Università degli Studi di Perugia

Vita accademica

Cordoglio della comunità universitaria per la scomparsa dello studente di Economia Nico Dolfi

Il Prof. Giuseppe Ambrosio, professore ordinario dell'Università degli Studi di Perugia e direttore della clinica di Cardiologia e fisiopatologia cardiovascolare, è stato insignito del premio 'Florentiae rubrum lilium”, un riconoscimento che viene conferito ogni due anni a chi si è distinto per la capacità di unire nella professione scienza e umanità. La cerimonia di consegna è avvenuta a Firenze, nell'aula magna dell’Ospedale di Careggi, in occasione dell'ottavo congresso di Esculapio, organizzato dall'Università degli studi di Firenze e dalla azienda ospedaliera universitaria di Careggi, in collaborazione con la Cai academy. 

Ambrosio, nominato professore associato all'età di soli 30 anni, da decenni svolge una intensa e significativa attività di ricerca scientifica, con pubblicazioni sulle principali riviste internazionali. 

photo 2022 11 27 14 34 50

Si è tenuto questa mattina, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, l’evento di presentazione della campagna nazionale della Polizia di Stato “Questo non è Amore”.
L’iniziativa, promossa dalla Questura di Perugia  in collaborazione con l’Università degli Studi di Perugia e l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Umbria, si è tenuta in occasione della celebrazione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, istituita il 17 dicembre 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.
Secondo il Prof. Maurizio Oliviero, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, prevenzione e cultura sono alla base del contrasto della violenza contro le donne.
"Cultura - ha quindi spiegato il Magnifico Rettore- vuol dire anzitutto passare dalla sola valutazione dell'emergenza sui casi che riguardano la violenza sulle donne a un'attenzione costantemente rivolta a questa tipologia di processi di relazione di genere. L'Università ha investito molto e fin da subito su una sensibilizzazione concreta, mediante l'attivazione degli sportelli antiviolenza. Però il messaggio più importante è che le giovani generazioni devono continuare a perseguire questo obiettivo, perché a monte c'è il grande problema delle disuguaglianze di genere. Di conseguenza, se queste non continuano a esplorare dei percorsi che portino al pieno riconoscimento della piena dignità umana della persona, soprattutto se è donna, ogni sforzo risulterà vano. Occorre quindi investire sui nostri giovani che - ha concluso Oliviero - sono il terreno più fertile per raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati".
“Abbiamo voluto promuovere questa due giorni – ha sottolineato il Questore di Perugia, Giuseppe Bellassai – perché animati dalla convinzione che solo un comune impegno e una forte alleanza tra Polizia di Stato, Università degli Studi di Perugia e Ufficio Scolastico Regionale possa contribuire a promuovere, soprattutto tra le giovani generazioni, una diffusa cultura del rispetto dell’altro, unico e risolutivo strumento di contrasto alla violenza contro le donne. La Polizia di Stato è da sempre in prima linea per prevenire la commissione dei reati di genere e andare incontro alle vittime, per ascoltarle e convincerle a denunciare”.
All’incontro, moderato dal caporedattore del TgR Umbria, Luca Ginetto, sono intervenuti, inoltre, il Dirigente Tecnico dell’Ufficio Scolastico Regionale, Maria Rita Pitoni; il Giudice per le Indagini Preliminari, Natalia Giubilei; il Procuratore Aggiunto della Repubblica, Giuseppe Petrazzini; la presidente dell’Associazione di promozione sociale “Libera…mente donna”, Maurita Lombardi; l’Ispettore della Polizia di Stato, Francesca Gosti; il Dirigente Medico della Sezione di Psichiatria, Psicologia e riabilitazione Psichiatrica del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Perugia, Patrizia Moretti; i componenti della Consulta provinciale di Perugia, Francesco Palmiotto (Istituto Volta) e Melissa Romeo (Liceo Pieralli).
Presenti anche le autorità civili, religiose e militari della provincia di Perugia. A prendere parte all’evento anche l’atleta delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, Irma Testa, Medaglia di Bronzo ai giochi Olimpici di Tokyo 2020, Medaglia d’Oro ai campionati Europei del 2022 e Testimonial della campagna contro la violenza sulle donne #IoLotto.
A partire da oggi pomeriggio e per tutta la giornata di sabato 26 novembre, il personale specializzato della Polizia di Stato, si sposterà presso il Centro Commerciale “Collestrada” di Perugia dove, con il camper rosa della Polizia di Stato e lo stand allestito per l’occasione, verranno fornite informazioni sull’attività svolta quotidianamente dagli operatori di polizia per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne.
Oltre allo stand della Polizia di Stato, saranno allestiti anche gli stand di alcune Scuole Secondarie di Secondo Grado di Perugia e dell’Università. Gli studenti, insieme ai loro docenti, illustreranno gli elaborati realizzati sul tema e l’attività svolta dall’Ateneo perugino per la prevenzione e il contrasto del fenomeno della violenza contro le donne.

Previsto anche l’intervento dei rappresentanti dei Centri Antiviolenza della provincia che condivideranno alcune storie con risvolti non solo giuridici, ma anche culturali e sociali sul tema della lotta contro la violenza sulle donne. Ad accogliere l’invito della Polizia di Stato è stata anche la scuola di danza “Umbria Ballet”, diretta da Marina Tofi, che si esibirà con una coreografia curata da Sara Marinelli sul tema della violenza di genere*.

aula magna dsc 7535

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria della Sicurezza
Accordo di Doppio Titolo fra Università degli Studi di Perugia e
Technical University of Ostrava

“QUESTO NON È AMORE 2022”. LA POLIZIA DI STATO, L’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA E ISTITUTO SCOLASTICO REGIONALE PER L’UMBRIA INSIEME PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
Si è tenuto  a Parigi, presso l’Universitè Paris Nanterre, il ToC, Trainining of Creativity, del progetto europeo VRAILEXIA di cui Unipg è partner.

Leonardo Cardinali, Alessio Longo, Daniela Carolina Lopez Ortiz, Maria Paula Regnicoli, vincitori del bando di selezione promosso dall’Ateneo, hanno partecipato al ToC insieme al gruppo di lavoro di VRAILEXIA-Unipg: Dott.ssa Giulia Moretti, Dott.ssa Serena Meattini, Dott. Francesco Marsili del Dipartimento di Filosofia, scienze sociali, umane e della formazione (FISSUF).

Il progetto VRAILEXIA, coordinato per Unipg dalla Prof.ssa Claudia Mazzeschi insieme alle colleghe Prof.sse Elisa Delvecchio, Annalisa Morganti e Moira Sannipoli, è dedicato allo sviluppo di strumenti innovativi di supporto allo studio e di servizi per studenti universitari, con particolare attenzione a quelli con dislessia, basati sull’Intelligenza artificiale, con lo scopo di garantire pari accesso e opportunità di successo durante tutta la carriera accademica e in una prospettiva di lifelong learning.

Leggi di più: https://vrailexia.eu

thumbnail image001 1

Presentato il bilancio sociale 2021 della Procura Generale della Repubblica di Perugia 

Studenti e studentesse delle superiori alla scoperta dei raggi cosmici a Perugia  
Il 22 novembre, al Dipartimento di Fisica e Geologia,  il Liceo Scientifico Statale “Galeazzo Alessi” parteciperà all’International Cosmic Day  

Gabriella Manfredi, laureata Unipg, nominata “Esperto per il settore agroalimentare”  all'Ambasciata Italiana a Londra  

Università degli Studi e Azienda Ospedaliera di Perugia hanno intitolato un’aula studio alla memoria della Dottoressa Lucia Menghini, specializzanda di anestesia e rianimazione tragicamente scomparsa in Giordania agli inizi di aprile

Condividi su