Università degli Studi di Perugia

Fisiologia e patologie del muscolo, on-line la terza edizione del corso di alta formazione Unipg

Si è recentemente tenuto in modalità telematica il corso di alta formazione in “Advanced Myology Update”, organizzato dal Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Perugia, con la partecipazione di oltre 170 ricercatori da tutto il mondo.  


Giunto alla sua terza edizione, il corso è rivolto a giovani laureati, dottorandi e assegnisti di ricerca e si propone di fornire aggiornamenti sulle dinamiche alla base dello sviluppo, crescita e rigenerazione del tessuto muscolare, e sulle problematiche collegate allo sviluppo di approcci terapeutici per le malattie neuromuscolari.  

Ai partecipanti ha portato i saluti dell’Ateneo il direttore del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, prof. Vincenzo Nicola Talesa.  

Il corso si avvale della collaborazione dell’Istituto Interuniversitario di Miologia (IIM), un’associazione scientifica a carattere internazionale con sede in Perugia che riunisce ricercatori impegnati nello studio del muscolo scheletrico e delle patologie ad esso correlate (quali distrofie muscolari, sclerosi laterale amiotrofica, tumori del muscolo, e atrofia muscolare associata a cancro). Grazie a un’apposita convenzione con l’Ateneo perugino, l’IIM contribuisce al corso fornendo esperti di fama internazionale in qualità di docenti e organizzando un meeting internazionale giunto quest’anno alla 18a edizione.  

“Anche quest’anno il corso si è dovuto tenere in modalità telematica ma siamo pronti a riprendere con la consueta formula residenziale nella nostra regione – spiega il prof. Guglielmo Sorci, docente di Anatomia umana del Dipartimento di Medicina e Chirurgia e coordinatore del corso, nonché vicedirettore dell’IIM. Siamo comunque molto soddisfatti perché abbiamo registrato partecipanti provenienti da varie regioni d’Italia e d’Europa, e oltre 170 partecipanti al meeting provenienti da tutta Europa, Stati Uniti e Canada, tra ricercatori, clinici e rappresentanti delle industrie farmaceutiche e delle associazioni dei pazienti”. 

Grazie anche all’integrazione con il meeting IIM, l’edizione 2021 del corso ha ospitato numerosi contributi scientifici, con 4 letture magistrali tenute da scienziati nel campo della miologia quali Edgar Gomes (Università di Lisbona, Portogallo), Johnny Kim (Max Planck Institute, Bad Nauheim, Germania), Elizabeth McNally (Northwestern University, Chicago, USA) e Michael Rudnicki (Ottawa Hospital Research Institute, Canada). Sono stati loro a coordinare anche 2 tavole rotonde su tecnologie omiche in miologia e su nuovi approcci terapeutici. Inoltre, nell’ambito del meeting sono stati presentati 13 relazioni orali e 66 poster distribuiti in varie sessioni e riguardanti diversi aspetti della miologia, tra cui alterazioni genetiche ed epigenetiche delle distrofie muscolari e delle miopatie, cellule satelliti e rigenerazione muscolare, crescita e omeostasi muscolare, alterazioni metaboliche del muscolo, sarcopenia e cachessia, nonchè nuovi approcci terapeutici.  

La strutturazione del meeting è frutto dell’operosità del comitato scientifico dell’IIM, composto da Davide Gabellini (IRCCS San Raffaele Milano; direttore), Sestina Falcone (Myology Centre for Research, Parigi), Stefania Fulle (Università di Chieti-Pescara), Cesare Gargioli (Università Tor Vergata Roma), Francesca Grassi (Università Sapienza Roma), Antonio Musarò (Università Sapienza Roma), Fabio Penna (Università di Torino), Pier Lorenzo Puri (Sanford Burnham Prebys, California), Alessandra Sacco (Sanford Burnham Prebys, California), Maurilio Sampaolesi (Università di Leuven, Belgio) e Guglielmo Sorci (Università degli Studi di Perugia; vicedirettore). 

Il corso si è concluso con la premiazione dei migliori poster e poster blitz, e della migliore esposizione orale. 

 

 

Condividi su
Visualizza la versione precedente del portale