Università degli Studi di Perugia

Cortometraggio “Del mio paese popolato come un poema”

Anteprima nazionale del cortometraggio “Del mio paese popolato come un poema”iniziativa Unipg realizzata dagli studenti del Laboratorio Teatrale Universitario - Martedì 14 giugno, ore 21, Perugia, Sala dei Notari 


Martedì 14 giugno 2022, alle ore 21, a Perugia, nella Sala dei Notari di Palazzo dei Priori, avrà luogo l’anteprima nazionale del cortometraggio “Del mio paese popolato come un poema”, di Vittoria Corallo, liberamente ispirato a “Calderón” e a “Bestia da stile” di Pier Paolo Pasolini.  

Il progetto cinematografico partecipativo e sperimentale, inserito nell’ambito del ciclo “Prospettiva Pasolini”, si è sviluppato su iniziativa dell’Università degli Studi di Perugia, ed è stato realizzato dagli studenti del Laboratorio Teatrale Universitario (I ciclo) con il sostegno della Fondazione Perugia. Si tratta di un’opera originale che si propone di osservare, alla stregua di quanto fatto da Pasolini con la periferia romana, il quartiere perugino di Ponte San Giovanni, con i suoi luoghi e i suoi abitanti. 

Intorno al progetto è nata una felice sinergia tra l’Università degli Studi di Perugia (rappresentata da Roberto Rettori, delegato per il settore orientamento tutorato e divulgazione della ricerca scientifica, e da Simone Casini, docente di letteratura italiana), il Teatro Stabile dell’Umbria, e altre realtà istituzionali che operano sul territorio perugino: il Comune di Perugia (Assessorato alla Cultura e Ufficio per le Politiche Sociali), Cooperativa “Densa”Associazione “Pro Ponte”Associazione “Atlas” Onlus

Si è sviluppato in due fasi: la prima sperimentale e partecipativa, la seconda di produzione cinematografica.  

In un primo momento si è cercato di creare un innesto del linguaggio poetico, parola e azione, nell’esperienza reale e urbana attraverso l’esplorazione di pratiche artistiche relazionali e teatrali. È stata fatta una selezione tra le tematiche che Pier Paolo Pasolini ha espresso nella sua vasta opera, approcciando alcuni significati come se si trattasse di manifestare il suo sguardo, nel tentativo di metterlo "in vita" invece che in scena, nel tempo nello spazio e nella lingua del nostro presente.  

Il materiale emerso durante gli incontri esplorativi ha contribuito alla scrittura di un soggetto originale e una sceneggiatura in cui sono presenti frammenti di “Calderón” e “Bestia da Stile” di Pier Paolo Pasolini, di seguito la produzione del cortometraggio di cui sono protagonisti attori non professionisti, ovvero gli studenti dell’Università degli Studi di Perugia e altre persone incontrate nei luoghi e tra le comunità che hanno partecipato al progetto nella sua fase laboratoriale. 

del mio paese data page 0001

Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale