. In questo modo il laureato magistrale potrà adeguatamente svolgere attività di ricerca, progettazio- ne, programmazione, coordinamento e direzione delle attività preventive, rieducative e tecnico-sportive nei diversi contesti lavorativi.
Conoscenze richieste per l'accesso
Per l'accesso al Corso di Laurea Magistrale, i candidati dovranno essere in possesso di Laurea triennale della Classe L-22 (ai sensi del DM 270/04) o della Classe 33 (ai sensi del DM 509/99), ovvero di Laurea Quadriennale in Scienze Motorie (Vecchio Ordinamento) o titoli considerati equipollenti nella normativa.
Modalità di ammissione
Per l'accesso al Corso di Studio Magistrale Interclasse in Scienze e Tecniche dello Sport e delle Attività Motorie Preventive e Adattate (LM-67/LM-68), il candidato deve essere in possesso di uno dei seguenti titoli:
- diploma di laurea della Classe L-22 (ai sensi del D.M. 270/2004) o della Classe 33 (ai sensi del D.M. 509/1999 – Laurea Quadriennale in Scienze Motorie V.O.)
- diploma di laurea conseguito secondo quanto previsto dall'art. 5, comma 6 del D.M.
15/01/1999;
- diploma di Educazione Fisica rilasciato dagli ISEF ai sensi dell'art. 28 della Legge 7/2/1958 n. 88 ed equiparato, come previsto dalla Legge 18/6/2002 n. 136, alla laurea in Scienze Motorie e Sportive.
- altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, secondo la normativa vigente e dalla Commissione nominata dal Consiglio di Corso di Studio intercorso interfacoltà in Scienze Motorie e Sportive.
Orientamento in ingresso
Tutte le informazioni sulle attività di Ateneo sono disponibili al link
https://www.unipg.it/orientamento

Saloni regionali
L’Ateneo incontra le future matricole attraverso un programma di saloni territoriali in grandi comuni umbri con allestimento di decine di stand, presidiati da docenti universitari e dedicati all’orientamento informativo per le ultime classi delle scuole cittadine.
A causa della diffusione del virus Covid-19 e della situazione pandemica che ne è derivata, il programma delle attività in presenza non è stato completato. È stato possibile, tuttavia, svolgere i seguenti saloni territoriali: Foligno (11 dicembre 2019), Assisi (17 Dicembre 2019), Terni (5-6 Febbraio 2020), Castiglion del Lago (14 Febbraio 2020), Todi (18 febbraio 2020) e Gubbio (21 febbraio 2020).

Open day di Ateneo
Il 27 marzo 2020, presso la sede centrale dell’Università degli Studi di Perugia, avrebbe dovuto tenersi l’Open Day di Ateneo, con stand dalle 8,30 alle 18,30 presidiati da docenti universitari e con la presenza di desk sui servizi agli studenti. A causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 anche questo evento è stato annullato. Al suo posto sono state organizzati una serie di Open Day virtuali.

Open day virtuali
Nel mese di Maggio 2020 sono stati organizzati n. 27 Open Day Virtuali sulla Piattaforma Microsoft Teams.
Queste gli eventi e le date di svolgimento:
-Fisica -11 maggio 2020 ore 15,00;
-Geologia – 11 maggio 2020 ore 16,00;
- Ingegneria civile e ambientale, design, ingegneria edile-architettura (1° data) – 12 maggio 2020 ore 16,00;
- Giurisprudenza e Scienze dei servizi giuridici – 12 maggio 2020 ore 15,00
- Scienze agrarie e ambientali, Scienze e tecnologie agroalimentari, Economia e cultura dell'alimentazione – 13 maggio 2020 ore 15,00;
- Economia aziendale (sedi di PG e TR), Economia del turismo (1° data) – 13 maggio 2020 ore 16,30;
- Ingegneria informatica ed elettronica, Ingegneria meccanica – 14 maggio 2020 ore 15,00;
- Scienze politiche e relazioni internazionali, Servizio Sociale e Scienze della comunicazione – 14 maggio 2020 ore 15,00;
- Filosofia e Scienze e Tecniche Psicologiche, Scienze della Formazione primaria, Scienze dell'Educazione, Scienze per l'investigazione e la sicurezza – 14 maggio 2020 ore 18,00;
- Matematica – 15 maggio 2020 ore 15,00;
- Medicina Veterinaria e Produzioni animali – 15 maggio 2020 ore 15,00;
- Informatica – 15 maggio 2020 ore 16,30;
- Lettere, Lingue e culture Straniere e Beni culturali – 19 maggio 2020 ore 15,30;
- Filosofia e Scienze e Tecniche Psicologiche, Scienze della Formazione primaria, Scienze dell'Educazione, Scienze per l'investigazione e la sicurezza (2° data) – 19 maggio 2020 ore 18,00;
- Ingegneria Industriale TERNI – 20 maggio 2020 ore 15,00;
- Farmacia - Chimica e Tecnologia Farmaceutiche - 20 maggio 2020 ore 15,00;
- Economia aziendale e Economia del Turismo (2° data) – 21 maggio 2020 ore 15,00;
- Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria -22 maggio 2020 ore 15,00;
- Ingegneria civile e ambientale, Ingegneria edile-architettura e Design (2° data) – 22 maggio 2020 ore 16,00;
- Professioni Sanitarie – 23 maggio 2020 ore 9,30;
- Scienze motorie e sportive – 23 maggio 2020 ore 15,00;
- Chimica – 26 maggio 2020 ore 15,00;
- Scienze biologiche – 27 maggio 2020 ore 15,00;
- Biotecnologie – 27 maggio 2020 ore 16,00;
- Professioni Sanitarie (2° data) – 28 maggio 2020 ore 15,00;
- Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e protesi dentaria (2° data) – 29 maggio 2020 ore 15,00.

Stand presso scuole e altre strutture esterne alla regione
Prima della diffusione del virus è stato possibile partecipare ad alcuni appuntamenti di orientamento con un proprio stand in presenza:
-Arezzo, ORIENTA-MENTE organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana (7 Dicembre 2019);
-Orienta Calabria a Rende (CS) (21–22–23 gennaio 2020);
-Giovani Lavoro 2020 giornata di orientamento organizzata dal Comuni di Assisi presso il Teatro Lyrick di Santa Maria degli Angeli – Assisi (18 febbraio 2020).
Successivamente, i consueti appuntamenti di orientamento nazioni, sono stati riprogrammati in modalità online ed è stato possibile partecipare ad OrientaPuglia (27, 28 e 29 ottobre 2020) e OrientaSicilia (10, 11 e 12 novembre 2020).

ClickOrienta
Aggiornamento del portale ClickOrientahttps://www.clickorientaunipg.it/ - portale di orientamento a distanza - con contenuti video sulle strutture di Ateneo e con contenuti info-grafici relativi ai corsi di laurea di primo livello.

Progetto Orientati a distanza
Progetto di orientamento nato da un'idea delle rappresentanze studentesche e realizzato in collaborazione con i docenti d'Ateneo. Per ogni corso di laurea di primo livello sono stati realizzati dei contributi multimediali con le domande più frequenti riguardanti il corso di laurea e gli aspetti legati alla vita universitaria. Le risposte sono state fornite da studenti e docenti. I video, girati durante l'emergenza covid-19 con mezzi propri, sono stati pubblicati alla pagina https://www.unipg.it/orientamento/orientamento-virtuale/orientati-a-distanza.

Brochures dell’offerta formativa
Realizzazione di materiali sia cartacei che su supporto informatico, contenenti la descrizione dei percorsi offerti dall’Ateneo per la distribuzione brevi manu e/o per la fruizione sul web; realizzazione di brochures dipartimentali e di brochures di Area.

#UnipgOrientaExpress
Iniziativa di orientamento per gli studenti delle classi IV e V delle Scuole Superiori realizzata attraverso oltre n. 50 webinar su materie specifiche relative alle 5 aree dell'offerta formativa d’Ateneo: economico-giuridico-sociale, medico-sanitaria, scientifica, tecnico-scientifica e umanistica.

Magistralmente
Aggiornamento del portale di Ateneo dedicato all'offerta formativa di II livello dell'Università degli Studi di Perugia. Per ciascuna delle lauree magistrali sono consultabili: la brochure del corso, una breve presentazione video per farsi un'idea del percorso, e tanti altri materiali utili come interviste e testimonianze di studenti ed ex studenti, lezioni tipo ed altro ancora. Inoltre, in questo spazio si trovano per ciascun percorso, uno SPAZIO-TESI, ovvero una modalità per accedere a informazioni sul tipo di tesi che si potrebbe scrivere al termine del percorso.

Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (PCTO)
Nell’anno 2020 l’Università degli Studi Perugia ha attivato i Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (ex Alternanza Scuola Lavoro) stipulando convenzioni con le Scuole interessate. I percorsi, offerti dalle strutture di Ateneo, sono stati attivati nel rispetto delle misure di contenimento del virus covid-19.
A seguito della riforma avvenuta con la Legge di Bilancio 2019, che ha rinominato i Percorsi di alternanza scuola lavoro (di cui al d.lgs. 77/2005) in Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (abbreviato PCTO) è stata aggiornata anche la pagina web di Ateneo di riferimento https://www.unipg.it/orientamento/scuola/percorsi-per-le-competenze-trasversali-e-l-orientamento-pcto

Questionario conoscitivo
Ai nuovi immatricolati è stato somministrato un questionario conoscitivo. La compilazione del questionario è avvenuta nella fase di immatricolazione online mediante un’apposita maschera all’interno dell’applicativo SOL/ESSE3.
Orientamento e tutorato in itinere
Il tutorato in itinere viene organizzato dai docenti tutor di riferimento del CdS.
Il servizio offre informativa, supporto ed assistenza a tutti gli studenti iscritti al Corso di Studi Magistrale mediante colloqui individuali e/o di gruppo, per la preparazione di piani di studio e per problematiche riguardanti le propedeuticità, le modalità di frequenza ai corsi e alle esercitazioni;
In particolare è stato istituito un sito on line di orientamento e tutoraggio per lo svolgimento dei tirocini formativi presso aziende e strutture pubbliche e/o private; allo studente viene richiesto di proporre, avvalendosi del suddetto programma on line, la richiesta di tirocinio; con la guida del docente tutor ed in stretto collegamento con il tutor della struttura accogliente viene elaborato un programma del tirocinio che viene annotato su apposito libretto/diario on line. Al termine e' prevista una verifica dei CFU e delle competenze maturate.
Per il tutoraggio degli studenti vengono inoltre ogni anno assegnati al CdS studenti Tutor designati in base ad una specifica selezione.
Numero degli iscritti
Dati di ingresso: nell’anno 2019/2020 il Corso è tornato ad essere a numero chiuso e quindi questo ha portato ad una riduzione del numero degli iscritti (67) rispetto al biennio precedente dall'A.A: 102 per l’AA 2017/2018 e 118 per l’AA 2018/2019. Gli immatricolati hanno, per quasi la totalità conseguito il Diploma di Laurea triennale presso l'Ateneo perugino (97,0 %); il 46,3 % degli iscritti ha conseguito una votazione compresa tra 91-110 e il 50,7 % con una votazione compresa tra 106/110.
Relativamente alla carriera degli studenti: Il totale degli iscritti per l’anno 2019/2020 è 205 di cui il 14% fuori corso. Il 92,8% dei discenti del primo anno di corso risulta aver effettuato esami ottenendo un numero medio di CFU pari a 26,18, superiori a quelli della coorte precedente e con una votazione media di 27,03 che conclude il trend positivo dei tre anni considerati (26,65 per AA 2017/2018 e 25,76 per AA 2018/2019) mentre la votazione media di tutti gli esami effettuati nell'anno 2019/2020 è del 27,11 ± 3,0.
Dati Laureati: nei tre anni considerati, e sebbene sia presente una elevata quota di studenti-lavoratori, si sono laureati un numero di studenti in progressivo aumento, si è passati da 44 del 2017, 60 nel 2018 a 64 del 2019, di questi hanno conseguito la laurea entro i tempi previsti per il CdS nel 2017 l’95,5%, nel 2018 il 90% e nel 2019 il 91,7%. Da sottolineare i dati molto positivi relativi ai voti conseguiti nell’esame di laurea: nel 2017 il 100% dei laureati ha conseguito il titolo con una votazione compresa tra 91-110 e il 63,7% compresa tra 106-110, nel 2018 il 98,3% dei laureati ha conseguito il titolo con una votazione compresa tra 91-110 e il 68,3% compresa tra 106-110, nel 2019 il 100% dei laureati ha conseguito il titolo con una votazione compresa tra 91-110 e il 57,8% compresa tra 106-110 dimostrando una buona riuscita del percorso formativo offerto dal CdS.
Risultati in termini di occupabilità
I dati Almalaurea 2020 (indagine 2019), inerenti la condizione occupazionale dei 28/60 laureati intervistati che hanno risposto al questionario (a un anno di distanza dalla laurea) con un tasso di risposta del 46,7%, indicano che il 75,0% (percentuale migliore dell'anno precedente 71,9% e dato confermato anche dalle indagini ISTAT) lavora mentre il 21,4% è in cerca di lavoro. Tra i soggetti occupati il 47,6% proseguono il lavoro iniziato prima della Laurea mentre il 33,3% ha iniziato a lavorare dopo la Laurea. Per quanto riguarda la forma contrattuale solo il 4,8% ha un contratto stabile, percentuale ridotta rispetto all’anno precedente (8,7%), mentre risulta notevolmente aumentato il lavoro autonomo 47,6% vs 17,4%; il 14,3% ha un contratto non standard e, a differenza dell’anno precedente, nessuno lavora senza contratto, dato questo in notevole miglioramento rispetto agli anni precedenti (4,3% per il 2018 e 13,0 % per il 2017). Altro dato importante è quello relativo alle caratteristiche dell’Azienda in cui i Laureati lavorano: da sottolineare che nessuno degli occupati è inserito nel settore pubblico, l’85,7% nel settore privato e il 14,3% continua a lavorare in aziende no profit. Positivi i riscontri sull'utilizzo e sull'efficacia della laurea nel tipo di lavoro svolto: l’ 80% ha notato un miglioramento nel proprio lavoro dovuto alla laurea, il 66,7 % utilizza in maniera elevata le competenze acquisite nel Corso di Studio nel proprio lavoro, il 47,6% reputa molto adeguata la formazione acquisita con la laurea, il 62,5% ritiene utile la laurea per le competenze professionali, il 33,3% ritiene utile la laurea per l'attività lavorativa e il 28,6% reputa addirittura necessaria la formazione professionale acquisita all'Università. Dati molto interessanti sono, anche quelli relativi all'efficacia della laurea nel lavoro svolto: il 90,4 % la reputa molto o abbastanza efficace. Altro dato da sottolineare è che, sebbene gli intervistati siano abbastanza soddisfatti del lavoro svolto (punteggio medio 8,0; scala 1-10), il 47,6 % degli occupati cercano lavoro.
Condividi su