Università degli Studi di Perugia

Anno Accademico 2021/22 - Regolamento 2021

Corso di laurea in Scienze della terra per la gestione dei rischi e dell'ambiente

Presentazione

Obiettivi formativi specifici
Il corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente mira a formare tecnici, professionisti ed esperti di livello avanzato, dotati di un'adeguata cultura scientifica di base e di una approfondita conoscenza dei sistemi e dei processi geologici nei loro aspetti teorici, sperimentali e pratici, in grado di svolgere, in autonomia e in interazione con professionisti e ricercatori di altre discipline e gruppi di lavoro interdisciplinari, attività specialistiche teoriche e pratiche nell'ambito delle Scienze della Terra, anche in contesti di ricerca.
Il Corso di Laurea risulta importante per la corretta gestione e pianificazione del territorio, in particolare in aree interessate da elevato rischio idrogeologico e da peculiari risorse geotermiche e idrogeologiche. Inoltre il corso tende a formare laureati in grado di organizzare attività finalizzate alla salvaguardia e alla sostenibilità ambientale, avendo conoscenza anche dei rischi connessi all'impiego delle sostanze naturali e del loro depauperamento.
Il corso potrà essere articolato in diversi percorsi formativi (curricula), opportunamente differenziati, che consentiranno al laureato, al termine del percorso di studi, di acquisire conoscenze e competenze teorico-pratiche approfondite:
- sui processi di evoluzione spazio-temporale dei sistemi geologici, in relazione ai processi biologici, fisici e chimici caratteristici dei diversi ambienti;
- sui metodi di studio, la caratterizzazione e la quantificazione dei fattori che hanno implicazioni nel reperimento e sfruttamento delle risorse geologiche s.l. (risorse idriche, minerarie, ecc.) e nelle ricostruzioni paleogeografiche e paleoambientali;
- sui processi relativi ai rischi naturali, quali il rischi idrogeologico (frane e alluvioni), il rischio vulcanico, il rischio sismico; tali conoscenze saranno finalizzate a prevenire e minimizzare gli impatti sull'ambiente e sulla società dei fenomeni connessi ai rischi elencati;
- sulle interazioni tra processi e materiali e geologici e opere di ingegneria civile e grandi opere.
Il Laureato Magistrale svilupperà inoltre la capacità di:
- sviluppare modelli fisico-matematici dei processi di pertinenza di uno o più campi delle Scienze della Terra, finalizzati alla comprensione dell'evoluzione temporale dei sistemi geologici, che aiutino nella valutazione degli impatti dei processi geologici sull'ambiente e sulla società;
- realizzare cartografia geologica e geotematica (idrogeologica, geomorfologica, geochimica, dei geositi, ecc.), attraverso l'utilizzo autonomo di tecniche e strumenti avanzati per la raccolta, l'interpretazione, la rappresentazione e l'analisi spaziale di dati ed informazioni, anche utilizzando metodi appropriati ed aggiornati, quali i Sistemi Informativi Geografici (GIS) e i sistemi di telerilevamento;
- valorizzare, dal punto di vista delle Scienze della Terra e in base alle conoscenze specifiche, le risorse naturalistiche, culturali e storiche del territorio e delle costruzioni e delle opere in materiale lapideo, stimolando la crescita di attività turistiche (geoturismo) e la protezione e il recupero di tali beni;
- stimolare azioni che riducano l'impatto ambientale dell'uso delle risorse, cercando di sviluppare processi di reimpiego di materiali di seconda generazione, e promuovendo processi industriali che riducano la produzione di CO2 o di inquinanti in generale;
- programmare e portare a termine, in sufficiente autonomia ma con il coinvolgimento di terzi, studi sperimentali finalizzati all'applicazione delle competenze acquisite in uno dei campi di cui sopra.

Per il conseguimento di tali obiettivi, il corso di Laurea Magistrale si articola in:
- attività comuni a tutti i percorsi formativi, finalizzate all'acquisizione di conoscenze e metodi quantitativi, indispensabili per una preparazione scientifica completa e moderna;
- attività caratterizzanti specifiche di ciascun percorso formativo, volte a fornire conoscenze avanzate e specialistiche, relative ad un ambito specifico, ma non limitato, delle Scienze della Terra;
- attività affini ed integrative, volte ad ampliare le conoscenze e la capacità di dialogo con figure professionali contigue;
- ulteriori attività formative, che potranno comprendere: corsi di lingua e di informatica, seminari ed escursioni interdisciplinari sul terreno; altre attività esterne, come tirocini e stage formativi presso aziende, studi professionali, qualificati laboratori di ricerca e altre strutture della pubblica amministrazione, nell'ambito di apposite convenzioni; soggiorni di studio presso altre università e centri di ricerca italiani ed esteri, anche nel quadro di accordi internazionali.
La preparazione della prova finale, ritenuta di importanza fondamentale per il conseguimento degli obiettivi formativi, occuperà per intero l'ultimo semestre del corso, impegnando lo Studente in un lavoro originale su un argomento specialistico, coerente con il suo percorso formativo.
Descrizione del percorso formativo
Il corso di studio in breve
Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell’Ambiente (Geosciences for Risk and Environment Management) rappresenta l'evoluzione del precedente Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Geologiche.
Infatti, a seguito della seppur positiva esperienza di questi 10 anni, si è ritenuto opportuno, dall'a.a. 2020/2021, rivedere l'Ordinamento didattico del Corso di Laurea, definendo meglio alcuni contenuti, al fine di caratterizzare più compiutamente i due curricula proposti. Sono stati così inseriti corsi relativi a tematiche di carattere ambientale il cui interesse sta fortemente crescendo in questo recente periodo.
Ciò ha comportato anche una modifica della denominazione del Corso di Laurea, che mira a formare tecnici, professionisti ed esperti di livello avanzato, dotati di un'adeguata cultura scientifica di base e di approfondite conoscenze multidisciplinari relative al sistema Terra e alle sue dinamiche a scala globale e locale. Le attività didattiche integrano metodologie tradizionali, attività di laboratorio all’avanguardia, lavoro sul campo, stage formativi presso aziende di settore esperte e periodi di formazione all’estero.
Le competenze acquisite dal laureato permettono sbocchi professionali in diversi contesti lavorativi, inclusi quelli di ricerca, dove il sapere tecnico-scientifico esclusivo del Geologo risulta fondamentale e si integra con quello di altre figure professionali, secondo un approccio interdisciplinare e transdisciplinare.
Gli Studenti possono scegliere tra due curricula:
- Curriculum 1 - Geologia Applicata alla Salvaguardia e alla Pianificazione del Territorio;
- Curriculum 2 - Geosciences for Environmental Sustainability (svolto interamente in lingua inglese).
Il Curriculum 1 (Geologia Applicata alla Salvaguardia e alla Pianificazione del Territorio) fornisce una formazione culturale e tecnico-professionale tipica della figura del 'Geologo applicato', necessaria a supporto della realizzazione delle opere ingegneristiche, per il reperimento e il corretto utilizzo delle risorse geologiche (con particolare riguardo alle acque sotterranee), per l'analisi e la valutazione dei rischi geologici (in particolare rischio idrogeologico, rischio geologico-ambientale, rischio idraulico, rischio da erosione, suscettibilità sismica dei terreni, etc.) e per la realizzazione di specifica cartografia geologica e geotematica. La formazione offerta da questo curriculum è rivolta a Studenti particolarmente interessati a sbocchi professionali, in ambito privato o pubblico, legati alla pianificazione territoriale e ambientale, alla Geoingegneria e alla gestione delle risorse idriche superficiali e sotterranee.
Il Curriculum 2 (Geosciences for environmental sustainability), interamente erogato in lingua inglese, fornisce un’approfondita conoscenza dei processi geologici, finalizzata alla comprensione e mitigazione dei rischi associati ai cambiamenti del nostro pianeta. In particolare, i corsi sono mirati alla valutazione delle pericolosità e dei rischi geologici, con particolare riferimento a quelli sismico, vulcanico, geoambientale, nonché all'individuazione e all’utilizzo sostenibile delle georisorse (rinnovabili e non) e dei geomateriali, compreso il loro riutilizzo nell’ottica di una economia circolare.
Il Corso di Laurea magistrale si articola in:
- attività comuni a entrambi i percorsi formativi, finalizzate all'acquisizione di conoscenze e metodi quantitativi, indispensabili per una preparazione scientifica completa e moderna;
- attività caratterizzanti specifiche di ciascun percorso formativo, volte a fornire conoscenze avanzate e specialistiche, relative a un ambito specifico, ma non limitato, delle Scienze della Terra;
- attività affini e integrative, volte ad ampliare le conoscenze e la capacità di dialogo con figure professionali di ambito ingegneristico, idraulico-agrario e giuridico (es. Geotecnica, Progettazione tecnica, etc.);
- attività a scelta dello Studente, purché coerenti con il percorso formativo;
- ulteriori attività formative, che potranno comprendere: corsi di lingua e di informatica, seminari ed escursioni interdisciplinari sul terreno; altre attività esterne, come tirocini e stage formativi (sia in sede che in campagna o presso qualificati laboratori di ricerca e altre strutture della pubblica amministrazione, anche in collaborazione con studi professionali) nell'ambito di apposite convenzioni; soggiorni di studio presso altre Università e centri di ricerca italiani e stranieri, anche nel quadro di accordi internazionali. Il CdS incoraggia i periodi di formazione all'estero: in questo contesto, il Dipartimento di Fisica e Geologia ha all'attivo numerosi rapporti di collaborazione con Università, Enti e Istituti di Ricerca internazionali; questo permette la potenziale mobilità di Studenti per periodi di tirocinio e stage, soprattutto nella fase di elaborazione della tesi di laurea. A questo proposito, va sottolineato anche che il curriculum 2, raccogliendo l’esigenza di internazionalizzazione dei Corsi di Laurea, fortemente incentivata da parte dell’Ateneo, è tenuto completamente in lingua inglese. L’obiettivo principale è quello di aumentare l'attrattività del Corso di Laurea da parte di Studenti stranieri, che possono iscriversi direttamente o essere incentivati nell’usufruire delle esperienze del Programma Erasmus. Questo rappresenta solo il primo step di un processo che il Corso di laurea intende intraprendere verso la completa internazionalizzazione del corso di laurea, con la possibilità di conseguimento di un doppio titolo, con Università straniere partner, con le quali sono già stati già avviati gli opportuni scambi e contatti. Purtroppo per questo anno accademico, le tempistiche per la regolarizzazione di tutte le procedure e convenzioni con gli organi ufficiali delle Università partner straniere ne ha impedito l’avvio, anche a causa delle limitazioni dovute all'emergenza sanitaria, ma si conta di completare tale processo già dal prossimo anno accademico.
I requisiti di accesso al Corso di laurea magistrale sono illustrati nel regolamento didattico, a cui si accede dal link: https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new/manifesto-e-regolamento-didattico.html
La preparazione della prova finale, ritenuta di importanza fondamentale per il conseguimento degli obiettivi formativi, occupa per intero l'ultimo semestre del corso, impegnando lo Studente in un lavoro originale su un argomento specialistico, coerente con il suo percorso formativo.
Informazioni di contatto
Segreteria Didattica:Segreteria Didattica
tel. +39 075 5852752
Patrizia Paterna, e-mail: Sig.ra patrizia.paterna@unipg.it
Dr.ssa Raffaella Formiconi, raffaella.formiconi@unipg.it
Conoscenze richieste per l'accesso
Il titolo di studio richiesto è la Laurea, triennale o quinquennale. Nel caso di titoli di studio universitari conseguiti all'estero, l'idoneità di tali titoli di studio sarà valutata dalla Commissione Didattica, tenendo conto della legislazione e degli accordi internazionali vigenti.
I Laureati, per iscriversi al Corso di Laurea Magistrale, devono possedere determinati requisiti curriculari ed una adeguata preparazione individuale, oltre a una conoscenza della lingua inglese almeno di Livello B1. Se il percorso formativo scelto dallo Studente è svolto in Inglese è necessaria la verifica almeno del livello B2.
Per quanto riguarda i requisiti curriculari, essi sono automaticamente verificati per le lauree triennali conseguite nelle classi:
- L-34 – Scienze Geologiche;
- L-32 – Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura;
- L–30 – Scienze e Tecnologie Fisiche;
- L-7 – Ingegneria Civile e Ambientale;
I requisiti curriculari sono automaticamente soddisfatti anche per le classi di Laurea triennale ex D.M. 509/1999, corrispondenti alle classi sopra elencate. Per le altre lauree triennali, lo Studente deve aver conseguito almeno 60 CFU nei settori CHIM, FIS, MAT E GEO, di cui almeno 36 nei settori GEO. Le lauree quinquennali verificano automaticamente i requisiti curriculari.
Per quanto riguarda la preparazione personale, per l'accesso al corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente è richiesta una formazione di base nelle discipline matematiche, fisiche e chimiche e una adeguata conoscenza nei diversi ambiti delle scienze geologiche. La verifica della preparazione personale dello studente viene effettuata tramite un colloquio.
Il termine ultimo per l'immatricolazione alla Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente viene fissato sulla base delle determinazioni in materia assunte dal Senato Accademico.
I laureati, per immatricolarsi al Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente, dovranno preventivamente presentare una domanda di valutazione (scaricabile al sito http://www.fisgeo.unipg.it/joo3x/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia) presso la Segreteria Didattica del Dipartimento di Fisica e Geologia.
La domanda di valutazione viene esaminata dalla competente Commissione del Corso di Laurea, che procede alla valutazione dei requisiti curriculari e della preparazione individuale dello studente. Al termine di tale verifica, la Commissione delibera l'ammissibilità al Corso di Laurea Magistrale e rilascia il previsto nulla osta, da allegare alla domanda di immatricolazione, che dovrà essere presentata alla Segreteria Studenti dell'Ateneo unitamente alla documentazione comprovante il possesso del titolo di studio di accesso.
Eventuali carenze nel curriculum o nella preparazione individuale non precludono necessariamente l'iscrizione: la Commissione in questo caso determina un debito formativo sui requisiti curriculari d'accesso, indicando gli specifici corsi singoli che lo Studente dovrà sostenere per acquisire i crediti necessari a colmare tale debito e ottenere il rilascio del nulla osta.
Il calendario delle sessioni per il colloquio di ammissione è stabilito annualmente dal Dipartimento e pubblicato anche sul sito web. Tale calendario prevederà comunque almeno due sessioni, in corrispondenza dell'inizio delle lezioni e del termine ultimo per le iscrizioni, fissato dall'Ateneo.
I laureati triennali che abbiano conseguito la laurea triennale nella classe L34 (Scienze Geologiche) o nella classe 16 ex D.M. 509/1999, con una votazione superiore a 99/110, sono esentati dalla verifica e dall'ottenimento del nulla osta.
Per quanto riguarda i laureati quinquennali, la Commissione ha la facoltà di esonerare i candidati dalla verifica, sulla base della valutazione preventiva del loro curriculum formativo.
Modalità di ammissione
Per l'iscrizione al Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell'Ambiente non è previsto alcun numero programmato. In considerazione della tipologia e dell'impegno delle attività didattiche proposte, l'utenza sostenibile è quantificata in 50 studenti.
Il titolo di studio richiesto è la laurea triennale o quinquennale. Nel caso di titoli di studio universitari conseguiti all'estero, l'idoneità di tali titoli di studio sarà valutata dal Comitato di Coordinamento dei Corsi di Studio, tenendo conto della legislazione e degli accordi internazionali vigenti.
Per quanto riguarda i requisiti di accesso curriculari, si precisa che il CCCS ha ritenuto opportuno chiarire ulteriormente quanto riportato nel Quadro precedente (A3.a), uniformando i requisiti stessi a quelli dell'altra LM-74 (Geology for Energy Resources) erogata dal Dipartimento di Fisica e Geologia. Tuttavia il Quadro A3.a non è attualmente modificabile (campo RAD) e sarà modificato appena possibile, sulla base del Regolamento didattico.
In generale, i requisiti sono soddisfatti per gli Studenti in possesso di una Laurea triennale in Scienze Geologiche (classe L34 o classe 16 ex D.M. 509/1999) o di altro titolo estero equivalente.
Per le Lauree triennali conseguite nelle classi di seguito elencate, il possesso dei requisiti di accesso è verificato previa valutazione da parte del CCCS che, tramite l'analisi del curriculum ed un colloquio, se ritenuto necessario, può indicare allo Studente eventuali CFU integrativi nei settori GEO e rilasciare il nulla-osta all'iscrizione.
L32 - Scienze e Tecnologie per l'Ambiente e la Natura;
L32 - Attività di Protezione Civile;
L30 - Scienze e Tecnologie Fisiche;
L7 - Ingegneria Civile e Ambientale;
L31 - Scienze e Tecnologie Informatiche;
L27 - Scienze e Tecnologie Chimiche;
L25 - Scienze e Tecnologie Agrarie e Forestali;
L35 - Scienze Matematiche;
L43 - Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali.
Per le altre Lauree (triennali, magistrali o quinquennali), lo Studente deve aver conseguito almeno 60 CFU nei settori CHIM, FIS, MAT E GEO, di cui almeno 36 nei settori GEO.
Per quanto riguarda i laureati quinquennali, la Commissione ha la facoltà di esonerare i candidati dalla verifica, sulla base della valutazione preventiva del curriculum formativo.
Eventuali carenze nella preparazione individuale non precludono necessariamente l'iscrizione: la Commissione stabilisce le attività necessarie al recupero di tali carenze. A tale scopo, il nulla-osta conterrà le indicazioni della Commissione sul piano di studi, volte a integrare il percorso formativo pregresso dello Studente e a evitare possibili ripetizioni.
È inoltre richiesta una conoscenza della lingua inglese almeno di Livello B1. Se il percorso formativo scelto dallo Studente è svolto interamente in Inglese (Curriculum 2), è necessaria la verifica almeno del livello B2 o equivalente, opportunamente certificato all'atto dell'immatricolazione, secondo la tabella allegata in pdf.
Possono essere esentati dalla presentazione di una certificazione linguistica gli aspiranti iscritti per cui sussista almeno una delle seguenti condizioni:
- possesso di un diploma rilasciato da una High School equivalente alla Scuola secondaria di secondo grado italiana in cui le lezioni siano tenute in inglese;
- possesso di un diploma BSc (o equivalente) ottenuto in una Università in cui le lezioni siano tenute in lingua inglese.
Il calendario delle sessioni per il colloquio di ammissione è stabilito annualmente dal Consiglio di Dipartimento e pubblicato anche sul sito web. Tale calendario prevede comunque almeno due sessioni, in corrispondenza dell'inizio delle lezioni e del termine ultimo per l'iscrizione, fissato dall'Ateneo.
Orientamento in ingresso
L'attività di orientamento in ingresso è svolta attraverso la partecipazione agli eventi organizzati dall'Ateneo, nonché a specifiche iniziative organizzate dal Dipartimento di Fisica e Geologia, che pianifica autonomamente programmi di orientamento, rivolti alle scuole superiori della Regione e dei territori limitrofi.
Il Delegato all'Orientamento del Dipartimento di Fisica e Geologia, nominato dal Direttore del Dipartimento, è il Dr. Marco Cherin, che coordina le attività di orientamento avvalendosi del contributo del Vice-delegato Dr. Sara Palmerini per il CdS in Fisica e della collaborazione di un gruppo di docenti dell’area GEO composto da: Marco Cherin (Delegato all'Orientamento), Laura Melelli, Giorgio Minelli, Maurizio Petrelli, Amalia Spina, Azzurra Zucchini.
Il gruppo di lavoro, per quanto detto sopra, opera su due linee principali di attività:
• partecipazione alle iniziative messe in atto dall'Ateneo, attraverso un costante confronto con il Delegato di Ateneo;
• sviluppo di ulteriori iniziative, specificamente dedicate ai Corsi di Studio in Geologia.
Nell'ambito delle attività riconducibili all'orientamento ricadono anche il Piano Lauree Scientifiche (PLS, di cui è Responsabile il Dr. Maurizio Petrelli) e il Percorso per le Conoscenze Trasversali e l'Orientamento (PCTO, ex Alternanza Scuola-Lavoro, di cui è Responsabile il Dr. Marco Cherin).
L’offerta formativa dei Corsi di Laurea in Geologia è presentata on-line sia attraverso i canali d’Ateneo, sia attraverso il sito web dedicato (http://geo.unipg.it/).

PARTECIPAZIONE AD ATTIVITÀ PROMOSSE A LIVELLO D’ATENEO

Come di consueto, l’area GEO del Dipartimento di Fisica e Geologia ha partecipato con costanza alle attività di orientamento organizzate dall’Ufficio Orientamento, Inclusione e Job Placement dell’Università, sotto la direzione del Delegato del Rettore, Prof. Roberto Rettori.
Alla luce delle restrizioni legate all’emergenza sanitaria da COVID-19, in sostituzione delle attività di orientamento in presenza, l’Ufficio Orientamento, Inclusione e Job Placement ha predisposto una serie di attività in remoto, raggruppate nella nuova sezione del portale d’Ateneo detta 'Orientamento Virtuale' (https://www.unipg.it/orientamento/orientamento-virtuale). In particolare, di seguito, sono riportate le attività svolte durante gli a.a. 2019/2020 e 2020/2021:

A.A. 2019/2020
• Progetto 'Orientati a distanza' - Progetto di orientamento nato da un'idea delle rappresentanze studentesche e realizzato in collaborazione con i docenti d'Ateneo. Il progetto ha previsto la realizzazione di brevi video girati con mezzi propri, generalmente nella propria abitazione durante la prima fase dell'emergenza COVID-19, da parte di docenti e studenti. I video, caricati sul portale d’Ateneo (https://www.unipg.it/orientamento/orientamento-virtuale/orientati-a-distanza), offrono spunti interessanti sull'offerta formativa e sulla vita universitaria. Qui il video del CdL in Geologia: https://www.youtube.com/watch?v=SOTPPHIXgQg.
• Progetto 'Unipg Orienta Express' - Progetto presentato sotto forma di 'viaggio' di orientamento per gli Studenti delle classi IV e V delle Scuole Superiori attraverso più di cinquanta webinar nelle 5 aree dell'offerta formativa Unipg (https://www.unipg.it/orientamento/scuola/unipgorientaexpress?view=elencoeventi). L’area GEO ha partecipato con due webinar, tenuti dal Dr. Marco Cherin e dal Dr. Massimiliano Barchi.
• Progetto 'Open Day Virtuali' - Progetto di presentazione dell’offerta formativa e delle peculiarità di ogni Dipartimento dell’Ateneo attraverso incontri on-line in diretta (https://www.unipg.it/orientamento/orientamento-virtuale/open-day-virtuali). Le registrazioni sono state poi messe a disposizione sul canale YouTube d’Ateneo (Qui il video del CdL in Geologia: https://www.youtube.com/watch?v=6D8jZyUjiYY&feature=youtu.be).

A.A. 2020/2021
• Progetto 'Unipg Orienta LIVE' - Progetto di orientamento nato dall’esigenza di elaborare un format originale rispetto ai 'classici' webinar. Ogni CdL dell’Ateneo viene presentato nel corso di una trasmissione televisiva in diretta YouTube, con interazione costante con gli spettatori, ossia le potenziali matricole.


ATTIVITÀ SEMINARIALI

Come di consueto, i docenti del Dipartimento sono stati invitati a svolgere seminari presso il Liceo Scientifico 'G. Marconi' di Foligno (PG). A causa dell’emergenza COVID-19, il numero di seminari si è però ridotto rispetto agli anni precedenti. In particolare:

A.A. 2019/2020
• Corrado Cencetti – 'Il ruolo del geologo nella salvaguardia del territorio e nella gestione dei rischi ambientali' - 23 gennaio 2020, 8:30-10:30
• Paola Comodi – 'Viaggio al centro della Terra: scienza tra fantasia e realtà' - 3 febbraio 2020, 11:00-13:00.

A.A. 2020/2021
• Marco Cherin – 'Geologia: offerta formativa dell’Università di Perugia' - 31 marzo 2021, 9:00-11:00-13:00.


PIANO LAUREE SCIENTIFICHE (PLS)

A partire da marzo 2020, le attività in ambito PLS sono state interrotte a causa dell'emergenza COVID-19. Un nuovo progetto PLS è stato recentemente approvato e finanziato e si svolgerà nel biennio 2021-2022.
La prima iniziativa svolta in ambito PLS (Obiettivo 1 - Orientamento alle iscrizioni, anche promuovendo l’equilibrio di genere) è stata l’iniziativa 'GEO-PG - Donne allo specchio', realizzata in occasione della 'Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza' (11 febbraio 2021). Mediante una serie di 12 video pubblicati sul nuovo canale YouTube (vedi sotto), le donne e le ragazze dell’area GEO del Dipartimento hanno raccontato sé stesse in un confronto 'botta e risposta' dalla vita professionale a quella privata.


PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E L'ORIENTAMENTO (PCTO)

In risposta alle restrizioni imposte dall’emergenza COVID-19, l’area GEO del Dipartimento di Fisica e Geologia ha avviato quest’anno un percorso on-line. Il percorso, dal titolo 'Conoscere le Scienze della Terra: patrimonio geo-paleontologico, cambiamenti climatici, rischi geologici e studio dei geomateriali', si compone di 7 seminari on-line finalizzati a fornire agli studenti un ampio bagaglio di conoscenze sulle Scienze della Terra e le loro applicazioni.
Il percorso, della durata complessiva di 10 ore, è coordinato dal Dr. Marco Cherin e tenuto da numerosi membri del Dipartimento, ai quali sono affidati i diversi moduli:

22 marzo 2021
15:00-16:00 - M. Cherin, B. Azzarà - Introduzione al patrimonio geo-paleontologico
16:00-17:00 – S.Cirilli, A. Sorci, A. Spina - Il cambiamento climatico e la transizione energetica, dai combustibili fossili verso le fonti rinnovabili

23 marzo 2021
15:00-16:00 - L. Melelli - La Terra vista dall’alto: GIS e DEM per una nuova lettura del Paesaggio
16:00-17:00 - P.Comodi, A. Zucchini - I geomateriali e le loro trasformazioni: un tesoro per l'economia circolare

24 marzo 2021
15:00-17:00 - C. Pauselli, M. Porreca - Rischio sismico

25 marzo 2021
15:00-17:00 - C. Cencetti, C. Cambi, L. Di Matteo - Rischio idrogeologico

26 marzo 2021
15:00-17:00 - D. Perugini, M. Petrelli, F. Frondini, C. Cardellini - Studio dei gas serra ed introduzione al rischio vulcanico


ATTIVITÀ DI PROMOZIONE

Dall’A.A. 2020/2021, il gruppo orientamento coordinato dal Dr. Marco Cherin ha attivato e gestisce con regolarità i nuovi social network 'Geologia Unipg'. Gli obiettivi principali dei nuovi canali sono:
• Attrarre l’attenzione dei giovani a scopo d’orientamento, favorendo un aumento delle immatricolazioni
• Aprire una vetrina sull’attività didattica, di ricerca e terza missione dei ricercatori GEO Unipg
• Sensibilizzare il pubblico generale sulle Scienze della Terra
• Catalizzare l’attenzione verso il sito web di orientamento http://geo.unipg.it
• Interagire, mediante condivisioni 'incrociate', con social network affini, ad esempio la
pagina Facebook del Dipartimento e il profilo Instagram 'isuperquarzo' dei nostri studenti.
In generale, quindi, questi canali hanno la funzione di proiettare l’area GEO e la sua offerta formativa verso il mondo esterno (soprattutto verso le potenziali matricole).
• Facebook: https://www.facebook.com/geo.unipg
• Instagram: https://www.instagram.com/geologia.unipg/
• Twitter: https://twitter.com/GUnipg
• YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC3lDfwUL4ncrkW3m0yYInDA

I servizi di tutorato attivati ogni anno, nonché notizie generali sulle modalità di immatricolazione e sui servizi agli Studenti sono inoltre resi pubblici nel Manifesto degli Studi e sul sito web del Corso di laurea:
https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new.html
Inoltre la Segreteria Didattica del Dipartimento di Fisica e Geologia, nelle persone della Dr.ssa Elisabetta Brunetti e della Dr.ssa Raffaella Formiconi, svolge un servizio di informazioni personalizzate per gli Studenti che possono contattare la struttura per telefono o per e-mail (vedi link:
https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new/contatti-stgra.html).

Tra le iniziative specificamente dedicate ai corsi di studio in Geologia in generale, si segnalano inoltre la produzione di materiali illustrativi, aggiuntivi rispetto a quelli predisposti dall'Ateneo, nonché la partecipazione a programmi radiofonici, a diffusione nazionale, su argomenti di Scienze della Terra, di particolare interesse nel campo dei rischi geologici.

Per gli Studenti interessati all'iscrizione alle lauree magistrali, è stato predisposto un modulo per la richiesta del nulla-osta (http://www.fisgeo.unipg.it/corsidilaurea/GEO/modulistica/NULLA-OSTA-MAGISTRALE.pdf).
Il rilascio del nulla-osta ha luogo in date stabilite dalla Commissione di Coordinamento dei Corsi di studio e preventivamente rese note attraverso il sito web del Dipartimento di Fisica e Geologia (https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/).
Le informazioni sul Corso di studio sono disponibili presso il sito web della struttura didattica (https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new.html), presso il sito web dell'Ateneo di Perugia (https://www.unipg.it/) e presso quello del Collegio Nazionale Coll.Geo che riunisce i presidenti dei Corsi di Studio Geologia e Geofisica - Classi di Laurea L-34, LM-74, LM-79 (http://www.scienzegeologiche-italia.geo.unimib.it). Quest'ultimo sito, tuttavia, è ora in fase di ristrutturazione e presumibilmente sarà disponibile a breve.
Inoltre, i docenti e il coordinatore membri del Comitato di Coordinamento dei Corsi di Studio, coinvolti nella struttura organizzativa e gestionale del Corso di laurea, sono costantemente a disposizione per fornire (attraverso contatti telefonici, corrispondenza digitale o contatti diretti) informazioni dettagliate e personalizzate agli Studenti che intendono eventualmente immatricolarsi.
Notizie generali sulle modalità di immatricolazione e sui servizi agli studenti sono reperibili anche al sito: http://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica.html.

Ulteriori dettagli sulle iniziative di Ateneo sono riportate nel file pdf allegato.
Orientamento e tutorato in itinere
I Responsabili del tutorato in itinere sono la Prof.ssa Costanza Cambi per il Curriculum 1 e la Prof.ssa Paola Comodi per il Curriculum 2. I Tutors per l'A.A. 2020-2021 sono il Prof. Francesco Frondini, la Prof.ssa Sabrina Nazzareni e la Prof.ssa Daniela Valigi. I Tutors possono essere affiancati da Studenti capaci e meritevoli nell'ambito dei contratti attivati sui fondi per l'incentivazione di attività di tutorato, didattiche integrative, propedeutiche e di recupero ex art. 2, D.M. 198/03. I servizi di tutorato attivati ogni anno vengono resi pubblici nel Manifesto degli Studi e sul sito web del Corso di laurea (https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new.html).
Nel dettaglio il servizio di tutorato in itinere comprende:
a) servizi di tipo collettivo, organizzati dalla Commissione Paritetica: fanno parte di questi servizi le attività di prima accoglienza (presentazione e informazione sulle strutture didattiche), o le iniziative rivolte a gruppi di Studenti che manifestano una stessa esigenza (ad es. riunioni svolte all'inizio di ogni anno accademico per verificare la coerenza degli orari e dei calendari d'esame, informazioni sui piani di studio o sulle modalità di partecipazione alle escursioni sul terreno);
b) servizi di tipo individuale, a carico dei Tutors, che consistono essenzialmente nel considerare con attenzione i problemi didattici dello studente e suggerirgli le soluzioni opportune;
c) il tutorato di sostegno e lo studio assistito, che sono costituiti da attività formative indirizzate a migliorare l'apprendimento di alcuni insegnamenti, generalmente quelli del primo anno del percorso di studi. In questo caso i Tutors potranno essere affiancati da Studenti capaci e meritevoli, nel caso in cui siano disponibili fondi per incentivazione di attività di tutorato, didattiche integrative, propedeutiche e di recupero ex art. 2, D.M. 198/03;
d) assume il significato di tutoraggio in itinere anche l'attività di monitoraggio della preparazione degli Studenti attraverso prove in itinere durante lo svolgimento del corso, per verificare sia la loro preparazione, sia la regolarità del loro percorso di studio. Accertate eventuali problematiche, il docente è tenuto ad intervenire sia sui propri metodi di erogazione del corso, sia sui motivi di eventuale scarso rendimento degli Studenti;
e) infine una generale attività di tutorato in itinere è svolta da tutti i docenti del CdS, tipicamente durante le ore di ricevimento ed è rivolta a fornire assistenza per la risoluzione di problemi legati alla condizione di Studente e al metodo di studio.
Nell'ambito dell'orientamento in itinere, particolare attenzione viene rivolta agli iscritti al I anno di corso. Il referente della Laurea Magistrale (Prof.ssa Costanza Cambi), organizza un breve seminario per conoscere gli Studenti e illustrare loro i percorsi formativi (piani di studio) del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Terra per la Gestione dei Rischi e dell’Ambiente. Le informazioni sul CdS sono inoltre fornite sia via mail che mediante appuntamenti ad hoc con gli Studenti che ne fanno richiesta. Il supporto informativo in itinere, riguardo alla presentazione del piano di studio e alle eventuali variazioni dello stesso, è fornito dalla Segreteria Didattica (Dott.ssa Elisabetta Brunetti e Dr.ssa Raffaella Formiconi: elisabetta.brunetti@unipg.it - raffaella.formiconi@unipg.it). Il referente della Laurea Magistrale, in collaborazione con la Segreteria didattica del CdS e con quella di Ateneo, effettua, a seguito delle sessioni di esame, il monitoraggio dei CFU conseguiti dagli Studenti. Questi possono comunque sempre rivolgersi, per informazioni e approfondimenti, al Responsabile del Tutorato e al Coordinatore del Comitato di Coordinamento dei Corsi di Studio. Inoltre i docenti e il coordinatore membri del CCCS, coinvolti nella struttura organizzativa e gestionale del Corso di laurea, sono costantemente a disposizione per fornire informazioni dettagliate, attraverso contatti telefonici, corrispondenza digitale o contatti diretti.
Infine i docenti del CdS, tipicamente durante le ore di ricevimento, assistono gli Studenti nella risoluzione di problemi in modo da migliorare l'apprendimento degli insegnamenti.
I servizi di tutorato attivati ogni anno, nonché notizie generali sulle modalità di immatricolazione e sui servizi agli Studenti sono inoltre resi pubblici nel Manifesto degli Studi e sul sito web del Corso di laurea: https://www.fisgeo.unipg.it/fisgejo/index.php/it/didattica/corsi-di-laurea-in-geologia/corso-di-laurea-magistrale-in-scienze-della-terra-per-la-gestione-dei-rischi-e-dell-ambiente-new/manifesto-e-regolamento-didattico.html

Altre informazioni sui servizi di Ateneo sono reperibili nel pdf allegato.
Numero degli iscritti
Risultati in termini di occupabilità
Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale