Insegnamento PATOLOGIA SISTEMICA VI

Nome del corso di laurea Medicina e chirurgia
Codice insegnamento GP004560
Sede PERUGIA
Curriculum Comune a tutti i curricula
Docente responsabile Ettore Mearini
CFU 11
Regolamento Coorte 2018
Erogato Erogato nel 2022/23
Erogato altro regolamento
Anno 5
Periodo Annuale
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)
Tipo attività Attività formativa integrata
Suddivisione

GASTROENTEROLOGIA - MOD. 1

Codice GP005651
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Caratterizzante
Ambito Fisiopatologia, metodologia clinica, propedeutica clinica e sistematica medico-chirurgica
Settore MED/12
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Gabrio Bassotti
Docenti
  • Gabrio Bassotti
Ore
  • 12.5 Ore - Gabrio Bassotti
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Apprendimento delle procedure per il management di un paziente con malattie dell'apparato digerente.
Testi di riferimento
Obiettivi formativi Inquadramento eziopatologico ed epidemiologico delle patologie, con approfondimento delle tematiche inerenti la sintomatologia ed il flusso diagnostico, e cenni di terapia medica e chirurgica.
Prerequisiti Conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia e della patologia generale.
Metodi didattici Lezioni frontali sugli argomenti in programma.
Altre informazioni
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale. I requisiti minimi per il superamento dell'esame saranno la capacità di collegamenti critici e di sintesi, la qualità dell'esposizione e dell'organizzazione del discorso.
Programma esteso Introduzione (cenni di epidemiologia, tecniche diagnostiche in gastroenterologia)
Fisiopatologia esofagea e sintomi correlati (innervazione, fisiologia sensoriale, fisiologia motoria, fisiologia della giunzione gastro-esofagea, pirosi, rigurgito, disfagia, odinofagia, bolo faringeo, dolore toracico simil-anginoso)
Disordini motori esofagei (da alterato rilasciamento sfinteriale, superiore ed inferiore; da alterazioni maggiori della peristalsi; da alterazioni minori della peristalsi)
Malattia da reflusso gastro-esofageo (fisiopatologia, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Esofagiti non associate a malattia da reflusso gastro-esofageo (infettive, da caustici, attinica, eosinofila)
Lesioni precancerose e neoplasie esofagee (epidemiologia, fattori di rischio, caratteristiche cliniche, iter diagnostico, terapia)
Fisiopatologia dello stomaco (motilità, secrezione)
Dispepsia (dfinizione e classificazione, epidemiologia, fisiopatologia, approccio clinico, terapia)
Infezione da Helicobacter pylori e patologie correlate (epidemiologia, vie di trasmissione, meccanismi patogenetici, gastrite crnica, ulcera peptica, neoplasie gastriche, patologie extradigestive, aspetti diagnostici, terapia)
Gastrite cronica e gastropatie da farmaci (aspetti clinici, gastrite cronica jatrogena, altre forme di gastriti croniche)
Lesioni precancerose e neoplasie gastriche (precancerosi gastriche, adenocarcinoma, neoplasie non epiteliali, classificazione neoplasie gastriche, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Fisiopatologia dell’intestino tenue (motilità, dinamica dei fluidi, digestione dei nutrienti, malassorbimento)
Diarree (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici)
Malattia celiaca(epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, complicanze, terapia, follow-up, sensibilità al glutine non celiaca)
Allergie ed intolleranze alimentari (classificazione, allergie IgE-mediate e non-IgE-mediate, intolleranze)
Fisiopatologia del colon (motilità, fisiopatologia)
Sindrome dell’intestino irritabile (definizione, epidemiologia, patofisiologia, aspetti diagnostici, terapia)
Stipsi (definizione, epidemiologia, stipsi acuta e cronica, stipsi funzionale, stipsi secondaria, aspetti diagnostici, terapia)
Morbo di Crohn (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Colite ulcerosa (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Altre coliti infiammatorie (coliti microscopiche, colite da diversione, colite segmentaria associata a malattia diverticolare, colite ischemica, colite attinica)
Malattia diverticolare del colon (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, terapia)
Lesioni precancerose e neoplasie del colon-retto (polipi, lesioni non polipoidi, adenomi serrati, poliposi familiari, neoplasie maligne, fisiopatologia, aspetti diagnostici, prevenzione, terapia)
Patologie anorettali (prolasso rettale, ragade anale, ulcera solitaria del retto, proctiti ed infezioni perianali, ascessi e fistole, neoplasie anali)
Funzione epatica e meccanismi di danno epatico acuto e cronico (anatomia micro- e macroscopica, funzione epatica, meccanismi acuti e cronici di danno epatocellulare)
Storia naturale della malattia epatica (epidemiologia, epatite acuta, epatite cronica B,C,D,E, steatosi epatica non alcoolica)
Diagnostica epatologica (test epatici di routine, esami diagnostici)
Epatiti virali (epatiti acute, epatiti croniche, aspetti diagnostici e terapeutici)
Epatopatia alcool-relata (epidemiologia, patofisiologia, aspetti diagnostici, terapia)
Steatosi ed epatopatia non alcool-relata (definizione, aspetti eziopatogenetici, epidemiologia, storia naturale, aspetti genetici, aspetti diagnostici, complicanze epatiche ed extra-epatiche, terapia)
Malattie epatiche autoimmuni (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici, variante colestatica e sindrome da overlap, manifestazioni extraepatiche, terapia)
Malattie epatiche da accumulo (malattia di Wilson, emocromatosi)
Epatopatie da farmaci e da tossici (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Cirrosi epatica e complicanze (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, complicanze, storia naturale, terapia)
Neoplasie epatocellulari e vascolari (epatocarcinoma, neoplasie benigne)
Trapianto di fegato (indicazoini, selezione dei candidati, considerazioni chirurgiche, rigetto acuto e cronico, terapia immunosoppressiva, complicanze, risultati)
Fisiopatologia delle vie biliari (anatomia, shunt cole-epatico, circolo enteroepatico dei sali biliari, microbiota e recettori nucleari, secrezoine bilare di fosfolipidi e colesterolo, circolazione enteroepatica del colesterolo, secrezione e circolazione enteroepatica della bilirubina)
Ittero e colestasi (definizione, classificazione, fisiopatologia, aspetti eziopatogenetici, approccio clinico, approccio diagnostico)
Malattie colestatiche croniche (colangite biliare primitiva, colangite sclerosante primitiva, colangite associata ad IgG4)
Litiasi biliare e patologie della papilla di Vater (classificazione, fisiopatologia, epidemiologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici)
Neoplasie delle vie biliari (classificazoine, neoplasie della colecisti, neoplasie delle vie biliari intra- ed extraepatiche, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Fisiopatologia pancreatica (anatomia, fisiopatologia della secrezione esocrina ed endoscrina)
Pancreatite acuta (definizione, classificazione, epidemiologia, aspetti eziopatogenetici, fattori di rischio, aspetti clinici, aspetti laboratoristici, ruolo dell’imaging, aspetti diagnostici, storia naturale, complicanze, gestione clinica, terapia)
Pancreatite cronica (definizione, classificazione, epidemiologia, aspetti eziopatogenetici, fattori di rischio, aspetti clinici, aspetti laboratoristici, ruolo dell’imaging, aspetti diagnostici, storia naturale, complicanze, gestione clinica, terapia)
Lesioni precancerose e neoplasie del pancreas (adenocarcinoma, neoplasie cistiche, aspetti epidemiologici, clinici, diagnostici e terapeutici)
Neoplasie neuroendocrine gastrointestinali (diagnosi e definizione anatomo-patologica, distinzione per sede, aspetti clinici e diagnostici, terapia)
Emorragie digestive (definizione, epidemiologia, aspetti ed inquadramento clinico, localizzazione delle sedi di sanguinamento, emorragie superiori ed inferiori acute e croniche, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Insufficienza epatica acuta (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti ed inquadramento clinico, terapia)
Addome acuto (fisiopatiologia, epidemiologia, inquadramento clinico, aspetti diagnostici)

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Stefano Fiorucci
Docenti
  • Stefano Fiorucci
  • Emanuel Cavazzoni (Codocenza)
Ore
  • 7.5 Ore - Stefano Fiorucci
  • 5 Ore (Codocenza) - Emanuel Cavazzoni
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Fisiopatologia digestiva ed epatica. Diagnosi e Terapia.
Elementi di fisiopatologia, clinica, diagnostica e terapia delle malattiedell’ apparato digerente.
Approccio clinico e strumentale alle patologie dell’apparato digerente.
Testi di riferimento Harrison’s Principles of Internal Medicine 19 Edizione
Obiettivi formativi Apprendere i principi della fisiopatologia digestiva e del trattamento
farmacologico e dietetico delle malattie dell'apparato digerente.
Prerequisiti Conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia e della patologia generale.
Metodi didattici Lezioni frontali.
Altre informazioni RECAPITI:
Segreteria gastroenterologia: Sig.ra Bagianti Chiara 075/58558120
bagainti.chiara@gmail.com

Recapito Prof. Fiorucci: stefano.fiorucci@unipg.it- Il prof. Fiorucci riceve, previo appuntamento, tutti i giorni dalle 13 alle 14.
Per informazioni sulla didattica e le lezioni consultare il sito web:
gastroenterologia.unipg.it
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Sintomi e segni delle malattie dell’ apparato digerente.
Approccio al paziente con disfagia.
Approccio al paziente con nausea e vomito.
Approccio al paziente con emorragie gastrointestinali.
Malattie esofagee.
Disturbi della motilità esofago.
Malattia da reflusso GE e complicanze.
Neoplasie dell’ esofago
Malattie dello stomaco.
Infezione da H. pylori.
Affetti avversi di FANS and ASA.
Ulcera peptica.
Gastrite acuta e cronica.
Neoplasie gastriche
Approccio la paziente con diarrea e stipsi
Sindrome da malassorbimento.
Intolleranze ed allergie alimentari. Celiachia.
Sindromi funzionali dell’ apparato digerente.
Malattie infiammatorie croniche e intestinali. Morbo di Crohn.
Malattie infiammatorie croniche e intestinali. Rettocolite ulcerosa.
Polipi del colon
Cancro del colon e del retto.
Approccio la paziente con malattie del pancreas.
Pancreatite acuta
Pancreatiti croniche.
Neoplasie del pancreas
Valutazione della funzionalità epatica. Approccio la paziente con malattie
epatiche acute e croniche. Disturbi del metabolismo della bilirubina.
Ittero e colestasi.
Malattia epatica alcolica e non alcolica (NASH)
Epatiti virali acute e croniche


ADE
APPROCCIO PRATICO AL PAZIENTE CON EMORRAGIA DIGESTIVA
Epatiti virali acute e croniche
Malattie autoimmuni del fegato
(PBC, PSC, epatiti autoimmuni)
Cirrosi epatica e complicanze
Epatocarcinoma
Pancreatite acuta
Calcolosi delle vie biliari e complicanze.
Colangiocarcinoma.
Trapianto di fegato.

GASTROENTEROLOGIA - MOD. 2

Codice GP005652
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Caratterizzante
Ambito Fisiopatologia, metodologia clinica, propedeutica clinica e sistematica medico-chirurgica
Settore MED/12
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Olivia Morelli
Docenti
  • Olivia Morelli
Ore
  • 12.5 Ore - Olivia Morelli

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Monia Baldoni
Docenti
  • Monia Baldoni
  • Michele Biagioli
Ore
  • 12.5 Ore - Monia Baldoni
  • 4 Ore - Michele Biagioli

GASTROENTEROLOGIA - MOD. 3

Codice GP005653
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Caratterizzante
Ambito Fisiopatologia, metodologia clinica, propedeutica clinica e sistematica medico-chirurgica
Settore MED/12
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Gabrio Bassotti
Docenti
  • Gabrio Bassotti
Ore
  • 12.5 Ore - Gabrio Bassotti
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Apprendimento delle procedure per il management di un paziente con malattie dell'apparato digerente.
Obiettivi formativi Inquadramento eziopatologico ed epidemiologico delle patologie, con approfondimento delle tematiche inerenti la sintomatologia ed il flusso diagnostico, e cenni di terapia medica e chirurgica.
Prerequisiti Conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia e della patologia generale.
Metodi didattici Lezioni frontali sugli argomenti in programma.
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale. I requisiti minimi per il superamento dell'esame saranno la capacità di collegamenti critici e di sintesi, la qualità dell'esposizione e dell'organizzazione del discorso.
Programma esteso Introduzione (cenni di epidemiologia, tecniche diagnostiche in gastroenterologia)
Fisiopatologia esofagea e sintomi correlati (innervazione, fisiologia sensoriale, fisiologia motoria, fisiologia della giunzione gastro-esofagea, pirosi, rigurgito, disfagia, odinofagia, bolo faringeo, dolore toracico simil-anginoso)
Disordini motori esofagei (da alterato rilasciamento sfinteriale, superiore ed inferiore; da alterazioni maggiori della peristalsi; da alterazioni minori della peristalsi)
Malattia da reflusso gastro-esofageo (fisiopatologia, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Esofagiti non associate a malattia da reflusso gastro-esofageo (infettive, da caustici, attinica, eosinofila)
Lesioni precancerose e neoplasie esofagee (epidemiologia, fattori di rischio, caratteristiche cliniche, iter diagnostico, terapia)
Fisiopatologia dello stomaco (motilità, secrezione)
Dispepsia (dfinizione e classificazione, epidemiologia, fisiopatologia, approccio clinico, terapia)
Infezione da Helicobacter pylori e patologie correlate (epidemiologia, vie di trasmissione, meccanismi patogenetici, gastrite crnica, ulcera peptica, neoplasie gastriche, patologie extradigestive, aspetti diagnostici, terapia)
Gastrite cronica e gastropatie da farmaci (aspetti clinici, gastrite cronica jatrogena, altre forme di gastriti croniche)
Lesioni precancerose e neoplasie gastriche (precancerosi gastriche, adenocarcinoma, neoplasie non epiteliali, classificazione neoplasie gastriche, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Fisiopatologia dell’intestino tenue (motilità, dinamica dei fluidi, digestione dei nutrienti, malassorbimento)
Diarree (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici)
Malattia celiaca(epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, complicanze, terapia, follow-up, sensibilità al glutine non celiaca)
Allergie ed intolleranze alimentari (classificazione, allergie IgE-mediate e non-IgE-mediate, intolleranze)
Fisiopatologia del colon (motilità, fisiopatologia)
Sindrome dell’intestino irritabile (definizione, epidemiologia, patofisiologia, aspetti diagnostici, terapia)
Stipsi (definizione, epidemiologia, stipsi acuta e cronica, stipsi funzionale, stipsi secondaria, aspetti diagnostici, terapia)
Morbo di Crohn (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Colite ulcerosa (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Altre coliti infiammatorie (coliti microscopiche, colite da diversione, colite segmentaria associata a malattia diverticolare, colite ischemica, colite attinica)
Malattia diverticolare del colon (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, terapia)
Lesioni precancerose e neoplasie del colon-retto (polipi, lesioni non polipoidi, adenomi serrati, poliposi familiari, neoplasie maligne, fisiopatologia, aspetti diagnostici, prevenzione, terapia)
Patologie anorettali (prolasso rettale, ragade anale, ulcera solitaria del retto, proctiti ed infezioni perianali, ascessi e fistole, neoplasie anali)
Funzione epatica e meccanismi di danno epatico acuto e cronico (anatomia micro- e macroscopica, funzione epatica, meccanismi acuti e cronici di danno epatocellulare)
Storia naturale della malattia epatica (epidemiologia, epatite acuta, epatite cronica B,C,D,E, steatosi epatica non alcoolica)
Diagnostica epatologica (test epatici di routine, esami diagnostici)
Epatiti virali (epatiti acute, epatiti croniche, aspetti diagnostici e terapeutici)
Epatopatia alcool-relata (epidemiologia, patofisiologia, aspetti diagnostici, terapia)
Steatosi ed epatopatia non alcool-relata (definizione, aspetti eziopatogenetici, epidemiologia, storia naturale, aspetti genetici, aspetti diagnostici, complicanze epatiche ed extra-epatiche, terapia)
Malattie epatiche autoimmuni (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici, variante colestatica e sindrome da overlap, manifestazioni extraepatiche, terapia)
Malattie epatiche da accumulo (malattia di Wilson, emocromatosi)
Epatopatie da farmaci e da tossici (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Cirrosi epatica e complicanze (epidemiologia, fisiopatologia, aspetti clinici, complicanze, storia naturale, terapia)
Neoplasie epatocellulari e vascolari (epatocarcinoma, neoplasie benigne)
Trapianto di fegato (indicazoini, selezione dei candidati, considerazioni chirurgiche, rigetto acuto e cronico, terapia immunosoppressiva, complicanze, risultati)
Fisiopatologia delle vie biliari (anatomia, shunt cole-epatico, circolo enteroepatico dei sali biliari, microbiota e recettori nucleari, secrezoine bilare di fosfolipidi e colesterolo, circolazione enteroepatica del colesterolo, secrezione e circolazione enteroepatica della bilirubina)
Ittero e colestasi (definizione, classificazione, fisiopatologia, aspetti eziopatogenetici, approccio clinico, approccio diagnostico)
Malattie colestatiche croniche (colangite biliare primitiva, colangite sclerosante primitiva, colangite associata ad IgG4)
Litiasi biliare e patologie della papilla di Vater (classificazione, fisiopatologia, epidemiologia, aspetti clinici, aspetti diagnostici)
Neoplasie delle vie biliari (classificazoine, neoplasie della colecisti, neoplasie delle vie biliari intra- ed extraepatiche, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Fisiopatologia pancreatica (anatomia, fisiopatologia della secrezione esocrina ed endoscrina)
Pancreatite acuta (definizione, classificazione, epidemiologia, aspetti eziopatogenetici, fattori di rischio, aspetti clinici, aspetti laboratoristici, ruolo dell’imaging, aspetti diagnostici, storia naturale, complicanze, gestione clinica, terapia)
Pancreatite cronica (definizione, classificazione, epidemiologia, aspetti eziopatogenetici, fattori di rischio, aspetti clinici, aspetti laboratoristici, ruolo dell’imaging, aspetti diagnostici, storia naturale, complicanze, gestione clinica, terapia)
Lesioni precancerose e neoplasie del pancreas (adenocarcinoma, neoplasie cistiche, aspetti epidemiologici, clinici, diagnostici e terapeutici)
Neoplasie neuroendocrine gastrointestinali (diagnosi e definizione anatomo-patologica, distinzione per sede, aspetti clinici e diagnostici, terapia)
Emorragie digestive (definizione, epidemiologia, aspetti ed inquadramento clinico, localizzazione delle sedi di sanguinamento, emorragie superiori ed inferiori acute e croniche, aspetti clinici, aspetti diagnostici, terapia)
Insufficienza epatica acuta (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti ed inquadramento clinico, terapia)
Addome acuto (fisiopatiologia, epidemiologia, inquadramento clinico, aspetti diagnostici)

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Patrizia Ricci
Docenti
  • Patrizia Ricci
Ore
  • 12.5 Ore - Patrizia Ricci

ONCOLOGIA MEDICA

Codice GP004619
Sede PERUGIA
CFU 2
Docente responsabile Ettore Mearini
Docenti
  • Fausto Roila (Codocenza)
Ore
  • 25 Ore (Codocenza) - Fausto Roila
Attività Caratterizzante
Ambito Clinica delle specialità medico-chirurgiche
Settore MED/06
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Principi di etica nella pratica clinica e nella ricerca.
Conflitti di interesse individuali; conflitti di interesse e : - ricerca clinica, - enti regolatori, - riviste scientifiche, - educazione medica continua, - società scientifiche, - associazioni pazienti.
Comunicazione ai pazienti e ai familiari
Principi di terapia medica dei tumori
Carcinoma: - colon-retto, - polmone, - esofago, - gastrico, - mammella, - ovarico, - pancreatico, - prostata, - rene, - vescica, - testicolo, - mesotelioma, - melanoma, - cutanei non melanoma, - cerebrali, - epatocarcinomi.
Sindromi eredo-familiari.
Emergenze in oncologia.
Terapia di supporto e cure palliative
Tossicità da immunoterapia.
Neutropenia febbrile, trombosi venose profonde e tromboembolismo, dolore neoplastico, prevenzione della nausea e del vomito da chemioterapia e radioterapia
Testi di riferimento Lezioni di Oncologia con slides fornite dal docente
Testo di Oncologia Medica, COMU
Linee guida AIOM, Linee guida ESMO
Obiettivi formativi Al termine del corso gli studenti avranno gli elementi teorici e pratici che guidano la diagnosi e la terapia dei principali tumori.
Gli studenti avranno gli elementi conoscitivi che guidano la terapia di supporto, le cure palliative e le principali emergenze in oncologia.
Infine gli studenti avranno le principali conoscenze per un approccio integrato dei tumori
Prerequisiti Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, patologia generale, principi
fondamentali di farmacologia e di medicina interna
Metodi didattici Lezioni frontali
Altre informazioni Lezioni pratiche interattive che si concentrano sui seguenti temi:
- Psiconcologia
- Genetica medica
- Statistica medica
- Nutrizione del paziente oncologico.
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale
La durata media di ogni esame è di 20 minuti circa
Programma esteso Principi di etica nella pratica clinica e nella ricerca con particolare riguardo al problema dell’authorship, della metodologia degli studi clinici, e di come si legge e si interpreta uno studio clinico.
Conflitti di interesse individuali (pagamento dei medici per consulenze, pasti, viaggi, etc); conflitti di interesse e : - ricerca clinica, - enti regolatori, - riviste scientifiche, - educazione medica continua, - società scientifiche, - associazioni pazienti.
Comunicazione ai pazienti e ai familiari con particolare attenzione alle modalità in cui viene effettuata e a come vengono riportati i benefici e la tossicità dei nuovi farmaci (sempre in termini assoluti e non relativi rispetto al trattamento standard).
Principi di terapia medica dei tumori (descrizione della farmacocinetica e della farmacodinamica delle chemioterapie, ormonoterapie, terapie a bersaglio molecolare e immunoterapie)
Fattori prognostici, istotipi, storia naturale, sintomi e diagnosi dei seguenti carcinomi: - colon-retto, - polmone, - esofago, - gastrico, - mammella, - ovarico, - pancreatico, - prostata, - rene, - vescica, - testicolo, - mesotelioma, - melanoma, - cutanei non melanoma, - cerebrali, - epatocarcinomi.
Sindromi eredo-familiari.
Emergenze in oncologia (sindrome della vena cava superiore, sindrome da compressione midollare, ipercalcemia, iponatriemia, infezioni, trombosi venose profonde ed embolia polmonare, ipertensione endocranica, sindrome da lisi tumorale, reazioni anafilattiche da chemioterapia).
Terapia di supporto (ad esempio, prevenzione e terapia della nausea e del vomito da chemioterapia, infezioni, diarrea, stipsi, mucositi, disfagia, febbre neoplastica e febbre da farmaci, trattamenti dei versamenti pleurici, peritoneali e pericardici) e cure palliative (ad esempio,dolore da cancro, dispnea, anoressia cachessia, fatigue, calo ponderale)
Tossicità da immunoterapia.

TIROCINIO PROFESSIONALIZZANTE IN GASTROENTEROLOGIA

Codice GP005655
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Altro
Ambito Tirocini formativi e di orientamento
Settore MED/12
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Gabrio Bassotti
Docenti
  • Gabrio Bassotti
Ore
  • 25 Ore - Gabrio Bassotti
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Apprendimento delle procedure per il management di un paziente con malattie dell'apparato digerente.
Obiettivi formativi Inquadramento eziopatologico ed epidemiologico delle patologie, con approfondimento delle tematiche inerenti la sintomatologia ed il flusso diagnostico, e cenni di terapia medica e chirurgica.
Prerequisiti Conoscenza dell'anatomia umana, della fisiologia e della patologia generale.
Programma esteso Introduzione (cenni di epidemiologia, tecniche diagnostiche in gastroenterologia)
Fisiopatologia esofagea e sintomi correlati (innervazione, fisiologia sensoriale, fisiologia motoria, fisiologia della giunzione gastro-esofagea, pirosi, rigurgito, disfagia, odinofagia, bolo faringeo, dolore toracico simil-anginoso)
Disordini motori esofagei (da alterato rilasciamento sfinteriale, superiore ed inferiore; da alterazioni maggiori della peristalsi; da alterazioni minori della peristalsi)
Malattia da reflusso gastro-esofageo (fisiopatologia, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Esofagiti non associate a malattia da reflusso gastro-esofageo (infettive, da caustici, attinica, eosinofila)
Lesioni precancerose e neoplasie esofagee (epidemiologia, fattori di rischio, caratteristiche cliniche, iter diagnostico, terapia)
Fisiopatologia dello stomaco (motilità, secrezione)
Dispepsia (dfinizione e classificazione, epidemiologia, fisiopatologia, approccio clinico, terapia)
Infezione da Helicobacter pylori e patologie correlate (epidemiologia, vie di trasmissione, meccanismi patogenetici, gastrite crnica, ulcera peptica, neoplasie gastriche, patologie extradigestive, aspetti diagnostici, terapia)
Gastrite cronica e gastropatie da farmaci (aspetti clinici, gastrite cronica jatrogena, altre forme di gastriti croniche)
Lesioni precancerose e neoplasie gastriche (precancerosi gastriche, adenocarcinoma, neoplasie non epiteliali, classificazione neoplasie gastriche, aspetti clinici, diagnosi, terapia)
Fisiopatologia dell’intestino tenue (motilità, dinamica dei fluidi, digestione dei nutrienti, malassorbimento)
Diarree (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici)
Malattia celiaca(epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, complicanze, terapia, follow-up, sensibilità al glutine non celiaca)
Allergie ed intolleranze alimentari (classificazione, allergie IgE-mediate e non-IgE-mediate, intolleranze)
Fisiopatologia del colon (motilità, fisiopatologia)
Sindrome dell’intestino irritabile (definizione, epidemiologia, patofisiologia, aspetti diagnostici, terapia)
Stipsi (definizione, epidemiologia, stipsi acuta e cronica, stipsi funzionale, stipsi secondaria, aspetti diagnostici, terapia)
Morbo di Crohn (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Colite ulcerosa (epidemiologia, eziopatologia, aspetti anatomo-patologici, presentazione clinica, storia naturale, aspetti diagnostici, terapia)
Altre coliti infiammatorie (coliti microscopiche, colite da diversione, colite segmentaria associata a malattia diverticolare, colite ischemica, colite attinica)
Malattia diverticolare del colon (definizione, epidemiologia, fisiopatologia, aspetti diagnostici, terapia)
Lesioni precancerose e neoplasie del colon-retto (polipi, lesioni non polipoidi, adenomi serrati, poliposi familiari, neoplasie maligne, fisiopatologia, aspetti diagnostici, prevenzione, terapia)
Patologie anorettali (prolasso rettale, ragade anale, ulcera solitaria del retto, proctiti ed infezioni perianali, ascessi e fistole, neoplasie anali)
Funzione epatica e meccanismi di danno epatico acuto e cronico (anatomia micro- e macroscopica, funzione epatica, meccanismi acuti e cronici di danno epatocellulare)
Storia naturale della malattia epatica (epidemiologia, epatite acuta, epatite cronica B,C,D,E, steatosi epatica non alcoolica)
Diagnostica epatologica (test epatici di routine, esami diagnostici)

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Stefano Fiorucci

TIROCINIO PROFESSIONALIZZANTE IN ONCOLOGIA MEDICA

Codice GP004620
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Altro
Ambito Tirocini formativi e di orientamento
Settore MED/06
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Fausto Roila
Docenti
  • Fausto Roila
Ore
  • 25 Ore - Fausto Roila
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Esame obiettivo del paziente oncologico Gestione ambulatoriale del paziente oncologico. Discussione multidisciplinare.
Esperienza in degenza
Testi di riferimento Medicina oncologica COMU
Linee guida AIOM
Linee guida ESMO
Obiettivi formativi Nozioni fondamentali sul rapporto medico paziente e comunicazione con il paziente e i familiari.

Inquadramento del paziente ambulatoriale in terapia e in follow-up

Inquadramento del paziente oncologico in degenza
Prerequisiti Semeiotica medica

Patologia generale. Fisiopatologia

Principi essenziali di medicina interna
Metodi didattici Attività sul campo con supporto da parte dei docenti della scuola e tutors sia in ambulatorio che in degenza
Altre informazioni Interazioni con esperti di patologia e approfondimento di argomenti di interesse clinico emersi durante il tirocinio
Modalità di verifica dell'apprendimento Discussione dei casi clinici

Colloquio giornaliero e al termine del tirocinio al fine di verificare
l'apprendimento dei contenuti del tirocinio sia ambulatoriale che in
reparto
Programma esteso Esame obiettivo generale per l'inquadramento del paziente oncologico

Comunicazione della diagnosi, prognosi e del programma terapeutico

Gestione ambulatoriale del paziente oncologico
Esperienza sul campo sulla gestione di diversi tumori solidi

Partecipazione ai gruppi multidisciplinari

Gestione del paziente in degenza con terapia di supporto e palliativa

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Mario Mandala'
Docenti
  • Mario Mandala'
Ore
  • 25 Ore - Mario Mandala'
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Esame obiettivo del paziente oncologico

Gestione ambulatoriale del paziente oncologico

Discussione multidisciplinare

Esperienza in degenza
Testi di riferimento Medicina oncologica COMU
Linee guida AIOM
Linee guida NICSO
Obiettivi formativi Nozioni fondamentali sul rapporto medico paziente e comunicazione

Inquadramento del paziente ambulatoriale del paziente in terapia e in follow-up

Inquadramento del paziente oncologico in degenza
Prerequisiti Semeiotica medica

Patologia generale
Fisiopatologia

Principi essenziali di medicina interna
Metodi didattici Attività sul campo con supporto da parte dei docenti della scuola e tutors sia in ambulatorio che in degenza
Altre informazioni Interazioni con esperti di patologia e approfondimento di argomenti di interesse clinico emersi durante il tirocinio
Modalità di verifica dell'apprendimento Discussione dei casi clinici

Colloquio giornaliero e al termine del tirocinio al fine di verificare l'apprendimento dei contenuti del tirocinio sia ambulatoriale che in reparto
Programma esteso Esame obiettivo generale per l'inquadramento del paziente oncologico
Comunicazione della diagnosi, prognosi e del programma terapeutico
Gestione ambulatoriale del paziente oncologico
Esperienza sul campo sulla gestione di diversi tumori solidi
Partecipazione ai gruppi multidisciplinari
Gestione del paziente in degenza con terapia di supporto e palliativa

TIROCINIO PROFESSIONALIZZANTE IN UROLOGIA

Codice GP005654
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Altro
Ambito Tirocini formativi e di orientamento
Settore MED/24
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Docenti
  • Ettore Mearini
Ore
  • 25 Ore - Ettore Mearini
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Verranno trattate le principali tematiche della semeiotica urologica ed andrologica. Saranno inoltre presentate le principali strumentazioni diagnostiche e terapeutiche utilizzate nell’ambito delle patologie urologiche ed andrologiche.
Testi di riferimento "Testo di Chirurgia Specialistica"
Capitoli di Urologia
Editore: Zanichelli CEA
www.zanichelli.it
Obiettivi formativi OBIETTIVI DELLA DIDATTICA INTERATTIVA La didattica interattiva sarà svolta in modo da trasmettere allo studente un approccio metodologico alle principali condizioni nosologiche di pertinenza uro-andrologica. Obiettivo sarà quello di sviluppare la capacità di riconoscere i principali segni e sintomi delle diverse patologie oggetto del corso, identificarne i processi eziopatogenetici ed il loro valore clinico al fine di formulare l’ipotesi diagnostica. Verranno fornite le conoscenze necessarie per individuare le indagini diagnostiche (di laboratorio e strumentali) più appropriate, interpretarne i risultati in collaborazione con lo specialista nel perfezionamento dell'iter diagnostico-terapeutico. Ulteriore obiettivo della didattica interattiva sarà quello di rendere lo studente capace di valutare e correlare criticamente i sintomi, i segni fisici, le alterazioni funzionali, gli esami strumentali e le lesioni anatomo-patologiche proprie delle principali patologie urologiche ed andrologiche. Infine attraverso la didattica interattiva lo studente acquisirà le conoscenze per poter attuare i trattamenti terapeutici basilari in ambito uro-andrologico e le relative norme comportamentali, preventive, riabilitative e dietetiche. ABILITA’ (saper fare) Gli obiettivi a carattere gestuale comprendono: -la palpazione bimanuale del rene e dei punti pieloureterali; -manovre semeiologiche specialistiche quali l’esame obiettivo genitale maschile e femminile con le loro alterazioni funzionali e morfologiche; -l’esplorazione rettale con la caratterizzazione neurofisiologica e morfologica degli organi endopelvici. OBIETTIVI A CARATTERE RELAZIONALE (saper essere) Gli obiettivi relazionali della didattica consistono nel trasmettere allo studente il valore del rapporto medico-paziente, evidenziandone il significato etico e psicologico; altro obiettivo sarà quello di rendere lo studente in grado di valutare il profilo psicologico, sociologico e culturale del paziente per adattare il linguaggio ed ottimizzare la comprensione del colloquio. Verranno inoltre forniti gli strumenti atti a saper comunicare al paziente la diagnosi clinica, la prognosi, per condividere una strategia terapeutica ed ottenerne il consenso informato. Risultati dell'apprendimento attesi Alla fine del corso lo studente avrà le basi teorico-pratiche per una corretta gestione clinica delle principali malattie urologiche ed andrologiche, soprattutto in termini di riconoscimento dello stato patologico e conseguente terapia appropriata.
Prerequisiti Si considerano propedeutiche ed acquisite: -la capacità di raccogliere in maniera accurata dati anamnestici e sintomi, -la conoscenza dei più comuni esami di laboratorio, l’identificazione delle alterazioni principali del profilo biochimico ed interpretazione del loro significato clinico-le principali manovre semeiologiche proprie dell’esame obiettivo generale (ispezione, palpazione, percussione, auscultazione del torace e dell’addome).
Metodi didattici - Frequenza della degenza (dal Lunedì al Venerdi dalle 8,00 alle 14,00), degli ambulatori (il Mercoledi ed il Venerdi dalle 8,30 alle 14,00) e della Sala Operatoria (il Lunedi, il Martedi ed il Giovedi dalle 8,00 alle 14,00) della Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive di Terni a tutti gli studenti in maniera facoltativa per apprendere la gestione medica e chirurgica del paziente urologico - Seminari monotematici sulla gestione delle urostomie e del catetere vescicaleSupporto dei tutor in: -raccolta anamnesi del paziente -esame obiettivo dell'apparato urinario, genitale maschile e femminile -presentazione e discussione di casi clinici -presentazione di esami strumentali negli Ambulatori Urologici - presentazione di interventi chirurgici in Sala Operatoria Per le attività pratiche gli studenti vengono suddivisi in gruppi da 5 persone; ogni gruppo accederà alla sala operatoria almeno una volta dalle 8,00 alle 14,00 nei giorni di Mercoledi, Giovedi e Venerdi, e al reparto ed Ambulatori dal Lunedì al Venerdi dalle 8,00 alle 14,00
Altre informazioni Frequenza:Obbligatoria. Almeno il 60% delle lezioni
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento prevede una prova pratica che si svolgerà in itinere (durante il corso) sul paziente; essa avrà una durata non superiore ai 15 minuti e la finalità di valutare le “abilità”, vale a dire le capacità dello studente di applicare le conoscenze acquisite fino a quel momento. Per informazioni sui servizi di supporto agli studenti con disabilità e/o DSA visita la pagina http://www.unipg.it/disabilita-e-dsa
Programma esteso - INTRODUZIONE E TERMINOLOGIA UROLOGICA.
- Semeiotica del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale maschile - Cateterismo vescicale: tipologie di catetere vescicale, indicazioni cliniche, complicanze. Indagini strumentali e funzionali della Specialità Urologica (Ecografia urologica, endoscopia della via escretrice, urodinamica, endourologia diagnostica strumentale invasiva)
- Ematuria: eziologia e work-up diagnostico-terapeutico.
-Uropatia ostruttiva alta e bassa: eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi e terapia.
- Malformazioni dell'apparato urinario e genitale maschile: epidemiologia, il quadro clinico, percorsi diagnostici e terapeutici.
-Patologia dell'alta via escretrice: epidemiologia, eziopatogenesi, inquadramento clinico e diagnostico, terapia farmacologica e chirurgica della sindrome del giunto pieloureterale e delle stenosi ureterali.
-Carcinoma del rene: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, trattamento chirurgico.
- Iperplasia prostatica benigna: epidemiologia, eziologia, cenni di biologia molecolare, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica e chirurgica.
- Carcinoma prostatico: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, PSA e nuovi marcatori, terapia farmacologica e chirurgica.
- Carcinoma della vescica: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, trattamento chirurgico.
- Derivazioni urinarie: classificazioni, indicazioni, gestione e complicanze Carcinoma testicolare: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di chemioterapia e terapia chirurgica.
- Carcinoma del pene: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia chirurgica e fisica.
-Traumi dell'apparato urogenitale: classificazioni, principali quadri clinici, diagnosi, terapia chirurgica -Infezioni urinarie: epidemiologia, eziologia, patogenesi, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, gestione delle complicanze.
-Litiasi urinaria: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica, idropinica, dietetica, fisica e chirurgica.
-Vescica neurologica: principali fattori eziologici, patogenesi, principali quadri clinici, principi di diagnosi e terapia farmacologica e riabilitativa.
-Incontinenza urinaria: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica e chirurgica. Prolasso genito-urinario: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia riabilitativa e chirurgica.

- ARGOMENTI DI ANDROLOGIA
- Disfunzione erettile, incurvamento penieno congenito ed acquisito, priapismo, scroto acuto (torsione del testicolo e orchiepididimite), e varicocele.
- Particolare attenzione verrà data all'importanza di una corretta gestione delle problematiche uro-andrologiche anche per il significativo impatto sui costi sociali e sulla qualità della vita.

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Docenti
  • Ettore Mearini
Ore
  • 25 Ore - Ettore Mearini
Lingua insegnamento ITALIANO
Contenuti Verranno trattate le principali tematiche della semeiotica urologica ed andrologica. Saranno inoltre presentate le principali strumentazioni diagnostiche e terapeutiche utilizzate nell’ambito delle patologie urologiche ed andrologiche.
Testi di riferimento "Testo di Chirurgia Specialistica"
Capitoli di Urologia
Editore: Zanichelli CEA
www.zanichelli.it
Obiettivi formativi OBIETTIVI DELLA DIDATTICA INTERATTIVA La didattica interattiva sarà svolta in modo da trasmettere allo studente un approccio metodologico alle principali condizioni nosologiche di pertinenza uro-andrologica. Obiettivo sarà quello di sviluppare la capacità di riconoscere i principali segni e sintomi delle diverse patologie oggetto del corso, identificarne i processi eziopatogenetici ed il loro valore clinico al fine di formulare l’ipotesi diagnostica. Verranno fornite le conoscenze necessarie per individuare le indagini diagnostiche (di laboratorio e strumentali) più appropriate, interpretarne i risultati in collaborazione con lo specialista nel perfezionamento dell'iter diagnostico-terapeutico. Ulteriore obiettivo della didattica interattiva sarà quello di rendere lo studente capace di valutare e correlare criticamente i sintomi, i segni fisici, le alterazioni funzionali, gli esami strumentali e le lesioni anatomo-patologiche proprie delle principali patologie urologiche ed andrologiche. Infine attraverso la didattica interattiva lo studente acquisirà le conoscenze per poter attuare i trattamenti terapeutici basilari in ambito uro-andrologico e le relative norme comportamentali, preventive, riabilitative e dietetiche. ABILITA’ (saper fare) Gli obiettivi a carattere gestuale comprendono: -la palpazione bimanuale del rene e dei punti pieloureterali; -manovre semeiologiche specialistiche quali l’esame obiettivo genitale maschile e femminile con le loro alterazioni funzionali e morfologiche; -l’esplorazione rettale con la caratterizzazione neurofisiologica e morfologica degli organi endopelvici. OBIETTIVI A CARATTERE RELAZIONALE (saper essere) Gli obiettivi relazionali della didattica consistono nel trasmettere allo studente il valore del rapporto medico-paziente, evidenziandone il significato etico e psicologico; altro obiettivo sarà quello di rendere lo studente in grado di valutare il profilo psicologico, sociologico e culturale del paziente per adattare il linguaggio ed ottimizzare la comprensione del colloquio. Verranno inoltre forniti gli strumenti atti a saper comunicare al paziente la diagnosi clinica, la prognosi, per condividere una strategia terapeutica ed ottenerne il consenso informato. Risultati dell'apprendimento attesi Alla fine del corso lo studente avrà le basi teorico-pratiche per una corretta gestione clinica delle principali malattie urologiche ed andrologiche, soprattutto in termini di riconoscimento dello stato patologico e conseguente terapia appropriata.
Prerequisiti Si considerano propedeutiche ed acquisite: -la capacità di raccogliere in maniera accurata dati anamnestici e sintomi, -la conoscenza dei più comuni esami di laboratorio, l’identificazione delle alterazioni principali del profilo biochimico ed interpretazione del loro significato clinico-le principali manovre semeiologiche proprie dell’esame obiettivo generale (ispezione, palpazione, percussione, auscultazione del torace e dell’addome).
Metodi didattici - Frequenza della degenza (dal Lunedì al Venerdi dalle 8,00 alle 14,00), degli ambulatori (il Mercoledi ed il Venerdi dalle 8,30 alle 14,00) e della Sala Operatoria (il Lunedi, il Martedi ed il Giovedi dalle 8,00 alle 14,00) della Chirurgia Urologica, Andrologica e Tecniche Mini-invasive di Terni a tutti gli studenti in maniera facoltativa per apprendere la gestione medica e chirurgica del paziente urologico - Seminari monotematici sulla gestione delle urostomie e del catetere vescicaleSupporto dei tutor in: -raccolta anamnesi del paziente -esame obiettivo dell'apparato urinario, genitale maschile e femminile -presentazione e discussione di casi clinici -presentazione di esami strumentali negli Ambulatori Urologici - presentazione di interventi chirurgici in Sala Operatoria Per le attività pratiche gli studenti vengono suddivisi in gruppi da 5 persone; ogni gruppo accederà alla sala operatoria almeno una volta dalle 8,00 alle 14,00 nei giorni di Mercoledi, Giovedi e Venerdi, e al reparto ed Ambulatori dal Lunedì al Venerdi dalle 8,00 alle 14,00
Altre informazioni Frequenza:Obbligatoria. Almeno il 60% delle lezioni
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento prevede una prova pratica che si svolgerà in itinere (durante il corso) sul paziente; essa avrà una durata non superiore ai 15 minuti e la finalità di valutare le “abilità”, vale a dire le capacità dello studente di applicare le conoscenze acquisite fino a quel momento. Per informazioni sui servizi di supporto agli studenti con disabilità e/o DSA visita la pagina http://www.unipg.it/disabilita-e-dsa
Programma esteso - INTRODUZIONE E TERMINOLOGIA UROLOGICA.
- Semeiotica del rene, delle vie urinarie e dell'apparato genitale maschile - Cateterismo vescicale: tipologie di catetere vescicale, indicazioni cliniche, complicanze. Indagini strumentali e funzionali della Specialità Urologica (Ecografia urologica, endoscopia della via escretrice, urodinamica, endourologia diagnostica strumentale invasiva)
- Ematuria: eziologia e work-up diagnostico-terapeutico.
-Uropatia ostruttiva alta e bassa: eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi e terapia.
- Malformazioni dell'apparato urinario e genitale maschile: epidemiologia, il quadro clinico, percorsi diagnostici e terapeutici.
-Patologia dell'alta via escretrice: epidemiologia, eziopatogenesi, inquadramento clinico e diagnostico, terapia farmacologica e chirurgica della sindrome del giunto pieloureterale e delle stenosi ureterali.
-Carcinoma del rene: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, trattamento chirurgico.
- Iperplasia prostatica benigna: epidemiologia, eziologia, cenni di biologia molecolare, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica e chirurgica.
- Carcinoma prostatico: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, PSA e nuovi marcatori, terapia farmacologica e chirurgica.
- Carcinoma della vescica: epidemiologia, eziologia, cenni di genomica e patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, trattamento chirurgico.
- Derivazioni urinarie: classificazioni, indicazioni, gestione e complicanze Carcinoma testicolare: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di chemioterapia e terapia chirurgica.
- Carcinoma del pene: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia chirurgica e fisica.
-Traumi dell'apparato urogenitale: classificazioni, principali quadri clinici, diagnosi, terapia chirurgica -Infezioni urinarie: epidemiologia, eziologia, patogenesi, diagnosi, cenni di terapia farmacologica, gestione delle complicanze.
-Litiasi urinaria: epidemiologia, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia farmacologica, idropinica, dietetica, fisica e chirurgica.
-Vescica neurologica: principali fattori eziologici, patogenesi, principali quadri clinici, principi di diagnosi e terapia farmacologica e riabilitativa.
-Incontinenza urinaria: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, cenni di terapia farmacologica e chirurgica. Prolasso genito-urinario: epidemiologia, classificazione, eziologia, patogenesi, quadro clinico, diagnosi, terapia riabilitativa e chirurgica.

- ARGOMENTI DI ANDROLOGIA
- Disfunzione erettile, incurvamento penieno congenito ed acquisito, priapismo, scroto acuto (torsione del testicolo e orchiepididimite), e varicocele.
- Particolare attenzione verrà data all'importanza di una corretta gestione delle problematiche uro-andrologiche anche per il significativo impatto sui costi sociali e sulla qualità della vita.

UROLOGIA - MOD. 1

Codice GP004617
Sede PERUGIA
CFU 2
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Caratterizzante
Ambito Discipline ostetrico-ginecologiche, medicina della riproduzione e sessuologia medica
Settore MED/24
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 2
Docente responsabile Ettore Mearini
Docenti
  • Ettore Mearini
Ore
  • 25 Ore - Ettore Mearini

Cognomi M-Z

CFU 2
Docente responsabile Ettore Mearini
Docenti
  • Ettore Mearini
Ore
  • 25 Ore - Ettore Mearini

UROLOGIA - MOD. 2

Codice GP004618
Sede PERUGIA
CFU 1
Docente responsabile Ettore Mearini
Attività Caratterizzante
Ambito Discipline ostetrico-ginecologiche, medicina della riproduzione e sessuologia medica
Settore MED/24
Tipo insegnamento Obbligatorio (Required)

Cognomi A-L

CFU 1
Docente responsabile Giovanni Cochetti
Docenti
  • Giovanni Cochetti
Ore
  • 12.5 Ore - Giovanni Cochetti
Lingua insegnamento ITALIANO

Cognomi M-Z

CFU 1
Docente responsabile Giovanni Cochetti
Docenti
  • Giovanni Cochetti
Ore
  • 12.5 Ore - Giovanni Cochetti
Lingua insegnamento ITALIANO
Condividi su