Università degli Studi di Perugia

L'Artico e lo spazio. La Russia e le rotte del nuovo millennio tra storia e innovazione scientifica. Concluso al Dipartimento di Scienze Politiche il Forum del Centro Internazionale di ricerche e studi eurasiatici (CIRSEU)

Si è concluso il Forum “L’Artico e lo spazio. La Russia e le rotte del nuovo millennio tra storia e innovazione scientifica”, una due giorni di studio organizzata dal Centro Internazionale di Ricerche e Studi Eurasiatici (CIRSEU), diretto dal Prof. Dario Biocca, presso il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia. 


L’iniziativa scientifica, coordinata dal Prof. Francesco Randazzo, ha inteso aprire uno spazio in cui storici, manager e scienziati della cultura possano ritrovarsi per discutere su quelle che attualmente appaiono essere le più grandi “scommesse” del prossimo futuro, ovvero l’Artico e lo spazio, due luoghi centrali nelle politiche delle superpotenze al fine di stringere accordi, confrontarsi diplomaticamente e stabilire nuovi equilibri internazionali.  

Il Forum ha consentito il confronto fra chi studia i fenomeni relativi alla geopolitica e chi invece è coinvolto nei meccanismi che regolano i flussi dell’innovazione e ha quindi la possibilità di azionare partenariati, organizzare gruppi di ricerca, impiegare le risorse e valorizzarle in un contesto lavorativo o industriale. L’Accademia, infatti, può attivare il dialogo fra il modello teorico e quello pratico, incentivando la collaborazione tra i saperi umanistici e quelli propriamente scientifico-tecnologici. L’intento dell’evento, quindi, è stato quello di creare un cluster nazionale aperto al dialogo internazionale, soprattutto con il mondo russo, ben radicato nel settore dell’industria aerospaziale italiana. 

La prima giornata di lavori è stata aperta dall’inaugurazione di una mostra fotografica sulla cosmonautica proveniente dal Museo Statale di Storia della Cosmonautica “K. E. Ciolkovskij” di Kaluga (Russia) a cui è seguita una tavola rotonda a cui hanno partecipato l’Ambasciata russa in Italia, nella persona del Consigliere Politico Mikhail Rossiyskiy, il Ten. Col. Ing. Ugo Marturano, dello Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana - Ufficio generale per lo spazio, l'Ing. Walter Cugno di Thales Alenia Space, alcuni rappresentanti di Human Space Services e la Dott.ssa Daria Pushkova, Direttrice dell'Associazione "Centro Russo di Scienza e Cultura" (Roma). E’ stato inoltre presentato il primo volume della Collana di Studi spaziali “Incunabula Cosmica”, diretta da Massimo De Caro, ovvero: Konstantin E. Ciolkovskij, “L’esplorazione degli spazi cosmici mediante macchine a reazione (1903)”, per i tipi di Edizioni Imago Mundi (2021).  

Il seminario conclusivo, dal titolo: “Le nuove frontiere delle relazioni internazionali, l’Artico e lo Spazio tra vecchie e nuove prospettive”, aperto dalla prolusione del Prof. Nicola Neri, docente di Storia delle Relazioni Internazionali, presso l'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro", ha visto la partecipazione di studiosi del Cirseu, nonché di ricercatori provenienti da altri Atenei italiani e stranieri.

 

cirseu

Nella foto, da sinistra:

Prof. Francesco Randazzo - CIRSEU - Dipartimento di Scienze Politiche - Unipg

Dott.ssa Larissa Gavrilova-  Unipg

Dott. Mikhail Rossiyskly - Consigliere politico dell'Ambasciata russa in Italia

Dott.ssa Daria Pushkova - Centro Russo di Scienza e Cultura a Roma

Ten. Col. Ing. Ugo Marturano - Aeronautica Militare Italiana

Dott. Massimo De Caro - Direttore Collana di Studi spaziali “Incunabula Cosmica”

 

Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale