Università degli Studi di Perugia

Perugia, 31 marzo 2022

Vinicio Capossela presenta il suo nuovo lavoro letterario “Eclissica”  - Lunedì 4 aprile, ore 17, Aula Magna Università degli Studi di Perugia     

Lunedì 4 aprile 2022 l’Aula Magna dell'Università degli Studi di Perugia ospiterà Vinicio Capossela, nel capoluogo umbro per parlare del suo nuovo lavoro letterario “Eclissica” in libreria con Feltrinelli. Il cantautore, non nuovo a uscite letterarie, accompagnerà il pubblico al confine tra visibile e invisibile, in un affascinante viaggio attraverso le opere e le epoche della vita.   

Dopo il saluto del Magnifico Rettore prof. Maurizio Oliviero seguirà il dibattito con l'autore coordinato da Leonardo Malà, alla presenza di Donatella Miliani, del quotidiano La Nazione, e della professoressa Chiara Paola Caselli.   

Spazio anche al pubblico che potrà formulare le proprie domande e al termine dell'evento farsi firmare copie del libro dall'autore.    

L’iniziativa è targata Moon in June in collaborazione con l’Ateneo perugino.  

Per info e contatti: 

www.mooninjune.it - info@mooninjune.it 

Facebook: www.facebook.com/mooninjunepg/ 

Perugia, 30 aprile 2022

Il Gruppo Oncologico Multidisciplinare per la patologia tiroidea celebra i 15 anni di attività, convegno sulle nuove strategie organizzative per contrastare le alterazioni della tiroide - In Umbria ne sono affette 60.000 persone

Si svolgerà domani giovedì 31 marzo 2022, dalle ore 8.45, a Perugia, nell’Aula Rita Levi-Montalcini dell’Edificio CREO dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, il convegno: “Tre lustri di attività del Gruppo Oncologico Multidisciplinare per la patologia tiroidea”, organizzato dall’Azienda Ospedaliera di Perugia e dall’Università degli Studi di Perugia, nonché promosso dalla Associazione di Volontariato La Lumaca ODV. Lo scopo dell’iniziativa è quello di celebrare l’attività quindicennale del Gruppo e mettere in campo, in questa fase post-pandemica, nuove strategie organizzative per la gestione delle patologie tiroidee, ed eventualmente individuare nuovi spunti per l’assistenza sanitaria sia nell’ambito di tali patologie sia più in generale nell’assistenza sanitaria erogata ai cittadini della Regione Umbria.

Le alterazioni della tiroide rappresentano un problema sanitario importante poiché le patologie di questa ghiandola sono estremamente diffuse. Si può stimare che in Umbria ci siano 60.000 persone, cioè 1 persona ogni 15, affette da una qualche forma di alterazione tiroidea clinicamente significativa nell’ambito degli ipotiroidismi, degli ipertiroidismi o dei noduli tiroidei. E’ quindi chiaro che in questo contesto ci sia una richiesta assistenziale molto significativa a cui il sistema sanitario è tenuto a rispondere.

Nel 2005 veniva costituito nell’ambito della Rete Oncologica Regionale il Gruppo Oncologico Multidisciplinare per la patologia tiroidea che da allora ha operato ininterrottamente fino ad oggi. In particolare furono invitati a prendere parte a questo gruppo tutti gli specialisti della Regione che si occupavano della gestione delle malattie neoplastiche tiroidee: endocrinologi, medici nucleari, anatomo-patologi, chirurghi, oncologi.

La “mission” del Gruppo, tuttora attiva, era quella di implementare la qualità dell’assistenza per i malati di tumore tiroideo attraverso azioni di aggiornamento continuo dei membri del Gruppo, di omogeneizzazione dei comportamenti sull’intero territorio regionale, di presa in carico dei pazienti, e di discussione collegiale dei casi con la definizione per ciascuno del migliore percorso diagnostico-terapeutico condiviso tra i vari specialisti. I risultati sono stati eccellenti con la stesura di Linee Guida Regionali per la gestione dei noduli tiroidei e dei tumori della ghiandola, la presa in carico di centinaia di pazienti, una significativa riduzione della migrazione sanitaria per queste patologie e attualmente la discussione collegiale di ciascun singolo caso al momento della diagnosi o laddove vi siano discostamenti da un percorso lineare.

Tuttavia a parte la nicchia di eccellenza del Gruppo Oncologico Multidisciplinare per la patologia tiroidea, in Umbria, come nel resto d’Italia, c’è da fronteggiare un problema organizzativo per la gestione più razionale anche della patologia tiroidea non oncologica.

Pertanto, nell’ambito del Convegno, oltre a ripercorrere l’attività del Gruppo, è stata prevista una tavola rotonda con coinvolgimento di tutta la comunità sanitaria regionale, che si occupa della gestione della patologia tiroidea a tutti i livelli, finalizzata a discutere la creazione di una rete regionale per la gestione dei malati di tiroide. Oltre agli specialisti sopramenzionati sono stati anche invitati a questa riflessione rappresentanti della medicina generale e gli amministratori della sanità.

Si allega il programma del convegno

Perugia, 30 marzo 2022

Sociologia della folla per la formazione dei futuri esperti della sicurezza,  se ne parla “L’Uovo di Colombo”, programma radiofonico di divulgazione scientifica dell’Ateneo di Perugia - Giovedì 31 marzo 2022, ore 19, su Umbria Radio InBlu    

Giovedì 31 marzo, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBlu e in contemporanea sull’account Facebook dell’emittente, la dottoressa Sabina Curti, del Dipartimento di Filosofia, Scienze Umane, Sociali e della Formazione, sarà ospite de “L’Uovo di Colombo”, il programma radiofonico dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia. 

In particolare, la dottoressa Curti, ricercatrice e docente di Sociologia giuridica, della devianza e del mutamento sociale presso il corso di Laurea triennale in scienze per l'Investigazione e la Sicurezza con sede a Narni, analizzerà il tema della folla legato alla sicurezza e alla sua relazione con la paura, dispositivi che è necessario gestire nei più diversi ambiti. 

“L’Uovo di Colombo” va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu.  Il programma è realizzato nell’ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi. Le puntate possono essere riascoltate e riviste alla pagina YouTube ufficiale Unipg.     

    

La replica del programma andrà in onda sulle frequenze di U

 

Perugia, 29 marzo 2022

Tre nuovi corsi di alta specializzazione frutto della collaborazione  fra Università degli Studi di Perugia e Confindustria Umbria. Il Rettore Oliviero: “Una nuova stagione nei rapporti tra alta formazione, territorio e mondo del lavoro” fra Università degli Studi di Perugia e Confindustria Umbria. 

Sostenibilità, gestione del rischio e gestione dei finanziamenti pubblici: questi i temi al centro dei nuovi corsi di alta specializzazione messi a punto dall’Università degli Studi di Perugia e da Sistemi Formativi Confindustria Umbria, a valere sul bando SKILLS della Regione Umbria. I tre percorsi formativi sono stati presentati stamani dal Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, dal Presidente di Sistemi Formativi Confindustria Umbria, Riccardo Stefanelli e dal Direttore Risk, Compliance and Quality di Autostrade per l’Italia S.p.a. (ASPI), Nicola Allocca.  

Presenti alla conferenza stampa il Pro Rettore Vicario Fausto Elisei e Stefania Stefanelli, delegata rettorale per il settore internazionalizzazione e cooperazione internazionale. 

Si tratta di corsi di alta specializzazione dedicati rispettivamente alla formazione di: Industrial sustainability specialist, Risk and business continuity manager Industrial fundraiser, che hanno l’obiettivo di formare nuovi profili professionali adeguati alle trasformazioni della manifattura in chiave Industria 4.0 e rispondenti ai bisogni del mutato scenario competitivo mondiale. I percorsi formativi sono frutto della collaborazione tra l’Università degli Studi di Perugia e l’Agenzia formativa di Confindustria Umbria. 

“L’Università degli Studi di Perugia si è fortemente impegnata, in questi ultimi anni, per inaugurare una nuova stagione nei rapporti tra alta formazione, territorio e mondo del lavoro – ha dichiarato il Magnifico Rettore Maurizio Oliviero – grazie alla creazione di percorsi formativi di alta specializzazione pensati per valorizzare il comune patrimonio di vantaggi competitivi, garanzia di sostenibilità e qualità e incrementare significativamente le possibilità di impiego delle nostre studentesse e dei nostri studenti. Il paradigma delle competenze dell’Ateneo si sta trasformando sempre più in un modello in costante evoluzione, capace di intercettare le esigenze rappresentate da aziende e operatori economici locali, nazionali e internazionali, ai quali possiamo e vogliamo offrire candidati di altissimo profilo e che possiedano non solo una formazione di eccellenza, ma anche strumenti efficaci grazie ai quali proseguire nel loro cammino umano e professionale. Ringrazio quindi Confindustria Umbria e i suoi sistemi formativi per la stretta collaborazione, che ha consentito al nostro progetto di essere selezionato dal bando SKILLS della Regione Umbria, nonché tutti gli operatori economici coinvolti per il loro entusiasmo nell’aderire all’iniziativa”. 

Riccardo Stefanelli, Presidente di Sistemi Formativi Confindustria Umbria, ha ringraziato il Magnifico Rettore, i suoi collaboratori e il team di Confindustria Umbria per il lavoro svolto nella progettazione di questi tre percorsi formativi, “frutto – ha sottolineato - di una bella collaborazione tra la nostra Università e le imprese della regione Umbria.  Una collaborazione che va nella direzione di un trasferimento di competenze necessario a vantaggioso per entrambe le parti. Credo profondamente – ha aggiunto - che il dialogo tra il mondo accademico e il modo dell’industria sia il migliore strumento per gestire nuove complessità. Sono sicuro che i giovani che concluderanno questi corsi incontreranno facilmente la domanda delle nostre imprese”. 

Le aziende partner del progetto formativo sono attualmente 28, si tratta di: Afea, Autoservizi Troiani, Autostrade per l’Italia, Brunello Cucinelli, Bazzica, Beaulieu Fibres International Terni, Btree, Ciam, Colacem, Exolon Group, Fucine Umbre, Gesenu, Hi Tech Solutions, Idea-Re, Ilserv, Itelcobroadcas, Koenig Metall Gt, Mct Italy, Meccanotecnica Umbra, Mirachrome, Noesis, Oma, Tarkett, Tecnocarta, Terex Operations Italy, Tofi Impianti Elettrici, Tree e Umbria Digital Innovation Hub. Ulteriori aziende si stanno unendo a questo gruppo di partenza. 

“Prosegue la sinergia con il mondo accademico che caratterizza il percorso di profonda trasformazione, avviato da Autostrade per l’Italia S.pa. con il suo piano industriale nel 2020 – ha spiegato Nicola Allocca - In questo contesto, il Gruppo ASPI ha sviluppato una nuova governance, inserendo figure professionali con competenze specifiche e innovative. La collaborazione con la prestigiosa Università degli Studi di Perugia rafforza questa strategia, in un quadro che prevede corsi di alta specializzazione volti ad a potenziare il cambiamento culturale in corso. Continuous Risk Management, Predictive Compliance e Active Business Continuity Management sono i fattori principali per il raggiungimento delle performance nel rispetto di leggi e regolamenti, a garanzia dell’integrità e dell’affidabilità dei dati”. 

I corsi, della durata di un anno, sono articolati in 450 ore di lezione teorica in aula e sei mesi di tirocinio in aziende primarie del territorio.  

In particolare, il corso Risk and business continuity manager è volto all’analisi dei processi gestionali per identificare e valutare in anticipo il potenziale di rischio per l’organizzazione, al fine di evitare o mitigare i rischi che potrebbero compromettere l’attività aziendale. 

Il corso Industrial sustainability specialist si pone l’obiettivo di trasferire competenze per definire, proporre e coordinare le azioni necessarie per la riduzione di costi e di consumi di risorse, con particolare riferimento a quelle energetiche, per il miglioramento delle prestazioni ambientali aziendali. 

Infine, il corso Industrial fundraiser formerà figure esperte nell’intercettare opportunità di finanziamento per le imprese nell’ambito di bandi regionali, nazionali e comunitari. 

Tutti i percorsi formativi sono rivolti a giovani neolaureate e neolaureati, disoccupate e disoccupati o inoccupate e inoccupati, iscritte e iscritti a uno dei Centri per l’impiego della Regione Umbria, di età inferiore a 30 anni e in possesso di una laurea magistrale.  

La partecipazione ai corsi è gratuita. Per ciascun percorso saranno selezionate 15 discenti a seguito di una prova scritta, di un test a risposta multipla di cultura generale e di un colloquio per approfondire l’attitudine al ruolo  la motivazione di candidate e candidati a intraprendere il percorso formativo. 

bandi sono già aperti ed è possibile sin d’ora inviare la propria candidatura. L’avvio dei corsi è previsto per il mese di giugno 2022. 

La formazione teorica si svolgerà in modalità formazione a distanza sincrona o, nel caso in cui la situazione epidemiologica lo consenta, presso le sedi dell’Università degli Studi di Perugia. Ciascun percorso prevede un tirocinio curricolare retribuito della durata di 720 ore (6 mesi), all’interno di importanti imprese industriali. 

I bandi, con tutti i dettagli per la partecipazione ai corsi, sono disponibili al seguente link 

Ulteriori informazioni sul portale: www.sfcu.it

Magnifico Rettore Maurizio Oliviero    Nicola Allocca    Riccardo Stefanelli     da sx Stefanelli Oliviero Allocca

da sx Stefanelli Oliviero Allocca

 

Perugia, 28 marzo 2022

CONFERENZA STAMPA - Presentazione di tre nuovi corsi di alta specializzazione  organizzati da Università degli Studi di Perugia e Confindustria Umbria - Perugia, martedì 29 marzo 2022, ore 11 - Sala del Dottorato - Palazzo Murena 

Sostenibilità, gestione del rischio e gestione dei finanziamenti pubblici: questi i temi al centro dei tre nuovi corsi di alta specializzazione, messi a punto dall’Università degli Studi di Perugia e da Sistemi Formativi Confindustria Umbria, che saranno presentati martedì 29 marzo, alle ore 11, nella sede del Rettorato dell'Università degli Studi di Perugia, a Palazzo Murena. 

All’incontro interverranno il Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, il Presidente di Sistemi Formativi Confindustria Umbria, Riccardo Stefanelli e il Direttore Risk, Compliance and Quality di Autostrade per l’Italia, Nicola Allocca

Saranno illustrati i tre nuovi percorsi di alta specializzazione per giovani laureate e laureati, progettati per formare nuovi profili professionali adeguati alle trasformazioni della manifattura in chiave Industria 4.0 e rispondenti ai bisogni del mutato scenario competitivo globale. 

La conferenza stampa potrà essere seguita anche in streaming sul canale YouTube istituzionale dell’Università degli Studi di Perugia.  Per fare domande online ai relatori, i giornalisti potranno utilizzare la piattaforma Teams cliccando su questo link.  

****LA STAMPA È INVITATA A PARTECIPARE IN PRESENZA **** 

Si ricorda che per partecipare in presenza sono necessari il Greep Pass rafforzato e la mascherina FFP2

Perugia, 24 marzo 2022

Open Day Unipg 2022" dal 28 marzo al 7 aprile 2022, con 16 appuntamenti l’Ateneo presenta i corsi di laurea Triennale e Magistrale a ciclo unico  

Al via, da lunedì 28 marzo sino a giovedì 7 aprile 2022, l'"Open Day Unipg 2022" organizzato dall’Università degli Studi di Perugia per consentire agli studenti e alle studentesse delle scuole superiori di conoscere l’offerta formativa dell’Ateneo perugino, le peculiarità dei singoli corsi, sia Triennali, sia Magistrali a ciclo unico e le opportunità nel mondo del lavoro al termine del percorso di studio.    

L'evento, per un totale di 16 appuntamenti, in orario pomeridiano, alle ore 15 e alle ore 16.30, sarà on line e offrirà l’opportunità alle aspiranti matricole di interagire con i docenti, facendo domande e chiedendo informazioni specifiche relative ai corsi di laurea.    

Tutte le informazioni al link: https://www.unipg.it/servizi/orientamento/open-day-unipg   

Per partecipare all'open day al quale si è interessati basterà cliccare sull'apposito ‘bottone’ di registrazione e collegarsi al link di accesso sulla piattaforma Zoom, che si riceverà per e-mail.  

In occasione dell'"Open Day Unipg 2022", verranno inoltre trasmessi video inediti: "Lo sapevi che", contenenti informazioni, curiosità e peculiarità dei corsi, e "Una giornata al Dipartimento di" nel quale viene descritta la giornata tipo di uno studente universitario, attraverso i luoghi di maggiore interesse (laboratori, biblioteche, strutture ospedaliere, bar, mense, etc.).    

È previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione.     

  

Perugia, 24 marzo 2022

CONFERENZA STAMPA - Presentazione di tre nuovi corsi di alta specializzazione  organizzati da Università degli Studi di Perugia e Confindustria Umbria  Presentazione di tre nuovi corsi di alta specializzazione  

Perugia, martedì 29 marzo 2022, ore 11 - Sala del Dottorato - Palazzo Murena 

Sostenibilità, gestione del rischio e gestione dei finanziamenti pubblici: questi i temi al centro dei tre nuovi corsi di alta specializzazione, messi a punto dall’Università degli Studi di Perugia e da Sistemi Formativi Confindustria Umbria, che saranno presentati martedì 29 marzo, alle ore 11, nella sede del Rettorato dell'Università degli Studi di Perugia, a Palazzo Murena. 

All’incontro interverranno il Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Perugia, Maurizio Oliviero, il Presidente di Sistemi Formativi Confindustria Umbria, Riccardo Stefanelli e il Direttore Risk, Compliance and Quality di Autostrade per l’Italia, Nicola Allocca

Saranno illustrati i tre nuovi percorsi di alta specializzazione per giovani laureate e laureati, progettati per formare nuovi profili professionali adeguati alle trasformazioni della manifattura in chiave Industria 4.0 e rispondenti ai bisogni del mutato scenario competitivo globale. 

La conferenza stampa potrà essere seguita anche in streaming sul canale YouTube istituzionale dell’Università degli Studi di Perugia.  Per fare domande online ai relatori, i giornalisti potranno utilizzare la piattaforma Teams cliccando su questo link.  

****LA STAMPA È INVITATA A PARTECIPARE IN PRESENZA **** 

Perugia, 23 marzo 2022

Evoluzione umana e Scuola di Paleoantropologia di Unipg, se ne parla a “L’Uovo di Colombo”, programma radiofonico di divulgazione scientifica dell’Ateneo di Perugia - Giovedì 24 marzo 2022, ore 19, su Umbria Radio InBlu

   

Giovedì 24 marzo, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBLu e in contemporanea sull’account Facebook dell’emittente, il dottor Marco Cherin, del Dipartimento di Fisica e Geologia, sarà ospite de “L’Uovo di Colombo”, il programma radiofonico dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia: si parlerà di “Evoluzione umana in vetrina”, l’evento realizzato in occasione di Sharper 2021 e delle attività scientifiche e di ricerca portate avanti dai responsabili della Scuola di Paleoantropologia dell’Ateneo perugino.

Insieme all’ ospite in studio, ci saranno i contributi in esterna della Dottoressa Beatrice Azzarà, dottoranda UniPG e del Dottor Alessandro Riga, ricercatore UniFI che, nel mese di dicembre 2021 hanno partecipato alla missione in Tanzania nell’ambito del progetto THOR (Tanzania Human Origins Research). 

“L’Uovo di Colombo” va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu.  Il programma è realizzato nell’ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi. Le puntate possono essere riascoltate e riviste alla pagina YouTube ufficiale Unipg.    

   

La replica del programma andrà in onda sulle frequenze di Umbria Radio InBlu sabato 26 marzo 2022, alle ore 12.    

    

 

Perugia, 22 marzo 2022

Open Day Unipg 2022" dal 28 marzo al 7 aprile 2022 con 16 appuntamenti l’Ateneo presenta i corsi di laurea Triennale e Magistrale a ciclo unico 

L’Università degli Studi di Perugia ha organizzato, dal 28 marzo al 7 aprile 2022, l'"Open Day Unipg 2022", per consentire agli studenti e alle studentesse delle scuole superiori di conoscere l’offerta formativa dell’Ateneo perugino, le peculiarità dei singoli corsi, sia Triennali, sia Magistrali a ciclo unico e le opportunità nel mondo del lavoro al termine del percorso di studio. 

L'evento, per un totale di 16 appuntamenti, in orario pomeridiano, alle ore 15 e alle ore 16,30, sarà on line e offrirà l’opportunità alle aspiranti matricole di interagire con i docenti, facendo domande e chiedendo informazioni specifiche relative ai corsi di laurea. 

Tutte le informazioni al link: https://www.unipg.it/servizi/orientamento/open-day-unipg

Per partecipare all'open day al quale si è interessati basterà cliccare sull'apposito ‘bottone’ di registrazione e collegarsi al link di accesso sulla piattaforma Zoom, che si riceverà per e-mail. 

In occasione dell'"Open Day Unipg 2022", verranno inoltre trasmessi video inediti: "Lo sapevi che", contenenti informazioni, curiosità e peculiarità dei corsi, e "Una giornata al Dipartimento di" nel quale viene descritta la giornata tipo di uno studente universitario, attraverso i luoghi di maggiore interesse (laboratori, biblioteche, strutture ospedaliere, bar, mense, etc.). 

È previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione. 

Perugia, 21 marzo 2022

Studio sul microbiota e sulla sua influenza su salute e malattia, ottenuto finanziamento da gruppo di ricerca dell’Ateneo   

La Prof.ssa Luigina Romani e il Dott. Claudio Costantini del Dipartimento di Medicina e Chirurgia, Sezione di Patologia, dell’Università degli Studi di Perugia, hanno ottenuto un cospicuo finanziamento dalla Oxalosis and Hyperoxaluria Foundation (OHF) americana al fine di realizzare a un progetto scientifico che permetterà di decifrare il ruolo del microbiota intestinale ed il suo metabolismo nel contesto di malattie metaboliche, quali l'iperossaluria, al fine di identificare nuovi fattori prognostici nonché terapie innovative basate, per l’appunto, sul microbiota. 

Si tratta, quindi, di un progetto che si inserisce nell’ambito di ricerca di cui si occupa da tempo il gruppo di ricercatori e ricercatrici perugini coordinato dalla Prof.ssa Romani e dedicato allo studio del microbiota e della sua influenza sulla salute e malattia umana.   

Il progetto potrà contare su un finanziamento di oltre 190 mila dollari, avrà la durata di due anni e vedrà la partecipazione, accanto al Dott. Claudio Costantini, della Dott.ssa Emilia Nunzi, entrambi afferenti al Dipartimenti al Dipartimento di Medicina e Chirurgia dello Studium, in collaborazione con centri di ricerca afferenti all'Università di Torino, all'Ospedale Gemelli di Roma, all'Ospedale Sant'Orsola di Bologna e al centro TIGEM di Napoli. 

da sx Dott. Claudio Costantini Dott.ssa Emilia Nunzi Prof.ssa Luigina Romani

Perugia, 17 marzo 2022

Ricercatori Unipg partecipano al progetto europeo “WeLar”  contro i rischi di esclusione e di marginalizzazione economica e sociale   

Il gruppo di ricerca formato dai Prof. Cristiano Perugini (coordinatore), Davide Castellani, Fabrizio Pompei e Francesco Venturini, del Dipartimento di Economia dell’Ateneo di Perugia è uno dei 10 partner del progetto “WeLar - Welfare systems and labour market policies for economic and social resilience in Europe”, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 Tranformations e coordinato dall’Università di Cattolica di Lovanio (Belgio). 

La ricerca di “WeLar”, che disporrà di un budget complessivo di circa 3 milioni di euro, si propone di identificare le sfide che quattro macro tendenze – le trasformazioni tecnologiche, la globalizzazione, il riscaldamento globale e i cambiamenti demografici - pongono all’attuale architettura dei sistemi di welfare e delle politiche per il lavoro in Europa, con l’obiettivo finale di suggerire ai decisori pubblici europei le misure necessarie per ridurre i rischi di esclusione e di marginalizzazione economica e sociale.  

L’unità di Perugia studierà in particolare quali conseguenze hanno le attuali traiettorie di cambiamento tecnologico, demografico e di internazionalizzazione sui segmenti del mercato del lavoro più vulnerabili e come sia possibile evitare ulteriori inasprimenti dei livelli, già allarmanti, di disuguaglianza economica e sociale. 

Il team di ricerca dell'Università degli Studi di Perugia: da sinistra: Davide Castellani, Fabrizio Pompei, Cristiano Perugini, Francesco Venturini

Perugia, 16 marzo 2022

Allergie da polline nell’uomo e negli animali, se ne parla a “L’Uovo di Colombo”, programma radiofonico di divulgazione scientifica dell’Ateneo di Perugia - Giovedì 17 marzo 2022, ore 19, su Umbria Radio InBlu       

Giovedì 17 marzo, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBLu e in contemporanea sull’account Facebook dell’emittente, la dottoresa Emma Tedeschini, del Dipartimento di Scienze agrarie, alimentari ed ambientali (DSA3), sarà ospite de “L’Uovo di Colombo”, il programma radiofonico dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia: parlerà delle allergie respiratorie da polline partendo dalla sua esperienza di ricercatrice responsabile del laboratorio di Palinologia e aerobiologia del DSA3 e di presidente della Società italiana di Aerobiologia, medicina e ambiente (SIAMA).

Insieme all’ospite in studio, ci saranno i contributi in esterna dei professori David Michele Cappelletti, Ordinario di Fondamenti Chimici delle Tecnologie, e Massimo Zerani, Associato di Fisiologia Veterinaria del Dipartimento di Medicina veterinaria.

“L’Uovo di Colombo” va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu.  Il programma è realizzato nell’ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi. Le puntate possono essere riascoltate e riviste alla pagina YouTube ufficiale Unipg.    

   

La replica del programma andrà in onda sulle frequenze di Umbria Radio InBlu sabato 19 marzo 2022, alle ore 12.    

    

Perugia, 15 marzo 2022

“Progettare città intelligenti. La riqualificazione dello spazio pubblico in ottica smart city - 16 marzo 2022 - Terni  

Palazzo Gazzoli – ore 15,30-18,30 

Progettare città intelligenti. La riqualificazione dello spazio pubblico in ottica smart city è il titolo del seminario in programma domani, mercoledì 16 marzo 2022, a Terni, a Palazzo Gazzoli, dalle ore 15.30 alle 18.30. L’iniziativa è organizzata dal Laboratorio internazionale i_LabSmartCityDesign del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, attivo presso il polo universitario di Foligno, in collaborazione con Confapi Terni e il supporto del Comune di Terni e degli Ordini professionali degli Ingegneri e degli Architetti della Provincia di Terni.  

I saluti istituzionali saranno aperti dal sindaco Leonardo Latini e da Stefano Brancorsini, Delegato rettorale per la sede di Terni e le strutture distaccate, a quali seguiranno Ermanno Cardelli, Direttore del Dipartimento di Ingegneria, Simone Monotti, Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Terni, Stefano Cecere, Presidente Ordine degli Architetti della Provincia di Terni e Cesare Cesarini, Direttore Confapi Terni. I lavori saranno introdotti da Paolo Verducci - Dipartimento di Ingegneria, responsabile scientifico del laboratorio i_LabSmartCitiesDesign. 

L’incontro approfondirà il nuovo paradigma della città intelligente, ovvero un modello di interpretazione dello spazio urbano sostenibile, competitivo, inclusivo, creativo, iperconnesso e aperto. 

I temi di ricerca, dalla rigenerazione urbana di ex-aree industriali alla mitigazione delle isole di calore, dalla riqualificazione dello spazio pubblico alle comunità energetiche, dalla mobilità sostenibile alla grande stagione dei PUC, con particolare attenzione alle realizzazioni della città di Terni, saranno presentati da Valerio Palini, Dottorando Unipg e coordinatore di i_LabSCD; Massimiliano Baquè, architetto di “Baquè architecture & urban planning”; Stefano Cecere, Presidente dell’Ordine degli Architetti di Terni; Francesco Demma, ingegnere Unipg; Elisa Moretti, docente del Dipartimento di Ingegneria, nonché da Benedetta Salvati, ingegnere e Vicesindaco del Comune di Terni e Carlo A. Befani, Amministratore unico Terni Reti. Il seminario si concluderà con una tavola rotonda alla quale parteciperanno Enrico Melasecche, Assessore infrastrutture, trasporti, opere pubbliche Regione Umbria, l’architetto Diego Zurli, gli Assessori del Comune di Terni alla Scuola, Università, Ricerca e formazione Cinzia Fabrizi e per l’Agenda Urbana e Smart City Orlando Masselli, all’Innovazione P.A., ICT, Digitalizzazione Giovanna Scarcia e all’Urbanistica, Edilizia Privata, Suape, Peep, Paip, Area vasta e Mobilità Federico Cini.  

La moderazione del dibattito e le conclusioni saranno affidate a Paolo Verducci. 

Il seminario intende essere l’occasione per sottolineare come progettare la riqualificazione urbana in ambito smart cities non significa semplicemente sovrapporre all’esistente soluzioni e tecnologie intelligenti, ma piuttosto sviluppare un approccio interdisciplinare ed interscalare, basato su una visione condivisa tecnico-politica a breve-medio termine che sia in grado di immaginare un sistema di ‘strategie intelligenti’ e di azioni progettuali specifiche e modulari economicamente sostenibili.  “Si tratta - afferma Paolo Verducci - di un ambito di ricerca complesso, che considera l’attrattività e la qualità urbana come principale risorsa e affronta il tema del cambiamento climatico e della situazione pandemica come opportunità di rigenerazione del tessuto urbano e rilancio dello spazio pubblico, incoraggiando altresì l’efficientamento energetico, la mobilità dolce ed il trasporto pubblico”. 

Per informazioni: 

Dipartimento di Ingegneria - Tel. 075 585 3833 

Polo Universitario di Foligno: i_LAB SmartCitiesDesign,Tel.  0742 718260

Immagine locandina Piazza

 

Perugia, 14 marzo 2022

La Prof.ssa Olena Motuzenko dell'Università Nazionale di Kyiv/Kiev incontra l’Università degli Studi di Perugia. Il Rettore Oliviero: “Un impegno coordinato e rapido per salvaguardare gli studenti e le studentesse ucraini” 
  

La Prof.ssa Olena Motuzenko, dell'Università Nazionale di Kyiv/Kiev "Taras Shevchenko", incaricata dal Ministero ucraino di coordinare le iniziative di solidarietà per l'accoglienza negli atenei italiani  del personale docente nonché delle studentesse e degli studenti ucraini in fuga dalla guerra, è stata accolta nel pomeriggio di oggi dal Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero, dal Pro Rettore Vicario Prof. Fausto Elisei, dai Delegati rettorali e dal Direttore Generale Dott.ssa Anna Vivolo, nonché dal Presidente del Consiglio degli Studenti Sig. Matias Cravero.  

La Prof.ssa Motuzenko, infatti, ha iniziato dall’Ateneo di Perugia la serie di incontri con i responsabili delle Università italiane al fine di rendere operativo il corridoio accademico umanitario volto ad assicurare il proseguimento dei percorsi accademici bruscamente interrotti in patria. 

“L’Università degli Studi di Perugia ha subito compreso la gravità della situazione – ha dichiarato il Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero - facendosi promotrice, sia a livello nazionale che regionale, dell’attivazione di una rete di solidarietà e di concreto sostegno al fine di tutelare il diritto allo studio delle giovani e dei giovani ucraini, trovando piena condivisione d’intenti sia con la Ministro Maria Cristina Messa e la Conferenza dei Rettori delle Università italiane, sia con la Regione Umbria e l’A.Di.S.U.. Insieme a queste ultime, infatti, sono stati costruiti gli strumenti che ci consentiranno di accogliere presso i nostri collegi e i nostri percorsi formativi coloro che fuggono dalle università ucraine. Fin dal principio – ha sottolineato il Rettore Oliviero, la nostra azione è stata sostenuta dalla quotidiana interlocuzione con la Prof.ssa Motuzenko, insieme alla quale intendiamo dare vita ad un progetto pilota che consenta di realizzare questo corridoio accademico umanitario, gestirne i flussi e le numerose problematiche, incluse quelle relative alla pandemia. L’Università degli Studi di Perugia  - ha concluso il Magnifico Rettore – affonda le sue antiche radici nella terra di San Francesco, di Aldo Capitini e della Marcia della pace: lavoreremo insieme alla Prof.ssa Motuzenko con il massimo impegno al fine di rendere concreto il nostro sostegno al popolo ucraino”.

La Prof.ssa Stefania Stefanelli, delegata del Rettore per il settore internazionalizzazione e cooperazione internazionale, ha sottolineato che “l’incontro personale e professionale con la Prof.ssa Olena Motuzenko è uno strumento prezioso per individuare insieme e attivare gli strumenti e le procedure più idonee a garantire, nel più breve tempo possibile, il coordinamento delle iniziative di accoglienza e pieno inserimento nella vita dell’Ateneo degli studenti, dei ricercatori e dei docenti rifugiati dall’Ucraina. L’obiettivo che l’Ateneo persegue, anche con risorse interne, è quello di garantire a tutti non solo la sicurezza, ma anche la continuità dei propri percorsi accademici”. La professoressa, inoltre, ha ringraziato gli studenti e le studentesse, i docenti, i cittadini, le imprese e le fondazioni, per i numerosi e concreti aiuti offerti in adesione all’appello a collaborare promosso dall’Ateneo di Perugia in collaborazione con la Regione Umbria e l’A.Di.S.U, per il perfezionamento di questi corridoi umanitari. 

La parola è quindi passata alla Prof.ssa Motuzenko, la quale ha ringraziato di cuore il Magnifico Rettore per la quotidiana attenzione, per la vicinanza e la solidarietà che in questi giorni è stata manifestata dall’Ateneo di Perugia nei confronti dell’Ucraina. Ha inoltre sottolineato che sarà necessario organizzare e gestire tutti gli aspetti operativi necessari a coinvolgere nel corridoio accademico umanitario gli universitari e le universitarie dei 282 atenei del Paese, spesso in fuga con le loro famiglie e talvolta persino con i propri animali domestici. La docente, incaricata dal Ministero ucraino di lavorare al coordinamento della solidarietà espressa dal sistema universitario italiano, ha evidenziato la necessità di creare in tempi molto stretti una piattaforma unica d’informazione e gestione alla quale i ragazzi e le ragazze ucraini possano accedere per entrare nel corridoio accademico nella modalità più adatta alle proprie esigenze formative.  “La nostra Università  – ha concluso la Prof.ssa Motuzenko – è legata all’Umbria e all’Ateneo di Perugia da molti anni. In Umbria ed in particolare ad Assisi abbiamo realizzato iniziative accademiche e molti sono stati i bambini di Chernobyl ad essere ospitati: ora siamo di fronte ad una nuova emergenza, ed è necessario un ‘progetto pilota’, che consenta di gestire una situazione senza precedenti”. 

Il Sig. Matias Cravero, presidente del Consiglio degli Studenti dello Studium, ha infine evidenziato la preoccupazione della comunità studentesca perugina per quanto sta accadendo in Ucraina e ha espresso la volontà di contribuire a dare risposta alle richieste di aiuto che giungeranno all’Ateneo, accogliendo ed accompagnando i colleghi e le colleghe che giungeranno a Perugia. 

 

Foto 1 da sinistra: Stefania Stefanelli, Maurizio Oliviero, Olena Matuzenko, Matias Cravero e una studentessa ucraina

Foto 2 Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero

Foto 3 Prof.ssa Olena Matuzenko

Foto 4 Prof.ssa Stefania Stefanelli

Foto 5 Sig. Matias Cravero

Perugia, 14 marzo 2022

"La promozione turistica e la sfida digitale: l'esperienza di Assisi", al via i seminari UTH (Umbria Tourism Hub)

Mercoledì 16 marzo 2022, ore 16 

Riprendono i seminari UTH (Umbria Tourism Hub) organizzati dal Corso di Laurea in Economia del Turismo dell’Università degli Studi di Perugia, con sede in Assisi: domani, mercoledì 16 marzo 2022, alle ore 16, è in programma la conversazione "La promozione turistica e la sfida digitale: l'esperienza di Assisi".

Dopo i saluti istituzionali del Magnifico Rettore, Prof. Maurizio Oliviero, del Sindaco di Assisi Stefania Proietti e dei Proff. Luigi Farenga, vice direttore del Dipartimento di Economia e Francesco Scaglione, presidente del Corso di Laurea in Economia del Turismo, l'incontro entrerà nel vivo con la tavola rotonda moderata dal Prof. Fabio Forlani (docente di Marketing delle Imprese Turistiche).

All'incontro parteciperanno Antonella Tiranti, Dirigente Servizio Turismo, Sport e Film Commission della Regione Umbria; Fabrizio Leggio, Assessore al Turismo e alla Promozione del Territorio del Comune di Assisi; Simone Fittuccia, Presidente Federalberghi Umbria; Andrea Caracciolo, General Manager InformaSistemi S.p.a.

La conversazione UTH-1/22, coerentemente con il tema della giornata, sarà un evento Phygital, in cui verranno unite due aule: quella ‘fisica’, ospitata negli studi di InformaSistemi di Assisi-Santa Maria degli Angeli, e quella Digitale UTH, creata nella piattaforma Teams.

Per partecipare è necessario contattare la segretaria organizzativa: pietro.ronca@unipg.it

Si allega locandina dell’iniziativa

Perugia, 10 marzo 2022

Consegna dei diplomi  del Master in Management delle opere per la tutela ambientale e del verde - Venerdì 11 marzo 2022, ore 10 

Si svolgerà domani, venerdì 11 marzo 2022, alle ore 10, a Perugia, nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Perugia, la cerimonia di consegna dei diplomi del primo Master in Management delle opere per la tutela ambientale e del verde (MATAV), alla presenza del Magnifico Rettore Prof. Maurizio Oliviero, di Gianluca Bartolini, Presidente di Assoimpredia e della Dott.ssa Lucia Leonessi, direttore generale di Confindustria Cisambiente. 

Il Master è stato organizzato congiuntamente dal Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell'Università degli Studi di Perugia e da Assoimpredia (​Associazione Nazionale Imprese di Difesa e Tutela Ambientale, componente del cda di Confindustria Cisambiente, iscritta ad ELCA - European Landscape Contractors Association). 

La prima edizione ha visto la partecipazione di 18 studenti che, provenienti da diversi percorsi universitari - fra cui Agronomia, Architettura, Economia, Ingegneria -, hanno appreso nozioni di ambiti diversi - tecnico, economico, burocratico, legislativo - per affrontare le nuove sfide che i processi della transizione ecologica hanno messo in campo, dalla gestione alla manutenzione, fino alla progettazione del verde e delle opere ambientali.  

Il Master in Management delle opere per la tutela ambientale e del verde (MATAV) si prepara per la seconda edizione: le iscrizioni sono aperte sino al 18 marzo 2022.  

Tutte le informazioni sul corso e le modalità per la presentazione delle domande di iscrizione all’indirizzo: https://u.garr.it/n8ncH 

Perugia, 9 marzo 2022

L’alfabetizzazione finanziaria in Italia se ne parla a “L’Uovo di Colombo”, programma radiofonico di divulgazione scientifica dell’Ateneo di Perugia - Giovedì 10 marzo 2022, ore 19, su Umbria Radio InBlu    

Giovedì 10 marzo, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBLu e in contemporanea sull’account Facebook dell’emittente, il Professor Loris Lino Maria Nadotti, del Dipartimento di Economia, sarà ospite de “L’Uovo di Colombo”, il programma radiofonico dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia. Si parlerà dell’alfabetizzazione finanziaria in Italia, un tema che è stato protagonista di un evento realizzato a Terni in occasione di Sharper 2021.

Insieme all’ ospite in studio, ci saranno i contributi in esterna della Professoressa Manuela Gallo e del  Dottor Duccio Martelli, entrambi del Dipartimento di Economia.

 “L’Uovo di Colombo” va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu.  Il programma è realizzato nell’ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi. Le puntate possono essere riascoltate e riviste alla pagina YouTube ufficiale Unipg.    

La replica del programma andrà in onda sulle frequenze di Umbria Radio InBlu sabato 12 marzo 2022, alle ore 12.  

Perugia, 8 marzo 2022

La Professoressa Patrizia Mecocci nominata Foreign Adjunct Professor  al Karolinska Institutet di Stoccolma  

La Professoressa Patrizia Mecocci, Ordinario di Gerontologia e Geriatria del Dipartimento di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Perugia, è stata nominata Foreign Adjunct Professor in Geriatria Traslazionale presso la Division of Clinical Geriatrics-Department of Neurobiology, Care Sciences and Society (NVS) del Karolinska Institutet di Stoccolma, un ruolo grazie al quale si apriranno nuove  collaborazione e programmi di scambio di studentesse e studenti, nonché di docenti fra l'Ateneo di Perugia e la prestigiosa istituzione svedese.

La figura accademica di Foreign Adjunct Professor è stata istituita dal Karolinska Institutet proprio per incoraggiare lo scambio di conoscenze fra docenti e ricercatori delle università di tutto il mondo e per facilitare la collaborazione scientifica tra centri accademici, rafforzando e migliorando la qualità dell'insegnamento e della ricerca. Il titolo di Foreign Adjunct Professor viene infatti attribuito dal Comitato Scientifico del Karolinska Institutet a ricercatori con pubblicazioni scientifiche di alto livello e riconosciuti sul piano internazionale quali leader nel proprio settore di ricerca.

Patrizia Mecocci è scienziata esperta sugli aspetti clinici e biologici dell'invecchiamento, con un particolare interesse sui temi dell’invecchiamento cerebrale e della senescenza cellulare. E’ autrice, anche in collaborazione con prestigiosi centri di ricerca internazionali, di oltre 350 articoli scientifici e 30 monografie e capitoli di libri. Ha collaborato a vari progetti di ricerca finanziati dall'Unione Europea riguardanti sia il ​​miglioramento della diagnosi e il trattamento delle demenze nell'anziano e delle patologie collegate all’invecchiamento, sia la proposta di approcci innovativi  per la cura e la gestione dei problemi socio-sanitari legati all'invecchiamento. In particolare, nell'ambito del programma Horizon 2020, attualmente partecipa al progetto RecAGE, volto alla valutazione della qualità ed efficacia di nuove modalità di cura per i soggetti affetti da deterioramento cognitivo e disturbi del comportamento, e al progetto Lethe, per la creazione di un modello personalizzato di predizione dei disturbi cognitivi attraverso modelli di intelligenza artificiale e di deep machine learning, nonché per la prevenzione dei fattori di rischio della demenza attraverso biosensori.

La Professoressa Mecocci è attiva, inoltre, come principal investigator in progetti nazionali finanziati dal Ministero della Salute e dal Ministero dell'Università e della Ricerca sui biomarcatori dell'invecchiamento e delle malattie dovute all’età e sul ruolo dello stress ossidativo e degli antiossidanti in queste condizioni.

E' stata Presidente nazionale dell’Accademia di Geriatria, membro della Commissione scientifica sulle demenze dell’European College of Neuropsychopharmacology, membro del Comitato scientifico ed esecutivo dell’European Alzheimer Disease Consortium e fa parte del comitato editoriale di numerose riviste scientifiche internazionali.

 

La Professoressa Patrizia Mecocci

Perugia, 2 marzo 2022

Unipg per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri se ne parla a “L’Uovo di Colombo”, programma radiofonico di divulgazione scientifica dell’Ateneo di Perugia - Giovedì 3 marzo 2022, ore 19, su Umbria Radio InBlu    

Giovedì 3 marzo, alle ore 19, sulle frequenze di Umbria Radio InBLu e in contemporanea sull’account Facebook dell’emittente, il professore Carlo Pulsoni, docente di Filologia e Linguistica Romanza del Dipartimento di lettere – lingue, letterature e civiltà antiche e moderne, sarà ospite de “L’Uovo di Colombo” - il programma radiofonico dedicato alla divulgazione della ricerca scientifica dell’Università degli Studi di Perugia - per raccontare delle numerose attività realizzate dall’Ateneo perugino in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri.

Insieme all’ospite in studio, ci saranno i contributi in esterna della dottor Lorenzo Calafiore, dottorando, che ha contribuito alla mostra “Charun demonio e l’immaginario mitologico dantesco” ospitata dal Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria, e della dottoressa Elena Frittelli, vincitrice del “Premio Gallenga Stuart”, svoltosi nell’ambito della mostra medesima. 

“L’Uovo di Colombo” va in onda a Perugia sui 92.000Mz e a Terni sui 105.300Mz e sul canale Facebook @umbriaradioinblu.  Il programma è realizzato nell’ambito delle attività di divulgazione scientifica coordinate dal Prof. Roberto Rettori, delegato rettorale per il settore Orientamento, tutorato e divulgazione scientifica ed è condotto in studio dalla giornalista Laura Marozzi. Le puntate possono essere riascoltate e riviste alla pagina YouTube ufficiale Unipg.    

   

La replica del programma andrà in onda sulle frequenze di Umbria Radio InBlu sabato 5 marzo 2022, alle ore 12.    

  

Condividi su